La rivista del Bere Bene di. Bimestrale di informazione sul mondo del beverage Anno 7 - n 38 - Mar/Apr 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La rivista del Bere Bene di. www.udial.it. Bimestrale di informazione sul mondo del beverage Anno 7 - n 38 - Mar/Apr 2013"

Transcript

1 La rivista del Bere Bene di Bimestrale di informazione sul mondo del beverage Anno 7 - n 38 - Mar/Apr In caso di mancato recapito inviare al CPO di Brindisi per la restituzione al mittente previo pagamento Resi editoriale pronti al cambiamento? il mercato del beverage trend e nouvi concept di offerta udialito nuovi accordi commerciali il mercato del beverage grossisti afh: qualcosa si muove

2

3 a cura di Giuseppe Rotolo Pronti al cambiamento? Tutto cambia e si trasforma a gran velocità. Il futuro incalza e non attende. Una repentina evoluzione sta trasformando la società e coinvolge anche e necessariamente il mercato dell Horeca. Cambiano usi e abitudini, mutano i format, i clienti sono sempre più esigenti e volubili, si spende meno, ma meglio. Bisogna imparare a leggere questo cambiamento e assecondarlo: solo così gli operatori potranno restare butori i quali devono saper cavalcare le difficoltà offrendo senza mezzi termini i propri valori aggiunti: assortimenti dedicati, capacità di servizio e consulenze propositive. Insomma per cavalcare il cambiamento c è bisogno di eccellenza da parte di tutti gli operatori della filiera. Ma non basta. Per riuscire nell impresa è necessario imparare a fare una cosa ancora più importante: condividere progetti e obiettivi. Cambiamento e condivisione: esattamente i punti che sono stati presentati, dibattuti, apprezzati e applauditi in occasione del 7 convegno U.DI.AL. Anno 7 - Numero 38 Marzo/Aprile 2013 Rivista specializzata di: Francavilla Fontana (Br) C.da Carlo Di Noi Inferiore Via per Ceglie Km 1 Tel Fax Editoriale Pronti al cambiamento? Direttore Responsabile: Giuseppe Rotolo Editore: edizioni Iscrizione al R.O.C. n 6648 V.le Aldo Moro, Monopoli (BA) Tel Fax Testi e collaborazioni: Marianna Iodice, Angela Svezia, Maria Vittoria Petrosillo, Valeria Todisco. competitivi. Un impellenza che lungo la filiera Horeca, riguarda tutti: dall industria, obbligata a trovare soluzioni di prodotti e formati dedicati al canale, agli esercenti costretti a innovare e puntare sempre sul migliore rapporto qualità-prezzo. In questa partita a far meglio, un ruolo importante appartiene anche ai distri- Un evento che ancora fa parlare di sé. Non si può prescindere dal cambiamento e non si può sfuggire alla condivisione: pedalare tutti e nella stessa direzione è l unica condizione per giungere al traguardo, è l unica possibilità per centrare gli obiettivi. Obiettivi non da poco: essere i protagonisti del mercato, soprattutto di quello che verrà. Tutti i diritti di riproduzione di testi e foto, in qualsiasi forma, compresa la messa in rete, sono riservati. Per qualsiasi utilizzo è necessaria un autorizzazione scritta dell editore. Ai sensi dell Art. 10 della L. 675/1996, le finalità del trattamento dei dati relativi ai destinatari del presente periodico consistono nell assicurare un informazione tecnica, professionale e specializzata a soggetti identificati per la loro attività professionale. L Editore, titolare del trattamento, garantisce ai soggetti interessati i diritti di cui all Art. 13 della suddetta legge. Reg. Trib. Bari n 49 del 10/12/2007 La rivista Drink Style è di proprietà del consorzio U.DI.AL. - Consorzio fra distributori indipendenti di bevande. La pubblicazione ha il compito di trasferire e implementare, attraverso l informazione puntale, credibile e professionale, il sapere e la cultura del fuoricasa italiano. La rivista è edita bimestralmente e postalizzata in modo mirato verso i locali altovendenti ho.re.ca. e superhoreca, clienti dei soci del consorzio. 3

4

5 Anno 7 - Numero 38 - Marzo/Aprile 2013 sommario 3 31 Editoriale Pronti al cambiamento? 17 Spigolature di... Birra 6 Udialito News dal mondo U.DI.AL. 33 Eventi Vinitaly 2013 Assobibe a Tuttofood Reportage Conoscere per Crescere 9 Per Saperne di Più La manovra Monti riduce dal 2012 l impatto dell irap 34 Il mercato del beverage Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa 26 Mode&Tendenze 13 Mercato del Beverage Grossisti Away From Home: QUALCOSA SI MUOVE! 36 Eventi Peroni, grandi progetti anche per il 2013 News dalle Aziende

6 Eventi Vinitaly - Assobibe a Tuttofood Vinitaly È la prima fiera al mondo per il settore del vino. Organizzatore è l ente fieristico internazionale Veronafiere che promuove il salone del vino in contemporanea con Enolitec e Sol&agrifood. Vinitaly è la manifestazione che più d ogni altra ha scandito l evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale ed internazionale, contribuendo a fare del vino una delle più coinvolgenti e dinamiche realtà del settore primario. Dal 7 al 10 aprile anche quest anno il salone internazionale di Vinitaly offrirà momenti di incontro, convegni, concorsi legati al mondo del nettare di bacco, ed esplorerà il mercato enoico disegnandone l evoluzione e i futuri scenari. Per questa edizione 2013 verrà ulteriormente incrementata la presenza di buyer stranieri grazie all impegno dei delegati di Veronafiere in 60 Paesi e tramite un accordo con Ice - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane per potenziare l incoming a Verona di nuovi operatori. Questo permetterà di aumentare le possibilità di contatti b2b per le aziende espositrici, che stanno confermando la richiesta di spazi dello scorso anno. Info: Assobibe a TUTTOFOOD 2013 Il 21 maggio prossimo, Zenith International e Assobibe, l Associazione Italiana dei produttori di bevande analcoliche, organizzano una conferenza dedicata al mercato delle bevande analcoliche dal titolo Soft drinks in italia: sviluppo e sostenibilità. La conferenza sarà di interesse per tutte le imprese del settore desiderose di espandersi, di capire il mercato in cui operano, la sua evoluzione e cambiamenti, e di assicurarsi un vantaggio competitivo in uno scenario in rapida evoluzione. Ci saranno anche ampie opportunità di discussione, confronto e networking tra addetti ai lavori, produttori, leaders del settore, fornitori, retailers e rivenditori.

7

8

9 Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa Sono le fiere il momento in cui, oltre a fare BtoB, ci si siede in tavole rotonde per riflettere su come va il comparto. I professionisti della filiera ascoltano i commenti degli esperti sugli ultimi dati a disposizione, attraverso i quali si inquadra lo scenario del fuori casa, facendo anche importanti e interessanti zoom sui vari microsettori. Le più recenti riflessioni emergono dal RHEX (Rimini Fiera, febbraio), momento di incontro dedicato all HO- RECA, settore che mai va scordato, rappresenta con la sua capillarità e robustezza una vera linfa per l economia italiana. I trend del fuori casa, possiamo sintetizzare, si sviluppano su due aree che si incrociano: pasti (nei canali come ristoranti, bar, pizzerie, locali multi servizio) e beverage. Del beverage l analisi è ricaduta in particolare sul mondo birra e sul mondo vino. Gli italiani che mangiano fuori casa Sono oltre 12 milioni gli italiani che ogni giorno mangiano al bar o al ristorante, per la maggior parte (10 milioni) si tratta di lavoratori che passano fuori casa la pausa pranzo. Complessivamente consumano ogni anno 1,8 miliardi di pasti, per un controvalore di quasi 13 miliardi di euro. L italiano moderno spende mediamente 7 euro per pranzo e sceglie nel 26% dei casi un panino, una pizza (23%), un primo (15%) o un insalata (13%). Solo poco più di dieci italiani su cento continuano, invece, ad essere fedeli al vecchio concetto di pasto completo. Prevalentemente (28%), il pasto fuori casa avviene ancora nei ristoranti; un po meno negli snack bar (22%) e nel 18% nelle pizzerie al taglio o che servono al piatto. Nella scelta delle bevande prevale il consumo di acqua minerale (46%) e di bevande analcoliche, mentre risultano marginali (nei Sono oltre 12 milioni gli italiani che ogni giorno mangiano al bar o al ristorante, per la maggior parte si tratta di lavoratori che passano zzzzzzzzzz fuori casa zzzzzzzz la pausa zzzzzzzzzz pranzo. 9 Il Mercato del Beverage Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa

10 Il Mercato del Beverage Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa La ristorazione italiana, ancora molto classica, dovrà presto attingere a nuovi concept capaci rinnovare il settore dei pubblici esercizi. 10 pasti fuori casa) i consumi di vino e birra. Si riducono, invece, nel pasto fuori casa i consumi di frutta, digestivi alcolici e caffè. Negli ultimi 20 anni sono cambiate significativamente le abitudini alimentari degli italiani. È progressivamente diminuito il numero di quanti pranzano in casa, passato dall 84,5% al 74,3%, mentre il pranzo rappresenta oggi il pasto principale solo per il 68% degli italiani. Ora si mangia soprattutto a cena, diventata il pasto principale per il 23,4% (era il 17,3% nel 93), soprattutto nella fascia d età compresa fra i anni (33,7%) e tra gli uomini (26,8%). Il pasto a casa rimane ancora un abitudine molto diffusa, anche se in calo del 10%, a vantaggio di bar e ristoranti, in crescita. Mangiano a casa in particolare gli anziani (95% dai 65 anni in su), mentre il ristorante, salito dall 1,8% al 2,8%, è scelto soprattutto dalla fascia anni (5,5%) e dai maschi (4,7%), e il bar (2,5% contro l 1,4% del 93) dalla fascia più giovane compresa tra i 20 e 24 anni (5,2%) e, ancora, dai maschi (3,2%). Nuovi format di locale Abbiamo pubblicato numeri eloquenti sulla dimensione del fenomeno del pasto fuori casa. Intessante è anche aggiungere i commenti che ha fatto Daniele Tirelli, presidente di POPAI Italia, il quale fotografa le reazioni alla crisi e monitora le modificazioni dei consumi alimentari, proponendo come risposta format innovativi. Tirelli è convinto che la ristorazione italiana, ancora molto classica, dovrà presto attingere a nuovi concept capaci rinnovare il settore dei pubblici esercizi. Tra le soluzioni sperimentali (quasi d avanguardia potremmo dire) c è il format del ristorante integrato al market. Tirelli cita molti esempi tra cui Sicil Conad a Villaseta, in provincia di Agrigento. Un area di 250 metri quadri e 60 posti disponibili, nel quale è

11 Il Mercato del Beverage possibile consumare direttamente ciò che si acquista. «La crisi economica che attanaglia l Italia - spiega Tirelli - si sta trasformando in una depressione prolungata. Il mondo dei consumi uscirà notevolmente trasformato dalle strategie messe in atto dalle famiglie per difendere i loro standard di vita. Questa tendenza si concretizza in una democratizzazione dei consumi, di quelli di lusso in particolare. Il mondo del fuori casa è chiamato pertanto più di altri settori ad una riflessione rapida e approfondita, poiché la pressione che dovrà subire su molti fronti richiede uno scatto verso la modernità. Dunque, poca retorica e molto pragmatismo per una difesa dei propri spazi, ambìti da molti altri operatori». Beverage: il mercato del vino e della birra Di grande interesse per grossisti e pubblici esercizi è l evoluzione del mercato di due prodotti che rappresentano due punte di diamante in menu, birra e vino. Per quanto concerne la birra, le riflessioni ricadono soprattutto sui nuovi trend. La vera scommessa vinta è quella fatta dai micro birrifici: a fine 2012 le strutture censite erano 520, con una concentrazione soprattutto al Nord (in testa Lombardia e Piemonte, rispettivamente con 88 e 67 microbirrifici). Attualmente la produzione è di circa 200mila ettolitri, che rappresentano circa il 2% del mercato italiano della birra. Nel corso del 2012 i consumi sono aumentati di quasi il 10%. Rimane sempre sotto i fari accesi il mercato del vino, florido nell export, in contrazione per quanto riguarda i consumi interni; quest ultimo aspetto sta cambiando molto il volto dell offerta da parte dei ristoratori, i quali puntano su etichette di medio-alta qualità, in virtù delle nuove abitudini, più centrate sul vino al bicchiere, sulla bottiglia condivisa in più tavoli, sul concetto meno vino ma migliore. In generale nell ultimo anno il consumo interno di vino è sceso dell 1%. Calano anche le vendite nel canale Ho.Re.Ca. Tuttavia, gli italiani cercano sempre di più la qualità e quindi le vendite di vini a denominazione d origine sono cresciute del 2%. La vera scommessa vinta è quella fatta dai micro birrifici: a fine 2012 le strutture censite erano 520. Attualmente rappresentano circa il 2% del mercato italiano della birra. 11 Trend e nuovi concept di offerta: la nuova immagine del fuori casa

12

13 Peroni, grandi progetti anche per il 2013 Birra Peroni, Gruppo SABMiller, importante multinazionale presente in ben 60 Paesi nel mondo, darà seguito anche nel 2013 ad un costante e continuo presidio della filiera distributiva territoriale, rafforzando la partnership con il distributore e garantendo una sempre più capillare presenza dei Brand nei punti di consumo, nelle manifestazioni e negli eventi più importanti. È quanto in sintesi emerso il 21 febbraio durante una serata all insegna dello charme e del buon gusto, in cui alcuni distributori di bevande che operano nel sud Italia si sono confrontati con la direzione commerciale di Birra Peroni. Location dell incontro è stato il Relais La Sommità ad Ostuni luogo di fascino e di tradizione, perfettamente ristrutturato ed inserito nella suggestiva cornice del centro storico della Città Bianca e dove la cena è stata sapientemente preparata dallo chef stellato Michelin Sebastiano Lombardi, che è riuscito ad abbinare ogni singola portata con una specifica birra del Gruppo Peroni. A far gli onori di casa Michele Tatone, Direttore Vendite Sud Italia per il canale Michele Tatone, Direttore Vendite Peroni Sud Italia per il canale HoReCa HoReCa, che commentando i già ottimi risultati conseguiti nel 2012 ha ribadito come il focus ed il percorso di rilancio nel mondo horeca iniziato qualche anno fa, continuerà nel suo sviluppo evolutivo anche per il All evento c è stata anche l importante partecipazione di alcuni membri della direzione generale come Marco Pesaresi Sales & Distribution Director, Mauricio Orbe Strategy & Business Director e Luca De Siero Direttore Eventi Peroni, grandi progetti anche per il 2013 Birra Peroni darà seguito anche nel 2013 ad un costante e continuo presidio della zzzzzzzzzz filiera distributiva zzzzzzzz territoriale zzzzzzzzzz L elegantissima sala del Relais La Sommità ad Ostuni (BR) luogo di fascino e di tradizione 13

14 Eventi Peroni, grandi progetti anche per il 2013 Vendite Italia canale horeca. Non potevano ovviamente mancare i distributori U.DI.AL. guidati per l occasione dal presidente Antonio Argentieri la cui presenza è stata particolarmente apprezzata. «Grazie a questa nuova politica aziendale Route to Market - afferma Michele Tatone - Birra Peroni è stata senza dubbio la Company protagonista in positivo nel mercato birrario 2012 ed in particolare nel sud Italia, Marco Pesaresi Sales & Distribution dove si sono registrate crescite Director Peroni medie a volume del 6% e dove in alcune province si sono raggiunte e superate punte dell 11%. Oggi abbiamo una banca dati interna costantemente aggiornata che ci permette di analizzare e comprendere meglio i dati di mercato per tipologia di consumo come bar, pub, ristoranti, pizzerie e allo stesso modo ci permette di segmentare il mercato stesso per singola Regione, Provincia fino ad arrivare al Comune di riferimento. Non solo, il costante presidio del territorio dal distributore al punto di consumo, il rilancio della spina e del vuoto a rendere, i materiali Pop, la formazione, sono alcuni dei temi su cui Birra Peroni si è focalizzata in particolare nel sud della penisola e continuerà nei suoi progetti dandone supporto ed investimenti. Tutto questo si traduce in maggiore competitività, migliore gestione e canalizzazione degli investimenti, migliore supporto ed integrazione con i distributori più qualificati del territorio seguendone l intera filiera e garantendone le giuste marginalità. La strategica e proficua collaborazione che negli ultimi anni l azienda ha consolidato con il Consorzio U.DI.AL. - conclude Michele Tatone - è certamente il fattore critico di successo che ci permetterà anche per il 2013 di lavorare in perfetta Partnership e di arrivare al traguardo degli ambiziosi e reciproci programmi di sviluppo». Rilancio della spina e del vuoto a rendere, i materiali Pop, la formazione, sono alcuni dei temi su cui Birra Peroni si è focalizzata 14 U.DI.AL. in visita allo stabilimento Peroni di Bari.

15

16

17 Rinnovo accordi commerciali Come di consueto i primi mesi dell anno sono riservati al rinnovo degli accordi commerciali. Una pratica che con talune aziende è stata già anticipata, con successo già a dicembre Si possono pertanto tirare le somme delle risultanze degli incontri e degli accordi stilati. Il comune denominatore è univoco: confronti positivi e propositivi ed estremamente costruttivi. Con tutte le aziende. Non mancano da parte degli interlocutori idee e progetti per incidere nelle attività commerciali. Un fermento che la dice lunga sulla voglia di affrontare con il massimo vigore un anno che non sarà semplice. Ma i presupposti per far bene ci sono. Grande spazio ovviamente alle attività promozionali che nei momenti di difficoltà rappresentano la leva indispensabile per competere. Nel 2012, complessivamente il consorzio U.DI.AL. ne ha messe in campo ben 150, quest anno ovviamente si punta a far meglio. Un accordo commerciale deve vivere e crescere altrimenti non ha senso stipularlo ed è questa la filosofia con la quale viene sottoscritto da parte del management del consorzio U. DI.AL. il quale riserva, come giusto che sia, una grande attenzione. Come per esempio, oltre che posizionarlo rapidamente nell area riservata del sito, anche inviarlo in cartaceo ai soci in un folder dedicato. Un folder che riporta fra l altro una serie di suggerimenti e raccomandazioni che lo stesso consorzio U.DI. AL., in voce del suo presidente Antonio Argentieri e del General Manager Luigi Cetrangolo, hanno ritenuto opportuno rivolgere ai propri soci attraverso la stesura del seguente testo. Gentili soci Il presente stampato riporta le condizioni contrattuali e altri particolari aspetti delle relazioni commerciali con l azienda evidenziata in calce. Come sapete, la definizione del contratto in sede è un passo, sì importante, ma solo il primo passo. Ora poi a 2012: 150 attività promozionali. Quest anno ovviamente si punta a fare ancora meglio. 17 News dal mondo U.DI.AL. Udialito

18 News dal mondo U.DI.AL. Udialito voi soci far vivere in periferia questo accordo e metterlo in pratica nel migliore dei modi affinché, il consorzio U.DI.AL., nel suo insieme trasferisca all azienda contrattizzata la sua forza di gruppo e la sua capacità commerciale. Come abbiamo più volte e in più occasioni ribadito il Consorzio deve fare la sua parte, altrimenti non ha motivo di esistere, ma anche il socio deve essere propositivo sul suo territorio. Per questo dobbiamo attrezzarci sempre più anche con le nostre strutture, diversificandoci e specializzandoci. Solo così potremo rapportarci con pari dignità a quelle aziende che credono nel nostro lavoro e con loro curare i punti di consumo e crescere sul mercato. A tutto questo deve corrispondere la coesione del gruppo per trasmettere alle aziende il senso di credibilità e fiducia. Per questi obiettivi lavoriamo e continuiamo a lavorare per avere la certezza che l U.DI.AL. IL VOSTRO CON- SORZIO avrà sempre un ruolo trainante, prezioso e decisivo. Ciò che è importante e fondamentale è restare uniti intorno ad una forte visione e missione comune, dove ognuno di noi deve offrire il massimo impegno e capacità. In questo modo non potremo che raggiungere grandi traguardi. Se continueremo ad essere compatti e forti e con lo stesso spirito di gruppo, il futuro non potrà farci paura. L importanza del punto vendita Altro fattore che è necessario far emergere in questa rubrica storicamente dedicata ai progetti e alle strategie del consorzio U.DI.AL. è l importanza che per il consorzio, e ancor più per i Come abbiamo più volte e in più occasioni ribadito il Consorzio deve fare la sua parte, altrimenti non ha motivo di esistere, ma anche il socio deve essere propositivo sul suo territorio. 18 soci, rivestono i pubblici esercizi. È fuori discussione che il miglior presidio del punto di vendita e un assortimento dedicato alle specifiche esigenze del comparto della ristorazione fuori casa sono, da sempre, i fattori salienti delle politiche commerciali

19 del consorzio. E proprio sulla base di questi concept che si fondano le politiche commerciali dei distributori di bevande che fanno capo al consorzio U.DI.AL., politiche moderne e funzionali alla crescita economica e professionale dei propri clienti esercenti. Assortimento e servizio, sono queste le chiavi per aprire la porta della ripresa? Lo chiediamo a Luigi Cetrangolo G.M. del consorzio. «Sono senza dubbio elementi importanti e imprescindibili per chi si occupa di distribuzione e per chi opera nel mercato dei consumi extradomestici, ma non sono i soli. Oggigiorno, in special modo per i distributori di bevande, è fondamentale presidiare il punto di consumo, offrendo agli esercenti clienti non solo assortimento e servizio, ma anche beni più immateriali. Come consegne tarate sulle specifiche esigenze, puntualità oltre a ogni possibile informazione finalizzata a migliorare il proprio business». In che senso Informazione? «Mi riferisco a quella sorta di consulenza che il distributore deve essere in grado di garantire all esercente, al fine di indirizzarlo sempre verso le migliori performance». Quando parla di presidiare i punti di consumo a cosa si riferisce? «Garantire e completare l offerta sotto ogni possibile aspetto, e non solo relativamente a quello che è il nostro storico business, cioè la distribuzione di bevande ma, altresì, esplorare e intercettare tutte le diverse esigenze che, oggi come oggi, attengono alla complessa macchina gestionale di un pubblico esercizio. Insomma, soddisfare pienamente e possibilmente in maniera esclusiva le molteplici necessità di un locale diventare, per gli stessi, partner importanti e fondamentali e quindi, di fatto, presidiarlo». In questo modo si esce dalla crisi? «Per quanto ci riguarda la crisi la viviamo in un ottica positiva. In fondo il significato della parola nel greco antico è: cambiamento e quindi la capacità di adattarsi con intelligenza e flessibilità alle nuove situazioni che il mercato impone. Ma, come dicevo nel mio discorso al convegno, insieme al cambiamento ci deve anche essere la condivisione. Per quanto mi riguarda sono due facce della stessa medaglia. Se sapremo applicarle con intelligenza e coraggio potremo guardare avanti con ottimismo. Idee chiare e fiducia sono le stesse prerogative che hanno contraddistinto il cammino che ha compiuto il consorzio U.DI.AL. in questi anni difficili, dando prova della compattezza del consorzio, della duttilità e lungimiranza del suo gruppo dirigente. Sappiamo che dopo le grandi crisi giungono inevitabile i momenti di crescita e ripresa economica. Per tutto quello che abbiamo fatto e stiamo facendo, questa ripresa l attendiamo con fiducia». Oggigiorno è fondamentale presidiare il punto di consumo, offrendo agli esercenti clienti non solo assortimento e servizio, ma anche beni più immateriali News dal mondo U.DI.AL. Udialito

20

21 Bella è la vita, con San Marzano Margherita! Lo slogan dice già tutto e rende a pieno l idea della qualità di Imperial San Marzano, liquore reso unico dalla sua antica ricetta tramandata per generazioni. «Questa specialità - dichiara a Drink Style Cosimo di Lena, proprietario e direttore commerciale del Liquorificio Margherita con sede a San Marzano di San Giuseppe (TA) - è il risultato di una miscela di ingredienti selezionati con attenzione e di una scrupolosa lavorazione artigianale. Un liquore dal gusto intenso ideale per abbinamenti più classici come affogati, caffè, gelati, torte e nella preparazione dei più disparati tipi di dolci. Utile a realizzare bevande calde come il punch, è eccellente anche servito con ghiaccio, come aperitivo. Insomma un prodotto esclusivo, versatile e di eccelsa qualità che non può mancare in nessun bar. Anche per questo motivo - puntualizza di Lena - abbiamo deciso di avvalerci di una struttura distributiva specializzata per il canale Horeca, come sono appunto i distributori associati al consorzio U. DI.AL.». Storia in breve La storia dell Imperial San Marzano è affascinante, poiché la sua creazione risale a diversi secoli fa, quando lo speziale di una piccola cittadina perfezionando la ricetta che suo padre utilizzava per produrre una bevanda da caffetteria, ne ottenne un liquore. Quest ultimo deve il suo nome al paesino in cui è nato, San Marzano di San Giuseppe,nei pressi di Taranto, ove intorno agli anni 50 del secolo scorso, Ermelinda Margherita riceve da suo padre la ricetta del liquore creato dal loro avo speziale, e dà inizio alla sua produzione. Avviata e consolidata a Taranto, la sede del liquorificio ritorna agli inizi del secolo, nel paesino d origine del prodotto. In pochi anni, grazie ad un abile maestranza, sviluppa una consolidata esperienza nella produzione, ottenendo svariati riconoscimenti per la produzione di specialità liquoristiche. Insieme al consolidamento e al rinnovamento del suo prodotto di punta, Imperial San Marzano, l azienda ha avviato un dinamico processo di diversificazione della produzione, dando vita ad un ampia gamma di liquori che vanno dai digestivi ai fruttati fino a un ottimo gin e uno specialissimo anice. Oggi Cosimo di Lena preserva la tradizione, continuando con dedizione e passione a condurre l azienda di famiglia. Insieme al consolidamento e al rinnovamento del suo prodotto di punta, Imperial San Marzano, l azienda ha avviato un dinamico processo di diversificazione della produzione, dando vita ad un ampia gamma di liquori 21 Pubbliredazionale Bella è la vita, con San Marzano Margherita

22

23 Rubrica di informazione giuridico finanziaria a cura dello STUDIO GIORDANO LA MANOVRA MONTI RIDUCE DAL 2012 L IMPATTO DELL IRAP Nel Decreto Legge n.201/11 (Manovra Monti) trovano spazio all art.2 una serie di previsioni normative che - con decorrenza dal periodo d imposta andranno a ridurre sensibilmente il peso dell Irap sui conti di imprese e professionisti. Gli interventi agiscono su due fronti: 1. la riduzione della base imponibile su cui calcolare l imposta regionale sulle attività produttive; 2. l attenuazione della indeducibilità del tributo regionale ai fini Irpef e Ires. Esse, in particolare, prevedono: - un incremento degli sgravi forfetari Irap riferiti a personale dipendente a tempo indeterminato di età non superiore a 35 anni, ovvero di sesso femminile di qualunque età, peraltro diversificato tra Regioni meridionali e resto del territorio nazionale; - la deducibilità ai fini delle imposte sui redditi dell intero importo dell Irap pagata nell anno che deriva dalla non deducibilità del costo del lavoro al netto delle relative deduzioni; - la conferma della deducibilità ai fini delle imposte sui redditi del 10% dell Irap pagata nell anno in presenza di oneri finanziari netti di competenza. Tali deduzioni, dunque, potranno essere operate per la prima volta in sede di determinazione del reddito relativo al periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2012 da dichiarare in UNI- CO Incremento del cuneo fiscale Il comma 2 del citato articolo 2 - con riferimento alla presenza di talune categorie di lavoratori subordinati con contratto a tempo indeterminato - eleva i già previsti sgravi forfetari, portandoli a: ,00 (su base annua) per ogni lavoratore di sesso femminile, nonché per quelli di età inferiore ai 35 anni a prescindere dal sesso. Tale sgravio non compete, tuttavia, alle imprese operanti in concessione e a tariffa nei settori dell energia, dell acqua, dei trasporti, delle infrastrutture, delle poste, delle telecomunicazioni, della raccolta e depurazione delle acque di scarico e della raccolta e smaltimento rifiuti; ,00 (su base annua) per i lavoratori di sesso femminile, nonché per quelli di età inferiore ai 35 anni a prescindere dal sesso, impiegato nel periodo d imposta nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Tale sgravio non compete oltre che ai soggetti di cui al punto precedente anche alle banche, gli altri enti finanziari e alle imprese di assicurazione. L Irap pagata sul costo del lavoro diviene interamente deducibile. Già nel 2007, con l art.6, commi da 1 a 4, del D.L. n.185/08, il Legislatore introdusse la deducibilità ai fini Irpef/ Ires del 10% dell Irap (pagata nell an- Per sa perne di più 23 Rubrica La manovra Monti riduce dal 2012 l impatto dell IRAP

24 Rubrica La manovra Monti riduce dal 2012 l impatto dell IRAP Per sa perne di più 24 no) in presenza di oneri finanziari netti, ovvero di costo del personale al netto degli sgravi e delle deduzioni. Tale intervento fu volto ad evitare la censura di costituzionalità derivante dalla duplicazione di tassazione provocata dalla non deducibilità dell Irap dalla base imponibile delle imposte sui redditi (ossia Ires e Irpef). Con la recente Manovra il Legislatore interviene nuovamente prevedendo la piena deducibilità ai fini delle imposte sui redditi (Ires/Irpef), dell Irap generatasi (è confermato il criterio di cassa) per effetto della indeducibilità del costo del lavoro dipendente e assimilato al netto dei relativi sgravi. Va in proposito ricordato che, sulla base dell interpretazione a suo tempo fornita dall Agenzia delle Entrate, nell ipotesi in cui questa fosse confermata, per comprendere se si ha diritto a detrarre nell anno 2012, l Irap pagata nell anno 2012, occorre: 1. Relativamente al saldo 2011 pagato nell anno 2012: per il periodo d imposta 2011 verificare se nello stesso si è avuta un imposta Irap derivante dalla indeducibilità del costo del personale al netto delle deduzioni. Individuata con il metodo proporzionale tale quota di Irap concernente detto saldo sarà deducibile ai fini delle imposte sui redditi per l anno Relativamente agli acconti 2012 pagati nel corso del 2012: al termine del relativo periodo d imposta occorrerà determinare la quota di Irap di competenza del periodo d imposta 2012 nei limiti degli acconti pagati nel corso del medesimo anno e applicare ad essa la percentuale riferita al costo del personale rispetto alla base imponibile complessiva. Il risultato costituirà la quota di Irap pagata in acconto deducibile ai fini delle imposte sui redditi per l anno La deducibilità del 10% dell Irap in presenza di oneri finanziari netti Con un emendamento approvato in sede di conversione in legge è stata apportata una modifica all originario impianto normativo (art.6 del D.L. n.185/08) che prevede la deducibilità del 10% dell Irap pagata in presenza di costo del lavoro netto o oneri finanziari netti, a prescindere dall importo degli stessi. L interrogativo, legittimo, era quello di comprendere se la disposizione dovesse considerarsi soppressa in considerazione del nuovo meccanismo che prevede l integrale deducibilità dell Irap riferita al costo del lavoro. Ebbene, la nuova soluzione normativa salva il vecchio impianto seppure ricalibrandolo e coordinandolo in base alle novellate disposizioni, in vigore dal In definitiva, in presenza di oneri finanziari netti, qualsivoglia sia il loro importo, resta la deducibilità del 10% dell Irap pagata nell anno. Quel che dovrà essere chiarito in via interpretativa è se la predetta deducibilità del 10% si debba calcolare: - sull intera imposta pagata nell anno; - ovvero (per differenza) sulla parte dell Irap che non si riferisce al costo del lavoro posto che questa è divenuta oramai interamente deducibile. Dal punto di vista letterale, la prima ipotesi è ammissibile anche se sotto il profilo concettuale si avrebbe una duplicazione di deducibilità.

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA IL RUOLO STRATEGICO DELLE AZIENDE COME ACCELERATORI DEL SISTEMA ECONOMICO E DELL OCCUPAZIONE: IL CASO " LA CREAZIONE DI VALORE CONDIVISO SI FOCALIZZA SULL

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli IL COST CONTROL Il controllo dei Costi nella Ristorazione a cura di Marco Comensoli 1 La Ristorazione I Costi I Costi I principali costi delle attività di ristorazione sono: Le risorse umane; Gli alimenti;

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura ABBONATI RIVISTE ONLINE! TROVA AZIENDE EDILBOX CONTATTI HOME NEWS! AZIENDE ECONOMIA EDILIZIA IMMOBILI APPUNTAMENTI! LEGGI & NORME Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura CERCA

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Guida ai prodotti DOP, IGT, etc. Proposta per la realizzazione di una App

Guida ai prodotti DOP, IGT, etc. Proposta per la realizzazione di una App Guida ai prodotti DOP, IGT, etc Proposta per la realizzazione di una App Introduzione Abbiamo iniziato a ragionare per voi così Abbiamo immaginato una App che possa essere utilizzata come guida nella scelta

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE INDICE 1. Crescita aziendale e contesto esterno 2. Crescita aziendale e contesto interno 3. Crescita quantitativa e sviluppo qualitativo 4. Le dimensioni rilevanti dello sviluppo qualitativo 5. Le modalità

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste N.B. Tutti i dati presentati in questo studio sono stati elaborati dall ufficio statistica del Comune (dott.ssa Antonella Primi) per esigenze di conoscenza

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Giornata dell Economia 2004

Giornata dell Economia 2004 Giornata dell Economia 2004 Premio Camera di Commercio Comunicato stampa n. 22 del 13 luglio 2004 La società ha bisogno oggi più che mai, dinanzi ad una congiuntura sfavorevole e all insicurezza determinata

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli