La rivista del Bere Bene di. Bimestrale di informazione sul mondo del beverage Anno 7 - n 38 - Mar/Apr 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La rivista del Bere Bene di. www.udial.it. Bimestrale di informazione sul mondo del beverage Anno 7 - n 38 - Mar/Apr 2013"

Transcript

1 La rivista del Bere Bene di Bimestrale di informazione sul mondo del beverage Anno 7 - n 38 - Mar/Apr In caso di mancato recapito inviare al CPO di Brindisi per la restituzione al mittente previo pagamento Resi editoriale pronti al cambiamento? il mercato del beverage trend e nouvi concept di offerta udialito nuovi accordi commerciali il mercato del beverage grossisti afh: qualcosa si muove

2

3 a cura di Giuseppe Rotolo Pronti al cambiamento? Tutto cambia e si trasforma a gran velocità. Il futuro incalza e non attende. Una repentina evoluzione sta trasformando la società e coinvolge anche e necessariamente il mercato dell Horeca. Cambiano usi e abitudini, mutano i format, i clienti sono sempre più esigenti e volubili, si spende meno, ma meglio. Bisogna imparare a leggere questo cambiamento e assecondarlo: solo così gli operatori potranno restare butori i quali devono saper cavalcare le difficoltà offrendo senza mezzi termini i propri valori aggiunti: assortimenti dedicati, capacità di servizio e consulenze propositive. Insomma per cavalcare il cambiamento c è bisogno di eccellenza da parte di tutti gli operatori della filiera. Ma non basta. Per riuscire nell impresa è necessario imparare a fare una cosa ancora più importante: condividere progetti e obiettivi. Cambiamento e condivisione: esattamente i punti che sono stati presentati, dibattuti, apprezzati e applauditi in occasione del 7 convegno U.DI.AL. Anno 7 - Numero 38 Marzo/Aprile 2013 Rivista specializzata di: Francavilla Fontana (Br) C.da Carlo Di Noi Inferiore Via per Ceglie Km 1 Tel Fax Editoriale Pronti al cambiamento? Direttore Responsabile: Giuseppe Rotolo Editore: edizioni Iscrizione al R.O.C. n 6648 V.le Aldo Moro, Monopoli (BA) Tel Fax Testi e collaborazioni: Marianna Iodice, Angela Svezia, Maria Vittoria Petrosillo, Valeria Todisco. competitivi. Un impellenza che lungo la filiera Horeca, riguarda tutti: dall industria, obbligata a trovare soluzioni di prodotti e formati dedicati al canale, agli esercenti costretti a innovare e puntare sempre sul migliore rapporto qualità-prezzo. In questa partita a far meglio, un ruolo importante appartiene anche ai distri- Un evento che ancora fa parlare di sé. Non si può prescindere dal cambiamento e non si può sfuggire alla condivisione: pedalare tutti e nella stessa direzione è l unica condizione per giungere al traguardo, è l unica possibilità per centrare gli obiettivi. Obiettivi non da poco: essere i protagonisti del mercato, soprattutto di quello che verrà. Tutti i diritti di riproduzione di testi e foto, in qualsiasi forma, compresa la messa in rete, sono riservati. Per qualsiasi utilizzo è necessaria un autorizzazione scritta dell editore. Ai sensi dell Art. 10 della L. 675/1996, le finalità del trattamento dei dati relativi ai destinatari del presente periodico consistono nell assicurare un informazione tecnica, professionale e specializzata a soggetti identificati per la loro attività professionale. L Editore, titolare del trattamento, garantisce ai soggetti interessati i diritti di cui all Art. 13 della suddetta legge. Reg. Trib. Bari n 49 del 10/12/2007 La rivista Drink Style è di proprietà del consorzio U.DI.AL. - Consorzio fra distributori indipendenti di bevande. La pubblicazione ha il compito di trasferire e implementare, attraverso l informazione puntale, credibile e professionale, il sapere e la cultura del fuoricasa italiano. La rivista è edita bimestralmente e postalizzata in modo mirato verso i locali altovendenti ho.re.ca. e superhoreca, clienti dei soci del consorzio. 3

4

5 Anno 7 - Numero 38 - Marzo/Aprile 2013 sommario 3 31 Editoriale Pronti al cambiamento? 17 Spigolature di... Birra 6 Udialito News dal mondo U.DI.AL. 33 Eventi Vinitaly 2013 Assobibe a Tuttofood Reportage Conoscere per Crescere 9 Per Saperne di Più La manovra Monti riduce dal 2012 l impatto dell irap 34 Il mercato del beverage Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa 26 Mode&Tendenze 13 Mercato del Beverage Grossisti Away From Home: QUALCOSA SI MUOVE! 36 Eventi Peroni, grandi progetti anche per il 2013 News dalle Aziende

6 Eventi Vinitaly - Assobibe a Tuttofood Vinitaly È la prima fiera al mondo per il settore del vino. Organizzatore è l ente fieristico internazionale Veronafiere che promuove il salone del vino in contemporanea con Enolitec e Sol&agrifood. Vinitaly è la manifestazione che più d ogni altra ha scandito l evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale ed internazionale, contribuendo a fare del vino una delle più coinvolgenti e dinamiche realtà del settore primario. Dal 7 al 10 aprile anche quest anno il salone internazionale di Vinitaly offrirà momenti di incontro, convegni, concorsi legati al mondo del nettare di bacco, ed esplorerà il mercato enoico disegnandone l evoluzione e i futuri scenari. Per questa edizione 2013 verrà ulteriormente incrementata la presenza di buyer stranieri grazie all impegno dei delegati di Veronafiere in 60 Paesi e tramite un accordo con Ice - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane per potenziare l incoming a Verona di nuovi operatori. Questo permetterà di aumentare le possibilità di contatti b2b per le aziende espositrici, che stanno confermando la richiesta di spazi dello scorso anno. Info: Assobibe a TUTTOFOOD 2013 Il 21 maggio prossimo, Zenith International e Assobibe, l Associazione Italiana dei produttori di bevande analcoliche, organizzano una conferenza dedicata al mercato delle bevande analcoliche dal titolo Soft drinks in italia: sviluppo e sostenibilità. La conferenza sarà di interesse per tutte le imprese del settore desiderose di espandersi, di capire il mercato in cui operano, la sua evoluzione e cambiamenti, e di assicurarsi un vantaggio competitivo in uno scenario in rapida evoluzione. Ci saranno anche ampie opportunità di discussione, confronto e networking tra addetti ai lavori, produttori, leaders del settore, fornitori, retailers e rivenditori.

7

8

9 Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa Sono le fiere il momento in cui, oltre a fare BtoB, ci si siede in tavole rotonde per riflettere su come va il comparto. I professionisti della filiera ascoltano i commenti degli esperti sugli ultimi dati a disposizione, attraverso i quali si inquadra lo scenario del fuori casa, facendo anche importanti e interessanti zoom sui vari microsettori. Le più recenti riflessioni emergono dal RHEX (Rimini Fiera, febbraio), momento di incontro dedicato all HO- RECA, settore che mai va scordato, rappresenta con la sua capillarità e robustezza una vera linfa per l economia italiana. I trend del fuori casa, possiamo sintetizzare, si sviluppano su due aree che si incrociano: pasti (nei canali come ristoranti, bar, pizzerie, locali multi servizio) e beverage. Del beverage l analisi è ricaduta in particolare sul mondo birra e sul mondo vino. Gli italiani che mangiano fuori casa Sono oltre 12 milioni gli italiani che ogni giorno mangiano al bar o al ristorante, per la maggior parte (10 milioni) si tratta di lavoratori che passano fuori casa la pausa pranzo. Complessivamente consumano ogni anno 1,8 miliardi di pasti, per un controvalore di quasi 13 miliardi di euro. L italiano moderno spende mediamente 7 euro per pranzo e sceglie nel 26% dei casi un panino, una pizza (23%), un primo (15%) o un insalata (13%). Solo poco più di dieci italiani su cento continuano, invece, ad essere fedeli al vecchio concetto di pasto completo. Prevalentemente (28%), il pasto fuori casa avviene ancora nei ristoranti; un po meno negli snack bar (22%) e nel 18% nelle pizzerie al taglio o che servono al piatto. Nella scelta delle bevande prevale il consumo di acqua minerale (46%) e di bevande analcoliche, mentre risultano marginali (nei Sono oltre 12 milioni gli italiani che ogni giorno mangiano al bar o al ristorante, per la maggior parte si tratta di lavoratori che passano zzzzzzzzzz fuori casa zzzzzzzz la pausa zzzzzzzzzz pranzo. 9 Il Mercato del Beverage Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa

10 Il Mercato del Beverage Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa La ristorazione italiana, ancora molto classica, dovrà presto attingere a nuovi concept capaci rinnovare il settore dei pubblici esercizi. 10 pasti fuori casa) i consumi di vino e birra. Si riducono, invece, nel pasto fuori casa i consumi di frutta, digestivi alcolici e caffè. Negli ultimi 20 anni sono cambiate significativamente le abitudini alimentari degli italiani. È progressivamente diminuito il numero di quanti pranzano in casa, passato dall 84,5% al 74,3%, mentre il pranzo rappresenta oggi il pasto principale solo per il 68% degli italiani. Ora si mangia soprattutto a cena, diventata il pasto principale per il 23,4% (era il 17,3% nel 93), soprattutto nella fascia d età compresa fra i anni (33,7%) e tra gli uomini (26,8%). Il pasto a casa rimane ancora un abitudine molto diffusa, anche se in calo del 10%, a vantaggio di bar e ristoranti, in crescita. Mangiano a casa in particolare gli anziani (95% dai 65 anni in su), mentre il ristorante, salito dall 1,8% al 2,8%, è scelto soprattutto dalla fascia anni (5,5%) e dai maschi (4,7%), e il bar (2,5% contro l 1,4% del 93) dalla fascia più giovane compresa tra i 20 e 24 anni (5,2%) e, ancora, dai maschi (3,2%). Nuovi format di locale Abbiamo pubblicato numeri eloquenti sulla dimensione del fenomeno del pasto fuori casa. Intessante è anche aggiungere i commenti che ha fatto Daniele Tirelli, presidente di POPAI Italia, il quale fotografa le reazioni alla crisi e monitora le modificazioni dei consumi alimentari, proponendo come risposta format innovativi. Tirelli è convinto che la ristorazione italiana, ancora molto classica, dovrà presto attingere a nuovi concept capaci rinnovare il settore dei pubblici esercizi. Tra le soluzioni sperimentali (quasi d avanguardia potremmo dire) c è il format del ristorante integrato al market. Tirelli cita molti esempi tra cui Sicil Conad a Villaseta, in provincia di Agrigento. Un area di 250 metri quadri e 60 posti disponibili, nel quale è

11 Il Mercato del Beverage possibile consumare direttamente ciò che si acquista. «La crisi economica che attanaglia l Italia - spiega Tirelli - si sta trasformando in una depressione prolungata. Il mondo dei consumi uscirà notevolmente trasformato dalle strategie messe in atto dalle famiglie per difendere i loro standard di vita. Questa tendenza si concretizza in una democratizzazione dei consumi, di quelli di lusso in particolare. Il mondo del fuori casa è chiamato pertanto più di altri settori ad una riflessione rapida e approfondita, poiché la pressione che dovrà subire su molti fronti richiede uno scatto verso la modernità. Dunque, poca retorica e molto pragmatismo per una difesa dei propri spazi, ambìti da molti altri operatori». Beverage: il mercato del vino e della birra Di grande interesse per grossisti e pubblici esercizi è l evoluzione del mercato di due prodotti che rappresentano due punte di diamante in menu, birra e vino. Per quanto concerne la birra, le riflessioni ricadono soprattutto sui nuovi trend. La vera scommessa vinta è quella fatta dai micro birrifici: a fine 2012 le strutture censite erano 520, con una concentrazione soprattutto al Nord (in testa Lombardia e Piemonte, rispettivamente con 88 e 67 microbirrifici). Attualmente la produzione è di circa 200mila ettolitri, che rappresentano circa il 2% del mercato italiano della birra. Nel corso del 2012 i consumi sono aumentati di quasi il 10%. Rimane sempre sotto i fari accesi il mercato del vino, florido nell export, in contrazione per quanto riguarda i consumi interni; quest ultimo aspetto sta cambiando molto il volto dell offerta da parte dei ristoratori, i quali puntano su etichette di medio-alta qualità, in virtù delle nuove abitudini, più centrate sul vino al bicchiere, sulla bottiglia condivisa in più tavoli, sul concetto meno vino ma migliore. In generale nell ultimo anno il consumo interno di vino è sceso dell 1%. Calano anche le vendite nel canale Ho.Re.Ca. Tuttavia, gli italiani cercano sempre di più la qualità e quindi le vendite di vini a denominazione d origine sono cresciute del 2%. La vera scommessa vinta è quella fatta dai micro birrifici: a fine 2012 le strutture censite erano 520. Attualmente rappresentano circa il 2% del mercato italiano della birra. 11 Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa

12

13 Peroni, grandi progetti anche per il 2013 Birra Peroni, Gruppo SABMiller, importante multinazionale presente in ben 60 Paesi nel mondo, darà seguito anche nel 2013 ad un costante e continuo presidio della filiera distributiva territoriale, rafforzando la partnership con il distributore e garantendo una sempre più capillare presenza dei Brand nei punti di consumo, nelle manifestazioni e negli eventi più importanti. È quanto in sintesi emerso il 21 febbraio durante una serata all insegna dello charme e del buon gusto, in cui alcuni distributori di bevande che operano nel sud Italia si sono confrontati con la direzione commerciale di Birra Peroni. Location dell incontro è stato il Relais La Sommità ad Ostuni luogo di fascino e di tradizione, perfettamente ristrutturato ed inserito nella suggestiva cornice del centro storico della Città Bianca e dove la cena è stata sapientemente preparata dallo chef stellato Michelin Sebastiano Lombardi, che è riuscito ad abbinare ogni singola portata con una specifica birra del Gruppo Peroni. A far gli onori di casa Michele Tatone, Direttore Vendite Sud Italia per il canale Michele Tatone, Direttore Vendite Peroni Sud Italia per il canale HoReCa HoReCa, che commentando i già ottimi risultati conseguiti nel 2012 ha ribadito come il focus ed il percorso di rilancio nel mondo horeca iniziato qualche anno fa, continuerà nel suo sviluppo evolutivo anche per il All evento c è stata anche l importante partecipazione di alcuni membri della direzione generale come Marco Pesaresi Sales & Distribution Director, Mauricio Orbe Strategy & Business Director e Luca De Siero Direttore Eventi Peroni, grandi progetti anche per il 2013 Birra Peroni darà seguito anche nel 2013 ad un costante e continuo presidio della zzzzzzzzzz filiera distributiva zzzzzzzz territoriale zzzzzzzzzz L elegantissima sala del Relais La Sommità ad Ostuni (BR) luogo di fascino e di tradizione 13

14 Eventi Peroni, grandi progetti anche per il 2013 Vendite Italia canale horeca. Non potevano ovviamente mancare i distributori U.DI.AL. guidati per l occasione dal presidente Antonio Argentieri la cui presenza è stata particolarmente apprezzata. «Grazie a questa nuova politica aziendale Route to Market - afferma Michele Tatone - Birra Peroni è stata senza dubbio la Company protagonista in positivo nel mercato birrario 2012 ed in particolare nel sud Italia, Marco Pesaresi Sales & Distribution dove si sono registrate crescite Director Peroni medie a volume del 6% e dove in alcune province si sono raggiunte e superate punte dell 11%. Oggi abbiamo una banca dati interna costantemente aggiornata che ci permette di analizzare e comprendere meglio i dati di mercato per tipologia di consumo come bar, pub, ristoranti, pizzerie e allo stesso modo ci permette di segmentare il mercato stesso per singola Regione, Provincia fino ad arrivare al Comune di riferimento. Non solo, il costante presidio del territorio dal distributore al punto di consumo, il rilancio della spina e del vuoto a rendere, i materiali Pop, la formazione, sono alcuni dei temi su cui Birra Peroni si è focalizzata in particolare nel sud della penisola e continuerà nei suoi progetti dandone supporto ed investimenti. Tutto questo si traduce in maggiore competitività, migliore gestione e canalizzazione degli investimenti, migliore supporto ed integrazione con i distributori più qualificati del territorio seguendone l intera filiera e garantendone le giuste marginalità. La strategica e proficua collaborazione che negli ultimi anni l azienda ha consolidato con il Consorzio U.DI.AL. - conclude Michele Tatone - è certamente il fattore critico di successo che ci permetterà anche per il 2013 di lavorare in perfetta Partnership e di arrivare al traguardo degli ambiziosi e reciproci programmi di sviluppo». Rilancio della spina e del vuoto a rendere, i materiali Pop, la formazione, sono alcuni dei temi su cui Birra Peroni si è focalizzata 14 U.DI.AL. in visita allo stabilimento Peroni di Bari.

15

16

17 Rinnovo accordi commerciali Come di consueto i primi mesi dell anno sono riservati al rinnovo degli accordi commerciali. Una pratica che con talune aziende è stata già anticipata, con successo già a dicembre Si possono pertanto tirare le somme delle risultanze degli incontri e degli accordi stilati. Il comune denominatore è univoco: confronti positivi e propositivi ed estremamente costruttivi. Con tutte le aziende. Non mancano da parte degli interlocutori idee e progetti per incidere nelle attività commerciali. Un fermento che la dice lunga sulla voglia di affrontare con il massimo vigore un anno che non sarà semplice. Ma i presupposti per far bene ci sono. Grande spazio ovviamente alle attività promozionali che nei momenti di difficoltà rappresentano la leva indispensabile per competere. Nel 2012, complessivamente il consorzio U.DI.AL. ne ha messe in campo ben 150, quest anno ovviamente si punta a far meglio. Un accordo commerciale deve vivere e crescere altrimenti non ha senso stipularlo ed è questa la filosofia con la quale viene sottoscritto da parte del management del consorzio U. DI.AL. il quale riserva, come giusto che sia, una grande attenzione. Come per esempio, oltre che posizionarlo rapidamente nell area riservata del sito, anche inviarlo in cartaceo ai soci in un folder dedicato. Un folder che riporta fra l altro una serie di suggerimenti e raccomandazioni che lo stesso consorzio U.DI. AL., in voce del suo presidente Antonio Argentieri e del General Manager Luigi Cetrangolo, hanno ritenuto opportuno rivolgere ai propri soci attraverso la stesura del seguente testo. Gentili soci Il presente stampato riporta le condizioni contrattuali e altri particolari aspetti delle relazioni commerciali con l azienda evidenziata in calce. Come sapete, la definizione del contratto in sede è un passo, sì importante, ma solo il primo passo. Ora poi a 2012: 150 attività promozionali. Quest anno ovviamente si punta a fare ancora meglio. 17 News dal mondo U.DI.AL. Udialito

18 News dal mondo U.DI.AL. Udialito voi soci far vivere in periferia questo accordo e metterlo in pratica nel migliore dei modi affinché, il consorzio U.DI.AL., nel suo insieme trasferisca all azienda contrattizzata la sua forza di gruppo e la sua capacità commerciale. Come abbiamo più volte e in più occasioni ribadito il Consorzio deve fare la sua parte, altrimenti non ha motivo di esistere, ma anche il socio deve essere propositivo sul suo territorio. Per questo dobbiamo attrezzarci sempre più anche con le nostre strutture, diversificandoci e specializzandoci. Solo così potremo rapportarci con pari dignità a quelle aziende che credono nel nostro lavoro e con loro curare i punti di consumo e crescere sul mercato. A tutto questo deve corrispondere la coesione del gruppo per trasmettere alle aziende il senso di credibilità e fiducia. Per questi obiettivi lavoriamo e continuiamo a lavorare per avere la certezza che l U.DI.AL. IL VOSTRO CON- SORZIO avrà sempre un ruolo trainante, prezioso e decisivo. Ciò che è importante e fondamentale è restare uniti intorno ad una forte visione e missione comune, dove ognuno di noi deve offrire il massimo impegno e capacità. In questo modo non potremo che raggiungere grandi traguardi. Se continueremo ad essere compatti e forti e con lo stesso spirito di gruppo, il futuro non potrà farci paura. L importanza del punto vendita Altro fattore che è necessario far emergere in questa rubrica storicamente dedicata ai progetti e alle strategie del consorzio U.DI.AL. è l importanza che per il consorzio, e ancor più per i Come abbiamo più volte e in più occasioni ribadito il Consorzio deve fare la sua parte, altrimenti non ha motivo di esistere, ma anche il socio deve essere propositivo sul suo territorio. 18 soci, rivestono i pubblici esercizi. È fuori discussione che il miglior presidio del punto di vendita e un assortimento dedicato alle specifiche esigenze del comparto della ristorazione fuori casa sono, da sempre, i fattori salienti delle politiche commerciali

19 del consorzio. E proprio sulla base di questi concept che si fondano le politiche commerciali dei distributori di bevande che fanno capo al consorzio U.DI.AL., politiche moderne e funzionali alla crescita economica e professionale dei propri clienti esercenti. Assortimento e servizio, sono queste le chiavi per aprire la porta della ripresa? Lo chiediamo a Luigi Cetrangolo G.M. del consorzio. «Sono senza dubbio elementi importanti e imprescindibili per chi si occupa di distribuzione e per chi opera nel mercato dei consumi extradomestici, ma non sono i soli. Oggigiorno, in special modo per i distributori di bevande, è fondamentale presidiare il punto di consumo, offrendo agli esercenti clienti non solo assortimento e servizio, ma anche beni più immateriali. Come consegne tarate sulle specifiche esigenze, puntualità oltre a ogni possibile informazione finalizzata a migliorare il proprio business». In che senso Informazione? «Mi riferisco a quella sorta di consulenza che il distributore deve essere in grado di garantire all esercente, al fine di indirizzarlo sempre verso le migliori performance». Quando parla di presidiare i punti di consumo a cosa si riferisce? «Garantire e completare l offerta sotto ogni possibile aspetto, e non solo relativamente a quello che è il nostro storico business, cioè la distribuzione di bevande ma, altresì, esplorare e intercettare tutte le diverse esigenze che, oggi come oggi, attengono alla complessa macchina gestionale di un pubblico esercizio. Insomma, soddisfare pienamente e possibilmente in maniera esclusiva le molteplici necessità di un locale diventare, per gli stessi, partner importanti e fondamentali e quindi, di fatto, presidiarlo». In questo modo si esce dalla crisi? «Per quanto ci riguarda la crisi la viviamo in un ottica positiva. In fondo il significato della parola nel greco antico è: cambiamento e quindi la capacità di adattarsi con intelligenza e flessibilità alle nuove situazioni che il mercato impone. Ma, come dicevo nel mio discorso al convegno, insieme al cambiamento ci deve anche essere la condivisione. Per quanto mi riguarda sono due facce della stessa medaglia. Se sapremo applicarle con intelligenza e coraggio potremo guardare avanti con ottimismo. Idee chiare e fiducia sono le stesse prerogative che hanno contraddistinto il cammino che ha compiuto il consorzio U.DI.AL. in questi anni difficili, dando prova della compattezza del consorzio, della duttilità e lungimiranza del suo gruppo dirigente. Sappiamo che dopo le grandi crisi giungono inevitabile i momenti di crescita e ripresa economica. Per tutto quello che abbiamo fatto e stiamo facendo, questa ripresa l attendiamo con fiducia». Oggigiorno è fondamentale presidiare il punto di consumo, offrendo agli esercenti clienti non solo assortimento e servizio, ma anche beni più immateriali News dal mondo U.DI.AL. Udialito

20

21 Bella è la vita, con San Marzano Margherita! Lo slogan dice già tutto e rende a pieno l idea della qualità di Imperial San Marzano, liquore reso unico dalla sua antica ricetta tramandata per generazioni. «Questa specialità - dichiara a Drink Style Cosimo di Lena, proprietario e direttore commerciale del Liquorificio Margherita con sede a San Marzano di San Giuseppe (TA) - è il risultato di una miscela di ingredienti selezionati con attenzione e di una scrupolosa lavorazione artigianale. Un liquore dal gusto intenso ideale per abbinamenti più classici come affogati, caffè, gelati, torte e nella preparazione dei più disparati tipi di dolci. Utile a realizzare bevande calde come il punch, è eccellente anche servito con ghiaccio, come aperitivo. Insomma un prodotto esclusivo, versatile e di eccelsa qualità che non può mancare in nessun bar. Anche per questo motivo - puntualizza di Lena - abbiamo deciso di avvalerci di una struttura distributiva specializzata per il canale Horeca, come sono appunto i distributori associati al consorzio U. DI.AL.». Storia in breve La storia dell Imperial San Marzano è affascinante, poiché la sua creazione risale a diversi secoli fa, quando lo speziale di una piccola cittadina perfezionando la ricetta che suo padre utilizzava per produrre una bevanda da caffetteria, ne ottenne un liquore. Quest ultimo deve il suo nome al paesino in cui è nato, San Marzano di San Giuseppe,nei pressi di Taranto, ove intorno agli anni 50 del secolo scorso, Ermelinda Margherita riceve da suo padre la ricetta del liquore creato dal loro avo speziale, e dà inizio alla sua produzione. Avviata e consolidata a Taranto, la sede del liquorificio ritorna agli inizi del secolo, nel paesino d origine del prodotto. In pochi anni, grazie ad un abile maestranza, sviluppa una consolidata esperienza nella produzione, ottenendo svariati riconoscimenti per la produzione di specialità liquoristiche. Insieme al consolidamento e al rinnovamento del suo prodotto di punta, Imperial San Marzano, l azienda ha avviato un dinamico processo di diversificazione della produzione, dando vita ad un ampia gamma di liquori che vanno dai digestivi ai fruttati fino a un ottimo gin e uno specialissimo anice. Oggi Cosimo di Lena preserva la tradizione, continuando con dedizione e passione a condurre l azienda di famiglia. Insieme al consolidamento e al rinnovamento del suo prodotto di punta, Imperial San Marzano, l azienda ha avviato un dinamico processo di diversificazione della produzione, dando vita ad un ampia gamma di liquori 21 Pubbliredazionale Bella è la vita, con San Marzano Margherita

22

23 Rubrica di informazione giuridico finanziaria a cura dello STUDIO GIORDANO LA MANOVRA MONTI RIDUCE DAL 2012 L IMPATTO DELL IRAP Nel Decreto Legge n.201/11 (Manovra Monti) trovano spazio all art.2 una serie di previsioni normative che - con decorrenza dal periodo d imposta andranno a ridurre sensibilmente il peso dell Irap sui conti di imprese e professionisti. Gli interventi agiscono su due fronti: 1. la riduzione della base imponibile su cui calcolare l imposta regionale sulle attività produttive; 2. l attenuazione della indeducibilità del tributo regionale ai fini Irpef e Ires. Esse, in particolare, prevedono: - un incremento degli sgravi forfetari Irap riferiti a personale dipendente a tempo indeterminato di età non superiore a 35 anni, ovvero di sesso femminile di qualunque età, peraltro diversificato tra Regioni meridionali e resto del territorio nazionale; - la deducibilità ai fini delle imposte sui redditi dell intero importo dell Irap pagata nell anno che deriva dalla non deducibilità del costo del lavoro al netto delle relative deduzioni; - la conferma della deducibilità ai fini delle imposte sui redditi del 10% dell Irap pagata nell anno in presenza di oneri finanziari netti di competenza. Tali deduzioni, dunque, potranno essere operate per la prima volta in sede di determinazione del reddito relativo al periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2012 da dichiarare in UNI- CO Incremento del cuneo fiscale Il comma 2 del citato articolo 2 - con riferimento alla presenza di talune categorie di lavoratori subordinati con contratto a tempo indeterminato - eleva i già previsti sgravi forfetari, portandoli a: ,00 (su base annua) per ogni lavoratore di sesso femminile, nonché per quelli di età inferiore ai 35 anni a prescindere dal sesso. Tale sgravio non compete, tuttavia, alle imprese operanti in concessione e a tariffa nei settori dell energia, dell acqua, dei trasporti, delle infrastrutture, delle poste, delle telecomunicazioni, della raccolta e depurazione delle acque di scarico e della raccolta e smaltimento rifiuti; ,00 (su base annua) per i lavoratori di sesso femminile, nonché per quelli di età inferiore ai 35 anni a prescindere dal sesso, impiegato nel periodo d imposta nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Tale sgravio non compete oltre che ai soggetti di cui al punto precedente anche alle banche, gli altri enti finanziari e alle imprese di assicurazione. L Irap pagata sul costo del lavoro diviene interamente deducibile. Già nel 2007, con l art.6, commi da 1 a 4, del D.L. n.185/08, il Legislatore introdusse la deducibilità ai fini Irpef/ Ires del 10% dell Irap (pagata nell an- Per sa perne di più 23 Rubrica La manovra Monti riduce dal 2012 l impatto dell IRAP

24 Rubrica La manovra Monti riduce dal 2012 l impatto dell IRAP Per sa perne di più 24 no) in presenza di oneri finanziari netti, ovvero di costo del personale al netto degli sgravi e delle deduzioni. Tale intervento fu volto ad evitare la censura di costituzionalità derivante dalla duplicazione di tassazione provocata dalla non deducibilità dell Irap dalla base imponibile delle imposte sui redditi (ossia Ires e Irpef). Con la recente Manovra il Legislatore interviene nuovamente prevedendo la piena deducibilità ai fini delle imposte sui redditi (Ires/Irpef), dell Irap generatasi (è confermato il criterio di cassa) per effetto della indeducibilità del costo del lavoro dipendente e assimilato al netto dei relativi sgravi. Va in proposito ricordato che, sulla base dell interpretazione a suo tempo fornita dall Agenzia delle Entrate, nell ipotesi in cui questa fosse confermata, per comprendere se si ha diritto a detrarre nell anno 2012, l Irap pagata nell anno 2012, occorre: 1. Relativamente al saldo 2011 pagato nell anno 2012: per il periodo d imposta 2011 verificare se nello stesso si è avuta un imposta Irap derivante dalla indeducibilità del costo del personale al netto delle deduzioni. Individuata con il metodo proporzionale tale quota di Irap concernente detto saldo sarà deducibile ai fini delle imposte sui redditi per l anno Relativamente agli acconti 2012 pagati nel corso del 2012: al termine del relativo periodo d imposta occorrerà determinare la quota di Irap di competenza del periodo d imposta 2012 nei limiti degli acconti pagati nel corso del medesimo anno e applicare ad essa la percentuale riferita al costo del personale rispetto alla base imponibile complessiva. Il risultato costituirà la quota di Irap pagata in acconto deducibile ai fini delle imposte sui redditi per l anno La deducibilità del 10% dell Irap in presenza di oneri finanziari netti Con un emendamento approvato in sede di conversione in legge è stata apportata una modifica all originario impianto normativo (art.6 del D.L. n.185/08) che prevede la deducibilità del 10% dell Irap pagata in presenza di costo del lavoro netto o oneri finanziari netti, a prescindere dall importo degli stessi. L interrogativo, legittimo, era quello di comprendere se la disposizione dovesse considerarsi soppressa in considerazione del nuovo meccanismo che prevede l integrale deducibilità dell Irap riferita al costo del lavoro. Ebbene, la nuova soluzione normativa salva il vecchio impianto seppure ricalibrandolo e coordinandolo in base alle novellate disposizioni, in vigore dal In definitiva, in presenza di oneri finanziari netti, qualsivoglia sia il loro importo, resta la deducibilità del 10% dell Irap pagata nell anno. Quel che dovrà essere chiarito in via interpretativa è se la predetta deducibilità del 10% si debba calcolare: - sull intera imposta pagata nell anno; - ovvero (per differenza) sulla parte dell Irap che non si riferisce al costo del lavoro posto che questa è divenuta oramai interamente deducibile. Dal punto di vista letterale, la prima ipotesi è ammissibile anche se sotto il profilo concettuale si avrebbe una duplicazione di deducibilità.

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Testata Data Titolo Pag. Rubrica NORDA 15 Pubblico Today 21/06/2013 NORDA E VERALLIA: "ESPRESSIONI D'ACQUA" 2 Rubrica BEVERFOOD.COM 21/06/2013 NUOVA CAMPAGNA NORDA - VERALLIA:

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Brasile IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Tra i BRIC (Brasile Russia India Cina paesi caratterizzati da una notevole crescita del PIL), il Brasile rappresenta il paese che indubbiamente sta dando segnali

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

fidelizzare, l arma vincente per il pranzo

fidelizzare, l arma vincente per il pranzo food&drink / occasioni di consumo 20% IL fatturato bevande del pranzo AL BAR -6% IL fatturato 2013 VS 2012 92 fidelizzare, l arma vincente per il pranzo occasioni di consumo / food&drink L identikit del

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE. La promozione di un ristorante

IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE. La promozione di un ristorante IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE La promozione di un ristorante La promozione interna Si tratta delle strategie di vendita rivolte al cliente che è già «entrato» nel locale: Elaborazione di nuove proposte

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

http://www.italgrob.it/sezione.asp?idpost=818&m=mondo Horeca&C=AttualitANDagrave;

http://www.italgrob.it/sezione.asp?idpost=818&m=mondo Horeca&C=AttualitANDagrave; Page 1 of 3 Giovedî 31 Marzo 2011 Contatti Press Pubblicità su italgrob.it su google.it Home Mondo Horeca Beverages Birra Spirits Vini & Co Locali & Professioni Food Eventi Distributori di Bevande Horeca

Dettagli

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA 21, 22, 23 Giugno 2013 FIERA DEL LIBRO E DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO L editoria enogastronomica da alcuni anni registra una crescita notevole. I media hanno dato e continuano

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

servizi ristorazione e ricevimento

servizi ristorazione e ricevimento Summertrade nasce a Rimini nel 1979 dall idea di un gruppo di professionisti nel campo dell ospitalità e della ristorazione, che intuisce le potenzialità di un settore allora ai primi passi: il catering.

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI:

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI: LA FORMULA PROFILO EDITORIALE: La collana de I Quaderni della Comunicazione nasce come una guida mensile rivolta alle Aziende per aiutarle a orientarsi nei diversi meandri della comunicazione commerciale.

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

Mutate esigenze dei clienti Nuove offerte della Posta

Mutate esigenze dei clienti Nuove offerte della Posta Mutate esigenze dei clienti Nuove offerte della Posta Intervento di Susanne Ruoff Direttrice generale della Posta Svizzera 10 giugno 2013 FA FEDE IL DISCORSO EFFETTIVAMENTE PRONUNCIATO Gentili Signore,

Dettagli

PROMOTORI & CONSULENTI

PROMOTORI & CONSULENTI art PROMOTORI & CONSULENTI FONDI&SICAV Dicembre 2010 Federico Sella di Banca patrimoni Sella &c.: «Trasparenti e prudenti» Reclutamento I soldi non sono tutto Concentrazione Un mondo sempre più di grandi

Dettagli

20 EDIZIONE 12-13 MAGGIO 2015. Hotel Paggeria Medicea Artimino, Carmignano (PO)

20 EDIZIONE 12-13 MAGGIO 2015. Hotel Paggeria Medicea Artimino, Carmignano (PO) 20 a 12-13 MAGGIO 2015 Hotel Paggeria Medicea Artimino, Carmignano (PO) Richmond Italia è parte di un consolidato network internazionale, che opera da ben 20 anni, specializzato nell organizzazione di

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

I personaggi del commerciale. Scopriamone altri. Oggi incontriamo Francesco Acampora, area Manager Canale Tradizionale _ zona 6

I personaggi del commerciale. Scopriamone altri. Oggi incontriamo Francesco Acampora, area Manager Canale Tradizionale _ zona 6 Oggi incontriamo Francesco Acampora, area Manager Canale Tradizionale _ zona 6 Esistono dei rituali consolidati nello svolgimento delle mie attività. La sveglia suona presto al mattino un po per abitudine

Dettagli

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it Smartphone e Tablet hanno registrato tassi di crescita in termini di acquisti turistici pari rispettivamente al 70% e al 20%. Credit: Sony Xperia Cresce il turismo in Italia, giunto ormai nel 2015 a un

Dettagli

PROPOSTA DI PROGRAMMA QUADRIENNIO 2014-2018

PROPOSTA DI PROGRAMMA QUADRIENNIO 2014-2018 PROPOSTA DI PROGRAMMA QUADRIENNIO 2014-2018 Il comitato di condotta ha individuato gli obiettivi principali da raggiungere nei prossimi quattro anni in relazione alle indicazioni dei programmi portati

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI Conegliano, 20 febbraio 2014 DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI I temi di approfondimento

Dettagli

WINEBRAND il valore parte da qui

WINEBRAND il valore parte da qui BUILDING & ARCHITECTURE CONSULTANTS WINEBRAND il valore parte da qui TM Architettura / Branding / Contaminazione Ogni cantina ha una storia da raccontare, ogni vino ha un carattere unico da trasmettere

Dettagli

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO PERCORSO FORMATIVO PART TIME E MODULARE IN COLLABORAZIONE CON MAGGIO LUGLIO 2016 CUOA Business

Dettagli

LA TRACCIABILITA COME STRUMENTO DI MARKETING STRATEGICO

LA TRACCIABILITA COME STRUMENTO DI MARKETING STRATEGICO Presentazione progetto VERIFICA SUL MERCATO DELLA TRACCIABILITA DI FILIERA Verona 27 marzo 2012 LA TRACCIABILITA COME STRUMENTO DI MARKETING STRATEGICO IL PROGETTO TERRITORI DIVINI CASE HISTORY DI SUCCESSO

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

gelatouniversity.com CORSI DI FORMAZIONE GELATO ARTIGIANALE

gelatouniversity.com CORSI DI FORMAZIONE GELATO ARTIGIANALE CORSI DI FORMAZIONE GELATO ARTIGIANALE 2008-2009 Carpigiani Gelato University (CGU) è un centro internazionale di formazione al servizio di chi già opera o desidera operare nel settore della gelateria

Dettagli

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma Il mondo delle professioni sta affrontando un periodo di profondi cambiamenti dovuti all evoluzione culturale che l attuale crisi economica richiede. E in atto un vero e proprio cambio di paradigma, che

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

Hilary Downes, media relations, PwC Tel: +44 (0)207 213 4706 / +44 (0)7718 340 113 e-mail: hilary.n.downes@uk.pwc.com

Hilary Downes, media relations, PwC Tel: +44 (0)207 213 4706 / +44 (0)7718 340 113 e-mail: hilary.n.downes@uk.pwc.com News release Contact Hilary Downes, media relations, PwC Tel: +44 (0)207 213 4706 / +44 (0)7718 340 113 e-mail: hilary.n.downes@uk.pwc.com PwC: I patrimoni globali gestiti supereranno quota 100.000 miliardi

Dettagli

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click - 14 gennaio 2015 - L Italia, campione del mangiar bene e del buon vino, leader mondiale nella sicurezza alimentare e nell eco-sostenibilità delle

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Il REPORT GARANZIA GIOVANI IN ITALIA E IN EUROPA. Roma, 26 Marzo 2015

Il REPORT GARANZIA GIOVANI IN ITALIA E IN EUROPA. Roma, 26 Marzo 2015 Roma, 26 Marzo 2015 I giovani avviati ad una misura prevista dal Programma Garanzia Giovani sono 49.190, un valore in crescita, nell ultimo mese, del 43,1%. Con la Toscana e la Basilicata continua la presentazione

Dettagli

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 1. INDICE 2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 3. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 4. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 5. MISSION pag. 4 6. APPROCCIO pag. 4 7. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Intervento di Fabio Beltram, Direttore eletto Scuola Normale Superiore (in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Signor Presidente della Repubblica mi permetta di unire la mia personale gratitudine

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

Servizi per i distributori. Servizi per i produttori

Servizi per i distributori. Servizi per i produttori Servizi per i distributori Servizi per i produttori THINK QUALITY S.r.l. Innovazione e valore nell agroalimentare PRESENTAZIONE STORIA Think Quality nasce nel 2001 quando, Fabrizio Stecca e Paolo Masoero,

Dettagli

ECCELLENTI. di E.Z. foto di Alessandro Castiglioni MARE MARE. generoso di PORTO SANTO

ECCELLENTI. di E.Z. foto di Alessandro Castiglioni MARE MARE. generoso di PORTO SANTO PRODOTTI ECCELLENTI di E.Z. foto di Alessandro Castiglioni MARE IN ITALY Il MARE generoso di PORTO SANTO PORTOSANTOSPIRITO La domanda l abbiamo rivolta a uno chef che di fresco se ne intende e nella cui

Dettagli

cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti copyright

cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti copyright 2014 ricerca cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti 1 Cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti, 2014 La pubblicazione riporta i risultati di una ricerca condotta via internet

Dettagli

Protagonista: il Vino. Protagonista: il Vino. Presentazione Tour Operator e descrizione dei nostri servizi di intrattenimento per gruppi aziendali

Protagonista: il Vino. Protagonista: il Vino. Presentazione Tour Operator e descrizione dei nostri servizi di intrattenimento per gruppi aziendali Protagonista: il Vino Protagonista: il Vino Presentazione Tour Operator e descrizione dei nostri servizi di intrattenimento per gruppi aziendali chi siamo Delitaly è il primo tour operator italiano specializzato

Dettagli

Proposta per una strategia di promozione dei prodotti agricoli lucani

Proposta per una strategia di promozione dei prodotti agricoli lucani DIPARTIMENTO POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Viale Vincenzo Verrastro, 10-85100 Potenza ass_agricoltura@regione.basilicata.it tel. 0971668710 fax 0971668731 L ASSESSORE Potenza lì 05/05/2014 MATERA 2019

Dettagli

un alleato per la vostra competitività

un alleato per la vostra competitività italiano Gentili Clienti, in questa brochure istituzionale, dedicata a voi, si vuole sottolineare soprattutto ciò che siamo, ciò in cui crediamo e consideriamo importante, ciò a cui puntiamo. In altre

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MOSCA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MOSCA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2158 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MOSCA Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di temporary manager da parte

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Allegato 5 CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 24 febbraio 2006, n. 1 art. 6 comma 4 lett. d) 1 Indice Introduzione...3....3 Piano di marketing strategico per l estero... 4 Organizzazione funzione

Dettagli

UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER UN BUSINESS PIU APPETIBILE.

UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER UN BUSINESS PIU APPETIBILE. UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER UN BUSINESS PIU APPETIBILE. cos è RISAMORE è il primo franchising del riso, un importante opportunità per chi vuole cimentarsi nel mondo della ristorazione, in Italia e nel mondo,

Dettagli

Marketing e Comunicazione del settore bancario Il caso italiano dell Unicredit

Marketing e Comunicazione del settore bancario Il caso italiano dell Unicredit ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA SCUOLA DI LETTERE E BENI CULTURALI Corso di laurea magistrale in Scienze della comunicazione pubblica e sociale Marketing e Comunicazione del settore bancario

Dettagli

EDITORIALE FRANCESCO CATERINI. Gentili Associati,

EDITORIALE FRANCESCO CATERINI. Gentili Associati, EDITORIALE FRANCESCO CATERINI Gentili Associati, si è appena concluso un altro anno denso di avvenimenti per l Associazione e in particolar modo per me che festeggio il primo anno in qualità di Presidente.

Dettagli

XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE

XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE Relazione del Presidente Regionale CNA Pensionati- Giovanni Giungi A noi viene voglia, nonostante questa valle

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO

CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO SINTESI OSSERVATORIO MEDIA NIMBY FORUM - III EDIZIONE Dall analisi dell Osservatorio

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Gian Carlo Sangalli Presidente Camera di Commercio di Bologna IL SISTEMA ECONOMICO PRODUTTIVO BOLOGNESE E E IN UNA FASE

Dettagli

L idea. Il perché. Un format a misura di business, pensato per fare tutto quello che in EXPO non si può fare.

L idea. Il perché. Un format a misura di business, pensato per fare tutto quello che in EXPO non si può fare. Cos è yesitaly. yesitaly è il nuovo brand di quell Italia pronta ad aggredire i grandi mercati internazionali o migliorare i risultati del proprio export. Di quell Italia fatta di territori, qualità e

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO UN ANALISI SUI CONSUMATORI E NON SUL PRODOTTO. Una ricerca di NoLogoResearch

IL MERCATO DEL VINO UN ANALISI SUI CONSUMATORI E NON SUL PRODOTTO. Una ricerca di NoLogoResearch IL MERCATO DEL VINO UN ANALISI SUI CONSUMATORI E NON SUL PRODOTTO Una ricerca di NoLogoResearch Maggio 2010 Un sentimento diffuso Su uno dei migliaia di blog a tema vino, a fine novembre 2006, appariva

Dettagli

La Gestione del Personale nelle PMI

La Gestione del Personale nelle PMI La Gestione del Personale nelle PMI 1 GIRO D ITALIA AIDP Verso il 41^ Congresso Nazionale 3^ tappa Orvieto, 13 marzo 2012 LA GESTIONE DEL PERSONALE NELLE PMI APPROCCI E TESTIMONIANZE TRA NORMATIVA E FATTORI

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 2 3 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO (Relazione al Convegno: Fondazioni e Banche: i sistemi economici locali Fondazione Cassa di Risparmio

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

Tavola Rotonda. Roma, 6 Novembre 2009

Tavola Rotonda. Roma, 6 Novembre 2009 Tavola Rotonda STUDI di SETTORE e FISCALITA Tour guidato nel dedalo degli obblighi fiscali per scoprire se qualcosa cambierà Roma, 6 Novembre 2009 Tavola Rotonda Mauro Zaniboni i MZ Congressi PCO in Milano

Dettagli

IL PROGETTO PArC. Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti

IL PROGETTO PArC. Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti IL PROGETTO PArC Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti PREMESSA L incontro tra produttori e consumatori sta acquisendo

Dettagli

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati FABIO PICCOLI Esperto Internazionalizzazione Wine Monitor Bologna, 3 aprile 2013 L internazionalizzazione non

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

Articolazione enogastronomia Secondo biennio 5 anno Terzo anno Quarto Quinto anno

Articolazione enogastronomia Secondo biennio 5 anno Terzo anno Quarto Quinto anno AL PARLAMENTO ITALIANO CAMERA DEI DEPUTATI - SENATORI AL MINISTRO DELL ISTRUZIONE Oggetto: Petizione - Riforma professionali IPSSAR secondo biennio e quinto scolastico proposta di modifica e integrazione.

Dettagli

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato,

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato, DALLE TARIFFE ALLA CRESCITA UN ASSICURATORE GLOBALE CHE COPRE I BISOGNI DEL CLIENTE ANCHE IN AMBITI COME LA SALUTE, L ABITAZIONE, LA SICUREZZA PATRIMONIALE. TRA RIGORE TECNICO, RICHIESTA DI FLESSIBILITÀ

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

SIGEPApproved. L arte del gusto italiano nel mondo. Rimini Fiera 23-27 Gennaio 2016

SIGEPApproved. L arte del gusto italiano nel mondo. Rimini Fiera 23-27 Gennaio 2016 001/2014 SGPX14S1 L arte del gusto italiano nel mondo SIGEPApproved Event Rimini Fiera 23-27 Gennaio 2016 Michelangelo (Buonarroti, Michelangelo 1475-1564): David - p. (busto). Firenze, Accademia. 2015.

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

Tecniche avanzate. per Sala e vendita Bar e Sommellerie. libro misto volume unico V anno

Tecniche avanzate. per Sala e vendita Bar e Sommellerie. libro misto volume unico V anno Tecniche avanzate per Sala e vendita Bar e Sommellerie libro misto volume unico V anno sezione 1 tecniche di sala, vendita e sommellerie MODULO 1 la cucina flambè la cucina flambè i cibi adatti alla cucina

Dettagli

Disegno di legge DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MICROBIRRIFICI

Disegno di legge DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MICROBIRRIFICI Disegno di legge DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MICROBIRRIFICI 1 Onorevoli colleghi! I microbirrifici artigianali rappresentano una realtà produttiva che negli ultimi dieci anni ha conosciuto un inaspettato

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

UN INVESTIMENTO CONTENUTO PER UN SUCCESSO SICURO

UN INVESTIMENTO CONTENUTO PER UN SUCCESSO SICURO FotoDigitalDiscount è la più grande catena di negozi di fotografia in franchising in Italia. Un marchio nato solo nel 2005 che già conta oltre 250 punti vendita distribuiti su tutto il territorio italiano

Dettagli

Creare Valore con il Supply Chain Management

Creare Valore con il Supply Chain Management Idee e strumenti per l impresa manifatturiera del domani Settembre - Novembre 2013 Creare Valore con il Supply Chain Management Bologna 26 settembre Fabbrica Futuro - Il settore Moda Firenze 10 ottobre

Dettagli

LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA

LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA 15 marzo 2008 1. ANALISI DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE 2. TIPOLOGIE DI DESTINAZIONI TURISTICHE 3. IL CICLO DI VITA DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA 4. LO SVILUPPO

Dettagli

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Ancona 30 novembre 2012 Fabrizio Recchi P. F. Autorità di gestione del FAS, autorità di certificazione e pagamento e

Dettagli

MAINA SI AGGIUDICA IL PREMIO ODISSEO 2005 PER LA SUA INNOVATIVA STRATEGIA DI MARKETING

MAINA SI AGGIUDICA IL PREMIO ODISSEO 2005 PER LA SUA INNOVATIVA STRATEGIA DI MARKETING COMUNICATO STAMPA MAINA SI AGGIUDICA IL PREMIO ODISSEO 2005 PER LA SUA INNOVATIVA STRATEGIA DI MARKETING Torino, 22 Giugno 2005 Maina, azienda leader nella produzione di dolci da ricorrenza, si è aggiudicata

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa.

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa. Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane 12 edizione 60 anni Artigiancassa Abstract SOMMARIO Descrizione sintetica dei risultati del Rapporto 3 Finanziamenti

Dettagli

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi MATCHING 24 / 11 /2009 Seminario Studiare I consumi: Imparare dalla crisi Quanto più la ripresa sarà lenta, tanto più la selezione delle aziende sul mercato sarà rapida. È fondamentale uscire dalle sabbie

Dettagli

Benvenuti. il Cuoppo

Benvenuti. il Cuoppo Franchising Benvenuti il Cuoppo Diet ro ogni impresa di successo c è qualcuno che ha preso una decisione coraggiosa. La nostra mission : Diventare una delle principali realtà di franchising nel settore

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

CENTRO TURISTICO STUDENTESCO E GIOVANILE IL NETWORK CTS

CENTRO TURISTICO STUDENTESCO E GIOVANILE IL NETWORK CTS CENTRO TURISTICO STUDENTESCO E GIOVANILE IL NETWORK CTS I partecipanti all Assemblea Generale CTS del 2004 ad Atene PROTAGONISTI CON CTS Il Centro Turistico Studentesco e giovanile (CTS) è l associazione

Dettagli

Chi siamo. L agenzia Promobruce

Chi siamo. L agenzia Promobruce PERSONALBARSERVICE Chi siamo RIORSE EVENTI L agenzia Promobruce Nasce nel 2003, dalla sinergia di professionisti che, hanno sempre ricercato la massima soddisfazione dei propri clienti. Ha sempre proposto

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

Buon pomeriggio. Grazie per questo invito. E un piacere doppio essere qui a questa tavola rotonda ed in questa splendida città. Tra le cose che vorrei portare alla vostra attenzione, vorrei innanzitutto

Dettagli

IL WHITE PAPER DELL EMAIL MARKETING Per l e-commerce

IL WHITE PAPER DELL EMAIL MARKETING Per l e-commerce IL WHITE PAPER DELL EMAIL MARKETING Per l e-commerce Editore Newsletter2Go L email marketing per l e-commerce Nel mondo altamente digitalizzato dei nostri giorni, l email è spesso l unico strumento di

Dettagli

Logo LegaCoop Imola. EXPERIMENT A.S. 2011-2012 Come sviluppare un progetto d impresa

Logo LegaCoop Imola. EXPERIMENT A.S. 2011-2012 Come sviluppare un progetto d impresa Logo LegaCoop Imola 1 EXPERIMENT A.S. 2011-2012 Come sviluppare un progetto d impresa Rivolto alle allieve e agli allievi del 4 anno di Istituti Secondari Superiori Presentato da: Patrizia Andreani 2 DALL

Dettagli

Provincia di Pordenone

Provincia di Pordenone Provincia di Pordenone Iniziativa di promozione turistica del territorio provinciale SERVIZIO TURISMO E POLITICHE EUROPEE 11/06/2013 Il progetto Pordenone Wine & Food Love nasce nel 2011 con l intento

Dettagli

CHI SIAMO: I NOSTRI NUMERI ( WWW.TRAVELGAY.IT)

CHI SIAMO: I NOSTRI NUMERI ( WWW.TRAVELGAY.IT) CHI SIAMO: TRAVELGAY, il primo vero TO italiano dedicato al Mondo dei viaggi e servizi dedicati al mercato GLBT. Nato nel 2003, compie più di 10 anni di attività e si attesta come il 1 e Vero Tour Operator

Dettagli

Dalla collaborazione tra DIGITAL. food DAYS. Progress

Dalla collaborazione tra DIGITAL. food DAYS. Progress Dalla collaborazione tra DIGITAL food DAYS Progress IL FENOMENO SOCIAL EATING Un momento di interazione con al centro l elemento più social di sempre: il cibo Blog Target Cuochi professionisti Appassionati

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: CRITICITÀ ED OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE PROGETTO. Promuovere uno sviluppo economico basato sul territorio

Dettagli