EVOLUZIONE DEL SISTEMA PUBBLICO FEDERATO DI CONNETTIVITÀ E COOPERAZIONE APPLICATIVA DA SPC A SPC 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EVOLUZIONE DEL SISTEMA PUBBLICO FEDERATO DI CONNETTIVITÀ E COOPERAZIONE APPLICATIVA DA SPC A SPC 2"

Transcript

1 EVOLUZIONE DEL SISTEMA PUBBLICO FEDERATO DI CONNETTIVITÀ E COOPERAZIONE APPLICATIVA DA SPC A SPC 2

2 INDICE 1 PREMESSA SPC FASE 1 ( ) GARE ESPLETATE PER LA STIPULA DI CONTRATTI QUADRO ANALISI DI IMPATTO (DICEMBRE 2011) SPC FASE 2 (2011 IN CORSO) LA NUOVA VISIONE CONCETTUALE (DA SPC A SPC 2 ) LE MACRO-FUNZIONALITÀ DI SPC LE MODALITÀ DI ATTUAZIONE

3 1 PREMESSA Il dlgs. 7 marzo 2005, n. 82, ripreso dalle disposizioni del dlgs. 30 dicembre 2010, n. 235 definisce e disciplina il Sistema Pubblico di Connettività (SPC) 1. Nelle intenzioni del legislatore, SPC è il sistema che ha lo scopo di rendere disponibili un insieme di funzionalità, realizzate attraverso un insieme di soluzioni tecnologiche e governate da regole, per lo sviluppo, la condivisione, l integrazione e la diffusione del patrimonio informativo e dei dati della Pubblica Amministrazione (PA). Si tratta di un modello di sviluppo dei sistemi informativi delle pubbliche amministrazioni federato, policentrico e non gerarchico, da realizzare secondo un disegno unitario e che assume tra i suoi obiettivi di governance quello del coordinamento informativo e informatico dei dati tra le amministrazioni centrali, regionali e locali, al fine di realizzare servizi finali integrati (prestazioni) per gli utenti. Per realizzare il disegno atteso, DigitPA ha il compito di stipulare uno o più contrattiquadro con più fornitori di soluzioni tecnologiche, favorendo la realizzazione di un modello di sistema multifornitore. Le amministrazioni centrali sono tenute ad aderire ai suddetti contratti, le altre amministrazioni ne hanno facoltà. Sempre in tema di razionalizzazione di sistemi informativi delle Pubbliche Amministrazioni, DigitPA, in attuazione delle previsioni della legge 30/12/2004 n. 311 (legge finanziaria 2005), ha il compito di stipulare contratti-quadro per la prestazione di servizi, ai quali le Pubbliche Amministrazioni centrali sono tenute ad aderire attraverso la sottoscrizione dei singoli atti esecutivi. Il contratto-quadro è, in effetti, lo strumento che meglio si presta per superare la visione di tipo verticale che ha caratterizzato lo sviluppo dei sistemi informativi delle pubbliche amministrazioni, favorendo, per contro, l adozione di soluzioni condivise, in grado di mettere a fattor comune soluzioni tecnologiche e regole per realizzare l unitarietà dei sistemi informativi delle pubbliche amministrazioni. Nello specifico, il contratto-quadro definisce l oggetto di fornitura, le condizioni di realizzazione ed, eventualmente, i prezzi e le quantità massime richiedibili nel corso della sua esecuzione; gli atti esecutivi stipulati in aderenza a ciascun contratto-quadro declinano le caratteristiche della fornitura per ciascuna 1 Si ricorda che SPC (Sistema Pubblico di Connettività - Capo VIII, Sezioni I e II, del dlgs. 7 marzo 2005, n. 82, così come modificato ed integrato dal dlgs. 30 dicembre 2010, n. 235) è un sistema integrato riservato alla Pubblica Amministrazione che eroga servizi di connettività, interoperabilità e cooperazione applicativa. Ha natura federata nel senso che si compone anche di reti a livello regionale o locale e fornisce prestazioni dal punto di vista della sicurezza, dell affidabilità, dei costi. La governance è affidata a DigitPA, in particolare, attraverso la Commissione di coordinamento, presieduta dal Presidente di DigitPA, e composta da otto rappresentanti dei Ministeri o degli Enti Nazionali e otto rappresentanti delle Regioni o delle autonomie locali. DigitPA svolge un insieme di ulteriori compiti previsti dal CAD e implicitamente connessi alla realizzazione di SPC; in particolare: promuovere le regole tecniche di attuazione del CAD e fornire parere obbligatorio per la loro emissione; curare la definizione dell architettura di sistema e dei modelli di federabilità; individuare le micro-funzionalità di interesse e le relative soluzioni tecnologiche; predisporre le linee guida e quanto necessario per garantire l interoperabiltà; definire le politiche di sicurezza e coordinare la sicurezza del sistema; gestire il dominio.gov, il motore di ricerca della PA digitale (italia.gov.it), il CERT-SPC, i portali degli open data e linked open data. Ne consegue la responsabilità di DigitPA nel definire i contenuti tecnici delle gare da svolgere perché il sistema delle imprese possa fornire le funzionalità (e i relativi servizi) che sostanziano SPC. È da osservare che il CAD riconosce a DigitPA la possibilità di espletare i compiti assegnati anche ricorrendo a soggetti terzi. Le funzionalità di SPC sono rafforzate da una parallela rete a livello internazionale denominata RIPA (Rete Internazionale della Pubblica Amministrazione - Capo VIII, Sezione III, del dlgs. 7 marzo 2005, n. 82, così come modificato e integrato dal dlgs. 30 dicembre 2010, n. 235) che consente di estendere alle sedi estere delle Amministrazioni italiane (ovviamente in primo luogo le Ambasciate e i Consolati) molte delle funzionalità di SPC 3

4 Amministrazione, in ragione delle proprie esigenze, dando effettiva operatività alle previsioni contrattuali. Nella prima fase di realizzazione di SPC, i contratti-quadro stipulati da DigitPA sono stati lo strumento che ha consentito alle Amministrazioni di usufruire di un insieme di funzioni relative alla connettività, alla interoperabilità e cooperazione applicativa e alla gestione di sistemi informativi. Nella evoluzione di SPC, i contratti-quadro continueranno a essere lo strumento di riferimento per le Amministrazioni, ma renderanno disponibili una suite di macro-funzionalità che consentirà alle Amministrazioni l erogazione di prestazioni che declinano le proprie missioni istituzionali, anche al fine di realizzare servizi finali per cittadini e imprese, in linea con le iniziative europee per la digitalizzazione delle amministrazioni pubbliche. Nei paragrafi che seguono si fornisce un quadro di riepilogo di quanto svolto per la realizzazione della prima fase di SPC; si evidenziano le opportunità di sviluppo emerse a seguito di una valutazione di impatto e i risultati che hanno portato DigitPA a elaborare una nuova visione concettuale di SPC, approvata dalle decisioni della Commissione di Coordinamento SPC - nelle riunioni di maggio, luglio, ottobre e novembre 2011 relativamente ai servizi per i contratti quadro finalizzati alla realizzazione di funzionalità necessarie alle PA per erogare prestazioni finali, in una logica di sistema e nel rispetto delle regole del CAD, nonché per quelle funzionalità di governance dell intero sistema. 4

5 2 SPC FASE 1 ( ) 2.1 GARE ESPLETATE PER LA STIPULA DI CONTRATTI QUADRO Nel corso della prima fase di realizzazione di SPC, avviata nel 2005 con l entrata in vigore del dlgs. n. 42/2005, confluito nel dlgs. n. 82/2005 (prima edizione del Codice dell Amministrazione digitale (CAD)) e successivamente modificato e integrato dal dlgs. n. 235/2010, il CNIPA, in attuazione delle previsioni del CAD (art. 83) e della legge finanziaria 2005, ha espletato più procedure a evidenza pubblica finalizzate alla stipula di contratti-quadro Gara n. 1/ Appalto dei servizi di connettività e sicurezza in ambito SPC e per la realizzazione della QXN A conclusione della procedura ristretta PR 1/2005, in data 25 maggio 2005, sono stati stipulati dal CNIPA, rispettivamente con RTI Fastweb/EDS Italia, BT-Albacom, Wind, Telecom Italia i Contratti Quadro OPA (Offerta Per Amministrazioni) n. 3/2006, n. 4/2006, n. 5/2006 e n. 6/2006, aventi a oggetto l Appalto dei Servizi di connettività e sicurezza nell ambito del Sistema Pubblico di Connettività, con scadenza il 25 maggio 2011 e per un massimale complessivo pari a euro ,00. La selezione dei 4 operatori è stata effettuata espletando una procedura ristretta, con aggiudicazione al prezzo più basso. Contestualmente alla stipula dei 4 Contratti Quadro OPA, il CNIPA ha stipulato con RTI Fastweb/EDS Italia (I in graduatoria) il Contratto Quadro OPO (Offerta Per Operatori), per la fornitura di servizi di connettività agli altri fornitori assegnatari di parti della intera fornitura dei servizi oggetto della gara 1/2005. I 4 operatori aggiudicatari hanno, quindi, costituito la Società Consortile QXN S.p.A., con la quale il CNIPA, in data 26 ottobre 2006 ha stipulato il Contratto per la realizzazione e gestione della Qualified exchange Network (QXN), per l interconnessione delle reti dei fornitori di servizi di connettività in ambito SPC. Per soddisfare specifiche esigenze delle Pubbliche Amministrazioni, il 25 maggio 2009, in applicazione dall art. 57, comma 5.b del Codice degli Appalti (dlgs. n. 163/2006 e s.m.i.), si è provveduto a estendere la durata delle prestazioni oggetto dei 4 Contratti Quadro sopra indicati, procedendo alla stipula, rispettivamente con i quattro precedenti contraenti, dei Contratti Quadro OPA n 2/2009, 3/2009, 4/2009 e 5/2009 per la ripetizione di servizi analoghi SPC. 5

6 I Contratti Quadro OPA hanno per oggetto la prestazione dei seguenti servizi. Servizi oggetto dei Contratto Quadro OPA Servizi di connettività Servizi di sicurezza Servizi di trasporto Servizi di interoperabilità di base (Posta elettronica, Servizi di Data Center) VoIP Manutenzione e assistenza Servizi di supporto Firewall Management Antivirus & Content Filtering Management NIDS e HIDS Management Event & Log Monitoring Management VPN Hardening dei sistemi Vulnerability Assessment Per quanto riguarda lo stato di realizzazione relativo ai Contratti Quadro OPA n 3/2006, 4/2006, 5/2006 e 6/2006, come rispettivamente ampliati con i Contratti Quadro n 2/2009, 3/2009, 4/2009 e 5/2009, hanno aderito complessivamente PA e risultano attivati accessi per le PA (112 amministrazioni centrali ( accessi) e 1083 amministrazioni territoriali ( accessi), non tenuto conto di quelle che si collegano attraverso servizi di community network). A fronte del massimale di gara, di euro ,00, al 31 dicembre 2011 risultano fatturati importi da parte dei quattro fornitori complessivamente pari a ,31. Sulla base delle previsioni di impegno fino alla scadenza dei contratti, si stima a maggio 2013 un residuo massimale di euro , Gara n. 1/2006 Lotto 1 -Appalto dei servizi per la progettazione, realizzazione e gestione di siti web e conduzione sistemi per la PA nell ambito di SPC A conclusione della procedura ristretta n. 1/2006, il CNIPA, in data 12 giugno 2007 ha stipulato con RTI composto da Telecom Italia S.p.A. (mandataria), Datamat S.p.A, Elsag S.p.a. ed Engineering S.p.A. il Contratto Quadro n. 4/2007 per l affidamento della progettazione, realizzazione e gestione di servizi di siti web e conduzione sistemi per la Pubblica Amministrazione nell ambito del Sistema Pubblico di Connettività. Il contratto, ha una durata di 5 anni, per un massimale contrattuale pari a euro La selezione dell operatore aggiudicatario è stata effettuata espletando una procedura ristretta, articolata in due lotti, con aggiudicazione di ciascun lotto secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. 6

7 Il Contratto Quadro n. 4/2007 ha per oggetto la prestazione dei seguenti servizi. Servizi oggetto del Contratto Quadro 4/2007 Servizi di gestione di siti web Servizi di conduzione sistemi Hosting di siti web Progettazione e realizzazione di siti web Supporto tecnico alle attività di tipo redazionale e gestione dei contenuti di un sito web Accesso ad applicazioni in modalità web Gestione dei posti di lavoro WAN e LAN Management System Management Servizio integrato di PDL, WAN LAN e System Management Asset Management Servizi professionali di supporto Assistenza Monitoraggio delle prestazioni di applicazioni Formazione Gara n. 1/2006 Lotto 2 -Appalto dei servizi per la progettazione, realizzazione e gestione di servizi di interoperabilità evoluta e cooperazione applicativa in nell ambito SPC A conclusione della procedura ristretta n. 1/2006, il CNIPA, in data 27 giugno 2007, ha stipulato con RTI composto da EDS Italia S.p.A. (mandataria) e Almaviva S.p.A. il Contratto Quadro n. 5 /2007 per l affidamento della progettazione, realizzazione e gestione di servizi di interoperabilità evoluta, cooperazione e sicurezza applicativa, con fornitura di risorse professionali a supporto, in favore delle Pubbliche Amministrazioni, nell ambito del Sistema Pubblico di Connettività. Il contratto ha una durata di 5 anni, per un massimale contrattuale pari a euro ,00. La selezione dell operatore aggiudicatario è stata effettuata espletando una procedura ristretta, articolata in due lotti, con aggiudicazione di ciascun lotto secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. 7

8 Il Contratto Quadro n. 5/2007 ha per oggetto la prestazione dei seguenti servizi. Servizi oggetto del Contratto Quadro 5/2007 Servizi di interoperabilità evoluta Posta elettronica esclusiva Posta elettronica certificata Videocomunicazione collaborativa Cooperazione applicativa Servizi di sicurezza applicativa Servizi professionali di supporto Firewall XML Identificazione, Autenticazione, Autorizzazione Assistenza Formazione Hanno acquisito servizi dal Contratto Quadro n. 5/ Amministrazioni; i servizi più contrattualizzati sono stati quelli di Posta elettronica e Cooperazione applicativa. Per il Contratto Quadro n. 5/2007 è stato raggiunto il massimale di gara. Non è stato possibile mettere in atto la procedura prevista dall art. 57, comma 5.b del Codice degli appalti (d. lgs. 163/2006 e s.m.i.) per la ripetizione di servizi analoghi, non ricorrendo le circostanze previste nello specifico dalla norma (capienza dell ammontare dei servizi analoghi nell importo complessivo previsto) Gara n. 1/ Appalto dei servizi per la realizzazione della Rete Internazionale della Pubblica Amministrazione (RIPA) Il dlgs. n. 235/2010 assegna a DigitPA la progettazione, realizzazione, gestione ed evoluzione della Rete Internazionale della Pubblica Amministrazione (RIPA), attraverso la stipula di appositi contratti-quadro. A tal fine, DigitPA ha sottoscritto, in data 22 dicembre 2010, il Contratto Quadro n. 5/2010 S-RIPA con RTI BT Italia Sele Elsag HP EDS per l affidamento dei servizi di telecomunicazione e informatici per la realizzazione dei Servizi e della Rete Internazionale delle Pubbliche Amministrazioni (S-RIPA). Il contratto ha una durata di sette anni ed un massimale pari a euro ,00. 8

9 3 ANALISI DI IMPATTO (DICEMBRE 2011) Nel corso del 2011 DigitPA, sulla base dei risultati ottenuti nella prima fase di esecuzione di SPC, ha svolto un approfondita analisi di impatto, allo scopo di valutare l adeguatezza del sistema realizzato e dell offerta di servizi SPC fruibili dalle Amministrazioni nell ambito dei contratti-quadro in vigore. Quanto sopra si è reso necessario anche a fronte delle iniziative intervenute in ambito europeo e nazionale, per la razionalizzazione dei sistemi informativi pubblici e il contenimento della spesa, nonché per l attuazione della strategia europea in materia di digitalizzazione di processi amministrativi. L analisi ha consentito di rilevare utili elementi per procedere a una revisione del disegno complessivo, individuando possibili interventi per migliorare gli aspetti che si sono rivelati maggiormente critici. E indubbio che il progetto sin dall avvio ha presentato fattori di complessità rilevanti, sia per le finalità che intende perseguire (art. 77 del CAD), sia per la molteplicità ed eterogeneità dei soggetti coinvolti. L articolazione dei servizi nell ambito dei contratti-quadro stipulati a seguito delle gare (gara 1/2005, gara 1/2006 lotto 1 e lotto 2) è risultata per alcuni aspetti poco razionale, presentando in diversi casi aree di sovrapposizione tra contratti diversi. I servizi offerti, in alcuni casi, hanno costituito l occasione per dare ulteriore impulso alla verticalizzazione dei sistemi informativi delle Amministrazioni, contravvenendo alla caratteristiche di trasversalità e di modularità le quali, invece, dovrebbero contraddistinguere l offerta SPC, al fine di favorire l interoperabilità e la cooperazione tra sistemi informativi di diverse Amministrazioni coinvolte nell erogazione di uno stesso servizio finale (prestazione). Si pensi, per esempio, ad alcuni servizi oggetto del Contratto- Quadro n. 4/2007, che poco si prestano a conseguire le finalità di SPC poiché includono in modo generale e generico la totalità delle funzioni di gestione di sistemi informativi. La fase di erogazione ha inoltre messo in luce un utilizzo frequente dei servizi da parte delle Amministrazioni secondo modalità difformi dalle specifiche contrattuali, a significare che l offerta attuale non consente di rispondere completamente alle esigenze della domanda. Quanto sopra ha comportato che, in diversi casi, le Amministrazioni hanno dovuto acquisire servizi con caratteristiche di qualità sovradimensionate rispetto alle condizioni d uso previste o rispetto alle soluzioni tecnologie impiegate dall operatore per erogarli. A fronte delle criticità riscontrate, DigitPA ha provveduto a presentare una nuova visione di SPC, dando enfasi alle potenzialità che il sistema può offrire per consentire a ciascuna Amministrazione di costruire le proprie prestazioni, integrando nei propri sistemi informativi componenti modulari a livello di macro-funzionalità con caratteristiche di trasversalità, per lo sviluppo in senso unitario dei sistemi informativi pubblici. Per dare un idea della consistenza di SPC basti ricordare che hanno aderito ai Contratti Quadro SPC per i servizi di connettività, interoperabilità di base e sicurezza PA e risultano attivati accessi per le PA e 1083 amministrazioni territoriali ( accessi), ai quali vanno aggiunte quelle che si collegano attraverso servizi di Community network. La sola attività di revisione dei prezzi prevista dai Contratti Quadro SPC ha permesso di ottenere risparmi per circa 71 milioni di euro per il biennio , circa 36 milioni di euro per il biennio e, per il 2013 sono previsti circa 12 milioni di euro. Complessivamente si risparmieranno circa 119 milioni di euro. 9

10 SPC FASE 2 (2011 IN CORSO) 3.1 LA NUOVA VISIONE CONCETTUALE (DA SPC A SPC 2 ) Nella nuova visione, SPC, sulla base di una governance condivisa, mette insieme categorie di macro-funzionalità orientate alla costruzione di prestazioni per l erogazione di servizi finali, con una serie di condizioni al contorno che garantiscono una visione di sistema dell ICT pubblico. In altri termini, DigitPA oggi presenta SPC come una suite di classi di macrofunzionalità con due attributi vitali: un offerta di governance (macro-funzionalità per la governance di SPC) e un offerta di strumenti operativi (macro-funzionalità da integrare nei sistemi informativi delle PA) che possono essere fruibili dalle pubbliche amministrazioni, in toto o in parte, a seconda delle proprie esigenze, per costruire le prestazioni connesse ai propri compiti istituzionali e volte all erogazione di servizi finali verso cittadini ed imprese. SPC, nella nuova visione sopra indicata, trova un proprio placing in quell intervallo temporale di 2-3 anni che separa l attuale situazione (piattaforme) da quella futura (cloud e dintorni). Per quanto riguarda i vincoli realizzativi, di particolare rilievo sono i vincoli funzionali, che attengono principalmente all esigenza di garantire la federabilità del sistema, l apertura al mercato ed alla concorrenza, la necessità di garantire livelli di qualità coerenti con la qualità attesa dagli utenti; esistono, poi, vincoli tecnologici, derivanti principalmente dall esigenza di garantire che il sistema sia costantemente adeguato all evoluzione tecnologica in itinere (inclusione dei paradigmi delle tecnologie ICT di recente diffusione, (cloud computing, open data, IPv6). In ultimo, ma non meno importanti, i cosiddetti vincoli esterni, connessi alla necessità di rispondere agli obiettivi del CAD ed ai requisiti definiti in ambito europeo attraverso l Agenda digitale. 10

11 Sicurezza Verifica di conformità Tracciabilità 3.2 LE MACRO-FUNZIONALITÀ DI SPC Le macro-funzionalità di SPC si distinguono in dirette e di sistema, essendo le seconde di natura trasversale e strumentale alle prime. In relazione alle finalità che realizzano, sono raggruppabili in più macro categorie, come schematicamente indicato nella figura che segue. Comunicazione Interoperabilità Identificazione Fruibilità dati Operazioni modulari di BP Fig. 1 - Macro-Funzionalità dirette e di sistema Comunicazione. Include l insieme di funzionalità per l interrelazione e la collaborazione tra sistemi informativi, tra persone, tra sistemi informativi e persone. Interoperabilità. Include l insieme delle funzionalità che abilitano l interoperabilità tra sistemi ed applicazioni. Identificazione. Include l insieme delle funzionalità per l identificazione e l autenticazione, con riferimento a persone, ruoli e soggetti organizzativi. Fruibilità dati. E l insieme di funzionalità per l accesso e la fruizione delle informazioni e dei dati pubblici. Operazioni modulari di business process. Include l insieme di funzionalità per l automazione dei processi amministrativi. Sicurezza. Include l insieme di funzionalità per la sicurezza infrastrutturale, per la gestione della sicurezza locale ed il coordinamento della sicurezza in senso generale. A tal riguardo è importante rilevare che un requisito imprescindibile per la realizzazione di SPC è assicurare che sia sempre garantito un livello di sicurezza minimo prestabilito, che consenta di realizzare un sistema trusted per tutti i soggetti che vi partecipano. Verifica di conformità. Include l insieme di funzionalità per la verifica della qualità erogata, attraverso il monitoraggio di livelli di qualità o di Key Performance Indicators significativi e rappresentativi della qualità attesa dall utente finale. Tracciabilità. Include l insieme delle funzionalità per il controllo e la protezione delle registrazioni di sistema. 11

12 C è da segnalare come la classe di macro-funzionalità Comunicazione fa oggi prevalente riferimento al solo comparto industriale delle TLC, mentre le altre classi (Interoperabilità, Identificazione, Fruibilità dati, Operazioni modulari di Business Process) sono rivolte più al mondo industriale IT in senso stretto. Tuttavia la frontiera fra questi due insiemi di classi è sempre mobile, grazie all avvento di dispositivi sempre più sofisticati (smartphones, tablet) che danno progressivamente for granted dal device stesso funzionalità oggi accounted for nel dominio software. Questo rappresenta un importante segnale di policy industriale al settore, un segnale di convergenza progressiva e, peraltro, inevitabile delle industrie TLC e di quelle IT, che già oggi dovrebbero avere il coraggio di denominarsi, semplicemente, ICT. Nei paragrafi che seguono si caratterizzano le macro-funzionalità dalle quali si può rispettivamente costruire la nuova offerta per le PA e l offerta per la governance di SPC. Per ciascuna macro-funzionalità si indica una declinazione sommaria in micro-funzionalità Categoria di macro-funzionalità da integrare nei sistemi informativi delle PA Di seguito si elencano le categorie di macro-funzionalità che possono concorrere alla costruzione delle prestazioni che declinano le missioni delle singole Amministrazioni. a) Comunicazione Trasporto dati (in banda larga, mobile, etc.) Integrazione fonia e dati incluso Voip Interazioni multicanale integrate (per esempio, unified comunication tra famail-voce) Workgroup (per esempio, file sharing in rete, wiki) b) Interoperabilità Hosting gestito nelle funzionalità di base e finalizzato ai servizi online e/o multi-amministrazione Hosting applicativo gestito e finalizzato ai servizi online e/o multiamministrazione Interfacce di accesso e transazione (per esempio, portali e siti interattivi) Interfacce comuni di cooperazione applicativa (per esempio, web services) Componente generale di colloquio applicativo (porta di dominio) c) Identificazione Riconoscimento dei nodi di rete e dei server esposti Riconoscimento, condivisione e verifica in rete dell identità persona, dei ruoli, dei soggetti organizzativi, dei responsabili e delle funzioni e-signature d) Fruibilità Dati Database Management System Federation Gestione dinamica degli accessi in rete agli archivi Realizzazione di archivi open data e relative applicazioni Semantic search engines Sistemi di knowledge management e) Operazioni modulari di business process 12

13 Interazione via moduli e formulari digitali Gestione della produzione documentale e archiviazione sostitutiva Pagamenti ed incassi elettronici Fatturazione, rendicontazione e controllo Strumenti di gestione delle attività (workflow) Business intelligence f) Funzionalità specifiche per la sicurezza come sistema Elementi di gestione della sicurezza locale a livello di connettività Elementi di gestione della sicurezza locale a livello applicativo Coordinamento della sicurezza (per esempio, piattaforme integrabili di monitoraggio) Categorie di macro-funzionalità per la governance di SPC Al fine di assicurare la governance complessiva del sistema, si elencano le principali categorie di macro-funzionalità. 1. Apporti per l interoperabilità delle funzionalità di comunicazione QXN (punto di interconnessione tra gli operatori TLC di SPC NIV 2 (infrastruttura per la comunicazione multimediale su IP) 2. Apporti per l interoperabilità delle applicazioni Componenti per la Cooperazione Applicativa, per l e-id Componenti per l interoperabilità semantica (schemi per accesso a banche dati) Componenti per l interoperabilità organizzativa (IPA, IGPEC, catalogo PSP) Componenti per i pagamenti elettronici 3. Apporti per la governance Componenti per la gestione degli asset contrattuali SPC Componenti per la raccolta dati di qualità e sicurezza Componenti per il coordinamento tecnico e della sicurezza Componenti per la business intelligence. 13

14 Comunicazione Interoperabilità Identificazione Funzionalità per la sicurezza come sistema 3.3 LE MODALITÀ DI ATTUAZIONE La gare da espletare per la stipula dei nuovi contratti-quadro Al fine di pervenire alla stipula dei nuovi contratti-quadro per rendere disponibili le macrofunzionalità da integrare nei sistemi informativi delle PA, si prevede di articolare la nuova offerta SPC con riferimento a due distinti ambiti, rispettivamente relativi a Connettività e a Componenti applicative, come da Delibera del Comitato Direttivo di DigitPA del 16 febbraio 2012, a valle del consenso ricevuto dalla Commissione di Coordinamento SPC. 1. Gara 1 per l ambito Connettività. Per la selezione dei contraenti (gara multifornitore) si prevede di espletare una procedura ristretta con aggiudicazione al prezzo più basso. Con riferimento alle macro-funzionalità indicate al precedente paragrafo 3.2.1, i contratti-quadro che saranno stipulati con gli aggiudicatari avranno a oggetto le seguenti categorie di macro-funzionalità. Macrofunzionalità Microfunzionalità Trasporto dati (in banda larga, mobile, etc.) Integrazione fonia e dati incluso Voip Interazioni multicanale integrate (per esempio unified comunication tra famail-voce) Hosting gestito nelle funzionalità di base e finalizzato ai servizi online e/o multi-amministrazione Riconoscimento dei nodi di rete e dei server esposti Elementi di gestione della sicurezza locale a livello di connettività 2. Gara 2 per l ambito Componenti applicative. Per la selezione dei contraenti (gara multifornitore) si prevede di espletare una procedura ristretta con aggiudicazione secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. La stipula degli atti esecutivi da parte delle Amministrazioni, sarà effettuata attraverso il rilancio del confronto competitivo, a norma dell art. 59, comma 8 del dlgs. n. 163/2006. I contrattiquadro che saranno stipulati con gli aggiudicatari, avranno a oggetto le seguenti categorie di macrofunzionalità. 14

15 Comunicazione Interoperabilità Identificazione Fruibilità Dati Op. modulari di business process Funzionalità per la sicurezza come sistema Macrofunzionalità Microfunzionalità Workgroup (per esempio file sharing in rete, wiki) Hosting applicativo gestito e finalizzato ai servizi online e/o multiamministrazione Interfacce di accesso e transazione (per esempio portali e siti interattivi) Interfacce comuni di cooperazione applicativa (per esempio web services) Componente generale di colloquio applicativo (porta di dominio) Riconoscimento, condivisione e verifica in rete dell identità persona, dei ruoli, dei soggetti organizzativi, dei responsabili e delle funzioni e-signature Database Management System Federation Gestione dinamica degli accessi in rete agli archivi Realizzazione di archivi Open data e relative applicazioni Semantic search engine Sistemi di Knowledge management Interazione via moduli e formulari digitali Gestione della produzione documentale e archiviazione sostitutiva Pagamenti e incassi elettronici Fatturazione, rendicontazione e controllo Strumenti di gestione delle attività (workflow) Business Intelligence Elementi di gestione della sicurezza locale a livello applicativo Coordinamento della sicurezza (per esempio piattaforme integrabili di monitoraggio) 15

16 3.3.2 Rappresentazione grafica della transizione da SPC a SPC 2 in termini di gare Gara n. 1/2005 Connettività QXN 4 Contratti Quadro OPA Contratto QXN Gara n lotto 1 Gestione siti web e conduzione sistemi per le PA Contratto Quadro n. 4/2007 Gara n lotto 2 Interoperabilità Contratto Quadro n. 5/2007 Old (SPC) New (SPC 2 ) Gara 1 Connettività Gara 2 Componenti applicative Fig. 2 Transizione da SPC a SPC 2 in termini di gare 16

17 3.3.3 Il ruolo di DigitPA e della Commissione di Coordinamento SPC La governance complessiva del sistema e il compito di promuovere l evoluzione del modello SPC è affidata alla Commissione di Coordinamento, istituita ai sensi dell art. 79 del CAD. Si tratta di un organo paritetico tra PA centrali e locali preposto agli indirizzi strategici di SPC. A essa sono assegnati compiti di indirizzo, coordinamento e governo del SPC, approvazione delle linee guida, individuazione di modalità operative, funzionamento dei servizi e delle procedure per la connettività e la cooperazione applicativa. La Commissione è composta dal Presidente di DigitPA (in qualità di Presidente) e da sedici componenti nominati con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di cui otto nominati in rappresentanza delle amministrazioni statali e altri otto in rappresentanza delle amministrazioni locali. A DigitPA, invece, il CAD assegna il compito di gestire le risorse condivise del SPC e le strutture operative preposte al controllo e supervisione delle stesse, per tutte le pubbliche amministrazioni, attività che DigitPA è chiamata a svolgere nel rispetto delle decisioni e degli indirizzi forniti dalla Commissione di Coordinamento SPC, anche avvalendosi di soggetti terzi. Analogamente, a DigitPA spetta il compito di curare la progettazione, la realizzazione, la gestione e l evoluzione del SPC per le amministrazioni centrali dello Stato, nonché il compito di stipulare uno o più contratti-quadro con più fornitori di soluzioni tecnologiche, favorendo la realizzazione di un modello di sistema multifornitore. Le amministrazioni centrali sono tenute ad aderire ai suddetti contratti; le altre amministrazioni ne hanno facoltà. DigitPA svolge inoltre un insieme di ulteriori compiti previsti dal CAD e implicitamente connessi alla realizzazione di SPC; in particolare DigitPA: a. promuove le regole tecniche di attuazione del CAD e fornisce parere obbligatorio per la loro emissione b. presiede la Commissione di coordinamento SPC e cura le attività istruttorie c. cura la definizione dell architettura di sistema e dei modelli di federabilità d. individua le micro-funzionalità di interesse e le relative soluzioni tecnologiche e. predispone le linee guida e quanto necessario per garantire l interoperabilità; f. definisce le politiche di sicurezza e coordina la sicurezza del sistema g. gestisce il dominio.gov, il motore di ricerca della PA digitale (italia.gov.it), il CERT-SPC, i portali degli open data e linked open data h. assicura la governance complessiva del sistema SPC. Quanto sopra, consente di evidenziare che le attività di DigitPA relative a SPC sono diversificate a comprendere rilevanti azioni di natura riconducibile, oltre che alla realizzazione di progetti di innovazione, a emanazione di regole e standard (relative alla costruzione e gestione di SPC) e alla valutazione dei contratti necessari allo scopo, funzioni che declinano le missioni dell Ente previste dal dlgs. n. 177/2009. Nella nuova fase di realizzazione di SPC (SPC 2 ), DigitPA intende focalizzarsi sulla pianificazione degli interventi per definire le caratteristiche dell offerta di funzionalità da rendere fruibili alle PA, delegando a Consip, con modalità da definire nell ambito di apposita Convenzione, attività legate alla selezione dei fornitori connesse, per esempio, 17

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

SPC: un internet TCP/IP. Ma l innovazione dov è?

SPC: un internet TCP/IP. Ma l innovazione dov è? SPC: un internet TCP/IP. Ma l innovazione dov è? Mario Terranova Responsabile Ufficio Servizi sicurezza, certificazione e integrazione VoIP e immagini Area Infrastrutture Nazionali Condivise Centro nazionale

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

UN ARCHITETTURA UNITARIA. - Il nuovo modello di cooperazione SPC - PER L AGENDA DIGITALE

UN ARCHITETTURA UNITARIA. - Il nuovo modello di cooperazione SPC - PER L AGENDA DIGITALE UN ARCHITETTURA UNITARIA PER L AGENDA DIGITALE - Il nuovo modello di cooperazione SPC - documento.: INDICE ACRONIMI... 3 GLOSSARIO... 5 1. SCOPO E STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 6 2. INTRODUZIONE... 7 2.1.

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n.

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n. CONTRATTO QUADRO N. 2/2014 PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTERCONNESSIONE TRA SISTEMA PUBBLICO DI CONNETTIVITÀ E RETE NAZIONALE INTERBANCARIA, NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIZZATO DEI PAGAMENTI DELLA

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015

Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015 Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015 Logo pagopa per il sistema dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi. Premessa L Agenzia per l Italia Digitale

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 Conoscenza e uso del dominio internet ".gov.it" e l'efficace interazione del portale nazionale "italia.gov.it" con le IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 00195 Roma

Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 00195 Roma Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 0015 Roma Le gare bandite da Consip per le Convenzioni di Facility Management (FM2 e FM3) sono suddivise in 12 lotti geografici e le singole

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito di valutare /

Dettagli