Social network e la ricerca del lavoro di Antonella Russo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Social network e la ricerca del lavoro di Antonella Russo"

Transcript

1 Social network e la ricerca del lavoro di Antonella Russo CAPITOLO 1: L evoluzione di internet attraverso il Web 2.0 e la creazione dei social network come nuova frontiere per la nascita di reti sociali e comunicative. Il Web 2.0 ha radicalmente cambiato la storia e l utilizzo di internet, in termini di ampliamento dei sistemi di partecipazione e connettività, aperta e disponibile a chiunque. I social network costituiscono solo una delle componenti di questa nuova generazione di servizi e siti Internet. Il modo in cui il mondo si connette e comunica è stato cambiato e continua a cambiare grazie proprio allo sviluppo del Web La storia Internet nasce nel 1969, dopo che la prima connessione di due computer in remoto, tra due importanti università degli Stati Uniti d America la Stanford University e l UCLA, ebbe successo. Nei decenni successivi, tra gli anni settanta e ottanta, rimase una rete sperimentale il cui accesso richiedeva una conoscenza di complicati formalismi ed era alla portata di poche persone. La vera entrata nel mercato si ebbe solo a partire dalla metà degli anni novanta, in cui la possibilità di accedere alla rete fu estesa al grande pubblico. Ad usufruirne per prime furono le grandi imprese sia per scopi commerciali sia per condividere i documenti. Solo verso la fine degli anni novanta iniziò il vero boom delle connessioni di utenti che desideravano solo condividere informazioni e comunicare tramite web-mail. Tra la metà degli anni novanta e il 2000 si sviluppa però un nuovo modo di comunicare e condividere informazioni, allargare le proprie conoscenze e relazioni personali, le prime reti sociali su web. Il primo social network della storia è stato indubbiamente Classmates.com, nato nel 1995 e consentiva di mettere in contatto vecchi compagni di scuola. Due anni dopo entrò nel web SixDegrees.com, nato dall idea secondo cui qualunque persona può essere legata ad un altra attraverso non più di sei passaggi intermedi. Il sito oggi non esiste più anche se la sua tecnologia è stata fonte di ispirazione per altri siti nati più recentemente nel 2003, quali LinkedIn, MySpace e OpenBC, e implementati grazie allo sviluppo della banda 213

2 Social network e la ricerca del lavoro larga che ha fatto crescere in maniera esponenziale il numero degli utenti connessi e l interesse verso questa tipologia di siti web. Tra il 2004 e il 2006 il fenomeno social network ha avuto una vera impennata con la nascita e la diffusione di siti come Facebook e l acquisizione da parte della New Corporation di Rupert Murdoch di MySpace. Dal 2007 in poi si è registrata un diffusione così capillare dei social network che oramai non esiste quasi più un argomento, un hobby, un lavoro, un mercato di cui non ci sia un estensione e una discussione nei social network. La divulgazione nel mercato dei social network è avvenuta grazie soprattutto all evoluzione in scala mondiale del Web 2.0, che ne ha rivoluzionato le possibilità d utilizzo, creando nuove frontiere per gli utenti. Il Web 2.0 di difficile definizione, per via delle sue molteplici caratteristiche e applicazioni, si può riassumere nelle sue funzioni chiave: Applicazioni web condivise; Piattaforme su web: sono servizi così innovativi che non potrebbero esistere senza il web, come ad esempio le community; Partecipazione degli utenti al fine di farli diventare coautori del sito stesso, aprendo loro la possibilità di inserire, correggere e condividere file e contenuti; Nuove frontiere per il marketing; Dati personalizzati; Continui aggiornamenti dei software o browser; Ergonomia dell interfaccia dei siti; Flessibilità dei contenuti. La vera differenza dal Web 1.0 è che l utente è reso protagonista dell informazione, a sua discrezione. Mentre con la vecchia tecnologia il pregio di un sito era misurato in base alla stickiness 1. Oggi i contenuti possono essere fruiti non solo sul sito ma anche tramite canali diversi continuamente aggiornati e consultabili in ogni momento, sia con appositi programmi che attraverso i browser. 1.2 Nuove frontiere per le reti sociali La storia di Internet ci ha mostrato come vi sia insita una forte aspirazione a fare della rete un luogo privilegiato di scambio e discussione, in cui convergano sempre di più comportamenti sociali e tecnologie. Un esempio lampante lo è il fenomeno delle virtual community 2, attraverso le quali gruppi di persone che 1 1 Lo Sticky è un particolare contenuto pubblicato su un sito web, che ha lo scopo di attirare l attenzione dell utente in modo tale che o sia propenso a tornare in quel particolare sito web o trascorra periodi di tempo più lunghi su quel sito. Esempi di contenuti Sticky sono i seguenti: chat room, forum online, Webmail, giochi su Internet, Meteo, Notizie, Oroscopi, e molto altro ancora. Siti web che presentano contenuti sticky sono spesso indicati come siti appiccicoso, cioè stickiness. 2 Una comunità virtuale, e-comunità o comunità online è formata da un gruppo di persone che interagiscono principalmente attraverso i mezzi di comunicazione come la newsletter, telefono, , internet servizio di social network o messaggi istantanei, piuttosto che faccia a faccia, per motivi sociali, professionali, educativi o altri fini. 214

3 hanno interessi comuni condividono informazioni e comunicano fra di loro con regolarità. Una classificazione esaustiva delle virtual community è indubbiamente quella data da John Hagel e Arthur G. Armstrong (1993), secondo i quali ne esistono quattro tipologie che si distinguono in base ai bisogni che la comunità soddisfa rispetto alle esigenze dei suoi membri: Comunità d interesse: si basano sul bisogno di scambiare informazioni su interessi comuni attraverso l uso di newsgroup o forum di discussione (ad esempio opsonline.it); Comunità di relazione: il bisogno emergente in questo caso è quello di instaurare relazioni sociali intense ed emotive (ad esempio meetic.com); Comunità di fantasia: generalmente coloro i quali entrano a far parte di queste community si incontrano in mondi fantastici, spesso tridimensionali, assumendo le vesti di personaggi virtuali (ad esempio Multi User Dungeons); Comunità per transazione: nate per l interesse di soggetti coinvolti in prestazioni finanziarie. Preece (2001), invece, grazie ad un importante studio sulla progettazione delle comunità online, individua i seguenti elementi caratterizzanti: Soggetti che interagiscono socialmente per soddisfare i proprio bisogni personali; Scopi comuni che giustifichino l esistenza della comunità, che possono essere ad esempio un interesse, un esigenza, un servizio o il semplice scambio di informazioni; Una politica che regoli i comportamenti, sia a livello tacito che a livello esplicito, con veri e propri codici di comportamento; Sistemi telematici in grado di supportare, mediare e favorire le interazioni sociali, favorendo lo sviluppo di un senso di appartenenza alla community stessa. Recentemente è cambiata la tipologia di bisogno sociale a cui fare riferimento, se si prende in considerazione la costruzione di relazioni di scambio e di confronto nello spazio della rete. A differenza del passato, infatti, il fulcro di tali interazioni è rintracciabile nelle persone e nella loro capacità di fare networking 3, piuttosto che sulle community. L evidenza di questo nuovo fattore è riscontrabile nella diffusione ad esempio dei blog e alla nuova dialettica che va configurandosi tra il sé e gli altri. Albert BANDURA (1986;1997), con la teoria social cognitiva, ci fornisce un quadro ben delineato di cosa sia il sistema del sé e delle sue funzioni, definendolo come: un unità 3 Il significato letterale della parola networking è: stabilire una rete di contatti tramite computer. 215

4 Social network e la ricerca del lavoro organizzata di strutture e processi assolventi da una parte una funzione integrativa, dall altra funzione proattiva, che ne definiscono l individualità, integrando le varie funzioni, quali affetti, cognizioni e condotte, al fine di dare origine alla coscienza e rendere possibile l assimilazione dell esperienza. Il sistema del sé fornisce all individuo un identità e una continuità, regolando le sue funzioni per il raggiungimento di mete personali, e gli consente di interagire attivamente con la realtà. Sul piano fenomenologico il blog è il punto di accesso del sé nell architettura socio-informativa di Internet, che consente nuove forme di social network per lo scambio d informazioni, di esperienze e conoscenze. In questo nuovo scenario virtuale il sé riesce a trovare espressione in un canale specifico privilegiato, infatti, i contenuti cambiano in base agli interessi delle persone, che possono esprimere ed imprimere le loro individuali propensioni attraverso commenti trasversali, da un blog ad un altro, costituendo un circuito che delinea il profilo della persona stessa. Persone che fanno social network, quindi, pongono le basi affinché un blog abbia un effettiva consistenza, nasca, viva e sopravviva attraverso la creazione di reti di relazioni, basate sulla connessione e sull interesse nel commentare e rinverdire il blog stesso. Tutto ciò ha fatto si che internet si trasformasse da una semplice rete di contenuti in una rete di scambi, grazie al bisogno degli individui di cercare, al di là dei metodi tradizionali, la propria individualità sulla base di interessi personali, autonarrandosi e riconoscendosi reciprocamente nei blog. Questa è la differenza sostanziale tra blog e community: il primo è centrato sul soggetto, esaltandone la singolarità; la seconda sulla comunità nel suo insieme. Il risultato è che le relazioni possibili sono proporzionali al numero di persone presenti in rete e degli scambi che avvengono tra di loro: ci si connette ad esempio a un blog per commentare una notizia che hanno letto anche altri blogger e si viene linkati da chi vuole mostrarci una notizia analoga. Questo tipo di scambio implica di per sé già due tipi di reti di relazioni: il connettersi e l essere linkati (essere messi in collegamento con qualcosa). Possiamo immaginare poi l evolversi e il moltiplicarsi di queste relazioni, in funzione delle connessioni che si possono generare e degli interessi e i bisogni che sono in continua evoluzione e che sono in grado di generare dinamiche di cross-community. Una determinata informazione viene ritenuta attendibile sulla base della comparsa in rete di un identità riconoscibile, costruita dal soggetto e proiettata nel blog attraverso l autonarrazione, e che, se gestita nel modo opportuno, rende possibile lo sviluppo della fiducia, da parte degli altri blogger, nei confronti del soggetto stesso e della reputazione, che porta gli altri a fidarsi del giudizio, dei commenti e dei suggerimenti postati sul blog. È proprio l identità, infatti, che pone le fondamenta al concetto di reputazione, che genera nel soggetto responsabilità sui contenuti e funziona da filtro per le informazioni messe in rete, assumendo una particolare rilevanza in quanto si regge sulla scrupolosità di chi mette in circolo 216

5 determinati contenuti (dati, informazioni e conoscenze) e sul giudizio di merito di chi vi accede. Tale conseguenza deriva dal fatto che l identità personale è l insieme delle caratteristiche specifiche del sé e distintive di ciascun individuo. Secondo Bandura l esercizio dell agency, che è la facoltà dell uomo di agire attivamente sull ambiente fisico e sociale, di generare azioni mirate al conseguimento di determinati scopi (Bandura 2004), l identità personale si modulata attraverso strutture e processi intercorrelati del sé che determinano il tipo di vita che le persone vivono e cosa esse pensano di essere. È proprio questa intenzionalità che regola la capacità di far accadere le cose ed, inoltre, permette alla persona di monitorizzare, di riflettere sulla propria esperienza, di esercitare un influenza su di sé e di agire sull ambiente. Bandura espone cinque capacità umane che regolano l esercizio dell agency, modulano il sé e l identità personale, e sono: Capacità di simbolizzazione: le esperienze vengono trasformate in simboli che guidano il giudizio e l azione, e danno significato al rapporto che la persona ha con la realtà. Attraverso i simboli si possono testare ipotesi alternative e risolvere problemi, senza agire direttamente. Capacità vicarie, di apprendimento per imitazione: l apprendimento non avviene solo per sperimentazione diretta o per imitazione sociale, ma anche traendo vantaggio dall esperienza altrui in virtù di capacità riflessive che danno alla persona un ruolo attivo nella sua transazione con l ambiente esterno. L apprendimento per osservazione è regolato da quattro processi: - di attenzione: cosa osservare, quali informazioni trarre e che valore attribuire a queste, attestando capacità cognitive autonome; - rappresentazionali e di memoria: le informazione sono strutturate in modelli che possono essere ricordati e riselezionati all occorrenza; - di produzione comportamentale: le concezioni simboliche vengono trasformate in azioni fino a diventare automatiche; - processi motivazionali: scandiscono il programma di apprendimento in funzione degli incentivi diretti e vicari. Capacità di anticipazione: gli individui si proiettano nel futuro figurandosi gli scenari possibili. Grazie a questa capacità, attraverso il processo di simbolizzazione, rappresentano la propria azione e le eventuali conseguenze, adattandola alle prefigurazioni già fatte e discernendo su come orientare la propria condotta, affinché porti risultati soddisfacenti. Capacità di autoregolazione: le persone si orientano e si motivano in base agli obiettivi e agli standard personali. Ciò avviene grazie ad un sistema interno di autoregolazione e di autodirezione che permette l interiorizzazione delle sanzioni e delle richieste provenienti dall ambiente esterno, che una volta consolidate, si trasformano in una guida, un motivante o un deterrente nei confronti di determinati comportamenti. L autoregolazio- 217

6 Social network e la ricerca del lavoro ne di motivazioni, affetti e azioni avviene attraverso tre processi psicologici: - autosservazione; - autovalutazione; - autoreazione. Capacità di autoriflessione: è la facoltà che permette agli individui di analizzare le proprie esperienze, di riflettere sui propri processi di pensiero, generando nuove capacità di pensiero e azione. La distinzione tra pensieri corretti e incongrui è una delle funzioni connesse alla capacità di autoriflessione, che dipende da un attività metacognitiva ad essa connessa. Bandura individua quattro modi per verificare il pensiero: - attivo: riguarda la verifica della congruenza tra azione e pensiero tramite riflessione e la bontà i risultati prodotti; - vicario: concerne quel meccanismo di verifica che procede osservando il comportamento degli altri; - persuasorio: mediante il confronto con altre persone ritenute affidabili e credibili vengono verificati i propri pensieri e azioni; - logico: deriva dalla capacità degli individui di saper controllare la contraddittorietà delle proprie inferenze facendo deduzioni in base alle loro conoscenze ed ai loro modelli di comportamento già verificati. Le reti sociali e il sé, ricapitolando gli argomenti trattati fin ora, possono essere riassunti attraverso cinque indicatori che ne danno il quadro generale ( Denning et al. 2002): Scopo: entrare in connessione sulla base degli interessi individuali; conversare e confrontarsi su specifiche tematiche significative sul piano personale; molteplicità ed eterogeneità degli interessi aggreganti. Senso di appartenenza: adesione autonoma e spontanea. Dei confini: instabilità dovuta al fenomeno cross-community. Una durata temporale: indefinita e in base agli interessi ed agli stimoli. Dei fattori abilitanti e di coesione: alto livello di fiducia nei singoli dovuta alla reputazione; senso di responsabilità; elevata familiarità con le tecnologie; riflessività e valutazione socialmente diffusa, cioè sia eteronoma che autonoma. L evoluzione delle reti sociali, se si pensa ai giorni d oggi, è rintracciabile nella nascita, nello sviluppo e nella diffusione dei social network sia come raccolta e scambio delle informazioni che come strumento di comunicazione con una gamma molto più ampia e variegata applicazioni, che riguardano, come tratterò in seguito, anche il mondo del lavoro. 218

7 1.3 La comunicazione via web. Si parla di comunicazione mediata dal computer (C.M.C.) quando, tramite computer, è possibile dar vita ad un interazione a distanza, attraverso la rete Internet. Affinché ciò avvenga, è necessario che i computer siano connessi ad internet e, in alcune circostanze particolari, che siano forniti di particolari softwares per la comunicazione. Attualmente esistono due grandi categorie in cui vengono raggruppati generalmente i vari tipi di C.M.C.: C.M.C. asincrona e C.M.C. sincrona. Nel primo caso, per la trasmissione di un messaggio, non è necessario che il mittente e il destinatario siano contemporaneamente collegati ad Internet; nel secondo caso, invece, lo scambio comunicativo avviene in tempo reale. La differenza fondamentale tra i due tipi di C.M.C. è quindi di tipo temporale ed è legata alla presenza di una connessione in tempo reale tra i computer degli utenti coinvolti. Ne espongo in seguito un quadro tecnico generale La C.M.C. asincrona La C.M.C. asincrona include le interazioni che avvengono tramite posta elettronica, newsgroup, mailing list, forum e blog a Cos è e come funziona la posta elettronica? La posta elettronica è una servizio di messaggeria consistente nell alternativa digitale ed elettronica della posta cartacea, ed è lo strumento più usato via web. Tale servizio è fornito gratuitamente da providers come: - Gmail; - Hotmail; - Yahoo; - Libero. L indirizzo di posta elettronica è messo a disposizione degli utenti direttamente dai providers, e serve per inviare/ricevere i messaggi nella propria casella su un sito Internet, che serve per la gestione della posta stessa. L indirizzo ha la seguente forma in cui lo User Name può essere scelto, come avviene nella maggior parte dei casi, a discrezione dell utente stesso ed essere composto quindi dal proprio nome o da un nome di fantasia. Il Dominio, invece, indica il provider 4. I providers si dividono in due categorie: nella prima categoria sono raggruppati quei providers che sono fornitori dell accesso a Internet, come ad esempio Libero-Infostrada, Fastweb, o Alice ; nella seconda categoria sono raggruppati quei providers che sono esclusivamente fornitori di uno spazio in Rete per una casella di posta elettronica, come ad esempio Hotmail o Yahoo. 4 Un provider di servizi Internet (ISP, detto anche fornitore di accesso a Internet, o IAP) è una società che offre ai propri clienti l accesso a internet e delle applicazioni, come ad esempio posta elettronica, chat, news e molto altro. 219

8 Social network e la ricerca del lavoro I providers non possono garantire al 100% l arrivo a destinazione delle e- mail. Se si vuole avere la certezza che il proprio messaggio di posta arrivi a destinazione ci si può avvalere di servizi di Posta Elettronica Certificata, a pagamento, forniti da grandi Società tra le quali figurano ad esempio: - Poste Italiane; - Fastweb; - Telecom. I client sono dei softwares che permettono la gestione della posta elettronica e consentono di salvare i messaggi sull hard disk del computer, in modo tale si possa accedere alla casella di posta anche senza essere connessi, per operazioni di lettura e scrittura delle , invece per l invio e la ricezione bisogna essere connessi a Internet. Tra i più usati ci sono Microsoft Outlook e Microsoft Outlook Express: sono softwares a pagamento distribuiti dall azienda Microsoft che produce il Sistema Operativo Windows. Mozzilla Thundebird è un software libero che è distribuito gratuitamente dal creatore del web browser Mozzilla Firefox, grazie al progetto di distribuzione gratuita Mozzilla Foundation b Come opera un Newsgroup? Il Newsgroup è uno spazio virtuale telematico costituito da una rete di utenti a cui si può accedere solo previa iscrizione. Grazie a questo servizio informativo le news vengono inviate tramite , anche se non tutti gli utenti possono partecipare attivamente. Solo chi scrive le notizie ed è il creatore del newsgroup può mandare le notizie, invece, gli iscritti possono solo riceverle. I messaggi possono essere consultati in due modi: o tramite casella oppure attraverso i client. La cronologia delle news può essere visionata dal sito del newsgroup che ha la funzione di una bacheca. La Società Yahoo! è una delle più famose fornitrici di questo servizio (http://www.yahoo.com) c Che tipo di prestazioni ha una Mailing list? La Mailing list è un servizio tematico in cui gli utenti iscritti possono sia ricevere che inviare i messaggi. Il servizio consiste nell invio e diffusione a tutti i membri della lista del messaggio tramite uno speciale indirizzo. Il traffico delle è generalmente controllato da due figure quella dell amministratore e quella del moderatore della mailing list, che possono anche essere coincidenti. Ad esempio una delle regole che viene esplicitata a tutti gli iscritti è quella di evitare di intasare la casella di posta altrui con spazzatura, andando fuori tema volontariamente o involontariamente. Questo è uno dei casi in cui il moderatore in- 220

9 terviene con richiami nei confronti degli utenti causanti il disagio collettivo, dato che i messaggi vengono letti da tutti gli iscritti e ciò implica un forte disservizio d Qual è l utilità del forum? Il forum svolge la funzione di bacheca, poiché è un sito che permette agli iscritti di partecipare a delle discussioni lasciando dei posts (messaggi di posta). È uno dei famosi punti di aggregazione su internet: ne è un esempio per gli studenti di psicologia che vogliono scambiare informazioni su esami, tesi, tirocini ed appunti, il forum del sito di Opsonline (http://www.opsonline.it/forum), che è strutturato oltre che per tematiche, anche per dipartimenti universitari, corsi di laurea e Qualche accenno sul Blog. Un esempio di diario online lo fornisce il Blog. Il termine Blog deriva dalla contrazione della parola web-log, il cui significato è traccia su rete ed è un sito personale, generalmente messo a disposizione degli utenti attraverso un servizio gratuito, e reso visibile ad altri visitatori, che possono lasciare a loro volta commenti su ciò che ha scritto il blogger. Esistono due tipologie di Blog: il primo di natura privata, accessibile solo al blogger o a pochi utenti a cui il blogger ha fornito l accessibilità, il secondo di natura pubblica, accessibile a tutti coloro che ne vengono a conoscenza La C.M.C. sincrona La C.M.C. sincrona raggruppa quel tipo di interazioni che si sviluppano tramite chat (istant messanging), IRC, MUD a Cos è un servizio di chat? È un servizio di messaggeria istantanea che avviene tra due o più utenti connessi su computer diversi attraverso un software fornito da alcuni siti Internet. Alcuni di questi programmi consentono l uso di webcam e/o di un microfono e cuffia, l invio di files e la condivisione di cartelle. Né è un esempio la conosciutissima e diffusissima chat di Messenger, scaricabile sul proprio computer attraverso il sito e a cui ogni utente può accedervi, previa iscrizione, con la propria , concessa o da un provider a scelta oppure aprendo una casella di posta sul provider di Messenger. Questo sito, infatti, oltre a consentire l uso gratuito delle applicazioni della chat quali istant messanging, condivisione di cartelle, l invio e la ricezione di files, vere e proprio video chiamate attraverso webcam e l uso di cuffie e microfono, blog e un proprio profilo pubblico, permette anche di creare una propria casella di posta attraverso il servizio Hotmail. 221

10 Social network e la ricerca del lavoro 1.3.2b Internet Relay Chat. La prima forma di comunicazione istantanea su internet è stata la IRC. La chat è organizzata in stanze di discussione chiamate canali, nelle quali avviene il dialogo tra due o più utenti contemporaneamente c I MUD I Multi Users Dungeon o i Multi Users Dimension/Domain sono una categoria di giochi di ruolo online, in cui gli utenti iscritti possono giocare contemporaneamente. Ognuno di essi può costruire il proprio personaggio e controllarlo all interno di un ambiente virtuale organizzato in stanze e zone, e può interagire con i personaggi degli altri utenti o con quelli gestiti dal sito (predefiniti). Il personaggio si sviluppa attraverso la storia e le prove che affronta, progredendo grazie all acquisizione di particolari abilità o regredendo in caso di ferimenti o morte virtuale. 1.4 La comunicazione interpersonale tramite web. Fin ora ho esposto le varie funzione tecniche e i campi di uso più comuni della Comunicazione Mediata dal Computer. A livello interpersonale molteplici sono i campi di studio che si occupano non solo dell interazione uomo macchina ma anche dei possibili sviluppi comunicativi e della loro definizione e caratterizzazione in ambito psicologico. Questo perché da un lato non è innegabile che i nuovi ambienti tecnologici di comunicazione stanno avendo uno sviluppo e una diffusione illimitate, ma è similmente indubbio che, con lo correre delle generazioni, appare sempre più manifestamente la loro natura di fatti sociali più che tecnici. Al centro di questo fenomeno vi è la componente simbolica dell interazione sociale che avviene nella C.M.C.: ogni comunità, ogni organizzazione, ogni gruppo di lavoro sviluppa forme particolari di uso della Comunicazione Mediata dal Computer, con l esistenza di un repertorio simbolico in parte condiviso da tutti, che dipende prevalentemente dall ambiente sociale che ne fa uso e se si caratterizza come un fenomeno democratico (espanso a tutta la popolazione) o meno (per pochi eletti) L ambiente nella C.M.C. Nella Comunicazione Mediata dal Computer secondo Steuer (1997,88-89) esistono due dimensioni ambientali interattive della comunicazione: La presenza consiste nell esperienza del proprio ambiente fisico. Questa esperienza trova le sue basi nella percezione di un ambiente mediato da processi mentali automatici e controllati, che consentono al soggetto i sentirsi parte di un ambiente non solo a livello fisico, ma anche quando la comunicazione è condizionata dalla tecnologia, e bisogna percepire a livello mentale due ambienti ben distinti: quello in cui si è presenti e quello 222

11 con cui si interagisce attraverso l uso della tecnologia. La telepresenza è definita come l esperienza della presenza in un ambiente attraverso un mezzo di comunicazione (Steuer 1997). Focalizza l attenzione sulla relazione tra un individuo che è sia mittente, sia destinatario, e sull ambiente mediato in cui interagisce. Queste due definizioni ci chiariscono in che modo ci sia concomitanza tra le origini dell interazionismo comunicativo e le linee di base della progettazione per lo sviluppo di nuovi ambienti di comunicazione: lo sviluppo della dimensione interagente della comunicazione. Ad esempio il Computer Supported Collaborative Work (CSCW) 5 ci apre uno scenario pratico di questa tendenza alla creazione di nuovi ambienti di interazione e comunicazione virtuale. La tendenza moderna, infatti, è quella di umanizzare progressivamente i modelli comunicativi, antropomorfizzando le nuove tecnologie La metacomunicazione nella virtual comunication. Una delle caratteristiche che contraddistingue le due tipologie di Comunicazione Mediata dal Computer da una normale conversazione risiede a livello di metacomunicazione 6 : ciò che manca, infatti, nella comunicazione virtuale sono gli aspetti tipici della comunicazione faccia a faccia, recuperati in parte con strumenti alternativi di completamento, quali ad esempio la produzione di elementi come smiles, emoticons o abbreviazioni. Questi strumenti permettono da una parte una comunicazione più completa, dall altra l espressione di stati affettivi, altrimenti deficitarii dalla presenza di quell elemento interponente che è il computer. Altre limitazioni risiedono sia a livello temporale sia a livello di cooperazione tra gli interlocutori: nel primo caso, infatti, la conversazione risulta sempre più rarefatta rispetto a una conversazione normale e richiede tempi per il botta e risposta più lunghi; nel secondo caso non avviene quel controllo reciproco negli andamenti della comunicazione che produce collaborazione tra i soggetti e feedback. Una notevole differenza inoltre sta proprio sul piano dell identità personale, che la C.M.C. non garantisce appieno, in quanto è largamente diffusa l abitudine nelle virtual community di assumere identità fittizie. Il risultato è che nella Comunicazione Mediata dal Computer il normale processo di cocostruzione comunicativo avviene in modo asimmetrico, poiché di volta in volta i soggetti decidono quale significato attribuire alla conversazione, 5 Il Computer Supported Collaborative Work, o letteralmente il lavoro supportato dal computer, comprende quelle attività di collaborazione e di coordinamento che possono essere sostenute per mezzo di sistemi informatici. 6 La metacomunicazione è la comunicazione non verbale, ad esempio gestuale, che associata al messaggio verbale ne può rafforzare o contraddire il significato. 223

12 Social network e la ricerca del lavoro come interpretare le situazioni e l identità del soggetto con il quale comunicano (Stasser;1992) Contesto e capacità simboliche. Come ho già esposto in precedenza, parlando delle reti sociali, una delle capacità del sistema del sé, che permette lo sviluppo dell identità personale, è quella di simbolizzazione (pag. 6). Questa capacità la possiamo ritrovare, oltre che come costituente dell identità, anche come una precondizione del comunicare, che permette all individuo di attribuire all azione un significato in base ad un ordine simbolico condiviso e significante legato ad un determinato contesto, che lo produce attraverso la propria cultura. Una delle teorie sviluppate in base a questo concetto la Teoria dell azione situata (TAS), che fa parte del cognition in practice, un filone di ricerca cognitivo - sociale. La prospettiva della TAS è leggermente diversa: l azione non è più l esecuzione di un piano precostituito ma piuttosto un adattamento del soggetto al contesto in cui si trova ( Lucy SUCHMAN, 1987). Secondo Suchman, quindi, le persone in base alle circostanze in cui si trovano sviluppano dei percorsi d azione intelligenti, che non possono essere studiati in maniera decontestualizzata, in quanto il contesto prevede l azione di attori che hanno la propria autonomia e i propri scopi, ed è a questi che la tecnologia deve adattarsi. 1.5 Il fenomeno dei Social Network oggi. Tutte le caratteristiche fin ora analizzate, che riguardano le Reti Sociali e la Comunicazione Mediata dal Computer, sono rintracciabili ed hanno posto le fondamenta per lo sviluppo dei Social Network ai nostri giorni. Queste similitudini riguardano: il concetto di condivisione in base ad interessi comuni e/o bisogni; l individualità espressa attraverso la dialettica tra il sé e gli altri; espressione dei contenuti in base agli interessi; la nascita di reti di relazioni, che possono essere infinite; messa in rete di informazioni (news o informazioni personali) e conseguente acquisizione di popolarità e fiducia; tutte le funzioni tecniche alla base della comunicazione via web che riguardano la C.M.C. asincrona e sincrona: la posta elettronica, il newsgroup, la mailing list, il forum, il blog, la chat, la IRC e il MUD. esistenza di un repertorio simbolico comune che ne determina il sistema metacomunicativo, l ambiente e l azione. Attraverso, infatti, tutti questi punti trattati finora volevo esporre un quadro generale delle componenti tecniche e affettive che stanno alla base del meccanismo dei Social Network, e che riguardano i contenuti delle interazioni e delle possibili relazioni, come le informazioni e le emozioni possono essere trasmesse ed i mo- 224

13 venti che spingono le persone a farne uso, considerando, appunto, la multifunzionalità posseduta dai Social Network Tipologie di Social Network. Esistono quattro aree in cui il fenomeno dei Social Network (SN) è categorializzabile e divisibile: social browsing, reti d interesse, reti d azione e personal SN. Il social browsing è una tipologia di SN che consente agli utenti di salvare i propri indirizzi preferiti, i cosiddetti bookmark, sul web e di condividerli con altri utenti. Mentre prima questo tipo di attività era circoscritta all uso individuale, ed i bookmarks erano utilizzati come dei segnalibri, con la nascita di Del.icio.us l approccio a questo sistema specifico e legato all uso del proprio software preferito ( ad esempio Internet Explorer o Mozzilla Firefox) è totalmente cambiato, rendendo possibile la pubblicazione in rete della propria lista. Funziona così: Del.icio.us consente agli utenti di classificare ogni bookmark attraverso due o tre parole chiave in base ad un argomento; poi chi è interessato a quel determinato argomento visita i bookmarks degli altri utenti, come lui appassionati all argomento e che hanno messo in rete la loro lista, e può servirsene per approfondire e trarre informazioni su ciò che più lo incuriosisce. Si possono classificare nella gamma di social browsing anche delle applicazioni, create successivamente, che s installano direttamente sul browser, come ad esempio Flock 7, o innumerevoli siti web rivolti a specifici argomenti, come ad esempio Digg.com. Il social browsing costituisce un vero e proprio capitale di conoscenza collettiva alla portata di tutti e cocostruito attraverso l attività di networking. Le reti di interesse sono dei SN tematici che attirano quella categoria di utenti interessati alla condivisione di interessi e passioni, grazie alle quali si sviluppano dinamiche sociali che consentono scambi di informazioni e il formarsi di relazioni sociali tra gli utenti. Un esempio è riscontrabile nell analisi di un social network quale Flickr. Flickr è un applicazione online messa a disposizione dal browser di Yahoo! Go 2.0 che permette di creare album fotografici, che possono diventare vere e proprie gallerie per appassionati, accessibili a tutti e che tutti gli utenti iscritti possono tranquillamente sfogliare, cercare, condividere e scaricare nel formato JPEG. È un applicazione aperta a tutti gli appassionati di fotografia, esperti o meno, che sono interessati a rendere pubbliche, con accesso limitato ai propri conoscenti o meno, i loro scatti più belli e taggarli, commentarli e cercare foto interessanti da scaricare, in base al tema fotografico scelto. Le reti di azione sono quei tipi di social network che si occupano di organizzare in modo semplice e dal vivo incontri tra persone interessate ad un argomento 7 Flock è un browser costruito da Mozilla Firefox, che è specializzato nella fornitura di social networking e Web 2.0, basati sulla sua interfaccia utente. 225

14 Social network e la ricerca del lavoro in ogni parte del mondo. Un esempio è quello traibile dal sito MeetUp.com, che consente agli utenti iscritti di creare gruppi d incontro, organizzando la location e le tempistiche, suddivisi in base agli interessi comuni come politica, libri, film, salute, animali, lavoro o hobbies. Gli utenti vi accedono con il loro codice postale (Zip code per gli USA) e cercano e partecipano agli argomenti che più li interessano, ed hanno a disposizione un motore di ricerca che li aiuta a reperirli e li informa sul luogo e il giorno in cui avverrà l incontro. MeetUp.com, inoltre, offre una serie di servizi come la gestione degli associati di un gruppo, la mailing list, l organizzazione degli incontri, forum ed altro ancora. I personal social network sono la categoria più comune e utilizzata dalla maggior parte degli utenti fruitori di tali servizi. I più conosciuti sono MySpace e Facebook e il loro funzionamento è semplicissimo: basta innanzitutto iscriversi e creare un proprio profilo personale partendo dalle informazioni base che si vogliono rendere pubbliche (come ad esempio città natale, data di nascita, indirizzo ) fino ad arrivare alla parte più corposa che riguarda gli interessi e le passioni, le esperienze di lavoro ed eventualmente le proprie referenze; successivamente s invitano i propri amici a far parte della propria rete di conoscenze o viceversa essere invitati da loro nella propria, o ancora attraverso suggerimenti dati dai propri conoscenti o dal sito stesso conoscere altre persone così da allargare la propria rete di contatti; infine si può accedere a tutti i servizi forniti dal social network prescelto Le basi dei Social Network. Alla base di ogni social network, indipendentemente dalle categorie elencate sopra, vi sono, come ho già esposto nei paragrafi precedenti, la comunicazione e i rapporti interpersonali. Come sappiamo è un fenomeno di recente diffusione, che ha raggiunto le masse soltanto negli ultimi anni e per molti il funzionamento di tali servizi è ancora un mistero, anche se bisogna tener bene presente che si basa su due concetti fondamentali: il desiderio di socializzare e la voglia di comunicare. Secondo molti aspetti, quindi, non c è una grande differenza nelle modalità con cui si crea e si gestisce un gruppo di conoscenze rispetto alla vita reale. La cosa che accumuna, infatti, è la capacità di costruire una relazione. I social network racchiudono in se le regole essenziali che sono alla base dei rapporti interpersonali sia per quanto riguarda la capacità di socializzare, sia per quanto riguarda la capacità di instaurare nuove conoscenze. Un gruppo è un insieme di due o più individui che interagiscono e dipendono gli uni dagli altri per il raggiungimento di un obiettivo comune ; la sua esistenze si basa sul riconoscimento da parte di ciascuno dei membri dell esistenza del gruppo stesso. ( Jon TURNER, 1982). Secondo William C. SANDERSON (1940), inoltre, ogni gruppo esiste come mezzo per soddisfare certi propositi, desideri o interessi, per fornire ai suoi membri beni e valori. 226

15 Un nodo centrale alla base di un cosa sia un gruppo lo possiamo trovare nella definizione di Kurt LEWIN (1951), secondo il quale il gruppo è qualcosa di più rispetto alla somma dei suoi membri: ha una struttura propria, fini peculiari e relazioni particolari con altri gruppi. Quel che ne costituisce l essenza è l interdipendenza tra i membri. Che l obiettivo o il bisogno o l interesse, che crea l interdipendenza, possa essere socializzare, comunicare, cercare informazioni e condividerle, oppure mettersi in contatto ai fini lavorativi, una delle caratteristiche più evidenti che differenzia un gruppo normale da un gruppo virtuale è in primis quella del contatto e della presenza fisica diretta. Ma questo tipo di contatto che avviene per scopi relazionali può concretizzarsi anche ai fini lavorativi? Possono i social network essere considerati, oltre che come luogo d interazione personale, anche come luogo d interazione lavorativa? Un gruppo di lavoro si differenzia da un gruppo informale in base: alla forte interdipendenza reciproca; alla definizione e la prescrittività dei compiti e delle attività; ai ruoli determinati e all alto impegno nei confronti della realizzazione di un buon risultato per quanto concerne il compito che gli è stato assegnato. Le dinamiche interne che, invece, accomunano le due tipologie di gruppi riguardano: la somiglianza delle caratteristiche personali; interessi e obiettivi in comune; le opportunità d interazione; l influenza reciproca. Affinché un gruppo di lavoro possa ritenersi efficace bisogna considerare diversi fattori, che interessano: il contesto: settore, cultura e struttura organizzativa, composizione e struttura del gruppo; dinamiche gruppali: grado di maturità del gruppo, norme e valori, leadership e relazioni d influenza; efficacia: atteggiamenti, performance e comportamenti atti al raggiungimento di un buon risultato finale. L approccio alla tematica gruppale riferita ai social network è di natura recente. Attraverso il Web 2.0 è già possibile l interazione e il lavoro su internet tramite webcam, video conferenze e scambio di materiale e informazioni in maniera sempre più celere e diretta. Secondo me ci sono tutte le possibilità affinché possano nascere e moltiplicarsi gruppi che lavorano solo tramite web. Un impatto simile si è già avuto con la globalizzazione dei mercati, grazie a cui molti lavoratori si sono trovati, oltre che a dover acquisire l uso delle nuove tecnologie, anche a concepire un tipo di comunicazione e d interazione lavorativa molto spesso non diretta e so- 227

16 Social network e la ricerca del lavoro prattutto internazionale, lontana dal contesto lavorativo e nazionale in cui si sono sempre trovati e con cui hanno sempre dovuto fare i conti. In questa ottica pian piano s inserirà questo nuovo tipo di collaborazione che da una parte permetterà l ampliamento dei rapporti collaborativi, dall altra avrà grosso impatto sulla qualità del lavoro, in quanto, ad esempio, una qualsiasi azienda avrà a disposizione i migliori specialisti o tecnici da tutto il mondo, che senza spostarsi troppo potranno collaborare al raggiungimento del risultato. Il social network a questo punto servirà come collante e da consolidante delle relazioni e dei legami che potranno scaturire all interno di questo nuovo meccanismo lavorativo. Attualmente in molte aziende si fa uso di sistemi di comunicazione interna tramite web, che potrebbero molto avvicinarsi all idea di ciò che potrebbe diventare il social network aziendale, e che usufruiscono sia della connessione su internet sia della connessione sulla rete aziendale. Il mercato del lavoro si sta già muovendo verso questo fronte e lo si evince dalla nascita e dalla graduale diffusione, che stanno avendo a livello internazionale, i social network che si occupano della ricerca del lavoro. Questo discorso lo approfondirò nel prossimo capitolo. 228

17 CAPITOLO 2: Analisi su come la ricerca del lavoro sia cambiata nel tempo, quali nuove strade si sono aperte dopo la nascita dei Social Network e cosa ci riserverà il futuro. Ho analizzato nel capitolo precedente le dinamiche tecnico-relazionali dei nuovi sistemi di comunicazione ed interazione che hanno posto le basi e reso possibile la diffusione, attraverso il Web 2.0, dei Social Network in tutto il mondo. Per quanto riguarda la ricerca del lavoro come si offre attualmente? Cosa sta realmente cambiando grazie alle potenzialità dei Social Network? Il futuro della ricerca del lavoro su internet è individuabile nei Social Network? Tra cinque o dieci anni cosa ci si potrà aspettare dal fenomeno dei social network? Queste sono tutti interrogativi a cui cercherò di dare una risposta nei paragrafi successivi. 2.1 Attualità. Negli Stati Uniti e in Europa sta sempre più crescendo il numero dei lavoratori e delle imprese che usano internet come canale, spesso preferenziale, da una parte per cercare un posto di lavoro, dall altra per assumere personale. Chi ha accesso alla rete, oggi giorno, oltre ad usufruire di tutti i servizi messi a disposizione sul web, e dei quali ho esposto le caratteristiche peculiari nel capitolo precedente, sembra essere sempre più propenso a sfruttare le risorse che il mondo virtuale gli propone: costi limitati, tempi più stretti e la possibilità di comunicare con una gamma illimitata di persone che cercano e propongono un occupazione. Le modalità per la ricerca del lavoro stanno nettamente cambiando e lo si evince dal fatto che, per trovare un occupazione, non ci si limita più a prendere contatti con conoscenti o a mandare curriculum per posta, o di persona o al massimo via . La nuova frontiera per il mercato del lavoro sono le professional community. Attraverso questo canale chi è alla ricerca di un posto può depositare on-line il proprio curriculum su una rubrica offerta da un motore di ricerca, come ad esempio Yahoo! O Google, oppure su un portale, come ad esempio Virgilio o Libero, che sia associato e contenga gli annunci di lavoro messi in rete dai giornali o, ancora meglio, abbia un forum con discussioni dedicate appositamente a questo argomento che è collegato al sito dell azienda con la quale si intende prendere contatti, oppure al sito di un organizzazione che si occupa dell intermediazione tra i lavoratori e le imprese stesse. Le possibilità che ha un azienda sono innumerevoli e riguardano ad esempio: la messa in rete, attraverso il proprio sito web aziendale, di sezioni dedicate alle proposte d impiego tramite il proprio sito web aziendale con le informazioni sulle caratteristiche del posto di lavoro, dell occupazione e delle competenze richieste; 229

18 Social network e la ricerca del lavoro la ricezione di curriculum vitae mirati e in tempi molto più brevi; la consultazione di motori di ricerca, portali e altre tipologie di siti dedicati agli annunci, per esaminare le proposte ed eventualmente reclutare il personale; la ricerca su un sito di un organizzazione di intermediazione specializzata. Le stesse possibilità e canali di ricerca sono a disposizione dei lavoratori, come ad esempio: la consultazione dei siti web aziendali; l invio del proprio curriculum contemporaneamente a più imprese a cui si è interessati, senza dover fare file interminabili ed aspettare a lungo una risposta; la messa in rete su più portali, motori di ricerca e soprattutto siti specializzati nella ricerca del lavoro, come ad esempio Trovolavoro.it, del proprio curriculum. I siti più frequentati per la ricerca del lavoro sono quelli d intermediazione, in particolare quelli messi a disposizione da società multinazionali, come ad esempio negli Stati Uniti e in Gran Bretagna che hanno il primato dei reclutamenti via internet; in Europa, invece, in particolare in Germania e Francia, c è più la tendenza ad usufruire di servizi telematici pubblici o comunque di siti meno diffusi, ma più prestigiosi, che ricercano personale qualificato per mansioni particolari in settori specifici. Questi siti, in generale che si parli di quelli più popolari o di nicchia, acquisiscono popolarità in base sia alla domanda che ricevono sia in funzione dell offerta che propongono. Quelli più popolari, in particolare, fanno leva sulla pubblicità e sul passaparola, dati dalla quantità di offerte che fanno e di richieste che ricevono. Chi cerca lavoro, ovviamente, tende a consultare i siti più rinomati, o semplicemente se si muove su un qualsiasi motore di ricerca, ed è la prima volta che si rivolge a un datore di lavoro via internet, il browser tende a presentargli come risultato della ricerca, in primis, i siti più utilizzati per quel tipo di attività. I primi siti d intermediazione erano una semplice versione on-line degli annunci che comparivano sui giornali in versione cartacea, anche detti nel gergo classico AAA cercasi, costituiti da bacheche virtuali consultabili da tutti, ma che in realtà erano visitate da pochi. La loro fase evolutiva successiva è stata quella di essere trasformati in veri e propri canali specifici, che propongono una vasta gamma di servizi, come: le domande e le offerte dettagliate con link e recapiti a cui gli utenti e le imprese possono accedere direttamente; i servizi di newsletter che comunicano direttamente sulla posta degli utenti gli ultimi annunci presenti sul mercato e che riguardano l area occupazionale di loro interesse; i formati standard on-line per compilare curricula e lettere di candidatura; 230

19 le news sui cambiamenti, sulle nuove proposte e sulle problematiche del mercato; le proposte di corsi di avviamento professionale, di formazione e master aziendali; i forum e le chat tematiche; i servizi, per lo più a pagamento, rivolti esclusivamente alle imprese come: preselezione del personale per valutare la disponibilità ad essere assunti, test on-line per valutare le competenze e la personalità dei candidati, vere e proprie campagne di reclutamento via internet. I siti di intermediazione sono aperti a tutte le imprese, anche se alcune aziende, per motivi di complessità e di delicatezza del ruolo che viene richiesto, preferiscono il contatto diretto con il personale che devono assumere e non possono essere automatizzate. La facilità con cui si accede a questo tipo di siti, inoltre, è anche il suo punto debole, in quanto le informazioni che girano sulle domande e offerte sono troppe e tendono a creare confusione se non si è esperti conoscitori dei meccanismi della rete. Si può, in merito a questo, parlare di un binomio tra ricerca del lavoro su internet e ricerca del lavoro tradizionale, più che di una vera sostituzione dei meccanismi del passato, in quanto vi è più che altro la tendenza ad utilizzare entrambi i sistemi, e la ricerca virtuale non ha sostituito del tutto quella tradizionale, soprattutto in Europa e in particolare in Italia Il target. L uso di internet per la ricerca del lavoro è legato anche a fattori anagrafici: la fascia d età che visita con più frequenza questo tipo di siti è quella dai 25 ai 54 anni; i diplomati e i laureati sono quelli che fanno più uso di questa risorsa di internet rispetto alle persone con un più basso livello d istruzione; coloro che cercano occupazioni impiegatizie, tecniche e dirigenziali ne sono i maggiori fruitori, rispetto alle altre categorie di lavoratori; i disoccupati di breve durata e coloro che già occupano posizioni lavorative ma aspirano al cambiamento, rientrano nella fascia dei lavoratori frequentante con più assiduità i siti per la ricerca del lavoro; in base alle luogo di nascita e alla relativa possibilità che l utilizzo di internet vi sia diffuso, i paesi con un più alto tasso di etnia bianca sono quelli in cui internet è più usato, rispetto agli altri; hanno maggior interesse, e di conseguenza si servono con più frequenza di questo mezzo, i lavoratori altamente qualificati e che cercano mansioni specifiche nel loro settore; per quanto riguarda le differenze in base al genere sessuale non sono riscontrabili discrepanze. Questo è il quadro attuale di un lavoratore medio che cerca attraverso internet una occupazione. 231

20 Social network e la ricerca del lavoro Particolarità della situazione della ricerca del lavoro tramite web nei paesi Anglosassoni. I paesi Anglosassoni, in particolare Gran Bretagna e Stati Uniti sono i più grandi fruitori dei servizi di reclutamento di personale comparsi di recente sul web, sia dal lato della domanda che da quello dell offerta. La situazione che si presenta in questi paesi è del tutto diversa dagli altri, in quanto la nascita di siti preposti alla ricerca di un occupazione sono stati ideati e realizzati, e di conseguenza proposti e promossi dalle aziende stesse, proprio in conseguenza del boom che avevano avuto le connessioni ad internet e la facilità di accesso che aveva ed ha la maggior parte della popolazione degli USA e dell UK. Sono le imprese stesse, infatti, a favorire questo tipo di meccanismo, proponendo sul proprio sito o su siti e motori di ricerca ad esse collegati i posti vacanti e la richiesta esplicita dell invio delle domande di lavoro tramite . Ci sono alcuni indicatori di questo fenomeno negli Stati Uniti: dal 1998 al 2000 i siti dedicati alla ricerca del lavoro hanno avuto un aumento del 10% ( Thomas Kuhn 2003); quasi il 50% della popolazione naviga in rete, di cui il 40% di usa internet per cercare lavoro ( Recruiters Network 2003). In Gran Bretagna, inoltre, un decimo delle proposte di lavoro per posti vacanti riguardavano l Information and Communication Technology 8, abbreviato l ICT ( Walter FREEMAN 2002). Per gli altri paesi Europei si è verificato un aumento dei visitatori anche se il fenomeno è ancora poco diffuso. Il quadro generale a livello internazionale è di sviluppo, di crescita e di diffusione dei siti di collocamento tramite web I cambiamenti e le novità. Grazie alla nascita di siti destinati alle proposte e alla ricerca del lavoro molte barriere, che precedentemente costituivano delle problematiche sia per chi cercava una occupazione sia per chi forniva il posto stesso, sono state abbattute. Gli esempi sono innumerevoli e riguardano: la soppressione delle barriere spazio-temporali: le aziende mettendo in rete le proprie proposte di lavoro possono raggiungere candidati provenienti da tutte le parti del mondo e scegliere in questo modo il migliore, senza le classiche limitazioni, e senza dover interrompere il normale procedere delle attività, a causa dei colloqui che rubavano tempo e spazio; 8 Il significato di Information and Communication Technology, tradotto tecnologie dell informazione e della comunicazione, serve a definire tutti i mezzi tecnici per l elaborazione e la comunicazione delle informazioni. Il termine si è guadagnato la popolarità in parte a causa della convergenza delle tecnologie dell informazione (IT) e la tecnologia delle telecomunicazioni. ICT definisce una vasta gamma di tecnologie, compresi i metodi per la comunicazione (protocolli di comunicazione, tecniche di trasmissione, apparecchiature di comunicazione, media), nonché le tecniche per l archiviazione e l elaborazione delle informazioni (elaborazione, l archiviazione dei dati, ecc) 232

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

Guida all uso di Innovatori PA

Guida all uso di Innovatori PA Guida all uso di Innovatori PA Innovatori PA La rete per l innovazione nella Pubblica Amministrazione Italiana Sommario Sommario... 2 Cos è una comunità di pratica... 3 Creazione della comunità... 3 Gestione

Dettagli

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale La posta elettronica ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Posta elettronica E mail Elettronica Posta In questo argomento del nostro corso impareremo

Dettagli

Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google

Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google Facoltà di Lettere e Filosofia Cdl in Scienze dell Educazione A.A. 2010/2011 Informatica (Laboratorio) Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google Author Kristian Reale Rev. 2011

Dettagli

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network Prof. Giuseppe Riva Università Cattolica del Sacro Cuore www.isocialnetwork.info 1-1 Indice I social network sono una moda? SN come

Dettagli

La rete di tecnologie La circolazione dei contenuti attraverso diversi mezzi di comunicazione anche a partire dalle attività degli utenti

La rete di tecnologie La circolazione dei contenuti attraverso diversi mezzi di comunicazione anche a partire dalle attività degli utenti Nicoletta Vittadini La rete di contenuti Il sito web tradizionale La rete di tecnologie La circolazione dei contenuti attraverso diversi mezzi di comunicazione anche a partire dalle attività degli utenti

Dettagli

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa Sommario Indice 1 Internet 1 1.1 Reti di computer........................... 1 1.2 Mezzo di comunicazione di massa - Mass media.......... 2 1.3 Servizi presenti su Internet - Word Wide Web........... 3

Dettagli

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO INTRODUZIONE Con l invenzione della stampa e il suo progressivo miglioramento la cultura e il sapere hanno potuto circolare più facilmente. Ma la storia,

Dettagli

Comunicare la scuola sul web

Comunicare la scuola sul web AIART UCIIM 18 marzo 2009 comunicare rendere partecipi, entrare in relazione con gli altri scuola come istituzione, luogo di lavoro, attività di insegnamento, educazione e trasmissione dell insegnamento

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

Glossario 117. Glossario

Glossario 117. Glossario Glossario 117 Glossario Account È lo spazio concesso su un sito a un utente, per accedere ad alcune funzioni. Al momento della registrazione occorre fornire un username e una password, che diventeranno

Dettagli

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ciascuno di noi ha oggi a disposizione uno spazio potenzialmente illimitato

Dettagli

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015 Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato Firenze, 4 maggio 2015 Un sito statico è un sito web che non permette l interazione con l utente,

Dettagli

Catalogo formativo Anno 2012-2013

Catalogo formativo Anno 2012-2013 Catalogo formativo Anno 2012-2013 www.kaleidoscomunicazione.it marketing & innovazione >> Email Marketing >> L email è ad oggi lo strumento di comunicazione più diffuso tra azienda e cliente e dunque anche

Dettagli

Giorno 2: il mondo Internet. Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet

Giorno 2: il mondo Internet. Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet Giorno 2: il mondo Internet Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet Contenuti del modulo: La comunicazione attraverso il WEB Mailing list Forum Chat Telefonia VOIP / Videoconferenze Social

Dettagli

Navigare in Internet

Navigare in Internet Navigare in Internet ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Word Wide Web = WWW = Ragnatela estesa a tutto il mondo In questo argomento del nostro

Dettagli

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Premessa La Carta di qualità di cui si parla in questa scheda è stata elaborata da ONG e associazioni di 5 regioni italiane nel corso del

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 2 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web LE BASI INDEX 3 7 13 16 Come creare e gestire con semplicità un sito web Le fasi da seguire per costruire

Dettagli

Comunicazione e Mass media

Comunicazione e Mass media Comunicazione e Mass media I mass-media La stampa Il cinema La radio La televisione Il telefono Il computer Le reti internet Comunicazione di massa Comprendono le istituzioni e le tecniche grazie alle

Dettagli

Obiettivi. Unità C2. Connessioni. Internet. Topologia. Tipi di collegamento

Obiettivi. Unità C2. Connessioni. Internet. Topologia. Tipi di collegamento Obiettivi Unità C2 Internet: la rete delle reti Conoscere le principali caratteristiche di Internet Conoscere le caratteristiche dei protocolli di comunicazione Saper analizzare la struttura di un URL

Dettagli

Linked. 6 mosse per entrare nella rete del lavoro

Linked. 6 mosse per entrare nella rete del lavoro Linked 6 mosse per entrare nella rete del lavoro La guida è realizzata nell ambito del Progetto n. 2013-1340 Lavoro subito cofinanziato da Provincia di Cremona, Camera di Commercio di Cremona, Comuni di

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI

IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI I motori di ricerca non sono più solamente lo strumento per arrivare ai siti web, ma sono anche e sempre più il principale strumento di accesso alle informazioni

Dettagli

Social Network. Marco Battini

Social Network. Marco Battini Social Network Marco Battini Luoghi immateriali che grazie all elettricità si sono trasformati in realtà oggettiva frequentata da milioni di persone nel mondo. Luoghi che ti permettono di essere sempre

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE La legge regionale n. 5/2009 e il Piano Regionale della Salute 2011-2013 promuovono la centralità del cittadino e il suo coinvolgimento nei processi di miglioramento dei Servizi

Dettagli

Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media

Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

Dettagli

Progetto Organi dello Stato Organi dello Stato: Modus da Progetto a Sistema

Progetto Organi dello Stato Organi dello Stato: Modus da Progetto a Sistema Progetto Organi dello Stato Organi dello Stato: Modus da Progetto a Sistema Organi dello Stato: dalla stampa di una Pubblicazione annuale alla nascita del Portale Multimediale Integrato Maurizio Quattrociocchi

Dettagli

Internet in due parole

Internet in due parole Internet in due parole Versione 1.1 18-9-2002 INTERNET IN DUE PAROLE...1 VERSIONE 1.1 18-9-2002...1 COSA È INTERNET?... 2 TIPI DI CONNESSIONE.... 2 Cosa è un modem...2 ADSL...2 Linee dedicate...2 CONNESSIONE

Dettagli

Comunicazione e Nuovi Media. Selene Biffi

Comunicazione e Nuovi Media. Selene Biffi Comunicazione e Nuovi Media Selene Biffi Youth Action for Change 2005 Utilizzo ICTs nello svolgimento giornaliero delle attività Corsi e altre attività formative Programmi usufruiti in 120 Paesi Le basi

Dettagli

CONVEGNO OLTRE WEB 2.0 ITIS CASTELLI VIA CANTORE, 9 5 FEBBRAIO 2009

CONVEGNO OLTRE WEB 2.0 ITIS CASTELLI VIA CANTORE, 9 5 FEBBRAIO 2009 CONVEGNO OLTRE WEB 2.0 ITIS CASTELLI VIA CANTORE, 9 5 FEBBRAIO 2009 Virginia Alberti APPLICAZIONI Laura Antichi Applicazioni Web 2.0 Si ritorna all agorà, in cui tutti hanno la possibilità di accedere

Dettagli

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express CAPITOLO VI Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express 45 46 INTERNET INTERNET è un collegamento in tempo reale tra i computer

Dettagli

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup. Catalogo formativo 2013 INGENIA Group Manuale commerciale Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013 Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.it MARKETING & INNOVAZIONE Percorso formativo e-mail MARKETING

Dettagli

Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione

Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione Riflessioni di Luciano Perego (prima parte) CARATTERISTICHE DELLA MODALITÀ TRADIZIONALE PER LA GESTIONE DELLO SVILUPPO

Dettagli

Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor. Primo servizio del Portale del SIL. A cura di Grazia Strano

Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor. Primo servizio del Portale del SIL. A cura di Grazia Strano Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor Primo servizio del Portale del SIL A cura di Grazia Strano Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale delle Reti

Dettagli

Un Blog chiuso come strumento di comunicazione interna in un gruppo di lavoro

Un Blog chiuso come strumento di comunicazione interna in un gruppo di lavoro Un Blog chiuso come strumento di comunicazione interna in un gruppo di lavoro Paolo Ferrario Nelle organizzazioni di servizio si tengono con frequenza incontri di lavoro, seminari di formazione, riunioni

Dettagli

APPROFONDIMENTI DI TEORIA E PROGETTAZIONE EDUCATIVA

APPROFONDIMENTI DI TEORIA E PROGETTAZIONE EDUCATIVA APPROFONDIMENTI DI TEORIA E PROGETTAZIONE EDUCATIVA Tiziana Monticone 1 Tiziana Monticone l emergere di un sé e di un identità professionale è il risultato di un rapporto complesso tra: la formazione la

Dettagli

Questio: l innovazione a portata di mano delle piccole e medie imprese

Questio: l innovazione a portata di mano delle piccole e medie imprese CONFRONTI 3/2012 117 Questio: l innovazione a portata di mano delle piccole e medie imprese Anche in Lombardia, che pure è una Regione tra le più innovatrici in Italia, nel campo della ricerca e dell innovazione

Dettagli

CAPITOLO 5 STRUMENTI E TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE PERSONALE

CAPITOLO 5 STRUMENTI E TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE PERSONALE CAPITOLO 5 STRUMENTI E TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE PERSONALE Indice 5.1 UNA PANORAMICA SULLE NUOVE TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE......... 102 La struttura dell impresa oggi....................................................

Dettagli

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI LA TECNOLOGIA POTENZIA L ASSISTENTE MULTITASKING La maggior parte delle assistenti (77%) passa più di 6 ore davanti al pc per lavoro, e almeno 2 3 ore sono dedicate

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. Codice di accreditamento: NZ04566 REGIONE CAMPANIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. Codice di accreditamento: NZ04566 REGIONE CAMPANIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE Ente proponente il progetto: Comune di Mugnano di Napoli Codice di accreditamento: NZ04566 Albo e classe di iscrizione: REGIONE

Dettagli

27 Giugno 2014 Z2120.6 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

27 Giugno 2014 Z2120.6 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION REPUTAZIONE

Dettagli

Che cos è il Web 2.0. Agriturismo e Web 2.0. Una definizione del Web 2.0. Il Web come piattaforma. Il Web come piattaforma

Che cos è il Web 2.0. Agriturismo e Web 2.0. Una definizione del Web 2.0. Il Web come piattaforma. Il Web come piattaforma Agriturismo e Web 2.0 Che cos è il Web 2.0 Giovanna Cosenza www.giovannacosenza.it giovanna.cosenza@unibo.it 1 L espressione Web 2.0 apparve per la prima volta nel giugno 2004 come titolo di una conferenza

Dettagli

HO UN ACCOUNT CON GOOGLE. COSA POSSO FARE?

HO UN ACCOUNT CON GOOGLE. COSA POSSO FARE? HO UN ACCOUNT CON GOOGLE. COSA POSSO FARE? (account=area privata di un sito web in cui sono a disposizione un insieme di funzionalità e di personalizzazioni) Google ti regala una casella di posta elettronica

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione.

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione. Verso una Coop 2.0 Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione Agata Meneghelli Obiettivi ricerca Che potenzialità hanno i nuovi media digitali per

Dettagli

MONSTER UNIVERSITY TOUR

MONSTER UNIVERSITY TOUR MONSTER UNIVERSITY TOUR UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE 7 OTTOBRE 2014 PIETRO MANENTI PRODUCT MANAGER - MONSTER ITALIA Di cosa parleremo La ricerca di lavoro on line: strategie e consigli L ottimizzazione

Dettagli

Per andare oltre la limitata potenza di una mente singola, i modelli del mondo devono essere condivisi e costruiti collaborativamente, attraverso la

Per andare oltre la limitata potenza di una mente singola, i modelli del mondo devono essere condivisi e costruiti collaborativamente, attraverso la Per andare oltre la limitata potenza di una mente singola, i modelli del mondo devono essere condivisi e costruiti collaborativamente, attraverso la creazione di un vasto spazio pubblico riempito di giudizi

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

STANDARD A AFFRONTA GLI STRUMENTI INFORMATICI E DI COMUNICAZIONE NEL LORO USO

STANDARD A AFFRONTA GLI STRUMENTI INFORMATICI E DI COMUNICAZIONE NEL LORO USO 3.5 Area Tecnologica STANDARD A AFFRONTA GLI STRUMENTI INFORMATICI E DI COMUNICAZIONE NEL LORO USO E NELLA LORO FUNZIONE. Livello 1 1.1 Esplicita i propri bisogni di comunicazione e di organizzazione di

Dettagli

Nuovi Media, strumenti di condivisione. Prof. Roberto Maldacea

Nuovi Media, strumenti di condivisione. Prof. Roberto Maldacea Coordinamento CARITAS Operatori comunicazione NUOVI MEDIA Megafono di solidarietà Nuovi Media, strumenti di condivisione Prof. Roberto Maldacea Premessa Per raggiungere 1 Miliardo di utenti il telefono

Dettagli

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO di Lorenzo Sartini 1. Quali necessità nell azione del volontario? Ciò che contraddistingue le associazioni di volontariato fra le altre organizzazioni che agiscono per

Dettagli

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di La tutela della privacy nei social network di Stefano Santini I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di diffusione e di accesso pressoché illimitato, permettendo

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione. Modulo 5: COLLABORARE E APPRENDERE IN RETE

Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione. Modulo 5: COLLABORARE E APPRENDERE IN RETE Istituto Comprensivo "Anna Frank 20099 Sesto San Giovanni (MI) Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione 5.3. Didattica in rete Modulo 5: COLLABORARE

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Ingegneria del Software Interattivo. - I siti web - Un breve glossario. Un breve glossario (cont.) Parte sesta: I siti web. 1.

Ingegneria del Software Interattivo. - I siti web - Un breve glossario. Un breve glossario (cont.) Parte sesta: I siti web. 1. Parte sesta: I siti web Ingegneria del Software Interattivo - I siti web - Docente: Daniela Fogli 1. I siti web Nel Contesto Riferimenti: Brajnik, Umano G., Toppano, E. Creare siti web multimediali, Pearson,

Dettagli

Dall Email Marketing ai Dynamic Contents

Dall Email Marketing ai Dynamic Contents Dall Email Marketing ai Dynamic Contents DM&P è un'agenzia di comunicazione integrata e casa di produzione dall esperienza più che decennale, con un consolidato know how in diversi settori merceologici,

Dettagli

CAPO I: OGGETTO ED AMMONTARE DELL'APPALTO, DESCRIZIONE, STRUTTURA E REQUISITI DEL PRODOTTO Art. 1 Oggetto dell appalto Oggetto del presente appalto è la realizzazione della Intranet dell Amministrazione

Dettagli

VADEMECUM. Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS. Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez.

VADEMECUM. Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS. Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez. VADEMECUM Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez.it 1/8 Introduzione Per la comunità on line dei partecipanti al progetto

Dettagli

Lavoro per TE. Gennaio 2015

Lavoro per TE. Gennaio 2015 Lavoro per TE Gennaio 2015 INDICE LOS STRUMENTO PER LO SVULUPPO INTEGRATO DEI SERVIZI LAVORO PER TE IL PORTALE LAVORO PER TE I SERVIZI 1 LO STRUMENTO PER LO SVILUPPO INTEGRATO DEI SERVIZI LAVORO PER TE

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Rilancia il tuo business con il web 2.0

Rilancia il tuo business con il web 2.0 Rilancia il tuo business con il web 2.0 Relatore:Andrea Baioni abaioni@andreabaioni.it Qualche anno fa. Media di ieri e di oggi Oggi: fruizione di contenuti senza vincoli 2 Gli old media Generalisti Occasionali

Dettagli

CM0089_0403_039. Palermo 13/03/2015

CM0089_0403_039. Palermo 13/03/2015 CM0089_0403_039 Workshop Il nuovo Portale del monitoraggio: opportunità di integrazione tra diversi strumenti a supporto del monitoraggio strategico dei fondi di investimento Palermo 13/03/2015 Programma

Dettagli

LA BASILICATA TURISTICA SBARCA SUL WEB

LA BASILICATA TURISTICA SBARCA SUL WEB 119-120] Basilicata Regione Notizie SPECIALE TURISMO LA BASILICATA TURISTICA SBARCA SUL WEB f r a b l o g, s o c i a l n e t w o r k e siti i n t er n e t d e d i cat i a i p u b b l i c i più diversi,

Dettagli

Posta Elettronica. Cenni sui Gruppi Tematici Yahoo. Fondatore Gruppo. Moderatore 1 Moderatore 2

Posta Elettronica. Cenni sui Gruppi Tematici Yahoo. Fondatore Gruppo. Moderatore 1 Moderatore 2 Cenni sui Gruppi Tematici Yahoo Fondatore Gruppo Moderatore 1 Moderatore 2 Semplice Iscritto 1 Semplice Iscritto 2 Semplice Iscritto 3 Domenico Capano Torino 20 Dicembre 2006 1 Creazione di un Account

Dettagli

Lavorare in Rete Esercitazione

Lavorare in Rete Esercitazione Alfonso Miola Lavorare in Rete Esercitazione Dispensa C-01-02-E Settembre 2005 1 2 Contenuti Reti di calcolatori I vantaggi della comunicazione lavorare in rete con Windows Internet indirizzi IP client/server

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it 1 COSA SONO? piazze virtuali, luoghi in cui, via Internet, ci si ritrova portando con sé e condividendo

Dettagli

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro Applicazioni delle reti Dalla posta elettronica al telelavoro Servizi su Internet La presenza di una infrastruttura tecnologica che permette la comunicazione tra computer a distanze geografiche, ha fatto

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI. Direzione per il Personale. La gestione del colloquio di valutazione

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI. Direzione per il Personale. La gestione del colloquio di valutazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione per il Personale - Settore Sviluppo Risorse Umane - SISTEMA DI VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE La gestione del colloquio di valutazione INDICE INTRODUZIONE

Dettagli

DESCRIZIONE OFFERTA TT-OPEN-SITE

DESCRIZIONE OFFERTA TT-OPEN-SITE DESCRIZIONE OFFERTA TT-OPEN-SITE Struttura di menù In base alla tipologia di template scelta, sono state predisposte 2 strutture di menù (destinate ad ospitare gli stessi contenuti): TT-OPEN-SITE template

Dettagli

il nuovo modo di concepire il business B.Core Business www.bcorebusiness.com info@bcorebusiness.com

il nuovo modo di concepire il business B.Core Business www.bcorebusiness.com info@bcorebusiness.com il nuovo modo di concepire il business Una Struttura Globale per la crescita della tua Azienda B.Core sei tu! Il tuo Business in pochi passi B.Core è un associazione in continua evoluzione, completamente

Dettagli

Learning News Agosto 2012, anno VI - N. 8

Learning News Agosto 2012, anno VI - N. 8 Learning News Agosto 2012, anno VI - N. 8 La potenza delle relazioni di Giusi Miccoli * La potenza delle relazioni è una delle riflessioni che ci vengono proposte per il XXIV Congresso Nazionale dell Associazione

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Evoluzione di Internet, licenze e diritti Software

Evoluzione di Internet, licenze e diritti Software Evoluzione di Internet, licenze e diritti Software A cura di Marziana Monfardini Licenze e diritti software La tutela del software Copyright e diritto d autore Legge 633/41 Articolo 2 Sono protetti i programmi

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE

REPORT DI VALUTAZIONE Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 Le opportunità non hanno confini. Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione REPORT DI VALUTAZIONE Unione europea Fondo Europeo Sviluppo

Dettagli

Comunicazione associativa & Social Media I social network e i social media come supporto alle organizzazioni e alle associazioni

Comunicazione associativa & Social Media I social network e i social media come supporto alle organizzazioni e alle associazioni Comunicazione associativa & Social Media I social network e i social media come supporto alle organizzazioni e alle associazioni Angelo Marra www.ammega.it Ogni organizzazione ha il cruciale problema del

Dettagli

CITTÀ DI AVIGLIANO. (approvate con deliberazione di Giunta comunale n. 17 del 28 febbraio 2015)

CITTÀ DI AVIGLIANO. (approvate con deliberazione di Giunta comunale n. 17 del 28 febbraio 2015) CITTÀ DI AVIGLIANO LINEE GUIDA E POLICY PER L UTILIZZO DEI CANALI SOCIAL MEDIA DA PARTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO E PER LA GESTIONE DEI CONTENUTI ISTITUZIONALI SUL WEB (approvate con deliberazione di Giunta

Dettagli

LA/IL GIORNALISTA PUBBLICISTA - LA/IL GIORNALISTA PROFESSIONISTA

LA/IL GIORNALISTA PUBBLICISTA - LA/IL GIORNALISTA PROFESSIONISTA LA/IL GIORNALISTA PUBBLICISTA - LA/IL GIORNALISTA PROFESSIONISTA 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 Occorre sapere...7 Conoscenze...8

Dettagli

Informativa sulla privacy

Informativa sulla privacy Informativa sulla privacy Kelly Services, Inc. e le sue affiliate ("Kelly Services" o "Kelly") rispettano la vostra privacy e riconoscono i vostri diritti relativi ai dati personali che acquisisce da voi,

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

Quali liste per la multimedialità

Quali liste per la multimedialità Quali liste per la multimedialità A seguito di slogan che condividiamo del tipo : 1. il confine tra online e offline è caduto. 2. il futuro della comunicazione è multimediale. 3. il direct marketing sarà

Dettagli

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE Per capire come disegnare e organizzare un ambiente di interazione orientato alla collaborazione on line occorre prima di

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online Progetto Speciale Multiasse La Società della Conoscenza in Abruzzo PO FSE Abruzzo 2007-2013 Piano degli interventi 2011-2012-2013 INTERVENTO B) Formazione online per le aziende SYLLABUS E-tutor: competenze

Dettagli

PRIVACY POLICY. 1. La nostra policy

PRIVACY POLICY. 1. La nostra policy PRIVACY POLICY Vi invitiamo a leggere attentamente la nostra Privacy Policy, che si applica a chiunque decida di navigare all interno del sito web AREA Science Park, gestito dal Consorzio per l AREA di

Dettagli

OSSERVATORIO IPSOS. per conto di

OSSERVATORIO IPSOS. per conto di OSSERVATORIO IPSOS per conto di DIFFUSIONE di COMPUTER e INTERNET tra le famiglie italiane Base: Totale famiglie Possesso di un computer Connessione a Internet TOTALE famiglie italiane 57 68 Famiglie monocomponente

Dettagli

Costruire ambienti di apprendimento collaborativo on line di Andrea Varani Informatica & Scuola n. 4, dicembre 2003 (Rubrica: Laboratorio )

Costruire ambienti di apprendimento collaborativo on line di Andrea Varani Informatica & Scuola n. 4, dicembre 2003 (Rubrica: Laboratorio ) Costruire ambienti di apprendimento collaborativo on line di Andrea Varani Informatica & Scuola n. 4, dicembre 2003 (Rubrica: Laboratorio ) Fino ad ora, l istituzione scolastica ha basato la sua azione,

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014

Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014 Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014 Nel 2014 il servizio di Management Didattico è stato valutato da complessivamente 3540 studenti (rispetto a 3.999 nel 2012) che hanno

Dettagli

Il web 2.0 - Definizione

Il web 2.0 - Definizione Web 2.0 e promozione della salute Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Il web 2.0 - Definizione - E quella parte

Dettagli

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche Fondazione Minoprio - corso ITS Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche I social media Facebook La maggior parte dei proprietari di piccole aziende hanno dichiarato

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

Abstract. Paolo Rocca Comite Mascambruno 1

Abstract. Paolo Rocca Comite Mascambruno 1 Paolo Rocca Comite Mascambruno 1 Abstract La progressiva diffusione dei social network, sia generalisti (quali Twitter, Facebook o Google+, la recente piattaforma messa a punto da Google) sia specializzati

Dettagli

PATENTE PEDAGOGICA EUROPEA SULLE TIC PROGETTO DIDATTICO MODULO C

PATENTE PEDAGOGICA EUROPEA SULLE TIC PROGETTO DIDATTICO MODULO C LET S MEET ON THE WEB Attività di comunicazione e scambio via e-mail con alunni di altri stati europei Gruppo BURLAMACCHE Patrizia Francesconi, Maria Rosa Lipparelli, Maria Claudia Porcella; Federica Carla

Dettagli

GIOVANI PROTAGONISTI

GIOVANI PROTAGONISTI Sei un ragazzo o una ragazza fra i 14 ed i 29 anni che vive, studia o lavora in Emilia Romagna? Ti piacerebbe impegnare entusiasmo, intelligenza, ed energie in nuovi progetti per lasciare il tuo segno

Dettagli

POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14. Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro. Dispensa

POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14. Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro. Dispensa DISPENSA I.C.T. POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14 Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro Dispensa SISTEMI PER L INTEGRAZIONE E PER L ORGANIZZAZIONE DEL GROUPWARE INDICE

Dettagli

Capitolo 11 Un esempio concreto

Capitolo 11 Un esempio concreto Capitolo 11 Un esempio concreto Questa è una storia vera e narra di come da un corso in presenza con un supporto su Web si è arrivati ad un corso completamente online, i problemi affrontati nel passaggio

Dettagli

Manuale Employee Branding

Manuale Employee Branding Manuale Employee Branding Come coinvolgere i colleghi, per una azione di successo sui social media Luglio 2014 1 Indice 1. A COSA SERVE QUESTO MANUALE... 3 2. INSIEME SUI SOCIAL MEDIA... 3 3. INIZIAMO

Dettagli