SAVE S.p.a. Company Presentation. Aeroporto Marco Polo di Venezia. Stati Generali Marco Polo City. 13 e 14 ottobre 2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SAVE S.p.a. Company Presentation. Aeroporto Marco Polo di Venezia. Stati Generali Marco Polo City. 13 e 14 ottobre 2006"

Transcript

1 SAVE S.p.a Aeroporto Marco Polo di Venezia Company Presentation Stati Generali Marco Polo City 13 e 14 ottobre 2006 Fondazione Cini, Isola di San Giorgio, Venezia 1

2 Indice Sezione 1 Sezione 2 Sezione 3 Sezione 4 Sezione 5 Profilo societario Gestione Aeroportuale (SBU1) Gestione Infrastrutture di mobilità (SBU2) Food & Beverage and Retail (SBU3) Dati Finanziari 2

3 Sezione 1 Profilo societario 3

4 Profilo societario Il Gruppo SAVE è quotato nel Mercato Telematico Azionario di Borsa italiana con una capitalizzazione pari a 592* milioni Mission MISSION Essere leader nel settore dei servizi ai viaggiatori, attraverso la gestione di tre principali aree di business: gestione aeroportuale gestione infrastrutture di mobilità food & beverage and retail Operare in modo integrato nelle tre aree di business al fine di Rendere piacevole l esperienza di viaggio negli aeroporti e nelle altre infrastrutture di mobilità. Svolgere la propria attività in modo innovativo, con senso di responsabilità ed integrità morale e con l obiettivo di contribuire al processo di sviluppo del territorio. Vision Diventare un mobility player di riferimento offrendo servizi di elevato livello qualitativo. La catena del valore di SAVE ha come punto focale il passeggero Traveller Mobility Value L obiettivo è quello di valorizzare per il viaggiatore il tempo dedicato al passaggio/permanenza negli aeroporti e nelle altre infrastrutture di mobilità Piacevole esperienza di viaggio * Valore calcolato sulla base del prezzo del titolo SAVE al 15 Settembre

5 Profilo societario Le SAVE S strategie MAIN del Gruppo STRATEGIES SAVE La crescita del Gruppo è possibile attraverso Accrescere la propria posizione competitiva nell ambito della gestione aeroportuale; Sviluppare ed ampliare l offerta di prodotti e servizi legati alla movimentazione di persone e merci nell ambito delle infrastrutture di mobilità valorizzando il know-how e le competenze maturate in ambito aeroportuale; Sviluppare l attività di gestione anche in infrastrutture di mobilità diverse da quelle aeroportuali (quali stazioni ferroviarie, porti e autostrade); La massimizzazione del potenziale delle attuali opportunità di business; La selettiva acquisizione di altre Società operanti nell ambito della gestione aeroportuale; La realizzazione, attraverso la partecipazione a gare o trattative private, di una strategia di acquisizione di piccole e medie aziende e competitors operanti nel settore della ristorazione al pubblico e del retail; L acquisizione di aziende attive nel settore della gestione di infrastrutture di mobilità; 5

6 Profilo societario IL GRUPPO SAVE SVILUPPA NUOVE STRATEGIE: Il Gruppo SAVE esce dalla gestione delle attività di handling aeroportuale presso l Aeroporto di Venezia Il Gruppo SAVE inaugura e avvia l operatività della nuova aerostazione e del nuovo fabbricato cargo presso l Aeroporto di Venezia; Il Gruppo SAVE acquisisce il 40% del capitale di Centostazioni (103 medie stazioni italiane); Il Gruppo SAVE entra nel settore food & beverage e retail attraverso la Società controllata Airport Elite Nel corso del 2003 Centostazioni ha assunto la gestione diretta di tutte le 103 medie stazioni. Il traffico passeggeri del Sistema Aeroportuale di Venezia supera i 6,6 milioni di passeggeri previsti e raggiunge i 6,7 milioni. SAVE è quotata nel Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana ( MTA ) attraverso un aumento del capitale sociale pari a 160 milioni Il Gruppo SAVE acquisisce da Austrian Airlines il 100% del Capitale Sociale di AIREST. Il Gruppo SAVE acquisisce dalla Società Autostrade Brescia e Padova il 100% del Capitale Sociale di RISTOP. Evoluzione del Gruppo SAVE /mln* H05 1H06 Var % 1H05/1H06 Evoluzione del Gruppo SAVE /mln* H05 1H06 Var % 1H05/1H06 Ricavi op. e altri ricavi consolidati 155,3 166,0 76,1 104,9 37,7% Gestione Aeroportuale 95,4 98,2 45,8 48,5 6,0% Infrastrutture 21,5 24,8 11,4 12,1 6,4% F&B eretail 44,0 49,0 21,7 47,3 118,2% * dati conformi ai principi IAS/IFRS EBITDA Consolidato 47,0 47,5 21,9 25,5 16,2% Gestione Aeroportuale 41,1 40,1 19,0 19,5 2,3% Infrastrutture 2,3 2,9 1,4 1,8 30,7% F&B eretail 3,6 4,4 1,5 4,2 179,3% * dati conformi ai principi IAS/IFRS 6

7 Group Overview Il Gruppo SAVE opera nel settore degli aeroporti, in quello delle infrastrutture di mobilità (stazioni ferroviarie, autostrade e porti) e nei servizi per i viaggiatori SAVE SpA Gestione Aeroportuale Gestione Infrastrutture di mobilità Food & Beverage e Retail SBU*1 SBU*2 SBU*3 *SBU: Strategic Business Unit 7

8 Profilo Societario Dati Finanziari milioni H05 1H06 Var % 1H05/1H06 120,0 80,0 Ricavi operativi e altri proventi 155,3 166,0 76,1 104,9 37,7% Ebitda 47,0 47,5 21,9 25,5 16,2% Ebit 18,4 24,3 9,9 13,9 40,4% Utile netto di Gruppo 4,9 11,0 2,9 8,7 205,0% 40,0 0,0 Ricavi operativi e altri proventi Ebitda Ebit Utile netto di Gruppo Capitale Investito Netto 226,5 331,2 246,6 378,4 Posizione Finanziaria Netto 135,9 87,4-4,4 112,2 Patrimonio Netto 90,7 243,8 251,0 266,2 1H05 1H06 Breakdown dei Ricavi per SBU EBITDA Breakdown per SBU F&B e Retail 17% F&B e Retail 44% Gestione Aeroportuale 45% Gestione Infrastrutture 7% Gestione Infrastrutture 11% Gestione Aeroportuale 76% 8

9 Profilo Societario Un business con una crescita dinamica e due attività correlate, caratterizzate da elevati tassi di sviluppo Gestione Aeroportuale (SBU1) 7,1 milioni di passeggeri nel 2005, 3,5 milioni di passeggeri nel 1H06 (+6,9 rispetto al 1H05); 2041 è la scadenza della attuale concessione dell Aeroporto Marco Polo di Venezia; Aeroporto di Treviso: l attuale concessione è valida fino al E attualmente in corso la procedura amministrativa e tecnica per l ottenimento della concessione quarantennale; Altre attività svolte: parking, security, engineering ecc. Gestione Infrastrutture di mobilità (SBU2) Gestione commerciale e immobiliare, in esclusiva, dei complessi di 103 medie stazioni italiane; 2042 è la scadenza dell attuale concessione quarantennale; Elevati margini realizzabili a seguito di limitati interventi di ristrutturazione e valorizzazione commerciale. Food & Beverage e Retail (SBU3) 116 punti vendita in gestione diretta al 10 Ottobre 2006 dopo l acquisizione di AIREST e RISTOP; Aeroporti, Stazioni ferroviarie, Austrade rappresentano il target principale per l offerta di servizi di Food e Beverage e Retail; Significativi piani di sviluppo sono già previsti all interno delle 103 medie stazioni italiane; Le acquisizioni di AIREST e RISTOP qualificano il Gruppo SAVE tra i più grandi gruppi operanti nel settore Food and Beverage e nel Retail in concessione. 9

10 Sezione 2 Gestione Aeroportuale SBU1 10

11 Gestione Aeroportuale Dati finanziari SBU H05 1H06 milioni 60,0 50,0 40,0 30,0 Var % 1H05/1H06 Ricavi operativi e altri proventi 95,4 98,2 45,8 48,5 5,8% Ebitda 41,1 40,1 19,0 19,5 2,3% Ebit 16,7 21,4 9,2 11,2 21,7% 20,0 10, H05 1H06 Var % 0,0 Ricavi operativi e altri proventi Ebitda Ebit Ricavi Aviation per PAX 9,2 8,8 8,7 8,7 0,0% Ricavi Non Aviation per PAX 4,9 5,0 5,0 4,9-2,7% Totale Ricavi SBU1 per PAX 14,1 13,8 13,7 13,6-1,0% 1H05 1H06 1H2005 1H2006 Ricavi Non Aviation 37% Ricavi Non Aviation 36% Ricavi Aviation 63% Ricavi Aviation 64% 11

12 Gestione Aeroportuale key figures Aviation +10% crescita media del traffico passeggeri nel periodo ; 92 città collegate: 57 voli di linea; 35 voli charters; 157 destinazioni totali; 47 paesi collegati; 7,4 ricavo medio per passeggero 1H06 (7,4 1H05) presso l Aeroporto di Venezia; 30 ATM per ora (movimenti orari) è la capacità dei movimenti sulle piste autorizzata presso l Aeroporto di Venezia; 60%: coefficiente di utilizzo della capacità dell Aeroporto di Venezia nei momenti di picco del traffico; key figures Non Aviation 3,7 ricavo medio non aviation per passeggero 1H06 (4,0 1H05) presso l Aeroporto di Venezia; 4,9 spesa media per passeggero relativa alle attività commerciali operanti presso l Aeroporto di Venezia al 1H06 (4,7 1H05); parcheggi attualmente disponibili presso l Aeroporto di Venezia (dati aggiornati al 30 Giugno 2006); 1,21 è il ricavo medio per passeggero relativo all attività di parcheggio. 12

13 Airport Management SCHEDULED TRAFFIC > passengers Destination Pax Jan/Jun '06 Destination Pax Jan/Jun '06 Rome FCO Lisbon Paris CDG Budapest Frankfurt Copenhagen London LGW Timisoara Catania Bucharest BBU Madrid Olbia Barcelona Stuttgart Milan MXP Hamburg Naples Moscow Amsterdam Lamezia Terme Munich Philadelphia Palermo Prague New York JFK Athens Zurich Leeds Bradford Paris ORY Bucharest OTP East Midlands Reggio Calabria Brussels Tirana Cologne Brindisi Vienna Trapani Bari Düsseldorf Bristol Oslo Cagliari Warsaw London LHR Geneva Dublin Helsinki (1) Berlin TXL Atlanta (2) Hanover Istanbul (3) Lyon Others TOTAL NEW SERVICES 2006 DESTINATION ATLANTA ISTANBUL CASABLANCA COPENHAGEN BARCELONA BARCELONA OSLO ST. PETERSBURG DUSSELDORF MUNICH MUNICH PRAGUE TIRANA REGGIO CALABRIA (1) Seasonal (2) With effect from June 7th (3) With effect from March 31st CARRIER DELTA AIR LINES TURKISH AIRLINES AIRONE STERLING VUELING WINDJET WINDJET PULKOVO HAPAG LLOYD EXP. HAPAG LLOYD EXP. CONDOR SMARTWINGS ALPI EAGLES ALPI EAGLES Source: SAVE database 13

14 Gestione Aeroportuale Il terzo Sistema Aeroportuale italiano nel 2005 con oltre 7,1 milioni di passeggeri Passeggeri (1) (in milioni) Movimenti (1) (in migliaia) 8,0 6,0 4,0 4,8 0,5 CAGR: + 14,5% 6,8 7,1 6,0 0,9 1,3 0,7 120,0 100,0 80,0 60,0 77,2 11,4 CAGR: + 7,7% 92,3 15,4 96,3 96,4 16,3 17,6 2,0 4,2 5,3 5,9 5,8 40,0 20,0 65,8 76,9 80,0 78,8 0, , Venezia Treviso (1) Sistema Aeroportuale di Venezia: Aeroporto di Venezia + Aeroporto di Treviso 14

15 Airport Management Oltre 7,7 milioni di passeggeri attesi nel Passeggeri (1) (in milioni) Movimenti (1) (in migliaia) 3,00 Passeggeri Delta 1H06 vs 1H05 3,3 + 6,9% 3,5 0,58 0, Movimenti Delta 1H06 vs 1H05 46,6 + 1,9% 47,5 8,3 8,4 2,76 2, ,2 39,0 0,00 1H05 1H06 0 1H05 1H06 Venice Treviso (1) Sistema Aeroportuale di Venezia: Aeroporto di Venezia + Aeroporto di Treviso 15

16 Gestione Aeroportuale Il traffico passeggeri nel 2005 si è attestato agli stessi livelli dell anno precedente. Questo è il risultato dell abilità commerciale di SAVE che è riuscita a ripristinare con altri vettori il traffico gestito da Volare Airlines. Andamento del traffico passeggeri (milioni) (novembre 2004) Cessazione dell attività di Volare 6,0 5,5 5,0 4,5 4,0 (11 settembre 2001) Attentato alle Twin Towers 18 mesi 13 mesi Nonostante la cessazione dell attività di Volare Airlines (nov 2004), nel corso del 2005, il traffico passeggeri è stato quasi completamente ripristinato ai livelli dell anno precedente grazie all inserimento, sulle medesime rotte, di altri vettori. 3,5 3,

17 Gestione Aeroportuale Il Quadro Normativo: oggi gli aeroporti italiani applicano tariffe stabilite in base a un decreto legislativo antecedente al 2000 La Delibera Cipe del 2000 ( Contratto di Programma ) volta alla riorganizzazione e razionalizzazione del sistema tariffario aeroportuale non è mai stata concretamente applicata Contratto di Programma (Delibera Cipe 86/2000) Requisiti di sistema Il Contratto di Programma è un sistema di determinazione delle tariffe aeroportuali che si basa su un meccanismo di Price Cap ; il sistema è basato sulla negoziazione tra il gestore aeroportuale e l ENAC, che riguarda principalmente le variabili di seguito indicate: previsioni di traffico; previsioni sui costi; Regulated Asset Base ( RAB ); WACC. La legge 248/05 introduce una serie di benefici per i vettori aerei operanti sul territorio nazionale in parte a carico delle società di gestione aeroportuale; la suddetta legge introduce, al fine del calcolo delle tariffe aeroportuali, un approccio parzialmente single till ; ciò significa che, per il calcolo dei diritti, si deve tener conto anche del margine conseguito dal gestore aeroportuale in relazione allo svolgimento, nell ambito del sedime aeroportuale, di attività commerciali; altri aspetti dei Requisiti di Sistema : riduzione del canone di concessione aeroportuale in misura pari al 75% che trova pari compensazione nella riduzione delle tariffe (l effetto sull EBITDA è neutrale); Eliminazione delle maggiorazioni notturne; Abolizione delle royalties sul carburante. Le tariffe aeroportuali italiane sono attualmente le più basse d Europa e pertanto è ragionevole presumere che in futuro vi siano rilevanti potenzialità di crescita 17

18 Gestione Aeroportuale L obiettivo principale è quello di incrementare i volumi di traffico passeggeri e di conseguenza il valore dei relativi ricavi Azioni Punti di forza e opportunità Incrementare le destinazioni point-to-point disponibili dall Aeroporto Marco Polo e dall Aeroporto Sant Angelo di Treviso, rafforzando in particolar modo i collegamenti con l Europa dell Est; Incrementare il numero di collegamenti tra Venezia e alcuni tra i più importanti hub intercontinentali; Incrementare il numero di collegamenti intercontinentali; Sviluppare nuove rotte nazionali, in particolar modo nelle direttrici da est a ovest e da nord a sud; Incrementare il numero di passeggeri in transito, attraverso il consolidamento della posizione dell Aeroporto Marco Polo come hub per il sud Italia; Acquisire altre Società di gestione aeroportuale operanti in Italia e all estero (in particolare nell Europa Centrale, nell Europa dell Est e nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo). Ottimo track-record in termini di crescita percentuale del traffico e significative prospettive di crescita future (senza alcun vincolo ambientale); Rilevante catchment area; Tipologia di traffico ben diversificata (per tipologia di vettore, per destinazione, per motivazione di viaggio, etc); Dimostrata capacità di reagire agli eventi esogeni (es 11 settembre 2001 Attentato alle Twin Towers, novembre 2004 cessazione dell attività di Volare Airlines) Basso livello di investimenti necessari nel medio termine. 18

19 Sezione 3 Gestione delle Infrastrutture di mobilità SBU2 19

20 Gestione delle Infrastrutture di mobilità Dati Finanziari SBU H05 1H06 milioni 14,0 12,0 10,0 8,0 6,0 4,0 2,0 0,0 Ricavi operativi e altri proventi Ebitda Ebit Gestione delle Infrastrutture di mobilità (SBU2) Breakdown dei Ricavi 1H06 Var % 1H05/1H06 Ricavi operativi e altri proventi 21,5 24,8 11,4 12,1 6,4% Ebitda 2,3 2,9 1,4 1,8 30,7% Ebit -0,4 0,2 0,0 0,3 1185,0% 1H05 1H06 L EBIT riflette l ammortamento dell avviamento generato dall acquisizione di Centostazioni. Engineering 7% Altri Ricavi6% Attività commerciale 44% * Centostazioni viene consolidata con metodo proporzionale per il 40 per cento corrispondente alla quota di partecipazione posseduta da Archimede 1. Facility Management 43% 20

21 Gestione delle Infrastrutture di mobilità Centostazioni: Struttura della proprietà 60% Partner pubblico 60% Archimede 1 Partner 40% privato Società di gestione 40% Altri key figures 15 stazioni ristrutturate (al 30 giugno 2006); Attualmente sono in corso attività di ristrutturazione presso ulteriori 35 stazioni; mq ad oggi a reddito ( mq a reddito a fine 2004); mq totali (fabbricati di stazione) a reddito al termine delle attività di ristrutturazione; 188,9 milioni di investimenti totali previsti (dei quali 59,8 milioni dovranno essere effettuati da parte di Centostazioni); 74,1 milioni investimenti effettuati ad oggi (dei quali 33,1 milioni effettuati da parte di Centostazioni). 21

22 Gestione delle Infrastrutture di mobilità Elevati margini, basso rischio, attività in esclusiva fino al 2042 Centostazioni: Modello di Business Struttura di Conto Economico Ricavi Costi Rimborso dei costi, fees, tariffe professionali Contratti di affitto Gestione Commerciale Affitti, Fees, Royalties 40% ricavi retrocessi a RFI Partners Commerciali e Altri Partners Facility Management Riaddebito dei costi + 6% di mark up Costi di Facility Management 40% degli affitti Royalties e affitti Engineering 10% fee su investimenti gestiti Costo del Lavoro etc. Costi di Struttura 22

23 Gestione delle Infrastrutture di mobilità Metri quadri adibiti ad attività commerciale Ricavi al metro quadro ,1% ,1% I ricavi al mq sono aumentati dai 170 del 2002 ai 190 del 2004 sino ai 215 del 2005 Il valore dei ricavi è cresciuto grazie a: Migliore attrattività delle stazioni; Massimizzazione dell utilizzo delle aree commerciali disponibili; Primi risultati del modello di Value Creation : l esempio di 9 stazioni ferroviarie recentemente ristrutturate 9 Stazioni* Prima intervernto ristr. Post intervernto ristr. Delta % Metri quadri commerciali ,1% N Negozi ,0% Ricavi ,0% Ricavi a metro quadro ,9% * Brescia, Milano Lambrate, Roma Ostiense, Roma Trastevere, Treviso, Modena, Parma, Reggio Emilia, Udine. La crescita in termini di efficienza e profittabilità di una stazione ferroviaria, dopo la sua ristrutturazione, viene evidenziata dal rilevante incremento di: ricavi ricavi al mq *I dati ufficiali relativi al 2006 saranno disponibili solo alla fine del corrente anno. 23

24 Gestione delle Infrastrutture di mobilità L obiettivo è trasformare la stazione ferroviaria in un luogo di aggregazione qualificato, aumentando il numero dei frequentatori, viaggiatori e visitatori attraverso lo sviluppo e la ristrutturazione delle aree commerciali sulla base di progetti predisposti da parte dei migliori architetti internazionali Azioni Punti di forza e opportunità Acquisire nuove posizioni competitive anche nell ambito della gestione di altre infrastrutture di mobilità quali i complessi autostradali; Aumentare la presenza di SAVE in Archimede 1 (la quale detiene il 40% del capitale sociale di Centostazioni); Rilevare la quota di partecipazione di FS Holding (Gruppo Ferrovie dello Stato) in Centostazioni. Concessione esclusiva quarantennale (scadenza 2042); Localizzazione privilegiata dei complessi immobiliari nelle principali città italiane; Basso livello di rischio del business; Elevati margini realizzabili a seguito di limitati interventi di ristrutturazione e valorizzazione commerciale; Reale opportunità di incrementare in futuro la quota di partecipazione in Centostazioni. 24

25 Sezioni 4 Food & Beverage e Retail SBU3 25

26 F&B e Retail Dati Finanziari SBU3* H05 1H06 Var % milioni Ricavi operativi e altri proventi 44,0 49,0 21,7 47,3 118,2% 50,0 40,0 30,0 20,0 Ebitda 3,6 4,4 1,5 4,2 179,3% Ebit 2,1 2,7 0,7 2,5 241,7% 10,0 F&B e Retail (SBU3) 0,0 Breakdown dei ricavi 1H06 Ricavi operativi e altri proventi 1H05 Ebitda 1H06 Ebit F&B 25% AIREST 47% SBU3 Un business in crescita che nel 2006, a seguito dell acquisizione di AIREST, ha oltrepassato i confini nazionali. Retail 27% * Ristop verrà consolidata a partire dall ultimo trimestre del

27 F&B e Retail 2006: Acquisizioni Il Gruppo SAVE ha: Acquisito il 100% di AIREST da Austrian Airlines Acquisito il 100% di RISTOP dalla Società Autostrada Brescia - Padova Nazionalità: Austriaca Anno di costituzione: 1973 Dipendenti: 760 (860 incluse le Società collegate) Ubicazione: 7 Aeroporti in Austria, Slovenia, Slovakia Punti Vendita : 30 p.v. in gestione diretta (26 in Austria, 4 in Slovenia) Business Areas: - Airline Catering - Food & Beverage e Retail - Altri business Fatturato 2005: 70,8 milioni (75,9 incluse le Società collegate) EBITDA 2005: 4,2 milioni (4,9 milioni incluse le Società collegate) Nazionalità: Italiana Anno di Costituzione: 1987 Dipendenti: 702 Ubicazione: 1 Aerporto, 1 Stazione Ferroviaria, Autostrade, Centri Commerciali Punti Vendita: 41 p.v. in gestione diretta (21 nelle autostrade, 5 in un aeroporto, 1 in una stazione ferroviaria, 14 in centri commerciali e direzionali). Business Areas: Fatturato 2005: 72,8 milioni EBITDA 2005: 3,7 milioni - Food & Beverage e Retail - Altri business 27

28 F&B e Retail Acquisizione di Airest 28

29 F&B e Retail Acquisizione di Airest: informazioni di rilievo 7 Aprile 2006: Save Group ha acquisito da Austrian Airlines il 100% del Capitale Sociale di Airest. Acquirente: Prezzo di acquisto: AIRPORT ELITE S.R.L 25,7 milioni (100% del Capitale Sociale di Airest) 4,5 milioni è l ammontare che verrà riconosciuto da Airest ad Austrian Airlines qualora quest ultima decidesse di prolungare il contratto di Airline Catering fino al Struttura finanziaria dell acquisizione: 14 milioni, debito bancario della SPV austriaca utilizzata per l acquisizione. 1,12 D/E ratio della SPV austriaca utilizzata per l acquisizione. 29

30 F&B e Retail F&B and Retail Dati finanziari Airest + controllate H05 1H06 Var % 1H05/1H06 milioni Ricavi op. e altri proventi 73,3 79,6 34,9 40,8 17% EBITDA 5,2 4,9 1,0 2,0 92% 60,0 EBIT 3,1 2,7-0,1 0,7 608% 40,0 20,0 0,0 Ricavi op. e altri proventi EBITDA EBIT 1H05 1H06 Breakdown Ricavi 1H06 ALTRI BUSINESS 12% TERMINAL CATERING 31% AIRLINE CATERING 57% 30

31 F&B and Retail Acquisizione di Ristop 31

32 F&B and Retail Acquisizione di Ristop: informazioni di rilievo 10 Ottobre 2006: Save Group ha acquisito dalla Società Autostrada Brescia Padova il 100% del Capitale Sociale di RISTOP. Acquirente: Prezzo di acquisto: AIRPORT ELITE S.R.L - 50% del Capitale Sociale al valore complessivo di 21 milioni - 50% del Capitale Sociale attraverso un aumento di capitale di Airport Elite riservato agli attuali azionisti di Ristop, rappresentati dalla Società Autostrada Brescia-Padova S.p.a A seguito dell acquisizione, la Società Autostrada Brescia-Padova S.p.a. detiene il 13,5% del Capitale Sociale di Airport Elite. Struttura dell acquisizione: il 50% del Capitale Sociale di Ristop sarà finanziato attraverso un debito bancario pari a 21 milioni. 32

33 F&B e Retail Dati Finanziari Ristop milioni CAGR 80,0 60,0 Ricavi operativi e altri proventi 66,3 63,5 72,8 4,8% Ebitda 4,0 2,8 3,7 (4,2%) Ebit 1,6 1,1 1,6 (0,5%) Utile netto di Gruppo (2,7) 0,2 0,0 nc 40,0 20,0 0,0 Ricavi operativi e altri proventi Ebitda Ebit Utile netto di Gruppo Capitale Investito Netto (0,2) 1,5 4,2 nc Posizione Finanziaria Netta 0,2 (1,7) 1,0 136,7% Patrimonio Netto (0,4) 3,2 3,3 nc Breakdown dei Ricavi Il fatturato totale di Ristop può essere ripartito approssimativamente come segue: Autostrade: 81% Centri commerciali: 13.5% Aeroporti: 5.5% 33

34 F&B e Retail Totale Punti vendita per canale (dati aggiornati al 10 ottobre 2006) Canali Airport Elite Airest Ristop Totale SBU3 Aeroporti Autostrade Centri Commerciali e Business Centers Porti 3 3 Stazioni Ferroviarie Totale

35 F&B e Retail dopo le acquisizioni di AIREST e RISTOP Distribuzione dei punti vendita in EU Italia 6 Aeroporti (Venezia, Treviso, Catania, Olbia, Bari, Verona); 7 Stazioni Ferroviarie (Termini, Rogoredo, Lambrate, Pescara, Cremona,Brescia e Novara); 1 Porto (Genova); Autostrade; Centri Commerciali, centri direzionali (Milano, Verona, Brescia, Mantova, Padova, Ferrara). Austria 5 Aeroporti (Vienna, Linz, Graz, Salisburgo, Klagenfurt) Slovacchia 1 Aeroporto (Bratislava) in Slovacchia il Gruppo Save opera attraverso Airest Slovensko. Airest Slovensko gestisce le attività di arline catering e business catering Slovenia 1 Aeroporto (Lubiana) Italia Austria Slovenia - Slovacchia Resto d Europa 35

36 F&B e Retail Sviluppo dell attività nel settore F&B intensificando la presenza presso nuove infrastrutture di mobilità e rafforzandola in quelle attualmente gestite Azioni Punti di forza Apertura di nuovi punti vendita presso le stazioni ferroviarie; Partecipazione a gare per l aggiudicazione delle concessioni presso la rete autostradale; Acquisizione di piccole medie imprese attive nel settore del food & beverage e retail presso infrastrutture di mobilità. Eccellente esperienza nella gestione dei punti vendita dell Aeroporto di Venezia; Significative opportunità di sviluppo presso le infrastrutture di mobilità gestite dal Gruppo SAVE; Il Gruppo SAVE è diventato un attore di riferimento nell ambito dei settori di business gestiti; I modelli di business applicati richiedono un basso livello di investimenti e generano elevate economie di scala. 36

37 Sezione 5 Dati Finanziari 37

38 Dati Finanziari Evoluzione del Conto Economico Conto Economico (consolidato) 2003* H2005 1H2006 milioni Ricavi Op. e altri proventi 133,8 155,3 166,0 76,1 104,9 crescita (%) 16,1% 6,9% 37,8% Ebitda 39,6 47,0 47,5 21,9 25,5 ebitda (%) 29,6% 30,3% 28,6% 28,8% 24,3% Ebit 17,9 18,4 24,3 9,9 13,9 ebit (%) 13,4% 11,8% 14,6% 13,0% 13,3% Tax rate 35,9% 65,0% 51,9% 62,2% 48,6% Utile netto di Gruppo 8,7 4,9 11,0 2,9 8,7 Utile netto di Gruppo (%) 6,5% 3,2% 6,6% 3,8% 8,3% * 2003 dati non IAS. 38

39 Dati Finanziari Conto Economico per SBU Conto Economico (SBU1) 2003* H2005 1H2006 milioni Totale Ricavi operativi e altri proventi 85,8 95,4 98,2 45,8 48,5 crescita (%) 11,1% 3,0% 5,8% Ebitda 35,2 41,1 40,1 19,0 19,5 ebitda (%) 41,0% 43,1% 40,8% 41,5% 40,1% Conto Economico (SBU2) 2003* H2005 1H2006 milioni Totale Ricavi operativi e altri proventi 18,2 21,5 24,8 11,4 12,1 crescita (%) 18,0% 15,6% 6,4% Ebitda 1,7 2,3 2,9 1,4 1,8 ebitda (%) 9,3% 10,6% 11,9% 12,2% 15,0% Conto Economico (SBU3) 2003* H2005 1H2006 milioni Totale Ricavi operativi e altri proventi 34,5 44,0 49,0 21,7 47,3 crescita (%) 27,6% 11,4% 118,2% Ebitda 2,7 3,6 4,4 1,5 4,2 ebitda (%) 7,9% 8,2% 9,0% 6,9% 8,9% di cui ricavi Airest Group 22,2 di cui EBITDA Airest Group 2,0 39 * 2003 dati non IAS.

40 Breakdown per SBU: Evoluzione 1H05 1H06* Ricavi ( milioni) 60,0 45,8 48,5 47,3 Breakdown dei Ricavi per SBU 30,0 21,7 1H05 1H06 11,4 12,1 0,0 Gestione Aeroportuale Gestione Infrastrutture F&B e Retail EBITDA ( milioni) 20,0 19,0 19,5 EBITDA Breakdown per SBU 10,0 1H05 1H06 1H05 1H06 4,2 1,4 1,8 1,5 *1H06: inclusa AIREST 0,0 1H05 1H06 1H05 1H06 Gestione Aeroportuale Gestione Infrastrutture F&B e Retail 40

41 Dati Finanziari Evoluzione dello Stato Patrimoniale Stato Patrimoniale 2003* H2006 milioni Capitale Circolante Netto 8,3 18,6 5,9 13,6 Immobilizzazioni Nette 229,7 227,5 345,9 394,5 TFR, Fondo Rischi, rinn. Beni grat. e imposte diff. (15,0) (19,5) (20,6) (29,6) Capitale Investito Netto 223,0 226,5 331,2 378,4 Patrimonio Netto 94,0 90,7 243,8 266,2 Posizione Finanziaria Netta 129,1 135,9 87,4 112,2 D / E 1,37 1,50 0,36 0,42 * 2003 dati non IAS. 41

42 Dati Finanziari Cash Flow e Posizione Finanziaria Netta: 1 Semestre 2006 Cash Flow Consolidato al 30 giugno 2006 ( /mln) PFN Consolidata al 30 giugno 2006 ( /mln) mln mln 17,9 112,2 6,9 0 16,3 Gross Cash Flow + nwc Investimenti (30,4) (9,9) Azioni Proprie (0,8) (+) Posizione Finanziaria Netta (24,8) 87,4 0 Rimborso di PFN Debiti finanziari Cassa PFN (Accensioni)/ Rimborsi Dividendi 42

43 Disclaimer Questo documento (il Documento ) è stato predisposto dall Aeroporto di Venezia Marco Polo S.p.a. - SAVE ("SAVE") in occasione degli Stati Generali Marco Polo City (Venezia, Fondazione Cini 13 e 14 ottobre 2006) e non può essere riprodotto e distribuito direttamente o indirettamente ad altri soggetti per scopi differenti. Il Documento non costituisce un offerta e/o un invito all acquisto ed alla sottoscrizione di azioni SAVE. Le informazioni contenute nel Documento non sono state oggetto di verifica indipendente. Nonostante il Documento sia stato predisposto adottando tutte le necessarie cautele per una corretta rappresentazione dei dati, SAVE, i suoi amministratori, dipendenti e collaboratori non prestano alcuna garanzia, esplicita o implicita circa la veridicità, l accuratezza e la completezza delle informazioni ivi contenute, declinando espressamente ogni responsabilità al riguardo. Il Documento contiene indicazioni sulle prospettive future dell azienda che riflettono le attuali opinioni e previsioni del Management. Qualsiasi indicazione sul futuro dell azienda è da considerarsi quale stima e previsione, ed è stata elaborata sulla base delle informazioni disponibili, delle più affidabili stime attuali e/o di assunzioni considerate ragionevoli. I suddetti dati, stime, previsioni ed assunzioni possono rivelarsi incompleti e/o errati e incorporano numerosi elementi di rischio e incertezza che sono al di fuori del controllo di SAVE. Questo Documento e ogni parte o copia di esso non possono essere trasmessi o distribuiti negli Stati Uniti ed a soggetti che sono US Person secondo la definizione contenuta nella Regulation S del Securities Act, come successivamente modificato. Il Documento e ogni parte o copia di esso non possono inoltre essere trasmessi o distribuiti in Canada, Giappone e Australia ed ai soggetti ivi residenti. Qualsiasi omissione può costituire una violazione delle leggi dei paesi indicati e SAVE non potrà essere ritenuta responsabile. La trasmissione e distribuzione del Documento in altre giurisdizioni diverse da quelle sopra indicate potrebbe essere soggetta a delle limitazioni e si ritiene che i soggetti che ne venissero in possesso ne siano perfettamente consapevoli. In caso di tali violazioni, SAVE non potrà essere ritenuta responsabile. Prendendo visione del Documento, ciascun soggetto accetta quanto sopra menzionato. 43

Venezia, 19 Aprile 2007. Venezia, 19 Aprile 2007

Venezia, 19 Aprile 2007. Venezia, 19 Aprile 2007 Venezia, 19 Aprile 2007 Venezia, 19 Aprile 2007 1 Indice Sezione 1 Sezione 2 Sezione 3 Sezione 4 Sezione 5 Profilo Societario Gestione Aeroportuale (SBU1) Gestione Infrastrutture di Mobilità (SBU2) Food

Dettagli

3.960.000 (+11,0%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso.

3.960.000 (+11,0%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso. COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: approvata dal C.d.A. la Relazione Semestrale al 30 giugno 2007, ricavi e utile in crescita soprattutto per effetto delle acquisizioni di Airest e Ristop e della

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 Le aree di attività pag. 3 I risultati pag. 6 Il Gruppo in sintesi pag. 7 Venezia,

Dettagli

SAT -SocietàAeroporto Toscano Galileo Galilei -S.p.A Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2010 Conference call 1 settembre 2010

SAT -SocietàAeroporto Toscano Galileo Galilei -S.p.A Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2010 Conference call 1 settembre 2010 P R E S E N T A T I O N SAT -SocietàAeroporto Toscano Galileo Galilei -S.p.A Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2010 Conference call 1 settembre 2010 Indice 1 1H2010: traffico passeggeri 2 1H2010:

Dettagli

POLICY COMMERCIALE DI SVILUPPO NETWORK DELL AEROPORTO DI CAGLIARI

POLICY COMMERCIALE DI SVILUPPO NETWORK DELL AEROPORTO DI CAGLIARI POLICY COMMERCIALE DI SVILUPPO NETWORK DELL AEROPORTO DI CAGLIARI Programma di incentivazione per lo sviluppo del traffico dell Aeroporto di Cagliari mediante l avviamento e lo sviluppo di collegamenti

Dettagli

L Aeroporto Galileo Galilei e il turismo Low Cost

L Aeroporto Galileo Galilei e il turismo Low Cost L Aeroporto Galileo Galilei e il turismo Low Cost Gina Giani Amministratore Delegato e Direttore Generale SAT - Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei - S.p.A Pisa, 28 ottobre 2010 L evoluzione del

Dettagli

La SAT (Società Aeroporto Toscano) S.p.A.

La SAT (Società Aeroporto Toscano) S.p.A. La SAT (Società Aeroporto Toscano) S.p.A. 1 L Azienda La Società Aeroporto Toscano S.p.A. (S.A.T.) «Galileo Galilei» gestisce l'aeroporto di Pisa. A SAT è affidata la completa gestione dello scalo, nonché

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014. Milano, 25.03.2015

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014. Milano, 25.03.2015 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2014 Milano, 25.03.2015 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Il rafforzamento delle attività nel Real Estate IV Risultati di

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

LA POP-UP STORE EXPERIENCE IN AEROPORTO

LA POP-UP STORE EXPERIENCE IN AEROPORTO LA POP-UP STORE EXPERIENCE IN AEROPORTO 16 Giugno 2015 1. Chi siamo 2. Il business retail 3. La tendenza pop-up nel settore 4. Case history 1 GRUPPO SEA IL GRUPPO SEA Gestisce e sviluppa gli aeroporti

Dettagli

GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA

GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA 1 GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA Analisi degli impatti diretti, indiretti e indotti di una struttura aeroportuale sul territorio di insediamento REPORT DI SINTESI Responsabile scientifico

Dettagli

Il quadro globale del trasporto aereo e le prospettive per gli aeroporti italiani

Il quadro globale del trasporto aereo e le prospettive per gli aeroporti italiani Mobility Conference 9 febbraio 2009 Il quadro globale del trasporto aereo e le prospettive per gli aeroporti italiani Oliviero Baccelli vice-direttore CERTeT Bocconi e direttore MEMIT (Master in Economia

Dettagli

Gruppo SafeBag Follow-up post-ipo

Gruppo SafeBag Follow-up post-ipo TEMPLATES Gruppo SafeBag Follow-up post-ipo Ottobre 2013 1 Agenda Disclaimer I. Descrizione del Gruppo Safe Bag II. Risultati economico-finanziari al 30.06.2013 III. Linee guida di crescita e obiettivi

Dettagli

Traffico passeggeri ottobre: + 6,5%

Traffico passeggeri ottobre: + 6,5% COMUNICATO STAMPA Il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015 RISULTATI ANCORA IN AUMENTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015: RECORD TRAFFICO PASSEGGERI (+4,8%) RICAVI TOTALI (+14,3%),

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale Milano, 5 Agosto 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: I dati consolidati del 1 semestre 2011 Le Previsioni 2011 Le Linee guida del prossimo Piano Industriale

Dettagli

Sintesi 9 mesi 2010. 18 M oneri non ricorrenti vs. 15 M nei 9 mesi 09. 9 mesi 09. Var % 9 mesi 10. Ricavi 1.491 1.498 0,5% EBIT 134 141 5,1%

Sintesi 9 mesi 2010. 18 M oneri non ricorrenti vs. 15 M nei 9 mesi 09. 9 mesi 09. Var % 9 mesi 10. Ricavi 1.491 1.498 0,5% EBIT 134 141 5,1% 1 Sintesi 9 mesi 2010 9 mesi 09 9 mesi 10 Var % Ricavi 1.491 1.498 0,5% Positivo impatto della valuta e della curva di consegna delle collezioni. EBIT gest. Ord. 149 159 6,6% Completamento Piano Riorganizz.:

Dettagli

Autogrill: utile netto di competenza del Gruppo a 42m, +9,8%, nel 2 trimestre 2006 e a 49,5m, +10,1%, nel 1 semestre 2006

Autogrill: utile netto di competenza del Gruppo a 42m, +9,8%, nel 2 trimestre 2006 e a 49,5m, +10,1%, nel 1 semestre 2006 Il CdA approva i risultati del Gruppo nel 2 trimestre e nel 1 semestre 2006 Autogrill: utile netto di competenza del Gruppo a 42m, +9,8%, nel 2 trimestre 2006 e a 49,5m, +10,1%, nel 1 semestre 2006 Ricavi

Dettagli

SAT - SocietàAeroporto Toscano Galileo Galilei - S.p.A 2009 Full Year Results

SAT - SocietàAeroporto Toscano Galileo Galilei - S.p.A 2009 Full Year Results C O M P A N Y P R E S E N T A T I O N SAT - SocietàAeroporto Toscano Galileo Galilei - S.p.A 2009 Full Year Results Relatori Gina Giani Valter Nencioni Marco Galli Gabriele Paoli Gabriele Fatticcioni C.E.O.

Dettagli

Company Profile. Corporate. iheartmedia

Company Profile. Corporate. iheartmedia About Us Clear Channel Italia è una Media Company leader nel settore dell Out-of- Home presente in Italia dal 1999 con sedi a Milano, Padova, Roma, Napoli, Bari e Palermo. Oltre 250 sono le risorse che

Dettagli

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011 IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO Modena, 4 aprile 2011 1 PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA Strumento per la Competitività del Paese In un paese

Dettagli

WWW.CENTOSTAZIONI.IT CENTO NUOVE PIAZZE ITALIANE.

WWW.CENTOSTAZIONI.IT CENTO NUOVE PIAZZE ITALIANE. WWW.CENTOSTAZIONI.IT CENTO NUOVE PIAZZE ITALIANE. LA STAZIONE. UNA NUOVA PIAZZA AL CENTRO DELLA CITTÀ. CENTOSTAZIONI. 103 stazioni ferroviarie riqualificate e gestite secondo un piano integrato per creare

Dettagli

L AEROPORTO DI FIRENZE

L AEROPORTO DI FIRENZE IRPET Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana L AEROPORTO DI FIRENZE Gli effetti dei progetti di qualificazione e potenziamento Giovanni Maltinti 14 Aprile 2010 3 buone ragioni: Perché qualificare

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013 Cagliari, 14 novembre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato

Dettagli

Prospettive di sviluppo del trasporto aereo nel Nord Italia. Milano, 10 febbraio 2009

Prospettive di sviluppo del trasporto aereo nel Nord Italia. Milano, 10 febbraio 2009 Prospettive di sviluppo del trasporto aereo nel Nord Italia Milano, 10 febbraio 2009 1 Il Nord Italia rappresenta oltre il 60% del traffico originante e di quello business Biglietti venduti, traffico pax

Dettagli

Sintesi Situazione Merci Aeroporto di Palermo. Maggio 2011

Sintesi Situazione Merci Aeroporto di Palermo. Maggio 2011 Sintesi Situazione Merci Aeroporto di Palermo Maggio 2011 1 Il Piano Nazionale della Logistica 2011 identifica numerosi interventi nel trasporto aereo delle merci e sottolinea la necessità di un sostegno

Dettagli

PIANO NAZIONALE DEGLI AEROPORTI

PIANO NAZIONALE DEGLI AEROPORTI PIANO NAZIONALE DEGLI AEROPORTI QUADRO NORMATIVO L art. 117 della Costituzione prevede che gli aeroporti rientrino tra le materie oggetto di legislazione concorrente Stato-Regioni L art. 698 del Codice

Dettagli

Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale

Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale Mario De Pascale Information Technology Aeroporto di Pisa mario.depascale@toscana-aeroporti.com Agenda

Dettagli

La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali

La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali Angelo Cattaneo Milano, 22 febbraio 2010 INDICE Pirelli RE Immobilizzazioni

Dettagli

- SERVIZI DI PULIZIA - SISTEMAZIONE DEL VERDE

- SERVIZI DI PULIZIA - SISTEMAZIONE DEL VERDE IL GRUPPO SOGAER SOGAER S.p.A. GESTIONE AEROPORTUALE N Occupati 130 SOGAERDYN SERVIZI DI HANDLING N Occupati 111 Tempo indet 22 Tempo det. SOGAER SECURITY SERVIZI DI SICUREZZA N Occupati 93 Tempo indet

Dettagli

Relazione finanziaria semestrale del Gruppo Isaia al 30.06.2015. Napoli, 21 Settembre 2015 abstract

Relazione finanziaria semestrale del Gruppo Isaia al 30.06.2015. Napoli, 21 Settembre 2015 abstract Relazione finanziaria semestrale del Gruppo Isaia al 30.06.2015 Napoli, 21 Settembre 2015 abstract Situazione Economica e Patrimoniale al 30 Giugno 2015 a. Principali dati economico finanziari consolidati

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa ai risultati del 2013. Vi ricordiamo che siamo

Dettagli

Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013

Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013 Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013 1 Perché un atto di indirizzo? Per la prima volta, dopo 26 anni, si intende proporre un riordino

Dettagli

Gli aeroporti. Paola Monti. Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012

Gli aeroporti. Paola Monti. Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012 Gli aeroporti Paola Monti Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012 Dotazione, realizzazione, programmazione come si declina per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO SAT S.p.A. e AdF S.p.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO SAT S.p.A. e AdF S.p.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO SAT S.p.A. e AdF S.p.A. I CONSIGLI DI AMMINISTRAZIONE DI SAT E ADF APPROVANO IL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ADF IN SAT La società quotata si chiamerà Toscana Aeroporti

Dettagli

GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002. (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002)

GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002. (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002) GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002 (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002) RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE DEL GRUPPO BASTOGI AL

Dettagli

Consultazione ART sui diritti aeroportuali

Consultazione ART sui diritti aeroportuali Milano, 16 giugno 2014 Consultazione ART sui diritti aeroportuali I corrieri aerei soci AICAI si avvalgono come utenti dei servizi degli aeroporti di Fiumicino, Napoli, Catania, Bologna, Linate, Venezia,

Dettagli

Collegamenti aerei da e per la Sardegna Summer 2014

Collegamenti aerei da e per la Sardegna Summer 2014 Collegamenti aerei da e per la Sardegna Summer 2014 Cagliari, 14 Aprile 2014 Collegamenti dalla Sardegna Nella stagione aeronautica Summer 2014 la Sardegna è collegata con 87 aeroporti di cui 24 nazionali

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015

Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015 Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015 Data/Ora Ricezione 13 Novembre 2015 19:20:34 MTA Societa' : TISCALI Identificativo Informazione Regolamentata : 65825 Nome utilizzatore : TISCALIN01 - Nonnis

Dettagli

Aeroporti di Roma: dalla crisi un opportunità di rilancio nel Travel Retail. Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR

Aeroporti di Roma: dalla crisi un opportunità di rilancio nel Travel Retail. Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR Aeroporti di Roma: dalla crisi un opportunità di rilancio nel Travel Retail Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR Il sistema aeroportuale gestito da Aeroporti di Roma: una delle principali realtà industriali

Dettagli

Presentazione del Gruppo CAD IT

Presentazione del Gruppo CAD IT Presentazione del Gruppo CAD IT STAR Conference 17 Marzo 2010 Indice Presentazione del Gruppo CAD IT Risultati Finanziari Strategie Comunicati stampa e News Allegati 2 Presentazione del Gruppo CAD IT When

Dettagli

Orario voli di linea

Orario voli di linea Orario voli di linea Aggiornato al 03/03/2014 Estate 2014 Valido fino al 25/10/2014 BOLOGNA AIRPORT www.bologna-airport.it Guida alla lettura dell orario voli Da Compagnia Nr. Volo Partenza Arrivo Frequenza

Dettagli

C O M P A N Y P R E S E N T A T I. SAT -Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. Risultati 1Q2012 Conference call 21 maggio 2012

C O M P A N Y P R E S E N T A T I. SAT -Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. Risultati 1Q2012 Conference call 21 maggio 2012 C O M P A N Y P R E S E N T A T I O N SAT -Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. Risultati 1Q2012 Conference call 21 maggio 2012 Gina Giani Valter Nencioni Marco Galli Marco Forte Gabriele Paoli

Dettagli

Indicatore di accessibilità continentale

Indicatore di accessibilità continentale CERTET Centro di Economia regionale, dei trasporti e del turismo Unioncamere Lombardia Indicatore di accessibilità continentale N 8 Inverno 2005 Indicatore di accessibilità continentale Inverno 2005 2

Dettagli

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato Massimo Levrino CFO Gruppo IREN Torino, 28 ottobre 2011 0 Diffusione territoriale delle local utilities A S P S.P.A. Pordenone AMPS Parma

Dettagli

Da Malpensa a Fiumicino: come cambia il trasporto aereo in Italia

Da Malpensa a Fiumicino: come cambia il trasporto aereo in Italia Da Malpensa a Fiumicino: come cambia il trasporto aereo in Italia Oliviero Baccelli vice-direttore CERTeT Bocconi e direttore MEMIT (Master in Economia e Management dei Trasporti) Sommario 1) Gli effetti

Dettagli

Fact Book ICCSAI 2012

Fact Book ICCSAI 2012 Fact Book ICCSAI 2012 Aeroporti e sistemi territoriali: Investimenti e sviluppo Renato Redondi Comitato Scientifico ICCSAI Palermo, 8 Giugno 2012 AGENDA TRAFFICO PASSEGGERI IN ITALIA E IN EUROPA TRAFFICO

Dettagli

Sintesi dei principali risultati

Sintesi dei principali risultati Milano e i congressi internazionali Posizionamento in Europa e impatto economico Sintesi dei principali risultati La ricerca, condotta da Paola Bensi, Roberto Nelli e Stefano Oliva presso il Laboratorio

Dettagli

FERROVIE DELLO STATO ITALIANE SPA E GRUPPO FS ITALIANE DOCUMENTO DI SINTESI FINANZIARIA ANNUALE 2013

FERROVIE DELLO STATO ITALIANE SPA E GRUPPO FS ITALIANE DOCUMENTO DI SINTESI FINANZIARIA ANNUALE 2013 FERROVIE DELLO STATO ITALIANE SPA E GRUPPO FS ITALIANE DOCUMENTO DI SINTESI FINANZIARIA ANNUALE 2013 INDICE FERROVIE DELLO STATO ITALIANE SpA E GRUPPO FS ITALIANE 1 Documento di sintesi finanziaria annuale

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 DEL GRUPPO AUTOSTRADE PER L ITALIA

APPROVATA LA RELAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 DEL GRUPPO AUTOSTRADE PER L ITALIA Comunicato Stampa APPROVATA LA RELAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 DEL GRUPPO AUTOSTRADE PER L ITALIA I risultati consolidati (1) Nel primo semestre 2015 i ricavi consolidati

Dettagli

Credit Suisse Real Estate Fund Siat Il fondo immobiliare con una lunga tradizione

Credit Suisse Real Estate Fund Siat Il fondo immobiliare con una lunga tradizione Real Estate Asset Management Credit Suisse Real Estate Fund Siat Il fondo immobiliare con una lunga tradizione Nuova emissione 9 20 novembre 2009 Private Banking Investment Banking Asset Management Appartamento

Dettagli

Resoconto Intermedio di Gestione

Resoconto Intermedio di Gestione GIORGIO FEDON & FIGLI S.P.A. RAGIONE SOCIALE - SEDE LEGALE Via dell Occhiale, 11 - Vallesella 32040 Domegge di Cadore (BL) Codice fiscale e Partita I.V.A. 00193820255 Iscritta al Registro delle Imprese

Dettagli

GRUPPO CREMONINI Uno dei più importanti gruppi alimentari in Europa

GRUPPO CREMONINI Uno dei più importanti gruppi alimentari in Europa Uno dei più importanti gruppi alimentari in Europa Protagonista del settore alimentare Nato nel 1963, il Gruppo Cremonini è oggi una delle maggiori realtà industriali italiane ed uno dei più importanti

Dettagli

Lo Studio è membro dell alleanza CMS. E un alleanza tra primari studi internazionali specializzati nell assistenza legale e tributaria.

Lo Studio è membro dell alleanza CMS. E un alleanza tra primari studi internazionali specializzati nell assistenza legale e tributaria. L Alleanza CMS Lo Studio è membro dell alleanza CMS. E un alleanza tra primari studi internazionali specializzati nell assistenza legale e tributaria. Si configura come un Gruppo Europeo di Interesse Economico

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

ALITALIA NEL MONDO PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA DEL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2013-2016

ALITALIA NEL MONDO PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA DEL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2013-2016 COMUNICATO STAMPA ALITALIA NEL MONDO PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA DEL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2013-2016 - IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE DI ALITALIA SI CONCENTRERA SU 3 BUSINESS PRINCIPALI: ALITALIA, AIR

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A.

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A. TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006 Marcolin S.p.A. Transizione ai Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Premessa In ottemperanza al Regolamento Europeo n. 1606 del 19

Dettagli

One Works, KPMG, Nomisma

One Works, KPMG, Nomisma One Works, KPMG, Nomisma I 17 MAGGIO 2010 II Stato del Sistema Aeroportuale Nazionale, Scenari e Strategie di Sviluppo One Works, KPMG, Nomisma III INDICE PARTE PRIMA STATO DEL SISTEMA AEROPORTUALE NAZIONALE

Dettagli

CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE

CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE Fabrizio loiacono CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE Selezione, ingresso e gestione del partner nella prospettiva dell imprenditore: un caso di successo

Dettagli

CON UN MESE DI AFFITTO A TOKIO, A MILANO SI ALLOGGIA PER TRE MESI E MEZZO

CON UN MESE DI AFFITTO A TOKIO, A MILANO SI ALLOGGIA PER TRE MESI E MEZZO AZIENDA SPECIALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO - ORGANIZZAZIONE DI SERVIZI PER IL MERCATO IMMOBILIARE CON UN MESE DI AFFITTO A TOKIO, A MILANO SI ALLOGGIA PER TRE MESI E MEZZO mentre a Tunisi si

Dettagli

Company Profile 2012

Company Profile 2012 2012 AGENDA 1 Struttura di gruppo 2 Toto S.p.a. Costruzioni Generali: Overview 3 Business di maggiore interesse 4 5 6 7 8 Il punto di forza di Toto : il Know How La tecnologia proprietaria Il Business

Dettagli

Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI. 5.1 Le società

Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI. 5.1 Le società Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI 5.1 Le società Il settore aeroportuale italiano è caratterizzato da una forte concentrazione nei due scali principali, di Milano e Roma, che svolgono la funzione di aeroporti

Dettagli

Company Profile GESAC. S.p.A.

Company Profile GESAC. S.p.A. Company Profile GESAC S.p.A. GE.SA.C. S.p.A. Gestione Servizi Aeroporti Campani è stata costituita nel 1980, a maggioranza pubblica, su iniziativa del Comune di Napoli, della Provincia di Napoli e dell

Dettagli

OFFERTE SPECIALI PER DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO

OFFERTE SPECIALI PER DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO OFFERTE SPECIALI DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO Condizioni generali dell'offerta Le offerte sono acquistabili fino al 4 marzo 2015 ad esclusione della tratta indiretta nazionale - Genova, con scalo

Dettagli

GRUPPO CREMONINI Uno dei più importanti gruppi alimentari in Europa

GRUPPO CREMONINI Uno dei più importanti gruppi alimentari in Europa 1 Uno dei più importanti gruppi alimentari in Europa Protagonista del settore alimentare Nato nel 1963, il Gruppo Cremonini è oggi una delle maggiori realtà industriali italiane ed uno dei più importanti

Dettagli

ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO

ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO IL CONSGLIO ITALMOBILIARE CONDIVIDE L OPERAZIONE OPA volontaria sulle minorities di Ciments Français

Dettagli

LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA

LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE AEROPORTI E SPAZIO AEREO LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA AGENDA 1. IL PIANO NAZIONALE AEROPORTI 2. I

Dettagli

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005 1 Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS 8 settembre 2005 Indice 2 N Slide Introduzione 3 Totale impatti 4 IFRS con influenza sul Gruppo 5 CE: riconciliazione Anno 2004-1 6 Descrizione dei principali IFRS

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 47,3 MLN DI EURO (+22%)

COMUNICATO STAMPA RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 47,3 MLN DI EURO (+22%) COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 31 MARZO 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA E RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI IN FORTE CRESCITA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * :

Dettagli

MOBILITY CONFERENCE EXHIBITION

MOBILITY CONFERENCE EXHIBITION MOBILITY CONFERENCE EXHIBITION Strategie, attori e regole per lo sviluppo del sistema aeroportuale italiano Raffaele Cattaneo 28 Gennaio 2008 1 Ia Lombardia è un consistente bacino di produzione e consumo

Dettagli

CATULLO & PARTNERS. Chi Siamo. Mission e Valori. Servizi professionali I PROGETTI REALIZZATI IL PROFILO DEL PARTNER FONDATORE CONTATTI 2010 C&P

CATULLO & PARTNERS. Chi Siamo. Mission e Valori. Servizi professionali I PROGETTI REALIZZATI IL PROFILO DEL PARTNER FONDATORE CONTATTI 2010 C&P 1 CATULLO & PARTNERS Chi Siamo Mission e Valori Servizi professionali I PROGETTI REALIZZATI IL PROFILO DEL PARTNER FONDATORE CONTATTI 2 Chi siamo Catullo & Partners costituisce una realtà innovativa e

Dettagli

Bilancio consolidato Gruppo SAVE e Bilancio di Esercizio SAVE S.p.A. al 31 dicembre 2011 4 Sommario 13 Lettera del Presidente 16 Consiglio di Amministrazione SAVE S.p.A. 16 Collegio Sindacale SAVE S.p.A.

Dettagli

LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN II: PROSPETTI ECONOMICO/FINANZIARI. Dott. Roberto Matterazzo

LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN II: PROSPETTI ECONOMICO/FINANZIARI. Dott. Roberto Matterazzo LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN II: PROSPETTI ECONOMICO/FINANZIARI Dott. Roberto Matterazzo L incontro si propone di: Esaminare i prospetti economico/finanziari che compongono un Business Plan. Per rendere

Dettagli

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2015 Ricavi consolidati totali: 36,1

Dettagli

La rilevanza economica degli scali aeroportuali

La rilevanza economica degli scali aeroportuali 01 La rilevanza economica degli scali aeroportuali Il contributo alla formazione del PIL italiano del sistema aeroportuale è stimato pari a circa il 3,6%. Una rete di scali efficienti è elemento cardine

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 29 luglio 2005 Poligrafica San Faustino S.p.A. 25030 CASTREZZATO (BS) ITALY - V. Valenca 15 Tel. (030) 70.49.1 - (10

Dettagli

LA COMPAGNIA A BASSE TARIFFE PREFERITA IN EUROPA

LA COMPAGNIA A BASSE TARIFFE PREFERITA IN EUROPA ROMA 12/02/2014 LA COMPAGNIA A BASSE TARIFFE PREFERITA IN EUROPA Le tariffe piú basse/costo per posto piú basso in Europa Nessuna sovrattassa carburante.garantito! No 1 per Traffico 81.5m No 1 per Copertura

Dettagli

Il CdA di Meridiana S.p.A. approva il progetto di bilancio separato e consolidato dell esercizio 2012

Il CdA di Meridiana S.p.A. approva il progetto di bilancio separato e consolidato dell esercizio 2012 Comunicato stampa / Press release Il CdA di Meridiana S.p.A. approva il progetto di bilancio separato e consolidato dell esercizio 2012 Il Socio AKFED converte a fondo copertura perdite finanziamenti per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RAI WAY S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA RAI WAY S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA RAI WAY S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 Principali risultati economici pro-forma 1 al 31 dicembre 2014 (vs 31 dicembre 2013):

Dettagli

Salvatore Ferragamo S.p.A.

Salvatore Ferragamo S.p.A. COMUNICATO STAMPA Salvatore Ferragamo S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 Continua la crescita dei Ricavi e dei Profitti del

Dettagli

Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia

Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia MOBILITY CONFERENCE 2015 CONNESSIONI AEREE E SVILUPPO AEROPORTUALE Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia FRANCES OUSELEY, Direttore Italia easyjet Milano,

Dettagli

Documento di consultazione sui modelli di regolazione dei diritti aeroportuali di cui alla delibera n. 31/2014 Modello B1

Documento di consultazione sui modelli di regolazione dei diritti aeroportuali di cui alla delibera n. 31/2014 Modello B1 Documento di consultazione sui modelli di regolazione dei diritti aeroportuali di cui alla delibera n. 31/2014 Modello B1 Osservazioni di easyjet Airline Company Limited (I) LE CARATTERISTICHE DI EASYJET

Dettagli

LOMBARDA BOLLITORI srl. Piano economico e finanziario

LOMBARDA BOLLITORI srl. Piano economico e finanziario LOMBARDA BOLLITORI srl Piano economico e finanziario 1 Sintesi del documento Lombarda Bollitori srl è un operatore di nicchia nel mercato delle apparecchiature per il riscaldamento dell acqua, segmento

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012 Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al terzo trimestre. Vi ricordiamo che siamo sempre

Dettagli

SECONDO SEMESTRE: SEGNALI DI RIPRESA, LE AZIENDE ITALIANE RICOMINCIANO A VIAGGIARE

SECONDO SEMESTRE: SEGNALI DI RIPRESA, LE AZIENDE ITALIANE RICOMINCIANO A VIAGGIARE UVET AMERICAN EXPRESS BUSINESS TRAVEL SURVEY MAGGIO 2010 LIGHT VERSION SECONDO SEMESTRE: SEGNALI DI RIPRESA, LE AZIENDE ITALIANE RICOMINCIANO A VIAGGIARE L impatto della crisi economica iniziata a metà

Dettagli

Data ultimo aggiornamento. 21 gennaio 2015

Data ultimo aggiornamento. 21 gennaio 2015 Data ultimo aggiornamento Ente di gestione 21 gennaio 2015 Società Aeroporto di Venezia (Save) Spa www.veniceairport.it Sede Viale G. Galilei, 30/1 30173 Tessera-Venezia (Ve) Presentazione Save Spa è la

Dettagli

Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa

Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa 5 febbraio 2013, Auditorium di Palazzo Blu, Lungarno Gambacorti, Pisa Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa SAT - Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei - S.p.A Gina Giani, Amministratore Delegato

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013 Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al terzo trimestre 2013. Vi ricordiamo che

Dettagli

Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita

Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati semestrali 2015 Deliberata la domanda di ammissione in quotazione e l adozione del nuovo

Dettagli

Piacenza : capitale della logistica?

Piacenza : capitale della logistica? Piacenza : capitale della logistica? Q2 2013 Outline La logistica a livello EMEA: la dimensione immobiliare Il mercato logistico italiano: geografie e dati chiave Il contesto logistico di Piacenza Conclusioni

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto nodo

Dettagli

DATIDITRAFFICO 2014. DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe

DATIDITRAFFICO 2014. DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe DATIDITRAFFICO 214 DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe A cura di Patrizia Sapia Sommario degli argomenti contenuti nel volume Pagina Terminologia usata nel testo 5 Traffico aeroportuale Graduatorie

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 RISULTATI ECONOMICI E FINANZIARI IN NETTO MIGLIORAMENTO

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 RISULTATI ECONOMICI E FINANZIARI IN NETTO MIGLIORAMENTO Comunicato Stampa Press Release Ai sensi del D.Lgs. 58/1998 e della delibera CONSOB n.11971/99 e succ. mod. APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 RISULTATI ECONOMICI E FINANZIARI IN NETTO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA: 915,1 MLN DI EURO, SOSTANZIALMENTE IN LINEA CON L ANNO PRECEDENTE

COMUNICATO STAMPA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA: 915,1 MLN DI EURO, SOSTANZIALMENTE IN LINEA CON L ANNO PRECEDENTE COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2006: IN ATTESA DELLA PIENA APPLICAZIONE DELLA NUOVA NORMATIVA FISCALE (1 OTTOBRE 2006) RALLENTA L ATTIVITÀ DEL TERZO TRIMESTRE RICAVI AGGREGATI

Dettagli

Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia

Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia Indice Analisi congiunturale Indicatori di accessibilità 2 Analisi congiunturale 3 Aeroporti e segmenti di mercato Mercato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Trend in crescita per gli aeroporti italiani Nel 2014 superati i 150 MLN di passeggeri

COMUNICATO STAMPA. Trend in crescita per gli aeroporti italiani Nel 2014 superati i 150 MLN di passeggeri COMUNICATO STAMPA Trend in crescita per gli aeroporti italiani Nel 2014 superati i 150 MLN di passeggeri Roma, 27 gennaio 2015: Nel 2014 il traffico aereo torna a crescere nel nostro Paese dopo due anni

Dettagli

Orario voli di linea

Orario voli di linea Orario voli di linea Aggiornato al 26/02/2013 Estate 2013 Valido fino al 26/10/2013 BOLOGNA AIRPORT www.bologna-airport.it Guida alla lettura dell orario voli Da Compagnia Nr. Volo Partenza Arrivo Frequenza

Dettagli

Gruppo Mondadori Risultati 1Q15

Gruppo Mondadori Risultati 1Q15 Gruppo Mondadori Risultati 1Q15 Investor Presentation Conference call 12 Maggio 2015 Agenda Highlights 1Q15 Risultati 1Q15 Focus sulle Aree di Business Outlook FY 2015 2 Highlights 1Q15 ( m) RICAVI 2015

Dettagli

Incidenza % sui ricavi 3,00% 5,60% Incidenza % sui ricavi -0,30% 3,70% Incidenza % sui ricavi -1,10% 3,40%

Incidenza % sui ricavi 3,00% 5,60% Incidenza % sui ricavi -0,30% 3,70% Incidenza % sui ricavi -1,10% 3,40% Valori espressi in migliaia di Euro 31/08/2002 31/08/2001 Var. % RICAVI DELLA GESTIONE 161.398 198.486-18,7% INCREMENTO IMM.NI PER LAVORI INTERNI 11.221 5.473 105,0% ALTRI RICAVI 2.341 1.147 104,0% TOTALE

Dettagli