Senza alcun rimpianto! a pag. 21. R egosa. Editoriale. Sommario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Senza alcun rimpianto! a pag. 21. R egosa. Editoriale. Sommario"

Transcript

1 Mensile d informazione culturale, politica, sportiva e di attualità - Dicembre numero 55 Editoriale Il duo Meletti e Casaro, rispettivamente sindaco e vicesindaco del Comune di Manerbio, è cascato sulla mancata approvazione di una variante urbanistica. Quattordici consiglieri comunali (cinque del PDL, quattro del PD, due del FLI, uno del PSI, uno di Manerbio a Sinistra e uno dell UDC) su venti hanno presentato le loro dimissioni ed il Comune è stato sciolto. Il commissario prefettizio si è già insediato. Probabilmente, si andrà al voto unitamente alle elezioni per la Regione e per il Parlamento. Fin qui la nuda cronaca. Sul piano politico ci sono alcune considerazioni da formulare. Casaro, leader locale della Lega, ha posto sin dal primo giorno, una pesante ipoteca sull operato dell amministrazione. Il ricatto è stato lo strumento principe con il quale ha piegato gli alleati. Innumerevoli gli esempi in tal senso. Ne citiamo uno per tutti: nell estate del 2010 il progetto dell Housing sociale è stato affossato dalla tracotanza della Lega. Anche l ultimo episodio ha avuto le stesse sembianze, attraverso alcuni SMS inviati al sindaco con i quali si intimava di votare la variante urbanistica, altrimenti si andava tutti a casa. Orbene, il gruppo consigliare del PDL, in forma unitaria e compatta, ha respinto l ennesimo ricatto e con un gesto di alta responsabilità ha scelto la strada delle dimissioni, confortato in questo dalla solidarietà di tutti gli altri consiglieri, ad eccezione di quelli leghisti. materia del contendere è assai miserevole: si tratta di modificare la destinazione d uso di un area così da potervi costruire una nuova casa di riposo. L area è di proprietà di un privato e la sua collocazione è del tutto inidonea ad accogliere tale struttura. questione è facilmente verificabile da ognuno. È sufficiente che ci si rechi in loco e si rileverà l incongruenza di una simile scelta. Ancora una volta la Lega a Manerbio, che pure esprime alcuni valenti amministratori in zona, ha dimostrato la sua incapacità a governare. Senza alcun rimpianto! a pag. 21 R iccardo Ricorre quest anno il centodecimo anniversario della nascita del poeta dialettale, manerbiese di nascita, Riccardo Regosa. Era infatti nato a Manerbio il 26 settembre 1902 da Francesco ed Angela Zappamiglio, in quegli anni gestori dello storico albergo Gambero. Lo stesso Riccardo lo ricorda in una sua arguta presentazione: R egosa Chè... presente me: -me so nassit al GAMBER l albergo principàl nel centro dèl paès che l è compagn dè dì: autentic MANERBIES! prosegue a pag. 16 Sommario San Gervasio pag. 2 San Gervasio e Gottolengo Cigole ed Offlaga Offlaga Calendario bresciano....» 6 Lettere...» 8 Verolanuova...» 9 Orzinuovi » 10 Pontevico, Manerbio e Cigole...» 12 Pontevico » 13 Leno...» 14 Riccardo Regosa » 16 Manerbio » 17 Santa Lucia...» 23 Il nostro dialetto...» 24 Direzione: Stefania Brunelli Edizioni -Via S.Martino,11-Verolanuova (Bs) Stampa: Tiber spa - Brescia Pubblicazione mensile Autorizzazione N 50 del Tribunale di Brescia del 06/12/2007 per inserzioni pubblicitarie

2 Pag. 2 S. Gervasio Continua a crescere la disoccupazione in Italia: in ottobre il tasso di disoccupati ha superato la soglia dell 11% e gli imprenditori sono sempre più in affanno. Anche nella bassa bresciana sta emergendo un quadro economico e sociale allarmante, legato al vero problema dei giorni nostri che è la mancanza del lavoro, sia esso manuale che intellettuale. Mai così alto il livello di disoccupazione, ogni giorno vengono bruciati più di 60 posti di lavoro. Dalle ultime rilevazione effettuate dai Centri per l impiego della provincia le persone in cerca di lavoro sono ; una falce che miete, a prescindere dall età e dal sesso, tocca uomini e donne, giovani e padri di famiglia. Il tema è già stato oggetto di una mia precedente lettera al direttore di questo giornale ed ha suscitato vari commenti. Di particolare interesse una osservazione avanzata da alcune persone che così sintetizzo: perché, in un contesto caratterizzato dalla perdita di numerosi posti di lavoro, nessuno si batte per difendere attivamente nuove prospettive di lavoro occupazionali? Perché non si difende il DIRITTO AL LAVORO? In particolare l osservazione si riferiva alle tante aziende che chiudono nella generale indifferenza e a quelle che in prospettiva potrebbero determinare cospicue occasioni di impiego. Molteplici sono gli esempi che sono sotto gli occhi di tutti. Per non demoralizzarci oltre misura evito di illustrare il bollettino di guerra riportante l elenco delle aziende che chiudono, ma per rilanciare almeno la speranza di avere un lavoro futuro è opportuno citare un caso concreto e ricordare alcune cose. Mi riferisco al contestato macello che dovrebbe sorgere a Manerbio, un impianto proposto da un industriale valtellinese che investirebbe nella nostra zona 50 milioni di euro con una prospettiva occupazionale di circa 700/800 posti di lavoro, oltre al coinvolgimento degli allevatori bresciani, realizzando una filiera fortissima del suino italiano. Per prima cosa vi è da sottolineare come la farraginosità della nostra legislazione sia la Lettere voro: Questione economica e sociale prima causa delle occasioni perdute. Mentre Giovanni Rana, quello dei tortellini, in meno di un anno realizza uno stabilimento negli USA, in Italia una struttura come il macello non riesce nemmeno ad avere, sempre nell arco temporale di un anno, una risposta dalla nostra asfissiante burocrazia. burocrazia resta il nemico numero uno dell imprenditoria italiana insieme ad una generale sfiducia nei confronti delle istituzioni chiamate a tutelare l iniziativa economica e a sostenere la crescita. E assolutamente necessario procedere in tempi stretti al rinnovamento e alla semplificazione delle procedure amministrative se si vuole dare immediate risposte a coloro che investono sul paese creando nuovi posti di lavoro. seconda questione riguarda l aspetto sociale legato alle manifestazioni di contrarietà all impianto da parte di alcuni gruppi, ritenendolo ad alto impatto ambientale e sociale, innescando un accesa dialettica. E proprio partendo da questa dialettica che mi permetto di esprimere una concreta proposta che permetta alla comunità di Manerbio di esprimersi, tutta, sulla questione macello esponendo il proprio parere con l indizione di un referendum. Nell ambito delle forme di partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa, la legge prevede, infatti, la possibilità di indire referendum consultivi su argomenti di interesse locale come può essere l apertura di un macello, esprimendo democraticamente il proprio voto. Se il risultato del referendum fosse a favore dell impianto, si raggiungerebbe democraticamente un duplice risultato: - l apertura dell impianto e la possibilità di occupare nuovi posti di lavoro, nel quadro di una assoluta rispondenza del macello ai requisiti previsti dalla vigente normativa - il raggiungimento dell obiettivo attraverso il coinvolgimento di tutta la popolazione, costringendo le Istituzioni preposte ad ascoltare la voce della gente. E ora che il cittadino ritorni ad essere protagonista del proprio futuro, difendendo il diritto costituzionalmente sancito ad avere una dignitosa e stabile occupazione per sé e per la propria famiglia. Un invito a riflettere viene dalle parole del Santo Padre Benedetto XVI: Il lavoratore non e bene minore, anche in recessione il primo obiettivo è il lavoro per tutti. Tutti dobbiamo impegnarci perché ciò si realizzi. Giampaolo Mantelli Consigliere provinciale I nuovi fenomeni Piccoli fenomeni crescono Poteva il nostro fenomeno non avere degli imitatori? Poteva non avere un pretendente al suo trono? Certo che no! storia è ricca di simili accadimenti e la nostra piccola e grande comunità non poteva essere l eccezione rispetto alla regola generale. E infatti uno è già spuntato e si tratta dell assessore al bilancio. Per poter assurgere alle vette del fenomeno deve attribuirsi il merito di imprese mirabolanti. Quella che poteva essere definita come la più Dicembre 2012 simile a questo standard, l aspirante al trono l ha compiuta il mese scorso, proponendo ben tre variazioni di bilancio di cui la prima che veniva sconfessato dalla seconda, a sua volta modificato dalla terza. Simile confusione mentale meriterebbe uno studio assai approfondito dai luminari del paranormale. In attesa di avere notizie della diagnosi, vorremmo semplicemente dire che stiamo assistendo alla gemmazione di un piccolo fenomeno. Crescerà fino ad oscurare il vero fenomeno? Ai posteri l'ardua sentenza. tradizione del presepe Un appuntamento sempre più curioso e seguito che fa riecheggiare con particolarità nel cuore dei Sangervasini il Santo Natale. Quello del 2012 sarà all insegna della musica e degli effetti speciali, stiamo parlando del famoso presepe di via parco, che viene apprezzato sempre più anche dai visitatori dei comuni limitrofi. Statuine, casette, dettagli, tutti costruiti in modo artigianale con il valore aggiunto dato dal mix di tecnologia e di creatività che anche quest anno celebrerà non solo le sante festività ma anche la memoria custodita nella chiesetta del Preziosissimo Sangue, meglio conosciuta come la chiesetta dei caduti, poiché ad essi dedicata. Non si può parlare di memoria se non si ricorda chi ha dato il via a questa tradizione, l amico Angelo Canini, scomparso da quattro anni, che ha saputo trasmettere a chi lavorava con lui nell allestimento del presepe, la passione, l attenzione e la premura verso quest opera volontaria. Il giovane Sangervasino Federico Ambrosio ha preso le redini della situazione da quando Angelo è scomparso coinvolgendo volontari accorsi da diverse zone del paese oltre ai residenti di via parco. E proprio loro che vuole ringraziare Federico per il loro tempo messo a disposizione, in particolare quello di: Angelo, Giovanni C., Nando, Fulvio, Luca, Giovanni B. L impegno comune ha portato ottimi risultati che ogni anno vanno a crescere nella qualità, come quest anno con l allestimento che ha interessato il doppio della superficie utilizzata di solito. Ciò che unisce i volontari alla messa in opera annuale di questo presepe - dice Federico - è soprattutto il ricordo che abbiamo di Angelo Canini, il vero fondatore, colui che ha dato il via a questa iniziativa, praticamente l ideatore. Il presepe sarà visibile a chiunque voglia visitarlo dall 8 dicembre 2012 al 13 gennaio 2013, senza limiti d orario, in quanto sempre in funzione. E con questa opera volontaria fortemente sentita divenuta ormai tradizione che Federico Ambrosio, i residenti di via parco e tutto il gruppo dei volontari del presepe, vogliono augurare ai cittadini di San Gervasio Bresciano e a tutti i lettori un sereno Natale e un buon Marianna Ms Baldo

3 Dicembre 2012 Pag. 3 Un anno di premi per il Water Ski San Gervasio Territorio Gottolengo, in scena attori sorprendenti col dialetto Un 2012 ancora dai bilanci positivi per l asd Water Ski San Gervasio Bresciano, che dispone del bacino delle Casacce, e per l asd Jolly Ski School di Brescia che opera nelle acque dei laghetti di via Fusera a San Polo di Brescia. Sono risultati eccellenti che per i due sodalizi che annoverano nelle loro file atleti di prestigio quali Maria Luisa Pajni sul podio in tutte le discipline e per la combinata in Sudafrica, premiata dal presidente Fedele Luzzeri come atleta dell anno dichiarando Mai una ragazza italiana under 21 aveva vinto tante medaglie mentre i flash immortalavano il momento con la giovane atleta al centro affiancata da Giampaolo Mantelli, dallo stesso Luzzeri. stagione di sci nautico per i bresciani è stata dunque colma di altri risultati. Nicolas Benatti ha iscritto il proprio nome nella storia dello sci nautico conquistando il record italiano in figure tra gli under 21, primato per lungo tempo appartenuto a Chicco Buzzotta. Nicolas con due passaggi straordinari s è pure piazzato al quinto posto nei campionati europei assoluti. Giammarco Pajni ha ottenuto il miglior risultato italiano tra gli junior e nella stessa categoria ha migliorato il record italiano di salto da vent anni nelle mani di Bubu Alessi. Pajni sta ancora sciando, superando i rigori stagionali, preparandosi per i mondiali Junior in calendario in febbraio in Australia. C è poi da citare Matteo Luzzeri che prosegue la sua ascesa nel circuito professionistico mondiale; nel maggio scorso ha mancato la qualificazione al US Master per una boa mentre in agosto ha ottenuto il quinto posto alla tappa del Calgary centrando la prima finale in carriera. Altri risultati di rilievo sono di Alessandro Paci, under 17, bronzo nel salto, e di Alberto Malfa, giovane di Alfianello che in gara tra gli under 14 ha conquistato l oro nel salto, argento nel tricks e il bronzo in slalom. Infine l oro conquistato dal senior Fedele Luzzeri nelle gare di slalom. I due sodalizi hanno partecipato a gare nazionali e internazionali. Sono affiliati al Coni provinciale del quale, per il settore specifico, è presidente il geom. Giampaolo Mantelli che nella riunione conclusiva dell annata 2012, al Gelso di Chiesuola, ha elogiato dirigenti, atleti ed associati per l impegno proficuo nella divulgazione nel Bresciano dello sci nautico. Gli atleti delle due realtà della provincia nel 2012 hanno partecipato a gare nazionali ed internazionali ed il palmares delle due società registra: una medaglia d oro ed uno di bronzo ai mondiali disputati in aprile in Sudafrica; otto medaglie d oro, tre d argento e tre di bronzo agli europei; due ori, un argento ed un bronzo negli assoluti italiani; un oro nella classica di club; dieci ori, tre argenti e due bronzi in quelli di categoria. Risultati che hanno confermato per il settimo anno consecutivo il primato tra le società italiane delle due realtà bresciane. Nuova Autrice e nuova Compagnia : questi gli ingredienti del successo riscosso durante le tre rappresentazioni della Commedia Teatrale in 3 Atti EDEN S.P.A. ga pensom noter a faga calà la pansa. Questa esilarante commedia scritta appositamente dalla Bresciana Giuliana Gnutti per gli Amici del Teatro, sapientemente rielaborata e riadattata da Giulia Doninelli sulle misure della nuova compagnia teatrale è andata in scena nel Teatro Comunale Zanardelli con la Regia di Beppe Doninelli e con i Tecnici Manuel Fiorini e Michele Davorio. Il pubblico ha apprezzato l impegno e la passione per il Teatro di questi attori dilettanti, che durante il giorno sono impegnati in svariate attività lavorative, ma che hanno saputo dedicare buona parte del loro tempo alla realizzazione dello spettacolo. storia, particolarmente attuale, tratta della smania di dimagrire sottoponendosi a rinunce e a pesanti sacrifici fisici pur di riacquistare la linea perduta. I due ex coltivatori improvvisatisi nutrizionista e pisicologo della EDEN S.P.A., che non è una società per azioni, ma un centro Salutem Per Aquam ne inventano di tutti i colori per far perdere i chili di troppo ai loro clienti. E le loro trovate suscitano grandi risate da parte del pubblico. Alla fine sarà proprio la vecchia massima ridere fa bene alla salute ed allo spirito a trionfare sui chili di troppo. Dario Cuzzi

4 Pag. 4 Territorio Scuole Aperte Domenica 16 dicembre scuole aperte al Pascal di Manerbio e al Mazzolari di Verolanuova. Alle in aula magna di ciascun istituto il Dirigente Scolastico e i docenti illustreranno i corsi, la formazione offerta, gli sbocchi professionali e di studio. Genitori e ragazzi potranno poi incontrare docenti e studenti dell Istituto, per chiedere informazioni sulle discipline e la programmazione. Seguirà la visita dei laboratori tecnici, scientifici, linguistici e informatici, delle palestre e dell auditorium. DALLE PARITARIE DI MANERBIO parrocchia di San Lorenzo è la parrocchia della città di Manerbio. Come altre parrocchie, oltre alle attività pastorali, si occupa anche di attività nel campo dell'assistenza, della cultura e della formazione. In particolare dal 1994 la Parrocchia di San Lorenzo è subentrata alle Suore Orsoline nella gestione della Scuola Primaria "Sant'Angela Merici" e dell'istituto Professionale "San Filippo Neri" entrambi con sede a Manerbio e nel 2001 ha aperto anche la Scuola secondaria di primo grado "Beato Giuseppe Tovini" completando il ciclo scolastico. L'istituto dispone dei numeri di telefono: e mail: L'ELEMENTARE DI PONTEVICO Scuola Elementare Paritaria Maddalena di Canossa si trova in via Zanardelli 8, a Pontevico - Telefax scuola di Pontevico è inserita nel complesso architettonico del centro parrocchiale S.Luigi, più comunemente conosciuto come Oratorio di Pontevico. Nell'attico della struttura è costituita la parte didattica della scuola. L ASILO NIDO DI OFFLAGA L asilo nido Il mondo delle coccole apre le porte della sua nuova e modernissima sede di via Ancelle della Carità a Cignano a quanti fossero interessati a conoscere i molteplici servizi messi a disposizione dei genitori e... dei loro piccoli. Le educatrici saranno a disposizione di chi desiderasse visitare gli ambienti, ricevere informazioni o iscrivere i propri bimbi per il prossimo anno scolastico, in occasione degli Open Day in programma sabato 12 e il sabato 26 gennaio 2013 dalle 9.30 alle Pregi e qualità del turismo nella Bassa Bresciana Genova, Firenze, Roma: Sono le tappe di una missione tutta bresciana organizzata per divulgare le peculiarità della nostra provincia ad associazioni, circoli ricreativi, agenzie di viaggio e quant'altro promuove turismo e cultura. Del gruppo ha fatto parte Riccardo Geminati (in foto), presidente della Fondazione Bresciana che ha sede a Cigole. Geminati ha aderito alla proposta di Brescia Tourism ed ha illustrato quanto di culturalmente valido si trova in questa parte di pianura. Ha parlato dell'arte a Verolanuova che nella sua basilica conserva le grandi tele di Giovambattista Tiepolo e altri pittori del settecento veneto; ha illustrato palazzo Cigola Martinoni sede del museo del Rais nel quale si illustrano storia e tradizioni della ruralità; ha riferito delle iniziative che ogni volta fanno registrare una massiccia partecipazione di pubblico; ha illustrato i benefici dell'alimentazione a base di monococco, l'antico cereale tornato in tavola per la caparbietà di coltivatori attenti al territorio, in una parola ha fatto conoscere all'italia Cigole col suo circondario che non è solo industria del metallo, ma anche zona di produzione agricola a pregio grazie alla presenza di impianti come quelli di: Tradizioni Padane a Gottolengo, Linea Verde a Manerbio, caseifici che costellano il territorio ai quali confluisce la maggiore quantità del latte italiano prodotto in zona per lavorare formaggi quali grana e molli tra i più celebrati al Mondo. Un'esperienza della quale Geminati parla in termini positivi per come la comitiva bresciana è stata accolta nelle città destinatarie dell'iniziativa. speranza è che anche la pianura bresciana riesca ad ottenere considerazione negli itinerari nazionali sui quali si sviluppa il turismo. Voci maschili cercansi! Voci maschili cercasi. E questo l accorato appello che arriva dalla Corali S. Andrea di Cignano e S. Martino di Cigole, una storia più che ventennale alle spalle la prima, altrettanto lunga quella della seconda, unite indissolubilmente dallo stesso Direttore, il Maestro Claudio Bertolini, direttore peraltro anche della Corale Sotto la Torre di Manerbio. Capaci di animare manifestazioni, condecorare riti religiosi ed intrattenere con eleganza e maestria il pubblico durante i concerti, mostrando come grazie all impegno ed alla buona volontà di chi presta la voce o suona si possano raggiungere ottimi risultati, i due cori rischiano però oggi di vedere vanificati tanti sacrifici, tante ore di prove e di studio a causa del diminuire, di anno in anno, del numero dei coristi. A dire il vero a latitare sono... i signori uomini. Come una costruzione in cui alcuni mattoni cedono, uno alla volta, trascinando con sé quanto faticosamente edificato. ci viene spiegato Restano le pietre, cioè le voci femminili, che unite ai mattoni rimasti ed a quelli Dicembre 2012 nuovi sorreggono l impalcatura, ma in cui la sproporzione si avverte. Il messaggio è chiarissimo. Non dimentichiamo che le corali oggi come in passato costituiscono, per le nostre comunità, un patrimonio prezioso che deve essere accudito e protetto come il più delicato dei fiori perchè in esse troviamo le radici della nostra fede, che sono poi le nostre radici. L appello è lanciato, la porta è spalancata... Se ci fossero persone interessate, soprattutto uomini (non ne abbia a male il gentil sesso), possono chiamare il maestro Bertolini al oppure recarsi direttamente alle prove che per Cignano sono ogni martedì alle 20,30 a Palazzo Pontoglio (ex scuola elementare). Ste Bru STUDIO ING. CASTELVEDERE ARCHITETTURA INGEGNERIA Progettazione Architettonica Direzione vori Sicurezza Cantieri Progettazione Strutturale Progettazione edilizia Residenziale Commerciale Industriale via Leno, 9/c Bagnolo Mella (Bs) Tel Fax:

5 Dicembre 2012 Pag. 5 Offlaga Il problema delle strade private non cedute al Comune Dopo l adozione del P.G.T. (Piano di Governo del Territorio), strumento urbanistico che è andato a sostituire il vecchio P.R.G. (Piano Regolatore Generale), avvenuta nel febbraio 2011, l Amministrazione offlaghese prosegue la sua azione di riordino urbanistico. Nel Consiglio comunale del 20 novembre scorso si è compiuto infatti un ulteriore e significativo passo verso la conclusione di un annosa questione considerata centrale dagli amministratori. In tutti e tre i centri (Offlaga, Cignano e Faverzano) esistono strade, per lo più comprese in lottizzazioni risalenti agli anni settanta e ottanta, di pubblico passaggio ma ancora di proprietà di privati perché non convenzionate o con convenzioni ormai scadute; strade che non possono essere acquisite dal Comune perché non completate cioè mancanti di: caditoie per l acqua piovana, frazionamenti, illuminazione pubblica, asfaltatura e altro ancora. Comprensibili, ma inutili dunque le lamentele dei tanti cittadini che chiedevano continuamente al Comune la messa in sicurezza di queste strade con la realizzazione di punti luce, marciapiedi o la chiusura di vere e proprie voragini createsi nell asfalto a causa di piogge e nevicate costituendo in alcuni casi vere situazioni di pericolo. Un pericolo tanto reale da indurre l Amministrazione, in alcuni casi e a scopo precauzionale a vietarne il transito su alcuni tratti. Unica soluzione per arrivare alla cessione al Comune di queste vie con relativa presa in carico della manutenzione, il raggiungimento di un accordo tra i residenti di queste lottizzazioni al fine di provvedere alla regolarizzazione delle posizioni catastali nonché alla realizzazione delle opere indispensabili per consentire l acquisizione comunale delle strade in questione. Per chiarire la situazione a tutta la cittadinanza, nel 2010, la giunta offlaghese ha deciso di rendere pubblico, sul notiziario comunale, l elenco delle vie ad uso pubblico di fatto ancora di proprietà dei privati, manifestando inoltre la disponibilità dell Amministrazione a facilitare l accordo tra i cittadini nonché l espletamento delle pratiche burocratiche necessarie. Così, anche se con non poche difficoltà, considerata la contingente congiuntura economica che certo pesa sulle tasche dei cittadini, in molti casi a prevalere sono stati il senso civico e... il buon senso. Del resto in gioco vi è anche il rispetto nei confronti di tutti quei cittadini che invece per le rispettive strade si sono regolarmente accollati gli oneri dell urbanizzazione primaria e secondaria. Si è così arrivati, il 20 novembre scorso, all acquisizione al demanio stradale del Comune delle vie: S. Giovanni Bosco, De Gasperi, Da Vinci, Moretto, Tiziano e Giotto; mentre si conta di arrivare presto ad una soluzione anche per le vie S. Imerio e Santi Faustino e Giovita (per quest ultima vige il divieto di transito) e per altre vie ancora. Il Comune si è fatto parte attiva spiega il sindaco Ferdinando Moretti che ha anche la delega all Urbanistica per consentire ai privati di arrivare ad un accordo e realizzare così le opere di urbanizzazione necessarie per risolvere una situazione che per anni ha costituito un problema. Nella stessa seduta, il Consiglio comunale ha adottato anche la prima variante al P.G.T.. Ventiquattro le richieste di modifica pervenute all Ufficio tecnico tra queste in particolare lo spostamento dell area riservata agli spettacoli viaggianti dall inizio al fondo dell area industriale di Cignano. Si tratta di mq che saranno a disposizione entro il settembre 2013 mettendo così la parola fine, anche in questo caso, ad un annosa questione. Sono state poi accolte alcune modifiche relative a perimetri edificabili in zona agricola o a piani di recupero in zone residenziali o nel centro storico che di fatto vanno a definire situazioni preesistenti. Non si tratta di una variante sostanziale tiene a precisare il sindaco ma che semplicemente cerca di andare incontro alle esigenze dei cittadini, non intaccando minimamente le linee generali e l impostazione del P.G.T.. Cosa che ci fa ritenere che questo importante strumento urbanistico, così come impostato, nel suo complesso, sia stato apprezzato. E porta senz altro ad un miglioramento viabilistico l adozione del nuovo piano di lottizzazione Corte dei tigli a Faverzano che prevede la realizzazione di 15 lotti edificabili destinati ad ospitare unità abitative uni e bifamigliari. Infatti, grazie a questo piano di lottizzazione sarà possibile creare uno svincolo stradale strategico per l abitato della frazione, che consentirà di deviare il traffico pesante dal paese, caratterizzato da vie strette e da curve pericolose. Nell apposita convenzione che regolerà il piano - conclude il sindaco l elemento viabilistico avrà la priorità rispetto alle altre opere di urbanizzazione e sarà previsto un limite temporale di tre anni per la sua realizzazione. Ste. Bru.

6 Pag. 6 Territorio DICEMBRE 15 SABATO S. MARIA CROCIFISSA DI ROSA Besògna masnà quand che l piöf. Bisogna macinare quando piove = Manerbio - Solenne ingresso del nuovo parroco don Omobono Piotti. 16 DOMENICA S. ADELAIDE Förtönàt cóme i ca n cièsa Fortunato come i cani in chiesa = Manerbio - Morse m. Hippolito Bertolo d anni 70 in circa, munito di tutti li SS. Sacramenti, et morse di ferite avute da iodeschi, sepolto nella parrocchiale. 17 LUNEDI S. LAZZARO Fómna a la finèstra, gàta a la minèstra. Donna alla finestra, gatta alla minestra = Promulgazione della legge elettorale a scrutinio uninominale e suffragio ristretto. 18 MARTEDI S. GRAZIANO fómna ché pipa, ché nasa o che cica, del diaól l è cara amica. CALENDARIO BRESCIANO donna che fuma, che fiuta e che sputa, del diavolo è cara amica = Si svolge a Brescia il Congresso della Federazione Provinciale lavoratori agricoli aderenti all Unione del voro di Brescia e provincia. Tra le partecipanti vi è la Lega dei contadini di Manerbio d ispirazione cattolica. 19 MERCOLEDI S. FAUSTA prima értù dè la fómna l è chèla dè éssér stémada. prima virtù di una donna è quella di essere stimata = Si inaugura a Brescia, a cura dell AAB, la mostra postuma dello scultore Claudio Botta. 20 GIOVEDI SS. EUGENIO E MACARIO I amìs sa i cónós n dè l bésògn. Gli amici si riconoscono nel bisgno = Manerbio - A cura del comune, sotto la direzione della segreteria dei fasci femminili, signora Dina Antonioli Ghirardi, vengono ammessi alla refezione, che funziona presso l asilo infantile, 500 poveri. Vengono inoltre referenziati 200 bambini appartenenti all asilo e 50 scolari residenti nei cascinali. Per la ricorrenza di Natale il podestà cav. uff. Antonioli, che ha erogato personalmente lire 500 all ospedale, 500 al ricovero e 500 alle opere pie assistenziali, ha disposto perché i 500 poveri abbiano delle razioni più abbondanti. 21 VENERDI S. PIETRO CANISIO Solstizio d Inverno L amùr, la fam e la tòs i-è tré laùr che sa conós. L amore, la tosse e la fame, sono tre cose che si conoscono bene = Manerbio - Giornata della fede, lanciata il 18 dicembre. Le spose e capi di famiglia italiani offrono alla patria l anello matrimoniale per resistere alle sanzioni. Dopo la funzione religiosa nella parrocchiale e la benedizione delle fedi d acciaio, le madri dei caduti consegnano le loro fedi per prime, subito seguite dalle spose. Tra gli esempi più significati si segnalano le 5 medaglie d argento offerte da Domenica Marelli che erano state conferite al padre nelle guerre d Indipendenza, la medaglia d oro conferita alla maestra Rosa Rosanenti Torri dal Ministero della Pubblica Istruzione. 22 SABATO S. FRANCESCA CABRINI Chi nò réscià, nó rósega. Chi non rischia non rosica = Anche la Camera approva la media statale unificata. Sparisce l Avviamento ; dal 1 ottobre 1963 saranno 600 mila gli alunni della nuova scuola. 23 DOMENICA S. GIOVANNI DA KETY Nó al córer dè braùra, basta rìa a ùra. Non serve bravura nel correre, basta arrivare in tempo = Con sovrana patente, l imperatore Francesco I indice il nuovo censimento fondiario del regno Lombardo-veneto. Sarà concluso verso il LUNEDI S. ADELE Vigilia di Natale Na présa dè tabàc e na racomandassù sa lé néga nissü. Una presa di tabacco e una raccomandazione non si negano a nessuno = Manerbio - Celebrazione della Giornata della madre e del fanciullo organizzata dalla fiduciaria provinciale dei fasci femminili Dina Antonioli Ghirardi. In questa occasione sono state distribuite lire a 94 famiglie numerose ed inoltre 30 pacchi di vestiario per un importo totale di Dicembre 2012 A mangiar tanto si campa poco, a dormire tanto si diventa come le oche (stupidi) = Esce il primo numero dell Avanti!, quotidiano socialista diretto da Leonida Bissolati. 26 MERCOLEDI S. STEFANO L è mèi ésser sui che mal compagnacc. E meglio essere soli che male accompagnati = Muore a Maderno Giuseppe Zanardelli. 27 GIOVEDI S. GIOVANNI APOSTOLO N gran pénacc söl capèl, nó l fa crèser l servèl. Un grande pennacchio sul cappello non fa crescere il cervello = Manerbio - Fino al 6 gennaio 1884 viene vietato il passaggio sia ai pedoni che ai veicoli sul ponte sul fiume Mella in ragione delle opere di consolidamento al ponte medesimo. 28 VENERDI SS. MARTIRI INNOCENTI Ardìf dè la pèste e dè la guera e dei müs che arda n tèra. Guardatevi dalla peste e dalla guerra e dalle facce chine a terra = Dodici società di mutuo soccorso danno vita alla Federazione operaia cattolica bresciana. 29 SABATO S. TOMMASO BECKET Na fómna l l ha fàt, e n altra l l ha desfàt. Una donna l ha fatto e un altra l ha disfatto = Giuseppe Saragat presta giuramento come quinto Presidente della Repubblica Italiana; era stato eletto il giorno precedente con 646 voti su DOMENICA S. EUGENIO A laà la cùa a l asèn, sa pèrt àiva e saù. A lavar la coda all asino, si perde acqua e sapone = In occasione della morte di Giuseppe Zanardelli il partito liberale di Manerbio e la Società di mutuo soccorso degli operai di Manerbio, di cui Zanardelli era presidente onorario, inviano due distinti telegrammi di condoglianze. 25 MARTEDI S. NATALE A mangià tant sa scampa póc e a dórmer tànt sa deénta óc. 31 LUNEDI S. SILVESTRO A San Sélvèster, la fóiada söl menèster. A San Silvestro, la sfoglia sul mestolo.

7 Dicembre 2012 Pag. 7 Territorio 1925 = Nuovi collegi elettorali politici di Brescia. Leno, VI collegio, è composto dai comuni di: Alfianello, Bagnolo Mella, Bassano Bresciano, Cigole, Fiesse, Gambara, Gottolengo, Isorella, Manerbio, Milzanello, Milzano, Montirone, Pavone Mella, Poncarale, Pontevico, Porzano, Pralboino, Remedello Sopra e Sotto, S. Gervasio Bresciano, Seniga, Visano. GENNAIO 1 MARTEDI MARIA MADRE DI DIO Se zènèr nò l zenerèsa, fevrer l fa na gran scóresa. Se gennaio non gennareggia, febbraio fa una gran scoreggia = Inizia a funzionare l Ospedale di Manerbio. Amministratore è Giò Travaglia. 2 MERCOLEDI SS. BASILIO E GREGORIO L diàol la nsalada có trè róbe l la fa: lèngue de aocàcc dicc de nodér e ls tersa... l è n mistér. Il diavolo fa l insalata con tre cose: lingue di avvocati, dita di notai e la terza... è un mistero = L Imperiale Regia Delegazione provinciale invita l Imperial Regio Commissario Distrettuale di Leno a presentare il progetto per la costruzione del nuovo Ospedale di Manerbio. L arch. Antonio Vigliani verrà incaricato del progetto per la costruzione del nuovo Ospedale di Manerbio. L importo delle opere ammonta a lire austriache ,69 da cui dovrà essere detratta la somma di lire austriache 5.869,33 ricavabile dalla vendita dei materiali e dei legnami rinvenenti dalla demolizione della preesistente cascina donata da Gabriele Bargnani. cascina era posta in vicolo del Dosso al civico n 96 che corrisponde all attuale via Santa Di Rosa. 3 GIOVEDI SANTISSIMO NOME DI GESU Chi nó sgòba d istat, d anvéren l sa ciüccia le önge. Chi non sgobba d estate, d inverno di succhia le unghie = Iniziano le trasmissioni televisive ufficiali della RAI, in Italia esistono 15 mila televisori, concentrati soprattutto a Torino e Milano. Il prezzo di un apparecchio oscilla tra 160 mila lire (il costo di una moto) e 1 milione e 300 mila lire, in un Paese in cui il reddito medio pro capite annuo è 258 mila lire. Il primo canone di abbonamento viene fissato a lire, il più alto d Europa. 4 VENERDI S. ELISABETTA ANNA SETON lèngua la bàt dóè l dènt döl. lingua batte dove il dente duole = Giunta Provinciale Amministrativa rinvia al consiglio Comunale le deliberazioni con le quali venne estesa alla generalità degli abitanti l assistenza medico-chirurga gratuita. 5 SABATO S. SIMONE Söi laèr l mél, n scarsèla l córtel. Sulle labbra il miele, in tasca il coltello = Sottoscrizione di un accordo sindacale tra Doussain, direttore del lanificio di Manerbio, Mario Frola, in rappresentanza dell Associazione Industriale nieri, Angelo Pina, segretario della Federazione provinciale tessile aderente al SIT, don Paolo Piacentini, della sezione di Manerbio per i richiesti miglioramenti salariali con effetto retroattivo al 15 novembre L aumento retributivo oscillava tra le 0,4 e le 1,5 lire al giorno. 6 DOMENICA EPIFANIA DEL SIGNORE In basso a sinistra, la natività di Cristo del Ghirlandaio. Nvidia, póra e gelósie, lé ga l orècia pö fina che ga sia. Invidia, paura e gelosia, hanno l orecchio più fino che ci sia = Manerbio - Befana fascista con distribuzione di doni presso il teatro comunale alla presenza del podestà, del segretario politico e della segretaria del fascio femminile. 7 LUNEDI S. CARLO DA SEZZE galina che sta n casa, sé nó la ga becàt, la bécarà. gallina che sta in casa, se non ha ancora beccato, di certo beccherà = Solenne i funerali dell arciprete don Domenico Melchiorri. Un imponente concorso di folla ha tributato l ultimo saluto al presule. famiglia in memoria del defunto ha elargito lire 100 alla cucina economica, lire 100 all asilo e lire 100 al ricovero vecchi. 8 MARTEDI S. SEVERINO L val de pö l föm dè la mé càsa, che l ròst dè i altèr. Vale di più il fumo della mia casa che l arrosto degli altri = Inaugurazione dell impianto dell illuminazione pubblica e privata realizzato dai f.lli Molinari. L impianto è stato costruito dalla ditta Società elettrica Industriale di Milano ed è composto da una turbina ad asse orizzontale da 30 cavalli che aziona un alternatore dalla potenza di 20 kilowatt. Gli studi per la riduzione del vaso San Martina per la creazione del salto sono opera di Pietro Molinari. 9 MERCOLEDI S. GIULIANO In alto a destra, un'immagine di San Giuliano. Chi töl medisìna sènsa màl, l pèrt l anterès e l capètal. Chi prende la medicina senza essere malato, perde interesse e capitale = Manerbio - Il dopolavoro comunale organizza presso il teatro comunale una serata danzante il cui ricavato viene devoluto alle opere assistenziali. Nei locali delle opere assistenziali del lanificio ha invece luogo la tradizionale dispensa dei pacchi di lana. Grazie all offerta di Gaetano Marzotto vengono distribuiti pacchi di lana nonché 50 corredini per neonati 10 GIOVEDI S. ALDO N past bù, n past mesà, manté l òm sà. Un pasto buono alternato a un pasto a metà, mantengono l uomo sano = Manerbio - Gli allievi della scuola di avviamento organizzano presso il teatro comunale una serata musicale con la direzione del maestro Tambalotti. 11 VENERDI S. IGINO PAPA L noànta pèr sènt dè i malàcc, sa guarés có le èrbé e có i pagn bagnàcc. Il novanta per cento degli ammalati guariscono con le erbe e con i panni bagnati = Manerbio - Giovanni Regosa, ex frate cappuccino del convento di Verolanuova, ma di natali manerbiesi, viene eletto parroco dai suoi concittadini nei comizi popolari convocati dalla municipalità. 12 SABATO S. MODESTO L è mìga töt ór chèl ché stralüs. Non è tutto oro quello che luccica = Ugolino Cavalcabò, signore di Cremona e capo di parte guelfa, venuto in aiuto del Malatesta viene sconfitto da Estorre Visconti a Manerbio. 13 DOMENICA S. ILARIO Précc e frà, i-è mai contentàt siòr e dutùr, i-è issè a pó a lùr. Preti e frati non si riescono mai ad accontentare, allo stesso modo i ricchi e i medici = Nel pomeriggio, inizia a nevicare facendo scomparire le basse temperature dei giorni precedenti. nevicata durerà ininterrottamente fino alla mattina del 17 gennaio. neve raggiunge livelli storici: più di 90 cm. 14 LUNEDI S. FELICE DI NOLA I frà i respònt cóme l abàt l antùna. I frati rispondono come l abate intona = A Manerbio viene inaugurata Villa Salute.

8 Pag. 8 Lettere Dicembre 2012 Lettere Il nuovo canile di Brescia L associazione S.O.S RANDAGI (Bs), fondata nell Ottobre 2000 si avvale della collaborazione di volontari, persone che con il loro impegno danno vita ad una struttura che ha come obiettivo primario l affido coscienzioso dei cani abbandonati. L associazione non ha scopi di lucro. Dal 1 Maggio 2001 all 11 dicembre 2011 (giorno del trasferimento dei cani presso la nuova struttura ubicata in Brescia via Girelli 6) l associazione S.O.S. Randagi ha svolto il suo lavoro presso la struttura ubicata in Orzinuovi (S.O.S. Randagi è conosciuta anche come Canile di Orzinuovi) L associazione si impegna sempre di più a fare campagne di sensibilizzazione ed informazione nei confronti della popolazione, attraverso annunci ed articoli su quotidiani e con punti propagandistici (banchetti) presenti sul territorio della provincia di Brescia. I cani dell Associazione S.O.S. Randagi hanno bisogno di una nuova casa. Certo, l ideale sarebbe per tutti loro una casa vera, con una famiglia umana, che li coccoli e li curi, facendo dimenticare la malinconia del canile, ma loro non sono solo cuccioli, non sono tutti belli e a volte non sono neanche molto simpatici. MA SONO VIVI e hanno bisogno di un posto adeguato dove stare, un posto confortevole, con una cuccia calda, con tanta bella erbetta su cui correre, con spazi ampi, con box nuovi, con strutture idonee al loro benessere. Per questo motivo il vecchio canile non era più idoneo e non rispettava più le nuove normative vigenti che sono regolate dalla legge regionale in merito al randagismo. Pertanto il Comune di Brescia il 6 ottobre 2010 ci ha assegnato un area, grande con un bellissimo prato verde dove far tante corse e tanti giochi. Il 18 luglio 2011 sono partiti i lavori per realizzare il nuovo progetto con l obiettivo di realizzare una struttura che possa essere definita PARCO CANILE, che abbia lo scopo di rispettare non solo normative igieniche e sanitarie ma bensì di ridare ad ogni ospite la propria identità rispettando la razza, l età, e la naturale predisposizione naturale di ogni soggetto. Il nostro obiettivo primario è affidare i cani, cercando di trovare per ognuno la giusta collocazione. I nuovi box realizzati sono grandi ed idonei per una buona permanenza, la struttura è dotata di un ambulatorio e di box di degenza. Purtroppo per far qualsiasi cosa ci vogliono i soldi e l associazione per raggiungere parte dell obiettivo ha dovuto accollarsi un prestito bancario, ma cogliamo anche l occasione per ringraziare tutte quelle persone che hanno creduto in noi, sostenendoci con donazioni o aiutandoci con la vendita dei nostri calendari, libri, coperte ecc Vi invitiamo a visitare la nuova struttura e ad aiutarci nella realizzazione delle nuove iniziative che durante l anno metteremo in atto, al fine di vedere un canile finalmente terminato. Canile Rifugio di Brescia, via Girelli n. 6 Brescia, accanto al punto blu dell autostrada Brescia Ovest gestito da Associazione SOS Randagi TEL APERTO TUTTI I GIORNI, DOMENICA COMPRESA dalle alle Internet: Facebook Canile Rifugio Di Brescia

9 Dicembre 2012 Pag. 9 Verolanuova sicurezza stradale all attenzione del Mazzolari Dopo un mese dalla prima assemblea d istituto, proposta da Federico Ambrosio e Federico Rossoni, conclusasi con l intervista ad Anna Andreussi, campionessa italiana rally del pluripremiato Team Peugeot, la quale ha salutato i ragazzi dell ITC Mazzolari sensibilizzandoli alla prudenza sulla strada, i due rappresentanti d istituto proseguono le attività rivolte agli studenti. Proprio sullo spunto di Anna Andreussi hanno deciso di perseguire un importante tema per la seconda assemblea d istituto, svoltasi su due giornate. Sabato 24 novembre il triennio è stato impegnato con i relatori: il signor Roberto Merli - referente dell Associazione Famigliari Vittime della Strada di Brescia, il signor Maurizio - ex alcolista anonimo, il dott. Antonio Savoldi - ex funzionario della Polizia Stradale e la partecipazione del Gruppo Verolese Volontari del Soccorso. L incontro ha coinvolto molto i ragazzi per l approccio che i relatori hanno avuto, in modo tangibile, pratico, diretto e reciproco, a differenza delle notizie apprese dai media ogni giorno. Per i ragazzi del Mazzolari è stato un confronto ed un profondo spunto di riflessione il sentire le parole e le esperienze degli interlocutori presenti. Roberto Merli, referente dell associazione famigliari vittime della strada di Brescia, era il padre di un ragazzo, di nome Alessandro, Dicembre all UAV Tutti gli incontri alle ore 15,15 nell aula della biblioteca civica. Martedì 4 dicembre per il ciclo scienza e tecnica Le nuove tecnologie iperbariche ed il loro vario utilizzo. camera iperbarica (a suo tempo inventata per effettuare le soste di decompressione dei palombari) è un attrezzatura che sopporta una pressione superiore a quella atmosferica e in campo medico viene utilizzata per l ossigenoterapia in presenza di varie patologie. Relatore : Prof. Paolo Borghese Venerdì 7 dicembre: il nostro dialetto Forse ac e forse gnac (forse che si e forse che no). ricchezza di una lingua, la gioia di un dialetto. In occasione del 150 anniversario della nascita, una divertente e commovente carrellata tra i tanti personaggi usciti dalla penna di Angelo Canossi ( ), grande poeta dialettale bresciano. Showmen : Tiziano Cervati e Fulvio Anelli. Martedì 11 dicembre, per la serie la rivoluzione scientifica Scienza teorica e scienza applicata nel Cinquecento. Un nuovo modo di pensare che mette l accento sulla sperimentazione e sulla ragione, per la crescita della conoscenza umana e la comprensione del mondo naturale. Relatore: Prof. Don Pierluigi Pizzamiglio. che gli fu tolto drasticamente a soli 14 anni, investito da una persona che guidava in stato di ebbrezza. Roberto provò nel lontano 2000 a cercare sostegno, avvicinandosi a chi come lui aveva perso un figlio in questo modo ma si trovò solo poiché l unica organizzazione esistente in Italia di famigliari di vittime della strada aveva sede Roma. Questo lo spinse ad attivarsi e creare una sezione dell associazione a Brescia divenendone referente. Durante l intervento sono stati comunicati dati ufficiali come il numero delle vittime della strada in Italia in un solo anno: 5000 persone, circa 13 persone al giorno, oltre alle persone coinvolte in incidenti stradali che riportano serie disabilità con le quali dovranno condividere la propria vita, circa 50 al giorno. Le cause principali e più comuni di questi incidenti sono: l alcool, le droghe, le distrazioni (cellulare e dispositivi simili) e la stanchezza. Il signor Maurizio ha dichiarato ai ragazzi con la sua esperienza che essere dipendenti dall alcol è una vera malattia: fisica e psichica. Un esperienza non positiva contrassegnata successivamente da sensi di colpa per aver gettato via anni preziosi della propria vita. Antonio Savoldi ha toccato un tasto che spesso non si considera. In qualità di ex funzionario della Polizia Stradale ha Venerdì14 dicembre Trattatistica Cinquecentesca Due figure fondamentali: il Principe di Niccolò Machiavelli e il Cortegiano di Baldassarre Castiglione. corte diviene luogo di fredda azione politica, ma anche di straordinaria raffinatezza. Relatore : Prof.ssa Vanessa Marenda Martedì 18 dicembre l ora della poesia Rosetta: una vita fatta dono. Viaggio attraverso le poesie di Rosetta Mor alla ricerca dei valori che l hanno sempre ispirata. Relatore : M Orsola Marisa Rossini con la partecipazione di Massimo Cal vi, Tiziano Cervati e Daria Cremaschini. Venerdì 21 dicembre, la festa di Natale. Recital letterario musicale Aspettando il Natale. I migliori auguri con le musiche del quartetto di fiati Quadrophobia (Giacomelli, Ricchelli, Roscia, Rullo) e brani di poesia e prosa a cura di Paolo Peli. Al termine, per scambiarci gli auguri di Natale e per aggiungere dolcezza alla giornata, un rinfresco offerto, preparato e servito dalle Socie e dai Soci più volonterosi. Buon Natale, buon anno, buone feste!! Le lezioni riprenderanno martedì 8 Gennaio. Nell immagine Baldassarre Castiglione nel ritratto di Raffaello. sottoposto all attenzione dei ragazzi l aspetto umano degli incidenti, l aspetto svolto dalle forze dell ordine che intervengono sul luogo dell incidente, alle quali spetta l amaro compito di annunciare ad una madre nel cuore della notte che il figlio è deceduto in seguito a una collisione mortale. Il Gruppo Verolese Volontari del Soccorso ha scelto di proiettare un video rispetto l attività di volontariato verso chi sta male, verso chi è coinvolto in sinistri stradali od ancora il servizio di assistenza per il trasporto delle persone che non possono raggiungere in modo indipendente l ospedale per visite mediche. Il gruppo ha anche ricordato ai ragazzi che sono in programma corsi per soccorritori e che sono i benvenuti. seconda giornata è stata lunedì 26 novembre rivolta alle restanti classi con la visione del film Squadra 49 che trattava la professione dei vigili del fuoco. Il gruppo dei Vigili del Fuoco volontari ha poi illustrato e delucidato le divergenze del film rispetto alla vita reale portando casi concreti di cui si è ampiamente discusso. I rappresentanti dell ITC Mazzolari hanno trattato temi di grande importanza spingendo il resto degli studenti a riflettere grazie a diversi punti di vista. Sicuramente il loro percorso ed il loro programma ha risvolti alquanto interessanti e costruttivi che certamente vanno a rispecchiare la maturità di chi li propone. Marianna Ms Baldo Sopra un immagine dell incontro con l ex alcolista. Il Don Pasquale sul palco del Mazzolari Concerto Lirico dell Immacolata con una selezione da Don Pasquale opera buffa in due atti, musica di Gaetano Donizetti nell auditorium Mazzolari di Verolanuova. Iniziativa con la buona musica con artisti del bel canto e musicisti di rilievo, a sinistra una stampa della scena nel giardino della prima rappresentazione a Londra. Gli interpreti. Fulvio Massa (Don Pasquale) basso, si è diplomato in scenografia presso l Accademia di Belle Arti di Bologna e in canto lirico presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna.. Ha proseguito gli studi ottenendo il Diploma di Perfezionamento per Cantanti Lirici presso l Accademia Verdiana di Busseto. Stefano Ferrari (Ernesto), tenore, ha studiato violino e canto al Conservatorio di Brescia e nel 2000 si diploma al Conservatorio di Mantova. Nel 1995 entra a far parte dell Athestis Chorus e dal 99 inizia a studiare canto con Sherman Lowe. Norina Silvia Mapelli (Norina) soprano, si è diplomata in canto ed in flauto traverso a Bergamo. Ha seguito corsi di perfezionamento. In luglio 2010 è stata protagonista di un importante evento promosso sul Duomo di Milano, nell ambito de Il Canto delle Guglie. Daniele Girometti (Dottor Malatesta), baritono, si è diplomato al Conservatorio G. Rossini di Pesaro nell anno Ha frequentato l Accademia Lirica di Osimo. Vincitore per il ruolo di Don Parmenione ( L Occasione fa il ladro ossia Il cambio della valigia di G. Rossini) nel 3 Concorso internazionale per giovani cantanti lirici Franco Alfano e Diploma di merito al Concorso Lirico Internazionale Riviera Adriatica Premio B. Gigli Porto Recanati, Le musiche eseguite dal Sestetto Operastyle, formazione cameristica nata dall incontro e dall amore appassionato per l opera lirica di tre colleghi di Conservatorio (Sergio Delmastro clarinetto, Fausto Polloni fagotto e Giovanna Sorbi pianoforte) con altrettanti giovani e giovanissimi musicisti professionisti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

10 Pag. 10 Orzinuovi Il fenil Belprato strada che conosciamo come Via Convento Aguzzano è fiancheggiata, nella sua porzione che esce dall abitato di Orzinuovi, da una serie quasi infinita di cascine: Angriano, S. Lorenzo, Ortaglia Paci, Palazzolo, Disciplina, Parenti, Badinella, Santella, Scaramuccia e Scaramuccina, Martinella, Inferno, Fenil Nuovo, Malpaga, Carosetta, Corradini, Tripoli. Proprio nella sua parte terminale, là dove questa stessa strada finisce per sfociare nella provinciale per Roccafranca, si trova un enorme cascinale noto come Fenil Belprato accompagnato, pochi metri prima, dal Feniletto di ugual nome. Quello che maggiormente colpisce in questa cascina è la sua vastità e complessità costruttiva. caratteristica, però, che la rende unica in tutto il panorama delle cascine orceane, è la presenza, nei due complessi, di ben tre grandi scritte che ancor oggi appaiono evidenti sui suoi muri e che risalgono all epoca del ventennio fascista. Le prime notizie pervenuteci nei riguardi di questo Fenile, da quando almeno porta questo nome, risalgono al 1641, quando appare di proprietà del nobile Ottavio Belasio. Che fosse una cascina di notevole importanza lo deduciamo dal fatto che i proprietari risultano sempre di elevata condizione, tanto che a metà del 1700 sappiamo che ne erano in possesso i Martinengo nella persona del nobile signor conte Enrico. Passati gli stabili di Belprato, nella prima metà del 1800, in proprietà del nobile Girolamo Pezzani di Soncino, questi acquistò anche quello che rimaneva del soppresso convento dell Aguzzano dai Tadini Eredi del fu Giovanni Battista che lo aveva rilevato nel Morto il Pezzani, la moglie Marietta Bisleri fece restaurare la chiesetta dell Aguzzano per assicurarvi la messa festiva. Divenutone proprietario il comm. Daniele Palazzoli, oltre a vaste opere di bonifica, promosse anch egli la ricostruzione della chiesa. Negli anni 30 del secolo scorso, il Belprato giunse ad ospitare sino a 145 persone; dello stesso periodo sono anche le scritte che ancor oggi campeggiano sui suoi muri. meglio conservata è quella presente nella parte alta del granaio e che dice: LA BATTAGLIA DEL GRANO DOVRA - LIBERARE IL POPOLO ITALIANO - DALLA SCHIAVITU DEL PANE STRANIERO. scritta presente invece nei pressi dell ingresso è difficilmente decifrabile; si legge solo la data, 1934, e le parole.bisogna CONSIDERARE FORZE. Questa stessa data lo ha fatto definire, da qualcuno, di recente costruzione, ma nella realtà risale almeno al Su un intero muro del feniletto Belprato si legge ancora abbastanza bene questo classico motto: IL POPOLO ITALIANO HA CREATO L IMPERO COL SANGUE LO FECONDERA COL SUO SUDORE LO DIFENDERA CONTRO CHIUNQUE CON LE SUE ARMI. Dario Ghirardi L associazione Combattenti e Reduci Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Orzinuovi è stata fondata, nella sua struttura attuale, nel Alla recente scomparsa del cav. Andrea Villaschi, che ne era il Presidente dal 2003, è stato chiamato a ricoprire questa carica Giuseppe Arduino Zanotti. Il Villaschi, a propria volta, era successo ad Angelo Prestini che era stato preceduto da Tito Scalvini. Alla Associazione dei Combattenti vera e propria si è affiancata la struttura dei Simpatizzanti per la medesima Associazione, con lo scopo preciso di non perdere la tradizione con il naturale e fisiologico venir meno del numero degli stessi Reduci. Da pochi anni, inoltre, è avvenuta la fusione con la omologa Associazione di Barco, mentre continua la collaborazione con quella di Orzivecchi. Presidente dei Simpatizzanti dei Combattenti e Reduci è Luciano Rizzi che è validamente affiancato da un Direttivo costituito dal segretario Giuseppe Bertulli, dal tesoriere Giannino Zucchi e dai consiglieri Gregorio Cò e Carlo Regazzi. Attualmente i Reduci sono in numero di 20 ed i Simpatizzanti 40. Questa Associazione svolge il compito primario ed essenziale di mantenere vivo il ricordo dei caduti in guerra e conservare i valori patriottici che a volte, anche e soprattutto nei nostri territori, rischiano di essere dimenticati e misconosciuti. L A s s o c i a z i o n e collabora con il Comune per la organizzazione e la riuscita delle ricorrenze del IV novembre e del XXV aprile. Per l a n n i v e r s a r i o della Vittoria di quest anno, dopo la deposizione nel Parco della corona al monumento alla presenza delle autorità civili, Dicembre 2012 militari e religiose, oltre che degli alunni delle scuole pubbliche e con relatore l avv. Paolo Lombardi dell Associazione Mazziniana di Brescia, è stata celebrata una S. Messa per i circa 500 presenti. Il I novembre precedente, inoltre, gli associati hanno compiuto una visita nelle singole frazioni orceane per rendere omaggio, con corone di fiori, anche ai locali monumenti ai Caduti. Da segnalare l intervento della Associazione in occasione dell inaugurazione, il XXV aprile dell anno passato (2011), della nuova sistemazione delle sepolture dei Caduti partigiani della Madonnina dell Oglio, per la quale aveva provveduto anche a predisporre gli archi in legno che hanno dato maggiore solennità alla cerimonia. Il 21 giugno viene anche organizzata la Festa di inizio Estate presso i Giardini del Parco con deposizione di fiori al monumento e intrattenimenti per le famiglie. Ogni anno vengono altresì organizzate due uscite con finalità specifiche storicoculturali-religiose; quest anno la prima di esse ha avuto come meta, nel mese di giugno, la città di Ravenna con i suoi suggestivi monumenti, mentre la seconda, nel mese di settembre, si è indirizzata verso la cittadina veneta di Fagaré della Battaglia con visita anche al Sacrario della Grande Guerra. Dario Ghirardi

11 Dicembre 2012 Pag. 11 Il mobility management a scuola Cinquanta genitori hanno preso parte all incontro tenutosi nell aula magna delle scuole primarie Salvo D Acquisto per iniziativa dell assessore all Istruzione del nostro Comune, per dibattere il tema del trasporto degli alunni, sia della scuola elementare che della media di Orzinuovi. serata ha avuto lo scopo di lanciare l iniziativa del car pooling, ma è stata anche l occasione per me e per il dirigente dell Istituto comprensivo di Orzinuovi Carlo Valotti di incontrare in precedenza alcuni docenti della scuola media Corniani per riavviare la elezione del consiglio Il Convento di Santa Maria di Coniolo Il Convento di Coniolo dei Reverendi Padri Servi di Santa Maria della Consolazione, s o p p r e s s o a livello perpetuo nel 1652, venne d u n q u e abbandonato dai religiosi nel 1656 ed i suoi beni passarono in possesso della Procuratia di Sopra di Venezia, che ce ne fornisce già nel 1661 una interessante e inedita descrizione. Questo conventino è di soli campi quaranta quasi incolti e va di giorno in giorno deteriorando essendo i casamenti e comunale dei ragazzi, che dovrà essere attivato a gennaio 2013: saranno coinvolte le prime e le seconde classi. Agli intervenuti ho detto che nel corso dell anno scolastico l Amministrazione comunale intende studiare la fattibilità di una nuova modalità di trasporto, il car pooling. Trattasi di un sistema dove uno o più genitori mettono a disposizione il proprio veicolo per accompagnare a scuola più studenti, in gruppi di viaggio omogenei. Il fine è di ridurre sia il costo del trasporto che il numero di veicoli in circolazione. la chiesa in maggior parte caduti e rovinati. Stà obbligo di far celebrare una Messa continua, ma le entrate quasi non saranno sufficienti al mantenimento del Sacerdote. Comunità degli Orzi, sebbene il luogo sia nel suo territorio, non si trova nello stato di poterne fare l acquisto essendo piena di debiti. Il Convento consisteva in chiesa, chiostro, casa del massaro, aia, orto, il tutto circondato da muro. Nel monastero vi erano sette stanze con cucina, cantina, granaio, legnaia e stalla. chiesa era dotata di casa per il custode con orto annesso. Per più di un secolo i beni che erano appartenuti al Convento (59 piò di terra fra Coniolo e Rossa) vennero dati periodicamente in affitto dall Economo incaricato che era il Vicario di Coniolo, il quale veniva retribuito con 80 scudi annui; abbiamo, in tal senso, un lungo elenco di affittuali soprattutto di Coniolo. Tutti i beni vennero poi messi in vendita con decreto del Senato di Venezia del 4 A Borgo San Giacomo, si dimettono le opposizioni Le minoranze all unisono, la lista civica Progetto Comune, la Lista Civica per Borgo San Giacomo e parte del PdL fuoriuscito dalla maggioranza, giovedì 29 novembre nel consiglio comunale ha rassegnato le proprie dimissioni. decisione è maturata per il comportamento dell attuale maggioranza che amministra il comune, come è stato ribadito nel comunicato letto durante la pubblica assemblea: Questo consiglio è umiliato e reso inutile dall impossibilità di sviluppare un qualsiasi ragionamento, la maggioranza rifiuta ogni proposta dell opposizione ed ha nei nostri confronti un atteggiamento arrogante. Questo tipo di incontro ha avuto carattere divulgativo per i genitori. formazione su tematiche relative al mobility management è rivolta a coloro che saranno interessati a svolgere, all interno della scuola, il ruolo di mobility management ossia alla figura che si occupa di organizzare concretamente il trasporto casa-scuola degli alunni valutando la disponibilità delle famiglie e proponendo loro e organizzando forme di trasporto alternative all uso individuale dell auto privata. Infine, gli incontri per genitori, insegnanti e personale scolastico sui temi della mobilità ottobre 1752, quando l ultimo affittuale del Convento, che anche vi abitava, risultava essere Tomaso Oldofredi. Il convento soppresso venne acquistato nel 1784 dal signor Lodovico Rossa, la cui famiglia aveva l abitazione padronale nel paese di Rossa distante circa un km, con l aggravio di far celebrare ogni festa di precetto una Messa nella chiesa di Santa Maria. A Lodovico successe nella proprietà il figlio Nicola al quale, alla sua morte avvenuta nel 1810, successero la vedova Eleonora Morosini ed i figli minori Lodovico, Flaminio, Girolamo, Teresa. Divenutone unico proprietario il nobile sig. Girolamo, questi nel mese di novembre del 1852 decise di demolire gran parte della chiesetta di Santa Maria, presso la quale erano anche sepolti diversi defunti di Coniolo. Le preghiere della popolazione ottennero solo una dilazione di pochi giorni dell inizio della demolizione, passati i quali l agente del Rossa, dottor Antonio Vasini che pure era di Coniolo, qualche giorno Venerdì 14 e sabato 15 dicembre alle ore 21:00 al castello di Padernello si terrà la piece teatrale L isola di Athol Fugard. regia sarà curata da Giorgio Rosa, attori Andrea Anselmini e Marcello Bergoli e scenografia curata da Andrea Anselmini e Marcello Bergoli. L ingresso ha un prezzo di 10,00. per informazioni e prenotazioni: Fondazione Castello di Padernello Orzinuovi sostenibile e sull inquinamento atmosferico acustico. Il numero dei trasportati è di 198. Il trasporto non verrà tolto comunque: il mio invito è solo per verificare se esistono le condizioni di avviare anche a Orzinuovi il car pooling in modo da poter risparmiare sull appalto. Risparmi che verrebbero comunque reinvestiti nella scuola. Dagli interventi dei genitori è emersa la complessità del progetto, che non consente al momento di far partire questa iniziativa. prima che venisse presentata la supplica alla Curia vescovile diede ordine ai muratori di iniziare l opera e così la chiesa venne ridotta al solo abside come si trova al giorno d oggi, con grande delusione della popolazione, tanto che, a detta dei fabbricieri d allora Deldossi, Coffinardi e Barbieri, ne venne riserbato un insufficiente pezzuolo a guisa di piccola colombaia. Dario Ghirardi Padernello, il teatro al Castello

12 Pag. 12 Territorio Manerbio, all UCID la battaglia di Lepanto Dicembre 2012 Pontevico, ripresi i lavori per l ampliamento del cimitero Un evento del 1571 passato alla storia come la battaglia di Lepanto. L'argomento è stato trattato dall'arch. Michelangelo Tiefenthaler nella recente riunione dell'ucid, presentato dal presidente Giuseppe Pozzi. Lo storico scontro si concluse con una schiacciante vittoria delle forze alleate, guidate da Don Giovanni d'austria su quelle ottomane di Alì Pascià che perse la vita nel conflitto navale. Il relatore ha riferito ampiamente delle forze schierate dai cristiani col concorso della Serenissima di Venezia che reclutò due galee anche a Brescia, del re di Spagna, del Granducato di Toscana e dei Cavalieri di Malta, in totale 216 tra galee e galeazze, sulle quali furono imbarcati 30 mila soldati. battaglia si risolse nell'arco di tre ore e Aziende bresciane premiate in Svizzera Si è svolto a Zurigo un vero e proprio evento che ha voluto porre al centro dell attenzione la capacità di presentare i propri prodotti e di valorizzare le risorse del proprio territorio di diverse, prestigiose aziende internazionali. manifestazione, denominata Start2Match, è stata organizzata dalla Swiss Business Group ed è stata patrocinata dall Assoi, l associazione delle imprese italiane in Svizzera. Il tutto per un incontro economico-produttivo di assoluto rilievo, che ha riservato un occhio di riguardo alle aziende bresciane ed a ditte della nostra pianura. In questo senso durante l iniziativa internazionale si sono svolti ben due concorsi che hanno voluto premiare progetti innovativi, uno per PMI Award e l altro per PMI Start Up. In entrambi i casi protagoniste sono state le piccole e medie imprese e tra queste sono riuscite a ritagliarsi uno spazio di indubbio rilievo la Tradizioni Padane di Gottolengo e la società cooperativa L Antica Terra di Cigole. Le due importanti realtà del nostro territorio si sono distinte per la loro capacità di innovare e di amalgamare in un dosato connubio genuinità, antichi sapori, prodotti tradizionali ed originali ed un impegno tanto qualificato quanto professionale per raggiungere sempre nuovi obiettivi. Tradizioni Padane, in particolare, ha potuto festeggiare con la vittoria del premio PMI Award la definitiva consacrazione del progetto denominato Dalla biodiversità San Pio V dedicò subito la vittoria a Santa Maria della Vittoria sull Islam, convertita poi da Gregorio XIII nella Madonna del Rosario (che ancora oggi noi festeggiamo dopo quasi mezzo millennio). Molti, dopo la vittoria, gli ex-voto offerti alla Madonna, non ultima la stola offerta dal nobile Luzzago tornato incolume con la quale per lungo periodo è stata vestita la Madonna portata in processione ogni anno nella seconda domenica d'ottobre a Manerbio. Per cui la partecipatissima Seconda d'ottobre. Grande attenzione dei soci Ucid che, come ogni mese, sono presenti alla riunione mensile nell'ex Convento di via Santa di Rosa. il gusto della salute, un iniziativa che ha preso il via dal restauro di palazzo Cigola Martinoni e dalla realizzazione del palazzo del gusto ed ha trovato nella cooperativa sociale agricola L Antica terra una collaborazione ideale per giungere a realizzare nel migliore dei modi lo slogan che è stato posto a guida dell intera operazione, il gusto della salute. Proprio realtà come Tradizioni Padane e L Antica Terra, al tempo stesso estremamente legate al loro territorio ed alle loro tradizioni, ma capaci di aprirsi ai mercati internazionali rappresentano un esempio concreto di made in Brescia vincente e i contatti e gli attestati ricevuti in Svizzera rappresentano uno stimolo altrettanto prezioso per le due ditte di Gottolengo e di Cigole per proseguire sulla strada intrapresa in questi ultimi anni. Dopo la positiva conclusione della nota vicenda che nei mesi scorsi ha rallentato non poco l attività dell Amministrazione Comunale di Pontevico sono ripresi i lavori di ampliamento del locale cimitero. Un progetto di notevole rilievo, guardato con notevole interesse da tutta la comunità. Questo grosso intoppo, che come tutti hanno potuto vedere ha finito per bloccare, di fatto, gran parte della nostra attività ha commentato il sindaco Roberto Bozzoni è finalmente alle spalle ed ora possiamo tornare a dedicarci al nostro lavoro per il paese. Vogliamo procedere nuovamente a pieno ritmo e cercare di recuperare il tempo per questo rallentamento. Proprio in questo senso sono ripresi i lavori di ampliamento del cimitero, un opera che il Comune e Pontevico Energia hanno deciso di realizzare per rispondere alle esigenze avanzate da tante persone. I lavori a questo punto dovrebbero terminare all inizio della primavera del 2013, intorno al mese di marzo, e prevedono la costruzione, per entrare nel dettaglio, di 208 loculi, 8 cappelle e 288 ossari. Tutto questo insieme alla verifica e alla ristrutturazione straordinaria delle coperture e alla riqualificazione dell esistente. Sempre per rimanere nei dettagli, colgo l occasione per ricordare che il costo complessivo dell intervento è pari a ,86 euro, suddivisi in ,86 euro per i lavori e ,00 euro per gli oneri accessori. progettazione dell ampliamento è stata eseguita dalla Pontevico Energia srl, società a totale partecipazione del Comune, e l intera operazione si è avvalsa della formula, già sperimentata con successo per altri interventi che abbiamo realizzato durante il nostro mandato a Pontevico, che crea una proficua sinergia tra pubblico e privato, fondamentale per poter realizzare opere a costo zero per le casse comunali. In effetti il finanziamento dei lavori è avvenuto grazie alla concessione ventennale della gestione del cimitero medesimo alla Cogeme spa di Rovato, la società appaltatrice, che sosterrà così l intero costo dell intervento. Il tutto ha preso il via dalle esigenze manifestate da un numero crescente di pontevichesi e viene guidato da un doppio obiettivo: L intento di questi lavori che sono finalmente ripresi ha proseguito lo stesso Bozzoni è duplice visto che non vogliamo limitarci ad ampliare il cimitero, ma intendiamo anche migliorare il servizio alla comunità. Miglioramenti, quindi, della struttura e dei servizi senza, al tempo stesso, un conseguente aumento delle tariffe. Al contrario le tariffe, già illustrate all intera comunità attraverso apposite tabelle, non subiranno incrementi di rilievo per i prossimi vent anni. L ufficio anagrafe del Comune rimarrà il punto di riferimento dell intera operazione con la quale siamo convinti di aver dato una risposta concreta ed efficace ad un bisogno molto sentito e delicato per tante persone di Pontevico, che ora, con la ripresa dei lavori, hanno un motivo in più per guardare avanti con fiducia.

13 Dicembre 2012 Pag. 13 Artisti per Pinocchio Una collettiva di artisti che hanno disegnato Pinocchio per tutto dicembre a Pontevico, in via XX Settembre, nella galleria Ermanno Pini Arte. C era una volta Pinocchio, il titolo della rassegna con opere di nove artisti che si esprimono nei più diversi stili. Negli acquerelli dell artista genovese Francesco Musante Pinocchio l artista elabora un mondo immaginario, di cui sembrano padroni solo i bambini, ma affascinano anche il pubblico più adulto. Nel Pinocchio del genovese Emanuele Luzzati traspare l ingenuità di un mondo meraviglioso insieme all immediatezza che domina lo stile ricco di magia, fantasia. Il pontevichese Piero Bozzoni, utilizzando la tecnica dell iperrealismo, esalta l elemento famigliare legato al burattino. L artigiano Paolo Fresu si dedica ad una mondo ironicamente fiabesco in cui i personaggi, Pinocchio compreso, sono maschere di vizi e contraddizioni della società moderna. Rosario Morra lavora a china per raccontare visioni assolate, scorci di una Venezia tranquilla in cui compaiono saltellando piccoli burattini. Gloria Vianello usando pastelli dai colori tenui disegna figure eteree, i cui contorni si perdono per fondersi con l ambiente caldo e chiuso di spazi privati. Il catanese Elisa Anfuso dipinge favole, donne disincantate che si nutrono di realtà immerse sia nei colori caldi della fantasia che nei colori glaciali del reale che le circonda, Il Pinocchio di Mimmo Paladino è frutto delle ricerche letterarie, tra poesia e letteratura. Attraverso opere di grafica l artista richiama la fantasia della fanciullezza. Il triestino Bruno Chersicla propone acquerelli caratterizzati dalla semplicità del disegno, con figure statiche dal profilo ligneo, poche tonalità di colore che inducono lo spettatore alla ricerca di motivazioni e sensazioni personali. Orari mostra: martedì - sabato: 9/12 15/19.30; lunedì e domenica : 15/ Ingresso libero. Per le feste, il mercato trasloca alla domenica Lo Shiatsu Shiatsu è un termine giapponese che significa pressione con le dita ; l arte dello Shiatsu è una tecnica corporea che si basa sulla pressione delle dita, delle mani, dei gomiti e delle ginocchia, esercitata lungo particolari percorsi denominati meridiani energetici (gli stessi su cui si trovano i punti di agopuntura). stimolazione di questi punti migliora la circolazione dell energia vitale, intesa come quell energia che consente al corpo di rigenerarsi. In questo modo si sciolgono i blocchi energetici che creano squilibri nell organismo. Per la Medicina Cinese, infatti, la malattia è dovuta principalmente ad uno squilibrio energetico, ad un blocco di energia che non riesce a fluire nel meridiano, con effetti che si ripercuotono sull organo o viscere alimentato dal meridiano stesso e che si manifesta inizialmente sottoforma di disagio, Pontevico Il centro culturale verso la strada della soluzione Un apposito incontro tra il sindaco di Pontevico, Roberto Bozzoni, e il console generale del Senegal, Moukhtar Kouyate, ha impresso una decisa accelerazione alla soluzione di un problema molto sentito da tante persone come quello legato al cosiddetto centro culturale che si trova in pieno centro a Pontevico. Una posizione davvero infelice dal punto di vista logistico, che crea non pochi disagi, sia dal punto di vista del traffico che del parcheggio, agli stessi frequentatori dell edificio che nel corso degli anni è diventato un frequentato luogo di culto ed agli abitanti di Pontevico. Proprio per questo si sta studiando ormai da tempo un possibile progetto che possa far coesistere ed accontentare le diverse esigenze che sono in campo in questa vicenda che si protrae ormai da troppo tempo. Una felice conclusione che dopo questo autorevole incontro che ha permesso allo stesso console senegalese di sincerarsi di persona della situazione, sembra sempre più vicina e pare presagire uno spostamento del centro culturale (utilizzato anche per cerimonie a carattere religioso) verso i vicini territori di In occasione delle feste natalizie il mercato settimanale che per consolidata tradizione a Pontevico si svolge il martedì si trasferirà alla domenica. In effetti, in considerazione che martedì 25 dicembre e il seguente martedì 1 gennaio sono giornate festive, il mercato sarà aperto in maniera del tutto eccezionale le ultime due domeniche di dicembre, il 23 ed il 30. Un occasione assolutamente Alfianello o Milzano. L edificio collocato nel centro di Pontevico appare ormai del tutto inadatto alla sua funzione. Non a caso il suo lungo cammino risale all ormai lontano 1987, quando fu il primo centro culturale riservato a cittadini stranieri ad insediarsi in tutta Italia, utilizzando l attuale palazzina che era stata sede in precedenza della Vivi Bikes. Un primato che, nel corso degli anni, ha fatto assumere all edificio pontevichese un significato simbolico, che ha richiamato davvero tante persone nel corso degli anni, facendo però sorgere ben presto il problema di come inserire questa nuova realtà nella vita locale. Con parcheggi del tutto inadeguati ed un edificio poco funzionale, la struttura è diventata sempre meno rispondente alle esigenze dei suoi stessi fruitori, tanto che negli ultimi tre anni, in occasione di eventi particolari, la stessa comunità ha cominciato a trasferirsi all Eib di Brescia oppure a Parma, dove i fedeli hanno trovato soluzioni molto più spaziose e comode. E per questo che l idea di spostare la sede del centro culturale dalla zona centrale di da non perdere, visto che nella splendida cornice di piazza Mazzini i visitatori non troveranno soltanto le consuete bancarelle ed una coinvolgente atmosfera natalizia, ma anche tante sorprese che renderanno queste due giornate una vera e propria festa aperta a tutte le famiglie e per persone di tutte le età. Pontevico sta trovando sempre più consensi e sembra vicina la soluzione destinata a trasferire questo luogo di culto in spazi adeguati (possibilmente fuori dal centro abitato e con l opportunità di contare su comodi parcheggi) nei vicini territori di Alfianello o Milzano. Sono infatti proprio queste due le opzioni che avranno il compito di risolvere una problematica che, in questo momento, riesce a scontentare davvero tutti. Una soluzione che, al tempo stesso, sia in grado di non suscitare nuovi malumori. poi di malessere ed infine di malattia. Non è un caso che lo Shiatsu tragga origini dal più antico gesto terapeutico. Posare la mano sulla zona in cui il dolore si manifesta! Tra i primi benefici che si possono osservare praticando lo Shiatsu vi è un generale senso di rilassamento, le tensioni si allentano, la circolazione e la respirazione migliorano. Lo Shiatsu, come le altre discipline di tipo olistico, migliora lo stato generale di benessere alleviando lo stress e l ansia. Stimola i meccanismi di rilassamento con diminuzione della tensione nervosa e muscolare, di conseguenza può essere un valido aiuto in caso di tensioni alla testa, alla schiena, per disagi di tipo digestivo e intesitnale; aiuta ad alleviare le problematiche inerenti al ciclo mestruale. Stimola una migliore respirazione e un buon sonno.

14 Pag. 14 Leno Esercitazione della Protezione Civile di Leno Alle ore 9.00 di sabato 1 dicembre SCATTA L ALLARME. Un terremoto è stato registrato nella provincia di Brescia. la scossa e stata avvertita chiaramente anche nel territorio di Leno. si registrano danni anche nella locale scuola elementare. Viene allertata la protezione che in pochi minuti raggiunge la scuola. Potrebbe sembrare l ennesima catastrofe che si abbatte sulla nostra martoriata nazione, invece, fortunatamente, è solo l inizio della prima esercitazione del gruppo comunale della protezione civile di Leno. Un gruppo che si è formato lo scorso anno e che conta già ventiquattro volontari operativi e formati al corso provinciale. Poter sperimentare insieme alla scuola e a tutti i suoi componenti le procedure che devono essere attivate, con celerità e grande tempestività, per poter affrontare nel modo più efficace eventuali calamità è davvero fondamentale per il gruppo di protezione civile, che nell occasione è stato coadiuvato dai volontari della Croce Bianca, dall Associazione Nazionale Carabinieri, dagli alpini, dal gruppo cinofilo di Ghedi e proprio l esercitazione dello scorso 1 dicembre ha confermato questa grande importanza. Durante la simulazione dell intervento i bambini, accompagnati dalle loro insegnanti, hanno lasciato le aule e all esterno sono stati affiancati dalla protezione civile. si sono simulate situazioni di alunni e adulti dispersi, ritrovati da eccezionali cani da macerie e soccorsi dalla croce bianca. gli alunni, inizialmente divertiti dalla situazione, hanno poi partecipato all esercitazione in modo attivo e costruttivo, ponendo numerosissime domande a tutti i volontari. L assessore e referente operativo comunale per la protezione civile, Andrea Bravi, ha commentato così la positiva operazione: Dicembre 2012 Gadaldi: Con l impegno, le soddisfazioni più belle! Sarà per il fatto di aver raggiunto la ragguardevole età di 88 anni con una freschezza da fare invidia a persone anche molto più giovani, sarà per la passione che sempre ha contraddistinto questa sua lunga esistenza, ma la realtà è che Ugo Gadaldi scorre i fatti che hanno accompagnato la sua vita con grande serenità. Proprio la stessa sensazione che riesce a trasmettere a chi si ferma ad ascoltarlo: Per tanti anni la mia vita è stata lavoro e calcio. Ha fatto grandi sacrifici e mi sono impegnato con tutto me stesso. Posso però dire che ho ricevuto grandi soddisfazioni, che mi hanno ripagato per tutto questo. Ho potuto fare il calciatore e sono stato professionista in Argentina e in Bolivia, dove ho vinto uno scudetto con The Strongest ed ho giocato con tutte le squadre più forti dell epoca, prima di rientrare in Italia per giocare con il Pisa e il Bolzano. Ho faticato tanto, ma ho anche avuto la fortuna di non subire gravi infortuni che potessero mettere a repentaglio la mia salute. Sarà forse per l insieme di tutte queste cose che, adesso, dedico gran parte del mio tempo al volontariato, un attività che porto avanti da ben sedici anni. E per me un emozione sempre nuova, così come mi regala le soddisfazioni più belle di tutta la mia vita il rapporto che ho adesso con mio figlio e le mie due figlie. Sono davvero eccezionali, mi sono sempre vicini e non mi fanno mai mancare niente, sono veramente una grande gioia. consapevolezza di avere ricevuto tanto dalla vita, nonostante tutte le difficoltà affrontate e superate, spinge Gadaldi, pur senza alcuna voglia di salire in cattedra, a trasmettere alcuni consigli ai giovani che proprio in questi anni devono decidere e costruire il loro futuro: Io ho adattato questi principi al calcio, ma queste cose valgono per tutti gli aspetti della vita. L insegnamento più importante che ho imparato in questi anni che ho vissuto (e non sono certo pochi - aggiunge sorridendo -) è che quello che si vuole raggiungere non cade dal cielo, per una sorta di grazia ricevuta. Come succede nel calcio, quello che uno desidera lo deve preparare con tanto allenamento, impegno costante e con una vita adeguata. Nel caso dello sport bisogna condurre una vita sana e regolata, ma più in generale si può dire che niente arriva per caso e che, nello stesso tempo, con gli eccessi, i vizi e le tentazioni non si arriva da nessuna parte. Uno può nascere anche campione (ed è quindi facilitato), ma se non ha la cabeza (testa) giusta finisce sicuramente per perdersi, sciupando magari anche un potenziale importante. Dopo che ho smesso di giocare mi è stato chiesto per alcuni anni di allenare. Ci ho provato, ma ho visto che non era nelle mie corde. Vedevo che i ragazzi e le loro famiglie volevano tutto e subito. Bisognava arrivare a tutti i costi, il resto importava poco e niente. Non Nel 2009 il Comune di Leno si è dotato del piano d emergenza. Un documento molto importante, che prevede le possibili situazioni critiche che possono colpire il nostro territorio e detta le operazioni necessarie per farvi fronte. E fondamentale, anche alla luce del recente sisma che ha colpito il territorio emiliano, che il gruppo di protezione del nostro comune e la direzione didattica del nuovo comprensorio che riunisce scuola d infanzia, primaria e secondaria, testino con esercitazioni come quelle dello scorso 1 dicembre la funzionalità dei rispettivi piani. Il gruppo, con a capo Paolo Guerreschi e sotto la regia del comandante della Polizia Locale Nicola Caraffini, sta sviluppando le proprie abilità nella logistica che vede come primo, fondamentale compito l organizzazione delle operazioni e l accoglienza delle persone coinvolte nell emergenza. In è questo il mio modo di interpretare lo sport e la vita. Un problema legato anche alla mancanza di punti di riferimento e di esempi positivi: In questo senso io ho cominciato ad amare il calcio sulle orme di mio zio Andrea. Lui giocava nella Roma ed io mi sono ispirato a lui. Non è stato un caso se io ho sempre fatto il terzino sinistro, proprio come lui, e nemmeno se i suoi consigli e le sue parole per me sono state così importanti. Ai giorni nostri i giovani vedono sui campi di calcio esempi di tutti i tipi, ma quelli positivi sono davvero pochi. Può così capitare che vedano il tal giocatore tenere un certo comportamento e credano di poter andare lontano facendo anche loro così. Purtroppo si sbagliano e con certi comportamenti finiscono per perdersi e sciupare, magari, anche le doti messe a disposizione dalla natura. In tutti gli aspetti della vita, come in una partita di calcio del resto, non ci si può mai cullare sugli allori o ritenere di avere ormai vinto. Al contrario bisogna continuare a lottare e cercare di migliorare sempre. Solo così si riconosce un giocatore e un uomo!. primavera il nostro gruppo di protezione civile collaborerà ancora con il dirigente scolastico, la dottoressa Vanda Mainardi, e con tutto il personale dell istituto per organizzare l evacuazione del plesso delle scuole medie e portare parte dei ragazzi nel punto di raccolta comunale previsto nel parco dell ex-ippodromo. Proprio a tal proposito - conclude l assessore Bravi - vorrei ringraziare ancora una volta tutte le associazioni che hanno permesso la buona riuscita della nostra prima esercitazione. Un grazie particolare va ai nostri volontari per l entusiasmo con cui hanno partecipato a questa prova e a tutti i preparativi che ha richiesto, sottraendo tempo a se stessi ed alle loro famiglie per donarlo alla propria comunità per aumentarne la sicurezza e dare così un senso concreto ed efficace ad una parola che sempre apprezziamo come solidarietà.

15 Dicembre 2012 Pag. 15 Leno Il Capirola trasforma l asilo in un museo permanente Il Museo sperimentale d arti visive è stato inaugurato il 6 Novembre 2012 ed è l ultima sfida lanciata dall istituto «Capirola» che nell asilo dismesso di Leno ha allestito uno spazio espositivo permanente. mostra Capirola in Arte presenta l opera di due artisti bresciani di alto valore, il pittore Pierangelo Arbosti e lo scultore Remo Bombardieri. «Nonostante le mille difficoltà e il clima di austerità diffusa, non perdiamo l entusiasmo e la voglia di innovare- osserva la dirigente del Capirola Ermelina Ravelli -. Attraverso il museo, l arte incontra i nostri giovani nei loro spazi per creare un contatto quotidiano che possa durare nel tempo e per la vita. Pittura e scultura presentate nella loro essenza sono espressioni di emozioni che interpretano la realtà». L istituto conferma la sua vocazione sperimentale. «Siamo una scuola - rimarca Ermelina Ravelli -, che costruisce relazioni, incentiva l espressività, organizza una fitta rete di attività e proposte formative ed educative». L intenzione spiega la Prof.ssa Olivia Bottesini, referente del progetto è quella di realizzare uno spazio espositivo permanente dedicato all arte con l obiettivo di arricchire e sfaccettare la formazione dei propri studenti. Arbosti, artista di Ghedi diplomato a Brera, ha esposto in tutta Italia e in molte città del mondo, e tra le altre cose, per il Centro studi Pirandelliano, in collaborazione con l editrice Mursia ha eseguito di una serie di opere riguardanti i luoghi e la vita di Pirandello. Bombardieri, armonico «manipolatore» del ferro di Iseo, ha ricevuto il titolo di cavaliere della Repubblica per meriti artistici, ha realizzato importanti opere e numerosi monumenti che si trovano in diverse parti del mondo. mostra rimarrà aperta fino al 31 gennaio 2013 e si potrà visitare durante l orario scolastico. Olivia Bottesini Nelle foto, una veduta del Museo sperimentale d arti visive Vincenzo Capirola. Un altra veduta della mostra Capirola in Arte.

16 Pag. 16 Territorio Il nostro giornale da tempo ne ricorda l opera pubblicando in prima pagina, ogni mese, una sua poesia. In questo numero abbiamo deciso che il modo migliore di ricordarlo era quello di dedicargli una pagina intera pubblicando più poesie così da poterlo meglio conoscere ed apprezzare. L opera poetica di Riccardo Regosa Renzo Bresciani lo ricordava accennando al suo sorriso non sempre lieto ed alla sentenziosità bonaria provata da una triste vicenda quotidiana. Infatti, Riccardo, trasferitosi molto presto a Brescia dove svolse l attività di tornitore, venne dichiarato inabile al lavoro per ragioni di salute. sua opera poetica è rintracciabile nelle raccolte pubblicate nel decennio Presso la Biblioteca Queriniana di Brescia è possibile consultare gran parte della sua produzione. Per concludere, ricordiamo che ha vinto il premio del Circolo di cultura Gabriele Rosa Dicembre 2012 di Brescia, dopo essere stato segnalato per tre anni, oltre a quello avuto al concorso nazionale Tommaso Grossi di Treviglio. morte lo colse a Brescia il 6 febbraio Qui di seguito riportiamo una cernita di poesie in dialetto. Mascòt del Paradis Na nòt, èn mès al lac, èn dè 'na gran buràsca, gh'è mórt on pescadùr. Söl lac, a la matìna, ensìma a la sò barca, coi rém abandunàcc, no gh éra che le récc; e sö le récc na micia: na bèla micia biànca. Ma, mort èl sò padrù, on pó perché nüssü s è piö cürat dè lé, on pó per la passiü la poera micina la gh è curìda dré. Na bèla nòt San Piero èl sènt a sgnaolà föra dèl Paradìs; l empìssa la lantèrna, èl vàrda ncuriusìt: sö n nigulì d arzènt èl vèt ste bèla micia intènta a cincinàs, come per preparàs a on grànd riseimènt; per fàs compassiunà, la tùrna a sgnaolà. San Piero la carèssa n momènt, e pò l ghe dìs: Na gata n Paradìs?! Che sét vignìda a fà? Sorèc ché ghè n è mìga! Ma che t è ignìt èn mènt dè ègner fìn sö ché? micia la ghè cönta na stória dè ngrimì. nòt dèl temporàl, la barca n mes al lac, i sömelèc... i trù... èl fülmin sö la barca... la mort dèl sò padrù: töta la sò passiù! San Piero lghè fà, serio: Ma i gàcc j-è birichì: chissà quanti sorèc ghà fat na bröta fi sóta chèi bèi sanfi, sóta chèi barbisì!... Öna micina bianca... la ghè starès benone èn mès a j-angilì; ma, l anima!... com éla? Pròpe gna n-pecadì? Pròpe gna n-pecadì! - la ghe rispont la micia on pó murtificàda -. El vàrde, Siòr San Piero, che mé (ghe l pòs zürà) so l anima piö candida che l pöl enmaginà: come so bianca föra, so bianca anche dè dènt! Alà l ghè fà San Piero - cöntemel mìga a mé...; chissà che balossàde tè cumbinàet zo lé: bistèche sgrafignade, salàm dè venerdé...; e pò... vé zó dè bèl: na qualche scapadìna söi cop al ciàr dè lüna tè l hèré fada a té! Dè nòt, ensì ma ai cop, sóm cosa sè cumbìna...; té tè m hé za capìt!... Pintìs l è miga assé! Ghè ulìa na resentàda per presentàs sö ché! Eh... no rispónd la micia l é mìga necessàre. Entàt, ensìma ai cop, dè nòt al ciar dè lüna (come che l pènsa lü) mé ghè só mai endàda. So sèmper stàda sùla: sùla sö la me barca dè nòt e po dèl dé; e per tirà a campà (se l völ cridìm a mé) èl varde: mè rincrès... no gho mangiàt che pès: pès dè disnà e de séna! El sarà mìga éra!? Ghè l züre, Siòr San Piero: pès dè disnà e dè séna! El vàrde: la mé vita l è töta on venerdé... l è töta ona noéna. Ah... bé: quànd che l è issé, tè ghé risù anche té. Sentom èl nòst Signùr dè che parér che l è; chèl che l è giöst per Lü l è giöst anche per mé. El ciàpa na ma l telèfono, e l parla col Signùr. Entàt co l altra ma l la tùrna a caressà. Come per fà capì la sò sudisfassiù, come per diussiù, la sbàssa n po j-üci, la tìra bé le orèce e la sè fa pö arènt speràndo dè capì; ma lé la capés niènt, perché i parla latì. Ma sé dìs el Signur. Se l è na micia issé, sènza gna n pecadì come te dìset té, fà pör on eccessiù; tè lasse carta bianca: mètela sö na stèla, mètela coi pütì; o provisoriamènt, pör che la rèste ché, tègnela lé con té: sét mìga pescadùr? Quand rìa l sò padrù, la turnarà con lü. L è pò quistiù dè dé; dìga dè passientà chè pò la ghè stà nsèma töta l eternità! San Piero, sudisfàt per chèsta decisiù, él taca via l telèfono, e l sè la töl èn bràs: Nom bé l ghè fà nom bé: entàt tè rèstet ché con mé n purtineria (sé mai che tè l sè miga, so pescadùr pò a mé); quànd rìa l tò padrù che l vé dal Purtagorio (e l spèta a dé l passàgio) tè turnaré con lü. Con la linguìna rossa che par on carbù n pìs, lé la sè lèca i bafi per la cunsulassiù; e come per incànt, come per un miracol, èco che sè sbalànca on grand cancèl d arzènt e d or töt tempestàt dè pèrle e dè brilàncc; San Piero l ghè fa strada, prima l la benedés, e pròpe n chèl momènt sè sènt squilà le trombe d arzènt dèl Paradis; e a la micìna bianca, come per na magia, come per na magia, ghè spunta dò alìne e la sè mèt a ulà co j alter angilì. E per la prima olta n anima a quater sanfe lecàndos i barbìs l è ulàda n Paradis. Se te manca l ombrèl... Se ti manca l ombrello El magüt Se fuori piove e il vento l tira fés, se ti manca l ombrello haimé l è ón gas, perché il buon Dio la manda giù lostès; ma un consiglio ti dò per non bagnàs: Siccome so che il vino l tè pias fés, rifugiati senz altro a herne un gós, (della moglie intendòmes dè nüscùs... se ti è caro con lei viver èn pas), e rèstaci finchè nó l gha dismès, perché sé l aqua viéne giù a traèrs mancandoti l ombrèl l è n pó n pastés e tu rasenti i muri come un bis, ma torni a casa tanto, tanto mis, che sembri un stràs tirato su dal fòs! Se fuori piove e il vento soffia forte, se ti manca l ombrello aimè è un guaio, perchè il buon Dio la manda giù lo stesso; ma un consiglio ti do per non bagnarsi: Siccome so che il vino ti piace tanto, rifugiati senz altro a berne un goccio, (della moglie intendiamoci di nascosto... se ti è caro vivere con lei in pace), e restaci finchè non ha smesso, perchè se l acqua viene giù di traverso mancandoti l ombrello è un po un pasticcio e tu rasenti i muri come una biscia ma torni a casa tanto, tanto bagnato, che sembri uno straccio tirato su dal fosso! Con braghe dè tela, pessade, smarìde, le scarpe mpaltàde dè mólta e calsina amò del dé prima, la spórta furnida dè n quach panadì, ón pò dè salam, ón ciapèl dè strachì, lü l part a bunùra söl sò trapolòt, e via vèrs Bressa! Se mai che l è tarde? L pedala pö n frèssa. strada l è longa? Entant che l pedala l ghè fa na sübiada, l è bèla e scùrtada! Ma prim dè lé ott l è là puntuàl, l è là n dó l spèta ón compagn de fadìga, n amico fedel: el sedèl dè la mólta.

17 Dicembre 2012 Pag. 17 Le scuole parrocchiali di Manerbio scelta dell istituto scolastico al quale iscrivere i propri figli non è mai facile, sono molteplici infatti gli elementi da valutare e se, quando si tratta di scuola secondaria superiore, in aiuto ci vengono la propensione per questa o quella materia o le aspirazioni professionali dei nostri ragazzi, quando si è chiamati a scegliere quelli che saranno l ambiente e la base educativa che costituiranno l avvio del percorso formativo dei più piccoli, allora spesso sono davvero tanti i dubbi che ci assalgono. Per questo negli ultimi anni, per le famiglie, sono diventati preziosi strumenti di orientamento le iniziative di scuola aperta che permettono a genitori e a futuri alunni e studenti di visitare gli istituti scolastici, di approfondire la conoscenza dell offerta formativa, di incontrare docenti e dirigenti, raccogliendo così validi elementi per un confronto tra le diverse scuole del territorio. Anche le Scuole parrocchiali di Manerbio, che riunisce la scuola primaria paritaria S. Angela Merici e la secondaria di Primo Grado Beato G. Tovini ha così deciso anche per quest anno di aprire le sue porte a genitori e ragazzi. Un istituto, quello ospitato nell ex convento di via S. Crocifissa di Rosa che affonda le sue radici nella storia della popolosa cittadina della Bassa. L attuale edificio ospitava infatti il convento delle Suore Orsoline dell Unione Romana che negli anni 60 decisero di avviare al suo interno una scuola elementare che a lungo si preoccupò dell educazione e dell istruzione di piccoli manerbiesi e non, fornendo una scuola decisamente all avanguardia che già al tempo univa alla comodità del tempo pieno, il doposcuola pre serale, una scuola estiva e personale laico qualificato e selezionato dal proverbiale rigore delle Orsoline che, per gli alunni, si trasformava in una decisamente valida linea educativa. Come dimenticare l imponente figura della friulana Madre Clotilde, superiora tutta d un pezzo ma dal cuore tenero o la professionalità dell imperturbabile suor Giuseppina Pascoli a cui era affidata la direzione del triennio di Segretarie d azienda che nel frattempo era stato aperto; o ancora le prelibatezze culinarie di suor Stella e la dolcezza di suor Carmelina o di suor Cecilia pronte ad accoglierti con il sorriso ogni mattina... L avventura scolastica delle suore si chiuse però nel 1994 quando le religiose decisero di non proseguire questo impegno. Fu allora che la parrocchia manerbiese, allora retta dall indimenticato Mons. Gennaro Franceschetti, prese in carico l attività scolastica spostando la scuola superiore negli spazi dell oratorio. Nel 2001 i genitori delle classi quinte chiesero al nuovo parroco, Mons. Baronio, di avviare anche la scuola media che diventò operativa già per l anno scolastico Le suore Orsoline, rimaste ormai in poche, vennero chiamate ad altri incarichi dalla casa generalizia e lasciarono quindi Manerbio. Manerbio ASD Liberty domina la prima gara regionale UISP Pronti via, ASD Liberty spicca subito il volo. Non hanno fatto attendere molto le farfalle nerofucsia per offrire la prima prova da incorniciare della stagione. A Milano, il 2 dicembre, nel Trofeo regionale a squadre UISP, prima gara stagionale le ginnaste Liberty di Greta Sandrini centrano subito la prestazione giusta e tingono a tinte nerofucsia il podio vincendo tre categorie su quattro. Insomma un dominio, o poco ci manca. Dopo i tanti mesi passati in palestra a preparare i nuovi esercizi le ginnaste bresciane si sono cimentate in una gara importante, tecnicamente impegnativa come da sempre è il circuito UISP e con numerose avversarie di tutto rispetto. Nella mini prima tre attrezzi vincono Pucci delle Stelle- Soregaroli, terze le compagne Ferrari - Cappelli - Vittorielli. Nella mini prima quattro attrezzi the oldies Cominelli - Cresceri - Spinelli sbaragliano tutte con un ottimo primo posto davanti alle bravissime compagne Abrami - Boschetti. Si sale ulteriormente di difficoltà passando alla I categoria, dove Romeo - Ziletti ottengono un ottimo secondo posto e le compagne Avanzini- Mangiavini - Martini si piazzano ottave. In II categoria brilla il primo posto di Bonvini - Picozzi davanti a Dervishi- Gonzini - Zinoni, quinte. Da gennaio si parte con il campionato individuale, in palio l accesso al nazionale di Giugno. Intanto domenica dalle 17 grande festa in casa Liberty con il saggio natalizio a Fiesse. Info e foto su parrocchia, guidata dall attuale parroco, Mons. Tino Clementi, nel 2007 decise di acquistare il convento che, dopo una serie di lavori di recupero divenne sede definitiva delle scuole parrocchiali. Oggi la scuola, che conta 143 alunni alla primaria e 58 alla Secondaria di Primo Grado, vanta un offerta formativa di tutto rispetto che inevitabilmente per la natura dell istituto non può e non si vuole far prescindere dalla formazione umana e spirituale dei ragazzi. Del resto è anche e soprattutto in questo che si contraddistingue la scuola. Una formazione peraltro arricchita, per quanto concerne la primaria, da laboratori specialistici con approfondimento della lingua inglese e alfabetizzazione e approfondimento delle tecnologie didattiche multimediali con laboratori di informatica; dall accoglienza prevista alle 7,30; da un servizio mensa interno e dal doposcuola (dalle 15 alle 18). Il Tempo scolastico va dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 16. Per la Secondaria di Primo Grado vengono invece proposti numerosi progetti: dal doposcuola aperto a quello di laboratorio e strumenti informatici, dall Introduzione alla lingua latina a I giovani e lo sport e ancora il progetto di Educazione alla scelta, percorso di orientamento per affiancare i ragazzi e le loro famiglie nel momento del passaggio al successivo grado d istruzione. In questo caso l orario previsto per le lezioni copre 31 ore settimanali più due ore, sempre settimanali, facoltative. Una proposta formativa decisamente ricca capace di unire una consolidata tradizione educativa ad una moderna visione della didattica. Ecco allora che la scuola parificata, con le sue peculiarità, diventa un opportunità in più per i genitori del territorio affiancandosi alla proposta delle scuole pubbliche. Non resta dunque che visitare la scuola che ha previsto per la Secondaria di Primo Grado alcune giornate di scuola aperta. Dopo quella tenutasi il 27 ottobre scorso le prossime sono in programma per sabato 15 dicembre e sabato 26 gennaio sempre dalle 14,30 alle 17. Martedì 18 dicembre, alle 20,30, il Piccolo Teatro di Manerbio ospiterà lo spettacolo natalizio dei ragazzi della Secondaria di Primo Grado mentre, venerdì 21 dicembre, sarà la volta dei più piccoli dalle 16 alle 19 scuola aperta e festa di Natale: gli alunni delle classi quarte della Primaria proporranno una recita mentre tutte le altre classi si cimenteranno in momenti d intrattenimento volti ad illustrare le diverse attività scolastiche. scuola ha già aperto le pre-iscrizioni, necessarie dal momento che i posti sono limitati visto che le classi hanno un massimo di 25 alunni. Per informazioni è possibile chiamare allo oppure visitare il sito (ora in fase di aggiornamento) Ste. Bru.

18 Pag. 18 Manerbio Al Pascal studenti per l India Gli allievi delle classi quinte del Pascal di Manerbio hanno incontrato padre Sebastian, missionario comasco, che ha parlato loro di Adozioni a distanza. Da dieci anni il progetto è una costante nelle iniziative degli studenti che raccolgono fondi attraverso varie attività, quali la vendita di fiori o le pesche natalizie di beneficenza. Padre Sebastian ha raccontato varie esperienze che ha vissuto occupandosi di una casa di accoglienza indiana per bambini di strada. Spesso si tratta di bambini che si allontanano dalle loro case in cerca di lavoro e di un futuro diverso; altri fuggono da una situazione familiare difficile e aggressiva; numerosi sono anche i genitori che, morsi dalla povertà, si trovano costretti ad abbandonare i figli. Non stupisce dunque che molti di questi bambini siano invisibili, inesistenti all anagrafe. Lo tsunami che nel dicembre Lo studente racconta dal Texas Luca, allievo del Pascal si trova a studiare nel Texas, ha scritto ai suoi colleghi manerbiesi. Mi trovo a Porte, ormai, da due mesi e mezzo ma non posso certamente dire che ogni giorno sia uguale all altro. scuola è molto stimolante e sono riuscito ad inserirmi senza problemi. Devo ammettere che studiare in inglese è molto duro, ma la fatica è ripagata. Infatti nei test che ho affrontato finora, ho ottenuto ottimi risultati. Qualche settimana fa, si è tenuta la festa della scuola. È stato davvero emozionante viverla in prima persona. Io e gli altri studenti eravamo vestiti eleganti, gli ambienti e la musica ricordavano i balli scolastici dei film americani. Nell ultimo mese mi sono finalmente, dedicato alle attività extrascolastiche e, in particolar modo, allo sport. Come già avevo detto, in America lo sport è molto importante a livello scolastico. Basti pensare che, verso metà ottobre, c è stato il match del 2004 ha colpito la costa sud-orientale dell India ha ulteriormente incrementato la povertà e il numero di orfani. Tuttavia, sembra ci sia una speranza. Padre Sebastian mostra alcune fotografie: ragazzi che giocano a cricket (lo sport più popolare in India), altri che imparano a fare il pane, scatti di momenti ricreativi con i volontari e a contatto con la natura. I bambini accolti imparano ad autogestirsi, si confrontano con una realtà più sana e formativa di quella che vivevano per strada. Ognuno ha il compito di stirare i propri abiti, rifare il proprio letto la mattina e acquisire quelle abitudini domestiche che in strada non avrebbe l opportunità di conoscere. Si tratta sicuramente di un passo rilevante nel processo di integrazione nella società, ma ancora più importante è che ai ragazzi viene insegnato un mestiere: il lavoro può dare loro un futuro e la possibilità di mantenere, un giorno, una famiglia. Gli studenti del Pascal di Manerbio hanno avuto così un occasione per arricchirsi nella loro sensibilità verso questioni sociali del mondo. Una tombola per il Memo Omaggio a Memo Bortolozzi della compagnia Chèi dè Manerbe, della quale il poeta è stato il fondatore ed il mai dimenticato animatore, con lo spettacolo Tombolàda bresàna annunciata nella serata di sabato 8 dicembre, con l'ammonimento scritto nella vulgata, com'era giusto: Se ta pàrlet an dialèt bresà mòla tòt e vè a zugà!! nòni, màme, fiòi e bubà!!! Entràda gratis uscita àch!. Solo in italiano, perchè tutti abbiano a comprendere, il grazie ai commercianti manerbiesi che hanno permesso, con generosità, la realizzazione dello spettacolo consentendo un'abbondante dotazione del montepremi per: ambo, terno, quaterna cinquina e tombola. Serata divertentissima com'erano quelle che Memo realizzava regalando agli spettatori momenti di autentica e spensierata allegria ottenendo come unica ricompensa l'applauso caloroso che lo stimolava a proseguire a scrivere significative poesie e testi di commedie unici nei quali sono raccontate vicende reali della comunità più importante della stagione, quello contro la città di Deer Park. Essendo il cervo il loro animale simbolo, tutti gli studenti si sono vestiti con abiti da caccia mimetici, portandosi appresso teste imbalsamate di cervi, fucili finti, e trasformando la scuola in una foresta buia, con messaggi di provocazione per la squadra avversaria. Qui si fa tutto in grande stile. Io gioco a pallacanestro e, in una città che vive principalmente di football, noi cestisti siamo messi un po in ombra; nonostante ciò, i sostenitori non mancano. Mi alleno tutti i giorni dalle alle 13.06, più tre pomeriggi, presso la palestra della scuola; l allenamento si divide tra gli esercizi e le prove dei vari schemi da usare in partita. stagione inizia a metà novembre, perciò in questo momento ci stiamo allenando anche più frequentemente del solito. Le regole sono molto rigide, ma credo che giocare a questi livelli faccia apprezzare maggiormente il valore dello sport, perché Dicembre 2012 Un altro successo per il concerto della Santa Cecilia Il concerto di Santa Cecilia nel Politeama di Manerbio, della civica associazione musicale Santa Cecilia ha fatto registrare un altro successo per la formazione diretta dal maestro Arturo Andreoli. Il programma è stato per la gran parte ispirato all America, alle sue musiche e ad alcuni dei suoi grandi compositori. Il pezzo forte sono state le Symphonic Dances da West Side Story, il musical capolavoro con partitura di Leonard Bernstein, debuttato a Broadway nel 1957, pochi anni più tardi approdato sul grande schermo ed ancora oggi attualissimo. Una fusione di arie melodiche e romantiche con ritmi moderni jazzati e sincopati, anche cool, integrati in strutture complesse di tradizione classica di particolare effetto. Più popolari in tema di danze a stelle e strisce: Cajun Folk Song, dalla Country Dance di Frank Ticheli; il Rag tratto dalla Suite of Old American Dances di Russel Bennet. Shenandoah (Ticheli) e Colorado Peaks (Dana Wilson) composizioni che evocano un America selvaggia ed incontaminata la fatica e l impegno vengono vissuti come gruppo, e ciò spinge a dare sempre il massimo e a migliorarsi di continuo. Per il resto posso dire che va tutto alla grande. In Texas fa ancora caldo, e considerando che ispirandosi a due delle zone naturalistiche più affascinanti degli States. formazione della Santa Cecilia, per l annuale concerto di fine anno, è stata completata da tre musicisti dell isola Favignana: Simone Galuppo, alle percussioni; Matteo Incaviglia al basso; Giovanni Balistreri, al sax alto. Tutti bravi ad integrarsi nel complesso manerbiese. Favignana è l isola del Mediterraneo che il maestro Andreoli frequenta durante l anno e dove ha contribuito a istituire un scuola di musica sullo schema della giovanile che venerdì scorso, nell ambito del programma per il trentennale dell istituto, ha tenuto concerto nell aula magna del Pascal. Applausi ed apprezzamento dagli studenti e dai docenti per l iniziativa, un contributo alla diffusione dell arte del pentagramma tra i giovani. Nella foto di Carlo Monterenzi: la civica Santa Cecilia ed i giovani di Favignana che hanno completato l organico. siamo a novembre, direi che è una piacevole sensazione, anche se strana. prossima volta sarò felice di raccontarvi di due delle feste più importanti d America: Halloween e il Ringraziamento. Saluti dall America

19 Dicembre 2012 Pag. 19 Era un furgone affidato ai Vigili Manerbio Manerbio, una stazione brutta, ma proprio brutta Nella zona artigianale di via Leno, nel deposito dell'aci gestito dall'officina Bracchi di Manerbio addetta al soccorso stradale, è in deposito da alcuni anni. Sulla carrozzeria stanno le scritte: Polizia Locale Manerbio. C'è ancora la targa come s'usa per i veicoli normali per i quali è richiesta tassa di circolazione. Era un esemplare interamente elettrico, acquistato da una delle amministrazioni del centrosinistra del passato e doveva servire ai vigili urbani (del corpo di polizia municipale) per controllare il territorio. Ma il mezzo lo si vide poco per le strade. Dotato di ogni attrezzatura per compilare verbali e rilevare Anche se spesso diversi automobilisti si lamentano per l eccessivo numero di rotatorie, la Provincia di Brescia non ha mai smesso di intervenire nei punti critici presenti sulle sue arterie, salvando 380 vite umane in 10 anni, evitando a 380 famiglie di piangere un loro congiunto, e questo è un impegno che non verrà mai meno. I progressi ottenuti dalla Provincia di Brescia dal 2001 al 2010 nel campo della sicurezza stradale sono il risultato di centinaia di interventi infrastrutturali di messa in sicurezza delle strade. I dati disponibili degli studi effettuati prima e dopo la realizzazione delle rotatorie, hanno fortemente incoraggiato l Amministrazione Provinciale ad utilizzare questo tipo di intersezione: in generale il numero degli incidenti con feriti si è ridotto del 75%, mentre quello degli incidenti mortali è sceso del 95%. Gli effetti sulla sicurezza stradale dovuti alla configurazione geometrica di una intersezione con circolazione rotatoria I VANTAGGI - Diminuzione della velocità di percorrenza nell area di intersezione e lungo il tratto stradale dove è posizionata la rotatoria. - Diminuzione (da 24 ad 8) dei punti di conflitto ed eliminazione dei conflitti ortogonali : conseguente riduzione del numero degli incidenti stradali e della loro gravità. - Fluidificazione del traffico a causa della completa eliminazione dei tempi morti. - Possibilità di compiere in sicurezza la Lettere infrazioni, aveva costantemente le batterie scariche. E' finito in deposito e lo abbiamo fotografato: devastato all'interno, privo di fanali e segnaletica luminosa (rubati? Forse costituivano una riserva alla quale attingere senza rendere conto ad alcuno). Viste le condizioni viene da chiedere: perché non è stato spedito alla demolizione? chi paga il conto del deposito? questione delle rotatorie in Provincia manovra di svolta a sinistra e di inversione di marcia. - In presenza di rotatorie la percepibilità dell area di intersezione è superiore, di conseguenza è più elevato il livello di attenzione dell utente. Per l utente (anche non abituale) risulta più chiaro il funzionamento dell intersezione. Per gli incroci a quattro diramazioni tra due strade, una considerata come principale, con un traffico di veicoli/giorno, e l altra come secondaria, con un flusso veicolare non superiore ai veicoli/giorno, ci si attende a seguito della riorganizzazione dell intersezione il seguente risultato: 1 2 incidenti con feriti ogni 5 anni laddove l intersezione ad incrocio ordinario presentava circa 1 2 incidenti con feriti ogni anno. Per quanto riguarda gli incidenti mortali, si è verificato che il numero degli incidenti mortali rispetto al numero complessivo degli incidenti con danni alle persone si dimezza una volta riconvertita l intersezione tradizionale in rotatoria. Maria Teresa Vivaldini Assessore Provinciale ai LLPP stazione della linea ferroviaria Brescia-Olmeneta in quel di Manerbio, un'immagine da classificare fra le brutture di un nucleo urbano che si è voluto definire città. L'edificio è imbrattato dentro e fuori con scritte inimmaginabili. costruzione ha l'aspetto di un fabbricato abbandonato, invece è frequentato da lavoratori, studenti e viaggiatori in generale che si affidano al treno per viaggiare i quali non possono disporre dei servizi in quanto sigillati con un robusto lucchetto. Insomma una situazione nella quale nessuno ha avuto il buon senso di porvi rimedio. Eppure una parte del fabbricato è stata destinata ad un bar che per trovarsi in posizione isolata è oggetto di ruberie e vandalismi a cicli periodici: almeno sei incursioni dall'inizio del 2012.

20 Pag. 20 Manerbio I ritardi del macello Il signor Pini, titolare dell azienda che intende costruire il macello per i suini a Manerbio, che tante polemiche ha già sollevato e che, con ogni probabilità, continuerà a provocare, è davvero un uomo sfortunato. Nel mentre rilasciava un intervista al Giornale di Brescia, che la pubblicava il 23 novembre 2012, nella quale paventava che se ci fossero stati altri ritardi nell approvazione del progetto, avrebbe valutato l opportunità di dirottare altrove la sua iniziativa imprenditoriale, proprio nello stesso momento la Provincia di Brescia sospendeva l iter di approvazione della pratica del macello. Come già detto la colpa è della mancata produzione dei documenti integrativi da parte dei professionisti del signor Pini. Ecco spiegato uno dei motivi per il quale il progetto non va avanti. Il signor Rolfi, vicesindaco di Brescia, nonché segretario provinciale della Lega, è invece uno sbadato. Il 27 novembre 2012 i quotidiani locali riportano una sua dichiarazione nella quale tentava di scaricare la responsabilità di un eventuale trasferimento del macello, come minacciato dal signor Pini, in altro luogo ai consiglieri comunali del PDL, rei di aver affossato la buona amministrazione del carroccio. Lo abbiamo definito sbadato per la semplice ragione che la Provincia di Brescia è presieduta dall onorevole Molgora, pure lui leghista al pari del signor Rolfi. Certo, il primo è un bossiano, il secondo è un barbaro sognante (più barbaro che altro). Fatte le dovute premesse veniamo ai fatti. In questa sede non vogliamo dare giudizi di merito sulla validità o meno del progetto. Vogliamo con questo articolo raccontare in modo semplice, dati ufficiali alla mano, il tortuoso iter burocratico amministrativo del progetto del macello e stabilire di chi siano le responsabilità per i ritardi. Ecco la cronistoria degli accadimenti. Un azienda del signor Pini, imprenditore valtellinese con macelli all estero, acquista nel luglio 2011 un area di circa 90 mila metri quadrati per costruirvi un macello analogo a quelli esteri. Incarica un pool di progettisti per predisporre il relativo progetto. Il progetto viene presentato all amministrazione comunale di Manerbio che con delibera di giunta del 23 novembre 2011 esprime parere favorevole. Lo stesso fa il consiglio comunale nella seduta del 28 novembre Il 29 novembre, cioè il giorno successivo, il Comune avvia la procedura. Il 30 novembre, cioè il giorno dopo l avvio della procedura, il Comune sospende il procedimento perchè manca la Valutazione Ambientale Strategica (VAS). Il 16 dicembre il Comune convoca una conferenza dei servizi relativa allo Sportello Unico presso il quale era stato depositato il progetto. Il 20 gennaio 2012 si tiene la conferenza di cui sopra. Il 16 maggio 2012 la giunta comunale delibera l avvio della VAS. Il 3 luglio 2012 si tiene la prima conferenza dei servizi per la VAS. In questa occasione l ARPA, chiede una corposa mole di documenti integrativi. Il 07 agosto2012 viene depositata, presso la Provincia, la domanda di autorizzazione integrata ambientale e il 08 agosto 2012 la ditta Pini procede a far pubblicare l avviso di avvio del procedimento per tale autorizzazione. L 11 settembre 2012 si tiene una seconda conferenza dei servizi per la VAS. In questa sede la Provincia avanza una serie di perplessità. Il 22 novembre 2012 la Provincia sospende l iter burocratico amministrativo relativo alla pratica in oggetto, in quanto non sono pervenuti i documenti integrativi richiesti dall ARPA e dal alcuni comuni contermini. Questa è la semplice e pura cronaca dei fatti che ognuno può verificare presso gli uffici comunali di Manerbio. In un anno il Comune e l azienda non sono riusciti a completare la VAS. In genere la VAS necessita di un periodo per la sua approvazione che va dai quattro ai sei mesi. Di chi è la colpa dei ritardi? È presto detto: del Comune che ha atteso maggio per avviare la VAS e dell azienda che non ha prodotto la documentazione richiesta. Come è evidente lo scioglimento del consiglio comunale non ha nulla a che vedere con i ritardi lamentati. Anzi, l intervista del signor Pini ha tutte le caratteristiche di una perorazione, tra l altro non richiesta, a favore del sindaco e di Casaro suo vice. In altre parole si è trattato di una indebita invasione di campo che ha ottenuto il risultato opposto. Sciolto il Consiglio Comunale, il signor Pini ha proseguito con altre interviste insistendo sul tema dei ritardi omettendo ogni volta di spiegarne il perché, attribuendo colpe a tutti fuorché a se stesso e al sindaco e vicesindaco. Questo articolo ha la precisa funzione di riportare la incontrovertibile verità dei fatti, checché ne dica il signor Pini nei suoi sproloqui giornalistici. Fermenti commerciali Andar controcorrente spesso ha indotto a posteriori l appellativo, a chi ne ha avuto il coraggio, di precursore e di antesignano. Su questo giornale sull associazione culturale ISLO a cui si fa riferimento, più volte è stato scritto come il condominio sia quella barriera architettonica che impedisce il decollo dell area ex Marzotto: fu polemica aspra, nonostante l idea fosse supportata da accademici urbanisti. premessa è dovuta per smorzare sul nascere eventuali prese di posizione integraliste e per invitare a un sereno e razionale confronto sul tema in oggetto. Ho avuto sentore che si discute, non solo per accademia, su un idea-proposta di riportare il mercato settimanale al centro del paese. L idea, ad una prima valutazione, pare sconcertante ma una successiva riflessione, anche attuativa, mi ha indotto a una considerazione possibilista. In ogni città, paese e borgo vicino o lontano, elemento caratterizzante e qualificante, in modo reciproco, è l ubicazione del mercato settimanale nei centri storici o da almeno nei luoghi più antichi e radicati della tradizione. Sentirsi comunità, incontrarsi, verificarsi della stessa terra d origine e perchè no fare gossip, cioè pettegolare crea atmosfera piacevole, arricchita dalle novità del... sentito dire e...hai visto che, invita alle confidenze è occasione di sussurro anche audace che le comunicazioni elettroniche non consentono con egual sapidità. Anche il vestimento delle persone che lo popolano è all uopo e tipico: ne consegue un immagine bella, piccante, sonora, un quadro squillante e ciarliero di cittadini aggregati. Dicembre 2012 Definiti così la funzione, il carattere storicoculturale e la sua anima sociale si evince il motivo profondo che sottende alla richiesta di porre fine all esilio del mercato e il suo diritto di riappropriarsi degli spazi del luogo natio. Le continue decentrazioni così come le delocalizzazioni produttive sono certamente causa non ultima della stagnante crisi economica come anche del decadimento estetico di degrado dei centri storici per i quali si fanno vari tentativi di rianimazione, con evidenti scarsi risultati, data l esiguità e la limitatezza degli interventi, che al contrario, se continuativi e settimanali hanno qualche speranza di riuscita. Insomma porre argine alle forze dispersive e disgreganti, rigravitando i cittadini verso il centro, riequilibrando così anche la distribuzione della spesa. Quanto espresso non intende celare l interesse mercantile della richiesta, ma ci pare ampiamente giustificato dalle premesse suddette. Più che nelle modaiole notti bianche episodiche, si deve credere in giorni chiari e laboriosi per continuità e contenuti. Si ritiene che il disagio di vario tipo e di poche ore per i residenti possa essere tollerato e giustificato e anzi costituisca viatico attrattivo per una riabitazione del centro che si svuota e quindi significare un ritorno anche in termini di valori. Si precisa che, per centro non ci si riferisce ad alcuna cintura viaria ma bensì al cuore sentimentalmente inteso del paese per arte, religione. In ogni caso ambasciator non porta pena... Giovanbattista Bisetti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PREGHIERA DIGIUNO tutto crede, tutto spera, tutto sopporta tutto copre, carita Esercizi spirituali sull Amore che possiamo vivere in famiglia Esercizi

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

SCHEDA PROFILO ARTISTICO

SCHEDA PROFILO ARTISTICO SCHEDA PROFILO ARTISTICO Ermanno Franchini nato a Salò ( BS ) il 14/10/1958 residente a Toscolano Maderno in via Paolo Veronese, 32 Tel. 0365-548482 Cell. 349-8133604 E.mail : ermanno.franchini@libero.it

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano

GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano GIORNATE DELLA CORALITA Percorsi attraverso l opera di Mariele Ventre educatrice e musicista Sala Museale del Baraccano Sala Conferenze del Baraccano Quartiere Santo Stefano - Via Santo Stefano 119, Bologna

Dettagli

grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale.

grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale. Roma, 16 luglio 2015 Gentili famiglie, Cari genitori, grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale. Avete ricevuto la bellissima lettera

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Diocesi di Bergamo Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Lo scorso 30 settembre Papa Francesco ha annunciato l evento straordinario della Canonizzazione di Papa Giovanni

Dettagli

LAMPADA. CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015. 12 Aprile 2015 DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA

LAMPADA. CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015. 12 Aprile 2015 DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015 DATA Domenica II di Pasqua in albis Divina Misericordia INTENZIONE Sabato 11 18.30 Def. Marcuzzi Pietro / def. Fam. Jogna Prat Angelo/ def. Pupulin Anna e Bertoia

Dettagli

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ Carissimi, A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO SETTEMBRE - OTTOBRE 2015 tutte le nostre feste comunitarie in questo tempo ci invitano a innalzare lo sguardo alla Madonna: al Santuario per

Dettagli

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO GENNAIO FEBBRAIO 2015 Carissimi, qualcuno sta dicendo che conoscendo bene i dieci comandamenti per tutto quest anno siamo a posto! A dire il vero altri

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 FEBBRAIO Sabato 15, ore 16 - Ponte coperto (lato città) MARZO Sabato 8, ore 16 - piazza S. Michele (basilica) PAVIA, CAPITALE DI REGNO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Natale a San Giovanni e Antica Fiera di Santa Lucia

Natale a San Giovanni e Antica Fiera di Santa Lucia Natale a San Giovanni e Antica Fiera di Santa Lucia Dal 5 dicembre al 6 gennaio Partecipa al FantaNatale delle Favole, tante magiche sorprese per il tuo shopping nel Granaio!! Non perderti eventi, mercatini,

Dettagli

ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE

ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE Le festività civili, militari e religiose scandiscono, come le stagioni, la vita scolastica e i componimenti degli alunni, in particolare nella scuola

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

Verso le periferie esistenziali proposta di caritativa per gruppi parrocchiali gv, adulti, msac, acr (14enni)

Verso le periferie esistenziali proposta di caritativa per gruppi parrocchiali gv, adulti, msac, acr (14enni) Verso le periferie esistenziali proposta di caritativa per gruppi parrocchiali gv, adulti, msac, acr (14enni) La Chiesa deve uscire da se stessa. Dove? Verso le periferie esistenziali, qualsiasi esse siano,

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

Cosa abbiamo vissuto...

Cosa abbiamo vissuto... Dies Bernardinianus Dies Bernardinianus Nei giorni dal 17 al 20 maggio il Centro Culturale delle Grazie e l Associazione Amici di S. Bernardino di Lallio, u- nitamente alle rispettive Parrocchie e in collaborazione

Dettagli

via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale)

via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale) Dalla Comune e Provincia di Milano - Diocesi di Milano - Zona Pastorale Prima - Prefettura Nord - Decanato di Niguarda via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale)

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti w w w. p r o g p h o t o a g e n c y. c o m Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra Testo e foto: Giuseppe Famiglietti Onore Agli Eroi Una speranza di pace

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA. C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA. C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA a.s.2015/2016 PREMESSA Insegnare Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia significa

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

"IL MIO GESÙ": UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE AL TEATRO MANZONI

IL MIO GESÙ: UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE AL TEATRO MANZONI "IL MIO GESÙ": UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE AL TEATRO MANZONI Domenica 13 Marzo alle ore 21.00, presso il Teatro Manzoni di Pistoia va in scena Il Mio Gesù : un opera musicale di Beppe Dati sulla figura

Dettagli

NOTIZIARIO NR. 4 / 2013

NOTIZIARIO NR. 4 / 2013 ASSOCIAZIONE ZASTAVA BRESCIA PER LA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE ONLUS Via F.lli Folonari, 20 25126 BRESCIA (c/o Camera del Lavoro ) TEL. 347.3224436-347.2259942 http://digilander.iol.it/zastavabrescia/

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

anno ORATORIANO 2015-2016 gennaio 2016 porta la pace come Gesù

anno ORATORIANO 2015-2016 gennaio 2016 porta la pace come Gesù anno ORATORIANO 2015-2016 gennaio 2016 porta la pace come Gesù per tutte le notizie: www.oratoriobvidesio.it CARISSIMI GENITORI, RAGAZZI, ADOLESCENTI e GIOVANI, il tempo dell Epifania è il momento favorevole

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

STATUTO A.C. PACO RIGORE - ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA "

STATUTO A.C. PACO RIGORE - ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA STATUTO A.C. PACO RIGORE - ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA " TITOLO I Denominazione sede - stemma e colori sociali Articolo 1 Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in ossequio

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate Via Codussi, 5 24124 Bergamo Tel 035243373 Fax: 0353831961 e-mail: segreteria@darosciate.it -bgic81400p@pec.istruzione.it

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Non lasciamoci rubare l amore per la scuola (Papa Francesco all incontro con il mondo della scuola del 10 maggio 2014) CALENDARIO PASTORALE

Non lasciamoci rubare l amore per la scuola (Papa Francesco all incontro con il mondo della scuola del 10 maggio 2014) CALENDARIO PASTORALE Non lasciamoci rubare l amore per la scuola (Papa Francesco all incontro con il mondo della scuola del 10 maggio 2014) CALENDARIO PASTORALE DEL MONDO DELLA SCUOLA 2014-2015 CALENDARIO PASTORALE DEL MONDO

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI A CIVIDALE E DINTORNI MARZO 2010

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI A CIVIDALE E DINTORNI MARZO 2010 Città di Cividale del Friuli AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI A CIVIDALE E DINTORNI MARZO 2010 a cura INFORMAGIOVANI INFORMA CITTÀ EVENTI A CIVIDALE Fino al 31 marzo CIVIDALE DEL FRIULI Navel ( Foro Giulio Cesare)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Amici di Palazzo Reale

Amici di Palazzo Reale Amici di Palazzo Reale 55 56 Umberto e Maria Josè. Ultimi Principi a Palazzo Una mostra per un ritrovato percorso di visita Giulia Piovano L hanno fornito l occasione per riaprire al pubblico le sale del

Dettagli

Provincia di Rimini. Si svolgerà a Cattolica (RN) da Giovedì 5 Maggio a Domenica 8 Maggio 2016 CALENDARIO GENERALE. Giovedì 5 Maggio 2016

Provincia di Rimini. Si svolgerà a Cattolica (RN) da Giovedì 5 Maggio a Domenica 8 Maggio 2016 CALENDARIO GENERALE. Giovedì 5 Maggio 2016 La Terza Edizione del Festival e Concorso Corale Internazionale «Regina del Mare Adriatico» con il patrocinio di: Regione Emilia Romagna Provincia di Rimini Comune di Cattolica Comune di San Leo Si svolgerà

Dettagli

Parrocchie di Villongo CALENDARIO PASTORALE 2013-2014

Parrocchie di Villongo CALENDARIO PASTORALE 2013-2014 Parrocchie di Villongo CALENDARIO PASTORALE 2013-2014 OTTOBRE 2013 Martedi 1 Ore 20.45: Preghiera del Gruppo La Casa Mercoledi 2 Giovedi 3 Venerdi 4 Sabato 5 Domenica 6 Lunedi 7 Martedi 8 Mercoledi 9 Adorazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO GAETANO DONIZETTI

REGOLAMENTO DEL CIVICO ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO GAETANO DONIZETTI 38 REGOLAMENTO DEL CIVICO ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO GAETANO DONIZETTI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 139/27010 P.G. NELLA SEDUTA DEL 21/09/1998 Premessa Il Civico Istituto Musicale

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Comune di Priolo Gargallo Corpo di Polizia Municipale

Comune di Priolo Gargallo Corpo di Polizia Municipale Alcune regole per evitare incidenti con i cani Calendario Storico 2015 L a ricorrenza dell ormai tradizionale calendario storico della Polizia Municipale è occasione preziosa per riflessioni meditate ed

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Vicariato di Verona centro Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Parrocchia della Cattedrale Ogni incontro vorrà essere sempre un esperienza di ecclesialità e tenendo presente i seguenti

Dettagli

Programma Lions Club Assisi 2012/2013

Programma Lions Club Assisi 2012/2013 ALLA C.A. DEL CONSIGLIO DIRETTIVO E DELL ASSEMBLEA DEI SOCI Programma Lions Club Assisi 2012/2013 Distretto 108 L IX Circoscrizione Zona C LIONS CLUB ASSISI 2012-2013 Presidente: Dr. Cristina Guidi Programma

Dettagli

il teatro per le scuole

il teatro per le scuole stagione teatrale 2014-2015 il teatro per le scuole STAGIONE LIRICA GUIDA ALL ASCOLTO E PROVA APERTA OPERA DOMANI XIX edizione STAGIONE TEATRALE GIORNATA DELLA MEMORIA SCUOLA DI TEATRO INCONTRI PER I PIÙ

Dettagli

Prot.n.142/12-na Circ.n.35/12

Prot.n.142/12-na Circ.n.35/12 Prot.n.142/12-na Circ.n.35/12 Roma, 12 settembre 2012 Ai Presidenti provinciali Ai Presidenti regionali Ai Consiglieri nazionali Ai Referenti regionali per il settore pedagogico Alle Segreterie provinciali

Dettagli

«È stupendo vivere nell amore»

«È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» La storia di don Luigi Monza Testo di Francesca Pedretti Illustrazioni di Claudia Chinaglia Immaginate un piccolo paese, poco lontano da qui...

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

Il plesso G Fantini è ubicato in via M. Montessori n. 10 in una zona tranquilla, adiacente ad un area verde. La struttura comprende anche la Scuola

Il plesso G Fantini è ubicato in via M. Montessori n. 10 in una zona tranquilla, adiacente ad un area verde. La struttura comprende anche la Scuola Il plesso G Fantini è ubicato in via M. Montessori n. 10 in una zona tranquilla, adiacente ad un area verde. La struttura comprende anche la Scuola dell Infanzia, infatti il plesso ha un vasto bacino di

Dettagli

Il laboratorio di musica

Il laboratorio di musica Il laboratorio di musica Il laboratorio di musica si inserisce nei laboratori facoltativi pomeridiani e a differenza degli altri laboratori, che hanno una durata quadrimestrale, dura per tutto l anno.

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE ACCADEMIA MUSICALE GINO BADATI CITTA DI TRECATE Col patrocinio della Città di Trecate

ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE ACCADEMIA MUSICALE GINO BADATI CITTA DI TRECATE Col patrocinio della Città di Trecate ACCADEMIA: DOVE IL SOGNO DIVENTA REALTA PREMESSA ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE ACCADEMIA MUSICALE GINO BADATI CITTA DI TRECATE Col patrocinio della Città di Trecate 1. L Accademia Musicale, intitolata

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 17

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 17 Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 17 Stampato in proprio dicembre 2008 Una lettera catechesi del cardinale Tettamanzi per gustare la gioia del Natale e raccontare la straordinaria

Dettagli

Apertura della Settimana delle Rogazioni

Apertura della Settimana delle Rogazioni A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO Carissimi, MAGGIO GIUGNO LUGLIO 2015 il Cardinale Arcivescovo della nostra Chiesa bolognese quest anno verrà a sigillare la nostra festa della famiglia

Dettagli

In cammino con Cristo

In cammino con Cristo Bollettino della Parrocchia di SAN MARTINO Vs. Borgio-Verezzi (SV) (www.parrocchiasanmartinoborgioverezzi.org) In cammino con Cristo DICEMBRE-GENNAIO GIUBILEO STRAORDINARIO GIUBILEO STRAORDINARIO DELLA

Dettagli

(ANNO SCOLASTICO 2015/18)

(ANNO SCOLASTICO 2015/18) (ANNO SCOLASTICO 2015/18) dal Rapporto La Buona Scuola. Facciamo crescere il Paese, frutto del lavoro portato avanti congiuntamente dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini

Dettagli

Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C

Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C 1 INTRODUZIONE Ai bambini e alle bambine che a tre anni, fanno il loro

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ Calendario Liturgico Ottobre 2013 Il mese di ottobre è dedicato alla devozione al SS. Rosario. Inoltre nelle Cappelle del Cuore Immacolato di Maria a Campi Bisenzio e della

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE. Nardò, 26 Gennaio 2013

FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE. Nardò, 26 Gennaio 2013 FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE PAC E I N S I E M E I N P R I M A F I L A P E R L A LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE Nardò, 26 Gennaio 2013 In quest anno dedicato alla FEDE e così

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Progetto didattico gratuito rivolto alle sezioni medi e grandi della scuola dell infanzia di Venezia Stagione 2015 2016

Progetto didattico gratuito rivolto alle sezioni medi e grandi della scuola dell infanzia di Venezia Stagione 2015 2016 Progetto didattico gratuito rivolto alle sezioni medi e grandi della scuola dell infanzia di Venezia Stagione 2015 2016 Il Palazzetto Bru Zane Centre de musique romantique française è un istituzione votata

Dettagli

Corso di alto perfezionamento per maestri collaboratori. Busseto, 20 Maggio - 27 Luglio 2013. Docenti principali. Leo Nucci.

Corso di alto perfezionamento per maestri collaboratori. Busseto, 20 Maggio - 27 Luglio 2013. Docenti principali. Leo Nucci. Corso di alto perfezionamento per maestri collaboratori Busseto, 20 Maggio - 27 Luglio 2013 Docenti principali Leo Nucci Donato Renzetti Fabrizio Cassi, Carla Delfrate, Matteo Pais La partecipazione al

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011 Proposte pastorali per l'anno 2010/2011 LITURGIA A - Settimana Eucaristica: 10-17 ottobre 2010 per tutta la Comunità Pastorale: tema Eucarestia e vita. B - Celebrazioni Comunitarie alle ore 21.00: 1 settembre,

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

dal 6 dicembre 2014 al 10 gennaio 2015

dal 6 dicembre 2014 al 10 gennaio 2015 Assessorati alla Cultura, Turismo, Commercio dal 6 dicembre 2014 al 10 gennaio 2015 a Trezzo Natale coi fiocchi Ecco il Natale! è il tempo per rinascere, per trasformare i nostri cuori e per ridare una

Dettagli

DI CORSA FINO AL MIDOLLO. 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015

DI CORSA FINO AL MIDOLLO. 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015 DI CORSA FINO AL MIDOLLO 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015 Di corsa fino al Midollo è una corsa non competitiva organizzata da ADMO Peperoncino Running in collaborazione con ADMO

Dettagli

Dic/12. bollettino comunale di novaggio. Saluto del Sindaco. Attualità e progetti in corso. Felice Campana in Gran Consiglio. Concerto di Natale

Dic/12. bollettino comunale di novaggio. Saluto del Sindaco. Attualità e progetti in corso. Felice Campana in Gran Consiglio. Concerto di Natale Dic/12 Nr. 2 Autunno/Inverno www.novaggio.ch bollettino comunale di novaggio Saluto del Sindaco Attualità e progetti in corso Felice Campana in Gran Consiglio Concerto di Natale Commissione Giovani Attività

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour)

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour) Sfida 20 MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE DI CULTURA, SPORT, ARTI E DIALOGO: LE CITTÀ E I PAESI COME LUOGHI DI INCONTRO PER TUTTI Assessorato allo Sport Lasciati stupire... 30 Verona, dal MAGGIO 2 al GIUGNO

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016 PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016 DOMENICA 10 Gennaio Battesimo di GESU' ore 9,00-11,00 S.MESSA Battesimo : FISCHIETTI Rebecca LUNEDI' 11 Gennaio Non c'è la messa ore

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

Successo di pubblico per il Raduno Auto Storiche Città di San Lorenzo Nuovo In: Motori, San Lorenzo Nuovo, Sport 8 settembre 2012-11:25

Successo di pubblico per il Raduno Auto Storiche Città di San Lorenzo Nuovo In: Motori, San Lorenzo Nuovo, Sport 8 settembre 2012-11:25 Successo di pubblico per il Raduno Auto Storiche Città di San Lorenzo Nuovo In: Motori, San Lorenzo Nuovo, Sport 8 settembre 2012-11:25 SAN LORENZO NUOVO Grande successo di iscritti e di pubblico alla

Dettagli

Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gina Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gin

Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gina Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gin Pro getto g r af i co Roman Ceroni Photo by Marco & G i na La Pro Loco ringrazia tutti coloro che hanno contribuito e collaborato all organizzazione delle iniziative per l inverno 2015-2016 e augura a

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

Attività didattiche 2012-2013

Attività didattiche 2012-2013 Attività didattiche 2012-2013 VISITA TRADIZIONALE Lungo un percorso di 30 sale i ragazzi sono accompagnati a conoscere i fatti e i protagonisti che hanno portato all indipendenza e all unità d Italia.

Dettagli