RISHILPI DEVELOPMENT PROJECT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RISHILPI DEVELOPMENT PROJECT"

Transcript

1 RISHILPI DEVELOPMENT PROJECT Progetti di Sviluppo per la comunità rurale INTRODUZIONE Rishilpi (unione di due parole bengalesi: Rishi = Fuoricasta, Shilpi = Artista) è un Organizzazione di Volontariato per lo Sviluppo, non governativa, apartitica e senza scopo di lucro. Rishilpi è stata fondata nel 1977, nel villaggio di Satkhira, sul confine indiano, a 90 km da Calcutta, con il proposito di dare valore alla vita dei fuori casta o Rishi, che sono emarginati, rifiutati e che la società bengalese considera impuri e intoccabili. Stato Legale: la Rishilpi è stata registrata presso l Ufficio delle Relazioni Estere del Governo del Bangladesh nel 1987, con il numero di registrazione 215. Area in cui la Rishilpi opera: la Rishilpi è impegnata a favore delle persone più povere nel sud ovest del Bangladesh. La maggior parte della popolazione, 85% della quale è analfabeta, è sempre stata sfruttata proprio a causa della sua ignoranza, ed è tuttora piuttosto esposta a soprusi e discriminazioni. Lo scopo della Rishilpi è quello di facilitare e sostenere il processo di sviluppo dei poveri fino a che essi raggiungano un livello di vita sostenibile. Finora la Rishilpi è stata in grado di offrire ai fuori casta servizi educativi, sanitari, sociali e molte opportunità per creare nuove fonti di reddito. Gli Intoccabili, attraverso lo sviluppo delle loro capacità, ora hanno un lavoro che permette loro d essere indipendenti e mantenere le proprie famiglie. Anche la porta dell'educazione è stata aperta ai Rishi, che ora possono mandare i figli a scuola. Gli obiettivi della Rishilpi sono: Sviluppare le condizioni socio-economiche dei Rishi e della comunità rurale. Offrire dei corsi di formazione professionale in base alle diverse capacità e attitudini e conseguentemente creare delle possibilità di lavoro. Fornire un valido servizio d Assistenza sanitaria ai più poveri e di Fisioterapia e Riabilitazione a favore dei bambini disabili. Sostenere con l adozione a distanza i bambini svantaggiati che non possono andare a scuola perché le loro famiglie sono povere. Rimuovere, nelle classi sociali più povere, la piaga della discriminazione e della superstizione. PROGETTI EDUCATIVI: In Bangladesh l educazione dei figli non è mai stata una priorità presso le famiglie povere, perché i bambini, sin da piccoli, sono costretti a lavorare per contribuire al sostentamento della famiglia. Il diffuso problema del lavoro minorile porta come conseguenza un tasso di alfabetizzazione molto basso tra la popolazione rurale. La Rishilpi, aiutata finanziariamente dalla sezione olandese dell'organizzazione Terre des Hommes e da Amici Italiani, ha aperto delle scuole che garantiscono l'istruzione elementare di questi bambini. Nido e Asilo: all'interno della Rishilpi è presente il Nido e un Asilo in cui sono accuditi i bambini delle donne coinvolte nelle diverse attività artigianali. La scolarizzazione, in questo modo, comincia molto presto. Scuola elementare Rishilpi: gli alunni di questa scuola sono i figli di coloro che sono coinvolti nell'attività della Rishilpi e che abitano nei dintorni. Gli insegnanti usano i testi del Programma Governativo, ma il metodo è personalizzato per i bambini della Rishilpi. I maestri seguono con impegno i propri scolari affinché questi possano dare il massimo risultato ed essere così di stimolo per tutti gli altri alunni. Si vuole che questo metodo diventi un modello per tutti i maestri delle scuole dei villaggi. Una volta al mese tutti i docenti si incontrano per discutere dei problemi, condividere i risultati raggiunti e promuovere nuove strategie di insegnamento. Pagina 1 di 5 Ma il fatto più importante è che tutte queste persone continuino a vivere nei loro villaggi e non siano costrette ad emigrare nei grandi centri urbani del Bangladesh o addirittura all estero, andando spesso incontro ad un futuro incerto e precario. Crediamo, quindi, che lo sviluppo dei poveri debba avvenire attraverso il lavoro e l'istruzione.

2 Scuole di villaggio: numerose scuole sono nate per dare la possibilità di studiare a molti bambini che diversamente non andrebbero a scuola. I maestri seguono i programmi e i metodi di insegnamento della Scuola Centrale. Doposcuola: gli stessi insegnanti della Rishilpi seguono nel doposcuola gli ex-alunni che ora frequentano la Scuola superiore governativa. Più di 60 studenti hanno la possibilità di migliorare i propri risultati scolastici. Diversamente, essi non potrebbero continuare negli studi, perché il sistema pubblico di insegnamento non li prepara adeguatamente. "Italy" Accademia d arte: Alcuni insegnanti qualificati conducono, una volta alla settimana, attività artistiche quali la danza, il canto, il disegno e l'insegnamento dell'armonium e di strumenti a percussione. Grazie a questa iniziativa, circa 50 studenti stanno sviluppando al meglio le loro capacità e potenzialità artistiche. ASSISTENZA SANITARIA La maggior parte della popolazione rurale non ha in genere facile accesso ai servizi di Salute pubblica forniti dal Governo. Questo problema spesso si ripercuote sulle vite di molte persone, soprattutto sui disabili che, di per se, sono un peso per le famiglie e per la comunità e dunque vengono trascurati. Verso la fine del 1980 la Rishilpi iniziò ad offrire un servizio di assistenza sanitaria a tutti i poveri della zona. Prima di tutto fu aperto un dispensario. Poi fu creato una reparto di maternità, dove offrire assistenza prenatale, durante il parto e post natale. Inoltre, con il contributo finanziario di Terre des Hommes e di Amici Italiani e stranieri, è stato aperto un reparto di fisioterapia per la riabilitazione e il trattamento di bambini e adulti con handicap fisici e mentali. Questa è l unica unità medica che offra un servizio accessibile a tutti, in un area molto vasta. I servizi di assistenza sanitaria offerti dalla Rishilpi attualmente sono: un ambulatorio accessibile a tutti dove, ogni giorno, un dottore riceve i malati. un reparto di fisioterapia per adulti e bambini disabili e per questi ultimi anche una scuola speciale che permette di sviluppare le loro capacità intellettuali e complessive. Questi servizi sono offerti sia nel principale centro di riabilitazione presente all interno della Rishilpi, sia in altri quattro centri situati nelle zone più remote e in cui c è una maggiore concentrazione di disabili. un reparto di maternità che fornisce servizi d assistenza prenatale, durante il parto e post natale.alle gestanti sono forniti corsi sulla gravidanza, l'igiene, l'alimentazione ecc.. e dei servizi d assistenza sanitaria e vaccinazione. un Unità di assistenza che consente alle donne dei villaggi di partorire con l'aiuto delle levatrici preparate dalla Rishilpi. Grazie alle conoscenze acquisite, le ostetriche dei villaggi svolgono il loro compito con più consapevolezza, evitando di commettere errori che, in molti casi, provocano la disabilità dei neonati o la morte della gestante e\o del bambino. Inoltre la Rishilpi offre dei programmi di assistenza socio-sanitaria mirati al miglioramento della vita della popolazione rurale. Il Centro conferenze è una struttura in cui è possibile organizzare una serie di importanti seminari e incontri per la preparazione di fisioterapisti e anche per motivare e rendere consapevoli uomini e donne dei villaggi. Gli argomenti affrontati sono: la disabilità e le sue cause, la gravidanza e la cura del bambino, le vaccinazioni, l'acqua potabile, i servizi sanitari e l'igiene, la nutrizione e le cure sanitarie di base. Il Centro conferenze può ospitare circa 40 persone per tutta la durata dei corsi. Nelle aree più remote, attraverso infermiere professionali, vengono organizzati dei training sul parto, la cura del neonato, la vaccinazione, l igiene, la nutrizione e le misure sanitarie di base. La Rishilpi mira ad assumere misure sia preventive sia curative per migliorare la salute della gente. Inoltre cerca di indirizzare la popolazione, mediante incontri regolari, verso un sistema di controllo delle nascite. ACQUA POTABILE E SERVIZI SANITARI La salute delle persone più povere è spesso compromessa da numerose malattie, causate da contaminazioni batteriche presenti nell acqua e dalla mancanza di servizi sanitari igienici. Per porre un rimedio a questa situazione, la Rishilpi, con il contributo dell'organizzazione NGO Forum, ha installato pozzi, impianti di raccolta dell acqua piovana e filtri per l eliminazione dell arsenico dall acqua, come parte integrante del Programma di sviluppo rurale, a favore dei villaggi situati nelle aree più remote. Tutte queste attività si stanno dimostrando molto efficaci e stanno recando preziosi benefici alla popolazione rurale, grazie a training intensivi sull'importanza dell utilizzo dell acqua potabile e dei servizi sanitari igienici. Pagina 2 di 5

3 ATTIVITA' PRODUTTIVE L artigianato è una delle principali attività della Rishilpi, ormai autosufficiente da molto tempo. Lungo il corso degli anni, sono state introdotte nei vari settori di produzione molte nuove tecniche che hanno migliorato i prodotti richiesti dai tanti clienti della Rishilpi. Le principali sezioni di artigianato sono: Pelle La tradizionale occupazione degli uomini fuori casta è lavorare la pelle. La Rishilpi ha aiutato queste persone a sviluppare e migliorare le loro capacità tecniche e artistiche, cosicché attualmente i laboratori artigianali sono in grado di produrre articoli di qualità, richiesti in Bangladesh e all estero. Juta Il Bangladesh è uno dei maggiori produttori ed esportatori di juta. La Rishilpi ha valorizzato questa materia prima insegnando la tecnica del Macramè alle donne, che utilizzando un cordino ritorto a mano, producono articoli vari, come borse, cinture ecc.. Le donne impegnate nella lavorazione della juta possono così contribuire al mantenimento della propria famiglia e migliorare la qualità della loro vita. Ricamo Il Bangladesh è famoso per i suoi splendidi ricami chiamati Nakshi Kantha. Questa tecnica stava per scomparire nella zona di Satkhira, finché la Rishilpi non ha fatto rivivere questa arte. Molte donne lavorano oggi regolarmente nei loro villaggi, e creano splendide tovaglie, cuscini e altri accessori per la casa. Paglia di grano Questa è un arte che permette di creare artistici quadri, quadretti e biglietti augurali incollando minuscoli pezzetti di paglia di grano su carta fatta a mano. In un laboratorio artigianale, molte donne, in genere abbandonate o vedove, si dedicano a questa attività che da loro la possibilità di provvedere al bilancio familiare. Palma da dattero Gli artigiani della Rishilpi creano degli oggetti per la casa, molto belli e pratici, utilizzando la foglia della palma da dattero, presente in abbondanza in ogni villaggio. La maggior parte degli oggetti sono prodotti, con versatile abilità, da donne che lavorano nei loro villaggi. Legno: La Rishilpi ha voluto creare la possibilità di lavoro per alcuni uomini paralizzati e ha offerto loro dei training per apprendere le tecniche della carpenteria. Questi uomini ora hanno formato, nel Centro Rishilpi, un unità di produzione che crea per lo più giocattoli per bambini, ma che spesso ha collaborato con il Centro di Fisioterapia, costruendo utili attrezzi per aiutare i bambini disabili. Calzature E' una sezione nata per produrre sandali e calzature principalmente per i bambini adottati a distanza. Anche in questo settore sono i fuori casta che beneficiano di questa occupazione e, grazie al loro talento e alla loro creatività, questa sezione sta avendo un buon successo. Maglieria E una piccola unità che produce articoli in maglia molto richiesti nella stagione invernale. Le macchine da maglieria, che ci sono state offerte da amici italiani, consentono a diverse donne di poter lavorare. Progetto sartoria E una sezione di confezione, nata per fornire i vestiti ai bambini dell'adozione a distanza. Di conseguenza si sono create opportunità di lavoro per molte donne. Per venire incontro a successive richieste, la sezione ha realizzato un campionario di abbigliamento per adulti. I ricami, con cui la sartoria arricchisce i suoi capi, sono molto apprezzati. La Rishilpi attualmente fornisce un lavoro a più di duemila persone, molte delle quali svolgono la propria attività nei loro villaggi. I prodotti artigianali della Rishilpi sono venduti in Bangladesh ed esportati in Europa, negli Stati Uniti, in Giappone e in Australia. Le attività produttive della Rishilpi sono promosse da un dipartimento di Marketing che continua a ricercare nuovi mercati sia in Bangladesh sia all estero.tutti gli artigiani dividono tra loro gli utili ricavati dalla vendita dei prodotti della Rishilpi. Pagina 3 di 5

4 ATTIVITA DI SVILUPPO La Rishilpi ha organizzato un Programma di sviluppo rurale in cui sono state create anche delle cooperative sociali di microcredito, in 52 villaggi, nell ambito dei 19 Comuni della Provincia di Satkhira. Attualmente ci sono 210 cooperative, sempre in aumento, ognuna delle quali costituita da membri per gruppo. Quasi tutti i componenti delle cooperative sono donne, il gruppo sociale più emarginato e discriminato nella società bengalese. I membri della cooperativa, seguiti da un animatore, si riuniscono una volta alla settimana per discutere delle attività comuni. Si affrontano argomenti come l assistenza sanitaria, l igiene, l ambiente. L educazione al risparmio è uno dei temi più importanti trattati dal Programma di Sviluppo. Ogni membro della cooperativa deposita i propri risparmi in una cassa comune a cui poter accedere in caso di bisogno. Il prestito viene poi restituito e ritorna nella cassa comune, cosicché può di nuovo essere utilizzato da altre persone. Questo sistema bancario è nato per evitare che la popolazione rurale finisca nelle mani degli usurai che, a causa dei tassi di interesse troppo alti, danneggiano economicamente coloro che hanno ricevuto il prestito. Lo scopo principale di queste riunioni è di far comprendere e stabilire in che modo i membri della Cooperativa debbano lavorare insieme per costruire un futuro migliore, utilizzando al meglio le risorse in loro possesso. Progetto Rikshaw La Rishilpi, con l'aiuto di fondi della Caritas Italiana, ha sovvenzionato l'acquisto di un rikshaw a 85 uomini, affinché essi possano lavorare e guadagnarsi da vivere con questo tradizionale mezzo di trasporto, equivalente al nostro taxi. Nel giro di quattro anni i proprietari dei rikshaw si impegnano a restituire la somma ricevuta che servirà per comprare nuovi veicoli ad altri uomini. Allevamento di polli Un fiorente allevamento di galline ovaiole fornisce lavoro a tempo pieno ad alcune persone dei villaggi vicini alla Rishilpi. Si spera che quest allevamento possa portare guadagni extra per sostenere altre attività che la Rishilpi potrà intraprendere in futuro. Rishilpi Computer Centre (RCC) Un'altra iniziativa della Rishilpi è un Centro di computer (RCC). Qui viene offerto un programma completo di training, con diverse specializzazioni, per imparare ad utilizzare al meglio il computer. Il Centro RCC, dotato di moderne attrezzature, è stato creato per offrire dei corsi agli studenti dell adozione a distanza, affinché essi possano arricchire la loro educazione, in vista della loro futura carriera lavorativa nel mondo moderno. ADOZIONE A DISTANZA La Rishilpi crede fortemente che ogni essere umano debba saper leggere e scrivere. In Bangladesh il tasso d analfabetismo si fa più acuto man mano che si scende nella scala sociale e nelle caste. Questi emarginati, vittime di un sistema che li schiaccia, totalmente analfabeti, sono anche privi d ogni diritto. Il destino di migliaia di persone è così già segnato. L adozione a distanza consente di dare un sostegno economico ai bambini molto poveri per farli studiare. Per usufruire dell adozione a distanza bisogna rispettare alcune importanti regole: Prima di tutto i genitori naturali dei bambini devono avere un legame diretto con la Rishilpi, attraverso il lavoro artigianale o il Programma di sviluppo rurale. In secondo luogo i destinatari devono essere famiglie molto povere. Infine i bambini devono ottenere dei risultati attraverso l'impegno nello studio e i genitori, da parte loro, devono rendersi responsabili dell'educazione dei propri figli. Come molte delle iniziative della Rishilpi, anche l adozione a distanza ha avuto una partenza in sordina. Nel 1989, solo 2 bambini usufruivano di quest assistenza. Nel 2003 i beneficiati sono diventati alcune migliaia. La Rishilpi è impegnata a promuovere l'adozione a distanza perché tutti i bambini possano avere diritto all'istruzione. Benefici dell adozione a distanza L Adozione a distanza si è rivelata un'iniziativa di gran successo. Ai bambini adottati è data la grand opportunità di studiare nelle scuole del loro stesso villaggio e, grazie all'istruzione, d auto determinare il proprio futuro. Senza l adozione a distanza, molti di questi ragazzi non avrebbero accesso alla scuola e resterebbero semplicemente nei loro villaggi, occupati nei pesanti lavori dei campi, a pascolare gli animali di ricchi proprietari, nelle fabbriche di mattoni ecc.. Pagina 4 di 5

5 A volte, si stringe un forte legame affettivo tra i ragazzi e i genitori adottivi e, addirittura, alcuni di loro vengono in Bangladesh a visitare la Rishilpi per incontrare personalmente il "proprio" bambino e quindi sentirsi parte di una grande famiglia.questo incontro crea di solito molta fiducia, confidenza e stimolo nella vita del bambino stesso. Il motto del nostro Programma Educativo è Dall Oscurità alla Luce Ogni anno celebriamo l'incontro degli studenti delle scuole superiori, in cui ognuno può raccontare la propria storia e come la propria vita è cambiata con l'istruzione. La responsabilità che questi ragazzi "istruiti" sentono per i propri coetanei e il proprio villaggio è sorprendente! La fiducia nelle loro capacità e la forte volontà di passare dall'oscurità dell'ignoranza alla luce della conoscenza è la manifestazione chiara che vogliono prendere in mano il loro futuro. E bello vedere come questi giovani pieni d entusiasmo e di riconoscenza vogliano costruire le basi della loro vita. Guardandoli e parlando con loro, è difficile credere che provengano dalle più misere ed emarginate comunità di fuori casta e dalle famiglie più povere del Bangladesh. CONCLUSIONE La Rishilpi, attraverso le sue iniziative educative e sanitarie e i suoi progetti di produzione, ha offerto negli anni, soprattutto ai fuori casta, alle donne, ai disabili del distretto di Satkhira, la grande opportunità, non solo di sopravvivere, ma anche di sviluppare e migliorare la qualità della loro vita. Attualmente sono varie migliaia le persone che beneficiano in modo diretto dei nostri servizi. La Rishilpi continuerà a sostenere la popolazione di poveri ed emarginati grazie all'aiuto, alle iniziative e alle idee di tanti amici che condividono i suoi ideali e sentimenti di solidarietà e giustizia. in Bangladesh in Italia RISHILPI DEVELOPMENT PROJECT Gopinathpur, Binerpota, Satkhira-9400, Bangladesh. Tel: & 63027; Fax: ; Website: RISHILPI DEVELOPMENT PROJECT - Onlus Cod. fisc per il 5 Via Santorre di Santarosa 28, Pinerolo (TO), Tel , c/c Unicredit IBAN: IT85 S c/c postale n Pagina 5 di 5

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa

I social protection floors per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Conferenza Internazionale del Lavoro 101^ Sessione 2012 IV Rapporto (2B) I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Quarto punto dell'agenda Ufficio Internazionale

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale)

Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale) Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale) Premesso che A) IL CONTESTO POLITICO - CULTURALE 1. Col Quarto Programma d azione (1996-2000) la politica europea

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione OECD Organisation for Economic Cooperation and Development Prova sul campo

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Premessa Aiutare i figli a orientarsi alla fine del quinquennio della scuola superiore, o sostenerli nella scelta di

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Protocollo d intesa. tra. Ministero della Giustizia. Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza. Bambinisenzasbarre ONLUS

Protocollo d intesa. tra. Ministero della Giustizia. Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza. Bambinisenzasbarre ONLUS Protocollo d intesa tra Ministero della Giustizia Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza e Bambinisenzasbarre ONLUS IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA L'AUTORITÀ GARANTE PER L'INFANZIA E L ADOLESCENZA

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Un spazio vegan dedicato alla sperimentazione sociale ed ecologica

Un spazio vegan dedicato alla sperimentazione sociale ed ecologica Un spazio vegan dedicato alla sperimentazione sociale ed ecologica Siamo un gruppo di persone provenienti da ambienti diversi che condividono un sogno comune: vivere in armonia con la natura e di tutti

Dettagli

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO ITALIAN (IT) MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO Gli sponsor di progetti umanitari e di squadre di formazione professionale finanziati con sovvenzioni globali sono tenuti

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW)

Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW) Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW) Adottata dall Assemblea generale delle NU il 18.12.1979, in vigore internazionale dal 3.9.1981.

Dettagli

OECD Multilingual Summaries Education at a Glance 2012. Uno sguardo sull'istruzione 2012. Summary in Italian. Sintesi in italiano

OECD Multilingual Summaries Education at a Glance 2012. Uno sguardo sull'istruzione 2012. Summary in Italian. Sintesi in italiano OECD Multilingual Summaries Education at a Glance 2012 Summary in Italian Read the full book on: 10.1787/eag-2012-en Uno sguardo sull'istruzione 2012 Sintesi in italiano Lo studio intitolato Uno sguardo

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli