Product Instructions. Instrucciones para el uso. Gebrauchsanweisung. Produktvejledning. Instructions d'utilisation. Bruksanvisning

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Product Instructions. Instrucciones para el uso. Gebrauchsanweisung. Produktvejledning. Instructions d'utilisation. Bruksanvisning"

Transcript

1 BRAND Eng Product Instructions E Instrucciones para el uso D Gebrauchsanweisung DK Produktvejledning F Instructions d'utilisation S Bruksanvisning I Istruzioni per l'uso

2 D F I Examples for positive and negative test results Beispiele für positive und negative Testergebnisse Exemples de résultats positifs et négatifs Esempio di risultato positivo e negativo E DK S Ejemplos de resultados positivos y negativos Eksempler på positive og negative testresultater Exempel på positiva och negativa analysresultat If blue colour is seen on or at the edge of one or more of the faecal specimens within 60 seconds, the patient has tested positive for faecal occult blood. D F I Bildet sich der typische blaue Farbton innerhalb 60 Sekunden auf oder am Rand von einer oder mehreren Stuhlproben, so ist der Test auf okkultes Blut im Stuhl positiv. Si la coloration bleue typique apparaît dans les 60 secondes sur l échantillon fécal ou sur ses bords, le test de recherche de sang occulte est positif. Se questa tipica colorazione blu appare sopra o agli angoli di uno o più campioni di feci, entro 60 secondi, il paziente è positivo per il test del sangue occulto. E DK S Si este típico color azul se observa en la zona de la muestra o en el borde del espécimen en los primeros 60 segundos, el paciente se considerará positivo para el test de sangre oculta en heces. Hvis denne typiske blå farve observeres på eller langs kanten af en eller flere fæcesprøver inden for 60 sekunder, er patienten testet positiv for okkult blod i fæces. Om denna typiska blåfärgning syns på eller i kanten av en eller flera av aföringsproverna inom 60 sekunder, är patientens prov positivt för ockult blod i avföring. 3

3 I Istruzioni per l'uso BRAND TEST PER LA RICERCA DEL SANGUE OCCULTO NELLE FECI Indicazioni Hemoccult è un test qualitativo semplice e rapido per la ricerca del sangue occulto nelle feci, per l'identificazione di malattie gastrointestinali, incluso il cancro colorettale. Hemoccult è un test utilizzato a livello internazionale ed è raccomandato dagli specialisti medici per lo screening del cancro colorettale in pazienti asintomatici a rischio medio. L'identificazione del sangue occulto nelle feci è un metodo affidabile grazie al quale è possibile rilevare la presenza di un tumore colorettale in una fase iniziale e quindi ancora curabile. Grazie ad esso è quindi anche possibile prevenire l'insorgenza di un tumore grazie all'identificazione e rimozione di precursori benigni del carcinoma. 3 In base alla sequenza adenoma-carcinoma riconosciuta in tutto il mondo, il 90% di tutti i carcinomi colorettali si sviluppano da adenomi e/o da una displasia. Si è potuto dimostrare con analisi EBM (medicina basata sulle prove di efficacia) che con uno screening effettuato utilizzando Hemoccult si è in grado di ridurre in modo significativo la mortalità dovuta al cancro colorettale. 4-9 Hemoccult viene usato inoltre come ausilio diagnostico di routine, per il monitoraggio del sanguinamento gastrointestinale in pazienti ricoverati, in pazienti con anemia sideropenica o in seguito ad intervento chirurgico, ulcera peptica, colite ulcerosa e altre patologie. Hemoccult non è un test per la diagnosi del cancro colorettale o d'altre malattie specifiche. Come funziona Le test card Hemoccult contengono una carta da filtro impregnato di resina di guaiaico sul quale si striscia il campione di feci. Come sviluppatore della reazione del campione secco si utilizza una soluzione alcolica stabilizzata di perossido di idrogeno. In presenza di sangue occulto nelle feci, il filtro di carta sviluppa una colorazione blu entro 60 secondi. La reazione chimica si basa sull'ossidazione del guaiaco da parte del perossido d'idrogeno con formazione di prodotti di ossidazione di colore blu che si verifica solo in presenza di perossidasi. Sebbene l'emoglobina non sia un enzima, l'eme ha la proprietà di trasportare l'ossigeno e catalizza la reazione. La presenza di emoglobina rilasciata da eritrociti o da eme è quindi necessaria perché il test risulti positivo alla ricerca di sangue occulto nelle feci. Reagenti e Materiali 40 buste con 3 test card Hemoccult, contenenti carta da filtro trattata con resina di guaiaco (min. 0,05 mg), 6 applicatori (spatole di cartone) e le istruzioni per il paziente 2 flaconi da 15 ml di Sviluppatore Hemoccult (Developer), soluzione idro-alcolica stabilizzata di perossido di idrogeno (H 2 O 2 : 0,45 g.) Le test card Hemoccult devono essere usate utilizzando esclusivamente lo sviluppatore Hemoccult! 22

4 Sensibilità Hemoccult ha una sensibilità definita con la massima precisione, ideale per l'effettuazione di screening. In numerosi studi clinici prospettici randomizzati controllati, prevalentemente condotti negli USA e in Europa su individui dove si è potuto dimostrare che l'uso di Hemoccult riduce la mortalità dovuta al cancro colorettale di circa il 35 %, se il test per la ricerca di sangue occulto nelle feci viene proposta annualmente, e di circa il 20 % se il test viene effettuato ogni due anni. 4-9 La sensibilità è stata regolata con la massima cura per ottenere la massima precisione nell'individuazione di lesioni cancerogene e precangerogene in sede colorettale ed evitare allo stesso tempo un risultato positivo in caso di presenza di quantità minime di sangue nelle feci di natura non patologica Per tale motivo il sanguinamento del tratto intestinale superiore da un risultato positivo solo nel caso che, dopo la scomposizione effettuata da batteri ed enzimi durante il passaggio gastrointestinale, siano presenti ancora quantità sufficienti di emoglobina o di eme nel campione di feci. I prodotti di degradazione - da porfirina a bilirubina - non catalizzano la reazione. La sensibilità di uno screening ripetuto con Hemoccult per quanto riguarda i carcinomi colorettali è risultata pari al 72-78%, la specificità del 98% e il valore predittivo positivo del 10-17%. 13 Nella maggior parte di questi studi, è stato chiesto ai pazienti di attenersi, per un periodo di almeno tre giorni prima e durante tutto il periodo di campionamento, ad una dieta specifica (astenersi dal consumare carne cruda, poco cotta e carni rosse), e per un periodo di almeno sette giorni prima e durante tutto il periodo di campionamento di non assumere sostanze quali acido acetilsalicilico o altri farmaci antinfiammatori non steroidei (come Ibuprofen, Indometacina, Naprossene), per evitare che sanguinamenti dovuti a tali sostanze possano contribuire a dare risultati positivi. Inoltre questi studi raccomandano di non assumere vitamina C in dosi superiori a 250 mg./die da frutta o integratori alimentari, in quanto tali sostanze potrebbero contribuire a dare falsi risultati negativi. Studi clinici che hanno usato cellule ematiche marcate con cromo [ 151 Cr] prelevate da pazienti con neoplasie colorettali indicano una perdita di sangue giornaliera pari a 2-3 ml che rappresenta il valore minimo che può essere associato a patologie gastrointestinali In base a studi in vitro in cui sangue fresco è stato aggiunto ai campioni di feci di volontari asintomatici, Hemoccult ha dato risultati di test positivi approssimativamente il 50% delle volte con 0,3 mg. Hb/g di feci. 14 Misure dietetiche Le restrizioni dietetiche indicate in passato negli studi per la ricerca di sangue occulto nelle feci possono essere oggi semplificate nel quadro di nuovi programmi di screening al fine di poter ottenere dai pazienti una più elevata disponibilità nei confronti dell'esecuzione del test La riduzione delle limitazioni dietetiche può influenzare il tasso di positività, ma ciò favorisce una maggiore diffusione dell uso di Hemoccult. Esistono restrizioni dietetiche diverse a seconda del paese, le più severe riguardano gli USA. In Francia non esistono restrizioni dietetiche per l'uso di Hemoccult nei programmi nazionali di screening per la ricerca di tumori colorettali. Il test Hemoccult è usato di routine dal 1977 in programmi tedeschi di screening di tumori e dal 2002 in programmi organizzati di screening di tumori colorettali effettuati in Francia. Per garantire un elevato livello di partecipazione si è rinunciato, sin dall'inizio, a imporre severe restrizioni dietetiche, in 23

5 24 quanto numerosi studi hanno dimostrato che un'alimentazione normale non contribuisce a dare falsi risultati positivi e che anche la somministrazione di 200 g di carne macinata cruda non origina falsi risultati positivi. 15 Schwartz et al. hanno analizzato i risultati del primo anno di screening: 18 Più di tre milioni di soggetti (2,42 di sesso femminile e 1,06 di sesso maschile) di età superiore a 45 anni si sono sottoposti ad un test della durata di tre giorni per la ricerca di sangue occulto nelle feci. I partecipanti sono stati informati che - diversamente da quanto praticato in passato - non sarebbe stato necessario attenersi a severe misure dietetiche. Si è raccomandato solamente ai pazienti di assumere - nei tre giorni precedenti e durante l'effettuazione del test - un'alimentazione ricca di fibre e di evitare prodotti contenenti carne cruda e semicruda e grandi quantità di farmaci contenenti vitamina C. Con questa indicazione, l'1,0 % dei soggetti femminili e l'1,5% dei soggetti maschili sono risultati positivi. La percentuale di risultati positivi è stata quindi inferiore al 3%. Nel 4,7% dei soggetti femminili e nel 10,7% dei soggetti maschili, il cui test era risultato positivo, è stata rilevata la presenza di un carcinoma. Per questo motivo, nei moderni programmi di screening tedeschi si utilizzano esclusivamente quei test che possono "mostrare le caratteristiche dichiarate anche con un regime alimentare normale". 2 Grazie all'equilibrata sensibilità di Hemoccult è sufficiente raccomandare al paziente, tre giorni prima dell'effettuazione del test fino al completamento dello stesso, di assumere una dieta ricca di fibre, integrando l'alimentazione con una quantità sufficiente di verdure, insalate, noci, crusca di frumento o pane integrale, per aumentare il volume delle feci e per accelerare il passaggio nel tratto gastro-intestinale. Una dieta leggera potrebbe nascondere la presenza di lesioni. Si dovrebbe però evitare di assumere alimenti quali il sanguinaccio. Una quantità eccessiva di vitamina C potrebbe impedire l'identificazione di sangue occulto nelle feci. Ciò è stato riscontrato da Jaffe et al. nel 1975 nel caso di una paziente con già noto sanguinamento intestinale che assumeva giornalmente una dose di 2 g di Acido ascorbico. 19 Dopo aver interrotto per diversi giorni l'assunzione, il test risultò positivo. Il test eseguito alcuni giorni dopo la riassunzione di 4 dosi giornaliere di 500 mg. di vitamina C risultò nuovamente negativo. In test successivi eseguiti su volontari, gli autori hanno cercato di quantificare questi risultati. A 4 soggetti sani il cui test era risultato negativo sono stati somministrati 20 ml. di sangue autologo. Le test card hanno dato - dai due ai quattro giorni successivi - un risultato positivo. Se i volontari assumevano però anche vitamina C 750 mg mg. al giorno in 3-4 dosi uguali, un'ora dopo aver assunto il sangue, l'intensità della colorazione blu si riduceva progressivamente e scompariva completamente a dosi superiori di mg al giorno. 20 È quindi evidente che se si assume una dose di almeno 750 mg. di vitamina C al giorno, questa non verrà completamente assorbita dall'organismo. Se il campione di feci contiene qualche residuo, il risultato positivo verrà attenuato o impedito, in quanto l'acido ascorbico agisce da agente riducente. I risultati di questa indagine hanno fatto si che negli USA la somministrazione giornaliera di vitamina C fosse limitata a 250 mg. al giorno. In Europa si raccomanda di assumere una dose massima di 500 mg. di vitamina C al giorno. È possibile attenersi facilmente a questa dose, senza dover modificare la normale alimentazione. È sufficiente infatti che il paziente - tre giorni prima dell'esecuzione e durante il test - non ingerisca farmaci contenenti vitamina C o beva succhi di frutta con vitamina C aggiunta. In caso di assunzione di farmaci che possono causare sanguinamenti intestinali (come ad es. Acido Acetilsalicilico in dosi superiori a 325 mg./die, farmaci antiflogistici non steroidei, anticoagulanti), si dovrà di caso in caso stabilire se è possibile per un periodo complessivo di almeno sei giorni ridurne o interromperne del tutto l'assunzione.

6 Come si usa 1. Al paziente viene consegnata una busta contenente le istruzioni per l'uso, 3 test card e 6 spatole di cartone. Per aprire la busta basterà staccare il sacchetto di raccolta lungo la linea perforata. 2. Il paziente deve scrivere nome e data di nascita sul sacchetto di raccolta. 3. Per tre giorni consecutivi, in cui c'è stata evacuazione, il paziente deve raccogliere ogni volta due campioni di feci. Non bisogna far cadere le feci nell'acqua. A tale scopo si deve utilizzare un dispositivo di raccolta delle feci da inserire nel WC oppure ricoprire la superficie dell'acqua con un foglio di giornale piegato due volte. Al termine si consiglia di azionare almeno due volte lo scarico per evitare l'otturazione del gabinetto. Il paziente può anche mettere nel WC un piatto di carta, un contenitore o un vaso da notte. Con la prima spatola si raccoglie un campione di feci della grandezza di una lenticchia fino a quella di un pisello a seconda della consistenza delle stesse e la si fa strisciare sulla parte sinistra (A) della test card Hemoccult. Non applicare in modo troppo sottile e riempire del tutto o quasi del tutto la parte contrassegnata. Con la seconda spatola si raccoglie un altro campione di feci da un altro punto delle feci che si deve applicare sulla parte destra (B) della test card. Chiudere la test card e munirla sul fronte di nome e data di raccolta del campione. Inserire quindi il campione nell sacchetto di raccolta per permettere che le feci asciughino. 4. Procedere allo stesso mondo per la raccolta del campione di feci nei due giorni successivi in cui si ha l'evacuazione e applicare i campioni sulla seconda e terza test card Hemoccult. 5. Chiudere il sacchetto di raccolta con la striscia autoadesiva e consegnarla al medico che effettuerà l'analisi. Il sacchetto di raccolta Hemoccult è realizzata in carta inattaccabile da batteri. Una volta sigillata garantisce una conservazione igienica fino al momento dell'effettuazione dell'analisi nel laboratorio. Analisi L'analisi del test non deve essere eseguita da persone che soffrono di daltonismo e che hanno quindi problemi a distinguere il colore blu! Eseguire l'analisi delle test card Hemoccult solo dopo che i campioni di feci sono asciutti. Consigliamo di attendere altre 48 ore in quanto è stato dimostrato che così è possibile evitare risultati falsamente positivi dovuti a perossidasi di origine vegetale. 21 È possibile eseguire l'analisi entro un periodo complessivo di 14 giorni senza che in questo periodo la sensibilità al sangue presente nelle feci si riduca sensibilmente. 14 Per eseguire l'analisi, aprire le tre test card del paziente sul retro e disporle una accanto all'altra. Applicare nel centro di ciascuna delle sei parti contrassegnate una goccia della soluzione di sviluppo. Nella fase successiva applicare una seconda goccia. Se l'anello esterno della superficie bagnata non ha ancora oltrepassato la zona in cui è applicato il campione, applicare una terza o anche una quarta goccia. Qualsiasi comparsa di colore blu in corrispondenza o al bordo del campione di feci, indica un risultato positivo di sangue occulto. In tal caso sarà necessario eseguire ulteriori indagini diagnostiche. Interpretare i risultati entro 60 secondi, in quanto il colore sbiadisce con il passare del tempo. 25

7 Sviluppo e interpretazione del Performance Monitor (Controllo di Qualità). 1. Applicare 1 goccia di sviluppatore Hemoccult (Developer) tra le due aree bianche e rotonde ( e ) del Performance Monitor. 2. Interpretare i risultati entro 10 secondi. Se la test card e lo sviluppatore funzionano correttamente, un colore blu compare nell'area positiva ( ) del Performance Monitor mentre l'area contrassegnata ( ) rimane bianca. 3. L'intensità e la sfumatura del colore blu della zona positiva del Performance Monitor non devono essere considerati come confronto di interpretazione per i risultati di test positivi. 4. Qualsiasi colore blu che deriva dalla zona positiva del Performance Monitor non deve essere considerato, quando s'interpretano i risultati del campione. Performance Monitor (Controllo di Qualità). Il corretto funzionamento e la stabilità delle test card e dello sviluppatore sono verificati con il Performance Monitor. La zona positiva ( ), rotonda, del Performance Monitor contiene un catalizzatore derivato dall'emoglobina che diventa blu entro 10 secondi dall'applicazione del sviluppatore. La superficie negativa ( ) del Performance Monitor, non contiene catalizzatori, e non deve colorarsi di blu dopo l'applicazione dello sviluppatore. Se le aree rotonde del Performance Monitor non funzionano come qui descritto, il risultato del test non è valido. Avviso importante Anche se, durante il periodo di osservazione di 60 secondi, solo una delle sei aree di applicazione si colorerà di blu, il risultato del test Hemoccult deve essere considerato positivo, in quanto nel campione di feci interessato è stato individuato sangue occulto. In tal caso è necessario effettuare altre indagini diagnostiche. È assolutamente sconsigliato ripetere un test Hemoccult risultato positivo allo scopo di verificarne una seconda volta il risultato, in quanto il sanguinamento constatato può essere di natura intermittente. Un risultato negativo del test non esclude la presenza di una lesione colorettale, in quanto i sanguinamenti intestinali possono essere intermittenti, il sangue non è sempre distribuito uniformemente nelle feci e l'emoglobina viene demolita durante il passaggio intestinale. In caso di disturbi gastrici di natura non chiara o di altri motivi di sospetto sarà quindi necessario, nonostante il test sia risultato negativo, procedere ad altre indagini diagnostiche. Non raccogliere campioni di feci se è stato individuato sangue visibile nelle feci (in caso di emorroidi sanguinanti o durante il ciclo mestruale). Il sanguinamento da emorroidi provoca raramente un risultato positivo, in quanto viene a mancare l'emoglobina racchiusa negli eritrociti intatti necessaria per la reazione di guaiaco. Se, in caso di risultato positivo del test, è stata individuata anche la presenza di emorroidi, sarà necessario ripetere il test dopo aver trattato e guarito le emorroidi, in quanto il risultato positivo potrebbe essere stato causato da un'altra fonte di sanguinamento presente nel colon. 26

8 Le indagini eseguite hanno dimostrato che i supplementi di ferro in dosi normali non causano falsi risultati positivi. 22 Alcuni farmaci utilizzati per combattere la carenza di ferro contengono però più di 250 mg di vitamina C. Alcuni farmaci possono causare un falso risultato positivo se sono in grado di indurre un sanguinamento gastrointestinale Un falso risultato positivo può essere causato dall'applicazione di disinfettanti a base di iodio nella regione anale. 25 La reidratazione prima di applicare lo sviluppatore e sconsigliata! Hemoccult non è adatto a testare campioni di succhi gastrici. Ogni paziente il cui test è risultato positivo deve sottoporsi ad un esame completo del colon tramite colonscopia. Se ciò non é possibile, si deve sottoporre il paziente ad un clisma opaco a doppio contrasto secondo le raccomandazioni OMS. 26 Conservazione e stabilità Se conservato adeguatamente, Hemoccult rimane stabile fino alla data di scadenza indicata sulla confezione e sulla busta. Non conservare in frigorifero o nel congelatore. Evitare di esporre il prodotto ai raggi diretti del sole (raggi ultravioletti), o ad alte temperature, a gas ossidanti o a sostanze chimiche (ad es. iodio, cloro, bromo, ammoniaca od ozono). Le test card Hemoccult, le cui strisce reattive si sono già colorate di blu o blu-verde prima di essere state consegnate al paziente, sono inutilizzabili. 30 C 2 C Precauzione e avvertenze Lo sviluppatore Hemoccult è infiammabile. Evapora facilmente e deve quindi essere conservato sempre chiuso. Evitare il contatto con gli occhi e con la pelle. In caso di contatto accidentale con la pelle, sciacquare immediatamente con abbondante acqua. In caso di contatto con gli occhi, sciacquare abbondantemente gli occhi, tenendo le palpebre aperte, per almeno 15 minuti e consultare immediatamente un medico. Per lo smaltimento delle test card e dello sviluppatore, attenersi alle disposizioni locali o interne. Le test card usate potrebbero contenere materiale potenzialmente infettivo. F Facilmente infiammabile 27

9 Bibliography Literatur Bibliographie Bibliografia Bibliografía Litteraturhenvisninger Litteraturförteckning 1. Greegor DH, Diagnosis of Large-Bowel Cancer in the Asymptomatic Patient, JAMA 1967; 201: Bundesanzeiger ; 224: Winawer SJ et al., Colorectal Cancer, in: Cancer Free, The Comprehensive Cancer Prevention Program, 1995; Simon & Schuster, New York, New York: Mandel JS et al., Reducing Mortality from Colorectal Cancer by Screening for Fecal Occult Blood, N Engl J Med 1993; 328: Hardcastle JD et al., Randomised controlled trial of faecal-occult-blood screening for colorectal cancer, Lancet 1996; 348: Kronborg O et al., Randomised study of screening for colorectal cancer with faecal-occult-blood test, Lancet 1996; 348: Faivre J et al, Reduction in Colorectal Cancer Mortality by Fecal Occult Blood Screening in a French Controlled Study, Gastroenterology 2004; 126: Winawer SJ et al., Screening for Colorectal Cancer With Fecal Occult Blood Testing and Sigmoidoscopy, J Natl Cancer Inst 1993; 85(16): Winawer SJ et al., Colorectal Cancer Screening and Surveillance: Clinical Guidelines and Rational Update on New Evidence, Gastroenterology 2003; 124: Young GP et al., Clinical Methods for Early Detection: Basis, Use and Evaluation, in: Young GP et al., Prevention and Early Detection of Colorectal Cancer, 1996, WB Saunders Company Ltd., London, p Macrae FA et al., Relationship between patterns of bleeding and Hemoccult sensitivity in patients with colorectal cancers or adenomas, Gastroenterology 1982; 82: Herzog P et al., Fecal Blood Loss in Patients With Colonic Polyps: A Comparison of Measurements With 51 Chromium-Labeled Erythrocytes and With the Haemoccult Test, Gastroenterology 1982:83: Winawer SJ et al., Colorectal Cancer Screening: Clinical Guidelines and Rational, Gastroenterology 1997; 112: Data on file, Product Development Department, Beckman Coulter, Inc., Primary Care Diagnostics 15. Feifel G et al., Der Haemoccult-Test ohne diätetische Einschränkung, in: Goertler K, Kolorektale Krebsvorsorge, 1978; Verlag DE Wachholz, Nürnberg: Thomas WM et al., Role of dietary restriction in Haemoccult screening for colorectal cancer, Br J Surg 1989; 76: Pignone M et al., Meta-analysis of Dietary Restriction during Fecal Occult Blood Testing. Eff Clin Pract. 2001; 4: Schwartz FW et al., Kolorektale Krebsfrüherkennung mittels Nachweis von okkultem Blut im Stuhl Erste Ergebnisse, Dtsch Ärzteblatt 1979; 18: Jaffe RM et al., False-Negative Stool Occult Blood Tests Caused by Ingestion of Ascorbic Acid (Vitamin C), Ann Int Med 1975; 83: Jaffe RM et al., A new occult blood test not subject to false-negative results from reducing substances, J Lab Clin Med 1979; 93: Sinatra MA et al., Interference of Plant Peroxidases with Guaiac-based Fecal Occult Blood Tests Is Avoidable, Clin Chem 1999; 45(1): Anderson GD et al., An Investigation into the Effects of Oral Iron Supplementation on in Vivo Hemoccult Stool Testing, Am J Gastroenterol 1990; 85: Greenberg PD et al., Asymptomatic chronic gastrointestinal blood loss in patients taking aspirin or warfarin for cardiovascular disease, Am J Med 1996; 100(6): Johnson PC, Gastrointestinal consequences of treatment with drugs in elderly patients, J Am Ger Soc 1982; 30(11):S Clapp WH, Iodine and occult blood testing. Consultant 208, April Winawer SJ et al., Prevention of colorectal cancer: guidelines based on new data, Bulletin WHO 1995; 73(1):

10 Beckman Coulter, Inc. Brea, CA 92821, U.S.A. Beckman Coulter Ireland Inc. Mervue Business Park Mervue Galway, Ireland Tel.: Beckman Coulter GmbH Europark Fichtenhain B 13 D Krefeld - Fischeln Tel.: Fax Beckman Coulter GmbH G Aug 2009

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 190683 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin EVIDENCE REPORT: PROFILASSI CON VITAMINA K NEI NEONATI PER LA PREVENZIONE DELLA MALATTIA EMORRAGICA (a cura di Baiesi Pillastrini Francesca, Battistini Silvia, Parma Dila ) banca dati stringa di ricerca

Dettagli

Il cancro dell intestino

Il cancro dell intestino Il cancro dell intestino Le principali domande e risposte Un informazione della Lega contro il cancro 1 INDICE L intestino 3 Il cancro dell intestino 4 Diagnosi precoce 7 Prevenzione 14 Che cosa posso

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome prodotto 1.3.

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 Pag. 1 di 5 REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione della sostanza

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

Avviso per la Sicurezza

Avviso per la Sicurezza Avviso per la Sicurezza PRODOTTO: Nova StatStrip Sistema di Monitoraggio del Glucosio per uso ospedaliero Avviso per la Sicurezza: 01-11SS DATA: 2011-05-02 AVVISO URGENTE PER LA SICUREZZA Nova StatStrip

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

MOMENT 200 mg compresse rivestite Ibuprofene

MOMENT 200 mg compresse rivestite Ibuprofene PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che può essere usato per curare disturbi lievi e transitori facilmente

Dettagli

Forerunner. 10 Manuale Utente. Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan

Forerunner. 10 Manuale Utente. Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan Forerunner 10 Manuale Utente Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan Tutti i diritti riservati. Ai sensi delle norme sul copyright, non è consentito copiare integralmente o parzialmente il presente

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

2.1 Classificazione della sostanza o della miscela Il prodotto è classificato come pericoloso ai sensi della direttiva 1999/45/CE

2.1 Classificazione della sostanza o della miscela Il prodotto è classificato come pericoloso ai sensi della direttiva 1999/45/CE (Regolamento n 453/2010/UE) Data emissione: 09-05-2005 Numero revisione: 07.13 Data revisione: 07 giugno 2013 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazione

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

ATTENZIONE ATTENZIONE AVVERTENZE AVVERTENZE. Italiano

ATTENZIONE ATTENZIONE AVVERTENZE AVVERTENZE. Italiano ITALIANO ATTENZIONE Non utilizzare questo orologio per immersioni, se non dopo essere stati adeguatamente addestrati alle immersioni subacquee. Per ovvi motivi di sicurezza attenersi a tutte le regole

Dettagli

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE La stima del Filtrato Glomerulare (FG) èil miglior indicatore complessivo della funzione renale. La sola creatininemia non deve essere usata come indice di

Dettagli

La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza

La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza Fiammengo P., Coscia A., De Donno V., Tulisso S., Maula S., Bianco M., Dall Aglio M., Farinasso D., Alessi D., Foco L., Costa L. Mentre la

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

: acido 4-Formilfenilboronico

: acido 4-Formilfenilboronico UnaveraChemLab GmbH SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione 04.07.2013 Data di stampa 12.11.2014 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza

Dettagli

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Tween 20 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA, S.A. E 08110

Dettagli

La nuova direttiva UE sulle sostanze radioattive nell acqua potabile

La nuova direttiva UE sulle sostanze radioattive nell acqua potabile Abteilung 29 Landesagentur für Umwelt Amt 29.8 Labor für physikalische Chemie Ripartizione 29 Agenzia provinciale per l ambiente Ufficio 29.8 Laboratorio di chimica fisica La nuova direttiva UE sulle sostanze

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI Conversione Massa Moli DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI - ESERCIZI GUIDATI - LEGENDA DEI SIMBOLI: M = Peso molecolare m(g) = quantità in g di elemento o di composto n = numero di moli Ricorda che l'unità

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Catalizzatore Kjeldahl(Se) pastiglie 1.2 Nome della societá o ditta:

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED

Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED Era considerato insuperabile. Ora lo abbiamo reso ancora migliore. MIGLIORE IN OGNI PARTICOLARE, IMBATTIBILE

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna AGGIORNAMENTI SUL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELL APICOLTURA Brisighella (RA) 13 settembre 2013 Evoluzione del controllo dell apicoltura

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE Pagina: 1/ 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Denominazione commerciale: SILIFIM ALTE TEMPERATURE Articolo numero: art.01004/01004a Utilizzazione della Sostanza / del

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 dentificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 dentificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Non sono

Dettagli

Informazioni per i portatori di C Leg

Informazioni per i portatori di C Leg Informazioni per i portatori di C Leg C-Leg : il ginocchio elettronico Otto Bock comandato da microprocessore per una nuova dimensione del passo. Gentile Utente, nella Sua protesi è implementato un sofisticato

Dettagli

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola.

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. La formula empirica e una formula in cui il rappporto tra gli atomi e il piu semplice possibil Acqua Ammoniaca

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli