Indesit, un sogno lungo 40 anni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indesit, un sogno lungo 40 anni"

Transcript

1 N. 8 ANNO XVIII 3 MAGGIO 2015 PERIODICO DI CULTURA VARIA DISTRIBUZIONE GRATUITA PARTITA DEL CUORE, LE VERE PROTAGONISTE SONO STATE LE SCUOLE AVVOCATO NEGA IL RISARCIMENTO AI GENITORI PER IL FIGLIO ADOTTATO VIA ROMA, IL CRONO PROGRAMMA DA DILETTANTI. QUANTI ERRORI! Resti di Jommelli, inatteso «schiaffo» da Crescenzio Sepe Festa della Liberazione con quattro gatti Gervaso ad Aversa il 14 maggio con AversaDonna Gli americani vogliono cancellare un pezzo della nostra storia Indesit, un sogno lungo 40 anni

2

3 STORIA NOSTRA SOMMARIO Aversa, una ztl...a piacimento Strisce blu, ausiliari senza stipendio Via Roma, che cronoprogramma! Ad Aversa è emergenza droga E la janara...venne di notte L inventario della bellezza PERIODICO DI CULTURA VARIA DELL AGRO AVERSANO Anno XVIII n 8-3 Maggio 2015 Direttore Responsabile Giuseppe Lettieri Direttore Editoriale Nicola De Chiara Coordinamento Editoriale Vito Faenza Garante dei Lettori Franco Terracciano Fotografie Nicola Baldieri Editore Associazione Dimensione Cultura p.zza Municipio, 22 - Aversa (Ce) Periodico registrato presso il Tribunale di S. Maria C.V. al n. 514 del Redazione Via Michelangelo, Aversa (Ce) Tel Stampa Euro Stamp srl Sant Antimo (Na) Sul sito la rivista in pdf è scaricabile dal lunedì successivo all uscita Distribuzione gratuita in Aversa e nell Agro Aversano Camaleontismo residenziale! Queste ultime settimane non portano certo buone nuove. Ieri l altro era la festa dei lavoratori e solo i sindacati continuano a festeggiare. Qui, nell Aversano, da festeggiare non c è proprio nulla. Altro che primo maggio! Il caso della chiusura dell ex Indesit (oggi Whirlpool) che rischia di mandare per strada ben 800 lavoratori, tutti residenti nel nostro territorio, non è altro che l ultimo atto di una crisi che viene da lontano. Questi sfortunati si uniscono a quelli degli ex Consorzio di Bacino, a quelli delle tante aziende del Polo Industriale che hanno chiuso o stanno per chiudere i battenti. Migliaia e migliaia di lavoratori, in prevalenza tra i trenta e i cinquant anni, che hanno perso o stanno per perdere il lavoro, lanciando loro stessi e le famiglie nel tunnel della disperazione. Altro che ripresa! Altro che Jobs act! Il presidente Renzi va avanti a proclami, parlando di rilancio dell economia, di nuove assunzioni, ma la realtà è sotto gli occhi di tutti. Così come è reale l averci tolto non le Province ma il diritto di voto per eleggere i consiglieri provinciali. La stessa La Vignetta di Alessio D Elia Come mai c è così poca gente per la festa della Liberazione? L EDITORIALE di Giuseppe Lettieri LA LIBERAZIONE AVERSANA cosa, più o meno, sarà con l Italicum, che ci toglie la preferenza per il Parlamentare da eleggere e che sarà scelto, invece, dai potenti della politica. Che delusione! Sul versante aversano, tiene banco per la politica la candidatura del sindaco Sagliocco a Presidente della Provincia, e la questione di una lista a lui collegata esclusa per doppia candidatura. Ma Aversa non impegna tanto un primo cittadino? E poi il Sindaco ci induce ad un dubbio anagrafico. La lista per le comunali di qualche anno fa si chiamava Noi Aversani, quella per la provincia Noi Casertani. Poca fantasia o camaleontismo residenziale? Infine, una buona notizia c è! Da pochi giorni sono ripartiti i lavori per via Roma, il cui blocco aveva scatenato le proteste di cittadini e soprattutto dei commercianti. Ma il buono finisce qui, perché la vicina via Di Jasi, i cui lavori iniziati un anno fa non sono ancora terminati, da qualche settimana è nera a metà in quanto l impianto di illuminazione, inaugurato qualche mese fa, su un lato è completamente al buio. Se il buongiorno si vede dalla luce, parafrasando il noto motto, siamo fregati! Vedrai quanta gente quando ci libereremo del Sindaco! 3

4 Gli americani vogliono cancellare un pezzo della nostra storia Indesit, un sogno lungo 40 anni Dagli inizi degli anni Settanta l azienda ha rappresentato «il fattore stimolante» per lo sviluppo industriale e infrastrutturale dell intero Agro. Perciò è una battaglia che ci vede tutti coinvolti 4 Nicola De Chiara Dopo la Texas ci vogliono portare via anche la Indesit (per noi non sarà mai la Whirlpool). Noi non vogliamo parlarvi dei diritti degli 800 dipendenti di Carinaro a non vedersi licenziati né delle giuste loro rivendicazioni. Abbiamo già letto molto di questo. Noi vogliamo andare indietro nel tempo, a quell inizio degli anni Settanta quando il sogno Indesit cominciò a prendere corpo. Era il 15 dicembre del 1970 e la Gazzetta Aversana annunciava in prima pagina la notizia del giorno: Uno stabilimento Indesit alle porte di Aversa. Giovanni Motti accennava al grosso insediamento industriale di Aversa Nord in tenimento di Carinaro Gricignano Teverola. Un investimento colossale per la zona fatto di 56 miliardi per la costruzione di otto padiglioni industriali per quattro settori di produzione: frigoriferi, televisori, lavatrici e lavastoviglie. Un insediamento che prometteva l assunzione di ben unità. Nel numero successivo il quadro era ancora più chiaro e promettente. Motti parlava anche dell arrivo di altre industrie complementari ad essa. La lievitazione industriale dell Agro Aversano poteva partire con i prestiti venticinquennali Isveimer o Imi messi a disposizione degli imprenditori, con un ulteriore somma a fondo perduto del 20 per cento sul valore della stessa industria da installare. Il sogno Indesit si materializzava nel corso del Il 15 luglio si poteva leggere sulla Gazzetta Aversana : L Indesit è ormai una realtà. Ed il 10 settembre: L Indesit tutto o.k.. Erano partite finalmente le operazioni di esproprio dei suoli e di realizzazione delle infrastrutture. In realtà il progetto della Indesit ad Aversa aveva già vissuto la sua Caporetto. Ad un certo punto l iniziativa industriale era stata dirottata dai vertici dell azienda in Piemonte. Ma alcuni consiglieri regionali del Pci si batterono perché non fosse turbata la quiete della loro Cavallermaggiore (Cuneo). Così l Indesit ritornò sui suoi passi e puntò tutto su Aversa. Gli undicimila occupati alla fine del 1974 erano ancora i circa duemila della prima ora. Solo a cavallo tra gli anni Settanta

5 PRIMO PIANO e Ottanta gli occupati sfiorarono le cinquemila unità. L Indesit rimase per anni la meta agognata di tutti i disoccupati e sottoccupati dell Agro aversano, portando un certo sollievo ma non risolvendo il grosso problema della disoccupazione aversana, con tutti i lati negativi relativi a certi sistemi di assunzione ed a certi inconvenienti che travagliarono la vita dell insediamento industriale fin dai suoi inizi (occupazione di cantieri, scioperi ad oltranza, Tutto è legato alla Indesit: l asse mediano, le altre industrie, lo sviluppo economico della zona. Cose che non si possono cancellare blocchi stradali sulla Nazionale Appia e così via). Negli anni Settanta si gridava allo scandalo (come oggi) guardando alle poche industrie della nostra zona industriale. Ma un inchiesta del nostro Geppino De Angelis sul numero del 10 novembre 1974 della Gazzetta Aversana fotografava le realtà di un certo rilievo allora presenti nell Aversano: la Devo, che occupa circa duecento persone per la lavorazione di manufatti militari, la Graci di Sant Arpino, con duecento operai impegnati nella lavorazione di confezioni di abbigliamento, la Lollini a Gricignano, con un centinaio di operai, l Ilfa a Teverola, con circa trenta operai, la Texas Instrument ad Aversa, con circa millecinquecento operai, la Chirico, pastificio di Teverola, con una quarantina di operai e la Calver, calzaturificio recentemente sorto con un centinaio di operai nel comprensorio industriale di Aversa nord. Era stata la Indesit ad agire come fattore stimolante sia per la realizzazione in loco di importanti infrastrutture (assi viari (vedi la Nola-Villa Literno), la centrale elettrica ecc.) sia per lo sviluppo di altre operazioni industriali. Oggi i nuovi padroni americani della Indesit non vogliono solo licenziare gli ultimi ottocento operai aversani ma vogliono cancellare la nostra storia e far svanire il grande sogno degli anni Settanta. Per questo la lotta non è solo di quegli operai ma di tutti noi aversani. 5

6 La Festa della Liberazione si risolve con un «copia e incolla» Un 25 aprile da dimenticare Una disorganizzazione frutto dell improvvisazione dell ultimo momento. Ci ha pensato l addetto stampa a dare l effimera gloria al Sindaco di Aversa Degna «Liberazione»? tutto rimandato 6 Lello Ponticelli Cortei, concerti, mostre, rievocazioni storiche, testimonianze: l Italia ha ricordato il 25 aprile 2015 i settant anni dalla liberazione, la vittoria della Resistenza e la fine dell occupazione nazi-fascista. Celebrazioni ufficiali si sono tenute a Roma e a Milano, ma diverse iniziative si sono tenute in tantissime città italiane. E ad Aversa? Se non fosse stato per qualche zelante dipendente comunale si sarebbero forse perfino dimenticati di una data così importante. Tant è vero che il comunicato stampa del Comune che annunciava la deposizione di una corona d alloro al monumento ai caduti di piazza Municipio arriva solo nelle ultime ore del 24 aprile. Eccolo: In occasione della Festa della Liberazione, domani, 25 aprile alle ore in Il sabato e la domenica i Vigili preposti non rispettano quasi mai l ordinanza Ztl, si apre e si chiude...a piacimento! I commercianti di Aversa stanno impazzendo. Non solo quelli di via Roma, a causa degli infiniti lavori in corso, ma anche quelli di piazza Municipio, via Garibaldi, piazzetta don Diana, via Giolitti e via Vittorio Emanuele (compresa la villa comunale). Il motivo? Semplice! Non si è ancora capito quando scatta l isola pedonale, chi decide quando aprire e chiudere le strade e perché non si rispettano quasi mai gli orari imposti dall ordinanza. Nelle ultime tre settimane le strade accennate sono state aperte prima all una di notte, poi all una e trenta e poi ancora all una e venti. Questo di sabato. La domenica succede di piazza Municipio l Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Giuseppe Sagliocco deporrà una corona di alloro in ricordo dei Caduti di tutte le guerre. Il XXV Aprile ha detto Sagliocco - rappresenta il momento della nascita del nostro Stato libero e democratico e che continua ad essere, ancora oggi, un punto di riferimento centrale, il fondamento sul quale poggia il nostro impegno quotidiano. Inutile dire che in piazza Municipio c erano quattro gatti e che non sono state invitate tutte le associazioni (il Fante, ad esempio, non ne sapeva niente e neanche l Associazione Finanzieri). Al termine della affollata manifestazione l addetto stampa ne licenzia un altro comunicato: Forze dell ordine, associazioni militari, protezione civile, Amministrazione Comunale e cittadini hanno ricordato questa mattina i caduti peggio: l apertura c è stata alle 21,00, alle 21,30 ed alle...23,30! Interpellati, i Vigili Urbani non hanno saputo dare una risposta convincente. Qualche volta hanno pure detto: Ordini dall alto!. Se fosse stato ancora aperto il Manicomio, i commercianti avrebbero pensato ad una burla di qualche ricoverato. Ma in tempi in cui ad Aversa si sta smantellando anche l Opg non possiamo prendercela con i pazzi. I veri pazzi sono quelli che si presentano normali e non capiscono che chiudendo l unico asse est-ovest della città (via Garibaldi - piazza Municipio - via Vittorio Emanuele) succede che il centro sia completamente bloccato da code interminabili di automobili. Qual è di tutte le guerre in occasione della Festa della Liberazione. L Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Giuseppe Sagliocco ha deposto una corona di alloro in ricordo dei Caduti presso il monumento in piazza Municipio. di tutte le guerre. Il XXV Aprile ha detto Sagliocco - rappresenta il momento della nascita del nostro Stato libero e democratico e che continua ad essere, ancora oggi, un punto di riferimento centrale, il fondamento sul quale poggia il nostro impegno quotidiano. Esattamente le stesse parole del comunicato del giorno prima. Un copia e incolla che la dice lunga sull interesse della nostra Amministrazione comunale per una celebrazione così importante e che è servito ovviamente solo a dare l effimera, ennesima visibilità al Sindaco Sagliocco. Un 25 aprile davvero da dimenticare. la logica di tutto questo? Se l ordinanza dice che la ztl deve essere riaperta alle 21,00 perché questo non accade con puntualità e con continuità? Qualcuno ha presente che i bar e i locali del centro ormai vivono dei soli incassi del sabato e della domenica? Ed allora siamo seri e rispettiamo le ordinanze!

7

8 PRIMO PIANO Santulli chiede a Sepe una mano per il musicista. La risposta «lascia poco spazio ai nostri desideri» Grazie, Cardinale! I resti di Jommelli si allontanano L Arcivescovo nativo di Carinaro, anziché incontrare Santulli come gli era stato chiesto, fa scrivere a suo nome una lettera dal direttore dell Ufficio Beni Culturali della Curia con la quale chiude praticamente la questione, sponsorizzando altri interessi e non quelli di Aversa 8 Nicola De Chiara Crescenzio Sepe facendo dei passi politici per valutare se «Stiamo esistono le condizioni per arrivare alla restituzione dei resti di Jommelli, tenuto conto che la risposta della curia napoletana lascia poco spazio ai nostri desideri». E una dichiarazione, quella di Paolo Santulli, carica di amarezza ma è l unica che in questo momento poteva rilasciare l ex parlamentare e consigliere comunale in carica che sta seguendo da vicino l annosa questione del ritorno ad Aversa dei resti del nostro celebre musicista del Settecento, Niccolò Jommelli, abbandonati nella chiesa di S. Agostino alla Zecca di Napoli, che è stata chiusa a seguito dei danni riportati dal terremoto del Il 2 marzo scorso Santulli ha indirizzato al cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli, una lettera coll intento di stimolare «l interessamento» del prelato di origine aversana affinché le spoglia del musicista possano finalmentre ritornare nella città natale. Santulli, in realtà, aveva chiesto a Sepe un incontro «per meglio illustrare questa nostra, sentita, istanza, a nome dell Amministarzione e del Sindaco di Aversa. Un incontro che non c è stato. E, invece, arrivata a Santulli, il

9 PRIMO PIANO 16 marzo scorso,una risposta firmata dal Direttore dell Ufficio Beni Culturali della Curia napoletana, P. Eduardo Parlato. «Gent.mo dott. Santulli - ha scritto padre Parlato - per incarico di Sua Eminenza il Card. Crescenzio Sepe riscontro, per competenza di ufficio, la Sua del 02 marzo scorso con la quale chiede all Arcivescovo un interessamento per l ottenimento delle spoglie mortali di Niccolò Jommelli nel trecentesimo anniversario della nascita. Il celebre musicista, nativo della Città di Aversa, riposa nella Basilica di S. Agostino alla Zecca in Napoli. La informo, innanzitutto, che la chiesa di S. Agostino è sì attualmente chiusa, ma in fase di restauro avanzato con buone speranze di rivederla quanto prima riaperta e nuovamente ridonata al culto e alla fruibilità turistica. In merito alla Sua richiesta, invece, devo precisarle che ente proprietario della basilica non è l Arcidiocesi di Napoli ma il Fondo Edifici di Culto del Ministero dell Interno. Ad esso dovrebbe inoltrare la Sua istanza. Anche l auspicato trasferimento delle spoglie mortali del musicista è di competenza del Fondo». Fin qui nulla di strano. Santulli è messo Paolo Santulli Il Cardinale «non può non aver presenti le sensibilità legate alla valorizzazione del sito agostiniano, scrigno di storia e patrimonio Unesco» giustamente a conoscenza che la competenza è del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell Interno, proprietario della chiesa di S. Agostino alla Zecca. Ma è il finale della missiva che lascia perplessi Santulli e noi. Eccolo: «L Arcivescovo, da parte sua, pur comprendendo le ragioni della Città di Aversa, non può che attendere le valutazioni dell ente proprietario e aver presenti, altresì, le sensibilità legate alla valorizzazione del sito agostiniano, scrigno di storia e di architettura del Patrimonio Unesco, per il quale è sollecitata la stessa Arcidiocesi e il Comune di Napoli. La invito, quindi, a seguire l iter accennato. Con tanta cordialità». In pratica, il cardinale Sepe, originario di Carinaro e formatosi presso il Seminario di Aversa, fa chiaramente comprendere che le ragioni di Aversa in questo caso vengono dietro gli interessi del Ministero dell Interno, dell Unesco, della Curia e del Comune di Napoli. Grazie, Cardinale, per il suo interessamento. Grazie per averci fatto comprendere che la nostra e la sua Aversa difficilmente rivedrà i resti dell amato Niccolò Jommelli che sembrano dover diventare improvvisamente, invece, la principale attrazione di quello scrigno di storia e di architettura che è la basilica di S. Agostino alla Zecca di Napoli. 9

10 IL CASO Tre anni di sfascio, perdita di incassi e la ritrovata abitudine a non acquistare ed esporre il grattino Strisce blu, è caos. Ausiliari senza stipendio Si attende da due anni l espletamento di una gara d appalto pluriennale per stabilizzare il settore e si è passati dalla gestione diretta degli ex lavoratori socialmente utili, attraverso una cooperativa, ad una mini gara di sei mesi aggiudicata alla società napoletana Consorzio Manutenzioni Generali Nicola Rosselli 10 Tre anni quasi di sfascio, perdita di incassi, lavoratori senza stipendio o quasi, ma, soprattutto, la riconquistata abitudine a non pagare la sosta nelle strisce blu, a non servirsi del grattino. Insomma, anni di educazione al servizio di sosta regolamentata e servizio stesso buttati alle ortiche. Un settore quello delle strisce blu che non trova pace ad Aversa. Dopo le polemiche seguite al tempo dell allora sindaco Mimmo Ciaramella, quando era Peppe Sagliocco (al tempo consigliere regionale) a ventilare presunte illegittimità, si è passati a nuove polemiche sull abbandono totale del servizio da parte dell attuale Amministrazione comunale che non riesce a trovare una quadra definitiva ad un servizio che, al di là dei costi per gli automobilisti, regolamentava la sosta soprattutto al centro della città e portava denaro nelle casse comunali. Eccome se lo portava! «Non riusciamo a capire - ci ha confidato un ex lavoratore socialmente utile e che fa parte della schiera dei tredici impegnati nel servizio - perchè il Comune preferisca lasciare tutto così. Gli incassi legati ai grattini sono più che dimezzati, senza pensare quello che si riusciva a recuperare con le multine. E proprio questo il punto saliente della situazione: ormai gli automobilisti non acquistano e non mettono più grattini perché hanno capito che molto difficilmente verranno sanzionati. Ed il servizio è praticamente inesistente. Si attende da due anni l espletamento di una gara d appalto pluriennale per stabilizzare il settore e si è passati dalla gestione diretta degli ex lavoratori Strisce blu, una volta ad Aversa era libere A bloccare il via libera all ennesimo incarico temporaneo sarebbero alcuni problemi fiscali della ditta Consorzio Manutenzioni Generali. Gli ausiliari senza entrate socialmente utili, attraverso una cooperativa, ad una mini gara di sei mesi aggiudicata alla società napoletana Consorzio Manutenzioni Generali. In concomitanza, però, ha avuto inizio un calvario per i tredici lavoratori che si sono visti licenziare, riassumere, ricevere pagamenti in ritardo degli stipendi, sino a giungere allo stato di agitazione con il risultato di non effettuare più il servizio di controllo del rispetto del pagamento attraverso i grattini, con gli automobilisti che non si preoccupano più di acquistarlo ed esporlo sul parabrezza, consapevoli del fatto, lo ribadiamo, che gli ausiliari non possono elevare contravvenzioni. Il tutto, ovviamente, con assenza assoluta di entrate nelle casse comunali e disagi per quanti cercano un parcheggio, soprattutto al centro città, perché, essendo divenuto praticamente gratuito gli automobilisti parcheggiano anche per l intera giornata, mentre prima si preoccupavano di spostare la vettura. A bloccare il via libera all ennesimo incarico temporaneo sarebbero alcuni problemi fiscali della ditta Consorzio Manutenzioni Generali. Intanto, il servizio di sosta a pagamento è praticamente assente, con un caos decisionale e, soprattutto, con tredici famiglie che vedono venire meno un entrata che reputavano certa e sulla quale hanno costruito anche le loro scelte economiche future.

11

12 AVERSA Ma che bel castello marcondirondello! 12 La vicenda delle elezioni della provincia di Caserta spiega con chiarezza il disprezzo che ormai i cittadini riservano alla classe politica. I citatdini i propri rappresentanti non hanno più diritto di sceglierli. La casta oggi, con una gran dose di protervia, si autoelegge motu proprio. Rappresentanti di partito, dopo venti anni di militanza, oggi vanno a ruota libera in cerca di affrancazione. Dopo aver munto fino a seccare le mammelle un partito che gli ha consentito di arrivare ai vertici della rappresentanza istituzionale, ora vogliono una politica orizzontale quando hanno fatto carriera in un partito a forma piramidale ove il capo indiscusso decideva il destino politico anche del più piccolo rappresentante locale. È sintomo di intelligenza cambiare parere o è soltanto bieco opportunismo e brama di potere nel senso di prevaricazione del prossimo? Sagliocco in giro tra i partiti non si è fatto mancare niente, è passato dalla sinistra alla destra poi al centro; insomma, come si diceva un tempo, ha scorazzato in tutto l arco costituzionale. Ora vuole la secessione, si proclama rappresentante territoriale. Bene, tra tutta la vecchia ferraglia in giro, come lui stesso la definì, troviamo ancora gente che ha prodotto la terra dei fuochi o che ha riempito d immondizia la provincia o che in qualche caso aveva uno stretto connubio con i camorristi. Ma quale credibilità è attribuibile a gente che da quarant anni si è seduta in tutti i tavoli e che oggi in maniera orizzontale pretende di risolvere i problemi della gente? La provincia di Caserta è ricca di scandali: dalla ACMS all ECO4 alla costruzione senza pudore del consenso col clientelismo più sfacciato fatto a scapito di tutti che ha prodotto tumori e morte in tutta la provincia. Delle due l una, o quei politici non si sono accorti di cosa gli accadeva intorno oppure erano collusi. Ora, rinnegando tutto il loro passato politico che tanto gli ha dato, scorazzano per la Provincia di Caserta Sagliocco in giro tra i partiti non si è fatto mancare niente, è passato dalla sinistra alla destra poi al centro, insomma, come si diceva un tempo, ha scorazzato in tutto l arco costituzionale. Ora vuole la secessione e si proclama rappresentante territoriale. Ma che bel castello marcondirondello! a predicare la secessione territoriale in nome di un concetto comico quanto contradditorio, della orizzontalità politica, pardon territoriale. A queste persone bisognerebbe farsi rendicontare cosa hanno prodotto in tanti anni di politica. Un rappresentante in Parlamento in venti anni è costato quasi cinque milioni di euro. Vista la loro inutilità, poteva essere più fruttuoso con quei soldi migliorare le scuole e investirli in cultura. Un consigliere regionale che rendiconta mutande e lingeria per la fidanzata costa circa diecimila euro al mese oltre al vitalizio e ad altre spese extra: quindi tre consiliature sono costate qualche milione di euro, poi vedi la loro pagina che riporta le loro iniziative e ti viene da ribollire il sangue. Tutta gente cha ha vissuto di politica che oggi trovi a pontificare la secessione, orizzontale, però, badate bene. Oggi con le provinciali è venuto fuori anche il bluff del terzetto filosagliocchiano che beffardamente si professava ligio al partito e fedele al portafoglio. Barbato e Luciano impettiti al primo posto tengono la claque del Sindaco e quindi votano e sostengono il candidato avverso il loro partito. Di Grazia candidato in NoiCasertani (se la lista sarà ripescata!) esperto in nulla che voleva passare dai silenzi dell aula consiliare aversana a quella provinciale, anch egli forzista all evenienza. E che dire del senatore Giuliano, ventennale berlusconiano doc e Cosentiniano di fede, oggi fa campagna elettorale al candidato territoriale Sagliocco. Si passa da uno schieramento all altro con nonchalance e con enorme dose di facciatosta. Ma che bel castello marcondirondello! Augh, ho detto!

13

14 POLITICA Il 12 maggio Sindaci e Consiglieri chiamati ad eleggere il nuovo Presidente della Provincia Provinciali, al via anche il Sindaco di Aversa «Ci siamo messi in discussione ne avevamo persa l abitudine. Aversa e l Agro Aversano possono e devono dire la loro in questa fase di transizione, ecco da dove nasce l impegno mio». Intanto una delle due sue liste, «Noi Casertani», è stata esclusa dal voto per una presunta doppia candidatura 14 Nicola Rosselli Elezioni provinciali 2.0, si vota, ma senza i cittadini. Insomma, le province restano, ma cala il tasso di democrazia partecipata. Sono tre i candidati in corsa per la presidenza della Provincia di Caserta. Forza Italia schiera il sindaco di Alvignano, Angelo Di Costanzo, 53 anni, con ben 4 liste a suo sostegno. Il Partito Democratico candida un altro rappresentante dell alto casertano, il sindaco di Piedimonte Matese, Vincenzo Cappello, 50 anni, con al fianco 2 liste, con il terzo incomodo dei centristi che trasversalmente puntano sul primo cittadino di Aversa, Giuseppe Sagliocco, 62 Giuseppe Sagliocco anni, con 2 compagini al suo fianco. Elezioni in sordina, dicevamo. Non vi sarà, infatti, il fervore di campagna elettorale tra la gente, quasi una spartizione a tavolino. Questo perché, alla faccia della democrazia, alle urne sono chiamati solo i Sindaci e i Consiglieri comunali di Terra di Lavoro. Il tutto condito con l ulteriore novità del «voto ponderato» che rende praticamente inutili i piccoli centri con i suoi amministratori (un esempio: in base alla tabella ministeriale, l intero Consiglio comunale

15 POLITICA di Presenzano vale 108 voti, mentre un singolo consigliere comunale di Caserta ne vale 234). A partire in vantaggio, quindi, almeno sulla carta, Forza Italia che amministra buona parte delle città più popolose della provincia. Di Costanzo lo sa, ma si schermisce e afferma: «non è questo che conta, noi saremo tra gli amministratori per dare certezze e riferimenti di un dialogo costante e serio sui reali problemi quotidiani che anche io vivo da Sindaco». Lo stesso Di Costanzo ha messo in campo un ticket con Pasquale De Lucia, primo cittadino di San Felice a Cancello, che, in caso di vittoria, sarà il suo vice. Nel centro sinistra il Partito Democratico cala sul tappeto un cognome importante: Vincenzo Cappello, che afferma: «È stata una corsa entusiasmante fatta in poche ore, il risultato sono due squadre competitive con un chiaro radicamento territoriale. Ora la mia sfida la porterò porta a porta, già ho un rapporto diretto con molti amministratori e le nostre formazioni presentano grande qualità ed esperienza. A prescindere dal risultato, a giugno ci troveremo ad affrontare tante difficoltà per l Ente, con le rimesse nazionali ridotte del 50 per cento, al punto che sarà difficile anche garantire scuole e stipendi, ma risolveremo con la massima dedizione, perché abbiamo un centrosinistra unito, che affronta la competizione contro un centrodestra lacerato in più fronti». Una lacerazione che è riuscito a provocare Giuseppe Sagliocco, sindaco di Aversa, sparigliatore, che afferma: «Ci siamo messi in discussione ne avevamo persa l abitudine. Aversa e l Agro Aversano possono e devono dire la loro in questa fase di transizione, ecco da dove nasce l impegno mio. È l idea che fa lievito e differenza e che ha portato ad ottenere 110 sottoscrizioni in due giorni tra gli amministratori, il segnale che la rivendicazione di libertà, di cui mi faccio interprete, è condivisa dappertutto». E quando lo si definisce terzo incomodo, precisa: «Io non punto mai al pareggio. Per sapere cosa accadrà bisognerà attendere il 12 maggio. Intanto, però, Sagliocco ha già perso una lista: Noi Casertani è stata esclusa dalla Commissione elettorale a causa della presunta doppia candidatura di Leopoldo Sabatino. cioccolato extravergine di OLIVA OLIVA pura passione puro cioccolato Aversa Viale Kennedy 82 Via del Seggio 108 tel

16 LA NOTA «I genitori di Luigi Ciaramella non hanno diritto al risarcimento perché era figlio adottivo» Ecco come si può morire due volte La lettura di un sms diffuso da Biagio ed Elena, i genitori di Luigi, deceduto a seguito di un incidente automobilistico, ci ha lasciati inorriditi. Possibile che per vincere in un processo si arrivi anche a questo? Genitori senza parole anche perché Luigi non era di origine italiana 16 Antonio Arduino Si può morire due volte? La risposta dovrebbe essere no. Eppure è accaduto al diciottenne Luigi Ciaramella deceduto a seguito di un incidente automobilistico e del quale, dopo anni di indagini e grazie alla caparbietà dei genitori, sarebbero stati individuati responsabili e responsabilità. Il condizionale è d obbligo essendo il giudizio ancora in corso. Ucciso una prima volta il 31 luglio 2008 è stato ucciso di nuovo il 17 aprile Questa volta, però, non c è stato bisogno indagini per conoscere il nome del colpevole. Ad E stato uno degli avvocati degli indagati per la morte del giovane aversano ad esternare al Gip l incredibile posizione che ha lasciato i genitori di Luigi senza parole uccidere per la seconda volta Luigi è stata la necessità di far prevalere la tesi di chi, per mestiere, ha operato per far cadere ogni responsabilità della prima morte del giovane dalle spalle di quelli che sarebbero stati individuati dalle indagini come corresponsabili dell evento che ha distrutto la famiglia Ciaramella presentando al giudice una obiezione che avrebbe dovuto rendere nullo il procedimento. Una obiezione diffusa via sms dai genitori del giovane. La lettura, personalmente, ci lascia inorriditi al pensiero che si possa arrivare a calpestare i Luigi Ciaramella sentimenti di un genitore pur di vincere un dibattimento processuale così ve la proponiamo come è arrivata. Voglio segnalare a tutti che ieri ci siamo recati al Tribunale Penale di Santa Maria Capua Vetere per costituirci parte civile nel procedimento penale RGNR 3130/12/21, per il reato di cui all art. 589 cp (omicidio colposo) a danno del proprio figlio Luigi - si legge nell sms trasmesso da Elena e Biagio Ciaramella. Una volta incominciato il dibattito, il nostro avvocato ha consegnato a tutti gli avvocati dei cinque indagati, al Pm e al Gip l atto di costituzione di parte Biagio Ciaramella civile ex art. 76 cpp. In quel momento un dei cinque avvocati ha esternato al Gip che va bene la nostra costituzione di parte civile, come genitori di Luigi, ma ha detto ad alta voce che mio figlio essendo figlio adottivo, il resto della mia famiglia secondo lui non aveva diritto a nessun risarcimento sulla morte di Luigi. Sentendo quelle parole ho espresso il mio pensiero, in aula facendo notare che mio figlio era legalmente figlio nostro e non solo mio perché è entrato a far parte dalla nostra famiglia a soli sette giorni di vita, facendo anche notare che quella richiesta al Gip oltre che ingiusta era da parte mia e di mia moglie, era anche un fatto grave di razzismo e discriminazione, essendo Luigi non italiano, verso i tanti bambini legalmente residenti in Italia. Una dichiarazione che, speriamo, potrebbe essere presa in considerazione dal Gip che ha rinviato il dibattimento all otto maggio prossimo.

17 anche da asporto 7.00/9.00 COLAZIONE cornetto + caffè 1, /14.00 PRANZO VELOCE MA BUONO primo + secondo + contorno + acqua 6, /21.00 APERICENA 3,99 aperitivo o calice di vino + buffet + primo* 20.00/22.30 CENA primo + secondo + contorno + calice di vino* #insolitofoodtime 9,99 via Nobel, 267 Aversa - tel

18

19 Committente: il candidato

20 TERRITORIO Un esperimento che ha provato che i mezzi di trasporto pubblico non sono a norma Bus «vietati» per i diversamente abili Grazie alla disponibilità di Raffaele Costanzo, responsabile del movimento dell ACTP, il presidente ed il vice presidente della Consulta, Marco Olivetti, non vedente, e Liliana Di Giorgio, diversamente abile su una sedia a rotelle, hanno toccato con mano l accessibilità dei mezzi. Con risultati diversi Antonio Arduino 20 Percorrere la città, prendere un treno, raggiungere un centro commerciale, recarsi dal medico, in farmacia, alla posta, in banca, al cinema, a teatro, in pizzeria, al palazzetto dello sport, allo stadio, da un parente, un amico in autonomia servendosi del bus è quanto chiedono i diversamente abili, specie se su sedia a rotelle o affetti da cecità. Considerando che ad Aversa il bus c è e dispone di ben tre linee urbane la Consulta dei Diversamente Abili ha collaudato il trasporto pubblico. Grazie alla disponibilità di Raffaele Costanzo, responsabile del movimento dell ACTP, il presidente ed il vice presidente della Consulta, Marco Olivetti, Marco Olivetti ha tentato di prendere il bus, inutilmente!

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA. Viabilità provinciale, aggiudicati i lavori finanziati con i Fondi FAS

CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA. Viabilità provinciale, aggiudicati i lavori finanziati con i Fondi FAS Pagina 1 di 5 Home 0881.568734 redazione@teleradioerre.it CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA SANITÀ CULTURA Invia query BREAKING NEWS un corso educativo per la vignetta razzista

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli