aziendali Il ruolo delle Service

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "aziendali Il ruolo delle Service"

Transcript

1 Service Management Il ruolo delle Service Value Chain nelle strategie aziendali di E. Cogliati, G. Torresani Emilio Cogliati, manager Accenture Giorgio Torresani, senior executive Accenture Grazie alla creazione delle Service Value Chain è possibile migliorare l efficienza dei costi e massimizzare l utilizzo del capitale, oltre che stimare il valore dei servizi offerti al cliente. Uno strumento utile per ogni azienda interessata a migliorare la qualità e la redditività della propria organizzazione Service e la gestione delle Spare Parts sono riconosciuti da tutti come temi di importanza strategica per le aziende di L After-sale successo. Tuttavia è piuttosto raro trovare una gestione dell After-sale Service e delle Spare Parts che sia veramente in grado di portare valore all azienda (migliorare la Customer Satisfaction, contribuire significativamente agli obiettivi di fatturato e margine, e favorire una rigorosa efficienza dei costi). Generalmente, infatti,troviamo nelle aziende gestioni di tipo tradizionale che vedono l After-sale Service come un costo. Esse sono caratterizzate da forte impiego di manodopera, reattività e bassa importanza strategica. Questo scenario evidenzia immediatamente una serie di opportunità per le aziende di ottenere maggior valore dal proprio Service Aftersale e dalla gestione delle Spare Parts. Un modo efficace per cogliere queste opportunità è quello di creare una Service Value Chain, ovvero un approccio bidirezionale e crossfunzionale in grado di migliorare l efficienza dei costi, massimizzare l utilizzo del capitale, aumentare i margini e migliorare l immagine del proprio brand. Probabilmente la caratteristica di maggiore importanza per una Service Value Chain è la sua integrazione con tutte le funzioni aziendali che influenzano la propria capacità di fornire servizi ai propri clienti. Le funzioni aziendali più rilevanti sono il Sales & Contract Management, il Customer Service & Support e l Engineering. Una seconda caratteristica di una Service Value Chain è il focus sul valore che un servizio è in grado di generare. Un azienda di servizi post vendita, che vuole generare profitti, può pensare al valore di un servizio come: 1) la misura in cui esso contribuisce a una proficua relazione con il cliente 2) Quale livello di rendimento dell investimento possiamo ottenere dalla funzione Service. 6 5

2 In entrambi i casi è fondamentale soddisfare sia le esigenze del cliente in termini di costi, sia garantire una adeguata disponibilità del servizio. Per terzo si ha una rigorosa attenzione verso il valore totale del servizio lungo tutto il suo ciclo vita (ad esempio, contribuendo direttamente nella gestione dei costi di servizio o, ancora più importante, con la generazione di reddito associato a riparazioni, la sostituzioni e gestione delle garanzie. La potenzialità di questo di questo settore è grande: uno studio recente ha evidenziato che i ricavi ottenuti da servizi sono una parte poco significativa rispetto a quelli complessivi di una OEM. Fornitori di servizi a terzi, fornitori e riparatori posseggono circa il 75% del mercato delle Spare Parts e servizi ad essa connessi. Infine, le Service Value Chain sono strutturate in modo differente rispetto alle Product Value Chain, generalmente forward-focused. Una prima motivazione è la grande complessità legata alla previsione della domanda per quanto riguarda i servizi, oltre alla razionalizzazione delle Operations in area Service, dalla gestione del personale alle attività di back office, fino alle Operations nei depositi e nei magazzini delle Spare Parts. Inoltre, per mantenere bassi i livelli delle scorte e alti i tassi di utilizzo e la Customer Satisfaction, una Service Value Chain deve eccellere nella capacità di previsione per quanto riguarda i ricambi, nella gestione dei resi, nelle Operations di manutenzione/riparazione e nella schedulazione delle attività e degli interventi. Focalizzandosi su questi aspetti, la Service Value Chain è diventata sempre più vitale ma allo stesso tempo profittevole. Infatti, le aziende che costruiscono Service Value Chain trovano che il 50% o più dei loro profitti provengono da After-sale Service e supporto. Di seguito verrà trattato come raggiungere questi risultati. Per prima cosa si esamineranno gli svantaggi connessi ai modelli operativi tradizionali di After-sale Service e gestione Spare Parts. Poi si proseguirà spiegando come la Service Value Chain deve integrarsi con Sales & Contract Management, Customer Service & Support, and Engineering. Successivamente saranno identificati quattro elementi che caratterizzano l approccio Service Value Chain e infine verranno riesaminati i potenziali benefici per le aziende che intraprendono questo approccio. 1. I Modelli operativi tradizionali non possono soddisfare le esigenze odierne Le aziende sono sempre alla ricerca di nuovi metodi per aumentare le entrate, incrementare i margini e migliorare l efficacia del capitale investito. Tutti questi obiettivi possono essere indirizzati attraverso il miglioramento del modello operativo dell After-sales Service e della gestione spare parts. Tuttavia, generalmente, il Service e lo Spare Parts business tende ad essere gestito con approccio silos-oriented (Figura 1) anche tra le aziende che danno grande importanza a questo tema. Alcune di queste aziende sono in grado di mantenere un servizio di alta qualità, anche se questo comporta dei costi Figura 1 Figura 2 maggiori. Eppure, un studio fatto da Accenture ha rivelato che il Service Management deve ancora diventare realmente mission-critical nella maggioranza delle aziende. Infatti, solo il 42% degli intervistati ha attivato (e assegnato un budget a) programmi di trasformazione focalizzati sul Service Managament come fattore chiave per il miglioramento della Customer Experience. Alle aziende intervistate spesso manca un processo Service-Management centrico, ben definito, in quanto i modelli operativi aziendali erano stati definiti attorno alle funzioni di produzione o alla Supply Chain esistente, i quali generalmente erano più orientati al prodotto piuttosto che ai servizi o alle Solutions (unione di prodotti e servizi). Queste Operations non sono state progettate o disegnate per 6 6 > n o v e m b r e < L o g i s t i c a M a n a g e m e n t

3 Le caratteristiche della Service Value Chain Integrare adeguatamente tra loro tutte le funzoni che influenzano la capacità aziendale di fornire il servizio al cliente (in particolare Sales & Contract Management, Customer Service & Support, Engineering); Evidenziare quantitativamente il valore che la funzione Service Management può portare all azienda; Focalizzarsi sul valore che un organizzazione service-oriented può portare in tutto il ciclo di vita del prodotto; Un approccio strutturalmente differente dalla maggior parte delle organizzazioni che continuano ad essere basate sul product value chains. Sviluppare sinergie tra la funzione Sales & Contract Management e la Service Value Chain Vendere affidabilità del prodotto anziché prodotti e interventi; Avere un approccio al Service e Spare Parts Management, in termini di costi e pricing, che guarda all intero ciclo di vita del prodotto; Valutare opportunità di contratti o servizi performance-based; Ottimizzare i profitti attraverso una strategia di Spare Parts Pricing. gestire flussi di resi o per gestire facilmente le Spare Parts relative a resi e riparazioni. Questo è un altro motivo per cui attivare un un iniziativa di Service Value Chain. Ci sono altri aspetti che nella struttura organizzativa di un azienda possono contribuire a portare inefficienze nell area Service: Mission non allineate. Diverse strutture organizzative sono in contrasto con la necessità di aver una visione globale, a livello aziendale, sul tema Service e Spare Parts. Il risultato frequente è che il livelli di servizio tra le singole business unit finiscono per non essere sempre garantiti. Molte aree finiscono per essere sovra o sotto-servite, ma poche sono ben allineate con le esigenze del cliente. Ad esempio quando, nel caso di interazione non ottimale cross-funzionale, gli Acquisti aggregano ordini di Spare Parts creando stock in eccesso. Oppure quando l Engineering progetta Spare Parts in risposta alle esigenze di un area come la Produzione ma senza una prospettiva di Serviceability che proviene invece dai tecnici sul campo o dal personale addetto alla manutenzione. Processi discontinui. Funzioni silosdriven possono causare visioni distorte delle caratteristiche della domanda, delle aspettative del cliente e delle sue reali necessità. Gli addetti alla pianificazione nella Supply Chain, ad esempio, necessitano di informazioni crossfunzionali e di cooperazione per effettuare le previsioni relative alle Spare Parts, monitorare e ottimizzare l inventario, coordinare gli ordini di Spare Parts con gli ordini di riparazione, gestire fornitori ed ordini di acquisto. Un altro esempio sono I responsabili del ciclo di vita del prodotto, i quali devono utilizzare i dati rilevati dai tecnici sul campo per stabilire i requisiti di Serviceability, sviluppare un adeguata documentazione di supporto alle riparazioni e fornire queste informazioni alle funzioni di Pianificazione e Sviluppo Prodotto. Queste informazioni sono un input importante per le aree della funzione Service che si occupano di coordinare la disponibilità delle Spare Parts, della strumentazione e dei tecnici specializzati. Sistemi legacy non adeguati. Le aziende hanno bisogno di software e sistemi specializzati per garantire l efficienza del servizio e la trasparenza nella gestione delle Spare Parts. Tuttavia, molti sistemi legacy in uso non sono all altezza del compito oggi richiesto, in quanto erano stati progettati per supportare delle Operations, Sales e Supply Chain orientate al prodotto. Questi sistemi non supportano adeguatamente le Service Demand Analytics, gestione degli stock per le Spare Parts, variazioni correlate a domanda sporadica, gestione dei Service Partner, schedulazione dei tecnici e rilevazione interventi. Fortunatamente non è difficile attuare la transizione che porta da un modello che considera il Service Management come un appendice ad un modello in cui proattivamente i temi Service vengono integrati lungo tutta la Supply Chain. Come viene dimostrato nella prossima sezione, la sfida più importante è sviluppare un modello di servizio integrato ed una interrelazione profonda con le altre funzioni Core dell azienda. 2. La Service Value Chain come elemento caratterizzante del nuovo modello operativo La Service Value Chain consiste nell integrare e far collaborare i diversi aspetti che influenzano il Service e la gestione delle Spare Parts in modo da coprire trasversalmente tutto il Ciclo di Vita del Prodotto (dalla progettazione del prodotto all acquisto delle Spare Parts, attraverso l uso del prodotto che ne fa il cliente e del supporto After-sales, fino al momento di end-of-life e disposition - Figura 2). Tuttavia, la Service Value Chain contribuisce anche a rendere le performance del Service Management il più possibile quantificabili e fruibili. Uno dei temi più ostici degli approcci tradizionali di Service Management riguarda la difficoltà di accesso a dati ed indicatori correlati. Questo è il motivo per cui l approccio Service Value Chain si focalizza su obiettivi di miglioramento che devono essere misurabili. Ad esempio: Aumento dal 10% al 20% delle Service Revenue; Miglioramento dal 10% al 20% della Customer Satisfaction; Riduzione dal 15% al 30% dei costi legati al Service; Incremento dal 25% al 40% nell utilizzo del capitale circolante; Incremento dal 15% al 30% nell efficienza dei tecnici. L elemento chiave per ottenere i benefici descritti consiste quindi nel re-ingegnerizzare il rapporto tra Service Management e le tre funzioni operative (Sales & Contract Management, Customer Service & Support, e Ingegneria). 6 7

4 Sviluppare sinergie tra Customer Service & Support e la Service Value Chain Correlare l approccio di Customer-Segmentation alle Offering di Customer Service; Sviluppare un portfolio di prodotti value-oriented service; Creare il giusto mix di service product basati su simulazione e modelling; Allineare il pricing dei service-related product al valore percepito dal cliente; Ridurre la complessità creando bundle e modularizzando i service-product; Tracciare e utilizzare efficacemente tutti i customer e service data. segmentazione nelle aree di servizio come la Customer Interface management, le Call Center Operations, il Self Help e il Documentation Support. I risultati di un recente sondaggio compiuto da Accenture sui temi di Service Management ha dimostrato quanto possa essere importante questa integrazione. I ricercatori hanno evidenziato che solo l 80% delle società, che hanno partecipato alla Survey, sono in grado di risolvere Integrazione con Sales & Contract Management Dal punto di vista del cliente, oggi, i prodotti e i relativi servizi After-sales non sono sempre strettamente correlati. Non solo i criteri di relazione tra i due elementi sono spesso confusi, ma vengono potenzialmente compromessi anche gli obiettivi di vendita e massimizzazione dei margini, redditività e fidelizzazione dei clienti. Un approccio più semplice e migliore consiste nel progettare prodotti di massima affidabilità e considerare gli aspetti di legame all intero ciclo di vita del prodotto, in termini di costi e pricing del Service e delle Spare Parts. Questo è il punto in cui il legame tra la funzione Service e la funzione Sales & Contract Management entra in gioco e tre sono gli elementi chiave che lo caratterizzano: I Managed Services consistono nel fornire al cliente un servizio completo di utilizzo del prodotto. Ad esempio, consideriamo un costruttore di carrelli per movimentazione merce che intende fornire una flotta ad una catena retail. Un contratto di tipo Managed Services consiste nel garantire i servizi di movimentazione merce al retailer (es. contratto per ore di lavoro dei mezzi o capacità di movimentazione). In base a questo tipo di contratto il costruttore di carrelli elevatori equipaggia la flotta, si occupa della manutenzione, del ri-carico delle batterie, ecc.). I contratti Performance-Based possono stimolare i costruttori a costruire prodotti più affidabili e spostano la responsabilità per la manutenzione agli OEM (es. BAE Systems ha un contratto Performance Based per le operazioni di manutenzione, riparazione e fornitura delle Spare Parts con il Ministero britannico della Difesa. Quest ultimo mantiene la responsabilità per la gestione dei contratti e garantisce la disponibilità dei velivoli in base alle esigenze del proprio cliente finale la Royal Air Force. Lo Strategic Parts Pricing comporta un Gli obiettivi di riduzione della complessità e la standardizzazione possono essere ulteriormente migliorati includendo una più forte connessione tra Engineering e Service in tutte le attività di progettazione dei prodotti e dei sistemi approccio service-oriented e product-lifecycle based, focalizzato alla massimizzazione dei profitti piuttosto che alla riduzione dei costi. Si consideri un produttore di heavy equipment che ha implementato un nuovo approccio di pricing dopo aver esaurito tutte le opzioni di cost-cutting. L azienda ha riposizionato diversi prodotti in base all elasticità del pricing dei segmenti chiave del mercato. È stato anche identificata una soglia oltre la quale si potrebbe risparmiare più in termini di rimborsi in garanzia ad un prezzo più basso rispetto al potenziale guadagno a fronte di un prezzo più alto. Infine, il costruttore ha istituito una product life cycle view per le decisioni relative al prezzo del prodotto focalizzandosi su price leadership e valore del prodotto piuttosto che seguire i comportamenti dei competitor. Questo nuovo approccio ha permesso di alzare di due punti percentuali il margine lordo nel corso di un anno. Integrazione con Customer Service & Support L obiettivo dell integrazione con il Customer Service & Support è quello di allineare le Operations del Service alle aspettative di ciascun segmento di clientela. La Segmentazione non è un concetto nuovo, ma spesso non è applicata all After-sale Service e allo Spare Parts Management. Integrare la Service Value Chain con l organizzazione Customer Service & Support comporta quindi l applicazione di approcci di completamente il problema alla prima uscita. In tutto il campione, il 10% delle chiamate è stato indicato come non risolto a causa della mancanza di parti, strumenti o informazioni. Vi sono altre considerazioni interessanti che sono emerse: I clienti di valore sono spesso alienati da un servizio insoddisfacente; Stratificando le esigenze del servizio clienti si potrebbero ottenere nuove opportunità di incremento delle revenue; Una più chiara comprensione delle esigenze dei clienti in ogni segmento potrebbe incrementare l efficienza del servizio. L indagine ha evidenziato anche una serie di aziende che primeggiano nell ambito del Service Management. Questi leader tendono ad essere particolarmente efficaci nella definizione di programmi di servizio, su misura per ogni cliente o segmento di clienti. Prendiamo ad esempio la divisione Aviation della General Electric, che ha un programma chiamato Intelligent Workscopes. La GE deve regolare le prestazioni del motore sulla base di ciò che i clienti aerei richiedono, e che generalmente varia in base alla compagnia aerea. Il personale della GE addetto alla manutenzione è pertanto in grado di pianificare ed eseguire le attività di servizio con una maggior efficacia dei costi e garantendo una miglior disponibilità di stock di Spare Parts. Anche le organizzazioni focalizzate sulle relazioni post-vendita ottengono buone 6 8 > n o v e m b r e < L o g i s t i c a M a n a g e m e n t

5 performance, in quanto hanno lavorato per essere in grado di comprendere e stimare a livello finanziario, i requisiti dei clienti in termini di Service e Spare Parts, fornendo l opportunità di creare servizi profittevoli come la preventive-maintenance o i machine-overhaul package. Quelle stesse aziende inoltre sono in grado di capire come attraverso le simulazioni o la modellizzazione si possa creare il giusto mix di servizi e il relativo pricing. Queste organizzazioni sfruttano tutti i dati relativi al cliente o al Service (per esempio, richieste di intervento e informazioni relative all intervento di manutenzione) e sviluppano in modo proattivo strategie per il Service e le Spare Parts coerenti con le strategie del loro business. Come risultato, queste aziende soddisfano costantemente i requisiti di servizio e le aspettative di performance dei clienti. Integrazione con Engineering Nella maggior parte delle organizzazioni, la funzione Engineering e Service non sono strettamente collegate, nonostante ci siano molte buone ragioni per farlo. Per esempio, quando le due funzioni non comunicano bene, il Service può non essere in grado di prevedere correttamente le probabilità di failure dei prodotti, oppure avere un basso First-Time-Fix-Rate, lunghi LeadTime per service order e alti livelli di scorte di Spare Parts. Il modo migliore per evitare questo è una più forte connessione tra Engineering e Service, ed uno dei modi migliori per avviare questo cambiamento è attraverso un iniziativa di riduzione della complessità. Una società che eccelle in quanto a standardizzazione è Asus, un produttore hardware. Il suo vasto portafoglio prodotti significa che ha un enorme numero di parti che richiedono una pianificazione dettagliata, previsione e di rifornimento. Inoltre, diverse categorie hanno differenti caratteristiche della domanda. Questo ha creato un bisogno impellente di un programma di standardizzazione che ha portato a un minor numero di parti uniche e ad una maggiore razionalizzazione delle SKU. Asus ha constatato che un ambiente con un minor numero di referenze offre vantaggi come la minore complessità e costi inferiori. Inoltre, incentivi focalizzati su alcuni fornitori possono trascendere tematiche di volume e prezzo per includere tematiche di ingegneria che aiutano le aziende a massimizzare la serviceability. Nel caso in cui un componente sia parte di una macchina più grande, uno stretto legame tra Engineering e Service contribuirebbe ad aumentare livelli di interoperabilità, in modo da garantire che Sviluppare sinergie tra Engineering e la Service Value Chain Usare maggiori componenti standard e parti comuni tra diversi prodotti; Migliorare la raccolta delle informazioni e il trasferimento della conoscenza; Sviluppare maggiori sistemi di feedback e alert; Riduzione della complessità del prodotto (complexity for value); Collaborare con i fornitori per lo sviluppo di programmi di design-for-service. una tecnologia o piattaforma esistente non diventi ridondante ogni volta che viene rilasciata una nuova versione. Gli obiettivi di riduzione della complessità e la standardizzazione possono essere ulteriormente migliorati includendo ingegneri dell Area Service in tutte le attività di progettazione dei prodotti e dei sistemi (evitando così, ad esempio, di sostituire Spare Parts proprietarie con parti standard facilmente reperibili su mercati paralleli). Il potenziale impatto dato dalla riduzione della complessità su Spare Parts sono notevoli in termini di livello di inventario, efficienza dei tecnici sul campo e gestione dei costi di garanzia. Un altra valida modalità per collegare Engineering e Service è un processo di closed-loop feedback. Incrementare l acquisizione delle informazioni e il trasferimento di conoscenze a ogni nodo della Service Chain aiuta l Engineering a massimizzare la serviceability, dando al Service Management l opportunità di semplificare all Engineering le attività di progettazione. Per esempio, nell aftermarket service, le organizzazioni dovrebbero essere in grado di catturare feedback transazionali da parte di tecnici ed inviare le informazioni all Engineering. I tecnici possono fornire spunti importanti sottolineando le tematiche relative alla qualità ( Questo nuovo servizio di bordo non funziona come il precedente ) o di progettazione ( Questa chiusura non si muove facilmente, forse a causa del modo in cui il blocco sistema funziona nelle curve ). Lo stesso vale per la struttura di riparazione ( Questo telaio motore è stato progettato in modo da rendere estremamente difficile l estrazione della batteria. Una semplificazione delle operazioni di smontaggio potrebbe rendere possibile riparazioni sul posto ). Il sistema di feedback Closed-loop può essere supportato da alert che contribuiscono ad eliminare rapidamente difetti di progettazione. In sintesi, un rapporto stretto tra Service Management ed Engineering ha numerosi vantaggi: Se una Spare Part è stato progettata in ottica serviceability, le riparazioni programmate o impreviste possono procedere più velocemente e facilmente; La progettazione e lo sviluppo di nuovi prodotti può beneficiare delle informazioni raccolte durante gli interventi di manutenzione e garanzia, al fine di costruire prodotti sempre più affidabili; Ridotto rischio di garanzia e dei costi ad essa connessi. 3. Conclusione Tra tutte le caratteristiche della Service Value Chain riportate in questo articolo, la più importante potrebbe essere rappresentata dal fatto che le Service Value Chain debbano essere completamente allineate con i modelli di Value Chain aziendali (e non semplici estensioni). Tuttavia, le Service Value Chain sono arricchite da un orientamento end-to-end che permette di incorporare le conoscenze e le prospettive delle funzioni chiave dell azienda e i benefici che produce sono relativi a tutta l azienda in senso esteso, più che focalizzati per singola funzione. Questi benefici non sono per nulla trascurabili: l esperienza Accenture ha dimostrato che le aziende partecipanti al sondaggio e definite come High Performes nell ambito Service Management hanno costruito delle Service Value Chain capaci di innalzare notevolmente le revenue della funzione Service, aumentare la Customer Satisfaction, ridurre i costi di servizio, migliorare l utilizzo del capitale circolante, migliorare l efficienza dei tecnici e rafforzare la brand image. In conclusione, quali tipi di aziende possono essere dei candidati ottimali per sviluppare una Service Value Chain? In generale, ogni azienda interessata a migliorare la qualità e la redditività della propria organizzazione in ottica After-sale Service e Parts Management dovrebbe attivare un attenta indagine sui temi trattati. 6 9

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL

IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL Prof. 1Corso: Supply chain management Docente: 1 Considerazioni di sintesi L azienda si posiziona tra le prime

Dettagli

Dal Cost Plus Pricing al Value Based Price. Pricing Strategy

Dal Cost Plus Pricing al Value Based Price. Pricing Strategy Dal Cost Plus Pricing al Value Based Price Pricing Strategy Approfondimenti tematici settembre 2013 Le informazioni contenute nel presente documento sono classificate riservate e confidenziali ad esclusivo

Dettagli

AFTER SALES MANAGEMENT

AFTER SALES MANAGEMENT Esperienza e Innovazione AFTER SALES MANAGEMENT L approccio proposto da M&IT per trasformare il post-vendita in un Service Eccellente Consulenza di Direzione Risorse Umane Sistemi Normati Information Technology

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi

Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi Il target costing Che cosa è il target costing. In prima analisi. E un metodo di calcolo dei costi, utilizzato in fase di progettazione di nuovi prodotti,

Dettagli

Active Value Pricing. Costruire un ponte tra due visioni della performance d impresa.

Active Value Pricing. Costruire un ponte tra due visioni della performance d impresa. Active Value Pricing Costruire un ponte tra due visioni della performance d impresa. Il Pricing: la principale leva di miglioramento della redditività Lo scenario economico in cui le imprese operano è

Dettagli

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI Il mantenimento delle relazioni con i clienti finali e il processo mediante il quale il fornitore soddisfa nel tempo le esigenze del cliente definite di comune

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

di Andrea Papavero Marketing e Vendite >> CRM

di Andrea Papavero Marketing e Vendite >> CRM RICONOSCERE I CLIENTI PROFITTEVOLI : GLI STRUMENTI DI VALUTAZIONE di Andrea Papavero Marketing e Vendite >> CRM DEFINIRE IL GRADO DI PROFITTABILITA DEL CLIENTE Avere un'organizzazione orientata al cliente

Dettagli

Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo

Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo ABI CRM 2002 Gabriella Lo Conte Marketing Manager Roma, 13 Dicembre 2002 Agenda TeleAp Customer Relationship

Dettagli

EDGAR, DUNN & COMPANY

EDGAR, DUNN & COMPANY PATRICK DESMARES - Vice Direttore 1 Schema della presentazione Il piano della ricerca I risultati della ricerca u Gestione della redditività cliente - Il contesto strategico u Misurazione della redditività

Dettagli

Anteprima Estratta dall' Appunto di Trade e marketing e business

Anteprima Estratta dall' Appunto di Trade e marketing e business Anteprima Estratta dall' Appunto di Trade e marketing e business Università : Università degli studi di Bologna Facoltà : Economia Indice di questo documento L' Appunto Le Domande d'esame e' un sito di

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

ISO Revisions Whitepaper

ISO Revisions Whitepaper ISO Revisions ISO Revisions ISO Revisions Whitepaper Processi e procedure Verso il cambiamento Processo vs procedura Cosa vuol dire? Il concetto di gestione per processi è stato introdotto nella versione

Dettagli

THRU-PUT INFOR SCM > THRU-PUT. Qual è la Teoria dei Vincoli (TOC)? www.twingroup.com

THRU-PUT INFOR SCM > THRU-PUT. Qual è la Teoria dei Vincoli (TOC)? www.twingroup.com THRU-PUT Qual è la Teoria dei Vincoli (TOC)? La Teoria dei Vincoli è la filosofia globale sviluppata dal Dott. Eiyahu M. Goldratt pubblicata in vari libri, tra cui L obiettivo. TOC si concentra sulle restrizioni

Dettagli

Case study. Risolvere il difficile problema del product mix di ELVAL

Case study. Risolvere il difficile problema del product mix di ELVAL Case study Risolvere il difficile problema del product mix di ELVAL Il cliente In sintesi Il gruppo ELVAL rappresenta la divisione dedicata alla lavorazione e al commercio dell alluminio di VIOHALCO. ELVAL

Dettagli

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo Funzionalità EMC Documentum per il settore assicurativo La famiglia di prodotti EMC Documentum consente alle compagnie assicurative di gestire tutti i tipi di contenuto per l intera organizzazione. Un

Dettagli

Creare valore per il cliente. A) definire il target e la combinazione prezzo/benefici migliore rispetto ai competitori

Creare valore per il cliente. A) definire il target e la combinazione prezzo/benefici migliore rispetto ai competitori Creare valore per il cliente Significa: A) definire il target e la combinazione prezzo/benefici migliore rispetto ai competitori B) Gestire tutte le funzioni in modo che creino valore E un processo strategico,

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 5 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 5 Modulo 5 Il Sistema Informativo verso il mercato, i canali ed i Clienti: I nuovi modelli di Business di Internet;

Dettagli

Il sistema logistico integrato

Il sistema logistico integrato Il sistema logistico integrato Che cos è la logistica? Il concetto di logistica è spesso poco chiaro Per logistica, spesso, s intendono soltanto le attività di distribuzione fisica dei prodotti (trasporto

Dettagli

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 Agenda Il contesto di mercato La centralità del Pricing Come sfruttare le potenzialità

Dettagli

www.mauriziovinci.it

www.mauriziovinci.it www.mauriziovinci.it Il mercato impone decisioni rapide ed efficaci, obiettivi chiari e sostenibili, strategie ben strutturate che non lasciano spazio all improvvisazione. Studio di consulenza integrata

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations CUSTOMER SUCCESS STORY LUGLIO 2015 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Azienda: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Indice. pagina 2 di 8

Indice. pagina 2 di 8 LEZIONE SOURCING, PROCUREMENT E METODOLOGIE PER L'OTTIMIZZAZIONE DELLA CATENA DEL VALORE DOTT.SSA ROSAMARIA D AMORE Indice 1 Catena del valore e creazione del valore --------------------------------------------------------------

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 06

Economia e gestione delle imprese - 06 Economia e gestione delle imprese - 06 Descrivere i concetti base del processo di gestione commerciale Delineare le principali relazioni con le altre gestioni Definire le attività principali del processo

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

acquisti L importanza del Risk Management nell area

acquisti L importanza del Risk Management nell area Risk management L importanza del Risk Management nell area acquisti Il rischio fa parte del business una significativa e permanente realtà che quasi ogni società deve affrontare. Senza rischio, l attività

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

CRM Downsizing Program

CRM Downsizing Program Azzerare i costi inutili del CRM e massimizzare il valore di quanto già realizzato S empre, e in special modo durante periodi di crisi, risulta vitale in azienda individuare tutte le potenziali fonti di

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA Service Oriented Architecture Ormai tutti, nel mondo dell IT, conoscono i principi di SOA e i benefici che si possono ottenere

Dettagli

Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991

Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991 Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991 Fornisce soluzioni per una Supply Chain ad alte prestazioni e per un'efficace pianificazione della produzione Sede principale a Trieste. Filiali a Milano,

Dettagli

Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1

Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1 Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1 Il Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) è uno approccio di gestione a disposizione delle imprese che ha lo scopo di

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 6 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 6 Modulo 6 Integrare verso l alto e supportare Managers e Dirigenti nell Impresa: Decisioni più informate; Decisioni

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

Credex LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI. ABI Consumer Credit 2003. Roma, 27 marzo 2003

Credex LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI. ABI Consumer Credit 2003. Roma, 27 marzo 2003 LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI ABI Consumer Credit 2003 Roma, 27 marzo 2003 Questo documento è servito da supporto ad una presentazione orale ed i relativi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) CRM CRM CRM

CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) CRM CRM CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) Marco Pironti - Università di Torino 1 Executive summary Introduzione Obiettivi Fasi Architettura Tendenze evolutive Piano operativo Considerazioni Marco Pironti - Università

Dettagli

Shared Services Centers

Shared Services Centers Creating Value Through Innovation Shared Services Centers IBM Global Business Services Definizione di Shared Services Center (SSC) I Centri di Servizio Condivisi (Shared Services Center SSC) sono: Organizzazioni

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA IN AZIENDA: OPPORTUNITA E STRATEGIE DI SVILUPPO

LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA IN AZIENDA: OPPORTUNITA E STRATEGIE DI SVILUPPO LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA IN AZIENDA: OPPORTUNITA E STRATEGIE DI SVILUPPO 8 Marzo 2001 SEMINARIO TESTIMONI DI IMPRESA MARCO CAVALCA Executive Summary Introduzione La qualità in azienda (basic( quality

Dettagli

IL MODELLO SCOR. Agenda. La Supply Chain Il Modello SCOR SCOR project roadmap. Prof. Giovanni Perrone Ing. Lorena Scarpulla. Engineering.

IL MODELLO SCOR. Agenda. La Supply Chain Il Modello SCOR SCOR project roadmap. Prof. Giovanni Perrone Ing. Lorena Scarpulla. Engineering. Production Engineering Research WorkGROUP IL MODELLO SCOR Prof. Giovanni Perrone Ing. Lorena Scarpulla Dipartimento di Tecnologia Meccanica, Produzione e Ingegneria Gestionale Università di Palermo Agenda

Dettagli

Lean Office. 31 maggio 2013 Gianluca Spada (partner OPTA srl)

Lean Office. 31 maggio 2013 Gianluca Spada (partner OPTA srl) Lean Office 31 maggio 2013 Gianluca Spada (partner OPTA srl) 0 La società OPTA: il partner ideale per i tuoi progetti di miglioramento Dal 1996 OPTA affianca le aziende con interventi di consulenza organizzativa,

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP ALL AVANGUARDIA CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è una soluzione di gestione

Dettagli

Collaborazione estesa delle supply chain

Collaborazione estesa delle supply chain Il progetto di ricerca FLUID-WIN nell ambito del sesto Programma Quadro Panoramica generale Integrazione dei fornitori di servizio di terze parti con l intera Trend dell economia globale La globalizzazione

Dettagli

Professional Services per contact center Mitel

Professional Services per contact center Mitel Professional Services per contact center Mitel Una struttura rigorosa per un offerta flessibile Rilevamento Controllo dello stato Requisiti della soluzione Architettura Roadmap strategica Ottimizzazione

Dettagli

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO DIGITAL TRANSFORMATION Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO AL VOSTRO FIANCO NELLA DIGITAL TRANSFORMATION Le nuove tecnologie, tra cui il cloud computing, i social

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 12 La strategia di espansione globale Caso di apertura 12-3 La Wal-Mart si è rivolta verso altri paesi per tre ragioni - Le opportunità di crescita interna stavano

Dettagli

MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi

MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi 01 MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi Contenuti 1.0 1.1 1.2 Marketing Automation, un introduzione Cosa e quanto cambia in azienda Le prestazioni Le aziende che utilizzano la marketing

Dettagli

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento*

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* *ma senza le note scritte in piccolo Allineare gli investimenti tecnologici con le esigenze in evoluzione dell attività Il finanziamento è una strategia

Dettagli

Fornitore leader di servizi logistici riduce i costi e migliora il servizio al cliente con Quintiq

Fornitore leader di servizi logistici riduce i costi e migliora il servizio al cliente con Quintiq Case study Fornitore leader di servizi logistici riduce i costi e migliora il servizio al cliente con Quintiq EWALS CARGO CARE In Ewals tutti i reparti di pianificazione adesso operano come un unico grande

Dettagli

Il marketing dei servizi. Il gap 2: allineare strategia, modello di servizio e standard di servizio

Il marketing dei servizi. Il gap 2: allineare strategia, modello di servizio e standard di servizio Il marketing dei servizi Il gap 2: allineare strategia, modello di servizio e standard di servizio GAP 2: il gap di progettazione del servizio Il secondo gap del fornitore sta nell incapacità di trasformare

Dettagli

Supply Chain Management

Supply Chain Management Supply Chain Management Cosa è la Supply chain "il Supply Chain Management è un approccio integrato, orientato al processo per l'approvvigionamento, la produzione e la consegna di prodotti e servizi ai

Dettagli

ALBERT. copyright hventiquattro

ALBERT. copyright hventiquattro ALBERT ALBERT MONETIZZARE LE SCORTE Il tuo magazzino: da deposito a risorsa Albert agisce sulle fonti di finanziamento interno. Non tanto in termini di puro taglio dei costi, quanto di recupero di flussi

Dettagli

Guida al CRM. White Paper FrontRange Solutions. SysAround S.r.l. Pagina 1 di 18. Via Cappuccini, 4 20122 Milano

Guida al CRM. White Paper FrontRange Solutions. SysAround S.r.l. Pagina 1 di 18. Via Cappuccini, 4 20122 Milano Guida al CRM White Paper FrontRange Solutions Pagina 1 di 18 SOMMARIO 1. Il CRM: come può migliorare il business aziendale... 3 1.1 Il CRM... 3 1.2 Quali sono i vantaggi di avere una strategia CRM?...

Dettagli

Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand. Enrico Bozzi Emerging Market IBM

Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand. Enrico Bozzi Emerging Market IBM Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand Enrico Bozzi Emerging Market IBM Agenda Il difficile mestiere dell ASP Cosa non ha funzionato nella fase 1? L evoluzione del modello ASP verso l

Dettagli

Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili

Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili IV Strategy Forum Financial Services Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili Sintesi dell evento 17 Ottobre 2012 The Westin Palace Hotel Piazza della Repubblica, 20 Milano Abstract

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

I fattori di successo nell industria dei fondi

I fattori di successo nell industria dei fondi Financial Services Banking I fattori di successo nell industria dei fondi Un marketing ed una commercializzazione strategici sono la chiave per l acquisizione ed il mantenimento dei clienti Jens Baumgarten,

Dettagli

Fabbrica Futuro. Idee e strumenti per l impresa manifatturiera del domani LA RISPOSTA EVOLUTA DELLA CONSULENZA ALLA DINAMICITÀ DEL MERCATO.

Fabbrica Futuro. Idee e strumenti per l impresa manifatturiera del domani LA RISPOSTA EVOLUTA DELLA CONSULENZA ALLA DINAMICITÀ DEL MERCATO. Fabbrica Futuro Idee e strumenti per l impresa manifatturiera del domani 27 giugno 2013 WEGE LA RISPOSTA EVOLUTA DELLA CONSULENZA ALLA DINAMICITÀ DEL MERCATO. MCS, Q&O e PTM tre società di consulenza che,

Dettagli

Industrial Equipment Manufacturing. Industrial Equipment Manufacturing per Microsoft Dynamics AX

Industrial Equipment Manufacturing. Industrial Equipment Manufacturing per Microsoft Dynamics AX Industrial Equipment Manufacturing Industrial Equipment Manufacturing per Microsoft Dynamics AX Vantaggi principali ñ Aumento dell efficienza operativa. ñ Integrazione di innovazioni nella produzione.

Dettagli

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006 Il CRM operativo 2 maggio 2006 1. Il marketing relazionale Il marketing relazionale si fonda su due principi fondamentali che è bene ricordare sempre quando si ha l opportunità di operare a diretto contatto

Dettagli

CASO DI STUDIO - Gerbione Spa

CASO DI STUDIO - Gerbione Spa CASO DI STUDIO - Gerbione Spa Monica lavora per la divisione di approvvigionamento e fornitura di parti e ricambi di Gerbione Spa, una multinazionale produttrice di motori, trasmissioni e frizioni per

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP integrata CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è un ERP innovativo, flessibile

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Lo yield management. Revenue & yield management. Come si inserisce nel sistema di P&C?

Lo yield management. Revenue & yield management. Come si inserisce nel sistema di P&C? Lo yield management Lo yield management può essere definito un metodo per vendere l opportuna quantità di prodotto disponibile al cliente, al momento e al prezzo giusto. Costituisce una guida per allocare

Dettagli

Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti

Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti I profondi e rapidi cambiamenti che in questi anni si sono manifestati in

Dettagli

Acquisizione di nuovi clienti retail nelle banche tradizionali: i benefici economici dell internet search

Acquisizione di nuovi clienti retail nelle banche tradizionali: i benefici economici dell internet search 1 Acquisizione di nuovi clienti retail nelle banche tradizionali: i benefici economici dell internet search Executive Summary della ricerca UniversitàCattolica, Novembre 2008 2 La presente indagine è stata

Dettagli

Le caratteristiche distintive di Quick Budget

Le caratteristiche distintive di Quick Budget scheda prodotto QUICK BUDGET Mercato imprevedibile? Difficoltà ad adeguare le risorse a una domanda instabile e, di conseguenza, a rispettare i budget?tempi e costi troppo elevati per la creazione di budget

Dettagli

Con RICOH è più facile

Con RICOH è più facile Con RICOH è più facile RICOH aiuta le aziende ad aumentare l efficienza e l efficacia della gestione documentale, dei processi informativi e dei flussi di lavoro. RICOH si propone come unico partner di

Dettagli

Esercizio 11.1 Budget flessibile e controllo del budget

Esercizio 11.1 Budget flessibile e controllo del budget Esercizio 11.1 Budget flessibile e controllo del budget 1. Il nuovo sistema di budget consente al manager di focalizzarsi sulle aeree che richiedono attenzione. La mensilizzazione del budget consente ai

Dettagli

IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI

IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI I consumatori sono saturi e hanno poco tempo, ha sentenziato recentemente Enrico Finzi, presidente di Astra/Demoskopea,

Dettagli

La soluzione Aton garantisce ai punti vendita dei tool affidabili* per implementare una gestione remota in real time di:

La soluzione Aton garantisce ai punti vendita dei tool affidabili* per implementare una gestione remota in real time di: Retail Management Retail Management La soluzione Aton garantisce ai punti vendita dei tool affidabili* per implementare una gestione remota in real time di: Inventario punto vendita Controllo vendite Controllo

Dettagli

Mappatura della supply chain. Soluzioni Clienti

Mappatura della supply chain. Soluzioni Clienti Mappatura della supply chain Soluzioni Clienti Mappatura della supply chain State cercando di migliorare la gestione della supply chain della vostra organizzazione? Mappare i processi rappresenta una modalità

Dettagli

Mercati e industria del solare: scenari economico - finanziari e business model vincenti dopo la revolution

Mercati e industria del solare: scenari economico - finanziari e business model vincenti dopo la revolution Mercati e industria del solare: scenari economico - finanziari e business model vincenti dopo la revolution Antonio Nodari Amministratore Delegato Pöyry Management Consulting Italia Roma, 15 marzo 2011

Dettagli

Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni?

Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni? Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni? Milano, 4 Giugno 2002 Obiettivi dell incontro Obiettivi dell incontro Condividere alcune riflessioni

Dettagli

Capitolo XIV. La gestione della produzione

Capitolo XIV. La gestione della produzione Capitolo XIV La gestione della produzione La funzione di produzione Approvvigionamenti La funzione di produzione riguarda il processo di trasformazione dei beni, ossia l insieme l di operazioni mediante

Dettagli

Corso in Store Management

Corso in Store Management in collaborazione con presenta Corso in Store Management EDIZIONE SICILIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 4 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 4 Modulo 4 Il Sistema Informativo per la gestione della catena di fornitura: Supply Chain Management; Extended

Dettagli

Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail

Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail Gruppo Fratelli Pietrini S.p.a - Scarpamondo. Utilizzata con concessione dell autore. Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail Partner Nome dell azienda

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo

Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo CUSTOMER SUCCESS STORY Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo CUSTOMER PROFILE Settore: servizi finanziari Azienda: Nordea Bank Dipendenti:

Dettagli

MIKRON CUSTOMER SERVICE. Soluzioni di assistenza per voi

MIKRON CUSTOMER SERVICE. Soluzioni di assistenza per voi MIKRON CUSTOMER SERVICE Soluzioni di assistenza per voi 2-3 LA COMBINAZIONE DELLE VARIE OPZIONI, CHE IL SERVIZIO CLIENTI VI OFFRE PER OGNI CELLA, MIGLIORA LA PRODUTTIVITA DEL VOSTRO SISTEMA. MIKRON CUSTOMER

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT. Arch. Marco Frigieri

SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT. Arch. Marco Frigieri SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT Arch. Marco Frigieri IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO Roma, 14 marzo 2013 ABI Palazzo Altieri (Sala della Clemenza)

Dettagli

Analisi della catena logistica. Analisi della catena logistica 1

Analisi della catena logistica. Analisi della catena logistica 1 Analisi della catena logistica Analisi della catena logistica 1 La visione tradizionale della logistica nel settore manifatturiero Utile 4% Costi della Logistica 21% Utile Costi logistici Costi del Marketing

Dettagli

Quando conta davvero il FATTORE UMANO. per il successo delle strategie di vendita e di servizio al cliente

Quando conta davvero il FATTORE UMANO. per il successo delle strategie di vendita e di servizio al cliente Quando conta davvero il FATTORE UMANO per il successo delle strategie di vendita e di servizio al cliente Performance delle vendite: di quanto può migliorare? Quali stime possiamo realisticamente fare

Dettagli

enclose CRM Engineering Cloud Services IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING runs on Microsoft Dynamics CRM

enclose CRM Engineering Cloud Services IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING runs on Microsoft Dynamics CRM enclose Engineering Cloud Services CRM runs on Microsoft Dynamics CRM IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING EncloseCRM EncloseCRM è la proposta Software as a Service di Engineering per offrire al mercato

Dettagli

SAP BUSINESS ONE LA SOLUZIONE GESTIONALE PER LE IMPRESE IN CRESCITA

SAP BUSINESS ONE LA SOLUZIONE GESTIONALE PER LE IMPRESE IN CRESCITA SAP Solution Brief SAP BUSINESS ONE LA SOLUZIONE GESTIONALE PER LE IMPRESE IN CRESCITA SAP Business One è una soluzione semplice ed efficace, che soddisfa le esigenze specifiche delle piccole e medie imprese.

Dettagli

Le fasi di un percorso di consultazione online

Le fasi di un percorso di consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Le fasi di un percorso di consultazione online Autore: Angela Creta, Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance

Dettagli

Valutazione degli Intangibles ai fini del valore aziendale

Valutazione degli Intangibles ai fini del valore aziendale Valutazione degli Intangibles ai fini del valore aziendale La valorizzazione dei beni immateriali: i metodi di valutazione Rag. Roberto Spaggiari Reggio Emilia 20 giugno 2013 Page 1 Tempi di crisi Coscienza

Dettagli

La logistica di CEVA per il settore Machinery Integratore di competenze e visibilità lungo la catena logistica

La logistica di CEVA per il settore Machinery Integratore di competenze e visibilità lungo la catena logistica La logistica di CEVA per il settore Machinery Integratore di competenze e visibilità lungo la catena logistica Davide Albanesi, Auto & Industry Sales Director, CEVA Italy Bologna, 19 Marzo 2015 Agenda

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Il Global Service a supporto degli studi professionali nella gestione delle attività non core. Plurima inizia la sua attività a metà degli anni 90, proponendo per

Dettagli