MANTENIMENTO DEL DECORO URBANO NELLA CITTA ETERNA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANTENIMENTO DEL DECORO URBANO NELLA CITTA ETERNA"

Transcript

1 MANTENIMENTO DEL DECORO URBANO NELLA CITTA ETERNA Il caso di Roma Ing. Giovanni FISCON - Ing. Giuseppe RUBRICHI Roma, 18 Settembre

2

3 Il Sistema Decoro è alimentato dalle rilevazioni effettuate negli 11 distretti, cioè nelle macro-aree territoriali su cui AMA organizza le sue attività. Le informazioni sono rilevate attraverso l uso di opportuni strumenti organizzativi e tecnologici ed inserite in un database per essere ripulite da ridondanze e/o errori. Il progetto prevede che i dati consolidati siano immessi in rete e trasmessi alla Sala Sistema Controllo Decoro Urbano e, in base alle competenze di intervento, ai singoli centri di responsabilità che hanno il potere/dovere di intervenire.

4 Si.De.Ro. Le 4 macro aree di rilevazione DECORO VERDE Degrado Verde spartitraffico Degrado Verde piazze Degrado Piccoli Giardini pubblici Piante/Alberi bordo strada Piccoli Parchi giochi Spazi Verdi non gestiti AMA/ Servizio Giardini DECORO IGIENICO-SANITARIO DECORO URBANO Panchine Cestoni Cassonetti Fontane Monumenti Degrado in genere Servizio Giardini Ama X Dip. - Sovrint. Comunale Varie/ATAC DECORO STRADALE Buche Rotture di cordoli Dissesto Stradale Dissesto Marciapiedi Dissesto Guard-rail Decoro Cartelloni Stradali Viab. Princ.: XII Dip. (Sviluppo Infrastrut. e Manutenz. Urbana) Viab. Sec.: Municipio (UITS-UOT) Insediamenti Abusivi Randagismo Deiezioni animali Animali infestanti (zanzare, volatili, topi ) Siringhe Polizia Municipale:NAE X Dip. AMA/X Dip. AMA/X Dip. AMA/X Dip. Scritte Graffiti Manifesti Ama Illuminazione Segnaletica Orizz. Segnaletica Vert. Automobili, Motocicli e Cicli abbandonati Acea Viab. Princ: XII Dip. Viab. Sec.: Municipio (UITS UOT) Polizia Municipale 4 Altro

5 SISTEMA DIMONITORAGGIO TERRITORIO Trasferimento delle informazioni per centri di responsabilità AMA ACEA Informazioni su Criticità Decoro ATAC Servizio Giardini Polizia Municipale Banca Dati Si.De.Ro. Sovrintendenza Comunale Tutte le Informazioni vengono trasferite alla SSCDU Dipartimento XII Municipi Sala Sistema Controllo Decoro Urbano Controllo risoluzione criticità e comunicazione/feedback 5

6 -IL MODELLO DISERVIZIO AMA - DECORO DELLA CITTA DISINFESTAZIONE ZANZARA TIGRE MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE AREE VERDI GEOREFEREN- ZIAZIONE TOMBINI LAVAGGI INTENSIVI PULIZIA SCRITTE E GRAFFITI NEL CENTRO STORICO MONUMENTALE SANIFICAZIONE DEL CENTRO STORICO MONUMENTALE 6

7 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: DECORO DELLA CITTA L attività di decoro della città viene svolta da squadre dedicate attive su tutto il territorio di Roma Il servizio si pone in logica di complementarità rispetto alle attuali attività AMA (servizi base/globale/mirato) e prevede l effettuazione di una serie di interventi focalizzati su attività di tipo straordinario critiche per il decoro cittadino, non efficacemente risolvibili nell ambito delle attività quotidiane di pulizia Nello specifico, l attività è focalizzata sui seguenti servizi principali: Rimozione di oggetti abbandonati sul suolo stradale e avvio al recupero degli stessi Pulizia delle tazze stradali Defissione dei manifesti abusivi La logica del servizio è quella di prevedere interventi massicci, dedicando le squadre a rotazione su singole porzioni di territorio per più giorni (in media tre per ogni intervento), garantendo in ciascuna delle 356 aree territoriali cittadine passaggi a cadenza mensile, cui si affiancano attività svolte a chiamata, su segnalazione degli utenti (tramite Linea Verde) Le squadre di decoro della città lavorano in stretto raccordo con oltre 450 persone sul territorio (agenti accertatori, verificatori, RMA, TOT,..), che si occupano dell individuazione e della segnalazione delle situazioni critiche 7

8 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: DECORO DELLA CITTA - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO - - PARAMETRI DI RIFERIMENTO - Attività svolta in maniera continuativa su tutto l arco dell anno 60 operatori attivi ogni giorno, articolati su 20 squadre da 3 persone, equipaggiate con un mezzo leggero e con le attrezzature necessarie ad assicurare l efficace svolgimento delle attività previste Ciascuna squadra interviene su porzioni di territorio composte da 2 delle 356 aree territoriali cittadine (superficie di intervento media di 4 chilometri quadrati) Su ciascuna area territoriale vengono svolti 12 interventi/anno(uno al mese), della durata media di 3 giorni: 4 interventi medi/ settimana per ciascun Distretto cittadino Oltre chilometri quadrati di superficie di intervento/anno(oltre 25 kmq/giorno) Circa ore annue di lavoro dedicate all attività Volumi di attività su base annua: oggetti e rifiuti rimossi dal suolo stradale e avviati a recupero Rimozione di oltre 1 milione di affissioni abusive tazze stradali pulite 8

9 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: DISINFESTAZIONE ZANZARA TIGRE La zanzara tigre rappresenta una minaccia importante alla salubrità della città di Roma, con particolare riferimento ai mesi estivi dell anno Nella città di Roma è presente un numero molto significativo di caditoie e bocche di lupo, allo stato attuale non censito e preliminarmente stimabile in oltre potenziali focolai di larve Il servizio prevede una campagna massiva di disinfestazione, basata su: copertura integrale del territorio cittadino trattamento delle caditoie con formulazioni di insetticidi, per prevenire la formazione di insetti passaggi ripetuti (almeno 5 su ciascuna caditoia nel periodo Aprile-Ottobre) 9

10 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: DISINFESTAZIONE ZANZARA TIGRE - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO - - PARAMETRI DI RIFERIMENTO - Attività concentrata tra Aprile-Ottobre 66 operatori attivi ogni giornonel periodo, articolati su 33 squadre da 2 persone (mediamente 3 per Distretto), ciascuna equipaggiata con un mezzo a vasca e con prodotti insetticidi Passaggio da 5 a 6 volte nel periodo su ciascuna delle circa caditoie cittadine (frequenza effettiva calibrata in funzione di ciascun sito) Circa ore annue di lavoro dedicate all attività 700 tombini trattati/giorno per ciascuna squadra Circa 2 milioni di trattamenti complessivi svolti nell arco del periodo 10

11 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: GEOREFERENZIAZIONE TOMBINI I tombini e le caditoie presenti sul territorio della città di Roma non erano stati sino al 2010 oggetto di un censimento strutturato La mappatura quali/quantitativa di tutti i tombini e le caditoie presenti nella città rappresenta un attività di grande utilità per: pianificare efficacemente campagne di disinfestazione e derattizzazione porre in essere interventi strutturati per la prevenzione di allagamenti predisporre piani di emergenza in presenza di particolari eventi metereologici In quest ottica, AMA ha svolto un progetto di georeferenziazione, attraverso l impiego di rilevatori submetricigps, di tutti i tombini e le caditoie presenti sul territorio cittadino in termini di: tipologia (tombini, griglie, bocche di lupo, ecc.) posizione sul territorio stato di ciascun sito (es. rilevazione situazioni di ostruzione) condizioni (con acqua/senza acqua) 11

12 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: GEOREFERENZIAZIONE TOMBINI - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO - 10 operatori attivi ogni giorno, equipaggiati con GPS submetrico, responsabili del censimento qualitativo e quantitativo delle caditoie ESEMPIO Circa ore di lavoro dedicate all attività Database informatico di tutte le caditoie cittadine Segmentazione delle strade in funzione del numero e della tipologia di caditoie presenti, strumento fondamentale per la formulazione di piani di prevenzione allegamenti e per la strutturazione di campagne di disinfestazione e derattizzazione Simulazione aree potenzialmente interessate dall allagamento di una singola caditoia 12

13 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: SANIFICAZIONE CENTRO STORICO La generazione di cattivi odori dipendenti dalla degradazione di sostanze organiche sul suolo stradale e negli androni condominiali rappresenta una criticità importante nel periodo estivo, non efficacemente risolvibile tramite i servizi di pulizia standard erogati da AMA (servizio globale, basato sull impiego di acqua) Al fine di indirizzare efficacemente il fenomeno, AMA affianca ai tradizionali servizi svolti sul territorio un attività di sanificazione di strade e andronibasata sull utilizzo di enzimi biologici in grado di abbattere gli odori e ridurre la carica batterica Il servizio è focalizzato sul centro storico monumentale, in ragione: dell elevata frequentazione che caratterizza quest area, con particolare riferimento ai mesi più critici per la formazione di cattivi odori delle caratteristiche della pavimentazione stradale (sanpietrini), particolarmente favorevoli all accumulazione di batteri In affiancamento ai servizi di sanificazione viene posto un focus specifico sull effettuazione di interventi mirati di pulizia nei circa 250 luoghi che ospitano gli eventi dell estate romana 13

14 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: SANIFICAZIONE CENTRO STORICO - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO - - PARAMETRI DI RIFERIMENTO - Attività svolta continuativamente nel corso dell anno, con frequenze differenziate e particolarmente concentrate nel periodo estivo 16 operatori attivi ogni giorno nel periodo estivo(luglio-settembre) 10 operatori attivi ogni giorno nel periodo autunnale(ottobre-dicembre) 12 operatori attivi ogni giorno negli altri mesi dell anno (Gennaio-Giugno) Circa ore annue di lavoro dedicate all attività Quasi 240 siti del centro trattati con soluzioni enzimatiche con frequenza media di 2/3 vv/mese (oltre 7000 siti complessivamente trattati nel corso dell anno) androni del centro trattati con soluzioni enzimatiche con frequenza quindicinale nel periodo estivo e mensile nel periodo autunnale (oltre siti complessivamente trattati nel corso dell anno) 250 luoghi dell estate romana presidiati 14

15 IL MODELLO DISERVIZIO AMA:PULIZIA SCRITTE E GRAFFITI CENTRO STORICO MONUMENTALE Il centro storico della città di Roma rappresenta un patrimonio culturale ed architettonico unico al mondo Al fine di preservare tale patrimonio da atti vandalici lesivi dell immagine cittadina, sono attive squadre dedicate all attività di cancellazione delle scritte e dei graffiti sulle superfici murali del centro storico monumentale (superficie di intervento stimata di metri quadrati) L attività prevede il trattamento delle superfici con prodotti antigraffiti, cui si accompagna, ove la natura della superficie di intervento lo richieda, la cantierizzazione delle aree oggetto di intervento Il servizio si basa sulla costituzione di squadre dedicate all attività, che operano sotto gli indirizzi della Sovrintendenza dei Beni Culturali del Comune di Roma, che a sua volta raccoglie segnalazioni provenienti da altri enti cittadini (es. Questura, Gabinetto del Sindaco) e le trasmette su base settimanale ad AMA, per procedere alla pianificazione degli interventi necessari 15

16 IL MODELLO DISERVIZIO AMA:PULIZIA SCRITTE E GRAFFITI CENTRO STORICO MONUMENTALE - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO - - PARAMETRI DI RIFERIMENTO - Attività svolta in maniera continuativa su tutto l arco dell anno Pianificazione degli interventi su base settimanale, a partire dalle segnalazioni fornite dalla Sovrintendenza dei Beni Culturali del Comune di Roma, con cui vengono concordati gli interventi oggetto di risoluzione nella settimana successiva, sulla base del numero e dell entità delle segnalazioni ricevute Circa ore annue di lavoro dedicate all attività Potenziale di intervento su base annua: scritte rimosse/anno mq. di superficie di intervento/anno(10% della superficie teorica complessiva) 16 operatori attivi ogni giorno, articolati su 4 squadre da 4 persone, equipaggiate con un mezzo speciale (tipo Aquila ) e con le attrezzature/prodotti necessari a svolgere l attività 16

17 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: LAVAGGI INTENSIVI Il servizio prevede l affiancamento all attività di servizio globale già svolta da AMA con spazzatrici con agevolatore di servizi di lavaggio intensivo svolti con autobotti ad elevato getto di acqua (da a litri di portata per veicolo) L attività è concentrata nelle aree più critiche per il decoro e la pulizia cittadina (centro storico) e nelle grandi arterie di traffico cittadine (es. strade consolari) I servizi sono focalizzati nelle fasce della giornata a più agevole circolazione dei mezzi (notte e mattina presto) 17

18 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: LAVAGGI INTENSIVI ITINERARI Frequenza* # itinerari Classe 1 1 vv/giorno 8 Classe 2 2 vv/settimana 12 Classe 3 1 vv/settimana Individuazione di una serie di itinerari di lavaggio (35 in tutto) distinti in classi differenziate in funzione della frequenza Focalizzazione dei servizi quotidiani (itinerari di classe 1 ) nel I Municipio Distribuzione omogenea degli altri itinerari ( classi 2 e 3) su tutto il territorio cittadino: da 2 a 4 itinerari previsti per ciascun Distretto 18 * frequenza massima (maggio-settembre)

19 IL MODELLO DI SERVIZIO AMA: LAVAGGI INTENSIVI - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO - - PARAMETRI DI RIFERIMENTO - Attività svolta continuativamente nel corso dell anno, con frequenze maggiormente concentrate nei periodi ad elevato fabbisogno di acqua (mesi estivi) 8 km. lineari di strade innaffiati nell ambito di ciascun turno di lavoro 14 autisti e 9 veicoli in servizio ogni giorno nel periodo maggio-settembre Oltre ore annue di lavoro dedicate all attività Oltre 100 chilometri di strade innaffiate/giornonel periodo di maggiore concentrazione dei servizi Oltre chilometri di strade innaffiate/anno 7 autisti e 5 veicoli in servizio ogni giorno nella restante parte dell anno 19

20 I NUOVI SERVIZI AMA: MANUTENZIONE ORDINARIA AREE VERDI PULIZIA DELLE AREE VUOTATURA DEI CESTINI SFALCIO CURA AIUOLE SERVIZIO GIARDINI Focalizzazione di AMA sui servizi di manutenzione orizzontale del verde (pulizia e sfalcio; cura del verde ad opera del Servizio Giardini) 20

21 I NUOVI SERVIZI AMA: MANUTENZIONE ORDINARIA AREE VERDI Municipio Mq. di intervento I II III IV V VI VII VIII IX Municipio Mq. di intervento X XI XII XV XVI XVII XVIII XIX XX Totale Perimetro di operatività di AMA costituito da 4,5 milioni di metri quadrati di verde urbano adiacente alle strade cittadine, con esclusione delle aree di carattere storico e dei grandi parchi urbani

22 I NUOVI SERVIZI AMA: MANUTENZIONE ORDINARIA AREE VERDI PULIZIA AREE E VUOTAMENTO CESTINI Servizio integrato nell ambito delle attività quotidiane di pulizia base SFALCIO CURA AREE DI PREGIO Squadre dedicate composte da due operatori e un veicolo Itinerari giornalieri composti mediamente da 3 aree territoriali Frequenze differenziate in corso d anno da aprile ad agosto: sfalcio1 volta ogni 10 giorni da settembre a novembre: sfalcio 1 volta ogni 2 settimane da dicembre a marzo: sfalcio1 volta ogni mese Squadre dedicate composte da due operatori e un veicolo Itinerari giornalieri composti mediamente da 3 punti di presidio Frequenze differenziate in corso d anno da aprile a novembre: tutti i giorni da dicembre a marzo: 2 volte/settimana 22

epart la Soluzione che avvicina la PA ai Cittadini Ing. Alberto Muritano Founder & CEO di Posytron

epart la Soluzione che avvicina la PA ai Cittadini Ing. Alberto Muritano Founder & CEO di Posytron epart la Soluzione che avvicina la PA ai Cittadini Ing. Alberto Muritano Founder & CEO di Posytron Il Social Network dei Cittadini che Partecipano + La Soluzione gestionale in Cloud per le PA locali Ing.

Dettagli

La Carta dei Servizi è un documento

La Carta dei Servizi è un documento I PRINCIPI FONDAMENTALI Nell erogazione propri servizi AMA rispetta i seguenti principi conformi alla direttiva Ciampi del 27 gennaio 994: EGUAGLIANZA E IMPARZIALITÀ Garantire la parità di trattamento

Dettagli

Un Esempio di Successo nella Lotta alla Zanzara Tigre

Un Esempio di Successo nella Lotta alla Zanzara Tigre Un Esempio di Successo nella Lotta alla Zanzara Tigre Bologna, 11 Novembre 2005 Fondazione Aldini - Valeriani www.copyr.it 1 campagna informazione e prevenzione Essenziale per prevenire lo sviluppo incontrollato

Dettagli

CENSIMENTO DELLE CADITOIE STRADALI DI ROMA CAPITALE

CENSIMENTO DELLE CADITOIE STRADALI DI ROMA CAPITALE CENSIMENTO DELLE CADITOIE STRADALI DI ROMA CAPITALE Dott.ssa Rita Di Domenicantonio, Roma Capitale Dott.ssa Antonella Daidone, AMA S.p.a. Maria Marsella, D.I.C.E.A. - La Sapienza Università di Roma Marianna

Dettagli

Comune di San Giustino Provincia di Perugia

Comune di San Giustino Provincia di Perugia Comune di San Giustino Provincia di Perugia -segreteria GENERALE - delibere- Prot. n. COPIA Registro Generale n. 11 ORDINANZA DEL SINDACO N. 4 DEL 27-04-2011 Ufficio: UMD 04 Oggetto: PROVVEDIMENTI PER

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO

PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO 469 ORDINANZA DEL SINDACO... del IL SINDACO Oggetto: Disposizioni per l emergenza di caduta neve -formazione di ghiaccio

Dettagli

e-partecipation al Comune di Udine Dott. Antonio Scaramuzzi Sistemi Informativi e Telematici - Comune di Udine

e-partecipation al Comune di Udine Dott. Antonio Scaramuzzi Sistemi Informativi e Telematici - Comune di Udine e-partecipation al Comune di Udine Dott. Antonio Scaramuzzi Sistemi Informativi e Telematici - Comune di Udine epart in briciole Il Social Network dei Cittadini che Partecipano = Il Gestionale in Cloud

Dettagli

Un azienda al servizio delle aziende

Un azienda al servizio delle aziende Un azienda al servizio delle aziende q ua l i tà s i c u r e z z a e f f i c i e n z a c e r t i f i c a z i o n e Amiat: esperienza, tecnologia, professionalità al servizio delle aziende Grazie all esperienza

Dettagli

Calendario formazione Gruppo Centrofarc 2015-2016

Calendario formazione Gruppo Centrofarc 2015-2016 Calendario formazione Gruppo Centrofarc 2015-2016 La formazione Centrofarc Anche quest anno Centrofarc mette a disposizione dei propri clienti un calendario formazione che abbraccia tutti gli aspetti della

Dettagli

Allegato n. 1. Schede strutture Lotto 1

Allegato n. 1. Schede strutture Lotto 1 Allegato n. 1 Schede strutture Lotto 1 Lotto 1 - Scheda n. 1 Nome Struttura: MUSEI CAPITOLINI Indirizzo: Piazza del Campidoglio, 1 Livello-1: 2.411,40mq; Livello 0: 2.351,10mq di cui 42,30mq Pulizie Mensili

Dettagli

DA OLTRE 30 ANNI AL VOSTRO FIANCO

DA OLTRE 30 ANNI AL VOSTRO FIANCO DA OLTRE 30 ANNI AL VOSTRO FIANCO PRONTO INTERVENTO FOGNATURE H24 Chi Siamo La società Cavallaro 83 opera da oltre 30 anni nel settore degli spurghi civili ed industriali, garantendo un servizio di pronto

Dettagli

La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA

La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA Convegno «La raccolta differenziata della frazione organica dei rifiuti a Milano» Gruppo RICICLA Dip Scienze Agrarie e

Dettagli

ano i sv l uppo ella raccol ta iff differenziata a Roma

ano i sv l uppo ella raccol ta iff differenziata a Roma Piano di sviluppo della raccolta differenziata i a Roma 28 novembre 2013 Gli elementi di contesto Patto per Roma Protocollo di intesa Roma Capitale-AMA- CONAI Il 4 agosto 2012 è stato stipulato tra Ministero

Dettagli

ALLEGATO 9 RAPPORTO ANNUALE SUI SERVIZI - MODALITA PER LA REALIZZAZIONE DEL MONITORAGGIO

ALLEGATO 9 RAPPORTO ANNUALE SUI SERVIZI - MODALITA PER LA REALIZZAZIONE DEL MONITORAGGIO ALLEGATO 9 RAPPORTO ANNUALE SUI SERVIZI - MODALITA PER LA REALIZZAZIONE DEL MONITORAGGIO Il presente allegato individua i contenuti che dovrà avere il Rapporto sui servizi, articolato in 2 parti principali:

Dettagli

Tia. ontratto CITTA DI VENEZIA. Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia (ANNO 2012)

Tia. ontratto CITTA DI VENEZIA. Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia (ANNO 2012) Tia ontratto CITTA DI VENEZIA Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia (ANNO 2012) La La produzione dei di rifiuti rifiuti dei TOT 179.229,47 36,27% differenziata 107.428,90 43,45% differenziata 56.042,74

Dettagli

CITTA' DI LEGNAGO. AMBIENTE, SIC. PROTEZIONE CIVILE, ESPROPRI 3 SETTORE Via XX Settembre 29-37045 Legnago (Verona) ORDINANZA SINDACALE IL SINDACO

CITTA' DI LEGNAGO. AMBIENTE, SIC. PROTEZIONE CIVILE, ESPROPRI 3 SETTORE Via XX Settembre 29-37045 Legnago (Verona) ORDINANZA SINDACALE IL SINDACO CITTA' DI LEGNAGO AMBIENTE, SIC. PROTEZIONE CIVILE, ESPROPRI 3 SETTORE Via XX Settembre 29-37045 Legnago (Verona) Reg. Ord. n.107 del 23/03/2015 prot. n. 9309 ORDINANZA SINDACALE OGGETTO: CONTENIMENTO

Dettagli

Figura 1. Esempio di sedimentazione all interno di una condotta di fognatura.

Figura 1. Esempio di sedimentazione all interno di una condotta di fognatura. LA GESTIONE DELLA RETE IDRAULICA DI DRENAGGIO Gestione della rete di fognatura Il corretto funzionamento della rete di fognatura e di conseguenza la sicurezza idraulica del territorio servito è garantita

Dettagli

cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo

cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo La cosa migliore del futuro è che arriva un giorno alla volta (Abraham Lincoln) la nuova fase dell azione di governo 2 anni per cambiare i modi di governare la

Dettagli

SIRANI VINCENZO. Oggetto: Campagna di lotta contro insetti volanti molesti (zanzare, simulidi, chironidi, zanzara tigre).

SIRANI VINCENZO. Oggetto: Campagna di lotta contro insetti volanti molesti (zanzare, simulidi, chironidi, zanzara tigre). Oggetto: Campagna di lotta contro insetti volanti molesti (zanzare, simulidi, chironidi, zanzara tigre). Con la presente si intende portare a conoscenza della Spettabile, che la nostra Ditta, operante

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 31 persone, di cui 18 donne e 13 uomini, tutti molto

Dettagli

COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo

COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo REGOLAMENTO PER IL DECORO ESTETICO AMBIENTALE, L ARREDO URBANO, LA SICUREZZA. Approvato con delibera consiliare n. 4 del 11/05/2012 ARTICOLO 1. OGGETTO Il presente

Dettagli

Evento meteo, idrogeologico e idraulico

Evento meteo, idrogeologico e idraulico 163 A seguito della ricezione di Avviso od Informativa di previsione per fenomeni meteorologici avversi o a seguito di un Ufficio Gestione delle Emergenze ed Eventi Servizio I/ Gestione Sala Operativa

Dettagli

Piano regionale dell Emilia-Romagna per la lotta alla zanzara tigre e la prevenzione della Chikungunya e della Dengue Anno 2009

Piano regionale dell Emilia-Romagna per la lotta alla zanzara tigre e la prevenzione della Chikungunya e della Dengue Anno 2009 Allegato 1 Piano regionale dell Emilia-Romagna per la lotta alla zanzara tigre e la prevenzione della Chikungunya e della Dengue Anno 2009 PREMESSA Come noto l epidemia di Chikungunya che nel 2007 ha interessato

Dettagli

A.Am.P.S. S.p.A. Via dell artigianato 39b 57121 - Livorno

A.Am.P.S. S.p.A. Via dell artigianato 39b 57121 - Livorno A.Am.P.S. S.p.A. Via dell artigianato 39b 57121 - Livorno RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA PER IL SERVIZIO di spazzamento manuale, meccanizzato, diserbo, rimozione foglie, pulizia spiagge e servizi opzionali

Dettagli

Il sistema di gestione dei rifiuti di Roma Capitale

Il sistema di gestione dei rifiuti di Roma Capitale l sistema di gestione dei rifiuti di Roma Capitale ng. Giovanni Fiscon, Direttore Generale AMA Spa Roma, 23 Ottobre 2014 Agenda Chi è AMA l personale L'organizzazione territoriale costi l ciclo dei rifiuti

Dettagli

Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE. Parchi e Giardini pubblici

Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE. Parchi e Giardini pubblici Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE Parchi e Giardini pubblici Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 49 del 9/07/2014 1 INDICE GENERALE REGOLAMENTO COMUNALE PARCHI E GIARDINI

Dettagli

Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato,

Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato, Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato, oggi più che mai migliorati anche dall'ausilio delle tecnologie

Dettagli

U.O.S Disinfestazione, Derattizzazione, Disinfezione Tel. 0755412446 075/8020734 Fax 0758020734; fax 0755412460

U.O.S Disinfestazione, Derattizzazione, Disinfezione Tel. 0755412446 075/8020734 Fax 0758020734; fax 0755412460 U.O.S Disinfestazione, Derattizzazione, Disinfezione Tel. 0755412446 075/8020734 Fax 0758020734; fax 0755412460 Dr. Alessandro Maria Di Giulio U.O.S. DDD Tel 0755412446 e-mail adigiulio@ausl2.umbria.it

Dettagli

Dal 1972 leader nel settore della sanificazione ambientale

Dal 1972 leader nel settore della sanificazione ambientale Dal 1972 leader nel settore della sanificazione ambientale SERVIZI DI PULIZIA AMBIENTI INDUSTRIALI E CIVILI La pulizia di manutenzione, in appalti pubblici e privati, viene svolta da professionisti del

Dettagli

Dipartimento Ambiente ORDINANZA SINDACALE

Dipartimento Ambiente ORDINANZA SINDACALE Dipartimento Ambiente ORDINANZA SINDACALE Per l'individuazione del sito di proprietà comunale ex autoparco in via Brin per lo stoccaggio provvisorio e la trasferenza dei rifiuti attualmente giacenti sul

Dettagli

COMUNE DI VANZAGO (CITTA METROPOLITANA DI MILANO)

COMUNE DI VANZAGO (CITTA METROPOLITANA DI MILANO) COMUNE DI VANZAGO (CITTA METROPOLITANA DI MILANO) Ufficio Ecologia Per informazioni rivolgersi Tel. 02.93962.212 Vanzago, 4 Luglio 2015 Comunicato Stampa Potenziamento della raccolta rifiuti e riduzione

Dettagli

PROGETTO DI LOTTA ALLE ZANZARE AREA METROPOLITANA TORINESE - ANNO 2012 - COMUNE DI NONE

PROGETTO DI LOTTA ALLE ZANZARE AREA METROPOLITANA TORINESE - ANNO 2012 - COMUNE DI NONE PROGETTO DI LOTTA ALLE ZANZARE AREA METROPOLITANA TORINESE - ANNO 2012 - COMUNE DI NONE STATO AVANZAMENTO LAVORI FINE 2012 Il Tecnico di Campo Lencia Renzo Il Referente Tecnico Scientifico Andrea Mosca

Dettagli

SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE.

SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE. Allegato n. 4 SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE. Tali Specifiche Tecniche sono valevoli per ogni singolo lotto Indice Art.

Dettagli

2.1.8 Legalità e sicurezza

2.1.8 Legalità e sicurezza 2.1.8 Legalità e sicurezza Legalità e sicurezza Le attività finalizzate a garantire la sicurezza urbana e la civile convivenza tra i cittadini sono svolte da: Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale al

Dettagli

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani ALLEGATO B Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani Questa parte è dedicata alla presentazione della fase analitica e valutativa della qualità degli spazi verdi

Dettagli

ALCUNI MODELLI SULLA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI A LIVELLO EUROPEO: CASE HISTORIES

ALCUNI MODELLI SULLA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI A LIVELLO EUROPEO: CASE HISTORIES ALCUNI MODELLI SULLA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI A LIVELLO EUROPEO: CASE HISTORIES Fausto Talenti Presidente AMSA SpA Milano dall emergenza all autosufficienza: autosufficienza: una sfida percorribile

Dettagli

MESSAGGIO MUNICIPALE NO. 3238 SOSTITUZIONE VEICOLI IN DOTAZIONE AI SERVIZI URBANI COMUNALI (7ª FASE) E ACQUISTO VETTURE POLIZIA COMUNALE

MESSAGGIO MUNICIPALE NO. 3238 SOSTITUZIONE VEICOLI IN DOTAZIONE AI SERVIZI URBANI COMUNALI (7ª FASE) E ACQUISTO VETTURE POLIZIA COMUNALE Municipio della Città di Bellinzona Bellinzona, 1 ottobre 2007 MESSAGGIO MUNICIPALE NO. 3238 SOSTITUZIONE VEICOLI IN DOTAZIONE AI SERVIZI URBANI COMUNALI (7ª FASE) E ACQUISTO VETTURE POLIZIA COMUNALE Commissione

Dettagli

Raccolta differenziata a Trastevere Situazione attuale e progetto di miglioramento. Roma, Aprile 2012

Raccolta differenziata a Trastevere Situazione attuale e progetto di miglioramento. Roma, Aprile 2012 Raccolta differenziata a Trastevere Situazione attuale e progetto di miglioramento Roma, Aprile 2012 Agenda Situazione attuale Progetto di miglioramento di Trastevere 2 Raccolta e logistica differenziata

Dettagli

LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE

LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE STRATEGIE E PIANI DI CONTROLLO ANNO 2014 Agg. 14 mar 2014 Sede Reggio Emilia Servizio Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione Tel. 0522/297664 fax 0522/297675 E-mail : ddd.re@gruppoiren.it

Dettagli

Tipo EA1a Strada rurale di pianura

Tipo EA1a Strada rurale di pianura Schede dei tipi di percorso Percorso EA1a Foglio 1 di 10 DEFINIZIONE DEL TIPO DESCRIZIONE SINTETICA Ambito: Sistema funzionale: Extraurbano Sistema insediativo diffuso Percorso su Strada rurale di pianura

Dettagli

UFFICIO TECNICO COMUNALE

UFFICIO TECNICO COMUNALE UFFICIO TECNICO COMUNALE COMUNE DI TRIGGIANO P.IVA: 00865250724 - Tel. 0804628.206 - Fax: 0804628.203 e-mail: llpp@comune.triggiano.bari.it SERVIZIO DI PULIZIA IMMOBILI COMUNALI, CUSTODIA E MANUTENZIONE

Dettagli

La Raccolta Differenziata

La Raccolta Differenziata La Raccolta Differenziata Le norme principali Le istruzioni per l uso Le norme principali Il Regolamento comunale è un insieme di norme utili a salvaguardare il decoro di Roma e a garantire una corretta

Dettagli

REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO

REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO COMUNE DI CASTENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 38 del 30.10.2012 1 TITOLO I NORMATIVA GENERALE

Dettagli

RENT. Insieme per un risultato unico

RENT. Insieme per un risultato unico RENT Insieme per un risultato unico Soluzione integrata per il mondo del Noleggio Marzo 2012 Scenari di Applicazione NAV RENTAL è la soluzione software per la gestione completa della aziende di noleggio

Dettagli

Osservatorio della Qualità Urbana nel percorso Agenda 21 di Milano

Osservatorio della Qualità Urbana nel percorso Agenda 21 di Milano Comunicato stampa Osservatorio della Qualità Urbana nel percorso Agenda 21 di Milano Le aree più vivibili sono in periferia Più pulizia, meno macchine, verde più curato E il sorprendente risultato di una

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI PULIZIA DA SVOLGERE PRESSO LA CASA ALBERGO

Dettagli

COMUNE DI PIEVE DI CENTO - Provincia di Bologna PIANO OPERATIVO ANNUALE

COMUNE DI PIEVE DI CENTO - Provincia di Bologna PIANO OPERATIVO ANNUALE COMUNE DI PIEVE DI CENTO - Provincia di Bologna PIANO OPERATIVO ANNUALE Ai sensi e per gli effetti del Contratto di Servizio tra il Comune di PIEVE DI CENTO e Sustenia S.r.l. per l esecuzione dei servizi

Dettagli

LA PROTEZIONE CIVILE A CIGLIANO

LA PROTEZIONE CIVILE A CIGLIANO LA PROTEZIONE CIVILE A CIGLIANO 1 PROGRAMMI E CONSUNTIVI 2002 APPROVATO REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DEL VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE ( previsto dalla legge 41 del 1986) 2003 avviato lo studio sui

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO Pulitura, lavatura e disinfezione dei servizi igienici, dei lavabi, delle pareti, dei pavimenti, dei gabinetti di decenza e di ogni altro sanitario avendo cura che i condotti

Dettagli

risultati e prospettive

risultati e prospettive La gestione e la caratterizzazione del CSS e del CDR. La Raccolta L esperienza Differenziata AMA SpA a Roma: (Prima Parte) risultati e prospettive Roma, 27 Roma, novembre 9 marzo 20142012 Ing. Giovanni

Dettagli

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI 1. OBIETTIVI Il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale è istituito dalla legge del 17 luglio

Dettagli

COME OTTIMIZZARE LA RACCOLTA DI CARTA E CARTONE A MILANO E PROVINCIA

COME OTTIMIZZARE LA RACCOLTA DI CARTA E CARTONE A MILANO E PROVINCIA COME OTTIMIZZARE LA RACCOLTA DI CARTA E CARTONE A MILANO E PROVINCIA Danilo VISMARA Responsabile Marketing Milano, 7 OTTOBRE 2014 Il sistema milanese di gestione integrata dei rifiuti Amsa, azienda del

Dettagli

Esempi di applicazione della certificazione ambientale. La certificazione ambientale di un ente locale Il Comune di Varese Ligure

Esempi di applicazione della certificazione ambientale. La certificazione ambientale di un ente locale Il Comune di Varese Ligure Esempi di applicazione della certificazione ambientale La certificazione ambientale di un ente locale Il Comune di Varese Ligure 1 I riconoscimenti ottenuti 2 La dichiarazione ambientale 3 La dichiarazione

Dettagli

COMUNE DI LORETO. Provincia di Ancona AVVISO

COMUNE DI LORETO. Provincia di Ancona AVVISO COMUNE DI LORETO Provincia di Ancona AVVISO Il Comune provvede a distribuire gratuitamente, e fino ad esaurimento scorte, alle famiglie lauretane una fornitura di circa 20 compresse effervescenti di insetticida

Dettagli

Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio

Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio Università degli Studi di Firenze - Facoltà di Architettura Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio UNA RETE DI GREENWAYS PER IL TERRITORIO DEL COMUNE DI PRATO: occasioni di riqualificazione

Dettagli

Comune di Ponte di Piave Provincia di Treviso Ufficio Segreteria

Comune di Ponte di Piave Provincia di Treviso Ufficio Segreteria Comune di Ponte di Piave Provincia di Treviso Ufficio Segreteria p.e.c.: protocollo.comune.pontedipiave.tv@pecveneto.it 31047 Piazza Garibaldi 1 Tel. 0422 858914-916 Fax 0422 857455 http://www.pontedipiave.com

Dettagli

ALLEGATO B5 LOTTO 5 - MQ. 11.688 CIRCA

ALLEGATO B5 LOTTO 5 - MQ. 11.688 CIRCA ALLEGATO B5 LOTTO 5 - MQ. 11.688 CIRCA ITER DIREZIONE VIA REVELLO 18 CENTRO PER L IMMAGINE E IL CINEMA D ANIMAZIONE 1 PIANO VIA MILLELIRE, 40 LUDOTECA ALIOSSI VIA MILLELIRE, 40 CENTRO PER LA CULTURA LUDICA

Dettagli

Acquedotti: La stima dei fabbisogni

Acquedotti: La stima dei fabbisogni Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio Corso di Costruzioni Idrauliche A.A. 2004-05 www.dica.unict.it/users/costruzioni Acquedotti: La stima dei fabbisogni Ing. Antonino Cancelliere

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità. dipendenti. azionisti e investitori. ambiente. fornitori istituzioni e comunità. clienti e collettività

Bilancio di Sostenibilità. dipendenti. azionisti e investitori. ambiente. fornitori istituzioni e comunità. clienti e collettività Bilancio di Sostenibilità 2012 dipendenti azionisti e investitori ambiente clienti e collettività fornitori istituzioni e comunità Sicurezza e salute dei lavoratori Per il gruppo A2A la prevenzione degli

Dettagli

a cura del Servizio Politiche Ambientali dell UCMAN a cura dell Assessore all Ambiente dell UCMAN Rudi Accorsi

a cura del Servizio Politiche Ambientali dell UCMAN a cura dell Assessore all Ambiente dell UCMAN Rudi Accorsi ALLEGATO 1 - AL PIANO DI PREVENZIONE E CONTROLLO DELLA DIFFUSIONE DI ANIMALI INFESTANTI QUALI TOPI, RATTI, INSETTI EMATOFAGI E COLOMBI DELL UCMAN ANNI 2016-2017 VADEMECUM PER LE SCUOLE E PER I CITTADINI

Dettagli

La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia. Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara.

La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia. Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara. La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara. 12/1/2010 Francesco Capuano 1 Articolazione strutturale dei Servizi

Dettagli

L impegno che fa bene

L impegno che fa bene Esperienza nel settore, orientamento all innovazione, rispetto dell ambiente. L impegno che fa bene Mediterranea ecologia è un azienda attiva in Campania nel settore dell ecologia e della tutela ambientale.

Dettagli

ELENCO CATEGORIE DI LAVORI SERVIZI E FORNITURE per le quali è possibile chiedere l iscrizione nell Elenco

ELENCO CATEGORIE DI LAVORI SERVIZI E FORNITURE per le quali è possibile chiedere l iscrizione nell Elenco PROT.N. 905/16/U AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE AI FINI DI CUI ALL ART. 216 COMMA 9 D.LGS. 50/2016 REA ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE SPA rende noto che, in adempimento agli obblighi di cui all art.

Dettagli

COMUNE DI BARZIO CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA STRADE, SVUOTAMENTO CESTINI E PULIZA TOMBINI CON MEZZO MECCANICO

COMUNE DI BARZIO CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA STRADE, SVUOTAMENTO CESTINI E PULIZA TOMBINI CON MEZZO MECCANICO COMUNE DI BARZIO amministrativo CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA STRADE, SVUOTAMENTO CESTINI E PULIZA TOMBINI CON MEZZO MECCANICO Il presente Capitolato disciplina i servizi di: Art. 1 OGGETTO

Dettagli

Presentazione risultati dei primi quattro mesi del servizio di FORMIA RIFIUTI ZERO SRL

Presentazione risultati dei primi quattro mesi del servizio di FORMIA RIFIUTI ZERO SRL Si confrontano: CONFERENZA STAMPA DEL 15/09/2015 Presentazione risultati dei primi quattro mesi del servizio di FORMIA RIFIUTI ZERO SRL Sandro Bartolomeo, Sindaco della Città di Formia Claudio Marciano,

Dettagli

Ordinanza n. ------------------------------------------------------------

Ordinanza n. ------------------------------------------------------------ Il Presidente Ordinanza n. del Prot. n. ------------------------------------------------------------ - Vista la Costituzione della Repubblica Italiana, e in particolare, gli articoli 32 e 118; - Visto

Dettagli

Comune di Inveruno Provincia di Milano

Comune di Inveruno Provincia di Milano Comune di Inveruno Provincia di Milano ORDINANZA N 6 PROT. N. 2634 Inveruno, 01 Marzo 2010 OGGETTO: PROVVEDIMENTI PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELL'INFESTAZIONE DA AEDES ALBOPICTUS (ZANZARA TIGRE)

Dettagli

un partner efficiente per voi e la vostra azienda

un partner efficiente per voi e la vostra azienda un partner efficiente per voi e la vostra azienda CBS Group è promotrice di servizi per enti pubblici e privati, collettività, aziende e soggetti privati. Svolge la propria attività nell ambito civile

Dettagli

COMUNE DI REZZO (IM)

COMUNE DI REZZO (IM) COMUNE DI REZZO (IM) Via Roma 11 18020 REZZO IM Tel 0183 34015 fax 0183 34152 email info@comune.rezzo.im.it PIANO FINANZIARIO PER L APPLICAZIONE DEI TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (TARES) A)

Dettagli

CENSIMENTO e VERIFICA della SICUREZZA del PATRIMONIO ARBOREO DEL COMUNE DI FORLI

CENSIMENTO e VERIFICA della SICUREZZA del PATRIMONIO ARBOREO DEL COMUNE DI FORLI Comune di Forli AREA LAVORI PUBBLICI SERVIZIO OPERE DI URBANIZZAZIONE VERDE E ARREDO URBANO CENSIMENTO e VERIFICA della SICUREZZA del PATRIMONIO ARBOREO DEL COMUNE DI FORLI CONOSCERE SIGNIFICA CENSIRE

Dettagli

Prefettura di Roma Comune di Roma Provincia di Roma Regione Lazio PATTO PER ROMA SICURA

Prefettura di Roma Comune di Roma Provincia di Roma Regione Lazio PATTO PER ROMA SICURA PATTO PER ROMA SICURA CONSIDERATO che il diritto alla sicurezza ed alla qualità della vita urbana è una priorità che richiede, a fronte di problematiche complesse, l azione congiunta e sinergica di più

Dettagli

soluzioni per l ambiente

soluzioni per l ambiente soluzioni per l ambiente DESIGN+TECNOLOGIA ESTETICA QUALITA DEI MATERIALI CURA NELLA COSTRUZIONE L AUTOMEZZO POLIFUNZIONALE PER IL PRONTO INTERVENTO NELLE EMERGENZE CIVILI UNICITA Un unico mezzo dal minimo

Dettagli

PRONTO INTERVENTO & PROTEZIONE CIVILE

PRONTO INTERVENTO & PROTEZIONE CIVILE PRONTO INTERVENTO & PROTEZIONE CIVILE Il Network Orologio 2.0 offre a Regioni, Comuni e Province un pacchetto personalizzato di servizi e pronto intervento nell ambito della Protezione Civile OROLOGIO

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL DECORO E DELL IGIENE AMBIENTALE

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL DECORO E DELL IGIENE AMBIENTALE COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL DECORO E DELL IGIENE AMBIENTALE Approvato con delibera del C.C. n 30 del 05/05/2010 INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2

Dettagli

Determinazione Dirigenziale

Determinazione Dirigenziale DIPARTIMENTO TUTELA AMBIENTALE - PROTEZIONE CIVILE DIREZIONE GESTIONE TERRITORIALE AMBIENTALE U.O.GESTIONE PIANO RIFIUTI E RISANAMENTI AMBIENTALI Determinazione Dirigenziale NUMERO REPERTORIO QL/512/2014

Dettagli

di cui prezzo unitario al netto del personale soggetto a ribasso 30,34 /km 69,66 /km 4,00 /km 8,00 /km

di cui prezzo unitario al netto del personale soggetto a ribasso 30,34 /km 69,66 /km 4,00 /km 8,00 /km Affidamento del Servizio di Raccolta e Trasporto dei Rifiuti Solidi Urbani e Rifiuti Assimilati da avviare a smaltimento/recupero, Raccolta Differenziata, Nettezza urbana e di ulteriori Servizi Accessori

Dettagli

MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma

MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma Novembre 2003 L AGENZIA PER IL CONTROLLO E LA QUALITÀ DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE IN COMODATO GRATUITO PER TRE ANNI, DI MILLE DISPOSITIVI SATELLITARI DENOMINATI SCATOLE ROSA.

BANDO PER L ASSEGNAZIONE IN COMODATO GRATUITO PER TRE ANNI, DI MILLE DISPOSITIVI SATELLITARI DENOMINATI SCATOLE ROSA. Dipartimento V Dipartimento VII ALLEGATO A BANDO PER L ASSEGNAZIONE IN COMODATO GRATUITO PER TRE ANNI, DI MILLE DISPOSITIVI SATELLITARI DENOMINATI SCATOLE ROSA. In esecuzione degli impegni assunti dalla

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Continua la rivalutazione del settore immobiliare romano iniziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti, fino ad oggi. Tornando indietro nel tempo, sino

Dettagli

Sistemi metropolitani a guida automatica. L esperienza romana. Torino, 28 Marzo 2012

Sistemi metropolitani a guida automatica. L esperienza romana. Torino, 28 Marzo 2012 Sistemi metropolitani a guida automatica L esperienza romana Torino, 28 Marzo 2012 Le tipicità di Roma Roma presenta alcune caratteristiche particolari: il delicato tessuto urbanistico, caratterizzato

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: DGR 324 del 14.02.2006 Linee Guida per l organizzazione e la gestione delle attività di disinfezione e disinfestazione da ratti e zanzare Approvazione schema di intesa con l ULSS 1 Il Sindaco

Dettagli

3.1. PULIZIA MANUALE... 1 3.2. PULIZIA MECCANIZZATA... 3

3.1. PULIZIA MANUALE... 1 3.2. PULIZIA MECCANIZZATA... 3 OBIETTIVI MINIMI PER I SERVIZI DI PULIZIA MANUALE E MECCANIZZATA 3.1. PULIZIA MANUALE... 1 3.2. PULIZIA MECCANIZZATA... 3 Nell espletare i servizi di pulizia e spazzamento e al fine di ottimizzare il servizio,

Dettagli

PROGRESS: UN CODICE PER IL CALCOLO DELLE EMISSIONI DA VEICOLI STRADALI IN AMBITO URBANO

PROGRESS: UN CODICE PER IL CALCOLO DELLE EMISSIONI DA VEICOLI STRADALI IN AMBITO URBANO VIII Incontro EXPERT PANEL EMISSIONI DA TRASPORTO STRADALE Roma, 5 novembre 2003 PROGRESS: UN CODICE PER IL CALCOLO DELLE EMISSIONI DA VEICOLI STRADALI IN AMBITO URBANO Massimo Capobianco, Giorgio Zamboni

Dettagli

CAMPAGNA PUBBLICITARIA AMBIENTALE CAPITOLATO TECNICO

CAMPAGNA PUBBLICITARIA AMBIENTALE CAPITOLATO TECNICO CAMPAGNA PUBBLICITARIA AMBIENTALE CAPITOLATO TECNICO 1. Premessa Nell ambito del progetto congiunto Roma Capitale-AMA-CONAI, il 7 agosto 2012 il Ministero per l Ambiente, la Regione Lazio, la Provincia

Dettagli

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NOTE TECNICHE RELATIVE ALL EROGAZIONE DEL SERVIZIO Tea acque srl assume ogni responsabilità per le attività e conduzione degli impianti oggetto del servizio. CONDUZIONE: intesa

Dettagli

COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE Cimitero Comunale di Valle Armea,Cimitero Monumentale della Foce, Cimiteri frazionali

Dettagli

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO. Tipologia di evento: Eventi non prevedibili/improvvisi AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

Dettagli

Provincia di Modena. Deliberazione della Giunta Comunale

Provincia di Modena. Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO Provincia di Modena Deliberazione della Giunta Comunale N. 72 del 07/05/2014 OGGETTO: AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI DISINFESTAZIONE E DI DERATTIZZAZIONE PER L ANNO 2014. PRELIEVO

Dettagli

PULIRE 2015: 19-21 MAGGIO 2015 IGIENE URBANA A MISURA DI CITTADINO. LA CASE HISTORY DI AMIA VERONA A CONFRONTO CON LE ALTRE ESPERIENZE ITALIANE

PULIRE 2015: 19-21 MAGGIO 2015 IGIENE URBANA A MISURA DI CITTADINO. LA CASE HISTORY DI AMIA VERONA A CONFRONTO CON LE ALTRE ESPERIENZE ITALIANE AGENZIA DI STAMPA AMIA VERONA SPA Direttore Responsabile Mauro Bonato Verona, 19 maggio 2015 PULIRE 2015: 19-21 MAGGIO 2015 IGIENE URBANA A MISURA DI CITTADINO. LA CASE HISTORY DI AMIA VERONA A CONFRONTO

Dettagli

AGENZIA PER IL CONTROLLO E LA QUALITÁ DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE DI ROMA

AGENZIA PER IL CONTROLLO E LA QUALITÁ DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE DI ROMA AGENZIA PER IL CONTROLLO E LA QUALITÁ DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE DI ROMA PUBBLICIZZAZIONE DEGLI OBBLIGHI DELLE AZIENDE EROGATRICI DI SERVIZI PUBBLICI NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI Dicembre 2002

Dettagli

QUADRO A Elementi specifici dell'ente e del territorio A01. Rifiuto differenziato. Verde. (segue)

QUADRO A Elementi specifici dell'ente e del territorio A01. Rifiuto differenziato. Verde. (segue) QUESTIONARIO FC05U QUADRO A Elementi specifici dell'ente e del territorio A01 Rifiuto indifferenziato Impianti di pretrattamento dei rifiuti indifferenziati (TMB, ecc.) all'interno dell'ato - Il Comune

Dettagli

Comune di San Michele al Tagliamento

Comune di San Michele al Tagliamento Tutto quello che dobbiamo sapere per evitare la diffusione della zanzara tigre e difenderci meglio. Il ruolo che i Comuni svolgono è determinante ma, altrettanto determinante, è il contributo che possono

Dettagli

leggeri, No leggi o spe veico ciali RENT pesa nt i,

leggeri, No leggi o spe veico ciali RENT pesa nt i, RENT Noleggio veicoli pesanti, leggeri, speciali Ottobre 2011 Scenari di Applicazione Sateltrack RENT è un software di Gestione Flotta avanzato e integrato con la tecnologia GPS, costruito per servire

Dettagli

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI)

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) (ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) Tabella A - Quantificazione aree su cui effettuare il servizio Tipologia

Dettagli

Comune di Agrigento. Carta dei servizi

Comune di Agrigento. Carta dei servizi sede legale: piazza Pirandello,1 92100 Agrigento uffici: piazza Trinacria zona industriale 92021 Aragona tel. 0922 441956 - fax 0922 591705 email gesaag2@virgilio.it Comune di Agrigento Carta dei servizi

Dettagli

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate Provincia di Vicenza Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate (approvato con deliberazione consiliare n. 28 del 13.03.2007) FINALITA Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA SUI RISCHI RELATIVA ALLA STAZIONE DI TRASFERIMENTO DI SASSUOLO

NOTA INFORMATIVA SUI RISCHI RELATIVA ALLA STAZIONE DI TRASFERIMENTO DI SASSUOLO PAG. 1 DI 5 NOTA INFORMATIVA SUI RISCHI RELATIVA ALLA STAZIONE DI TRASFERIMENTO DI SASSUOLO APPENDICE A1 RISCHI PRESENTI NELLE AREE DELL IMPIANTO DI TRASFERIMENTO RIFIUTI INDICE 1 RISCHI LEGATI ALL AMBIENTE

Dettagli

Lotta alla zanzare tigre: azioni coordinate ed interdisciplinari

Lotta alla zanzare tigre: azioni coordinate ed interdisciplinari Lotta alla zanzare tigre: azioni coordinate ed interdisciplinari Sorveglianza e lotta alle zanzare in Veneto Francesca Russo Ferrara, 21 maggio 2009 Cronistoria La Regione Veneto ha iniziato ad occuparsi

Dettagli

ISTRUZIONI USO REGISTRO DELLE SEGNALAZIONI SCHERMATA 1

ISTRUZIONI USO REGISTRO DELLE SEGNALAZIONI SCHERMATA 1 - Inserire Utente e Password ISTRUZIONI USO REGISTRO DELLE SEGNALAZIONI SCHERMATA 1 N.B. Prima di inserire una segnalazione verificare che non sia già registrata. E possibile fare una ricerca cliccando

Dettagli