COMUNE DI TRIESTE Area Promozione e Protezione Sociale Servizio Sociale Comunale Prot.corr. 17/13-17/2-374 (32814)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI TRIESTE Area Promozione e Protezione Sociale Servizio Sociale Comunale Prot.corr. 17/13-17/2-374 (32814)"

Transcript

1 COMUNE DI TRIESTE Area Promozione e Protezione Sociale Servizio Sociale Comunale Prot.corr. 17/13-17/2-374 (32814) PROTOCOLLO OPERATIVO PER L AGEVOLAZIONE NELLA FORNITURA DI ACQUA, ENERGIA ELETTRICA E GAS AI CLIENTI ECONOMICAMENTE SVANTAGGIATI TRA Il Comune di TRIESTE in persona del Sindaco, Sig. Roberto COSOLINI (di seguito il Comune) E ACEGASAps S.p.A. del Gruppo HERA con sede legale in Trieste, Via del Teatro n. 5, P.IVA , rappresentata dal Direttore Generale Ing. Roberto GASPARETTO; ACEGASAps Service S.r.l. con sede legale in Padova, Corso Stati Uniti n. 5/A, P.IVA , rappresentata dall Amministratore Unico, Dott. Sandro BOSSO; Estenergy S.p.A. con sede legale in Trieste, Via dei Rettori n. 1, P.IVA , rappresentata dall'amministratore Delegato Dott. Albino BELLI; in seguito le Società o ciascuna Società PREMESSO CHE il Comune, nell ambito degli interventi di sostegno economico rivolti a cittadini in condizioni di disagio economico, eroga anche contributi finalizzati a prevenire e ridurre situazioni gravi e particolari che possono determinare la sospensione delle forniture di acqua (erogate da AcegasAps S.p.A. del Gruppo HERA) energia elettrica (erogate da AcegasAps Service S.r.l.) e gas (erogate da Estenergy S.p.A.); i criteri e le modalità di accesso a tali misure economiche sono disciplinati dal Regolamento degli interventi di sostegno economico e di solidarietà civica a favore delle persone e delle famiglie, il quale all articolo 2 comma 3, prevede la stipula di appositi protocolli d intesa con altri soggetti privati e/o pubblici per realizzare un azione di coordinamento delle attività secondo il principio di sussidiarietà; negli anni 2012/2013 sono stati formalizzati appositi protocolli operativi tra il Comune e le tre Società definendo procedure per la gestione, in particolare, delle sospensioni per morosità e delle modalità di rateizzazione del pagamento delle fatture di 1

2 fornitura di acqua, di energia elettrica e di gas nell'ottica di ottimizzare l erogazione di contributi economici da parte del Servizio Sociale Comunale; tali protocolli attraverso un sistema sinergico di azioni hanno consentito di gestire un numero considerevole di situazioni relative a cittadini in condizione di disagio che ha permesso, in un rapporto di proficua collaborazione tra i soggetti firmatari, di prestare un aiuto concreto alle famiglie economicamente più svantaggiate, sostenendole in un percorso di autonomia; CONCORDANO QUANTO SEGUE Articolo 1 - Oggetto e finalità. Il Comune e le Società si impegnano, nei rispettivi ambiti di competenza, ad operare in sinergia d intenti per il sostegno delle fasce di popolazione economicamente svantaggiate al fine di: - prevenire ed evitare il distacco delle utenze in situazioni gravi e particolari che determinano la sospensione delle forniture, dando un concreto aiuto a chi versa in temporanea situazione di difficoltà economica, secondo le modalità declinate all articolo 3; - prevedere delle modalità di pagamento agevolate delle bollette sulla base delle procedure di seguito definite; - monitorare costantemente la situazione debitoria nei confronti delle Società dei cittadini in carico al Servizio Sociale Comunale per i quali sia stata accertata una situazione di fragilità e di difficoltà economica ed elaborato un Progetto personalizzato che preveda un piano di rientro dell esposizione del debito per la fornitura dei suddetti servizi. Articolo 2 - Destinatari. I destinatari del presente protocollo operativo sono i clienti delle Società che si trovino in condizioni di disagio economico temporaneo o continuativo e non siano in grado di pagare regolarmente le bollette per i servizi di primaria necessità acqua, energia elettrica e gas, nonostante i bonus ed i contributi statali e regionali destinati alle fasce di popolazione meno abbienti. Al Servizio Sociale Comunale compete l accertamento dei requisiti nonché la valutazione in merito all accessibilità al contributo per la copertura totale/parziale delle esposizioni debitorie secondo i criteri e le modalità di cui al Regolamento citato in premessa. Articolo 3 - Modalità di gestione delle sospensioni per morosità. Le Società in caso di invio al cliente dell avviso di sospensione della fornitura di competenza (leggasi anche riduzione di potenza per la sola fornitura di energia elettrica gestita da AcegasAps Service S.r.l.), si impegnano a non procedere al distacco (o alla riduzione di potenza) qualora ricevano dal Servizio Sociale Comunale riscontro scritto in merito alla disponibilità a sostenere la persona in carico con un contributo economico finalizzato al saldo totale. Il Comune si obbliga a versare il contributo nei 30 giorni successivi al ricevimento della comunicazione da parte delle Società. 2

3 Qualora il contributo economico comunicato dal Servizio Sociale Comunale saldi parzialmente l insoluto, le Società valuteranno caso per caso se, e in quale misura, sia possibile definire un piano di rientro direttamente con il cliente al fine di evitare il distacco della fornitura. Il Servizio Sociale Comunale, ai fini del presente protocollo, valuterà un eventuale contributo economico per una morosità di almeno 150,00 euro per la quale le Società hanno inviato al cliente un avviso di sospensione. Il Servizio Sociale in ogni caso si impegna a regolarizzare la posizione del cliente compatibilmente con le risorse disponibili e con il Progetto personalizzato che potrà prevedere, secondo la valutazione dell assistente sociale, un piano di rientro concordato con l utente. Articolo 4 - Piani di rientro e rateizzazioni in favore degli utenti segnalati dal Servizio Sociale. Le Società si impegnano, a prescindere dalle ipotesi di invio di avviso di sospensione, a fronte della richiesta e - mail, pervenuta dalle Unità Operative Territoriali, a trasmettere tempestivamente al Comune, l estratto conto dei loro clienti, affinché il Servizio Sociale Comunale possa effettuare una corretta valutazione dell esposizione debitoria di ciascun cliente e concordare direttamente con il cliente medesimo un piano di rientro, fermo restando che la morosità dovrà essere almeno pari a euro 150,00. L assistente sociale, sulla base della situazione economico - patrimoniale della persona, come definita dal Regolamento degli Interventi di sostegno economico e di solidarietà civica a favore delle persone e delle famiglie, concorda una rateizzazione del debito di norma in massimo sei rate a partire dalla data di sottoscrizione del piano di rientro. Il piano di rateizzazione, compilato su modello prestampato dal fornitore, viene sottoscritto dalla persona, conservato presso l Unità Operativa Territoriale di appartenenza e trasmesso via e - mail alla Società interessata che procede alla operatività di rateizzazione. Il modello di rateizzazione prevede la specifica di particolari categorie di persone alle quali riconoscere priorità quali ad esempio cassaintegrati, personale in mobilità etc.. Situazioni particolari che richiedano un piano di rientro più ampio di rateizzazione del debito saranno segnalati dal Direttore del Servizio Sociale Comunale alle Società, le quali verificheranno caso per se e in quale misura concedere una dilazione superiore alle sei rate. Il mancato rispetto del piano di rientro fa decadere il beneficio della dilazione concessa ed il piano di rientro viene automaticamente disattivato ripristinando la situazione originale di morosità. I clienti con ultimo reddito certificato ISEE superiore a 7.500,00= euro e fino a ,00= euro o fino a ,00 euro per le famiglie con 4 o più figli a carico, potranno richiedere rateizzazioni di pagamento direttamente a ciascuna Società per importi superiori a euro 150,00. Qualora non fossero in grado di provvedere autonomamente ai pagamenti rateizzati potranno rivolgersi al Servizio Sociale Comunale. In tali ipotesi il Comune, nell ambito degli interventi economici previsti dal Regolamento, potrà intervenire a sostegno di questa tipologia di persone. Per quanto riguarda il servizio gas Estenergy quale fornitore ed il Servizio Sociale Comunale si impegnano reciprocamente a dare ampia diffusione all utenza in merito alla modalità di pagamento in sei rate a consumo costante con successivo conguaglio annuale. 3

4 Articolo 5 -_referenti e comunicazioni. I referenti per le richieste di sospensione del distacco (o riduzione di potenza) e per le rateizzazioni di pagamento sono i responsabili delle Unità Operative Territoriali del Servizio Sociale Comunale. Tutte le comunicazioni inerenti l operatività del presente protocollo devono ritenersi assolte tramite invio di e - mail agli indirizzi di posta elettronica dei soggetti referenti o loro sostituti individuati sia dal Comune che da ciascuna Società. Articolo 6 -_verifiche e revisione del protocollo. Il Servizio Sociale Comunale, con frequenza semestrale, aggiorna l elenco degli utenti in carico e per i quali sono stati elaborati dei piani di rientro, dandone comunicazione a ciascuna Società, tramite , eliminando le anagrafiche di coloro che non sono più seguiti. Il Comune e le Società si impegnano con frequenza semestrale a monitorare e verificare congiuntamente l efficacia del presente protocollo. Articolo 7 - Tutela della sicurezza dei dati ed obblighi derivanti dal D.Lgs. n. 196/2003. Il Comune e le Società si impegnano, per quanto di rispettiva competenza, ad uniformarsi alle disposizioni di cui al Decreto Legislativo n. 196/2003 ed alle disposizioni dell Autorità Garante per quanto riguarda gli standard di sicurezza dei dati, di responsabilità nei confronti degli interessati, dei terzi e dell Autorità Garante. I dati che si intendono comunicare a ciascuna Società sono relativi ad informazioni volte all erogazione di provvidenze a favore di particolari soggetti aventi titolo e sono definiti dal Decreto Legislativo n. 196/2003 Codice in materia di protezione dei dati, quali dati personali. Ai sensi e per gli effetti dell articolo 24 del Decreto Legislativo n. 196/2003 non occorre acquisire il consenso dell interessato alla comunicazione dei dati personali, in quanto il titolare del trattamento è il Comune che agisce per la finalità istituzionale di rilevante interesse pubblico dell assistenza economica in favore di soggetti che versano in condizioni di disagio sociale, economico o familiare. Articolo 8 - Durata. Il presente protocollo operativo avrà validità dal 1 gennaio 2014 o dalla prima data utile successiva alla sua sottoscrizione e fino al 31 dicembre 2016 fatta salva l'ipotesi in cui le parti intendano recedere in esito ai momenti di verifica e di monitoraggio dell'efficacia dello stesso, come previsti all' articolo 6. Trieste, lì.. Comune di Trieste AcegasAps S.p.A. del Gruppo HERA AcegasAps Service S.r.l. 4

5 Estenergy S.p.A. 5

PROTOCOLLO D INTESA PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI A SOGGETTI APPARTENENTI A FASCE DEBOLI DELLA POPOLAZIONE

PROTOCOLLO D INTESA PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI A SOGGETTI APPARTENENTI A FASCE DEBOLI DELLA POPOLAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI A SOGGETTI APPARTENENTI A FASCE DEBOLI DELLA POPOLAZIONE Fra Caritas Italiana con sede in Roma Viale F. Baldelli, 41 CF 80102590587 nella persona del

Dettagli

RATEIZZAZIONI CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. www.comune.torino.it/vigiliurbani/rateizzazioni

RATEIZZAZIONI CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. www.comune.torino.it/vigiliurbani/rateizzazioni DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI www.comune.torino.it/vigiliurbani/rateizzazioni MAGGIO 2015 www.comune.torino.it/cartaqualita CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. OGGETTO: Erogazione delle agevolazioni a favore delle utenze deboli del S.I.I. Puglia. Anno 2012 e 2013. IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

AVVISO PUBBLICO. OGGETTO: Erogazione delle agevolazioni a favore delle utenze deboli del S.I.I. Puglia. Anno 2012 e 2013. IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO AVVISO PUBBLICO OGGETTO: Erogazione delle agevolazioni a favore delle utenze deboli del S.I.I. Puglia. Anno 2012 e 2013. CONSIDERATO CHE: IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO il Decreto Legislativo n. 152/2006

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS

COMUNE DI MARACALAGONIS COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. DEL 113 OGGETTO: SERVIZIO MENSA A.S. 2013/2014. INDIRIZZI PER ESENZIONI E RECUPERO DEBITI PREGRESSI 29.10.2013

Dettagli

FONDO PER LA PREVENZIONE DEL FENOMENO DELL USURA (art. 15 - Legge 108/96) CRITERI E PROCEDURE LINEE GUIDA

FONDO PER LA PREVENZIONE DEL FENOMENO DELL USURA (art. 15 - Legge 108/96) CRITERI E PROCEDURE LINEE GUIDA FONDO PER LA PREVENZIONE DEL FENOMENO DELL USURA (art. 15 - Legge 108/96) CRITERI E PROCEDURE LINEE GUIDA OTTOBRE 1998 CRITERI E PROCEDURE 1. PREMESSA 2. CARATTERISTICHE DELLA CONVENZIONE ANTIUSURA 3.

Dettagli

COMUNE DI MONZAMBANO Provincia di Mantova

COMUNE DI MONZAMBANO Provincia di Mantova COMUNE DI MONZAMBANO Provincia di Mantova Piazza Vittorio Emanuele 46040 Monzambano tel. 0376800502 fax 0376809348 REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AI FINI SOCIO-ASSISTENZIALI

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI INTERVENTI DI SOSTEGNO ECONOMICO E DI SOLIDARIETA CIVICA A FAVORE DELLE PERSONE E DELLE FAMIGLIE

REGOLAMENTO DEGLI INTERVENTI DI SOSTEGNO ECONOMICO E DI SOLIDARIETA CIVICA A FAVORE DELLE PERSONE E DELLE FAMIGLIE REGOLAMENTO DEGLI INTERVENTI DI SOSTEGNO ECONOMICO E DI SOLIDARIETA CIVICA A FAVORE DELLE PERSONE E DELLE FAMIGLIE Approvato con deliberazione consiliare n. 62 del 10 dicembre 2012 1 CAPO I - DISPOSIZIONI

Dettagli

3 - Requisiti di MERITO e REDDITO

3 - Requisiti di MERITO e REDDITO Azienda regionale per il diritto allo studio universitario Via dell Artigliere, 9 79 Verona - P.IVA: 070 Tel: 0-808 Fax: 0-8080 E-mail: segreteria@esu.vr.it Internet: http://www.esu.vr.it ALLEG ATO (B)

Dettagli

Energia: mercato libero e nuove povertà

Energia: mercato libero e nuove povertà Energia: mercato libero e nuove povertà 20 dicembre 2013 Claudio Conti IREN Mercato - Direzione Gestione Clienti Retail Area Emilia Mercato libero e nuove povertà Indice Che cos è il mercato libero dell

Dettagli

COMUNE DI VALDISOTTO (Provincia di Sondrio)

COMUNE DI VALDISOTTO (Provincia di Sondrio) COMUNE DI VALDISOTTO (Provincia di Sondrio) OGGETTO: Esame ed approvazione Regolamento per l erogazione degli interventi economici di assistenza sociale. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che la legge 08

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI PER IMPOSTE, TRIBUTI COMUNALI ED ALTRE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI PER IMPOSTE, TRIBUTI COMUNALI ED ALTRE ENTRATE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI PER IMPOSTE, TRIBUTI COMUNALI ED ALTRE ENTRATE COMUNE DI PROVAGLIO D ISEO SOMMARIO ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO AVVISO PUBBLICO OGGETTO: Erogazione delle agevolazioni a favore delle utenze deboli del Servizio Idrico Integrato della Puglia. Periodo di 2012, 2013 e 2014. CONSIDERATO CHE: IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Dettagli

BENICOMUNI SRL CONCESSIONE COMMERCIALE. - con atto notaio Federico Tassinari n. 51415/2012 il Comune di Imola ha conferito

BENICOMUNI SRL CONCESSIONE COMMERCIALE. - con atto notaio Federico Tassinari n. 51415/2012 il Comune di Imola ha conferito BENICOMUNI SRL Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Imola CONCESSIONE COMMERCIALE Atto n. del Premesso che: - con atto notaio Federico Tassinari n. 51415/2012

Dettagli

Bando di concorso per la concessione di prestiti agli studenti universitari della Regione Emilia-Romagna

Bando di concorso per la concessione di prestiti agli studenti universitari della Regione Emilia-Romagna Bando di concorso per la concessione di prestiti agli studenti universitari della Regione Emilia-Romagna approvato con delibera n. 29 del 16/06/2015 SOMMARIO Prestiti fiduciari Oggetto art. 1 Numero dei

Dettagli

Regolamento Recupero Crediti ACA S.P.A.

Regolamento Recupero Crediti ACA S.P.A. Regolamento Recupero Crediti ACA S.P.A. L attività del Recupero Crediti inizia dopo l invio degli S1 da parte della fatturazione oppure quando vi è la rilevazione del mancato rispetto di un piano di rientro

Dettagli

PRESTITO SULL ONORE. Per presentare la richiesta di prestito sull onore i soggetti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

PRESTITO SULL ONORE. Per presentare la richiesta di prestito sull onore i soggetti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: PRESTITO SULL ONORE OGGETTO L iniziativa è finalizzata alla concessione di un prestito agevolato senza applicazione di interessi, che permetta alla famiglia od al singolo in temporanea difficoltà, di superare

Dettagli

QUALITA DEL SERVIZIO. La Carta del Servizio vendita Gas Metano

QUALITA DEL SERVIZIO. La Carta del Servizio vendita Gas Metano Pag. 1 di 14 1. PREMESSA 3 1.1. Azienda 3 1.2. La Carta del servizio vendita gas metano 3 1.3. Contenuto della Carta dei Servizi 3 2. PRINCIPI FONDAMENTALI. 3 2.1. Eguaglianza di trattamento 3 2.2. Imparzialità

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

indice la PROMOZIONE con le seguenti caratteristiche:

indice la PROMOZIONE con le seguenti caratteristiche: REGOLAMENTO PROMOZIONE RISPARMIO 500 Soggetto Promotore Bluenergy Group S.p.A., con sede legale in Campoformido (UD), via Roma n. 39, Registro Imprese di Udine, C.F. 02259960306 e P.IVA 02259960306, N.

Dettagli

Tra la spin-off (d ora innanzi denominata ), con sede legale in, P.IVA, in persona del Suo Legale Rappresentante

Tra la spin-off (d ora innanzi denominata ), con sede legale in, P.IVA, in persona del Suo Legale Rappresentante CONVENZIONE DI COLLABORAZIONE SCIENTIFICA E CONCESSIONE IN COMODATO D USO DI POSTAZIONE DI LAVORO per IMPRESE SPIN OFF Tra la spin-off (d ora innanzi denominata ), con sede legale in, P.IVA, in persona

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE (Deliberazione C.C n 45/2009) Indice

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE (Deliberazione C.C n 45/2009) Indice REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE (Deliberazione C.C n 45/2009) Indice CAPO I PRINCIPI GENERALI Art.. 1 - Oggetto Art. 2 Destinatari Art. 3 - Finalità degli

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AGLI STUDENTI UNIVERSITARI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA. approvato con delibera n.

BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AGLI STUDENTI UNIVERSITARI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA. approvato con delibera n. BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AGLI STUDENTI UNIVERSITARI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA approvato con delibera n. 33 dell 8/06/2010 Prestiti SOMMARIO Prestiti fiduciari Oggetto art. 1

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI ZOGNO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1 TITOLO I NORME GENERALI DEL SERVIZIO Art. 1 Campo di intervento Il Comune di Zogno, nell ambito del Servizio Assistenza, eroga le prestazioni

Dettagli

CONVENZIONE ROMA CAPITALE CAF avente ad oggetto i servizi di :

CONVENZIONE ROMA CAPITALE CAF avente ad oggetto i servizi di : CONVENZIONE ROMA CAPITALE CAF avente ad oggetto i servizi di : gestione delle istanze relative alla erogazione del bonus tariffa sociale per la fornitura di energia elettrica e della compensazione della

Dettagli

BANCA POPOLARE COMMERCIO E INDUSTRIA SPA ACCORDI A LATERE. Sommario

BANCA POPOLARE COMMERCIO E INDUSTRIA SPA ACCORDI A LATERE. Sommario BANCA POPOLARE COMMERCIO E INDUSTRIA SPA ACCORDI A LATERE Sommario DICHIARAZIONI DELL AZIENDA 2 N. 1 - Comodo di cassa 2 N. 2 - Interesse sul c/c intestato ai familiari dei dipendenti 2 N. 3 - Prestiti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE Art. 1) OGGETTO L attività consiste nello svolgimento del recupero crediti extragiudiziale dei corrispettivi derivanti

Dettagli

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO Protocollo d Intesa e convenzione di erogazione di servizi Trento, 27 Marzo 2014 LE FINALITA PROMUOVERE E SVILUPPARE UNA FATTIVA COLLABORAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CAPOTERRA AVVISO PUBBLICO COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari 6 Settore Servizi Sociali AVVISO PUBBLICO approvato con Determinazione del Responsabile del Settore n 467 del 06/06/2013 PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI

Dettagli

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014)

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) 1 Indice Articolo1 Oggetto del Regolamento Articolo 2 Requisiti di iscrizione Articolo 3 Modalità di adesione e comunicazione

Dettagli

CAPO I PRINCIPI GENERALI

CAPO I PRINCIPI GENERALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE (Approvato con Delibera dell Assemblea dei soci della Società della Salute di Firenze n.10 del 30/12/2014) CAPO I PRINCIPI

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del /29.11.2013 INDICE GENERALE

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO E CONSIDERATO, TRA LE PARTI SI CONVIENE QUANTO SEGUE:

TUTTO CIO PREMESSO E CONSIDERATO, TRA LE PARTI SI CONVIENE QUANTO SEGUE: 1 CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO MICROCREDITO PER IL JOB CREATION ANNUALITÀ 2012/2013, TESO A PREVENIRE IL FENOMENO DELL USURA E RIVOLTO PRIORITARIAMENTE AI CITTADINI RESIDENTI NEL COMUNE DI

Dettagli

REGOLAMENTO PRESTITI SULL ONORE

REGOLAMENTO PRESTITI SULL ONORE COMUNE DI BERTINORO PROVINCIA DI FORLI - CESENA REGOLAMENTO PRESTITI SULL ONORE Approvato con deliberazione di C.C. n. 87 del 03.11.2006 1- Finalità dell' intervento L'intervento "prestiti sull'onore"

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto.

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto. LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014 Equitalia Nord SpA Facilitazioni intervenute Dall entrata in vigore della nuova normativa (1/3/2008) - che ha attribuito agli

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE - approvato con deliberazione di C.C. n. 49 del 30.11.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE - approvato con deliberazione di C.C. n. 49 del 30.11. REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE - approvato con deliberazione di C.C. n. 49 del 30.11.2007 CAPO I: PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto Il presente Regolamento

Dettagli

Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207

Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 Regolamento di esecuzione del Decreto Legislativo 12 Aprile 2006, n. 163.

Dettagli

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 739 del 23/07/2010 OGGETTO: Documento di sintesi in merito ai criteri comuni di riferimento per i regolamenti

Dettagli

COMUNE DI VEZZANO SUL CROSTOLO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI VEZZANO SUL CROSTOLO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI VEZZANO SUL CROSTOLO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI INTERVENTI DI SOSTEGNO TRAMITE L EROGAZIONE DI PRESTITI SULL ONORE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SERVIZI SOCIALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE SERVIZI SOCIALI DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 2465 del 02/09/2011 OGGETTO: INTERVENTI PER LE FAMIGLIE VULNERABILI AI SENSI DELL ARTICOLO 7 DELLA L. R. n. 13 del 16 febbraio

Dettagli

Devono essere privilegiate quelle persone che per situazioni contingenti non possono accedere ai prestiti bancari

Devono essere privilegiate quelle persone che per situazioni contingenti non possono accedere ai prestiti bancari PREMESSA Il Consorzio con deliberazione del Consiglio d Amministrazione n 24 del 18/7/2014 ha stipulato un convenzione con l Associazione S. Vincenzo di San Bernardo Via Beltramo 2 Rivoli per il progetto

Dettagli

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA UFFICIO SERVIZI SOCIALI

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA UFFICIO SERVIZI SOCIALI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA UFFICIO SERVIZI SOCIALI DETERMINAZIONE N. 70 DEL 20.12.2013 OGGETTO: Progetto di pubblica utilità (D.G.R. 1371/2013). Concessione contributo al Consorzio Veneto Insieme e affidamento

Dettagli

C O M U N E D I G A L G A G N A N O (Provincia di Lodi) REGOLAMENTO PRESTITO SULL ONORE

C O M U N E D I G A L G A G N A N O (Provincia di Lodi) REGOLAMENTO PRESTITO SULL ONORE C O M U N E D I G A L G A G N A N O (Provincia di Lodi) REGOLAMENTO PRESTITO SULL ONORE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 35 del 29.07.2015 ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il servizio

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI AREA DIRITTO ALLO STUDIO E DOTTORATI DI RICERCA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI AREA DIRITTO ALLO STUDIO E DOTTORATI DI RICERCA Decreto Rettorale n.2434 Prot. n. 40653 del 14.12.2004 AVVISO DI OFFERTA DI PRESTITI FIDUCIARI UNICREDIT AD HONOREM AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITÀ DI VERONA A.A. 2004/2005 IL RETTORE VISTE le delibere del

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE Dopo avere completato la tabella a doppia entrata e analizzato le variazioni coinvolte, si rilevino con scritture cronologiche e sistematiche in partita

Dettagli

Regolamento di Conciliazione paritetica on-line Eni e Associazioni dei Consumatori - Settori gas ed elettrico

Regolamento di Conciliazione paritetica on-line Eni e Associazioni dei Consumatori - Settori gas ed elettrico Regolamento di Conciliazione paritetica on-line Eni e Associazioni dei Consumatori - Settori gas ed elettrico Articolo 1 Natura e ambito di applicazione 1. Eni S.p.A. e Associazioni dei Consumatori, firmatarie

Dettagli

COMUNE DI BARGE REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI BARGE REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI BARGE REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA 1. OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento ha per oggetto il servizio di refezione scolastica rivolto agli alunni iscritti

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

TRA. Il Comune di Secugnago con sede in C.F. , P. IVA, rappresentato dalla. Rag. Maria Ermelinda Mazzucchi. Responsabile dell'area Affari Generali, in

TRA. Il Comune di Secugnago con sede in C.F. , P. IVA, rappresentato dalla. Rag. Maria Ermelinda Mazzucchi. Responsabile dell'area Affari Generali, in BONUS TARIFFA SOCIALE RICHIESTA DELLA TARIFFA SOCIALE PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA E GAS SOSTENUTA DAI CLIENTI DOMESTICI DISAGIATI, AI SENSI DEL DECRETO INTERMINISTERIALE 28 DICEMBRE 2007 TRA

Dettagli

CONTRATTO DI CONVENZIONE PER LA SOTTOSCRIZIONE DI SERVIZI AI DIPENDENTI

CONTRATTO DI CONVENZIONE PER LA SOTTOSCRIZIONE DI SERVIZI AI DIPENDENTI CONTRATTO DI CONVENZIONE PER LA SOTTOSCRIZIONE DI SERVIZI AI DIPENDENTI Tra MUOVERSI SRL (di seguito detta MUOVERSI) con sede in Milano,, C.F. e P.IVA. 05525760962, iscritta nel Registro Imprese di Milano

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA ALLEGATO A PROTOCOLLO DI INTESA TRA Regione Toscana e Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani UNCEM Toscana Associazione Regionale dei Comuni della Toscana ANCI Toscana Unione Province Toscane UPI

Dettagli

Regolamento Servizio Assistenza Domiciliare Minori Premessa

Regolamento Servizio Assistenza Domiciliare Minori Premessa Regolamento Servizio Assistenza Domiciliare Minori Premessa A seguito della stesura del protocollo operativo, approvato dal Direttivo della Comunità Montana Valle Seriana Superiore con Delibera n. 27 del

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE. Relativo alla fornitura di energia elettrica ai clienti del mercato vincolato

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE. Relativo alla fornitura di energia elettrica ai clienti del mercato vincolato COMUNE DI A N D A L O PROVINCIA DI TRENTO CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE Relativo alla fornitura di energia elettrica ai clienti del mercato vincolato Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

a) le finalità, gli obiettivi, gli ambiti di applicazione, i beneficiari dell intervento e i requisiti richiesti per l accesso al microcredito;

a) le finalità, gli obiettivi, gli ambiti di applicazione, i beneficiari dell intervento e i requisiti richiesti per l accesso al microcredito; Allegato alla Delib.G.R. n. 56/7 del 29.12.2009 Criteri e modalità di gestione del fondo di garanzia etica. Art. 3, comma 2, lett. e), della L.R. n. 1/2009. PREMESSA. Questa direttiva definisce i criteri

Dettagli

Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel)

Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel) Palazzo delle Stelline Milano 26 novembre ore 10.00 13.00 ATTI DEL SEMINARIO Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel) Con la liberalizzazione del mercato dell

Dettagli

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 64 del 20 nov. 2014 Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra La CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO (di seguito CCSE o Ente), con sede in Roma, in Via Cesare

Dettagli

COMUNE DI CERNUSCO SUL NAVIGLIO

COMUNE DI CERNUSCO SUL NAVIGLIO 1 COMUNE DI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI PRESSO LA CASA DELLE ASSOCIAZIONI Via Buonarroti APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 95 DEL 18/12/2014 1 2 Indice TITOLO I Principi

Dettagli

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011 Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011 PROTOCOLLO D INTESA PROMOSSO DALLA PREFETTURA DI BOLOGNA TRA TRIBUNALE DI BOLOGNA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA, PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA

Dettagli

MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ),

MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov. ), il / /, Codice fiscale AMMISSIONE PRESENTA DOMANDA DI RINNOVO AL BONUS SOCIALE PER DISAGIO ECONOMICO PER LA/E

Dettagli

Città di Termini Imerese

Città di Termini Imerese Città di Termini Imerese Provincia di Palermo == == REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA SPORTIVE Approvato con deliberazione consiliare n. 5 del 06.febbraio.2013 Il Responsabile del Procedimento (Marcello Peri)

Dettagli

REGOLAMENTO BENEFICI ASSISTENZIALI. Parte VII

REGOLAMENTO BENEFICI ASSISTENZIALI. Parte VII REGOLAMENTO BENEFICI ASSISTENZIALI Parte VII Erogazione di contributi in conto interessi a fronte di prestiti stipulati a seguito di crisi finanziaria Testo finale approvato dal C.I.G. Delibera n. 103

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI CREDITO AL CONSUMO PER I CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI CREDITO AL CONSUMO PER I CONSUMATORI SERVIZI SU MISURA FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI CREDITO AL CONSUMO PER I CONSUMATORI Redatto ai sensi delle disposizioni della Banca di Italia del 29.07.2009 sulla Trasparenza delle operazioni e

Dettagli

Il bonus elettrico è una riduzione applicata alle bollette dell energia elettrica.

Il bonus elettrico è una riduzione applicata alle bollette dell energia elettrica. www.comune.paderno-dugnano.mi.it settore Socioculturale segreteria.socioculturale@comune.paderno-dugnano.mi.it BONUS ENERGIA Che cos è il bonus elettrico? Il cosiddetto bonus elettrico (ovvero il regime

Dettagli

Il sostegno di Regione Lombardia alla domanda abitativa delle famiglie lombarde

Il sostegno di Regione Lombardia alla domanda abitativa delle famiglie lombarde Il sostegno di Regione Lombardia alla domanda abitativa delle famiglie lombarde Misure Salva Mutui Agevolazione alle giovani coppie per l acquisto della prima casa Fondo Sostegno al Disagio Acuto Contributo

Dettagli

Deliberazione del Commissario Straordinario

Deliberazione del Commissario Straordinario Comune di Gemmano PROVINCIA DI RIMINI PIAZZA ROMA N. 1-47855 GEMMANO (RN) TEL. 0541 85.40.60 / 85.40.80 FAX 0541 85.40.12 C.F. 82005670409 - P.IVA 01188110405 www.comune.gemmano.rn.it Deliberazione del

Dettagli

UFFICIO ISTRUZIONE E CULTURA. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 10.02.11

UFFICIO ISTRUZIONE E CULTURA. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 10.02.11 COMUNE C DI CALCI (Prov.( di Pisa) UFFICIO ISTRUZIONE E CULTURA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 10.02.11 CAP. 1 - FINALITA DEL SERVIZIO E RESPONSABILITA DELL ORGANIZZAZIONE

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL'ASSEGNO DI CURA EROGATO PER IL MANTENIMENTO A DOMICILIO DELL'ANZIANO NON AUTOSUFFICIENTE

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL'ASSEGNO DI CURA EROGATO PER IL MANTENIMENTO A DOMICILIO DELL'ANZIANO NON AUTOSUFFICIENTE LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL'ASSEGNO DI CURA EROGATO PER IL MANTENIMENTO A DOMICILIO DELL'ANZIANO NON AUTOSUFFICIENTE Approvato dal Comitato di Distretto nella seduta del 28.01.2011 Modificato dal

Dettagli

Contratti non richiesti: misure preventive, ripristinatorie e monitoraggio Delibera 153/2012/R/com

Contratti non richiesti: misure preventive, ripristinatorie e monitoraggio Delibera 153/2012/R/com Contratti non richiesti: misure preventive, ripristinatorie e monitoraggio Delibera 153/2012/R/com Alberto Grossi Direttore Direzione Consumatori e Utenti Autorità per l energia elettrica e il gas Questa

Dettagli

REGOLAMENTO CREDITO SULLA FIDUCIA

REGOLAMENTO CREDITO SULLA FIDUCIA REGOLAMENTO CREDITO SULLA FIDUCIA 1- Finalità dell' intervento L'intervento "credito sulla fiducia" di cui alla L.R. n.27/89 e circolare regionale n. 19/90, prevede da parte dell'ente pubblico la possibilità

Dettagli

Operazione a premi PROMOZIONE GRAN MUTUO GREEN REGOLAMENTO

Operazione a premi PROMOZIONE GRAN MUTUO GREEN REGOLAMENTO Operazione a premi PROMOZIONE GRAN MUTUO GREEN REGOLAMENTO PROMOTORI EDISON ENERGIA S.p.A., con sede legale in Milano (MI) - Foro Buonaparte, 31- Codice Fiscale e Partita IVA: 08526440154 (di seguito Edison

Dettagli

COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo Regolamento Comunale per l accesso al Servizio di Trasporto di cittadini anziani, disabili o in situazioni di particolare disagio o necessità 1 Indice Articolo

Dettagli

Contratto di servizio per la partecipazione al gioco a distanza di seguito denominato contratto. tra

Contratto di servizio per la partecipazione al gioco a distanza di seguito denominato contratto. tra Contratto di servizio per la partecipazione al gioco a distanza di seguito denominato contratto tra La società, titolare della concessione per l esercizio delle scommesse a quota fissa su eventi sportivi

Dettagli

La Carta del Servizio è un documento di garanzia della qualità del servizio fornito al Cliente, redatta da COOP GAS.

La Carta del Servizio è un documento di garanzia della qualità del servizio fornito al Cliente, redatta da COOP GAS. CARTA DEL SERVIZIO 1. PREMESSE La Carta del Servizio è un documento di garanzia della qualità del servizio fornito al Cliente, redatta da COOP GAS. La Carta del Servizio viene rivolta a tutti i Clienti

Dettagli

n. civico, edificio, scala, interno

n. civico, edificio, scala, interno MODULO A _FORNITURE INDIVIDUALI ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO FORNITURA INDIVIDUALE1 N Protocollo del Il/La sottoscritto/a2 (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov.

Dettagli

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente Cambio Conto Come cambiare il conto corrente INDICE Caro Cliente... 3 Cosa offre l iniziativa Cambio Conto come cambiare il conto corrente... 4 CAMBIARE IL CONTO CORRENTE IN 5 MOSSE... 5 2 1. SCEGLIERE

Dettagli

GRUPPO IREN: CHI SIAMO?

GRUPPO IREN: CHI SIAMO? GRUPPO IREN: CHI SIAMO? IREN è nata il 1 luglio 2010 dalla fusione tra IRIDE, la Società che nel 2006 aveva riunito AEM Torino ed AMGA Genova, ed ENÌA, l Azienda nata nel 2005 dall unione tra AGAC Reggio

Dettagli

Criteri per l erogazione di interventi di natura economica a sostegno delle fragilità

Criteri per l erogazione di interventi di natura economica a sostegno delle fragilità Criteri per l erogazione di interventi di natura economica a sostegno delle fragilità I presenti criteri disciplinano l accesso, la gestione e l erogazione degli interventi economici di assistenza sociale

Dettagli

ART. 1 Finalità. ART. 2 Oggetto

ART. 1 Finalità. ART. 2 Oggetto COMUNE DI VERBANIA Regolamento per l'erogazione di contributi straordinari (con la formula del Prestito d'onore) a sostegno di soggetti in condizione di difficoltà economica Approvato dal Consiglio Comunale

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI RICERCA FINALIZZATA STRATEGICO PMS 49/08/P5 Integrazione fra Sistemi di Gestione sul tema

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E LE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E LE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E LE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI DOVUTI PER L ISCRIZIONE AI CORSI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA - A.A. 2014/2015 CAP I : CONTRIBUZIONE IMMATRICOLAZIONE

Dettagli

Corso Conciliatori e Operatori di

Corso Conciliatori e Operatori di PROTOCOLLO CONCILIAZIONE ENI Corso Conciliatori e Operatori di Sportello La liberalizzazione del mercato energetico La tutela del consumatore A CURA DELLE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI 1/26 Struttura della

Dettagli

CCIAA di Varese. Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO. Sommario

CCIAA di Varese. Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO. Sommario 1raccolta provinciale degli usi 21-07-2005 10:10 Pagina 226 Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO Sommario Sezione I Usi generali Definizione Art. 1 Sezione II Prestito finalizzato Definizione 2 Modalità di

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Roma Capitale, Gabinetto del Sindaco, con sede in Roma, Via del

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Roma Capitale, Gabinetto del Sindaco, con sede in Roma, Via del PROTOCOLLO D INTESA Tra Roma Capitale, Gabinetto del Sindaco, con sede in Roma, Via del Campidoglio 1, cod. disc. 02438750586 nella persona dell On. Giovanni Alemanno nella sua qualità di Sindaco di Roma

Dettagli

TUTTO CIO' PREMESSO, LE PARTI, COME INNANZI COSTITUITE, CONCORDANO QUANTO SEGUE: Art. 1 - Scopo Le Parti intendono realizzare un programma di lotta

TUTTO CIO' PREMESSO, LE PARTI, COME INNANZI COSTITUITE, CONCORDANO QUANTO SEGUE: Art. 1 - Scopo Le Parti intendono realizzare un programma di lotta ACCORDO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO PATRIMONIALE TRA "COMUNE DI, rappresentato da, il quale interviene nella sua qualità di Sindaco pro tempore e legale rappresentante dell'ente con sede in ed agisce

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO PER MANUTENZIONE, AGGIORNAMENTO E IMPLEMENTAZIONE HW E SW PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE TELEFONICHE DELL UTENZA TRAMITE TICKET

CONTRATTO DI SERVIZIO PER MANUTENZIONE, AGGIORNAMENTO E IMPLEMENTAZIONE HW E SW PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE TELEFONICHE DELL UTENZA TRAMITE TICKET CONTRATTO DI SERVIZIO PER MANUTENZIONE, AGGIORNAMENTO E IMPLEMENTAZIONE HW E SW PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE TELEFONICHE DELL UTENZA TRAMITE TICKET Tra la Camera di Commercio di Campobasso con sede

Dettagli

Convenzione. tra PREMESSO

Convenzione. tra PREMESSO Convenzione per l affidamento ai CAAF degli adempimenti connessi alla richiesta dell'agevolazione tariffaria per la fornitura di energia elettrica e gas naturale, sostenuta dai clienti domestici disagiati,

Dettagli

COMUNE DI PARMA DISTRETTO DI PARMA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO SOCIALE

COMUNE DI PARMA DISTRETTO DI PARMA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO SOCIALE COMUNE DI PARMA DISTRETTO DI PARMA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO SOCIALE approvato con Deliberazione di Consiglio comunale n. 83/15 del 08.07.2008 e modificato con atto del Commissario Straordinario

Dettagli

Motivo del reclamo (barrare la voce che interessa) Descrizione dell accaduto e motivo del reclamo

Motivo del reclamo (barrare la voce che interessa) Descrizione dell accaduto e motivo del reclamo Via Ammiraglio Gravina 2/e 90139 PALERMO Fax 091 7435463 Call Center: 800 773399 Modulo Reclami (da spedire, inoltrare presso i Punti Clienti o via Fax). E possibile anche effettuare telefonicamente il

Dettagli

Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza

Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza della Scala 3, Cod. Fisc. e P.IVA 01199250158, qui rappresentato dal Direttore del Servizio Polo

Dettagli

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CAMPOSANTO PROVINCIA DI MODENA Via F. Baracca, 11-41031 Camposanto (MO) Tel. 0535-80903-4 - Fax: 0535-80917 E-mail: servizi.socioculturali@comune.camposanto.mo.it AREA SOCIO-CULTURALE Ufficio

Dettagli

ACN Energy in collaborazione con GDF Suez Energie. Istruzioni per la compilazione del contratto

ACN Energy in collaborazione con GDF Suez Energie. Istruzioni per la compilazione del contratto ACN Energy in collaborazione con GDF Suez Energie Istruzioni per la compilazione del contratto Dual Fuel segmento Microbusiness e P.IVA efix plus L offerta per il segmento microbusiness e partite IVA che

Dettagli

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVATO CON DELIBERA

Dettagli

Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA

Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA Pagina 1 di 9 INDICE Premessa pag.3 1) Quadro normativo di riferimento pag.3 2) Pagamento in forma rateale dei

Dettagli

Rev.1 del 01/07/2014. Carta del Servizio Gas

Rev.1 del 01/07/2014. Carta del Servizio Gas Rev.1 del 01/07/2014 Carta del Servizio Gas PREMESSA MEDEA S.p.A. adotta la propria Carta dei Servizi Pubblici che fissa principi e criteri per l'erogazione del servizio gas e, per MEDEA S.p.A., rappresenta

Dettagli

CONVENZIONE PER IL CONCORSO NEL FINANZIAMENTO P.O.R. 1.2.4 PRESTITI RIMBORSABILI INGEGNERIA FINANZIARIA. Bando DGR n. 186 del 22/02/2013 TRA

CONVENZIONE PER IL CONCORSO NEL FINANZIAMENTO P.O.R. 1.2.4 PRESTITI RIMBORSABILI INGEGNERIA FINANZIARIA. Bando DGR n. 186 del 22/02/2013 TRA CONVENZIONE PER IL CONCORSO NEL FINANZIAMENTO P.O.R. 1.2.4 PRESTITI RIMBORSABILI INGEGNERIA FINANZIARIA Bando DGR n. 186 del 22/02/2013 la Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico - FI.L.S.E. S.p.A.,

Dettagli

FAQ del Progetto Energia: diritti a viva voce

FAQ del Progetto Energia: diritti a viva voce FAQ del Progetto Energia: diritti a viva voce D. Quali sono le imprese che possono vendere l elettricità nel mercato libero? R. L elettricità nel mercato libero NON può essere venduta né dalla società

Dettagli

I clienti titolari di bonus: caratteristiche, consumi, comportamenti

I clienti titolari di bonus: caratteristiche, consumi, comportamenti I clienti titolari di bonus: caratteristiche, consumi, comportamenti Gabriella Utili Direzione consumatori conciliazioni e arbitrati Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Questa presentazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE Comune di Padova REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI ECONOMICI DI ASSISTENZA SOCIALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 50 del 5 aprile 2004 Modificato per adeguamento soglia

Dettagli