Inverter di stringa Power-One Aurora: Problemi di disconnessione dalla rete ed allarme: W003 Come individuare le cause e possibili soluzioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Inverter di stringa Power-One Aurora: Problemi di disconnessione dalla rete ed allarme: W003 Come individuare le cause e possibili soluzioni"

Transcript

1 Inverter di stringa Power-One Aurora: Problemi di disconnessione dalla rete ed allarme: W003 Come individuare le cause e possibili soluzioni Data 2013/04/23 Prima revisione. Note INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. CONSIDERAZIONI SULL AVVISO W INDIVIDUAZIONE DELL ORIGINE DEL PROBLEMA W PROBLEMA DI SOVRATENSIONE DI RETE A CAUSA DI CAVI AC NON ADEGUATI 4.2. INDIVIDUAZIONE DI POSSIBILI SOLUZIONI PER SOVRATENSIONE DI RETE 5. MODALITA DI IMPOSTAZIONE DEI PARAMETRI E DELLE REGOLAZIONI 5.1 REGOLAZIONE cosϕ FISSO (FATTORE DI POTENZA) 5.2 ABILITAZIONE DELLA FUNZIONE DI REGOLAZIONE AUTOMATICA DEL cosϕ IN FUNZIONE DELLA POTENZA (cosϕ= f( P)) 5.3 IMPOSTAZIONE DELLA LIMITAZIONE DELLA POTENZA ATTIVA PER SOVRATENSIONE 5.4 MODIFICA DELLE SOGLIE DI PROTEZIONE DI SOVRATENSIONE 1

2 1. SCOPO Scopo del presente documento è quello di: a) fornire indicazioni su come individuare le cause di disconnessione degli inverter dalla rete associate al messaggio di errore W003 (mostrato dal display o tramite sistemi di monitoraggio esterni ). b) identificare possibili soluzioni per eliminare o ridurre il problema. 2. CAMPO DI APPLICAZIONE Il documento si riferisce agli inverter elencati nelle tabelle di seguito( cfr etichetta dell inverter): UNO-2.0-I-OUTD UNO-2.0-I-OUTD-S UNO-2.5-I-OUTD UNO-2.5-I-OUTD PVI-3.0-TL-OUTD PVI-3.0-TL-OUTD-S PVI-3.0-TL-OUTD-W PVI-3.6-TL-OUTD PVI-3.6-TL-OUTD-S PVI-3.6-TL-OUTD-W PVI-4.2-TL-OUTD PVI-4.2-TL-OUTD-S PVI-4.2-TL-OUTD-W PVI-3.8-I-OUTD PVI-3.8-I-OUTD-S PVI-4.6-I-OUTD PVI-4.6-I-OUTD-S SSWI-3.8-I-OUTD SSWI-3.8-I-OUTD-S SSWI-4.6-I-OUTD SSWI-4.6-I-OUTD-S PVI-5000-TL-OUTD PVI-5000-TL-OUTD-S PVI-5000-TL-OUTD-W PVI-6000-TL-OUTD PVI-6000-TL-OUTD-S PVI-6000-TL-OUTD-W Inverter monofase Tutti Prodotti successivamente alla settimana 27/2012 (oppure con firmware aggiornato con il software Aurora PROGRAMMER) Prodotti successivamente alla settimana 40/2012 Prodotti successivamente alla settimana 27/2012 (oppure con firmware aggiornato con il software Aurora PROGRAMMER) 2

3 PVI-10.0-OUTD-IT PVI-10.0-OUTD-S-IT PVI-10.0-OUTD-FS-IT PVI-10.0-OUTD-IT-W PVI-12.5-OUTD-IT PVI-12.5-OUTD-S-IT PVI-12.5-OUTD-FS-IT PVI-12.5-OUTD-IT-W PVI-8.0-TL-OUTD PVI-8.0-TL-OUTD-S PVI-8.0-TL-OUTD-FS PVI-10.0-TL-OUTD PVI-10.0-TL-OUTD-S PVI-10.0-TL-OUTD-FS PVI-12.5-TL-OUTD PVI-12.5-TL-OUTD-S PVI-12.5-TL-OUTD-FS PVI-12.5-TL-OUTD-W PVI-10.0-I-OUTD-400 PVI-10.0-I-OUTD-S-400 PVI-12.0-I-OUTD-400 PVI-12.0-I-OUTD-S-400 SSWI-10-I-OUTD-400 TRIO-20.0-TL-OUTD-400 TRIO-20.0-TL-OUTD-S2-400 TRIO-20.0-TL-OUTD-S2F-400 TRIO-20.0-TL-OUTD-S2X-400 TRIO-20.0-TL-OUTD-S1J-400 TRIO-20.0-TL-OUTD-S2J-400 TRIO-27.6-TL-OUTD-400 TRIO-27.6-TL-OUTD-S2-400 TRIO-27.6-TL-OUTD-S2F-400 TRIO-27.6-TL-OUTD-S2X-400 TRIO-27.6-TL-OUTD-S1J-400 TRIO-27.6-TL-OUTD-S2J-400 Modello Inverter trifase Prodotti successivamente alla settimana 26/2012 o (oppure con firmware aggiornato con il software Aurora PROGRAMMER) Tutti Prodotti successivamente alla settimana 39/2012 Prodotti successivamente alla settimana 21/2012 (oppure con firmware aggiornato) 3. CONSIDERAZIONI SULL AVVISO W003 L avviso indentificato dal codice W003 indica che i valori della tensione o della frequenza della rete AC, presenti ai morsetti dell inverter durante la fase di produzione (immissione di corrente in rete), sono usciti dai limiti di accettabilità impostati nella macchina; esso non è generalmente da imputare ad un malfunzionamento dell inverter. Per verificare l eventuale legame con un malfunzionamento dell inverter, occorre semplicemente effettuare una misura di confronto della tensione/frequenza di rete ai morsetti di uscita dell inverter utilizzando un voltmetro: solo nel caso in cui l inverter ed il voltmetro mostrino valori diversi tra loro la problematica può essere attribuita all inverter. In seguito alla selezione del cosiddetto standard di rete relativo alla nazione di installazione, vengono impostati nella macchina dei limiti di tensione e di frequenza AC che, se superati, causano il distacco dell inverter. Questi limiti, preimpostati in fabbrica, possono essere modificati su richiesta del gestore della rete di distribuzione utilizzando il menu SERVICE del display oppure i Software di 3

4 configurazione avanzata degli inverter. In ogni caso, in conformità alle norme vigenti (es. CEI 0-21 per l Italia), è richiesta una password di secondo livello (password di servizio) per effettuare queste modifiche. Ciò serve per prevenire modifiche accidentali/involontarie o un uso improprio della funzione di regolazione delle protezioni, il cui uso è subordinato all esplicita autorizzazione del gestore della rete, che dovrà indicare il nuovo profilo di taratura in base alle esigenze di esercizio della linea su cui insiste l impianto. A scopo esemplificativo sono riportati di seguito, evidenziati in verde, i limiti preimpostati nello standard di rete CEI 0-21 int. utilizzato nelle macchine installate in Italia in impianti conformi alla CEI 0-21 con potenze < 6Kw. Tabella 1: Esempio limiti di tensione e frequenza preimpostati negli inverter Power-One (Standard di rete: Italia CEI 0-21 int (Internal protection)) Protezione (CEI 0-21) Soglia prescritta (1) Valori di soglia Soglia impostata (2 Tempi di intervento Tempo di intervento prescritto (1) Tempo di intervento impostato (2) Simbolo Protezione 59.S1-abilitata 1,10 Vn 253 V (1,10 Vn) 3 s 0,18 s [(U> (10 m)] 59.S2-abilitata 1,15 Vn 264,5 V (1,15 Vn) 0,2 s 0,18 s [U>>] 27.S1-abilitata 0,85 Vn 195,5 V (0,85 Vn) 0,4 s 0,38 s [U<] 27.S2-abilitata 0,4 Vn 92 V (0,4 Vn) 0,2 s 0,18 s [U<<] 81>.S1-disabilitata (6) 50,5 Hz 50,5 Hz 0,1 s 0,1 s [F>] 81<.S1-disabilitata (6) 49,5 Hz 49,5 Hz 0,1 s 0,1 s [F<] 81>.S2-abilitata 51,5 Hz 51,5 Hz 0,1 s 0,1 s [F>>] 81<.S2-abilitata 47,5 Hz 47,5 Hz 0,1 s 0,1 s [F<<] Comando locale Stato "ALTO" "BASSO" (9) Segnale esterno Stato "ALTO" "ALTO" (1) Valori prescritti da Norma CEI 0-21, par , tab.8. (6) Protezione disabilitata attraverso comando locale BASSO Dalla Tabella 1 precedente risulta che: (2) Valori modificabili attraverso display dell inverter oppure SW di configurazione avanzata. (9) Impostazione di default per rispettare quanto richiesto dall allegato A70 al codice di rete di TERNA. (4) Misura a media mobile su 10 min, in accordo a CEI EN a) Tensioni di rete superiori a 253 Vac (misurate come valor medio su un periodo di 10 minuti) b) Tensioni di rete superiori a 264 Vac (per un periodo di tempo maggiore 0.18 secondi) c) Tensioni di rete inferiori a Vac (per un periodo di tempo maggiore 0.38 secondi) d) Tensioni di rete inferiori a 92 Vac (per un periodo di tempo maggiore 0.18 secondi) e) Frequenza di rete superiore a 51.5 Hz (per un periodo di tempo maggiore 0.1 secondi) f) Frequenza di rete inferiore a 47.5 Hz (per un periodo di tempo maggiore 0.1 secondi) causano la disconnessione dell inverter dalla rete e la visualizzazione del messaggio W003. 4

5 4. INDIVIDUAZIONE DELL ORIGINE DEL PROBLEMA W003 A seguito di ripetute disconnessioni e segnalazioni W003 da parte dell inverter è necessario individuare la causa del problema tra le 4 possibili: 1) Sovratensione ai morsetti AC dell inverter (punti a) e b) elenco precedente) 2) Sottotensione ai morsetti AC dell inverter (punti c) e d) elenco precedente) 3) Sovrafrequenza ai morsetti AC dell inverter (punto e) elenco precedente) 4) Sottofrequenza ai morsetti AC dell inverter (punto f) elenco precedente) Per effettuare questa analisi /ricerca si può: a) Effettuare un controllo continuo della tensione e frequenza AC utilizzando un sistema di monitoraggio dell inverter (per esempio utilizzando Aurora COMUNICATOR). b) Utilizzare un analizzatore di rete che registra l andamento della tensione e della frequenza nel tempo. c) Effettuare osservazioni dei valori di frequenza e tensione mostrati dal display dell inverter per vedere se essi si avvicinano ai limiti di protezione. d) Cercare di correlare il fenomeno della disconnessione ad eventi riconoscibili che possono influenzare i parametri della rete (per esempio: accensione di apparati elettrici/motori/pompe, correlazione del problema con il raggiungimento di elevati livelli di potenza immessa in rete, ecc.) PROBLEMA DI SOVRATENSIONE DI RETE A CAUSA DI CAVI AC NON ADEGUATI. La disconnessione per sovratensione di rete risulta essere uno dei fenomeni più frequenti negli impianti fotovoltaici. Esso può essere causato da una elevata resistenza della linea AC, inadeguata a sostenere la potenza dell impianto fotovoltaico; questo accade tipicamente nelle linee terminali rurali e di montagna ma può manifestarsi in qualunque linea anche in dipendenza delle correnti prelevate (carichi) o delle correnti immesse (altri impianti fotovoltaici) in prossimità dell impianto in questione. Per individuare se le disconnessioni dell inverter sono dovute a tensione di rete troppo alta è sufficiente effettuare la lettura della tensione tramite display (indicazione: Vgrid), tramite un multimetro connesso ai morsetti AC dell inverter oppure tramite sistemi di monitoraggio, quando la macchina sta erogando potenza. Se: 1) La tensione di rete (Vgrid) tende ad aumentare all aumentare della potenza o della corrente immessa in rete dall inverter, 2) Il valore della tensione di rete tende ad avvicinarsi alla soglia di protezione; 3) La tensione di rete si abbassa spegnendo l inverter, 4) L accensione di carichi/utenze locali che assorbono potenza causano una riduzione della tensione di rete, significa che la corrente immessa dall inverter crea una caduta di tensione nei cavi AC che provoca un innalzamento della tensione ai morsetti dell inverter. 5

6 La caduta di tensione che si crea è schematizzata nelle figure seguenti (simboli rossi + e - ) sopra il simboli di due resistenze che rappresentano schematicamente: a) la resistenza dei cavi AC dell impianto FV dai morsetti dell inverter fino al punto di connessione (Rete privata); b) la resistenza dei cavi AC della linea di distribuzione (Rete pubblica). Entrambe le resistenze (cavi AC impianto e cavi AC rete di distribuzione pubblica) possono contribuire a generare l aumento di tensione AC ai morsetti dell inverter. Occorre quindi accertarsi che la sezione dei cavi AC utilizzati nell impianto fotovoltaico siano adeguati alla potenza dell impianto per essere sicuri che il problema sia dovuto essenzialmente alla rete pubblica. ESEMPI A, B, C,: effetti della corrente immessa o prelevata dalla rete pubblica sulla tensione AC della rete domestica e sui morsetti dell inverter (fare attenzione alla polarità della caduta di tensione sui cavi). Caduta di tensione + - Resistenza cavi AC impianto FV Corrente prelevata dalla rete Resistenza cavi rete pubblica Rete privata Rete pubblica ESEMPIO A ESEMPIO A: L inverter non produce energia e le utenze assorbono corrente dalla rete. In queste condizioni la tensione nell impianto domestico si abbassa per effetto della caduta di tensione sui cavi della rete pubblica. 6

7 Caduta di tensione Caduta di tensione Corrente erogata dall inverter Resistenza cavi AC impianto FV Corrente prelevata dalla rete Resistenza cavi rete pubblica Rete privata Rete pubblica ESEMPIO B ESEMPIO B: L inverter produce meno energia di quella utilizzata dalle utenze, non viene immessa corrente in rete. In queste condizioni la tensione ai morsetti dell inverter si innalza per effetto della sola caduta di tensione sui cavi AC dell impianto fotovoltaico; la tensione nell impianto domestico si abbassa per effetto della caduta di tensione sui cavi della rete pubblica. Caduta di tensione Caduta di tensione Corrente erogata dall inverter Resistenza cavi AC impianto FV Corrente immessa in rete Resistenza cavi rete pubblica Rete privata Rete pubblica ESEMPIO C ESEMPIO C: Quando l inverter produce energia ed essa non è utilizzata dalle utenze, la totalità della corrente generata dall inverter viene immessa in rete. In queste condizioni la tensione nell impianto domestico ed ai morsetti dell inverter si innalza per effetto della caduta di tensione sui cavi (sia sui cavi dell impianto FV, sia sui cavi della rete pubblica) in maniera maggiore di quanto illustrato nell ESEMPIO B (a parità di corrente generata dall inverter). 7

8 ESEMPIO D Grafico della tensione e della corrente ai morsetti AC dell inverter. Di seguito è mostrato l andamento della tensione di rete ai morsetti di un inverter (linea verde) e della corrente immessa in rete dall inverter (linea rosa), durante l arco di una giornata, in un impianto affetto dal problema di elevata resistenza della rete. Nell esempio la protezione di sovratensione di rete è impostata a 264Vac. Quando la tensione di rete raggiunge i 264 Vac, l inverter smette di produrre e si disconnette dalla rete riducendo a zero la corrente immessa; in questa condizione la tensione di rete si abbassa perché cessa l effetto della caduta di tensione nei cavi dovuta alla corrente prodotta dall inverter. Tensione di rete (Vgrid) ai morsetti dell inverter durante la giornata. (la tensione di rete tende ad aumentare proporzionalmente alla corrente immessa dall inverter ma vi sono anche leggere variazioni che non dipendono dall inverter ma dalle naturali fluttuazione della rete stessa) Corrente immessa in rete dall inverter (proporzionale alla potenza generata dall impianto). La corrente si azzera quando l inverter si disconnette. OSSERVAZIONE: se la tensione AC nell impianto fotovoltaico e nelle utenze domestiche aumenta indipendentemente dalla potenza (corrente) prodotta dall inverter, il problema deriva da cause esterne alla produzione di energia dell impianto; in questi casi il gestore della rete pubblica deve dare spiegazioni ed intraprendere azioni correttive INDIVIDUAZIONE DI POSSIBILI SOLUZIONI PER SOVRATENSIONE DI RETE Una volta accertato che le disconnessioni dell inverter ed i messaggi W003 sono causati da un innalzamento della tensione di rete dovute alla corrente erogata dall inverter, come descritto al paragrafo 4.1, possono essere effettuate le seguenti azioni per risolvere o ridurre il problema. Azioni che richiedono l intervento del distributore di energia elettrica: 1. Adeguamento cavi rete pubblica (unica vera soluzione del problema): richiedere al gestore di rete (che ha autorizzato l impianto) l adeguamento della linea con la sostituzione dei cavi della rete pubblica. 2. Spostamento della fase: richiedere al gestore di rete lo spostamento, in caso di fornitura monofase, dell impianto fotovoltaico su un altra fase e verificare il risultato. 8

9 3. Riduzione della tensione all origine: richiedere un leggero l abbassamento della tensione in cabina. Inv_Str-All_W003_Troubleshooting_IT_rev Azioni che richiedono modifiche alla configurazione dell inverter: 4. Regolazione del fattore di potenza (efficace soprattutto nelle linee in Media Tensione): impostare nell inverter l assorbimento di corrente reattiva settando un cosϕ(fisso)=0.9 (induttivo/under-excited). Per le modalità di impostazione vedere il seguente paragrafo 5. La prova deve essere effettuata quando l inverter è in produzione ed immette una potenza attiva non troppo bassa (per esempio 2/3 della potenza massima) secondo la seguente procedura: a. Misurare o leggere sul display la tensione AC ai morsetti (Vgrid) b. Modificare il cosϕ (fisso) portandolo, per esempio, da 1 a 0.9; in questo modo viene assorbita dall inverter anche potenza reattiva. c. Misurare o leggere sul display, subito dopo la regolazione, la tensione AC ai morsetti. d. Se la tensione AC si è abbassata di qualche volt, la regolazione ha un effetto positivo sul problema e può essere mantenuta. Se ciò non avviene impostare nuovamente il cosϕ (fisso)= 1 5. Abilitazione della funzione di regolazione automatica del cosϕ in funzione della potenza attiva erogata (cosϕ = f(p)): se la procedura descritta nei precedenti punti a.,b.,c.,d. ha esito positivo, invece di impostare un cosϕ= valore-fisso, può essere alternativamente abilitata la funzione di regolazione automatica della potenza reattiva assorbita in funzione della potenza attiva erogata (secondo quanto stabilito al paragrafo e Allegato E della norma CEI 0-21). Per le modalità di impostazione vedere il seguente paragrafo Impostazione della limitazione della potenza attiva per sovratensione: impostare nell inverter la limitazione della potenza attiva per valori della tensione di rete prossimi al 110% del valore nominale (secondo quanto stabilito al paragrafo CEI 0-21). Per le modalità di impostazione vedere il seguente paragrafo 5. Questa impostazione limita automaticamente la potenza dell inverter quando la tensione di rete si avvicina alla tensione di protezione ed evita la disconnessione dell inverter. L attivazione della limitazione riduce la potenza attiva immessa in rete dall impianto ma ne migliora la produttività in quanto l inverter rimane connesso alla rete evitando continue connessioni e disconnessioni. 9

10 La figura seguente mostra gli effetti della limitazione sulla potenza immessa dall inverter (linee verdi) rispetto alla potenza immessa in presenza di disconnessione dell inverter per sovratensione di rete (linea celeste). V ac /V n 110% Limit EN50160 Vn = tensione nominale di rete P out 07:00 10:00 13:00 16:00 21:00 time 7. Modifica (innalzamento) della soglia di protezione di sovratensione: aumentare le soglie di protezione (253Vac, misurata come valore medio su 10 minuti e Vac con intervento rapido dopo 0.18 secondi). Un innalzamento delle soglie di protezione di sovratensione comporta l esercizio dell impianto con tensioni non conformi alle norme vigenti, tra cui la norma EN che regola la qualità del servizio. Pertanto si sconsiglia di adottare questa soluzione se non in casi particolari (per esempio sui fine linea) e SOLO ED ESCLUSIVAMENTE dietro autorizzazione scritta da parte del Gestore della rete. Si deve tenere presente inoltre che eventuali danni o usura precoce alle apparecchiature installate nell impianto di utenza cui è collegato l impianto fotovoltaico, a causa del funzionamento a tensioni troppo elevate indotto dall innalzamento delle soglie di protezioni, rimane a pieno carico e responsabilità dell utente produttore. 10

11 Nota: Ogni modifica delle impostazioni di fabbrica menzionata precedentemente, ad eccezione del punto 3., deve essere preventivamente concordata con il gestore della rete di distribuzione. Si ricorda che l inverter memorizza tutte le variazioni delle impostazioni di fabbrica effettuate dall utente. La responsabilità di impostazioni difformi da quelle di fabbrica non potrà, in alcun modo, essere imputata a Power-One. Azioni che richiedono la gestione di apparati utilizzatori (carichi) locali: 8. Attivazione carichi/apparati utilizzatori locali: attivare carichi nell impianto domestico nel momento di maggiore irraggiamento e produzione, in modo da utilizzare localmente la corrente generata dall inverter e ridurre la corrente immessa nella rete pubblica, riducendo la caduta di tensione sui cavi e quindi l innalzamento della tensione ai morsetti dell inverter. 5. MODALITA DI IMPOSTAZIONE DEI PARAMETRI E DELLE REGOLAZIONI 5.1 REGOLAZIONE cosϕ FISSO (FATTORE DI POTENZA) La regolazione del cosϕ può essere effettuata in tutti gli inverter tramite display o tramite software di configurazione (ad eccezione del PVI-10.0/12.5-OUTD-IT che può essere modificato solo con il software di configurazione AURORA MANAGER TL). La regolazione tramite display si esegue attraverso il seguente il percorso del menù: Impostazioni Password 0000 Pot. Reattiva cos-phi fisso <utilizzando i tasti freccia impostare il valore UnEx 0.9 e premere ENTER> Confirm? <utilizzando i tasti freccia selezionare Yes e premere ENTER > Riferirsi al manuale dell inverter per i dettagli. 5.2 ABILITAZIONE DELLA FUNZIONE DI REGOLAZIONE AUTOMATICA DEL cosϕ IN FUNZIONE DELLA POTENZA (cosϕ= f( P)) L abilitazione della funzione automatica di regolazione del cosϕ in funzione della potenza, può essere effettuata in tutti gli inverter tramite display o tramite software di configurazione (ad eccezione del PVI-10.0/12.5-OUTD-IT che può essere modificato solo con il software di configurazione AURORA MANAGER TL). La regolazione tramite display si esegue attraverso il seguente il percorso del menù: Impostazioni Password 0000 Pot. Reattiva cos-phi=f(p) <utilizzando i tasti freccia impostare il valore ENABLE e premere ENTER> Confirm? <utilizzando i tasti freccia selezionare Yes e premere ENTER > Riferirsi al manuale dell inverter per i dettagli. 11

12 5.3 IMPOSTAZIONE DELLA LIMITAZIONE DELLA POTENZA ATTIVA PER SOVRATENSIONE L abilitazione della limitazione automatica di potenza attiva quando la tensione AC si avvicina alla soglia di protezione U>(10 min), può essere effettuata in tutti gli inverter tramite display o tramite software di configurazione (ad eccezione del PVI-10.0/12.5-OUTD-IT che può essere modificato solo con il software di configurazione AURORA MANAGER TL). La regolazione tramite display si esegue attraverso il seguente il percorso del menù: Impostazioni Password 0000 Servizio Password XXXXXX <scaricabile dal sito: https://registration.power-one.it> Uavg Derating / U>(10 min) Der. <utilizzando i tasti freccia selezionare ENABLE e premere ENTER > Riferirsi al manuale dell inverter per i dettagli. 5.4 MODIFICA DELLE SOGLIE DI PROTEZIONE DI SOVRATENSIONE La regolazione delle soglie di protezione ed in particolare l innalzamento delle protezioni di sovratensione (59.S1 e 59.S2) può essere effettuata in tutti gli inverter tramite display o tramite software di configurazione (ad eccezione del PVI-10.0/12.5-OUTD-IT che può essere modificato solo con il software di configurazione AURORA MANAGER TL). La regolazione tramite display si esegue attraverso il seguente il percorso del menù: Impostazioni Password 0000 Servizio Password XXXXXX < scaricabile dal sito: https://registration.power-one.it> Set U> / Set U>> / Set U> (10min) <utilizzando i tasti freccia selezionare il valore desiderato e premere ENTER > Riferirsi al manuale dell inverter per i dettagli. Nella tabella seguente sono indicati, per ciascun inverter, i software di configurazione da utilizzare. Per la regolazione tramite software di configurazione si rimanda ai manuali dei software stessi. Inverter UNO-2.0/2.5-I-OUTD PVI-3.8/4.6-I-OUTD PVI-6.0/8.0/10.0/12.5-TL-OUTD PVI-10.0/12.0-I-OUTD TRIO-20.0/27.6-TL-OUTD PVI-3.0/3.6/4.2-TL-OUTD PVI-5000/6000-TL-OUTD PVI-10.0/12.5-OUTD-IT Software di configurazione AURORA MANAGER LITE AURORA MANAGER TL 12

Problemi di disconnessione dell inverter dalla rete elettrica: cause e soluzioni

Problemi di disconnessione dell inverter dalla rete elettrica: cause e soluzioni Problemi di disconnessione dell inverter dalla rete elettrica: cause e soluzioni Indice 1 Introduzione...1 2 Considerazioni sull anomalia Tensione di rete alta...1 3 Origine del fenomeno...2 3.1 Problema

Dettagli

INFORMAZIONI PER LA REGOLAZIONE DELLE SOGLIE DI FREQUENZA NEGLI INVERTER POWER-ONE IN ACCORDO ALLA DELIBERA DELL AEEG 243/2013/R/EEL (6 Giugno, 2013)

INFORMAZIONI PER LA REGOLAZIONE DELLE SOGLIE DI FREQUENZA NEGLI INVERTER POWER-ONE IN ACCORDO ALLA DELIBERA DELL AEEG 243/2013/R/EEL (6 Giugno, 2013) INFORMAZIONI PER LA REGOLAZIONE DELLE SOGLIE DI FREQUENZA NEGLI INVERTER POWER-ONE IN ACCORDO ALLA DELIBERA DELL AEEG 243/2013/R/EEL (6 Giugno, 2013) Data 2013/12/16 Prima revisione. 2014/01/08 Aggiunto

Dettagli

Compilazione Reg. Esercizio CEI0-21_Inv. Trifase_rev.2013-03-08.docx

Compilazione Reg. Esercizio CEI0-21_Inv. Trifase_rev.2013-03-08.docx INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO DEL DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA, PER LA DISABILITAZIONE DELLA FUNZIONE DI LIMITAZIONE DI POTENZA IN FUNZIONE DELLA FREQUENZA

Dettagli

FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO

FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO Data 2012/08/06 Prima revisione. 2012/08/15 Seconda revisione: integrazioni. Note INDICE

Dettagli

Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora

Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora Principali contenuti della Delibera AEEG 84/2012/R/EEL In data 08 Marzo 2012, l Autorità

Dettagli

Inverter Power-One Aurora: RESET DEL BLOCCO DELL IMPOSTAZIONE RELATIVA ALLO STANDARD DI RETE

Inverter Power-One Aurora: RESET DEL BLOCCO DELL IMPOSTAZIONE RELATIVA ALLO STANDARD DI RETE Inverter Power-One Aurora: RESET DEL BLOCCO DELL IMPOSTAZIONE RELATIVA ALLO STANDARD DI RETE Nota su come effettuare lo sblocco della impostazione standard di rete (impostazione legata al paese di installazione

Dettagli

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica N O R M A I T A L I A N A C E I 1 Data Scadenza Inchiesta C. 1136 22-11-2014 Data Pubblicazione 2014-10 Classificazione 0-21; V Titolo Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi

Dettagli

Impianti fotovoltaici con immissione in rete non a norma e conseguenza distruttive per la presenza di spike ad alta tensione

Impianti fotovoltaici con immissione in rete non a norma e conseguenza distruttive per la presenza di spike ad alta tensione Impianti fotovoltaici con immissione in rete non a norma e conseguenza distruttive per la presenza di spike ad alta tensione Oggi vogliamo approfondire l annoso problema dell innalzamento della tensione

Dettagli

DATI PER COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI ENEL SECONDO QUANTO PRESCRITTO DALLA NORMA CEI-021 E DALL'ALLEGATO A70 AL CODICE DI RETE TERNA

DATI PER COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI ENEL SECONDO QUANTO PRESCRITTO DALLA NORMA CEI-021 E DALL'ALLEGATO A70 AL CODICE DI RETE TERNA DATI PER COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI ENEL SECONDO QUANTO PRESCRITTO DALLA NORMA CEI-01 E DALL'ALLEGATO A70 AL CODICE DI RETE TERNA Nel presente documento vengono fornite le informazioni necessarie alla

Dettagli

Impianto fotovoltaico da 2 kwp

Impianto fotovoltaico da 2 kwp Impianto fotovoltaico da 2 kwp N 8 moduli fotovoltaici SolarWorld Sunmodule+ da 250Wp policristallini N 1 inverter fotovoltaico Power-One modello UNO-2.0-I-OUTD-S Inverter monofase con trasformatore di

Dettagli

Autore: Rossi Antonio Approvatore: Trova Marco Data: 04/01/2012. Tipo di inverter Modello di inverter Potenza CA nominale UNO-2.

Autore: Rossi Antonio Approvatore: Trova Marco Data: 04/01/2012. Tipo di inverter Modello di inverter Potenza CA nominale UNO-2. Inverter di stringa con trasformatore di isolamento ad alta frequenza Aurora Power-One: descrizione del metodo per messa a terra e controllo di isolamento Autore: Rossi Antonio Approvatore: Trova Marco

Dettagli

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica N O R M A I T A L I A N A C E I Norma Italiana Data Pubblicazione CEI 0-21;V1 2014-12 Titolo Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici

Dettagli

IMPIANTI DI PRODUZIONE FOTOVOLTAICA REQUISITI MINIMI PER LA CONNESSIONE E L ESERCIZIO IN PARALLELO CON LA RETE AT

IMPIANTI DI PRODUZIONE FOTOVOLTAICA REQUISITI MINIMI PER LA CONNESSIONE E L ESERCIZIO IN PARALLELO CON LA RETE AT N 01 1 di 23 IMPIANTI DI PRODUZIONE FOTOVOLTAICA REQUISITI MINIMI PER LA CONNESSIONE E L ESERCIZIO IN PARALLELO CON LA RETE AT Storia delle revisioni 01 13/03/2012 Prima emissione N 01 2 di 23 INDICE 1.

Dettagli

SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali

SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali Massima redditività Gli impianti fotovoltaici sui tetti delle aziende commerciali e industriali hanno un enorme

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 2 AGOSTO 2012 344/2012/R/EEL APPROVAZIONE DELLA MODIFICA ALL ALLEGATO A70 E DELL ALLEGATO A72 AL CODICE DI RETE. MODIFICA DELLA DELIBERAZIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Dettagli

Inverter Power-One Aurora Serie PLUS e PLUS-HV: guida al dimensionamento del generatore fotovoltaico con Aurora Designer e Power One String Tool

Inverter Power-One Aurora Serie PLUS e PLUS-HV: guida al dimensionamento del generatore fotovoltaico con Aurora Designer e Power One String Tool Inverter Power-One Aurora Serie PLUS e PLUS-HV: guida al dimensionamento del generatore fotovoltaico con Aurora Designer e Power One String Tool Author: Gianluca Marri Approver: Antonio Rossi Date: 2012/05/03

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L.

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L. REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L., DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA NELLE ISOLE TREMITI

Dettagli

IL NOSTRO MONDO É PIENO DI ENERGIA

IL NOSTRO MONDO É PIENO DI ENERGIA !"##" $%&' IL NOSTRO MONDO É PIENO DI ENERGIA Moduli Fotovoltaici CONERGY POWERPLUS serie P Modulo FV con celle in Silicio policristallino Made in EU Tolleranza solo positiva -0/+3% Peso: 18,2 kg Resistenti

Dettagli

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W ITALIANO TT100 Adattamento dal manuale esteso dell operatore degli inverter serie TT100 Collegamenti di potenza Nei modelli con ingresso trifase, collegare i terminali R/L1, S/L2 e T/L3 alla linea trifase

Dettagli

Prof. Ing. Giuseppe CAFARO - Politecnico di Bari. e Cristina Timò- Direttore Tecnico CEI (Comitato elettrotecnico italiano)

Prof. Ing. Giuseppe CAFARO - Politecnico di Bari. e Cristina Timò- Direttore Tecnico CEI (Comitato elettrotecnico italiano) Norma CEI 0-21 : Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Prof. Ing. Giuseppe CAFARO - Politecnico di Bari

Dettagli

08880820 Centrale controllo sole/vento/pioggia 1 motore

08880820 Centrale controllo sole/vento/pioggia 1 motore 08880820 Centrale controllo sole/vento/pioggia 1 motore 1 DESCRIZIONE La centrale S\V\P\T CON DISPLAY è in grado di comandare un motore. Il comando avviene per mezzo di un di una tastiera con display da

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C.

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C. IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C. Agosto 2007 1/14 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI Le presenti prescrizioni hanno lo scopo di definire i criteri e le modalità

Dettagli

SISTEMI DI CONTROLLO E PROTEZIONE DELLE CENTRALI EOLICHE [PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE]

SISTEMI DI CONTROLLO E PROTEZIONE DELLE CENTRALI EOLICHE [PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE] 1 di 17 SISTEMI DI CONTROLLO E PROTEZIONE DELLE CENTRALI EOLICHE [PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE] Redatto Collaborazioni Verificato Approvato R. Gnudi - L. Caciolli C. Cassaro N. Garau A. Costanzo

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

REGOLAZIONE TECNICA DEI REQUISITI DI SISTEMA DELLA GENERAZIONE DISTRIBUITA

REGOLAZIONE TECNICA DEI REQUISITI DI SISTEMA DELLA GENERAZIONE DISTRIBUITA N 02 1 di 13 REGOLAZIONE TECNICA DEI REQUISITI DI SISTEMA DELLA GENERAZIONE DISTRIBUITA Storia delle revisioni 01 13/03/2012 Prima emissione 02 03/08/2012 Chiarimenti interpretativi N 02 2 di 13 INDICE

Dettagli

Verifica delle regolazioni del sistema di protezione di interfaccia (da effettuare

Verifica delle regolazioni del sistema di protezione di interfaccia (da effettuare INFORMAZIONI TECNICHE PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA E VERIFICA DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE E SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA Verifica delle regolazioni del sistema di protezione

Dettagli

Prove sperimentali sugli inverter durante l'esercizio degli impianti FV

Prove sperimentali sugli inverter durante l'esercizio degli impianti FV POLITECNICO DI TORINO Dipartimento di Ingegneria Elettrica Prove sperimentali sugli inverter durante l'esercizio degli impianti FV F. Spertino filippo.spertino@polito.it Dip. Ingegneria Elettrica - Politecnico

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIO DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE BT DI ENEL DISTRIBUZIONE SERIE IG PLUS, IG PLUS V, IG, TL e CL.

CRITERI DI ALLACCIO DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE BT DI ENEL DISTRIBUZIONE SERIE IG PLUS, IG PLUS V, IG, TL e CL. Modello IG Plus 35-1 IG Plus 50-1 IG Plus 70-1 IG Plus 70-2 IG Plus 100-1 IG Plus 100-2 IG Plus 120-3 IG Plus 150-3 Potenza nominale 3,5kW 4kW 6,5kW 8kW 10kW 12kW Versione firmware 4.28.07 Tensione AC

Dettagli

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo.

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. SolarMax Serie S Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. La soluzione convincente. Da oltre 20 anni sviluppiamo inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri

Dettagli

AURORA PROGRAMMER Guida all utilizzo del software di riprogrammazione degli inverter Power-One PVI-3.0/3.6/4.2-TL-OUTD per aggiornamento a CEI 0-21

AURORA PROGRAMMER Guida all utilizzo del software di riprogrammazione degli inverter Power-One PVI-3.0/3.6/4.2-TL-OUTD per aggiornamento a CEI 0-21 AURORA PROGRAMMER Guida all utilizzo del software di riprogrammazione degli inverter Power-One PVI-3.0/3.6/4.2-TL-OUTD per aggiornamento a CEI 0-21 INTRODUZIONE Aurora Programmer è il software di supporto

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16

Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16 LA GESTIONE DELL INTEGRAZIONE DEL FOTOVOLTAICO NELLE RETI Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16 Francesco Groppi Responsabile GDL2 del

Dettagli

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEAGATO A1 SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di

Dettagli

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione di interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Il nuovo relè di protezione di interfaccia (SPI), deputato al controllo della

Dettagli

CM MultiPower. Manuale d installazione ed uso. M u l t i P o w e r. mancm_mp_00_ita.docx

CM MultiPower. Manuale d installazione ed uso. M u l t i P o w e r. mancm_mp_00_ita.docx CM MultiPower Manuale d installazione ed uso M u l t i P o w e r mancm_mp_00_ita.docx Sommario 1. Introduzione alla gamma di pompe sommerse 4HS MultiPower... 3 2. Avvertenze per la sicurezza... 4 3. Installazione

Dettagli

CODICE PRO_MCC_EE REVISIONE: 4 DATA PRIMA EMISSIONE: 24.12.2010 DATA AGGIORNAMENTO: 30.03.2015

CODICE PRO_MCC_EE REVISIONE: 4 DATA PRIMA EMISSIONE: 24.12.2010 DATA AGGIORNAMENTO: 30.03.2015 ALLEGATO 3 MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI DI PRODUZIONE CONNESSI ALLE RETI DI DISTRIBUZIONE GESTITE DA AEM TORINO DISTRIBUZIONE SPA. SPECIFICA TECNICA Pagina 36 di 51 ASPETTI NORMATIVI

Dettagli

ITC. ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A.

ITC. ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A. Pag. 1 di 35 ITC ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A. CON TENSIONE (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per l

Dettagli

GUIDA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE AEVV

GUIDA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE AEVV Pag. 1 di 41 GUIDA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE AEVV Documenti allegati alla Specifica Tecnica Allegato A.1: REGOLAMENTO DI ESERCIZIO IN PARALLELO CON RETI BT AEVV DI IMPIANTI

Dettagli

Perché l energia più pulita è quella che non si consuma!

Perché l energia più pulita è quella che non si consuma! (sistema di telemonitoraggio elettrico per impianti monofase e trifase) Perché l energia più pulita è quella che non si consuma! Monitora e ottimizza i consumi energetici della tua abitazione! Solarbook

Dettagli

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle imprese distributrici di energia elettrica

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle imprese distributrici di energia elettrica N O R M A I T A L I A N A C E I Norma Italiana Data Pubblicazione CEI 0-16;V1 2014-12 Titolo Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle imprese

Dettagli

INVERTER FOTOVOLTAICO 1,5 Kw - 3 Kw - 4 Kw

INVERTER FOTOVOLTAICO 1,5 Kw - 3 Kw - 4 Kw MANUALE INSTALLAZIONE MANUALE UTILIZZO MANUALE MANUTENZIONE INVERTER FOTOVOLTAICO 1,5 Kw - 3 Kw - 4 Kw Bluenergy srl Via Cesare Sarti, 32 43029 Traversetolo (PR) Tel. +39 0521 342002 - Fax +39 0521 844862

Dettagli

SolarMax serie P L inverter ideale per gli impianti residenziali in grid parity

SolarMax serie P L inverter ideale per gli impianti residenziali in grid parity SolarMax serie P L inverter ideale per gli impianti residenziali in grid parity IL MENSILE DEL FOTOVOLTAICO 96,7 % radiazione elevata Sputnik Engineering Solarmax 5000P ottimo www.photon.info/laboratorio

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_003 rev.06 Pag. 1 DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 MANUALE UTENTE italiano P_003 rev.06 Pag. 2 P_003 rev.06 Pag. 3 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 4 2. DESCRIZIONE APPARECCHIO 4 3. DESCRIZIONE

Dettagli

Energy M anager. Il sistema di controllo per impianti fotovoltaici connessi alla rete monofase e trifase

Energy M anager. Il sistema di controllo per impianti fotovoltaici connessi alla rete monofase e trifase WATER MOBILITY ENERGY INDUSTRIAL LIGHTING 5 CONTO ENERGIA READY! Energy M anager L ELETTRONICA DELLA GREEN ECONOMY Il sistema di controllo per impianti fotovoltaici connessi alla rete monofase e trifase

Dettagli

Perché le smart grids

Perché le smart grids Massimo Gallanti Perché le smart grids Nuovi drivers del sistema elettrico Incrementare lo sfruttamento delle fonti rinnovabili (in particolare sfruttando la Generazione Distribuita (GD)) Nuovi impieghi

Dettagli

SolarMax Serie MT. Massima potenza per rendimenti elevati.

SolarMax Serie MT. Massima potenza per rendimenti elevati. SolarMax Serie MT Massima potenza per rendimenti elevati. Tre fasi sono il numero perfetto. Da oltre 20 anni Sputnik Engineering produce inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri hanno

Dettagli

Seminario LA NUOVA NORMA CONNESSIONI IN BASSA TENSIONE

Seminario LA NUOVA NORMA CONNESSIONI IN BASSA TENSIONE Seminario LA NUOVA NORMA CONNESSIONI IN BASSA TENSIONE La nuova Norma CEI 0-21: novità per la connessione di utenti attivi alle reti di distribuzione BT (prog. C1058) A.Cerretti Enel Distribuzione S.p.A.

Dettagli

SOLAR300. Manuale d'uso

SOLAR300. Manuale d'uso Manuale d'uso Copyright HT ITALIA 2008 Versione IT 1.01-03/09/2008 Indice: 1. PRECAUZIONI E MISURE DI SICUREZZA...4 1.1. Generalità...4 1.2. Istruzioni preliminari...4 1.3. Durante l utilizzo...5 1.4.

Dettagli

EASYREMOTE. Manuale di Istruzioni controllo remoto EASYREMOTE - RAD - ITA - MAN.INST - 1010B - 40-00017

EASYREMOTE. Manuale di Istruzioni controllo remoto EASYREMOTE - RAD - ITA - MAN.INST - 1010B - 40-00017 Manuale di Istruzioni controllo remoto EASYREMOTE EASYREMOTE - RAD - ITA - MAN.INST - 1010B - 40-00017 Documentazione Tecnica RADIANT BRUCIATORI S.p.A. Montelabbate (PU) ITALY INFORMAZIONI GENERALI Caratteristiche

Dettagli

GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti MODALITA DI CONNESSIONE ALLA RETE ELETTRICA

Dettagli

Allegato ITC. Edizione V del 1 Gennaio 2013

Allegato ITC. Edizione V del 1 Gennaio 2013 S. E L. I. S. L a m p e d u s a S. p. A. - C a p i t a l e S o c i a l e 3. 4 0 6. 9 2 4, 0 4 i. v. R e g i s t r o d e l l e I m p r e s e P a l e r m o, C. F. e P. I V A 0 3 6 2 0 8 5 0 8 2 0 S E D E

Dettagli

I VALORI RILEVABILI I VANTAGGI DEL NUOVO CONTATORE ELETTRONICO TRIFASE. Energia attiva. Energia reattiva. Potenza attiva assorbita

I VALORI RILEVABILI I VANTAGGI DEL NUOVO CONTATORE ELETTRONICO TRIFASE. Energia attiva. Energia reattiva. Potenza attiva assorbita I VANTAGGI DEL NUOVO CONTATORE ELETTRONICO TRIFASE Il contatore elettronico, installato dalla SECAB su direttiva dell Autorità per l energia elettrica e il gas per registrare direttamente dai propri uffici

Dettagli

Tecno Spot Srl A BayWa r.e. renewable energy GmbH company Via Campi della Rienza 17 39031 Brunico (BZ) Tel. 0474 375 050 - Fax 0474 375 051

Tecno Spot Srl A BayWa r.e. renewable energy GmbH company Via Campi della Rienza 17 39031 Brunico (BZ) Tel. 0474 375 050 - Fax 0474 375 051 Tecno Spot Srl A BayWa r.e. renewable energy GmbH company Via Campi della Rienza 17 39031 Brunico (BZ) Tel. 0474 375 050 - Fax 0474 375 051 www.tecnospot.eu - info@tecnospot.eu L I S T I N O P R E Z Z

Dettagli

SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2

SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2 Ed. 4.0 - H1/20 SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2 H.1 MISURA DELL ENERGIA DEI CLIENTI PRODUTTORI 2 H.2 MISURA DELL ENERGIA SCAMBIATA CON LA RETE 4 H.2.1 CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI MISURA DELL ENERGIA

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

SCOPO FUNZIONALE DELL'APPARECCHIO

SCOPO FUNZIONALE DELL'APPARECCHIO H2X_2 H2X02 = 5 Vac H2X2 = 230 Vac H2X22 = 24 Vac H2X32 = 24 Vdc OHMETRO CON DUE SOGLIE DI ALLARME DOTAZIONE All'interno dell'imballaggio sono presenti:! manuale d'uso! avvertenze! dispositivo! due staffe

Dettagli

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV SECAB Società Cooperativa (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas n. 89/07)

Dettagli

La gestione dell energia reattiva. Aggiornamento: luglio 2014

La gestione dell energia reattiva. Aggiornamento: luglio 2014 La gestione dell energia reattiva Aggiornamento: luglio 2014 Brevi cenni di elettrotecnica La potenza attiva può essere assorbita o ceduta La potenza reattiva può essere: Induttiva Capacitiva Assorbita

Dettagli

Incontro tecnico COME NASCE. Relatore. Gastone Guizzo. Padova, 11 maggio 2012

Incontro tecnico COME NASCE. Relatore. Gastone Guizzo. Padova, 11 maggio 2012 Incontro tecnico NORMA CEI 0-21 Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Relatore Gastone Guizzo Padova,

Dettagli

Inverter solari ABB L offerta più completa del settore

Inverter solari ABB L offerta più completa del settore Inverter solari ABB L offerta più completa del settore Inverter di stringa 8-35 PV + Storage 38-43 Inverter centralizzati 46-55 Stazioni chiavi in mano 58-71 Monitoraggio e comunicazione 74-113 Service

Dettagli

1. PC Laptop (S.O: Windows 7 preferibile) 2. Adattatore USB- RS232 (Non ci sono richieste specifiche sull adattatore da Utilizzare)

1. PC Laptop (S.O: Windows 7 preferibile) 2. Adattatore USB- RS232 (Non ci sono richieste specifiche sull adattatore da Utilizzare) Shine Bus User Manual Per collegarsi all inverter occorre: 1. PC Laptop (S.O: Windows 7 preferibile) 2. Adattatore USB- RS232 (Non ci sono richieste specifiche sull adattatore da Utilizzare) Da preferire

Dettagli

UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM

UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM MANUALE DEL CONTROLLO ELETTRONICO UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM Il sistema di controllo elettronico presente a bordo delle unità

Dettagli

Smart Grids, passaggio obbligato per l integrazione delle rinnovabili in rete

Smart Grids, passaggio obbligato per l integrazione delle rinnovabili in rete Smart Grids, passaggio obbligato per l integrazione delle rinnovabili in rete Massimo Gallanti Rimini, 11 novembre 2011 Perché le smart grids Nuovi drivers del sistema elettrico Incrementare lo sfruttamento

Dettagli

SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE

SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. Via Nazionale, Loc. Santaviela - 33024 FORNI DI SOPRA (UD) Tel +39 0433 88077 - Fax +39 0433 887905 - Email info@sci-forni.it Cod. Fisc. e P.

Dettagli

Dimensioni massime dell impianto: 15 kwp. Powermanagement opzionale. Possibilità di monitoraggio, ottimizzazione e regolazione dell autoconsumo

Dimensioni massime dell impianto: 15 kwp. Powermanagement opzionale. Possibilità di monitoraggio, ottimizzazione e regolazione dell autoconsumo Dimensioni massime dell impianto: 15 kwp Powermanagement opzionale Display di stato LCD dinamico Possibilità di monitoraggio, ottimizzazione e regolazione dell autoconsumo Solar-Log 300 Per impianti di

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ELCOM S.R.L. TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ( Rev. 0.3s ) MANUALE USO TASTIERA EL.-5000 I pulsanti hanno le seguenti funzioni: Comando di START abilitazione alla marcia con accensione

Dettagli

DUCATI SISTEMI S. P. A. DUCA47-72 e DUCA47-72-SP MANUALE UTENTE

DUCATI SISTEMI S. P. A. DUCA47-72 e DUCA47-72-SP MANUALE UTENTE DUCATI SISTEMI S. P. A. DUCA47-72 e DUCA47-72-SP MANUALE UTENTE Introduzione Lo strumento DUCA47-72 è un multimetro digitale per il montaggio a pannello che consente la misura delle principali grandezze

Dettagli

PRESENTAZIONE. 1. Schermo touch screen 2. Porta USB 3. Porta Ethernet

PRESENTAZIONE. 1. Schermo touch screen 2. Porta USB 3. Porta Ethernet INDICE PRESENTAZIONE... 3 CONFIGURAZIONE... 4 Panoramica... 4 Interazioni di base... 7 Descrizione dei Menù... 8 Misure... 8 Dati storici... 9 Configurazione... 12 Allarmi e stati... 24 Azioni... 25 Informazioni...

Dettagli

SD-GSM 0-16/A72 Unità GSM per sistemi di protezione interfacce (SPI)

SD-GSM 0-16/A72 Unità GSM per sistemi di protezione interfacce (SPI) Manuale Utente SD-GSM 0-16/A72 Unità GSM per sistemi di protezione interfacce (SPI) Indice Informazioni preliminari 2 Prima accensione del dispositivo 2 Caratteristiche 2 Specifiche tecniche 3 Led di segnalazione

Dettagli

Analizzatori di rete di ultima generazione

Analizzatori di rete di ultima generazione Analizzatori di rete di ultima generazione Analisi della qualità del servizio elettrico, analisi dei dati registrati, verifica e collaudo degli impianti fotovoltaici in termini di conformità ai dati nominali

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Decreto Dirigenziale n. 460 del 17 ottobre 2005 Giunta Regionale della Campania Programma tetti fotovoltaici. Approvazione ed emanazione del secondo bando regionale. Affidamento dell'attuazione alle amministrazioni

Dettagli

DETRAZIONE FISCALE DEL 50%

DETRAZIONE FISCALE DEL 50% Progettazione Impianti fotovoltaici Ing. Isoldi Amedeo Via pescara 123A 84021 Buccino (SA) Tel/Fax. 0828.9523.79 Cell: 339.34.10.486 e-m@il: info@isep-engineering.com DETRAZIONE FISCALE DEL 50% OGGETTO:

Dettagli

Comitato Tecnico 82 : Sistemi di conversione. fotovoltaica dell energia energia solare CEI 82-25

Comitato Tecnico 82 : Sistemi di conversione. fotovoltaica dell energia energia solare CEI 82-25 Comitato Tecnico 82 : Sistemi di conversione fotovoltaica dell energia energia solare CEI 82-25 25 Guida alla realizzazione di sistemi di generazione fotovoltaica collegati alle reti elettriche di media

Dettagli

SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2

SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2 Ed. 5.0 - H1/21 SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2 H.1 MISURA DELL ENERGIA DEI CLIENTI PRODUTTORI E DEI SISTEMI PER L ACCUMULO 2 H.2 MISURA DELL ENERGIA SCAMBIATA CON LA RETE 4 H.2.1 CARATTERISTICHE DEL SISTEMA

Dettagli

Impianto fotovoltaico

Impianto fotovoltaico a cura di Antonello Greco Oggetto dellʼintervento Installazione di un impianto fotovoltaico da 6 kw su edificio. Norme, Leggi e Delibere applicabili Guida CEI 82-25: 2010-09: Guida alla realizzazione di

Dettagli

GAUDI GESTIONE ANAGRAFICA UNICA DEGLI IMPIANTI

GAUDI GESTIONE ANAGRAFICA UNICA DEGLI IMPIANTI 2015 GAUDI GESTIONE ANAGRAFICA UNICA DEGLI IMPIANTI Registrazione degli Impianti e delle Unità di Produzione VERSIONE 07 del 04 giugno 2015 Pag. 2 Sommario 1. Glossario, Definizioni e Simboli... 3 2. Premessa...

Dettagli

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller.

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. Istruzioni per l uso Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. T( C) Controller B 170 T1 7 4 8 5 9 6 Eurotherm 2132i start

Dettagli

READY! Energy M anager

READY! Energy M anager WATER MOBILITY ENERGY INDUSTRIAL LIGHTING 5 CONTO ENERGIA READY! Energy M anager Control Network L ELETTRONICA DELLA GREEN ECONOMY Il sistema di controllo per impianti fotovoltaici connessi alla rete monofase

Dettagli

STABlLlZZATORI. La soluzione ai problemi di tensione negli impianti fotovoltaici. FAQ (domande frequenti)

STABlLlZZATORI. La soluzione ai problemi di tensione negli impianti fotovoltaici. FAQ (domande frequenti) STABlLlZZATORI La soluzione ai problemi di tensione negli impianti fotovoltaici FAQ (domande frequenti) Per il dimensionamento dello stabilizzatore devo sommare le potenze del contatore ENEL utenza e dell'impianto

Dettagli

Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 20 PMVF 50

Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 20 PMVF 50 Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 20 (conformi CEI 0-21 edizione giugno 2012) PMVF 30 (conforme CEI 0-16 edizione dicembre 2012) electric Sistemi di protezione di interfaccia Conformi CEI 0-21

Dettagli

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 ART.48BFA000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il terminale 48BFA000 permette di

Dettagli

COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV)

COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) AREA POLITICHE DELLE INFRASTRUTTURE IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN ZONA INDUSTRIALE A SAN GIACOMO DI VEGLIA IN COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) 2. RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

Dettagli

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE CE1_AD/P2 Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione Versione 01.10/12 CE1_AD/P2: dispositivo elettronico programmabile

Dettagli

Impianti Fotovoltaici:

Impianti Fotovoltaici: Impianti Fotovoltaici: mantenimento + sicurezza = CONVENIENZA L impianto fotovoltaico è una centrale elettrica che necessita di manutenzione periodica, per assicurare l efficienza produttiva ottimizzando

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESERCIZIO IN PARALLELO CON RETI MT DI ENEL DISTRIBUZIONE S.P.A

REGOLAMENTO DI ESERCIZIO IN PARALLELO CON RETI MT DI ENEL DISTRIBUZIONE S.P.A REGOLAMENTO DI ESERCIZIO IN PARALLELO CON RETI MT DI ENEL DISTRIBUZIONE S.P.A. DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA DI PROPRIETA' DEL PRODUTTORE GENERALITÀ Il presente regolamento fra Enel

Dettagli

Manuale uso della MultiPresa MPP Serie Intell IP- USB ver. 4.2

Manuale uso della MultiPresa MPP Serie Intell IP- USB ver. 4.2 Manuale uso della MultiPresa MPP Serie Intell IP- USB ver. 4.2 Multipresa con 6 prese - fissaggio orizzontale a rack 19 Multipresa con 8-16 - 24 prese - fissaggio in verticale a rack La MultiPresa Professionale

Dettagli

Accessori per impianti di produzione in Italia SMA GRID GATE

Accessori per impianti di produzione in Italia SMA GRID GATE Accessori per impianti di produzione in Italia SMA GRID GATE Istruzioni per l installazione GridGate-11-IA-it-12 Versione 1.2 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Indicazioni relative al presente

Dettagli

Informazioni ai clienti sull attuazione della Delibera Attuazione Delibera 84/2012/R/EEL

Informazioni ai clienti sull attuazione della Delibera Attuazione Delibera 84/2012/R/EEL Informazioni ai clienti sull attuazione della Delibera Attuazione Delibera 84/2012/R/EEL Document Identification: ING-00001921 Business Unit: Power Controls Product Line: Solar Energy Platform Country:

Dettagli

IL FOTOVOLTAICO ASPETTI TECNICI E PRATICI

IL FOTOVOLTAICO ASPETTI TECNICI E PRATICI IL FOTOVOLTAICO ASPETTI TECNICI E PRATICI Per Ubisol srl Ing. Luca Ciccarelli (responsabile settore tecnico Ubisol) Ing. Mattia Fantini (progettista - responsabile R&D Ubisol) 22 Febbraio 2012 Comando

Dettagli

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

Dettagli

Energia Centro Nord Soc. consortile

Energia Centro Nord Soc. consortile Energia Centro Nord Soc. consortile Quadri trifase per fornitura di energia elettrica in Media ed Alta tensione con contatore statico a 4 quadranti In collaborazione con Prodotto QME: giugno 2006 EMH Elektrizitätszähler

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE

MANUALE D USO E MANUTENZIONE WINNERS CUBE DELUXE S/N: GWIDAA11040018 Harding Trading S.r.l. Pagina lasciata intenzionalmente bianca Pag. 2-28 PRECAUTIONS FOR USE Pag. 3-28 Pag. 4-28 Pag. 5-28 Pag. 6-28 DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

Dettagli

Sistemi e Inverter FV: Normative. Requisiti Normativi per Systemi Fotovoltaici Connessi alla Rete

Sistemi e Inverter FV: Normative. Requisiti Normativi per Systemi Fotovoltaici Connessi alla Rete Sistemi e Inverter FV: Normative Requisiti Normativi per Systemi Fotovoltaici Connessi alla Rete Criteri per la connessione alla rete elettrica a Bassa Tensione Protezioni (dispositivi e funzioni) Criteri

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI TETTI FOTOVOLTAICI ALLA RETE BT DI DISTRIBUZIONE INDICE 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI TETTI FOTOVOLTAICI ALLA RETE BT DI DISTRIBUZIONE INDICE 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 Ed. 1.1-1/15 INDICE 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4. DEFINIZIONI 2 5. CRITERI GENERALI 3 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 30

Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 30 Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 30 (conforme CEI 0-16 edizione dicembre 2012) PMVF 20 (conformi CEI 0- edizione giugno 2012) Sistemi di protezione di interfaccia Conforme CEI 0-16 edizione dicembre

Dettagli

FOTOVOLTAICO FOTOVOLTAICO

FOTOVOLTAICO FOTOVOLTAICO 284 KIT 3 kw 285 KIT 6 kw 286 KIT 10 kw 287 KIT 20 kw KIT 280 Il fotovoltaico Fondital propone oggi gli strumenti per contribuire, con una energia amica della natura, a raggiungere gli ambiziosi obiettivi

Dettagli