Stabilizzazione della frequenza e della tensione. nelle reti elettriche isolate

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stabilizzazione della frequenza e della tensione. nelle reti elettriche isolate"

Transcript

1 Stabilizzazione della frequenza e della tensione nelle reti elettriche isolate

2 SOMMARIO 1 Introduzione I requisiti fondamentali di una rete stabile isolata I requisiti dei sistemi di stabilizzazione nelle reti isolate Realizzazione Riepilogo

3 1 Introduzione Il maggiore utilizzo di energie rinnovabili nella produzione di energia, ha accresciuto i problemi di stabilità delle reti elettriche. Nelle grandi reti interconnesse, ciò può essere ancora compensato in gran parte dal grande numero di fornitori di energia convenzionale. Nei sistemi di alimentazione più piccoli, i cui servizi sono prevalentemente forniti da fonti rinnovabili o da piccole centrali, si rendono necessarie misure di stabilizzazione per garantire costantemente la qualità di tensione desiderata. Un sistema specificamente progettato per fornire tensione di alta qualità ai carichi è il gruppo di continuità o il cosiddetto UPS. Grazie ai loro dispositivi di accumulo di energia, questi sistemi sono in grado, indipendentemente dalla rete interconnessa, di formare una rete di fornitura locale di qualità elevata e di alimentare i carichi ad essi collegati in continuità a tensione costante. Le unità UPS sono pertanto adatte per fornire e stabilizzare anche le reti elettriche, che sono prevalentemente alimentate da altre fonti energetiche. Qui di seguito sono illustrate le condizioni che esse devono soddisfare e la loro incorporazione in tali reti. 2 I requisiti fondamentali di una rete stabile isolata Un metodo per valutare la qualità di una rete di alimentazione, è la verifica del mantenimento dell ampiezza della tensione e della frequenza entro limiti predeterminati. Entrambi questi parametri dipendono da variabili diverse e possono quindi essere in larga misura considerati separatamente l'uno dall'altro. Stabilità di frequenza Il mantenimento di una frequenza costante dipende direttamente dal bilancio della potenza attiva all'interno della rete. Se nella rete viene immessa più potenza attiva di quella consumata dai carichi, la potenza attiva in esubero deve fluire da qualche parte in modo da mantenere l'equilibrio di potenza. Senza ulteriori misure di stabilizzazione, questo eccesso di potenza attiva provoca automaticamente l'accelerazione delle masse rotanti, come nei generatori e nei motori, connessi alla rete, poiché nella maggior parte dei casi solo questi hanno la capacità di assorbire la potenza in eccesso e convertirla in energia di rotazione. Viceversa, se viene fornita meno potenza rispetto a quella necessaria, l'energia mancante viene ceduta dalle masse rotanti causando una riduzione di frequenza. Le fluttuazioni di 3

4 frequenza nella rete possono quindi essere attribuite direttamente alle fluttuazioni della potenza attiva, sia ai carichi che all alimentazione. Da un lato, le fluttuazioni di potenza dell'alimentazione possono essere causate per esempio da guasti di generatori o convertitori di frequenza, e dall'altro - nel caso di fonti di energia rinnovabile - da una variazione della intensità luminosa sui pannelli solari o nel caso di parchi eolici da un cambiamento nella velocità e di direzione del vento. In una grande rete interconnessa, questi effetti generalmente danno luogo solo ad una lieve perturbazione dell equilibrio di potenza, così da non rendere necessaria alcuna azione di rapido controllo automatico per mantenere costante la frequenza entro i limiti specifici. Ciò differisce invece in caso di piccole reti isolate, cosiddette reti in isola, che non hanno connessioni ad un sistema interconnesso con grande capacità di smorzamento. In questo caso, le fluttuazioni nella produzione di energia elettrica hanno un effetto notevolmente maggiore sul bilancio di potenza attiva della rete e quindi spesso portano a fluttuazioni di frequenza sensibili. Le sorgenti di energia, compreso i loro sistemi di controllo, non sono solitamente in grado di regolare in pochi secondi la potenza erogata alla nuova situazione, cosicché sono necessari sistemi di stabilizzazione ad azione rapida per ripristinare rapidamente l'equilibrio di potenza e con esso la frequenza. Idealmente, i sistemi di stabilizzazione dovrebbero essere dotati di un dispositivo di accumulo dell'energia, che, come mostrato nella Fig.1, permette di assorbire la stessa quantità di energia così come fornita, per reagire sia ad un deficit che a un eccesso di potenza. Frequency ±1% Power Delivered energy Absorbed energy Time Load Primary input power 0 Output power of the stabilization system Time Fig. 1 Modalità di funzionamento di un sistema di stabilizzazione, con accumulo bidirezionale di energia durante le fluttuazioni di carico in una rete isolata. 4

5 Tale requisito rende i sistemi con batterie convenzionali meno adatti a questo compito, in quanto il consumo di potenza è limitato dalla elevata resistenza interna e dal limite di tensione della cella. D'altra parte, le batterie hanno senso solo se deve essere fornita energia ai carichi a causa di un guasto sulla rete. I dispositivi di accumulo a volano sono invece, la prima scelta, per compensare una potenza in eccesso causata ad es. da un distacco del carico in un impianto di cogenerazione in isola. In combinazione con dei convertitori bidirezionali di frequenza, i dispositivi di accumulo cinetici sono in grado di fornire la stabilizzazione nei casi di deficit o di eccesso di potenza. Con tempi di reazione inferiori a 20 millisecondi, la frequenza di rete può essere mantenuta costante in tutte le situazioni. Stabilità della tensione Esiste una relazione tra potenza reattiva e la tensione che è simile a quella tra potenza attiva e frequenza. Se la domanda di potenza reattiva in rete aumenta, questa ulteriore potenza provoca un aumento delle cadute di tensione attraverso le impedenze di rete e le impedenze di ingresso, con conseguente diminuzione di tensione sui carichi. Viceversa, una riduzione della potenza reattiva porta ad un aumento della tensione di alimentazione, in quanto in questo caso non ci sono cadute di tensione attraverso le impedenze. In generale, una perturbazione al bilancio della potenza reattiva è più facile da controllare rispetto ad una perturbazione al bilancio della potenza attiva. La ragione di ciò è che, se non vengono prese contromisure, le variazioni all equilibrio della potenza attiva portano ad un continuo aumento della deviazione di frequenza, mentre le variazioni all'equilibrio di potenza reattiva determinano soltanto una deviazione statica di tensione. 3 I requisiti dei sistemi di stabilizzazione nelle reti isolate I requisiti principali per un sistema di stabilizzazione sono:..di reagire rapidamente alle fluttuazioni di potenza attiva e di correggerle in modo che la frequenza venga mantenuta ad un valore costante.... fornire in breve tempo potenza reattiva su richiesta e quindi mantenere la tensione ad un valore costante per il carico. Grazie alla loro modalità di funzionamento, i sistemi UPS sono fondamentalmente in grado di soddisfare tali requisiti in quanto, almeno durante un guasto di rete, alimentano i carichi critici attraverso una rete isolata che essi stessi hanno creato. 5

6 Fig. 2 Applicazioni UPS normali: qui con un generatore Diesel esterno utilizzato come generatore di emergenza per colmare lunghi guasti di rete. Per essere idoneo come sistema di stabilizzazione, un UPS dovrebbe avere le seguenti caratteristiche, oltre alle funzionalità standard: Dovrebbe essere in grado di essere alimentato dal lato del carico, dal momento che un alimentazione di rete non è disponibile in una rete isolata.in questo caso i circuiti di ingresso all UPS possono non essere installati. Dovrebbe essere progettato per flusso di potenza bidirezionale al fine di fornire la stabilizzazione sia per un deficit di potenza, sia per un eccesso di potenza. Il dispositivo di accumulo di energia dovrebbe essere in grado di essere mantenuto ad uno stadio di carica intermedia, in modo da assorbire e fornire energia in qualsiasi momento. Ciò richiede un controllo attivo e la conoscenza dello stato di carica. L unità del dispositivo di accumulo deve essere dimensionata in modo da rendere disponibile energia sufficiente per colmare l'intervallo di tempo richiesto dalla fonte primaria di energia... per ripristinare l'equilibrio di potenza in rete in seguito ad un malfunzionamento e... per raggiungere una condizione di funzionamento stabile. Deve essere in grado di essere utilizzato in parallelo con altre fonti di energia, come ad esempio le centrali eoliche, centrali a pannelli solari, piccoli generatori idroelettrici, turbine a gas, generatori diesel, ecc. La loro potenza nominale deve essere pari alla variazione del deficit/surplus di potenza previsto per consentire una sufficiente compensazione. Essi devono essere sufficientemente robusti per sopportare senza problemi sovraccarichi di breve durata, contribuendo continuativamente alla regolazione dell equilibrio di potenza, accettando anche deviazioni di tensione e/o di frequenza. 6

7 4 Realizzazione I sistemi UPS rotanti Piller del tipo UNIBLOCK UBT e UBTD, utilizzando un generatore sincrono, sono in grado di soddisfare tutti i requisiti precedentemente elencati. Possono essere utilizzati come unità di accumulo di energia, sia le batterie, sia il POWERBRIDGE, un volano bidirezionale con funzione di accumulo di energia cinetica. Il confronto tra Fig.3 e Fig. 4 mostra ad esempio l effetto della stabilizzazione di frequenza bidirezionale su una rete alimentata da un generatore Diesel. Fig. 3 La risposta di frequenza di un generatore diesel durante il distacco e l inserzione del 50% del carico, qui senza la stabilizzazione di frequenza. Fig. 4 La risposta di frequenza di un generatore diesel durante il distacco e l inserzione del 50% del carico, con la stabilizzazione bidirezionale di frequenza tramite un UNIBLOCK UBT Piller dotato di un volano di accumulo energia POWERBRIDGE. 7

8 Al fine di compensare la mancanza di alimentazione di energia primaria a causa di un guasto, i sistemi possono anche essere progettati con un motore Diesel integrato (per esempio vedi Fig.5). Questa combinazione permette inoltre di coprire i picchi di carico qualora la potenza dei generatori di energia primaria non dovesse essere adeguata. In questo caso il Diesel dovrebbe entrare in funzione automaticamente quando si verificherà lo scarico completo dell unità dinamica di accumulo energia, in modo da consentire alla rete di beneficiare del supporto del sistema di stabilizzazione senza interruzione. Se necessario, il Diesel potrà essere avviato anche manualmente in qualsiasi momento. Gli alternatori sincroni del sistema Piller possono sempre fornire potenza reattiva sufficiente come back up di tensione e fornire una ulteriore potenza di corto circuito alla rete. Gli UNIBLOCK UBT e UBTD Piller possono essere impiegati con tutti gli standard di tensione e di frequenza. Oltre alla gamma completa di bassa tensione da 380 V a 600 V, essi sono disponibili anche in media tensione fino ad una potenza di uscita di 2500 KVA per singola unità. Fig.5 Stabilizzazione e back-up di una rete in isola alimentata da motori a gas naturale e UNIBLOCK UBTD Piller Se la rete dell impianto con sorgenti energetiche autonome è interconnessa alla rete esterna, i sistemi rotanti Piller possono essere usati anche come accoppiamento alla rete, come illustrato in Fig.6. Oltre alla protezione dai guasti di rete, il sistema permette alla rete dell impianto sia di assorbire energia sia di esportare l'energia in eccesso verso la rete esterna. In caso di guasto delle rete esterna, il sistema di stabilizzazione isola l impianto dalla rete stessa e, a seconda che la potenza è stata precedentemente esportata o importata, può quindi assorbire o erogare potenza attiva fino a quando il bilancio delle potenze viene ripristinato. 8

9 Fig.6 Uso del sistema UPS come rete di stabilizzazione di accoppiamento per i carichi che hanno il proprio generatore di potenza Vi sono quindi due modi per integrare i sistemi rotanti Piller di stabilizzazione in una rete isolata: 1. Come fonte di energia che assorbe o eroga energia soltanto quando i valori superano o scendono al di sotto di determinati valori limite. 2. Come un elemento determinante di regolazione di frequenza e di tensione che, in cooperazione con le altre sorgenti di energia, fornisce una qualità UPS alla rete. Quale dei due modi, o una combinazione dei due, sia la soluzione ottimale per la stabilizzazione di rete, è alla fine determinata dai requisiti di qualità richiesti e dalla complessità della rete di alimentazione. 9

10 5 Riepilogo La stabilità delle reti elettriche di alimentazione è sempre più influenzata dall'uso esteso delle energie rinnovabili. Le tecnologie ed i metodi che vengono usati anche nei sistemi UPS possono essere utilizzati per stabilizzare le reti di alimentazione prevalentemente confinate a livello locale. A questo proposito, a causa della loro robustezza, la loro flessibilità e potenza di uscita, i sistemi rotanti UPS sono superiori di quelli statici. In combinazione con i dispositivi di accumulo di energia bidirezionali, quali per esempio volani elettricamente accoppiati, essi sono in grado di fornire una stabilizzazione ad ogni tipo di carico o di fluttuazione dell'alimentazione e quindi garantire una frequenza di rete costante. Anche gli alternatori sincroni dei sistemi rotanti UPS sono perfettamente adatti a fornire potenza reattiva per la stabilizzazione di tensione, nonché a fornire una ulteriore potenza di corto-circuito alla rete. Frank Herbener, Piller Group GmbH Germany Documento No. DD / Agosto

Stabilizzazione delle micro reti e dei sistemi di cogenerazione

Stabilizzazione delle micro reti e dei sistemi di cogenerazione Stabilizzazione delle micro reti e dei sistemi di cogenerazione Nothing protects quite like Piller piller.com Sommario 1 Introduzione 3 2 Requisiti di base di una rete isolata stabile 3 3 Requisiti per

Dettagli

UPS Rotanti e gruppi elettrogeni. Configurazioni UPS totalmente flessibili ad alta efficienza

UPS Rotanti e gruppi elettrogeni. Configurazioni UPS totalmente flessibili ad alta efficienza UPS Rotanti e gruppi elettrogeni Configurazioni UPS totalmente flessibili ad alta efficienza Content 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche dei moderni UPS rotanti... 3 3 Tempo di autonomia... 6 4 Combinazioni

Dettagli

Sistema UPS in configurazione Parallelo-Isolato (IP-Bus)

Sistema UPS in configurazione Parallelo-Isolato (IP-Bus) Sistema UPS in configurazione Parallelo-Isolato (IP-Bus) 1 Indice 1 Introduzione...3 2 Configurazione Parallelo-Isolato (IP-System)...6 3 Progetti...17 4 Conclusione...17 5 Referenze...18 2 Sommario Una

Dettagli

WORKSHOP L integrazione tra IT e facility nei moderni Data center Università degli Studi di Trieste Trieste, 02 aprile 2014.

WORKSHOP L integrazione tra IT e facility nei moderni Data center Università degli Studi di Trieste Trieste, 02 aprile 2014. WORKSHOP L integrazione tra IT e facility nei moderni Data center Università degli Studi di Trieste Trieste, 02 aprile 2014 1 UPS rotanti totalmente flessibili ad elevata efficienza energetica Ing. Lanfranco

Dettagli

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - terza parte -

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - terza parte - Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - terza parte - Pubblicato il: 26/07/2004 Aggiornato al: 26/07/2004 di Gianluigi Saveri Protezione dalle sovracorrenti, sezionamento per esecuzione

Dettagli

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte -

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte - Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte - Pubblicato il: 11/07/2004 Aggiornato al: 11/07/2004 di Gianluigi Saveri La qualità dell alimentazione elettrica può essere fonte

Dettagli

COME RISPARMIARE ENERGIA NEI DATA CENTER. Roma, 30 ottobre 2012

COME RISPARMIARE ENERGIA NEI DATA CENTER. Roma, 30 ottobre 2012 COME RISPARMIARE ENERGIA NEI DATA CENTER Roma, 30 ottobre 2012 UPS rotanti per le applicazioni IT Paolo Mazzola Piller Italia srl Presentazione azienda Dal 1909 Piller produce macchine elettriche con particolare

Dettagli

25 26 giugno 2014. Dott Ing Anna Bruno. Dott. Ing. Anna Bruno Amministratore Delegato ATME spa

25 26 giugno 2014. Dott Ing Anna Bruno. Dott. Ing. Anna Bruno Amministratore Delegato ATME spa SISTEMI UPS DINAMICI E LORO INTEGRAZIONE NELLA CONTINUITÀ Dott Ing Anna Bruno Amministratore Delegato ATME spa CAMPI DI APPLICAZIONE dove serve continuità e qualità dell alimentazione elettrica Finanza

Dettagli

UNIBLOCK UBT+ UPS Rotante

UNIBLOCK UBT+ UPS Rotante UNIBLOCK UBT+ UPS Rotante Nothing protects quite like Piller piller.com UNIBLOCK UBT+ Sede Piller, Osterode, Germania Chi siamo L azienda, fondata da Anton Piller nel 1909 si è sempre distinta per la qualità

Dettagli

I sistemi elettrici: lezione introduttiva. Prof.ssa Maria Dicorato

I sistemi elettrici: lezione introduttiva. Prof.ssa Maria Dicorato I sistemi elettrici: lezione introduttiva Prof.ssa Maria Dicorato La produzione di energia elettrica L insieme dei mezzi di produzione, denominato centrali elettriche, nei quali avviene la trasformazione

Dettagli

V.Vitali, S. Zanarini

V.Vitali, S. Zanarini MICROSISTEMI PER LA PRODUZIONE INTEGRATA DI ENERGIA ELETTRICA DI ELEVATA QUALITÀ, IMPIEGANDO FONTI RINNOVABILI, CONVERTITORI AD ALTO RENDIMENTO E PROCESSI DI RECUPERO ED ACCUMULO V.Vitali, S. Zanarini

Dettagli

IMMETTERE ENERGIA IN RETE

IMMETTERE ENERGIA IN RETE IMMETTERE ENERGIA IN RETE Quello di produrre energia elettrica o di autoprodursela è un argomento molto discusso del quale se ne sente parlare ormai quotidianamente. Per certi versi produrre energia elettrica

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 MANUTENTORI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini ALIMENTAZIONE ELETTRICA

Dettagli

SISTEMI DI ALIMENTAZIONE DI EMERGENZA

SISTEMI DI ALIMENTAZIONE DI EMERGENZA SSM D LMNZON D MGNZ Un sistema di alimentazione di emergenza è un sistema elettrico in grado di alimentare, per un periodo di tempo più o meno lungo, un certo numero di utenze in caso venga a mancare l

Dettagli

Alimentazione elettrica Tensione di rete

Alimentazione elettrica Tensione di rete Alimentazione elettrica Tensione di rete In conseguenza dei principi fisici con i quali funzionano le macchine per la produzione, il trasferimento e l impiego dell energia elettrica, nelle nostre case

Dettagli

Cap. 2 ELEMENTI DI MECCATRONICA

Cap. 2 ELEMENTI DI MECCATRONICA Cap. 2 ELEMENTI DI MECCATRONICA 2.1 La meccatronica 2.2 Componenti di un azionamento elettromeccanico 2.3 Accoppiamento motore-carico 2.4 Regolazione di un azionamento Corso di Meccanica Applicata alle

Dettagli

TIPI DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

TIPI DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI TIPI DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Impianto o sistema fotovoltaico è un insieme di componenti meccanici, elettrici e elettronici che concorrono a captare e trasformare l energia solare rendendolo disponibile

Dettagli

Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte;

Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Obiettivi generali. Laboratorio di Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Manuale di Elettrotecnica e Automazione, Hoepli;

Dettagli

(Uninterruptible Power Supply, UPS hanno bisogno di una continuità di alimentazione con un certo ritardo

(Uninterruptible Power Supply, UPS hanno bisogno di una continuità di alimentazione con un certo ritardo I gruppi di continuità (Uninterruptible Power Supply, UPS) vengono utilizzati per alimentare utenze che hanno bisogno di una continuità di alimentazione, cioè quelle utenze che devono essere alimentate

Dettagli

Power conversion system per fotovoltaico ed energy storage residenziale

Power conversion system per fotovoltaico ed energy storage residenziale Power conversion system per fotovoltaico ed energy storage residenziale Giordano Torri Nidec-ASI Fondazione Megalia. Convegno su L uso razionale dell energia negli edifici civili e nel terziario. Milano,

Dettagli

A RUOTA LIBERA 2 ELETTRIFICAZIONE 1 2003. Mario Maggi (*)

A RUOTA LIBERA 2 ELETTRIFICAZIONE 1 2003. Mario Maggi (*) 2 ELETTRIFICAZIONE 1 A RUOTA LIBERA Mario Maggi (*) La notevole riduzione della resistenza aerodinamica e dell attrito meccanico ha permesso la realizzazione di particolari accumulatori energetici, rotanti

Dettagli

Informazioni Tecniche

Informazioni Tecniche Informazioni Tecniche Principi di Risparmio Energetico Principio della restituzione dell energia persa per resistenza sotto forma di energia efficace 01 Elettroni di scambio da vibrazioni del reticolo

Dettagli

RUTLAND HRDi REGOLATORE DI CARICA. Manuale di installazione ed uso

RUTLAND HRDi REGOLATORE DI CARICA. Manuale di installazione ed uso RUTLAND HRDi REGOLATORE DI CARICA Manuale di installazione ed uso Introduzione Ci congratuliamo e vi ringraziamo per aver acquistato il Regolatore di carica Marlec HRDì. Questo apparato utilizza la tecnologia

Dettagli

Energia Fotovoltaica

Energia Fotovoltaica Energia Fotovoltaica Energia Fotovoltaica Tech Impianti possiede know-how nella realizzazione di impianti fotovoltaici. Offre un servizio "chiavi in mano" in tutta Italia. Tech Impianti affianca il cliente

Dettagli

Come produrre energia elettrica

Come produrre energia elettrica Come produrre energia elettrica Il Solare Fotovoltaico e' una tecnologia che permette di utilizzazione l'energia dal sole per la produzione di energia elettrica. Un dispositivo fotovoltaico è, infatti,

Dettagli

Energia Eolica Parte ottava

Energia Eolica Parte ottava Energia Eolica Parte ottava Generatori elettrici per l energia eolica Corso di ENERGETICA A.A. 2012/2013 Docente: Prof. Renato Ricci Introduzione al generatore La quasi totalità della potenza elettrica

Dettagli

Centrali ibride, tecniche di controllo per la gestione di micro reti intelligenti

Centrali ibride, tecniche di controllo per la gestione di micro reti intelligenti 84 Centrali ibride, tecniche di controllo per la gestione di micro reti intelligenti Le centrali ibride, elemento chiave per poter realizzare e controllare le microreti ad alta penetrazione di Fonti Energetiche

Dettagli

COS'E' UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO E COME FUNZIONA

COS'E' UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO E COME FUNZIONA COS'E' UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO E COME FUNZIONA Il principio di funzionamento: la cella fotovoltaica Le celle fotovoltaiche consentono di trasformare direttamente la radiazione solare in energia elettrica,

Dettagli

ERS P3k PLUG & PLAY. Sistema di recupero energia per Ascensori

ERS P3k PLUG & PLAY. Sistema di recupero energia per Ascensori Sistema di recupero energia per Ascensori 2 3 Il primo sistema sul mercato del recupero energetico per ascensori. Inserire un sistema consente di: Migliorare la classe energetica Migliorare l efficientamento

Dettagli

Le micro reti intelligenti per la gestione efficiente dell'energia in impianti industriali.

Le micro reti intelligenti per la gestione efficiente dell'energia in impianti industriali. Le micro reti intelligenti per la gestione efficiente dell'energia in impianti industriali. Giordano Torri Nidec-ASI Fondazione Megalia, 6 Giornata sull efficienza energetica Milano, 14 Maggio 2013 www.nidec-asi.com

Dettagli

Sistema di controllo dello scambio di potenza tra accumulo e rete

Sistema di controllo dello scambio di potenza tra accumulo e rete Sezione Toscana e Umbria Nord Pisa 22 maggio 2013 dell'energia da fonti rinnovabili e per i servizi di potenza Sistema di controllo dello scambio di potenza tra accumulo e rete Stefano Barsali Dipartimento

Dettagli

Gruppi di continuità. Linea di by-pass. Rete di soccorso. 6/a 12. 6/b

Gruppi di continuità. Linea di by-pass. Rete di soccorso. 6/a 12. 6/b DESCRIZIONE GENERALE UPS SELTEC ST3 Il gruppo di continuità è un sistema di continuità a doppia conversione (con o senza trasformatore d uscita) che lavora eseguendo in modo continuativo la doppia conversione

Dettagli

SISTEMI DI AUTOMAZIONE PER LA GESTIONE DELLE RETI ELETTRICHE DI DISTRIBUZIONE

SISTEMI DI AUTOMAZIONE PER LA GESTIONE DELLE RETI ELETTRICHE DI DISTRIBUZIONE SISTEMI DI AUTOMAZIONE PER LA GESTIONE DELLE RETI ELETTRICHE DI DISTRIBUZIONE S. Grillo (1), L. Cicognani (2), S. Massucco (1), S. Scalari (3), P. Scalera (2), F. Silvestro (1) stefano.massucco@unige.it

Dettagli

Application note. CalBatt NomoStor per i sistemi di accumulo di energia

Application note. CalBatt NomoStor per i sistemi di accumulo di energia 1. Panoramica Application note CalBatt NomoStor per i sistemi di accumulo di energia Gli Energy Management Systems () sono dispositivi atti al controllo dei flussi di energia dalle sorgenti di produzione

Dettagli

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

SISTEMA ELETTRICO (Fonte www.terna.it)

SISTEMA ELETTRICO (Fonte www.terna.it) Liceo Scientifico Statale Giuseppe Peano - DISPENSE Visita Centrale Enel Distribuzione Luigi Einaudi - ENTRAQUE COS'E' IL SISTEMA ELETTRICO? SISTEMA ELETTRICO (Fonte www.terna.it) Il sistema elettrico

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento degli impianti fotovoltaici La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente l energia solare incidente sulla superficie terrestre

Dettagli

La gamma All In One dc UPS Power Supply coniuga due tipi di tecnologie:

La gamma All In One dc UPS Power Supply coniuga due tipi di tecnologie: Switching Battery Care La gamma All In One dc UPS Power Supply coniuga due tipi di tecnologie: Congegnati per utilizzare il medesimo motore switching, come alimentatore e come caricabatterie, indirizzano

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento Il principio di funzionamento dei pannelli fotovoltaici è detto "effetto fotovoltaico". L' effetto fotovoltaico si manifesta nel momento in cui una

Dettagli

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica N O R M A I T A L I A N A C E I 1 Data Scadenza Inchiesta C. 1136 22-11-2014 Data Pubblicazione 2014-10 Classificazione 0-21; V Titolo Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi

Dettagli

Aspetti energetici. Capitolo 2

Aspetti energetici. Capitolo 2 Capitolo 2 Aspetti energetici 2.1 2.1 Introduzione Un impianto è costituito da componenti uniti fra di loro tramite collegamenti nei quali avviene un trasferimento di potenza esprimibile attraverso il

Dettagli

CU-Q. Installazione sulla rete pubblica nazionale. Aggiornamento normativo del 20/01/2015

CU-Q. Installazione sulla rete pubblica nazionale. Aggiornamento normativo del 20/01/2015 CU-Q Installazione sulla rete pubblica nazionale Aggiornamento normativo del 20/01/2015 CU-Q Il sistema di accumulo di energia più evoluto al mondo Storage System for ON-GRID PV power plant Data-Logger

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C.

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C. IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C. Agosto 2007 1/14 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI Le presenti prescrizioni hanno lo scopo di definire i criteri e le modalità

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

stampa Ottobre 2013 Light+Building Fiera leader mondiale dell architettura e della tecnologia Francoforte, 30 marzo - 4 aprile 2014

stampa Ottobre 2013 Light+Building Fiera leader mondiale dell architettura e della tecnologia Francoforte, 30 marzo - 4 aprile 2014 stampa Ottobre 2013 Fiera leader mondiale dell architettura e della tecnologia Susanne Brendle Tel. +49 69 75 75-6457 Fax +49 69 75 75-6758 Susanne.Brendle@messefrankfurt.com www.messefrankfurt.com www.light-building.com

Dettagli

La generazione distribuita nel sistema elettrico

La generazione distribuita nel sistema elettrico La generazione distribuita nel sistema elettrico Evoluzioni e sfide per la rete del XXI secolo Di Nicolò Rossetto IUSS ALDAI - Milano 23 ottobre 2014 1 Sommario Introduzione: che cosa è la generazione

Dettagli

Esercizio in parallelo alla rete a bassa tensione di impianti di produzione d energia (IPE)

Esercizio in parallelo alla rete a bassa tensione di impianti di produzione d energia (IPE) Eidgenössisches Starkstrominspektorat Inspection fédérale des installations à courant fort Ispettorato federale degli impianti a corrente forte Esercizio in parallelo alla rete a bassa tensione di impianti

Dettagli

Le Micro Smart Grid e la Generazione Distribuita: il progetto Zeus

Le Micro Smart Grid e la Generazione Distribuita: il progetto Zeus Le Micro Smart Grid e la Generazione Distribuita: il progetto Zeus Autori: Antonella Scaglia, Claudio Brocca, Giordano Torri Ansaldo Sistemi Industriali - S.p.A. Milano, viale Sarca 336 www.asiansaldo.com

Dettagli

Geogreen. Questo il core business di Geogreen.

Geogreen. Questo il core business di Geogreen. Geogreen con le sue aziende GeoEnergie SpA e Geogreen SpA si presenta oggi come uno dei più qualificati fornitori di un sistema integrato di prodotti e di servizi: dalla fornitura di Energia Elettrica,

Dettagli

Soluzioni per energie rinnovabili convertitori statici. by BORRI

Soluzioni per energie rinnovabili convertitori statici. by BORRI Soluzioni per energie rinnovabili convertitori statici by BORRI Perché sceglierci Una gamma completa da 20 kva a 2 MVA Customer engineering altamente qualificato R&D multidisciplinare e produzione made

Dettagli

Considerazioni su scelta e progettazione di sistemi UPS di elevata potenza in Data Center Tier III e IV

Considerazioni su scelta e progettazione di sistemi UPS di elevata potenza in Data Center Tier III e IV Considerazioni su scelta e progettazione di sistemi UPS di elevata potenza in Data Center Tier III e IV Presentato da: Anna Bruno ATME Srl (partner Hitec Power Protection) Massimo Mattioli Verizon Business

Dettagli

In una piccola industria di floricoltura, l impianto elettrico per l alimentazione degli uffici

In una piccola industria di floricoltura, l impianto elettrico per l alimentazione degli uffici Esame di Stato di Istituto Professionale Indirizzo: Tecnico delle industrie elettriche Tema di: Elettrotecnica, Elettronica e Applicazioni Luigi Manzo - Giuseppe Gallo In una piccola industria di floricoltura,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 20 NOVEMBRE 2014 574/2014/R/EEL DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DEI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS

Dettagli

L effetto prodotto da un carico attivo verrà, pertanto, analizzato solo nel caso di convertitore monofase.

L effetto prodotto da un carico attivo verrà, pertanto, analizzato solo nel caso di convertitore monofase. Come nel caso dei convertitori c.c.-c.c., la presenza di un carico attivo non modifica il comportamento del convertitore se questo continua a funzionare con conduzione continua. Nei convertitori trifase

Dettagli

Energia dal vento Piccole turbine eoliche

Energia dal vento Piccole turbine eoliche Energia dal vento Piccole turbine eoliche » Piccole turbine eoliche per ogni esigenza di energia. Con i costi dell energia in continua crescita, i piccoli impianti eolici rappresentano la soluzione ideale

Dettagli

Le Soluzioni SMA per gli impianti non connessi alla rete. SMA Solar Technology

Le Soluzioni SMA per gli impianti non connessi alla rete. SMA Solar Technology Le Soluzioni SMA per gli impianti non connessi alla rete Schema base sistema off-grid di SMA SIC-50 SI SB WB AC2 AC1 Carico 2 Sunny Island: il gestore di un sistema Off-Grid 3 Gestione dell energia e dei

Dettagli

2000-3000 VA MANUALE D'USO

2000-3000 VA MANUALE D'USO Gruppi di continuità UPS Line Interactive EA SIN 2000-3000 VA MANUALE D'USO Rev. 01-130111 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza...1 Principi di funzionamento...2 Caratteristiche principali...3 Funzione

Dettagli

1.1 Definizione ed elementi di un azionamento elettrico

1.1 Definizione ed elementi di un azionamento elettrico 1 L AZIONAMENTO ELETTRICO COME SISTEMA 1.1 Definizione ed elementi di un azionamento elettrico Si definisce Azionamento Elettrico (A.E.) l insieme composto da un motore elettrico e dagli apparati d alimentazione,

Dettagli

Confindustria Mantova 2014. Casi pratici di realizzazione per piccola/media potenza di Cogenerazione

Confindustria Mantova 2014. Casi pratici di realizzazione per piccola/media potenza di Cogenerazione Casi pratici di realizzazione per piccola/media potenza di Cogenerazione Mantova, 29 ottobre 2014 Relatore: Mauro Braga Viessmann Group 1917 Fondazione 11.400 Dipendenti 2,1 27 Miliardi di euro di fatturato

Dettagli

Dispositivo di conversione di energia elettrica per aerogeneratori composto da componenti commerciali.

Dispositivo di conversione di energia elettrica per aerogeneratori composto da componenti commerciali. Sede legale: Viale Vittorio Veneto 60, 59100 Prato P.IVA /CF 02110810971 Sede operativa: Via del Mandorlo 30, 59100 Prato tel. (+39) 0574 550493 fax (+39) 0574 577854 Web: www.aria-srl.it Email: info@aria-srl.it

Dettagli

Energy Week Il mercato elettrico in Italia e il ruolo del GSE

Energy Week Il mercato elettrico in Italia e il ruolo del GSE Energy Week Il mercato elettrico in Italia e il ruolo del GSE Roma, 27 giugno 2013 Contenuti Nozioni sulla filiera elettrica Il servizio di dispacciamento e l integrazione con la borsa elettrica Il modello

Dettagli

Introduzione ai sistemi fotovoltaici

Introduzione ai sistemi fotovoltaici Introduzione ai sistemi fotovoltaici Effetto fotovoltaico La conversione dell energia elettromagnetica proveniente dal sole in energia elettrica tramite l effetto fotovoltaico si basa sulle proprietà dei

Dettagli

IL TRASFORMATORE. A cosa serve un trasformatore. Allegato 1

IL TRASFORMATORE. A cosa serve un trasformatore. Allegato 1 Allegato 1 IL TRASFORMATORE Una notevole distanza intercorre, spesso, tra il luogo in cui l energia elettrica viene prodotta (la centrale elettrica) e quello in cui viene utilizzata (industrie, abitazioni,

Dettagli

CODICE PRO_MCC_EE REVISIONE: 4 DATA PRIMA EMISSIONE: 24.12.2010 DATA AGGIORNAMENTO: 30.03.2015

CODICE PRO_MCC_EE REVISIONE: 4 DATA PRIMA EMISSIONE: 24.12.2010 DATA AGGIORNAMENTO: 30.03.2015 ALLEGATO 3 MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI DI PRODUZIONE CONNESSI ALLE RETI DI DISTRIBUZIONE GESTITE DA AEM TORINO DISTRIBUZIONE SPA. SPECIFICA TECNICA Pagina 36 di 51 ASPETTI NORMATIVI

Dettagli

Interfacciamento di pannelli fotovoltaici alla rete ele1rica: archite1ure e strategie di controllo

Interfacciamento di pannelli fotovoltaici alla rete ele1rica: archite1ure e strategie di controllo Interfacciamento di pannelli fotovoltaici alla rete ele1rica: archite1ure e strategie di controllo G. Spiazzi, S. Buso, P. Ten? Progetto regione Veneto - SMUPR n. 4148 Polo di ricerca nel settore Fotovoltaico

Dettagli

Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere

Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere Bari, 26/07/2011 Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere 7 - Componenti, caratteristiche e tecnologie per applicazioni veicolari Giuseppe Mauri Dip. Sviluppo del Sistema

Dettagli

Impianti Fotovoltaici

Impianti Fotovoltaici Impianti Fotovoltaici Gianluca Gatto Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di ingegneria Elettrica ed Elettronica 1 INDICE Impiego dell energia solare Effetto fotovoltaico Tipologie Impianti

Dettagli

NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI:

NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI: Prodotti per impianti di nuova realizzazione NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI: IMPIANTI CON PRESENZA DI RETE ELETTRICA E DI CONTATORE DI CONSUMI

Dettagli

Provvedimenti per garantire la stabilità del SEN con Sistemi di Accumulo dell energia

Provvedimenti per garantire la stabilità del SEN con Sistemi di Accumulo dell energia Provvedimenti per garantire la stabilità del SEN con Sistemi di Accumulo dell energia TRENTO, 22 MAGGIO 2013 Ing. Anna Carolina Tortora 1 1. Criticità connesse alle Fonti Rinnovabili Non Programmabili

Dettagli

Dipartimento di Energia Politecnico di Milano

Dipartimento di Energia Politecnico di Milano Dipartimento di Energia Politecnico di Milano Prof. Maurizio Delfanti maurizio.delfanti@polimi.it Mezzocorona (TN), 28 ottobre 2011 La nuova regola tecnica 2 La Norma tecnica è stata elaborata da un gruppo

Dettagli

Energy Storage ed Efficienza Energetica

Energy Storage ed Efficienza Energetica Energy Storage ed Efficienza Energetica Giordano Torri, Claudio Brocca, Enrico Gatti Nidec-ASI - Milano 7a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie. Milano, 23 Aprile 2015 Introduzione Autoconsumo

Dettagli

ITC. ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A.

ITC. ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A. Pag. 1 di 35 ITC ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A. CON TENSIONE (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per l

Dettagli

Il Sistema Elettrico nei Veicoli Ibridi: componenti, caratteristiche e tecnologie

Il Sistema Elettrico nei Veicoli Ibridi: componenti, caratteristiche e tecnologie ATA Sardegna Cagliari, 13 marzo 2009 Il Sistema Elettrico nei Veicoli Ibridi: componenti, caratteristiche e tecnologie Alberto TENCONI Gruppo 5E Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Politecnico di Torino

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 MANUTENTORI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini MACCHINE PER LA GENERAZIONE

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

Fonti rinnovabili elettriche intermittenti: limiti di penetrazione nella rete e loro significato energetico

Fonti rinnovabili elettriche intermittenti: limiti di penetrazione nella rete e loro significato energetico 1 Fonti rinnovabili elettriche intermittenti: limiti di penetrazione nella rete e loro significato energetico Introduzione Domenico Coiante - Aspo Italia 10/03/07 Nel dibattito suscitato dalla necessità

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Macchine in corrente continua e speciali

Macchine in corrente continua e speciali rendimento2 2 Macchine in corrente continua e speciali 1 Motori in corrente continua a magneti permanenti 12 2 Dinamo tachimetrica 17 3 Circuito analogo del motore in corrente continua a magneti permanenti

Dettagli

Controllo del sistema in tempo reale

Controllo del sistema in tempo reale Controllo del sistema in tempo reale L obiettivo principale del controllo in tempo reale del sistema elettrico è quello di assicurare, istante per istante, la copertura del fabbisogno, ottemperando ai

Dettagli

REGOLAZIONE DEGLI IMPIANTI IDROELETTRICI

REGOLAZIONE DEGLI IMPIANTI IDROELETTRICI La regolazione della frequenza costituisce una prerogativa fondamentale per la qualità dell esercizio di una rete elettrica. Le utenze elettriche richiedono che frequenza e tensione assumano precisi valori

Dettagli

Energy Storage - state of the art and evolution scenarios: looking for a killer application

Energy Storage - state of the art and evolution scenarios: looking for a killer application Energy Storage - state of the art and evolution scenarios: looking for a killer application Maurizio Delfanti, Davide Falabretti, Marco Merlo Politecnico di Milano Dipartimento di Energia Introduzione:

Dettagli

CALBATT. Sito web: www.calbatt.com Email: info@calbatt.com Telefono: +39 0984 494273 LinkedIn: CalBatt

CALBATT. Sito web: www.calbatt.com Email: info@calbatt.com Telefono: +39 0984 494273 LinkedIn: CalBatt CALBATT CalBatt è una società spin-off dell'università della Calabria. La Società è stata fondata nel 2011 per valorizzare il know-how e la proprietà intellettuale nel campo dei sistemi elettronici, sviluppati

Dettagli

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter Western Co. Leonardo Inverter 1 Leonardo Inverter 1500 Inverter ad onda sinusoidale pura Potenza continua 1500W Potenza di picco 2250W per 10sec. Tensione di Output: 230V 50Hz Distorsione Armonica

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO. CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili -

ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO. CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili - ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili - Che cos'è E' in piccolo, quello che si fa con un impianto idroelettrico ma senza costruire una diga: l'acqua che

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE BT DELL ASM TERNI S.p.A.

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE BT DELL ASM TERNI S.p.A. 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO... 2 4. DEFINIZIONI... 2 5. CRITERI GENERALI... 3 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO... 3

Dettagli

TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA

TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA L ENERGIA e IL LAVORO Non è facile dare una definizione semplice e precisa della parola energia, perché è un concetto molto astratto che

Dettagli

Taglia i costi Dimezza le emissioni

Taglia i costi Dimezza le emissioni Taglia i costi Dimezza le emissioni Il micro-cogeneratore più efficiente a livello mondiale Cos è BlueGEN? Il più efficiente generatore di elettricità e calore di piccola taglia BlueGEN funziona a gas

Dettagli

Progetto grafico e ricerche di: Carmine Filippelli IV A/Geometri Supervisione del Prof./Ing. : Francesco Bernardini 1 L energia: L'energia è la capacità di un corpo di compiere un lavoro. L unità di misura

Dettagli

ABB Group June 29, 2011 Slide 1

ABB Group June 29, 2011 Slide 1 Roberto Bernacchi, Piero Murgia, ABB S.p.A., 11 Luglio 2011, Convegno ANIMP/ATI Sistemi di stoccaggio dell Energia Introduzione, prodotti e applicazioni June 29, 2011 Slide 1 Sistemi di stoccaggio dell

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale La potenza elettrica è normalmente generata a bordo da uno o più dei seguenti sistemi che possono funzionare isolati o in parallele tra loro: Gruppi diesel-alternatori ; Alternatori asse trascinati dal

Dettagli

8. Protezione dai contatti indiretti senza interruzione automatica

8. Protezione dai contatti indiretti senza interruzione automatica 8.1 Generalità 8. Protezione dai contatti indiretti senza interruzione automatica Sono questi dei metodi di protezione che, a differenza dei sistemi di protezione attiva trattati fino ad ora (protezione

Dettagli

CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY

CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY Giovedi 7 Giugno 2012 h 9-12 Riccione - Liceo Scietifico A.Volta CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY Ing. Michetti Laura De Lucia Emanuele Indice Energie Rinnovabili ü Energia

Dettagli

SITOP Power Il Sistema di Alimentazione per il 24Vcc

SITOP Power Il Sistema di Alimentazione per il 24Vcc Top integration. Top efficiency. Top reliability. SITOP SITOP Power www.siemens.com/sitop SITOP Power Il Sistema di Alimentazione per il 24Vcc oltre il Power Supply, il Sistema di Alimentazione a 24Vcc

Dettagli

RICHIAMI DI MISURE ELETTRICHE

RICHIAMI DI MISURE ELETTRICHE RICHIAMI DI MISURE ELETTRICHE PREMESSA STRUMENTI PER MISURE ELETTRICHE Come si è già avuto modo di comprendere ogni grandezza fisica ha bisogno, per essere quantificata, di un adeguato metro di misura.

Dettagli

Soluzioni per l alimentazione protetta ad alta efficienza, l UPS Maurizio Tortone Azienda: RIELLO UPS

Soluzioni per l alimentazione protetta ad alta efficienza, l UPS Maurizio Tortone Azienda: RIELLO UPS Soluzioni per l alimentazione protetta ad alta efficienza, l UPS Maurizio Tortone Azienda: RIELLO UPS 1/28 Riello Elettronica: un grande gruppo internazionale Una holding internazionale 2/28 Negli ultimi

Dettagli

Cogenerazione: tecnologie a confronto

Cogenerazione: tecnologie a confronto CESI RICERCA Cogenerazione: tecnologie a confronto MILANO 8 ottobre 2008 Fabio Armanasco fabio.armanasco@cesiricerca.it 1. Definizione di CHP 2. Motori primi convenzionali Turbine a vapore Turbine a gas

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile Totally Integrated Power SIESTORAGE Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile www.siemens.com/siestorage Totally Integrated Power (TIP) Portiamo la corrente

Dettagli