Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie"

Transcript

1 Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar attnzion nlla prdisposizion dll clausol contrattuali. Purtroppo, l analisi di contratti di sttor rivla la prsnza di clausol contrari all disposizioni dll Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas vssatori ai snsi dl Codic dl Consumo. Storicamnt, la libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica si è ralizzata in Italia pr fftto dl Dcrto Lgislativo n. 79/1999, ch ha rcpito la Dirttiva 96/92/CE, concrnnt l norm comuni pr il mrcato intrno dll nrgia lttrica. Il dcrto dl 1999 ha stabilito ch sono compltamnt libr l attività di produzion, importazion, sportazion, acquisto vndita di nrgia lttrica, mntr l attività di trasmission dispacciamnto sono risrvat allo Stato, il qual l attribuisc in concssion al Gstor dlla Rt Trasmission Nazional (GRTN). Pr trasmission si intnd l attività consistnt nl trasporto nlla trasformazion dll nrgia lttrica sulla rt intrconnssa ad alta tnsion; pr dispacciamnto, invc, si intnd l attività dirtta a impartir disposizioni pr l utilizzazion l srcizio coordinato dgli impianti di produzion, dlla rt di trasmission di srvizi ausiliari. Il GRTN provvd a connttr alla rt di trasmission nazional tutti i soggtti ch n facciano richista, nl risptto di dtrminat rgol tcnich di condizioni tcnico-conomich di accsso di intrconnssion fissat dall Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas. Inoltr il GRTN fornisc ai soggtti rsponsabili di ogni altra rt dll Union uropa intrconnssa con la rt di trasmission nazional, l informazioni ncssari pr garantir il funzionamnto sicuro d fficint, lo sviluppo coordinato l introprabilità dll rti intrconnss. La distribuzion è il trasporto la trasformazion di nrgia lttrica su rti di distribuzion a mdia bassa tnsion pr l consgn ai clinti finali. 1 L autor ringrazia pr la collaborazion il dott. Giuspp Tondi la dott.ssa Francsca Epifani. Eliana Romano Camra di Commrcio di Milano numro 2/2008 Argomnti Mrcato 103

2 L attività di distribuzion vin svolta da imprs ch oprano sulla bas di concssioni rilasciat dallo Stato. L attività di vndita dll nrgia lttrica è srcitata dai cosiddtti clinti grossisti, ch acquistano vndono nrgia lttrica snza srcitar l attività di produzion, trasmission distribuzion. Il D.Lgs. n. 79/1999 ha il compito di individuar la figura dl clint idono com la prsona fisica o giuridica ch ha la capacità di stipular contratti di fornitura con qualsiasi produttor, distributor o grossista sia in Italia sia all stro, in rifrimnto a sogli di consumo, inizialmnt fissat in 30 GWh/anno, poi ridott a 20 dal 1 gnnaio 2000, infin, a 9 dal 1 gnnaio A dcorrr dal 1 luglio 2004 è stato ritnuto clint idono ogni clint final non domstico, mntr dal 1 luglio 2007 è clint idono ogni clint final, ralizzando, di fatto, la pina libralizzazion dl sttor dll nrgia lttrica. Il principio ispirator posto alla bas dl D.Lgs. n. 79/1999 sta nl fatto ch il mrcato lttrico, prima dlla riforma, ra concntrato in un solo oprator intgrato, l Enl, ch avva il compito di curar ogni fas dl sttor lttrico consistnt, in particolar, nlla gnrazion o produzion, trasmission, dispacciamnto, distribuzion vndita di nrgia lttrica; il dcrto ha disposto, scondo opportun norm, la sparazion socitaria propritaria, a sconda di casi, di ciascuna di qust fasi. In qusto modo, attravrso la sparazion, ciascuna fas vin opportunamnt rgolamntata in modo da ottnr l migliori condizioni pr garantir l ffttiva ralizzazion dll aprtura dl mrcato. Tal aprtura dovrbb garantir l ingrsso di capitali privati una concorrnza tra moltplici opratori con il fin ultimo di avr tariff più bass risptto a una situazion di monopolio, confrndo, poi, a particolari soggtti a carattr pubblico, il compito di ottimizzar il funzionamnto dl mrcato. In sguito al D.Lgs. 79/1999, attuandosi una division socitaria dlla rt di trasmission nazional prcdntmnt possduta da Enl, è nata una nuova socità ch gstisc sclusivamnt tal tipo di infrastruttura, dnominata Trna. Insim alla gstion dlla trasmission di nrgia lttrica, a Trna vin affidata anch la funzion di dispacciamnto, ovvro la gstion in tmpo ral di flussi di nrgia lttrica sulla rt, in modo da garantir nll unità di tmpo la prftta uguaglianza tra nrgia immssa in rt d nrgia consumata, condizion irrinunciabil pr il corrtto funzionamnto dl sistma lttrico. In qusto modo, nl novmbr 2005, attravrso la nascita di Trna, è divnuta oprativa la riunificazion di proprità gstion dlla rt di trasmission nazional. 104 numro 2/2008 Argomnti Mrcato

3 Il ruolo dll Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas pr la tutla di consumatori In qusto sttor, oltr alla Camra di Commrcio, 2 il principal organo prposto alla tutla di clinti dl mrcato è l Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas, un autorità indipndnt con lo scopo di favorir il pino sviluppo di un mrcato concorrnzial nl sttor dll nrgia in sguito alla sua privatizzazion. Nll anno 2006 l Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas ha msso in campo un incisiva attività pr la tutla dl consumatori; in particolar, nl maggio 2006, con la Dlibra n. 105, è stato adottato il Codic di Condotta Commrcial pr la vndita di nrgia lttrica ai clinti finali. Tal Codic è ntrato in vigor il 1 gnnaio 2007 con l obittivo di prscrivr, a carico di soggtti vnditori, spcifici obblighi di comportamnto, primo tra tutti qullo di informazion, nl contatto con i possibili clinti nlla fas di formazion dl contratto di fornitura con gli stssi. Il principio posto alla bas dlla dlibra introduttiva dl Codic di Condotta Commrcial sta nl fatto ch, in un sistma di mrcato ormai compltamnt libralizzato, la concorrnza tra i vari opratori dovrbb fornir sufficinti garanzi sull possibilità, pr tutti i clinti finali, di disporr di un srvizio di qualità adguata all propri signz a un przzo ragionvol. Attravrso l aprtura dl mrcati, infatti, i consumatori hanno la possibilità di oprar una sclta fra una vasta gamma di offrt a przzi diffrnziati; tuttavia, la rsistnza al cambiamnto dl fornitor costituisc un ostacolo alla crazion di condizioni concorrnziali una barrira all ntrata pr i nuovi opratori. In qust ottica, il Codic di Condotta Commrcial prvd un informazion complta, corrtta comprnsibil, al fin di consntir ai clinti di conoscr l carattristich l condizioni conomich dl srvizio di confrontar l offrt, bnficiando appino dll aprtura dl mrcato dlla consgunt nascita di un rgim concorrnzial. In lina gnral, il Codic di Condotta Commrcial si applica a tutti i soggtti srcnti l attività di vndita di nrgia lttrica ni confronti di clinti idoni finali connssi a bassa tnsion. Indicando l informazioni minim rlativ all condizioni conomich contrattuali di un offrta commrcial ch dbbono ssr rs not ai clinti prima 2 La Camra di Commrcio ha il compito di garantir la corrttzza di rapporti di mrcato, com part trza risptto agli intrssi coinvolti. Tra l vari funzioni ch l sono stat attribuit dalla Lgg 580/93, c è qulla dlla rgolazion dl mrcato, con il compito di controllar la vntual abusività ni contratti stipulati con i consumatori (art. 37 co. 1) al fin di vitar ch si cri uno squilibrio di diritti obblighi drivanti dal contratto, con il compito di promuovr la trasparnza dl mrcato anch ni sttori di pubblica utilità. Il mrcato dll nrgia lttrica, poi, costituisc un smpio mblmatico di sttor dov si possono rinvnir vntuali squilibri contrattuali a danno dl consumator giacché il modllo di fornitura di nrgia lttrica, attualmnt concorrnzial, prima dlla libralizzazion ra basato su un monopolio lgal sia orizzontal sia vrtical in tutt l fasi dlla filira produttiva. Nl sttor, la Camra di Commrcio di Milano ha già msso vari parri (Parr sulla somministrazion di gas d nrgia ai consumatori [2000], Equilibri contrattuali nlla fornitura di gas mtano all PMI dl 6 dicmbr 2005, Parr sulla fornitura di nrgia lttrica all PMI dl 31 ottobr 2007). numro 2/2008 Argomnti Mrcato 105

4 dlla conclusion di un contratto, fissa, allo stsso tmpo, l rgol di corrttzza da ossrvar nlla promozioni dll offrt commrciali. Inoltr, pr tutti i contratti stipulati fuori dai locali commrciali dll srcnt oppur conclusi attravrso form di comunicazion a distanza, prvd il diritto al ripnsamnto ntro 10 giorni anch pr i clinti ch non sono consumatori ai snsi dl Codic dl Consumo. Infin, nl caso di modifich unilatrali dll condizioni di contratto propost dall srcnt, prvd ch il clint possa rcdr dal contratto snza onri pon a carico dll srcnt un obbligo di pravviso di almno 60 giorni prima dlla modifica. Vi è, comunqu, da spcificar ch il Codic di Condotta Commrcial non incid dirttamnt sul contnuto dl contratto di fornitura, ch vin lasciato alla libra disponibilità dll parti; tuttavia, sso impon dll rgol di corrttzza nlla promozion dll offrt commrciali nlla conclusion di contratti. Già in passato, con la Dlibra 200/1999, l Autorità pr l nrgia avva dfinito l clausol contrattuali minim indrogabili da applicar a tutt l fornitur pr i clinti dl srvizio lttrico vincolati ovvro pr tutti coloro ch non potvano scglir libramnt il proprio fornitor. A partir dal 1 luglio 2007, con la total libralizzazion dlla vndita di nrgia lttrica, potndo ogni clint scglir libramnt da qual vnditor a quali condizioni comprar l nrgia, l Autorità ha stabilito l condizioni contrattuali di fornitura pr i clinti dl srvizio lttrico, prvdndo clausol contrattuali spcifich. Tali clausol, scondo quanto stabilito dalla dlibra, sono minim indrogabili, cioè dvono ssr smpr comunqu ossrvat. Clausol vssatori contratti pr adsion Quando un consumator stipula un contratto con un profssionista 3 gli dv considrarsi, in lina di principio, la part dbol dl contratto poiché, di norma, si trova a dovr sottoscrivr un insim di clausol contrattuali già prdispost da altri, sul cui contnuto non ha avuto una ffttiva possibilità di incidr. Sulla scorta di tali considrazioni sia il lgislator comunitario sia qullo nazional hanno rputato ncssario prdisporr adguati mzzi di tutla, ch consntano di intrvnir allorquando l condizioni contrattuali accttat in blocco dal consumator si rivlano iniqu, cioè stabiliscono un asstto di rciproci obblighi diritti sbilanciato a favor dl profssionista. La normativa in qustion mira, quindi, a vitar ch il profssionista abusi dlla propria forza contrattual pr imporr al consumator condizioni non quilibrat Scondo l art. 3, co.1, ltt. c) dl Codic dl Consumo, è profssionista la prsona fisica o giuridica ch agisc nll srcizio dlla propria attività imprnditorial o profssional. numro 2/2008 Argomnti Mrcato

5 Prima dll adozion dl Codic dl Consumo, i mzzi prdisposti pr la tutla dl consumator rano dlinati all art bis s.s. dl Codic Civil, ch avva il compito di spcificar il contnuto dll clausol vssatori ni contratti stipulati tra il profssionista il consumator, avnti a oggtto la cssion di bni o la prstazion di srvizi; ra prvisto, quindi, un apposito lnco vniva sancita la loro infficacia. Tali articoli furono introdotti dalla L. 52/1996, la qual ha dato attuazion alla Dirttiva 93/13/CEE; attravrso qusta lgg si è introdotto un capo apposito, all intrno dl Codic Civil, al fin di dar un ffttiva collocazion a un ampio ambito disciplinar noto com diritto di consumatori. Con il D.Lgs. 206/2005 è stato introdotto il Codic dl Consumo, ch nasc dall signza di raccoglir in un unico tsto l disposizioni sulla tutla di consumatori, coordinando smplificando l disposizioni normativ incntrat intorno alla figura dl consumator. Scondo il primo comma dl vcchio art bis dl c.c. dll attual art. 33 dl Codic dl Consumo «dvono considrarsi vssatori l clausol ch, malgrado la buona fd, dtrminano a carico dl consumator un significativo squilibrio di diritti dgli obblighi drivanti dal contratto». Il critrio cntral, quindi, è qullo dl significativo squilibrio tra l prstazioni, con la dovuta prcisazion, prò, ch sso dv ssr intso com squilibrio normativo (rifrito cioè ai diritti agli obblighi rciproci drivanti dall clausol) non conomico. Vi è, prò, da prcisar ch l sprssion malgrado la buona fd costituisc, purtroppo, com unanimmnt riconosciuto, un rror di traduzion di trmini dlla dirttiva comunitaria d è, prtanto, da intrprtarsi nl snso di contrariamnt alla buona fd. L clausol vssatori sono attualmnt, scondo l art. 36 dl Codic dl Consumo, ritnut null, corrggndo così quanto dlinato prcdntmnt all art quinquis c.c. ch n sanciva la smplic infficacia. Vin, quindi, attribuita all associazioni di consumatori di profssionisti, nonché all Camr di Commrcio, la possibilità o di convnir in giudizio il profssionista, oppur di proporr un azion inibitoria x art. 140 dl Codic dl Consumo art. 700 c.p.c. Molto spsso la prsnza dll clausol vssatori vin riscontrata all intrno di cosiddtti contratti pr adsion, ni quali l condizioni di contratto sono stabilit a priori da una dll parti vngono propost a una gnralità di contranti; la part ch adrisc si limita a manifstar il proprio consnso attravrso la sottoscrizion di un modulo o formulario già prdisposto. Ciò significa, quindi, ch ni contratti pr adsion non sist alcuna trattativa, anch s qusta, in lina di principio, non è sclusa dalla lgg. In proposito occorr ricordar ch, ai snsi dll art. 34 co. 5 dl Codic dl Consumo, «nl contratto concluso mdiant sottoscrizion di moduli o formulari prdisposti pr disciplinar in manira uniform dtrminati rapporti contrattuali, incomb sul profssionista l onr di provar ch l clausol, o gli lmnti di clausola, numro 2/2008 Argomnti Mrcato 107

6 malgrado siano dal mdsimo unilatralmnt prdisposti, siano stati oggtto di spcifica trattativa con il consumator». Il contratto stipulato mdiant sottoscrizion di moduli ha rapprsntato sicuramnt un significativo passo avanti, soprattutto pr l azind, poiché ha svltito la fas dll trattativ, ncssitando solo l adsion dl contrant, ha anch diminuito la litigiosità stabilndo nl rgolamnto contrattual quali sono i diritti gli obblighi dll parti drivanti dal contratto. Tuttavia, qusti moduli sono spsso gravosi pr il consumator, il qual si trova in situazioni di disparità, poiché, pur sussistndo il rgim dlla doppia firma, pr cui alla firma dl proponnt sgu la firma dll accttant, non vi è in ogni caso una vra contrattazion. Analisi di contratti L analisi di contratti analizzati vrt principalmnt sul confronto tra l indicazioni prscritt dall Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas insim all rgol civilistich al Codic dl Consumo l condizioni gnrali di contratti dll vari socità ch vndono nrgia lttrica prsnti sul mrcato fatti prvnir alla Camra di Commrcio di Milano. Com anticipato, l Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas, con la Dlibra 200/1999, ha stabilito l condizioni contrattuali di fornitura pr i clinti minim indrogabili, oggi applicabili a tutti i clinti domstici all piccol imprs. Il succssivo Codic di Condotta Commrcial pr la vndita di nrgia lttrica (Allgato A dlla Dlibra 105/2006) disciplina principalmnt la fas prcontrattual (in particolar l modalità di rdazion comunicazion dll offrt commrciali, la comunicazion di przzi di fornitura dl srvizio, l informazioni prliminari alla conclusion dl contratto), ma contin anch disposizioni rlativ ai trmini l modalità di pravviso pr la variazion dll clausol contrattuali. In sguito a quanto stabilito dalla Dlibra 200/1999, dal Codic Civil dal Codic dl Consumo agli artt. 33 ss. mrg ch, nlla gnralità di contratti analizzati, la gran part dll clausol è adguata all disposizioni dll Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas all norm di lgg; tuttavia non mancano, a onor dl vro, divrsi punti controvrsi. Disposizioni contrari alla Dlibra 200/1999 dll AEEG 108 Autolttura dl contator Dalla Dlibra 200/1999 mrg l obbligo a carico dl fornitor di consntir al clint di ffttuar la cosiddtta autolttura dl proprio contator attravrso la prdisposizion di strumnti quali il numro vrd, Intrnt o l cartolin po- numro 2/2008 Argomnti Mrcato

7 stali, pr consntir al clint di comunicar dirttamnt al proprio fornitor il consumo vidnziato sul contator. Qusta possibilità di lttura, altrnativo o paralllo alla lttura dl contator ffttuata dirttamnt dal fornitor tramit un incaricato incid profondamnt sul calcolo di consumi, quindi, sulla fatturazion, poiché s, pr qualunqu motivo, il clint non riusciss ad assistr alla lttura ffttuata dal fornitor, la fatturazion si basrbb smpr su un calcolo prsunto di consumi, quindi, il consumator non avrbb a disposizion un chiaro prosptto di consumi ffttuati di rlativi costi sostnuti. In fftti, la possibilità di ffttuar l autolttura dl contator è mnzionata solo in alcuni di contratti saminati; solo in un caso il fornitor si obbliga a rndr disponibil al clint qusta modalità di dtrminazion di consumi - snza tuttavia spcificar l modalità con cui gli stssi potranno ssrgli comunicati. Qusto comportamnto non può ch ssr dfinito vssatorio, in quanto dtrmina a carico dl consumator un significativo squilibrio di diritti dgli obblighi drivanti dal contratto. Dposito cauzional Scondo quanto prscritto dall Autorità, il fornitor può chidr al clint, al momnto dlla stipulazion dl contratto, il vrsamnto di un dposito cauzional o di analoga garanzia. Tal somma dpositata è fruttifra dv ssr rstituita, al trmin dl rapporto contrattual, maggiorata dgli intrssi lgali; nlla quasi totalità di contratti qusta prscrizion non vin rispttata, anzi, in alcuni vin spcificato, invc, ch tal somma non è considrata fruttifra ch non dbba ssr rstituita. In ogni caso, non vin prvista la possibilità pr il clint di sigr il doppio dlla caparra dal fornitor qualora foss costui a rcdr dal contratto o a non stipularlo, com invc impon l art. 33 comma 2 ltt. ) dl Codic dl Consumo. Un asptto controvrso dl dposito cauzional è la possibilità ch dbba ssr prstato nlla forma di fidiussion bancaria. Scondo alcuni, tal clausola dovrbb ssr considrata vssatoria; tuttavia, l Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas ha ammsso sprssamnt tal possibilità. Imprsa distributric, Gstor dlla Rt mandato al fornitor Com spcificato all inizio di qusta rlazion, l attività di vndita di nrgia lttrica vin srcitata dai grossisti ch, prò, non si occupano anch dll attività di produzion, trasmission distribuzion. Ciò significa, quindi, ch pr potr vndr nrgia lttrica, i grossisti dbbono ffttuar primariamnt un contratto con l imprsa distributric poi qullo succssivo di vndita con il clint final. numro 2/2008 Argomnti Mrcato 109

8 Qusto passaggio si tramuta in una sottoscrizion a carico dl futuro clint di una clausola ch confrisc spcifico mandato al fornitor di stipular un contratto con l imprsa distributric con il Gstor dlla Rt di Trasmission Nazional (Trna), in nom pr conto dl clint, pr i srvizi di dispacciamnto di trasporto di nrgia lttrica. Sul punto appar innanzitutto contstabil il mccanismo di attribuzion dl mandato, poiché sso avvin con la sola sottoscrizion dl contratto di fornitura, comunqu, non vngono mai dlinati i limiti il contnuto dl mandato stsso. Ma, a bn vdr, nlla gnralità di contratti, ciò ch appar maggiormnt discutibil è ch, pur citandosi l art c.c., il fornitor non è mai tnuto ad alcun obbligo di rndiconto sulla gstion dl mandato al clint, com prvisto dal Codic Civil, in ogni caso, non è mai ritnuto rsponsabil pr gli vntuali inadmpimnti dll imprs con cui ha sottoscritto il contratto. In pratica vin spcificato ch il fornitor ha la facoltà di sostituir a sé un trzo nl compimnto di mandati, ma allo stsso tmpo vin limitata la possibilità pr il clint di conoscr il contnuto dl mandato, di risolvr il contratto pr inadmpimnto dl trzo di avr un potr di controllo dl mandatario. Dl rsto lo stsso Codic dl Consumo, all art. 33 co. 2 ltt. q) considra sprssamnt com vssatoria la possibilità di limitar la rsponsabilità dl profssionista nll obbligazioni drivanti dai contratti stipulati dai mandatari. In gnral, il tma di rapporti tra il fornitor il soggtto ch distribuisc l nrgia è abbastanza complsso spsso comporta uno sgravio di rsponsabilità dl fornitor ni confronti dl distributor, a scapito dl consumator. Pr qusto motivo è auspicabil il raggiungimnto di spcifici accordi tra il fornitor il distributor al fin di migliorarn il srvizio, in modo da non rivrsar i rischi di possibili diftti dlla rt sul clint. 110 Rcsso dal contratto In mrito al tma dl rcsso dal contratto di fornitura, la Dlibra n. 144/2007 dll Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas ha spcificato alcun rgol su qusto punto. Innanzitutto ha indicato quali sono i trmini di tmpo ntro cui far valr il rcsso, stabilndo ch, pr i clinti domstici a bassa tnsion, il trmin non può ssr infrior al ms pr il fornitor è di si msi. Pr ntramb l figur contrattuali, il rcsso dv ssr comunicato all altra part in raccomandata a/r, inoltr, non è possibil mai prvdr una limitazion alla facoltà di srcitar il rcsso, così com non dvono nanch ssr prvisti di costi a carico dl clint pr l srcizio dllo stsso. È lgittima la prvision di una clausola pnal x art c.c. nl solo caso in cui non vnga rispttato il tmin di tmpo pr far valr il rcsso. Dall analisi di contratti saminati, si riscontra una gnral adrnza alla dlibra dll Autorità, tuttavia in alcuni casi non vin spcificato il trmin di numro 2/2008 Argomnti Mrcato

9 tmpo oppur vngono prvisti di costi a carico dl clint pr srcitar tal diritto. Sospnsion dlla fornitura Nlla Dlibra 200/1999 l Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas ha chiarito quali siano l modalità i tmpi di sospnsion dlla fornitura, chiarndo ch, in caso di mancato pagamnto dl clint ntro i trmini indicati in bolltta, l imprsa distributric è tnuta a inviar una raccomandata con l indicazion dl trmin ultimo pr procdr al pagamnto all modalità con cui comunicar l avvnuto pagamnto. Qualora il clint prsista nl non pagar, il fornitor avrà tutta la possibilità di procdr alla sospnsion di nrgia lttrica. Tuttavia, l Autorità ha stabilito di casi tassativi in cui non è mai possibil sospndr la fornitura, quali a titolo smplificativo non saustivo: quando il pagamnto dlla bolltta è stato sguito, ma non ancora comunicato; ni giorni di vnrdì, sabato, domnica in tutti i giorni fstivi prfstivi; quando l nrgia lttrica è ncssaria pr il funzionamnto di apparati di cura; in prsnza di un rclamo scritto cc. Gli unici du soli casi in cui l imprsa fornitric è autorizzata a sospndr la fornitura snza pravviso sono: pr caus di oggttivo pricolo, pr furto di nrgia lttrica riattivazion non autorizzata a sguito di distacco pr mora. Sul punto si riscontra una scarsa adrnza all prscrizioni dll Autorità pr l Enrgia Elttrica il Gas, anzi, nlla gnralità di contratti, non è quasi mai insrita una clausola ch disponga prcisamnt l vntualità dlla sospnsion, lasciando così incrto pr il clint sapr quali siano l prvisioni in mrito. In alcuni casi, poi, vin sprssamnt prvisto ch, anch nll ipotsi in cui il pagamnto dlla bolltta non foss prvnuto nl trmin indicato, l imprsa fornitric, oltr ad applicar intrssi di mora supriori al tasso lgal non prvdr a coprtura dl dbito quanto dato in dposito cauzional, avrbb avuto la facoltà di sospndr snza pravviso la fornitura di nrgia lttrica. Altr disposizioni contrari alla Dlibra 200/1999 In un caso, si ammtt la possibilità ch la fatturazion avvnga con cadnza suprior ai du msi, mntr la Dlibra 200/99 richid una cadnza almno bimstral. Nllo stsso contratto il fornitor si risrva la possibilità di intrrompr il srvizio in caso di mancato pagamnto, quando invc ciò è consntito solo s l importo dovuto è suprior all ammontar dl dposito cauzional. numro 2/2008 Argomnti Mrcato 111

10 Clausol vssatori ai snsi dll art. 33 co. 2 dl Codic dl Consumo Trmin pr la disdtta L art. 33 co. 2 ltt. i) dl Codic dl Consumo dfinisc com vssatoria la clausola ch stabilisc un trmin ccssivamnt anticipato risptto alla scadnza dl contratto pr comunicar la disdtta al fin di vitar la tacita proroga o il rinnovo. Inoltr, la Dlibra 184/2001 dll AEEG, succssivamnt modificata dalla Dlibra 207/2002 dalla già citata 144/2007, ha chiarito ch dv ssr riconosciuta al clint la facoltà di rcdr dal contratto con un pravviso non suprior ai 30 giorni. In du di contratti saminati, invc, il trmin di pravviso pr il rcsso dl clint è fissato in tr msi. Tal clausola, non solo vssatoria, ma anch contraria all disposizioni dll Autorità, non può crtamnt trovar applicazion. Modifich unilatrali dl contratto Scondo l art. 33 co. 2 ltt. m) dl Codic dl Consumo, è ritnuta vssatoria la clausola ch consnt al profssionista di modificar unilatralmnt l clausol dl contratto snza un giustificato motivo indicato nl contratto stsso. Ciò significa ch anch nll ipotsi in cui vi sia stata la spcifica approvazion dlla clausola da part di ntramb l parti, in ogni caso il contnuto dll modifich non può mai ssr pggiorativo pr il clint dv ssr smpr fatta salva la possibilità di rcdr dal contratto s non si è d accordo sull modifich da ffttuarsi. Qusta prvision trova la sua giustificazion nl fatto ch, quando si stipula un contratto, si intndono approvat da ntramb l parti l clausol insrit in qul contratto, quindi quando si ffttuano dll modifich succssiv, qust gnrano una nuova proposta contrattual ch è suscttibil di spcifica approvazion. Nonostant tali disposizioni, i contratti saminati consntono al fornitor la modifica unilatral dll condizioni di contratto dll carattristich dl srvizio, snza indicar i giustificati motivi ch la lgittimano. È, invc, gnralmnt applicata la disposizion ch consnt, in caso di modifich unilatrali dl fornitor, la possibilità dl clint di rcdr dal contratto. 112 Cssion dl contratto Scondo l art. 33 co. 2 ltt. s) dl Codic dl Consumo, dv considrarsi vssatoria la clausola ch consnt al profssionista di sostituir a sé un trzo ni rapporti drivanti dal contratto, anch nl caso di prvntivo consnso dl consumator, qualora risulti diminuita la tutla di diritti di qust ultimo. Sotto qusto asptto, nlla quasi totalità di tsti saminati il fornitor si attribuisc prvntivamnt la facoltà di cdr il contratto a trzi, snza ch sia assicurato al clint cduto un livllo di srvizio quivalnt; in alcuni casi non si mn- numro 2/2008 Argomnti Mrcato

11 ziona nppur l obbligo di comunicar al clint l avvnuta cssion, scondo quanto invc prvd l art co. 1 c.c. Altrttanto frqunt è la clausola ch vita al clint di cdr il contratto, in assnza dl prvio consnso scritto dl fornitor. Qusta clausola costituisc, in fftti, una rstrizion dlla librtà contrattual dl consumator ni rapporti con i trzi, prciò, dv ssr considrata vssatoria ai snsi dll art. 33 co. 2 ltt. t). Limitazioni alla facoltà di opporr cczioni Scondo l art. 33 co. 2 ltt. t) sono vssatori l clausol ch pongono limitazioni alla facoltà di porr cczioni da part dl clint. A proposito, in uno di contratti saminati, l intrruzioni o l limitazioni di fornitura non dirttamnt imputabili a colpa grav dl fornitor non danno luogo a risarcimnto danni, né a riduzioni di corrispttivi o a risoluzion dl contratto. In un altro di tsti saminati, si sostin, più radicalmnt, ch nssun risarcimnto potrà ssr richisto al fornitor pr danni dirtti o indirtti causati dall utilizzo o dal mancato utilizzo di srvizi - in pratica, scludndo qualsiasi possibilità di azion da part dll utnt; tal clausola dv considrarsi non solo vssatoria, ma anch contraria all disposizioni di lgg - prtanto inapplicabil anch in caso di spcifica sottoscrizion da part dl clint. Foro comptnt In molti casi, è prvista com sd dl foro comptnt pr l controvrsi qulla di Roma, o qulla di altro capoluogo di provincia (vrosimilmnt la sd lgal dl fornitor) mntr invc, scondo la lttra u) dll art. 33 co. 2, ssa dv ssr smpr qulla dl luogo di rsidnza o domicilio dl consumator. 4 Altr clausol vssatori o contrari a disposizioni di lgg Ni contratti considrati sono prsnti anch altr clausol vssatori ai snsi dll art. 33 co. 2 dl Codic dl Consumo. In un caso, pr smpio, si prvd pr il consumator l obbligo di pagar l intro ammontar di fattur contstat in sd di rclamo. In raltà, s vi è stato rror di calcolo da part dl fornitor, l obbligazion di qust ultimo non risulta dl tutto admpiuta, di consgunza, il clint, ai snsi dll art c.c., può rifiutarsi di sguir il pagamnto. La disposizion è in ogni caso vssatoria ai snsi dll art. 33. co. 2 ltt. b) dl 4 Scondo l orintamnto consolidato dlla giurisprudnza, dll art bis, co. 3, n. 19 c.c, poi trasposto nlla ltt. u) dll art. 33, co. 2 dl Codic dl Consumo, nl prsumr la vssatorità dlla clausola ch stabilisc com sd dl foro comptnt una località divrsa da qulla di rsidnza o domicilio lttivo dl consumator ha introdotto un foro sclusivo spcial (ordinanza dll Szioni Unit dlla Cort di Cassazion n /2003, Cass /2004; Cass. 452/2005). numro 2/2008 Argomnti Mrcato 113

12 Codic dl Consumo, in quanto limita i diritti dl consumator in caso di admpimnto insatto dl profssionista. In un altro caso, la possibilità di concludr il contratto di fornitura di nrgia lttrica con l imprsa fornitric è risrvata ai clinti ch abbiano già, con la stssa imprsa, un rapporto contrattual di fornitura di gas natural. Ciò comporta una pals violazion dll rgol sulla concorrnza dl mrcato anch una violazion dll rgol stabilit dal Codic Civil sull autonomia contrattual, in quanto il clint ch non abbia la possibilità di stipular un contratto pr la fornitura dl gas non ha nppur la possibilità di stipular un contratto di fornitura di nrgia lttrica. La scarsa attnzion alla normativa vignt, talvolta, si rivla anch in altri modi: pr smpio, un contratto cita com tsto lgislativo di rifrimnto pr la tutla di dati prsonali la Lgg 675/1996, sostituita divrsi anni fa dal D.Lgs. 196/2003. Conclusioni L analisi di contratti di fornitura di nrgia lttrica agli utnti domstici ha msso in vidnza, in primo luogo, la sostanzial uniformità di tsti saminati. La libralizzazion dl sttor avrbb dovuto condurr a un offrta diffrnziata non solo dal punto di vista conomico, ma soprattutto sotto il profilo dll condizioni contrattuali; smbra, invc, ch la divrsità dll offrta si limiti al solo asptto tariffario. In qusto snso, la libralizzazion smbra ssr un procsso ancora agli inizi. Dal punto di vista di consumatori, i tsti contrattuali contngono divrs disposizioni ch, a vario titolo, posso dfinirsi vssatori. In alcuni casi, ss trovano spigazion nlla trascuratzza con cui il tsto è stato rdatto, vidntmnt in assnza di rifrimnti normativi aggiornati. Talvolta, invc, mrg il tntativo, da part dl fornitor, di approfittar dlla sua posizion di forza ni confronti dl clint, ch si crca di vincolar a clausol contrari non solo all disposizioni dll AEEG, ma addirittura ai principi gnrali dl diritto contrattual. Qusti casi vidnziano ch la disciplina dll clausol vssatori, più in gnral, gli strumnti normativi prdisposti a tutla di consumatori non possono ancora considrarsi acquisiti dagli opratori richidono una costant attnzion da part dll associazioni di consumatori dll autorità di vigilanza. 114 numro 2/2008 Argomnti Mrcato

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

Adoc Monza e Brianza, con sede in Monza, Via Ardigò n. 15, codice fiscale 94605750150 rappresentata dal Presidente Antonio Parrella

Adoc Monza e Brianza, con sede in Monza, Via Ardigò n. 15, codice fiscale 94605750150 rappresentata dal Presidente Antonio Parrella ACCORDO RELATIVO ALLE PROCEDURE CONCILIATIVE AMMINISTRATE DALLA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI MONZA E BRIANZA tra Adiconsum Monza Brianza, con sd in Monza, Via Dant 17/A,

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii SETTORE ( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii I )I I \\l( rtanit (tttà d art I Affari Gnrali Finanziari DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Sttor I Affari Gnrali Finanziari Proposta di dtrminazion dl Dirignt prot.

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

Tra. di seguito le Parti

Tra. di seguito le Parti Protocollo di intsa SERVIRE CON LODE Tra il Politcnico di Torino C.F. n. 00518460019, con sd lgal in Torino, Corso Duca dgli Abruzzi, 24, rapprsntato dal Vic Rttor pr la Didattica Prof.ssa Anita Tabacco

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

La revisione dell acquis comunitario sui consumatori

La revisione dell acquis comunitario sui consumatori Argomnti La rvision dll acquis comunitario sui consumatori Liliana Rossi Carlo Con il rcnt Libro Vrd sulla Rvision dll acquis rlativo ai consumatori, la Commission uropa compi un primo, piccolo passo pr

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente Rsponsabilità dl postggiator diritti dll utnt Danil Monsi Qusto articolo tratta dlla qualificazion giuridica dl contratto atipico di postggio dlla sua assimilabilità al contratto di dposito. La rsponsabilità

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brscia AREA DEMOGRAFICA, COMMERCIO, SPORTIVA E INFORMATICA DETERMINAZIONE N. 350 R.G. DEL 16-12-11 N. 41 Rg. Int. UFFICI COMUNALI, BIBLIOTECA COMUNALE, SCUOLA STATALE

Dettagli

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi Pndolari in frrovia danni sistnziali Umbrto Fantigrossi Il pndolar è un utnt particolar di srvizi frroviari subisc più dl viaggiator occasional l consgunz ngativ di dissrvizi cronici. Paradossalmnt, prò,

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Pratiche commerciali scorrette: dagli utonti ai consumatori 1. Marco Pierani

Pratiche commerciali scorrette: dagli utonti ai consumatori 1. Marco Pierani Argomnti Pratich commrciali scorrtt: dagli utonti ai consumatori 1 Marco Pirani L analisi dll dcisioni in matria di pratich commrciali scorrtt dimostra com qusto strumnto di drivazion comunitaria abbia

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO. tra

CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO. tra CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO tra L Ent Circolo Didattico Statal con sd in Campi Bisnzio, Cod. Fisc. n. 80045390483, nlla prsona dl suo lgal rapprsntant pro-tmpor dott.ssa Ornlla Mrcuri l A.S.D. Polisportiva

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1 Argomnti Impgni Tlcom: una qustion scottant sul tavolo di AGCOM 1 Stfano Quintarlli Gli impgni procomptitivi prsntati da Tlcom Italia all AGCOM sono, snza alcun dubbio, da rspingr o prché già dovuti in

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

Sepa sta per Single euro payments area

Sepa sta per Single euro payments area I consumatori gli strumnti di pagamnto: nuov opportunità Anna Vizzari Spa sta pr Singl uro paymnts ara: ara unica uropa di pagamnti. Dopo il passaggio dfinitivo alla monta unica nl 2002, la Spa intnd offrir

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

Mediazione nel turismo: l esperienza di Lignano Sabbiadoro. Maria Rosaria Fascia

Mediazione nel turismo: l esperienza di Lignano Sabbiadoro. Maria Rosaria Fascia Argomnti Mdiazion nl turismo: l sprinza di Lignano Sabbiadoro Maria Rosaria Fascia Lignano Sabbiadoro si è distinta nl panorama italiano pr tmpismo lungimiranza, offrndo pr prima uno strumnto di risoluzion

Dettagli

La Borsa Merci Telematica Italiana Un nuovo strumento?

La Borsa Merci Telematica Italiana Un nuovo strumento? Argomnti La Borsa Mrci Tlmatica Italiana Un nuovo strumnto? Annibal Froldi Riccardo Cuomo In qusti ultimi anni è divnuta smpr più prssant l signza di ammodrnar i srvizi a supporto dlla commrcializzazion

Dettagli

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO.

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pag. 1/10 REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pr form azion/ addst ram nt o cont inui si intnd la attività di addstramnto, vrbal / o pratico,

Dettagli

RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI

RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI Riccardo Bolla Commrcialista in Gnova Milano Stuo Profssionisti CTS Bolla Quaglia Associati

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2015-2017

Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2015-2017 Programma trinnal pr la trasparnza l'intgrità 2015-2017 Sommario Art. 1 - Introduzion...pag. 2 Art. 2 - Accsso Civico..pag. 4 Art. 3 - Garanzia di pubblicazion..pag. 4 Art. 4 - Organizzazion dll Ent.pag.

Dettagli

Le problematiche processuali dell azione collettiva. Giulio Cataldi

Le problematiche processuali dell azione collettiva. Giulio Cataldi L problmatich procssuali dll azion collttiva Giulio Cataldi Un lungo dibattito parlamntar ch ha attravrsato du lgislatur, intrssando a più riprs anch la dottrina, è stato alla fin bruscamnt intrrotto dalla

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence Rgolamnto pr la crtificazion di Sistmi di Gstion /o Prodotto Intgrati scondo lo schma Food Expo Excllnc In vigor dal 04/03/2014 Agroqualità S.p.A. Vial Csar Pavs, 305-00144 Roma - Italia Tl. +39 06 54228675

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE ANALISI PROGRAMMA ANNUALE VERBALE N. 2014/002 Prsso l'istituto I.I.S. "CASSATA - GATTAPONE" di GUBBIO, l'anno 2014 il giorno 16, dl ms di ottobr, all or 10:00, si sono riuniti i Rvisori di Conti dll'ambito

Dettagli

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Univrsità dgli Studi di Firnz Dipartimnto di Inggnria Civil d Ambintal TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI IN CONTO TERZI (Approvato dal Consiglio di Dipartimnto dl 24/01/2002) ATTIVITÀ E SERVIZI OFFERTI PROVE

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Europa: la nuova etichetta alimentare è legge

Europa: la nuova etichetta alimentare è legge Argomnti Europa: la nuova tichtta alimntar è lgg Emanula Bianchi Dopo quasi quattro anni di continui confronti è stato pubblicato il nuovo rgolamnto uropo dstinato a modificar l tichtt di prodotti alimntari.

Dettagli

Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75.

Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75. Mod. B 101 / Foglio D/2 (Ed. n 1 dl 06/09/2013) Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO * Offrta valida pr

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Alla Consip alla BT Italia SpA alla Telecom Italia SpA alla Fastweb SpA alla Wind Telecomunicazioni SpA

Alla Consip alla BT Italia SpA alla Telecom Italia SpA alla Fastweb SpA alla Wind Telecomunicazioni SpA Alla Consip alla BT Italia SpA alla Tlcom Italia SpA alla Fastwb SpA alla Wind Tlcomunicazioni SpA alla HP Entrpris Srvic Italia S.r.l. AG 33/13 16 maggio 2013 Oggtto: istanza di parr di Consip S.p.a.

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO Comun di Frossasco Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE,

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014. Risposte ai quesiti in merito alla gara d appalto per l asilo nido comunale 2014-2017.

Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014. Risposte ai quesiti in merito alla gara d appalto per l asilo nido comunale 2014-2017. COMUNE DI VIGONZA PROVINCIA DI PADOVA Via Cavour n. 16 - C.F. 800100280 Tl. 0498090211 - Fax 0498090200 www.comun.vigonza.pd.it I AREA AMMINISTRATIVA SETTORE SOCIALE Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

ARCHIVIA Plus per Studi Commerciali. Archiviazione e conservazione sostitutiva documenti fiscali

ARCHIVIA Plus per Studi Commerciali. Archiviazione e conservazione sostitutiva documenti fiscali ARCHIVIA Plus pr Studi Commrciali Archiviazion consrvazion sostitutiva documnti fiscali ARCHIVIA Plus pr Studi Commrciali Archivia Plus Archivia Plus è il softwar pr la consrvazion sostitutiva ch consnt

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE ANALISI PROGRAMMA ANNUALE VERBALE N. 2015/001 Prsso l'istituto I.I.S. "CASSATA - GATTAPONE" di GUBBIO, l'anno 2015 il giorno 12, dl ms di marzo, all or 11:00, si sono riuniti i Rvisori di Conti dll'ambito

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Comune di Ferrara OPEN GROUP TANDEM. *** X Assemblea Nazionale Coordinamento. Agende21 Locali. 19 Settembre 2009.

Comune di Ferrara OPEN GROUP TANDEM. *** X Assemblea Nazionale Coordinamento. Agende21 Locali. 19 Settembre 2009. Comun di Frrara OPEN GROUP TANDEM *** X Assmbla Nazional Coordinamnto Agnd21 Locali 18-19 19 Sttmbr 2009 Arnzano (Gnova) addbitano all Amministrazion Comunal il sovrapprzzo introdotto dalla normativa RAEE

Dettagli

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali Dcrto Lgislativo n. 81/08 Miglioramnto sut sicurzza di lavoratori Dvrto Lgislativo N 106/09 Attuazion dll articolo 1 lgg 3 agosto 2007 n 123 in matria di tutla sut sicurzzani luoghi di lavoro Dirttiva

Dettagli

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento COMUNE DI PALERMO Ara dll Politich di Sviluppo Fondi Strutturali Palazzo Calltti - Piazza Marìna, n.46-90133 PALERMO Tl.0917406363 Sito inlrnt h h h.comun.!alrmo it c.a.p. 90133 c.f. 80016350821 Al Sig.

Dettagli