Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari"

Transcript

1 Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Obiettivi di apprendimento Sono sempre di più le aziende interessate ad approfondire la conoscenza degli strumenti di collaborazione per migliorare la propria competitività nell attuale contesto economico. I dirigenti e i manager cercano di capire chi trae i maggiori benefici dalla collaborazione e quali sono i vantaggi reali. Cisco ha condotto uno dei primi studi dettagliati sui fattori associati al successo dell'adozione della collaborazione basata sulla rete. Questo documento descrive approfonditamente i risultati: Gli utenti più entusiasti sono i manager di aziende private attive da non più di dieci anni. I fattori culturali più favorevoli comprendono la creazione di modelli comportamentali da parte dei dirigenti con maggiore esperienza, processi di, attività di formazione e riconoscimenti. Dalla collaborazione traggono vantaggio organizzazioni di ogni dimensione e in ogni settore. I risultati dello studio possono essere utilizzati per ottimizzare il rendimento degli investimenti derivante dall adozione di strumenti di collaborazione. Un metodo è quello di applicare procedure aziendali che si sono rivelate più efficaci nel favorire una collaborazione più entusiastica. Un altro metodo è l identificazione e il sostegno di dipendenti che possono trarre i maggiori vantaggi. La collaborazione negli ambienti di lavoro attuali La collaborazione è il processo che unisce persone e informazioni per il raggiungimento di un obiettivo comune. La novità è che in un mondo senza barriere la collaborazione non richiede che le persone si trovino tutte nello stesso luogo, nello stesso fuso orario o che appartengano alla stessa cultura. Strumenti come la videoconferenza e la condivisione Web consentono di collaborare a qualunque distanza. Blog, wiki e spazi di lavoro condivisi rendono possibile attuare una collaborazione libera da vincoli temporali (Tabella 1). Tabella 1. Gli strumenti di collaborazione consentono alle persone di condividere informazioni senza vincoli dovuti al tempo o alla distanza Strumenti tradizionali Web 2.0 Messaggistica istantanea (chat) Spazio di lavoro condiviso Riunioni elettroniche Casella vocale Posta elettronica Fax Wiki Blog Pubblicazione su intranet Pubblicazione su internet Siti di reti sociali Messaggistica istantanea Messaggistica di testo Chat online Controllo delle revisioni o analisi dei documenti Sistemi di gestione della conoscenza Calendari elettronici Fogli elettronici online Chiamate in conferenza Videoconferenza Telepresenza Conferenze di dati o Web IPTV Forum e aree di discussione su Internet Condivisione e utilizzo comune delle applicazioni Spazi di lavoro Sistemi di riunione elettronica Extranet 2009 Cisco Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. Il documento contiene informazioni non riservate su Cisco. Pagina 1 di 7

2 I protagonisti e i motivi della collaborazione Le conoscenze precedenti sui metodi di collaborazione abituali non includevano i fattori personali o culturali che influiscono sul successo. Attualmente chi è più predisposto alla collaborazione? Il neolaureato che non si stacca mai dal suo BlackBerry e che lavora per un azienda tecnologica giovane oppure il manager di una società che produce beni di largo consumo? Qual è la motivazione principale della collaborazione? Aumentare la produttività personale, migliorare i processi aziendali, escogitare idee per prodotti innovativi? Nel dicembre 2008, Cisco ha condotto il primo studio sulla segmentazione formale degli utenti che utilizzano strumenti di collaborazione. Il nostro obiettivo era comprendere come si collabora attualmente sul lavoro, quali sono gli strumenti utilizzati e quali vantaggi si ritiene apportino tali strumenti in termini di produttività, innovazione e riduzione delle spese. Il sondaggio ha coinvolto 800 persone appartenenti a varie organizzazioni aziendali statunitensi di medie dimensioni, rispondenti alle seguenti caratteristiche: utilizzano un computer collegato in rete per almeno il 20% delle ore lavorative utilizzano un cellulare o un palmare hanno partecipato a due attività in collaborazione nell ultimo mese. I ricercatori hanno condotto un analisi sulla segmentazione, separando le persone in gruppi distinti in base a numerose variabili attitudinali e comportamentali. Risultato 1: i protagonisti della collaborazione appartengono a quattro segmenti distinti In base agli atteggiamenti e alle abitudini relative alla collaborazione, i dipendenti possono essere suddivisi in quattro categorie: gli entusiasti, coloro che collaborano con soddisfazione, i riluttanti e i ritardatari (Tabella 2). Le persone appartenenti ai primi due segmenti ritengono che la collaborazione sia essenziale nel loro lavoro, e non sorprende che traggono i maggiori vantaggi in termini di produttività e innovazione. Gli utenti più entusiasti sono i manager di aziende finalizzate al profitto che rivestono tale ruolo da 3-10 anni. La Figura 1 illustra la dimensione relativa di ognuna delle quattro categorie. "Gli utenti più entusiasti sono i manager di aziende private in attività da 3 fino a 9 anni." Tabella 2. Variabile Quattro categorie basate sulle abitudini e sulle opinioni Categoria Entusiasta della collaborazione Collabora con soddisfazione Riluttante alla collaborazione Ritardatario Tipo di lavoro Manager Supervisore Supervisore o collaboratore autonomo Supervisore o singolo collaboratore Tipo di organizzazione Finalizzata al profitto Finalizzata al profitto Misto: finalizzata e non finalizzata al profitto Misto: finalizzata e non finalizzata al profitto Ruolo tipico Amministrazione, progettazione, IT, comunicazioni Progettazione o IT Specialista o professionista Vendite, gestione o marketing Anzianità nel ruolo di lavoro oltre 16 anni Strumenti utilizzati Media = 22 Media = 16 Media = 11 Media = 11 Utilizza strumenti sul lavoro e a casa Utilizza strumenti più tradizionali rispetto agli entusiasti, tra cui posta elettronica, conferenza e calendari Tende a collaborare solo con i colleghi che si trovano nella stessa sede Tende a collaborare solo con un altra persona L azienda non può fornire molti strumenti 2009 Cisco Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. Il documento contiene informazioni non riservate su Cisco. Pagina 2 di 7

3 Atteggiamento rispetto alla collaborazione Essenziale per il lavoro Essenziale per il lavoro Utile ma non essenziale Utile ma non essenziale Cultura dell organizzazione Attua processi di Premia la collaborazione Monitora l efficacia della collaborazione Fornisce strumenti e formazione Attua alcuni processi di Fornisce strumenti e formazione Non necessariamente premia la collaborazione È meno probabile che attui processi di È poco probabile che attui processi di Può non fornire strumenti e formazione Non premia direttamente la collaborazione Figura 1. L atteggiamento personale e la cultura aziendale facilitano la definizione delle categorie Risultato 2: la cultura dell organizzazione è importante per il successo della collaborazione Per le organizzazioni che pianificano investimenti in strumenti di collaborazione, il risultato più utile dello studio è la scoperta che l importanza della cultura dell organizzazione ai fini del successo non è inferiore a quella degli strumenti di collaborazione stessi. Fattori importanti per il successo: Partecipazione alle decisioni: più del 90% degli entusiasti e di coloro che collaborano con soddisfazione sono convinti che i dirigenti forniscono un valido modello comportamentale di utilizzo degli strumenti di collaborazione. Tale convinzione si ritrova solo nel 65% dei riluttanti alla collaborazione e nel 57% dei ritardatari. Processi di : alcuni esempi includono blog e chiamate settimanali in conferenze di gruppo. Coloro che collaborano con entusiasmo (86 %) e con soddisfazione (63%) affermano che in azienda si attuava un processo di ; tale affermazione si ritrova solo nel 54% dei riluttanti e nel 29% dei ritardatari. Monitoraggio dell efficacia: circa il 40% dei partecipanti allo studio (percentuale che aumenta per i collaboratori attivi) affermavano che in azienda venivano adottati criteri di misurazione per il monitoraggio dell efficacia della collaborazione. Alcuni esempi di criteri di misurazione comprendono il risparmio sui costi, i tempi di immissione di nuove idee sul mercato e la rapidità con cui si risolvono i problemi. Riconoscimenti diretti: il livello di collaborazione è direttamente correlato ai riconoscimenti (Figura 2). Circa la metà di coloro che hanno risposto affermavano che in azienda la collaborazione veniva premiata con bonus e altri riconoscimenti. Chi collabora con entusiasmo e con soddisfazione tendeva a rispondere che l azienda è attenta ai rendimenti individuali e ritiene importante la partecipazione ad attività che richiedono collaborazione, ad esempio processi di analisi del rendimento Cisco Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. Il documento contiene informazioni non riservate su Cisco. Pagina 3 di 7

4 I fattori culturali che influenzano la collaborazione includono la creazione di modelli di comportamento da parte dei dirigenti più anziani, un processo di, strumenti, attività di formazione e riconoscimenti. Figura 2. L inclusione della collaborazione nelle aspettative di rendimento individuale favorisce la crescita Strumenti e formazione: non sorprende che chi collabora con maggiore successo ha risposto che l azienda aveva predisposto strumenti di collaborazione e le attività di formazione necessarie per sfruttarli efficacemente. Chi collabora con entusiasmo (95%) e con soddisfazione (94%) affermava più spesso che l azienda rendeva disponibili gli strumenti tecnici a sostegno della collaborazione; la percentuale scende per i riluttanti (73%) e i ritardatari (46%). Il campione è simile per quanto riguarda la formazione: coloro che collaborano con entusiasmo (90%) e con soddisfazione (92%) erano molto più propensi ad affermare di aver ricevuto, assieme ai membri del proprio gruppo di lavoro, la formazione necessaria per sfruttare efficacemente gli strumenti di collaborazione; tali percentuali calano per i riluttanti (71%) e i ritardatari (49%). Risultato 3: i dipendenti ritengono che la collaborazione sia importante per il successo I risultati più importanti dello studio sono i seguenti: un ampia maggioranza di coloro che hanno risposto affermava che la collaborazione è essenziale o importante per il loro successo sul lavoro (Figura 3) secondo il 75% dei partecipanti al sondaggio, le procedure di lavoro attualmente implicano una maggiore collaborazione rispetto a due anni fa; la posta elettronica e la conferenza telefonica rimangono gli strumenti per la collaborazione più frequentemente utilizzati; oltre il 75%, inoltre, utilizza calendari elettronici e conferenze Web, il 68% utilizza videoconferenze e circa il 40% utilizza wiki e blog. "La posta elettronica e le conferenze telefoniche rimangono strumenti di collaborazione più importanti. Ma i tempi cambiano: il 40% dei partecipanti affermava di utilizzare strumenti Web 2.0, ad esempio wiki e blog." 2009 Cisco Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. Il documento contiene informazioni non riservate su Cisco. Pagina 4 di 7

5 Figura 3. I partecipanti concordano sull importanza della collaborazione per il successo sul lavoro Risultato 4: la produttività è la principale motivazione all utilizzo di strumenti di collaborazione La collaborazione ha reso più produttivi la maggior parte di coloro che ha risposto al sondaggio, e ha contribuito all innovazione e al risparmio dei costi per le aziende a cui appartengono (Figura 4). Figura 4. Vantaggi percepiti della collaborazione Quando ai dipendenti è stato chiesto se gli strumenti di collaborazione erano utilizzati maggiormente per la produttività o per l innovazione, è interessante rilevare che le risposte propendevano per la produttività. Questo risultato è stato ottenuto praticamente in relazione a ogni strumento. La Figura 5 mostra la percentuale di entusiasti che affermavano di utilizzare strumenti per la produttività e l innovazione. Figura 5. Gli strumenti di collaborazione sono più utilizzati per la produttività che per l innovazione 2009 Cisco Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. Il documento contiene informazioni non riservate su Cisco. Pagina 5 di 7

6 L importanza dell utilizzo di strumenti di collaborazione è evidente specialmente in tre casi: lavoro progettuale giornaliero, miglioramento dei processi aziendali e sviluppo di nuovi prodotti (Figura 6). Un esempio lampante di miglioramento dei processi aziendali è rappresentato dal venditore che quando è al telefono col cliente può utilizzare la messaggistica istantanea per comunicare con un collega e ottenere una risposta determinante per la chiusura della vendita. La collaborazione è essenziale in due casi fondamentali: 1) il lavoro progettuale quotidiano; 2) il miglioramento dei processi aziendali; segue lo sviluppo di nuovi prodotti. Figura 6. Utilizzi più comuni degli strumenti di collaborazione Risultato 5: la collaborazione è utile nelle organizzazioni di qualunque dimensione Lo studio ha smentito le aspettative di Cisco laddove si credeva che la collaborazione fosse più importante nelle imprese di maggiori dimensioni. In effetti, la collaborazione sembra garantire risultati analoghi nelle organizzazioni di qualunque dimensione. Circa metà degli entusiasti (44%) lavorano in organizzazioni con dipendenti. Si può ritenere che la preponderanza di organizzazioni di medie dimensioni nel segmento dei collaboratori entusiasti può riflettere i limiti più flessibili tra un dipartimento e l altro. È comprensibile che i dipendenti che sono entrati in contatto con persone di altri dipartimenti tramite incontri quotidiani siano più propensi a instaurare rapporti di collaborazione Cisco Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. Il documento contiene informazioni non riservate su Cisco. Pagina 6 di 7

7 Storia del successo della collaborazione: una campagna di marketing Cisco ha sperimentati di prima mano i vantaggi della collaborazione nella pianificazione della sua campagna di marketing Five to Thrive (Cinque modi per avere successo), che promuoveva metodi con cui le organizzazioni potevano sfruttare al massimo gli investimenti attuati nelle reti e nella collaborazione per ottenere il successo in condizioni economiche difficoltose. Gli strumenti di collaborazione Cisco hanno contribuito al successo del progetto consentendo a 14 team di condividere idee e coordinare il loro impegno. Cisco ha seguito le metodiche migliori segnalate in questo studio reclutando campioni tra i dirigenti e implementando un processo di collaborazione formale comprendente riunioni settimanali tramite servizi Cisco WebEx e Cisco TelePresence. La campagna è stata lanciata in appena otto settimane, un tempo inferiore di circa 10 settimane rispetto a una campagna di marketing tipica di Cisco. Gli indicatori del successo, ad esempio visitatori di siti Web, visite ripetute e richieste di informazioni, superavano di gran lunga la norma, un risultato che il team attribuisce in parte alla collaborazione. Conclusioni Lo studio di Cisco sulla segmentazione della collaborazione suggerisce che le organizzazioni ottengono i maggiori benefici dalla collaborazione in termini di produttività nei seguenti casi: quando riconoscono che l'atteggiamento dei dipendenti e la cultura dell organizzazione rispetto alla collaborazione hanno la stessa importanza degli strumenti di collaborazione in sé; quando cominciano introducendo strumenti di collaborazione a persone e gruppi rispondenti alle caratteristiche di coloro che collaborano con entusiasmo e con soddisfazione; queste persone tendenzialmente sono manager o supervisori, occupano la loro posizione lavorativa da 3-10 anni e già utilizzano strumenti Web 2.0 a casa; quando incoraggiano i dirigenti a creare modelli per le procedure di collaborazione desiderate; quando premiano la collaborazione includendola in analisi del rendimento e/o offrendo riconoscimenti quando i risultati sono positivi; quando implementano processi di ; quando forniscono la formazione, il supporto IT e gli strumenti necessari per favorire la collaborazione. Per saperne di più Per articoli e blog riguardanti la collaborazione, visitare: cisco.com/go/collaboration Stampato negli Stati Uniti C / Cisco Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. Il documento contiene informazioni non riservate su Cisco. Pagina 7 di 7

L'importanza dell'uso di terminali mobili sul luogo di lavoro

L'importanza dell'uso di terminali mobili sul luogo di lavoro Studio sull'adozione della tecnologia commissionato da Cisco Systems L'importanza dell'uso di terminali mobili sul luogo di lavoro Febbraio 2012 Si moltiplicano le iniziative per aumentare l'uso di dispositivi

Dettagli

Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO

Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO Tendenze e percezioni della consumerizzazione mobile Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO RAPPORTO FINALE CONFRONTI: BATTERIE 1 E 2 REDATTO PER: TREND MICRO, INC. DA: DECISIVE ANALYTICS, LLC Cheryl Harris,

Dettagli

La Community MiBAC è un applicazione web che sostituirà l attuale rete intranet del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La Community MiBAC è un applicazione web che sostituirà l attuale rete intranet del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La Community MiBAC è un applicazione web che sostituirà l attuale rete intranet del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. 17-20 Maggio 2010 FORUM PA 2 ORIENTATI AL PERSONALE DEL MINISTERO AUMENTARE

Dettagli

Realizzato da Plantronics Panoramica sul telelavoro. Studio condotto da Plantronics

Realizzato da Plantronics Panoramica sul telelavoro. Studio condotto da Plantronics Realizzato da Plantronics Panoramica sul telelavoro Studio condotto da Plantronics Panoramica sul telelavoro 2 Quasi 1 su 4 degli intervistati (23,3%) ha risposto che fra l 11% e il 20% del proprio personale

Dettagli

Cisco Collaboration: il vantaggio competitivo delle piccole e medie imprese

Cisco Collaboration: il vantaggio competitivo delle piccole e medie imprese Cisco Collaboration: il vantaggio competitivo delle piccole e medie imprese Cisco Business Edition 6000 dà impulso alla produttività Grazie ad alcune soluzioni Collaboration semplici e convenienti, i dipendenti

Dettagli

CAPITOLO 11 Innovazione cam i amen o

CAPITOLO 11 Innovazione cam i amen o CAPITOLO 11 Innovazione e cambiamento Agenda Ruolo strategico del cambiamento Cambiamento efficace Cambiamento tecnologico Cambiamento di prodotti e servizi i Cambiamento strategico e strutturale Cambiamento

Dettagli

Il ritorno sugli investimenti nelle tecnologie di collaborazione: il valore delle soluzioni di collaborazione di oggi

Il ritorno sugli investimenti nelle tecnologie di collaborazione: il valore delle soluzioni di collaborazione di oggi Il ritorno sugli investimenti nelle tecnologie di collaborazione: il valore delle soluzioni di collaborazione di oggi di Carl Wiese, Vice Presidente, Global Collaboration Sales, Cisco Informazioni disponibili

Dettagli

CAPITOLO 5 STRUMENTI E TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE PERSONALE

CAPITOLO 5 STRUMENTI E TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE PERSONALE CAPITOLO 5 STRUMENTI E TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE PERSONALE Indice 5.1 UNA PANORAMICA SULLE NUOVE TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE......... 102 La struttura dell impresa oggi....................................................

Dettagli

GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT

GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT Lo scopo di questa guida è di indicare ai Soci di Adutei le funzioni presenti nell area riservata. Alcune indicazioni possono sembrare ovvie,

Dettagli

Efficienza operativa nel settore pubblico. 10 suggerimenti per ridurre i costi

Efficienza operativa nel settore pubblico. 10 suggerimenti per ridurre i costi Efficienza operativa nel settore pubblico 10 suggerimenti per ridurre i costi 2 di 8 Presentazione La necessità impellente di ridurre i costi e la crescente pressione esercitata dalle normative di conformità,

Dettagli

Il modello formativo dei progetti PON docenti

Il modello formativo dei progetti PON docenti Il modello formativo dei progetti PON docenti Scuola- Presidio Comunità Tutor Blended Collaborazione Laboratorio Peer- Educa5on Competenze Sperimentazione Personalizzazione Ricerca- azione Innovazione

Dettagli

Redatto per Cisco Agosto 2005. La Comunicazione Unificata trasforma la comunicazione aziendale di Elizabeth Herrell

Redatto per Cisco Agosto 2005. La Comunicazione Unificata trasforma la comunicazione aziendale di Elizabeth Herrell Redatto per Cisco Agosto 2005 La Comunicazione Unificata trasforma la comunicazione aziendale di Elizabeth Herrell Indice del contenuto Sintesi direzionale 3 La comunicazione salta gli ostacoli aziendali

Dettagli

Cresceresulweb. EMAIL PROFESSIONALE L'affidabilità di Gmail

Cresceresulweb. EMAIL PROFESSIONALE L'affidabilità di Gmail Cresceresulweb EMAIL PROFESSIONALE L'affidabilità di Gmail Le aziende italiane, di qualunque dimensione, fanno ormai un uso quotidiano della posta elettronica per gestire fornitori, parlare con i clienti,

Dettagli

Alimentare la Salute. XI Edizione. 14 17 dicembre 2014. Forum internazionale della Salute. Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur

Alimentare la Salute. XI Edizione. 14 17 dicembre 2014. Forum internazionale della Salute. Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur Forum internazionale della Salute XI Edizione Alimentare la Salute 14 17 dicembre 2014 Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur Mostra di prodotti e servizi per la salute Lezioni di cucina salutare

Dettagli

Un modello organizzativo per la gestione dei volontari. Mimma De Gasperi Servizio programmazione e sviluppo progetti e-mail: mimma.degasperi@unipd.

Un modello organizzativo per la gestione dei volontari. Mimma De Gasperi Servizio programmazione e sviluppo progetti e-mail: mimma.degasperi@unipd. Un modello organizzativo per la gestione dei volontari Mimma De Gasperi Servizio programmazione e sviluppo progetti e-mail: mimma.degasperi@unipd.it Decidere di avere volontari. Implica necessariamente:

Dettagli

Wikischool. la scuola della partecipazione

Wikischool. la scuola della partecipazione Wikischool la scuola della partecipazione Il wiki Dalle Laste (home) Che cosa è "wikispaces"? Un wiki è uno spazio sul web in cui è possibile condividere il lavoro e le idee, immagini e link, video e media.

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

Messaggio dell'assistenza clienti

Messaggio dell'assistenza clienti Cisco WebEx: Aggiornamento di servizio alla nuova release di WBS30 Cisco aggiornerà i servizi WebEx alla nuova release, WBS30. Questo aggiornamento inciderà sui servizi seguenti: Cisco WebEx Meeting Center

Dettagli

PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA

PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA Ricerca realizzata in collaborazione con Human HigWay Settembre 2011 LA METODOLOGIA DELLA RICERCA Diennea MagNews ha commissionato a Human Highway nel

Dettagli

Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING

Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING 53% ottimizzazione dei costi di implementazione 48% risparmio sui costi di manutenzione 46% velocità di innovazione 30% costi adattabili in

Dettagli

Rumore di fondo. Quando ci si trova all aperto, i rumori di ogni giorno rendono ancor più difficile ascoltare ed essere ascoltati.

Rumore di fondo. Quando ci si trova all aperto, i rumori di ogni giorno rendono ancor più difficile ascoltare ed essere ascoltati. Rumore di fondo Come dimostra un nostro recente studio, è uno dei problemi più in rapida crescita. Gli uffici a struttura aperta dotati di una scarsa pianificazione acustica spesso amplificano i rumori

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Programma per i Partner.

Programma per i Partner. Programma per i Partner. Il programma per i Partner Gigaset pro offre alla tua azienda sistemi di telefonia personalizzati che ottimizzano le comunicazioni. 13/EN/PP/PRO/1 Aderisci al programma visitando

Dettagli

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013.

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013. Internet of Everything (IoE) I 10 risultati principali del sondaggio IoE Value Index di Cisco, condotto su un campione di 7.500 responsabili aziendali in 12 paesi Joseph Bradley Jeff Loucks Andy Noronha

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Table of Contents. Il Workforce Management e i Processi Aziendali 3 Le Applicazioni in-house 4 Come Assicurare il Successo Dell Iniziativa 4

Table of Contents. Il Workforce Management e i Processi Aziendali 3 Le Applicazioni in-house 4 Come Assicurare il Successo Dell Iniziativa 4 White Paper Come affrontare un progetto di Workforce Management, dai Processi Aziendali al Ritorno Dell Investimento L adozione di un sistema integrato di workforce management nel contact center passa

Dettagli

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity scolastica virtuale e molto di più. INinFO di Sabina Nuovo INFORMATICAinFORMAZIONE

Dettagli

IL MANAGER 2.0 LA NUOVA CASSETTA DEGLI ATTREZZI BASATA SUGLI STRUMENTI GRATUITI DEL WEB 2.0 A DISPOSIZIONE DEL MANAGER MODERNO. 28 Maggio 2014 Z2111

IL MANAGER 2.0 LA NUOVA CASSETTA DEGLI ATTREZZI BASATA SUGLI STRUMENTI GRATUITI DEL WEB 2.0 A DISPOSIZIONE DEL MANAGER MODERNO. 28 Maggio 2014 Z2111 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION IL

Dettagli

Soluzioni di collaborazione Per raggiungere i vostri obiettivi di business Novità dei software IBM Lotus Notes e Lotus Domino 8

Soluzioni di collaborazione Per raggiungere i vostri obiettivi di business Novità dei software IBM Lotus Notes e Lotus Domino 8 Soluzioni di collaborazione Per raggiungere i vostri obiettivi di business Novità dei software IBM Lotus Notes e Lotus Domino 8 Aggiornate il vostro modo di lavorare La rapida evoluzione del business rende

Dettagli

Che cos'è OmniTouch 8660 My Teamwork?

Che cos'è OmniTouch 8660 My Teamwork? OMNITOUCH 8660 MY TEAMWORK 6.1 GUIDA DI AVVIO RAPIDO Che cos'è OmniTouch 8660 My Teamwork? OmniTouch 8660 My Teamwork Unified - Conferenze e collaborazione riunisce la funzione di messaggistica istantanea

Dettagli

tra la pubblicità online e il ROI

tra la pubblicità online e il ROI Una chiara tra la pubblicità online e il ROI Analisi dell impatto della pubblicità online nel media mix delle società di telecomunicazioni Greg Forbes, Research Manager, Microsoft Advertising Una chiara

Dettagli

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati High Impact Programs 1 Chi siamo Performance Technology Solutions (PTS) è una società di consulenza organizzativa e formazione manageriale Il nostro nome deriva dalla metodologia di origine statunitense

Dettagli

I servizi cloud per la didattica

I servizi cloud per la didattica I servizi cloud per la didattica Un servizio offerto da DidaCloud srls Fare startup significa fare cose nuove che cambiano la vita propria e altrui Riccardo Luna, primo direttore dell edizione italiana

Dettagli

APPROFONDIMENTO RISORSE UMANE

APPROFONDIMENTO RISORSE UMANE APPROFONDIMENTO RISORSE UMANE Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento LEADERSHIP E TEAM BUILDING La soddisfazione del lavoratore A livello individuale, la gestione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE

PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE Monte ore annuo 99 Libro di Testo EbooK di Pettarin dal sito www.matematicamente.it/ecdl e dal sito www.aica.it SETTEMBRE MODULO 6: Aprire e chiudere un programma

Dettagli

European E-mail Marketing Consumer Report 2009. Italiani e Internet: abitudini e comportamenti nell uso di e-mail e newsletter.

European E-mail Marketing Consumer Report 2009. Italiani e Internet: abitudini e comportamenti nell uso di e-mail e newsletter. ContactLab European E-mail Marketing Consumer Report 2009 Italiani e Internet: abitudini e comportamenti nell uso di e-mail e newsletter Estratto ContactLab E-mail & e-marketing evolution ContactLab è

Dettagli

CHE COS E IL MENTORING

CHE COS E IL MENTORING CHE COS E IL MENTORING E un dato di fatto che il numero delle donne che lavorano è in sensibile aumento in ogni paese, ma nonostante questo, e malgrado molte donne rivestano posizioni anche altamente professionali,

Dettagli

Novell Teaming 2.0. Novell. 29 luglio 2009. Riferimento rapido. Avvio di Novell Teaming

Novell Teaming 2.0. Novell. 29 luglio 2009. Riferimento rapido. Avvio di Novell Teaming Novell Teaming 2.0 29 luglio 2009 Novell Riferimento rapido Quando si inizia a utilizzare Novell Teaming, è innanzitutto necessario configurare lo spazio di lavoro personale e creare uno spazio di lavoro

Dettagli

Customer Care Message

Customer Care Message Cisco WebEx: Patch standard il [[DATE]] Cisco WebEx sta inviando questo messaggio ai contatti aziendali chiave all'indirizzo https://[[webexurl]] Cisco applicherà una Patch standard ai seguenti servizi

Dettagli

WÜRTHPHOENIX Speedy+ Fidelizzare i clienti. Identificare nuovi potenziali di mercato. Aumentare le vendite

WÜRTHPHOENIX Speedy+ Fidelizzare i clienti. Identificare nuovi potenziali di mercato. Aumentare le vendite WÜRTHPHOENIX Speedy+ Powered by Fidelizzare i clienti Identificare nuovi potenziali di mercato Aumentare le vendite Speedy + : il software per le vendite su base Microsoft Dynamics CRM, ideato per aiutarvi

Dettagli

Il web 2.0 - Definizione

Il web 2.0 - Definizione Web 2.0 e promozione della salute Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Il web 2.0 - Definizione - E quella parte

Dettagli

Basic Standard Suite WEB. Contatto. fidelizzare

Basic Standard Suite WEB. Contatto. fidelizzare Basic Standard Suite WEB organizzare collaborazione Memorizzare Comunicare CONDIVISIONE QuALSIASI Contatto fidelizzare Dovunque Gestione ricerca Attività File è la soluzione software di nuova concezione

Dettagli

Digital marketing: scenari

Digital marketing: scenari Università Degli Studi Di Napoli Federico II Dipartimento di Scienze Sociali - Corso di Laurea in Culture Digitali e Della Comunicazione Digital marketing: scenari Dall Internet Marketing a Digital Marketing.

Dettagli

PMO: così fanno le grandi aziende

PMO: così fanno le grandi aziende PMO: così fanno le grandi aziende Tutte le grandi aziende hanno al loro interno un PMO - Project Management Office che si occupa di coordinare tutti i progetti e i programmi aziendali. In Italia il project

Dettagli

European E-mail Marketing Consumer Report 2009

European E-mail Marketing Consumer Report 2009 ContactLab European E-mail Marketing Consumer Report 2009 Abitudini e comportamenti nell'uso di e-mail e newsletter: confronti tra Italia, Spagna, Francia, Germania e Regno Unito ContactLab E-mail & e-marketing

Dettagli

COMPETENZE TRASVERSALI

COMPETENZE TRASVERSALI GESTIRE IL CAMBIAMENTO STILI DI LEADERSHIP FACILITARE LA COMUNICAZIONE GESTIRE LE SITUAZIONI DI CRISI CREATIVITÀ E PROBLEM SOLVING GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO PROJECT MANAGEMENT IN PRATICA FORMARE IL PROPRIO

Dettagli

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Pagina 1 di 8 Indice 1. Gli obiettivi del corso...3 2. I contenuti del corso...3 3. Il percorso didattico...4 3.1 Studio individuale...4

Dettagli

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE Per capire come disegnare e organizzare un ambiente di interazione orientato alla collaborazione on line occorre prima di

Dettagli

ACCESSO A COMUNITÀ ON LINE

ACCESSO A COMUNITÀ ON LINE Comunità On Line Manuale Utente rapido a cura del Laboratorio di Maieutiche Università degli Studi di Trento Sommario ACCESSO A COMUNITÀ ON LINE 2 MODALITÀ DI ACCESSO: 2 REGISTRAZIONE A COMUNITÀ ON LINE

Dettagli

European E-mail Marketing Consumer Report 2010 / Italia, Spagna, Francia, Germania, Regno Unito 1

European E-mail Marketing Consumer Report 2010 / Italia, Spagna, Francia, Germania, Regno Unito 1 European E-mail Marketing Consumer Report 2010 / Italia, Spagna, Francia, Germania, Regno Unito 1 ContactLab Chi siamo ContactLab è un azienda specializzata in soluzioni e consulenza di digital direct

Dettagli

Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare. Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata NADIA VANDI

Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare. Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata NADIA VANDI Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata Perché la scuola si è occupata di tecnologie digitali Esperienza di didattica

Dettagli

Raccolta dati via Web: un esperienza di cinque anni

Raccolta dati via Web: un esperienza di cinque anni Raccolta dati via Web: un esperienza di cinque anni Piero Leone Terna Spa Direzione Pianificazione e Sviluppo Rete - Statistiche email:piero.leone@terna.it (versione provvisoria) Sintesi: Fra i primi in

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

Come coinvolgere cittadini e stakeholder: strumenti ed esperienze della Regione Emilia-Romagna

Come coinvolgere cittadini e stakeholder: strumenti ed esperienze della Regione Emilia-Romagna Come coinvolgere cittadini e stakeholder: strumenti ed esperienze della Regione Emilia-Romagna Sabrina Franceschini Servizio Comunicazione, Educazione alla sostenibilità, strumenti di partecipazione I

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

divisione INFORMATICA

divisione INFORMATICA Reti informatiche CABLATE @atlantidee.it Il fattore critico di successo per qualsiasi attività è rappresentato dall' efficienza delle reti informatiche. Una scorretta configurazione della rete o il suo

Dettagli

La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC)

La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC) La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC) La competizione Europea per il risparmio energetico nelle piccole e medie imprese SPES Consulting Srl Galleria Mazzini,

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

Ricerca condotta da. per TABLET E BUSINESS. Novembre 2013

Ricerca condotta da. per TABLET E BUSINESS. Novembre 2013 Ricerca condotta da per TABLET E BUSINESS Novembre 2013 Overview Obiettivi : Scoprire quanto sia significativa la penetrazione dei tablet nelle aziende. Identificare applicazioni business accessibili tramite

Dettagli

Amministrazioni insieme. Guida alla creazione e manutenzione di sportelli e servizi multiente I passi da seguire Comunicare la rete

Amministrazioni insieme. Guida alla creazione e manutenzione di sportelli e servizi multiente I passi da seguire Comunicare la rete Comunicare la rete Dall analisi realizzata emerge che l attenzione alla comunicazione degli sportelli multiente è molto alta nella fase iniziale, di creazione e lancio dell iniziativa. La comunicazione

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance

Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance A CWT White Paper Una panoramica sui temi della travel policy e compliance Carlson Wagonlit Travel (CWT), l azienda leader mondiale nel settore

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

Formazione Manageriale e Comportamentale

Formazione Manageriale e Comportamentale Formazione Manageriale e Comportamentale La proposta formativa IAMA Consulting si suddivide in differenti aree: Formazione Manageriale e Comportamentale 1 Formazione Manageriale e Comportamentale IAMA

Dettagli

Introduzione al Marketing Sociale: la teoria dello scambio I parte

Introduzione al Marketing Sociale: la teoria dello scambio I parte CORSO DI FORMAZIONE A.S.L. TO4 Comunicazione e prevenzione: strategie efficaci per trasmettere messaggi di salute rivolti a target diversi di popolazione Introduzione al Marketing Sociale: la teoria dello

Dettagli

VENDITORI CHE TELEFONANO BENE

VENDITORI CHE TELEFONANO BENE Miniguida Vendite Business VENDITORI CHE TELEFONANO BENE Dieci comportamenti e tecniche che incidono in modo diretto sui risultati di una attività di contatto della clientela attraverso mezzi «remoti»

Dettagli

è un insieme integrato di funzionalità server che possono migliorare l'efficienza organizzativa mediante:

è un insieme integrato di funzionalità server che possono migliorare l'efficienza organizzativa mediante: Fare innovazione con Sharepoint 2010 MOSS: Microsoft Office SharePoint Server è un insieme integrato di funzionalità server che possono migliorare l'efficienza organizzativa mediante: Cos è MOSS la gestione

Dettagli

DECISIONI ADOTTATE CONGIUNTAMENTE DAL PARLAMENTO EUROPEO E DAL CONSIGLIO

DECISIONI ADOTTATE CONGIUNTAMENTE DAL PARLAMENTO EUROPEO E DAL CONSIGLIO L 260/20 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 3.10.2009 DECISIONI ADOTTATE CONGIUNTAMENTE DAL PARLAMENTO EUROPEO E DAL CONSIGLIO DECISIONE N. 922/2009/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16

Dettagli

PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio Lean IT

PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio Lean IT CDC -Corte dei conti DGSIA Direzione Generale Sistemi Informativi Automatizzati SGCUS Servizio per la gestione del Centro Unico dei Servizi PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio

Dettagli

Enterprise Social Network. Creare community aziendali

Enterprise Social Network. Creare community aziendali Enterprise Social Network Creare community aziendali COLLABORATION 2.0 CHE COSA È NU+ è la soluzione Yooplus di collaboration finalizzata a creare le condizioni per sviluppare una elevata capacità di team

Dettagli

Questionario Service Standard CoC CTCY. Familiari

Questionario Service Standard CoC CTCY. Familiari Questionario Service Standard CoC CTCY Familiari QUESTIONARIO SUGLI STANDARD DELLE COMUNITA PER MINORI RIVOLTO AI FAMILIARI DEGLI UTENTI OSPITI Simone Bruschetta Catania, 2012 Versione ridotta per i familiari

Dettagli

Segmentazione: identificazione di gruppi omogenei di consumatori con bisogni simili. Targeting: scelta dei segmenti cui rivolgersi

Segmentazione: identificazione di gruppi omogenei di consumatori con bisogni simili. Targeting: scelta dei segmenti cui rivolgersi LA STRATEGIA DI INTERNET FASI DELLA STRATEGIA Analisi MARKETING Segmentazione: identificazione di gruppi omogenei di consumatori con bisogni simili Targeting: scelta dei segmenti cui rivolgersi Posizionamento:

Dettagli

A cura di Elena Barbera, Elisa Ferro, Claudio Tortone DoRS Regione Piemonte (Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute)

A cura di Elena Barbera, Elisa Ferro, Claudio Tortone DoRS Regione Piemonte (Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute) PROGETTARE MATERIALE COMUNICATIVO EFFICACE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE: PRE-TEST SPERIMENTALE DI UNA BROCHURE BASATA SU TEORIE SPECIFICHE PER AUMENTARE LE CONOSCENZE J.R.D. Whittingham 1, R.A.C. Ruiter 1,

Dettagli

NON PROFIT REPORT 2011. Non Profit Report 2011 / I comportamenti digitali degli utenti fedeli nel terzo settore 1

NON PROFIT REPORT 2011. Non Profit Report 2011 / I comportamenti digitali degli utenti fedeli nel terzo settore 1 NON PROFIT REPORT 2011 Non Profit Report 2011 / I comportamenti digitali degli utenti fedeli nel terzo settore 1 Perché una ricerca sul non profit? Gli obiettivi dell indagine Si tratta della prima ricerca

Dettagli

Catalogo formativo Anno 2012-2013

Catalogo formativo Anno 2012-2013 Catalogo formativo Anno 2012-2013 www.kaleidoscomunicazione.it marketing & innovazione >> Email Marketing >> L email è ad oggi lo strumento di comunicazione più diffuso tra azienda e cliente e dunque anche

Dettagli

Microsoft Project 2010 si basa sulle fondamenta di Microsoft Project 2007 per offrire soluzioni di gestione del lavoro flessibili e strumenti di

Microsoft Project 2010 si basa sulle fondamenta di Microsoft Project 2007 per offrire soluzioni di gestione del lavoro flessibili e strumenti di Microsoft Project 2010 si basa sulle fondamenta di Microsoft Project 2007 per offrire soluzioni di gestione del lavoro flessibili e strumenti di collaborazione adatti ai project manager professionisti

Dettagli

Italia. Cento Vigne. Una storia di successo:

Italia. Cento Vigne. Una storia di successo: Una storia di successo: Cento Vigne Italia Adattare le nuove strategie di social media marketing a livello globale per avere successo nel settore enologico Cento Vigne Italia ha scoperto il segreto per

Dettagli

Leadership Judgement Indicator

Leadership Judgement Indicator Leadership Judgement Indicator Michael Lock, Robert Wheeler, Nick Burnard e Colin Cooper Adattamento italiano di Palmira Faraci RAPPORTO INTERPRETATIVO Nominativo: Codice test: Data della prova: 09/01/2012

Dettagli

E-learning. Struttura dei moduli formativi

E-learning. Struttura dei moduli formativi E-learning Per e-learning (o apprendimento on-line) s intende l uso delle tecnologie multimediali e di Internet per migliorare la qualità dell apprendimento facilitando l accesso alle risorse e ai servizi,

Dettagli

3 Coaching Challenges for the Future

3 Coaching Challenges for the Future AICP Il Coaching che verrà 3 Coaching Challenges for the Future Bologna, 16 Maggio 2015 Programma: 3 Coaching Challenges for the Future PARTE PRIMA 1) Condivisione, sulla base della diretta esperienza

Dettagli

La nostra guida al tuo servizio

La nostra guida al tuo servizio Miriade S.p.A. via Castelletto 11 36016 Thiene (VI) Tel. +39 0445 030111 Fax. +39 0445 030100 info@miriade.it www.miriade.it www.googleapps4business.it La nostra guida al tuo servizio CHE COS E GOOGLE

Dettagli

La piattaforma di Enterprise Social Network per le organizzazioni

La piattaforma di Enterprise Social Network per le organizzazioni La piattaforma di Enterprise Social Network per le organizzazioni Il nuovo modo di collaborare in azienda Teammee è una piattaforma per la gestione collaborativa avanzata di informazioni, persone, eventi,

Dettagli

Online Collaboration. Google e GoogleDrive

Online Collaboration. Google e GoogleDrive Online Collaboration Google e GoogleDrive Questa guida rapida permette di comprendere i principali concetti e competenze relativi all impostazione e all uso degli strumenti di collaborazione online. Il

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Our Mobile Planet: Italia

Our Mobile Planet: Italia Our Mobile Planet: Italia Identikit dell utente smartphone Maggio 2013 1 Riepilogo Gli smartphone sono diventati indispensabili nella nostra vita quotidiana. La penetrazione degli smartphone è aumentata

Dettagli

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 Le 11 competenze di base del coaching sono state sviluppate per permettere una migliore comprensione delle competenze e degli approcci utilizzati nell ambito della

Dettagli

DOCUMENTO DI INDIRIZZO SULLA COMUNICAZIONE PUBBLICA IN SANITÀ

DOCUMENTO DI INDIRIZZO SULLA COMUNICAZIONE PUBBLICA IN SANITÀ DOCUMENTO DI INDIRIZZO SULLA COMUNICAZIONE PUBBLICA IN SANITÀ 1. Premessa generale sulla comunicazione in Sanità 1.1 I diritti di salute e informazione La salute è un diritto fondamentale della persona

Dettagli

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori MBS Business School Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati Come sta reagendo il Suo settore alla crisi finanziaria in corso? Quali sono le previsioni per i prossimi

Dettagli

Scheda. Il CRM per la Gestione del Marketing. Accesso in tempo reale alle Informazioni di rilievo

Scheda. Il CRM per la Gestione del Marketing. Accesso in tempo reale alle Informazioni di rilievo Scheda Il CRM per la Gestione del Marketing Nelle aziende l attività di Marketing è considerata sempre più importante poiché il mercato diventa sempre più competitivo e le aziende necessitano di ottimizzare

Dettagli

OVS GRUPPO COIN SOCIAL LEARNING E SOCIAL INTRANET

OVS GRUPPO COIN SOCIAL LEARNING E SOCIAL INTRANET 1 OVS GRUPPO COIN SOCIAL LEARNING E SOCIAL INTRANET Sonia Covi (Office Automation & Collaboration Manager - Direzione ICT) Udine, 23 febbraio 2015 2 Gruppo Coin in pillole Dati a bilancio 2013 Leader nel

Dettagli

MODELLO PER LO SVILUPPO DEL PRODOTTO

MODELLO PER LO SVILUPPO DEL PRODOTTO MODELLO PER LO SVILUPPO DEL PRODOTTO 34 Funzioni aziendali coinvolte nello sviluppo prodotto LE PRINCIPALI FUNZIONI AZIENDALI PROTAGONISTE NELLO SVIPUPPO PRODOTTI SONO: Progettazione e sviluppo prodotto

Dettagli

Marketing Multimedia Innovative Communication Technology

Marketing Multimedia Innovative Communication Technology Marketing Multimedia Innovative Communication Technology Chi siamo Marketing Multimedia nasce nel 1993, dall idea e dall entusiasmo di Roberto Silva Coronel. Roberto Silva Coronel, classe 1969, ha fatto

Dettagli

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE IL PROJECT MANAGEMENT NEL SERVIZIO SANITARIO L esperienza dell APSS di Trento Bolzano, 8 maggio 2008 Auditorio del Palazzo Provinciale 12 Autore: Ettore

Dettagli

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl Piattaforma FaD Formazione a distanza Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di formazione a distanza di EFA srl 1 Indice generale 1. Scopo del documento 2. Definizioni e abbreviazioni

Dettagli

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori

1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori 1.1. Orientare l istituzione attraverso lo sviluppo di una mission, una vision e dei valori La Mission e la Vision dell Istituto sono state definite chiaramente all interno dello staff di presidenza, condivise

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato. Guida all utilizzo della piattaforma

Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato. Guida all utilizzo della piattaforma Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato Guida all utilizzo della piattaforma Percorso di accesso alla sezione Focus Stress Lavoro correlato dal sito www.inail.it

Dettagli

B usiness I ntelligence: L a scintilla che accende. un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno. la conoscenza.

B usiness I ntelligence: L a scintilla che accende. un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno. la conoscenza. B usiness I ntelligence: un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno.... abbiamo constatato ad esempio come le aziende che hanno investito significativamente in BI (Business Intelligence) abbiano

Dettagli

Articolo 1 Composizione

Articolo 1 Composizione Regolamento interno di organizzazione per il funzionamento della Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell infanzia e dell adolescenza Istituita dall art. 3, comma 7, della legge 12 luglio

Dettagli