2040º DISTRETTO ROTARY CLUB. Sesto Calende-Angera Lago Maggiore. Anno Rotariano 2005/2006. Presidente PAOLO AMBROSOLI. Bollettino n.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2040º DISTRETTO ROTARY CLUB. Sesto Calende-Angera Lago Maggiore. Anno Rotariano 2005/2006. Presidente PAOLO AMBROSOLI. Bollettino n."

Transcript

1 2040º DISTRETTO ROTARY CLUB Sesto Calende-Angera Lago Maggiore Anno Rotariano 2005/2006 Presidente PAOLO AMBROSOLI Bollettino n. 11 Interclub del 3 Febbraio 2006 Conviviale del 10 Febbraio 2006 Segreteria del Club: Casella Postale N Angera (VA) Tel Fax e Segreteria Telefonica: sito internet: Riunioni: 1º e 3º Giovedì, 2º e 4º Venerdì del mese, ore Hotel Le Terrazze Ispra (VA)Tel

2 Hanno cortesemente avvertito della Loro assenza: Il 10/02: Bodio, Fontana, Grosselli, Iannini, Loraschi, Peter, Troiano, Solunto. Ospiti del club: Il 10/02: Sig. Alberto Casiraghi e Signora Angela, Sig. Norberto Furlani. Ospiti di soci: Il 03/02: Prof. Terenzio Congiu (Dell Orbo), Dott. Boga e Dott. Gardin (Beraldo), Sig. Fogagnolo (Mazzetti). Le gentili Signore: Ambrosoli, Arcolini, Lanzarone, Mazzetti, Sevi. Il 10/02: Dott.sa Depiesse, Sig. Giorgio Matticchio e Signora, Sig. Gianni Robusti, Dott. Jean Marie Martin (Bandirali). Le gentili Signore: Aimetti, Ambrosoli, Armocida, Maspero, Osimani, Sevi. Visitatori rotariani: Il 03/02: Daniela Quacci e Lucas Maria Gutierrez (R.C. Laveno-Luino Alto Verbano). Visitatori rotaractiani: Il 03/02: Alessandro Ambrosoli (Rotaract Varese-Verbano). Auguri del Mese di Febbraio: Magnoni (2), Lavit (11), Vanali (16), Peter (18), Beraldo (27). 2 Sintesi delle Serate INTERCLUB con Rotary Club Busto Gallarate - Legnano TICINO del 3 febbraio 2006 Presiedono: Pier Franco Felletti con Paolo Ambrosoli Relatore: Maggiore MASSIMO TAMMARO: Le Frecce Tricolori La conviviale interclub Ticino / Lago Maggiore, aperta anche ai club del Gruppo Olona, si svolge presso il Golf Hotel Le Robinie di Solbiate Olona, che esibisce un green ancora fortemente innevato per la prima grande nevicata del nuovo millennio (la seconda per importanza nell ultimo secolo, dopo quella del 1985). Gian Luca Ghiringhelli del R.C. Ticino introduce ai numerosi partecipanti il relatore, che non è l annunciato attuale comandante del reparto, tenente colonnello pilota Paolo Tarantino, impossibilitato a essere presente per impegni istituzionali. Lo sostituisce (come vedremo, più che egregiamente) il capo formazione maggiore pilota Massimo Tammaro. Il lungo curriculum del Maggiore, nato a Savona nel 1968, vede come tappe principali il corso di pilotaggio militare negli Stati Uniti, seguito da un esperienza come pilota di cacciabombardiere AMX a Verona, poi due anni come istruttore e quindi l ingresso nelle Frecce Tricolori, la Pattuglia Acrobatica dell Aeronautica Militare Italiana. La sua relazione illustra la storia, le finalità e le modalità operative di questa mitica squadriglia. L acrobazia aerea, nata alla fine degli anni Venti del 900, ha visto sin dall inizio la nostra aeronautica militare costruirsi una prestigiosa tradizione, tanto da creare nel 1961 un reparto specifico, il Gruppo Addestramento Acrobatico detto appunto Frecce Tricolori, il cui compito istituzionale a tutt oggi è di rappresentare la professionalità delle Forze Armate italiane, soprattutto all estero. Anzi più di questo, in quanto ambasciatore nel mondo delle capacità tecnologiche e organizzative italiane. Infatti l aereo utilizzato, modello MB-339 A/PAN, è un prodotto dell industria aeronautica italiana (di cui è ben noto il ruolo primario del nostro territorio). La squadriglia in volo è costituita da 10 velivoli (nove in formazione ed un solista). Ma il reparto consiste di 100 persone (tra piloti e tecnici), di cui 40 per volta sono in viaggio durante le loro molte missioni nel mondo, con 12 aerei (a titolo di raffronto, le Ferrari portano in giro 100 persone con due macchine). Fondamentale rilevanza ha evidentemente la qualità, tanto tecnica quanto umana, dei piloti, certo individualmente ma ancora più come squadra. Ne viene che la selezione è severa e l addestramento dura un anno, pur partendo da piloti già esperti. Un novizio entra nella squadriglia come pony 10

3 ovvero posizionato in coda, collocazione non necessariamente la meno difficile ma quella che consente qualche margine di errore, mentre aumentando l esperienza si risale fino alla posizione di pony 1 che è quella di capo formazione, quale il nostro relatore. Un filmato mostra quindi l esecuzione delle figure acrobatiche previste dal programma di esibizione delle Frecce Tricolori. Tecnicamente queste figure hanno nomi come cardioide, ventaglio, bomba. Visivamente gli aerei in formazione, con la loro sola disposizione geometrica o anche con il rilascio di fumi colorati, tessono in cielo motivi geometrici, come il telaio Jacquard tesseva fiori e foglie. Il video si conclude mostrando i volti dei 10 piloti del 313 gruppo, mentre la canzone di sottofondo recita: it s not easy to be me. Al momento della discussione, i richiedenti fanno acrobazie per disporsi in posizione di tiro delle domande, che si susseguono a raffica. Sull essere i migliori: diplomaticamente, il Maggiore menziona il solo fatto oggettivo che nessun altro Paese al mondo ha una pattuglia acrobatica di dieci aerei (che quindi raggiunge la massima complessità). Sulla coreografia: il programma delle evoluzioni è stato fatto dalla storia, è consolidato da parecchi anni e (parole mie, il relatore non lo dice per modestia) ha quasi raggiunto la perfezione, nel senso almeno che tutte le figure sono eseguite sempre in vista del pubblico, anche al rientro in cui il solista si separa e incrocia i nove velivoli che si ricongiungono. Sulla sicurezza: dopo gli incidenti del passato, le regole di sicurezza per l incolumità del pubblico sono diventate molto rigorose e controllate, a tal punto che ad esempio dopo una esibizione a Mosca è stato mostrato il volo registrato istante per istante sui tre assi. Intanto ancora echeggiano le parole di una canzone del filmato: even heroes have the right to dream. 3 P.S: Le immagini sopra riportate sono tratte dal sito web delle Frecce Tricolori, consultabile all indirizzo: Elio Lanzarone CONVIVIALE del 10 Febbaio 2006 Presiede: Paolo Ambrosoli Relatore: Alberto Casiraghi: Incontro con il PulcinoElefante Il Presidente ha presentato i relatori della serata ed ha ceduto la parola al socio Armocida, che ha confessato il suo periodo da bibliomane, durante il quale gli capitò, presso la biblioteca Ambrosiana, di notare dei libri tirati in poche copie: erano libri della casa editrice pulcinoelefante. Da allora ha seguito sempre con interesse le iniziative editoriali intraprese da Alberto Casiraghi. La notorietà di Casiraghy (così si è ribattezzato) è fatta soprattutto di passione verso il proprio lavoro, così ha proseguito Giorgio Matticchio, grande amico dell artista di Osnago e primo suo collezionista (ha circa 4000 titoli). Matticchio si è chiesto da dove venga il successo e l unicità delle opere di Casiraghy, la sua risposta è che l insieme fatto di scelta dei materiali, ridotto numero di copie, ricerca dei colori, contenuti caratterizzati da preziose amicizie-collaborazioni con artisti molto noti (tra essi Alda Merini) costituisca la chiave del grande successo riconosciuto oramai a livello internazionale. E poi Giorgio Matticchio ha proseguito con una carrellata di libretti, dai sonetti di Shakespeare, realmente sonanti e della marca Shakespeare, trovati in qualche remoto supermercato, a giochi di parole correlati con titoli e relativi poemetti. La parola è quindi passata ad Alberto Casiraghi che ci ha descritto come quello che nacque come un hobby è via via diventato un lavoro. Casiraghy si considera un uomo ricco di belle passioni; la musica, la poesia. La descrizione del viaggio nella moderna New York, il rapporto inesistente con il computer e la realtà tecnologica, l assenza di contaminazioni relative ai processi industriali sono tutti aspetti di questo artista, che vede l arte come un percorso fatto di materialità, di rapporto concreto e non virtuale con in suoi strumenti di lavoro.

4 CONFINDUSTRIA UDINE Giovedì, 29 Novembre 2007 La forza della squadra il coraggio di innovare insieme Prima Assemblea Generale Flay, Codroipo - Udine, 30 novembre Si terrà il prossimo venerdì 30 novembre presso Villa Manin a Codroipo, in provincia di Udine, la prima assemblea generale di FLAy - Federlegno-Arredo Young, il Gruppo Giovani di Federlegno-Arredo. LA FORZA DELLA SQUADRA IL CORAGGIO DI INNOVARE INSIEME è il tema scelto per la giornata dedicata all Assemblea dei giovani imprenditori di Federlegno-Arredo poiché sottolinea Alberto Conficconi, presidente FLAy uno degli obiettivi principali che il Gruppo si è dato sin dalla sua costituzione è la promozione, a tutti i livelli, dell innovazione. E siamo convinti che alla base di ogni processo innovativo ci sia un concreto e reale gioco di squadra. Abbiamo pensato continua Alberto Conficconi di coinvolgere professionisti che in vari ambiti partecipano attivamente ai processi di innovazione, consapevoli del fatto che l innovazione debba essere un valore condiviso a tutti i livelli e un sentire comune nel lavoro di tutti. Siamo convinti che l innovazione dipenda da ogni singolo collaboratore di un azienda, qualunque sia il suo ruolo, e che per questo il contributo di ognuno vada valorizzato. Non solo, sulla base di questo ragionamento possiamo capire il valore assolutamente strategico apportato dalla formazione. Questo è vero per chi svolge ruoli creativi o direzionali, ma anche per chi è coinvolto nella produzione materiale e che può acquisire competenze preziose attraverso il sistema scolastico professionale. L incontro sarà coordinato dal giornalista Abbondio Bevilacqua. Introdurranno il dibattito, organizzato a partire dalle ore nelle sale di Villa Manin, il Presidente di Federlegno-Arredo, Roberto Snaidero e il Presidente di FLAy Alberto Conficconi. Si confronteranno poi, nel corso di una tavola rotonda, Massimo Tammaro, Comandante della Pattuglia Acrobatica Nazionale, Paride De Masi, Presidente di Italgest e Presidente nazionale per l Energia da fonti rinnovabili di Confindustria, Daniele Maestrami e Maurizio Cinti rispettivamente Fondatore e Direttore Creativo dell agenzia ADM Comunicazione, Enzo Eusebi, architetto e designer impegnato nella ricerca e nella sperimentazione nel campo dell architettura e del design contemporaneo, Domenico Secondulfo, Professore straordinario di Sociologia presso l Università degli Studi di Verona e Simone Micheli, architetto e designer, docente in numerose Scuole e Università internazionali. In chiusura dei lavori è previsto infine un intervento di Francesco Boccia, Capo Dipartimento per lo Sviluppo delle Economie Territoriali della Presidenza del Consiglio dei Ministri. A sottolineare ulteriormente il tema proposto dagli imprenditori di FLAy in occasione della loro prima Assemblea, la visita alla base dell Aeronautica Militare di Rivolto per lo spettacolo acrobatico delle Frecce Tricolori, prevista nella mattinata. Fare dell innovazione un valore aziendale è una sfida importante e ambiziosa, ma necessaria per il benessere delle nostre imprese, in generale e soprattutto nella delicata fase del passaggio generazionale commenta Alberto Conficconi. Ma fare innovazione è una sfida più facile da affrontare con successo se si è parte di un squadra che condivide valori e finalità. Ecco allora che lo sport, e in particolare l esempio delle Frecce Tricolori le cui performance si basano su un delicatissimo equilibrio che dipende dagli sforzi di tutti, possono essere il simbolo dell importanza di essere parte di un gruppo affiatato che condivide obbiettivi e successi, ma anche sforzi e rischi.

5 con il sostegno della Per informazioni: Associazione Culturale L Alfiere Via Bezzecca, Udine referente per l iniziativa dott.sa Anna Cragnolini cel FILMANDO E FORMANDO strumenti a servizio della cultura LE FRECCE TRICOLORI RACCONTANO E SI RACCONTANO Senza radici non si vola con la partecipazione di PATTUGLIA ACROBATICA NAZIONALE FRECCE TRICOLORI Telefono sito Associazione Italiana Direttori del Personale Associazione Italiana Formatori Associazione Italiana Società di Selezione del Personale

6 LE FRECCE TRICOLORI RACCONTANO E SI RACCONTANO Senza radici non si vola Filmando e Formando, a seguito del successo della prima edizione, si ripropone al pubblico in una formula ancora più innovativa. Consapevole del ruolo di prestigio per la nostra Regione in primis e per il territorio in generale assunto oggi dalla Pattuglia Acrobatica Nazionale delle Frecce Tricolori, l associazione culturale l Alfiere, con la partecipazione di Aidp, Aif, Assores, promuove un percorso di conoscenza ed approfondimento delle dinamiche sottese alle straordinarie esibizioni di questi uomini così speciali che affrontano il cielo con disinvoltura, nel segno della tradizione e dei valori anche storici di questo reparto. Ma cosa significa volare insieme? Fare squadra? Essere gruppo? Come descrivere l impegno, la dedizione, la passione, il sacrificio di questi uomini? Proveremo a rispondere a queste domande attraverso la proiezione di video filmati ed il racconto del duro lavoro di preparazione che testimonia i canoni di perfezione, professionalità, innovazione, che l Aeronautica Militare esprime per il tramite della Pattuglia Acrobatica Nazionale (P.A.N.). Team working, leadership, comunicazione efficace, gestione delle regole, gestione delle emozioni sono solo alcuni dei temi trattati per offrire al pubblico uno spazio di riflessione e per condividere concetti noti e vicini alla propria esperienza personale e professionale, per immedesimarsi e comprendere il valore dell eccellenza. Partiremo dalle esibizioni in volo, sintesi delle capacità del team acrobatico; ragioneremo sull efficienza quale dimostrazione delle potenzialità tecniche del personale: un duro lavoro dietro le quinte che andremo a conoscere e che permette al pubblico di tutto il mondo di ammirare il risultato faticosamente raggiunto grazie all impegno del singolo ed al meticoloso lavoro di gruppo. ORGANIZZAZIONE L evento, assolutamente gratuito, si terrà il giorno 24 novembre 2007 alle ore 15.00, presso il Palazzo delle Professioni (via Cjavecis, 3 - Udine). Il centro convegni si trova nella zona nord della città, dopo l ospedale di Udine. Per chi arriva in auto Dall autostrada A23, uscita Udine Nord: prendere il cavalcavia ed uscire alla prima svolta a destra. Proseguire in direzione Udine. Dopo il cartello Udine a circa 500 metri sulla sinistra si trova il centro convegni. Per chi arriva in treno All uscita della stazione ferroviaria prendere l autobus n. 2 circolare sinistra (direzione Feletto Umberto). Scendere alla fermata di via Tavagnacco 56, subito dopo il ristorante Alla Vedova. Entrando nella prima laterale a destra si trova il centro convegni. PROGRAMMA > accoglienza > presentazione > proiezione filmato P.A.N. > dibattito Discussant Magg. Pil. Massimo Tammaro - Comandante P.A.N. Discussant Cap. Andrea Saia - Responsabile Pubbliche Relazioni Chairman Dott. Andrea Martone - Docente di Organizzazione del lavoro al LIUC e direttore HAMLET (rivista dell AIDP) > Brindisi di chiusura con degustazione vini e prodotti locali Palazzo delle Professioni Via Cjavecis, 3 (laterale via Tavagnacco) - Udine tel nome cognome società/ente tipo di attività SCHEDA DI ADESIONE FILMANDO E FORMANDO LE FRECCE TRICOLORI RACCONTANO E SI RACCONTANO indirizzo cap - comune - provincia tel. / fax Udine, 24 Novembre 2007 ore Al fine di una migliore organizzazione dei lavori, Vi chiediamo gentilmente di inviare la presente scheda di adesione, (o semplicemente i dati in essa richiesti) via Associazione culturale L Alfiere Via Bezzecca, Udine Ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003 n.196 intitolato Codice in materia di protezione dei dati personali si informa che i dati raccolti con la presente scheda saranno utilizzati dall associazione culturale L Alfiere nei limiti e per le finalità dell iniziativa. data firma

7 12/12/2009 Giovani Imprenditori di Confindustria CHI SIAMO ORGANIZZAZIONE PRESIDENZA CONTATTI ISCRIVITI Contatta il Gruppo GI della tua provincia ACCESSO AREA RISERVATA Vai << Home DALLA PRESIDENZA DALLE TERRITORIALI YES FOR EUROPE I GI SUI MEDIA CONVEGNI AGENDA COMITATI GI DALLE TERRITORIALI GGI Modena - Assemblea Annuale - 3 dicembre 2007 Se sei un nuovo iscritto o hai smarrito la password clicca qui! ECONOMIA E FINANZA D'IMPRESA INTERNAZIONALIZZAZ. E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE RAPPORTI ESTERNI ED EDUCATION RAPPORTI INTERNI COMITATO PER LE RELAZIONI ISTITUZIONALI E YES COMITATO PER LE POLITICHE INDUSTRIALI E LE POLITICHE SOCIALI COMITATO PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE QUALEIMPRESA SITI WEB GI ARCHIVIO web partner Archivio >> Cerca in archivio Vai Si svolgerà lunedì 3 dicembre alle ore presso la sede di Confindustria Modena (Via Bellinzona 27/A) - l'assemblea Annuale organizzata dal Gruppo Giovani Imprenditori di Modena. Alle la riunione proseguirà in forma pubblica con il convegno dal titolo "Uomini in competizione. La motivazione nelle organizzazioni complesse". Apre i lavori il Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Modena Rossella Po. Interverranno Tiziano Neri Responsabile Area Relazioni Industriali e Lavoro Confindustria Modena, Alessandro Chiesa Responsabile Selezione, Formazione e Sviluppo Risorse Umane Ferrari spa, Davide Tizzano Team Builder Mascalzone Latino - Coppa America 2007 e Massimo Tammaro Comandante Frecce Tricolori. Alle si terrà la Cena di Natale presso il ristorante "Puro (Via Tangenziale Nuova Estense 103, Modena). PER INFORMAZIONI: tel fax Web concept Kaoma Copyright Giovani Imprenditori di Confindustria giovanimprenditori.org/gi/ /5792.php 1/1

8 servizi di consulenza, comunicazione e formazione alle aziende Lavorare in team - L importanza dell intelligenza emotiva e delle competenze comportamentali nel raggiungimento di un obiettivo comune. Un esempio top dove le qualità umane fanno la differenza: la Pattuglia Acrobatica Nazionale Frecce Tricolori. Dopo una visita guidata alla Base Aerea di Rivolto (UD), sede del 313 Gruppo Addestramento Acrobatico della Pattuglia Acrobatica Nazionale, ho anche assistito a una successiva conferenza del Comandante del Gruppo, il Magg. Pil. Massimo Tammaro, in occasione di un incontro a Firenze per l 85 anniversario della fondazione dell Aeronautica Militare. In qualità di collaboratrice di Te.D.-Teatro d Impresa trovo molto interessante riflettere sul significato e l importanza che il fattore umano rappresenta nella formazione e nella gestione di questo gruppo così speciale che è un esempio di teamwork di assoluta eccellenza. Cosa si può pensare istintivamente ammirando i piloti delle Frecce Tricolori? Che sono dei geni del volo, il massimo dal punto di vista professionale e tecnico nell ambito dell aeronautica. È un pensiero esatto, ma non sufficiente a tracciare il profilo degli uomini che compongono una squadra che rappresenta il top nel suo genere e che è l unica al mondo a volare in formazione con 10 aerei. Molte altre definizioni non sono sufficienti, altre addirittura scorrette, come per esempio esibizionisti o aggressivi, anzi, proprio quelle definizioni sono fra le caratteristiche che invece impediscono a un pilota, seppur geniale, di diventare un componente della Pattuglia. Essere tecnicamente e professionalmente eccellenti è necessario, ma non basta. Il prescelto deve essere innanzitutto una persona adatta a quel reparto e questo aspetto è ancora più importante del fatto che sia un genio assoluto del volo perché la selezione dei piloti avviene in maniera determinante in base alle qualità umane. Perché? Perché i piloti che si candidano sono tutti volontari e giungono fino a quel punto solo se hanno i necessari requisiti tecnici e professionali di altissimo livello. È scontato che un candidato sia un asso del volo perché arrivano alla selezione solo coloro che provengono con successo dalla linea aerotattica, dunque sono piloti che hanno raggiunto il massimo del risultato. È altrettanto scontato che il candidato abbia una salute fisica e psichica eccellente. La selezione pertanto deve avvenire in base a parametri aggiuntivi di valutazione per inserire nel team una persona che abbia quelle caratteristiche speciali e distintive per contribuire positivamente all obiettivo comune. La P.A.N. possiamo considerarla come un azienda, un sistema italiano, ragazzi italiani formati in Italia sia dal punto di vista culturale che aeronautico e che volano su aerei italiani. Così come un azienda, anche le Frecce Tricolori hanno una mission che prevede il mantenimento di un altissima qualità di volo per rappresentare l eccellenza della professionalità aeronautica in nome dell Italia e di rafforzare anche i rapporti con gli altri Paesi. Sono un ottimo mezzo di promozione dell Italia all estero, per facilitare dialogo, collaborazione La risorsa più importante della Pattuglia sono gli uomini. La loro selezione e la loro gestione sono finalizzate ad assicurare l aspetto principale e irrinunciabile del loro volo: la sicurezza. Il volo deve essere sempre sicuro se consideriamo che spesso i velivoli si trovano a volare anche a soli 1 o 2 metri di distanza uno dall altro. Il resto viene dopo, dunque la perfezione è innanzitutto garanzia di sicurezza, mentre il risultato estetico e armonioso invece è curiosamente frutto di alcuni aggiustamenti imperfetti in volo, o meglio asimmetrici, che sfruttando la prospettiva risultano perfetti dal punto di vista dello spettatore a terra. Infatti la Pattuglia viene guidata dal Capoformazione, il leader in volo, ma anche diretta da terra dal Comandante e tutti i componenti del team hanno compiti e ruoli specifici. Il risultato che si vede in volo lo si deve anche al lavoro di squadra di moltissimi addetti, tecnici, specialisti ecc. che svolgono compiti indispensabili e irrinunciabili, e che per questo difficilmente riceveranno mai un applauso. Te.D. Teatro d Impresa Via di Codilungo, Ginestra F.Na (FI) Tel Fax P.Iva: N. REA

9 servizi di consulenza, comunicazione e formazione alle aziende La selezione dei piloti non avviene solo mediante colloquio, ma attraverso un periodo di osservazione, non soltanto quando il candidato è operativamente impegnato nelle attività assegnate, ma anche nei momenti di relax e convivenza. Il prescelto dovrà essere una persona positiva e con spiccata attitudine alla comunicazione assertiva. I suoi punti di forza saranno due: la forza di proporre la propria idea, ma anche la forza di mettersi in discussione e cambiare idea. Dovrà dimostrare equilibrio, flessibilità e capacità di gestione dello stress con atteggiamento positivo. Tematiche di grande interesse per Te.D.-Teatro d Impresa che, attraverso la sua metodologia che utilizza le tecniche teatrali, le affronta e le approfondisce da sempre nella sua attività di formazione e sviluppo manageriale rivolta alle aziende e alle multinazionali con le quali lavora. Non esiste un profilo rigido che definisca un pilota della P.A.N.. Infatti tutti i piloti sono eterogenei con i loro hobby e interessi personali. Spesso discutono e gestiscono controversie, ma sempre con obiettivi comuni, fra cui anche quello di scegliere i nuovi piloti. Sono i piloti stessi a scegliere i nuovi entrati e lo fanno insieme attraverso una selezione che non può permettersi di introdurre nel gruppo un virus che crei problemi. Per valutare l intelligenza emotiva del candidato il Magg. Tammaro durante la conferenza ha elencato alcuni esempi caratteriali e comportamentali suddividendoli nelle categorie dei pro e dei contro. PRO propositivo determinato deciso competitivo metodico team player riflessivo disinvolto CONTRO arrogante aggressivo irresponsabile esibizionista inflessibile egocentrico indeciso presuntuoso All occhio esperto del Comandante è sufficiente anche un solo volo per capire che persona è il candidato. La persona equilibrata si impegna ma non rischia, mentre l aggressivo esagera. Interessante anche la gavetta, la necessità di rimettersi in gioco e la distribuzione dei ruoli all interno del team. L ultimo arrivato è un signor pilota e spesso si ritrova, come primo compito, a dover gestire i bagagli dei piloti più anziani, ma all interno del gruppo anche questo è un ruolo al quale viene data molta importanza perché fa parte del raggiungimento dell obiettivo comune, ad esempio una missione di rappresentanza in un Paese straniero dove tutto, anche la più semplice logistica, deve funzionare alla perfezione sempre per garantire l alta qualità e il valore della Pattuglia. I piloti si occupano anche dell organizzazione di tutti gli eventi e devono avere dunque anche spiccate doti di comunicazione. In tal senso il Magg. Tammaro ha dimostrato brillanti capacità espositive durante la conferenza, dote essenziale quando si riveste un ruolo di leader che deve avere carisma e deve comunicare in maniera chiara e vivace le proprie idee, così come per un manager in azienda che vuole gestire efficacemente il suo gruppo di lavoro e rendere incisivi i suoi messaggi e i suoi punti di vista. Durante la conferenza sono stati illustrati alcuni punti essenziali della formazione personale e professionale dei piloti: Acquisizione di tecniche di gestione dello stress operativo Formazione su abilità comunicative e su direzione assertiva Gestione della critica costruttiva (teamwork) Sviluppo delle capacità di utilizzare la visualizzazione e la percezione nelle manovre Te.D. Teatro d Impresa Via di Codilungo, Ginestra F.Na (FI) Tel Fax P.Iva: N. REA

10 servizi di consulenza, comunicazione e formazione alle aziende Teamwork - La crescita professionale del Gruppo viene sviluppata attraverso delle caratteristiche specifiche che vengono continuamente messe in gioco nel Debriefing e sono le seguenti: Stima reciproca Persona/comportamento Nessuna inibizione nell affrontare il tema del miglioramento Interscambio libero delle idee al di là di ruoli e gerarchie. Ogni pilota ha una posizione in volo e un ruolo, posizioni e ruoli che devono coordinarsi fra loro attraverso una comunicazione orizzontale, circolare, a rete e non verticale come la gerarchia militare potrebbe far pensare. Per la sicurezza e l armonia del volo ognuno rappresenta un tassello determinante e raggiungere questo obiettivo, cioè diventare un nodo indispensabile della rete, aggiunge valore e soddisfazione personale al prestigio di far parte della Pattuglia. Infatti, come illustrava la guida presente alla Base di Rivolto, volare sui velivoli MB339 Aermacchi della P.A.N. per un pilota addestrato al volo su aerei con prestazioni decisamente superiori potrebbe sembrare poco stimolante o riduttivo, come se fosse abituato a pilotare una Ferrari e gli venisse proposto di guidare una 500. Ma l ottica cambia completamente se l obiettivo è di guidare la 500 insieme ad altre 9 persone con altrettante 500 e di farlo in una maniera assolutamente perfetta e coordinata. Una maniera molto stimolante di rimettersi in gioco. Oltre agli scopi istituzionali della P.A.N. grande importanza riveste la parte spettacolare delle sue esibizioni durante le quali i 10 aerei compongono un gruppo di 9 elementi che comunica armonia, accompagnato da un solista che dimostra le massime capacità del velivolo. Dietro c è un grande lavoro di progettazione e studio delle scene acrobatiche, di addestramento, di prove e di regia. Esistono interessanti analogie con la messa in scena di uno spettacolo teatrale. Ognuno il suo ruolo, in scena e dietro le quinte, la scrittura dei copioni, la scenografia, la regia, gli attori, i personaggi, le prove tutto finalizzato a uno spettacolo per comunicare qualcosa. In ambito aziendale è immediata l analogia con un team che lavora per far sì che ogni ruolo contribuisca al raggiungimento dell obiettivo comune: la mission, un risultato o anche un cambiamento, un miglioramento in azienda. Il team di Te.D.-Teatro d impresa lavora per far sì che la Formazione in azienda punti a potenziare quelle qualità umane che fanno la differenza nella creazione di un team di eccellenza. Parlare di Formazione personale avvalendosi dell analogia con una Formazione di aerei può essere un esempio alternativo ed efficace che stimola a puntare in alto. Aprile 2008 Riccarda Patelli Linari Te.D. Teatro d Impresa Te.D. Teatro d Impresa Via di Codilungo, Ginestra F.Na (FI) Tel Fax P.Iva: N. REA

11 12/12/2009 Il Maggiore Massimo Tammaro al Pal Il Maggiore Massimo Tammaro al Palafiori per parlare di Volo e Chirurgia: le foto del Convegno - In allegato potete vedere alcune fotografie realizzate da ART PHOTO SANREMO. "Volo Acrobatico e Chirurgia" Convegno organizzato dal 108 Club Frecce Tricolore Albenga e Ponente Ligure Il Maggiore Pil. Massimo Tammaro, Comandante 313 Gruppo Addestramento Acrobatico, ha svolto oggi pomeriggio al Palafiori di Sanremo insieme al Dott. Luigi Amorosa un convegno, "Volo Acrobatico e Chirurgia", organizzato dal 108 Club Frecce Tricolore, evento collaterale alla grande esibizione acrobatica che la Pattuglia eseguirà Domenica a Sanremo. In allegato potete vedere alcune fotografie realizzate da ART PHOTO SANREMO. di Lorenzo Trevisan 19/09/2008 riviera24.it/ /il-maggiore-massimo-ta 1/1

12 06/02/2009 Una scrivania che va a 900 all ora Il comandante delle Frecce tricolori, Massimo Tammaro, racconta ai manager del Programma di sviluppo manageriale la gestione delle persone in una pattuglia acrobatica Se la nostra scrivania volasse a 900 chilometri l ora in mezzo ad altre nove capiremmo più chiaramente l importanza di saper prendere decisioni in modo tempestivo e saremmo disposti ad andare in ufficio solo se ci fosse completa stima e fiducia reciproca coi colleghi, da cui dipenderebbe non solo il nostro stipendio, ma la nostra vita. Ecco perché la testimonianza di Massimo Tammaro, il comandante delle Frecce tricolori, a un incontro di follow up del Programma di sviluppo manageriale della Sda Bocconi è stata particolarmente significativa. Tutto il processo di selezione dei piloti, ha spiegato Tammaro, è finalizzato a trovare quelli con la personalità più equilibrata, dati alcuni requisiti oggettivi irrinunciabili. Le qualità personali necessarie sono le capacità di comunicazione assertiva, la gestione dello stress e un atteggiamento mentale positivo. Sono assolutamente da evitare le personalità abrasive, quelle che, quando non sono d accordo sulle decisioni prese, remano contro. Non basta, quindi, un iter di selezione tradizionale, che pure esiste, ma diventa decisivo un periodo di affiancamento in cui i candidati condividono appieno la vita, non solo lavorativa, della pattuglia. Alla fine, afferma Tammaro, la decisione è collettiva, ognuno può dire la propria sulle persone che lavoreranno con lui e, nel dubbio, preferiamo non prendere nessuno, mentre quando siamo sicuri lo siamo, di solito, sulle stesse persone. Non possiamo permetterci di immettere nella squadra nessun tipo di virus, quali l arroganza, l aggressività, l irresponsabilità, l esibizionismo o simili. Se, in un volo di prova, un candidato prova manovre al di sopra delle sue possibilità viene immediatamente scartato. Quello ricercato è un equilibrio che si avvicina sempre al limite. Gli aerei devono volare all interno di un inviluppo di volo che può essere visualizzato come un quadrato, disegnato dai limiti oggettivi di velocità e resistenza dell apparecchio e un pilota acrobatico è sempre vicinissimo a tale limite. Allo stesso modo, le sue caratteristiche personali prevedono che sia propositivo, ma senza sconfinare nell arroganza, competitivo ma senza diventare esibizionista e così via. Il rispetto di ruoli, regole e procedure deve essere totale. In condizioni di lavoro come quelle delle Frecce tricolori diventa essenziale la gestione della critica. Il fatto che sia qui a raccontare tutto questo non significa che siamo perfetti. Siamo arrivati qui sbagliando e correggendoci e i debriefing alla fine di ogni esibizione sono occasioni in cui tutti possono parlare e si cerca

13 di capire perché qualcosa non ha funzionato. Ma le critiche devono venire da qualcuno di cui si ha stima e che le esprime nei dovuti modi. Il mestiere del pilota acrobatico è estremamente logorante anche dal punto di vista fisico e i comandanti, che sono i più longevi, volano al massimo per 8-10 anni. Per gli altri il limite è 5-6 anni, ma può essere molto più breve se il rendimento non è quello atteso. Fare carriera nelle Frecce tricolori dipende dai risultati, ma anche dalle circostanze, e io lo spiego chiaramente ai nuovi arrivati. Se il rendimento non è sufficiente o se le circostanze impediscono gli avanzamenti, i piloti lo devono sapere. Questa attività non può mai diventare una routine e così anche chi non avanza viene spostato di ruolo per fare in modo che quello che fa presenti sempre qualche difficoltà. In caso contrario subentrano l eccesso di fiducia, il compiacimento e la deconcentrazione, pericolosissimi per la sicurezza di tutti. Fabio Todesco

14 12/12/2009 Una scrivania che va a 900 all ora - Im Cerca Sabato 12 Dicembre 2009 Home Appuntamenti Domande&Risposte Libri Luoghi Keywords Opinioni Persone Foto Video Contatti Iscriviti alla newsletter Campus Cultura Diritto&Fisco Economia&Finanza Energia&Ambiente Imprese Pa&Sanità Società Tecnologie Turismo&Trasporti 06/02/2009 Una scrivania che va a 900 all ora Il comandante delle Frecce tricolori, Massimo Tammaro, racconta ai manager del Programma di sviluppo manageriale la gestione delle persone in una pattuglia acrobatica Se la nostra scrivania volasse a 900 chilometri l ora in mezzo ad altre nove capiremmo più chiaramente l importanza di saper prendere decisioni in modo tempestivo e saremmo disposti ad andare in ufficio solo se ci fosse completa stima e fiducia reciproca coi colleghi, da cui dipenderebbe non solo il nostro stipendio, ma la nostra vita. Ecco perché la testimonianza di Massimo Tammaro, il comandante delle Frecce tricolori, a un incontro di follow up del Programma di sviluppo manageriale della Sda Bocconi è stata particolarmente significativa. Tutto il processo di selezione dei piloti, ha spiegato Tammaro, è finalizzato a trovare quelli con la personalità più equilibrata, dati alcuni requisiti oggettivi irrinunciabili. Le qualità personali necessarie sono le capacità di comunicazione assertiva, la gestione dello stress e un atteggiamento mentale positivo. Sono assolutamente da evitare le personalità abrasive, quelle che, quando non sono d accordo sulle decisioni prese, remano contro. Non basta, quindi, un iter di selezione tradizionale, che pure esiste, ma diventa decisivo un periodo di affiancamento in cui i candidati condividono appieno la vita, non solo lavorativa, della pattuglia. Alla fine, afferma Tammaro, la decisione è collettiva, ognuno può dire la propria sulle persone che lavoreranno con lui e, nel dubbio, preferiamo non prendere nessuno, mentre quando siamo sicuri lo siamo, di solito, sulle stesse persone. Non possiamo permetterci di immettere nella squadra nessun tipo di virus, quali l arroganza, l aggressività, l irresponsabilità, l esibizionismo o simili. Se, in un volo di prova, un candidato prova manovre al di sopra delle sue possibilità viene immediatamente scartato. Quello ricercato è un equilibrio che si avvicina sempre al limite. Gli aerei devono volare all interno di un inviluppo di volo che può essere visualizzato come un quadrato, disegnato dai limiti oggettivi di velocità e resistenza dell apparecchio e un pilota acrobatico è sempre vicinissimo a tale limite. Allo stesso modo, le sue caratteristiche personali prevedono che sia propositivo, ma senza sconfinare nell arroganza, competitivo ma senza diventare esibizionista e così via. Il rispetto di ruoli, regole e procedure deve essere totale. In condizioni di lavoro come quelle delle Frecce tricolori diventa essenziale la gestione della critica. Il fatto che sia qui a raccontare tutto questo non significa che siamo perfetti. Siamo arrivati qui sbagliando e correggendoci e i debriefing alla fine di ogni esibizione sono occasioni in cui tutti possono parlare e si cerca di capire perché qualcosa non ha funzionato. Ma le critiche devono venire da qualcuno di cui si ha stima e che le esprime nei dovuti modi. Il mestiere del pilota acrobatico è estremamente logorante anche dal punto di vista fisico e i comandanti, che sono i più longevi, volano al massimo per 8-10 anni. Per gli altri il limite è 5-6 anni, ma può essere molto più breve se il rendimento non è quello atteso. Fare carriera nelle Frecce tricolori dipende dai risultati, ma anche dalle circostanze, e io lo spiego chiaramente ai nuovi arrivati. Se il rendimento non è sufficiente o se le circostanze impediscono gli avanzamenti, i piloti lo devono sapere. Questa attività non può mai diventare una routine e così anche chi non avanza viene spostato di ruolo per fare in modo che quello che fa presenti sempre qualche difficoltà. In caso contrario subentrano l eccesso di fiducia, il compiacimento e la deconcentrazione, pericolosissimi per la sicurezza di tutti. Il mondo del lavoro comincia qui. Scopri le lauree magistrali Bocconi e richiedi il tuo welcome kit. Archivio Imprese 04/12/2009 I sindaci delle quotate? Quasi consiglieri indipendenti Una ricerca di Findustria Bocconi ed Ernst & Young sulla governance delle imprese quotate mostra che i collegi sindacali si allontanano sempre di più dallo stereotipo del pigro burocrate 03/12/2009 Kaplan (Harvard): capire il rischio senza misurarlo Il padre della balanced scorecard, in uno speech per la faculty e gli studenti Bocconi, suggerisce un approccio qualitativo al risk management 18/11/2009 Valutazioni: un ministro e cento idee Angelino Alfano, nella mattinata di lunedì 23 novembre, chiuderà i lavori di Linee guida per le valutazioni economiche, un incontro che si ispira al nuovo libro di Luigi Guatri e Victor Uckmar Fabio Todesco Domande&Risposte I vertici non si tingono di rosa La cronaca evidenzia come le donne siano ancora lontane dall ottenere posti di alta responsabilità. Una situazione da cambiare e per il quale sta lavorando anche un progetto della Sda Bocconi Libri Guatri e Uckmar: cento idee per una migliore valutazione d impresa Un imponente sforzo di ricerca sugli errori in sede di valutazione in Italia si traduce in un libro agile, dalle importanti implicazioni fiscali e legali. Cento linee guida per condurre il valutatore verso la verità Cosa cambia tra un master e un master Bocconi? Anche tutta la vita. Vieni a scoprirli e richiedi il tuo welcome kit. unibocconi.it/notizia.php?idart=1876 1/2

15 12/12/2009 Una scrivania che va a 900 all ora - Im Luoghi La casa del lusso Il nome che porta oggi lo ha scelto Gabriele D Annunzio. La Rinascente, il grande magazzino per eccellenza dei milanesi, oggi conta su 13 sedi in tutta Italia, un concept store e dipendenti Keywords Flexicurity, una sicurezza flessibile Il mercato globalizzato ha bisogno del lavoratore flessibile; il lavoratore flessibile ha bisogno di sostegni attivi e passivi, cioè, in una parola, di sicurezza. Ci vuole una nuova legislazione e, prima ancora, una parola nuova per definire questo connubio quasi ossimorico Opinioni Non è il lusso la prima vittima del falso di moda Chi acquista prodotti contraffatti lo fa in alternativa a quelli di fascia media, non ai corrispondenti originali Persone Carlo, Giulia e Barbara, il marketing del futuro Un team di studenti di Marketing management si è aggiudicato l Henkel innovation challenge immaginando il lavaggio dei piatti senz acqua nel 2050 Università Bocconi - Via Sarfatti, 25 - Milano English Mappa Credits unibocconi.it/notizia.php?idart=1876 2/2

16 A net wo r k of pe op l e an d v al ues 12/12/2009 AMSDA - sda bocconi master alumni ABOUT AMSDA MISSION CONTACT login LOGIN LOST PASSWORD? FIRST TIME USER Membership Alumni Webmail Invite a friend Find Alumni Monday 14 December Concert at General Consulate, Barcelona Monday 14 December Chapter Roma X -mas dinner, Rome Tuesday 15 December Christmas Dinner, Madrid Tuesday 15 December "The Future of Investment Banking in Italy" London Wednesday 16 December Christmas Happening, Madrid more events... CLAC 2009 March 13th - 14th, 2009 Aula Magna - Università Bocconi Via Roentgen, 1 - Milan How to Face the Challenges of the Current Economic Turmoil SDA Bocconi faculty will examine the global crisis from a range of perspectives providing insights to deal with the most serious financial crisis in more than 50 years. Young Alumni Session 9:00 10:00 Registration AGENDA As of M arch 9, :00 11:15 JOB MARKET IN TIMES OF CRISIS Paolo Saccavini, Principal, Heidrick & Struggles 11:15 11:45 Refreshments 11:45 13:0 PRESENTATION OF YOUNG ALUMNI QUESTIONNAIRE RESULTS SOCIAL NETWORKS, WEB 2.0, A NEW REALITY Video produced by TED Manuela Brusoni, CLAC Scientific Director Andrea Gasparri, Managing Director SDA Bocconi 13:00 14:30 Lunch and Speed Mentoring SESSIONS 1 & 2 14:30 14:45 Welcome Thank you for joining us at the CLAC! CLAC - Handouts Friday Sessions CLAC Handouts Saturday Sessions CLAC Videos - Young Alumni Session CLAC Videos - Keynote Session CLAC Videos - Session 1 & 2 CLAC Videos - Session 3 & 4 CLAC Agenda CLAC 2009 Survey Faculty Profile F.A.Q. How to reach SDA Bocconi CLAC 2009 (3rd Edition) Guest Speakers Profile Young Alumni Survey Hotel Accomodation How to register Read CLAC related articles CLAC - At a Glance CLAC 2008 (2nd Edition) CLAC 2007 (1st Edition) Alberto Grando, Dean SDA Bocconi School of Management Riccardo Monti, Senior Partner and Managing Director BCG Italy, President, AMSDA 14:45 15:30 Key Note Session: HOW TO BEST MANAGE A CRISIS SITUATION Guido Bertolaso, Under-Secretary of State to the Presidency of the Council of Ministers and Head of the Department for Civil Protection Maj. Massimo Tammaro, Leader Frecce Tricolori Pony 1, 313 Guppo A.A. Elio Borgonovi, Full Professor, Public Administration 1/3

17 12/12/2009 AMSDA - sda bocconi master alumni Università Bocconi 15:30 16:15 INNOVATION AND CHANGE Alfonso Gambardella, Full Professor of CorporateManagement, Università Bocconi Carlo Alberto Carnevale, SDA Professor, Strategic and Entrepreneurial Management Elserino Piol, President Pino Venture Partners Srl 16:15 17:30 Café Society by function 17:30 18:15 MONEY 18:15 19:00 PEOPLE Stefano Caselli, Full Professor, Financial Markets andinstitutions, Università Bocconi Giampaolo Gabbi, SDA Professor, Banking and Insurance Vincenzo Perrone, Full professor of Organization Theory, Università Bocconi Beatrice Bauer, SDA Professor, Organisation and Human Resources Management 19:00 19:45 THINK DIFFERENT Nicola Grande, teatrodimpresa - SPELL 19:45 20:00 Awards and Conclusions Riccardo Monti, Senior Partner and Managing Director BCG Italy, President, AMSDA 20:00 Dinner 22:00 24:00 Open Bar and Music Saturday, March 14, 2009 SESSIONS 3 & 4 8:30 9:00 Registration 9:00 9:15 Opening Andrea Gasparri, Managing Director SDA Bocconi 9:15 10:00 SMALL BUSINESS AND ENTREPRENEURSHIP 10:00 10:45 MARKETS Guido Corbetta, Full Professor, Strategic Management,Università Bocconi Mikkel Draebye, SDA Professor, Strategic and Entrepreneurial Management Chiara Mauri, SDA Professor, Marketing Antonio Bartesaghi, Operations Manager, Omet and Managing Director, O-Pac Marco Calcagni, Sales Manager, Omet and O-Pac 10:45 12:00 Café Society by Industry 12:00 13:15 HOW TO FACE THE CHALLENGES OF THE CURRENT ECONOMIC TURMOIL Roundtable with: Claudio Costamagna, President, Alumni Bocconi Ranieri De Marchis, Chief Financial Officer, UniCredit Group Gianni Oliosi, Head of Communication & P.R., BMW Italia Spa Fabio L. Sattin, Executive Chairman and Founding Partner, Private Equity Partners Spa Paolo Emilio Signorini, Director, Interdepartmental Committee for Economic Planning (CIPE); Guido Tabellini, Rector, Università Bocconi Moderator: Andrea Cabrini, Director Class Cnbc 13:15 13:30 Conclusions: Riccardo Monti, President, AMSDA Alberto Grando, Dean, SDA Bocconi School of Management 13:30 Lunch A very special thanks to our sponsor: 2/3

18 12/12/2009 Esperienza e velocità di reazione vitali Cerca Sabato 12 Dicembre 2009 Home Appuntamenti Domande&Risposte Libri Luoghi Keywords Opinioni Persone Foto Video Contatti Iscriviti alla newsletter Campus Cultura Diritto&Fisco Economia&Finanza Energia&Ambiente Imprese Pa&Sanità Società Tecnologie Turismo&Trasporti 13/03/2009 Esperienza e velocità di reazione vitali per gestire una crisi Guido Bertolaso, direttore della Protezione Civile, e Massimo Tammaro, comandante delle Frecce tricolori, all apertura della CLAC 2009, corso di formazione continua per gli alumni Sda e Bocconi La gestione di un emergenza a 900 chilometri l ora o su vasta scala nazionale come buon esempio anche per gestire una crisi economica o aziendale. Con questa ottica Guido Bertolaso, sottosegretario alla presidenza del Consiglio e direttore del dipartimento della Protezione Civile, e il maggiore Massimo Tammaro, comandante delle Frecce tricolori, sono stati invitati oggi all apertura della CLAC 2009, corso di formazione continua rivolto agli alumni Bocconi e Sda, incentrata quest anno su come meglio affrontare le sfide dell attuale crisi economica. E molto meglio prevenire un emergenza e non doverla gestire, soprattutto in volo quando i margini per reagire sono strettissimi, ha raccontato Tammaro. La maggior parte degli incidenti aerei sono dovuti ad errori umani e dunque è vitale essere preparati in tutto prima del decollo. Come piloti studenti, poi, eseguivamo i test d emergenza bendati per imparare a memoria le procedure. Conta molto poi anche l esperienza, per sapere gestire tutti i tipi di emergenza e nei tempi stretti richiesti, ha continuato Tammaro. E, infine, il carattere. Noi non selezioniamo i piloti solo sulla base della loro bravura ma anche sul loro carattere. Nel nostro caso, lavorando in tempo reale per gestire un emergenza, la velocità di reazione è cruciale, ha raccontato Bertolaso. Elementi chiave per una gestione efficace sono poi l esperienza dei leader, una leadership autorevole, buon coordinamento tra gli attori coinvolti e una missione chiara. La crisi più difficile che ho dovuto gestire, infatti, non è stato un terremoto o un alluvione ma la riorganizzazione stessa della Protezione Civile. Bertolaso ha sottolineato poi l importanza della pianificazione e prevenzione nei momenti di normalità, ricordando come grazie a una buona preparazione le città del nord hanno saputo gestire le nevicate di cm mentre Londra è andata in tilt per 18 cm. La CLAC, Continuous Learning Alumni Conference, è un evento che coniuga una reunion di alumni con un momento di apprendimento organizzata dalla Sda in collaborazione con Amsda, l associazione di alumni Sda, e l'associazione Alumni Bocconi. Un occasione per condividere e discutere delle proprie esperienze in questo momento delicato è un opportunità unica, spiega Alberto Grando, direttore Sda Bocconi aprendo i lavori. Le business school sono coinvolte dall ondata di crisi e devono assumersi la responsabilità di contribuire all analisi delle cause e alle proposte per una loro risoluzione. Questi sono giorni difficili ma sono anche un occasione per nuove opportunità ed è importante discutere insieme per sapere gestire questa crisi e coglierne le opportunità, ha detto Riccardo Monti, presidente Amsda. Su una base solida costruisci quello che vuoi. Scopri le lauree triennali Bocconi e richiedi il tuo welcome kit. Il mondo del lavoro comincia qui. Scopri le lauree magistrali Bocconi e richiedi il tuo welcome kit. Archivio Campus 09/12/2009 Primo soccorso in Università Ha riscosso grande interesse il corso organizzato da Isu, Croce rosa celeste e scout 09/12/2009 La Zanzara punge in aula magna Lunedì 14, dalle ore 18, il programma di Radio 24 in onda in diretta da via Gobbi con la partecipazione attiva di un pubblico di studenti Bocconi 04/12/2009 Alumni uniti e più incisivi Da Alub, Amsda e Asda nasce Alumni Bocconi, una grande rete con nodi. Pietro Guindani presidente Domande&Risposte Tomaso Eridani Un master per comunicare L offerta formativa che riguarda il marketing e la comunicazione è vasta. Tra le proposte c è il master Mimec della Bocconi, che punta sulle competenze in prospettiva strategica Libri Gino Zappa, un maestro di economia aziendale Si inaugura con il volume sulla vita e le teorie del padre della disciplina una collana dedicata ai Maestri della Bocconi, a cura di Marzio Romani. Insieme alle idee, emerge anche l uomo Cosa cambia tra un master e un master Bocconi? Anche tutta la vita. Vieni a scoprirli e richiedi il tuo welcome kit. Master & MBA Trova il tuo Master in SDA Bocconi unibocconi.it/notizia.php?idart=2039 1/2

19 12/12/2009 Esperienza e velocità di reazione vitali Opinioni Palazzetti da miliardi di dollari l'anno Negli Usa, la gestione degli impianti sportivi nei campus si rivela un vero, grande affare. Campi e palestre sono messi a disposizione della comunità, a pagamento Persone Steven, dal mondo delle corse all mba e ritorno Stevo Goldstein, 28enne colombiano, fa il pilota e corre in un campionato italiano per la Ferrari. Ma tra una gara e l altra, nella sua vita, si è diplomato al master in business administration della Sda Bocconi Università Bocconi - Via Sarfatti, 25 - Milano English Mappa Credits unibocconi.it/notizia.php?idart=2039 2/2

20 12/12/2009 Zona C Distretto 108TA2 Zona C Distretto 108TA2 Maggio 3, 2009 Presentazione libro La stanza del tesoro, ovvero i baffi di Velázquez Archiviato in: Eventi Luigino 1:18 pm Il pittore spagnolo Diego Velázquez e il suo quadro più conosciuto, Las Meninas, sono raccontati ai ragazzi in un albo illustrato realizzato da Roberta Garlatti dove si intrecciano narrazione di fantasia, illustrazioni, fotografie, giochi e il commento artistico sul quadro e sul pittore di Antonio Garlatti. Il libro, intitolato LA STANZA DEL TESORO, OVVERO I BAFFI DI VELÁZQUEZ è stato scritto dai due autori con l intento di accostare in modo accattivante e semplice i bambini alla pittura e costituisce un invito a leggere l arte e i grandi artisti del passato. Il libro è anche uno spettacolo teatrale, con lo stesso titolo; in scena si alternano più linguaggi artistici, la musica, la recitazione e le immagini. La regia è di Roberta Garlatti con Carla Manzon ( attrice ), le musiche di Didier Ortolan, con Didier Ortolan (clarinetti), Gianni Della Libera (pianoforte), Roberta Garlatti ( immagini) e la partecipazione di Antonio Garlatti. Il libro è edito dal Comitato Libro Parlato San Vito, fatto in collaborazione con il Lions Club Medio Tagliamento, con il sostegno del Comune di San Vito al Tagliamento e Ambiente Servizi. Il testo è corredato da un audiolibro e da un allegato facilitato per far fruire il testo narrativo anche ai bambini dislessici, tutto in sintonia con gli obiettivi di questa Associazione Onlus che da anni è impegnata nel dare un supporto concreto a non vedenti, ipovedenti, dislessici e a tutti coloro che hanno difficoltà nella lettura tradizionale. Il Comitato Libro Parlato San Vito presenta un libro unico nel suo genere, realizzato per il Convegno: Disturbi specifici dell apprendimento. La dislessia. Rete di interventi organizzato dal LIONS CLUB MEDIO TAGLIAMENTO a San Vito al Tagliamento il 18 ottobre Il libro è stato presentato e recensito alla trasmissione Radio rai 3 Fahrenheit e nella rivista di libri per ragazzi Andersen Lascia un Commento Febbraio 4, 2009 Economia & Management Archiviato in: Convegni, Eventi, Lions Luigino 11:58 am Economia & Management Come superare situazioni di crisi Molto interessante ed incentrato su argomenti di grande attualità l incontro promosso dal Lions Club Medio Tagliamento, nella serata del 28 gennaio u.s. a Villa Manin di Passariano, che ha visto una foltissima partecipazione di soci Lions, Autorità e pubblico.- Ha aperto la serata il presidente del Club Edi Azzano 1/12

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Affrontare l anno che verrà (e quelli successivi) responsabilmente

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

P.E./24H La cas@ fuori casa. Programma. Venerdì 18 ottobre 2013 PAD.14 STAND M34 N47 ORARIO LOCATION EVENTO TEMA

P.E./24H La cas@ fuori casa. Programma. Venerdì 18 ottobre 2013 PAD.14 STAND M34 N47 ORARIO LOCATION EVENTO TEMA Venerdì 18 ottobre 2013 Welcome Coffee 12.30-14.30 Area 14.30-16.30 Master Class Il bar del futuro Lavoro nella Ristorazione: risorsa vincente oltre i confini generazionali Il breakfast e la tradizione

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Modalità di iscrizione al TOLC Per iscriversi al TOLC è necessario compiere le seguenti operazioni: 1. Registrazione nella sezione TOLC del portale CISIA

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli