Curricula Docenti. Ingegneria Gestionale. Corso di Laurea Triennale Fuori Sede (DM 270/04) in. Sede di Fermo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curricula Docenti. Ingegneria Gestionale. Corso di Laurea Triennale Fuori Sede (DM 270/04) in. Sede di Fermo"

Transcript

1 Curricula Docenti Corso di Laurea Triennale Fuori Sede (DM 270/04) in Ingegneria Gestionale Sede di Fermo

2 Prof. Cabibbo Marcello SSD: ING-IND/21 Docente Universitario II fascia Il Prof. Marcello Cabibbo è in servizio presso il Dipartimento di Meccanica dell Università Politecnica delle Marche, nel ruolo di Ricercatore dall Ottobre 2001 e come ricercatore confermato dal Febbraio Dal 1 Novembre 2007 è Professore Associato nel SSD: ING-IND/21 (METALLURGIA). L attività di ricerca degli ultimi 10 anni è stata dedicata principalmente allo studio dei fenomeni di metallurgia fisica e alle caratterizzazione microstrutturali e meccaniche di materiali metallici quali leghe leggere (leghe di alluminio, magnesio e titanio), leghe ferrose (acciai basso-legati, acciai inossidabili, acciai per utensili, ghise), superleghe a base di nichel. In particolare, si è occupato della correlazione meccanica, sulla base delle indagini microstrutturali mediante tecniche di microscopia elettronica, di tali materiali sottoposti a deformazione a caldo (torsione, creep), trazione e deformazione plastica severe (ECAP). Si è occupato di rivestimenti nanostrutturati e modellazione microstrutturale. L esperienza maturata in questi anni di ricerca ha contribuito in maniera significativa all acquisizione di conoscenze di base nel campo della metallurgia fisica. Negli ultimi anni, grazie anche al coinvolgimento attivo in progetti co-finanziati, ha acquisito familiarità ed esperienza nel campo delle severe deformazioni plastiche su materiali metallici che gli ha permesso di pubblicare diversi lavori sia su riviste internazionali e nazionali che atti di congressi internazionali. Le diverse attività di ricerca hanno reso possibile la pubblicazione di oltre 110 lavori, la metà dei quali su riviste internazionali. Progetti europei: BRITE-TALMAC (Thixoforming of Advanced Light Metals for Automotive Components dal 1996 al 1999); Comportamento meccanico ed aspetti metallurgici nei componenti in lega di Magnesio per mezzi di trasporto (COFIN 2000), Nuove leghe di Alluminio nanocristallina per la fabbricazione di un giunto strutturale (COFIN 2002). E stato altresì responsabile scientifico locale (Unità di Ancona) di un progetto PRIN 2005, cofinanziato dal MIUR, dal titolo: produzione di materiali metallici nanocristallini mediante Spark Plasma Sintering", (coordinatore nazionale Prof. A. Molinari, dell'università degli Studi di Trento). M. Cabibbo, " Deep-cryogenic treatment of ZnO nanowires", Materials Letters, 100, 2013, M. Cabibbo, "Microstructure strengthening mechanisms in different equal channel angular pressed aluminum alloys", Mater. Sci. Eng. A560, 2013, M. Cabibbo, S. Zherebtsov, S. Mironov, G. Salishchev, "Loss of coherency and interphase a/ß angular deviation from the Burgers orientation relationship in a Ti 6Al 4V alloy compressed at 800 C", J. Mater. Sci., 48, 2013, M. Cabibbo, Partial dissolution of strengthening particles induced by equal channel angular pressing in an Al Li Cu alloy, Mater. Charact, 68, 2012, M. Cabibbo, P. Ricci, R. Cecchini, Z. Rymuza, J. Sullivan, S. Dub, S. Cohen, "An international round-robin calibration protocol for nanoindentation measurements", Micron,43, 2012, M. El Mehtedi, P. Ricci, L. Drudi, S. El Mohtadi, M. Cabibbo, S.Spigarelli, Analysis of the effect of Deep Cryogenic Treatment on the hardness and microstructure of X30 CrMoN 15 1 steel, Materials & Design, 33, 2012, S. Spigarelli, M. Regev, M. El Mehtedi, G. Quercetti, M. Cabibbo, Analysis of the effect of friction stir welding on the minimum creep rate of an Mg 3% Al 1% Zn alloy, Scripta Mater., 65, 2011, M. Cabibbo, S. Spigarelli, A TEM Quantitative Evaluation of Strengthening in an Mg-RE Alloy Reinforced with SiC, Mater. Charact, 62, 2011, M. Cabibbo, A TEM Kikuchi pattern study of ECAP AA1200 via routes A, C, BC, Mater. Charact., 61, 2010, 613. M. Cabibbo, Thermal stability study of ECA pressed AA1200 via route A, C, Bc, Rev. Adv. Mater. Sci. 25, 2, 2010,113. P. Cavaliere, M. Cabibbo, F. Panella, A. Squillace, 2198 Al-Li plates joined by Friction Stir Welding: Mechanical and microstructural behavior, Materials and Design, 30, 2009, M. Cabibbo, A. Fabrizi, M. Merlin, and G.L. Garagnani, Effect of thermo-mechanical treatments on the microstructure of micro-alloyed low-carbon steels, J. Mater. Sci., 43, 2008, M. Cabibbo, E. Gariboldi, S. Spigarelli, and D. Riapmonti, Creep behavior of INOCLOY Alloy 617, J. Mater. Sci., 43, 2008, E. Gariboldi, M. Cabibbo, S. Spigarelli, D. Ripamonti, Investigation on precipitation phenomena of Ni-22Cr- 12Co-9Mo alloy aged and crept at high temperature, Int. J. Pressure Vessels Pip., 85, 2008, 63. M. Cabibbo, W. Blum, E. Evangelista, M.E. Kassner, and M.A. Meyers, Transmission electron microscopy study of strain induced low- and high-angle boundary development in equal-channel angular-pressed commercially pure aluminum, Metall. Mater. Trans. A39, 2008, 181.

3 Prof. Callegari Massimo SSD: ING-IND/13 Docente Universitario I fascia Nel 1986 si è laureato in Ingegneria Meccanica presso l'università degli Studi di Genova; dal 1986 al 1990 ha lavorato nell'industria, in società operanti nel settore dell'automazione di fabbrica. Nel 1990 entra in ruolo come ricercatore presso l'istituto di Meccanica Applicata alle Macchine dell'università degli Studi di Genova; dal 1998 è professore presso la Facoltà di Ingegneria dell'università Politecnica delle Marche in Ancona dove tiene, fra gli altri, i corsi di Meccanica Applicata alle Macchine e Meccanica dei Robot. Ha partecipato, anche in qualità di responsabile scientifico, a vari progetti di ricerca nazionali ed internazionali. Recentemente è stato coordinatore scientifico del progetto di ricerca nazionale PRIN2005: Sistemi minirobotici per applicazioni tecnologiche avanzate e responsabile scientifico dell'università Politecnica delle Marche per la partecipazione alle reti di eccellenza EURON I e II (European Robotics Research Network) e CLAWAR (CLimbing And WAlking Robots). È attualmente responsabile scientifico dell'università Politecnica delle Marche per la partecipazione all'integrated Project LEAPFROG sull'automazione dell'industria tessile. I suoi campi di ricerca riguardano principalmente l'analisi e la progettazione di sistemi dinamici in cui la struttura meccanica e l'architettura del controllo sono considerate con un approccio meccatronico integrato; uno specifico interesse è rivolto alle applicazioni industriali dell'automazione di fabbrica ed allo studio della robotica, con particolare riguardo per i meccanismi a cinematica parallela. È autore di oltre 140 memorie scientifiche, titolare di un brevetto, moderatore e membro del comitato scientifico di varie conferenze nazionali ed internazionali, revisore per importanti riviste internazionali. È valutatore di progetti di ricerca per la Commissione Europea, per il MIUR e per il Ministero dello Sviluppo Economico. M. Callegari, L. Carbonari, G. Palmieri and M.-C. Palpacelli: Parallel Wrists for Enhancing Grasping Performances, in: Grasping in Robotics, Mechanism and Machine Science book series, Giuseppe Carbone ed., Springer, 2013, ISBN G. Palmieri, M. Palpacelli, M. Callegari: Study of a fully-compliant U-joint designed for mini robotics applications, ASME J. Mechanical Design, Vol. 134, n 11, , M.-C. Palpacelli, G. Palmieri, M. Callegari: A redundantly actuated 2-dof mini pointing device, ASME J Mechanisms & Robotics, vol.4 n 3, , ISSN: , eissn: , DOI: / L. Carbonari, M. Callegari: The kinematotropic 3-CPU parallel robot: analysis of mobility and reconfigurability aspects, in J. Lenarcic and M. Husty (eds), Latest Advances in Robot Kinematics, Springer, 2012, pp D. Tina, L. Carbonari and M. Callegari: Design and Experimentation of a Neural Network Controller for a Spherical Parallel Machine, Proceedings 9th International Conference on Informatics in Control, Automation and Robotics (ICINCO 2012), Rome, July 28-31, 2012 G. Legnani, A. Borboni, A. Gabrielli, I. Fassi, S. Ruggeri, G. Fontana, C. Pagano, P. Righettini, B. Zappa, A. Ginammi, M. Callegari, G. Palmieri, M. Palpacelli, L. Carbonari: "Micro Manipulation and Assembly", Atti del 2 Congresso Nazionale del Coordinamento della Meccanica Italiana, Ancona, giugno 2012 M. Battistelli, M. Callegari, A. Forcellese, G. Palmieri, M.C. Palpacelli, M. Pieralisi, M. Simoncini: "Realizzazione di un processo di friction stir welding mediante l uso di un robot a cinematica parallela", Atti del 2 Congresso Nazionale del Coordinamento della Meccanica Italiana, Ancona, giugno 2012 G. Palmieri, M. Palpacelli, M. Battistelli, M. Callegari: A comparison between Position Based and Image Based Dynamic Visual Servoings in the Control of a Translating Parallel Manipulator, J. of Robotics, Hindawi, Volume Article ID L. Carbonari, V. N. Krovi, M. Callegari: Soluzione polinomiale del problema di cinematica diretta di un robot ad architettura parallela 6-PUS, Atti del XX Congresso AIMETA, Bologna, settembre 2011 M.-C. Palpacelli, G. Palmieri, M. Callegari: "Design of a compliant 2-dof mini pointing device, Atti del XX Congresso AIMETA, settembre 2011 L. Carbonari, D. Tina, M. Callegari: " Computationally-efficient kinematics of an in-parallel actuated wrist, Atti del XX Congresso AIMETA, settembre 2011 L. Carbonari, L. Bruzzone, M. Callegari: "Impedance Control of a Spherical Parallel Platform", International Journal of Intelligent Mechatronics and Robotics, Vol. 1, No. 1, pp

4 Prof. Cardellini Liberato SSD: CHIM/07 Docente Universitario II fascia Il Prof. Liberato Cardellini si occupa di ricerche indidattica della Chimica con lo scopo di aumentare la preparazione dei propri atudenti nella disciplina. Ha presentato una conferenza plenaria alla conferenza 9th ECRICE (Istanbul, 2008); nello stesso anno è stato invitato dal National Core Group in Chemistry al 10 Day International Workshop in Karachi. Nel 2009 è stato invitato dalla Societa' Chimica Egiziana per una conferenza alla Egyptian Second International Conference in Chemistry in Hurgada. In marzo 2011 è stato invitato dalla Societa' Catalana di Chimica a Barcellona per una conferenza per l anno della chimica e in novembre è stato invitato dall'accademia Polacca delle Scienze a Varsavia a svolgere una conferenza per l'anno internazionale della chimica ed ha partecipato alle celebrazioni conclusive per il centenario del Nobel in chimica a Maria Sklodowska Curie. Collabora con eminenti studiosi internazionali e in agosto è stato invitato dal Prof. Richard Shavelson per una conferenza e per parlare di ricerche alla School of Education della Stanford University. Cardellini L. (2004). An Interview with Joseph D. Novak. Journal of Chemical Education, , 81. Cardellini L. (2004). Constructivism and Chemical Education. Journal of Chemical Education, , 81. Cardellini L. (2005). Chemistry, Creativity, Collaboration, and C60: An Interview with Harold W. Kroto. Journal of Chemical Education, , 82. Cardellini L. (2006). Fostering creative problem solving in chemistry through group work. CHEMISTRY EDUCATION. RESEARCH AND PRACTICE IN EUROPE (ISSN: ) , 7 Cardellini L. (2006). The foundations of radical constructivism: an interview with Ernst von Glasersfeld. FOUNDATIONS OF CHEMISTRY (ISSN: ) , 8. Cardellini L. (2007). Looking for Connections: An Interview with Roald Hoffmann. JOURNAL OF CHEMICAL EDUCATION (ISSN: ) , 84. Cardellini L. (2008). Celebration of inorganic lives: Interview with Vincenzo Balzani. Coordination Chemistry Reviews, , 252. Cardellini L. (2009). Teaching and Learning Guiding Principles. JOURNAL OF CHEMICAL EDUCATION (ISSN: ) , 86. Cardellini L. (2010). Modeling Chemistry for Effective Chemical Education: An Interview with Ronald J. Gillespie, Journal of Chemical Education, , 87. Cardellini L. (2010). Education and Students' Interest in Chemistry Can Be Improved. Journal of Chemical Education, , 87. Cardellini L. (2010). From Chemical Analysis to Analyzing Chemical Education: An Interview with Joseph J. Lagowski. Journal of Chemical Education , 87. Niaz M., Cardellini L., What Can the Bohr-Sommerfeld Model Show Students of Chemistry in the 21st Century? Journal of Chemical Education,, 88 (2) , Cardellini, L. Synthesizing a Life: An Interview with Carl Djerassi, Journal of Chemical Education, 88 (10), , Niaz M., Cardellini L. Why Has the Bohr-Sommerfeld Model of the Atom Been Ignoredby General Chemistry Textbooks?, Acta Chimica Slovenica, 58 (4), , 2011.

5 Prof. Caresana Flavio SSD: ING-IND/09 Docente Universitario II fascia Flavio Caresana è nato a Carpignano Sesia (NO) il 26/11/1963, ha conseguito la laurea in Ingegneria Meccanica il 24/02/1988 presso la Facoltà di Ingegneria dell'università degli studi di Ancona col punteggio di 110/110 e lode.ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria delle Macchine in data 08/09/1992 discutendo la tesi dal titolo: "Modellizzazione previsionale per il progetto di compressori a viti". In data 4 Novembre 1994, risultando vincitore del concorso libero per Ricercatore Universitario presso il raggruppamento I04. Nel 1998 ha ottenuto la conferma nel ruolo di Ricercatore Universitario presso il settore scientifico disciplinare n^i04b - Macchine a Fluido - della Facoltà di Ingegneria a decorrere dal Attualmente ricopre il ruolo di Professore di II fascia confermato nel SSD ING-IND/09 ed espleta la propria titolarità tenendo i corsi di Macchine e Sistemi Energetici- Laurea in Ingegneria Meccanica - e di Motori a Combustione Interna - Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica. A partire dall'anno accademico 1998/99, anno in cui ha ottenuto la conferma come ricercatore, ha tenuto presso la propria sede di appartenenza o presso le sedi decentrate di Fabriano e Pesaro numerosi corsi di tra cui: Macchine, Regolazione degli Impianti e delle Macchine, Fluidodinamica Ha poi espletato attività didattica fuori sede presso la Facoltà di Ingegneria dell'università di Bergamo dove gli è stato conferito l'affidamento per gli anni accademici 2003/04 e 2004/05 del corso ufficiale di Motori a Combustione Interna ed Aerodinamica del Veicolo (Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Specialistica - cfu 5). Principali argomenti di ricerca affrontati Compressori a vite; in particolare per quanto riguarda la caratterizzazione geometrica e la simulazione del ciclo di lavoro Motori a combustione interna. In tale ambito ha trattato in passato la problematica relativa all iniezione diretta di benzina in motori a due tempi, nell ambito della quale ha partecipato alla messa a punta di un sistema di iniezione originale a colpo d ariete. Attualmente l attività in tale ambito riguarda lo studio delle problematiche legate all alimentazione di motori ad accensione per compressione con miscele Diesel-BioDiesel, lo studio di sistemi di raffreddamento evoluti per M.C.I. (THERMOMANAGEMENT) ed il progetto e lo sviluppo di sistemi di controllo di motori a combustione interna Motore Stirling: oltre ad essere stato argomento della propria tesi di Laurea ha seguito nel corso dell anno le evoluzioni di tale macchina come facente parte del gruppo di ricerca del Dip. di Energetica coordinato dal Prof. Carlo Maria Bartolini che sull argomento è di riferimento per la comunità internazionale. Sistemi per l energia e l ambiente In tale ambito si è sta attualmente occupando di analisi tecnico-economica di impianti cogenerativi anche in ambito domestico, di modellistica per microturbine a gas e di cicli a fluido organico per il recupero di energia termica a bassa temperatura Per ciascuno dei principali argomenti di ricerca trattati si riportatano i riferimenti di alcuni degli articoli prodotti Compressori a vite: C.M. BARTOLINI, F. CARESANA - "Mathematical model for the prediction of screw compressor performance" - XVIIIth International Congress of Refrigeration - Montreal, Agosto 1991 Motori a combustione interna:c.m.bartolini, F.CARESANA, G.VINCENZI - "Experimental analysis of a New Water Hammer Gasoline Direct Injection System (WH-GDIS)" - SAE paper n , SP-1376, 1998 SAE FTT Future Transportation Technology Conference and Exposition, Costa Mesa, California, USA, August 11-13, C.M.BARTOLINI, F.CARESANA, G.VINCENZI - "A Two-Stroke Engine Prototype Equipped with the Water-Hammer Gasoline Direct-Injection System (WH.GDIS) - ASME - ICE Technical Conference - Fall Ann Arbor, Michigan, October 16-20, C.M. Bartolini, F.Caresana, L.PELAGALLI - paper n. ICES "Experimental Results from a Two-Stroke Gasoline Direct-Injected Engine Prototype " - ASME Internal Combustion Engine Division Spring Technical Conference - Salzburg, Austria - May 11-14, 2003 Caresana F. Impact of biodiesel bulk modulus on injection pressure and injection timing. The effect of residual pressure. Fuel February; 90(2): Motore Stirling: C. M. BARTOLINI, F. CARESANA, G. COMODI, L. PELAGALLI, S. VAGNI - "Economic Analysis of Household Application of Microcogeneration Stirling Engines in the European Market" - 13th International Stirling Engine Conference, Tokyo, Japan, September 23-26, 2007 Sistemi per l energia e l ambiente : F. CARESANA, G. COMODI, L. PELAGALLI, S. VAGNI - "Micro Combined Plant with Gas Turbine and Organic Cycle" - GT ASME Turbo Expo 2008, Berlin, Germany, June 9-13, 2008 Caresana F, Brandoni C, Feliciotti P, Bartolini CM. Energy and economic analysis of an ICE-based variable speed-operated micro-cogenerator. Applied Energy. 2011March; 88(3): Bartolini CM, Caresana F, Comodi G, Pelagalli L, Renzi M, Vagni S. Application of artificial neural networks to micro gas turbines. Energy Conversion and Management January; 52(1):

6 Prof. Castellini Paolo SSD: ING-IND/12 Docente Universitario II fascia Il curriculum (in corso di definizione) verrà pubblicato appena possibile.

7 Prof. Ciarapica Filippo Emanuele SSD: ING-IND/17 Docente Universitario II fascia Aree di ricerca: L'attività di ricerca svolta principalmente nei settori: Separazione di miscele bifase gas-liquido Life Cycle Assessment Project Managemet Manutenzione ed Affidabilità Sicurezza e gestione del rischio Supply Chain Management ha portato alla pubblicazione, su riviste internazionali ed italiane, di più di ottanta articoli. Su rivista internazionale 1. M. BEVILACQUA, F.E.. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, CRITICAL CHAIN AND RISK ANALYSIS APPLIED TO HIGH-RISK INDUSTRY MAINTENANCE: A CASE STUDY International Journal of Project Management Vol. 27, (2009). 2. M. BEVILACQUA, F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, VALUE STREAM MAPPING IN PROJECT MANAGEMENT: A CASE STUDY. Project Management Journal Vol. 39, N. 3, (2008). 3. F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, CLASSIFICATION AND PREDICTION OF OCCUPATIONAL INJURY RISK USING SOFT COMPUTING TECHNIQUES: AN ITALIAN STUDY. Safety Science Vol. 47, issue 1, (2009). 4. M. BEVILACQUA, F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, INDUSTRIAL AND OCCUPATIONAL ERGONOMICS IN THE PETROCHEMICAL PROCESS INDUSTRY: A REGRESSION TREES APPROACH Accident Analysis & Prevention, Vol. 40/4, F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, C. PACIAROTTI, FACILITY MANAGEMENT IN THE HEALTHCARE SECTOR; ANALYSIS OF THE ITALIAN SITUATION. Production Planning & Control, Volume 19 Issue 4, (2008) M. BEVILACQUA, F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, DEVELOPMENT OF A SUSTAINABLE PRODUCT LIFECYCLE IN MANUFACTURING FIRMS: A CASE STUDY. International Journal of Production Research. Vol. 45, No , (2007) F. BINCI, F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA. NATURAL GAS DEHYDRATION IN OFFSHORE RIGS: COMPARISON BETWEEN TRADITIONAL GLYCOL PLANTS AND INNOVATIVE MEMBRANE SYSTEMS. VirtualPRO, the on-line journal of Industrial Processes Engineering; N. 55, august BATTINI D., BEVILACQUA M., CIARAPICA F. E., FACCIO M., PERSONA A., CLASSIFICATION OF OCCUPATIONAL INJURY CASES USING THE REGRESSION TREE APPROACH. International Journal of Reliability, Quality and Safety Engineering, Vol. 13, No. 2 (2006) M. BEVILACQUA, F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, A FUZZY-QFD APPROACH TO SUPPLIER SELECTION. Journal of Purchasing and Supply Management, 12, (2006), F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, MANAGING THE CONDITION-BASED MAINTENANCE OF COMBINED-CYCLE POWER PLANT: AN APPROACH USING SOFT COMPUTING TECHNIQUES. Journal of Loss Prevention in the Process Industries, 19, (2006), M. BEVILACQUA, F. E. CIARAPICA, G. GIACCHETTA, AN APPLICATION OF BPR AND RCM METHODS TO AN OIL REFINERY TURNAROUND PROCESS. Production Planning & Control, Vol. 16, No. 7, October 2005,

8 Dott. Corvaro Francesco SSD: ING-IND/11 Ricercatore Universitario Confermato L attività di ricerca svolta si è articolata fin da subito sulle problematiche connesse allo scambio termico in particolare sono state studiate le problematiche connesse alla convezione naturale in cavità. Lo studio si è sempre sviluppato si sperimentalmente che mediante simulazione numerica. La parte sperimentale si basa sull utilizzo di due importanti metodologie: l interferometria olografica, per la determinazione dei campi termici, e la Particle Image Velocimetry (PIV) per lo studio delle grandezze dinamiche. L aspetto numerico si è sempre collocato nell ottica di aiuto ed approfondimento della parte sperimentale. La procedura utilizzata si basa su una prima validazione del modello numerico ed una seconda fase di ampliamento dei casi analizzati. Scopo della prima fase è quello di confrontare i dati sperimentali ottenuti con quelli numerici generati partendo dalle stesse condizioni al contorno. Ottenuta quindi una buona corrispondenza tra le due fonti, si passa alla seconda fase nella quale, utilizzando il software di simulazione, si va ad ampliare i casi si studio. Il software utilizzato è il Fluent La fase sperimentale risulta il cuore della attività che viene quotidianamente svolta e risulta composta da un analisi termica e da una dinamica. In tutti gli studi di scambio termico è sempre riduttivo affrontare il fenomeno solo dal punto di vista termico o solo da quello dinamico. In particolare trattando la convezione naturale in cui le due parti risultano mirabilmente connesse una analisi termodinamica è indispensabile. Lo studio dei campi termici viene condotto utilizzando la tecnica dell interferometria olografica in real time ed in doppia esposizione per avere sia fluttuazioni temporali che valutazioni in regime stazionario. Differenti sono le figure interferometriche che, a seconda dei casi, si ottengono al variare del numero di Grashoff. Grazie alla loro interpretazione si riesce a ricavare il numero di Nusselt e quindi il coefficiente di scambio termico convettivo. Lo studio dei campi dinamici, strettamente collegato al precedente, riguarda lo studio dei campi di moto che si innescano per convezione naturale in cavità a geometria bidimensionale. Tale studio è reso possibile grazie al nuovo laboratorio Particle Image Velocimetry (PIV) di cui Francesco Corvaro ha seguito la progettazione, la realizzazione ed ad oggi ne coordina le attività. Questa metodologia si basa sull utilizzo di una luce laser pulsata per ottenere immagini digitali da processare tramite computer per poter così valutare campi di moto, gradienti di velocità e fenomeni di turbolenza.

9 1. F. CORVARO, M. PARONCINI. (2006). Experimental Analysis of Natural Convection in Square Cavities Heated from Below with 2D-PIV and Holographic Interferometry Techniques. EXPERIMENTAL THERMAL AND FLUID SCIENCE. vol. 31, pp ISSN: doi: /j.expthermflusci F. CORVARO, G. DI NICOLA, F. POLONARA E R. STRYJEK. (2006). Virial Coefficients from Burnett Measurements for the R23 + N2O System. INTERNATIONAL JOURNAL OF THERMOPHYSICS. vol. 27, pp ISSN: X. doi: /s x. 3. F. CORVARO, G. DI NICOLA, F. POLONARA, G. SANTORI. (2006). Saturated Pressure Measurements of Dimethyl Ether at Temperatures from (219 to 361) K. JOURNAL OF CHEMICAL AND ENGINEERING DATA. vol. 51, pp ISSN: doi: /je060148j. 4. F. CORVARO, G. DI NICOLA, M. PACETTI, R. STRYJEK. (2006). Isochoric PVTx Measurements for the C2H6 + N2O Binary System. JOURNAL OF CHEMICAL AND ENGINEERING DATA. vol. 51, pp ISSN: doi: /je F. CORVARO, M. PARONCINI. (2006). A Numerical Analysis and a 2D-PIV Experimental Study on the Natural Convection in a Square Cavity Heated from below through an Hot Strip of Different Lengths and Different Position. WSEAS TRANSACTIONS ON FLUID MECHANICS. vol. 1, pp ISSN: F. CORVARO, M. PARONCINI, M.M. DE PADOVA. (2006). Study and Analysis of the Influence of a Small Heating Source Position on the Natural Convective Heat Transfer in a Square Cavity. WSEAS TRANSACTIONS ON HEAT AND MASS TRANSFER. vol. 1, pp ISSN: F. CORVARO, M. PARONCINI. (2008). An experimental study of natural convection in a differentially heated cavity through a 2D-PIV system. INTERNATIONAL JOURNAL OF HEAT AND MASS TRANSFER. vol. 52, Issues 1-2, pp ISSN: doi: /j.ijheatmasstransfer F. CORVARO, M. PARONCINI. (2009). The Natural Convective Heat Transfer in a Partially Divided Enclosure: A Study on the Influence of the Source Position. JOURNAL OF THERMODYNAMICS. vol. 2009, pp ISSN: F. CORVARO, M. PARONCINI. (2009). Natural convection in a square enclosure with a hot source. INTERNATIONAL JOURNAL OF THERMAL SCIENCE. vol. 48, Issue 9, september 2009, pages , doi: /j.ijthermalsci M. BEVILACQUA, F. CORVARO, F. POLONARA. (2009) Efficiency Analysis on Ital- ian Thermopower Plants. INTERNATIONAL JOURNAL OF GLOBAL ENERGY ISSUES. vol. 31, Issues.1, pp ISSN: doi: /IJGEI

10 Prof. Cucchiarelli Alessandro SSD: ING-INF/05 Docente Universitario II fascia Alessandro Cucchiarelli ha conseguito la Laurea in Ingegneria Elettronica nel 1985 presso l'universita' di Ancona. Nel 1991 è diventato Ricercatore nel raggruppamento scientifico disciplinare ING-INF/05 presso l'istituto di Informatica della stessa Università. Dal 2005 è professore associato nello stesso raggruppamento, ed afferisce al DIIGA, Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell'automazione dell'università Politecnica delle Marche (già Università di Ancona). I suoi attuali domini di ricerca sono l'applicazione di Tecniche di NLP all'estrazione Automatica di Informazioni dal Web ed alla Definizione di Ontologie di Dominio e la definizione di metriche e strumenti per l'analisi di reti sociali. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca sia cofinanziati dal MURST/MIUR che dall'unione Europea. E' stato coordinatore locale del gruppo di ricerca del DIIGA che ha partecipato al NoE europeo INTEROP. E' stato membro del comitato di programma/revisore di convegni internazionali (International Conference on Cognition and Exploratory Learning in Digital Age, IEEE International Conference on Advanced Learning Technologies) e revisore per riviste internazionali (International Journal of Natural Language Engineering, IEEE Transactions on Knowledge and Data Engineering, Journal of Information Technology Education, ACM Transactions on Knowledge Discovery from Data). E' autore o coautore di circa 80 pubblicazioni su riviste, capitoli di libri e atti di congressi con referee -P. Velardi, F. D Antonio, A. Cucchiarelli, Open Domain Knowledge Extraction: Inference on a Web Scale, in Proceedings of the International Conference on Web Intelligence, Mining and Semantics, August, Madrid, Spain, CUCCHIARELLI A, D ANTONIO F, VELARDI P.(2012), Semantically Interconnected Social Networks, Social Network Analysis and Mining, Vol.2 N.1, pp , Springer, I - CUCCHIARELLI A, D ANTONIO F (2010), Opportunity Discovery Through Network Analysis, in Proceedings of the Interoperability for Enterprise Software and Applications (I-ESA) Conference, Coventry, UK, CUCCHIARELLI A, D ANTONIO F, VELARDI P (2009), Analyzing Collaborations Through Content-Based Social Networks, in Computational Social Network Analysis: Trends, Tools and Research Advances A.Abraham, A.Hassanien and V.Snasel eds., Springer, CUCCHIARELLI A, D ANTONIO F (2009) Opportunity Networks and Social Network Techniques in Recommending Research Collaborations. In: Atti del convegno Enterprise Interoperability - Ricerca scientifica e Opportunità per il mondo industriale. Roma, Italy, VELARDI P, CUCCHIARELLI A., DANTONIO F (2008). Monitoring the Status of a Research Community through a Knowledge Map. WEB INTELLIGENCE AND AGENT SYSTEMS, vol. 6; p , ISSN: , doi: /WIA CUCCHIARELLI A., VELARDI P, D'ANTONIO F, CURZI M (2008). Modeling Collaborations Content in Social Network Analysis. In: IEEE/WIC/ACM International Conference on Web Intelligence. Sydney - Australia, December VELARDI P, CUCCHIARELLI A., NAVIGLI R, CURZI M (2008). Content-Based Social Network Analysis. In: European Conference on Artificial Intelligence - ECAI2008. Patras - Greece, July VELARDI P, NAVIGLI R, CUCCHIARELLI A., D'ANTONIO F (2008). A New Content-Based Model for Social Network Analysis. In: Second IEEE International Conference on Semantic Computing - ICSC2008. Santa Clara, USA, August 4-7, VELARDI P, CUCCHIARELLI A., PETIT M (2007). A Taxonomy Learning Method and its Application to Characterize a Scientific web Community. IEEE TRANSACTIONS ON KNOWLEDGE AND DATA ENGINEERING, vol. 19; p , ISSN: VELARDI P, CUCCHIARELLI A., PETIT M (2007). A Semantically Enriched Competency Management System to Support the Analysis of a Web-based Research Network. In: IEEE/WIC/ACM International Conference on Web Intelligence. Fremont, USA, November VELARDI P, CUCCHIARELLI A., PETIT M (2006). Supporting Scientific Collaboration in a Network of Excellence Through a Semantically Indexed Knowledge Map. In: Interoperability for Enterprise Software and Applications (I-ESA) Conference. Bordeaux, France, February 2006

11 Dott. D'Adda Diego SSD: ING-IND/35 Ricercatore Universitario Da Novembre 2010 è ricercatore SSD ING-IND/35 presso l'università Politecnica delle Marche. Ha precedentemente conseguito il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano. È stato visiting researcher presso la Maastricht University e l'ecole Nationale Supérieure des Mines de Paris. Ha partecipato a diversi progetti finanziati dalla Commissione Europea e dal MIUR. Aree di ricerca:economia applicata, in particolare Economia Industriale e Economia del Cambiamento Tecnologico Principali interessi di ricerca: Finanziamenti esterni (equity) di imprese high-tech Caratteristiche dei fondatori e performance di crescita delle imprese ad alta tecnologia Acquisizioni e fusioni di start-up ad alta tecnologia ed impatto sulle performance innovative Premi e riconoscimenti Premio Pagliarani per il miglior paper di ricerca della XXI Riunione Scientifica AiIG Premio per il miglior paper Award of the UAM-Accenture Chair in Economics and Management of Innovation 2009 Universidad Autónoma de Madrid Secondo classificato al Premio Pagliarani per il miglior paper di ricerca della XX Riunione Scientifica AiIG Premio per il miglior paper del network di ricerca Gate2Growth in Entrepreneurship, Innovation and Finance della XX RENT Conference EIASM M.G. Colombo, D. D Adda, E. Piva The contribution of university research to the growth of academic start-ups: an empirical analysis Journal of Technology Transfer, 35: (Special issue on Science- Based Entrepreneurial Firms) F. Bertoni, A. Croce, D. D Adda Venture Capital investments and patenting activity of high-tech start -ups: a micro-econometric firm-level analysis Venture Capital: An International Journal of Entrepreneurial Finance, 12: 4, (Special issue on Venture capital and high-tech start-ups) Bertoni F., Colombo M.G., D'Adda D., Grilli L., VC financing and the growth of new technology-based firms: correcting for sample self-selection in Audretsch D.B., Dagnino G.B., Faraci R. and Hoskisson R.E., eds., New Frontiers in Entrepreneurship: Recognizing, Seizing, and Executing Opportunities, (Springer) - International Studies in Entrepreneurship, 2010, Volume 26, Part 2, , DOI: / _ M.G. Colombo, D. D Adda, E. Piva, C. Rossi Lamastra La Delega dell Autorità Decisionale nelle Acquisizioni di NTBF: L Impatto sull Innovazione - Economia e Politica Industriale, forthcoming F. Bertoni, A. Croce, D. D Adda Venture Capital e attività brevettuale delle giovani imprese italiane ad alta tecnologia, Economia e Politica Industriale, forthcoming F. Bertoni, D. D Adda, L. Grilli, Cherry pickers or frog kissers? The double sided matching between Venture Capital and high-tech companies EARIE 2010, Istanbul, Settembre L. Doganova, M.G. Colombo, E. Piva, D. D Adda, P. Mustar Ambidextrous Alliances: The Impact on Innovation 2010 Academy of Management Conference, Montreal, Agosto F. Bertoni, M.G. Colombo, D. D Adda, S. Murtinu Does VC financing affect the productivity of European New Technology-Based Firms? An empirical analysis on the role of the type of investor 8th International Industrial Organization Conference, Vancouver, July Bertoni F., D'Adda D., Grilli L., Chi cerca un Finanziamento VC? Chi lo ottiene? Il doppio processo di selezione tra Venture Capital e NTBF Italiane, XXI Riunione Scientifica AiIG, L Aquila, Ottobre Premio Pagliarani XXI Riunione Scientifica AiIG

12 Prof. Demeio Lucio SSD: MAT/07 Docente Universitario II fascia Istruzione Universitaria: Dottorato di Ricerca in Fisica Matematica; Virginia Polytechnic Institute and State University, Blacksburg, VA, USA, 1989; Laurea in Fisica del Plasma, Universita' degli Studi di Trieste, Trieste, Campi di ricerca: Teoria del trasporto classico con applicazioni ai plasmi, ai gas rarefatti ed ai mezzi porosi; Teoria del trasporto quantistico con applicazioni ai semiconduttori; Metodi perturbativi con applicazioni a problemi di dinamica nonlineare. Cronologia dell'impiego: 1/4/ oggi: Professore Associato presso la Facolta' di Ingegneria dell' Universita' Politecnica delle Marche; 30/9/ /11/1995: Postdoctoral Fellow presso ``The Applied Physics Laboratory'', Johns Hopkins University, Laurel, Maryland, USA; 1/1/ /7/1990: Research Fellow, presso il ``Center for Transport Theory and Mathematical Physics'', Virginia Polytechnic Institute and State University (VPI & SU), Blacksburg, VA, USA; 1/8/ /12/1989: Visiting Assistant Professor of Physics, Dipartimento di Fisica, VPI & SU; 1/1/ /5/1989: Studente di dottorato, presso il ``Center for Transport Theory and Mathematical Physics'', VPI & SU; 1/10/ /10/1985: EURATOM Research Fellow, presso il ``FOM-Instituut voor Plasmafysica - Rijnhuizen", Nieuwegein, Olanda. 1) L. Demeio and S. Lenci, Nonlinear resonances of a semi-infinite cable on a nonlinear elastic foundation, Communications in Nonlinear Science and Numerical Simulation,18 (3) (2013) ) L. Demeio,G. Lancioni and S. Lenci, Nonlinear Resonances in Infinitely Long 1D Continua on a Tensionless Substrate, Nonlinear Dynamics 66 (3) (2011) ) L. Demeio and S. Lenci, Nonlinear Resonances of a Semi-Infinite Cable on a Unilateral Elastic Substrate, Proc. WCE 2009, London, UK, 1-3 luglio ) L. Maccari and L. Demeio Floquet Projections of a Gaussian Wigner Function in a Kronig-Penney Potential, Journal of Physics, Conference Series 193 (2009) ) L. Demeio and S. Lenci, Second-order solutions for the dynamics of a semi-infinite cable on a unilateral substrate, Journal of Sound and Vibration, 315 (2008) ; 6) O. Morandi and L. Demeio, A Wigner-function approach to interband transitions based on the multiband-envelope-function model, Transport Theory and Statistical Physics, 37 (2008) ; 7) O. Morandi and L. Demeio, Simulation of the Rashba Effect in a Multiband Quantum Structure, Journal of Computational Electronics, 6(1-3) (2007) ; 8) L. Demeio and S. Lenci, Forced nonlinear oscillations of semi-infinite cables and beams resting on a unilateral elastic substrate, Nonlinear Dynamics, (49) (2007)

13 1) L. Demeio and S. Lenci, Nonlinear resonances of a semi-infinite cable on a nonlinear elastic foundation, submitted to Communications in Nonlinear Science and Numerical Simulation. 2) L. Demeio,G. Lancioni and S. Lenci, Nonlinear Resonances in Infinitely Long 1D Continua on a Tensionless Substrate, Nonlinear Dynamics, in corso di stampa. 3) L. Demeio and S. Lenci, Nonlinear Resonances of a Semi-Infinite Cable on a Unilateral Elastic Substrate, Proc. WCE 2009, London, UK, 1-3 luglio ) L. Maccari and L. Demeio Floquet Projections of a Gaussian Wigner Function in a Kronig-Penney Potential, Journal of Physics, Conference Series 193 (2009) ) L. Demeio and S. Lenci, Second-order solutions for the dynamics of a semi-infinite cable on a unilateral substrate, Journal of Sound and Vibration, 315 (2008) ; 6) O. Morandi and L. Demeio, A Wigner-function approach to interband transitions based on the multiband-envelope-function model, Transport Theory and Statistical Physics, 37 (2008) ; 7) O. Morandi and L. Demeio, Simulation of the Rashba Effect in a Multiband Quantum Structure, Journal of Computational Electronics, 6(1-3) (2007) ; 8) L. Demeio and S. Lenci, Forced nonlinear oscillations of semi-infinite cables and beams resting on a unilateral elastic substrate, Nonlinear Dynamics, (49) (2007)

14 Dott. Fiori Simone SSD: ING-IND/31 Ricercatore Universitario Confermato Il Dr. Fiori ha ricevuto la Laurea in Ingegneria Elettronica (con votazione 110/110 e lode) nel Luglio 1996 presso l'università degli Studi di Ancona e il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Elettrica (Teoria dei Circuiti) nel Marzo 2000 presso l'università degli Studi di Bologna. Nel Novembre 2000 ha preso servizio come Ricercatore Universitario presso la Facoltà di Ingegneria dell'università di Perugia e nel Novembre 2005 si è trasferito come Ricercatore Confermato presso l'università Politecnica delle Marche (Ancona). Gli interessi di ricerca attuali del Dr. Fiori riguardano i sistemi artificiali intelligenti e, in particolare, le le tecniche di geometria differenziale applicate alla sintesi di sistemi artificiali intelligenti ed i relativi metodi numerici. E' autore di più di 155 pubblicazioni su riviste e conferenze internazionali e presta la propria opera come revisore per numerose riviste internazionali. Nel 2001 il Dr. Fiori è risultato vincitore del premio ``E.R. Caianiello'' per la miglior tesi di dottorato nel settore delle reti neurali artificiali. Il Dr. Fiori presta la propria opera come Associate Editor per le riviste Neurocomputing (Elsevier) e Computational Intelligence and Neuroscience (Elsevier). KANEKO T., FIORI S., TANAKA T. (2013). Empirical Arithmetic Averaging over the Compact Stiefel Manifold, IEEE TRANSACTIONS ON SIGNAL PROCESSING, Vol. 61 (4), pp FIORI S. (2012). Extended Hamiltonian Learning on Riemannian Manifolds: Numerical Aspects, IEEE TRANSACTIONS ON NEURAL NETWORKS AND LEARNING SYSTEMS, Vol. 23 (1), pp FIORI S. (2011). Solving Minimal-Distance Problems over the Manifold of Real Symplectic Matrices, SIAM JOURNAL ON MATRIX ANALYSIS AND APPLICATIONS, Vol. 32 (3), p FIORI S. (2011). Riemannian-Gradient-Based Learning on the Complex Matrix-Hypersphere, IEEE TRANSACTIONS ON NEURAL NETWORKS, Vol. 22 (12), p FIORI S. (2010), Learning by Natural Gradient on Noncompact Matrix-type Pseudo-Riemannian Manifolds, IEEE TRANSACTIONS ON NEURAL NETWORKS, Vol. 21 (5), p FIORI S., TANAKA T. (2009). An Algorithm to Compute Averages on Matrix Lie Groups, IEEE TRANSACTIONS ON SIGNAL PROCESSING, Vol. 57 (12), p FIORI S. (2009) On Vector Averaging over the Unit Hyphersphere, DIGITAL SIGNAL PROCESSING, Vol. 19 (4), p FIORI S. (2008). Geodesic-Based and Projection-Based Neural Blind Deconvolution Algorithms. SIGNAL PROCESSING, vol. 88 (3); p FIORI S. (2008). Lie-Group-Type Neural System Learning by Manifold Retractions. NEURAL NETWORKS, vol. 21 (10); p FIORI S. (2006). Blind Adaptation of Stable Discrete-Time IIR Filters in State-Space Form. IEEE TRANSACTIONS ON SIGNAL PROCESSING, vol. 54 (7); p FIORI S. (2005). Non-Linear Complex-Valued Extensions of Hebbian Learning: An Essay. NEURAL COMPUTATION, vol. 17 (4); p FIORI S. (2005). Formulation and Integration of Learning Differential Equations on the Stiefel Manifold. IEEE TRANSACTIONS ON NEURAL NETWORKS, vol. 16 (6); p FIORI S. (2004). A Fast Fixed-Point Neural Blind Deconvolution Algorithm. IEEE TRANSACTIONS ON NEURAL NETWORKS, vol. 15 (2); p FIORI S. (2004). Analysis of Modified `Bussgang' Algorithms (MBA) for Channel Equalization. IEEE TRANSACTIONS ON CIRCUITS AND SYSTEMS I. FUNDAMENTAL THEORY AND APPLICATIONS, vol. 51 (8); p , ISSN: FIORI S. (2003). Extended Hebbian Learning for Blind Separation of Complex-Valued Sources. IEEE TRANSACTIONS ON CIRCUITS AND SYSTEMS. 2, ANALOG AND DIGITAL SIGNAL PROCESSING, vol. 50 (4); p FIORI S. (2003). Neural Independent Component Analysis by `Maximum-Mismatch' Learning Principle. NEURAL NETWORKS, vol. 16 (8); p FIORI S. (2002). Hybrid Independent Component Analysis by Adaptive LUT Activation Function Neurons. NEURAL NETWORKS, vol. 15 (1); p FIORI S. (2002). A Theory for Learning Based on Rigid Bodies Dynamics. IEEE TRANSACTIONS ON NEURAL NETWORKS, vol. 13 (3); p FIORI S. (2002). Blind Deconvolution by Simple Adaptive Activation Function Neuron. NEUROCOMPUTING, vol. 48 (1-4); p

15 Prof. Forcellese Archimede SSD: ING-IND/16 Docente Universitario II fascia Il Prof. Forcellese ha svolto in maniera continuativa attività di ricerca su diverse tematiche relative al settore ING-IND/16. In particolare, l'attività di ricerca è stata sviluppata principalmente nelle seguenti tematiche: studio di processi produttivi con particolare riferimento a quelli per deformazione plastica (massivi e di lamiere) e alle operazioni di asportazione di truciolo; studio di processi di saldatura mediante la tecnica del friction stir welding; progettazione e controllo dei processi produttivi mediante utilizzo di tecniche di intelligenza artificiale. Tale attività ha consentito la stesura oltre 90 pubblicazioni su riviste internazionali e su atti di conferenze internazionali e nazionali. Il Prof. Forcellese ha fatto parte di Comitati Scientifici di Conferenze Internazionali. 1.A. Forcellese, L. Fratini, F. Gabrielli, M. Simoncini: Formability of friction stir welded AZ31 magnesium alloy sheets, Materials Science Forum Vols (2010), pp C. Bruni, A. Forcellese, F. Gabrielli, M. Simoncini: Effect of temperature, strain rate and fibre orientation on the plastic flow behaviour and formability of AZ31 magnesium alloy, Journal of Materials Processing Technology, Vol. 210, Issue 10, (2010), pp C. Bruni, A. Forcellese, F. Gabrielli, M. Simoncini: Effect of the w/v ratio and sheet thickness on mechanical properties of magnesium alloy FSWed joints, International Journal of Material Forming, Vol. 3, Supplement 1, (2010), pp C. BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI: Warm Formability of AZ31 Magnesium Alloy Sheets Under Different Process Conditions, Materials Science Forum, , 2009, pp G. AMBROGIO, L. FILICE, A. FORCELLESE, G.L. MANCO, M. SIMONCINI: Process parameter effects on the LDR in warm deep drawing of magnesium alloys, Key Eng. Materials, , 2009, pp C. BRUNI, G. BUFFA, L. D APOLITO, A. FORCELLESE, L. FRATINI: Tool geometry in friction stir welding of Magnesium alloy sheets, Key Engineering Materials, , 2009, C. BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI: Hard Turning of an Alloy Steel on a Machine Tool with a Polymer Concrete Bed Journal of Materials Processing Technology, Journal of Materials Processing Technology, 202, 2008, pp C. BRUNI, L. d APOLITO, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI: Surface roughness modelling in finish face milling under MQL and dry cutting conditions, International Journal of Forming Processes, (2008) doi: /s A. FORCELLESE, M. EL METHEDI, M. SIMONCIMI, S. SPIGARELLI. Formability and Microstructure of AZ31Magnesium Alloy Sheets. Key Engineering Materials, 344, 2007, pp C. BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI AND L. MONTELATICI, Evaluation of friction coefficient in tube drawing processes, AIP Conference Proc., Volume 907, April 2007, pp C. BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI. Effect of the Lubrication-Refrigeration Technique and Insert Technology on the Workpart Surface Finish and Tool Wear in Finish Turning of AISI 420B Stainless Steel. Journal of Machine Tools & Manufacture, 46/12-13, 2006, pp C. BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI. Modelling of the Rheological Behaviour of Aluminium Alloys in Multistep Hot Deformation using the Multiple Regression Analysis and Artificial Neural Network Techniques. Journal of Materials Processing Technology, 177/1-3, 2006, pp C. BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI. Air Bending of AZ31 Magnesium Alloy in Warm and Hot Forming Conditions. J. of Materials Processing Technology, 177/1-3, 2006, pp C. BRUNI, M. EL-MEHTEDI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI. Simulation of Multipass Hot Rolling of AA 6082 Aluminium Alloy. Steel Grips 2, Supplement September, 2004, pp C. BRUNI, M. CABIBBO, A. CRUCIANI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI. Microstructural Studies and Flow Stress Modelling in a Ni-base Superalloy. Steel Grips 2, Supplement September, 2004, pp C. BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI. Hot Workability and Models for Flow Stress of NIMONIC 115 Ni-base Superalloy. Journal of Materials Processing Technology, , 2002, pp A. FORCELLESE, F. GABRIELLI. Artificial Neural-Network-Based Control System for Springback Compensation in Press-Brake Forming. Int. J. of Materials & Product Technology, 16/6-7, 2001, pp A. FORCELLESE, F. GABRIELLI. Warm Forging of Aluminium Alloys: a New Approach for Time Compression of the Forging Sequence. Int. J. of Machine Tools & Manufacture, 40/9, 2000, pp N. ALBERTI, A. FORCELLESE, L. FRATINI, F. GABRIELLI. Sheet Metal Forming of Titanium Blanks Using Fle

16 Prof. Francescangeli Oriano SSD: FIS/01 Docente Universitario I fascia 1984: Laurea in Ingegneria Elettronica (110 e lode) con Dignità di Stampa, Università di Ancona 11/2011-presente: Professore Straordinario di Fisica Sperimentale, Università Politecnica delle Marche 11/ /2011: Professore Associato, Fisica Sperimentale, Università Politecnica delle Marche 06/2007-presente: Direttore del Laboratorio Regionale delle Marche MATEC CNISM 06/1999-presente: Responsabile Scientifico del Laboratorio Avanzato di Diffrazione di raggi X (c/o FIMET) 11/ /1999: Ricercatore Universitario e Professore Supplente, Fisica Generale, Università di Ancona 06/ /1991: Ricercatore Universitario, Fisica Generale, Università di Ancona 07/ /1988: Ingegnere Progettista presso la società AEA, Rosora (AN) 09/ /1987: Incarico di ricerca, Dipartimento di Scienze dei Materiali e della Terra, Univ. Ancona 12/ /1985: incarico di ricerca, Dipartimento di Elettronica e Automatica, Università di Ancona. Riconoscimenti ufficiali: Premio "Bonazzi" AEI, conferito dall'aei, Principali interessi scientifici: Fisica della materia condensata 1. Mesomorfismo e proprietà strutturali ed ottiche di cristalli liquidi termotropici e nanocompositi ibridi 2. Fenomeni di riorientazione e memoria-ottica fotoindotte in cristalli liquidi drogati con coloranti 3. Studi di dinamica vibrazionale e molecolare e di densità di spin in composti organici 4. Nanotruttura, architettura supramolecolare e morfologia di cristalli liquidi liotropici di interesse biologico. Risultati della attività scientifica: n. 147 su Riviste Internazionali peer reviewed (4 Invited) n. 19 su Proceedings di Congressi Internazionali (4 Invited) n. 8 Capitoli su Libri a diffusione internazionale peer reviewed (5 Invited) n. 28 Invited Talks and Lectures, n. 150 Comunicazioni a Congressi Nazionali ed Internazionali citazioni nella letteratura scientifica internazionale, corrispondenti ad un h-index = 29 (ISI,.Mar. 2013) Attività di consulenza scientifica: - membro del "Review Committee" dello European Synchrotron Radiation Facility (ESRF, Greenoble, France) per la selezione dei "proposal", area "Soft Condensed Matter & Biological Materials". - Referee di riviste scientifiche internazionali: Physical Review, Physical Review Letters, Europhysics Letters, Journal of Applied Physics, Applied Physics Letters, Journal of Physical Chemistry, JACS Communications, Chemical Physics Letters, Liquid Crystals, Molecular Crystals & Liquid Crystals, Applied Physics, Langmuir, Soft Matter, Advanced Functional Materials - Esperto reviewer di progetti per l Agence Nationale de la Recherche ANR francese, programma BLANC.. Francescangeli et al., Phys.l Rev. A 40 (9), (1989); Phys. Rev. A 43 (12), (1991). R. Caciuffo, O. Francescangeli et al., Europhysics Letters 34 (7), pp (1996). O. Francescangeli et al., Phys.l Rev. E 55 (1), (1997); Phys.l Rev. E 55 (6), (1997). S. Slussarenko, O. Francescangeli, et al., Applied Physics Letters 71 (25), pp (1997). O. Francescangeli et al., Physical Review Letters 82 (9), pp (1999). F. Simoni, O. Francescangeli et al., Journal of Physics: Condensed Matter 11 (41), pp. R439-R487 (1999). E. Ouskova, O. Francescangeli, et al., Physical Review E 63 (2), pp / /5 (2001). F. Simoni, O. Francescangeli et al., Optics Express 9 (2), pp (2001). E. Ouskova, O. Francescangeli et al., Physical Review E 64 (5), pp / /5 (2001). O. Francescangeli, Europhysics Letters 59 (2), pp (2002). O. Francescangeli et al., Physical Review E 67 (1), pp / /11 (2003). D.E. Lucchetta, O. Francescangeli et al., Applied Physics Letters 84 (6), pp (2004). D.E. Lucchetta, O. Francescangeli et al., Applied Physics Letters 84 (24), pp (2004). O. Francescangeli et al., Europhysics Letters 67 (4), pp (2004). O. Francescangeli et al., Physical Review E 71 (1), pp / /11 (2005). D. Lucchetta, O. Francescangeli et al., Physical Review E 73 (1), / /7 (2006). P. Bruni, O. Francescangeli et al., Applied Physics Letters 88 (7), / /3 (2006). M. Pisani, O. Francescangeli et al., J. of Physical Chemistry B Letters 112 (17), pp (2008). O. Francescangeli at al., Advanced Functional Materials 19 (16), pp (2009). O. Francescangeli and E.T. Samulski, Soft Matter 6, pp (2010). O. Francescangeli et al., Soft Matter 7, pp (2011). O. Francescangeli et al., Physical Review Letters 107, pp /1-5 (2011). F. Speetjens. O. Francescangeli et al., Journal of Materials Chemistry 22, pp (2012) M. Pisani, O. Francecangeli et al., Liquid Crystals 40, pp: pages (2013)

17 Prof. Fratesi Romeo SSD: ING-IND/22 Docente Universitario I fascia Romeo Fratesi è nato a Senigallia (AN) Italia nel Si è laureato in Chimica Industriale presso l Università degli Studi di Roma nel Dal 1973 lavora presso la Facoltà di Ingegneria dell Università Politecnica delle Marche (AN) e il suo campo di ricerca riguarda la Corrosione dei materiali e la Tecnologia dei Materiali. Dal 1999 è professore ordinario presso la stessa Università. Dal 1977 è docente del corso di Corrosione e protezione dei materiali ed attualmente è docente anche del corso di Tecnologia delle Materie Plastiche e dei Compositi. E stato relatore di circa 130 tesi di laurea relative alla corrosione dei materiali e alla caratterizzazione chimico-fisica e microstrutturale dei materiali metallici. L attività scientifica del Prof. Fratesi è documentata da 190 memorie scientifiche comprendenti pubblicazioni su rivista e libri, partecipazione a congressi e conferenze e può essere divisa in due filoni principali: A- Ricerca relativa a materiali a matrice ferrosa: studio di leghe ferrose comuni e sperimentali con particolare riguardo alla loro reattività con l ambiente, anche in presenza di stress meccanici. Studi sul comportamento nei confronti della corrosione di barre di armatura di acciaio nel calcestruzzo. B- Ricerca relativa all elettrodeposizione e alla caratterizzazione di materiali a matrice non ferrosa: studio di problematiche relative all elettrometallurgia del piombo e dello zinco e alla produzione di nuovi tipi di rivestimenti metallici a base di zinco e zinco leghe. La ricerca inoltre ha riguardato la caratterizzazione delle proprietà chimico-fisiche e di resistenza alla corrosione di tali rivestimenti. La ricerca scientifica del Prof. Fratesi è stata effettuata anche in collaborazione con diverse industrie sia nazionali che internazionali; ricerca che ha riguardato la corrosione dei materiali ed anche la tecnologia dei materiali (es: gruppo MTS, italiano; gruppo UMICORE, belga). Romeo fratesi è stato responsabile italiano nel group A: Preventative Measures nel progetto di ricerca I-2: Action to improve the corrosion resistance of galvanized rebars in concrete: test and problems che era parte del progetto Europeo COST 521: Corrosion of steel in reinforced concrete structures. Inoltre ha preso parte a due progetti Europei: CRAFT BE S2-5139/ Contract BRST-CT dal titolo Galvanized steel rebar with improved corrosion resistance for reinforcement in concrete e CRAFT G5ST-CT entitled Dry flux silicon steels. 1) G. Roventi, T. Bellezze, R. Fratesi, "Chemical transformation of zinc passivating products after carbonation process", EUROCORR SAFER WORLD THROUGH BETTER CORROSION CONTROL, CD-ROM 2) Bellezze T., Saltykov S, Roventi G., Malavolta M., Fratesi R., Layer-by-layer analysis of hot-dip zinc coating by anodic dissolution in acetate bath, SURFACE & COATINGS TECHNOLOGY, 206 (2012) ) T. Bellezze, E. Barbaresi, R. Fratesi, U. Marinelli, Monitoring corrosion in concrete by means of Electrical Resistance Probes, INTERCORR 2012, CD-ROM. 4) T. Bellezze, R. Fratesi, G. Roventi, Prove in campo dell efficacia della protezione catodica di un asse portaelica di un imbarcazione, 34 CONVEGNO NAZIONALE AIM, 2012, CD-ROM. 5) G. Roventi, T. Bellezze, R. Fratesi, Rivestimenti compositi Zn-SiC ottenuti per elettrodeposizione, ATTI DEL XI CONVEGNO NAZIONALE AIMAT, 2012 p ) G. Roventi, T. Bellezze, R. Fratesi, Rivestimenti elettrolitici di zinco rinforzato con particelle nanometriche di SiC, 34 CONVEGNO NAZIONALE AIM, 2012, CD ROM. 7) T. Bellezze, G. Roventi, R. Fratesi, Studio della durabilità di carter di acciaio cromato affetti da corrosione galvanica, ATTI DEL XI CONVEGNO NAZIONALE AIMAT, 2012 p. 29.

18 Dott. Frontoni Emanuele SSD: ING-INF/05 Ricercatore Universitario Posizione attuale: Assegnista di Ricerca, dal 1 dicembre 2006, presso l Università Politecnica delle Marche, Facoltà di Ingegneria, Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell Automazione (DIIGA). A.A. 2009/10: è nominato docente a contratto per i corsi: Laboratorio di Informatica grafica, Facoltà di Ingegneria, Università Politecnica delle Marche; Progettazione dei Sistemi Multimediali, Laboratorio di Comunicazione per il Web, Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi di Macerata. A.A. 2008/09: è nominato docente a contratto per i corsi: Laboratorio di Informatica grafica, Facoltà di Ingegneria, Università Politecnica delle Marche; Progettazione dei Sistemi Multimediali, Laboratorio di Comunicazione per il Web, Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi di Macerata. A.A. 2007/08: è nominato docente a contratto per i corsi: Laboratorio di Informatica grafica, Facoltà di Ingegneria, Università Politecnica delle Marche; Progettazione dei Sistemi Multimediali, Laboratorio di Comunicazione per il Web, Laboratorio di tecniche per la ricerca e la diffusione di informazioni sul web, Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi di Macerata. Gennaio 2008: è invitato a svolgere una lezione alla Bayesian Cognition Winter School organizzata dalla Università di Grenoble dal titolo Vision Based Mobile Robotics; Mobile Robot Localization using vision and active probabilistic approaches (Chamonix, Francia). Settembre 2007: svolge un periodo di ricerca all estero presso l Autonomous System Lab dell ETH di Zurigo (Svizzera) coordinato dal prof. Roland Siegwart. 15 Dicembre 2006: ottiene il Dottorato di Ricerca in Sistemi Artificiali Intelligenti (V ciclo), presso il Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell Automazione (DIIGA), Facoltà di Ingegneria, Università Politecnica delle Marche, Ancona. La tesi di dottorato, dal titolo Vision Based Mobile Robotics, tratta temi di intelligenza e visione artificiale applicati alla robotica mobile. A.A. 2006/07: svolge attività didattica come docente a contratto per i corsi: Laboratorio di Informatica grafica, Facoltà di Ingegneria, Università Politecnica delle Marche; Laboratorio di Comunicazione per il Web, Laboratorio di tecniche per la ricerca e la diffusione di informazioni sul web, Alfabetizzazione Informatica, Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi di Macerata. Aprile 2006: svolge un periodo di ricerca all estero presso l Autonomous System Lab dell EPFL di Losanna (Svizzera) coordinato dal prof. Roland Siegwart occupandosi di stima del moto di veicoli autonomi intelligenti basati su sensori visivi. A.A. 2005/2006: svolge attività didattica come docente a contratto per i corsi: Laboratorio di Comunicazione per il Web, Laboratorio di tecniche per la ricerca e la diffusione di informazioni sul web, Alfabetizzazione Informatica, Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi di Macerata. A.A. 2004/2005: svolge attività didattica come docente a contratto per il corso: Informatica: applicazioni avanzate, Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi di Macerata. A.A. 2001/02: consegue la laurea in Ingegneria Elettronica presso L'Università degli Studi di Ancona con voto 110/110 e Lode. Svolge la tesi di laurea dal titolo Metodi per l estrazione di informazione da sequenze di DNA nel settore della bioinformatica, applicando tecniche di data mining a set di dati biologici, in collaborazione con l Istituto di Elettronica ed Automatica della Facoltà di Ingegneria e con L istituto di Genetica della Facoltà di Medicina e Chirurgia. 1997: consegue la maturità scientifica presso il Liceo Scientifico G.Galilei di Macerata con votazione di 54/60.

19 ? Libri (Book) [B06] P. Zingaretti, E. Frontoni, Informatica - tematiche generali, Edizioni Simple, pp. 176, ISBN , 2006.? Capitoli di libri (Book-Chapter) [BC10] P. Zingaretti, E. Frontoni, E.S. Malinverni, A. Mancini, A hybrid approach to land cover classification from multi spectral images, in Image Analysis and Processing- ICIAP 2009, P.Foggia, C.Sansone, M.Vento Eds., Lecture Notes in Computer Science Series - LNCS 5716, Springer Berlin / Heidelberg, , 2009 (ISSN ). [BC08b]A. Mancini, A. Cesetti, A. Iaulè, E. Frontoni, P. Zingaretti, S. Longhi, A Framework for Simulation and Testing of UAVs in Cooperative Scenarios, in Unmanned Aircraft Systems, K.P.Valavanis, P.Y.Oh L.A. Piegl, Springer, , 2008 (ISBN ). [BC08a] A. Cesetti, A. Mancini, E. Frontoni, P. Zingaretti, S. Longhi, From simulated to real scenarios: a f.ramework for multi-uavs, in Simulation, Modeling, and Programming for Autonomous Robots, S.Carpin, I.Noda, E. Pagello, M.Reggiani, O.von Stryk Eds., Lecture Notes in Artificial Intelligence, vol. 5325, Springer Berlin / Heidelberg, 17-28, 2008 (ISSN ).? su riviste (Journal article) [J10e] A. Ascani, E. Frontoni, A. Mancini, P. Zingaretti,: Feature group matching: a novel method to filter out incorrect local feature matchings, Pattern Recognition, Elsevier, revised version under review. [J10d] E.S. Malinverni, A.N. Tassetti, A. Mancini, P. Zingaretti, E. Frontoni, A. Bernardini: Hybrid Approach for Land Use /Land Cover Mapping using High Resolution Imagery, Object-Based Landscape Analysis Special Issue of the International Journal of Geographical Information Science, revised version under review. [J10c] Bernardini, E. Frontoni, E.S. Malinverni, A. Mancini, A.N. Tassetti, P. Zingaretti: Pixel, Object and Hybrid Classification Comparison, Geographic Object Based Image Analysis - Special Issue of the Journal of Spatial Science, in stampa. [J10b] A. Cesetti, E. Frontoni, A. Mancini, P. Zingaretti, S. Longhi, UAV navigation and landing based on a single camera vision system and terrain classification, Automatika Journal, KoREMA, in stampa [J10a] A. Cesetti, E. Frontoni, A.Mancini, P. Zingaretti and S. Longhi, A Vision-Based Guidance System for UAV Navigation and Safe Landing using Natural Landmarks, Journal of Intelligent and Robotic Systems, Springer, 57, , 2010 (ISSN: ). [J09] K. Khoshelham, C. Nardinocchi, E. Frontoni, A. Mancini and P. Zingaretti, Performance evaluation of automated approaches to building detection in multi-source aerial data, ISPRS Journal of Photogrammetry and Remote Sensing, Volume 65, Issue 1, January 2010, Pages [J08] A. Mancini, A. Cesetti, A. Iaulè, E. Frontoni, P. Zingaretti, S. Longhi, A Framework for simulation and testing of UAVs in cooperative scenarios, Journal of Intelligent and Robotic Systems, Springer, DOI: /s , [J06b] E.Frontoni, P.Zingaretti, "A rotational invariant similarity metric for omnidirectional images", Robotics and Autonomous Systems, Elsevier, 54 (9), pp , September 2006, ISSN [J06a] P.Zingaretti, E.Frontoni, "Appearance-based robot localization in partially explored environments", IEEE Robotics & Automation Magazine, 13 (1), pp.59 68, March 2006, ISSN ? su atti di conferenze (Conference paper) [C10f] E. Frontoni, A. Ascani, A. Mancini, P. Zingaretti, Robot localization in urban environments using omnidirectional vision sensors and partial heterogeneous apriori knowledge, 2010 IEEE/ASME International Conference on Mechatronic and Embedded Systems and Applications - MESA 2010, Qingdao, Cina, luglio 2010 in stampa. [C10e] A. Cesetti, E. Frontoni, A. Mancini, P. Zingaretti, S. Longhi, Autonomous Safe Landing of a Vision Guided Helicopter, 2010 IEEE/ASME International Conference on Mechatronic and Embedded Systems and Applications - MESA 2

20 Prof. Gabrielli Filippo SSD: ING-IND/16 Docente Universitario I fascia Si laurea nel 1973 in Ingegneria Nucleare nell'università di Bologna. Nel 1974 è assunto dal Consiglio Nazionale delle Ricerche ove svolge attività di ricerca sulla tecnologia dei materiali metallici, principalmente per il settore energetico ed aereospaziale, partecipando ad azioni nazionali ed internazionali di ricerca. Nel è Visiting Scientist presso il "Department of Materials Science and Engineering" del MIT (Massachusetts Institute of Technology). Nel gennaio 1988, prende servizio presso la Facoltà di Ingegneria dell'università Politecnica delle Marche ove svolge attività di ricerca sui materiali di interesse ingegneristico, sulla simulazione e ottimizzazione dei processi produttivi, tecniche CAE, in diversi settori delle tecnologie e dei sistemi di produzione per l industria meccanica. E stato ed è coordinatore dell unità operativa di Ancona e di gruppi nazionali in diversi progetti di ricerca. Ha fatto e fa parte di Commissioni della facoltà di Ingegneria dell Università Politecnica delle Marche. E' stato Consigliere di amministrazione nel Consorzio Università-Impresa Marche Innovation Training sin dalla fondazione al Dal 2006, è Responsabile del Sistema di Gestione per la Qualità dell Università Politecnica delle Marche. E autore dei volumi Programmazione e controllo della produzione e Lezioni di Tecnologia Meccanica pubblicati dalla casa editrice Pitagora, Bologna ed è coautore del libro Analisi e tecnologia delle lavorazioni meccaniche della casa editrice Mc-Graw Hill. E autore/coautore di oltre centotrenta articoli scientifici. FORCELLESE, L. FRATINI, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI: Formability of friction stir welded AZ31 magnesium alloy sheets Key Engineering Materials, (2009), pp BRUNI, L. D APOLITO, A.FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI: Surface roughness modelling in finish face milling under MQL and dry cutting conditions, Inter J Mater Form, (2008) pp BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI AND L. MONTELATICI, Evaluation of friction coefficient in tube drawing processes, in AIP Conference Proceedings, 907, 2007, BRUNI, L. D'APOLITO, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, L. GOBBI, M. SIMONCINI, Finish milling operations of AISI 420 B stainless steel under dry and wet conditions, in Proceedings of the 10th CIRP Int.10th Workshop on Modelling of Machining Operations, Reggio Calabria, August 2007, pp BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, L. GOBBI, M. SIMONCINI, Finish turning under dry and MQL conditions, in Proceedings of the 10th CIRP International Workshop on Modelling of Machining Operations, Reggio Calabria, August 2007, pp BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI, Hard turning of an alloy steel on a machine tool with a polymer concrete bed, in Journal of Materials Processing Technology, 202, 2008, pp G. AMBROGIO, C. BRUNI, L. FILICE AND F. GABRIELLI, On the formability of magnesium alloy sheets in warm conditions, in Key Engineering Materials 344, 2007, pp BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, G. PALUMBO, M. SIMONCINI, D. SORGENTE, L. TRICARICO, Bending of magnesium stripes at elevated temperatures, in Proceedings of the 9th International ESAFORM Conference on Material Forming, Glasgow, April 2006, pp BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI, Air bending of AZ31 magnesium alloy in warm and hot forming conditions, in Journal of Materials Processing Technology 177, 2006, pp BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI, Modelling of the rheological behaviour of aluminium alloys in multistep hot deformation using the multiple regression analysis and artificial neural network techniques, in Journal of Materials Processing Technology 177,, 2006, pp BRUNI, M. CELEGHINI, M. GEIGER, F. GABRIELLI, A study of techniques in the evaluation of springback and residual stress in hydroforming, in The International Journal of Advanced Manufacturing Technology, Springer, 33/9-10, 2007 pp BRUNI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI, Effect of the Lubrication-Cooling Technique, Insert Technology and Machine Bed Material on the Workpart Surface Finish and Tool Wear in Finish Turning of AISI 420B, in International Journal of Machine Tools & Manufacture 46/12-13,, Elsevier, 2006, pp BRUNI, M. EL-MEHTEDI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, M. SIMONCINI Simulation of Multipass Hot Rolling of AA 6082 Aluminium Alloy, in Steel Grips, Journal of steel and related materials,, Grips media Gmbh, 2004, pp BRUNI, M. CABIBBO, A. CRUCIANI, A. FORCELLESE, F. GABRIELLI, Microstructural Studies and Flow Stress Modelling in a Ni-base Superalloy, in Steel Grips, Journal of steel and related materials, Grips media Gmbh, 2004, pp

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici

di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici Alice Piva 1, Giacomo Gamberoni 1, Denis Ferraretti 1, Evelina Lamma 2 1 intelliware snc, via J.F.Kennedy 15, 44122 Ferrara,

Dettagli

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile Orario di ricevimento studenti: su appuntamento via mail * foto

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

SAFAP 2012, Napoli 14-15 giugno ISBN 978-88-7484-230-8

SAFAP 2012, Napoli 14-15 giugno ISBN 978-88-7484-230-8 Valutazione della Minimum Pressurizing Temperature (MPT) per reattori di elevato spessore realizzati in acciai bassolegati al Cr-Mo, in esercizio in condizioni di hydrogen charging Sommario G. L. Cosso*,

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Corso di. Anno accademico: 2010/11. Prof. ing. Gianpaolo Ghiani gianpaolo.ghiani@unisalento.it www.logistics.unsalento.it

Corso di. Anno accademico: 2010/11. Prof. ing. Gianpaolo Ghiani gianpaolo.ghiani@unisalento.it www.logistics.unsalento.it Corso di Metodi di Supporto alle Decisioni Anno accademico: 2010/11 Prof. ing. Gianpaolo Ghiani gianpaolo.ghiani@unisalento.it www.logistics.unsalento.it Fac coltà di Ingegneria - Università del Salento

Dettagli

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale D. Prattichizzo G.L. Mariottini F. Moneti M. Orlandesi M. Fei M. de Pascale A. Formaglio F. Morbidi S. Mulatto SIRSLab Laboratorio

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA Alberto Betella, Marco Lazzari, "Un ambiente open source per la gestione del podcasting e una sua applicazione alla didattica", Didamatica 2007, Cesena, 10-12/5/2007 Abstract UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER

Dettagli

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line.

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Provincia di Cosenza Dipartimento di Economia e Statistica Università della Calabria Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Il trasporto pubblico locale della Provincia di Cosenza in rete - 1 - Premessa

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Debora de Chiusole PhD Candidate deboratn@libero.it Università degli Studi di Padova Dipartimento FISPPA

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA Premesso che l attività scientifica e di ricerca nei settori MAT/01-09 e INF/01 consiste principalmente

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. m.maisano@unime.it ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. m.maisano@unime.it ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAISANO MASSIMILIANO Indirizzo Telefono 0902212435 Cellulare Fax 0902213448 E-mail m.maisano@unime.it Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm valvole 8 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 8 mm Valvole a spola 3/2-5/2-5/3 con attacchi filettati G/8 3/2-5/2-5/3 spool valves with G/8 threaded ports Spessore della valvola:

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Cognitive Adaptive Man Machine Interface for Cooperative Systems 19 Settembre 2012 ENAV ACADEMY Forlì (IT) Magda Balerna 1 ARTEMIS JU Sub Project 8: HUMAN Centred Design

Dettagli

Diss. ETH No. 20918. Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design. for the degree of Doctor of Sciences

Diss. ETH No. 20918. Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design. for the degree of Doctor of Sciences Diss. ETH No. 20918 Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design A dissertation submitted to ETH Zurich for the degree of Doctor of Sciences presented by Alberto

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Studio del trattamento termico di lamine in lega a memoria di forma NiTi per la realizzazione di strutture funzionali

Studio del trattamento termico di lamine in lega a memoria di forma NiTi per la realizzazione di strutture funzionali Leghe a memoria di forma Studio del trattamento termico di lamine in lega a memoria di forma NiTi per la realizzazione di strutture funzionali M. Merlin, C. Soffritti, A. Fortini Il presente lavoro descrive

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT. Progetto PRISMA

PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT. Progetto PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT PRISMA Progetto PRISMA SMART CITIES AND COMMUNITIES AND SOCIAL INNOVATION Cloud Computing per smart technologies PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER

Dettagli

Tecnologia personale per l autonomia di persone con disabilità nel calcolo del resto

Tecnologia personale per l autonomia di persone con disabilità nel calcolo del resto Tecnologia personale per l autonomia di persone con disabilità nel calcolo del resto Giovanni Dimauro 1, Marzia Marzo 2 1 Dipartimento di Informatica, Università degli Studi di Bari, dimauro@di.uniba.it

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro Caratteristiche costruttive A singolo ordine di alette fisse inclinate 45 a disegno aerodinamico con passo 20 mm e cornice perimetrale di 25 mm. Materiali e Finiture Standard: alluminio anodizzato naturale

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia L indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli