Forum Pa Seminario 17 Maggio 2012 ore

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Forum Pa 2012. Seminario 17 Maggio 2012 ore 15.30-17.30"

Transcript

1 Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore Servizi all utenza e sportelli polifunzionali

2 Forum Pa 2012 Il Servizio Adozioni del Tribunale per i Minorenni di Napoli

3 IL SERVIZIO ADOZIONI DEL TRIBUNALE PER I MINORENNI DI NAPOLI Presso il Tribunale per i minorenni di Napoli è attivo il servizio on lineadozioni nazionali* Questo servizio nasce all interno di una più ampia STRATEGIA Attenzione all utenza Efficienza interna Avvio di reti territoriali Il servizio è stato messo a punto su impulso del Presidente, con la collaborazione dei magistrati, dei cancellieri e dei componenti privati del Tribunale per i minorenni di Napoli e con il supporto tecnico della società Aste Immobili e i Consulenti del progetto Best Pratice. * Sarà presto on line anche il servizio di adozione internazionali

4 IL SERVIZIO ADOZIONI Le fasi della riorganizzazione del servizio adozioni - Fase 1 - Ridefinizione dell iter procedurale sulla base di criteri oggettivi a garanzia di imparzialità e trasparenza delle scelte del Tribunale e nel rispetto degli specifici diritti di informazione e di tempi definiti che la legge riconosce alle coppie che presentano domanda di adozione.

5 IL SERVIZIO ADOZIONI Le fasi della riorganizzazione del servizio adozioni - Fase 2 - Analisi e la riprogettazione dell organizzazione dell ufficio: molto importante è stata la coincidenza dell evoluzione organizzativa e procedurale del Tribunale per i minorenni di Napoli con l avvio del progetto best practices.

6 IL SERVIZIO ADOZIONI Le fasi della riorganizzazione del servizio adozioni Fase 3 La riorganizzazione tabellare, sia procedurale che organizzativa, ha distinto tra: procedimenti bilaterali procedimenti unilaterali cancelleria affari unilaterali ufficio adozioni La riorganizzazione, avviata a partire dal 2009, ha previsto la costituzione di un unico collegio. Riduzioneditempididefinizionedelleprocedure-da1annoe½adunamedia di4/6mesi. La presenza dei consulenti delle best practices ci ha fornito lo spunto e i mezzi per la reigegnerizzazione del servizio. Il è il primo ufficio giudiziario ad avvalersi dell applicativo adozioni.

7 I VANTAGGI DELLA PRESENTAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI ADOZIONE Attenzione all utenza L applicativo consente alle coppie richiedenti di: predisporre la domanda di adozione nazionale in maniera guidata e corretta, dalla propria abitazione con maggiore tranquillità e riservatezza monitorare a distanza lo stato di avanzamento del proprio procedimento di adozione, senza necessità di recarsi presso l U.G. consultare ed estrarre copia di tutta la documentazione personale del fascicolo avere un filo diretto con il Tribunale attraverso un sistema di messaggistica online,siainentratacheinuscita ridurre i tempi e i costi di mobilità dell utenza

8 I VANTAGGI DELLA PRESENTAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI ADOZIONE Efficienza interna Riduzione dei tempi del procedimento Possibilità di riorganizzare il lavoro delle cancellerie e ottimizzare le risorse umane Semplificazione dell attività svolta dallo sportello informativo Sviluppo di funzionalità gestionali

9 I VANTAGGI DELLA PRESENTAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI ADOZIONE Reti Territoriali Reti territoriali per la tutela del minore: Applicativo per relazioni on line Banca dati degli interlocutori istituzionali Ufficio Informazioni Bilancio Responsabilità Sociale Collegamenti con progetti di e-governement Interazione con Commissione Adozioni Regione Campania..

10 LE PRINCIPALI FASI DELL APPLICATIVO ADOZIONI Step 1 Presentazione on line della domanda di adozione nazionale Step 2 Attivazione della procedura adozione nazionale Step 3 Monitoraggio on line del procedimento adozione nazionale home-servizi on line adozioni

11 PRESENTAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI ADOZIONE NAZIONALE Step 1 Per presentare una domanda di adozione nazionale al Tribunale per i minorenni di Napoli occorre: 1.Accedere alla pagina del sito del Tribunale dedicata in cui comparirà la maschera sotto riportata 2.Registrarsi come nuova coppia per la scelta delle credenziali di accesso (password e username), che serviranno per le successive consultazioni. IMPORTANTE! Per poter effettuare la registrazione è obbligatorio indicare un indirizzo di posta IMPORTANTE! Per poter effettuare la registrazione è obbligatorio indicare un indirizzo di posta elettronica(non viene richiesto un indirizzo di posta elettronica certificata)

12 PRESENTAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI ADOZIONE NAZIONALE Step 1 3.In fase di registrazione come nuova coppia occorre debitamente compilare in ogni parte le tre schermate che appaiono: dati del marito, dati della moglie, dati della coppia. La registrazione viene completata con la risposta alla mail di conferma inviata dal sistema

13 PRESENTAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI ADOZIONE NAZIONALE Step 1 Presentare la domanda di adozione Ottenere informazioni sullo stato di avanzamento della domanda di adozione Visualizzare le informazioni personali Inviare/ ricevere comunicazioni dal Tribunale per i Minorenni di Napoli

14 PRESENTAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI ADOZIONE NAZIONALE Step 1 5.La domanda di adozione nazionale verrà compilata in modo automatico dal sistema, sulla base delle informazioni inserite dai coniugi in fase di registrazione. I coniugi dovranno: Salvare Stampare Inviare telematicamente la domanda al Tribunale

15 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA ADOZIONE NAZIONALE Step 2 6. Firma in originale sul cartaceo 7. Deposito presso l Ufficio Ricezione Atti da parte dei richiedenti 8. Rapida operazione di «spunta dei documenti» presentati rispetto alla lista già caricata elettronicamente 9. Attivazione della procedura con «Presa in carico» della domanda da parte del Tribunale

16 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA ADOZIONE NAZIONALE Step 2 9. La domanda di adozione nazionale sarà attiva quando comparirà nella pagina elenco domande dell applicativo adozioni alla voce stato la dicitura Presa in carico dal Tribunale

17 MONITORAGGIO ON LINE DEL PROCEDIMENTO Step 3 L applicativo «servizio adozioni on line» consente alle coppie richiedenti di: Comunicare e ricevere comunicazioni dal Tribunale per i minorenni di Napoli mediante il sistema di messaggistica Essere aggiornati in tempo reale sullo stato di lavorazione da parte degli uffici della domanda: Bozza; Presa in carico da parte del Tribunale; Richiesta di informativa a Carabinieri e Comuni; Ricevuta informazione da Carabinieri e Comuni; Udienza istruttoria fissata; Fascicolo in Camera di consiglio; Archiviazione della domanda nella banca dati informatica; Lavorazione terminata Consultare on line ed estrarre tutta la documentazione personale acquisita nel fascicolo.

18 COME FUNZIONA- LATO OPERATORE L applicativo adozioni on linesi comporta come un software gestionale costruito dal Tribunale per i minorenni di Napoli con specifiche funzionalità strumentali alla gestione della procedura di adozione: Il software gestionale adozioni - interfaccia operatore tribunale consente di: Visualizzare l agenda delle udienze del giorno e il calendario delle udienze

19 COME FUNZIONA- LATO OPERATORE Il software gestionale adozioni -interfaccia operatore tribunale consente di: Monitorare le domande di adozione nazionale e di fare ricerche avanzate, ad esempio per stato di lavorazione delle pratiche; Visualizzare l elenco delle domande di adozione pervenute con i dettagli sui dati della coppia e sui dati relativi alla domanda (con informazioni puntuali su: la data d inserimento; lo stato di lavorazione; la scadenza; l udienza)

20 COME FUNZIONA- LATO OPERATORE Il software gestionale adozioni - interfaccia operatore tribunale - consente di: Gestire in automatico, tramite indirizzo di posta elettronica certificata, le comunicazioni a: i Coniugi per le convocazioni i Carabinieri e i Comuni, partner nell erogazione del servizio adozioni - per le richieste delle informazioni sui coniugi

21 LO SVILUPPO DEL SERVIZIO ADOZIONI È in fase di predisposizione l applicativo adozioni internazionali che sarà presto on line Miglioramento continuo dell applicativo adozioni anche mediante la raccolta delle domande poste all help desk e allo sportello informazioni del Tribunale Realizzazione di una indagine di customer satisfaction, mediante un questionario on line, rivolta agli utenti che accedono al servizio adozioni Semplificazione delle procedure tra i partners del Tribunale nell erogazione del servizio: Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli Carabinieri Comuni- Consultori

22 STATISTICHE ACCESSI E DATI SUL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO Circa 500 accessi al sito e alla pagina Adozioni da parte di 110 utenti Durata media della visita 7 mm DaL 16 aprile sono state presentate on line 20 domande di adozione

23 GRAZIE PER L'ATTENZIONE

Forum Pa 2012. Seminario 17 Maggio 2012 ore 15.30-17.30

Forum Pa 2012. Seminario 17 Maggio 2012 ore 15.30-17.30 Tribunale per i Minorenni di Napoli Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore 15.30-17.30 Servizi all

Dettagli

Gestione centralizzata dei CTU, Periti e Addetti alle Vendite

Gestione centralizzata dei CTU, Periti e Addetti alle Vendite Gestione centralizzata dei CTU, Periti e Addetti alle Vendite Seminario 17 Maggio 2012 ore 10.00-12.00 TRIBUNALE DI TORRE ANNUNZIATA Roma 16-19 Maggio 2012 Forum PA 1 Overview del progetto Diffusione di

Dettagli

Il Portale dei Servizi Telematici

Il Portale dei Servizi Telematici TRIBUNALE DI POTENZA Il Portale dei Servizi Telematici CONSULTAZIONE TELEMATICA DELLE CAUSE Scheda pratica all utilizzo dei servizi al cittadino erogati tramite il Portale Servizi Telematici Accedi anche

Dettagli

Titolo. Ministero della Giustizia Tribunale di Modena

Titolo. Ministero della Giustizia Tribunale di Modena Titolo Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Roma 16 16-19 19 Maggio 2012 Forum PA 1 Titolo Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore 10-12

Dettagli

Ministero della Giustizia Tribunale di Modena Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani

Ministero della Giustizia Tribunale di Modena Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Roma 16-19 Maggio 2012 Forum PA 1 Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore 10-12 Servizi all utenza

Dettagli

Regione Toscana CT-MCG-CD. Nome del progetto Cancelleria Telematica. Progetto Cancelleria Distrettuale

Regione Toscana CT-MCG-CD. Nome del progetto Cancelleria Telematica. Progetto Cancelleria Distrettuale Regione Toscana Nome del progetto Cancelleria Telematica Progetto Cancelleria Distrettuale Documento Manuale utente per Cancellieri e Magistrati Acronimo del documento CT-MCG-CD Stato del documento Prima

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE

CARTA DEI SERVIZI TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE CARTA DEI SERVIZI TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE LA CARTA DEI SERVIZI DEL TRIBUNALE DI FIRENZE Sommario PRESENTAZIONE DELLA CARTA... 4 INTRODUZIONE ALLA CARTA DEI SERVIZI... 5 IL PROGETTO REGIONALE E LA

Dettagli

Direzione Generale Sistemi Informativi

Direzione Generale Sistemi Informativi Direzione Generale Sistemi Informativi Liquidazione Spese di Giustizia on-line Roma FORUM P.A. 18 Maggio 2012 Antonio Vitale Cisia Pa Agenda Contesto di riferimento Sistema Liquidazioni Spese di Giustizia

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

RELATORE: Rossella Turco Direttore amministrativo del Tribunale di Rovereto

RELATORE: Rossella Turco Direttore amministrativo del Tribunale di Rovereto L esperienza del Tribunale e della Procura della Repubblica di Rovereto - Qualificazione dei servizi rivolti all utenza: qualità, sportelli e carte dei servizi - RELATORE: Rossella Turco Direttore amministrativo

Dettagli

BANCA DATI. Brochure di presentazione. Entra in RisorsePerLaGiustizia.it INDICE. Presentazione. Ambiti di attività.

BANCA DATI. Brochure di presentazione. Entra in RisorsePerLaGiustizia.it INDICE. Presentazione. Ambiti di attività. BANCA DATI Brochure di presentazione INDICE 1 Presentazione 2 Contenuti RisorsePerLaGiustizia.it è la banca dati dedicata ai progetti di innovazione organizzativa e gestionale negli uffici giudiziari,

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia di Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Seminari Best Practices Change management: governo di cambiamento dell

Dettagli

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Roma 16-19 Maggio 2012 Forum PA 1 Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore 10-12 Servizi all utenza

Dettagli

SISTEMA INOLTRO TELEMATICO ISTANZE DECRETO FLUSSI 2010

SISTEMA INOLTRO TELEMATICO ISTANZE DECRETO FLUSSI 2010 SISTEMA INOLTRO TELEMATICO ISTANZE DECRETO FLUSSI 2010 Sito WEB del Ministero 1 Registrazione Utente 2 - Compilazione online domande CED DLCI 3 - Invio domande Inoltro allo Sportello Unico competente Flusso

Dettagli

Il Portale dei Servizi Telematici

Il Portale dei Servizi Telematici TRIBUNALE DI POTENZA Il Portale dei Servizi Telematici GUIDA INFORMATIVA AI SERVIZI TELEMATICI DELLA GIUSTIZIA 1 2 Perchè questa guida La presente Guida Informativa si rivolge all utenza degli Uffici Giudiziari

Dettagli

1. Costituzione del fascicolo aziendale Il fascicolo aziendale può essere costituito presso un CAA abilitato oppure direttamente presso ARTEA.

1. Costituzione del fascicolo aziendale Il fascicolo aziendale può essere costituito presso un CAA abilitato oppure direttamente presso ARTEA. I soggetti che intendono presentare domanda di aiuto al GAL devono utilizzare esclusivamente il sistema informatizzato ARTEA. Gli indirizzi utilizzabili per l accesso al sito ARTEA sono i seguenti: www.artea.toscana.it

Dettagli

MUDE Piemonte. Adempimenti per i Comuni. STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1

MUDE Piemonte. Adempimenti per i Comuni. STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1 MUDE Piemonte Adempimenti per i Comuni STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1 Aggiornamento casella di posta elettronica per comunicazioni 3 3.3; 3.3.1;

Dettagli

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Roma 16-19 Maggio 2012 Forum PA Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore 15.30-17.30 Servizi all utenza

Dettagli

Il Consolato Digitale Il nuovo sistema delle funzioni consolari. Forum PA 08 - Roma, 14 maggio 2008

Il Consolato Digitale Il nuovo sistema delle funzioni consolari. Forum PA 08 - Roma, 14 maggio 2008 Il Consolato Digitale Il nuovo sistema delle funzioni consolari Forum PA 08 - Roma, 14 maggio 2008 L obiettivo strategico dell e-government: una PA al servizio dei cittadini Gestire le informazioni Essere

Dettagli

Il percorso di digitalizzazione del fascicolo penale e di centralizzazione delle segreterie dei PPMM della Procura della Repubblica di Nola

Il percorso di digitalizzazione del fascicolo penale e di centralizzazione delle segreterie dei PPMM della Procura della Repubblica di Nola Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro ESPERIENZE E BUONE PRATICHE DEL 6 LUGLIO 2015 Il percorso di digitalizzazione del fascicolo penale e di centralizzazione delle segreterie

Dettagli

IL PROGETTO PCT PER LE ESECUZIONI E I FALLIMENTI

IL PROGETTO PCT PER LE ESECUZIONI E I FALLIMENTI Direzione Generale Sistemi Informativi Automatizzati PER LE ESECUZIONI E I FALLIMENTI Il piano di e-government della giustizia civile prevede la realizzazione e la diffusione entro il 2010 del Processo

Dettagli

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di best practices presso gli uffici giudiziari italiani Scheda riassuntiva

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di best practices presso gli uffici giudiziari italiani Scheda riassuntiva Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di best practices presso gli uffici giudiziari italiani Scheda riassuntiva Premessa La presente iniziativa è volta a promuovere, a livello interregionale,

Dettagli

Manuale utenti per Avvocati

Manuale utenti per Avvocati Manuale utenti per Avvocati La figura seguente illustra la home page della cancelleria telematica per gli avvocati CONSULTAZIONE FASCICOLI Per accedere alla consultazione dei fascicoli è necessario possedere

Dettagli

tribunale di napoli carta dei servizi

tribunale di napoli carta dei servizi tribunale di napoli carta dei servizi indice Il progetto regionale e la Carta dei servizi 3 1. INTRODUZIONE ALLA CARTA DEI SERVIZI 4 1.1. Cos è la Carta 4 1.2. Metodo di lavoro 5 1.3. Le norme ed i principi

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

Progetto Speciale Nuova Giustizia

Progetto Speciale Nuova Giustizia Progetto Speciale Nuova Giustizia Riorganizzazione dei processi lavorativi e ottimizzazione delle risorse degli Uffici Giudiziari della Regione Abruzzo P.O.F.S.E. Abruzzo 2007-2013 - Obiettivo C.R.O. -

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

MOBILITÀ 2009/10. POLIS - Istanze On-Line. Presentazione domande via web per la scuola Primaria

MOBILITÀ 2009/10. POLIS - Istanze On-Line. Presentazione domande via web per la scuola Primaria MOBILITÀ 2009/10 POLIS - Istanze On-Line 1 Presentazione domande via web per la scuola Primaria COSA SONO LE ISTANZE ONLINE Il progetto POLIS (Presentazione On Line delle Istanze, www.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/index.shtml)

Dettagli

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico PROCEDURE.IT Procedure.it nasce dall esigenza di fornire uno strumento per raggiungere nuovi margini di efficienza nella gestione

Dettagli

PROGETTO INNOVAGIUSTIZIA

PROGETTO INNOVAGIUSTIZIA PROGETTO INNOVAGIUSTIZIA TRIBUNALE DI LECCO PROGETTO CERTIFICATI ON-LINE FEBBRAIO 2012 V.2.0 INDICE DEI CONTENUTI 1. Introduzione...4 2. L introduzione di applicativi telematici...5 3. Certificati online,

Dettagli

Contact Center Manuale CC_Contact Center

Contact Center Manuale CC_Contact Center Contact Center Manuale CC_Contact Center Revisione del 05/11/2008 INDICE 1. FUNZIONALITÀ DEL MODULO CONTACT CENTER... 3 1.1 Modalità di interfaccia con il Contact Center... 3 Livelli di servizio... 4 1.2

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria GUIDA OPERATIVA PER UTENTI DELEGATI ALL INVIO NELLA GESTIONE DELLE DELEGHE PER LA RACCOLTA DELLE SPESE SANITARIE Pag. 1 di 11 INDICE 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

Tribunale di Bari. Procedure relative ai processi di interazione dei Professionisti delegati con la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari

Tribunale di Bari. Procedure relative ai processi di interazione dei Professionisti delegati con la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Bari Procedure relative ai processi di interazione dei Professionisti delegati con la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Deposito e richiesta atti e allegati Sportello Unico Esecuzioni Immobiliari

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati

Concorso Premiamo i risultati Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE TRIBUNALE DI TRANI SEZIONE DISTACCATA DI RUVO

Dettagli

Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI

Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI Dematerializzazione dell iter autorizzativo ed esecutivo relativo ai mandati di pagamento disposti nell ambito delle procedure concorsuali presso le sezioni fallimentari

Dettagli

IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT

IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT Il professionista che riveste l incarico di delegato alle operazioni di vendita, al fine del deposito degli atti delle procedure di esecuzione immobiliare

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

Cristina Ferrari GLI STRUMENTI DELLA CONSOLLE AVVOCATO GESTIONE FASCICOLI

Cristina Ferrari GLI STRUMENTI DELLA CONSOLLE AVVOCATO GESTIONE FASCICOLI GESTIONE FASCICOLI Tramite Gestione Fascicoli potremo creare i Fascicoli e le Buste per i depositi telematici ATTI INVIATI E RICEVUTI Tramite Atti Inviati e Ricevuti potremo accedere alla situazione in

Dettagli

IL PORTALE REGIONALE IN MATERIA DI RISCHIO SISMICO

IL PORTALE REGIONALE IN MATERIA DI RISCHIO SISMICO Giunta Regionale della Campania A.G.C. 15 - Lavori Pubblici, Opere Pubbliche, Attuazione, Espropriazione IL PORTALE REGIONALE IN MATERIA DI RISCHIO SISMICO (D.P.R. n. 380/01 - L.R. n. 9/83 smi R.R. n.

Dettagli

finalmente tutto quadra.

finalmente tutto quadra. Il processo telematico facile e sicuro AGENDA LEGALE GESTIONE FASCICOLI BUSINESS INFORMATION SERVICE DESK AREA PENALE COMPOSITORE ATTI PAGAMENTI SPESE GIUSTIZIA RegIndE CLIENT PEC POLISWEB finalmente tutto

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI

DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI Missione/Programma.0 lotta

Dettagli

Registrazione rivenditori Manuale utente

Registrazione rivenditori Manuale utente Registrazione rivenditori Manuale utente (Versione 2.0 del 26-02-2013) LEGGE 7 agosto 2012, n. 134. Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, recante misure urgenti

Dettagli

Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale

Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale APQ PUGLIA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE PROGETTO PILOTA Informatizzazione Procura della Repubblica di Lecce Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale ForumPA 11 maggio 2009 Maurizio Natale InnovaPuglia

Dettagli

CORTE DI APPELLO PALERMO

CORTE DI APPELLO PALERMO CORTE DI APPELLO PALERMO LIQUIDAZIONI SPESE DI GIUSTIZIA - ISTANZA WEB A partire dal 18 luglio 2014 è attivo il Sistema web Liquidazioni Spese di Giustizia realizzato per consentire ai beneficiari di pagamenti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Rev.: 6 Data ultimo aggiornamento: 22 settembre 2014 N.B. le modifiche effettuate sono evidenziate in corsivo

CARTA DEI SERVIZI. Rev.: 6 Data ultimo aggiornamento: 22 settembre 2014 N.B. le modifiche effettuate sono evidenziate in corsivo CARTA DEI SERVIZI Premessa La procedura di appalto pubblico, ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, deve rispettare i principi di libera concorrenza,

Dettagli

>> La Soluzione Lextel

>> La Soluzione Lextel >> La Soluzione Lextel 1 Tecnologie La postazione del professionista deve essere dotata di alcune tecnologie di base per partecipare al PCT: Dispositivo di firma digitale con certificati di autenticazione

Dettagli

Infostat-UIF. Istruzioni per l accesso e le autorizzazioni

Infostat-UIF. Istruzioni per l accesso e le autorizzazioni Infostat-UIF Istruzioni per l accesso e le autorizzazioni Versione 1.2 1 INDICE 1. Istruzioni operative per l'utilizzo dei servizi Infostat-UIF... 3 2. Registrazione al portale Infostat-UIF... 4 2.1. Caso

Dettagli

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Roma 16-19 Maggio 2012 Forum PA Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore 13-15 Esperienze di riorganizzazione,

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA Carlo Pisanti Direttore Centrale - Banca d Italia Accademia dei Lincei Roma, 9 luglio 2010 Slide 1 Quali sono le finalità a cui deve provvedere

Dettagli

Guida al primo accesso sul SIAN

Guida al primo accesso sul SIAN Guida al primo accesso sul SIAN Il presente documento illustra le modalità operative per il primo accesso al sian e l attivazione dell utenza per poter fruire dei servizi presenti nella parte privata del

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

La piattaforma sicurezza.elis.org permette all'utente registrato di:

La piattaforma sicurezza.elis.org permette all'utente registrato di: Benvenuto nella piattaforma e-learning dedicata alla formazione in tema di Salute e Sicurezza. Nata per soddisfare le esigenze di decentramento delle attività di formazione, l ambiente di apprendimento

Dettagli

INVIO PRATICA TELEMATICA

INVIO PRATICA TELEMATICA Con la collaborazione del Comune di Granaglione INVIO PRATICA TELEMATICA Manuale Utente Indice Fase 1 - Registrazione al sistema:...3 Accedere alla piattaforma...3 Fase 2 - Accesso al sistema PeopleSuap

Dettagli

IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO

IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO INDICE INTRODUZIONE...3 GLOSSARIO...4 PARTE PRIMA...6 1. GUIDA UTENTE PER L USO DEL SISTEMA DI HELP DESK...6

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma 1 Il Momento Legislativo Istruzioni utilizzo funzione e pannello

Dettagli

Progetto Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione

Progetto Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE ATTIVE, I SERVIZI PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema Fondo Sociale Europeo - Obiettivo Convergenza 2007-2013

Dettagli

Tribunale Ordinario di Cagliari

Tribunale Ordinario di Cagliari Indice 1. Introduzione 2. L analisi della situazione 3. La fase di progettazione della riorganizzazione del settore Penale 4. I primi risultati della progettazione 5. Altri interventi di riorganizzazione

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA

PROCURA DELLA REPUBBLICA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORRE ANNUNZIATA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi della Procura della Repubblica di Torre Annunziata è stata realizzata nell ambito del progetto di Assistenza organizzativa

Dettagli

MANUALE D USO. Versione 1.4

MANUALE D USO. Versione 1.4 MANUALE D USO EDILGIS SUAP Versione 1.4 Il software EdilGis@SUAP è stato realizzato per una completa gestione dei procedimenti, degli endoprocedimenti e delle fasi procedimentali riguardanti le Pratiche

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014, convertito

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

STEP 2 di seguito i vari passaggi per la registrazione al Re.G.Ind.E:

STEP 2 di seguito i vari passaggi per la registrazione al Re.G.Ind.E: STEP 1 - Il singolo professionista dovrà: 1. essere in possesso di una mail certificata definita P.E.C. (posta elettronica certificata). Nel caso il professionista sia un ingegnere iscritto all Ordine

Dettagli

OPENSUE. Sportello Edilizia. Stringi la mano al cittadino

OPENSUE. Sportello Edilizia. Stringi la mano al cittadino OPENSUE Sportello Edilizia Stringi la mano al cittadino 2 OPENSUE Sportello Edilizia Il DPR n. 380/2001 impone a tutte le amministrazioni comunali di provvedere a costituire lo Sportello unico per l edilizia

Dettagli

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Evento Regione Veneto 1 Le nuove sfide di dematerializzazione per gli Enti Locali Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Marco di Luzio Responsabile Business Consulting Evento Regione

Dettagli

GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA

GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA Vademecum per la redazione e l invio del ricorso per ingiunzione telematico e degli atti del processo civile telematico (per

Dettagli

Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2. Barra dei menù pag. 3. Registrazione al servizio pag. 5. Recupero Username e Password pag.

Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2. Barra dei menù pag. 3. Registrazione al servizio pag. 5. Recupero Username e Password pag. Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2 Barra dei menù pag. 3 Registrazione al servizio pag. 5 Recupero Username e Password pag. 11 Area Riservata pag. 16 Codici di partecipazione pag. 17 Partecipazione

Dettagli

INNOVAGIUSTIZIA LINEA 1: ANALISI E RIORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI GIUDIZIARI O1.12 DOCUMENTO DI SINTESI PROGETTAZIO NE URP

INNOVAGIUSTIZIA LINEA 1: ANALISI E RIORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI GIUDIZIARI O1.12 DOCUMENTO DI SINTESI PROGETTAZIO NE URP INNOVAGIUSTIZIA LINEA 1: ANALISI E RIORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI GIUDIZIARI O1.12 DOCUMENTO DI SINTESI PROGETTAZIO NE URP 1 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. SPECIFICHE DI REALIZZAZIONE DELL U.R.P.... 4 2.1.

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA SETTORE POLITICHE GIOVANILI E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTU STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG ALLEGATO REGIONE 1 CAMPANIA AZIONE A DI SISTEMA COMUNE DI Allegato F SETTORE POLITICHE

Dettagli

BANDI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

BANDI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI BANDI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI Istruzioni per l invio telematico delle domande e degli allegati previsti dai Bandi pubblicati dalla CCIAA di Cosenza per la concessione di contributi -Edizione 2015-

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 30/12/2011 Circolare n. 172 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 (deliberato dal C. di A. nella seduta del 19 giugno 2015) 1 1 - Introduzione e normativa di riferimento Il Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Dettagli

Il Portale dei Servizi Telematici

Il Portale dei Servizi Telematici TRIBUNALE DI CAGLIARI Il Portale dei Servizi Telematici GUIDA INFORMATIVA AI SERVIZI TELEMATICI DELLA GIUSTIZIA Perchè questa guida La presente Guida Informativa si rivolge all utenza degli Uffici Giudiziari

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE COMUNE DI MESSINA REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE Approvato con deliberazione commissariale n. 335/05 pubblicata all albo pretorio dal 10/4/05 al 26/4/05 Ripubblicato dal 4/5/05 al 19/5/05 CAPO

Dettagli

LEX-ARC PROFESSIONAL 3.5.2. Il SOFTWARE GESTIONALE PER AVVOCATI PRATICO, EFFICIENTE ED ECONOMICO

LEX-ARC PROFESSIONAL 3.5.2. Il SOFTWARE GESTIONALE PER AVVOCATI PRATICO, EFFICIENTE ED ECONOMICO LEX-ARC PROFESSIONAL 3.5.2 Il SOFTWARE GESTIONALE PER AVVOCATI PRATICO, EFFICIENTE ED ECONOMICO COS E LEX-ARC PROFESSIONAL 3.5.2? Lex-ARC Professional 3.5.2 è un software gestionale monoutente per singoli

Dettagli

Equitalia spa Equitalia è una società per azioni, a totale capitale pubblico (51% Agenzia delle entrate, 49% Inps), incaricata dell attività di riscossione nazionale dei tributi. Il suo fine è di contribuire

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE Adottato con deliberazione Consiglio Comunale n 40 del 2004 (art. 8, c. 2 - legge 150/2000) CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl PMI Center -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl 1 La tecnologia ha rimodulato i rapporti fra PMI e sistema Bancario a) anno 1987 - scambio telematico flussi informativi e dispositivi monobanca b) anno

Dettagli

Abstract: GIUSTIZIA:: PROTOCOLLO D INTESA TRA MINISTERO E ABI SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

Abstract: GIUSTIZIA:: PROTOCOLLO D INTESA TRA MINISTERO E ABI SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Abstract: GIUSTIZIA:: PROTOCOLLO D INTESA TRA MINISTERO E ABI SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO La firma domani a Roma tra il Guardasigilli, Clemente Mastella, e il presidente dell ABI, Corrado Faissola Un

Dettagli

Portale ScuolaMia. Guida all utilizzo del Portale. Il Portale ScuolaMia Guida all utilizzo del Portale Progetto Servizi Scuola-Famiglia via web

Portale ScuolaMia. Guida all utilizzo del Portale. Il Portale ScuolaMia Guida all utilizzo del Portale Progetto Servizi Scuola-Famiglia via web Portale ScuolaMia Guida all utilizzo del Portale Il Portale ScuolaMia Guida all utilizzo del Portale Progetto Servizi Scuola-Famiglia via web VERSIONE 1.0 DEL 17 FEBBRAIO 2010 INDICE IL PORTALE SCUOLAMIA...

Dettagli

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani

Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Roma 16-19 Maggio 2012 Forum PA 1 Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore 13-15 Esperienze di riorganizzazione,

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

Comune di San Giuliano Milanese

Comune di San Giuliano Milanese Comune di San Giuliano Milanese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (Art. 8 c.2 della Legge n 150/00) Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale

Dettagli

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO CRITERI PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO U.R.P. (art. 8 c. 2 della Legge n. 150/2000) Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche

Dettagli

Salone della Giustizia

Salone della Giustizia Salone della Giustizia Progetto di Riorganizzazione dei processi lavorativi e ottimizzazione delle risorse degli Uffici Giudiziari della Regione Puglia (Corte di Appello di Bari, Corte di Appello di Lecce,

Dettagli

Deposito Telematico. PolisWeb. Anagrafiche. Pratiche. Ufficio Virtuale. Agenda. Posta e Pec. Fattura PA. Timesheet. Scadenze. Documenti.

Deposito Telematico. PolisWeb. Anagrafiche. Pratiche. Ufficio Virtuale. Agenda. Posta e Pec. Fattura PA. Timesheet. Scadenze. Documenti. del software PolisWeb Anagrafiche Deposito Telematico Pratiche Ufficio Virtuale Agenda Fattura PA Posta e Pec Timesheet Scadenze Documenti Parcelle Formulari Reginde Notifiche in proprio del software /Sommario

Dettagli

«Territorio e Giustizia on line»

«Territorio e Giustizia on line» «Territorio e Giustizia on line» Collaborazione e Condivisione Documenti e Pratiche Tribunale e Procura per i Minorenni di Brescia Azienda Sociale del Cremonese Legnano 19 aprile 2013 La nascita di un

Dettagli

Manuale Operativo Front Office e Back Office. Servizio OpenSUAP COD. PRODOTTO D.9.3

Manuale Operativo Front Office e Back Office. Servizio OpenSUAP COD. PRODOTTO D.9.3 Manuale Operativo Front Office e Back Office Servizio OpenSUAP COD. PRODOTTO D.9.3 Indice 1. Configurazione Software 1.1 Configurazione della PEC in OpenSUAP 2. Front Office OpenSUAP 2.1 Utilizzo Front

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA

TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA PROGETTO INNOVAGIUSTIZIA CARTA DEI SERVIZI Dicembre 2011 1 LA CARTA DEI SERVIZI DEL TRIBUNALE DI BRESCIA La Carta dei Servizi è uno strumento di comunicazione e trasparenza,

Dettagli

Surap2.0 - PROGETTO DI CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA REGIONALE SUAP. - Calabriasuap - Manuale Cittadino

Surap2.0 - PROGETTO DI CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA REGIONALE SUAP. - Calabriasuap - Manuale Cittadino Surap2.0 - PROGETTO DI CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA REGIONALE SUAP - Calabriasuap - Manuale Cittadino Calabriasuap Manuale Cittadino_SuapCalabria_v3 Maggio 2015 Pagina 1 di 40 Contatti Assistenza CalabriaSUAP

Dettagli

Caratteristiche di una soluzione ECM per la gestione del fascicolo elettronico

Caratteristiche di una soluzione ECM per la gestione del fascicolo elettronico e-government, e-democracy Normative, tecnologie, innovazione, organizzazione per l efficienza e trasparenza nella PA Venerdì 8 ottobre 2010 Villa Miani, Roma Andrea Venturato Caratteristiche di una soluzione

Dettagli

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema.

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema. SCHEDA PRODOTTO Descrizione sintetica Il modulo consente di gestire i procedimenti amministrativi legati alle sportello unico per le attività produttive. Fa parte dell area dedicata alla componente tecnico

Dettagli

Guida all uso del software. Deposito Telematico. PolisWeb. Anagrafiche. Ufficio Virtuale. Pratiche. Agenda. Fattura PA Posta e Pec Timesheet

Guida all uso del software. Deposito Telematico. PolisWeb. Anagrafiche. Ufficio Virtuale. Pratiche. Agenda. Fattura PA Posta e Pec Timesheet PolisWeb Anagrafiche Deposito Telematico Pratiche Ufficio Virtuale Agenda Fattura PA Posta e Pec Timesheet Scadenze Documenti Parcelle del software del software /Sommario Pag 3 Archivio Pratiche Pag 7

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

OFFERTA SOFTWARE WINPARC - FEPA e FCT WINPARC - FEPA

OFFERTA SOFTWARE WINPARC - FEPA e FCT WINPARC - FEPA OFFERTA SOFTWARE WINPARC - FEPA e FCT WINPARC - FEPA FEPA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FATTURAZIONE CONTO TERZI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COS E LA FATTURA ELETTRONICA

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO E. SCALFARO Piazza Matteotti, 1 88100 CATANZARO Codice Fiscale 97028930796 0961-745155 FAX 0961-744438 E-Mail: cztf010008@istruzione.it - PEC:cztf010008@pec.istruzione.it

Dettagli