ENERGIA & TELECOMUNICAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ENERGIA & TELECOMUNICAZIONI"

Transcript

1 ENERGIA & TELECOMUNICAZIONI

2

3 ENERGIA & TELECOMUNICAZIONI Gentili Clienti, un ringraziamento per la costante attenzione con la quale ci avete seguito in questi anni. SAIET opera nel settore delle Telecomunicazioni e dell'energia dal 1962 e nel cinquantesimo anniversario della fondazione è lieta di offrire questo catalogo che raccoglie le diverse linee di prodotto a proprio marchio. Ci auguriamo che esso sia un utile strumento per soddisfare le vostre esigenze in ambito consumer e business attraverso l'utilizzo delle nostre soluzioni. Per ogni esigenza non esitate a contattare i nostri servizi di assistenza tecnica e commerciale. Per il dettaglio dei contatti e dei servizi di assistenza consultate il nostro sito

4 PROFILO AZIENDALE Le telecomunicazioni e l'energia hanno un ruolo di primaria importanza nella vita privata e lavorativa di ognuno e la qualità delle soluzioni e dei dispositivi che utilizziamo influenza sempre di più il nostro quotidiano. È pensando a questo che SAIET Telecomunicazioni lavora ogni giorno per offrire il meglio ai propri clienti. SAIET opera nel settore dal 1962 e, grazie al solido know-how acquisito e all'attenzione costante verso innovazione e sviluppo, è in grado di offrire soluzioni adatte ad ogni esigenza con prodotti all'avanguardia, affidabili e di qualità, pensati per l'ambito domestico e per il business. Le proposte, conformi alle sempre più esigenti richieste del mercato, sono numerose e costituiscono un'offerta completa e assolutamente competitiva. SAIET opera in maniera indiretta tramite installatori e rivenditori distribuiti sul territorio italiano oppure tramite gli Operatori di Telecomunicazioni di cui è fornitore accreditato. SAIET pone particolare attenzione al valore creato assieme ai propri partner e offre ad essi un canale privilegiato B2B per un veloce accesso alle proprie soluzioni. SAIET presente sul mercato da oltre 50 anni offre, ai propri partner locali, presso lo stabilimento di Castel Maggiore uno Store dedicato alla clientela business. Per maggiori informazioni potrete consultare il sito

5 LE NOSTRE CERTIFICAZIONI SAIET Telecomunicazioni possiede: Certificazione del Sistema di Qualità secondo Norma Europea UNI EN ISO 9001:2008 Dal 1990 è Laboratorio di Ricerca Qualificato per decreto del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica. Autorizzazione di Classe Costruttori e Primo Grado per l installazione, l allacciamento, il collaudo e la manutenzione di impianti interni di TLC. D.M. 314/1992 rilasciata dal Dipartimento delle Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo Economico. Abilitazione all installazione, alla trasformazione, all ampliamento e alla manutenzione degli impianti, ex legge 46/90, lettere A,B,G. Possiede N.O.S. a livello NATO Iscrizione all albo fornitori Telecom Italia SpA per le seguenti categorie:»» A0114 Strumenti di misura e attrezzi»» A0501 Fornitura in opera di prodotti/sistemi e Impianti di Alimentazione»» A0901 Prodotti/Sistemi Fonia»» A0903 Prodotti/Sistemi per Call Center»» A0904 Prestazioni di Assistenza Tecnica e Manutenzione Apparati/Sistemi Fonia»» A0905 Prodotti/Sistemi ed Accessori per Sistemi di Fonia»» A0906 Sistemi Speciali per Clienti»» A Telefoni Corded/Videotelefoni»» A1101 Terminali di T.P. (Telefonia Pubblica) e Parti di Ricambio»» A1105 Riparazione Rigenerazione Terminali T.P.»» A1405 Fornitura di Piattaforme HW e SW di Base»» A1003 Telefoni Cordless»» A0802 Prodotti/Sistemi per reti Dati»» A0807 Prodotti/Sistemi di Videocomunicazione»» A0902 Installazione Apparati/Sistemi Fonia Iscritta al registro nazionale produttori A.E.E. IT , PILE IT09060P

6 ENERGIA FOTOVOLTAICO PROTEZIONI DA SOVRATENSIONI per alimentazione UPS BOX PARALLELO STRINGHE Y 8 QUADRO PARALLELO STRINGHE 3I1U 9 QUADRO CONTROLLO STRINGHE SBC 16I1U 10 SENSORE DI IRRAGGIAMENTO 12 SENSORE DI TEMPERATURA 13 QUADRO AC PER INVERTER 14 INVERTER AURUS 20/30/40 15 NOTE TECNICHE 16 PV PROTEC CR PROTEC CR 40/320 - VERSIONI 1/2/3/4 POLI 23 DRP - A, DRP - A2, DRP A20 26 TZ - 207, TZ POEM - 01, POEM UN - 01, UN SERIE B-BOX XP 34 SERIE ENTERPRISE 36

7 TERMINALI CENTRALINI ACCESSORI PROTEZIONI DA SOVRATENSIONI PER RETI TELEFONICHE E SEGNALI MINI 42 CLD 1/6, CLD 2/8, 58 RC/AI 64 DRP/TI - 1, DRP/TI - 2, 68 TATTO 42 DUEMILA1 43 SMALL 43 FAMILY 44 MACRO SOS II 44 PHOTO PHONE 45 BIG 45 EGO 46 CONCERTO 1 46 CONCERTO 2 47 CLD 2/8 S TM 416 CID 60 OFFICE SERV DS-5007S, DS-5014S 63 SAU, SAS 64 CUN/2, CUN/3, CUN 65 TUONO 65 RAS - 300, RAP - 305, RAP - 307, ADATT.PM 66 RPS-100, RPS - PLUG, SPINA - PRESA TI 66 FILTRO ADSL RJ11, FILTRO ADSL TRIP 67 DRP/TI - 3 TZ - 001/B, TZ - 035/B, TZ - 020/B 70 TZ - DSL/1, TZ - DSL/2 72 TZ - ISDN/BS, TZ - ISDN/BS - T 74 TZ 300/B, TZ 303/A, TZ 304/A 76 SECURTV 80 OFFICE RAC - 508, RAC - 608, TZ - 042, TZ IP RAC CX SLIM 49 KTZ 85 TREND 49 VEGA 50 VEGA TWIN B&W 50 STYLE 51 SPOT 51 GIGA 52 PRONTO 53 FLIP 53 FACILE+ 54 icreation i TECNO 55 INTESA 55 CARATTERISTICHE TECNICHE 56

8 ENERGIA Con le proprie soluzioni per l energia, SAIET Telecomunicazioni contribuisce allo sviluppo delle fonti rinnovabili e diventa così parte attiva nella salvaguardia dell ambiente. SAIET impegnata da sempre nel campo delle protezioni da sovratensioni, ha realizzato delle soluzioni specifiche per impianti fotovoltaici affidabili e in linea con la propria tradizione di gestione della protezione degli apparati e degli impianti. L offerta a marchio SAIET è completata e integrata da soluzioni sviluppate in partnership con aziende leader nel settore. L offerta comprende: quadri di campo in CC e AC per la realizzazione di impianti fotovoltaici, inverter per impianti residenziali, protezioni da sovratensioni in CC e AC e UPS. Utilizzando le soluzioni SAIET è quindi possibile realizzare sistemi affidabili, efficaci e performanti. In questa sezione: Fotovoltaico Protezioni da sovratensioni UPS

9

10 ENERGIA FOTOVOLTAICO BOX PARALLELO STRINGHE Y Quadri di campo per impianti fotovoltaici, 2 ingressi, 1 uscita Piccolo box di sottocampo per realizzare il parallelo di due stringhe con ingressi su pressacavi ST PG7 e uscita su pressacavi ST PG11 con grado di protezione globale IP65. Le dimensioni contenute del box ne permettono una facile installazione in appoggio sotto i moduli. Questa soluzione è particolarmente utile in impianti con moduli a film sottile, dove occorre realizzare più livelli di parallelo per ottenere valori di corrente di stringa adeguati. caratteristiche Codice Ingressi Due ingressi con pressacavi ST PG7 per cavi da 2,5 a 6 mm di diametro esterno Uscite Una uscita con pressacavi ST PG11 per cavi da 4 a 10 mm di diametro esterno Tensione max 1000V Corrente max 20A Terra NC Sezionamento NO Protezioni sovratensioni NO Compensazione pressione interna/esterna SI Fissaggio In appoggio sotto i moduli FV. Dimensioni 150x111x54 mm Peso 0,7 Kg Temperatura di esercizio - 20 C + 80 C Grado di protezione IP65 8

11 ENERGIA FOTOVOLTAICO QUADRO PARALLELO STRINGHE 3I1U Quadri di campo per impianti fotovoltaici, 3 ingressi, 1 uscita Quadro di campo per realizzare il parallelo di tre stringhe con ingressi su pressacavi ST PG 11 e uscita su pressacavi ST PG 13,5. Il quadro è provvisto di sezionatore di manovra, fusibili, protezioni da sovratensioni e offre un grado di protezione globale IP65. caratteristiche Codice A Ingressi Uscite Terra Tre ingressi con connettori ST PG 11 per cavi da 4 a 10 mm di diametro esterno. Una uscita con pressacavi ST PG 13,5 per cavi da 6 a 12 mm di diametro esterno. Connessione verso terra su pressa cavo ST PG13,5 per cavi da 6 a 12 mm di diametro esterno. Tensione max 1000V dc 800V dc Corrente max 32A Fusibili protezione stringa 10A DC20A Sezionamento Sezionatore 1000V 32A DC21A Sezionatore 800V 32A DC21A Protezioni sovratensioni SAIET PV PROTEC CR 40/1100 SAIET PV PROTEC CR 40/800 Compensazione pressione interna/esterna NO Fissaggio Kit fissaggio a muro Dimensioni 298X420X140mm Peso 6 Kg Temperatura di esercizio - 20 C + 80 C Grado di protezione IP65 9

12 ENERGIA FOTOVOLTAICO QUADRO CONTROLLO STRINGHE SBC 16I1U Quadri di campo per impianti fotovoltaici, 16 ingressi, 1 uscita La linea di quadri SBC è concepita per il controllo e la protezione del parallelo di stringhe di moduli fotovoltaici in impianti con inverter centralizzati. Nella versione SBC 8-16-PLUS il quadro misura e controlla la corrente e la tensione di stringa assieme alla temperatura e all intensità dell irraggiamento solare nel campo fotovoltaico. I quadri della linea SBC X-16I realizzano il parallelo fino a 16 stringhe con ingressi su pressacavi ST PG 13,5 e uscita su pressacavi ST PG 29. Sono provvisti di sezionatore con bobina di sgancio e protezione da sovratensioni e offrono un grado di protezione globale IP66. CARATTERISTICHE SBC 0-16I SBC 8-16I SBC 8-16I-PLUS Codice » INGRESSO Tensione massima 900/1000Vdc (*) Canali di misura Corrente massima per canale 20A Fusibili protezione stringa 10/20A (*) Numero di stringhe per fusibile 2 Numero ingressi stringhe 8 positivi e 8 negativi / 16 positivi e 16 negativi (*) Tipo ingressi stringhe Pressacavi ST PG 13,5 per cavi da 6 a 12 mm di diametro esterno. Protezione da sovratensioni Saiet Tipo 2 Uc=840V/1170V (*)» USCITA Sezionamento Sezionatore 1200Vdc con bobina di apertura a lancio di corrente (24Vcc) Corrente massima 125A/160A (*) Tipo uscite DC PG29/PG36 (*) Tipo uscita terra PG

13 ENERGIA FOTOVOLTAICO «Quadri di campo per impianti fotovoltaici, 16 ingressi, 1 uscita CARATTERISTICHE SBC 0-16I SBC 8-16I SBC 8-16I-PLUS» SEGNALI Ingressi digitali: contatti puliti disponibili su morsettiera utilizzabili per allarme inverter, antifurto ecc Ingressi analogici Ingresso 0/4-20mA ±0.5% per sensore di irraggiamento 1 Ingresso PT100/PT1000 ±3% per sensore di temperatura» COMUNICAZIONE Protocollo - ModBus RS 485 RTU bps» MISURE E ALLARMI Tensione parallelo stringhe V dc max, precisione 1% Corrente di stringa - 25A max tramite sensore ad effetto di Hall precisione 1% Irraggiamento W/m2 Temperatura C Stato del sezionatore - Aperto/Chiuso Stato della protezione SPD - Funzionante/Guasta» ALIMENTAZIONE In corrente continua - Esterna 24Vdc 0,4A» CARATTERISTICHE MECCANICHE E AMBIENTALI Struttura Poliestere Dimensioni 600x600x175mm Peso 20kg Fissaggio Kit fissaggio a muro Compensazione pressione interna/esterna SI Grado di protezione IP66 Classe autoestinguenza UL94-5V Temperatura ambiente di esercizio -25 C +60 C (*) Caratteristica configurabile all ordine 11

14 ENERGIA FOTOVOLTAICO SENSORE DI IRRAGGIAMENTO Per quadro SBC 8-16I Plus Sensore di irraggiamento costruito su una meccanica di alluminio con una singola cella monocristallina di 20x34mm. La misura viene compensata in temperatura e offre un errore tipico di ± 5% a 1000W/m2. L uscita in corrente a 4 20mA permette poi di posizionare il sensore sul campo fotovoltaico senza problemi di distanza rispetto il quadro SBC. CARATTERISTICHE Codice Tipo Cella di silicio monocristallino 20x34mm Range W/m2 Precisione ± 5% a 1000W/m2 Linearità ± 0,3% da 50 a 1300W/m2 Alimentazione 12 28Vdc, 100µA Compensazione in temperatura SI Uscita 4 20mA per W/ m2 Compensazione pressione interna/esterna SI Meccanica Alluminio verniciato Fissaggio Flangia con 4 fori di 8,5mm Dimensioni 138X63X40 mm Peso 0,44 Kg Temperatura di esercizio - 20 C + 70 C Grado di protezione IP67 12

15 ENERGIA FOTOVOLTAICO SENSORE DI TEMPERATURA Per quadro SBC 8-16I Plus Sensore di temperatura PT 100 ospitato in un housing adeguato per instllazioni esterne. Il sensore è protetto in un cilindro perforato di acciaio che permette misurazioni accurate della temperatura ambiente. CARATTERISTICHE Codice Tipo PT 100 Classe B Fissaggio Kit fissaggio a muro Dimensioni 80X74X54 mm Peso 0,9 Kg Temperatura di esercizio - 30 C + 90 C Grado di protezione IP67 13

16 ENERGIA FOTOVOLTAICO QUADRO AC PER INVERTER Quadri di campo per impianti fotovoltaici, 1 ingresso monofase, 1 uscita monofase Quadro per realizzare la connessione di un inverter monofase 6kW max. ad una rete monofase con ingressi e uscite su pressacavi ST PG 21. Il quadro è provvisto di sezionatore automatico lato inverter e lato quadro generale, protezioni SAIET da sovratensioni e offre un grado di protezione globale IP65. CARATTERISTICHE Codice A Ingressi Uscite Tensione max Un ingresso da inverter e uno da contatore di produzione con pressacavi ST PG 21 per cavi da 13 a 18 mm di diametro esterno. Una uscita verso quadro generale e una verso contatore di produzione con pressacavi ST PG 21 per cavi da 13 a 18 mm di diametro esterno. 400V Corrente max Fusibili protezione stringa Terra Sezionamento 32A Connessione verso terra (ingresso uscita ) su pressacavi ST PG13,5 per cavi da 6 a 12 mm di diametro esterno. 1 interruttore magnetotermico con blocco differenziale (*) 2P 400V 32A lato inverter 1 interruttore magnetotermico 2P 400V 32A lato quadro generale. Protezioni sovratensioni SAIET PROTEC CR 80/320 (1+1) Predisposizione per datalogger NO 12 Moduli Din liberi 3 In/Out su ST PG 11 Compensazione pressione interna/esterna NO Fissaggio Kit fissaggio a muro Dimensioni 298X260X140 mm 298X420X140 mm Peso 5,0 Kg 7,5 Kg Temperatura di esercizio - 20 C + 70 C Grado di Protezione IP65 (*) Caratteristica configurabile all ordine 14

17 ENERGIA FOTOVOLTAICO INVERTER AURUS 20/30/40 Inverter monofase per impianti residenziali Gli inverter monofase Aurus 20/30/40 di Valenia sono progettati e costruiti in Italia da una azienda leader con un pluriennale knowhow nel settore. Gli Aurus sono provvisti di trasformatore ad alta efficienza e con potenze che vanno da 1,7 kw ai 3,4 Kw e si propongono come la soluzione ideale per le installazioni residenziali. La completa compatibilità con qualsiasi tipo di modulo presente in commercio li rendono un alleato flessibile nella progettazione del proprio impianto. Come cuore intelligente dell' impianto fotovoltaico garantiscono elevate prestazioni anche grazie al particolare dispositivo di tracking MPP, ActiveTrack, e alla funzione LongDay Technology che assicurano la massima resa dell'impianto dal primo all'ultimo raggio di sole della giornata. Affidabilità e sicurezza sono inoltre garantite dalla separazione galvanica tra rete e campo fotovoltaico, dalla presenza di avanzati dispositivi di sicurezza e da un particolare sistema multi-controllo interno. Le dimensioni compatte e il peso contenuto li rendono anche semplici da installare. CARATTERISTICHE AURUS 20 AURUS 30 AURUS 40 Codice Potenza massima W INGRESSO CC Tensione massima V Gamma di tensione MPP V Corrente massima A Numero inseguitori MPP Numero stringhe max Potenza nominale W Corrente massima A 8 11,5 15,5 USCITA CA Tensione rete nominale/range V 230/ / / Frequenza di rete Hz Fattore di potenza cos Distorsione armonica % Rendimento massimo % ,5 Rendimento europeo % 94,2 95,3 94,7 Isolamento galvanico ingresso/uscita Protezioni contro inversione della polarità CC SI SI GENERALI Protezione da sovraccarico ingresso uscita Monitoraggio della dispersione verso terra Attivazione ventilazione per altre temperature SI SI SI Gamma temperatura C Grado di protezione IP21 Dimensioni (PxLxA) mm 200x370x390 Peso Kg 10,5 11,2 12,3 15

18 ENERGIA Protezioni da sovratensioni PER ALIMENTAZIONE NOTE TECNICHE Associare il termine Temporale al concetto di scarica elettrica del fulmine ed ai danni diretti che esso provoca (incendio, distruzioni meccaniche, ecc..) risulta essere per la maggior parte delle persone una conseguenza logica, non tutti però conoscono gli effetti indiretti provocati dalle sovratensioni che tali fenomeni, ad alto contenuto energetico generano. In particolare gli impianti elettrici e le apparecchiature elettroniche ad essi collegate sono esposte a transitori improvvisi, i cui valori possono superare di alcuni ordini di grandezza i valori delle tensioni e correnti nominali di funzionamento e fenomeni di qualche microsecondo possono causare danni anche molto gravi. le linee esterne, le perturbazioni dovute ad accoppiamenti elettromagnetici (induttivi e capacitivi) con altri conduttori si generano tipicamente all'interno degli edifici stessi. A volte ciò provoca, nonostante gli usuali accorgimenti impiantistici (schermatura, disaccoppiamento fisico tra linee di trasmissione dati e conduttori d'alimentazione), disturbi indotti i quali, anche se modesti dal punto di vista energetico, possono generare picchi distruttivi. Sulle reti elettriche d'alimentazione e sulle linee di telecomunicazione sono poi spesso presenti altre perturbazioni o disturbi a carattere transitorio, originati da diverse cause, come contatti accidentali con linee a tensioni più elevate, accoppiamenti elettromagnetici con altri conduttori e brusche variazioni di carico, specie per le linee elettriche di alimentazione. Particolarmente dannose, come detto, possono risultare le perturbazioni transitorie generate da fulmini che, anche se di durata molto breve, raggiungono spesso elevati valori di picco, con sovratensioni dell'ordine di 3 5 kv. Tali fenomeni, dato il loro carattere aleatorio, sono però difficilmente prevedibili. A questo scopo alcune prolungate campagne di misura sul territorio italiano hanno determinato la densità media dei fulmini a terra per chilometro quadrato. In tutte le aree con densità uguale o superiore a 2,5 fulmini ogni anno per km 2 è consigliabile introdurre una protezione sulle alimentazioni e sulle linee telefoniche o per trasmissione dati, specie in presenza di collegamenti aerei. La notevole mutevolezza del clima induce da una parte ad aggiornare periodicamente tali mappe, per rivedere la probabilità di rischio ceraunico e dall altra ad adottare comunque protezioni adeguate anche in aree apparentemente sicure. Fig. 1 - Frequenza territoriale per anno dei fulmini a terra. Mentre le perturbazioni di origine atmosferica si manifestano all'esterno degli edifici e quindi interessano prevalentemente 16

19 ENERGIA Protezioni da sovratensioni PER ALIMENTAZIONE «Note tecniche CLASSIFICAZIONE DEI DISTURBI Le sovratensioni possono essere classificate anche in base alle modalità di accoppiamento, in: longitudinali (o di modo comune, o tra filo e terra), quando i conduttori presentano gli stessi accoppiamenti con la sorgente della perturbazione e si genera una sovratensione fra i conduttori e la terra (rimanendo invariata la tensione fra i conduttori stessi); trasversali (o di modo differenziale, o tra filo e filo), quando i conduttori presentano un diverso accoppiamento con la sorgente e si instaura una sovratensione tra i conduttori. Normalmente un fulmine genera entrambi i tipi di disturbi, che si propagano in linea con velocità dipendente dalle caratteristiche del conduttore. In genere i disturbi più distruttivi sono quelli longitudinali, poiché solitamente ad essi è associato un contenuto energetico più elevato. Sulle linee d'alimentazione possono poi presentarsi disturbi a radiofrequenza, tipicamente nella banda compresa tra 500 khz e 10 MHz, che risultano particolarmente insidiosi per le apparecchiature dotate di unità di elaborazione. Infine, sulle linee telefoniche o per trasmissione dati risulta spesso utile una protezione contro i disturbi generati da sovracorrenti indesiderate di carattere persistente. Per la protezione contro gli effetti generati da tali fenomeni, si ricorre alla equipotenzialità e ai limitatori di sovratensioni (Surge Protective Device) nelle varie configurazioni e tipologie utili a garantire una adeguata salvaguardia dell impianto o apparato. La funzione fondamentale degli SPD è infatti quella di limitare le sovratensioni entro un valore prefissato e deviarne verso terra le sovracorrenti associate. RIFERIMENTI NORMATIVI Le norme e leggi in materia di sicurezza indicano chiaramente quanto sia importante proteggersi dalle sovratensioni. Il legislatore con il D.Lgs. 81/08 e D.Lgs. 106/09, testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, ha prescritto obblighi atti ad impedire gli effetti pericolosi delle fulminazioni dirette, indirette e delle sovratensioni. Con il DM 37/08 sulla sicurezza degli impianti (ex 46/90) si è posto poi l obiettivo primario di garantire a tutti i cittadini la sicurezza nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro, dai pericoli derivanti dagli impianti tecnici, compresi quelli elettrici e quelli di protezione da scariche atmosferiche in ambito civile. Per i luoghi di lavoro esiste poi per gli impianti di protezione da scariche atmosferiche una legge specifica il DPR 462/01. Il punto rilevante è che praticamente tutte le strutture richiedono la valutazione della necessità o meno di protezione contro i fulmini. Le norme tecniche per la valutazione del rischio e come proteggere le strutture dalle scariche atmosferiche sono le CEI EN /4 (ex CEI 81-1, CEI 81-4 e CEI 81-8). La norma CEI 64-8/1-7 sugli impianti elettrici in BT ha poi un paragrafo specifico nella parte 4 relativa alle prescrizioni per la sicurezza, sulla protezione contro le sovratensioni. Le norme tecniche di riferimento per gli SPD connessi a sistemi di bassa tensione sono le CEI EN per la classificazione e le prove e le CEI EN per i criteri di scelta e i principi di applicazione. Le analoghe norme tecniche di riferimento per gli SPD connessi a reti di telecomunicazione e trasmissione dati sono le CEI EN per la classificazione e prove e le CEI EN per i criteri di scelta e i principi di applicazione. CRITERI DI SCELTA La scelta di una adeguata protezione deve essere condotta attraverso l analisi del rischio e l individuazione delle diverse zone di protezione. Occorre poi procedere alla installazione possibilmente di diversi SPD con intervento coordinato, nelle diverse zone individuate, sia per le linee di alimentazione che quelle di segnale, partendo dall ingresso linea fino alla apparecchiatura terminale, utilizzando SPD di classe via via decrescente. Nelle zone di protezione esposte alla fulminazione diretta, all ingresso di linee di fabbricati protetti, devono essere utilizzate protezioni di Tipo 1 mentre in quelle a cavallo e interne alla struttura devono essere utilizzate protezioni di Tipo 2 (quadri di distribuzione) e Tipo 3 (prese, apparati). Questi SPD in cascata devono poi essere adeguatamente coordinati in modo che il disturbo venga via via assorbito e ogni SPD offra un grado di protezione sufficiente all SPD che lo segue nella catena fino ad arrivare alla apparecchiatura finale da proteggere. Tutti questi aspetti sono estensivamente trattati dalle già citate CEI EN /4 e dalle norme da esse richiamate. Parametri caratteristici per gli SPD per BT (linee di alimentazione) Tipo di SPD: viene definito secondo la norma CEI EN Tipo 1, caratterizzato dalla corrente impulsiva massima Iimp con forma d onda 10/350µs e dalla corrente di scarica nominale In con forma d onda 8/20µs (Classe di prova I). Tipo 2, caratterizzato dalla corrente di scarica massima Imax 8/20µs e dalla corrente di scarica nominale In 8/20µs (Classe di prova II). Tipo 3, caratterizzato dalla tensione a vuoto UOC con forma d onda combinata (1,2/50µs, 8/20µs), (Classe di prova III). 17

20 ENERGIA Protezioni da sovratensioni PER ALIMENTAZIONE «Note tecniche Tensione massima continuativa (Uc): il valore della Uc deve essere maggiore della massima tensione nominale presente su quel sistema di distribuzione di energia. Tipicamente per le reti TT Uc > 1,1xUo. Corrente di scarica nominale e massima(in,imax): il valore deve essere ricavato dall analisi del rischio effettuata e coerente con il tipo di SPD. Valori tipici per SPD di tipo 2 sono 20kA per la In e 40kA per la Imax. Per gli SPD di tipo 1 viene dichiarato il valore di Iimp che ha valori tipici di 25kA (10/350µs). Per gli SPD di tipo 3 viene dichiarata la tensione a vuoto Uoc con riferimento alla forma d onda combinata (1,2/50µs, 8/20µs) utilizzata per le prove. Livello di protezione di tensione (Up): il valore è scelto in funzione della capacità di tenuta dell apparato da proteggere. Minore è il valore di Up migliore è la protezione ottenuta. Per gli SPD di tipo 1 e 2 viene dato il valore a In, mentre per le protezioni di Tipo 3 è dato a In/Uoc della forma d onda combinata (1,2/50µs, 8/20µs). La norma IEC suddivide l impianto elettrico in quattro categorie/zone e per ognuna determina un valore di tenuta all impulso (6-4-2,5-1,5kV), essendo il valore di 1,5kV quello riferito agli apparati in categoria I. La protezione è dunque efficace quando il livello Up dell SPD marginato dalla caduta di tensione generata dai cavi di collegamento è inferiore o uguale a questo valore di tenuta all impulso. Per quanto riguarda il livello di tenuta dei singoli apparati da proteggere, occorre riferirsi al loro livello di tenuta misurato in fase di certificazione CE (Immunità ai surge - IEC ). Parametri caratteristici per scegliere gli SPD per linee di telecomunicazione e di segnale Categoria SPD: viene definita secondo la norma CEI EN in base al tipo di prova utilizzato per caratterizzare la In, la Imax e la Up. Quelle obbligatorie sono la C1, la C2 e la C3 con forme d onda con velocità di salita rapida: combinata (1,2/50µs, 8/20µs) o 1kV/µs. Sono disponibili poi altre categorie facoltative per meglio caratterizzare l SPD e rispondere a diversi gradi di severità. Tensione massima continuativa (Uc): il valore della Uc deve essere maggiore della massima tensione nominale presente su quel sistema di trasmissione. Corrente di scarica nominale e massima(in,imax): il valore deve essere ricavato dall analisi del rischio effettuata e coerente con il tipo di SPD. I valori vanno confrontati nelle diverse categorie dichiarate. Le categorie a più elevata energia D1 e D2 prevedono per esempio rispettivamente prove con forme d onda 10/350µs e 10/250µs, mentre le categorie C1 e C2 prevedono prove con forma d onda 8/20µs. Livello di protezione di tensione (Up): il valore è scelto in funzione della capacità di tenuta dell apparato da proteggere. Minore è il valore di Up migliore è la protezione ottenuta. A seconda della categoria di prova del SPD viene fornito il valore in funzione della forma d onda utilizzata: fare riferimento a questa per confrontare dati omogenei. La norma IEC suddivide l impianto elettrico in quattro categorie/zone e per ognuna determina un valore di tenuta all impulso (6-4-2,5-1,5kV), essendo il valore di 1,5kV quello riferito agli apparati in categoria I. La protezione è dunque efficace quando il livello Up dell SPD marginato dalla caduta di tensione generata dai cavi di collegamento è inferiore o uguale a questo valore di tenuta all impulso. Per quanto riguarda il livello di tenuta dei singoli apparati da proteggere, occorre riferirsi al loro livello di tenuta misurato in fase di certificazione CE (Immunità ai surge - IEC ). Per gli apparati di telecomunicazione possono valere se applicate anche le ITU-T K.20 o K.21. Requisiti aggiuntivi specifici della applicazione che possono influenzare le caratteristiche di trasmissione della rete: Corrente nominale di lavoro Resistenza serie Capacità trasversale Resistenza di isolamento Attenuazione di inserzione DEFINIZIONI Limitatore di sovratensioni (SPD): dispositivo utilizzato per limitare le sovratensioni transitorie e deviare le correnti impulsive. Esso contiene almeno un componente non lineare. SPD con intervento a innesco : SPD che presenta un alta impedenza in assenza di sovratensioni, ma che può evolvere rapidamente verso un basso valore d impedenza in presenza di una sovratensione. Esempi comuni di componenti usati come dispositivi ad innesco sono scaricatori a gas, tiristori e triac. SPD con intervento a limitazione : SPD che presenta un alta impedenza in assenza di sovratensioni e che la riduce con continuità con l aumentare della tensione e della corrente impulsive. Esempi di componenti utilizzati come dispositivi non lineari sono varistori e diodi soppressori. SPD di tipo combinato: SPD che incorpora sia componenti di tipo ad innesco che componenti di tipo a limitazione e che può intervenire ad innesco o a limitazione di tensione o inter- 18

21 ENERGIA Protezioni da sovratensioni PER ALIMENTAZIONE «Note tecniche venire sia ad innesco che a limitazione in relazione alle caratteristiche della tensione applicata. Modi di protezione: un componente di protezione dell SPD può essere collegato tra i conduttori di fase, tra fase e terra, tra fase e neutro, tra neutro e terra o combinazioni relative. Ci si riferisce a questi collegamenti per indicare i modi di protezione di modo comune o differenziale. In Corrente di scarica nominale: valore di picco della corrente che circola nell SPD e che ha forma d onda 8/20 µs. Questa è usata per classificare l SPD nella classe di prova II. Corrente impulsiva, I imp per la classe di prova I: valore di picco della corrente, che può circolare nell SPD, avente forma d onda 10/350µs. È utilizzata per SPD di tipo 1. Corrente di scarica massima, I max per la classe di prova II: valore di picco della corrente massima, che può circolare nell SPD, avente forma d onda 8/20 µs. Imax è maggiore di In. Tensione nominale, Un: valore della tensione del sistema di distribuzione misurato tra fase e terra (PE). La tensione nominale tra fase e neutro è denominata U o. Tensione massima continuativa, Uc: massimo valore della tensione efficace o continua che può essere applicata permanentemente per il modo di protezione dell SPD. Corrente di carico nominale, I L : valore massimo della corrente nominale continuativa efficace o continua che può essere applicata ad un carico connesso all uscita protetta di un SPD. Livello di protezione di tensione, Up: parametro il cui valore caratterizza la prestazione dell SPD nel limitare la tensione tra i suoi terminali e che viene scelto in una lista di valori preferenziali. Questo valore deve essere superiore al valore più alto ottenuto nella misura delle tensioni di protezione. Tensione impulsiva 1,2/50µs: tensione impulsiva con durata convenzionale del fronte (tempo per passare dal 10% al 90% del vaolore di picco) di 1,2 µs e tempo all emivalore di 50 µs. Forma d onda combinata: la forma d onda combinata viene creata mediante un generatore che determina una tensione impulsiva 1,2/50µs a circuito aperto e una corrente impulsiva 8/20µs in cortocircuito. La tensione, l ampiezza della corrente e le forme d onda che vengono applicate all SPD sono determinate dal generatore e dall impedenza dell SPD cui viene applicata la sovratensione. Il rapporto tra la tensione di picco a circuito aperto e la corrente di picco in cortocircuito è di 2Ω; esso è definito come impedenza fittizia Zf. Il simbolo della corrente di cortocircuito è Isc. Il simbolo della tensione a circuito aperto è UOC. Tenuta al cortocircuito: corrente di cortocircuito massima presunta che l SPD è in grado di sopportare. Dispositivo di distacco di un SPD: dispositivo (interno e/o esterno) prescritto per sconnettere un SPD dalla rete elettrica. Questo dispositivo di distacco non è prescritto per ottenere capacità d isolamento. Esso è installato per prevenire un guasto persistente sul sistema ed è usato per fornire un indicazione del cedimento dell SPD. Il dispositivo di distacco può avere più di una funzione, ad esempio funzione di protezione da sovracorrenti e funzione di protezione termica. Tipi di SPD e classificazione delle prove impulsive: Tipo 1: prove eseguite con la corrente impulsiva massima Iimp 10/350µs e con la corrente di scarica nominale In 8/20µs (Classe di prova I). Tipo 2: prove eseguite con la corrente di scarica massima Imax 8/20µs e con la corrente di scarica nominale In 8/20µs (Classe di prova II). Tipo 3: prove eseguite con forma d onda combinata (1,2/50µs, 8/20µs) con riferimento alla tensione a vuoto U OC (Classe di prova III). Corrente di scarica totale I Total : corrente che fluisce attraverso il conduttore PE o PEN di un SPD multipolare durante la prova di corrente di scarica totale. Corrente Impulsiva 8/20µs: forma d onda con durata convenzionale del fronte di 8 µs e tempo all emivalore di 20 µs. 19

PROFILO AZIENDALE SAIET Telecomunicazioni S.p.A SAIET www.saiet.it

PROFILO AZIENDALE SAIET Telecomunicazioni S.p.A SAIET www.saiet.it CATALOGO TELEFONIA PROFILO AZIENDALE Le telecomunicazioni hanno un ruolo di primaria importanza nella vita privata e lavorativa di ognuno e la qualità dei dispositivi che utilizziamo influenza sempre di

Dettagli

MINI TATTO TELECOMUNICAZIONI. Telefono piccolo per minimo ingombro. Telefono ultracompatto TELEFONI A FILO FUNZIONI

MINI TATTO TELECOMUNICAZIONI. Telefono piccolo per minimo ingombro. Telefono ultracompatto TELEFONI A FILO FUNZIONI TELEFONI A FILO MINI Telefono piccolo per minimo ingombro Volume suoneria regolabile Spegnimento microfono Ripetizione ultimo numero chiamato Tasto R Fissaggio a parete Silver / Codice: 11556034 Bianco

Dettagli

FORTE ST-S350. Smartphone Android antishock e impermeabile

FORTE ST-S350. Smartphone Android antishock e impermeabile FORTE ST-S350 Smartphone Android antishock e impermeabile Display: IPS 3.54, 960x640 Processore: 1.2GHz Dual core Sistema Operativo: Android 4.2.2 Memoria: 512MB+4GB Memoria esterna: microsd fino a 32GB

Dettagli

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze...

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze... SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. Le sovratensioni di rete RIMEDI CONTRO LE SOVRATENSIONI... INDICE DI SEZIONE...6 Avvertenze...6 Schema di collegamento...6

Dettagli

Si compongono di : Lato DC

Si compongono di : Lato DC Centralini di Campo precablati per DC e AC Monofase e Trifase Quadro di campo comprensivo di cablaggio lato DC e lato AC verso inverter e contatore ENEL. CENTRALINO ISL - CABUR DC Inverter Monofase / Trifase

Dettagli

Componenti per impianti fotovoltaici

Componenti per impianti fotovoltaici Componenti per impianti fotovoltaici Inverter SunEzy 152 Quadri stringa SunEzy 154 Interruttori automatici in CC C60PV-DC Interruttore non automatico in CC C60NA-DC Interruttore non automatico in CC SW60-DC

Dettagli

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 INDICE 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 2.1.1 Campo fotovoltaico pag. 3 2.1.2 Sezionatore pag. 4 2.1.3 Inverter

Dettagli

Componenti per impianti fotovoltaici

Componenti per impianti fotovoltaici Componenti per impianti fotovoltaici Inverter SunEzy Quadri stringa SunEzy Interruttori automatici in c.c. C60PV-DC Interruttore non automatico in c.c. C60NA-DC Interruttore non automatico in c.c. SW60-DC

Dettagli

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE.

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. Inverter DC-AC ad onda sinusoidale pura Da una sorgente in tensione continua (batteria) 12Vdc, 24Vdc o

Dettagli

COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS)

COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS) COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS) PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO FOTOVOLTAICO - A SERVIZIO della SEDE della SCUOLA ELEMENTARE CENTRO di Via CAVOUR - Progetto Cofinanziato dalla Linea di Intervento 2.1.1.1

Dettagli

Serie Smart App Professional Rackmount

Serie Smart App Professional Rackmount PR2UD0012EU-01 Protezione Estesa per Applicazioni Mission - Critical La serie di UPS Professional RackMount fornisce un avanzato livello di protezione a supporto di dispositivi di telecomunicazione, VOIP,

Dettagli

Apparecchi Modulari, Fusibili BT, Quadretti e Centralini

Apparecchi Modulari, Fusibili BT, Quadretti e Centralini s Apparecchi Modulari, Fusibili BT, Quadretti e Centralini Guida tecnica SPD SENTRON Guida tecnica SPD Edizione 2014 Answers for infrastructure and cities. SENTRON Apparecchi Modulari, Fusibili BT, Quadretti

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli CENTRALE PIANETASOLE BEGHELLI Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L USO Indice Cos è la Centrale

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

ISMG Inverter Solare. Descrizione Generale. Selezione Modello. Codice d Ordine ISMG 1 50 IT. Approvazioni RD 1663/2000 RD 661/2007 DK5940

ISMG Inverter Solare. Descrizione Generale. Selezione Modello. Codice d Ordine ISMG 1 50 IT. Approvazioni RD 1663/2000 RD 661/2007 DK5940 ISMG 1 60 Descrizione Generale Elevato range d ingresso fotovoltaico (da 100VCC a 450VCC) e controllo MPP Tracking Fino a 2 / 3 MPP Tracking indipendenti controllati da un esclusiva tecnologia Smart MPPT

Dettagli

Sistemi di protezione per impianti fotovoltaici.... per portare energia

Sistemi di protezione per impianti fotovoltaici.... per portare energia Sistemi di protezione per impianti fotovoltaici... per portare energia Introduzione alla protezione del fotovoltaico Soluzioni di protezione da sovratensioni Arnocanali Ai terminali degli organi elettromeccanici

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE

IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE Documentazione fotografica Inquadramento urbanistico Relazione tecnica Pianta copertura Analisi dei prezzi Computo metrico estimativo Elenco prezzi Incidenza della manodopera

Dettagli

SDS Surge Defence System

SDS Surge Defence System SDS Surge Defence System protezioni elettroniche innovative contro fulminazioni e sovratensioni per impianti fotovoltaici Engineering Costruzioni Elettromeccaniche P. Torresan http://www.torresansrl.it/

Dettagli

PROFILO AZIENDALE SAIET Telecomunicazioni SAIET www.saiet.it

PROFILO AZIENDALE SAIET Telecomunicazioni SAIET www.saiet.it CATALOGO TELEFONIA PROFILO AZIENDALE Le telecomunicazioni hanno un ruolo di primaria importanza nella vita privata e lavorativa di ognuno e la qualità dei dispositivi che utilizziamo influenza sempre di

Dettagli

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO INDICE PREMESSA... 3 1 - DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO... 3 2 - IMPIANTI PREVISTI... 3 3 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE... 4 4 MODALITA DI ESECUZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO... 4 4.1) Tensione di

Dettagli

for better living SO571 SOLUZIONI PER IL FOTOVOLTAICO

for better living SO571 SOLUZIONI PER IL FOTOVOLTAICO for better living SO571 SOLUZIONI PER IL FOTOVOLTAICO CONNETTORI VOLANTI CONNETTORI DA PANNELLO CONNETTORI VOLANTI MASCHIO CONNETTORI DA PANNELLO MASCHIO Ø18,8 mm Ø18,8 mm 56 mm 35,7 mm 20 mm CONNETTORI

Dettagli

Serie 7P - Scaricatori di sovratensione. Caratteristiche SERIE 7P 7P.09.1.255.0100 7P.01.8.260.1025 7P.02.8.260.1025

Serie 7P - Scaricatori di sovratensione. Caratteristiche SERIE 7P 7P.09.1.255.0100 7P.01.8.260.1025 7P.02.8.260.1025 Serie - Scaricatori di sovratensione SRI Caratteristiche.09.1.255.0100.01.8.260.1025.02.8.260.1025 SPD Scaricatori di sovratensione Tipo 1+2 ad alta capacità di scarica e senza corrente susseguente - Applicazioni

Dettagli

UPS MONOFASE DOPPIA CONVERSIONE RACK 19 Rev. 7 SR 5kVA 10kVA

UPS MONOFASE DOPPIA CONVERSIONE RACK 19 Rev. 7 SR 5kVA 10kVA il carico viene trasferito automaticamente, senza soluzione di continuità, sulla rete di soccorso. Quando vengono ripristinate le normali condizioni di funzionamento, il carico è ritrasferito automaticamente

Dettagli

Analisi della qualità dell energia

Analisi della qualità dell energia Analizzatore della qualità di rete per installazione fissa QNA 412 e 413 Analizzatore della qualità di rete per installazione fissa QNA 202 e 303 Analizzatore tot ale della qualità di rete 3196 Analisi

Dettagli

Protezione da sovratensioni per illuminazioni a LED

Protezione da sovratensioni per illuminazioni a LED Protezione da sovratensioni per illuminazioni a LED Vantaggi di corpi illuminanti a LED elevata durata quasi indipendenti dalla temperatura elevata luminosità nessun ritardo nell accensione http://www.google.de/imgres?q=led

Dettagli

Foglio dati tecnici VITOVOLT VITOVOLT. Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1. Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2. Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2

Foglio dati tecnici VITOVOLT VITOVOLT. Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1. Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2. Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2 VITOVOLT Sistemi fotovoltaici Foglio dati tecnici VITOVOLT Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1 Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2 Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2 Moduli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica

Dettagli

allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI

allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI Produttore: SOLARWORLD AG Modello: Sunmodule SW205 poly Garanzia sul rendimento dei moduli: 25anni con decadimento delle prestazioni

Dettagli

Serie MT Nuovi analizzatori di rete

Serie MT Nuovi analizzatori di rete GE Energy Industrial Solutions Serie MT Nuovi analizzatori di rete GE imagination at work Nuovi analizzatori di rete Analizzatori di rete Il continuo aumento dei costi di produzione di energia rende sempre

Dettagli

Energia Solare Fotovoltaica Sezione 4 Gli organi di manovra

Energia Solare Fotovoltaica Sezione 4 Gli organi di manovra Energia Solare Fotovoltaica Sezione 4 Gli organi di manovra Corso di ENERGETICA A.A. 2014/2015 Docente: Prof. Renato Ricci Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche Definizioni (2) Gli

Dettagli

SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali

SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali Massima redditività Gli impianti fotovoltaici sui tetti delle aziende commerciali e industriali hanno un enorme

Dettagli

Impianti di rilevazione incendio indirizzati ad anello (loop)

Impianti di rilevazione incendio indirizzati ad anello (loop) Impianti di rilevazione incendio indirizzati ad anello (loop) In questi impianti la linea bifilare che parte dalla centrale di controllo non termina con la resistenza di fine linea, ma si richiude sulla

Dettagli

Protezione di interfaccia a norma CEI 0-21

Protezione di interfaccia a norma CEI 0-21 a norma CEI 0-21 Femto D4 SPI 2 Energy Analyzer è una protezione di interfaccia per impianti allacciati alla rete di distribuzione in BT conforme alla a norma CEI 0-21: 2012-06. Lo strumento è dotato anche

Dettagli

SPECIFICA TECNICA. Leonardo String Box Control

SPECIFICA TECNICA. Leonardo String Box Control CARATTERISTICHE SPECIFICA TECNICA Leonardo String Box Control PARAMETRI INGRESSO Range di tensione in Ingresso V 200 900 Max. corrente di stringa A 16 Numero di canali di misura 10 Numero stringhe in ingresso

Dettagli

Energia Solare Fotovoltaica

Energia Solare Fotovoltaica Energia Solare Fotovoltaica Sezione 5 Il Progetto di un impianto fotovoltaico Corso di ENERGETICA A.A. 011/01 Docente: Prof. Renato Ricci Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche Dati

Dettagli

Impianti Fotovoltaici:

Impianti Fotovoltaici: Impianti Fotovoltaici: mantenimento + sicurezza = CONVENIENZA L impianto fotovoltaico è una centrale elettrica che necessita di manutenzione periodica, per assicurare l efficienza produttiva ottimizzando

Dettagli

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte -

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte - Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte - Pubblicato il: 11/07/2004 Aggiornato al: 11/07/2004 di Gianluigi Saveri La qualità dell alimentazione elettrica può essere fonte

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

SolarMax Serie MT. Massima potenza per rendimenti elevati.

SolarMax Serie MT. Massima potenza per rendimenti elevati. SolarMax Serie MT Massima potenza per rendimenti elevati. Tre fasi sono il numero perfetto. Da oltre 20 anni Sputnik Engineering produce inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri hanno

Dettagli

GRUPPI STATICI DI CONTINUITA

GRUPPI STATICI DI CONTINUITA GRUPPI STATICI DI CONTINUITA GRUPPI STATICI DI CONTINUITA MONOFASE SERIE VE Line interactive forma d onda pseudo-sinusoidale La serie VE VENUS è disponibile nelle potenze da 450 VA a 2000VA con tecnologia

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA (BS) Committente ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA VIA BIANCHI, 9 BRESCIA

COMUNE DI BRESCIA (BS) Committente ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA VIA BIANCHI, 9 BRESCIA COMUNE DI BRESCIA (BS) Committente ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA VIA BIANCHI, 9 BRESCIA Oggetto MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA COPERTURA DEL PALAZZO VERDE

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE Q U A D E R N I P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE Guida alla progettazione ed all installazione secondo le norme tecniche CEI e UNI di MARCO

Dettagli

Prodotti e soluzioni per l installatore. Guida pratica 2015

Prodotti e soluzioni per l installatore. Guida pratica 2015 TM Prodotti e soluzioni per l installatore Guida pratica 2015 Make the most of your energy Schneider Electric è lo specialista globale nella gestione dell energia e offre soluzioni integrate per rendere

Dettagli

1. Premessa. 2. Dati relativi al sito. 3. Normativa e Leggi di riferimento

1. Premessa. 2. Dati relativi al sito. 3. Normativa e Leggi di riferimento PROGETTO REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA NOMINALE DI 2665,95 kwp IMPIANTO FOTOVOLTAICO CASALBORDINO2 Committente: Regesta Srl 1 SOMMARIO 1. PREMESSA 2. DATI RELATIVI AL SITO 3.

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

Analizzatore di rete

Analizzatore di rete Analizzatore di rete Analizzatori di Rete 8 grandezze, IR laterale predisposto per la comunicazione Connessione diretta 80 A Connessione a mezzo TA.../5 A fino 10.000 A Applicazione Analizzatore multifunzione

Dettagli

SPD: che cosa sono e quando devono essere usati

SPD: che cosa sono e quando devono essere usati Antonello Greco Gli SPD, o limitatori di sovratensione, costituiscono la principale misura di protezione contro le sovratensioni. La loro installazione può essere necessaria per ridurre i rischi di perdita

Dettagli

INFORMAZIONI TECNICHE

INFORMAZIONI TECNICHE INFORMAZIONI TECNICHE 1. Generalità L impiego delle apparecchiature elettriche ed elettroniche è in rapida crescita e ciò comporta che un numero sempre maggiore di impianti nei settori dell Energia, del

Dettagli

Guida alla scelta e Catalogo SPD

Guida alla scelta e Catalogo SPD 110 Guida alla scelta e Catalogo SPD Sommario Acti 9 Sistema apparecchi modulari 3 Protezione Panoramica limitatori di sovratensione iprf1 12.5r, PRF1 Master, PRD1 25r, PRD1 Master iprd* iquick PRD iquick

Dettagli

UPS. online. 10-100 kva Trifase / Monofase 10-800 kva Trifase / Trifase INTERNET CENTER (ISP/ASP/POP) DISPOSITIVI ELETTROMEDICALI SERVER

UPS. online. 10-100 kva Trifase / Monofase 10-800 kva Trifase / Trifase INTERNET CENTER (ISP/ASP/POP) DISPOSITIVI ELETTROMEDICALI SERVER LIBRA pro UPS online 10-100 kva Trifase / Monofase 10-800 kva Trifase / Trifase LOCAL AREA NETWORKS (LAN) INTERNET CENTER (ISP/ASP/POP) DISPOSITIVI ELETTROMEDICALI SERVER PLC INDUSTRIALI DISPOSITIVI PER

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

NOVITA GUIDA CEI 82-25 Relatore: Massimo Gamba Membro CEI CT 82

NOVITA GUIDA CEI 82-25 Relatore: Massimo Gamba Membro CEI CT 82 NOVITA GUIDA CEI 82-25 Relatore: Massimo Gamba Membro CEI CT 82 1 NOVITA GUIDA CEI 82-25 1. Novità normative: guida CEI 82-25 edizione settembre 2010 2. Novità tecniche: impianti fotovoltaici a concentrazione

Dettagli

Kit. SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo.

Kit. SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo. SOLON SOLkit IT SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo. Kit fotovoltaico Moduli mono o poli cristallini SOLON ad alta efficienza

Dettagli

Inverter centralizzati ABB PVS800 da 100 a 1000 kw

Inverter centralizzati ABB PVS800 da 100 a 1000 kw Inverter solari Inverter centralizzati ABB PVS800 da 100 a 1000 kw Gli inverter centralizzati ABB sono in grado di assicurare nuovi livelli di affidabilità, efficienza e semplicità di installazione. Questi

Dettagli

tecnologie ecosostenibili applicate www.htgitaly.eu INVERTER HTG 40 MP

tecnologie ecosostenibili applicate www.htgitaly.eu INVERTER HTG 40 MP INVERTER HTG 40 MP L inverter HTG40 MP è un inverter/caricabatteria ad alta frequenza progettato per soddisfare tutte le esigenze che il mercato STORAGE per impianti fotovoltaici oggi giorno richiede.

Dettagli

A34. Prove sui quadri elettrici. 1. Premesse. 2. Quadri AS e ANS

A34. Prove sui quadri elettrici. 1. Premesse. 2. Quadri AS e ANS A34 Prove sui quadri elettrici 1. Premesse Nel testo apparecchiatura è sinonimo di quadro. Si definisce quadro elettrico la combinazione, in un unico complesso, di apparecchiature elettriche destinate

Dettagli

Serie S400 PROTEZIONI DA SOVRATENSIONI INTELLIGENTI AD ALTA EFFICIENZA

Serie S400 PROTEZIONI DA SOVRATENSIONI INTELLIGENTI AD ALTA EFFICIENZA Serie S400 PROTEZIONI DA SOVRATENSIONI INTELLIGENTI AD ALTA EFFICIENZA Per sistemi di alimentazione Per dispositivi di misura e controllo Per sistemi informatici e TLC w w w. s e n e c a. i t SERIE S400

Dettagli

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO Gruppo di continuità UPS Kin Star 850 MANUALE D USO 2 SOMMARIO 1. NOTE SULLA SICUREZZA... 4 Smaltimento del prodotto e del suo imballo... 4 2. CARATTERISTICHE PRINCIPALI... 5 2.1 Funzionamento automatico...

Dettagli

Scaricatori da Sovratensione per gli Impianti Fotovoltaici

Scaricatori da Sovratensione per gli Impianti Fotovoltaici Scaricatori da Sovratensione per gli Impianti Fotovoltaici 2 photovoltaic generator disconnection boxes Contenuti Introduzione 4 Protezione degli impianti fotovoltaici 5 Scaricatori da sovratensione per

Dettagli

1. PREMESSA 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO

1. PREMESSA 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 1. PREMESSA Il presente progetto prevede la realizzazione di un impianto fotovoltaico connesso in rete della potenza di 19.68 kwp da installare sulla copertura del CIMITERO Comunale di Misano Gera D Adda.

Dettagli

VENDITA B2B PANNELLI FOTOVOLTAICI E INVERTER

VENDITA B2B PANNELLI FOTOVOLTAICI E INVERTER VENDITA B2B PANNELLI FOTOVOLTAICI E INVERTER Dal 2011 Energy Resources Spa, al fianco dei tradizionali servizi di installazione e progettazione di impianti chiavi in mano, provvede anche alla vendita di

Dettagli

Sicura - Quadri di campo e di rete

Sicura - Quadri di campo e di rete SICURA Sicura - Quadri di campo e di rete I quadri di Reverberi Enetec per il fotovoltaico Sicura perché l attenzione è sulla sicurezza: per realizzare un quadro elettrico sono necessarie alcune attenzioni

Dettagli

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo.

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. SolarMax Serie S Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. La soluzione convincente. Da oltre 20 anni sviluppiamo inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri

Dettagli

L inverter SMA, il cuore di ogni impianto fotovoltaico

L inverter SMA, il cuore di ogni impianto fotovoltaico L inverter SMA, il cuore di ogni impianto fotovoltaico L efficienza di un impianto fotovoltaico dipende dall efficienza dell inverter. Il suo compito è di trasformare la corrente continua delle celle solari

Dettagli

Progetto impianto fotovoltaico 3kW sulla copertura del municipio. Amministrazione comunale Monte Marenzo Piazza Municipale, 5 23804 Monte Marenzo LC

Progetto impianto fotovoltaico 3kW sulla copertura del municipio. Amministrazione comunale Monte Marenzo Piazza Municipale, 5 23804 Monte Marenzo LC Documento: Oggetto: Progetto impianto fotovoltaico 3kW sulla copertura del municipio. Committente: Amministrazione comunale Monte Marenzo Piazza Municipale, 5 23804 Monte Marenzo LC Commessa: Documento:

Dettagli

GRUPPI STATICI DI CONTINUITÀ ON LINE DOPPIA CONVERSIONE PROGRAMMABILE

GRUPPI STATICI DI CONTINUITÀ ON LINE DOPPIA CONVERSIONE PROGRAMMABILE OP ON LINE DOPPIA CONVERSIONE PROGRAMMABILE Tipologia "on-line doppia conversione programmabile" Classificazione VFI-SS- secondo EN00- Ingresso e uscita monofase Ingresso trifase ed uscita monofase (versioni

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DEI PRODOTTI

GUIDA ALLA SCELTA DEI PRODOTTI GUIDA ALLA SCELTA DEI PRODOTTI FILTRI EMC Pagina 1 di 32 Indice per categoria Filtri di rete ( filtri EMI / RFI ).. pag. 6 - Filtri di rete monofase ( 2 conduttori ).. pag. 6 - Filtri di rete trifase (

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT

Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Regola tecnica di connessione BT Norma CEI 0-21:

Dettagli

Energie rinnovabili - Componenti per impianti fotovoltaici 2014

Energie rinnovabili - Componenti per impianti fotovoltaici 2014 Energie rinnovabili Weidmüller offre una vasta gamma di soluzioni per connettere, monitorare e proteggere in modo sicuro ogni tipologia di impianto fotovoltaico. Energie rinnovabili - Componenti per impianti

Dettagli

K50 Scheda Tecnica Pro D3 Property - Copying forbidden January 2014

K50 Scheda Tecnica Pro D3 Property - Copying forbidden January 2014 K50 Scheda Tecnica 2 Inverter + Regolatore di carica + K50 1 Moduli Fotovoltaici Scheda Tecnica Impianto Schema Elettrico 3 Caratteristiche Tecniche Contatti Pacco Batterie K50: Schema Elettrico Inverter

Dettagli

DIRIS Digiware Sistema di misurazione e di controllo dell'impianto elettrico e sensori di corrente associati

DIRIS Digiware Sistema di misurazione e di controllo dell'impianto elettrico e sensori di corrente associati ISTRUZIONI PER L USO DIRIS Digiware Sistema di misurazione e di controllo dell'impianto elettrico e sensori di corrente associati IT N L3 L2 L1 www.socomec.com/ en/diris-digiware www.socomec.com IT INDICE

Dettagli

Italian Technology FOTOVOLTAICO GESTIONE FOTOVOLTAICO. Manuale Tecnico Solar

Italian Technology FOTOVOLTAICO GESTIONE FOTOVOLTAICO. Manuale Tecnico Solar FOTOVOLTAICO GESTIONE FOTOVOLTAICO INDICE Il sistema di monitoraggio energia da Fotovoltaico La ditta RASOTTO si propone al mercato con un nuovo prodotto per il monitoraggio dell energia prodotta da un

Dettagli

SEE. Applicazioni industriali: Caratteristiche generali. Ramo batteria (tecnologia SCR) Raddrizzatori doppio ramo

SEE. Applicazioni industriali: Caratteristiche generali. Ramo batteria (tecnologia SCR) Raddrizzatori doppio ramo Raddrizzatori doppio ramo SEE RADDRIZZATORE A DOPPIO RAMO, USCITA +/-1% Soluzione dedicata con batterie a vaso aperto o NiCd con tensione di uscita 110 o 220 V CC sino a 500 A Applicazioni industriali:

Dettagli

E-Box Quadri di campo fotovoltaico

E-Box Quadri di campo fotovoltaico Cabur Solar Pagina 3 Quadri di campo fotovoltaico Quadri di stringa con elettronica integrata per monitoraggio e misura potenza/energia CABUR, sempre attenta alle nuove esigenze del mercato, ha sviluppato

Dettagli

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA Oggetto della presente relazione è la progettazione relativa all illuminazione di servizio e di emergenza della zona tecnica della piscina

Dettagli

Che cos è PYPPY un prodotto attento all ambiente perché non produce C02!!!

Che cos è PYPPY un prodotto attento all ambiente perché non produce C02!!! Che cos è PYPPY? Come funziona? Come lo uso? Esempio ti utilizzo Schema Elettrico Schema descrittivo e di collegamento Mappa gradiazione solare Globale Componenti del Sistema PYPPY Pannello Fotovoltaico

Dettagli

-V- Novità. Unità operative FED, Front End Display 7.1. Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6.

-V- Novità. Unità operative FED, Front End Display 7.1. Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6. D07_01_010_F-FED D07_01_009_E-FED Unità operative FED, Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6.02 Interfaccia PC/stampante (FED-90) Clock interno 2003/10 Con riserva

Dettagli

Sunways Solar Inverter AT 5000, AT 4500, AT 3600, AT 3000 e AT 2700

Sunways Solar Inverter AT 5000, AT 4500, AT 3600, AT 3000 e AT 2700 OLAR INVERTER Sunways Solar Inverter AT 5000, AT 4500, AT 3600, AT 3000 e AT 2700 Grazie alla topologia HERIC con innovativo circuito FP (a potenziale fisso), i nuovi Solar Inverter AT di Sunways offrono

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C Manuale di installazione PAGINA 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCC276V42C è stato progettato in conformità alla normativa EN 54-4 ed. 1999.

Dettagli

OVR Guida pratica per la protezione contro le sovratensioni

OVR Guida pratica per la protezione contro le sovratensioni OVR Guida pratica per la protezione contro le sovratensioni Indice Protezione contro le sovratensioni Danni causati dalle sovratensioni... 2 Origine delle sovratensioni Scariche atmosferiche... 4 Manovre

Dettagli

ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI. UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO - Mod. PWS 200/5 PWS200/10 AC030 5

ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI. UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO - Mod. PWS 200/5 PWS200/10 AC030 5 ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI NR. SHEET PAG. PANNELLI RIPETITORI ALLARMI mod. AP/1, AP/2, AP/3 e AP4 AC010 2 LAMPEGGIANTE, SIRENE, BUZZER AC020 4 UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO -

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento Il principio di funzionamento dei pannelli fotovoltaici è detto "effetto fotovoltaico". L' effetto fotovoltaico si manifesta nel momento in cui una

Dettagli

La gamma All In One dc UPS Power Supply coniuga due tipi di tecnologie:

La gamma All In One dc UPS Power Supply coniuga due tipi di tecnologie: Switching Battery Care La gamma All In One dc UPS Power Supply coniuga due tipi di tecnologie: Congegnati per utilizzare il medesimo motore switching, come alimentatore e come caricabatterie, indirizzano

Dettagli

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Corso di Elettronica di Potenza (12 CFU) ed Elettronica Industriale (6CFU) a.a. 20I2/2013 Stefano Bifaretti 2/31 3/31 4/31 In questa fase vengono effettuate le

Dettagli

DATI GENERALI DELL IMPIANTO SITO DI INSTALLAZIONE

DATI GENERALI DELL IMPIANTO SITO DI INSTALLAZIONE DATI GENERALI DELL IMPIANTO L impianto fotovoltaico risulta esistente e funzionante, dovranno solo essere tolti i pannelli come indicato nei documenti planimetrici, le strutture di sostegno dei pannelli

Dettagli

Efficienza massima design funzionale

Efficienza massima design funzionale SunMaster CS Efficienza massima design funzionale Alta effi cienza Robusto Design funzionale Compatibile con qualsiasi tipo di modulo fotovoltaico Installazione rapida e semplice SunMaster serie CS: Inverter

Dettagli

Catalogo. Contatori di Energia. e Comunicazione

Catalogo. Contatori di Energia. e Comunicazione Catalogo 2009 Contatori di Energia e Comunicazione indice 1 Misura Contatore di Energia Digitale Trifase 80 A connessione diretta 4 moduli DI pag. 10 o su TA.../5 A fino 10.000 A Contatore di Energia Digitale

Dettagli

Impianto fotovoltaico non integrato 1,5

Impianto fotovoltaico non integrato 1,5 Impianto fotovoltaico non integrato 1,5 kw Fornitura materiale per un sistema fotovoltaico monofase, completo di ogni accessorio, con potenza di picco pari a 1,52kWp. Costruito con numero 1 stringa di

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

STRUTTURE DI SUPPORTO MODULARI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI

STRUTTURE DI SUPPORTO MODULARI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI STRUTTURE DI SUPPORTO MODULARI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI I pali di fondazione, a seconda della tipologia del terreno, possono essere a punta con profilo aperto (versioni A, più adatte a terreni compatti)

Dettagli

da 3 a 200 kva un'alimentazione centralizzata per i vostri sistemi di emergenza CPSS: principali vantaggi

da 3 a 200 kva un'alimentazione centralizzata per i vostri sistemi di emergenza CPSS: principali vantaggi * un'alimentazione centralizzata per i vostri sistemi di emergenza La soluzione per Sistemi di alimentazione centralizzata > Terziario > Industria > Piccole imprese > Musei, ospedali GREEN 025 A GREEN

Dettagli

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

Dettagli

ZP 120 N. UPS 1,2,3,6,10,20 kva. online LOCAL AREA NETWORKS (LAN) SERVERS DATA CENTERS

ZP 120 N. UPS 1,2,3,6,10,20 kva. online LOCAL AREA NETWORKS (LAN) SERVERS DATA CENTERS online UPS 1,2,3,6,10,20 kva LOCAL AREA NETWORKS (LAN) SERVERS DATA CENTERS INTERNET CENTERS (ISP/ASP/POP) INDUSTRIAL PLCS DISPOSITIVI DI EMERGENZA (LUCI, ALLARMI) DISPOSITIVI ELETTROMEDICALI DISPOSITIVI

Dettagli

Gruppi di continuità. Linea di by-pass. Rete di soccorso. 6/a 12. 6/b

Gruppi di continuità. Linea di by-pass. Rete di soccorso. 6/a 12. 6/b DESCRIZIONE GENERALE UPS SELTEC ST3 Il gruppo di continuità è un sistema di continuità a doppia conversione (con o senza trasformatore d uscita) che lavora eseguendo in modo continuativo la doppia conversione

Dettagli

Centrale di rilevazione incendio analogica-indirizzabile

Centrale di rilevazione incendio analogica-indirizzabile Centrale di rilevazione incendio analogica-indirizzabile Rivelatori analogici HFA-2000 Centrale incendio analogica-indirizzabile Progettata per funzionare esclusivamente con i rivelatori incendio Serie

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONE CONV 61850. TECSYSTEM S.r.l. 20094 Corsico (MI) Tel.: +39-024581861 Fax: +39-0248600783. http://www.tecsystem.it R. 1.

MANUALE D ISTRUZIONE CONV 61850. TECSYSTEM S.r.l. 20094 Corsico (MI) Tel.: +39-024581861 Fax: +39-0248600783. http://www.tecsystem.it R. 1. MANUALE D ISTRUZIONE TECSYSTEM S.r.l. 20094 Corsico (MI) Tel.: +39-024581861 Fax: +39-0248600783 http://www.tecsystem.it R. 1.1 01/01/12 1) SPECIFICHE TECNICHE ALIMENTAZIONE Valori nominali 24 VAC-DC ±10%

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

Sistemi convenzionali

Sistemi convenzionali Centrali Serie Firedex Semplicità di installazione e di utilizzo Versioni da 2, 4 e 8 zone Funzione walk test per il collaudo del sistema Relè allarme/guasto programmabili EN54-2 EN54-4 I sistemi convenzionali

Dettagli