- 2 - ISO 9001: 2000, CH ERSE S.p.A. Via R. Rubattino Milano - Italia Telefono Fax

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- 2 - ISO 9001: 2000, CH-32919. ERSE S.p.A. Via R. Rubattino 54 20134 Milano - Italia Telefono +39 023992.1 Fax +39 0239925370"

Transcript

1 0

2

3 !"$ % - 1 -

4 Questo lavoro è stato finanziato dal Fondo di Ricerca per il Sistema Elettrico nell ambito dell Accordo di Programma tra CESI RICERCA ed il Ministero dello Sviluppo Economico - D.G.E.R.M. stipulato in data 21 giugno 2007 in ottemperanza del DL n.73, 18 giugno ERSE S.p.A. (già CESI RICERCA S.p.A.) Via R. Rubattino Milano - Italia Telefono Fax Capitale sociale Euro interamente versato Registro Imprese di Milano, C.F. e P.IVA N. R.E.A ISO 9001: 2000, CH-32919

5 ... 6 & '()*+'... 7, -* ' +'* ! " $ % " $ & ' " $ $ / ''()-* ' +'... 15! ( )... 15! *... 16! +,... 19! *... 20!! &... 23!% *... 27!'... 29!' !-,... 32! ! !-! "... 34!-%... 34!/ *... 35!/ $... 35!/ "... 35! ! ! '(( % 1$ $ 2 $ % 30$ ') +'' *' * ' +'22'( )*+' ) ' ' $ ' & ' ' '! *& '! '! '% $

6 '% '% '%! ') +' (( +') '()* ' +'(' ! $ % ' * '(5'() '*('+' / * / ) ) /! /% /' $ /' $ /- * & /- & (* '(2' ' *" ! "$ ( & '2'( 2 (5''(5'(* '( * ! * & % &8 ()'(5'( : : * : & $ : && '*' &, 2 '( &/ ( &0 ') 9 '()* '(' % % $ %! )&" %% %' $& %' %',$

7 %'! & ) %- $ % % %-! "$& %-% %-' * %-- 1$ &1 ').:2 '(' (5 ') +' ' * ' '!

8 & $ & $ ) 1 ) )$ ) ; & $ $ & 2 2& $$ 1 $ &2 2 8 ; 2 2 < 2 2 &2 12 $ 2 & 2 $$ 22& 1 & 2 = 2 &2 1 $ & ); $ &$ & & ><, 3 $ 2 & & = 6

9 & '()*+' ) = 2 = ) 2 2 &? $ ";2 ; 2 ; = ) ) $ 2 2& $ ; & ; 2 2< 2 2 &2 2 $$2 2&? & 2 ; BC ) ; $ $ ) 2 & $& 7 $$ $ & = ) & $ ; $& & $$ $$2 $ =B $ 8 2$$ $$ $$ C2 D " + B 8 1 )$$ C::'2 )E + 2 ) )$$ $ 2 ; 2 ; 2 = & )+ 2 & :F ) & $$ & 2= ) ;::2 B ) )$$ C 2& & $ ; 8 $$2 & /

10 ) $$ & ) = &? ; = BC G ) %F ) E+ 29F 5$+ 6" H! )E+ 5 9/:62 & ) 2; 2 5 F2 -.&H 62 ) 2, ; $$ I "2 & $ $$ $$ 2 2 ) 2 & I G2G2? 2? 2 G 2 2& 2 ) 2;8 & $ +) 2 ; & & $ & <$ 2&; & 2 &9 9. &7&& ';<= $ > 0

11 , -* ' +' *..,& 2 " = & $ 3 - $ $ & *0/-: %:::& JJ $ 2& $ - $$ &$ $ $ ) -? 2 ) & $JJJ$ J ; & = &? $ -? = $ 2 2 ) = && I 2 & 8 $ BC2 ); 2 K ) ) ) < $ 2 ) <2 $ ; )$$ ) &&3= ; 2 * &=$ ) ) $BC 7 $ 2 H ); " 2 G $ 2$ & ) 2& & 2 2 ;,, 1 Combattere l inquinamento luminoso significa ridurre la luce di disturbo rivolta verso il cielo ed indirizzare la luce solo dove effettivamente serve. 9

12 ) 1 < &$$ &.. ( &9 $$>.4 " **" L47 + "..+*."M+ +*+7 L+ * $$. $$5 N < &2 26 $$ <1 <& <,$$ < < & < 2 <*$ < <* <+ $$ <+ $$ <* <4 <"$ <4$ <+ $$ < & 7 & 2&2 & 2 $ 7 ( & 2 )= 2 * (2 & "5 62 &&2 ; ) & &,/ $$> $ $ ; 3 -! " $ %% &''()"*) +,- -. / 00 % % % ''" $%%&'') 1 *) ++,, $ - /3)$/8 - / 2' 31+! ' % 4 % " $ %% '' ) $ 5) 5,- - / 2' 3 / ' 1+ 6! ' % 4 % 7" $%% ''1+- - / 2' 3 1(! ' % 4 % % " $ %%&''( )$ ++1 :

13 $K,0'57 " * 6 J J$ K 2 2" * 2 $ 2 &2 &$ A ) * '2 $ & 2 $ & 2; 3 $ $ O $ B 2 ;;; O $ 2 ; ; ; 2;) & $ ;,0 $$> C$ 7 E 7 +7!:<::%2& +7!:< & 3$ ;5::!2!::!62 $2 ; $2 ) ) $$ C $ & 3 $$ 9 >> 5 63,$ $$ 9 >> 5 H63,$ $$9 > >> $,$ $ $$9 3,$ 2 2 &2P $$ 9 3,$ $ $$:,$ $$5: $ $>,$ 2 2 2

14 1 5. 2!2%'6 7 E 7 +7!:< 3::! 5B 3 ; C6 3+2"+2* +12 $ 2 (,9 $$! ' *' ' &/,8&9,?,880% A 5 6 $ $ $ *!% 56 *&!% 56 5 >6 $!% : :2% :2/ : :2' + 2' :2% :2/ : :2' +! 2: :2% :2/ ' :2' +! 2: :2% :2- ' :2' +! 2: :2% :2' ' :2' +% :2/' :2% :2- ' :2' +% :2/' :2% :2' ' :2' +' :2' :2!' :2% ' :2' +- :2! :2!' :2% ' < QE RE $ < H $ QQE RE $ < H QQQI G ; $$; ( /9 $$! ' *' ' &/,8&9,?,880% $$ * 56 "+: ': :2% : "+!: :2% : "+ : :2% : "+! ' :2% : "+% : :2% ' "+' /2' :2% ' ( 09 $$! ' *''&/,8&9,?,880% >6 * ' ' ' * :! ' *! /2' 2' ' *% ' :

15 *'! :2- : *- :2- : */ 7 7 < ( 195 $$! ' *' ' &/,8&9,?,880% $$ ! +1% +1' 5 6 ':!: : /2' ' :2',1 $$> $ > $ $ $$ $ E 7 %03::/ ) ::/2 && E 7 :%!9<:: & 2; 2 2$ $ 2 E 7 +7!:<2 ). &$2 $ 2. - ( 39 $$> $ >! ' *'&&,06?,884% ( $ &,. )$$ > * * " D= ECF!:<':!: /:<9: ': > + +! * > : +! * > /:<9: +% * > 5"" 6 /:<9: +! * > ': +% * > ) * /:<9: /: ': +! +! 2 Secondo il Decreto Ministeriale 5 novembre 2001 n 6792 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti!

16 ( $ 2 )$$ * ; * ; " D= ECF ': ': > +! * > 5 6 /:<9: +! * > ':!: +% * 5 6 ': +% * * 3 * 3 * *! 7& * %!:!:!: ' ' ':!: *! "+% "+'H*! "+'H*! *! 3 Secondo il Decreto Ministeriale 30 novembre 1999 n 557 del Ministero dei Lavori Pubblici 4 Secondo l art. 3.5 del Decreto Ministeriale 5 novembre 2001 n 6792 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti %

17 / ' '()-* ' +' & $ 2 ) & 8 ) $ 2 ; & ; ; G & $$ ) &3 -. O -. &2 O -. 2 O -. *& ) 2 2 & $$ 2 & $ $$ $$ 2; /&.$ $-$ $ ) &$$ 3 O O 2& & ) $ O $ 5 3:::2-:::2:::26O & $$5':2/:2::2'2':2':26 )$$ ) $ 2& ) 2 $$ ' H 6 $ 5:::6 7 )':$$ $ 2& 5 -:H 6 $ 5 %:::6O2 = 3,$$ & ) & & $ 5& -::6 7 ) & ; $ :F 7 )-: 28 ;$2& &? 2 '

18 & $ 5 0::: 6 7 )/: $$ 5 :H 62 &? 2 ;2= O 2 $ 5 :::6$$ ::H 42 ; 2) 2 & 2 ; & $2 2 $ -::::5; % 6 /, $ &2; 3 - $$ O - $$ O - $ O ) & & 3-5 6O - 7) $ 2G $$ &2 2 $ 2=; & ) "$ & & G ; >> $ )$$ = 8 ; 2& G ) 2 ) 5 ) = %!:: ) 2 2 &2 ) 2 0/-: & ; = ; ) 2 = )::: $ > & ::::2 ) $$ $ S ; ) 2&, 2 $$ -

19 ) ) 4G &=$$ $ $ 2 2 & 2 = ) D B C& * 3 &;& ; & 2 ) 2; ) =8$$ (>$5 6 2& : ) I $ )$ )$$ 2 ) 3 0: ::H2 & 9' $ = 2 ) 2 & 2 & $ & )F + G & $$ & & $ 2)$ ) I$ ) ; 'T"3 $$ $$ 2 G) $$5!6* 2 ;& $$ "$2 &; $ $ )$$ = 5-: H6 ) 5!!<':6 & = & 5 6 $ $$ $$5 %6" 2 & $2 & $ ; ) )$$ = 2 $ 0: H2 5$ 62 ) ) 5 6$ ) $ $$5 '6* & $$5!:H65 &::::62 G 'F 2) : -: & 0'2G)$$ $ ':<-:H $ ) $$ &9:2)$$ 0:<9:H /

20 8 5-:::< 0::: 6 $$ ; ) = 5 /6 ) & $; = 2 &-::::2 )$$ =-:</:H & =$ ; * 2 ) )! 0%*&; ) $ = 2 ) $2 )$$ ) %:<': H2 & ::H & = $ :::::2& $ $2 2; & ; +, $! 2,9 >$! $(9)C$% 2 /9! G C$% 2 09 $! HC$% 2 1? $! ' (' G C$% 0

21 2 39! $G (C$% 2 49! $ I C$% 2 69 ) ) ; 2 2 & < 2 &2 +); 2& 8 ) 3 - $$ O - O - O -!""$ % %&' ; +, +, $ ) 2 ) ) 2 $ ) $$ & ) +, && )$$ :: H2 & $$!:H ) +,) = & ; 2 +, &) & $$+, 2 ) 9

22 $$ +, & 5) '/::U6 & ) 2 2; )& & < 2 2 ) 5 $$ 6 *$ &) ) 5 6 +) ; & & +,2 && 2= & ) ::::<':::: * ;;!"" ( = $ & 2 ) $ 2 ) 2 ; )$$ 2 $ 2= $ $ 3 2$$ $ 3 = 2 )& $&2 ) ) =56 3= &2 2 $ ) & $ )$ * 8$& & 5 & 6*$= & 2; 7 & ) 2! >> $ 5$ 63=$ $ ) =V 5H6+) 8 2; 2 & ;8$$2) $ $ 2 E1 * & )$$ & )& 2 & )$ $$ &) 5W 6)& W R''' $ % $ 5 63; $ $ 2 ; $ $ $ ) 22$, ; 2 $ $ & :

23 ) = :: $ ; = $$ $ ' ( 3= & 5"".6=$ B 5 X 6& CI $ ) $ B 8 ; C. U5 U6-5 3$ B$ ; ':F 2$ 2C & $ & & 5&61$ &$ $ $ 2 2 $; 2 2 & / $ G ) ) 2; ) 2; ; ) 2 & ) ) 2 $ 3-2; 2 ) 5;$ $ 6O - O - 5 ; )$ $ 6 $ $$ ; $ 8 2 = & 22;&$ 2 3

24 ( 49 > "& )$$ = $ ) 2 & 3 $$ ;62 2 ; & $, ; 2; 2$ 2 $$ O = 2 & 2G2& 3& 2 2$ && 2 = $ 2 $ ; $$ 2 M'5 &= $ 6& 2 G2 8 2 $ $ ; $ 7 2 $ &$2) & ; 2 $$ & 2 2 2& ) $$ 5 $ ; 6 ; & 2&$ & ) ) G 2 ; $$ =

25 2 79 $$!>C$% 2 &89!>C$% 2 2& ; )$$ & ) $ // C *J J2 & * $$ $ $ 7 ; 8 J J 5 2!62 ) &$ $ 2 &&9 C 2 &,9 C 2 &/9 C &J&J5 %2 ' ;2 ) ; 2 &09 C C$!)$ % 2 &19 CC$!)$ % 2 &39 CC$ $!)$ %!

26 & ; 3 - $ $ & ) O - ) & $& $ $ O - ) & 2$$ 5 $$6O - $ & O - $ 2 $ & +) ; $ )$$ $ ) ( 69$> C $ ( +' & ( ( & 5 6 & 5 6 " & * $$ $$ 5 H < 6 $$ H 5 2 &2 26 $$ & ) 5 /62 ) & $& 4G & ) ) &2&=) 2 $$ & $&. =$ 8CC $ 2$ & $2&G $$ 1 & $$ & & ; $ %

27 2 &4? > 2 &6?$ $$ +,2 & ) 2 & ; 2& $ "G G & +, *$ & & 9 :2 & 28 2 &79 CC$ 2,89 CC$ & 2 & $ 2 ;& // '

28 :::B ); C! ::/2, * E 09': 7 ) B*C;) D) $$ 2 &? $ 2,&9> 2,,9 C$ C & $ 8 ) 2 ; ; 2 & $ ; B ) C2 ) S ; & ; ) 2) & ; 8 ) "G; 3 ) 5. ' 6; ) G /:</'T G $ & 2 && 2 3$ 2 $ ) ) & & %:F $ & 2 $ ) & 2 = ; 2 $& 3 ; D $2 & $$ I G 2& = $$ 2 $$2 4& & ; G $ 2 & )$$ 3 ; (5) TI: in inglese Threshold Increment, (Indice di abbagliamento debilitante) definito come l incremento percentuale della luminanza che occorre attribuire alla carreggiata per rendere visibile un ostacolo in condizioni di soglia di visibilità, quando nel campo visivo siano presenti sorgenti di luce. Il valore massimo del parametro TI è prescritto dalle norme: ad esempio, per l illuminazione stradale la norma UNI limita il TI al 10% o al 15% a seconda del tipo di strada. -

29 /0 8 & G $$ ) & O) 83 -? &> < 2& O - $$ E $? ; 2 $ O$;2= & $2; O - $$$! & $ %?$; 2 $ ) & ) 2 2$ $$ ) O - $>? 2 5 :!: 6 G & ) >2 2 2 & $ & $ ) & & $ 3 ' 20Y :Y!: $ ) 7 2 & $O & $ 2 $$& ; $ $ $;J J & ) 2$$$ 3 &2; 2 $ 2 $$ ; & &8& & 7 &! %<9 & & 2,/?C C$ /

30 2 2 2,0?,3? $ $ $ 2 2 $,6?,1?,4? 2 0 $,7?

31 /1 *' ' 08$& &$ $ 8 & 8 3$2 K I : 0O & < & $ 2 $ $ & 2 G& K 2 & 2 ; 3 - E 7 +7 %:<3, - E 7 +7 %:<'3 * K $3 2 2 K K 2 ; 2 & H & $ - & - - 2$ 3 < O < $ & & $ G 2; K $ 2 & K 2 K ' 23 6 R:' 6 > ; R% 7 &22$!< E 7 +7 %:$ & $ $$ $ K & 7 K K 2 &? 2$$ K 2& $& K& + $ 9

32 $ E <<% ; $ $ & $$ $ 2 & 2 &$& 2 $!!' C $J) &0,886 Z=!: 2 /8?+!")"$ & ) & & 5 62; 5 (6 5 "62 $ ( 79$ (G ' ( +' * $ $. $.+ 4 [ [ [ [ [ [ < [ < 1 [ < < < [ < " [ [ < [ [ [ " < [ < I < [ <!:

33 (G ' ( +' * $ $. $ [ [ [ 7.E 7 **47 +.+LL+E 4.+ L [ < [ L N1 [ [ < [ [ [ * < [ < 1 2 E7+7%:, -,! ,. ) [ [ [ ** 4 +""M4 * [ [ 7 2 $ 2 2 G = ; 2 &)2 ; & $ ; &2 $ E7+7%: & 5 :2!$ %2'6 &8) &) = 8 &2 ) &= & & 2 & ) ) &=8 2= 2 ; 8 2G =) O & $ & 2 & O ) & $ & 5= = 6 = 2; = $ 2 & $ 2& O ; 8 2 ; ) $&, $$ 2 ; $ 2 ; 2 ) - 7.E 3 = 2 &5= ) 6!

34 - 7** $ 2 $5 6; $ = < /3 )$$$ $ & H & 52261$ 2 ; $ ) 8!"*"$ +, &! "3 2 /&?($$ - ) *'2 < 6!R\. = 8 2; G ]&5R & &R $$ 5 & 6< 6R\ O - I*'' 6R\ 2 $ O -.2 6R\ ) 2 $$& $$; G < 6O - (' $6R\) &)!

35 $ $I $2=; ) 2 ) B <$C!"*" =8& &) & ) )2D $ $ ) & $ ) ; & 2 )2 & ) ) 2G ) )" G & $$2 &;!::!$ * & $!::= H$ ) * =!::= 2 $ " 2'::2= BC & 2 /,? (. 2= 5 6 $$$ K 7.$ 2 $ 2= $ 2 //? H [ K2. =; &?& 2 /0? < ^ +) $!!

36 2 /1? 7 3 <*) & _ `!= <*K & _\!2=!"*"! 7 56 ; 2$!H%) 7 $ 2 & I ; 8 &=$ ) *5 6 K K2 & H! 2 /3?)$$$ $ 5 `0:T6 5R 6 2 /4?)$$$ $ 5R 6!"*"-., && K K $ 7 K ) $ =$$2 &; = +) $ 7 2 2GK ; & 2 $2 G +) $ & K 5; 6 2 /6? $$$$ $$!%

37 2 /7? $$$$ /4 $, K 2D 7 K &K K = K K O = $ 7 = 3 - K2 & O - " & O - * O - + K8 O - + K 2; =2 & O - &O - + $ $ &!"/"$. J&J K ; 5!<'6 = 2; $= 2 & $$ $ 2 2 & ; 2 K 2 K 7 2 $ = $ &!"/" 7 2 2K $= ; $&?G ; 7 $ $2 *G & 23 -,K 2 &O!'

38 - K ;K $ 2 & E 2 K 2= ; 2 ; = 8$K /6 7 K 2 *K & ; & 2 $ & K " 2* ;= 2 = $ & 2 2 $2 &; 2 2=$ I $ K K &2 2 & 2 2= *2; ; & 2 2 $ K &$ & 2 8 & $; 2 GK 2; & < 2 & & 7 $!"0"$ B> I = 8 7 2!$ 8 $ 5;$6K K & &= ;$5 %:6!-

39 2 089 B> 7 2 ; & K+2K $ " 2 2 O & ; 2 ;$ K " 2; G ; K "=; ; 2 K C $$ $ +) $$ 2 ; 2 $&$,!$ 8 K K & K $ 5 %6 &; K & = I K K " 2; G K =; 2 0&9 C!/

40 > $ $ &; = 8 $ 2!$ 82$ & K $ $ K K & ; 2 7K ; K " &$ = 7 "+2 K ; 7 "+ I 2 $ 7"+2 & /H::: $$ ); 2 0, $ K 2 K 2 K K & * & = $ ; G $$ K+ 7 K K K " K ; K+ 2$ 2 ; ; K!0

41 2 0/9 $$ $ /H:: K & ;!"0" 7 2 & &&$$ 2 = & 2K ; * & & & 2 5" <" 6 2 * $ K $ I C $$ $ ; 2 $&$ " 2 2! $ 8 2 K K & K $ 5 %6 I K K " 2; G K =; $ $$$ &; = 8&2; K K & 2 5 %%6 7 K ; K "!9

42 &$ = 7 "+2 7 "+ K ; $ $$$ $$ $ K K & 5 %' $$ $ 7 K K K " 22 K ; K+ 2$ 2 ; ; K $ 4 & & "2 = * %:

43 0 '(( 1 $ & " $$ $ 3 a$ - a >> a5 $ " a- 0& 5> > $ > $ $ & $ $ 2 &2 -: E = 3 ) & G 2 -?$ a %:F ':F5 %-6 a 5 & 6 >? B >>L a :F!'F" 2 5 %/6 a & $ ) 5. :62 & & $$$$ C? $ > /8M a & $5 %06 $ $& & 5 %96 a ) a / 3? $ a & $ ; = & 6 Sono ovviamente fatti salvi i miglioramenti tecnologici, che possono motivare per obsolescenza il rifacimento di un impianto ancora funzionante. 7 Vetri bianco latte che coprono le lampade inibendo eccessivamente la luce. %

44 $?> a +) 8 2 $ 5. 6E ::/* 8':F I = )?$$ CN a, )3) & $$ $ 5 ': & 2 039$ - $! E % %

45 2 049>>$$ $ ( &89) " $ ) NNNN 2 NN 2 $5 6 NNN 2 NNN b N b 2 069> $ %!

46 2 189* $$ 0, $?6> 7. 0 $ & $ 2 $ ( &&9> $ $$" $$ C > a = c a* 3 c as 3 ) K 6 a $ a $ O 5; 6 a a 8$$ a %%

47 $ ) a $$ a) a 1 ) 5$ 2 3 :::: 30X&H 8:::: 3X&H 8!:::: 30X&H a " $ ) $ a$ 2= %92 $ 2 $ ) & $ & 7 ' ) *G &G 'F $ ''F 2 1&9 %'

48 ) 8 ) ) $ ) ; 7 '= 2; $$ ; 7 '!= 2 1, 9 $ $ 2 1/ 9* $ $ %-

49 1 ') +'' *' * ' +'22'( )*+') ' $ & 2& * &$ O - $O - $O - O - $ O - $ 3 - ) $$ 5 = & G & 6 $$ 5 & $$ & $> a) "& $ $ 2 $ ) 2 $$ 2) 2$ b) $ 2&? c) ; )? $ ) ) ) ; ; = 1, $C )""$ + a) * 8$$ 2 & * ) G ) &?$ $$ b) " ) $ 8 ; & 5 '%6 c) S 2 2)$ $ )"" 1 a) ) )) b) &) ) 2 $$ ) %/

50 2 10?$ $C $ 0 0 )""! ( 4 ) & & ) & & 2 )5 ''6 2 11?$ C $C 1/ $$ )"!"$ % a) $ 2= & $$$$ b) = 3 - & 2 2 % 5 H 62 & ) ) - ) & 5 6 c) G ) $ ) d) ) $ 58$$ 6 $ G $ %:: %0

51 10 > )"-"$ 2 3 $ $ " 2 " 28 & )"-". "H5 6 &$ 3 a) $ 2 O b) G ; O c) & ) $ < $; ) ) 2 )2= & )) +) & ) 2 & $) 2 & * 2 ; 2 2 & ) 2 ; & 2 2 $ ) & $ $ 3 - "$O - "$O - 4 & O - E $$ O - HO - O - " )"-"! 4, $ ) &? & $ 2 ; & $ & %9

52 3 ') +' (( +') '()* ' +'(' 2 &; 2 = 2$ =$$ 3& $$ $ & $ ) $ 2 & $ $ = &) 2 & O $2O - $ ) ) ; O - O - 3; &2 &2&O - $ 3 $ $ $ 5 2$262 ; $ $O - 3 & ) $ 2 $ 2 ) 2 2 ) O - 2 $ = $2 3 - $ O - $2 $$ O - ) 2 & $ ) ; = &; =O - ) 2 &2 O - ) $ ) O - ) O - $ O - ) & $2 &3 - O - & O - O - ) O - 7 '- ':

53 2 13?B$ 3, $ $ $ $ E $<$$5$"+6& K O K K 2$K K 5; 6 & 2 O! &$ E % 7 4 $$ $ K 8 &K 2&& $ & K 2; 8 ; $ $$ K ' 7 2 &2= 2 $ E K ) $ $ 5 '/6 2 14? '

54 - 7 K 2 JJ&2 & &2 * && &K J J2 5 <= 6 "G2 K; 2 8 K *2 2& 2;& J$$$JO / 7 > = ) =; &?$ $ = 2= 7 2$& 2 K 0 I =& = 2= $ ; & 9 KK K $$ : 7 ; ; $$ I= K K + $ K =& 5 65 ' ? 3/ > 7 K = 2; 2 $ '

55 30 K I ; $$ $ &! 7K $ %.$$$ ; 7 ; +K K K K ; $ E K K 2&? 5d 26 ; 2! ) $ 2 2 & 2 2 &; 7 '9= & 2 17? $ $ 31 7 K $2 = ) $ & K 7 G$ '!

56 4 '(5'() '*('+' 4& $$ $ $$ ; $$ 2= 2 8 $$ * G $ '<!:F ) 2 2$ ; & & $ %:F2 $ 7 82 )= $$ 2 8 $$ $$!9:2 :: 2 /0: "; 2 )+ 0 ) : ) 4, - - ::H9'H"+2,'H::'2 2 T ::-) & && $ 5((6 $ 5(,+6 ;, $= ; ' 4/ $$ O $ 1 & O& & ;) 3 $? $? C $? $ $ & 5 67 = $) > $ $ C? 2 22 $ '%

57 40 $$ $ I 2 $2&& & 2& $ 2=& & ;$ $ 2 ) ) ) 41 >$$ $ E $ 2; E 7 %0) ; 2$ 2 $ $ $$ ; $ ) & & 2 $ $ ) 5 2 $ 2 P6 $ 5$ 6 ) ; & & 2 & 2 $ 2 $!:F) 2& 2)= & > 2 $$2 $ & /")"$ ) $ $ $ 2; 5$ $$ 62 2$ ) 2G!:F $ ) = $ & )& 2 2 ; $ 2 2 $ ''

58 43 $ C & & $2$$ $ P 6 * $2 & $ 2 &2 & ) $ P 6 & & ; = &2 $ 2 $ 2 )=2 ); 8 &= & $ $ ) & $ $2 5 ) 2) 2) 2 $ 26 E ) &= & 2 $ E $ &) & *$& $ O; = ) & /"*"$ & $$ 2 $$ 22 I ) & $ + & 2 E 1O O $ $ =&O &O ); O O $ ;) "+2" )+ 2 $ & ) 3 - &<$$2$ & - &<<$$O - && '-

59 6 (* '(2' '+. $ )$$ 2 = ; K 6 $$ +*"42+e* "4 e..= 9!H/-H"++2 ::-H!H"++ ) )$$ + + E $ = ;, HH::- *+; $ &$ 5 6 6& +*"422 )$$ )$$ 2 $ &2; - H2 - ; $ 2 & B C & $ 2 $$ $. $ 2=+*"45" *+6. &$$ K 2&? & $ "G$ K ; 5'<:6 + +*"4& 2 & 2$ ) " $ ) 2 2 $ 50<:<' 6 " G$ ) ; +*" ) 5VVV 62 O$ 2 &4 ) E$ " )$$ $$2 2)$$ 2) * &2 2 *( " 2 2& 2 '/

60 $ 2 ) G 5 6 & & 6, /%/0::0, * *,* E *2& 3 - J K$$ JO - ** * +*::/<:! $ $ H H 2" K /H::: I $ $ & K$$ K = K K $ K K; $$ 6/ >. C B.$$ + C2B"$ ( &C2=, :/::% 0 O)2 2 ) $$ 2 ) ; "$ ( & $ $$. G B $$ C ) ) 5$[9]6 "$ 2; 2 & ) 3 *& /3 2% ' % *& 03) % 0 2 %, )! ::02;& /X2; )0F) 2 /: fh "$ ( & 9) $ ; $ 2&G &$ & 8B C 2$ 2 ; $ $$ 2, 2 2+*"42 & 2 3 $$ 2 $ 2 8 Pubblicati sulla G.U. n. 205 del ; si veda anche il Decreto revisione e aggiornamento del 21 dicembre 2007, G.U. n. 300 del '0

61 $ && $ $$ '9

62 7 ' 2'( 2 (5' '(5'(* '( ; =;$$$ 2 $$2& 3 - O - O - & O - >) 7 2 D ; ; $ H$ 7& $ $ ) =, ; 2 & 3 <; & 2 )0<:F$ 3) =$ $ $ 8(9O < $ $ ':F2 3 2 &$$$ 2 $$&? $$ 5; & 2 &2 G$ $$&? $ 2 2 ) 2 ; E $ G$ $ & ; ; $$ & 2 $$ $ 2 $$ ; & $ &? & * $ 2 $ 2 & ; ) 2 ; & E $ 2 2G 2 $ G2 & 2; ) (9 2; & 22 ) & $$ &22 ) * ) 2 ; 2 & 2 $ $$ 2; -:

63 7, $ ) ; $ 2 ) ; 8$ )$$ 5; = & $ 62 = 8 &$$ $ 8 =2$ 2; 8$ 8 & $$ $ ; 2 E $ 2 5; 62=; ) & ) $ 2 & $ )$$ ) *2$ 2&) $ & ; E7%0 ; H 2 G& 2 ) $2 G $& ;. 8 $$2 $2& ) ; $ ) ( &,?$$$$ O>>9 >$$ $, +"E 4 *4,4,EL L 5F6 1 L47+ E**4E 7 4*4 F 0: ':!:5<!/2'F6 N:F 0: /: :5<2'F6 N-'F ' /: ''5<%%F6 <F ' :: '5<:F6 N-:F ': :: ':5<-:F6 <%F ': ': ::5<%:F6 N!F, +"E 4 4,E "4*44*,EL L 1 L47+ E**4E 7 4*4 F 0: %'!'5<%%F6 NF ' -: -'5<'F6 N!F ': %: :5<%%F6 N-F -

64 *G & 'G /:2 %%F$)F2 ::2 :F $ -:F 7 2 -:2 $'F $!F 2 = 3= $ 2 & ) & ); = ; $ = 8(9 )2 $ ) 2.2 "+ 5" ) R,N" & NN" H5(QM6R 2 2fH&23 AO A " & R+QHM 1 M 1 R $$ " R" & N" &g " & R5" *4*. " &g R" *4*. HM " *4*. R R:2>5,N" & 7 &8(9* = 3 3 * 6>MA R MR A 7/ $ C " 2 $ 2 & )$$ ) G $$ & 2,82 $ &G ; 3 D =$$ ; 5 9 Non si tratta certamente di una scelta ottimale per la massimizzazione dell efficienza, ma può essere presa in considerazione quando l impianto preesistente non soddisfa i requisiti di illuminamento prescritti. -

65 $62 & $ ; >< ) +);$ $; & & & $$ ; 2 $2 & 2 ; $ 8 & G $ $$ 2 8 ) & 8 )2 &? 5 H H & 6 $ 2G $$ $ ;&O;&. 2 $ 2;=$$ ) && ;)7 G2 &? 2= $ ) && 7 ) & 2 2 && O$ )= 2 ; ) &, ) $ & ) & 5 62 $$ & & 8 70 S & $ 2 5 & 2 2 H 62 2$ $$ $$* & $ 2 ) 2 G $ ) & &) G 8 $$ ; 2 5 & ) & ; 6 $ 8 2 " " 2 G & & ) ; = ) 2 $& 5 "4 62& -!

66 &8 ()'(5'( &8& $ $$ 2 : 2 2 & & ) & H $ 1?&2 2=$$ B$ C 2 ; )BC = $$ $ ); ; $5"$"$ ( ' %:: H 2 -%/X&H 2 $$ :2'-fHX& =::29fH -:::2 % 5-:::H%::R!20 6= <!/2!f5/f 6 $ 2 &) & 23 /:2-92'fH 3 $ $ )F %%F2!-X&H '-2'fH O ::20:20fH 3 $ -:F :F2='/ X&H 0:2/fH O -:2':2fH 3$!F 'F2!:'X&H %/2- fh 10 La sostituzione delle lampade è solo in apparenza un intervento semplice, in quanto anche un azione di tale genere richiede comunque la conformità dell impianto rispetto a quanto previsto dalla normativa UNI Si aggiunga anche il fatto che la sostituzione molto probabilmente avviene su un apparecchio obsoleto, di cui non si conosce il comportamento fotometrico per poter fare delle verifiche illuminotecniche relative alla sostituzione e dotato di un efficienza sicuramente deprezzata al causa dell usura del riflettore in ambiente inquinato come quello urbano. Inoltre, sono quasi sempre necessari importanti interventi anche a livello di ausiliari elettrici (accenditore e reattore). Anche se la nuova attrezzatura non presenta un costo importante, richiede una consistente spesa a livello di istallazione: si opera infatti ad altezze di vari metri da terra (mediamente tra i 7 e i 10 m) e, oltre al costo della manodopera, si deve includere quello dell attrezzatura per effettuare l intervento. Nel caso in cui la lampada si trovi all interno di un corpo illuminante ormai obsoleto, l intervento viene a costare più dell apparecchio stesso, senza considerare che si rischia di agire, e di investire, su un apparecchiatura il cui rendimento è ormai minimo, sia a causa del deterioramento dei materiali che la costituiscono, sia perché realizzata decine di anni fa e quindi con prestazioni ormai ben superate dalle potenzialità offerte dalla attuale tecnologia. 11 Il dato comprende oltre ai consumi veri e propri della lampada anche una stima dell assorbimento degli ausiliari e delle perdite nei circuiti di alimentazione. 12 Dati medi del primo trimestre 2009 pubblicati dall Acquirente Unico, comprensivi di imposta erariale (0,31 cent/kwh) e di I.V.A (20%). -%

67 2) ; 2 &; 5 6.! 2 2 ( &/?$$ A A M'!/2! -%/ ::29 * /: -92'!- '-2' * :: 0:20 '/ 0:2/ -: ':2!:' %/2-56 ;. %2 $$$ ( &0?$> $$ A * /:!2 <0%2- %%2% :2/ * :: %!2- <92% :2 2 -: 29 <!%29 '!2! %2: " G 2 ) /:2 2 ) 2 ) " 2 G $ 5<F62; & $$ ; = ; G 5::62 ; ) 2 ) 2; G & % 2 = 8% +) D &; ; 2 & $ ) = & ; ) 2 & ) $ )$$ -'

68 $5"$" 1 & 8 2 $ &/'= -' ':3 * ':! H ; ) 5$6%:F % $$5'::H %::H 6O * & 2 :: ' 2 2 ; ) & 2 O " 2 & $ ; $ 2 $ $ ':O. ' ) 3 ( " A M': %9/2' 0%:0%2:!/2 * ': '0020!!!9!2% ':92% &* :: :9:2%!!-!!2- '%-20 &* :: 009:2% -2!%/29 * $ $ $ ( &3?$> A * ': /92! <':-9:2- /9:/2/ 2- * :: & //929 <':%':2% /0/:2! 2! 13 Riduzione della potenza assorbita di circa il 40% e aumento del flusso luminoso del 23%. 14 Trattandosi di un impianto esistente, con linee che potrebbero avere problemi di caduta di tensione, onde evitare spegnimenti e malfunzionamenti si preferisce non sfruttare le piene potenzialità del regolatore, il quale consente riduzioni di potenza fino al 50%. 15 Riduzione del flusso luminoso del 24%. --

69 * ::2 & -!929 < %%2 2/ * & & 3 8 = 2 2 & $ ) $ & 1 & $$2 & 8 +)$ $ ) & 2; & ): &8, I $ 2 5 &2 2 H 62 $ $$ $$ * & 2 $ 2 ) 2G $ ) & &) G 8$$ ; <25 & ) & ; 6 $ 2 2 ; = 2 & $ & * $ >< ) 2 ; 3 ::2 & 2 $ O " 2 & $O -: 2 ) O " 2 & <. / < 3 -/

70 ( &4?$$ " 7 * :: %0/92-!:%-2% %0%!2 2-% '/!92- :'%920!:'20 2! 7 -: -9!2 9%0%2%!:!92-29! < /'!/-2% '!20!/-2 29:, $$ &. /. '2 ) $2= $ <2$ 9F $ $2& 7 ). / &3 $ ) ; & = ) * :: $2; G D & 2 < 2 2 & $ 2 2 &; 2 &$ ) O & $ &4 ) 16 Comprensivi di tutti gli oneri di impianto ed esercizio riferiti al tempo di funzionamento, in prima approssimazione si sono trascurati per semplicità i costi di capitale. 17 Derivanti ad esempio dall ammissibilità al meccanismo dei Certificati Bianchi. -0

71 && '*', $ & ) 2 2 & $$ 2& 2 & $. "&2 2& & 2 &?$ $ " < & H 2 &? $ ; & ) ) 3 2 ) = $$ O ) 2 = & ; E 7 %03::/2 2 $ & & 4 $ $$2$ &2 $ & K 2 &2 K 7 $ 2& & ; 3 2 2< & &. 2 2 ) ) 2 & $ $$ $$2 &? $ & BC ) ; = " 2 ; 2 $ 2 ; 28 ) & $$ 2 & 2 $; 2&) 8 & 7 $ & 2 $ ) 2 & 7 $ = $ 2 &2 & -9

72 7 $ 2 )2 $ " ) ) 2= B e X C 5 )6 8 & $ $$ &2 2 ; * &; 2$ ) $ ) 2$ ) 2 $ $ 3 ; 2 2) 2 2 $ +) 2$2& $ 2 2& ) & 8 ) $ 2 ; & /:

73 &, 2 B * 2. 2 B ) C E C<+*+ "+*"+" $ :''%: % + ; ( $ $ h,* 7 4 < < H $ 4 : % ' % := 6. 2 %<* $$ O & " 5(*630 ) B0> ''%) %1C &/ (. 2 [9] V V V <,< ) [10] V V V < **< 7 [11] V V V < 9 $K [12] VVV < " i+ H " [13] V V V <4* M [14] V V V &&& [15] V V V <,* 7 4 [16] V V V 12+ [17] V V V <* $ [18] V V V < [19] V V V 2 $ [20] V V V <*+ [21] V V V HH<+*2+ [22] V V V $ < 7 *+ [23] V V V H4 *E H+ [24] V V V < )+ [25] V V V <&H<.M++E M.4 + e&+ " [26] V V V $< <+< K K+ /

74 [27] V V V H< ) /

75 &0 ') 9 '()* ' (' &0&, $ $ $ = 2 $ &) &!0: 5062 /0: 596 2&) ; =I &&2; 2) 2= 3 >B 7= ) C K 8 +) - H & 3 & =2; $ = 2 ) 3 ) = ; ) & ) & * 3 k &3 &&O k$&3 "+5" K+ 6& 2 & & $& I 3 ( &6? C " $ " C "> C $l V 56 + V H >5H 6 V H >5H 6Q m V H 56 V H H 56=) ) 18 Il nanometro (simbolo nm) è un'unità di misura di lunghezza, corrispondente a 10-9 metri (cioè un milionesimo di millimetro, equivalente ad un miliardesimo di metro) 19 Per esprimere le lunghezze d onda della luce visibile dall occhio umano in particolare sono indistintamente utilizzate tre unità di misura: i micron, i nano millimetri e gli Armgstron. 1 Micron = 1000 Nano Millimetri = Armgstron /!

76 &0, > $ )& = ) $ 2 && $ 5&=)$ 6 )&= & ) '''5 < 62 5!0:</0:6 & ) $ 2; G 22 2 = )$ 5 &) 67 -:= $ ; ) 5 6O ; )& & < ; $ )& = 2 BC2 2 B C2 ) &) 2 38? $"-C &0/ -C )& & ) 79! " K 5"+<" i+ 6& $ & B&C $ &?$"KC C K!% /%

77 7 $ - = & ) 5W6O $$15W6 :< I $& & ) ''' $ 5" 6':/; 5" (6 &00 5$" 15W6 ; $ ; = &) )& & ) 2 & E ; & ) & 2 1R15W [ 6I & & ) WR ''' *$>>$"3 &01 > C $ ) $ &; $ $& ; ; )&"+, 2 5$2 2 " 6 ; & ) 5 6 $ $ &2 & $ ) & $) ; X"G & $$ $-")"$ A 2$$ $5l6= &$ ; ) 2 ) 2 & ) = 562 & = $ $ ) 56 $ $ 56 &?$$ ; ) 5 H6 /'

78 2 3,?2$$ $ $$ $> ); $= ; ; X )5 65 -!6 2 3/?- >$$ $ $= )& +G & 2= & ) ) l?<5b60 I$ 2; ) &$ 2 & 2 & *C5B6= $ & ) 2$ & ) = 3 " $ $ $ 8 2 & ; 5 7 /H:::2-2 7 /H--2 '<"6 /-

79 D''% E ) $ = $$ I $ 2; $ V O 2 V 562 ; )>> $ 5η6= $5Φ $ = H ηpφh ; $ = & G $ ) 7. 9 $&)$$ ( &7?$ >$$>> () ) ('+ 2* 22'+ E;!:: '::: / $ ' -!:: ': +,5::06 -': '% $ % 0:: /' $ 5 6!-!!': 9! ::: 0:::: 9: 5 6 %:: %0::: : 9:!':: ': )$$ ;; O=)$$ = $, )$$ & 3 < = <H5 6 < %:-:H < -:<::H < /:<':H < ::<0:H " 2 8$$; 2 ; 2; ; $ ; & )$$ & +,2& $ 2 $$ 3 //

80 < +,5 ::06':/:H < +,5 6 :<%:H ) ) ) 2 & =; $ $$ 2=& $ 2E + ; &= 5$6 5 m6 *$ 56 5, 4 2 $ ) $n& 4 2) ) ) = ?$" $ ) = & $ ) = ; 8 $ ) = ; ) ; X2 5 -'6 2 31?- K$" $ $-")" ' = G8 2$ $$2 $ ; 3 O /0

81 . 2 ) 5 : 2 6; $ $ ; $ $ $ ) 2 2 $, ; 2 $ $ & ) =::$ ; =$$ $ (,8?5 $ $ :<' %'.$JV V&J ''</!.$JV&J -'<0- +,5::-6 0: 0'<9! :: :: U5U6 56 2= 22 $ 56,& &!:::U2$ &2 ; 2 * & = ; & K $ K & 2 3,!:::!'::U3, %::: ':::U3, '':: /:::X3 $ $ ) 2; 2 20 Al posto di Ra molte volte è utilizzata la sigla CRI (Colour Rendering Index) per esprimere in che modo una sorgente è in grado di riprodurre il colore di un oggetto. 21 La temperatura assoluta è basata sul Kelvin. La temperatura del ghiaccio (valore di 273,2 K) corrisponde a 0 gradi centigradi (0 C). /9

82 7 (,&? " 56 [.$J e&j +, & $ $ $ K 6.$JV&J D FG G 4F ::.$JV V&J :: %: $ $ $-")"! ( DQRF <:::: -':: -%:: -!:: '9:: '-:: '%:: ':: '::: %!:: %:::!'::!%::!':!::: 9': 0/: ':: :: ::: 0':<9:: /:: 2 ) ; & $ +) $ $) $ ) ) =A& H; >= B C ) 3= & $); = ; ) ; & $ ) 0:

83 2 33?- K, $ & 3 - $ $ ; $ $ $;H%O - ) $ = ; ) 3 R>$S,3 - +R) $2 - +R 2 - ar ) $ 7 > (,,? 2" " " * + E$$ %% DAF ::::: :::: %<: '<!: :2< ::<:: ::<!:::!::<::: +) 5 6 ) *$ 56 ) 5 m 6 $D ) 0

84 P T H5 >$T6,3 <=) 2 < =) 2 < m = ) ) $ 2 34? H ); = ; ) ; & $ ) 2 36?K 7 H; (,/?5 DE, F * ->: 9 * ->: - " 0::: " :::. 0::!2>: % " '::: 7"-:& '>: - 0 %::: d/: 2'>: / 0

85 7-9= ) 5 6 ; $ 2 &? $ & ) $ 2 37? $! % $!$> % &03 > $-"*"$, % = $ $ Φ ) "G 2 $ 2G2 2.(! E B%O =$ $ ) 5;6 $ $-"*", % *$542&4 6 $5Φ 6 K &$ 5Φ 6 Φ LOR = em Φ tot + = ; & ) & I G & $-"*"! * $ $ m 5 lhn6; ) 0!

86 * $ $ > maa; )$ $= $-"*"- "B1 C$B$ ; ':F 2 $ 2C & $ & & 5&61 $ &$ $ $ 2 2 $; 2 2 & $-"*") ( * $ o p ; &2 $$ $ 2 2 $ 2 2 $ ; $-"*"* 5$ &$ H O I 3 $$ ; O $ $ ; &O! $> ; 5$> &3 1!H $ & 2 ; $ = 5$ $ " $ & & :2:H!H 5$$ &3 1 $ :2: H 2 ; $& = OK = 0%

87 &1 ').:2 '(' (5 ') +' &1& ( H F!. )F 5E @-A 0 > 1H F> % %!.)F 1H F %. )F (( / 00F %% % & ''F*) ++$ & 1 ), 1 + FI %.D J % = J%'4% 4 F / 00! ' % 4 %" &1, > < > + +! % ><JI>+! % " > 3 > % +! % := > 3 > > ' % >0>% %% := >0 > % / '% % * % % J= >>+/ %! + / %:= > $ > % E +(+%+ % : > ; > (( 2= % % E ' % % 4" 0'

88 @-A >%>F! %% J= (/ > / 4 > / := >. > F! J= % J JE' >D> %! %J= >& > '! % := >&>>+ > %> H!%":= "( 0 > I %% > / I>K5 / J= >) ::'2 %2 B! = %% %J= % > 0 > L! / J= > >/ +!! >A <%$ D$ $ D>D$ 25! ID1+! / J= % >) > + % '% >) % $ > (+ + E 4 : % % := *>+,A% D D 0 3 %. 0 ' $ :% ( 2%% % % := 0 I > = " 0-

89 @!A 0 I ;% 0 : %%'" &1/ I2 2 >%: % I2 2 $ 0>. : % 0 % HH >' 4 ' ' %1(H $ : % "* %.2D %HHF$ 44' %H 34' &! 2H >= >.D!3>(H 2 %*>4,)% 5 >/ ID! (H 2 %(>= 5 >/ ID! (H 2 5 >/ I D! (H 2 % / % % '4"* 4.2D 0 % H >' 4 5 >/ I&! 2H+F2 %()% 4F* %&! 2.D! &! 2 H 2 % >= % :' &! 2H 2 &! 2D! HF2 &! 2D! 1(HF2 %022H0%I4 : %4: % % F 0/

90 @'A!.D21+HF2 % 1 H <)% + FI % ( 2 % F2.D2 1H2 %DF3! D/ + 00

91 09

92 9:

Illuminotecnica. Introduzione al calcolo illuminotecnico

Illuminotecnica. Introduzione al calcolo illuminotecnico Illuminotecnica Introduzione al calcolo illuminotecnico 1 Illuminotecnica La radiazione luminosa Con il termine luce si intende l insieme delle onde elettromagnetiche percepibili dall occhio umano. Le

Dettagli

Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose.

Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose. Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose. 2.1 Spettro di emissione Lo spettro di emissione di

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Comune di Scandicci. Viabilità area CDR Data: 24-09-2008

Comune di Scandicci. Viabilità area CDR Data: 24-09-2008 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: 4-09-008 Descrizione: Larghezza carreggiata mt. 8,0 Arretramento punto luce mt. 1,5 Altezza punto luce mt. 10,0 Interasse mt. 4,0 - disposizione unilaterale Apparecchio

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@?"?$3J I?@?@?@'@J I")&?@%@?J I?"!@?"!"J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@??$3J I?@?@?@'@J I)&?@%@?J I?!@?!J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO CAMPIONE DELL URSS Alla fine di novembre del 1956 cominciò a Tbilisi la semifinale del 24 campionato dell Urss. Tal vi prese parte. Aspiravano al diritto di giocare il torneo di campionato, tra gli altri,

Dettagli

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa Trasmissione del suono attraverso una parete Prof. ng. Cesare offa W t W i scoltatore W r orgente W a La frazione di energia trasmessa dalla parete è data dal fattore di trasmissione t=w t /W i. Più spesso

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA Allegato A alla deliberazione ARG/elt 99/08 valido per le richieste di connessione presentate a partire dall 1 gennaio 2011 - Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/elt 79/08, ARG/elt

Dettagli

Joomla! Import/Export Virtuemart

Joomla! Import/Export Virtuemart Joomla! Import/Export Virtuemart Queste funzionalità permettono di importare anagrafiche e prodotti all interno del componente Virtuemart 2.0.x, installato su un sito Joomla! 2.5 e di esportare da esso

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

Efficienza, comfort, e semplicità

Efficienza, comfort, e semplicità UM UM Efficienza, comfort, e semplicità La gamma UM offre diffusori con tecnologia MesoOptics. I vantaggi di questa tecnologia (altissima efficienza e distribuzione grandangolare della luce) uniti ad un

Dettagli

Vedere ciò che non si vede

Vedere ciò che non si vede Vedere ciò che non si vede LA LUCE UV È INVISIBILE Tuttavia essa influenza l aspetto finale dei prodotti stampati. Pertanto è importante conoscere le condizioni di visualizzazione in cui sono destinati

Dettagli

Illuminazione Intelligente. Philips CitySpirit

Illuminazione Intelligente. Philips CitySpirit Illuminazione Intelligente Philips Apparecchi per Arredo Urbano Introduzione, illuminazione intelligente Il mondo cambia: le tecnologie ormai sorpassate con eccessivo impatto ambientale sono sostituite

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

LABORATORIO DI COSTRUZIONI

LABORATORIO DI COSTRUZIONI La distribuzione spaziale del flusso luminoso L intensità luminosa di una sorgente varia al variare della direzione nello spazio. 25 FEBBRAIO 2011 La scelta di un apparecchio illuminante deve essere effettuata

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA Allegato A alla deliberazione ARG/elt 99/08 - Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/elt 179/08, 205/08, 130/09 e 125/10 TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

Dettagli

grandezze illuminotecniche

grandezze illuminotecniche Grandezze fotometriche Flusso luminoso caratteristica propria delle sorgenti luminose; Lezioni di illuminotecnica grandezze illuminotecniche ntensità luminosa lluminamento Luminanza caratteristica propria

Dettagli

Introduzione all elettronica

Introduzione all elettronica Introduzione all elettronica L elettronica nacque agli inizi del 1900 con l invenzione del primo componente elettronico, il diodo (1904) seguito poi dal triodo (1906) i cosiddetti tubi a vuoto. Questa

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

MIMIK 20 MIMIK 30 MADE IN ITALY

MIMIK 20 MIMIK 30 MADE IN ITALY MIMIK 2 MIMIK 3 MADE IN ITALY MIMIK 2 Serie di apparecchi a parete, per interni ed esterni, costituita da: Corpo in pressofusione di alluminio verniciato Diffusore in vetro piano temperato lavorato e serigrafato

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

APPARECCHIO da TAVOLO o da PAVIMENTO

APPARECCHIO da TAVOLO o da PAVIMENTO APPARECCHI DA TAVOLO E DA PAVIMENTO SERIE: CILINDRO QI 220 Volt Tri APPARECCHIO da TAVOLO o da PAVIMENTO VERSIONI, ACCESSORI e DIMENSIONI CILINDRO.QI 220 Volt Tri Piccolo apparecchio in ottone da porre

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione -

Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione - Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione - Questo documento è un tentativo di raccolta e riorganizzazione dei vari post & thread esistenti sull'argomento SEKA 2, senza la pretesa di essere un trattato esaustivo.

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento

Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento Controllo Elettronico MACROLogic per Dat Air Manuale 201713A01 Emissione 10.99 Sostituisce --.-- Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento 1370 Controllo

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro Prof.ssa Grazia Maria La Torre è il seguente: Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro SORGENTE SISTEMA DISPERSIVO CELLA PORTACAMPIONI RIVELATORE REGISTRATORE LA SORGENTE delle radiazioni elettromagnetiche

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

Manuale sull illuminazione UV www.dohse-terraristik.com

Manuale sull illuminazione UV www.dohse-terraristik.com Manuale sull illuminazione UV La corretta illuminazione dei terrari è importante per il benessere degli animali da terrario e per il successo dell allevamento. In ciò rivestono particolare importanza determinate

Dettagli

Luce di prim ordine e massima flessibilità

Luce di prim ordine e massima flessibilità Comunicato stampa Dornbirn, settembre 2010 Luce di prim ordine e massima flessibilità I magazzini Globus puntano sull illuminazione Zumtobel e risparmiano il 30% di energia B1 I La prima impressione è

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

Le funzioni di una rete (parte 1)

Le funzioni di una rete (parte 1) Marco Listanti Le funzioni di una rete (parte 1) Copertura cellulare e funzioni i di base di una rete mobile Strategia cellulare Lo sviluppo delle comunicazioni mobili è stato per lungo tempo frenato da

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

In un collegamento in parallelo ogni lampadina ha. sorgente di energia (pile) del circuito. i elettrici casalinghi, dove tutti gli utilizzatori sono

In un collegamento in parallelo ogni lampadina ha. sorgente di energia (pile) del circuito. i elettrici casalinghi, dove tutti gli utilizzatori sono I CIRCUITI ELETTRICI di CHIARA FORCELLINI Materiale Usato: 5 lampadine Mammut 4 pile da 1,5 volt (6Volt)+Portabatteria Tester (amperometro e voltmetro) I circuiti in Parallelo In un collegamento in parallelo

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

Calcolo delle linee elettriche a corrente continua

Calcolo delle linee elettriche a corrente continua Calcolo delle linee elettriche a corrente continua Il calcolo elettrico delle linee a corrente continua ha come scopo quello di determinare la sezione di rame della linea stessa e la distanza tra le sottostazioni,

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE.

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. Nello Mastrobuoni, SWL 368/00 (ver. 1, 06/12/2011) Questo strumento è utile per verificare se gli

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente tel. 055.32061 - fax 055.5305615 PEC: arpat.protocollo@postacert.toscana.it p.iva 04686190481 Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente Guida pratica per le informazioni sulle fasce

Dettagli

Impiego Appropriato dei font

Impiego Appropriato dei font Impiego Appropriato dei font Quando si vuol comunicare applicando i principi della grafica bisogna prestare attenzione a un considerevole numero di particolari. Se si individuano i dettegli giusti s ottiene,

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule 1 ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO Ing. Guido Saule Valori delle tensioni nominali di esercizio delle macchine ed impianti elettrici 2 - sistemi di Categoria 0 (zero), chiamati anche a bassissima tensione,

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

SISTEMI DI MISURA ED EQUIVALENZE

SISTEMI DI MISURA ED EQUIVALENZE Corso di laurea: BIOLOGIA Tutor: Floris Marta; Max Artizzu PRECORSI DI MATEMATICA SISTEMI DI MISURA ED EQUIVALENZE Un tappezziere prende le misure di una stanza per acquistare il quantitativo di tappezzeria

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Saldatura ad arco Generalità

Saldatura ad arco Generalità Saldatura ad arco Saldatura ad arco Generalità Marchio CE: il passaporto qualità, conformità, sicurezza degli utenti 2 direttive europee Direttiva 89/336/CEE del 03 maggio 1989 applicabile dall 01/01/96.

Dettagli

Le tabelle in LAT E X

Le tabelle in LAT E X PGL Piccole Guide Linux Le tabelle in LAT E X Luigi Carusillo Prima edizione, 5 febbraio 2004 Seconda revisione, 6 febbraio 2006 P G L PGI Piccole Guide d'informatica e PGL Piccole Guide Linux sono marchi

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

Ecco come funziona un sistema di recinzione!

Ecco come funziona un sistema di recinzione! Ecco come funziona un sistema di recinzione! A) Recinto elettrico B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea

Dettagli

Bravo 10. Telefono con vivavoce e grandi tasti. Manuale d`istruzioni-italiano

Bravo 10. Telefono con vivavoce e grandi tasti. Manuale d`istruzioni-italiano Bravo 10 Telefono con vivavoce e grandi tasti Manuale d`istruzioni-italiano Caratteristiche principali PRESTAZIONI SPECIALI Conversazione in vivavoce Grandi tasti con numeri ben visibili Grande indicatore

Dettagli

Manuale d istruzioni Termometro PCE-TH 5

Manuale d istruzioni Termometro PCE-TH 5 PCE Italia s.r.l. Via Pesciatina 878 / B-Interno 6 55010 LOC. GRAGNANO - CAPANNORI (LUCCA) Italia Telefono: +39 0583 975 114 Fax: +39 0583 974 824 info@pce-italia.it www.pce-instruments.com/italiano Manuale

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura

Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura Valentino Liberali Dipartimento di Tecnologie dell Informazione Università di Milano, 26013 Crema e-mail: liberali@dti.unimi.it http://www.dti.unimi.it/

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Dicembre 2006 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione 1SDC007103G0902 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Indice Introduzione... 2 1 Il riscaldamento nei quadri elettrici 1.1 Generalità...

Dettagli

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO - PRECAUZIONI DI SICUREZZA - LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DELL

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

La luce dà emozione agli acquisti

La luce dà emozione agli acquisti Comunicato stampa La luce dà emozione agli acquisti Un nuovo supermercato Spar con illuminazione interamente LED studiata da Zumtobel Per il suo nuovo supermercato a Budapest, la catena Spar ha chiamato

Dettagli

1. Instruzioni d uso 2

1. Instruzioni d uso 2 1. Instruzioni d uso 2 1.0 Prefazione Leggere attentamente queste instruzione d uso per utilizzare in modo ottimale tutte le funzioni dell interruttore orario. Il progetto di questo interruttore orario

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

p o : E o = p e : E e da cui p o = p e * E o E e

p o : E o = p e : E e da cui p o = p e * E o E e "Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta" Bob Proctor (Fondatore e Presidente di Life Success Productions) STANDARDS INTERNAZIONALI DI VALUTAZIONE IL COST APPROACH Il Cost Approach

Dettagli

c o l l e z i o n e continuat i va

c o l l e z i o n e continuat i va c o l l e z i o n e continuat i va www.aleimport.it A.L.e. Import è un azienda solida e in grande espansione. Il suo servizio e professionalità è in grado di fornire consegne in tutt Italia, in tempi estremamente

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

Progettazione Robusta

Progettazione Robusta Progettazione Robusta Perdita Consumatore qualità = f 1 (perdita Perdite di reputazione e quote di mercato Costi di garanzia per il produttore La qualità di un prodotto è la (minima perdita impartita alla

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

PERICOLOSITA' DELLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLOSITA' DELLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLOSITA' DELLA CORRENTE ELETTRICA Normalmente, in presenza di un incidente di natura elettrica, si è abituati a far riferimento alla tensione quale causa dei danni (infatti si leggono o si ascoltano

Dettagli

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza:

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza: Sicurezza all IUE In tema di sicurezza l Istituto, che gode dell autonomia prevista dalla Convenzione che lo istituisce e dall Accordo di Sede con l Italia, si ispira ai principi fondamentali della normativa

Dettagli

GRANDEZZE SINUSOIDALI

GRANDEZZE SINUSOIDALI GRANDEE SINUSOIDALI INDICE -Grandezze variabili. -Grandezze periodiche. 3-Parametri delle grandezze periodiche. 4-Grandezze alternate. 5-Grandezze sinusoidali. 6-Parametri delle grandezze sinusoidali.

Dettagli

Appunti di Matematica

Appunti di Matematica Silvio Reato Appunti di Matematica Settembre 200 Le quattro operazioni fondamentali Le quattro operazioni fondamentali Addizione Dati due numeri a e b (detti addendi), si ottiene sempre un termine s detto

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

CATALOGO 2014. EDIZIONE n 1 - GENNAIO/APRILE

CATALOGO 2014. EDIZIONE n 1 - GENNAIO/APRILE CATALOGO 2014 EDIZIONE n 1 - GENNAIO/APRILE 2-3 6 8 10 15 17 19 LAMPADINE A LED ATTACCO E14-E27 LAMPADINE A LED A PANNOCCHIA e RGB FARETTI SPOT A 220 VOLT FARETTI SPOT A 12 VOLT LAMPADINE ATTACCO G4 (12V)

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

Comune di Casal di Principe Provincia di caserta Settore finanziario

Comune di Casal di Principe Provincia di caserta Settore finanziario Comune di Casal di Principe Provincia di caserta Settore finanziario Rep. Part n.. ~H?ii".del!~:.~!i.:.

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 16 15.05.2014 Unico in caso di trasformazione Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Scadenze Ai sensi dell art. 5-bis, comma 1, del D.P.R.

Dettagli