PRESIDENTE: Grazie al consigliere Rossi. Consigliere Bonafoni per comunicazioni.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRESIDENTE: Grazie al consigliere Rossi. Consigliere Bonafoni per comunicazioni."

Transcript

1 Consiglio comunale del 28/09/2009 comunicazioni APPELLO PRESIDENTE: 25 presenti. La seduta è valida. Nomino scrutatori: Stroppa Olindo, Monacelli Graziella e Bartocci Luigi. Sono le ore 9:41 ha inizio la seduta. Credo sia doveroso osservare un minuto di silenzio per ricordare le vittime del vile attentato di Kabul. (MINUTO DI SILENZIO) Comunico a tutti i consiglieri come è stato organizzato durante la conferenza dei capigruppo questo consiglio comunale. Relazione da parte dell assessore Patrimonio e finanze, (voci) lo sentite dopo. Illustrazione degli assessori, richiesta di chiarimenti 10 minuti, finiti i chiarimenti essendo il bilancio abbiamo concordato 30 minuti. Ci sarà l intervallo tra le 13 e 14,30 e il consiglio terminerà alle se abbiamo concluso altrimenti riprenderà domani mattina. Consigliere Rossi per comunicazioni. CONSIGLIERE ROSSI:Io volevo rendere noto a tutti una comunicazione che ci è arrivata ieri in forma cartacea è la comunicazione delle dimissioni di una parte del comitato tecnico scientifico delle Cartieri Miliani composto anche dall ex sindaco di Fabriano Castagnari. Leggendo la lettera e a seguito dell interrogazione che io ho fatto per far convocare questo comitato e per rimetterlo sostanzialmente in moto dato che è una struttura esistenze di raccordo tra comune e Cartiere di Fabriano, dispiace verificare che questo non è stato fatto e si è arrivati al limite estremo delle dimissioni di persone che rappresentato l intelligenza fabrianese e una parte importante della cultura del territorio. Credo che queste dimissioni rappresentino una sconfitta sia per l amministrazione che per tutta la società fabrianese. Grazie. PRESIDENTE: Grazie al consigliere Rossi. Consigliere Bonafoni per comunicazioni. CONSIGLIERE BONAFONI: Comunicazione che penso di dover fare al sindaco, se il sindaco non è presente non la faccio. Che ci parliamo fra di noi? (voci) Io voglio parlare con lui apposta. Allora innanzitutto noto con piacere che sono stati messi due altoparlanti. Non so se vi ricordate quanto ho fatto quell interpellanza. Non so se si sente meglio, io penso che due altoparlanti servivano anche laggiù in fondo. Comunque qualcosa è stato fatto, ci è voluto qualche mese ma qualcosa è stato fatto. La mia comunicazione signor sindaco, io ho aspettato che fosse entrato perché dovevo parlare proprio con il sindaco, riguarda l inaugurazione della scuola del borgo. Allora io dico, io la sera in televisione per caso, perché i programmi a quell ora non li vedo, ho visto che c era stata questa inaugurazione e io come consigliere comunale mi sono sentito non dico preso in giro ma anche offeso. Perché noi qui contiamo pochissimo, quelle poche cose che vengono portate a termine e anche con grossi sacrifici economici non vengono nemmeno fatte sapere ai consiglieri comunali che possono partecipate anche per vedere quello che è stato fatto. Io penso che Berlusconi ci cambia il palinsesto della rai quando deve consegnare le chiavi dei terremotati e noi che riusciamo a far qualcosa non lo facciamo sapere a nessuno. Erano Paglialunga, Ruggeri, e Sorci che stavano tagliando il nastro. io dico, questo per il consigliere comunale come Bonafoni è una presa in giro. Io ritengo che questa qui deve essere un usanza visto che abbiamo oggi la posta elettronica, i telefonini, abbiamo tutto,

2 Consiglio comunale del 28/09/2009 comunicazioni non vedo perché qui ci arrivano un sacco di inviti a manifestazioni varie, non vedo perché mai il comune.io non sono riuscito ancora a vedere la piscina per esempio. La piscina non è ancora stata inaugurata mi dicono, speriamo che quando la inaugurano ce lo facciano sapere. Allora io chiedo che il sindaco in occasione delle comunicazioni, visto che in consiglio comunale ci veniamo una volta al mese, qualche volta anche di più, ci comunichi tutte le opere che il comune appalta. Tutti i termini. L inizio lavori, chi ha preso i lavori, quanto è stato il ribasso. In modo che il consigliere comunale, fermato per la strada da un cittadino, da fastidio l autoparlante vero? Troppo forte. In modo che un cittadino che chiede al consigliere comunale questa cosa, il consigliere comunale deve essere informato. Perché noi invece qui siamo gli ultimi a saperlo e che figura facciamo nei confronti dei cittadini? Quindi io chiederei che venissi istituito che il sindaco ogni volta che ha qualcosa di nuovo ce lo raccontasse qui in consiglio comunale. Grazie.

3 PRESIDENTE: Grazie al consigliere Bonafoni. Allora punto 2 all ordine del giorno Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi Salvaguardia degli equilibri di bilancio esercizio finanziario 2009 ai sensi dell art.193 del D.Lgs.vo n 267/2000. Relaziona ass Boldrini. ASSESSORE BOLDRINI: Buon giorno a tutti. In relazione al riequilibrio di bilancio 2007 tutti quanti credo abbiano ricevuto la documentazione a corredo per 2009 scusate.tutti quanti hanno ricevuto la documentazione a corredo per cui parlerò velocemente sui numeri nella speranza che tutti abbiano avuto la possibilità di averla analizzata. NON ANNUNCIATO: Basta che non fai come altri assessori che leggono la velina. Quella l abbiamo letta anche noi. ASSESSORE BOLDRINI: Non la leggo mai se mi conosci. Allora la commissione finanze ha ricevuto invece ulteriori approfondimenti analitici che credo poi siano stati passati sia ai consiglieri di maggioranza che a quelli di minoranza per l opportuna informazione e conoscenza. Il riequilibrio di bilancio 2009 si chiude con un applicazione dell avanzo di amministrazione dell anno precedente pari a 2milioni e 815 mila euro circa. Di cui un milione e 156mila euro è utilizzo applicazione dell avanzo di amministrazione libero e 776mila euro frutto dell avanzo di amministrazione vincolato. Questo è per arrivare subito al cosiddetto assassino. Veniamo adesso invece a monte a capire le ragioni per le quali si è generata questa necessità. Allora se andiamo indietro il bilancio 2009 considerata la situazione estremamente critica aveva iniziato un percorso di estrema austerità. Questo era dovuto soprattutto al fatto che la crisi socio economica del territorio aveva comportato spontaneamente una riduzione delle entrate correnti, quindi quelle che vanno a finanziare la spesa corrente per il 5% prima. Tanto è vero che l accertato delle entrate correnti 2008 e il previsionale delle entrate correnti quindi titoli 1,2,3 previsto nel bilancio appunto previsionale 2009 vedevano una riduzione di questa pari al 5% con una riduzione totali pari a 1milione 533mila euro. Di questo uno dei nodi cardine dei punti principali che il comune, che l amministrazione aveva voluto comunque mantenere inalterato era la salvaguardia dei servizi sociali prestati ai cittadini, quindi è chiaro che la riduzione del milione e mezzo andava spalmata dal punto di vista di gestione corrente nella riduzione di tutta un altra serie di spese lasciando inalterato se non addirittura aumentando quello che era l impatto delle spese correnti per i servizi al cittadino. Soprattutto per far fronte, ribadisco, sempre per effetto della crisi, a quelli che potevano essere i problemi sorti nella popolazione meno abbiente, più disagiata, che è stata colpita maggiormente da questa crisi. Premetto che l attuazione dei piani programmatici che sono stati presentati nel previsionale 2009 è stata mantenuta e quindi ad oggi si presenta in maniera coerente. È chiaro che il bilancio si fondava soprattutto sul fatto che le entrate seppur ridotte fossero state mantenute e questo era l aspetto principale.

4 Secondariamente le spese escluse i servizi sociali sarebbero state tutte ridotte tenendo conto delle priorità. In questo il comune ha fatto un grosso sacrificio tagliando tutta quella che era l area dei contributi, tutta quella che è l area delle attività turistiche, culturali, sociali, diciamo di raggruppamento sociale. In particolare sono state anche ritardati nel tempo 2 aspetti importanti, 2 progetti fondamentali, uno è il trasferimento della biblioteca nei locali delle conce che doveva avvenire nelle previsioni iniziali a settembre di questo anno, il secondo era il trasferimento nella nuova sede comunale della ex allegretto di Nuzio e quindi la razionalizzazione di un po tutti gli uffici comunali con un'unica sede centrale che avrebbe permesso una maggiore efficienza della macchina comunale. Questi 2 progetti che più o meno ammontavano a circa 500mila euro a grandi linee entrambi. Sono stati ritardati per contenere ulteriormente le spese correnti. Pur tuttavia questi effetti non sono stati sufficienti e quindi vado un po a evidenziare che cosa è successo nelle entrate rispetto a quello che avevamo previsto a marzo A livello del titolo primo e quindi a livello delle entrate tributaria abbiamo rilevato ad oggi un minor gettito per effetto dell irpef che è stato stimato essere pari a 500mila euro. Questo minor gettito deriva dal fatto che la classe contributiva più rilevante e cioè quella che sta nella fascia mila euro che rappresenta il 75% della popolazione che è fatta soprattutto di quella manodopera metalmeccanica che è il cuore della città fabrianese, per effetto della crisi, in primis dell Antonio Merloni, poi a seguire dell indotto, ma della crisi di tutto il territorio fabrianese è slittata nella classe sottostante e quindi una grossa fetta è passata dalla fascia in cui pagava un minimo a quella di esenzione che se ricordate il comune di Fabriano ha fissato essere 12mila euro. Questo effetto ha fatto si che il minor gettito previsto per il 2009 anche a fronte di quello che è entrato ad oggi è esattamente pari a 500mila euro per cui si passa da un valore di stima di 2 milioni 700 mila euro a 2milioni 200mila euro. Un altro grande effetto di riduzione è che abbiamo avuto l effetto del sisma. È vero che questo era già stato recepito nelle entrate correnti ma il sisma ha terminato di produrre i suoi benefici effetti a livello del comune di Fabriano e il comune si vede ridurre anno dopo anno un trasferimento dallo stato pari a 408mila euro l anno. Questo anno abbiamo avuto i primi 400 i prossimi anni avremo gli altri fino al completamento di una cifra che vale intorno ai 2 milioni e 700mila euro. Il terzo effetto è l effetto ici prima casa. La legge finanziaria 2008 prevedeva un trasferimento dal governo ai comuni per compensare l annullamento della tassazione ici sulla prima casa che era pari all 80% dell accertato l accertato 2008 il comune di Fabriano era pari a 1 milione 750 mila euro circa per cui ci aspettavamo un milione 400mila euro circa, in effetti sono stati resi disponibili solamente un milione e 200 mila euro. Questo ha influito per cui nelle casse comunali per ulteriori 450 mila euro. Vedete che a livello di (voci) titolo uno, due, tre, quattro che vanno a finanziare sia la spesa corrente che la spesa in conto capitale abbiamo, per effetto di queste voci principali e per effetto di ulteriori trasferimenti (voci) 1milione 743 mi pare, ho detto 750 perché non mi ricordo (voci) un milione e 209. (voci) 450. c è scritto sulla finanziaria 2009, diciamo lo stato ha promesso questi, fatto salvo che (voci) ulteriori verifiche, se ci saranno più soldi ne arriveranno di più. Però in questo momento la cifra promessa è pari ad un milione e 209 mila euro. Quindi queste 2 voci unite a dei minori trasferimenti che però valgono circa 90mila euro sono cose piccole, più che altro vincoli, entrate con vincoli di spesa, parliamo di un milione e 50mila sul titolo primo. Dal lato delle maggiori uscite abbiamo poi delle spese per la gestione

5 corrente che aumentano per circa 900 mila euro. Così come aumentano le spese per investimenti di altri 900 mila euro. Per cui il totale dei fabbisogni del comune di Fabriano sono pari a 1milione e 50mila euro di minori entrate, un milione e 770mila euro di maggiori uscite. Abbiamo 2milioni e 815 mila euro come variazione. Dal lato delle fonti che vanno a finanziare queste esigenze abbiamo avuto altri trasferimenti incrementati per altri 90mila euro che più o meno pareggiano i minori trasferimenti dall altro lato. Abbiamo avuto delle entrate per servizi a domanda individuale, proventi vari che crescono di 355mila euro ma anche qui c è un lascito che è stato fatto al comune di Fabriano per 200mila euro per cui di questi 355, 200mila euro sono un lascito e quindi una posta del tutto straordinaria e in più la differenza, parte di questa vale 85mila euro e non è altro che il comando della dottoressa De Simone presso la regione Campania e quindi il ritorno al comune di Fabriano della parte dello stipendio della dottoressa De Simone. Per cui vedete che su 440mila euro di maggiori entrate la bellezza di 285 sono poste straordinarie più altri 90 mila euro sono trasferimenti maggiori da enti pubblici. Sia per spesa corrente che per spesa in conto capitale e quindi arriviamo a 370 mila euro circa, 70 mila euro sono le maggiori entrate accertate e sono tutti valori diciamo abbastanza irrisori, abbiamo maggiori proventi per la Tosap, qualche provento in più per le multe comunali ma parliamo di 7/8mila euro. Dal lato poi delle uscite, diciamo che vanno a finanziare ma rappresentano invece una voce di minori uscite, abbiamo invece minori spese pari a 148mila euro e minori per la gestione corrente pari a 296mila euro, queste sono tutta una serie saving che si sono potuti realizzare nel corso della gestione corrente. Quindi vediamo che a fronte di una necessità di 2milioni 815mila euro dalla gestione corrente siamo riusciti a trovare attraverso maggiori entrate e minori spese 885mila euro, la differenza appunto è quella che è stata rilevata applicando l avanzo di amministrazione sia per quello che riguarda libero, 1milione 156mila euro, sia per quanto riguarda il vincolato 776mila euro. D'altronde l applicazione dell avanzo di amministrazione è una delle attività previste nel regolamento della gestione dell ente pubblico quindi pur rappresentando un fenomeno del tutto straordinario, tanto è vero che l indicazione che l amministrazione di concerto con il collegio dei sindaci revisori e con il dirigente dei servizi finanziari ha inteso dare, tutte le maggiori entrate che saranno accertate da qui a fine anno saranno utilizzate per ridurre l avanzo di amministrazione applicato. Questo sempre per tenere in considerazione il fatto che se vi ricordate il dato iniziale, il comune di Fabriano ha residui passivi per 40milioni di euro e residui attivi per 35milioni di euro, generando questo nel caso in cui si manifestasse la necessità di un totale rimborso dei debiti e totale incasso dei crediti uno sbilancio pari a 5 milioni circa, per cui l avanzo di amministrazione che era stato prodotto nel 2008 pari a 4milioni e 182 mila euro non sarebbe stato nemmeno sufficiente. PRESIDENTE: Per cortesia io credo che sia interessante le relazione dell assessore. Quindi questo vociare non facilita la spiegazione da parte dell assessore. ASSESSORE BOLDRINI: E chiaro che l indicazione l utilizzo e l applicazione dell avanzo di amministrazione genera se vogliamo un possibile stato di tensione nella gestione dell ente e quindi pur

6 essendo previsto dalla normativa e quindi da un punto di vista di legge l amministrazione è perfettamente in regola, diciamo è intento di questa amministrazione provvedere a ripianare l applicazione dell avanzo con tutte le eventuali maggiori entrate o minori spese dovessero verificarsi da qui alla fine dell anno. Io terminerei qua anche perché lascerei successivamente i chiarimenti visto che comunque come da richiesta del consiglio all unanimità sono stati forniti tutti i dati analitici comprensivi delle descrizioni e quindi ognuno ha avuto nelle sedi opportune le possibilità di analizzare i dati. Grazie PRESIDENTE: Io credo che sia importante che gli assessori illustrino.bonafoni che c è? È successo qualcosa agli altoparlanti? Non si sente quando parlo io? (voci) io ce l ho vicino il microfono. CONSIGLIERE CARMENATI: Uno, due,tre prova. PRESIDENTE: Consigliere Tini ha la parola. CONSIGLIERE TINI: Io presidente volevo dirlo prima ma lo dico adesso in modo che.tu nella comunicazione di oggi, adesso senza far polemiche, io sono andato a verificare, hai scritto che dal giorno 22/09 tutta la documentazione è a disposizione dei consiglieri, io sono andato a vedere lì sopra e non c è un accidente. Allora per cortesia volete, adesso io so che alcune cose stanno negli uffici puoi far portare (voci) dicevo questo, il presidente sulla convocazione di oggi ha scritto che dal giorno 22 è a disposizione. Io è vero che alcune carte erano pronte nei giorni passati non ho avuto tempo ma adesso nel mentre Boldrini stava parlando io sono andato a prendere lì nei fascicoli presidente, non c è nulla di quello che tu dici nella convocazione. Gradirei che la documentazione, tutta la documentazione inerente, come dice lo statuto regolamento, qui perché c è un andazzo che dura da anni. Tutti i documenti relativi ai fascicoli di cui stiamo parlando possibilmente siano portati nel tavolo a disposizione dei consiglieri che allora tante cose evitiamo anche di chiederle. Se ci vuole un quarto d ora aspettiamo un quarto d ora però per cortesia, qui dal 22/9 presidente non c è niente. Capisci che diventa difficile? Grazie. PRESIDENTE: Quali sono i documenti che non ci sono? CONSIGLIERE TINI: Presidente, lei è un vecchio consigliere comunale perciò non mi faccia il palleggio senno veramente..li ci sono solo le veline. I documenti di supporto alle veline, i fascicoli degli argomenti sono a disposizione. I fascicoli si intendono la pratica, tutte pratiche inerenti gli argomenti di cui stiamo parlando. È vero che è un andazzo che dura da tempo che non ci portate niente però gradirei oggi di avere a disposizione tutti i fascicoli inerenti i 3 argomenti di cui stiamo parlando. Grazie. Per fascicoli si intende

7 chiaramente tutta la documentazione di supporto. C è solo la velina. Ci sono solo le veline lì ci ho guardato adesso presidente. Non c è altro. Adesso non so se ho visto male ma ho visto che lì c è solo PRESIDENTE: Consigliere Tini siccome adesso deve ascoltare la relazione degli assessori, quindi se ascolta la relazione degli assessori. CONSIGLIERE TINI: io dico che qui si parla viste le relazione degli uffici, visto quello,(voci) no quella è l attuazione dei programmi, tu non c entri niente. qui per fascicoli si intende chiaramente tutta la documentazione di supporto che ha fatto scaturire i documenti che oggi ci avete presentato. Guarda che sto dicendo delle cose talmente ovvie e normali che sembra che adesso sto dicendo chissà che. È vero che è un andazzo che dura da tempo ma fino a qualche anno fa c era il buon gusto che un consigliere andava lì e trovava la relazione dell ufficio, la firma del dirigente, qui invece non c è niente. C è solo la velina che ci avete mandato a casa. Punto. Se uno legge la velina, sulla velina si dice viste le richieste dei dirigenti, viste le richieste degli assessori, visto questo e l altro cosa vedo se lì non c è niente? Io chiedo, in mattinata possibilmente, che tutta la documentazione sia messa a disposizione dei consiglieri comunali che hanno voglia di guardarselo. Grazie. PRESIDENTE: Grazie Tini, chi è l assessore che comincia? Assessore Sonia Ruggeri per lo stato di attuazione dei programmi. ASSESSORE RUGGERI: se non c è silenzio io non comincio. (voci) Diversamente dal solito io inizierò a fare questa relazione sullo stato dei programmi partendo dalle cifre. Anche perché la relazione in maniera dettagliata è stata allegata alla velina. Inizialmente quindi nel bilancio di previsione 2009 la cultura aveva questi finanziamenti che io evidenzio nei vari capitoli. Relativamente alla biblioteca 2 erano i capitoli, 1164 e 1272, inizialmente questo assessorato aveva 54mila euro. 40 mila più 14 mila. 14mila per l acquisto dei libri, 40 mila per arredi e attività legate ad azioni culturali strutturate legate alla biblioteca e volte a rendere fin dall inizio la biblioteca non solo luogo di conservazione ma anche luogo di discussione e di dibattito culturale. Relativamente alla pinacoteca aveva inizialmente 65 mila euro. Questi 65mila euro servivano alla gestione della pinacoteca, poi nel dettaglio anche gli atti, e in parte minima servivano anche per eventi tipo la partecipazione all evento internazionale la notte dei musei alcune celebrazioni, alcuni laboratori didattici che abbiamo iniziato sia con le scuole che con gli adulti e quindi anche qui attività culturale volta a dare vita a questi spazi. Quindi 119 mila per queste 2 istituzioni culturali. Poi c era il capitolo dei cosiddetti contributi che in realtà nella cultura non sono erogati a pioggia ma sono legati ad una progettualità indicata proprio, avete visto c era anche lo schema, nella relazione di previsione, bilancio di previsione. I contributi, la somma totale dei contributi era 61mila e 500 così divisa: 34mila per la convenzione per la banda che è un servizio istituzionale ed è convenzionato. Secondo convenzione ogni anno noi prevediamo 34mila. 14mila il teatro dei ragazzi e poi c erano altri 13mila e 500 venuti dall esterno che in realtà sono serviti per fare il convegno

8 internazionale sul monachesimo, opera prima che ha visto appunto la rappresentazione di un opera prima con tutti i cori e l orchestra marchigiana regionale, scritta appunto questa opera prima da un nostro talento musicista fabrianese. Poi altri eventi, soprattutto questi 2 eventi, in realtà ecco quindi questo Sono serviti per gli eventi dei giovani, all interno di questo la notte bianca. Ecco queste 3 cose, quindi con donazione. Poi c era in un altro capitolo il teatro. Noi avevamo inizialmente 200mila euro. Poi avevamo indicato in un capitolo che è una partita di giro, quindi significava che sarebbero dovuti entrare dalla provincia e regione poi vi mostrerò che ne sono entrati Poi c era un altra partita di giro per l orientamento musicale, i corsi di orientamento musicale, 6mila e questi sono entrati ed usciti. Poi c era una quota, questa invece dal bilancio comunale, quota di iscrizione all Amat. 2mila e 5 e tale è stata. Per cui potremmo dire che inizialmente il bilancio relativo alla cultura aveva 397mila e mila costituite dal teatro quindi 200 il teatro e il resto 197mila. Nel corso dell anno che cosa è successo?nel corso dell anno è quella che oggi andremo a discutere, relativamente a questo bilancio iniziale noi abbiamo una richiesta ulteriore per poter coprire la stagione teatrale fino al dicembre 2009 di 40mila euro. Cioè si chiede per il teatro ulteriori 40mila euro oggi. Poi che cosa ci ha di correttivo? Le entrate che sono venute e precisamente prima dicevo che le entrate sono 28mila 805. così in realtà distinti. Abbiamo 4mila euro entrate dalla provincia per finanziare la borsista che sta operando all interno della catalogazione informatica. Sono poi entrati il resto, quindi facciamo la differenza 28mila 805 euro, sono entrati 7305 euro per un progetto che abbiamo vinto con coabita che è servito ad attivare la sezione multiculturale in biblioteca ed è servito anche a fare alcuni convegni tra cui ottobre piovono libri che ci sarà nel mese di ottobre. Poi sono entrati sempre con la legge 75, perché siamo risultati, è stato approvato anche questo progetto, relativo al trasferimento della biblioteca quindi biblioteca e centro di educazione ed apprendimento per tutta la vita, per gli adulti, che abbiamo fatto e che si realizzerà con il trasferimento della biblioteca. Eravamo pronti a livello progettuale, per motivi finanziari il trasferimento è stato rinviato a dicembre. Noi abbiamo avuto per questo progetto dalla provincia, secondo la legge regionale euro. Quindi 28mila 805. poi abbiamo avuto, questo l accordo di programma lo abbiamo discusso ed approvato in consiglio comunale per il famoso progetto legato alla biblioteca e alla pinacoteca abbiamo in realtà avuto un finanziamento di 3milioni 566mila euro. Perché ho voluto in realtà in maniera puntuale evidenziare le cifre del budget? Perché in realtà innanzitutto per correttezza e trasparenza nei confronti del consiglio comunale, dei consiglieri comunali e della città tutta. Poi perché in realtà noi forse possiamo dimostrare che nonostante una somma non ingente relativamente alla cultura e nonostante un ufficio tutt altro che macchinoso e numeroso all interno della cultura, però facendo squadra tra di noi, facendo squadra con gli uffici e io ringrazio il personale a disposizione per la competenza e l entusiasmo che ha messo e facendo squadra, un patto con la città di Fabriano in realtà noi siamo riusciti a raggiungere nell ambito della cultura quegli obiettivi che inizialmente ci siamo proposti e forse per alcune scelte obiettivi di mandato. Noi ci eravamo dati come priorità la biblioteca, la biblioteca è stata informatizzata, come avevamo del resto è un approvazione la richiesta di entrare nel polo provinciale bibliotecario per poter in realtà aderire al sistema bibliotecario nazionale. È avvenuta nel mese di agosto l avevamo passato in consiglio comunale ed in realtà in pompa magna è avvenuta giovedì scorso dove ci

9 siamo incontrati all interno del polo provinciale quasi tutto il territorio della provincia di Ancona in realtà ha aderito. Abbiamo anche costruito un rapporto con gli altri comuni non solo della provincia ma anche montani, con la comunità anche montana soprattutto aderendo noi al polo nazionale per la preziosità del nostro istituto culturale ma cercando di mettere in rete, fare sistema relativamente alle attività didattiche. Abbiamo in realtà avuto una borsa di studio per catalogare, le forze le abbiamo cercate tutte ed abbiamo anche, qui non è compreso ma saranno pagate, hanno vinto 2 borse di studio in provincia 2 persone per 2 progetti interni. Uno per l archivio, un altro impegno che noi avevamo fissato come obiettivo e anche per quanto riguarda la promozione nel museo. Quindi noi relativamente alla biblioteca su cui abbiamo puntato il regolamento si sta costruendo. Alcune cose sono ancora da fare però molti obiettivi volti a cambiare il volto di questa istituzione culturale e che farà un passo ulteriore andando alle Conce, ecco preparandosi al progetto che è fondamentale. Relativamente al teatro, altro polo culturale, io parlo di questi poli che voi sapete bene sono da inserire all interno del piano territoriale-culturale integrato che prevede la messa in rete non solo di questi poli e degli assessorati e di altri poli della città ma prevede anche l apertura alle frazioni e questo abbiamo tentato di farlo soprattutto quest anno a livello di operazioni culturali valorizzando fortemente anche alcuni luoghi importanti delle frazioni, ne cito alcuni ma ce ne sono diversi: uno è Precicchie che ormai sta diventando e ci stiamo strutturando per il cinema, Argignano e così via. Relativamente (voci) volevo dire a livello di metodo abbiamo iniziato, l altro giorno eravamo a braccetto con l Assessore Balducci Cultura e Turismo perché abbiamo iniziato all interno del distretto culturale anche a tessere e realizzare alcune iniziative insieme a comuni non solo marchigiani ma anche dell Umbria. Relativamente al teatro siamo forse un pochino in ritardo per motivazioni che in realtà sono sotto gli occhi di tutti. Noi avevamo detto di iniziare a lavorare per concretizzare una forma di gestione che lo stesso consiglio comunale aveva approvato. Vari eventi ci sono stati, cambi di amministrazione, soggetti importanti del territorio, impegno per il prossimo futuro da subito è continuare a lavorare su questo aspetto. Relativamente alle azioni culturali noi avevamo detto che il piano culturale e territoriale integrato aveva 3 micro piani, la riorganizzazione delle istituzioni culturali, le azioni culturali e il piano dell offerta formativa. Le azioni culturali abbiamo iniziato a strutturarle in modo che Fabriano possa diventare polo di attrazione e naturalmente abbiamo costruito questo lo voglio dire, potrebbe sembrare uno sminuire le azioni culturali del nostro territorio, noi quest anno abbiamo vista anche la scarsezza dei finanziamenti, abbiamo voluto valorizzare fortemente i talenti del nostro territorio. Facendoli dialogare ed aprire anche, perché ci sono stati degli eventi a livello nazionale e internazionale importanti quindi confrontare anche a quei livelli. Opera prima è stato uno di questi, ma tanti altri eventi importanti che incominciano a fare di Fabriano centro di attrazione. Relativamente al discorso formativo sapere tutti che una delle preoccupazioni su cui però stiamo lavorando fortemente è l Unifabriano e stiamo lavorando, si incominciano ad aprire delle porte per poter speriamo, ritornare non solo ad attivare ciò che temporaneamente è stato sospeso ma a valorizzare. Puntando anche sui servizi del nostro territorio soprattutto a livello formativo quei servizi socio sanitari che vanno a braccetto con i grandi investimenti che sono stati fatti in questo settore. Relativamente alla scuola al piano dell offerta formativa ci stiamo preparando. Noi in questo lasso di tempo futuro che dovremmo in realtà vivere ed elaborare ci attende

10 un grosso obiettivo che è il piano dell offerta formativa del nostro territorio. Un piano dell offerta formativa che possa creare innanzitutto teste pensanti. Accrescere la cultura e che in qualche misura mantenendo le identità che sono già presenti nel nostro territorio cogliendo le vocazioni, ecco, possano permetterci di proiettarci verso il futuro in questo momento di svolta epocale. A livello regionale le linee programmatiche, hanno deciso di non fare il piano di dimensionamento questo anno per il prossimo anno scolastico, per cui noi abbiamo deciso di iniziare a lavorare subito intorno ad un tavolo dove saranno presenti non solo il comune di Fabriano ma i comuni montani dell entroterra assieme alle istituzioni scolastiche e lentamente con gli attori importanti della società civile elaboreremo noi una proposta nostra, le istituzioni debbono essere protagoniste per rilanciare il territorio anche a livello formativo. Cosa ci attende per il futuro? Io dicevo prima, abbiamo fatto già delle scelte strategiche, se andiamo veramente ad esaminare in profondità la cosa, una delle più grandi scelte strategiche per ciò che riguarda la cultura è stato quello di aver dato l avvio al piano strategico o meglio alla riorganizzazione e anche alle azioni culturali all interno di un ottica prevista dal piano strategico. Ora se noi non continueremo a considerare importante e strategico la cultura, l istruzione, l educazione, la formazione, più volte l abbiamo detto ma insieme facendo squadra con la città dovremmo dimostrare, queste scelte importanti e strategiche verrebbero meno. Quindi l impegno è quello di fare squadra pur sapendo di avere poche risorse ma vedete le risorse possiamo trovarle anche fuori se siamo bravi. Dobbiamo però fare squadra, io insieme a Giovanni Balducci in questi giorni ho partecipato a convegni insieme a un comune dell Umbria. Ieri sera abbiamo sentito il nostro governatore fare un discorso importante. Fare un discorso importante che io voglio porre qui all attenzione proprio perché secondo me è una sfida che se noi accogliamo potrà aiutarci a cogliere questa svolta. Noi viviamo, l abbiamo detto tante volte ma non sono parole ormai sono fatti, noi viviamo in una economia, in una società che è della conoscenza quindi chi non ha conoscenze, chi non ha cultura, oggi è perdente. Allora noi dobbiamo cambiare il nostro approccio alla realtà, nuove chiavi interpretative, nuove chiavi che ci permettono di trovare nuove forme gestionali e nuove chiavi che ci permettono in realtà di capire come solo passando attraverso l istruzione e la formazione e l educazione e quindi la cultura, che poi la cultura è custodita nei nostri musei eccetera, le nostre scuole. Se non passiamo attraverso la valorizzazione di questa nuova visione. Di questo nuovo approccio noi non saremo in grado neppure di essere innovativi dal punto di vista tecnologico, dal punto di vista del modello industriale. Quindi non dobbiamo fare uno iato. Perché diventa motore di sviluppo la cultura insieme al turismo, all ambiente eccetera? Perchè in una società della conoscenza chi non ha saperi, conoscenza e cultura è povero e incapace di affrontare le sfide del reale per cui non può fare altro che limitarsi a piangere, assistere e non trovare nuove vie di sviluppo. Quindi tanto abbiamo fatto però tanto di più ci attende e ciò che ci attende chiede in noi stessi politici, forse la società civile l ha capito di più, una conversione. PRESIDENTE: Grazie all assessore Sonia Ruggeri, l assessore Costantini ha la parola per la relazione dello stato di attuazione dei programmi

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 Direzione Generale per il Terzo Settore e le Formazioni Sociali RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 A seguito della soppressione dell Agenzia per il Terzo Settore (ex Agenzia per le Onlus), le relative

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE)

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE) Per accedere al IV Conto Energia è necessario superare 4 step per i grandi impianti. Questo documento ha lo scopo di analizzare in dettaglio ognuna delle fasi, presentandovi il quadro generale e offrendovi

Dettagli

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione 10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione LA MAPPA Il RAV non è solo prove Invalsi, ci sono molte altre cose da guardare in una scuola: i processi organizzativi, la didattica, le relazioni, ecc.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro REGIONE VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato, e Non-Profit Direzione Regionale per i Servizi Sociali - Servizio Prevenzione delle devianze D.G.R. 4019 del 30/12/2002 FONDO REGIONALE

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli