ilponte Con Maria La comunicazione per la comunione Il Risorto ci dice «Io faccio nuove tutte le cose».

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ilponte Con Maria La comunicazione per la comunione Il Risorto ci dice «Io faccio nuove tutte le cose»."

Transcript

1 Informatore della Comunità Pastorale di Bareggio Parrocchie SS. Nazaro e Celso e Madonna Pellegrina Anno XXIII n 5 - Maggio 2014 Il Campo è il Mondo Vie da percorrere incontro all umano ilponte La comunicazione per la comunione Il Risorto ci dice «Io faccio nuove tutte le cose». Con Maria avanziamo fiduciosi verso questa promessa. Papa Francesco Calendario Mese di Maggio pagine 12 e 13 Oratorio Estivo 2014 pagina 15

2 Informazioni utili 2 Comunità Pastorale Maria Madre della Chiesa di Bareggio Parrocchie SS. Nazaro e Celso e Madonna Pellegrina Parrocchia Santi Nazaro e Celso Piazza Cavour, 37 - Tel Sante Messe Parrocchia SS. Nazaro e Celso: Lunedì, martedì, mercoledì: ore 8-18 Giovedì: ore 9-18 Venerdì ore 18 Sabato ore 8-18 (vigiliare) Domenica e festivi: Oratorio: via IV Novembre, tel./fax Archivio parrocchiale: Tel dal lunedì al venerdì: 9-11 e Parrocchia Madonna Pellegrina Via Vittorio Veneto, 1 - Tel Sante Messe Parrocchia Madonna Pellegrina: Lunedì, martedì, giovedì, venerdì: ore 8 Mercoledì: ore 18 Sabato: ore (vigiliare) Domenica: ore (Brughiera) Oratorio: via Novara 27, tel Archivio parrocchiale: Tel dal lunedì al venerdì: 9-11; Il parroco è presente al mercoledì mattina Sacerdoti: don Luigi Verga, parroco - Tel don Giovanni Beltramini coadiutore - Tel don Andrea Rabassini coadiutore - Tel don Giacinto Tunesi coadiutore - Tel Orari confessioni: tutti i giorni prima e dopo le S. Messe, sabato dalle alle Centro di Ascolto: via Novara 27, tel. e fax: giovedì: sabato: Scuola Materna Don Severino Fracassi : via Matteotti 14, tel Libreria 2000: Corso Italia 1, tel/fax: Centro di Consulenza per la famiglia del Decanato di Magenta Via S. Martino Magenta - tel ilponte Mensile di vita della Chiesa e attualità Registrazione presso il Tribunale di Milano N 954 del 16 dicembre 2005 In copertina: Botticelli, Madonna con Bambino Direttore Responsabile: Gerolamo Castiglioni Responsabile di Redazione: Monica Olati Stampa: Real Arti Lego - Corbetta (MI) - tel

3 3 Editoriale Chiamati alla missione Don Luigi Parroco Carissimi Fratelli, mentre scrivo questo editoriale ci apprestiamo a celebrare la S. Pasqua: siamo realmente pieni di gioia perché certi che Gesù Risorto è presente nella nostra vita per aiutarci a compiere il nostro destino? Vediamo realizzato in Lui la nostra meta? Oppure viviamo nel dubbio generato da una fede che non è passata al vaglio della nostra esperienza umana? Ha detto don Julian Carron, nella predicazione degli esercizi spirituali degli adulti di CL a Rimini, alcuni giorni or sono: Come loro, (Pietro e Giovanni) anche noi facciamo fatica a dare credito all annuncio delle donne, cioè a riconoscere il fatto più sconvolgente della storia, a darvi spazio dentro di noi, a ospitarlo nel cuore perché ci trasformi. Anche noi, come loro, sentiamo il bisogno di essere di nuovo afferrati, perché si ridesti in noi tutta la nostalgia di Cristo. E l incontro con il Risorto che ha cambiato la vita di Pietro e di Giovanni, ha dato loro una nuova carica e una tenace passione che li ha portati ad annunciare nel mondo, percorrendolo, l evento della risurrezione. Per loro ha rappresentato il fatto decisivo: la loro vita è diventata missione. Anche a ognuno di noi, ad ogni cristiano è data la stessa possibilità di Pietro e di Giovanni perché il loro annuncio Cristo è risorto ci ha raggiunto, si è presentato a noi attraverso quel popolo che dallo loro amicizia ha preso avvio e che ha reso incontrabile la stessa presenza di Gesù nel volto delle nostre famiglie e dei fedeli delle nostre comunità. Domandiamoci: viviamo la nostra vita come missione nelle nostre case, nei luoghi di lavoro, nelle scuole, nelle compagnie ecc.? Abbiamo la coscienza di rappresentare il volto di Cristo quando viviamo le relazioni con chi incontriamo (coniugi, figli, parenti, amici estranei)? Vivere con questa coscienza rende felici pur nella fatica e a volte nel dolore. Ascoltiamo che cosa ha a cuore Papa Francesco: La nuova evangelizzazione, l urgenza di «risvegliare nel cuore e nella mente dei nostri contemporanei la vita della fede. La fede è un dono di Dio, ma è importante che noi cristiani mostriamo di vivere in modo concreto la fede, attraverso l amore, la concordia, la gioia, la sofferenza, perché questo suscita delle domande, come all inizio del cammino della Chiesa: perché vivono così? Che cosa li spinge? Il cuore dell evangelizzazione è la testimonianza della fede e della carità. Ciò di cui abbiamo bisogno, specialmente in questi tempi, sono testimoni credibili che con la vita e anche con la parola rendano visibile il Vangelo, risveglino l attrazione per Gesù Cristo, per la bellezza di Dio. [. ] C è bisogno di cristiani che rendano visibile agli uomini di oggi la misericordia di Dio, la sua tenerezza per ogni creatura». Ciò che il Papa ha a cuore, dunque, è la missione. «La nuova evangelizzazione è un movimento rinnovato verso chi ha smarrito la fede e il senso profondo della vita. Questo dinamismo fa parte della grande missione di Cristo di portare la vita nel mondo, l amore del Padre all umanità. Il Figlio di Dio è uscito dalla sua condizione divina ed è venuto incontro a noi. La Chiesa è all interno di questo movimento, ogni cristiano è chiamato ad andare incontro agli altri, a dialogare con quelli che non la pensano come noi, con quelli che hanno un altra fede, o che non hanno fede. Incontrare tutti, perché tutti abbiamo in comune l essere creati a immagine e somiglianza di Dio. Possiamo andare incontro a tutti, senza paura e senza rinunciare alla nostra appartenenza.» Il 27 aprile la Chiesa, nella persona di Papa Francesco, proclamerà Santi i papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Sono stati uomini come noi! Eppure la loro accoglienza del mistero di Cristo li ha resi Santi, cioè testimoni di un umanità bella e attraente che corrisponde al desiderio del cuore di ogni uomo. Tutti vorremmo avere la loro umanità. La fonte generatrice della loro bellezza è stata la loro fede vissuta dentro il popolo nuovo che è la Chiesa, il frutto maturo e sempre diveniente dell azione di Cristo risorto. Guardiamo a Giovanni Paolo II e verifichiamo se alla luce di tutta la sua esistenza la sua prima omelia non è divenuta carne della sua persona : Fratelli e Sorelle! Non abbiate paura di accogliere Cristo e di accettare la sua potestà! Aiutate il Papa e tutti quanti vogliono segue a pagina 4

4 4 La Carità della Comunità abbraccia il Mondo La dimensione missionaria della nostra Comunità Pastorale risulta molto viva. E segno della coscienza dei fedeli cristiani che la fede in Gesù Cristo costituisce la possibilità per ogni uomo, di qualsiasi razza o religione, di rispondere al desiderio di un vita bella e per questa ragione è da proporre e comunicare. L annuncio di Gesù come Salvatore dell uomo e delle sue comunità è reso credibile dalla carità delle parrocchie che cercano di condividere i bisogni di popolazioni più povere attraverso varie forme di aiuto, dalle adozioni a distanza, al mantenimento di sacerdoti in missione, dall elemosina per le diverse emergenze alla realizzazione di piccoli progetti. Dalla Parrocchia Madonna Pellegrina è stato aiutato P. Pedro, nato a Bareggio, per la sua missione in Perù con euro con le adozioni a distanza; per il sostentamento degli studi di missionari e sacerdoti nativi delle chiese Africane oltre euro; per le emergenze in Sardegna e nelle Filippine oltre euro; per un progetto in Nuova Guinea 800 euro. Dalla Parrocchia SS. Nazaro e Celso per le emergenze in Sardegna, nelle Filippine e Haiti è stato donato l importo di euro; per l Uganda euro, per il Mozambico 1.900; per vari missionari e suore 4.000; per le adozioni a distanza circa euro (si assistono 120 ragazze/i). Nella comunità ci sono altre associazioni non parrocchiali che svolgono diverse attività missionarie. Un sentito ringraziamento va a tutte le persone dei gruppi missionari per il lavoro gratuito che svolgono e a tutti i fedeli delle parrocchie per la generosità dimostrata. Invito altri parrocchiani a sviluppare ulteriormente le attività missionarie collaborando con i gruppi già esistenti e chiedo ad ogni gruppo di lavorare insieme coordinandosi. Il Parroco Segue dalla prima Chiamati alla missione servire Cristo e, con la potestà di Cristo, servire l uomo e l umanità intera! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli Stati, i sistemi economici come quelli politici, i vasti campi di cultura, di civiltà, di sviluppo. Non abbiate paura! Cristo sa cosa è dentro l uomo. Solo lui lo sa! Oggi così spesso l uomo non sa cosa si porta dentro, nel profondo del suo animo, del suo cuore. Così spesso è incerto del senso della sua vita su questa terra. È invaso dal dubbio che si tramuta in disperazione. Permettete, quindi vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia permettete a Cristo di parlare all uomo. Solo lui ha parole di vita, sì! di vita eterna. Ascoltiamo anche nella testimonianza di Mons. Loris Capovilla, segretario di papa Giovanni XXIII la condizione umana che permette l azione dello Spirito Santo: Una delle prime cose che mi ha detto (Papa Giovanni): Loris, ricordati, se non metti il tuo io sotto i piedi, non sarai mai libero e non entrerai mai nel territorio della pace. E le stesse parole le disse poi nel giorno più solenne della sua vita, con il mondo intero davanti a sé, convocato il Concilio, ha detto quelle parole sublimi: La mia persona conta niente!. É stata una grande lezione di umiltà, di dolcezza, di amore e di speranza. Papa Giovanni ci ha insegnato, e adesso lo ripete in quasi tutti gli incontri Papa Francesco: Ciascuno di noi retti, non retti, credenti, non credenti, ciascuna creatura umana porta in fronte il sigillo di Dio. Nell unità della nostra comunità pastorale chiediamo al Risorto il dono dello Spirito perche la vita di comunione possa convertire il cuore dei credenti così che la loro umanità possa attrarre; la conversione avviene se si ha l umiltà di seguire e di obbedire, ovvero se si ha fiducia nell azione dello Spirito Santo presente.

5 5 Chiesa La canonizzazione di Giovanni XXIIl Il commento del suo segretario, Monsignor Capovilla Proponiamo una breve intervista di Radio vaticana a Mons Capovilla, suo segretario particolare Capovilla - La mia prima impressione è questa: ho visto l immagine della bontà. Ho avuto questa convinzione dal primo incontro, quando l ho visto in fotografia. Quando l ho visto nel 1950 nella mia Venezia, quando sono andato a Parigi il 2 febbraio del 1953 quando mi ha invitato ad essere il suo contubernale. Io non mi sono mai chiamato segretario di Papa Giovanni, perché il segretario di Papa Giovanni è il segretario di Stato. Io sono stato un piccolo servitorello. Con Papa Giovanni ho pregato, ho sofferto, anche dopo la sua morte ho sofferto molto. Poi il Signore ha disposto, attraverso i suoi servi, che questa figura riapparisse all orizzonte. Oggi la richiama al vivo Papa Francesco. Una delle prime cose che mi ha detto: Loris, ricordati, se non metti il tuo io sotto i piedi, non sarai mai libero e non entrerai mai nel territorio della pace. E le stesse parole che disse poi nel giorno più solenne della sua vita, con il mondo intero davanti a sé, convocato il Concilio, ha detto quelle parole sublimi: La mia persona conta niente!. É stata una grande lezione di umiltà, di dolcezza, di amore e di speranza. Papa Giovanni ci ha insegnato, e adesso lo ripete in quasi tutti gli incontri Papa Francesco: Ciascuno di noi retti, non retti, credenti, non credenti, ciascuna creatura umana porta in fronte il sigillo di Dio. Questa è la prima lezione che ho ricevuto e alla quale mi attengo. Professo, fin da questo momento, la mia venerazione a San Giovanni XXIII, a San Giovanni Paolo II, e ringrazio Papa Francesco. Lei ricordava la sua familiarità con Giovanni XXIII. Lei è la memoria vivente di Papa Roncalli. Quali aspetti, secondo lei, della santità di Papa Giovanni hanno ancora molto da dire all uomo e alla donna di oggi? Lui non ha scritto un gran libro, non era nelle sue intenzioni fare un manuale di ascetica. Fin da ragazzo, a 14 anni, scriveva le sue piccole memorie per gli esercizi spirituali. E sempre da ragazzo, ha cominciato a proporsi questo: Io devo essere santo! La Pacem in Terris non è l Enciclica di Papa Giovanni, è l Enciclica di Gesù! E tutto il mondo cristiano ha cooperato a fare questo documento che verrà solennemente ricordato a Roma nei prossimi giorni. Non c è un altra strada: la mano tesa, il cuore aperto della civiltà dell amore. Non dimentichiamo questa bella parola civiltà dell amore che Paolo VI ci ha lasciato come pegno.

6 Chiesa 6 La canonizzazione di Giovanni Paolo II Il commento del cardinale Ruini Un grande uomo di preghiera, un santo dei nostri giorni. Così il card. Camillo Ruini ricorda Giovani Paolo II. Il porporato, lo ricordiamo, fu per 17 anni, in qualità di Vicario della diocesi di Roma, a stretto contatto con Papa Wojtyla. Questa la sua testimonianza. Ruini - E un evento singolarmente importante, non solo perché saranno due i Papi canonizzati - Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII - entrambi molto cari agli italiani e a tutti i cattolici del mondo e anche a tanti non cattolici; ma anche per il fatto che questa canonizzazione arriva molto rapidamente dopo la morte di Giovanni Paolo II: sono passati solo nove anni! Proprio a proposito della rapidità di questo processo di canonizzazione, tutti abbiamo vivi i ricordi di questo Papa. Parlare di lui significa parlare di oggi. Ricordiamo quello striscione Santo subito!. Lei tempo fa raccontò anche di come nel conclave, che precedette l elezione di Benedetto XVI, ci fu un pronunciamento dei cardinali... Ruini -...una raccolta di firme... Appena prima del conclave, il cardinale Tomko raccolse le firme dei cardinali - ne raccolse moltissime - e dopo l elezione di Benedetto XVI le diede a me, che ero allora cardinale vicario, che le portai al nuovo Papa nella prima udienza che ebbi da lui. Proprio perché è un Papa dei nostri giorni, possiamo dire che il suo messaggio resta ancora attuale? Ruini - È molto attuale: sia il suo messaggio di non avere paura di aprire a Cristo tutte le porte, della cultura, della politica, della vita personale anzitutto, dell economia, sia anche è attuale la sua fiducia nel futuro del cristianesimo. Ricordiamo anche che il programma di evangelizzazione, così fortemente lanciato oggi da Papa Francesco, è nella sostanza lo stesso programma che aveva già ispirato tutta l attività di Giovanni Paolo II. Giovanni Paolo II ha mostrato all umanità davvero il volto umano di Dio, il volto di Cristo... Ruini - Certamente. Giovanni Paolo II era molto vicino alla gente, e soprattutto poi nel periodo della sua malattia, la gente ha visto veramente in lui un santo. Io ricordo, visitando le parrocchie di Roma, come la gente si commuoveva incontrandolo. A proposito delle parrocchie: sono tante le testimonianze delle persone che hanno potuto vederlo, chi ha potuto stringergli la mano o parlare con lui, proprio perché Giovanni Paolo II cercava l incontro, cercava il rapporto diretto con le persone. E lei di questo è stato testimone, in quanto è

7 7 Chiesa stato vicario della diocesi di Roma per 17 anni... Ruini - Sì, ne sono testimone. All inizio, quando stava bene di salute, girava dappertutto, incontrava tutti... Poi, quando le forze sono drammaticamente diminuite, quando il muoversi gli costava un grande dolore fisico, cercava lo stesso - anche trascinandosi - di avere un rapporto diretto con la gente, specialmente con gli ammalati. E c è un episodio significativo, che lei ha raccontato, quando il cardinale Dziwisz, allora segretario di Giovanni Paolo II, disse al Papa ormai malato di stare tranquillo, che sarebbe andato lei, cardinale Ruini, a visitare le parrocchie al suo posto... Ruini -...e il Papa rispose: Ma il vescovo di Roma sono io!. Queste parole che egli ha riferito, questa risposta data all attuale cardinale Dziwisz, sono del gennaio 2005, quindi soltanto quattro mesi prima che morisse. Secondo lei, quale aspetto della santità di Giovanni Paolo II oggi si conosce di meno? Ruini - Certamente, quello più profondo è la preghiera: ma lo conoscono tutti. Giovanni Paolo II, fin da ragazzo, era un uomo di profondissima preghiera, tant è vero che sulla porta della sua camera, in seminario, a Cracovia, i suoi compagni hanno scritto: Futuro santo. Mi ha molto colpito il fatto che tutte le sue decisioni nella sua vita concreta erano prese alla luce del suo rapporto con Dio, e questo rapporto gli dava una fiducia enorme e un coraggio enorme. Il rapporto di Giovanni Paolo II con Roma... Ruini Ricordiamo sempre la frase programmatica che disse alla Messa di inizio del Pontificato: Sono Papa della Chiesa universale perché sono Vescovo di Roma. Vedeva la vocazione di Roma come vocazione universale e si divertiva a giocare sulla parola Roma : leggendola al contrario diventa amor, e diceva: Questa è la missione di Roma: essere testimone dell amore di Dio per il mondo intero. Un Papa dei nostri giorni che diventa santo: sembra che ancora una volta Giovanni Paolo II ci dica: la santità non è una meta irraggiungibile; è una cosa alla portata di tutti, a cui siamo chiamati tutti... Ruini - Certo: Giovanni Paolo II era profondamente convinto di quella che il Concilio Vaticano II ha definito la universale chiamata alla santità. Certamente, bisogna rispondere a questa chiamata, non basta la chiamata: ci vuole la risposta. E Giovanni Paolo II l ha data con totale dedizione. Ma questo è il messaggio che ci viene da tutti i santi, in fondo, i quali non si ritengono persone eccezionali ma persone che cercano semplicemente di rispondere alla chiamata di Dio. Quindi, la santità è sicuramente una meta alta, difficile da raggiungere, ma Giovanni Paolo II con il suo eroico esempio di santità nella malattia, e non solo, ce l ha indicata come meta a cui tutti sono chiamati... Ruini - Sì, è una meta che ognuno di noi deve considerare possibile. Eminenza, c è un pensiero particolare con cui desidera concludere questa nostra conversazione? Ruini - Viviamo in tempi certamente difficili. Quell invito alla fiducia, alla speranza, al coraggio di affrontare le difficoltà che ci viene da Giovanni Paolo II è molto attuale non solo sul piano religioso, ma anche sul piano civile e sociale. E vorrei quindi chiedere al Signore che l occasione della canonizzazione sia una iniezione di fiducia per il nostro Paese e per il mondo intero.

8 Chiesa 8 Permesso, grazie, scusa: le tre parole che rinsaldano il matrimonio Quando un uomo e una donna celebrano il sacramento del Matrimonio, Dio, si rispecchia in essi, imprime in loro i propri lineamenti e il carattere indelebile del suo amore. Il matrimonio è l icona dell amore di Dio per noi. Anche Dio, infatti, è comunione: le tre Persone del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo vivono da sempre e per sempre in unità perfetta. Ed è proprio questo il mistero del Matrimonio: Dio fa dei due sposi una sola esistenza. La Bibbia usa un espressione forte e dice «un unica carne», tanto intima è l unione tra l uomo e la donna nel matrimonio. Ed è proprio questo il mistero del matrimonio: l amore di Dio che si rispecchia nella coppia che decide di vivere insieme. Per questo l uomo lascia la sua casa, la casa dei suoi genitori e va a vivere con sua moglie e si unisce tanto fortemente a lei che i due diventano una sola carne. S. Paolo, nella Lettera agli Efesini, mette in risalto che negli sposi cristiani si riflette un mistero grande: il rapporto instaurato da Cristo con la Chiesa, un rapporto nuziale (cfr Ef 5,21-33). La Chiesa è la sposa di Cristo. Questo è il rapporto. Questo significa che il Matrimonio risponde a una vocazione specifica e deve essere considerato come una consacrazione. E una consacrazione: l uomo e la donna sono consacrati nel loro amore. Gli sposi infatti, in forza del Sacramento, vengono investiti di una vera e propria missione, perché possano rendere visibile, a partire dalle cose semplici, ordinarie, l amore con cui Cristo ama la sua Chiesa, continuando a donare la vita per lei, nella fedeltà e nel servizio. È davvero un disegno stupendo quello che è insito nel sacramento del Matrimonio! E si attua nella semplicità e anche nella fragilità della condizione umana. Sappiamo bene quante difficoltà e prove conosce la vita di due sposi L importante è mantenere vivo il legame con Dio, che è alla base del legame coniugale. E il vero legame è sempre con il Signore. Quando la famiglia prega, il legame si mantiene. Quando lo sposo prega per la sposa e la sposa prega per lo sposo, quel legame diviene forte; uno prega per l altro. È vero che nella vita matrimoniale ci sono tante difficoltà, tante; che il lavoro, che i soldi non bastano, che i bambini hanno problemi. Tante difficoltà. E tante volte il marito e la moglie diventano un po nervosi e litigano fra loro. Litigano, è così, sempre si litiga nel matrimonio Ma non dobbiamo diventare tristi per questo, la condizione umana è così. E il segreto è che l amore è più forte del momento nel quale si litiga e per questo io consiglio agli sposi sempre: non finire la giornata nella quale avete litigato senza fare la pace. Sempre! E per fare la pace ( ) è sufficiente un piccolo gesto, una carezza. E domani si comincia un altra volta. E questa è la vita, portarla avanti così, portarla avanti con il coraggio di voler viverla insieme. E questo è grande, è bello! E una cosa bellissima la vita matrimoniale e dobbiamo custodirla sempre, custodire i figli. Altre volte io ho detto in questa Piazza una cosa che aiuta tanto la vita matrimoniale. Sono tre parole che si devono dire sempre, tre parole che devono essere nella casa: permesso, grazie, scusa. Le tre parole magiche. Permesso: per non essere invadente nella vita dei coniugi. Permesso, ma cosa ti sembra? Permesso, mi permetto. Grazie: ringraziare il coniuge; grazie per quello che hai fatto per me, grazie di questo. Quella bellezza di rendere grazie! E siccome tutti noi sbagliamo, quell altra parola che è un po difficile a dirla, ma bisogna dirla: scusa. Permesso, grazie e scusa. Con queste tre parole, con la preghiera dello sposo per la sposa e viceversa, con fare la pace sempre prima che finisca la giornata, il matrimonio andrà avanti. Le tre parole magiche, la preghiera e fare la pace sempre. Che il Signore vi benedica e pregate per me. Papa Francesco Udienza del 2 aprile 2014

9 9 Diocesi «8 Maggio, venite a vedere questo spettacolo» Il cardinale Scola sottolinea il fine ultimo della grande convocazione diocesana in Piazza Duomo per la Professio fidei Scrive San Luca narrando la passione di Cristo (Lc 23,48): «Tutta la folla che era venuta a vedere questo spettacolo, ripensando a quanto era accaduto, se ne tornava battendosi il petto». Tutta la folla che era venuta «a questo spettacolo»: lo spettacolo della Croce. Il significato della parola greca ϑεωρíα (spettacolo) non si riferisce tanto a una immagine fissa, ma piuttosto a una azione che coinvolge coloro che l hanno vista e che infatti se ne tornavano «battendosi il petto». Anche noi dobbiamo assumere - in un modo intimamente personale e pertanto comunitario - questa disposizione del cuore e riconoscere che Gesù ha dato la vita per liberarci dal peccato e dalla morte, dal mio peccato, dalla mia morte. Non dobbiamo prendere questa parola «spettacolo» nel senso solito, ovvio, abituale, come se si trattasse di qualcosa che si deve solo guardare dall esterno, ma assumere la posizione di chi si lascia coinvolgere fin nel profondo perché emerga il grido di verità e di giustizia. Dobbiamo rivolgerci al Crocifisso di persona. È lui il protagonista, è il suo sguardo, è la sua presenza che abbraccia tutte le nostre miserie, le nostre piccolezze, le nostre fatiche, i nostri dolori, le nostre contraddizioni, i nostri peccati con questi occhi pieni di misericordia. Ci rivolgeremo insieme al Crocifisso incontrandoci in piazza Duomo giovedì 8 maggio alle 21 per la Professio fidei che coinvolgerà tutta la comunità diocesana mediante una proposta di spettacolo e di preghiera. Mettendoci insieme davanti alla Croce di San Carlo Borromeo e alla Reliquia del Santo Chiodo ci lasceremo raggiungere dallo sguardo di Cristo che coinvolge tutto della nostra persona. Tutto: La serata di professio fidei in piazza Duomo sarà preceduta, nel pomeriggio da un pellegrinaggio dell arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, per le vie della Città con la Croce con la Reliquia del Santo Chiodo, per ascoltare quattro realtà salienti dell umano dentro la metropoli. Primo incontro con il mondo della sofferenza alla Mangiagalli, dove si affronteranno le malattie mentali e neurodegenerative, con la solitudine che comportano, le fatiche esistenziali per le famiglie, non solo il peso dei costi della sanità. Secondo incontro con la cultura: soprattutto dal dopoguerra Milano ha conosciuto una voglia di ricostruire l anima della Città attraverso la cultura. L appuntamento è alla Triennale con università, design, moda, urbanistica per capire quali sono le domande che emergono e quindi in che modo si è pensato di ridare un anima alla città dentro i cambiamenti subiti, nel tessuto sociale e urbanistico. Terzo incontro con il mondo dell economia e del lavoro nella nuova piazza Gae Aulenti, nuovo cuore economico finanziario di Milano e della Lombardia, per cercare di mettere insieme mondi che fanno fatica a parlarsi come finanza, imprenditoria e lavoratori, al tempo della grande crisi economica e sociale e della mancanza di lavoro. Quarto incontro con i migranti, i nuovi italiani, nella zona meticcia della Città per eccellenza, in via Padova (via Celentano per la precisione), per ascoltare le ansie e la voglia di costruzione di chi è nato in altre nazioni e continenti (o è figlio di immigrati) ed ora vuole essere giustamente considerato milanese a pieno titolo. di bene e di male, perché ci si possa realmente smuovere fin dal profondo delle viscere da questa misericordia crocifissa. Una convocazione diocesana, quella dell 8 maggio, che ci deve vedere tutti coinvolti e protagonisti in piazza Duomo: per diventare anche noi spettacolo per la fede dei nostri fratelli. Angelo Scola

10 Comunità Pastorale 10 Sintesi del Consiglio Pastorale 3 aprile 2014 l Introduzione del parroco Don Luigi introduce la seduta sottolineando l importanza di pensarci a servizio della Chiesa, in comunione tra noi. La comunione prevede una fiducia, innanzitutto nei sacerdoti, se quest ultima manca non si costruisce nulla. Non si possono esprimere giudizi se non si permette alle persone di mettersi alla prova. E vero che costruire e lavorare insieme è difficile e complicato ma i diversi punti di vista non sono esclusivi, se non si converge si rischia che ognuno vada per conto proprio. Bisogna imparare a valorizzare tutto e tutti, diversamente l annuncio cristiano non risulta efficace. Il parroco invita i consiglieri a recuperare un dato fondamentale: la prima preoccupazione è verificare se veramente stiamo facendo un cammino di comunione. Occorre rispetto della persona, rispetto dei ruoli, comunicazione tra le parti in causa. Questo tipo di impostazione, a suo parere, per ora, fa fatica a crescere. Documenti fondamentali che ci aiutano in questo lavoro sono l Evangelii Gaudium di Papa Francesco e la Lettera Pastorale Il campo è il mondo del cardinale Scola. l Commissioni del Consiglio Pastorale Alla luce di quanto detto, il lavoro delle commissioni diventa allora possibilità di creare unità tra le due parrocchie della nostra Comunità Pastorale. vissuta nel suo fondamento per essere trasmessa e incontrabile nella catechesi. 2 Settore: Carità/Socialità Attraverso le diverse associazioni, la parrocchia svolge un ruolo effettivo di aiuto materiale importante (vedi articolo di pagina 4). Il lavoro caritativo educa anche noi all essenzialità e ci chiama ad un cammino. E bene però costruire insieme, i gruppi devono 1 Settore: Liturgia/Catechesi Occorre approfondirne il significato e manifestare la bellezza di queste cioè l avvenimento di Cristo. Il dato fondamentale è la presenza di Cristo. Il valore della messa non dipende da chi celebra, da chi canta, da cosa si canta, il vero valore è Cristo, che agisce attraverso la liturgia. Spesso si concepisce la Messa come un obbligo piuttosto che come sacramento in cui opera il Mistero. Occorre educare i ragazzi e le famiglie a questo. La liturgia deve essere

11 11 Comunità Pastorale essere coordinati, pur dentro un autonomia specifica. Occorre poi coinvolgere altre persone, tenere le cose come fosse un potere porta all autodistruzione. Per l anno prossimo sarebbe bene pensare a momenti organizzati che stabiliscano comunicazione tra i vari gruppi, anche partendo da dati concreti. A questo proposito la casa di fianco all asilo si è resa libera, va ristrutturata e trovata una destinazione. Si potrebbe pensare ad un opera sociale: una casa famiglia per portatori di handicap (facendo un associazione con la Sacra Famiglia di Cesano Boscone o con la Don Gnocchi), oppure una casa per minori allontanati dalle famiglie o una casa per padri separati... Prima di ristrutturare l abitazione, è naturalmente importante stabilire la sua finalità. Don Luigi sottolinea che occorre un lavoro informativo e di analisi prima di prendere una decisione. Per quanto riguarda i locali delle Acli, l unica destinazione possibile è quella pastorale. Seguono alcuni interventi dei consiglieri. Don Luigi domanda se ci sono persone disponibili ad accogliere coloro che chiedono il Battesimo, poiché queste persone vanno accompagnate in un cammino comunitario. Anche le coppie giovani andrebbero maggiormente coinvolte, chiamandole, per qualche anno, con una certa continuità. Arianna Mascetti si rende disponibile per il cammino con le coppie giovani. Monica Olati propone di curare la relazione tra le coppie che chiedono il matrimonio e quelle già sposate, che intervengono nel percorso fidanzati. Si potrebbero fare anche alcuni incontri nelle case, in modo da far crescere e mantenere i rapporti anche dopo la conclusione del percorso, tentando poi di invitare le coppie appena sposate ad un nuovo cammino. Arianna Mascetti aggiunge che è già stato attuato un tentativo, partendo da un gruppo di coppie giovani che si conoscevano, ma non ha funzionato. Esprime l idea di fissare, ad esempio, tre momenti durante l anno, ben delineati, che vengono fatti conoscere alle coppie attraverso il percorso con i fidanzati. Mauro Cocci racconta una sua esperienza, durata alcuni anni, fatta soprattutto con coppie non molto vicine. Afferma che non è semplice, ma pensa che dipenda tutto dalla motivazione con la quale si chiede il Battesimo. Gaetana Maffucci racconta la sua esperienza personale vissuta a Settimo, dove si andava nelle famiglie e ci si faceva conoscere. Era però il sacerdote che dava indicazioni ed assegnava quali famiglie visitare. L accoglienza era molto buona. Ci vogliono però almeno sei o sette persone o coppie. Don Luigi afferma che non vedrebbe molto l andare nelle case, ma creare dei gruppi dove si racconta come si vive l esperienza della fede e dell educazione dei bambini. Occorre far vedere la bellezza dell esperienza cristiana. Tutti vanno invitati, in determinati momenti, durante l anno, per creare relazioni. Cinzia Anedda, riferendosi alla sua esperienza sul percorso fidanzati, racconta come in qualche caso si siano create relazioni che, ancora oggi, per un certo verso si mantengono. Occorre, forse, che il percorso sia un po più lungo. Don Luigi sottolinea ancora l importanza dell intervento di persone che raccontino di sé. Non ha importanza quanti incontri fare. Occorre valorizzare l esperienza umana che i fidanzati già fanno e vederla alla luce dell incontro con Cristo, per permettere loro di capire che vale la pena di vivere il Cristianesimo. Per la Commissione Sociale cercherà Don Luigi delle persone. l Varie Stefano Zilio, come rappresentante della Lucerna, ricorda la visita a Brera del 13 aprile. Lorena Gambarè comunica che, ad ottobre, si aprirà il Sinodo sulla famiglia. Sarebbe importante pensare a momenti particolari di preghiera che possano coinvolgere le famiglie. Nadia Pedretti esprime un parere molto positivo in merito al Quaresimale di quest anno e chiede se si possa organizzare qualcosa per la canonizzazione dei due Papi. Don Luigi risponde che si potrebbe organizzare una Veglia di preghiera. Per il mese di maggio si organizzeranno, come di consueto, i Rosari. Il 31 maggio, a chiusura del mese mariano, si proporrà il pellegrinaggio a piedi a Corbetta. Il 10 maggio un gruppo di insegnanti e collaboratrici della Scuola Materna Fracassi si recherà a Roma per l incontro del Papa con il mondo della scuola.

12 Comunità Pastorale 12 Parrocchia SS. Nazaro e Celso Calendario del Santo Rosario Mese di Maggio, ore Tu sei la Tutta Bella, o Maria! In Te è la gioia piena della vita beata con Dio. Fa che non smarriamo il significato del nostro cammino terreno: la luce gentile della fede illumini i nostri giorni, la forza consolante della speranza orienti i nostri passi, il calore contagioso dell amore animi il nostro cuore, gli occhi di noi tutti rimangano ben fissi là, in Dio, dove è la vera gioia. Papa Francesco Giovedì 1 Santuario Madonna Pellegrina Venerdì 2 Oratorio S. Luigi Sabato 3 Cascina Felice Lunedì 5 Chiesa Parrocchiale Martedì 6 Chiesuola Madonna della Neve Mercoledì 7 Amici degli Orti, Via L. Da Vinci Giovedì 8 Cappella De Vinci Venerdì 9 Chiesa Parrocchiale Sabato 10 Cascina Casone Lunedì 12 Scuola Materna Fracassi, Via Matteotti Martedì 13 Chiesuola, Via Battisti Mercoledì 14 Fam. Crippa, via Ravelli 68 Giovedì 15 Santuario Madonna Pellegrina (rosario per tutte le famiglie in occasione della Giornata Internazionale della Famiglia) Venerdì 16 Fam. Carsenzuola, Via Madonna Pellegrina 72 Sabato 17 Cascina Malpaga Lunedì 19 Fam. Cislaghi, Via Casale Martedì 20 Chiesuola, Via Battisti Mercoledì 21 Fam. Battaglino, Via Cimarosa 46 Giovedì 22 Fam. Cozzi, via Vigevano 54 Venerdì 23 Fam. Lonati, via Diaz 132 Sabato 24 Cascina Molino Catena Lunedì 26 Bareggino, edicola Madonnina Martedì 27 Chiesuola, via Battisti Mercoledì 28 Chiesa Parrocchiale Giovedì 29 Sede Alpini, via Cimarosa Venerdì 30 Fam. Marnati, via Manzoni Sabato 31 Pellegrinaggio al Santuario di Corbetta

13 13 Comunità Pastorale Parrocchia Madonna Pellegrina Giovedì 1 Santuario Madonna Pellegrina Venerdì 2 Fam. Bonfanti Angelo, Via Ticino 11/13 Lunedì 5 Fam. Rita Dell Acqua, Via Piave 124 (in fondo) Martedì 6 Fam. Baroni Maggiolini, Via S. Antonio 15 Mercoledì 7 Via G. B. Vico 5 Giovedì 8 Fam. Coccaglio Laura Morelli, Via Lupi di Toscana 17 Venerdì 9 Famiglia Locatelli Cristina, Via S. Carlo 19 - Residence Capriccioli Lunedì 12 Cortile S. Protaso Martedì 13 Via Villoresi 22 Mercoledì 14 Chiesetta Brughiera Giovedì 15 Santuario Madonna Pellegrina (rosario per tutte le famiglie in occasione della Giornata Internazionale della Famiglia) Venerdì 16 Oratorio San Martino Lunedì 19 Parco 8 Marzo Martedì 20 Via Rossini Mercoledì 21 Via Madonna Assunta/angolo Via Cervi Giovedì 22 Fam. Maestri Chiesetta di San Giorgio, Piazza S. Giorgio 10 Venerdì 23 Chiesetta S. Anna Lunedì 26 Chiesa Parrocchiale con i Gruppi della 5 Elementare Martedì 27 Chiesa Parrocchiale con i Gruppi della 3 Elementare Mercoledì 28 Chiesa parrocchiale con i Gruppi di 1a Media Giovedì 29 Chiesa parrocchiale con i Gruppi della 4 Elementare Venerdì 30 Chiesa parrocchiale Madonna Pellegrina Sabato 31 Pellegrinaggio al Santuario di Corbetta

14 Comunità Pastorale Maggio 2014: Raccolta Diocesana Caritas Indumenti Usati FINALITÀ - Il mondo della grave emarginazione è uno dei primi mondi di cui si è occupata Caritas Ambrosiana fin dal suo sorgere. Risale al lontano 1984 la nascita del primo sportello di Servizio Accoglienza Milanese, SAM, che Caritas ha promosso a livello diocesano e destinato ai senza dimora italiani. Esso ancora rappresenta uno dei nostri fiori all occhiello per la qualità dell accoglienza e dell accompagnamento che vengono offerti a quanti vi si rivolgono. Ma il mondo della grave emarginazione ha subìto in questi decenni profonde trasformazioni: è diventato fenomeno internazionale ed anche più giovanile; un fenomeno più articolato e certamente difficile da affrontare e la cura nei confronti di queste persone ha smesso di essere quasi esclusivamente milanese. In numerose città della Diocesi, infatti, sono nate strutture di servizio come mense, dormitori, docce... che hanno almeno in parte alleggerito la pressione sulla metropoli di queste presenze che restano comunque molto significative sia dal punto di vista numerico che della complessità nell aiutarle e sostenerle in cammini di riabilitazione. È a favore di questo mondo e di quanti si occupano di loro nelle zone pastorali della nostra Diocesi che saranno devoluti i proventi della raccolta indumenti del 10 maggio 2014, unitamente ad un progetto di respiro internazionale. INDICAZIONI OPERATIVE - Gli indumenti raccolti nei sacchi gialli e blu saranno riutilizzati, per questo ci si deve attenere a quanto è scritto sul sacco. I sacchi, ben chiusi e non pesantissimi, dovranno essere conferiti dal 6 al 10 maggio p.v. presso il cortile ACLI, via Concordia angolo via Pezzoni (dietro la chiesa parrocchiale di Bareggio) nei seguenti orari: Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle alle / Giovedì Sabato dalle 9.00 alle Ringraziamo sin da ora quanti collaboreranno a questa iniziativa. Festa della mamma: 11 maggio 2014 Camminiamo tutti uniti, prendendoci cura gli uni degli altri, prendetevi cura tra di voi, non facciamoci del male, curiamo la vita, curiamo la famiglia, curiamo la natura, curiamo i bambini, curiamo gli anziani... Che il Signore vi benedica e la Madonna vi custodisca. Papa Francesco l Venerdì 9 maggio Ore 9.00 colazione della mamma presso la Scuola dell Infanzia Don Severino Fracassi l Sabato 10 e domenica 11 maggio Presso la Sala Parrocchiale sarà allestita una mostra di lavori manuali, dolci e fiori l Lunedì 12 maggio Ore S. Rosario presso la Grotta della Scuola dell Infanzia Don S. Fracassi, a seguire estrazione sottoscrizione a premi. Il ricavato della festa andrà a favore della Scuola dell infanzia Don Severino Fracassi

15 15 Comunità Pastorale Oratorio estivo 2014 «Piano terra» è il tema della proposta, che invita i ragazzi a mettersi in gioco con le loro scelte personali ispirandosi allo stile del Vangelo. Il tema dell Oratorio estivo di quest anno è in continuità con quello dei due anni precedenti e, di fatto, completa un trittico che getta luce sul mistero dell incarnazione del Figlio di Dio e sta aiutando i ragazzi a inserire le proprie parole, le proprie azioni e infine le proprie scelte nel piano di amore stabilito da Dio. Le parole umane («Passpartù» nel 2012) e le azioni del proprio corpo («Every body» nel 2013) trovano una loro collocazione dentro la dimensione dell «abitare». Essa richiama le scelte personali, ma anche le inclinazioni e le passioni di ciascuno che, per trovare un senso unificante, sono chiamate a confrontarsi con un piano che ha la pretesa di definirsi universale: quel piano del Padre che, nell estate 2014, sarà chiamato «Piano terra». Questa proposta affascinante verrà rielaborata rendendola accessibile ai ragazzi nella forma dell animazione, del gioco, delle attività espressive e laboratoriali. A guidare ogni giornata sarà la preghiera quotidiana, costruita attorno a un brano del Vangelo che richiama lo stile dell «abitare» del Signore Gesù, perché possa diventare esemplare per la vita dei ragazzi. La proposta dell oratorio estivo sarà presentata in entrambi gli oratori martedì 3 giugno 2014 alle ore 21: presso il salone del cinema per l Oratorio S. Luigi di Bareggio e presso l aula Paolo VI per l Oratorio di S. Martino. Iscrizioni oratorio estivo 2014: dal 12 maggio al 24 maggio 2014, dalle 15,30 alle 18,30 come da tabella sottostante. Si accetteranno le iscrizioni dei secondi/terzi fratelli lo stesso giorno del primo fratello, non sarà possibile effettuare iscrizioni per conto di altre persone. Questo per dare a tutti la possibilità di scelta del colore della squadra che si desidera. Iscrizioni Oratorio Estivo 2014 Bareggio Iscrizioni Oratorio Estivo 2014 San Martino Lunedì: 2ª-3ª Media Lunedì: 1ª-2ªElementare 5ª Elementare 2ª-3ª Media Martedì 3ª Elementare Martedì 3ª Elementare Mercoledì 4ªElementare Mercoledì 5ª Elementare Giovedì 1ª Media Giovedì 4ª Elementare Venerdì 1-2ª Elementare Venerdì 1ª Media

16 Comunità Pastorale 16 Per conoscere Gesù non basta il Catechismo Noi giovani di Azione Cattolica vogliamo provare a spiegare cosa abbia significato per noi questo primo anno vissuto con Papa Francesco. Proviamo a farlo, come lui stesso ci ha insegnato, attraverso tre parole. La prima parola è Spirito. Tutti ricordiamo la sera del 13 marzo il saluto con cui Francesco si presentò al mondo intero semplicemente dicendo Fratelli e sorelle, buonasera! e chiedendo alla gente di pregare per lui. Siamo rimasti tutti stupiti nel sentire un Papa, vicario di Cristo sulla terra, rivolgersi a noi fedeli con così tanta semplicità. Allo stesso tempo però è parso a tutti che in quel saluto, in quella preghiera silenziosa, soffiava forte il vento dello Spirito. Lo Spirito che è novità, lo Spirito imprevedibile che ancora è capace di stupire noi e questo nostro mondo. Lo Spirito che non smette mai di guidare la sua Chiesa e non le lascia mai mancare ciò di cui ha bisogno per essere in ogni tempo la Sua Chiesa. Sì, in questo primo anno con Francesco una cosa ci è parsa evidente: lo Spirito sta guidando la sua Chiesa con forza, chiedendole di cambiare, per portare Gesù all uomo di oggi. Ed ecco la seconda parola: oggi. Il saluto di Papa Francesco è stato solo il primo segno di quella novità che attraverso i gesti di Francesco abbiamo imparato a conoscere. Come giovani abbiamo avvertito lo sforzo del Papa per una Chiesa che oggi si metta in moto per essere al passo con la vita degli uomini in un tempo che sempre più velocemente continua a cambiare, per una Chiesa che sappia uscire da se stessa per andare incontro alle periferie esistenziali degli uomini. Di Francesco rimangono impresse tante parole che indicano i segni di una Chiesa disposta ad aprirsi al cambiamento. Per conoscere Gesù non basta il catechismo. Gesù si conosce seguendolo, prima che studiandolo, diceva Francesco il 20 febbraio durante l omelia della Messa in Casa Santa Marta. Per un giovane questo è ancora più vero, perché sono proprio le esperienze che si provano sulla propria pelle, quando si è ancora negli anni della formazione, a lasciare un segno indelebile nella propria vita. Grazie a Francesco poi la Chiesa sta avendo il coraggio e la forza di affrontare tante questioni anche spinose, senza nascondersi, interrogandosi sull autentico messaggio evangelico e su come oggi tanti uomini e donne possano viverlo. L ultima parola è speranza. Le parole che Papa Francesco ci rivolge sono per noi uno stimolo e una speranza nel credere a una Chiesa che vuole mettersi in discussione. Francesco, prendendo a modello l apostolo Pietro, ci ha ricordato come il cammino di un giovane cristiano possa incontrare testimonianze limpide ma anche tradimenti, cadute e nuovi slanci. [ ] Gesù a Pietro e ai suoi Apostoli non ha detto Conoscimi!, ma ha detto Seguimi!. È questo seguire Gesù che ci fa conoscere Gesù. Seguire Gesù con le nostre virtù, anche con i nostri peccati, ma seguire sempre Gesù. In questo primo anno di pontificato di Francesco, noi giovani di Azione Cattolica abbiamo respirato questa speranza: la speranza che è possibile seguire Gesù oggi, è possibile nonostante le nostre paure, nonostante le nostre indecisioni, nonostante le tante contraddizioni. È possibile una Chiesa diversa, spogliata delle sue ricchezze materiali, che guardi oltre il già noto, il si è sempre fatto così. Una Chiesa vicina ai poveri, vicina a chi soffre, vicina a chi ha sbagliato. Tutto questo è possibile e noi giovani vogliamo rispondere con un rinnovato slancio, accogliendo gli stimoli e le esortazioni del Papa qui dove siamo e ricordando che il tanto auspicato cambiamento deve partire anzitutto da ciascuno di noi. Gabriele e Francesca, nuovi vicepresidenti giovani dell Azione Cattolica Ambrosiana

17 17 Fede e Cultura I Vescovi e il Futuro dell Europa Il giorno 9 aprile il Dr. Davide Caocci ha illustrato alla nostra Comunità Pastorale Maria Madre della Chiesa le questioni in gioco con le elezioni europee. Per i presenti, le argomentazioni presentate hanno costituito una gradevole sorpresa. La sua lezione ha sconfitto i pregiudizi purtroppo radicati in tanti fedeli e ha permesso di approfondire maggiormente le ragioni sociopolitiche che, illuminando le coscienze degli uomini, li mettono in grado di votare in modo più consapevole. Ha chiuso il dibattito presentando il documento dei Vescovi Europei che di seguito pubblichiamo. È essenziale che i cittadini EU partecipano al processo demografico esprimendo il loro voto il giorno delle elezioni. Più elevata sarà l affluenza, più forte sarà la nuova legislatura. Sentiamo come nostro dovere, quali Vescovi della COMECE di offrire orientamenti all elettore UE formandone la coscienza, e desideriamo farlo sottolineando le questioni di rilievo, valutandone attraverso il prisma della dottrina sociale cattolica. Ciascun cittadino ha il diritto dovere di esprimere il proprio voto. Ricerca del bene comune. Principio di sussidiarietà. Principio di solidarietà. Rispetto della dignità umana. Accoglienza e integrazione. Responsabilità verso la creazione. Libertà religiosa. Riposo settimanale. Cambiamento demografico. L unione europea è a un punto di svolta. Noi, Vescovi Cattolici, chiederemmo che il Progetto Europa non venga messo a rischio o abbandonato sotto le attuali costrizioni. È essenziale che tutti noi - politici, candidati all ufficio di parlamentare, tutti i soggetti interessati - contribuiamo in maniera costruttiva a plasmare il futuro dell Europa. Abbiamo troppo da perdere da un eventuale deragliamento del progetto Europeo. È essenziale che tutti noi cittadini Europei ci rechiamo ai seggi elettorali il 25 maggio. Noi Vescovi raccomanderemmo che il voto venga espresso in risposta alle sollecitazioni di una coscienza informata. La Lucerna centro culturale propone per Domenica 11 maggio 2014 la visita guidata: Duomo di Monza con il Museo e la Corona Ferrea, ed a seguire un percorso nel centro storico della città. Partenza alle 13:30 dal piazzale della Chiesa Madonna Pellegrina. Il Consiglio fornirà i mezzi per il trasporto, ma ogni auto è comunque gradita! Quote di iscrizione: 10 (soci), 12 (non soci del Centro Culturale). Per informazioni ed iscrizioni contattare Giancarlo ( ).

18 Comunità Pastorale 18 Il Volto Ritrovato, la testimonianza di una guida Raccontare in poche righe l esperienza della mostra Il Volto Ritrovato mi riesce difficile poiché tante sono state le emozioni che grazie ad essa ho vissuto. Per iniziare è stato sorprendente apprendere l esistenza del Velo di Manoppello, acheropita così importante, ma di cui troppo poco si parla. Lo studio del materiale della mostra, davvero corposo ma molto ben strutturato, ha richiesto un po di impegno e purtroppo ha scoraggiato alcune guide che si erano proposte per questa mostra. Io ed altre 9 guide abbiamo accettato l impegno, anche confortate da Annina, curatrice della mostra, che con straordinaria passione ci ha motivato ed aiutato a comprendere il senso e la grandezza dell incontro con il Volto Santo, incontro che non ha lasciato nessuno di noi indifferente! La mostra ha preso il via con l aiuto e la fatica di quanti hanno creduto nei contenuti, nel messaggio, nella finalità, nel Volto di Cristo. Il periodo dell esposizione ha visto la collaborazione dei volontari e volontarie che si sono resi disponibili ritagliando momenti al lavoro, allo studio, alla famiglia. Nelle 76 visite condotte dalle guide volontarie, sono passate molte informazioni, molte immagini, accompagnate sempre dall emozione e dal sentimento che ciascuna, in funzione dell interiorizzazione del volto e dell esperienza fatta, ha inevitabilmente apportato. La mostra, rivolta a tutti, gratuita, allestita presso il centro polifunzionale di Via Gallina, era facilmente raggiungibile sia dagli oratori che dalle scuole del territorio; solo 9 sono state le classi in visita e qualche gruppo di catechismo. Anche se sono state poche le classi, personalmente porterò sempre il ricordo della luce e della fame di sapere negli occhi dei bambini in visita, davvero straordinari! Ora, a mostra conclusa, ringraziamo le 838 persone, tra adulti e bambini, religiosi e non religiosi, credenti e non credenti, che si sono lasciati guidare in un percorso supportato dalla multimedialità e dalla cornice di numerosi Comune di Bareggio Assessorato alla cultura Organizzata da: Con il patrocinio di: In collaborazione con: Aderiscono all evento: Circolo Culturale di Bareggio, Forum delle Famiglie, AUSER, ALPINI Azione Cattolica, Focolari, Comunione e Liberazione MOSTRA Mostra realizzata da: Meeting per l amicizia fra i popoli 29 Marzo > 6 Aprile 2014 BAREGGIO (MI) Centro Polifunzionale M.L.King Via Gallina PRESENTAZIONE: Venerdì 28 Marzo - ore 21:00 Cine-Teatro San Luigi, via IV Novembre Con la Prof.ssa Annamaria Lanzara INAUGURAZIONE MOSTRA: Sabato 29 Marzo - ore 17:00 ORARI MOSTRA: Sabato-Domenica: 9:30\12:30 15:30\19:00 Sabato: 21:30\23:00 Feriali: mattino: su prenotazione pomeriggio: 15:30\18:30 sera: dalle 21:30 su prenotazione Prenotazioni ed Info: pannelli raffiguranti il volto di Cristo. Queste persone sono state colpite dalla storia, provocate dai contenuti, sono uscite con domande aperte, interrogativi sui temi scientifici e temi religiosi. Voglio concludere riportando un commento che una signora di Bareggio ha voluto scrivere dopo averla accompagnata in una visita guidata: Grazie per averci donato il suo volto con questa mostra, i suoi occhi sono entrati nella mia anima e da oggi so che contemplando il suo volto posso dargli un po di consolazione. G.M. Un esperienza davvero unica una mostra che non era solo espositiva ma che è entrata nel cuore e nell anima, Cristo ci ha lasciato il suo Volto dai tratti inconfondibili a testimonianza del suo amore per l uomo. Prisca, una guida

19 19 Cultura Cineforum 2013/2014 Venerdì 9 maggio ore THE WOLF OF WALL STRET di Martin Scorsese con Leonardo Di Caprio, Jonah Hill, Margot Robbie, Matthew McConaughey Jordan Belfort è un broker cocainomane e nevrotico nella New York degli anni Novanta. Assunto dalla L.F. Rothschild il 19 ottobre del 1987 e iniziato alla masturbazione finanziaria da Mark Hanna, yuppie di successo col vizio della cocaina e dell onanismo, è digerito e rigettato da Wall Street lo stesso giorno in seguito al collasso del mercato. Ambizioso e famelico, risale la china e fonda la Stratton Oakmont, agenzia di brokeraggio che rapidamente gli assicura fortuna, denaro, donne, amici, nemici e (tanta) droga. Separato dalla prima moglie, troppo rigorista per reggere gli eccessi del consorte, Jordan corteggia e sposa in seconde nozze la bella Naomi, che non tarda a regalare due eredi al suo regno poggiato sull estorsione criminale dell alta finanza e la ricerca sfrenata del piacere. Ma ogni onda cavalcata ha il suo punto di rottura. Perduti moglie, amici e rotta di navigazione, Jordan si infrangerà contro se stesso, l inchiesta dell FBI e la dipendenza da una vita tagliata con cocaina e morfina. Hal era anche un truffatore e un fedifrago e la fine del loro matrimonio ha portato Jasmine alla bancarotta e all esaurimento nervoso. Sola e in balìa degli antidepressivi, la donna si trasferisce a San Francisco per vivere con la sorella Ginger, che spinge ad essere più ambiziosa in amore, scatenando la reazione del fidanzato di lei, Chili. Venerdì 23 maggio ore PHILOMENA di Stephen Frears. Con Judi Dench, Steve Coogan, Sophie Kennedy Clark, Anna Maxwell Martin Irlanda, Philomena resta incinta da adolescente. La famiglia la ripudia e la chiude in un convento di suore a Roscrea. La ragazza partorirà un bambino che, dopo pochi anni, le verrà sottratto e dato in adozione Philomena non ha ancora rinunciato all idea di ritrovare il figlio per sapere almeno che ne è stato di lui. Troverà aiuto in un giornalista che è stato silurato dall establishment di Blair e che accetta, seppur inizialmente controvoglia, di aiutarla nella ricerca. Gli ostacoli frapposti dall istituzione religiosa saranno tanto cortesi quanto depistanti ma i due non si perdono d animo. Venerdì 16 maggio ore BLUE JASMINE di Woody Allen con Alec Baldwin, Cate Blanchett, Louis C.K., Bobby Cannavale, A. Dice Clay. C era una volta Jasmine, reginetta mondana di Park Avenue, sposata al carismatico Hal, uomo d affari che la viziava e lusingava. Ma Venerdì 30 maggio ore THE COUNSELOR di Ridley Scott con Michael Fassbender, Penelope Cruz, Cameron Diaz, Javier Bardem, Brad Pitt. A Juarez tre affaristi della malavita e un avvocato implicato nei traffici del cartello della droga locale subiscono gli effetti del furto di una partita di droga. Mentre i signori della malavita locale sono a loro agio con i meccanismi di una vita in cui la morte è un opzione che si può realizzare da un momento all altro, l avvocato vive e ama come una persona normale, senza curarsi dei rischi della sua professione. Per sua sfortuna coincidenza vuole che in passato abbia avuto tra i suoi clienti proprio il responsabile del furto, di conseguenza lui e tutti quelli a lui vicini sono diventati il prossimo obiettivo della repressione operata dal cartello.

20 Cultura 20 Libri Consigliati Ricordo di tre papi di Angelo Comastri Ed. San Paolo, pag euro Il cardinale Angelo Comastri tratteggia il profilo di: Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II, tre grandi papi che hanno cambiato il volto della Chiesa. I tre capitoli - uno per ogni papa, a cui si aggiunge un ricordo di Giovanni Paolo I - sono suddivisi in due parti: la prima rievoca alcuni episodi della vita dei pontefici, la seconda è invece costituita da un lungo brano antologico. Lettere tra cielo e terra di Ricardo Reyes Ed. Cantagalli, pag euro Non un saggio di teologia, ma dodici lettere scritte in un linguaggio accessibile, nelle quali, attraverso episodi personali e passi della Bibbia, si cerca di spiegare la Messa: un atto di culto ancora e sempre presente, ma del quale si è finito per dimenticare il senso e che troppo spesso è vissuto solo come un rito scollato dalla vita quotidiana. Ricardo Reyes si rivolge a credenti e non, in un percorso sorprendente e di facile lettura, per aiutarli a riscoprire l esperienza eucaristica della Messa e la bellezza di Dio. La Bibbia giovane Ed. Ancora, pag euro Una Bibbia UNICA nel panorama editoriale italiano. Adatta a tutti e soprattutto a chi è alle prime armi con la Sacra Scrittura, a chi cerca una guida facile e attraente al testo biblico, a chi vuole finalmente imparare a tradurre la Parola di Dio nel concreto della vita. Allo stile giovane e fresco, a colori e con molteplici disegni, si accompagna una grande ricchezza di contenuti, in grado di venire incontro a tutte le esigenze di una lettura personale e di preparazione di incontri e catechesi. NUOVA TRADUZIONE CEI 2008 Contiene anche la presentazione dei personaggi principali, collocati nel loro tempo e nella loro cultura, riferimenti paralleli ad altri orizzonti culturali nei quali la fede cristiana si è incarnata, la testimonianza di santi, 22 mappe geografiche I giganti della fede. S. Giovanni XXIII - S. Giovanni Paolo II Ed. Piccola Casa Editrice, pag euro In occasione della canonizzazione di Papa Wojtyła e di Papa Roncalli riscopriamo le loro storie. Giovanni XXIII, il Papa buono, in appena 5 anni di pontificato ha cambiato la storia: il Concilio ha dato nuova vita alla Chiesa e il suo impegno per la pace ha scongiurato una nuovo guerra mondiale. Giovanni Paolo II è stato un grande Papa e un grande uomo, testimone coraggioso e instancabile della bellezza della fede. Un libretto adatto ai bambini accompagna i lettori nella conoscenza di questi uomini, giganti di una fede umile e coraggiosa.

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

E il Signore ci dice:

E il Signore ci dice: E il Signore ci dice: mettetevi sulla strada buona (Paolo VI) Itinerario quaresimale con i Papi del Concilio Vaticano II: Giovanni XXIII e Paolo VI A cura di Mons. Battista Rinaldi Consulenza redazionale

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA.

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA. LA NASCITA DELLA CHIESA (pagine 170-177) QUALI SONO LE FONTI PER RICOSTRUIRE LA STORIA DELLA CHIESA? I Vangeli, gli Atti degli Apostoli le Lettere del NT. (in particolare quelle scritte da S. Paolo) gli

Dettagli

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa?

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Il matrimonio cristiano chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Antonio Tavilla IL MATRIMONIO CRISTIANO chi si sposa in chiesa sa quello che fa? religione e spiritualità www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011 Proposte pastorali per l'anno 2010/2011 LITURGIA A - Settimana Eucaristica: 10-17 ottobre 2010 per tutta la Comunità Pastorale: tema Eucarestia e vita. B - Celebrazioni Comunitarie alle ore 21.00: 1 settembre,

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Apertura della Settimana delle Rogazioni

Apertura della Settimana delle Rogazioni A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO Carissimi, MAGGIO GIUGNO LUGLIO 2015 il Cardinale Arcivescovo della nostra Chiesa bolognese quest anno verrà a sigillare la nostra festa della famiglia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015:

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015: COMUNITÀ PASTORALE MARIA MADRE DELLA SPERANZA, SAMARATE Incontro con i genitori all inizio dell anno oratoriano 2014/2015 Carissimi genitori, all inizio di questo nuovo anno ci lasciamo guidare dalle parole

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

Maria e Giuseppe SHALOM

Maria e Giuseppe SHALOM I santi sposi Maria e Giuseppe riflessioni e preghiere I santi sposi Maria e Giuseppe riflessioni e preghiere SHALOM Testi: padre Tarcisio Stramare o.s.j. Testi della novena: diacono Bruno Podestà Editrice

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio»

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «Mi presento a voi come la Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato, Regina del Cielo, Madre delle famiglie, Portatrice di Pace nei vostri cuori». del 25 agosto

Dettagli

Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI

Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI Dio e il dolore Può Dio soffrire? Particolare risalto nell imminenza del Pasqua. Un vero problema

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

quaresima, cammino verso la pasqua.

quaresima, cammino verso la pasqua. quaresima, cammino verso la pasqua. Siamo in cammino verso la Pasqua. Nelle nostre comunità accoglieremo, con la fatica di una umanissima e trepidante attesa, la gioia della resurrezione: Cristo, nostra

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta. Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale Piazza Duomo 1-81100 Caserta Tel.Fax 0823/322493 Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.org Pastorale Familiare Sito web. : www.famigliadifamiglie.it e-mail

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

Consegna del Catechismo

Consegna del Catechismo .II C 1.. L albero dove i piccoli trovano il nido Fase II Consegna del Catechismo Lasciate che i bambini vengano a me Parrocchia..... Domenica. LA TUA PAROLA, SIGNORE, È LUCE AI NOSTRI PASSI Se è possibile,

Dettagli

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro.

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro. Ci ritroviamo in Cattedrale per celebrare la santa Messa di ringraziamento per il dono di Papa Benedetto XVI ed anche per pregare per la Chiesa chiamata, per la responsabilità dei cardinali, ad eleggere

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

«Il Padre vi darà un altro Paraclito»

«Il Padre vi darà un altro Paraclito» LECTIO DIVINA PER LA VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Il Padre vi darà un altro Paraclito» Gv 14,15-21 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,15-21) In quel tempo, Gesù disse

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani)

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) IL SACRAMENTO DELL AMORE EUCARESTIA Nell Eucarestia il segno

Dettagli

3ª Domenica di Quaresima

3ª Domenica di Quaresima PARROCCHIA DI SANTA MARIA MAGGIORE CODROIPO VIA BALILLA, 21 - TEL. 0432 906008 www.parrocchiacodroipo.it 8-15 MARZO 2015 3ª Domenica di Quaresima Per la Liturgia delle Ore: 3ª settimana del salterio Tempo

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli