Guerra di bugie. di Rosario Galli e Carlo Prinzhofer

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guerra di bugie. di Rosario Galli e Carlo Prinzhofer"

Transcript

1 1 Guerra di bugie di Rosario Galli e Carlo Prinzhofer

2 2 PERSONAGGI ADAMO TADINI, bell uomo intorno ai 50 anni, imprenditore industriale; vive in una piccola città di provincia del nord; sposato con Emilia da venticinque anni. E un uomo tutto d un pezzo, i suoi principi sono ferrei e incrollabili; crede nel lavoro, nella famiglia, in Dio, anche se non è cattolico praticante, anzi piuttosto critico nei confronti del Vaticano e di ogni ingerenza della Chiesa negli affari politici. EMILIA VITALI, moglie di Adamo, bella donna sui 45 anni, insegnate di disegno in una scuola media, vive le contraddizioni di un periodo difficile sia a livello privato nei rapporti con il marito, sia nel pubblico a causa della crisi e del tagli economici effettuati nel mondo della scuola; Emilia è sempre pronta a dare battaglia, a organizzare scioperi e manifestazioni, venendo quindi in contrasto con il marito che non condivide certe posizioni barricadere della moglie. GIANNANDREA TADINI, detto Giangi, figlio di Adamo e Emilia, 22 anni, iscritto all università, poca voglia di studiare, nessuna di lavorare; passa la vita attaccato al computer, quasi tutta la giornata, e quelle poche ore che riesce a staccarsi dallo schermo lo fa solo per mangiare, o meglio per ingozzarsi di hot dog e patatine e piazzarsi davanti alla televisione; è il tipico bambacione dei giorni nostri che però ha delle improvvise e impensabili intuizioni. RODOLFO LOTTI, coetaneo di Adamo, suo grande amico fin dall infanzia, non bello ma piacente. Nella vita si è occupato di molte cose, dal gioco del poker alla vendita di quadri, ma soprattutto di vivere come gli è parso e piaciuto, accompagnandosi con belle donne, senza trovare mai quella capace di legarlo a un matrimonio duraturo; l unica che c era riuscita è morta in un incidente e Rodolfo si è trovato costretto a modificare il suo stile di vita; ha smesso con i viaggi avventurosi, limitandosi a vendere quadri e a giocare a poker in casa, quando la figlia dormiva. EVA LOTTI, figlia di Rodolfo, splendida ragazza, quasi ventidue anni. La madre è morta quando aveva solo due anni; per fortuna c è stata la famiglia di Adamo, in particolare Emilia, che si è presa cura di lei e ha cercato di non farle sentire troppo la mancanza della madre; Eva è una ragazza libera, senza pregiudizi e capace di giudicare il mondo e le persone esprimendo i suoi pensieri direttamente agli interessati senza ipocrisie. Di quello che diceva il padre non le è restato nulla, del suo modo di fare libero, molto.

3 3 SCENA 1 - CASA di EVA - POMERIGGIO Un ampio soggiorno con angolo cucina; quattro porte che conducono in un bagno e in tre stanze da letto. La porta d ingresso è laterale. In scena Eva, Adamo e Giangi; una valigia e uno zaino per terra da una parte. Adamo parla al cellulare. Sì Cavaliere, appena arrivato a Roma, scusi se mi permetto, non si offenda, ma come fate a viverci, è un inferno. Cavaliere, come si fa a lavorare in questo caos ahaa, lei fa politica già, la politica ha i suoi costi, però la gente normale rumore per strada, smog, macchine parcheggiate ovunque e i vigili che se ne fregano, e questa è una capitale europea, no dico vuole mettere con Vienna? Come dice? Eva gli si mette davanti e gli fa cenno di tagliare. Ahahah, Cavaliere io sarò pure un rozzo contadino del nord ma i miei soldi a Roma ladrona non glieli do mica, no no io non mi sposto, vivo bene al mio paesello, vuole mettere? Eva prova a staccargli il cellulare ma Adamo sfugge. Ma che fai ferma. No, Cavaliere non dicevo a lei, scusi, allora a domani? Mi lascia il passi in portineria come al solito, va bene, ossequi alla signora. (chiude) Uffa, ma sei insopportabile, sempre al telefono. Io ci lavoro bambina mia, mica gioco. Lavoro, lavoro, non sai dire altro Senti un po ragazzina, l aria di Roma fa male, lo sapevo, questa città è un veleno che t intossica e ti cambia la testa, meno ci sto meglio è Non fare il leghista che non ti sopporto, che poi nemmeno lo sei. Se continuano così finisce che lo divento. Ti pare giusto che i nostri soldi finiscano tutti qua? E giusto sì, è la capitale ed è la città più bella del mondo, non me ne andrò mai più. Ah sì, e lasci il tuo povero papà da solo? Il povero papà non vede l ora di liberarsi di me. Ma se è disperato. Eeh, lo vedo. E da carnevale che non viene. Lavora molto Lascia stare. (indica Giangi) E peggiorato.

4 4 Giangi è sprofondato in un divanetto con la cuffia dell i-pod in testa e un pc portatile aperto sulla gambe. Non mi dire niente, è la mia croce; peggio di un drogato; esistono i centri di disintossicazione da computer? Non credo. Solo per cocainomani e malati di sesso. Ti interessa? Eva non fare battute volgari. Come sta Emilia? E chi l ammazza quella. (si getta addosso a Giangi strappandogli via la cuffia) Allora fratellone non sarai troppo socievole? Non sono tuo fratello e ridammi la cuffia. No no no no non esiste, ora spegni tutto e parliamo. Ridammi la cuffia o ti picchio Giangi non ci provare. Eva gli fa il solletico e gli dà dei pizzichi. Giangi- Sei un budino lardelloso pieno di ciccia Stupida, sei una brutta scema, ferma smettila GIANGI! Ciccione trippone senti qua che bei rotoli, ma quanto mangi I due si dibattono sul divano, poi Eva che sta per soccombere gli molla un calcio nel basso ventre e scappa via, Giangi urla, poi saltellando la insegue mentre Adamo si mette in mezzo tra i due, a metà tra il divertito e l infastidito. BATTUTE A SOGGETTO Parlano tutti e tre insieme accavallandosi Smettetela, avanti, ma è possibile, toh, guarda che roba, ancora a giocare come bambini Brutto ciccione non mi prendi, come mai non ho sentito niente in mezzo alle gambe ma ce l hai o l hai dato via tanto non lo usi? Vieni qua deficiente sottosviluppata essere inutile come tutte le donne ti strappo quella stoppa che hai in testa

5 5 Adamo decide di mettere fine a quel gioco e sottrae Eva a Giangi afferrandola e riparandola con il suo corpo. Adesso basta, mi fate venire il mal di testa Eva fa le linguacce a Giangi che riprende i-pod, pc e torna a isolarsi. Non mi hai preso ciccione Eva smettila anche tu Eva gli si abbarbica addosso mettendolo in imbarazzo. E il solito manesco, papino difendimi Eva per fav non così, mi fai male Eva è praticamente in braccio a Adamo. Se non avessi te mi manchi tanto Sì va bene, ora però scendi, dàiii che sei pesante. Non mi vuoi più bene, la tua bambina ti fa le coccole e tu la cacci cattivo Ma che caccio Eva, solo che non sei più e se faccio certi sforzi poi Finiscono su un divano e la ragazza continua a dargli baci e carezze. Lo sai che sei sempre bellissimo, papino Grazie, ma vuoi stare ferma? Chissà quante donne avrai che ti sbavano dietro vero papino? EVA per favore, ferma quali donne, non dire certe cose che se ti sente Emilia Tua moglie lo sa benissimo che le donne impazziscono per te. Ma quali donne Beh certo tu ora le donne non le guardi, sei passato alle ragazze? Adamo è sempre più imbarazzato e non fa che girarsi a guardare il figlio, totalmente assente con lo sguardo incollato sul video del pc e sembra non vedere nulla. Ragazze? Sei pazza, ma che ti prende Eva? (sussurrando) Non dire certe cose davanti a Giangi non mi piace Il bamboccio è in un altro mondo, non sente. Confessa, quante ragazze hai che ti muoiono tra le braccia?

6 6 Basta, lo scherzo è bello quanto dura poco, dimmi dell università, come ti trovi, quanti esami hai dato Quattro. La segretaria bionda, la Mirella, ti sbava sempre dietro? Mi fai arrabbiare! Uffa, non mi fare il vecio una volta ti piaceva giocare con me. Una volta non dicevi certe cose, non ti riconosco Roma è una città depravata, è un buco nero che inghiotte tutto e ti fa perdere il controllo, lo dicevo a tuo padre di non mandarti Ahaa, vabbé s è fatta na certa, v accanno, se beccamo dopo, bella pe te Ma che hai detto, come parli, pensare che eri una ragazza così a modo. Ascolta qual è la mia stanza Quella è la tua e quella del bàmbacion. Cià. Quando torni? Non lo so, non fare niente, stasera penso a tutto io, una cena speciale. Ma no andiamo fuori. NO! Cia, cia bella pe te Eva esce prendendo al volo una borsa e una giacca. (guarda il figlio e scuote la testa) Pensa se vieni pure tu a studiare qua, come mi diventi? Meglio un figlio bamboccione drogato di internet o uno zozzo comunista drogato di spinelli? BUIO SCENA 2 SERA Adamo e Giangi seduti a tavola, Eva traffica in cucina. Ancora un minuto e ci siamo. Tanta fame? Beh non so mi, sono le dieci. Se non mangio entro un minuto ti prendo a morsi. Eeeeh che sarà mai, i soliti provinciali nordisti, oh qui non semo a casa che si mangia alle sette e alle nove si dorme siete a Roma, si cena alle dieci, alle undici o alle due del mattino Cos è quest odore?

7 7 Cucina armena, ricca di spezie, ecco signori a voi. Eva porta una fiamminga con delle cose tipo polpette di uno strano colore. Adamo e Giangi osservano con diffidenza. Allora? Servitevi. Non ho le posate. Si mangia con le mani. Polpette? Ma siamo sicuri? Guarda là che colore Sono kyufta polpette di montone, ma siccome non l ho trovato l ho fatte di pollo, con cipolle, lardo, uovo sodo, e poi peperoncino cardamomo e un po di madzouk. E piccante? Ma no, è stemperato dal madzouk. Io sta roba non la mangio, puzza. Giangi smettila e assaggia. E buonissimo sei il solito rompipalle. E tu la solita deficiente. Insomma ragazzi, basta un po! Proviamo. Adamo prende una polpetta e la mangia. Fatica molto a mandarla giù. Allora? Adamo non parla e continua a masticare. Ti piace? Uuhmm (continua a masticare) Sì o no? (deglutisce con un rumore esagerato) Aaah! Riesci a parlare? (fa cenno che deve bere) Uffa che scena, e bevi, avanti

8 8 Eva gli riempie un bicchiere di un liquido trasparente che sembra acqua. Adamo beve d un fiato. AAAH! Che m hai dato? Vodka, in Armenia si beve vodka con queste cose. Acqua per favore. Lo sapevo che era uno schifo. Finiscila botolo, e mangia. Nemmeno se m ammazzi, faccia di topo. Giangi mangia subito e non fare discussioni. Non riuscivi a mandarla giù e devo provare quella merda secca? Merda secca sarai tu anzi no tu di secco non hai niente nemmeno le orecchie. Io vado qui sotto ho visto che c è un Mc. Giangi non ti muovere e mangia. Ma perché? Perché sono tuo padre e perché Eva ha cucinato per noi e mi sembra il minimo che tu scusa ma quel sapore così dolce cos è? La marmellata di petali di rosa, serve a contrastare il peperoncino. Ah ecco. Però, questi armeni. Assaggia il lavash, pane tipico armeno Sembra piadina romagnola (assaggia) più insipida Lo devi mescolare con pezzettini di cetriolo, erbe aromatiche fresche, spezie, provalo col formaggio fresco di capra, senti che buono. Di capra, che schifo. Giangi non usare quelle parole, a tavola poi Loro mangiano il lavash con le marmellate di more, ciliegie bianche e di ribes rosso. Eeh bevono vodka. Oppure ci spalmi un po di lobkashu o di sempughì boranì. Sarebbe?

9 9 Patè di fagioli o crema di melanzane. Intanto continuano a bere bicchierini di vodka. Ecco, ho mangiato questa schifosa polpetta, ora vado a spararmi due big mac e tre pacchi di patatine fritte. E non provare a fermarmi. Esce Giangi. SCENA 3 Strozzati lardone; perché gli permetti di mangiare quelle schifezze, lo stai condannando all infarto precoce, sai come li fanno quello schifo di hamburger? Hanno scoperto che ci mettono delle sostanze che ti danno dipendenza e hai voglia di mangiarne ancora e ti spari nelle vene colesterolo puro EVA PRENDI FIATO! Uuuh, figlia mia non ti riconosco. Tuo padre che dice? Te l ho detto, non lo vedo da carnevale. Beh vi sentite per telefono Il sabato sera quando sono in qualche locale, si preoccupa che faccio tardi. Giusto. Ma che giusto, e le altre sere allora? Io mica esco solo il sabato Ah no? Uffa siamo a Roma, e sto nel quartiere più fichissimo che ci sia, pieno come un uovo di locali, teatri, pub e discoteche, poi ti ci porto. Noooo, odio quei posti. Ha ragione tuo padre a preoccuparsi. Certo, si mette a posto la coscienza facendo una telefonata il sabato alle dieci di sera? Io non esco prima delle undici. Le undici di sera? Beh certo, alle undici di giorno dormo. Aaah e quando studi? E le lezioni all università, non sono di mattina? Non tutti i giorni. Mah! Non lo so se è una buona idea far venire qua Giangi. Invece è la sola salvezza.

10 10 Eva- Comunque per tornare a tuo padre, non è per giustificarlo, ma è un periodo che lavora tanto, con i quadri viaggia in continuazione. Dimmi la verità ha veramente smesso con il poker? Se ci riprova gli taglio le mani. Quello è capace di giocare anche senza. Ha smesso, me lo ha giurato. Ti dispiace se (si alza e indica il divano) Ho bisogno di allungare le gambe. Adamo si stende sul divano, Eva lo raggiunge. Hai lasciato la kyufta, non t è piaciuta. No è buonissima, solo che mangio poco, invecchiando bisogna ridurre le quantità poco ma buono, il mio motto poi lo sai no? Eva e Meglio poca qualità che tanta quantità. Oddio la testa. Che hai? Mi hai fatto bere troppo, non sono abituato. Eva gli si getta addosso lo riempie di baci e di carezze, Adamo è imbarazzato ma gradisce. Adamo- Lo sai che mi manchi tanto? A vederti non si direbbe. Perché dici così? Parli romanaccio, cucini cose strane e chissà cos altro combini in questa città che fa perdere la testa Sono sempre la tua brava figlioccia che ti vuole tanto bene, tanto tanto tanto Eva moltiplica le effusioni, Adamo non sa come reagire, cerca di allontanare la ragazza che si mette a piangere. Eva ma che devi dirmi qualcosa di brutto? Perché mi scansi, non ti posso baciare? Ma certo, solo che ci sono baci e baci Non mi vuoi bene.

11 11 Ma che stupidaggine ti ho tenuta sulle mie gambe, ti ho portato alle giostre, al cinema, a a fare tutto quello che chiedevi, ci siamo scordati com eri capricciosa? Emilia ti comprava sempre le bambole che pretendevi? Emilia non mi ha mai amato. Sei ingiusta, Emilia è stata come una (gli mette una mano sulla bocca e lo bacia sul collo) EVA NO! Non esagerare, sei una donna! Eva lo aggredisce. Adamo si alza dal divano. Sono una donna sì, e non riesco a stare senza di te, possibile che non lo capisci? Ho bisogno di te, non faccio che mandarti messaggi, mail, e tu non rispondi, sono mesi che cerco di dirtelo e non ci riesco, perché certe cose non si possono dire con un sms Ma che cosa devi dirmi? CHE TI AMO, STUPIDO! Ma che dici! Eva smettila. No, non la smetto, devi sentire ora, io ti amo da sempre, cioè da quando ha iniziato a capire cosa sia l amore. Basta con gli scherzi Non è uno scherzo, in questi mesi ho avuto tutto il tempo di riflettere. Credi che non abbia avuto occasioni qui? Eeeh, immagino, allora cosa hai fatto? Niente, niente di niente, perché ogni volta che un ragazzo mi si avvicina io vedo te, penso a te, voglio te. Non è possibile, non è vero, Eva per favore BATTUTE A SOGGETTO DEI DUE Eva gli si aggrappa, tenta di baciarlo; l uomo si sottrae, Eva insiste, Adamo la blocca con la forza, insomma si arriva a una lotta in cui Adamo cerca di fermare l assalto della ragazza, i due finiscono sul divano, Eva si aggrappa a Adamo che si divincola. Suona il campanello della porta. Adamo ha un respiro di sollievo. Si ricompone. Eva va ad aprire; entra Giangi che si dirige al frigorifero, lo apre, si versa da bere, beve, lo richiude e va nella sua stanza, senza dire una parola, emettendo un suono simile a un rutto o grugnito.

12 12 Eva si avvicina a Adamo. Ferma, non ti muovere (abbassa la voce) non fare la stupida, con lui di là, non fare sciocchezze Anche tu mi vuoi, lo vedo anzi lo sento Basta! E abbassa la voce. (gli sussurra nell orecchio) Io lo so che mi vuoi, mi hai sempre desiderata (inizia a cedere) Io ti voglio bene ma non puoi pensare che Lo penso invece, lo so, prendimi per sempre (eccitato) Non si può Sì che si può Non si può Si può Non si Siiiii. Nooo. Sìììì. Sììììì! Eva e Sììììì! BUIO SCENA 4 MATTINO DOPO Colazione; Eva pimpante e felice, canticchia, balla, si agita, mette la musica a tutto volume compare Giangi con un pigiamino assurdo; faccia stravolta. Bella faccia. Tutta la notte a vedere porno, guarda che calamari... (grugnisce qualcosa) Vuoi qualcosa o scendi giù a iniettarti in vena un hamburger? (come sopra)

13 13 Caffè o cappuccino? Ah, dimenticavo che il bàmboccion beve solo zuppa di latte, non sei cambiato, e quando cambia uno come te, le bestie hanno abitudini radicate. Zitta, escremento. Oh oh, l australopiteco ha imparato il linguaggio degli umani. Ti fanno fare gli esami anche se emetti quei grugniti; strano, qui a Roma devi esprimerti in italiano. Ma poi sei riuscito a darlo almeno un esame? Fanculo. Quando il gatto non c è i topi dicono parolacce, lo dico al tuo papà e ti faccio mettere in castigo, niente computer per due giorni, capirai scommetto che ti viene una crisi di astinenza che ti devono ricoverare. Mi hai messo in un buco non si riesce a dormire. Ma pensa povero cocco, le scimmie dormono sugli alberi io ti ho dato un letto, che vuoi. Una branda da campeggio, dormici tu merdina. Capisco che il tuo sviluppo mentale è stato azzerato dalle ore che passi al pc ma potresti variare gli insulti invece di dire solo merda. Insomma quanti esami hai dato? Solo quello che mi ha detto tua madre, un misero ventidue in diritto romano, complimenti, e niente altro? Ottima media ciccia, in sedici o diciassette anni ce la fai a laurearti, a meno che davvero il tuo babbo non abbocca e ti trasferisce qui, ma non credo che puoi reggere molto anche se cambi facoltà, l unica è scienze della comunicazione, non si fa quasi niente, esami ridicoli, laurea per gente confusa dalle idee confuse, perfetta per te, forse ce la fai in dieci anni. Giangi alza e torna nella sua stanza mentre Eva continua a parlare. Però non illuderti di venire a stare qui, e nemmeno che io ti aiuti a fare il piano di studio o capire come funzionano i crediti, ci vuole un corso avanzato e non ho alcuna intenzione di sbattermi per un paramecio come te. Mah! Sai che ti ho trovato migliorato, più reattivo, più sveglio sei pronto per vivere in una città come Roma eeeh, proprio pronto. SCENA 5 Entra Adamo, ancora più sconvolto del figlio, indossa lo stesso tipo di pigiama. Cosa mi è successo, come ho potuto, sono un uomo sano, tutto d un pezzo, lasciarsi andare così oddio oddio, non mi riconosco più, chi sono? Cosa mi hai fatto, cosa c era in quella roba armena? Non ci provare amore mio, a parte che hai bevuto parecchia vodka, eri perfettamente consapevole dei tuoi gesti.

14 14 Eva Eva Eva Eva Eva Eva Eva Eva Eva Eva Eva Siamo sicuri? Sicurissimi. Non mi ricordo. Ricordi benissimo. A un certo punto hai gridato Prendimi e dammiti cuccurucù Io ho gridato questa cosa talmente sciocca e puerile? Tu. Ecco vedi, non ero in me, non potrei mai dire una sciocchezza simile. Ma se mi hai anche citato la fonte. Gassman nell Armata Brancaleone. Appunto. E Giangi ha sentito? Dov era? Smettila di fare lo stupido, era nella sua stanza, con la cuffia in testa e la musica a tutto volume, come al solito. Ma ho dormito con te, e lui se ne sarà accorto, oddio ti rendi conto? Lui sa che hai dormito nella tua stanza. Sicuro? Ne abbiamo appena parlato. Quando, dove? Poco fa, a colazione, cosa bevi tesoro? Non chiamarmi tesoro. Scusa amore mio, caffè, cappuccino, brioche? E nemmeno amore mio! Spremuta d arance, gioia mia? Smettila per favore! Lo capisci che sono distrutto? Ma distrutto perché, scusa non capisco, non abbiamo fatto niente. Come niente, ah andiamo bene, niente, dice

15 15 Amore mio rilassati va tutto bene, mi hai fatto felice. EVA! Non dire queste cose. (Pausa) Come ho potuto la mia figlioccia, ti ho tenuta la mano per la prima comunione, da piccola ti facevamo il bagnetto Insieme a quel ciccione di Giangi, che mi metteva la testa sott acqua nella vasca per affogarmi. Eravate piccoli Piccoli un corno, quattro anni! Noi due dobbiamo parlare seriamente. Non bevi il caffè? No! Fermati e stammi a sentire. Non possiamo consentire a una follia singola di diventare plurima, nel senso che semel in anno licet insanire, ma se errare humanum est, perseverare diabolicum Entra Giangi ma Adamo non lo vede nonostante i segni che gli fa Eva Quello che è successo è grave, ma possiamo ancora rimediare ergo rebus sic stantibus da questo momento tu ed io Eva prende la faccia di Adamo e la gira verso Giangi dobbiamo assolutamente convincere questo ragazzaccio a mettere la testa a posto e cominciare una seria carriera universitaria. Cosa è grave? Grave? Chi sta male? Tu, quando cominci a parlare latino vuol dire che hai fatto qualcosa che non dovevi. Io? Io qualcosa che non dovevo? Cosa vuoi dire? Lo sai. Cosa so? COSA SO? TU COSA SAI? E CHI SA COSA? Ma che cosa?! Se sai qualcosa dillo. So cosa hai fatto. Cosa ho fatto? Quando, dove, come, cosa dici? Tu e lei.

16 16 Lei chi? Vedi altre persone? No. Papà smettila! Se avete deciso di farlo fatelo ma contro di me. Io non ho deciso proprio niente. Adamo non urlare. Eh sì che urlo, qui si lanciano proclami, anatemi, accuse infondate senza che poi che cosa uno, dice, come si fa a sapere realmente quale sia la volontà delle persone. Credi che mamma sarà contenta? Hai parlato con tua madre? Certo. Quando? Stamattina. (sottovoce a Eva) Non sapeva niente vero? (anche lei bisbiglia) Non capisco forse parla di E smettetela di confabulare, tanto il gioco è chiaro. Eva e Adamo MA CHI CONFABULA! Cosa hai detto a tua madre, parla! Lo sai benissimo. No, non lo so, perché non c è niente da sapere e da dire e poi ti ordino di parlare, sono tuo padre perdio e voglio sapere cosa le hai detto, ora! Attimo di sospensione; Giangi stupito per quella reazione esagerata del padre. Adamo, calmati o ti viene un infarto. Voi due avete deciso Eva e Sì? Di farmi cambiare università. Eva e Adamo si guardano; Adamo respira e ride.

17 17 Non ci trovo niente di comico, vuoi coartare la mia liberà volontà. Cicciobello ammazza come parli bene quando vuoi. Giangi scusa, non volevo ri cioè non è che rido di te nel senso che forse hai frainteso e io pure ho frainteso e Pure io ho frainteso. Tutti abbiamo frainteso. Non vuoi farmi iscrivere qui a Roma Tre? Certo che voglio. Allora chi ha frainteso? Siamo venuti apposta per vedere, per capire, per renderci conto de visu. Stamattina facciamo un giro, così vedrai l ambiente e magari parliamo con qualche prof. e con i miei amici, insomma becchi qualche pischella carina e corri a segnarti. EVA! Studentesse? PUAH! GIANGI! BUIO SCENA 6 - POMERIGGIO Eva e Adamo, bevono un caffè; Giangi è nel suo sgabuzzino; Eva posa la tazzina e ricomincia a accarezzare Adamo. Ti prego, non ricominciare Ho una voglia pazzesca di darti un morso sul culo. (soffoca un urlo) Eva! Che ci vuole, un mozzichetto piccolo piccolo Tu sei completamente pazza, con Giangi di là che può entrare da un momento all altro. Tuo figlio quando sta al computer sparisce, evapora, si dissolve nella rete, facciamolo ora, non ce la faccio più Assolutamente no.

18 18 Eva Maialotto mio lo so che non vedi l ora EVAAA ti proibisco di dire certe cose. I due finiscono per terra quando si sente una chiave che cerca di aprire la porta d ingresso; per fortuna Eva ha l abitudine di mettere il paletto interno una catenella che non fa aprire del tutto la porta. Si sente la voce di un uomo. Rodolfo - Eva? Ci sei, sono io papà. Come mai ti chiudi, dove sei in bagno? Adamo comincia a sudare, diventa bianco, terreo, si precipita fuori, nella sua stanza, sbaglia porta è quella di Eva, che lo insegue, lo riprende e lo fa entrare in quella giusta. Eva Arrivo papà, eccomi, ero appunto in bagno SCENA 7 Entra Rodolfo. Il mio papà, sei proprio tu o sei un avatar? Una fotocopia è uguale? Com è questa sorpresa? Nostalgia di mia figlia. Papà non le dici più bene le bugie, chi devi vedere? Un antiquario di via dei Coronari, una cosa imprevista. Ora riconosco mio padre. Stai benissimo, fatti vedere, hai una faccia strana, innamorata? Oh nemmeno entri e subito l interrogatorio? A proposito ma non dovevano venire Adamo e Giannandrea? Infatti. E dove sono? Nelle loro stanze. Adamo dopo pranzo se non si fa un riposino

19 19 SCENA 8 Entra Adamo, fa finta di essersi appena svegliato, e finge di non vedere Rodolfo. Aaaah, che bel sonno mi sono fatto, quasi due ore, certo che qui si dorme proprio RUDY! Abbraccia Rodolfo in modo esagerato, lo bacia, lo accarezza, Rodolfo fatica a sottrarsi. Rodolfo - Amico mio, ma che bello, come stai grande amico, è una vita che non ci vediamo Una vita quindici giorni? Mi manchi, mi mancano le tue battute, i tuoi consigli, il calore di un amico Abbiamo cenato da te quindici giorni fa. Sì? Lo vedi, sembra un secolo, non so, invecchiando ci si attacca agli amici, alla famiglia, si ha voglia degli affetti sinceri E Giannandrea? Disperso nel web come al solito. Vado a ripescarlo. Eva corre nella stanza di Giangi e lo trascina fuori; ha ancora le cuffiette dell i-pod in testa. Oh campione, come va? Giangi saluta con un gesto ma non sente. E togliti questi cosi. Oh ferma. Vuoi salutare papà almeno? Ciao. Ignorante, perdonalo, lo sai com è. Allora, hai già visto l università? Sì. Che ne pensi? Bella, davvero organizzata bene, enorme poi, tutta nuova, belle aule, una struttura efficiente, non me l aspettavo A te è piaciuta?

20 20 Rodolfo Rodolfo Giangi Rodolfo Eva Giangi Rodolfo Eva Rodolfo Eva Rodolfo Eva Eeh, tantissimo, entusiasta, vero Giangi, non fa che dirmi quanto gli piace Se lo fai parlare magari Ma certo, Giangi diglielo che non vedi l ora di venire, a proposito, dobbiamo stabilire un sacco di cose, ma ora che sei qui anche tu, ma che sorpresa, ma che bello stare tutti insieme, non sai come mi sento meglio. Papà pensavi di fermarti qui stanotte? Beh certo. Come facciamo per i letti? Ci arrangiamo, per una notte ci sono tre stanze e quattro letti Due stanze e uno sgabuzzino. Effettivamente una è piccola, la prendo io. Non esiste, là rimane Giangi. Te pareva. Allora dormiamo io e Adamo nel tuo letto matrimoniale. Noooo, la mia stanza non la cedo a nessuno, figuriamoci a due maschi vecchi e zozzi. Eva che modi sono, come ti permetti? E non aggiungo altro, si sa, la pulizia degli uomini. Stai scherzando vero? Non mi far parlare, papà, dormi con i calzini, come Adamo Rodolfo - Non è vero. Tu dormi con i calzini? Rodolfo - Rodolfo - Io, no, assolutamente no. Bugiardo ti ho visto. Quando? Eva ma cosa dici, chi hai visto? Ieri sera, a letto, l ho notato. Quale letto?

21 21 Rodolfo Rodolfo Eva Rodolfo Adamo Quale letto? Nessun letto, li portavo prima di andare a dormire, dopo cena ci siamo fermati a chiacchierare qui in salotto e poi a un certo punto ho chiesto scusa, mi sono assentato per mettermi in libertà, cioè non in libertà, nel senso che mi sono tolto le scarpe ma ho infilato le mie pantofole e messo il pigiama, ma con la vestaglia sopra, Rodolfo, la mia vestaglia che tu conosci, chiusa, annodata Che c entrano questi particolari EH NO CARI MIEI, c entrano, i particolari sono determinanti perché si fa presto a dire che uno poi si ritrova con una cosa che non aveva previsto e zac, ti sei fregato per sempre, sei d accordo con me, no? E successo qualcosa? No. Invece sì. Cosa è successo? Insomma sì o no? Sì. (insieme a Adamo) NO. Vi mettete d accordo? Sì, è vero, è successa una cosa gravissima io sono distrutto Ma cosa è successo, parla! Ieri nella stanza di Eva io ho rotto una lampada! Mi prendi in giro? No, perdonami, lo so, è una cosa cui tenevi molto, una distrazione, aiutavo Eva a sistemare non so come scusarmi. Tu non stai bene Sì è vero, non ho dormito tutta la notte, per il rimorso, ma ora che sei qui è tutto più semplice, io e Giangi andiamo a dormire in albergo è stata Eva che ha insistito io non volevo, te lo giuro Rodolfo, non volevo, non mi sarei mai permesso di ma lei ha insistito ha insistito al punto che tu capisci, un uomo cosa deve fare, dimmelo tu, Rodolfo dimmelo. Adamo che hai? Niente, sto male? Si vede qualcosa?

22 22 Rodolfo Giangi Ma cosa si deve vedere? Niente, è tutto a posto, ora usciamo, vero Giangi? Andiamo a fare quello che dobbiamo fare per cui siamo venuti a fare e voi state qui buoni buoni e stasera offro una bella cena a tutti e poi io e Giangi andiamo a dormire in albergo, GIANGIII, andiamo, che s è fatta na certa come dite qui a Roma, ah ah, che forti sti romani aho, me fanno proprio ammazzà da ride GIANGIII! Sono qui, che urli. Ah non t avevo visto. Ecco, allora a dopo, fate con calma, anche noi stiamo calmi, ce la prendiamo tutti calma, qui a Roma tutto con calma, giusto? Ciao, se beccamo, bella pe te ah, simpatici questi modi di dire romaneschi Escono. SCENA 9 Mi spieghi cosa succede? Niente. Ti sembra normale? Ha rotto una lampada e distrutto una sedia per mettere a posto una valigia e sai com è il tuo amico, maniaco per l ordine Lo conosco meglio di te, siamo cresciuti insieme, ma non l ho mai visto così dissociato. Beh, l aria di Roma fa strani scherzi. Puoi essere più chiara? Ho come la sensazione che questo viaggio sia una scusa. Una scusa perché, vuole convincere Giangi a iscriversi alla tua università, o no? Sì sì, questa è la motivazione ufficiale, ma sai a Giangi quanto gli frega dell università, lui vive in simbiosi con il pc, sta ore su facebook Un motivo in più per aiutarlo, ma allora Adamo? Da quando è arrivato non fa che stare al cellulare Adamo sta sempre al cellulare, se l è fatto incorporare nell orecchio. Però parla sottovoce manda messaggini

23 23 E quindi? Non mi sembra che parli di lavoro Adamo parla solo di lavoro, con chi vuoi che parli. Con un amante. Adamo un amante? (scoppia a ridere) Non è possibile. Perché no? Ma come perché, non l hai visto? E un bell uomo. Ma sì, non dico che non lo sia, però è un gli voglio bene, lo sai, è un fratello, figurati, ma in quanto a donne lasciamo stare. Che vuoi dire? Insomma bambina mia, il tuo padrino in fatto di donne è sempre stato un un poco impedito? eh, per usare un eufemismo Non gli tira abbastanza? EVAAA, ma come parli? Papà smettila di scandalizzarti. Non ti riconosco. Non mi conosci, forse è più corretto. Rinfacci? No, constato. Ti ho trascurata, ti ho fatto mancare affetto? No Beh meno male. Quando c eri. Sempre. Due anni, dai tre ai cinque, poi ho cominciato l asilo e sei sparito. Sparito? Non mi sono più mosso da casa, ho smesso pure di organizzare viaggi.

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

Destinazione 13. Buongiorno Maria!

Destinazione 13. Buongiorno Maria! Destinazione 13 Buongiorno Maria! Mmmm... Oh Mari! Ohi! Tutto bene? Ciao Leonardo! Come va la vita? Mio piccolo amico! Mio piccolo amico? No eh? No! No, no! Giochi con i pupazzetti, sei troppo gentile

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

A cura della redazione del sito www.testoeaccordi.it Pag. 1

A cura della redazione del sito www.testoeaccordi.it Pag. 1 INDICE 1 Va bene va bene cosi... 2 2 Colpa d Alfredo... 3 3 Deviazioni... 4 4 Fegato fegato spappolato... 5 5 Vita spericolata... 7 6 Ogni volta... 8 7 Albachiara... 9 8 Bollicine... 10 9 Siamo solo noi...

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Copyright 2010 Tiziana Cazziero

Copyright 2010 Tiziana Cazziero Voltare Pagina Copyright 2010 Tiziana Cazziero Tiziana Cazziero VOLTARE PAGINA Romanzo Al mio compagno, la persona che mi sopporta nei miei momenti bui. PRIMA PARTE Buongiorno mamma. Buongiorno a te

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Destinazione 11. Ciao Maria!

Destinazione 11. Ciao Maria! Destinazione 11 Ciao Maria! Ciao Luca! Guarda oggi ho un regalino per te eh. No, ma veramente? No, non dovevi, ma oggi non è Natale, non è il mio compleanno, non è San Valentino, perché? Ma dai non c è

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT Aldo, Giovanni e Giacomo Sketch del controllore (da 'Tel chi el telun) Aldo: Non c è bisogno che tira perché non è che scappo. Giovanni: Intanto ha allungato il passo. Aldo: Ho allungato il passo perché

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Cosa non farei per te

Cosa non farei per te Cosa non farei per te Un fotoromanzo per pensare a cura delle Peerleaders Il gruppo di amici... Paolo - 17 anni Gloria - 16 anni Andrea - 18 anni Sara - 18 anni Roberta - 16 anni Elena - 18 anni Martina

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

- 1 reference coded [1,06% Coverage]

<Documents\bo_min_1_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [1,06% Coverage] - 1 reference coded [1,06% Coverage] Reference 1-1,06% Coverage Ti lega il computer? Sì. Io l ho sempre detto. Io ho una visione personale. Anche quelli che vanno a cercare

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

TRE SORELLE - OLGA E IRINA

TRE SORELLE - OLGA E IRINA TRE SORELLE - OLGA E IRINA - Non ne posso più, non ne posso più... Olga - Amore, che hai? - Dove sono andate a finire tutte le speranze che avevo? Tutti i sogni?... Non andremo mai a Mosca, ormai lo so.

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Destinazione 22. Sigla

Destinazione 22. Sigla Destinazione 22 Buongiorno Maria! Mar. Ciao Luca! È un secolo che non ci si vede, no? Mar. È un secolo? Dai esagerato! Son stata una settimana in ferie, dai! Già, in vacanza, beata te! E come è andata?

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Sipario chiuso BUIO. LUCE sul proscenio. Genoveffa esce dal sipario e cammina sul proscenio. Anastasia esce dal sipario

Sipario chiuso BUIO. LUCE sul proscenio. Genoveffa esce dal sipario e cammina sul proscenio. Anastasia esce dal sipario Sipario chiuso BUIO GENOVEFFA (voce fuori campo): E ANDATEVENE TUTTI A FANKULO! LUCE sul proscenio Genoveffa esce dal sipario e cammina sul proscenio. GENOVEFFA: Branco di deficienti incapaci Anastasia

Dettagli

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Il punto di vista dell educatrice Pietro ha 20 mesi, già da 6 frequenta il Nido e il momento del pasto è vissuto con molta tensione: l

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto.

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto. L AZIENDUCCIA Analisi: Sketch con molte battute dove per una buona riuscita devono essere ben caratterizzati i personaggi. Il Cavalier Persichetti e il cavalier Berluscotti devono essere 2 industriali

Dettagli

festa per la famiglia o famiglia per la festa?

festa per la famiglia o famiglia per la festa? Natale: festa per la famiglia o famiglia per la festa? Inserto N. 4 2010 Bè provo un po a spiegarmi: ogni anno mi viene un certo nervosino perchè mi sembra che tutti: la tv, internet, gli amici, le pubblicità

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Lei e Lui. preparare la colazione. piangere disperatamente. pettinare i bambini. arrabbiarsi. dare l acqua alle piante. scrivere la lista della spesa

Lei e Lui. preparare la colazione. piangere disperatamente. pettinare i bambini. arrabbiarsi. dare l acqua alle piante. scrivere la lista della spesa 5 Lei e Lui 1 Chi fa cosa? Lavora con un compagno. Insieme guardate questa famiglia: lei, lui, un bambino e una bambina. È mattina, tutti si sono appena svegliati e si preparano per uscire. Secondo voi

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

L imperativo e i pronomi

L imperativo e i pronomi L imperativo e i pronomi 1. L IMPERATIVO DIRETTO ( TU, NOI, VOI) (TU) Prendi il caffè! > PRENDILO! (NOI) Prendiamo il caffè! > PRENDIAMOLO! (VOI) Prendete il caffè! > PRENDETELO! Con l imperativo diretto

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Sono molto agitata per questo trasferimento, non vedo l ora di andarci e stringere nuove amicizie anche perché qui, a Caserta, non ho molti amici.

Sono molto agitata per questo trasferimento, non vedo l ora di andarci e stringere nuove amicizie anche perché qui, a Caserta, non ho molti amici. Ciao a tutti, sono Nancy. Oggi dovrò trasferirmi a Scampia perché mio padre è stato trasferito lì per lavoro. Non so che aspettarmi da questo quartiere, non l ho mai visto e ho paura di non trovarmi bene.

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO

Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO Un amore nascosto Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO racconto A Mario, per ringraziarlo di avermi fatto scoprire cos'è l'amore. s ei e trenta in punto: lo squillo della sveglia non poteva essere che

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

SABATO, 31 AGOSTO. A volte mi chiedo se mamma sia completamente priva di CERVELLO. Certi giorni mi rispondo di sì. Come oggi.

SABATO, 31 AGOSTO. A volte mi chiedo se mamma sia completamente priva di CERVELLO. Certi giorni mi rispondo di sì. Come oggi. SABATO, 31 AGOSTO A volte mi chiedo se mamma sia completamente priva di CERVELLO. Certi giorni mi rispondo di sì. Come oggi. Tutto è cominciato questa mattina quando le ho chiesto se poteva comprarmi uno

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE CATERINA ROMANO 27/01/2012 Nonna, posso sedermi vicino a te? Ho paura. In televisione ci sono dei brutti film. Fanno vedere tante persone malate e dicono

Dettagli

«Vieni alla chiesa di Saint-Merri alle undici e vedrai se scherzo.» «Posso sedermi, potrei svenire da un momento all altro.» «Prego, accomodati pure,

«Vieni alla chiesa di Saint-Merri alle undici e vedrai se scherzo.» «Posso sedermi, potrei svenire da un momento all altro.» «Prego, accomodati pure, Domani mi sposo Domani mi sposo. Appena ho visto entrare Blanca nel piccolo locale dove stavo suonando, ho capito che l avrei sposata. Sembra impossibile ma è vero. Era l estate di due anni fa. Io strimpellavo

Dettagli

C eraunavoltaunpaiodicalzini

C eraunavoltaunpaiodicalzini C eraunavoltaunpaiodicalzini C era una volta un paio di calzini. Marta e Paolo erano i nomi di questi due calzini. Si erano conosciuti, innamorati e litigati per anni. Ora abitavano in via Cassetto n.

Dettagli

Federico Platania Il primo sangue Copyright 2008 Via Col di Lana, 23 Ravenna Tel. 0544 401290 - fax 0544 1390153 www.fernandel.it fernandel@fernandel.it ISBN: 978-88-87433-89-0 Copertina di Riccardo Grandi

Dettagli

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità introduttiva) 1) Trasforma al plurale i seguenti sostantivi: a) pizza b) spaghetto c) chiave d) cane e) casa 2) Completa il mini dialogo correttamente. Buongiorno Laura, (1)...

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Impiccata per il collo l han trovata, solo sedici anni aveva. Tutti accorsero a vegliar la bambina, tutti pronti a donar cordoglio, tutti indossavan

Impiccata per il collo l han trovata, solo sedici anni aveva. Tutti accorsero a vegliar la bambina, tutti pronti a donar cordoglio, tutti indossavan Le FIABE di LYN Le FIABE di LYN C era una volta una scrofa, molto allegra, intelligente, le avevano dato anche un nome: Rosa. Tutte le volte che la chiamavano lei accorreva, trotterellando, con la sua

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA

TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA (Buio, musica, voce narrante inizia a raccontare) VOCE NARRANTE Questa è la storia di Felice, un topolino che vive in un parco meraviglioso. FELICE IL TOPOLINO VIVE IN QUESTO

Dettagli