Adozione a distanza bambini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Adozione a distanza bambini"

Transcript

1 Centro Missionario Diocesano - Trento - Adozione a distanza bambini Numero 41 Estate 2008 supplemento n. 1 a Comunione e Missione n. 356, luglio Poste Italiane s.p.a. - Sped. in abb. postale -D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004) art. 1, comma 2 - DCB Trento - redazione: curia arcivescovile, trento - direttore: carlo speccher - responsabile: agostino valentini Fiocco blu o fiocco rosa?

2 Dio creò l uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò: maschio e femmina li creò. (Genesi 1,27) Ci illuminano per una breve considerazione sul problema della discriminazione fra uomo e donna le bellissime parole della Lettera alle donne, con la quale, alle soglie del III millennio, il papa Giovanni Paolo II ha riconosciuto alla donna un ruolo di estrema importanza per l equilibrio della vita mondiale, definendo la donna come colei che educa l umanità alla pace. Evidentemente il papa fonda il suo pensiero nelle scritture e soprattutto nella descrizione che in esse si legge dell atto creativo di Dio, sviluppatosi secondo un preciso progetto: l uomo (nel senso di persona: uomo e donna) è creato ad immagine e somiglianza di Dio. Tale espressione ne chiarisce subito la peculiarità nell insieme dell opera della creazione, nella quale è inscritto fin dall inizio il principio dell aiuto reciproco: uomo e donna sono l uno complemento dell altro. Quando la Genesi parla dell aiuto reciproco non si riferisce solo all ambito dell agire, ma anche a quello dell essere, quindi fin dall inizio all uomo e alla donna è attribuita uguale dignità e responsabilità. Gesù, superando i canoni vigenti nella cultura del suo tempo, ebbe nei confronti delle donne un atteggiamento di apertura, di rispetto, di accoglienza e di tenerezza. Così Egli ha veramente onorato nella donna la dignità che da sempre essa ha nel progetto e nell amore di Dio. Purtroppo, anche nei nostri tempi, troppo spesso dobbiamo tristemente riconoscere che i valori che stanno nelle scritture e nell azione di Gesù non sono applicati. Non c è spazio in queste brevi considerazioni per un analisi approfondita della condizione della donna in questo nostro mondo globalizzato; limitiamoci alla constatazione del tutto evidente che, non solo le pari opportunità, ma la stessa dignità della donna troppo spesso ancora non sono rispettate e che ancora pesa una storia di enormi condizionamenti che, in tutti i tempi e a ogni latitudine, hanno reso difficile il cammino della donna, misconosciuta nella sua dignità, travisata nelle sue prerogative, non di rado emarginata e persino ridotta in schiavitù. Ma ci confortano anche tanti segni di speranza e la certezza che le parole e gli appelli di papa Giovanni Paolo non sono stati inutili, ma sono stati accolti anche da istituzioni ed organizzazioni internazionali. Basti pensare alla giornata mondiale dell alimentazione promossa nel 1998 dall ONU e dedicata alla donna con lo slogan: La donna nutre il mondo. E un riconoscimento meritato soprattutto dalle donne dei paesi poveri. Anche l Europa si è impegnata, proclamando il 2007 Anno delle pari opportunità e il Consiglio d Europa si è spinto a sostenere che senza parità di genere non ha senso parlare di cooperazione allo sviluppo. Segno significativo è anche che la maggior parte dei paesi dell Africa, dove pure povertà, analfabetismo, esclusione dalle risorse, mutilazioni genitali restano all ordine del giorno, abbiano firmato un accordo-quadro contro ogni forma di discriminazione delle donne. Anche per chi, come noi, è impegnato nella promozione missionaria e in azioni di cooperazione allo sviluppo l impegno è chiaro: nei paesi inpoveriti dobbiamo dedicare maggiori energie, progetti e risorse all istruzione della donna fin da bambina; istruire una bambina, una futura donna, significa non solo prendersi cura di lei, ma porre le basi per il sostegno a tutta la famiglia della quale lei sarà, più dell uomo, responsabile. Dobbiamo poi sostenere quanto hanno intuito i promotori delle azioni di microcredito: donna e microcredito, sono gli ingredienti fondamentali per un autentica crescita delle comunità e per l autopromozione umana, sociale ed economica. In questo modo le donne nel Sud del mondo, che non sono certo passive come spesso si pensa di loro, saranno artefici della promozione e liberazione non solo propria, ma anche dei loro uomini, delle loro famiglie e dei loro popoli. don Carlo e gli amici del CMD Pagina 2

3 Parità dei sessi, 3 obiettivo del millennio Promuovere l uguaglianza tra maschi e femmine e dare maggiore autonomia e poteri alle donne Pagina 3 Questo il terzo degli otto obiettivi di sviluppo del millennio istituiti per dimezzare la povertà entro il Sottolinea l importanza del ruolo svolto dalle donne sul benessere generale della famiglia e della società e quindi sull importanza di offrire a tutte le donne l opportunità di scegliere e costruirsi una vita autonoma. Peraltro, la questione delle pari opportunità non è da considerare appannaggio esclusivo dei paesi in via di sviluppo. Secondo il rapporto pubblicato a metà maggio 2005 dal Forum economico mondiale, che ha valutato l indice delle differenze uomo-donna in termini di accesso alla scuola, al lavoro, alle cariche politiche e all assistenza sanitaria in 58 nazioni, l Italia è addirittura al 45 posto, non solo dopo diversi paesi dell Unione europea, ma anche africani (come Sudafrica o Zimbabwe), SOMMARIO: sudamericani (come Colombia o Argentina) e asiatici (come Bangladesh o Thailandia). Parità dei sessi, 3 obiettivo del millennio Istruzione I sette interventi suggeriti 3 4 L investimento sulle donne porterebbe vantaggi all intera comunità, ciò nonostante non viene ancora data la possibilità di realizzazione dal rapporto Unicef 2007 per raggiungere la parità 4 al potenziale positivo del sesso femminile, per Il mondo del lavoro 5 discriminazioni conseguenti a norme sociali, incentivi e istituzioni legali. Il lavoro minorile In politica Salute 6 L India e l infanticidio femminile Le mutilazioni genitali: una testimonianza Spose bambine 7 Fonti e suggerimenti 7 La posta dei missionari 8 Modalità 12 Nel mondo, dal 16 al 50% delle donne con una relazione stabile subisce violenza da parte del compagno; e sempre le donne rappresentano ormai circa la metà delle persone infettate dal virus dell Aids, proprio a causa della loro maggiore vulnerabilità, del mancato accesso all assistenza sanitaria, del loro essere oggetto di abusi e sfruttamento sessuale, contro cui spesso non hanno la possibilità e gli strumenti per opporsi.

4 Istruzione Alle donne è in genere affidata la conduzione della famiglia: una maggiore conoscenza e istruzione migliorerebbe le loro condizioni di vita e quelle di tutta la famiglia; avrebbe per esempio effetti positivi sulla salute dei neonati e dei bambini. Saper leggere, scrivere, sostenere una conversazione, conoscere i propri diritti, sapersi relazionare con gli altri sono capacità che si acquisiscono grazie anche alla frequenza scolastica di primo e secondo livello. Sono capacità e strumenti che possono permettere alle donne di uscire da situazioni difficili e pericolose per la loro stessa sopravvivenza, di fare le proprie scelte in autonomia, di costruirsi una vita senza dipendere dagli altri. I sette interventi suggeriti dal rapporto Unicef 2007 per raggiungere la parità 1) istruzione: abolire le tasse scolastiche e incoraggiare genitori e comunità locali a investire nell istruzione delle bambine; 2) finanziamenti: gli investimenti per l eliminazione della discriminazione di genere devono essere integrati nei bilanci e nei piani governativi; 4) quote di rappresentanza: dei 20 paesi con il maggior numero di donne in Parlamento, 17 adottano qualche sistema di quote che si rivela un sistema efficace per assicurare la partecipazione politica femminile; 3) legislazioni: le legislazioni nazionali in materia di diritto di proprietà e di successione dovrebbero garantire eque opportunità per le donne, oltre a misure per la prevenzione e il contrasto alla violenza domestica e a quella perpetrata durante i conflitti armati; 5) donne che sostengono altre donne: i movimenti femminili di base dovrebbero essere coinvolti fin dalle fasi preliminari dell elaborazione politica, in modo da strutturare programmi che tengano conto delle esigenze di donne e bambini; 6) coinvolgere uomini e ragazzi: rapporti improntati a maggiore collaborazione possono aumentare educando gli uomini e i bambini sui benefici dell uguaglianza e della condivisione delle decisioni; 7) ricerche e dati di maggiore qualità: dati più precisi e analisi accurate sono fondamentali specialmente in ambiti quali la mortalità materna, la violenza sulle donne, l istruzione, il lavoro, il salario, il lavoro non pagato, l impiego del tempo, la partecipazione politica. Pagina 4

5 Il mondo del lavoro Sebbene il lavoro minorile sia una violazione dei diritti di tutti i bambini, sia maschi che femmine, le bambine spesso cominciano a lavorare più precocemente dei maschi e in genere le bambine lavorano di più in casa rispetto ai maschi. Molte bambine vedono negato il diritto all istruzione oppure sono costrette a sopportare il triplice onere delle faccende domestiche, dello studio e del lavoro fuori di casa. Il servizio domestico retribuito è spesso considerato un occupazione adatta alle bambine ed è la principale attività economica per quelle sotto i 16 anni. Infatti, ci sono più bambine impiegate in questo settore che in qualsiasi altro tipo dì attività. La maggioranza dei bambini impegnati nel servizio domestico sono femmine - oltre il 90%, secondo alcuni studi condotti negli anni 90. Questo vale particolarmente per l America latina. In molti paesi dell Asia orientale e sudorientale, i genitori mandano le figlie a servizio perché ritengono che sia una buona preparazione per il matrimonio. In India, le bambine accompagnano le madri al lavoro e all età di 8 o 9 anni sono assunte come collaboratrici domestiche. In Ghana, dove il ruolo tradizionale delle bambine è quello di casalinghe, molte madri incoraggiano le figlie a lavorare come domestiche. Il lavoro domestico è una delle occupazioni meno regolamentate. Il fatto di lavorare in case private, rende i collaboratori domestici, bambini Il lavoro minorile e adulti, spesso invisibili al mondo esterno e, di conseguenza, particolarmente esposti a violenza, sfruttamento e abusi. Il lavoro domestico diventa sempre più pericoloso quando i bambini vittime del traffico sono portati in un altra città o paese. Esiste uno stretto rapporto tra il genere e i motivi del traffico: il traffico delle bambine avviene soprattutto per il servizio domestico e lo sfruttamento sessuale a fini commerciali. A causa delle esperienze diverse vissute dalle bambine e dai bambini, è importante inserire le questioni di genere nelle ricerche sul lavoro minorile. I programmi e le politiche sensibili al genere che combattano e prevengano il lavoro minorile sono essenziali per il rispetto dei diritti dei bambini e delle bambine. In politica Per quanto riguarda le cariche politiche l altra metà del cielo occupa circa il 15% dei seggi nei parlamenti nazionali, con ampie oscillazioni da Paese a Paese, da punte del 30-40% a crolli fino al 10%, in particolare nell Africa del nord, nell Asia del sud e dell ovest e nell Oceania. IL SUFFRAGIO UNIVERSALE Negli Stati Uniti le donne hanno diritto a candidarsi dal1788 e il diritto di voto dal La Nuova Zelanda è il primo Paese ad aver dato il diritto di voto alle donne nel Ecco i paesi dove il suffragio universale è stato introdotto negli ultimi trent anni Nigeria (nord), Moldova 1979 Isole Marshall, Micronesia, Palau 1980 Iraq, Vanuatu 1984 Liechtestein, Sudafrica (meticci e indiani) 1986 Repubblica Centrafricana 1989 Namibia 1990 Samoa 1993 Kazakistan 1994 Sudafrica (neri) 1997 Eritrea 2002 Bahrain 2005 Kuwait Pagina 5

6 Salute L India e l infanticidio femminile Nella cultura indiana un maschio è preferito perché trasmette il nome, diventa fonte di guadagno e può occuparsi dei genitori quando invecchiano; la femmina invece è destinata a lasciare la famiglia e inoltre costa per la dote che deve ricevere al momento delle nozze. In India dal 1994 è illegale determinare il sesso del feto e sulla base di questo abortire, eppure questa pratica resta molto diffusa e potrebbe spiegare la mancata nascita di mezzo milione di bambine ogni anno. Il sesso del primo figlio diventa fattore determinante nella decisione di una coppia se abortire o meno. Secondo il naturale rapporto maschio/femmina di altri paesi, in India nel 1997 dovevano essere nate circa 13,7 milioni di bambine, mentre la cifra reale è stata di 13,1 milioni. Ma l aborto selettivo è solo la punta di un iceberg fatto di matrimoni forzati, sfruttamento sessuale, umiliazioni e suicidi legati all alto costo della dote matrimoniale. Le mutilazioni genitali, una testimonianza Pagina 6 Naglaa vive al Cairo, è stata circoncisa all età di 11 anni. Dopo aver partecipato ad un workshop organizzato dall Unicef sulle mutilazioni genitali e sulle sue conseguenze ha deciso che sua figlia di 8 anni non subirà la stessa sorte e cerca di convincere altre famiglie ad abbandonare tale pratica. Naglaa si è sottoposta volontariamente a una pratica presentatale come un dovere morale da tutta la sua famiglia e i suoi amici. «Mi dicevano che era il modo per diventare una vera donna per questo volevo tanto essere circoncisa anche io.» Quella che Naglaa chiama operazione è in verità una mutilazione genitale l asportazione parziale o totale della clitoride e a volte anche la cucitura parziale dell organo femminile. «Faceva male, troppo, e ho cominciato a urlare dal dolore. Allora per farmi tacere mi hanno messo un fazzoletto in bocca. E quella donna ha continuato a tagliare. Mi è sembrata un eternità. Poi credo abbia ricucito, o qualcosa del genere. Non potrò mai dimenticare quel giorno, nessuna donna che ha subito un atrocità del genere potrebbe». Dopo l operazione Naglaa è stata a letto per una settimana senza potersi muovere. Nonostante ciò, fino a poco tempo fa era convinta di dover far passare la figlia per lo stesso martirio. «Credevo che fosse una tradizione da rispettare. So che è una condizione indispensabile secondo molti per permettere a una ragazza di venire accettata come sposa e non volevo che mia figlia venisse stigmatizzata ma ho cambiato idea. Da adesso non mi interessa più cosa dicono le persone di mia figlia e del fatto che non è circoncisa. Le voglio evitare tutte le sofferenze che io ho dovuto patire, avrà una vita più felice di quella mia o di mia mamma. E se un uomo la dovesse ripudiare perché non è circoncisa, sarò lì a difenderla. Una ragazza non diventa una prostituta perché non è stata circoncisa. Sono altre le questioni. E se una mamma vuole veramente bene alla sua bambina, allora deve prendersi cura della sua educazione e della sua salute più di ogni altra cosa.»

7 Pagina 7 Spose bambine Il matrimonio in età infantile costituisce una violazione dei diritti umani delle bambine e ha conseguenze negative sulla loro salute e sul loro benessere. Anche se l età in cui si contrae matrimonio precoce sta aumentando, più di una donna su tre di età compresa tra i 20 e i 24 anni ha contratto matrimonio prima dei 16 anni. Se questo quadro non subisce modifiche più di 100 milioni di ragazze saranno spose-bambine nei prossimi 10 anni. Gli strumenti giuridici internazionali impongono il libero e pieno consenso nella decisione di matrimonio e fissano l età minima a 18 anni. Ciononostante la pratica persiste e la povertà svolge un ruolo determinante nella decisione di dare le ragazze in matrimonio in età precoce. Le aree in cui il matrimonio precoce è più diffuso sposate entro sposate entro età media al Area i 15 anni (%) i 18 anni (%) matrimonio Amhara, Etiopia ,0 Nigeria settentrionale ,3 Kayes, Mali ,5 Bihar, India ,7 Jinotega, Nicaragua ,0 FONTI e SUGGERIMENTI Di seguito si riportano le fonti di questo numero e dei suggerimenti per approfondire l argomento. Tutto il materiale segnalato è reperibile presso il Centro di Documentazione del CMD. Articoli - L. Hirshman, Come votano le donne, in Internazionale, 14 marzo 2008, p A. Aresu, Cina, la politica del figlio unico, in Missione Oggi, gennaio 2008, p Aa.Vv., Numero monografico: Donne nell altro mondo, in Missioni Consolata, ottobrenovembre G. Ermini, Much more: le adolescenti da margine a centro, in Aidosnews, gennaio-marzo 2007, p Adolescenza, una sfida, in Aidosnews, gennaio-marzo 2007, p C. Agostini, Molto dipende da noi, in Raggio, marzo 2007, p W. Hutton, Senza le donne, in Internazionale, 13 aprile 2007, p.21 - Aa.Vv., Numero speciale: 25 anni di Aidos, in Aidosnews, ottobre-dicembre Aa.Vv., Speciale: Questione di parità, in Il mondodomani, novembre-dicembre p N. Carvalho, India, 10 milioni di feti femminili abortiti in 20 anni, in Asia News, febbraio 2006, p P. Di Cori, Uomini coinvolgetevi, in Aidosnews, ottobre-dicembre 2005, p V. Confalonieri, Largo alle donne, in Missioni Consolata, luglio-agosto 2005, p P. Sartori, E le bambine?, in Il Piccolo Missionario, settembre 2005, p P. Sartori, Piccoli diritti 2004, in Il Piccolo Missionario, novembre 2004, p Le bambine dalla vita negata, in Amici dei Lebbrosi, marzo 2004, p.6 Libri - UNICEF, Donne e bambini. La condizione dell infanzia nel mondo 2007, UNICEF, Roma, UNFPA, La promessa dell uguaglianza. Lo stato della popolazione nel mondo 2005, UNFPA e Aidos Roma, UNFPA, Vivere insieme in mondi separati. Lo stato della popolazione nel mondo 2000, UNFPA e Aidos, Roma 2000

8 LA POSTA DEI MISSIONARI... Si segnala che non sono più sostenuti dall aiuto delle adozioni a distanza i progetti di sr. Pierina Carli (Sud Sudan) poichè la missionaria non è più presente nel luogo sede del progetto. Vengono invece inseriti i progetti seguiti da sr. Mirella Moser (Albania) e sr. Agnese Giovanazzi (Camerun). La scuola di Pangoa compie cinque anni a scuola parrocchiale di Pangoa L entra ormai nel suo quinto anno di esistenza e quest anno possiamo usare il nuovo locale da poco terminato: grande, bello, moderno. Quest anno abbiamo circa 300 alunni: e dire che nel 2004 avevamo iniziato con una quarantina! In ogni caso la costruzione non è sufficiente: c è bisogno di mettere ancora il tetto di lamiera, far fare i banchi, pagare il personale di servizio, acquistare qualche computer e sistemare la strada di accesso che quando piove diventa un mare di fango. La scuola è un modo unico per essere a contatto con tanti bambini, ragazzi e genitori che altrimenti non si vedrebbero mai. Gli insegnanti, oltre che essere insegnanti di professione spesso sono anche catechisti, impegnati con la missione, e il sabato e la domenica mi aiutano con la preparazione dei bambini e dei giovani che hanno chiesto il battesimo. Inoltre, quando hanno tempo, mi accompagnano nelle visite dei villaggi durante la settimana. Tre alunne di padre Gianni Pacher, Perù, Comboniano, originario di Levico. Pagina 8

9 Pagina 9 I lavori di ristrutturazione della scuola, la festa di ringraziamento e gli alunni di p. Andrea Callegari, Brasile, pavoniano, originariao di Lisignago. La scuola ristrutturata di Belo Orizonte Sopra, i bambini in aula e alla festa per p. Andrea ui la vita continua nella logica della corsa a ostacoli. Q In veritá quest anno ho I cartelli di ringraziamento deciso di complicarmi la vita piú degli altri anni. Infatti con la ristrutturazione della scuola, che di fatto é una ricostruzione della scuola da parte dello stato, mi sono creato molti grattacapi per la sistemazione dei circa duemila alunni negli ambienti dell opera pavoniana ma poco a poco le cose si stanno aggiustando e credo che il peggio sia passato. Ma pur con il problema scuola, ho pensato che sarebbe utile risolvere una volta per tutte il problema degli handicappati con la costruzione di un ascensore che facilitasse l accesso al secondo piano della nostra opera sociale. Dopo mesi di riflessione ho visto che la rampa mi sarebbe costata di piú. Anche qui in Brasile ormai bisogna fare di tutto per dimostrare che si é attenti anche a coloro che hanno problemi di tipo motorio o hanno deficienze fisiche che impediscono i movimenti normali. Quando le mamme hanno capito che stavo costruendo un ascensore per gli handicappati mi hanno fatto una festa di ringraziamento. Ancora una volta vi ringrazio per tutto quello che fate per me e sappiate che i bambini del Centro Pavoniano vi salutano e vi ringraziano tanto! A sinistra, la vecchia scuola viene smantellata e, a destra, la costruzione dell ascensore

10 La scuola di Sr. Roberta Paris, Bolivia, missionaria del Sacro Cuore, originaria di Calavino. La scuola in Bolivia V oglio ringraziare di cuore tutte le persone generose e di buona volontà che ci aiutano ad aiutare le tante persone bisognose: sfamiamo bambini, soccorriamo malati, aiutiamo tante fa- miglie che vivono quasi nella miseria e promuoviamo l insegnamento. Offriamo anche dei corsi professionali così che questi bambini, ragazzi e ragazze possano un domani guadagnarsi da vivere con dignità. Tutti i giorni vengono persone alla scuola a chiedere di essere aiutate con generi alimentari, scarpe o vestiti. Specialmente adesso che il mattino comincia a farsi sentire il freddo. Il governo a parole dice di essere dalla parte dei poveri, degli indigeni, dei campesinos, ma in concreto tutta questa gente ancora non ha nulla ed è normale che venga a chiedere aiuto a chi veramente ha voglia di aiutarli. Penso e credo che Dio si serva di noi e di voi per dimostrare la sua bontà verso i più poveri, così da essere per loro buona notizia. Pagina 10

11 Pagina 11 I bambini di Sr. Maddalena Turra, Filippine, pastorella, originaria di Tonadico. Nelle Filippine, fra borse di studio e programmi alimentari i ringrazio per la vostra gentilezza e generosità, grazie a voi possiamo continua- V re a supportare con una borsa di studio una quindicina di studenti che frequentano tutti i livelli di studio, dalle elementari all università, e provengono dalle famiglie più povere del nostro paese. Abbiamo tanta speranza che questi giovani possoano alleviare le loro famiglie dalla povertà quando fìniranno gli studi. Oltre alla borsa di studio, sosteniamo anche un progetto di nutrimento per i bambini delle nostre parrocchie, che sono sottopeso e malnutriti. Sono 125 i bambini, fra i 2 e i 7 anni, che ricevono un pasto completo due volte la settimana e che sono seguiti da un gruppo di medici. Durante questi incontri le mamme ricevono una formazione spirituale ma anche nozioni riguardo la salute, la sanità e l igiene e imparano così a preparare del cibo nutriente spendendo poco. In collaborazione con il gruppo della comunità ecclesiale di base, i bambini imparano le preghiere principali nella loro lingua materna e le nostre Suore Pastorelle si occupano della catechesi agli adulti presenti. Mille grazie per il vostro aiuto e la vostra preghiera. Con generosità e sacrificio avete reso la vita delle famiglie bisognose più produttiva, più sicura, più sana e più giososa. Avete veramente offerto loro una vita di speranza e fiducia nella provvidenza e misericordia di Gesù Buon Pastore.

12 Chi educa un bambino educa un uomo. Chi educa una bambina educa un popolo. Proverbio della Guinea Bissau Opera Diocesana per la Pastorale Missionaria via s. Giovanni Bosco Trento tel fax Siamo su Internet! Le offerte per le Adozioni a Distanza vanno a sostenere tanti bambini seguiti nei progetti dai missionari trentini: AFRICA sr. Anna Rizzardi (Benin) sr. Lina Calliari (Camerun) sr. Agnese Giovanazzi (Camerun) p. Giuseppe Larcher (Etiopia) don Sandro De Pretis (Gibuti) p. Antonio Dolzan (Kenya) Giuseppe Zencher (Kenya) p. Mario Benedetti (R.D. Congo) p. Mariano Prandi (R.D. Congo) sr. Elena Filippi (Sudan) fr. Elio Croce (Uganda) p. Giuliano Chistè (Uganda) AMERICA LATINA sr. Roberta Paris (Bolivia) sr. Francesca Bolognani (Bolivia) p. Andrea Callegari (Brasile) sr. Noemi Cavagna (Brasile) sr. Annamaria Gretter (Brasile) p. Graziano Stablum (Brasile) don Diego Vanzetta (Brasile) sr. Elsa Bezzi (Brasile) sr. Antonina Turrina (Cile) p. Gianni Pacher (Perù) ASIA sr. Maddalena Turra (Filippine) fr. Eligio Valentini (Thailandia) EUROPA sr. Mirella Moser (Albania) sr. Rosetta Benedetti (Romania) Modalità quota mensile 13,00 quota annuale 156,00 Le offerte si versano direttamente al Centro Missionario di Trento via s. Giovanni Bosco 7 Per ottenere la DETRAZIONE IRPEF intestare a: Opera diocesana pastorale missionaria sezione ONLUS via s.giovanni Bosco Trento eseguito tramite: conto corrente postale n oppure Cassa rurale Valle dei Laghi, Sarche IBAN: IT50 X specificare sempre la causale: ADOZIONE A DISTANZA La ricevuta va conservata con la copia della Dichiarazione dei redditi. Pagina 12

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

UNICEF. organizzazione. Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza. 23 marzo 2010

UNICEF. organizzazione. Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza. 23 marzo 2010 UNICEF Missione e organizzazione Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza 23 marzo 2010 I momenti principali della storia dell UNICEF (1) 11 Dic. 1946: l Assemblea Generale dell ONU istituisce l UNICEF

Dettagli

I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento

I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento 2 ECCO LA MIA STORIA... Ho due fratelli e tre sorelle. Mio padre non aveva un lavoro fìsso e la mia mamma era semplicemente una casalinga. Oltre ad un pezzo di

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

SCHEDA DATI. UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015

SCHEDA DATI. UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015 SCHEDA DATI UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015 Trasformare il circolo vizioso in un circolo virtuoso ha benefici enormi: - Si

Dettagli

Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi

Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi Distretto: torino nord - ciriè Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi Animatore/trice: verderone daniela -momenti di aggregazione

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Le buone idee per i tuoi giorni di festa

Le buone idee per i tuoi giorni di festa Le buone idee per i tuoi giorni di festa Una bomboniera non C è sempre una buona occasione per scegliere le Scegli le bomboniere solidali Intervita, rendi indimenticabili i tuoi giorni di festa. Matrimonio,

Dettagli

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it Codice

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO

BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO I dati che seguono intendono dare un indicazione di massima della situazione minorile esistente oggi in Mozambico e provengono dall Istituto Nazionale di Statistica del

Dettagli

A.S. 2015/2016 5 ANNI :

A.S. 2015/2016 5 ANNI : : A.S. 2015/2016 5 ANNI Il tema unificante del lavoro è la Felicità, uno dei diritti fondamentali dell uomo. La felicità è lo stato d animo positivo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri desideri.

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Fondazione Pangea è impegnata in un programma a sostegno di donne e bambine con disabilità fisiche o mentali che vivono negli slum di Calcutta e nell area

Dettagli

40 miliardi di dollari. 150 paesi. Sconfiggere l estrema povertà nel mondo OBIETTIVO:

40 miliardi di dollari. 150 paesi. Sconfiggere l estrema povertà nel mondo OBIETTIVO: 40 miliardi di dollari 150 paesi OBIETTIVO: Sconfiggere l estrema povertà nel mondo Obiettivi TARGET: 1 Dimezzare la povertà assoluta e la fame nel mondo 2 Assicurare l istruzione elementare per tutti

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 Ho seguito, insieme ai miei alunni, due percorsi differenti che poi si

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Programma di adozioni a distanza

Programma di adozioni a distanza Programma di adozioni a distanza Tutti noi siamo stati bambini, certamente più fortunati di molti altri perchè abbiamo avuto chi ci ha seguito e ci ha consentito di diventare adulti. Ma in tutto il mondo

Dettagli

Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra

Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra Firenze Pinguini 2010 Cosa accadra oggi Perche sono qui? Per parlarvi di una esperienza interessante che ho fatto e che voglio condividere

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di vatican Service News

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di <i>vatican Service News</i> Pagina 4 Angelus dell Acr con il papa in Vaticano, i Messaggi pontifici per la Giornata Mondiale del Malato e la Giornata Mondiale della Comunicazioni Sociali, l AdunanzA Eucaristica a Catanzaro, una giovane

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO CELEBRAZIONI UFFICIALI ITALIANE PER LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE 2009 Conseguire la sicurezza alimentare in tempi di crisi PARTE III L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO L Italia con l ONU contro

Dettagli

Centro Missionario Diocesano - Trento

Centro Missionario Diocesano - Trento Centro Missionario Diocesano - Trento Così vicini eppur pur così lontani. Dare istruzione per creare futuro. I.R. Progetto Anno Pastorale 2007/2008 Ci scrive suor Rosetta: N oi suore della Provvidenza

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

uno sguardo che sapeva elevarsi e arrivare lontano

uno sguardo che sapeva elevarsi e arrivare lontano uno sguardo che sapeva elevarsi e arrivare lontano La Casa della Carità, nasce nel 1941 dall intuizione di Don Mario Prandi, Parroco di Fontanaluccia, per rispondere al bisogno di assistenza di alcune

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Jeanine vive, e tu voltati

Jeanine vive, e tu voltati Data Jeanine vive, e tu voltati I diritti umani e soprattutto la loro violazione, devono stringere il mondo intero nella solidarietà. Ban Ki-moon 0 1 E tu voltati Indifferenza. Liliana Segre ne ha parlato

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale PROGETTO EDUCATIVO Scuola per l infanzia ASILO INFANTILE Suor Tarcisia PONCHIA Religiosa educatrice direttrice Presente nella scuola per 65 anni Scuola paritaria depubblicizzata Ente Morale con amministrazione

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

01 Aprile 2015 Don Marco

01 Aprile 2015 Don Marco Aprile 2015 01 Aprile 2015 - Don Marco:"Carissimi amici oggi è il mio compleanno. Se fossi stato a casa non avrei organizzato una festa (quelle per me non mi piacciono) ma sicuramente tanta gente sarebbe

Dettagli

Lo sfruttamento minorile

Lo sfruttamento minorile Lo sfruttamento minorile A noi sembra scontato avere il cibo, una casa e una famiglia che ci vuole bene ma in realtà, in altre parti del mondo, vi sono dei bambini che soffrono perché privati di questi

Dettagli

Roma, 21 settembre 2011. Oggetto:

Roma, 21 settembre 2011. Oggetto: COMUNITA' MISSIONARIA DI VILLAREGIA Roma, 21 settembre 2011 Oggetto: II a Edizione del Concorso Sogna il tuo presepe Egr. sig. Dirigente Scolastico, la (CMV) è un Associazione Internazionale composta da

Dettagli

MODULO D ORDINE PERGAMENA DATI DI CHI EFFETTUA L ORDINE Nome

MODULO D ORDINE PERGAMENA DATI DI CHI EFFETTUA L ORDINE Nome MODULO D ORDINE PERGAMENA DATI DI CHI EFFETTUA L ORDINE Nome Cognome Via Città Tel. E-mail n Prov. CAP Cel. INDIRIZZO A CUI SPEDIRE LE PERGAMENE Nome Cognome Via n Città Prov. CAP Tel. Cel. E-mail DIMENSIONI:

Dettagli

Ogni bambino merita un opportunità!

Ogni bambino merita un opportunità! Ogni bambino merita un opportunità! Un piccolo contributo, un grande aiuto! Grazie al suo padrinato lei offre l opportunità di un futuro migliore anche ai bambini più poveri. Croce Rossa Togolese, Koadjo

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Sono stato mandato da loro per ringraziarvi per il vostro cuore generoso verso di loro.

Sono stato mandato da loro per ringraziarvi per il vostro cuore generoso verso di loro. ASENABU de Buyengero et Burambi B. P. : 500 B U J U M B U R A Tel.: (257) 750694-758481-744260 GRAZIE! Carissimi amici e benefatori dei bambini orfani di Buyengero, pace e bene. la nostra cultura cristiana

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare I bambini che sosteniamo a distanza hanno un punto comune: sono creature con un valore infinito che per qualche ragione contingente si trovano in balia

Dettagli

Condividere i bisogni per condividere il senso della vita

Condividere i bisogni per condividere il senso della vita Condividere i bisogni per condividere il senso della vita L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio è stata costituita all inizio dell anno 2010, è iscritta al registro delle ONLUS

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura Comune di Assago Area Istruzione e Cultura I diritti dei bambini in parole semplici Il Consigliere delegato alla cultura Emilio Benzoni Il Sindaco Graziano Musella L Assessore alla Pubblica Istruzione

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa?

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Il matrimonio cristiano chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Antonio Tavilla IL MATRIMONIO CRISTIANO chi si sposa in chiesa sa quello che fa? religione e spiritualità www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

le missioni DELLA NOSTRA DIOCESI APPASSIONATI DI DIO QUARESIMA 2015 - DIOCESI DI PIACENZA-BOBBIO

le missioni DELLA NOSTRA DIOCESI APPASSIONATI DI DIO QUARESIMA 2015 - DIOCESI DI PIACENZA-BOBBIO le missioni DELLA NOSTRA DIOCESI APPASSIONATI DI DIO QUARESIMA 2015 - DIOCESI DI PIACENZA-BOBBIO Tenere sempre uno sguardo fisso al mondo che ancora attende il Vangelo. Il 14 centenario di San Colombano

Dettagli

Quando la famiglia raddoppia

Quando la famiglia raddoppia AI PADRI, ALLE MADRI, AI FIGLI Quando la famiglia raddoppia Guida INFORMATIVA alla separazione non più coniugi.. ma sempre genitori a cura di FABIO BARZAGLI NETWORK EDUCATIVO PATERNITA.INFO www.paternita.info

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI DOTT. CARLOS A. PEREYRA CARDINI - PROF.SSA ALESSANDRA FERMANI PROF.SSA MORENA MUZI PROF. ELIO RODOLFO PARISI UNIVERSITÀ DEGLI

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

La formazione della famiglia

La formazione della famiglia La Famiglia La formazione della famiglia Quando leggiamo la Bibbia notiamo la grande importanza data alla famiglia. È la prima istituzione di Dio per le Sue creature, e ci sono numerose promesse ed esempi

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Ministeri a favore dei bambini Certificazione per gli animatori II livello, corso n. 1

Ministeri a favore dei bambini Certificazione per gli animatori II livello, corso n. 1 Ministeri a favore dei bambini Certificazione per gli animatori II livello, corso n. 1 SVILUPPARE UNA VISIONE PER I MINISTERI A FAVORE DEI BAMBINI (MIB) Linda Mei Lin Koh Ministeri a favore dei Bambini,

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Adozione a distanza bambini

Adozione a distanza bambini Centro Missionario Diocesano - Trento - Adozione a distanza bambini Numero 44 Autunno 2009 supplemento n. 1 a Comunione e Missione n. 9 agosto 2009 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. in abb. postale -D.L.

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR Reading del libro a cura dei ragazzi della IIIA della scuola media n. 2 "S. Farina" Con la collaborazione della libreria Il Labirinto di Alghero Un matrimonio combinato,

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO - Documentazione grafica - CONFERENZA STAMPA Zelarino, giovedì 16 febbraio 2012 1 Identità religiose del Nord Est - stime - 3,3 8,2 1,4 11,6 75,6 italiani cattolici immigrati cattolici italiani di altre

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di

Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di Roma - Italia - Mensile Testimoni Persone e comunità Suor

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Etiopia

ADOZIONI A DISTANZA Etiopia ADOZIONI A DISTANZA Etiopia Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

3 Auto rikshaws: 3x1,29,00= 3,87,000 Vestiti per Natale 52x2000= 1,04,000 l educazione dei bambini = 1,49,550

3 Auto rikshaws: 3x1,29,00= 3,87,000 Vestiti per Natale 52x2000= 1,04,000 l educazione dei bambini = 1,49,550 Cari, saluti dalla Missione dei Carmelitani Scalzi di Andhra Pradesh, India! É mio piacere grande scrivere questa lettera di ringraziamento. Abbiamo ricevuto attraverso nostro amico, gent. Signor Guido

Dettagli

20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org

20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org 20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org Cari Amici e Benefattori, incominciamo con qualche bella notizia. Layupampa, in BOLIVIA, è un paesino di 500 persone con 150

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli