Product Instructions. Instrucciones para el uso. Gebrauchsanweisung. Produktvejledning. Instructions d'utilisation. Bruksanvisning

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Product Instructions. Instrucciones para el uso. Gebrauchsanweisung. Produktvejledning. Instructions d'utilisation. Bruksanvisning"

Transcript

1 BRAND Eng Product Instructions E Instrucciones para el uso D Gebrauchsanweisung DK Produktvejledning F Instructions d'utilisation S Bruksanvisning I Istruzioni per l'uso

2 D F I Examples for positive and negative test results Beispiele für positive und negative Testergebnisse Exemples de résultats positifs et négatifs Esempio di risultato positivo e negativo E DK S Ejemplos de resultados positivos y negativos Eksempler på positive og negative testresultater Exempel på positiva och negativa analysresultat If blue colour is seen on or at the edge of one or more of the faecal specimens within 60 seconds, the patient has tested positive for faecal occult blood. D F I Bildet sich der typische blaue Farbton innerhalb 60 Sekunden auf oder am Rand von einer oder mehreren Stuhlproben, so ist der Test auf okkultes Blut im Stuhl positiv. Si la coloration bleue typique apparaît dans les 60 secondes sur l échantillon fécal ou sur ses bords, le test de recherche de sang occulte est positif. Se questa tipica colorazione blu appare sopra o agli angoli di uno o più campioni di feci, entro 60 secondi, il paziente è positivo per il test del sangue occulto. E DK S Si este típico color azul se observa en la zona de la muestra o en el borde del espécimen en los primeros 60 segundos, el paciente se considerará positivo para el test de sangre oculta en heces. Hvis denne typiske blå farve observeres på eller langs kanten af en eller flere fæcesprøver inden for 60 sekunder, er patienten testet positiv for okkult blod i fæces. Om denna typiska blåfärgning syns på eller i kanten av en eller flera av aföringsproverna inom 60 sekunder, är patientens prov positivt för ockult blod i avföring. 3

3 I Istruzioni per l'uso BRAND TEST PER LA RICERCA DEL SANGUE OCCULTO NELLE FECI Indicazioni Hemoccult è un test qualitativo semplice e rapido per la ricerca del sangue occulto nelle feci, per l'identificazione di malattie gastrointestinali, incluso il cancro colorettale. Hemoccult è un test utilizzato a livello internazionale ed è raccomandato dagli specialisti medici per lo screening del cancro colorettale in pazienti asintomatici a rischio medio. L'identificazione del sangue occulto nelle feci è un metodo affidabile grazie al quale è possibile rilevare la presenza di un tumore colorettale in una fase iniziale e quindi ancora curabile. Grazie ad esso è quindi anche possibile prevenire l'insorgenza di un tumore grazie all'identificazione e rimozione di precursori benigni del carcinoma. 3 In base alla sequenza adenoma-carcinoma riconosciuta in tutto il mondo, il 90% di tutti i carcinomi colorettali si sviluppano da adenomi e/o da una displasia. Si è potuto dimostrare con analisi EBM (medicina basata sulle prove di efficacia) che con uno screening effettuato utilizzando Hemoccult si è in grado di ridurre in modo significativo la mortalità dovuta al cancro colorettale. 4-9 Hemoccult viene usato inoltre come ausilio diagnostico di routine, per il monitoraggio del sanguinamento gastrointestinale in pazienti ricoverati, in pazienti con anemia sideropenica o in seguito ad intervento chirurgico, ulcera peptica, colite ulcerosa e altre patologie. Hemoccult non è un test per la diagnosi del cancro colorettale o d'altre malattie specifiche. Come funziona Le test card Hemoccult contengono una carta da filtro impregnato di resina di guaiaico sul quale si striscia il campione di feci. Come sviluppatore della reazione del campione secco si utilizza una soluzione alcolica stabilizzata di perossido di idrogeno. In presenza di sangue occulto nelle feci, il filtro di carta sviluppa una colorazione blu entro 60 secondi. La reazione chimica si basa sull'ossidazione del guaiaco da parte del perossido d'idrogeno con formazione di prodotti di ossidazione di colore blu che si verifica solo in presenza di perossidasi. Sebbene l'emoglobina non sia un enzima, l'eme ha la proprietà di trasportare l'ossigeno e catalizza la reazione. La presenza di emoglobina rilasciata da eritrociti o da eme è quindi necessaria perché il test risulti positivo alla ricerca di sangue occulto nelle feci. Reagenti e Materiali 40 buste con 3 test card Hemoccult, contenenti carta da filtro trattata con resina di guaiaco (min. 0,05 mg), 6 applicatori (spatole di cartone) e le istruzioni per il paziente 2 flaconi da 15 ml di Sviluppatore Hemoccult (Developer), soluzione idro-alcolica stabilizzata di perossido di idrogeno (H 2 O 2 : 0,45 g.) Le test card Hemoccult devono essere usate utilizzando esclusivamente lo sviluppatore Hemoccult! 22

4 Sensibilità Hemoccult ha una sensibilità definita con la massima precisione, ideale per l'effettuazione di screening. In numerosi studi clinici prospettici randomizzati controllati, prevalentemente condotti negli USA e in Europa su individui dove si è potuto dimostrare che l'uso di Hemoccult riduce la mortalità dovuta al cancro colorettale di circa il 35 %, se il test per la ricerca di sangue occulto nelle feci viene proposta annualmente, e di circa il 20 % se il test viene effettuato ogni due anni. 4-9 La sensibilità è stata regolata con la massima cura per ottenere la massima precisione nell'individuazione di lesioni cancerogene e precangerogene in sede colorettale ed evitare allo stesso tempo un risultato positivo in caso di presenza di quantità minime di sangue nelle feci di natura non patologica Per tale motivo il sanguinamento del tratto intestinale superiore da un risultato positivo solo nel caso che, dopo la scomposizione effettuata da batteri ed enzimi durante il passaggio gastrointestinale, siano presenti ancora quantità sufficienti di emoglobina o di eme nel campione di feci. I prodotti di degradazione - da porfirina a bilirubina - non catalizzano la reazione. La sensibilità di uno screening ripetuto con Hemoccult per quanto riguarda i carcinomi colorettali è risultata pari al 72-78%, la specificità del 98% e il valore predittivo positivo del 10-17%. 13 Nella maggior parte di questi studi, è stato chiesto ai pazienti di attenersi, per un periodo di almeno tre giorni prima e durante tutto il periodo di campionamento, ad una dieta specifica (astenersi dal consumare carne cruda, poco cotta e carni rosse), e per un periodo di almeno sette giorni prima e durante tutto il periodo di campionamento di non assumere sostanze quali acido acetilsalicilico o altri farmaci antinfiammatori non steroidei (come Ibuprofen, Indometacina, Naprossene), per evitare che sanguinamenti dovuti a tali sostanze possano contribuire a dare risultati positivi. Inoltre questi studi raccomandano di non assumere vitamina C in dosi superiori a 250 mg./die da frutta o integratori alimentari, in quanto tali sostanze potrebbero contribuire a dare falsi risultati negativi. Studi clinici che hanno usato cellule ematiche marcate con cromo [ 151 Cr] prelevate da pazienti con neoplasie colorettali indicano una perdita di sangue giornaliera pari a 2-3 ml che rappresenta il valore minimo che può essere associato a patologie gastrointestinali In base a studi in vitro in cui sangue fresco è stato aggiunto ai campioni di feci di volontari asintomatici, Hemoccult ha dato risultati di test positivi approssimativamente il 50% delle volte con 0,3 mg. Hb/g di feci. 14 Misure dietetiche Le restrizioni dietetiche indicate in passato negli studi per la ricerca di sangue occulto nelle feci possono essere oggi semplificate nel quadro di nuovi programmi di screening al fine di poter ottenere dai pazienti una più elevata disponibilità nei confronti dell'esecuzione del test La riduzione delle limitazioni dietetiche può influenzare il tasso di positività, ma ciò favorisce una maggiore diffusione dell uso di Hemoccult. Esistono restrizioni dietetiche diverse a seconda del paese, le più severe riguardano gli USA. In Francia non esistono restrizioni dietetiche per l'uso di Hemoccult nei programmi nazionali di screening per la ricerca di tumori colorettali. Il test Hemoccult è usato di routine dal 1977 in programmi tedeschi di screening di tumori e dal 2002 in programmi organizzati di screening di tumori colorettali effettuati in Francia. Per garantire un elevato livello di partecipazione si è rinunciato, sin dall'inizio, a imporre severe restrizioni dietetiche, in 23

5 24 quanto numerosi studi hanno dimostrato che un'alimentazione normale non contribuisce a dare falsi risultati positivi e che anche la somministrazione di 200 g di carne macinata cruda non origina falsi risultati positivi. 15 Schwartz et al. hanno analizzato i risultati del primo anno di screening: 18 Più di tre milioni di soggetti (2,42 di sesso femminile e 1,06 di sesso maschile) di età superiore a 45 anni si sono sottoposti ad un test della durata di tre giorni per la ricerca di sangue occulto nelle feci. I partecipanti sono stati informati che - diversamente da quanto praticato in passato - non sarebbe stato necessario attenersi a severe misure dietetiche. Si è raccomandato solamente ai pazienti di assumere - nei tre giorni precedenti e durante l'effettuazione del test - un'alimentazione ricca di fibre e di evitare prodotti contenenti carne cruda e semicruda e grandi quantità di farmaci contenenti vitamina C. Con questa indicazione, l'1,0 % dei soggetti femminili e l'1,5% dei soggetti maschili sono risultati positivi. La percentuale di risultati positivi è stata quindi inferiore al 3%. Nel 4,7% dei soggetti femminili e nel 10,7% dei soggetti maschili, il cui test era risultato positivo, è stata rilevata la presenza di un carcinoma. Per questo motivo, nei moderni programmi di screening tedeschi si utilizzano esclusivamente quei test che possono "mostrare le caratteristiche dichiarate anche con un regime alimentare normale". 2 Grazie all'equilibrata sensibilità di Hemoccult è sufficiente raccomandare al paziente, tre giorni prima dell'effettuazione del test fino al completamento dello stesso, di assumere una dieta ricca di fibre, integrando l'alimentazione con una quantità sufficiente di verdure, insalate, noci, crusca di frumento o pane integrale, per aumentare il volume delle feci e per accelerare il passaggio nel tratto gastro-intestinale. Una dieta leggera potrebbe nascondere la presenza di lesioni. Si dovrebbe però evitare di assumere alimenti quali il sanguinaccio. Una quantità eccessiva di vitamina C potrebbe impedire l'identificazione di sangue occulto nelle feci. Ciò è stato riscontrato da Jaffe et al. nel 1975 nel caso di una paziente con già noto sanguinamento intestinale che assumeva giornalmente una dose di 2 g di Acido ascorbico. 19 Dopo aver interrotto per diversi giorni l'assunzione, il test risultò positivo. Il test eseguito alcuni giorni dopo la riassunzione di 4 dosi giornaliere di 500 mg. di vitamina C risultò nuovamente negativo. In test successivi eseguiti su volontari, gli autori hanno cercato di quantificare questi risultati. A 4 soggetti sani il cui test era risultato negativo sono stati somministrati 20 ml. di sangue autologo. Le test card hanno dato - dai due ai quattro giorni successivi - un risultato positivo. Se i volontari assumevano però anche vitamina C 750 mg mg. al giorno in 3-4 dosi uguali, un'ora dopo aver assunto il sangue, l'intensità della colorazione blu si riduceva progressivamente e scompariva completamente a dosi superiori di mg al giorno. 20 È quindi evidente che se si assume una dose di almeno 750 mg. di vitamina C al giorno, questa non verrà completamente assorbita dall'organismo. Se il campione di feci contiene qualche residuo, il risultato positivo verrà attenuato o impedito, in quanto l'acido ascorbico agisce da agente riducente. I risultati di questa indagine hanno fatto si che negli USA la somministrazione giornaliera di vitamina C fosse limitata a 250 mg. al giorno. In Europa si raccomanda di assumere una dose massima di 500 mg. di vitamina C al giorno. È possibile attenersi facilmente a questa dose, senza dover modificare la normale alimentazione. È sufficiente infatti che il paziente - tre giorni prima dell'esecuzione e durante il test - non ingerisca farmaci contenenti vitamina C o beva succhi di frutta con vitamina C aggiunta. In caso di assunzione di farmaci che possono causare sanguinamenti intestinali (come ad es. Acido Acetilsalicilico in dosi superiori a 325 mg./die, farmaci antiflogistici non steroidei, anticoagulanti), si dovrà di caso in caso stabilire se è possibile per un periodo complessivo di almeno sei giorni ridurne o interromperne del tutto l'assunzione.

6 Come si usa 1. Al paziente viene consegnata una busta contenente le istruzioni per l'uso, 3 test card e 6 spatole di cartone. Per aprire la busta basterà staccare il sacchetto di raccolta lungo la linea perforata. 2. Il paziente deve scrivere nome e data di nascita sul sacchetto di raccolta. 3. Per tre giorni consecutivi, in cui c'è stata evacuazione, il paziente deve raccogliere ogni volta due campioni di feci. Non bisogna far cadere le feci nell'acqua. A tale scopo si deve utilizzare un dispositivo di raccolta delle feci da inserire nel WC oppure ricoprire la superficie dell'acqua con un foglio di giornale piegato due volte. Al termine si consiglia di azionare almeno due volte lo scarico per evitare l'otturazione del gabinetto. Il paziente può anche mettere nel WC un piatto di carta, un contenitore o un vaso da notte. Con la prima spatola si raccoglie un campione di feci della grandezza di una lenticchia fino a quella di un pisello a seconda della consistenza delle stesse e la si fa strisciare sulla parte sinistra (A) della test card Hemoccult. Non applicare in modo troppo sottile e riempire del tutto o quasi del tutto la parte contrassegnata. Con la seconda spatola si raccoglie un altro campione di feci da un altro punto delle feci che si deve applicare sulla parte destra (B) della test card. Chiudere la test card e munirla sul fronte di nome e data di raccolta del campione. Inserire quindi il campione nell sacchetto di raccolta per permettere che le feci asciughino. 4. Procedere allo stesso mondo per la raccolta del campione di feci nei due giorni successivi in cui si ha l'evacuazione e applicare i campioni sulla seconda e terza test card Hemoccult. 5. Chiudere il sacchetto di raccolta con la striscia autoadesiva e consegnarla al medico che effettuerà l'analisi. Il sacchetto di raccolta Hemoccult è realizzata in carta inattaccabile da batteri. Una volta sigillata garantisce una conservazione igienica fino al momento dell'effettuazione dell'analisi nel laboratorio. Analisi L'analisi del test non deve essere eseguita da persone che soffrono di daltonismo e che hanno quindi problemi a distinguere il colore blu! Eseguire l'analisi delle test card Hemoccult solo dopo che i campioni di feci sono asciutti. Consigliamo di attendere altre 48 ore in quanto è stato dimostrato che così è possibile evitare risultati falsamente positivi dovuti a perossidasi di origine vegetale. 21 È possibile eseguire l'analisi entro un periodo complessivo di 14 giorni senza che in questo periodo la sensibilità al sangue presente nelle feci si riduca sensibilmente. 14 Per eseguire l'analisi, aprire le tre test card del paziente sul retro e disporle una accanto all'altra. Applicare nel centro di ciascuna delle sei parti contrassegnate una goccia della soluzione di sviluppo. Nella fase successiva applicare una seconda goccia. Se l'anello esterno della superficie bagnata non ha ancora oltrepassato la zona in cui è applicato il campione, applicare una terza o anche una quarta goccia. Qualsiasi comparsa di colore blu in corrispondenza o al bordo del campione di feci, indica un risultato positivo di sangue occulto. In tal caso sarà necessario eseguire ulteriori indagini diagnostiche. Interpretare i risultati entro 60 secondi, in quanto il colore sbiadisce con il passare del tempo. 25

7 Sviluppo e interpretazione del Performance Monitor (Controllo di Qualità). 1. Applicare 1 goccia di sviluppatore Hemoccult (Developer) tra le due aree bianche e rotonde ( e ) del Performance Monitor. 2. Interpretare i risultati entro 10 secondi. Se la test card e lo sviluppatore funzionano correttamente, un colore blu compare nell'area positiva ( ) del Performance Monitor mentre l'area contrassegnata ( ) rimane bianca. 3. L'intensità e la sfumatura del colore blu della zona positiva del Performance Monitor non devono essere considerati come confronto di interpretazione per i risultati di test positivi. 4. Qualsiasi colore blu che deriva dalla zona positiva del Performance Monitor non deve essere considerato, quando s'interpretano i risultati del campione. Performance Monitor (Controllo di Qualità). Il corretto funzionamento e la stabilità delle test card e dello sviluppatore sono verificati con il Performance Monitor. La zona positiva ( ), rotonda, del Performance Monitor contiene un catalizzatore derivato dall'emoglobina che diventa blu entro 10 secondi dall'applicazione del sviluppatore. La superficie negativa ( ) del Performance Monitor, non contiene catalizzatori, e non deve colorarsi di blu dopo l'applicazione dello sviluppatore. Se le aree rotonde del Performance Monitor non funzionano come qui descritto, il risultato del test non è valido. Avviso importante Anche se, durante il periodo di osservazione di 60 secondi, solo una delle sei aree di applicazione si colorerà di blu, il risultato del test Hemoccult deve essere considerato positivo, in quanto nel campione di feci interessato è stato individuato sangue occulto. In tal caso è necessario effettuare altre indagini diagnostiche. È assolutamente sconsigliato ripetere un test Hemoccult risultato positivo allo scopo di verificarne una seconda volta il risultato, in quanto il sanguinamento constatato può essere di natura intermittente. Un risultato negativo del test non esclude la presenza di una lesione colorettale, in quanto i sanguinamenti intestinali possono essere intermittenti, il sangue non è sempre distribuito uniformemente nelle feci e l'emoglobina viene demolita durante il passaggio intestinale. In caso di disturbi gastrici di natura non chiara o di altri motivi di sospetto sarà quindi necessario, nonostante il test sia risultato negativo, procedere ad altre indagini diagnostiche. Non raccogliere campioni di feci se è stato individuato sangue visibile nelle feci (in caso di emorroidi sanguinanti o durante il ciclo mestruale). Il sanguinamento da emorroidi provoca raramente un risultato positivo, in quanto viene a mancare l'emoglobina racchiusa negli eritrociti intatti necessaria per la reazione di guaiaco. Se, in caso di risultato positivo del test, è stata individuata anche la presenza di emorroidi, sarà necessario ripetere il test dopo aver trattato e guarito le emorroidi, in quanto il risultato positivo potrebbe essere stato causato da un'altra fonte di sanguinamento presente nel colon. 26

8 Le indagini eseguite hanno dimostrato che i supplementi di ferro in dosi normali non causano falsi risultati positivi. 22 Alcuni farmaci utilizzati per combattere la carenza di ferro contengono però più di 250 mg di vitamina C. Alcuni farmaci possono causare un falso risultato positivo se sono in grado di indurre un sanguinamento gastrointestinale Un falso risultato positivo può essere causato dall'applicazione di disinfettanti a base di iodio nella regione anale. 25 La reidratazione prima di applicare lo sviluppatore e sconsigliata! Hemoccult non è adatto a testare campioni di succhi gastrici. Ogni paziente il cui test è risultato positivo deve sottoporsi ad un esame completo del colon tramite colonscopia. Se ciò non é possibile, si deve sottoporre il paziente ad un clisma opaco a doppio contrasto secondo le raccomandazioni OMS. 26 Conservazione e stabilità Se conservato adeguatamente, Hemoccult rimane stabile fino alla data di scadenza indicata sulla confezione e sulla busta. Non conservare in frigorifero o nel congelatore. Evitare di esporre il prodotto ai raggi diretti del sole (raggi ultravioletti), o ad alte temperature, a gas ossidanti o a sostanze chimiche (ad es. iodio, cloro, bromo, ammoniaca od ozono). Le test card Hemoccult, le cui strisce reattive si sono già colorate di blu o blu-verde prima di essere state consegnate al paziente, sono inutilizzabili. 30 C 2 C Precauzione e avvertenze Lo sviluppatore Hemoccult è infiammabile. Evapora facilmente e deve quindi essere conservato sempre chiuso. Evitare il contatto con gli occhi e con la pelle. In caso di contatto accidentale con la pelle, sciacquare immediatamente con abbondante acqua. In caso di contatto con gli occhi, sciacquare abbondantemente gli occhi, tenendo le palpebre aperte, per almeno 15 minuti e consultare immediatamente un medico. Per lo smaltimento delle test card e dello sviluppatore, attenersi alle disposizioni locali o interne. Le test card usate potrebbero contenere materiale potenzialmente infettivo. F Facilmente infiammabile 27

9 Bibliography Literatur Bibliographie Bibliografia Bibliografía Litteraturhenvisninger Litteraturförteckning 1. Greegor DH, Diagnosis of Large-Bowel Cancer in the Asymptomatic Patient, JAMA 1967; 201: Bundesanzeiger ; 224: Winawer SJ et al., Colorectal Cancer, in: Cancer Free, The Comprehensive Cancer Prevention Program, 1995; Simon & Schuster, New York, New York: Mandel JS et al., Reducing Mortality from Colorectal Cancer by Screening for Fecal Occult Blood, N Engl J Med 1993; 328: Hardcastle JD et al., Randomised controlled trial of faecal-occult-blood screening for colorectal cancer, Lancet 1996; 348: Kronborg O et al., Randomised study of screening for colorectal cancer with faecal-occult-blood test, Lancet 1996; 348: Faivre J et al, Reduction in Colorectal Cancer Mortality by Fecal Occult Blood Screening in a French Controlled Study, Gastroenterology 2004; 126: Winawer SJ et al., Screening for Colorectal Cancer With Fecal Occult Blood Testing and Sigmoidoscopy, J Natl Cancer Inst 1993; 85(16): Winawer SJ et al., Colorectal Cancer Screening and Surveillance: Clinical Guidelines and Rational Update on New Evidence, Gastroenterology 2003; 124: Young GP et al., Clinical Methods for Early Detection: Basis, Use and Evaluation, in: Young GP et al., Prevention and Early Detection of Colorectal Cancer, 1996, WB Saunders Company Ltd., London, p Macrae FA et al., Relationship between patterns of bleeding and Hemoccult sensitivity in patients with colorectal cancers or adenomas, Gastroenterology 1982; 82: Herzog P et al., Fecal Blood Loss in Patients With Colonic Polyps: A Comparison of Measurements With 51 Chromium-Labeled Erythrocytes and With the Haemoccult Test, Gastroenterology 1982:83: Winawer SJ et al., Colorectal Cancer Screening: Clinical Guidelines and Rational, Gastroenterology 1997; 112: Data on file, Product Development Department, Beckman Coulter, Inc., Primary Care Diagnostics 15. Feifel G et al., Der Haemoccult-Test ohne diätetische Einschränkung, in: Goertler K, Kolorektale Krebsvorsorge, 1978; Verlag DE Wachholz, Nürnberg: Thomas WM et al., Role of dietary restriction in Haemoccult screening for colorectal cancer, Br J Surg 1989; 76: Pignone M et al., Meta-analysis of Dietary Restriction during Fecal Occult Blood Testing. Eff Clin Pract. 2001; 4: Schwartz FW et al., Kolorektale Krebsfrüherkennung mittels Nachweis von okkultem Blut im Stuhl Erste Ergebnisse, Dtsch Ärzteblatt 1979; 18: Jaffe RM et al., False-Negative Stool Occult Blood Tests Caused by Ingestion of Ascorbic Acid (Vitamin C), Ann Int Med 1975; 83: Jaffe RM et al., A new occult blood test not subject to false-negative results from reducing substances, J Lab Clin Med 1979; 93: Sinatra MA et al., Interference of Plant Peroxidases with Guaiac-based Fecal Occult Blood Tests Is Avoidable, Clin Chem 1999; 45(1): Anderson GD et al., An Investigation into the Effects of Oral Iron Supplementation on in Vivo Hemoccult Stool Testing, Am J Gastroenterol 1990; 85: Greenberg PD et al., Asymptomatic chronic gastrointestinal blood loss in patients taking aspirin or warfarin for cardiovascular disease, Am J Med 1996; 100(6): Johnson PC, Gastrointestinal consequences of treatment with drugs in elderly patients, J Am Ger Soc 1982; 30(11):S Clapp WH, Iodine and occult blood testing. Consultant 208, April Winawer SJ et al., Prevention of colorectal cancer: guidelines based on new data, Bulletin WHO 1995; 73(1):

10 Beckman Coulter, Inc. Brea, CA 92821, U.S.A. Beckman Coulter Ireland Inc. Mervue Business Park Mervue Galway, Ireland Tel.: Beckman Coulter GmbH Europark Fichtenhain B 13 D Krefeld - Fischeln Tel.: Fax Beckman Coulter GmbH G Aug 2009

Instrucciones para el uso. Product Instructions. Gebrauchsanweisung. Produktvejledning. Instructions d'utilisation. Bruksanvisning

Instrucciones para el uso. Product Instructions. Gebrauchsanweisung. Produktvejledning. Instructions d'utilisation. Bruksanvisning Eng Product nstructions E nstrucciones para el uso D Gebrauchsanweisung DK Produktvejledning F nstructions d'utilisation S Bruksanvisning struzioni per l'uso D F Examples for positive and negative test

Dettagli

Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles

Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles 3 www.bowelscreeningwales.org.uk Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles Perché è consigliato effettuare lo screening per i

Dettagli

Il ruolo del Laboratorio di Patologia Clinica dallo screening al follow-up del cancro colon-rettale

Il ruolo del Laboratorio di Patologia Clinica dallo screening al follow-up del cancro colon-rettale Il ruolo del Laboratorio di Patologia Clinica dallo screening al follow-up del cancro colon-rettale Franca Minetti Mauro Murialdo Savona, 11 febbraio 2006 Sangue Occulto Fecale (FOBT) Ricerca del sangue

Dettagli

RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO. Angelo Tersidio

RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO. Angelo Tersidio RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO Angelo Tersidio ATTORE PROTAGONISTA: IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE ( e non è la solita frase di circostanza!) CANCRO DEL

Dettagli

La prevenzione della patologia neoplastica del colon-retto nello studio del medico di medicina generale: un esperienza in Liguria

La prevenzione della patologia neoplastica del colon-retto nello studio del medico di medicina generale: un esperienza in Liguria Esperienze e ricerche in Medicina Generale La prevenzione della patologia neoplastica del colon-retto nello studio del medico di medicina generale: un esperienza in Liguria Luigi Pio Miglio 1, Giulia San

Dettagli

Prevenzione dei tumori del colon-retto

Prevenzione dei tumori del colon-retto Prevenzione dei tumori del colon-retto Il Carcinoma del Colon-Retto (CCR) rappresenta la seconda causa di mortalità neoplastica sia nei maschi, dopo quello del polmone, sia nelle donne dopo quello della

Dettagli

Cancro del Colon-Retto

Cancro del Colon-Retto Cancro del Colon-Retto Prevenzione, Screening e Sorveglianza Dott. Marco La Torre Dipartimento di Chirurgia Generale Azienda Ospedaliera Sant Andrea Epidemiologia Il carcinoma colon- rettale (CCR) è al

Dettagli

L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE

L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE L IMPORTANZA DELLO SCREENING E L IMPATTO SULLE RISORSE RENATO CANNIZZARO S.O.C. GASTROENTEROLOGIA ONCOLOGICA CRO-ISTITUTO NAZIONALE TUMORI IRCCS - AVIANO L IMPORTANZA DELLO SCREENING L IMPATTO SULLE RISORSE

Dettagli

Screening e sorveglianza per il tumore del colon retto e delle lesioni polipoidi adenomatose del colon

Screening e sorveglianza per il tumore del colon retto e delle lesioni polipoidi adenomatose del colon Screening e sorveglianza per il tumore del colon retto e delle lesioni polipoidi adenomatose del colon Introduzione Negli Stati Uniti, il tumore del colon-retto (CRC) è la terza neoplasia più comune diagnosticata

Dettagli

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA:

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: LO SCREENING DEL CANCRO COLON-RETTALE AIGO PER I PAZIENTI: INFORMAZIONE SANITARIA A CURA DELLE COMMISSIONI AIGO

Dettagli

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO Combattere i tumori è possibile. Prima di tutto prevenendone la comparsa attraverso la riduzione dei fattori di rischio, adottando stili di vita sani come evitare il

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007. Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale

CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007. Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007 Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale Conferenza stampa per la presentazione della Campagna di prevenzione a favore

Dettagli

SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE

SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE SCREENING CARCINOMA COLO-RETTALE Francesco Tonelli Cattedra di Chirurgia Generale, Università di Firenze AOU Careggi Convegno medico UniSalute APPROPRIATEZZA ED EFFICACIA DEGLI SCREENING Bologna 12 ottobre

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI A CURA DI Centro screening - Dipartimento di Sanità Pubblica Programma Screening per la prevenzione dei tumori-direzione Sanitaria AUSL Bologna I tumori rappresentano

Dettagli

Screening del Cancro Colon Rettale (CCR) in Asl 5 Spezzino

Screening del Cancro Colon Rettale (CCR) in Asl 5 Spezzino Screening del Cancro Colon Rettale (CCR) in Asl 5 Spezzino Gli screening oncologici Per la prevenzione dei tumori caratterizzati da lento accrescimento in Italia viene promossa la pratica dello screening

Dettagli

Test delle urine multi-strisce (1-11 parametri)

Test delle urine multi-strisce (1-11 parametri) Test delle urine multi-strisce (1-11 parametri) PER USO PROFESSIONALE FOR PROFESSIONAL USE MANUALE D USO ATTENZIONE: Gli operatori devono leggere e capire completamente questo manuale prima di utilizzare

Dettagli

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Qualche numero Sul territorio nazionale: Incidenza CRC: 52.000 nuovi casi diagnosticati

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

Rischio Emorragico. farma memo. scritto è meglio! International Normalized Ratio. Rischio Trombotico

Rischio Emorragico. farma memo. scritto è meglio! International Normalized Ratio. Rischio Trombotico Rischio Emorragico 6 5 4 3 2 1 International Normalized Ratio farma memo scritto è meglio! Rischio Trombotico Campagne regionali per la sicurezza del paziente: La prevenzione degli errori di terapia Un

Dettagli

Effetto della polipectomia

Effetto della polipectomia Effetto della polipectomia POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA Interruzione sequenza adenoma - carcinoma Qualunque metodo di diagnosi porta alla polipectomia Polipo reciso L ansa diatermica Incappia il polipo Base

Dettagli

LA COLONSCOPIA L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: AIGO PER I PAZIENTI:

LA COLONSCOPIA L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: AIGO PER I PAZIENTI: L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: LA COLONSCOPIA AIGO PER I PAZIENTI: INFORMAZIONE SANITARIA A CURA DELLE COMMISSIONI AIGO LA COLONSCOPIA Cos è la

Dettagli

MALATTIA DIVERTICOLARE DEL COLON COSTELLAZIONI DI SINTOMI CHE VANNO DALLA SEMPLICE IRREGOLARITA DELL ALVO SEVERO SANGUINAMENTO SEVERA INFIAMMAZIONE ADDOMINALE LOCALIZZAZIONE Sulla parete del colon dove

Dettagli

Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico

Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico Programma valdese di screening del cancro del colon Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico Dépistage du cancer du colon Canton de Vaud Indice Decisione assistita

Dettagli

ANALISI DELLA MORTALITÀ E DELL INCIDENZA DEL TUMORE DEL COLON RETTO IN RELAZIONE ALL ATTIVAZIONE DEI PROGRAMMI DI SCREENING

ANALISI DELLA MORTALITÀ E DELL INCIDENZA DEL TUMORE DEL COLON RETTO IN RELAZIONE ALL ATTIVAZIONE DEI PROGRAMMI DI SCREENING ANALISI DELLA MORTALITÀ E DELL INCIDENZA DEL TUMORE DEL COLON RETTO IN RELAZIONE ALL ATTIVAZIONE DEI PROGRAMMI DI SCREENING Manuel Zorzi, Ugo Fedeli, Elena Schievano, Emanuela Bovo, Stefano Guzzinati,

Dettagli

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO Impatto sulla Medicina Generale SCOPI DEGLI SCREENING ONCOLOGICI Uno screening è un esame sistematico della popolazione per individuare le persone affette da una

Dettagli

Test rapido immunocromatografico per la rilevazione della Calprotectina su campione fecale

Test rapido immunocromatografico per la rilevazione della Calprotectina su campione fecale Test rapido immunocromatografico per la rilevazione della Calprotectina su campione fecale L-CT-101 L-CT-102 Medcard Calpro Test immunocromatografico per la rilevazione della Calprotectina nelle feci Medcard

Dettagli

"ATTENZIONE A ERBE MEDICINALI"

ATTENZIONE A ERBE MEDICINALI Anno II Numero 261 AVVISO 1. Corso per la formazione dei lavoratori Martedì 08 Ottobre 2013, S.S. Brigida, Ivano Il Proverbio di Oggi Cunziglio e volpe rammaggio e gallina Quando il furbo ti consiglia

Dettagli

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano!

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano! GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO! WORLD NO -TOBACCO DAY 2015! ISS - Roma, 29 maggio 2015! Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto

Dettagli

204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE.

204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE. 204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE. 2 204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL CANCRO DEL COLON-RETTO IN STADIO INIZIALE PUNTI FERMI E CONTROVERSIE

APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL CANCRO DEL COLON-RETTO IN STADIO INIZIALE PUNTI FERMI E CONTROVERSIE APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL CANCRO DEL COLON-RETTO IN STADIO INIZIALE PUNTI FERMI E CONTROVERSIE IL RUOLO DIAGNOSTICO DEL GASTROENTEROLOGO GIORGIO BENEDETTI SSD di GASTROENTEROLOGIA ed ENDOSCOPIA DIGESTIVA

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE

IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE TERRITORIO di riferimento PROVINCIA DI VARESE ESTENSIONE TERRITORIALE: 1.199 Kmq DENSITÀ ABITATIVA: 744,48 abitanti per Kmq (01/01/2015) TOTALE COMUNI: 139 POPOLAZIONE

Dettagli

CellSolutions General Cytology Preservative

CellSolutions General Cytology Preservative CellSolutions General Cytology Preservative Codice di catalogo: C-101 (10 ml fiala) C-101-25 (25 x 10 ml fiale) C-101-200 (8 x 25 x 10 ml fiale) C-101-500 (20 x 25 x 10 ml fiale) C-101L (1 L) C-101G (4

Dettagli

Ferro funzionale: mioglobina, enzimi i respiratori Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto: transferrina

Ferro funzionale: mioglobina, enzimi i respiratori Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto: transferrina L anemia sideropenica (cause ed effetti) FERRO (Fe) TIPOLOGIE NELL ORGANISMO Ferro funzionale: emoglobina, mioglobina, enzimi i respiratori i Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto:

Dettagli

Endoscopia digestiva. scheda 01.05 Diagnostica per immagini

Endoscopia digestiva. scheda 01.05 Diagnostica per immagini scheda 01.05 Diagnostica per immagini 01.05 pag. 2 Cos è Le patologie ricercate MediClinic offre la possibilità di effettuare, in condizioni di massima sicurezza e confortevolezza, i due principali esami

Dettagli

La prevenzione in oncologia: considerazioni per il medico di famiglia

La prevenzione in oncologia: considerazioni per il medico di famiglia La prevenzione in oncologia: considerazioni per il medico di famiglia Negli ultimi anni nel campo della prevenzione in oncologia si è verificato un processo di profonda maturazione e sviluppo, che ha migliorato

Dettagli

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro.

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro. Polipi precancerosi I polipi sono piccole escrescenze dovute ad una proliferazione eccessiva delle cellule sane della mucosa intestinale che può causare lo sviluppo di polipi cosiddetti adenomatosi (anche

Dettagli

I livello: verso uno statement B.U. Passamonti M. Malaspina Laboratorio Unico di Screening Regione Umbria USL Umbria 1 - Perugia

I livello: verso uno statement B.U. Passamonti M. Malaspina Laboratorio Unico di Screening Regione Umbria USL Umbria 1 - Perugia I livello: verso uno statement B.U. Passamonti M. Malaspina Laboratorio Unico di Screening Regione Umbria USL Umbria 1 - Perugia GISCoR Reggio Emilia 13-14 Novembre 2014 1 FIT: DOVE SIAMO Raccogliere informazioni

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

LA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE

LA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE OSPEDALE A. AJELLO DI MAZARA DEL VALLO SERVIZIO DI PATOLOGIA CLINICA F.C.S.A. N 72 LA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE MANUALE PER IL PAZIENTE A cura di Dr. Rosa Rubino Dr. Carla Lombardo P.O. Mazara del Vallo

Dettagli

Regione Toscana e ASL 1 di Massa e Carrara Servizio Sanitario della Toscana Liceo Artistico Statale Artemisia Gentileschi Progetto per migliorare l informazione ed il rapporto con i cittadini, attuato

Dettagli

LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica

LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica LO SCREENING Uno dei principali obiettivi della medicina è diagnosticare una malattia il

Dettagli

PREPARAZIONE PER INDAGINI ENDOSCOPICHE DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE

PREPARAZIONE PER INDAGINI ENDOSCOPICHE DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE PREPARAZIONE PER INDAGINI ENDOSCOPICHE DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE (COLONSCOPIA, RETTOSIGMOIDOSCOPIA) Il Sig./La Sig.ra è prenotato/a per l esame il giorno / / alle ore. Presentarsi con la richiesta

Dettagli

in vitro e condurre diagnosi cliniche ausiliarie dell infertilità e autovalutazione della fertilità e

in vitro e condurre diagnosi cliniche ausiliarie dell infertilità e autovalutazione della fertilità e Kit per individuazione conta Spermatica (metodo colorimetrico) Istruzioni d uso INTRODUZIONE Il presente kit viene usato per individuare qualitativamente la conta spermatica del seme umano in vitro e condurre

Dettagli

A. Agnolucci Arezzo 03.02.07

A. Agnolucci Arezzo 03.02.07 Follow up cancro colo-rettale: ruolo del MMG A. Agnolucci Arezzo 03.02.07 Il cancro del colon retto Epidemiologia Biologia Screening e sorveglianza Profilassi secondaria ruolo dell endoscopia Rischio generico

Dettagli

IL POLIPO E IL CANCRO IN ENDOSCOPIA

IL POLIPO E IL CANCRO IN ENDOSCOPIA IL POLIPO E IL CANCRO IN ENDOSCOPIA Giacomo Trallori SABATO 17 MARZO 2012 MALATTIA DIVERTICOLARE E TUMORI DEL COLON Cancro colorettale nel mondo tasso di mortalità alto medio basso dati non disponibili

Dettagli

I TUMORI prevenire circa un terzo dei casi di tumore

I TUMORI prevenire circa un terzo dei casi di tumore I TUMORI Il Rapporto Mondiale dell Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, dell Organizzazione Mondiale della Sanità, evidenzia come il cancro sia divenuto uno dei maggiori problemi per la sanità

Dettagli

Lo screening del carcinoma colorettale

Lo screening del carcinoma colorettale Lo screening del carcinoma colorettale SCUOLA SUPERIORE DI EPIDEMIOLOGIA E MEDICINA PREVENTIVA"G. D'ALESSANDRO" Erice (Trapani), 26 novembre - 1 dicembre 2013 XLIV CORSO La prevenzione dei tumori. Aspetti

Dettagli

Aspetti scientifici del ferro cosa si sa e cosa no

Aspetti scientifici del ferro cosa si sa e cosa no L'organizzazione settoriale dell'economia svizzera della carne Proviande società cooperativa Finkenhubelweg 11 Casella postale CH-3001 Berna +41(0)31 309 41 11 +41(0)31 309 41 99 info@proviande.ch www.carnesvizzera.ch

Dettagli

Il carcinoma della mammella può essere prevenuto?

Il carcinoma della mammella può essere prevenuto? Il carcinoma della mammella può essere prevenuto? A cura del Dr.G.Antonini Non esiste un modo sicuro per prevenire il cancro al seno. Ma ci sono cose che tutte le donne possono fare che potrebbero ridurre

Dettagli

La linea giusta è prevenire.

La linea giusta è prevenire. La linea giusta è prevenire. PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO I.P. filo diretto con la sanità: www.saluter.it programmi di screening, che propongono controlli mirati

Dettagli

Analisi delle urine Misurazione semplice. Risultati chiari. Diagnosi sicura.

Analisi delle urine Misurazione semplice. Risultati chiari. Diagnosi sicura. Analisi delle urine Misurazione semplice. Risultati chiari. Diagnosi sicura. Combur-Test e sistema di analisi delle urine Urisys 1100 La soluzione giusta per ambulatori medici e reparti di ospedale Le

Dettagli

La linea giusta è prevenire.

La linea giusta è prevenire. La linea giusta è prevenire. PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO I.P. Regione_ER_Opuscolo_Colon_14,7x19,7.indd 1 28/03/11 14.17 entile Signora e gentile Signore, mi rivolgo

Dettagli

COSA MANGIAMO IN INVERNO

COSA MANGIAMO IN INVERNO Testata: www.repubblica.it data: 16 novembre2013 COSA MANGIAMO IN INVERNO L indagine ha valutato l'assunzione di vitamina C (Acido L-ascorbico) attraverso gli alimenti consumati da un campione di circa

Dettagli

FOLINA 15 mg/2 ml soluzione iniettabile FOLINA 5 mg capsule molli ACIDO FOLICO

FOLINA 15 mg/2 ml soluzione iniettabile FOLINA 5 mg capsule molli ACIDO FOLICO 1 Foglio illustrativo FOLINA 15 mg/2 ml soluzione iniettabile FOLINA 5 mg capsule molli ACIDO FOLICO Categoria farmacoterapeutica ATC: B03BB01 preparati antianemici: acido folico e derivati. INDICAZIONI

Dettagli

Update sullo screening dei tumori colorettali in Italia

Update sullo screening dei tumori colorettali in Italia SoP Standard of Practice Update sullo screening dei tumori colorettali in Italia Carlo Senore 1, Marco Zappa 2, Manuel Zorzi 3 Introduzione L attività di screening in Italia è monitorata annualmente dall

Dettagli

Tumore del colon-retto Italia paese ad elevata incidenza

Tumore del colon-retto Italia paese ad elevata incidenza Tumore del colon-retto Italia paese ad elevata incidenza Tumore del colon-retto Italia paese ad elevata mortalità ESTIMATED COLORECTAL CANCER INCIDENCE WORLDWIDE IN 2012 Age Standardised Rate per 100,000

Dettagli

GastroPanel. Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue

GastroPanel. Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue GastroPanel Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue Un test affidabile e di facile esecuzione che fornisce una serie di importanti indicazioni Segnala la

Dettagli

Foglio Illustrativo: Informazioni per il paziente. Lidocaina Formenti 5% cerotto medicato Lidocaina

Foglio Illustrativo: Informazioni per il paziente. Lidocaina Formenti 5% cerotto medicato Lidocaina Foglio Illustrativo: Informazioni per il paziente Lidocaina Formenti 5% cerotto medicato Lidocaina Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale, perché contiene importanti informazioni

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

Cosa dovete sapere sulla gotta

Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno In breve gli aspetti importanti sollevare questa pagina. Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno Informazioni per i pazienti «Gotta» Informazioni per i pazienti «Gotta»

Dettagli

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI AVIANO

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI AVIANO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI Dipartimento di Oncologia radioterapica e di Diagnostica per immagini S e g r e t e r i a 0 4 3 4 6 5 9 6 5 0 d a l l e 1 0. 0 0 a l l e 1 2. 3 0 Dati Paziente CONSENSO ALL ESECUZIONE

Dettagli

Funzioni principali. Il ferro è il costituente di:

Funzioni principali. Il ferro è il costituente di: Il ferro è un minerale molto importante per il sangue. E' utilizzato nella produzione dell'emoglobina (una proteina presente nei globuli rossi). In particolare, l'emoglobina è la proteina responsabile

Dettagli

Sviluppo di un tumore

Sviluppo di un tumore TUMORI I tumori Si tratta di diversi tipi di malattie, che hanno cause diverse e che colpiscono organi e tessuti differenti Caratteristica di tutti i tumori è la proliferazione incontrollata di cellule

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Prevenire il tumore del colon retto INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 21-0 05/09/2012 INDICE Prevenire il tumore del colon. 4 Come si esegue

Dettagli

Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico?

Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico? FAQ COLONPROCTOLOGIA Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico? Sempre! Deve essere sempre formulata

Dettagli

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 ESPOSIZIONE UNIVERSALE (EXPO) EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 CENNI STORICI Cos è EXPO: EXPO = Esposizione Universale EXPO = esposizione a carattere INTERNAZIONALE. Ogni EXPO

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz Carcinoma colorettale: epidemiologia e fattori di rischio. Sequenza adenoma carcinoma.

www.fisiokinesiterapia.biz Carcinoma colorettale: epidemiologia e fattori di rischio. Sequenza adenoma carcinoma. www.fisiokinesiterapia.biz Carcinoma colorettale: epidemiologia e fattori di rischio. Sequenza adenoma carcinoma. Incidenza mondiale del cancro colon-rettale Parkin D.M.Doll R. Incidenza nel mondo di nuovi

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Lo screening dei tumori del colon-retto in provincia di Cuneo nel 2010: valutazione scientifica del braccio rettosigmoidoscopico e di quello FOBT

Lo screening dei tumori del colon-retto in provincia di Cuneo nel 2010: valutazione scientifica del braccio rettosigmoidoscopico e di quello FOBT Orione L, Rimondot M, Allasia B, Moirano F, Segnan N, Senore C, Vesuvio S, Tavella D, Ferreri E, Morabito F, Bracco G, Frigeri MC, Cento G, Alberico G, Roggia S, Bedogni C. Lo screening dei tumori del

Dettagli

Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina

Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina Il Regolamento (UE) 1169/2011 è entrato in vigore il 13 dicembre 2011 e verrà applicato in modo graduale, tramite tappe intermedie. Il testo unico raccoglie

Dettagli

Risultati del programma di screening dei tumori del colon retto a Ferrara

Risultati del programma di screening dei tumori del colon retto a Ferrara Risultati del programma di screening dei tumori del colon retto a Ferrara Aldo De Togni direttore Unità Operativa Organizzazione Oncologica Dipartimento di Sanità Pubblica Il tumore del colon-retto è un

Dettagli

Consapevoli e sani. 1. Mantenete il peso corporeo entro valori normali. 2. Fate almeno 30 minuti di movimento al giorno.

Consapevoli e sani. 1. Mantenete il peso corporeo entro valori normali. 2. Fate almeno 30 minuti di movimento al giorno. Dieci suggerimenti della Lega svizzera contro il cancro Consapevoli e sani Un'alimentazione sana e movimento sufficiente possono ridurre il rischio di ammalarsi di cancro. Non è mai troppo tardi per iniziare

Dettagli

ASL TO3 : 84.500 CITTADINI VENGONO INVITATI ALLO SCREENING DEL COLON RETTO

ASL TO3 : 84.500 CITTADINI VENGONO INVITATI ALLO SCREENING DEL COLON RETTO COMUNICATO STAMPA LA PREVENZIONE PUO SALVARE LA VITA : APPELLO DELL ASL A PRESENTARSI ALL INVITO. RISULTANO POSITIVI CIRCA IL 6% DI ESAMI (162 SU 2.840), SUBITO INVIATI ALLA COLONSCOPIA DI APPROFONDIMENTO

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1/5 Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1 - Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Denominazione commerciale: VIVACTIV PERFORMANCE Impiego: Preparato per uso enologico

Dettagli

Prof.ssa Maria Luisa Eliana Luisi

Prof.ssa Maria Luisa Eliana Luisi Corso Integrato Scienze Tecniche Dietetiche Applicate MED/49 Scienze Tecniche Dietetiche Anno Accademico 2011-12 Le Vitamine Prof.ssa Maria Luisa Eliana Luisi Le Vitamine Conosciamo le vitamine dall 800;

Dettagli

Tumori maligni del colon e del retto

Tumori maligni del colon e del retto Tumori maligni del colon e del retto KEY POINTS: Epidemiologia Fattori di Rischio Biologia Anatomia patologica e staging Segni Clinici Diagnosi Prevenzione primaria e secondaria Terapia EPIDEMIOLOGIA -E

Dettagli

IL MMG E LO SCREENING

IL MMG E LO SCREENING IL MMG E LO SCREENING Tirocinio Medicina Generale Siena 2009 RUOLO DEI MMG NEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICO 1. Progettazione 2. Correzione liste di invito 3. Firma dell invito personalizzato 4. Consegna

Dettagli

PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO

PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO FOGLIO ILLUSTRATIVO PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi e

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE Pagina: 1 di 6 Doc. N 429937 rev.0 Data di preparazione: 12/11/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/ IMPRESA 1.1 Identificatori

Dettagli

DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012

DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012 ALLEGATO 2 GLICINA DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012 RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Glicina1,5%soluzioneperirrigazione 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA

Dettagli

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI AVIANO

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI AVIANO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI Dipartimento di Oncologia radioterapica e di Diagnostica per immagini S e g r e t e r i a 0 4 3 4 659 650 d a l l e 1 0. 0 0 a l l e 1 2. 3 0 Dati Paziente CONSENSO ALL ESECUZIONE

Dettagli

PIERCLAUDIO BRASESCO. Medico di Medicina Generale Genova

PIERCLAUDIO BRASESCO. Medico di Medicina Generale Genova PIERCLAUDIO BRASESCO Medico di Medicina Generale Genova L INFEZIONE DA HELICOBACTER PYLORI Quando e perché iniziare un trattamento eradicante? Raccomandazioni Terapeutiche (di grado A o B con livello di

Dettagli

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1 %.

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1 %. Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: 46 Prodotto: Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Anti-Xga coombsreactive Policlonale, umano IgG Allegato III Autocertificazione del produttore Struttura

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. secondo direttiva 1907/2006/CE ESCULINA 41BAV0071

SCHEDA DI SICUREZZA. secondo direttiva 1907/2006/CE ESCULINA 41BAV0071 Biolife Italiana Srl Pagina: 1 di 6 SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 1907/2006/CE Doc. N 41BAV0071 rev.0 Data di emissione: 05/05/2015 Data di revisione 05/05/2015 SEZIONE 1: Identificazione della

Dettagli

Altre informazioni sullo screening del colon retto

Altre informazioni sullo screening del colon retto Altre informazioni sullo screening del colon retto AGGIORNAMENTO: Queste informazioni per utenti e operatori completano quelle contenute nei documenti Un semplice esame contro il tumore del colon retto

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione Data di stampa

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione Data di stampa SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione Data di stampa 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ / IMPRESA 1.1 Identificatori

Dettagli

Appropriatezza nella EGDS Marco Orsello UOA Gastroenterologia AOU Novara Appropriatezza Misura di quanto una scelta o intervento diagnostico o terapeutico siano adeguati rispetto alle esigenze del paziente

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL.

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL. SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL. Data di emissione della scheda : 08/06/2012 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione del

Dettagli

CONTROVERSIE IN TEMA DI MANAGEMENT DEL PAZIENTE CON MRGE. USO ed ABUSO dei TEST DIAGNOSTICI

CONTROVERSIE IN TEMA DI MANAGEMENT DEL PAZIENTE CON MRGE. USO ed ABUSO dei TEST DIAGNOSTICI CONTROVERSIE IN TEMA DI MANAGEMENT DEL PAZIENTE CON MRGE USO ed ABUSO dei TEST DIAGNOSTICI G.Minoli Como 28 Aprile 2007 Appropriato uso di GASTROSCOPIA ph METRIA ACG Practice Guidelines: Esophageal Reflux

Dettagli

Lezione di Chirurgia Generale Tumori del colon e del retto. Agora

Lezione di Chirurgia Generale Tumori del colon e del retto. Agora Lezione di Chirurgia Generale Tumori del colon e del retto EPIDEMIOLOGIA -E al quarto posto fra i tumori maligni nel mondo (1999); -800.000 casi diagnosticati ogni anno (World Health Association); -Incidenza

Dettagli

Diagnosi delle aneuploidie

Diagnosi delle aneuploidie Diagnosi delle aneuploidie DIAGNOSI PRENATALE NON INVASIVA: UNA RIVOLUZIONE La diagnosi prenatale delle malattie monogeniche e delle aneuploidie Bologna, è attualmente 6 Giugno eseguita2014 nel I-II trimestre

Dettagli

La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico

La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico Daniele Regge Fondazione del Piemonte per l Oncologia IRCCS Candiolo-Torino Agenda Il programma Proteus

Dettagli

CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA

CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA Documento approvato nella seduta della Commissione PTR del 18.04.07 assorbimento L assorbimento di alcuni farmaci può La ridotta acidità intragastrica Alterazioni

Dettagli

Scheda dati di sicurezza Conforme a ( CE ) n.1907/2006-iso 11014-1

Scheda dati di sicurezza Conforme a ( CE ) n.1907/2006-iso 11014-1 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Definizione del prodotto: Uso previsto: Elementi identificatori della società/impresa: Responsabile della scheda di sicurezza: Numero

Dettagli

Sonicaid. Lactate Pro TM

Sonicaid. Lactate Pro TM Sonicaid Lactate Pro TM 1.IL PRODOTTO IN BREVE 1.I Descrizione Il Lactate Pro è un dispositivo che rileva la concentrazione di lattato nel sangue, per la sua precisione, praticità ed economia di esercizio

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Che cosa è la colonscopia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Che cosa è la colonscopia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Che cosa è la colonscopia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 23-0 09/09/2012 INDICE Che cos è la "colonscopia? 4 Chi fa la colonscopia e a

Dettagli

PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO REG. MIN. SAL. N. 18.410 SCHEDA TECNICA 01-09-2006

PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO REG. MIN. SAL. N. 18.410 SCHEDA TECNICA 01-09-2006 CLORMED DISINFETTANTE (Cloro Attivo 1,1%) CLORO OSSIDANTE ELETTROLITICO PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO REG. MIN. SAL. N. 18.410 SCHEDA TECNICA 01-09-2006 COMPOSIZIONE 100 g di prodotto contengono (p/p) Principi

Dettagli

VITAMINA C PLASMATICA IN UV Codice Z20010

VITAMINA C PLASMATICA IN UV Codice Z20010 VITAMINA C PLASMATICA IN UV Codice Z20010 INTRODUZIONE L Acido Ascorbico (A.A.) rientra nel gruppo delle vitamine idrosolubili ed è largamente diffuso in natura specialmente nelle arance e nei limoni.

Dettagli

le MINIGUIDE di PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo 1 PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Quando si programma l arrivo di un bebè La gravidanza è un evento unico e speciale nella vita di una donna e ogni donna

Dettagli