Confronto tra due scuole. Tubo Catodico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Confronto tra due scuole. Tubo Catodico"

Transcript

1 FEBBRAIO 2010 Numero 2, a.s. '09/'10 Ciao a tutti i lettori de Les Pensées. Sono Vincenzo Caccavale: un ex-studente dell'odierno IV C che ora vive in un paesino in provincia di Caserta. Non vi voglio assillare con le cause di questo trasferimento e tanto meno con le problematiche che ne sono derivate. (continua pg 2 ) di Vincenzo Caccavale Costa Poco... Les Pensées Confronto tra due scuole Giornalino Scolastico del Liceo B. Pascal È da qualche settimana che alla La Verità del televisione stanno passando senza sosta questo spot che ha come Tubo Catodico protagonista Fiorello per una nota di Marco Materazzo compagnia telefonica (non la cito come fanno le grandi testate) che mi ha fatto molto riflettere, non per la bravura del personaggio, ma per il messaggio non pubblicitario che secondo me traspare da questo spot. Perché la portiera non crede al condomino-fiorello, e crede solo al tubo catodico (o cristalli liquidi) della televisione? Perché oramai più o meno tutti sono condizionati dalla televisione; ormai è solo lei che decide cosa dobbiamo mangiare e cosa no, quali cose dobbiamo temere e quali no; quali clandestini credere tutti criminali e quali no, quali band sono di successo e quali no Non credete che sia così? Io penso proprio che per la maggior parte della roba che passa la tv sia così. Per esempio la domanda che mi pongo ultimante è Che fine ha fatto l influenza suina? La misteriosa pandemia descritta a tinte fosche da tutti i telegiornali a reti unificate? Probabilmente è servita solo ad aumentare il capitale delle industrie farmaceutiche in questo periodo di crisi. (continua a pg 4...) Forse in pochi se la ricordano. Era un cartello pubblicitario delle Poste di Francesco de Dominicis Italiane, non molto diverso dai soliti, solo che per la prima e forse unica volta era divertente (le pubblicità delle Poste Italiane si sa, sono più deprimenti che divertenti). Comunque sia, era il solito cartellone blu, con due strisce gialle ai bordi più lunghi. La zona centrale era divisa in due parti: nella prima, quella a destra, vi erano due pacchi (ovviamente gialli, quelli delle Poste non hanno molta fantasia nemmeno in fatto di colori) disposti uno sopra l altro; nella seconda, quella a sinistra, era stata stampata una scritta a grandi lettere che recitava: Costa poco mandarlo a quel paese. Estremamente ironico, con un doppio senso favoloso, è quella che si definisce una pubblicità ben riuscita.(continua a pg 4...) Eluisa Moneglia si scopre tra presente e passato. DOM: Buongiorno professoressa, ci parli un pò di lei: quali sono i suoi hobbies? RISP: Adoro fare sport: equitazione, nuoto, sci. Purtroppo non vado a ballare perché ho un marito un pò tronco, ma gli uomini sono tutti salami per colpa delle loro madri e non ci si può far niente. DOM: E anche appassionata di musica immagino. Che genere preferisce? (continua pg 5...) di Giulia Tesauro Il Giornalino prosegue sul sito bpascalnews.webs.com. Les Pensées Pg 1

2 (continua dalla copertina) Sicuramente ho dovuto ambientarmi in una nuova realtà, con nuovi stili di vita, farmi nuovi amici e... entrare nelle grazie di nuovi professori. Essendo venuto a contatto con queste due realtà, che io reputo diverse, e considerando che questa nuova vita, secondo me, deve iniziare a essere vissuta, prima di tutto, dall'ambiente scolastico, sono quasi costretto a fare un confronto tra la scuola di Pomezia e quella di Caserta. Quando si entra a far parte di una nuova organizzazione, di una società, di un gruppo o vattelappesca, la prima cosa che si valuta è l'esterno: l'edificio. La struttura dell'istituto casertano è molto più grande, tanto che il preside, oltre a formare una succursale, è stato costretto a chiedere a quello adiacente ulteriori aule in prestito: si arriva, infatti, fino al corso O. L'edificio è fatiscente in alcuni punti mentre nel cortile interno che non viene mai usato perché chiuso da un cancello con catenaccio l'erba cresce incolta e i topi ballano : vi assicuro che non è solo un modo di dire! Due scale interne, affatto antincendio o anti-panico, che si rifanno a quelle condominiali portano ai due piani successivi che ospitano 1600 alunni. All'esterno ci sono altre due vere scale antincendio ma comunque strette per così tanti ragazzi. In molte aule gli infissi non sono a norma e rischiano di cadere per una improvvisa folata di vento (è successo, statene certi, ma la scuola sembra sorda alle critiche dei professori e degli alunni). La mia aula è una tra le migliori e devo dire che non è niente male. Sarà perché ho due professori che sono pappa e ciccia con il preside e il vice-preside? Passiamo a descrivere la palestra. Qui il liceo dà il meglio di se: infiltrazioni d'acqua, bagni fatiscenti e pieni di fumo di sigarette (vi giuro che non si riesce a respirare) usati come magazzino per materassini, per trampoli, per aste (da questo punto di vista è quasi più fornita del Pascal). Questo è il bagno maschile. Chissà in quello femminile! La lezione di palestra si limita ad una corsa nel parcheggio delle macchine dei professori e nel resto dell'ora si gioca a basket, a pallavolo e si ripassa. Come nel Pascal, d'altro canto. Ah, quasi mi scordavo: nelle mie ore di ed. fisica, la palestra arriva ad ospitare fino a 5-6 classi (considerando che ognuna è formata come minimo da 20 ragazzi, fatevi un po' i conti). Non è permessa la ricreazione e non è presente un Sandro della situazione: nella scuola sono presenti dei distributori automatici di Snack e Bevande che assomigliano molto ai mangia-soldi dei casino. Quando vuoi, esci, compri (sperando di ricevere il prodotto), entri e mangi: il tutto durante la lezione. Per quanto riguarda queste ultime e la gestione burocratica della scuola qui si passa veramente al soggettivo poiché la mia analisi è influenzata soprattutto da quella che è l'esperienza pometina. Innanzitutto, a scuola si entra alle 8,25 e non si sa a che ora si esce. Nel senso: non è che ci tengono chiusi ammanettati sulla sedia fino a sera, è che non sappiamo a che ora si dovrà uscire. Mancano due professori, quello ha chiesto un'ora di supplenza, quello si è ammalato, quello deve fare la spesa (lo ha fatto la mia professoressa: era sabato e i negozi chiudono a mezzogiorno, era costretta ad uscire prima), quello ha il bambino con la febbre. Per tutti questi motivi, arriva in classe un avviso in un adoratissimo quaderno rosso che ci dà il permesso di uscire anticipatamente, altrimenti siamo noi alunni a scomodare il vice-preside e chiedergli gentilmente di poter uscire prima: un sì e possiamo varcare la soglia dell'uscita. In tutto l'istituto è presente un sistema di altoparlanti collegati con la presidenza: proprio come quello dei Simpsons. L'unica differenza è che mentre il preside Skinner lo usa per richiamare Bart in presidenza, il nostro preside lo usa per ricordare le regole di base di convivenza civile all'interno dell'istituto. I ragazzi sono molto vivaci e cercano in tutti i modi di saltare le lezioni, non solo le proprie, non sono mica egoisti, ma quelle di tutti gli studenti. In che modo? Spargendo creolina per i muri delle classi e compiendo atti vandalici (rompere lavagne, ribaltare cattedre) cosicché il preside sia costretto a interrompere le lezioni per ristabilire tutta la situazione. I miei compagni mi hanno detto che in un anno sono stati quasi un mese senza fare lezione: un po' a causa della disinfestazione di pulci e pidocchi a cui si uniscono i famosi topi ballerini e un po' a causa della puzza di creolina. Oramai è una tradizione che la settimana prima di Natale si debba saltare perché interrotta da questi subdoli atti vandalici. Dall'altra parte l'istituto offre molte più attività del Pascal. Per quanto riguarda le attività sportive pomeridiane, vengono proposti il tennis-tavolo, basket, pallavolo, tennis, calciotto, nuoto, badminton e sci. Anche i corsi extracurricolari di approfondimento sono più interessanti: oltre a biologia e chimica, è possibile frequentare un corso di teatro in inglese, corsi preparativi per il Trinity, matematica avanzata (calcolo combinatorio, probabilità e giochi matematici per le olimpiadi), fisica avanzata, corsi Confronto tra due scuole di Vincenzo Caccavalle di autocad. Vengono organizzate anche giornate Les Pensées Pg 2

3 bianche in montagna. Quest'anno il costo sarà di una trentina di euro (compreso lo sky-pass, e l'attrezzatura ed è possibile usare sia gli sci che lo snowboard). Dopo aver conosciuto questo nuova scuola, vedo il Pascal, ma soprattutto la mia classe, con i miei professori e con i miei amici, come un'utopia realizzata a 200 km da Caserta. Credete davvero che il Pascal sia così squallido? Credete davvero che di trovarvi nel buco del mondo? Non lamentatevi costantemente, apprezzate quello che avete. Ma, se necessario, una bella protesta ci sta sempre bene!!! Di Sicuramente ho dovuto ambientarmi in una nuova realtà, con nuovi stili di vita, farmi nuovi amici e... entrare nelle grazie di nuovi professori. Essendo venuto a contatto con queste due realtà, che io reputo diverse, e considerando che questa nuova vita, secondo me, deve iniziare a essere vissuta, prima di tutto, dall'ambiente scolastico, sono quasi costretto a fare un confronto tra la scuola di Pomezia e quella di Caserta. Quando si entra a far parte di una nuova organizzazione, di una società, di un gruppo o vattelappesca, la prima cosa che si valuta è l'esterno: l'edificio. La struttura dell'istituto casertano è molto più grande, tanto che il preside, oltre a formare una succursale, è stato costretto a chiedere a quello adiacente ulteriori aule in prestito: si arriva, infatti, fino al corso O. L'edificio è fatiscente in alcuni punti mentre nel cortile interno che non viene mai usato perché chiuso da un cancello con catenaccio l'erba cresce incolta e i topi ballano : vi assicuro che non è solo un modo di dire! Due scale interne, affatto antincendio o anti-panico, che si rifanno a quelle condominiali portano ai due piani successivi che ospitano 1600 alunni. All'esterno ci sono altre due vere scale antincendio ma comunque strette per così tanti ragazzi. In molte aule gli infissi non sono a norma e rischiano di cadere per una improvvisa folata di vento (è successo, statene certi, ma la scuola sembra sorda alle critiche dei professori e degli alunni). La mia aula è una tra le migliori e devo dire che non è niente male. Sarà perché ho due professori che sono pappa e ciccia con il preside e il vice-preside? Passiamo a descrivere la palestra. Qui il liceo dà il meglio di se: infiltrazioni d'acqua, bagni fatiscenti e pieni di fumo di sigarette (vi giuro che non si riesce a respirare) usati come magazzino per materassini, per trampoli, per aste (da questo punto di vista è quasi più fornita del Pascal). Questo è il bagno maschile. Chissà in quello femminile! La lezione di palestra si limita ad una corsa nel parcheggio delle macchine dei professori e nel resto dell'ora si gioca a basket, a pallavolo e si ripassa. Come nel Pascal, d'altro canto. Ah, quasi mi scordavo: nelle mie ore di ed. fisica, la palestra arriva ad ospitare fino a 5-6 classi (considerando che ognuna è formata come minimo da 20 ragazzi, fatevi un po' i conti). Non è permessa la ricreazione e non è presente un Sandro della situazione: nella scuola sono presenti dei distributori automatici di Snack e Bevande che assomigliano molto ai mangia-soldi dei casino. Quando vuoi, esci, compri (sperando di ricevere il prodotto), entri e mangi: il tutto durante la lezione. Per quanto riguarda queste ultime e la gestione burocratica della scuola qui si passa veramente al soggettivo poiché la mia analisi è influenzata soprattutto da quella che è l'esperienza pometina. Innanzitutto, a scuola si entra alle 8,25 e non si sa a che ora si esce. Nel senso: non è che ci tengono chiusi ammanettati sulla sedia fino a sera, è che non sappiamo a che ora si dovrà uscire. Mancano due professori, quello ha chiesto un'ora di supplenza, quello si è ammalato, quello deve fare la spesa (lo ha fatto la mia professoressa: era sabato e i negozi chiudono a mezzogiorno, era costretta ad uscire prima), quello ha il bambino con la febbre. Per tutti questi motivi, arriva in classe un avviso in un adoratissimo quaderno rosso che ci dà il permesso di uscire anticipatamente, altrimenti siamo noi alunni a scomodare il vice-preside e chiedergli gentilmente di poter uscire prima: un sì e possiamo varcare la soglia dell'uscita. In tutto l'istituto è presente un sistema di altoparlanti collegati con la presidenza: proprio come quello dei Simpsons. L'unica differenza è che mentre il preside Skinner lo usa per richiamare Bart in presidenza, il nostro preside lo usa per ricordare le regole di base di convivenza civile all'interno dell'istituto. I ragazzi sono molto vivaci e cercano in tutti i modi di saltare le lezioni, non solo le proprie, non sono mica egoisti, ma quelle di tutti gli studenti. In che modo? Spargendo creolina per i muri delle classi e compiendo atti vandalici (rompere lavagne, ribaltare cattedre) cosicché il preside sia costretto a interrompere le lezioni per ristabilire tutta la situazione. I miei compagni mi hanno detto che in un anno sono stati quasi un mese senza fare lezione: un po' a causa della disinfestazione di pulci e pidocchi a cui si uniscono i famosi topi ballerini e un po' a causa della puzza di creolina. Oramai è una tradizione che la settimana prima di Natale si debba saltare perché interrotta da questi subdoli atti vandalici. Dall'altra parte l'istituto offre molte più attività del Pascal. Per quanto riguarda le attività sportive pomeridiane, vengono proposti il Les Pensées Pg 3

4 tennis-tavolo, basket, pallavolo, tennis, calciotto, nuoto, badminton e sci. Anche i corsi extracurricolari di approfondimento sono più interessanti: oltre a biologia e chimica, è possibile frequentare un corso di teatro in inglese, corsi preparativi per il Trinity, matematica avanzata (calcolo combinatorio, probabilità e giochi matematici per le olimpiadi), fisica avanzata, corsi di autocad. Vengono organizzate anche giornate bianche in montagna. Quest'anno il costo sarà di una trentina di euro (compreso lo sky-pass, e l'attrezzatura ed è possibile usare sia gli sci che lo snowboard). Dopo aver conosciuto questo nuova scuola, vedo il Pascal, ma soprattutto la mia classe, con i miei professori e con i miei amici, come un'utopia realizzata a 200 km da Caserta. Credete davvero che il Pascal sia così squallido? Credete davvero che di trovarvi nel buco del mondo? Non lamentatevi costantemente, apprezzate quello che avete. Ma, se necessario, una bella protesta ci sta sempre bene!!! Di Vincenzo Caccavalle (continua dalla copertina) È anche vero che le morti ci sono state, ma in numero molto minore rispetto alla reale pandemia che ci si aspettava, grazie anche alla prevenzione, ma anche perché in molti casi sono stati La Verità del Tubo Catodico di Marco Materazzo mandati messaggi in maniera troppo terroristica. Infatti, se prima tutti avevano a portata di mano il disinfettante pocket, sfido ora a controllare quanti ce ne siano in giro nelle tasche degli italiani: pochi indubbiamente, visto che adesso affollano gli scaffali di farmacie e supermercati. Ma se in questo caso la vita di migliaia di cittadini è stata risparmiata, e questo è un traguardo indubbio, cosa possiamo dire di tutte quelle tragedie che avvengono silenziosamente in ogni parte del mondo? Haiti è sempre stato un paese sottosviluppato e il più povero dell America centrale, ma solo dopo il terremoto è stata lanciata una campagna di informazione su questo paese e sembra che solo adesso il problema di haiti sia balzato al primo posto. Ma tutte le poverissime zone dell africa sub sahariana sono tutt ora sconosciute a molti italiani. Iniziare a combattere la disinformazione è secondo me è uno dei traguardi che uno stato moderno deve porsi e penso sia una cosa normale da fare. Iniziare a combattere la disinformazione significa anche cominciare a diventare cittadini europei o addirittura cittadini del mondo; ma so che questo sembra essere utopico in un paese dove oramai solo una trasmissione può decidere quale sia l italiano più grande(escludendo Dante). Di Marco Materazzo (continua dalla copertina) Certo, per essere completamente sinceri avrebbero dovuto aggiungerci Non si sa se e quando arriva (ricordiamo che le Poste Italiane non sono famose per la loro efficienza), ma una pubblicità serve a far risaltare i pregi di ciò che pubblicizza, di certo non i difetti, no? A differenza dei soliti messaggi pubblicitari (un immagine stupida ed una scritta ancora più stupida e per niente divertente) questo è forse stato un colpo di genio da parte degli addetti ai lavori (sinceramente non ho idea di come si chiamino). Infatti, guarda caso, pubblicità del genere non sono più apparse, e, si sa, i colpi di genio avvengono una sola volta. In fondo, però, non c è da stupirsi se gli spot estremamente seri sono poco funzionali: d altra parte, una pubblicità troppo ironica distoglie l attenzione dal messaggio che vuole trasmettere. Malgrado ciò, si continua a sperare di rivedere un cartellone blu, con due strisce gialle ai bordi, che inizia con le fatidiche parole Costa poco ; almeno per me è così. Diciott'Anni Costa Poco... di Francesco de Dominicis di Francesco De Dominicis Guardo le mie Di Francesco Falbo mani, poi alzo lo sguardo e penso. Intanto loro sfiorano la tastiera. Lo sfregamento provoca piacevoli brividi, piccole scosse che elettrizzano la mia pelle. La carotide si gonfia. Assaporo un pò di vita. Le mie mani. Come sono grandi. Rialzo lo sguardo, stavolta fisso una foto sulla mensola che mi stà di fronte. Un bimbo dorme tra le braccia della madre, abbandona la testa al calore di quella giovane donna, la manina appoggiata sul ciuccio che tiene in bocca. Quella manina è la mia. Ma quello non sono io. Come posso essere io? Accendo una Chesterfield e tiro forte. Poi sputo fuori il fumo, e riempo le narici di quel maledetto, acre odore. Les Pensées Pg 4

5 Dove sono finito? Dove sono quelle guancie arrossate, dov è quel ciuffo di capelli spettinato, e quel respiro regolare? Dov è finita quella beatitudine? Forse si è nascosta fra i biberon e le filastrocche. Fra le raccomandazioni e i cartoni animati. Fra le corse dietro un pallone e i libri di matematica. Fra i baci e le strette di mano. Fra il sorriso solare di una ragazza e una pioggia di lacrime. Fra una canzone, un viaggio oltralpe e un occhio nero. O fra una speranza e un fuoco amico sulla spiaggia. Fra un nascondino e un bicchiere di wodka. Ecco, forse lì si è nascosta. I ricordi si librano nell aria, volteggiano come fiocchi di neve che un vento leggero mescola malinconico. Poi cadono uno ad uno, e finiscono nell eterno oblio del mio posacenere. Oggi ho diciott anni. Mamma ha pianto un ora intera, stamane. Io l ho abbracciata e l ho presa in braccio. Lei tremava un pò, e aveva il viso sporco d ombretto nero: questo riempiva le leggere rughe sul suo viso, per poi stamparsi sulle mie spalle, il maglione umido di lacrime. Singhiozza, poi sorride a malincuore e mi bacia sulle labbra. Noi facciamo la pace sempre così. Papà ha controllato la scena dal divano. Lui ha sempre gli occhi vitrei, chissà a cosa pensa. Sembra già sapere tutto, e ride quando esito e non sò che fare. Da grande mi vuole ingegnere. Nonno, invece, preme affinchè io diventi un avvocato. Zia mi considera un artista, nonna, dal canto suo, mi vorrebbe medico. L undicenne della stanza accanto, che stamattina ha dormito fino a tardi, sogna che un giorno il fratellone indossi la maglia della Roma. Ma io? Faccio una doccia e lavo via la mia vecchia, giovane pelle. Domani ancora la scuola, e poi in cammino verso casa. Prenderò la macchina, tra un mesetto, e lei un bel giorno mi porterà al pub, a festeggiare la mia maturità. Chissà se invece avrò mai il piacere di guidare un passeggino. Se la mia donna sarà fedele. Chissà se il Brunetta di turno mi manderà in pensione, e se con questa potrò permettermi una dentiera decente. Se mai avrò fiato per spegnere cento candeline. L avvenire è un enorme punto interrogativo nero. E mi rende leggermente ansioso. Ma perché avere il terrore del futuro? Un link su facebook mi ricorda che Nn devi aver paura del domani: è già oggi ciò ke ti spaventava ieri. Rabbrividendo per l italiano, lo condivido. E così mi metto a letto. Ma stasera non dormo solo: mi farà compagnia il mio peluche, un asinello. Lui è vecchio quanto me, lo comprò papà il giorno della mia nascita. Chiudo la camera e m addormento accarezzandolo. E se da domani troverò qualche capello sul mio cuscino, proverrà senz altro della sua folta criniera (continua dalla copertina) RISP: Il rock, ascolto i Pink Floyd, Springsteen, i Deep Purple, e mi piacciono molto anche i cantanti e i gruppi italiani, come ad esempio gli articolo 31 che si impegnano nel civile, anche se si dovrebbero aggiornare un pò. Inoltre ho sempre amato la musica classica e mi reputo una pianista Intervista: Eluisa Moneglia Di Giulia Tesauro mancata : ho sempre sognato infatti di studiare al conservatorio ma i miei genitori non me l hanno permesso. Perdipiù quand ero ragazza avevo in classe una compagna, Nicoletta, che invidiavo moltissimo: era bionda, magra e suonava il piano, beata lei! DOM: Parliamo di attualità: ci dica che rapporto ha con la televisione di oggi. RISP: Mi vanto di non guardare da tanti anni il festival di Sanremo, come molte altre trasmissioni: la maggior parte dei programmi in tv ormai sono solo vuote cornici per la pubblicità. Quindi utilizzo la televisione solo come mezzo d informazione: guardo il telegiornale di LA7 (il meno schierato politicamente), Ballarò, Anno 0. DOM: Lei che vive ogni giorno a contatto con i giovani, che opinione ha di noi? RISP: I problemi di voi ragazzi sono essenzialmente 2: non avete un modello adulto a cui fare riferimento, e vivete in una società italiota che non vi aiuta nella vostro percorso di crescita. Tutto ciò mi rende triste. Essendo un problema etico e morale penso che la scuola dovrebbe avere un ruolo maggiormente formativo, ma purtroppo non è così. DOM: Se fosse Presidente del consiglio, quali sarebbero le prime riforme che attuerebbe? RISP: Investirei di più nella scuola, cercherei di aumentare i posti di lavoro per lenire la piaga della disoccupazione e renderei l informazione più libera, meno vagliata dal potere politico. Les Pensées Pg 5

6 DOM: Lei ha parlato di modelli di riferimento: quale è stato il suo? RISP: Prima di tutto mio padre. Infatti ha voluto che io studiassi perché non era detto che mi sarei sposata, e anche se così fosse stato, mi diceva: Non dovrai mai chiedere i soldi per le calze a tuo marito. E poi anche una mia zia di Spoleto, una donna indipendente, tanto che fece addirittura il giro di tutta Italia in Lambretta. Gli uomini per questo la deridevano sempre, a detta loro era una alla quale piaceva sempre avere qualcosa fra le gambe. DOM: Se non avesse fatto l insegnante quale lavoro avrebbe scelto? RISP: Avrei voluto fare il medico, anche perché mia zia avrebbe potuto inserirmi in quel campo lavorativo, essendo un ostetrica. Mio padre però mi disse con il cuore in mano che non avrebbe potuto mantenermi se avessi studiato per dieci anni. DOM: Un bravo alunno per lei come deve essere? RISP: Sveglio, intelligente, con molti interessi extrascolastici; dovrebbe impegnarsi nel sociale ed essere consapevole di ciò che lo circonda. Naturalmente non tutti gli alunni mi sono simpatici allo stesso modo, sarebbe da ipocriti affermare una cosa del genere, l importante è che le divergenze caratteriali non interferiscano con la valutazione. DOM: Un ultima domanda: con quale personaggio ormai morto le piacerebbe poter parlare? Il Sondaggio del Mese Febbraio è il mese del carnevale: fra queste maschere a dir poco alternative, quale avreste preferito indossare? BERLUSCONI INSAGUINATO: 19.2 % PAN DI STELLE MORSO: % CUFFIA DA DOCCIA: 1.9 % BARBABIETOLA DA ZUCCHERO UMBRA: SAN GEROLAMO DA CASAL PALOCCO: CATENA POLIPEPTIDICA: 7.6 % 3.8 % 11.5 % BERLUSCONI INSAGUINATO: PAN DI STELLE MORSO: CUFFIA DA DOCCIA: BARBABIETOLA DA ZUCCHERO UMBRA: SAN GEROLAMO DA CASAL PA- LOCCO: CATENA POLIPEPTIDI- CA: LACCIO EMOSTATI- CO: FUNGHETTO DEL MONOPOLI: RISP: Giacomo Leopardi, perché non conosciamo molto di lui: credo che avesse un mondo interiore pieno di ricchezze, e mi piacerebbe comprendere a pieno la sua visione dell amore. LACCIO EMOSTATICO: 11.7 % FUNGHETTO DEL MONOPOLI: 23.2 % La Maschera Di Martina Federico Quante volte lo hai desiderato Essere libero dalla noia Poi però sei rimasto intrappolato Non avevi più né lacrime né gioia Di Mattia Fortunati Come sulla loro tela i folli pittori I tuoi occhi mischiano ingannevoli colori Non sapresti distinguere il sole da un vulcano Les Pensées Pg 6

7 Dietro di te un ombra si cela, che si muove tra sacro e profano. Hai sempre sognato di volare Ma come in una gabbia un canarino turbolento Sei riuscito solo a cantare Invidiando le note che si disperdono nel vento Come il mare che spinge le sue onde alla terra Tu spingi la tua anima alla guerra Non avresti voluto crescere mai Ma il tempo non aspetta e tu lo sai. stessi segni impressi nella Walk of Fame: impronte di mani. Mani così diverse tra loro, ma il messaggio non cambia: loro sono unici, forti, uniti. Un paio di quelle mani, quelle più grandi e segnate dal tempo si sono lasciate alle spalle le luci e i fasti di Las Vegas, raggiungendo attraverso un viaggio immaginario e spirituale un luogo lontano dal tempo e dallo spazio; le altre invece, piccole e innocenti, sono curiose, e attraverso i loro occhi, pronte a osservare ogni cosa e a scavarti nell anima. Non a caso sono le mani di un bambino. The Power to Be Different Di Carlotta Ghezzi Hollywood, Richard Gere e la sua Lancia Delta. A Km di distanza c è un piccolo monaco tibetano ad aspettarlo, tranquillo e sorridente. Possibile percorrere tanta strada in meno di trenta secondi? Evidentemente al volante di una Lancia Delta lo è, perché il nostro Gere ne è stato capace! Lo spot ha tutte le caratteristiche di un film: una vera e propria miscela esplosiva. Questa volta la Lancia ci è riuscita, ha fatto Bingo. Una pubblicità che non è solo una pubblicità, è un connubio tra la raffinata musica di Ennio Morricone e l interpretazione stellare del noto attore buddista; non si prefigge lo scopo di essere una storia per un prodotto da vendere a tutti i costi, ma una poesia politica all insegna della pace e della fratellanza. Il nome stesso, Delta, racchiude il significato dello spot, poiché il delta è il simbolo matematico della differenza. Differente. Ecco cosa cerca di essere questa vettura: un mezzo nuovo, diverso, per un mondo migliore. Non a caso è stato coinvolto Richard Gere, attore americano impegnato nella difesa della pace e del diritto alla differenza. Esistono altri modi di essere globali. Come molti sanno l attore è particolarmente attento alle sorti del popolo tibetano e ne sostiene la causa attraverso una fondazione da lui voluta, la Gere Foundation, alla quale ha deciso di devolvere il compenso della sua partecipazione alla campagna pubblicitaria. Ora piuttosto che una bomba sexy, il Gere attuale è una sorta di spirito che ha raggiunto l'assenza di passioni predicata dal Buddismo e nel 2009, si è impegnato per sostenere i tibetani in esilio, a cominciare dall'amico Dalai Lama, per la lotta all'aids e per la difesa dei diritti umani in generale. Ma ritorniamo allo spot. Una volta giunto in Tibet, Richard e il piccolo monaco lasciano sulla neve gli Nonostante tutto, le critiche non mancano. Leggendo un po di commenti su internet è facile accorgersi che non è arrivato a tutti lo stesso messaggio, alcuni addirittura si indignano che per vendere un auto di lusso sia stata coinvolta la delicata situazione del popolo tibetano: è solo una forma di strumentalizzazione, perché il Tibet è chic. Ma come fa ad essere chic un popolo devastato dall oppressione cinese e che lotta per la propria indipendenza? Altri fanno notare come il colore della macchina si abbini al porpora delle tuniche dei monaci e che allo stesso tempo sia in contrasto con il bianco della neve. Potrà anche essere vero, visto che uno dei tanti scopi è anche quello di vendere il prodotto, ma evidentemente il regista si è preoccupato di tirare su un spot armonioso e piacevole da vedere. Quindi se fosse stato rozzo e pacchiano, e non ci fosse stata una ricerca accurata dei colori non sarebbe stata una strumentalizzazione?! Sicuramente molte persone si limitano a commentare cose di cui sono male informate e anche se si tratta di una pubblicità di una macchina, è sempre preferibile tenere per sé certi pensieri! Altri cercano di immaginarsi Richard Gere che prende la sua macchinona e da Hollywood va in Sudan: sì, vabbè, c'è una crisi umanitaria come in Tibet e la gente si commuove, ma quelli sono neri e si ammazzano tra loro. Inoltre c'è un sacco di siccità e la macchina mica ti arriva lucida in quel modo. Che la macchina non arrivi a destinazione lucida in quel modo è sicuro, ma dobbiamo sempre ricordarci che è una campagna pubblicitaria e non la realtà. I criticoni non escludono Gere dalle polemiche visto che di tante tragedie di cui il mondo è il palcoscenico è andato ad occuparsi proprio del caso tibetano. Lui è buddista giusto? E allora perché avrebbe dovuto essere il testimonial di una pubblicità sul Sudan?! Sicuramente l attore americano avrà a cuore anche altre cause, ma evidentemente questa è quella in cui si sente più coinvolto. Sarebbe impossibile trattare in trenta secondi tutte le disgrazie Les Pensées Pg 7

8 dell umanità, dalle guerre civili del Sudan alla fame del Darfur e, comunque vada, non serve fare spot su spot per dimostrare quanto la gente sia partecipe delle disgrazie degli altri popoli, se poi in pratica si fa finta di niente e non si realizza niente di concreto. Almeno Richard Gere qualche cosa l ha fatta, ci ha creduto fino in fondo e ora la sta portando avanti. Non è facile distinguersi dalla massa e a volte, come in questo caso, occorre avere la forza di essere diversi. Giusto un piccolo incentivo per far sì che la diversità non sia un caso sporadico, ma la quotidianità. Spot Gay rifiutato al Super Bowl Di Silvia Leone L'etica e le remore morali sono divenute in America un ostacolo alla diffusione di massa operata dai media. Il fatto suona immediatamente inaspettato ed estraneo alla quotidianità per due ragioni: in primis la cultura, o meglio, il costume degli Americani, che da sempre si è proposto sul piano mondiale come simbolo della libertà di pensiero, all'interno della quale l'agire amplia sempre più i suoi orizzonti; in secundis la pubblicità e i mezzi di diffusione commerciale, che non hanno di certo il compito di limitare la proposta sul mercato, sia che si tratti di dentifrici sia che si presenti un sito di appuntamenti. Ma questa volta si è toccato un tema scottante: l omosessualità. Il sito web d'appuntamenti ManCrunch.com ha richiesto di poter mandare on air un brevissimo spot di 30 secondi circa durante la finale del Super Bowl, la serata sportiva più seguita d'america. Lo spot mostra due tifosi di squadre avversarie seguire la partita sullo stesso divano: uno impreca, l'altro lo sbeffeggia, fanno per prendere uno snack da una ciotola di patatine quando le loro mani si toccano, gli sguardi si incontrano e scoppia la passione, i due si lasciano andare ad un bacio appassionato sotto gli occhi strabuzzati di un terzo spettatore, che solo dopo compare nell'inquadratura. Qui si esaurisce tutta la scena, trattata con notevole ironia e leggerezza, sottolineata soprattutto dalle movenze goffe dei due innamorati che si baciano: sembrano piuttosto stringersi in un abbraccio convulso, che non può non far scoprire i denti in un lieve sorriso ma che di certo non intacca il senso del pudore di nessuno. Dai fatti appare, invece, che questo spot abbia minato la stabilità, soprattutto diplomatica, della CBS television network che si è occupata di trasmettere la finale del Super Bowl. Il Program Practices Commercial Clearance Report, documento di risposta alla proposta di ManCrunch firmato dalla responsabile della CBS Kristen Barlett, recita: La CBS Standards and Practices ha preso in esame il vostro spot destinato al Super Bowl e ha concluso che la pubblicità non rientra negli standard di trasmissione del network. Inoltre il Sales Department ha avuto difficoltà nel verificare la disponibilità pecuniaria della vostra organizzazione. (documento ufficiale completo su ) Questa dichiarazione ha dato adito a numerose contraddizioni, innanzitutto per la mancanza di chiarezza in relazione ai motivi che hanno causato il rifiuto. Risulta nebuloso infatti il riferimento agli standard del network e oltremodo scorretta l'eventuale difficoltà economica riscontrata nello status di ManCrunch. Infatti la portavoce della sede di Toronto del sito di dating, Elissa Butcher, ha sottolineato l'insensatezza di questa affermazione: ManCrunch non avrebbe avuto problemi a pagare, avendo avuto un incremento di capitale di circa 40 milioni di dollari e in ogni caso si è offerto di pagare addirittura in contanti. Aggiunge: E' un chiaro caso di discriminazione. La puzza di bruciato che poteva portare con sé questa dichiarazione era già stato fiutata dai segugi della CBS, che avevano tergiversato per settimane prima di emettere il sopracitato rapporto del 29 gennaio, tentando inizialmente di simulare un tutto esaurito in termini di spazi pubblicitari; sold out smentito da FOXnews, secondo cui un rappresentante della CBS avrebbe dichiarato che la corsa al Super Bowl fosse ancora aperta. Ma la via dei temporeggiatori non si è rivelata risolutiva, anzi, ha puntato gli occhi del mondo su questa vicenda, creando scalpore in un'epoca così impegnata a sottolineare invisibili differenze e assetata di scoop-da-discriminazione. Ma perché allora scegliere proprio il Super Bowl per mandare in onda questo spot? Perché è l'evento sportivo più seguito dell'anno, perché vi è la più alta percentuale di uomini davanti alla tv e perché sarebbe stata una pubblicità memorabile. Tutte queste ragioni, comprensibili di fronte all'interesse del sito, erano state supportate dalla visione della CBS come di un network dalle ampie vedute, disposto a mandare in onda la libertà d'espressione e di costume. Infatti, proprio la CBS, e proprio durante il Super Bowl, aveva trasmesso Les Pensées Pg 8

9 uno spot o simil tale contro l'aborto, finanziato dall'associazione anti-abortista 'Focus on the Family'. Questo video era stato ispirato dalla tenera vicenda di Tim Tebow, uno dei migliori e più famosi giocatori attuali, nato dopo una gravidanza rischiosa per cui ne era stato consigliato l'arresto volontario. Dopo il rifiuto a ManCrunch.com però, questa vicenda sembra supportare l'idea strisciante che la CBS, network eticamente neutro, avendo dato l'ok per il video anti-aborto, difenda ideali 'ProLife' e si neghi in qualità di promulgatore di amori gay. Un'idea a cui ha dato voce Jarret Barrios, il presidente della Gay and Lesbian Alliance against Defamation, definendo questo sospetto dualismo presente nella decisione della CBS un doppio standard omofobico.un precedente a questa idea succulenta per i media è fornito da GoDaddy, un rivenditore di dominii online, nello spot del quale figurava un uomo di nome Lola. Rifiutato anche questo. Un caso? Discriminazioni o meno, il ManCrunch ha realizzato i suoi obiettivi: rendere lo spot memorabile - sta impazzando sul web- e riguadagnare i 2,5 milioni di dollari destinati alla sua promulgazione. Inoltre questa vicenda ha dato modo agli spettatori del mondo intero di vedere un volto tutto nuovo della televisione americana, un mondo in cui tra pillole blu pubblicizzate a tutte le ore del giorno e puntate del reality show bisex di Tila Tequila sembra non esserci abbastanza spazio per una coppia gay. produttiva - donne, solo oggi, solo per te - tutti lo sanno. Felicità, serenità, regolarità, nessun rumore, nessuna disgrazia - guarda queste donne, più bella, più veloce, più produttiva - ora ridi: tutti stanno ridendo. Noi ti rispettiamo, noi ti rispettiamo - compra - noi ti rispettiamo. Malattia, morte, irregolarità, vecchiaia, sofferenza - trema, sconvolgiti! Compra per proteggerti, per difendere, per preservare - compra per essere - antifurti, dizionari, integratori alimentari. E meno inadatto, meno debole, meno vecchio, e più ricco, più vincente, più produttivo, e un bambino che mangia tutti i quattro gustosi cereali, e sorride e corre, e la mamma è serena e felice, detersivo. Lasciati andare - non pensare - è normale, naturale, è giusto, bello e sano. Non pensare - fai attenzione - non mi spegnere. Amore della mia vita, guardami! Più informata, più originale, più produttiva - compra - non mi ami? Tutti amano - non mi spegnere - non cambiare canale. Rapsodia Televisiva Di Riccardo Antonelli Non cambiare canale - fai attenzione - compra. Più sereno, più regolare, più produttivo - detergente e detersivo. Famiglia felice, fanno una prima colazione - compra - sana e nutriente - ma anche gustosa - ma anche naturale, tradizionale, come un bambino che impara a camminare - scegli noi per amarlo meglio compra. Tutti ballano, non vedi? Tutti ce l'hanno - compra - tutti sorridono e lo sanno. Chiama subito. Esprimi la tua personalità in modo originale e sano (con questa fantastica suoneria), basta fare così: compra. Guarda queste donne - tutti ce l'hanno - guarda questa macchina - più potente, più ecologica, più Les Pensées Pg 9

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

C eraunavoltaunpaiodicalzini

C eraunavoltaunpaiodicalzini C eraunavoltaunpaiodicalzini C era una volta un paio di calzini. Marta e Paolo erano i nomi di questi due calzini. Si erano conosciuti, innamorati e litigati per anni. Ora abitavano in via Cassetto n.

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Apro gli occhi e mi accorgo si essere sdraiata su un letto. [ ] La prima cosa che mi viene in mente di chiedere è come mi chiamo e quanti anni ho. È

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese Brasile Lo sapete che... Povertà e disuguaglianza provocano fame e malnutrizione. Il cibo ed altri beni e servizi essenziali da cui dipendono la sicurezza alimentare, la salute e la nutrizione - acqua

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

SCHIACCIARE DEI NUMERI

SCHIACCIARE DEI NUMERI Scuola dell'infanzia Barchetta Sezione 4 anni Ins.: Rosa Aggazio PROVIAMO AD ANDARE INDIETRO NEL TEMPO: ESTATE, MACCHINA FOTOGRAFICA E VIA ALLA RICERCA DI NUMERI! LE FOTO SONO UN OTTIMO AIUTO PER PORTARCI

Dettagli

CARLOS E SARA VANNO A BASKET

CARLOS E SARA VANNO A BASKET CARLOS E SARA VANNO A BASKET Io comincio subito a fare i compiti perché storia, per me, è un po difficile Ciao Fatima, dove vai? Vado a casa a studiare. E tu? Io e Carlos andiamo a giocare a basket. Lui

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE

QUESTIONARIO STUDENTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 QUESTIONARIO STUDENTE Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

"UN NATALE MAGICO" Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis

UN NATALE MAGICO Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis "UN NATALE MAGICO" Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis *** Attenzione è possibile acquistare il cd musicale ( 20 ) con le canzoni con voce e le basi musicali direttamente dall autore scrivi

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

LE ABILITÀ DI AIUTO DEL COUNSELLOR 1. PRESTARE ATTENZIONE FASI DELLA RELAZIONE DI AIUTO

LE ABILITÀ DI AIUTO DEL COUNSELLOR 1. PRESTARE ATTENZIONE FASI DELLA RELAZIONE DI AIUTO LE ABILITÀ DI AIUTO DEL COUNSELLOR 1. PRESTARE ATTENZIONE FASI DELLA RELAZIONE DI AIUTO ESERCIZI FASE DELL ATTENZIONE Il cliente sarà coinvolto nel processo di auto se prestiamo attenzione Es.1: prestare

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

L AULA. Indica con una crocetta gli oggetti presenti nell aula C È CI SONO

L AULA. Indica con una crocetta gli oggetti presenti nell aula C È CI SONO L A SCUOLA PROPOSTE visita alla scuola denominazione di: - persone, ruoli e funzioni - spazi, arredi, oggetti e materiali realizzazione di cartelli plurilingue lettura della piantina della scuola le norme

Dettagli

Claudio Baglioni A modo mio

Claudio Baglioni A modo mio Claudio Baglioni A modo mio Contenuti: revisione passato prossimo, lessico, espressioni italiane. Livello QCER: B1 Tempo: 2 h Claudio Baglioni è un grande cantautore italiano, è nato a Roma il 16 maggio

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com BASIC QUESTIONS 200 Opportunities to Discover ITALIAN Basic Questions Italian INDICE 1. SEI CAPACE DI?...3 2. TI PIACE?...4 3. COME?...5 4. QUANDO?...6 5. CHE?...7 6. COSA?...8 7. QUALE?...9 8. QUANTO?...10

Dettagli

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra.

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. 3 unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. Casa indipendente nel verde Bellissimo appartamento in Borgo dei Mulini Stupenda casa in campagna a 10 chilometri

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità introduttiva) 1) Trasforma al plurale i seguenti sostantivi: a) pizza b) spaghetto c) chiave d) cane e) casa 2) Completa il mini dialogo correttamente. Buongiorno Laura, (1)...

Dettagli

PALSO ESAMI DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A2 MAGGIO 2006. Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI. Nome:... Cognome:...

PALSO ESAMI DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A2 MAGGIO 2006. Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI. Nome:... Cognome:... Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA PALSO LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2006 Scrivi il tuo nome e cognome (in questa pagina, in alto). Non aprire questo fascicolo

Dettagli

Mauro. Simone. Mamy Jara

Mauro. Simone. Mamy Jara Trebisonda è un programma per ragazzi su RAI 3, dove si fanno dei giochi educativi a cui partecipano ragazzi di una scuola. Stavolta è toccato alla mia classe, la 2^A, e a una di Coldirodi. Noleggiato

Dettagli

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra.

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. 1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. I gatti sono gli animali più agili della terra. 1. Gianni/bambino/bravo/classe 2. Barbara/ragazza/

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 I 18 Segreti per Avere Successo nel Multi-Level Marketing 2 Titolo NETWORK MARKETING 3X Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI Anno Scolastico 2012/2013 Classe 4^ B PREFAZIONE UNA GRANDE AMICIZIA Questo giornalino è nato dall idea di mettere insieme

Dettagli

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE Ciao Mario come stai? Abbastanza bene, grazie. Ti presento il mio amico John. Da dove viene John? John è Canadese ed è in Italia

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza

Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza elementare 1 Presentarsi Ciao! Mi chiamo John e sono senegalese. Il mio Paese è il Senegal. Il Senegal è uno Stato dell Africa. Ho 17 anni e vivo in Italia,

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

Esploriamo i social network insieme ai figli

Esploriamo i social network insieme ai figli Esploriamo i social network insieme ai figli Perché fare un viaggio sul pianeta anobii? Ci sono tre buone ragioni 1. Trasmetti la passione e la voglia di leggere ai bimbi! E l eredità più bella che puoi

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli