RIVISTA TELEMATICA NUOVA DIDATTICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RIVISTA TELEMATICA NUOVA DIDATTICA www.nuovadidattica.net"

Transcript

1 RIVISTA TELEMATICA NUOVA DIDATTICA LABORATORIO STORICO SHOAH PEDAGOGIA DELLA RESISTENZA LA FABBRICA DI ESSERI SENZ ANIMA LAGER: CATENA DI «SMONTAGGIO» DELL'UOMO A CURA DI ELISA GIORGIO E CARLO ABBONA ( CLASSE 5^E) ALIENAZIONE È UN TERMINE MODERNO, LEGATO ALLA CONDIZIONE UMANA ATTUALE, MA LA SUA ORIGINE È ANTICA;DERIVA DAL LATINO ALIENATIO: TRASFERIMENTO DI PROPRIETÀ; ROTTURA, DISTACCO; FOLLIA. GRANDI AUTORI LATINI HANNO FATTO USO DA QUESTO SOSTANTIVO,BASTI CITARE:,CIC.,TAC., E ALIENATIO MENTIS,SEN.EP.78,9. SE SI CERCA IL TERMINE SU UN QUALSIASI VOCABOLARIO DELLA LINGUA ITALIANA, SI OTTERRÀ UNA DEFINIZIONE SIMILE ALLA SEGUENTE: LA CONDIZIONE PSICOLOGICA, PROPRIA DELL UOMO MODERNO (CHE NON SI RICONOSCE PIÙ NEI BENI MATERIALI CHE PRODUCE E NELLA SUA STESSA ATTIVITÀ), LA QUALE CONSISTE IN UN SUO ESTRANIARSI PROGRESSIVO DA SE STESSO E DAI FINI E DAI MEZZI DELLA CIVILTÀ INDUSTRIALE MONNIER,PAG.59);MA LA VOCE HA VALENZE COMPLETAMENTE DIFFERENTI A SECONDA DEI PERIODI STORICI A CUI SI FA RIFERIMENTO. NEL MEDIOEVO FU USATO PER INDICARE UN GRADO DELL ASCESA MISTICA VERSO DIO. COSÌ IN RICCARDO DI SAN VITTORE L ALIENAZIONE NON È CHE L ESTASI. IL PENSIERO CRISTIANO, DA S.PAOLO ALLA PATRISTICA MEDIOEVALE, RICONOSCE L A. COME LA CONDIZIONE DELLA VITA TERRENA. L UOMO, ANELANDO AL REGNO CELESTE NEL QUALE, SOLTANTO, PUÒ ATTUARSI INTERAMENTE, SU QUESTA TERRA SI SENTE COME IN ESILIO E QUINDI LIMITATO E NON COMPLETO. IL TERMINE FU ADOPERATO POI DA ROUSSEAU PER INDICARE LA CESSIONE DEI DIRITTI NATURALI ALLA COMUNITÀ EFFETTUATA CON IL CONTRATTO SOCIALE. LE CLAUSOLE DI QUESTO CONTRATTO SI RIDUCONO A UNA SOLA: L A. TOTALE DI CIASCUN ASSOCIATO CON TUTTI I SUOI DIRITTI A TUTTA LA COMUNITÀ ( CONTRAT SOCIAL,I,6). ROUSSEAU, QUINDI, POSTULA L ALIENAZIONE DEL SINGOLO E DELLA SUA VOLONTÀ PARTICOLARE IN MANIERA CHE SI ORIGINI LA VOLONTÀ GENERALE. PER HEGEL L A. INDICA IL PASSAGGIO DELL IDEA IN SÉ (LOGICA) ALL IDEA FUORI SÉ ( NATURA). QUESTO PASSAGGIO COMPORTA CHE L IDEA, ALIENATASI NELLA NATURA, POSSA IN FINE RIAPPROPRIARSI DI SÉ, ARRICCHITA DALL ESPERIENZA DEL TOTALMENTE ALTRO, NELLO SPIRITO. AL CONCETTO METAFISICO PROPOSTO DA HEGEL SI CONTRAPPONE QUELLO DI TIPO ANTROPOLOGICO INDICATO DA FEUERBACH, SECONDO IL QUALE LA RELIGIONE È ANTROPOLOGIA CAPOVOLTA. DIO, PER FEUERBACH, NASCE DA UN PROCESSO CHE FA INTERAMENTE CAPO ALL UOMO. L UOMO VIVE UN FORTE CONTRASTO, IN SÉ, FRA DESIDERI E CAPACITÀ, VOLERE E POTERE, DESIDERARE E OTTENERE. QUESTE OPPOSIZIONI PORTANO L UOMO A COSTRUIRE, FUORI DI SÉ, UN ENTITÀ IN CUI TUTTO IL SUO INFINITO VOLERE SIA REALIZZATO. L INDIVIDUO SCINDE DA SE STESSO QUALITÀ DELLA SUA SPECIE COME L INFINITÀ O L ASPIRAZIONE ALL ONNIPOTENZA, CHE, IN QUANTO SINGOLO, NON È IN GRADO DI SOSTENERE; PERTANTO LE ALIENA DA SÉ PROIETTANDOLE IN UNA POTENZA SUPERIORE. EGLI GENERA COSÌ UN ENTITÀ, A CUI ATTRIBUISCE IL NOME DI DIO ED ALLA QUALE SI SOTTOMETTE. MARX, NEI SUOI SCRITTI GIOVANILI, RIPRENDE IL CONCETTO PURAMENTE SPECULATIVO DI HEGEL, MEDIANDOLO, TUTTAVIA, COL SIGNIFICATO NEGATIVO CHE ALL A. AVEVA ATTRIBUITO FEUERBACH. 1

2 IN MARX L A. È UN FATTO REALE E NON SPECULATIVO O COSCIENZIALE; RIMANDA ALL AMBITO SOCIO- ECONOMICO ED È FONDAMENTALE PER DESCRIVERE LA SITUAZIONE DELL OPERAIO NEL SISTEMA CAPITALISTICO. LA CAUSA DELL A. È LA PROPRIETÀ PRIVATA DEI MEZZI DI PRODUZIONE CHE APPARTENGONO AL PROPRIETARIO DELLA FABBRICA, OSSIA AL CAPITALISTA. L OPERAIO, NEL LAVORO DI FABBRICA, È ALIENATO IN PRIMO LUOGO RISPETTO AL PRODOTTO DEL SUO LAVORO. PRODUCE, INFATTI, UN BENE (IL CAPITALE) CHE NON GLI APPARTIENE. INOLTRE IL SUO LAVORO È ESTERNO A LUI: È UN LAVORO FORZATO, NON APPARTIENE ALLA SUA PERSONALITÀ, [ ] QUINDI NEL SUO LAVORO EGLI NON SI AFFERMA MA SI NEGA, SI SENTE NON SODDISFATTO [ ] E SOLO FUORI DEL LAVORO SI SENTE PRESSO DI SÉ, SI SENTE FUORI DI SÉ NEL LAVORO. [ ] IL LAVORO ESTERNO, IL LAVORO IN CUI L UOMO SI ALIENA È UN LAVORO DI SACRIFICIO DI SE STESSI, DI MORTIFICAZIONE. ( MANOSCRITTI ECONOMICO-FILOSOFICI,1844,I,22). QUINDI PER MARX, IL LAVORO, IN CUI L UOMO DOVREBBE REALIZZARE CREATIVAMENTE SE STESSO, NELLA SOCIETÀ CAPITALISTICA NON È VOLONTARIO MA COSTRETTO, FORZATO, PERCHÉ NON È SODDISFACIMENTO DI UN BISOGNO, MA SOLO UN MEZZO PER SODDISFARE BISOGNI, CHE SFUGGONO AL LAVORATORE ED APPARTENGONO AD ALTRI. L USO DI QUESTO TERMINE È DIVENTATO CORRENTE NELLA CULTURA CONTEMPORANEA, NON SOLTANTO NELLA DESCRIZIONE DEL LAVORO OPERAIO IN CERTE FASI DELLA SOCIETÀ CAPITALISTICA, MA ANCHE A PROPOSITO DEL RAPPORTO TRA L UOMO E LE COSE NELL ETÀ DELLA TECNICA, COME SE LA TECNICA ALIENASSE L UOMO DA SE STESSO, SE LO RENDESSE UNA MACCHINA. SI PUÒ CONCLUDERE CHE QUESTO TERMINE ASSUME DIVERSI SIGNIFICATI CHE DIPENDONO DAL CONTESTO COMPLESSIVO A CUI CI SI RIFERISCE. AD ESEMPIO SE L UOMO È ISTINTO E VOLONTÀ DI VITA, DIVENTA A. OGNI REPRESSIONE E DIMINUZIONE DI TALE ISTINTO E VOLONTÀ; SE L UOMO È RAZIONALITÀ È, INVECE, ALIENANTE IL SUO AFFIDARSI ALL ISTINTO, OPPURE IL SUO RIFUGIARSI NELLA FANTASIA. IN PARTICOLARE IL SIGNIFICATO DI A. DIPENDE DALL AMBITO VALORIALE CHE SI ATTRIBUISCE ALL UOMO E COSTITUISCE, QUINDI, IL SUO OPPOSTO. NEL 900 IL TERMINE ALIENAZIONE È USATO DI FREQUENTE IN VARIE ESPRESSIONI, CHE RICHIAMANO IL MODELLO DELLA FABBRICA FORDISTA, ALLA CUI BASE C È L APPLICAZIONE DEL SISTEMA TAYLORISTICO. CON TAYLORISMO SI INTENDE LA TEORIA DELL ORGANIZZAZIONE SCIENTIFICA DEL LAVORO, ELABORATA DALL INGEGNERE STATUNITENSE TAYLOR NEL 1911, CHE PREVEDEVA UNA COMBINAZIONE OTTIMALE TRA IL LAVORO UMANO E LE MACCHINE, INCENTRATO SOPRATTUTTO SULLA SCOMPOSIZIONE DELLE MANSIONI E SULLA SOPPRESSIONE DEI TEMPI MORTI E DEI MOVIMENTI INUTILI. IL TAYLORISMO È STATO APPLICATO NELLA NOTA INDUSTRIA STATUNITENSE DI AUTOMOBILI DI HENRY FORD ED HA PORTATO ALLA RAPIDA REALIZZAZIONE DELLE CATENE DI MONTAGGIO, CHE EBBERO DIFFUSIONE PRIMA NELL INDUSTRIA AMERICANA, GIÀ DAGLI ANNI VENTI E POI IN EUROPA. PERTANTO LA FABBRICA FORDISTA INDICA UNO STADIO DEL CAPITALISMO MODERNO CHE VA DAGLI ANNI 40 AI PRIMI ANNI 70,CARATTERIZZATO DALL INTRODUZIONE DEI SISTEMI DI PRODUZIONE DI MASSA SU VASTA SCALA E DALL APPLICAZIONE DELLA CATENA DI MONTAGGIO. NELLA FABBRICA FORDISTA SI SEGUE UNA POLITICA DI ALTI SALARI: AUMENTANO I REDDITI DEGLI OPERAI DI MODO CHE ESSI POSSANO A LORO VOLTA DIVENTARE CONSUMATORI. INDUBBIAMENTE, PERÒ, IL LUOGO CHE MAGGIORMENTE INCARNA IL CONCETTO DI ALIENAZIONE È UN ALTRO: IL LAGER NAZISTA. DOPO AVER ASCOLTATO E LETTO TESTIMONIANZE DI DEPORTATI, VISTO DOCUMENTARI CHE TRATTAVANO QUESTO TEMA CI È SORTO SPONTANEO PARAGONARE LA FABBRICA FORDISTA CON LA STRUTTURA DEL LAGER. ABBIAMO AVUTO CONFERMA DI QUESTA SIMILITUDINE LEGGENDO I TESTI SCRITTI DAL PEDAGOGISTA RAFFAELE MANTEGAZZA. IL LAGER NAZISTA, PROGETTATO CONSEGUENTEMENTE A UNO STUDIO STRUTTURALE CHE NON AVEVA LASCIATO NIENTE AL CASO, ERA DI PER SÉ UNA STRUTTURA ALIENANTE, MA CIÒ CHE PRODUCEVA NEI DEPORTATI QUESTO SENTIMENTO ANNICHILENTE ERA SOPRATTUTTO IL RITUALE DISUMANIZZANTE CHE, COMINCIAVA DAI TRENI DELLA MORTE, E, ATTRAVERSO TAPPE TRAGICAMENTE IRREVERSIBILI, SI CONCLUDEVA ALL INTERNO DEL CAMPO. IL TRENO, QUINDI, È LA PRIMA TAPPA DI QUESTA CATENA DI SMONTAGGIO CREATA DAL NAZISMO: IL DEPORTATO, APPENA PRELEVATO DALLA PROPRIA CASA, SUBISCE UN VIAGGIO IN CONDIZIONI TERRIFICANTI DURANTE IL QUALE LA DIGNITÀ UMANA NON ESISTE PIÙ. EGLI È COSTRETTO A VIVERE 2

3 ADDOSSATO AD ALTRE PERSONE CHE COME LUI NON CAPISCONO E SI PONGONO MILLE DOMANDE, A CONDIVIDERE CON SCONOSCIUTI LA PROPRIA INTIMITÀ, A NON MANGIARE NÉ A VEDERE LA LUCE DEL SOLE E CIÒ CHE È PEGGIO A NON CAPIRE COSA STA SUCCEDENDO E PERCHÉ. LA SECONDA TAPPA È DA INDIVIDUARE NELL ARRIVO AL CAMPO DI CONCENTRAMENTO:LA PORTA CHIUSA, LA TORRE CHE LA SORMONTA, LE SCRITTE CHE I DEPORTATI SOLO SUCCESSIVAMENTE CAPISCONO ESSERE DI UNA TRAGICA IRONIA (ARBEIT MACHT FREI), LE REGISTRAZIONI, I FARI, LE ARMI, IL PRIMO IMPATTO CON LE SS E L INCONTRO CON IL TERRORE NEGLI OCCHI DEGLI ALTRI DEPORTATI. SUCCESSIVAMENTE CON L ENTRATA NEL LAGER INIZIA IL VERO E PROPRIO RITUALE: IL DEPORTATO SUBISCE UNA PROGRESSIVA PERDITA DELLA PROPRIA INDIVIDUALITÀ E DELLA SUA CONDIZIONE DI UOMO. LO SHOCK INIZIALE DI ESSERE TRATTATO COME STÜCK (OGGETTO), L ESSERE PICCHIATO SENZA AVERE NESSUNA COLPA, L ESSERE CONSIDERATO COME BESTIE, SUBIRE ORDINI IN UNA LINGUA NON CONOSCIUTA, NON CAPIRE, AVER PERSO OGNI RIFERIMENTO, SENTIRSI IN UN MONDO NUOVO SENZA ALCUN RAPPORTO CON LA DIGNITÀ UMANA, COMPLETAMENTE SEPARATO DALLA REALTÀ VISSUTA FINO A QUEL MOMENTO. TUTTE QUESTE ESPERIENZE ALIENANTI FANNO PERDERE AL DEPORTATO OGNI SICUREZZA E LO RENDONO STORDITO, INCREDULO DI QUELLO CHE STA VIVENDO. IN UN SECONDO MOMENTO LO SMONTAGGIO PROCEDE TRAMITE IL DENUDAMENTO E LA DEPILAZIONE DEGLI INTERNATI. SI TRATTA DI ORDINI CHE DEVONO ESSERE ESEGUITI ATTIVAMENTE. IL DEPORTATO ABBANDONA I PROPRI VESTITI: CIÒ SIGNIFICA CHE PERDE PARTE DELLA PROPRIA IDENTITÀ, QUELLA PARTE CHE È LEGATA AL PASSATO; FARLO DAVANTI A SCONOSCIUTI, LI PORTA A SUBIRE UNA DELLE MAGGIORI VIOLENZE PSICOLOGICHE CHE UN UOMO POSSA TOLLERARE; LA DEPILAZIONE È UN ALTRA FORMA DI VIOLENZA TRAMITE LA QUALE IL DEPORTATO ABBANDONA LA PROPRIA IDENTITÀ ADULTA E NE VESTE UNA PREADOLESCENZIALE: IL CORPO SI TRASFORMA IN UNA LARVA. L AZZERAMENTO DELL IDENTITÀ È GIÀ PRATICAMENTE TERMINATO CON LA FINE DELLA PROCEDURA D INIZIAZIONE: IL TATUAGGIO, IL NUMERO CHE VIENE INDELEBILMENTE SCRITTO SULLA PELLE, CON IL QUALE IL DEPORTATO PERDE IL PROPRIO NOME E COGNOME E ASSUME UN IDENTITÀ DI TIPO SERIALE. IL DISTACCO DAL PASSATO È TERMINATO, NIENTE DI MATERIALE PUÒ RICORDARGLI LA VITA PRECEDENTE, I VESTITI SONO PER TUTTI UGUALI, LE TAGLIE NON VENGONO CALCOLATE, IL PROPRIO NOME VIENE DIMENTICATO, ORA EGLI SI IDENTIFICA CON UN NUMERO, IL TAGLIO DEI CAPELLI È PER TUTTI UGUALE. DIFFERENZIARE UN UOMO DA UNA DONNA CON L AUMENTARE DELLA PERMANENZA NEL CAMPO DIVENTA PRATICAMENTE IMPOSSIBILE; FISICAMENTE LO SCOPO DEL NAZISMO È STATO RAGGIUNTO, ORA BISOGNA LAVORARE SULL ASPETTO PSICOLOGICO. IN QUESTO SENSO È LA STRUTTURA STESSA DEL LAGER A CONTINUARE IL PERCORSO: IL SISTEMA A SCACCHIERA DELLA DISPOSIZIONE DELLE BARACCHE PREVEDE TANTI PICCOLI RETTANGOLI CHE NON LASCIANO SPAZIO A LUOGHI DI RIUNIONE O A SPIAZZI APERTI; L ALIENAZIONE NON NASCE ALL INTERNO DELL INDIVIDUO TRAMITE L ISOLAMENTO MA CON LA MANCANZA DI UNO SPAZIO INDIVIDUALE. SI VIVE ALL INTERNO DI UNA MASSA ADDENSATA DI CORPI SEMPRE A CONTATTO GLI UNI CON GLI ALTRI. QUESTA CONDIZIONE COSTRINGE IL DEPORTATO A PREDILIGERE L OLFATTO E LE SENSAZIONI CUTANEE A SVANTAGGIO DELLA VISTA E DELL UDITO, PERCORRENDO, COSÌ, UN PROCESSO INVOLUTIVO CHE RENDE VANA L EVOLUZIONE DI MILIONI DI ANNI ATTUATA DALL ESSERE UMANO. LA SUDDIVISIONE DELLO SPAZIO VIENE ANCHE UTILIZZATA DAL POTERE NAZISTA PER CREARE NELLE TESTE DEGLI INTERNATI UN NEMICO DA COMBATTERE CHE VIENE INDIVIDUATO NON NELLE SS MA NEL VICINO, NEL COMPAGNO DI BRANDA CHE NON PERMETTE DI DORMIRE, CON IL QUALE SI DEVE CONDIVIDERE QUEL POCO CHE VIENE DATO. QUINDI L ESISTENZA DEL PRIGIONIERO VIENE SI TRADUCE IN UNO SVANTAGGIO, È COME UN INTRALCIO. CIÒ CHE PRODUCE ULTERIORE ALIENAZIONE È DATO DALLE AMBIGUITÀ E DALLE CONTRADDIZIONI PROVOCATE DALLA PRESENZA ALL INTERNO DEL LAGER DI ZONE ADIBITE A CARCERE, A LUOGO DI PUNIZIONE, DI MORTE, DI SPERIMENTAZIONE, CHE SI AGGIUNGE AL FATTO CHE IL LAGER STESSO È IN OGNI MOMENTO SIA ZONA DI PUNIZIONE CHE DI MORTE E DI DETENZIONE. IL DEPORTATO AVEVA VISTO UN ENTRATA MA NON PUÒ SCORGERE UN USCITA, ANCHE QUESTO FATTORE PORTA DISPERAZIONE. EGLI VEDE CAMINI FUMANTI E NON PUÒ IMMAGINARE CHE QUELLI SONO LE USCITE, LA MORTE È L UNICO MODO PER FUGGIRE DA QUELLA SITUAZIONE: SI ENTRA UOMINI, SUCCESSIVAMENTE SI PERDE LA PROPRIA IDENTITÀ, LA PROPRIA ANIMA, IL CONTROLLO DELLE PROPRIE SENSAZIONI E SOLO DOPO TUTTE QUESTE MORTI PARZIALI SI PUÒ PERDERE IL PROPRIO CORPO. NON VI È NEANCHE LA LIBERTÀ DI MORIRE, IL SUICIDIO VIENE PUNITO CON L UCCISIONE DI ALTRI DEPORTATI. 3

4 IL TEMPO È UN ALTRO FATTORE ALIENANTE; ESSO NON VIENE ORGANIZZATO IN MANIERA RIGIDA PER NON DARE PUNTI DI RIFERIMENTO CRONOLOGICI AI DEPORTATI, QUINDI VIENE GESTITO IN MANIERA ELASTICA PROPRIO PER AUMENTARE IL SENSO DI SMARRIMENTO, DI DISORIENTAMENTO, DI INCOMPRENSIONE ULTERIORMENTE ACCRESCIUTO DAL NON SAPERE QUANDO POTRÀ FINIRE. QUESTA MANCANZA DI PUNTI DI RIFERIMENTO TEMPORALI PORTA IL DEPORTATO, GIORNO DOPO GIORNO, A CONTEGGIARE IL TEMPO DENTRO SE STESSO, NEL TENTATIVO INUTILE DI INTERIORIZZARLO; IL TEMPO, QUINDI, PUÒ ATTUARE LA SUA OPERA DI DISTRUZIONE DALL INTERNO, COME UN CANCRO, DIVENTANDO PROPRIO PER LA SUA INVISIBILITÀ, CHE PORTA ALL IMPOSSIBILITÀ DI COMBATTERLO, IL SIMBOLO DEL PROCESSO ALIENANTE PRESENTE NEL LAGER. IL CORPO DEL DEPORTATO DIVENTA COSA, PERDE TUTTE LE SUE CARATTERISTICHE UMANE, LA VIOLENZA INUTILE CHE ESSO SUBISCE SEMBRA AVERE COME SCOPO L ELIMINAZIONE DEL POTENZIALE CONOSCITIVO ED ESPERIENZIALE DELLA CORPOREITÀ TRAMITE, DA UN LATO, LA REIFICAZIONE DEL CORPO, DALL ALTRO, L UTILIZZAZIONE DEL CORPO COME STRUMENTO D UMILIAZIONE. IL LAVORO, SOPRA OGNI COSA, PRODUCE SOVRAFFATICAMENTO, MA ANCHE OGNI SINGOLA AZIONE DELLA GIORNATA È CAUSA DI SOFFERENZA: IL DOVER MANGIARE SENZA AVERE POSATE, IL SENTIRSI BRUTTI E INSUFFICIENTI RISPETTO AI CORPI SANI E PULITI DELLE SS, LA SELEZIONE GIORNALIERA. TUTTO INCREMENTA L UMILIAZIONE NEL DEPORTATO, CHE SI SENTE SEMPRE PIÙ COSA E SEMPRE MENO UOMO. L ULTIMA TAPPA DI QUESTA CATENA DI SMONTAGGIO È IL LINGUAGGIO UTILIZZATO DALLE SS ALL INTERNO DEL LAGER: URLANO ORDINI CONTRADDITTORI IN UNA LINGUA CHE ALLA GRAN PARTE DEI DEPORTATI È SCONOSCIUTA. LA PREOCCUPAZIONE MAGGIORE È IL COMPRENDERE GLI ORDINI NEL MINOR TEMPO POSSIBILE PER CERCARE DI EVITARE LE PUNIZIONI CHE ALLA FINE SONO, PERÒ, INEVITABILI; LA PAROLA VIENE CONCEPITA DAL DEPORTATO COME UN INPUT, NON DOVE ESSERE CAPITA MA SOLO ESEGUITA. IL LINGUAGGIO È CARATTERIZZATO DALL ESTREMA SINTESI SINTATTICA, DALLA PRESENZA DI INNUMEREVOLI SIGLE, DI PAROLE GERGALI UTILIZZATE PER NASCONDERE, PER CLASSIFICARE, SEMPRE CARATTERIZZATE DA CINICA SATIRA ( ESEMPI: KANINCHEN, CIOÈ CONIGLIO UTILIZZATA PER IDENTIFICARE CHI SUBIVA ESPERIMENTI; HIMBEERPFLUCKER, CIOÈ RACCOGLITORI DI LAMPONI UTILIZZATA PER INDICARE CHI DOVEVA ESSERE MANDATO FUORI DAL CAMPO CON LA SCUSA DI RACCOGLIERE FRUTTI PER ESSERE FREDDATO DALLE SENTINELLE; AUSSCHALTUNG, CIOÈ INTERRUZIONE DELLA CORRENTE ELETTRICA, UTILIZZATO PER ORDINARE LO STERMINIO DI UNA COMUNITÀ EBRAICA). TUTTO QUESTO PRODUCE NEL DEPORTATO UN INCAPACITÀ DI COMPRENDERE, DI CAPIRE, DI SOPPORTARE PERCHÉ NON VI È NESSUNA RAGIONE PER FARLO, DI VEDERE UNA FINE E DI RICORDARE L INIZIO, LA VITA PRECEDENTE, PERCHÉ ORMAI LE PERSONE CHE SONO SALITE SU QUEL MALEDETTO TRENO NON ESISTONO PIÙ, SI SONO TRASFORMATE IN ESSERI SENZ ANIMA, AVENDO SUBITO UN ESPERIENZA INSPIEGABILE FINO IN FONDO E INVIVIBILE IN UN ALTRO LUOGO. IL FORDISMO VIENE UTILIZZATO DAL POTERE NAZISTA NON PER PRODURRE BENI MATERIALI CHE, PASSANDO DI MANO IN MANO, DI MACCHINA IN MACCHINA SI COMPLICANO SEMPRE PIÙ MA PER SMONTARE UN ESSERE ESTREMAMENTE COMPLICATO CHE ALLA FINE DELLA CATENA È RIDOTTO A UN INSIEME DI TANTE OSSA E POCA PELLE. E INNEGABILE CHE HITLER PER I SUOI CAMPI DI CONCENTRAMENTO SI SIA ISPIRATO ALLA FABBRICA FORDISTA, SIMILE AL LAGER PER MOLTI ASPETTI: MA FINO A DOVE SI POSSONO SPINGERE I CARATTERI SOMIGLIANTI? RAFFRONTANDO LA FABBRICA FORDISTA ED IL LAGER NAZISTA SI POSSONO TROVARE DIVERSI ASPETTI COMUNI, ABERRANTI ANALOGIE CHE SONO PECULIARI AD ENTRAMBI I SISTEMI. DIFATTI SIA IL LAGER SIA LA FABBRICA FORDISTA PRESENTANO UNA STRUTTURA PRESSOCHÉ IDENTICA, CON UN ORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO MOLTO SIMILE: SI PENSI PER ESEMPIO ALLA RICORRENTE FORMA RETTANGOLARE DELLE STRUTTURE INTERNE DI QUESTE DUE PERVERSE IDEAZIONI DELL UOMO, CHE IMPEDISCONO OGNI POSSIBILE RIUNIONE, OGNI POSSIBILE MOMENTO DI RITROVO PER GLI SCIAGURATI OSPITI E CHE NON OFFRONO ALCUN PUNTO DI RIFERIMENTO VISIVO: QUESTO USO REITERATO DEL RETTANGOLO PORTA SMARRIMENTO, CONFUSIONE. IL DEPORTATO, CHE SI MUOVE IN UN AMBIENTE CHE SI PRESENTA SEMPRE UGUALE. IDENTICA È ANCHE LA CONCEZIONE TEMPORALE: NON È PERMESSO IL COMPUTO INDIVIDUALE DEL TEMPO ALL INTERNO DELLA FABBRICA FORDISTA E DEL LAGER E CIÒ PORTA AD ASSIMILARE I TEMPI PROPRI A QUELLI DEL SISTEMA, ALIENANDO DA SÉ L OPERAIO E IL DEPORTATO. 4

5 ADDIRITTURA IL CANCELLO D INGRESSO HA LO STESSO RUOLO: IN ENTRAMBI I CASI SI TRATTA DI UN PASSAGGIO IN UN ALTRO MONDO, DIVERSO DA QUELLO ESTERNO ED IMPOSSIBILE DA TROVARE ALTROVE, DOVE TUTTE LE CONSUETUDINI E LE LEGGI NON SCRITTE SI STRAVOLGONO OD ADDIRITTURA NON ESISTONO NEPPURE. PER QUANTO RIGUARDA L ALIENAZIONE INDOTTA DA QUESTE MACCHINE INFERNALI NEI LORO OCCUPANTI SI PUÒ PERÒ TROVARE UNA DIFFERENZA SOSTANZIALE: NELLA FABBRICA ESSA È PORTATA DALL ISOLAMENTO, MENTRE NEL LAGER CIÒ È DOVUTO ALLA MASSA. PER SFUGGIRE ALL ANNULLAMENTO DI SÉ, AL TOTALE DISTACCO DALLA PERSONALITÀ CHE UN TEMPO LI CONTRADDISTINGUEVA, I DEPORTATI NEI LAGER ASSUMEVANO COMPORTAMENTI DIVERSI, A SECONDA DELLA PERSONALITÀ CHE ESSI AVEVANO MATURATO QUANDO LA VITA APPARTENEVA ANCORA A CIASCUNO DI LORO. PRIMO LEVI RACCONTA LA PROPRIA ESPERIENZA NEL CAMPO DI CONCENTRAMENTO DI MONOWITZ, VICINO AD AUSCHWITZ. IN UN CAPITOLO DEL LIBRO, L AUTORE NARRA UN EPISODIO CHE LO VIDE PROTAGONISTA DURANTE LA SUA PERMANENZA NEL CAMPO, E CHE È UNA CHIARA ESPRESSIONE DI COME EGLI TENTASSE DI SALVARE LA PROPRIA IDENTITÀ: PER CASO SI RITROVÒ A DECLAMARE ALCUNI VERSI DI DANTE E SI ACCORSE CHE SOLO COSÌ RIUSCIVA A NON PERDERSI NELL OBLIO, A RESTARE IN QUALCHE MODO APPIGLIATO ALLA PERSONA CHE ERA, RIPETENDO E RICORDANDO UN TESTO CHE GLI ERA STATO COMPAGNO NELLA SUA VITA PRECEDENTE. QUESTO, OVVIAMENTE, È SOLTANTO UN ESEMPIO: NEL FILM LA VITA È BELLA SI TROVA IL PROTAGONISTA CHE COMBATTE QUESTA MINACCIA TENTANDO DI SALVARE IL FIGLIO E FACENDOGLI VEDERE IL DISASTRO DELL OLOCAUSTO COME SE FOSSE UN GIOCO; VARI DEPORTATI CERCAVANO DI ACCAPARRARSI PIÙ OGGETTI POSSIBILI E LI CUSTODIVANO GELOSAMENTE, IN UN MOTO DI AUTO IDENTIFICAZIONE CHE POGGIA SU CIÒ CHE SI POSSIEDE, CHE SI RICONOSCE COME PROPRIO. NEL DOCUMENTARIO GLI ULTIMI GIORNI DI STEVEN SPIELBERG ASSISTIAMO AD ALTRE DUE VIE PER SCAPPARE DALL ANNULLAMENTO DI SÉ. UNA DONNA CHE VISSE LA TERRIBILE ESPERIENZA DELLA DEPORTAZIONE RACCONTA CHE QUANDO I NAZISTI ORDINARONO ALLA SUA FAMIGLIA DI PRENDERE LO STRETTO NECESSARIO E PREPARARSI PER PARTIRE, LEI SI MISE UN COSTUME DA BAGNO REGALATOLE DALLA NONNA E CHE RAPPRESENTAVA UN OGGETTO DAL VALORE AFFETTIVO INCOMMENSURABILE. AL MOMENTO DELLA VESTIZIONE, LA DONNA CERCÒ DI TENERLO CON SE, MA, PURTROPPO, LE GUARDIE TEDESCHE TROVARONO IL CAPO E GLIELO SOTTRASSERO, GETTANDOLA NELLO SCONFORTO PIÙ TOTALE. L ALTRA TESTIMONIANZA, ANCH ESSA RACCONTATA DA UNA DONNA, SI CHIUDE FORTUNATAMENTE IN MODO MENO TRAUMATICO: QUESTA SIGNORA ERA RIUSCITA, IN UN MODO O NELL ALTRO, A TENERE CON SÉ, DURANTE LA PERMANENZA NEL LAGER, ALCUNI DIAMANTI. LO STRATAGEMMA ERA AL CONTEMPO SEMPLICE ED INGEGNOSO: CONSISTEVA NELL INGHIOTTIRE TALI DIAMANTI PER POI ESPELLERLI DAL PROPRIO CORPO NEL MOMENTO DELL ESPLETAZIONE DEI BISOGNI CORPORALI E RIPETERE QUINDI LA PROCEDURA DALL INIZIO. IN QUESTO MODO RIUSCÌ A SALVARE LE PIETRE PREZIOSE DAI SOLDATI TEDESCHI E, UNA VOLTA LIBERATA DAL CAMPO, LI FECE INCASTONARE TUTTI IN UN CIONDOLO FATTO A FORMA DI LACRIMA CHE TUTTORA PORTA AL COLLO, PER RICORDARE UN ESPERIENZA TRAUMATICA CHE HA SEGNATO LA SUA VITA IN MANIERA INDELEBILE. 5

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Numero tatuato sull avambraccio.

Numero tatuato sull avambraccio. Vita nei lager La vita nei campi di concentramento era insostenibile e durissima, un inferno. Le persone deportate nei lager erano sottoposte a condizioni proibitive fin dall arrivo. Appena scesi dai convogli

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Organizzazione scientifica del lavoro

Organizzazione scientifica del lavoro Organizzazione scientifica del lavoro 1 Organizzazione scientifica del lavoro Organizzazione scientifica del lavoro è la teoria fondata da Frederick WindsdowTaylor (1865-1915) ingegnere minerario americano

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche (versione provvisoria) Marisa Faggini Università di Salerno mfaggini@unisa.it I beni pubblici rappresentano un esempio

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI INGRESSO Si mostra sereno Ricerca gli altri bambini Porta gli oggetti a scuola SERVIZI IGIENICI Ha il controllo sfinterico

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Spinoza e il Male. Saitta Francesco

Spinoza e il Male. Saitta Francesco Spinoza e il Male di Saitta Francesco La genealogia del male è sempre stato uno dei problemi più discussi nella storia della filosofia. Trovare le origini del male è sempre stato l oggetto principale di

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Il lavoro per progetti

Il lavoro per progetti Il lavoro per progetti (personalizzati, di attività,, di servizio, ) nei servizi alla persona Gianmaria Gioga Padova, 7 giugno 2013 QUALI SERVIZI ALLA PERSONA? I servizi alla persona devono connotarsi

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Si cura a scuola? Per una cura del processo educativo

Si cura a scuola? Per una cura del processo educativo Si cura a scuola? Per una cura del processo educativo Dal PEI al Progetto di Vita L ovvietà delle sigle, la routine delle pratiche Il potere delle procedure di progettazione individualizzata Porsi domande

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

SICUREZZA NELL EMERGENZA

SICUREZZA NELL EMERGENZA SICUREZZA NELL EMERGENZA Come le emozioni intralciano la ragione e influenzano la capacità di mettere in atto quanto appreso Dott.ssa Elena Padovan Centro congressi alla Stanga Padova, 14 ottobre 2011

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A.

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A. 22 IL CONTROLLO DELLA QUALITA DEL CALCESTRUZZO IN OPERA S e i risultati del controllo di accettazione dovessero non soddisfare una delle disuguaglianze definite dal tipo di controllo prescelto (A o B)

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Essere e Tempo. Quaderno Filosofi & Classici SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it. a cura di R. Terzi. r_terzi@hotmail.

Essere e Tempo. Quaderno Filosofi & Classici SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it. a cura di R. Terzi. r_terzi@hotmail. Essere e Tempo a cura di R. Terzi r_terzi@hotmail.com SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it Introduzione Essere e tempo (Sein und Zeit) di Martin Heidegger costituisce uno dei testi più importanti

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Lavorare in gruppo. Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo

Lavorare in gruppo. Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo Lavorare in gruppo Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo Premessa La conoscenza del gruppo e delle sue dinamiche, così come la competenza nella gestione dei gruppi, deve prevedere

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici

Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici 232.21 del 5 giugno 1931 (Stato 1 agosto 2008) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, in virtù degli articoli

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli