Liceo Scientifico E. Majorana Guidonia Quaderno di lavoro estivo Matematica

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Liceo Scientifico E. Majorana Guidonia Quaderno di lavoro estivo Matematica"

Transcript

1 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Numeri Nturli Sintesi dell teori Domnde Risposte Esempi Come si indic l insieme dei numeri nturli {0,,,,, }? L insieme dei numeri nturli si indic con l letter N. Quli operzioni eseguimo in N? Addizione, sottrzione, moltipliczione e divisione. 0 0 Operzioni in N Proprietà Esempi Addizione Intern N (ovvero l somm di due numeri nturli è sempre un numero nturle). Commuttiv. Associtiv ()c (c). Esiste l elemento neutro ed è lo Sottrzione Non intern N. Non commuttiv. Non ssocitiv. Invrintiv l differenz di due numeri nturli non cmi se entrmi si ggiunge o si toglie uno stesso numero ( c) ( c) ( c) ( c). Moltipliczione Intern N (ovvero il prodotto di due numeri nturli è sempre un numero nturle). Commuttiv. Associtiv ()c (c). Esiste l elemento neutro ed è l. Legge di nnullmento del prodotto 0 se e solo se 0 o 0. Distriutiv rispetto ll ddizione e ll sottrzione sinistr ( ± c) ± c e destr ( ± )c c ± c. Divisione Non intern N. Non commuttiv. Non ssocitiv. Invrintiv il quoziente di due numeri nturli non cmi se il dividendo e il divisore vengono moltiplicti o divisi per uno stesso numero diverso d 0 ( c) ( c) ( c) ( c). Distriutiv rispetto ll ddizione destr m non sinistr ( ) c c c. Non è definit se il divisore è 0. ( ) ( ) non è eseguiile in N ( ) ( ) 7 (7 ) ( ) 7 (7 ) ( ) ( ) ( ) (0 ) 0 ( 7) 7 7 non è eseguiile in N ( ) ( ) 99 9 (99 ) (9 ) 99 9 (99 ) (9 ) (99 9) e sono espressioni prive di 0 significto Esercizi. Complet le seguenti ffermzioni.. Fr le quttro operzioni elementri le uniche due che sono interne N sono l e l e 0 c. Per l proprietà commuttiv dell ddizione 0 99 d. Per l proprietà ssocitiv dell ddizione (0 ) 00 0 ( )

2 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Numeri Nturli e. Per l proprietà distriutiv dell moltipliczione rispetto ll ddizione possimo scrivere che (0 ) 0 7 f. In se ll proprietà dell possimo scrivere che (77 7) g. In se ll proprietà dell possimo scrivere che ( 00) ( 00) -. Vero o flso? (0 ) ( ) 0 V F 99 9 (99 ) (9 ) V F 99 (9 ) V F (99 9) V F (0 0) V F 0 (0 ) è un scrittur priv di significto V F 9 0 è un scrittur priv di significto V F (0 ) 0 V F. Qul è il risultto dell espressione 0 ( 0)? A 0 B C D Non definito. Qul è il risultto dell espressione ( 0) 0? A 0 B C D Non definito. Qul è il risultto dell espressione (0 ) 0? A 0 B C D Non definito. Qul è il risultto dell espressione ( ) ( )? A B 0 C D Non pprtiene N Errori (tipici) d evitre 0 0 oppure 0 FALSO. Come imo detto, non è mi possiile dividere un numero per 0. In questo cso, inftti, l operzione di divisione non è definit. 0 non è definit oppure 0 FALSO. Il numero 0 è divisiile per qulsisi ltro numero (diverso d 0), e il risultto dell divisione è sempre 0. Dunque, in prticolre, 0 0. Note ed ppunti

3 Liceo scientifico E. Mjorn Guidoni Divisiilità Sintesi dell teori Domnde Risposte Esempi Dti due numeri nturli e, qundo si Qundo esiste un numero nturle q tle che 0, quindi 0 è multiplo di. dice multiplo di? q. In quli modi equivlenti si può esprimere è un divisore di ; 0 è multiplo di equivle è un l frse è multiplo di? divide ; divisore di 0, oppure divide 0 è divisiile per ; Qundo un numero nturle si dice primo? Qundo è divisiile soltnto per se stesso e l unità. Il numero non è considerto numero primo. Quli sono i principli criteri di divisiilità? Che cos è il mssimo comune divisore tr due o più numeri nturli diversi d zero, e come si clcol? Qundo due numeri si dicono primi fr loro o coprimi? Che cos è il minimo comune multiplo tr due o più numeri nturli diversi d zero, e come si clcol? Un numero è divisiile per se termin con un cifr pri. o 9 se lo è l somm delle sue cifre. se termin per 0 o per o se lo è il numero formto dlle ultime sue due cifre o se termin con due zeri. se lo è l differenz tr l somm delle cifre di posto dispri e l somm delle cifre di posto pri, contte prtire d destr. È il più grnde fr i loro divisori comuni. Lo si può clcolre scomponendo i numeri dti in fttori primi e considerndo il prodotto dei fttori primi comuni tutti i numeri ssegnti, presi un sol volt, ciscuno con il minimo esponente con cui figur nelle scomposizioni. Qundo il loro mssimo comune divisore è. È il più piccolo fr i multipli comuni diversi d 0. Lo si può clcolre scomponendo i numeri dti in fttori primi e considerndo il prodotto dei fttori primi comuni e non comuni tutti i numeri ssegnti, presi un sol volt, ciscuno con il mssimo esponente con cui figur nelle scomposizioni. oppure 0 è divisiile per. è primo. non è primo (è divisiile, oltre che per se stesso e l unità, nche per e per ). è divisiile per. è divisiile per (perché è divisiile per ). e 0 sono divisiili per. è divisiile per (perché lo è ). 7 è divisiile per (perché lo è 7). 9 è divisiile per perché lo è -90 (0 è divisiile per qulsisi numero nturle diverso d zero, in prticolre è divisiile per )., 0, 0 Osservimo che è l unico fttore primo comune tutti e tre i numeri dti e che l esponente minimo con cui compre nell scomposizione è. Quindi M.C.D.(, 0, 0). e sono primi tr loro e non sono primi tr loro (perché il loro mssimo comune divisore è )., 90, 0 I fttori comuni e non comuni sono, e, e i mssimi esponenti con cui questi tre numeri compiono nelle scomposizioni sono rispettivmente, e. Quindi m.c.m.(, 90, 0) 0. Esercizi. Complet le seguenti ffermzioni.. 7, quindi 7 e sono di.., quindi è divisiile, oltre che per e per se stesso, per,.,,.. c. 0 è multiplo di. e di.. d. 9, quindi è.. di 9 e di.. Vero o flso? Ogni numero nturle diverso d zero è divisiile per se stesso V F Ogni numero nturle è divisiile per V F Ogni numero nturle è divisiile per 0 V F 0 è divisiile per ogni numero nturle diverso d zero V F. Qule tr i seguenti numeri è un divisore di? A B C D 9. Qule tr i seguenti numeri è un divisore di? A B C D 9

4 Liceo scientifico E. Mjorn Guidoni Divisiilità. Qule tr i seguenti numeri è un multiplo di? A B C D. Qule tr i seguenti numeri è un multiplo di 9? A 9 B 7 C 9 D 7. Qule tr i seguenti numeri è un primo? A 9 B 9 C 9 D 9. Qule delle seguenti è un coppi di numeri primi fr loro? A e B e C 9 e D e 9. Scomponi in fttori primi i seguenti numeri nturli Determin il mssimo comune divisore e il minimo comune multiplo dei seguenti gruppi di numeri,,, 0, 0,,, 9, 70 0, 0, 00 Errori (tipici) d evitre Dl ftto che, segue che è multiplo di FALSO. Fte ttenzione non confondere l prol multiplo con l prol divisore. Inftti è multiplo di perché esiste un numero nturle q tle che q. Questo equivle dire che è divisore di. Note ed ppunti

5 Liceo scientifico E. Mjorn Guidoni Numeri interi Sintesi dell teori Domnde Risposte Esempi Quli numeri si dicono interi? I numeri ottenuti ttriuendo ciscun numero nturle un segno o un segno -. Sono numeri interi -7; ; 0; -0; 00. Come si indic l insieme dei numeri interi? L insieme dei numeri interi si indic con l letter Z. Qundo due numeri si dicono concordi? Qundo hnno lo stesso segno. - e - sono concordi e sono concordi Qundo due numeri si dicono discordi? Qundo hnno segno diverso. - e sono discordi Che cos è il vlore ssoluto di un numero E il numero stesso considerto senz segno. Il - intero? vlore ssoluto di un numero si indic con il simolo e rppresent l distnz dll origine del punto che lo rppresent Qundo due numeri si dicono opposti? Operzioni in Z Addizione Sottrzione sull rett. Qundo hnno lo stesso vlore ssoluto e segno contrrio. L somm di due interi concordi è un intero che h vlore ssoluto ugule ll somm dei vlori ssoluti degli ddendi; segno ugule quello dei due ddendi. L somm di due interi discordi è un intero che h vlore ssoluto ugule ll differenz tr il vlore ssoluto mggiore e quello minore dei due ddendi; segno ugule quello dell ddendo che h vlore ssoluto mggiore. L differenz di due numeri interi e è dt dll somm di con l opposto di. - e sono opposti e - sono opposti - (-) -( ) () (-) -( ) - (-) - (-) () (-) (-) (-) - (-) (-) (-) () Moltipliczione Il prodotto di due numeri interi è un numero intero che h come vlore ssoluto il prodotto dei vlori ssoluti dei fttori; segno se i numeri sono concordi, segno se i numeri sono discordi. Regol dei segni ( ) ( ) ( ) (- ) - () (-) -( ) - (- ) ( ) - (- ) (- ) (-) (-) ( ) 0 Divisione Il quoziente di due interi è eseguiile in Z ()() ( ) solo se il dividendo è multiplo del divisore; ()(-) -( ) - in tl cso è il numero intero che h come vlore ssoluto il quoziente dei vlori ssoluti dei due numeri; segno se i numeri sono concordi, segno se i numeri sono discordi. L regol dei segni è l stess. NOTA Nell insieme Z, differenz di quello che succede nell insieme N, non sono interne soltnto le operzioni di ddizione e di moltipliczione, m lo è nche l sottrzione. Esercizi. Complet le seguenti ffermzioni.. Il vlore ssoluto di -7 è.. I due numeri -0 e sono opposti. c. I due numeri e - sono. d. I due numeri - e sono concordi. e. I due numeri 9 e sono discordi. f. I due numeri -0 e sono diversi m hnno lo stesso vlore ssoluto.

6 Liceo scientifico E. Mjorn Guidoni Numeri interi g. Fr le quttro operzioni elementri, l unic che non è intern ll insieme Z è l.. Vero o flso? - V F - V F. Svolgi i seguenti clcoli A (-) () (-) () (-) (-) B (-0) (-) (-00) (-0) (-0) (-) C (-0) (-) (-) () () (-7) D () (7) (7) () (0) (-). Complet le seguenti uguglinze in modo che risultino corrette A (-) ( ) - () ( ) - (-)(-) B [(-0)()] (-) (- ) (-) (-00) (-0) (-0) [(-0) (-)] (-0) ( ) C (-)(-)(-) ( )(-) (-) () [(-7)( )] (-) () (-) D (-)(-)( ) (-)() (-) ( ) [(-0) ( )] (-) () (-) Note ed ppunti

7 Liceo scientifico E. Mjorn Guidoni Numeri rzionli Sintesi dell teori Domnde Risposte Esempi Che cos è un frzione? Un frzione è il rpporto tr due numeri nturli Qundo un frzione si dice ridott i in cui il denomintore è diverso d 0. è un frzione ridott i minimi termini, minimi termini? Si dice ridott i minimi termini qundo il mssimo comune divisore fr il numertore ed il mentre non lo è. denomintore è. Come si possono confrontre due c c c frzioni? < > > perché 7 > d d d 7 rispettivmente second che d < c d c d > c < perché < Come si può esprimere un frzione in Eseguendo l divisione fr numertore e 7 form decimle? denomintore. 7,7 Come si può trsformre un numero Si scrive l frzione che h decimle finito in un frzione? l numertore il numero scritto senz, 00 l virgol l denomintore un seguito d tnti 7, zeri qunte sono le cifre dopo l 0 virgol. Come si può trsformre un numero decimle periodico in un frzione? Si scrive l frzione che h l numertore l differenz fr il numero scritto senz l virgol e l prte che viene prim del periodo l denomintore tnti 9 qunte sono le cifre del periodo, seguiti d tnti zeri qunte sono le cifre dell ntiperiodo (ovvero l prte compres tr l virgol e il periodo). Che cos è un numero rzionle ssoluto? Si chim numero rzionle ssoluto ogni numero che si può esprimere trmite un frzione. Che cos è un numero rzionle? Come si indic l insieme dei numeri rzionli? Qundo due numeri rzionli si dicono concordi? E discordi? Che cos è il reciproco o inverso di un numero rzionle? Si chim numero rzionle ogni numero che si ottiene fcendo precedere dl segno o dl segno un numero rzionle ssoluto. Il rpporto tr due numeri interi in cui il denomintore è diverso d 0, è sempre un numero rzionle. Si trtt del numero rzionle ssoluto che è preceduto dl segno se numertore e denomintore sono concordi è preceduto dl segno se numertore e denomintore sono discordi h l numertore il vlore ssoluto del numertore e l denomintore il vlore ssoluto del denomintore. L insieme dei numeri rzionli si indic con l letter Q. Si dicono concordi qundo hnno lo stesso segno e discordi in cso contrrio. È il numero che, moltiplicto per il numero originrio, dà come risultto. Se il numero rzionle è espresso nell form ± il suo reciproco è ±. Non esiste il reciproco dello 0. 7, ,0 900 ; 0,;, ; ; 0,;, ; - ; ; - - ; e 0, sono concordi, e sono discordi reciproco reciproco Operzioni in Q Proprietà Esempi Addizione e sottrzione fr numeri Per sommre fr loro due frzioni è necessrio rzionli ssoluti espressi in form di portrle llo stesso denomintore; come frzione. denomintore comune è opportuno scegliere il m.c.m. dei denomintori 0 ( 0 ) ( 0 )

8 Liceo scientifico E. Mjorn Guidoni c ± d ( m.c.m. (,d ) ) ± ( m.c.m. (,d ) d ) m.c.m. (,d ) c Numeri rzionli Moltipliczione Divisione Esercizi Per moltiplicre fr loro due frzioni è sufficiente moltiplicre fr loro i numertori i denomintori c c. d d Per dividere un frzione per un ltr (divers d zero) è sufficiente invertire il divisore e moltiplicre c d d c 9 9 Se possiile, semplific in croce / / 9 / / 9 9 Se possiile, semplific in croce / / 9 / /. Vero o flso? L somm di due numeri rzionli può non essere rzionle V F Nell insieme Q l sottrzione è un operzione intern V F Nell insieme Q l divisione è ssocitiv V F Nell insieme Q l moltipliczione è ssocitiv V F Se il prodotto di due numeri rzionli è 0, llor uno è il reciproco dell ltro. V F Se il prodotto di due numeri rzionli è, llor uno è l opposto dell ltro. V F Riduci i minimi termini le seguenti frzioni 99 A B Disponi le seguenti frzioni in ordine crescente,,,, 7 9. Complet inserendo il simolo opportuno (<, >, ) Esprimi i seguenti decimli trmite un frzione ridott i minimi termini A 0,,0, B,00 0,00 0,. Esegui le seguenti operzioni 7 A 0 B 9 C 9 D 00 0, (,) ( 0,) (, ) (, ) 9 0, 0

9 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Potenze Sintesi dell teori Definizione In simoli Esempi Potenz d esponente nturle n mggiore di K nvolte Potenz d esponente ugule 7 7 Potenz d esponente ugule 0 0 con 0 Potenz d esponente intero negtivo Proprietà delle potenze Prodotto di potenze venti stess se Quoziente di potenze venti stess se n con n nturle e n > ( ) ( )( )( ) n con 0, n nturle ATTENZIONE 0 0, 0 -n non sono definiti ( ) m n m n 0 m n mn Potenz di potenz n m n ( ) ( ) m 0 ( ) 0 ( ) esponente opposto e sereciproc Potenz di un prodotto n n n ( ) ( ) Potenz di un quoziente Esercizi n. Complet clcolndo, se esistono, le seguenti potenze A ( ) 0 B ( ) 0 n n n n n ( ). Clcol pplicndo, ovunque possiile, le proprietà delle potenze A 7 ( ) B ( ) ( ) ( ) ( ) ( 0 ) [ 0, ] 7 C ( ) ( ) ( ). Stilisci se le seguenti uguglinze sono corrette e, in cso contrrio, correggile È corrett? Uguglinz Eventule correzione (SÌ o NO) 0 0 [( 0 ) ] [( 0) ] 7 9 9

10 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Potenze 0 Errori (tipici) d evitre - (-) FALSO. In generle, n () n. Inftti n con se, mentre () n () () () con se. In prticolre, - - mentre (-). In effetti, l uguglinz vle soltnto se n è dispri. ( ) FALSO. In generle, ( ) n n n ± ±. In prticolre, ( ) mentre 7. FALSO. Elevndo d un esponente negtivo, il segno dell se rest lo stesso m se ne prede il reciproco. È il segno dell esponente che cmi. In prticolre 7. FALSO. Moltiplicndo due potenze con l stess se, gli esponenti si sommno e non si moltiplicno. In prticolre 7. ( ) 9 FALSO. Per clcolre un potenz che h come se un ltr potenz, isogn prendere l se di quest e moltiplicre gli esponenti delle due. In prticolre ( ). ( ) / / FALSO. L se del prodotto di potenze è ugule l prodotto delle si solo se gli esponenti sono uguli. In prticolre, 9 / /.

11 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Espressioni numeriche Sintesi dell teori Domnde Risposte Esempi Quli sono le priorità nello svolgimento delle operzioni in un espressione numeric? Se non ci sono prentesi, prim si clcolno le potenze, poi si eseguono le moltipliczioni e le divisioni nell ordine in cui compiono, infine le ddizioni e le sottrzioni. Se ci sono prentesi, si eseguono prim le operzioni ll interno delle prentesi tonde, poi quelle ll interno delle qudre, infine quelle ll interno delle grffe. Come si toglie un prentesi non elevt potenz? Se l prentesi è precedut d un segno l si può eliminre, lscindo inlterti i segni di tutti i termini dentro l prentesi. Se l prentesi è precedut dl segno l si può eliminre, cmindo i segni di tutti i termini dentro l prentesi. ( ) 7 7 ( ) 7 7 Esercizi Semplific le seguenti espressioni e scrivi il risultto nell colonn finco. ( )( ) ( ) ( ) ( ) [ ] ( ) [ ] 0 ( )( ) ( )( ) [ ] { } ( ) ( ) ( ) ( ) [ ] 0 0 ( ) ( ) [ ] { }

12 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Monomi Sintesi dell teori Domnde Risposte Esempi Che cos è un monomio? Un espressione lgeric che si può scrivere Sono monomi come prodotto di numeri e lettere, queste ultime elevte esponenti non negtivi. c z Qundo un monomio si dice in form Qundo compre un solo fttore numerico e Il monomio è in form normle. normle? ogni letter compre un sol volt. Il monomio non è in form normle Che cos sono il coefficiente e l prte letterle di un monomio? Che cos è il grdo di un monomio? Dto un monomio in form normle, il fttore numerico è il coefficiente del monomio; il complesso dei fttori letterli è l prte letterle. E l somm degli esponenti delle lettere che compiono nel monomio. perché l letter compre tre volte. è il coefficiente è l prte letterle Il monomio z è equivlente l monomio z il cui grdo è Qundo due monomi si dicono simili? Qundo, ridotti in form normle, hnno l stess prte letterle. Sono simili e Operzioni fr monomi Procedimento Esempi Addizione e sottrzione Si possono semplificre solo ( ) somme in cui gli ddendi sono ( ) monomi simili. L somm (differenz) di due monomi simili è un monomio simile, vente come coefficiente l somm (differenz) dei coefficienti. Moltipliczione Si moltiplicno i coefficienti e per l prte letterle si sommno gli esponenti delle lettere uguli (ricord il prodotto di potenze con stess se). ( ) ( ) ( ) ( ) Divisione Si dividono i coefficienti e si sottrggono gli esponenti delle lettere uguli (ricord il quoziente di potenze con stess se). L divisione dà luogo d un monomio solo se tutte le lettere del divisore compiono nche nel dividendo con esponente mggiore o ugule. Potenz Per elevre un monomio d n si elev il coefficiente n e si moltiplicno gli esponenti delle lettere per n (ricord l potenz di un potenz). 0 ( z) ( ) z z ( ) NOTA Le regole per il clcolo del M.C.D. e del m.c.m. fr monomi sono del tutto nloghe quelle utilizzte fr numeri. Convenimo di scegliere come coefficiente del M.C.D. (rispettivmente, m.c.m.) il M.C.D. (rispettivmente, m.c.m.) fr i vlori ssoluti dei coefficienti, se questi sono interi, in cso diverso. Esercizi. Complet le seguenti ffermzioni.. L espressione non è un monomio perché.. L espressione non è un monomio perché. c. Il monomio h coefficiente e grdo. Vero o flso? Il coefficiente del monomio è nullo V F Il monomio h grdo V F

13 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Monomi I due monomi e sono simili V F L espressione non è un monomio V F. Esegui le seguenti operzioni A B 0 ( ) ( ) ( ) ( ) z 0z C c 0 z z 9 c D ( )( ) c ( )( ) z z. Semplific le seguenti espressioni e scrivi il risultto finco () ( ) 9 0 () (c) ( ) ( ) (d) ( ) ) ( (e) ( ) ( ) ( ) [ ] (f) ( ) ( ) c c c c c c c c c 7 (g) ( ) 9 (h) ( ) ( ) Ricord semplificre un espressione vuol dire ridurl ll su form più semplice operndo su di ess ttrverso le regole del clcolo lgerico.

14 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Insiemi Sintesi dell teori Domnde Risposte Esempi Che cos è un insieme? Un rggruppmento di oggetti per cui si possiile stilire, senz miguità, se un oggetto pprtiene o meno l rggruppmento. I numeri nturli mggiori di 000 formno un insieme. I numeri nturli molto grndi non formno un insieme perché non è precisto il criterio in se l qule un numero è d considerrsi Come si può rppresentre un insieme? Si può rppresentre in tre modi diversi per elenczione medinte proprietà crtteristic medinte digrmmi di Venn grnde. Si A l insieme dei numeri nturli compresi tr e, incluso ed escluso. A {,,, } A { N < } Figur A.... Che cos è un sottoinsieme? Qundo un sottoinsieme si dice proprio e qundo improprio? Dti due insiemi A e B, si dice che B è un sottoinsieme di A se ogni elemento di B pprtiene d A. Dto un insieme qulsisi, l insieme stesso e l insieme vuoto (cioè l insieme privo di elementi) vengono detti sottoinsiemi impropri dell insieme; ogni ltro sottoinsieme viene detto proprio. L insieme dei numeri pri è un sottoinsieme di N. L insieme A {-, 0) non è un sottoinsieme di N perché - non pprtiene d N. L insieme dei numeri pri è un sottoinsieme proprio di N. L insieme vuoto è un sottoinsieme improprio di N. Operzioni fr insiemi Definizione Esempi Intersezione di A e B A {,,, } e B {,, }. Gli elementi AI B Dti due insiemi A e B, si chim intersezione di A e B l insieme degli elementi che pprtengono d A e B. comuni sono quelli in grssetto. Quindi AI B{, } A..... B Unione di A e B AU B Dti due insiemi A e B, si chim unione di A e B l insieme degli elementi che pprtengono d A o B. A {,,, } e B {,, }. Vnno presi, un sol volt, tutti gli elementi di A e di B. Quindi AU B {,,,, } A B AU B..... Differenz di A e B A \ B Dti due insiemi A e B, si chim differenz di A e B l insieme degli elementi che pprtengono d A m non B. A {,,, } e B {,, }. Gli elementi comuni sono quelli in grssetto eliminndoli d A ottenimo A \ B {, } A B.....

15 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Insiemi Prodotto crtesino di A e B A B L insieme dei due elementi e presi in quest ordine, si chim coppi ordint e si denot (, ). Dti due insiemi A e B, si chim prodotto crtesino di A e B l insieme di tutte le possiili coppie ordinte (, ) con pprtenente d A e pprtenente B. SIMBOLI A L elemento pprtiene ll insieme A A B L insieme A è contenuto nell insieme B (A è un sottoinsieme di B) A B L insieme A contiene l insieme B (B è un sottoinsieme di A) A B L insieme A è strettmente contenuto nell insieme B (A è un sottoinsieme di B e A B) A B L insieme A contiene strettmente l insieme B (B è un sottoinsieme di A e A B) L negzione di questi simoli si ottiene rrndoli A, A B, etc. Simolo che, nell descrizione di un insieme per proprietà crtteristic, si legge tle che Insieme vuoto Se A {, } e B {d, e} llor llor A B {(, d), (, e), (, d), (, e)} Esercizi Us lo spzio dell pgin successiv per svolgere gli esercizi che seguono.. Rppresent, in tutti i modi possiili i seguenti insiemi.. L insieme delle vocli dell prol slmone. L insieme dei divisori di 0. c. L insieme dei numeri interi compresi fr, incluso, e, escluso.. Dti gli insiemi A e B, stilisci se A è un sottoinsieme di B e, in cso ffermtivo, specific se si trtt di un sottoinsieme proprio o improprio.. A { N < < } e B { N }. A { Z < 9} e B { Z - < } c. A è l insieme dei divisori di, B l insieme dei divisori di 0.. Dti gli insiemi A { è un vocle dell prol unione } e B { è un vocle dell prol rgione }, rppresent in tutti i modi possiili gli insiemi AI B, AU B, A \ B.. Dti gli insiemi A { N } e B { N < < 7}, rppresent in tutti i modi possiili gli insiemi AI B, AU B, A \ B.. Si A l insieme dei multipli di e B l insieme dei multipli di ; rppresent, medinte proprietà crtteristic, l insieme AI B.. Dti gli insiemi A {,, c, d}, B {c, d} e C {,, d} rppresent per elenczione A \ B, B \ A, ( U B) I C AU ( BI C). È vero che A \ B B \ A? E che ( A U B) I C AU ( BI C)? 7. Dti gli insiemi A {,, c}, B {, }, rppresent in tutti i modi possiili. E vero che A B B A?. Vero o flso? Se A B, llor AI B A V F Comunque scelti due insiemi non vuoti A e B, risult A \ B B \ A V F Se A B, llor AU B B V F Se A B e BI C, llor AI C V F A,

16 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Insiemi 7

17 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA PIANA Angoli Ripssimo Angolo Ciscun delle due prti in cui il pino rest diviso d due semirette venti l stess origine, comprese le semirette stesse. Angoli consecutivi Due ngoli che hnno lo stesso vertice e hnno in comune soltnto i punti di un lto. Angoli dicenti Due ngoli consecutivi tli che i lti non comuni pprtengono ll stess rett. α β Angolo nullo L ngolo formto d due semirette coincidenti che non contiene ltri punti oltre lle semirette stesse. α β Angolo pitto Ciscuno dei due ngoli formti d due semirette opposte. Angolo giro L ngolo formto d due semirette coincidenti e che corrisponde ll intero pino. Angoli opposti l vertice Due ngoli tli che i lti dell uno sino i prolungmenti dei lti dell ltro. α β 7

18 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA PIANA I segmenti Ripssimo Segmento di estremi A e B E l insieme di tutti i punti dell rett per AB compresi tr A e B, inclusi A e B A B Segmenti consecutivi Sono due segmenti che hnno in comune uno ed un solo estremo B A C Segmenti dicenti Sono due segmenti consecutivi che pprtengono ll stess rett B C A Convessità e concvità Se un figur F è tle che, comunque scelti due punti P e Q pprtenenti d F, il segmento PQ è intermente contenuto in F llor l figur si dice convess; ltrimenti si dice concv. concv convess Prov tu. Vero o flso? In riferimento ll figur qui finco, stilisci quli ffermzioni sono vere e quli flse. D. AC e CB sono consecutivi V F. AC e CB sono dicenti V F c. AC e CD sono consecutivi V F d. CB e CD sono dicenti V F e. AB e CD sono consecutivi V F A C B

19 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA PIANA I segmenti. Descrivendo esttmente l situzione spieg perché i segmenti AB e CD in ciscun dell seguenti figure non sono consecutivi D D D A B A B A B C C C fig. fig. fig. nell fig. nell fig. nell fig.. Per ciscun delle seguenti figure, spieg con esttezz perché i segmenti AB e CD non sono dicenti. C D A B fig. D A B C D fig. A B C fig. nell fig. nell fig. nell fig. 9

20 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA PIANA Poligoni Ripssimo Poligono Dt un poligonle chius e non intreccit, in cui ogni vertice pprtiene esttmente due lti dell poligonle, si chim poligono l figur formt dll poligonle e di punti l suo interno. vertice POLIGONO lto È un segmento che congiunge due punti del contorno del poligono pprtenenti lti distinti cord Cord È un segmento che congiunge due suoi vertici non consecutivi.. Digonle digonle È un ngolo individuto d due lti consecutivi del poligono e dl vertice in comune. ngolo interno Angolo interno È un ngolo dicente d un ngolo interno ed individuto dl prolungmento del lto. ngolo esterno Angolo esterno ngolo interno 0

21 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA PIANA Poligoni Congruenz, equiscomponiilità, equivlenz due poligoni sono congruenti se è possiile sovrpporli punto per punto medinte un movimento rigido; due poligoni sono equiscomponiili se possono essere scomposti in prti (cioè in poligoni) due due congruenti; due poligoni si dicono equivlenti se hnno l stess estensione (cioè l stess re). Ecco un esempio i due poligoni dell figur sono equivlenti poiché possono essere scomposti in tringoli ordintmente congruenti. Ricord le definizioni di convessità e concvità che imo dto nell sezione SEGMENTI vlgono evidentemente nche per i poligoni. Prov tu. Complet l seguente tell Figur E un poligono? Si No, perché Si No, perché Si No, perché Si No, perché

22 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA PIANA Poligoni. Complet. Un poligono di cinque lti si chim.. Un ettgono è un poligono vente lti c. Un poligono vente sei lti si chim d. Un decgono è un poligono vente... lti. Verific che i poligoni dell seguente figur sono equiscomponiili, e quindi equivlenti, individundo un loro scomposizione in poligoni due due congruenti.. Disegn un poligono convesso ABCDEFGH vente otto lti. Poi trcci. due digonli che hnno un punto in comune e un cord che intersec entrme le digonli;. l ngolo interno di vertice B e gli ngoli esterni di vertice E.. Disegn un trpezio rettngolo che si scomponiile in tringoli rettngoli congruenti.. Disegn un poligono concvo vente sei lti.

23 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA ANALITICA Pino crtesino Ripssimo Pino crtesino ortogonle monometrico (d ssi perpendicolri e con l stess unità di misur) E un pino geometrico dove è stto fissto un sistem di riferimento così costruito si considerno nel pino due rette perpendicolri e si chim origine O il loro punto di intersezione; su ciscun di esse si fiss un sistem di coordinte vente origine in O, orientndo l rett che ppre orizzontle (sse ) verso destr e quell che ppre verticle (sse ) verso l lto. ordint sse O P(,) sse sciss Associzione punto-coppi (corrispondenz iunivoc) Ad ogni punto P del pino corrisponde un coppi ordint (,) di numeri reli e vicevers; si chim sciss ed ordint del punto P. Che cos sono i qudrnti Sono le quttro prti in cui il pino rest diviso dgli ssi. Essi vengono numerti in senso ntiorrio. Si conviene che gli ssi non pprtengno i qudrnti II qudrnte I qudrnte o III qudrnte IV qudrnte Alcuni esempi u A (, ) B (, ) C, C A 0 B

24 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA ANALITICA Pino crtesino Prov tu. Determin le coordinte dei punti A, B, C, e D rppresentti nell figur (ttento i segni!) u A B A (..,..) B (..,..) C (..,..) D (..,..) D C. Rppresent nel pino crtesino i seguenti punti 7 A(, ); B, ; C, ; D, u 0

25 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA ANALITICA Pino crtesino. Vero o flso?. il punto A(, ) pprtiene l qurto qudrnte V F 7. il punto B, pprtiene l qurto qudrnte V F c. ogni punto dell sse h sciss ugule zero V F d. l origine è l unico punto dell sse di sciss null V F. Disegn nel pino crtesino il tringolo di vertici A(0, ), B(, 0), C(, ).. Disegn nel pino crtesino il qudriltero ABCD di vertici A(, 0), B(, 0), C(, ), D(, ) Di che tipo di qudriltero si trtt? Spresti motivre l tu rispost? 0

26 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA Sched di verific finle. Se lo conosci, prov spiegre il significto dei seguenti termini concetto primitivo. ssiom.. teorem. Elenc tutti i segmenti e tutte le semirette che si possono individure nell figur qui finco. segmenti semirette A B D C Ricord che per indicre un ngolo puoi usre tre lettere l second delle quli deve essere il suo vertice; d esempio AĈB B C ngolo AĈB A D. Nell figur qui finco individu C. tutti gli ngoli;. tutte le coppie di ngoli dicenti; c. tutte le coppie di ngoli consecutivi. A B E tutti gli ngoli coppie ngoli dicenti c coppie ngoli consecutivi

27 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA Sched di verific finle. Esistono segmenti consecutivi m non dicenti? Si, per esempio... No, perché... L ngolo α è di un ngolo pitto e l ngolo β è di un ngolo pitto. Qul è l mpiezz dell ngolo αβ? Qul è l mpiezz dell ngolo α β?. Può esistere un tringolo i cui lti sono lunghi 0 cm., cm. e cm.? E un tringolo i cui lti sono lunghi 7 cm., cm. e cm.? Giustific ccurtmente le tue risposte. 7. Qul è l mpiezz dell somm degli ngoli interni di un poligono di 0 lti? Conosci un regol generle per determinre tle somm per un poligono con un numero n di lti?. Qul è l mpiezz di ciscuno degli ngoli interni di un tringolo rettngolo isoscele? 9. Si ABC un tringolo rettngolo isoscele di ipotenus BC. Si P un punto di BC tle che AB BP. Qul è l mpiezz dell ngolo PÂC? 0. Stilisci se le seguenti figure sono convesse o concve. concv convess concv convess concv convess concv convess 7

28 Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni GEOMETRIA Sched di verific finle. Sul pino crtesino determin perimetro ed re del qudriltero individuto di quttro punti A(, ); B(, ); C(, ); D(, ). 0

IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. per a = - 2 vale:

IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. per a = - 2 vale: IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. Complet.. Un espressione letterle è.... Per clcolre il vlore numerico di un espressione letterle isogn...... c. Non si possono ssegnre lle lettere che compiono

Dettagli

IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. per a = - 2 vale:

IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. per a = - 2 vale: IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. Complet.. Un espressione letterle è un scrittur in cui compiono operzioni tr numeri rppresentti, tutti o in prte, d lettere. Per clcolre il vlore numerico di

Dettagli

{ 1, 2,3, 4,5,6,7,8,9,10,11,12, }

{ 1, 2,3, 4,5,6,7,8,9,10,11,12, } Lezione 01 Aritmetic Pgin 1 di 1 I numeri nturli I numeri nturli sono: 0,1,,,4,5,6,7,8,,10,11,1, L insieme dei numeri nturli viene indicto col simbolo. } { 0,1,,, 4,5,6,7,8,,10,11,1, } L insieme dei numeri

Dettagli

MATEMATICA Classe Prima

MATEMATICA Classe Prima Liceo Clssico di Treiscce Esercizi per le vcnze estive 0 MATEMATICA Clsse Prim Cpitolo Numeri nturli Primi ogni pgin del cpitolo Cpitolo Numeri nturli Primi ogni pgin del cpitolo Per gli llievi promossi

Dettagli

I radicali. Cos è un radicale? ESERCIZIO 2.1. Determina le C.E. dei seguenti radicali e delle seguenti espressioni contenenti radicali.

I radicali. Cos è un radicale? ESERCIZIO 2.1. Determina le C.E. dei seguenti radicali e delle seguenti espressioni contenenti radicali. I rdicli Cos è un rdicle? Il simbolo si chim rdicle e si legge rdice ennesim di. - n si chim indice dell rdice e deve essere un numero nturle mggiore di zero. Qundo l indice si sottintende e il rdicle

Dettagli

Aritmetica Definizioni di concetti, regole e proprietà per il 1 anno della scuola media

Aritmetica Definizioni di concetti, regole e proprietà per il 1 anno della scuola media Aritmetic Definizioni di concetti, regole e proprietà per il nno dell scuol medi ) INSIEMI Concetto primitivo Un concetto primitivo è un concetto che non viene definito con precisione, m solo descritto

Dettagli

Sezione Esercizi ; ; ; 1 4. f ) 13 + g ) , 100, 125; f ) 216; 8 27 ; ; e ) g ) 0; h )

Sezione Esercizi ; ; ; 1 4. f ) 13 + g ) , 100, 125; f ) 216; 8 27 ; ; e ) g ) 0; h ) Sezione Esercizi Esercizi Esercizi dei singoli prgrfi - Rdici Determin le seguenti rdici qudrte rzionli (qundo è possiile clcolrle) 00 l ) m ) n ) o ) 0,0 0,0 0,000 0, Determin le seguenti rdici qudrte

Dettagli

Anno 1. Numeri reali: proprietà e applicazioni di uso comune

Anno 1. Numeri reali: proprietà e applicazioni di uso comune Anno Numeri reli: proprietà e ppliczioni di uso comune Introduzione L insieme dei numeri rzionli è composto d numeri che si ottengono dl rpporto tr due numeri interi. Tle rpporto, o frzione, è sempre ssociile

Dettagli

Radicali. Definizioni Variazioni di radicali Operazioni Razionalizzazione Radicali doppi Potenze con esponente razionale Esercizi

Radicali. Definizioni Variazioni di radicali Operazioni Razionalizzazione Radicali doppi Potenze con esponente razionale Esercizi Rdicli Definizioni Vrizioni di rdicli Operzioni Rzionlizzzione Rdicli doppi Potenze con esponente rzionle Esercizi Mteri: Mtemtic Autore: Mrio De Leo Definizioni n L espressione è comunemente dett rdice

Dettagli

Alcune mosse che utilizzano le proprietà delle operazioni in N

Alcune mosse che utilizzano le proprietà delle operazioni in N Operzioni in N Proprietà commuttiv dell ddizione + b b +,b N Proprietà ssocitiv dell ddizione ( + b) + c + (b + c) + b + c,b,c N Proprietà invrintiv dell sottrzione b ( + c) (b + c) b ( c) (b c),b,c N,b,c

Dettagli

Calcolo letterale. 1) Operazioni con i monomi. a) La moltiplicazione. b) La divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi.

Calcolo letterale. 1) Operazioni con i monomi. a) La moltiplicazione. b) La divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi. Clcolo letterle. ) Operzioni con i monomi. ) L moltipliczione. ) L divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi. ) I polinomi. ) Clcol le seguenti somme di polinomi. ) Applic l proprietà

Dettagli

Teoremi di geometria piana

Teoremi di geometria piana l congruenz teoremi sugli ngoli γ teorem sugli ngoli complementri Se due ngoli sono complementri di uno stesso ngolo α β In generle: Se due ngoli sono complementri di due ngoli congruenti α γ β teorem

Dettagli

Si noti che da questa definizione segue che il punto C è il punto medio del segmento PP'. Figura 1

Si noti che da questa definizione segue che il punto C è il punto medio del segmento PP'. Figura 1 APITOLO 3 LE SIMMETRIE 3. Richimi di teori Definizione. Si dto un punto del pino; si chim simmetri centrle di centro (che si indic con il simbolo s ) l corrispondenz dl pino in sé che d ogni punto P del

Dettagli

corrispondenza dal piano in sé, che ad ogni punto P del piano fa corrispondere il punto P' in

corrispondenza dal piano in sé, che ad ogni punto P del piano fa corrispondere il punto P' in Cpitolo 5 Le omotetie 5. Richimi di teori Definizione Sino fissti un punto C del pino ed un numero rele. Si chim omoteti di centro C e rpporto ( che si indic con il simolo O, ) l corrispondenz dl pino

Dettagli

Le frazioni algebriche

Le frazioni algebriche Progetto Mtemtic in Rete - Frzioni lgeriche - Le frzioni lgeriche Definizione se A e B sono due polinomi e B è diverso dl polinomio nullo, B A viene dett frzione lgeric. Esempio sono esempi di frzioni

Dettagli

X X Y 2 1 0,5 0,25 Y 0,25 1 2,25 4. Disegna i grafici delle rette rappresentate dalle seguenti equazioni

X X Y 2 1 0,5 0,25 Y 0,25 1 2,25 4. Disegna i grafici delle rette rappresentate dalle seguenti equazioni Funzioni Consider le seguenti telle e stilisci se e sono direttmente proporzionli, inversmente proporzionli o se vi è un proporzionlità qudrtic. Scrivi l espressione nlitic delle funzioni e rppresentle

Dettagli

SUGLI INSIEMI. 1.Insiemi e operazioni su di essi

SUGLI INSIEMI. 1.Insiemi e operazioni su di essi SUGLI INSIEMI 1.Insiemi e operzioni su di essi Il concetto di insieme è primitivo ed è sinonimo di clsse, totlità. Si A un insieme di elementi qulunque. Per indicre che è un elemento di A scriveremo A.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO SCIENZE UMANE MARCONI DELPINO

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO SCIENZE UMANE MARCONI DELPINO LICEO SCIENTIFICO CLASSICO SCIENZE UMANE MARCONI DELPINO RECUPERO ESTIVO PER LE CLASSI ^D- E SCIENTIFICO Argomenti d rivedere: I QUADRIMESTRE: ) Equzioni di secondo grdo e relzioni tr coefficienti e rdici

Dettagli

Maturità scientifica, corso di ordinamento, sessione ordinaria 2000-2001

Maturità scientifica, corso di ordinamento, sessione ordinaria 2000-2001 Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone Mturità scientific, corso di ordinmento, sessione ordinri 000-001 PROBLEMA 1 Si consideri l seguente relzione tr le vribili reli x, y: 1 1 1 +

Dettagli

CORSO ANALISI MATEMATICA 1 A.A. 2015/2016. Testo consigliato

CORSO ANALISI MATEMATICA 1 A.A. 2015/2016. Testo consigliato Università degli studi di Cgliri CORSO ANALISI MATEMATICA 1 A.A. 2015/2016 Docente: Monic Mrrs 1 Anlisi Mtemtic 1 Testo consiglito con elementi di geometri e lgebr linere. M. Brmnti, C.D. Pgni, S. Sls

Dettagli

Anno 2. Potenze di un radicale e razionalizzazione

Anno 2. Potenze di un radicale e razionalizzazione Anno Potenze di un rdicle e rzionlizzzione Introduzione In quest lezione impreri utilizzre le ultime due tipologie di operzioni sui rdicli, cioè l potenz di un rdicle e l rdice di un rdicle. Successivmente

Dettagli

LE FRAZIONI ALGEBRICHE

LE FRAZIONI ALGEBRICHE LE FRAZIONI ALGEBRICHE 9 Per ricordre H Un frzione lgebric eá un frzione che h l numertore e l denomintore dei polinomi; ess h quindi significto per tutti i vlori reli delle lettere che in ess compiono

Dettagli

Equazioni 1 grado. Definizioni Classificazione Risoluzione Esercizi

Equazioni 1 grado. Definizioni Classificazione Risoluzione Esercizi Equzioni grdo Definizioni Clssificzione Risoluzione Esercizi Mteri: Mtemtic Autore: Mrio De Leo Definizioni Prendimo in esme le due espressioni numeriche 8 entrmbe sono uguli 7, e l scrittur si chim uguglinz

Dettagli

, x 2. , x 3. è un equazione nella quale le incognite appaiono solo con esponente 1, ossia del tipo:

, x 2. , x 3. è un equazione nella quale le incognite appaiono solo con esponente 1, ossia del tipo: Sistemi lineri Un equzione linere nelle n incognite x 1, x 2, x,, x n è un equzione nell qule le incognite ppiono solo con esponente 1, ossi del tipo: 1 x 1 + 2 x 2 + x +!+ n x n = b con 1, 2,,, n numeri

Dettagli

LAVORO PER IL RECUPERO DEL DEBITO MATEMATICA CLASSI 3 S.M. DA CONSEGNARE IL PRIMO GIORNO DI ATTIVITA DI SPORTELLO

LAVORO PER IL RECUPERO DEL DEBITO MATEMATICA CLASSI 3 S.M. DA CONSEGNARE IL PRIMO GIORNO DI ATTIVITA DI SPORTELLO LAVORO PER IL RECUPERO DEL DEBITO MATEMATICA CLAI.M. DA CONEGNARE IL PRIMO GIORNO DI ATTIVITA DI PORTELLO DEVI RIOLVERE PRIMA DI TUTTO I PROBLEMI E GLI EERCIZI QUI ELENCATI. TERMINATI QUETI, RIOLVI ALCUNI

Dettagli

Erasmo Modica. : K K K

Erasmo Modica.  : K K K L insieme dei numeri reli L INSIEME DEI NUMERI REALI Ersmo Modic helthinsurnce@tin.it www.glois.it Per introdurre l insieme dei numeri reli si hnno disposizione diversi modi. Generlmente l iennio si preferisce

Dettagli

SPAZI VETTORIALI. 1. Spazi e sottospazi vettoriali

SPAZI VETTORIALI. 1. Spazi e sottospazi vettoriali SPAZI VETTORIALI 1. Spzi e sottospzi vettorili Definizione: Dto un insieme V non vuoto e un corpo K di sostegno si dice che V è un K-spzio vettorile o uno spzio vettorile su K se sono definite un operzione

Dettagli

Nome.Cognome. 18 Dicembre 2008 Classe 4G. VERIFICA di MATEMATICA

Nome.Cognome. 18 Dicembre 2008 Classe 4G. VERIFICA di MATEMATICA Nome.Cognome. 8 Dicembre 008 Clsse G VERIFICA di MATEMATICA A) Risolvi le seguenti disequzioni goniometriche sin ) sin + ) 0 6 tn cos + sin ) 0 (punti:0,5) ) tn + tn > 0 sin 5) sin > cos (punti: ) 6) sin

Dettagli

Ellisse riferita al centro degli assi

Ellisse riferita al centro degli assi Appunti delle lezioni tenute in clsse: ellisse e iperole Ellisse riferit l centro degli ssi Dti due punti F ed F detti fuochi, l ellisse è il luogo geometrico dei punti P del pino per cui è costnte l somm

Dettagli

fattibile con le tecniche elementari che imparerai in seguito. Ad esempio il polinomio

fattibile con le tecniche elementari che imparerai in seguito. Ad esempio il polinomio Scomposizione di un polinomio in fttori Scomporre in fttori primi un polinomio signific esprimerlo come il prodotto di due più polinomi non più scomponibili Ad esempio 9 = ( 3) fttore 1 ( + 3) fttore +

Dettagli

2 x = 64 (1) L esponente (x) a cui elevare la base (2) per ottenere il numero 64 è detto logaritmo (logaritmo in base 2 di 64), indicato così:

2 x = 64 (1) L esponente (x) a cui elevare la base (2) per ottenere il numero 64 è detto logaritmo (logaritmo in base 2 di 64), indicato così: Considerimo il seguente problem: si vuole trovre il numero rele tle che: = () L esponente () cui elevre l bse () per ottenere il numero è detto ritmo (ritmo in bse di ), indicto così: In prticolre in questo

Dettagli

a è detta PARTE LETTERALE

a è detta PARTE LETTERALE I MONOMI Si die MONOMIO un espressione letterle in ui le unihe operzioni presenti sino il prodotto e l divisione. Esempio è detto COEFFICIENTE del monomio e è dett PARTE LETTERALE Un monomio si die ridotto

Dettagli

Rapporti e proporzioni numeriche

Rapporti e proporzioni numeriche Rpporti e proporzioni numeriche Rpporti. Per rpporto tr due numeri e b, di cui il secondo diverso d zero, s intende il quoziente estto dell divisione dei due numeri dti, cioè :b oppure /b. Ad esempio dire

Dettagli

Le equazioni di grado superiore al secondo

Le equazioni di grado superiore al secondo Le equzioni di grdo superiore l secondo ITIS Feltrinelli nno scolstico 007-008 R. Folgieri 007-008 1 Teorem fondmentle dell lger Ogni equzione lgeric di grdo n h sempre n soluzioni, che possono essere

Dettagli

{ } 3 [ ] [ ] [ ] [ ] Esercizi per il precorso ( )( ) Prof. Margherita Fochi. 1.- Esercizi sui polinomi. + x. x R. ( )( ) + R. ( )( )( ) a.

{ } 3 [ ] [ ] [ ] [ ] Esercizi per il precorso ( )( ) Prof. Margherita Fochi. 1.- Esercizi sui polinomi. + x. x R. ( )( ) + R. ( )( )( ) a. Prof. Mrgherit Fochi Esercizi per il precorso.- Esercizi sui polinomi Semplificre le seguenti espressioni utilizzndo i prodotti notevoli:. ) ) ) ) ) 8 [ ] 8. ) ) ) ) ] [. ) ) ) [ ] { } y y y y y [ ] 8

Dettagli

RACCOLTA DI ESERCIZI PER I CORSI PRELIMINARI

RACCOLTA DI ESERCIZI PER I CORSI PRELIMINARI RACCOLTA DI ESERCIZI PER I CORSI PRELIMINARI PROPRIETÀ DEI NUMERI INTERI, SCOMPOSIZIONI, ECC.. Se A è ugule e B è ugule, qunto vlgono m.c.m. ed M.C.D. dei numeri A e B? 0 e. Se si moltiplicno due numeri

Dettagli

Esercizi svolti Limiti. Prof. Chirizzi Marco.

Esercizi svolti Limiti. Prof. Chirizzi Marco. Cpitolo II Limiti delle funzioni di un vribile Esercizi svolti Limiti Prof. Chirizzi rco www.elettrone.ltervist.org 1) Verificre che risult: = Dobbimo provre che per ogni ε positivo, rbitrrimente piccolo,

Dettagli

TEST DI MATEMATICA. Funzioni in una, Funzioni in due variabili Integrali Equazioni differenziali. 1) Il valore del limite seguente. e e. e 1.

TEST DI MATEMATICA. Funzioni in una, Funzioni in due variabili Integrali Equazioni differenziali. 1) Il valore del limite seguente. e e. e 1. TEST DI MATEMATICA Funzioni in un, Funzioni in due vriili Integrli Equzioni differenzili ) Il vlore del limite seguente e e e lim è ) Il vlore del limite seguente 5 lim 5 è : ) L derivt prim dell funzione

Dettagli

Equazioni parametriche di primo grado

Equazioni parametriche di primo grado Polo Sivigli Equzioni prmetriche di primo grdo Premess Come si s dll lgebr elementre, si chim equzione un uguglinz fr due espressioni letterli che si verific soltnto ttribuendo prticolri vlori lle lettere,

Dettagli

POTENZA CON ESPONENTE REALE

POTENZA CON ESPONENTE REALE PRECORSO DI MATEMATICA VIII Lezione ESPONENZIALI E LOGARITMI E. Modic mtemtic@blogscuol.it www.mtemtic.blogscuol.it POTENZA CON ESPONENTE REALE Definizione: Dti un numero rele > 0 ed un numero rele qulunque,

Dettagli

Liceo Scientifico G. Salvemini Corso di preparazione per la gara provinciale delle OLIMPIADI DELLA MATEMATICA INTRO ALGEBRA

Liceo Scientifico G. Salvemini Corso di preparazione per la gara provinciale delle OLIMPIADI DELLA MATEMATICA INTRO ALGEBRA Liceo Scientifico G. Slvemini Corso di preprzione per l gr provincile delle OLIMPIADI DELLA MATEMATICA INTRO ALGEBRA PROPRIETA DELLE POTENZE PRODOTTI NOTEVOLI QUESITO SUGGERIMENTO y è un espressione non

Dettagli

CORSO ZERO DI MATEMATICA

CORSO ZERO DI MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO ZERO DI MATEMATICA ESPONENZIALI E LOGARITMI Dr. Ersmo Modic ersmo@glois.it www.glois.it POTENZA CON ESPONENTE REALE Definizione: Dti un numero

Dettagli

1 Espressioni polinomiali

1 Espressioni polinomiali 1 Espressioni polinomili Un monomio è un espressione letterle in un vribile x che contiene un potenz inter (non negtiv, cioè mggiori o uguli zero) di x moltiplict per un numero rele: x n AD ESEMPIO: sono

Dettagli

RIEPILOGO FRAZIONI ALGEBRICHE

RIEPILOGO FRAZIONI ALGEBRICHE RIEPILOGO FRAZIONI ALGEBRICHE Per semplificre un frzione: scomponi numertore e denomintore semplific numertore e denomintore tenendo presente che: il quoziente di due fttori uguli è il quoziente di due

Dettagli

dr Valerio Curcio Le affinità omologiche Le affinità omologiche

dr Valerio Curcio Le affinità omologiche Le affinità omologiche 1 Le ffinità omologiche 2 Tringoli omologici: Due tringoli si dicono omologici se le rette congiungenti i punti omologhi dei due tringoli si incontrno in un medesimo punto. Principio dei tringoli omologici

Dettagli

Determinanti e caratteristica di una matrice (M.S. Bernabei & H. Thaler

Determinanti e caratteristica di una matrice (M.S. Bernabei & H. Thaler Determinnti e crtteristic di un mtrice (M.S. Bernbei & H. Thler Determinnte Il determinnte può essere definito solmente nel cso di mtrici qudrte Per un mtrice qudrt 11 (del primo ordine) il determinnte

Dettagli

b a 2. Il candidato spieghi, avvalendosi di un esempio, il teorema del valor medio.

b a 2. Il candidato spieghi, avvalendosi di un esempio, il teorema del valor medio. Domnde preprzione terz prov. Considert, come esempio, l funzione nell intervllo [,], il cndidto illustri il concetto di integrle definito. INTEGRALE DEFINITO, prendendo in esme un generic funzione f()

Dettagli

B8. Equazioni di secondo grado

B8. Equazioni di secondo grado B8. Equzioni di secondo grdo B8.1 Legge di nnullmento del prodotto Spendo che b0 si può dedurre che 0 oppure b0. Quest è l legge di nnullmento del prodotto. Pertnto spendo che (-1) (+)0 llor dovrà vlere

Dettagli

Il problema delle aree. Metodo di esaustione.

Il problema delle aree. Metodo di esaustione. INTEGRALE DEFINITO. DEFINIZIONE E SIGNIFICATO GEOMETRICO. PROPRIETA DELL INTEGRALE DEFINITO. FUNZIONE INTEGRALE. TEOREMA DELLA MEDIA. TEOREMA FONDAMENTALE DEL CALCOLO INTEGRALE. FORMULA DI LEIBNITZ NEWTON.

Dettagli

POTENZA 2 5 =2*2*2*2*2 PROPRIETA PRODOTTO DI POTENZE DI UGUALE BASE 3 2 *3 7 =3 2+7 =3 9 ANGOLO ANGOLI CLASSIFICAZIONI. 2 è la BASE 5 è l ESPONENTE

POTENZA 2 5 =2*2*2*2*2 PROPRIETA PRODOTTO DI POTENZE DI UGUALE BASE 3 2 *3 7 =3 2+7 =3 9 ANGOLO ANGOLI CLASSIFICAZIONI. 2 è la BASE 5 è l ESPONENTE POTENZ 2 5 =2*2*2*2*2 2 è la SE 5 è l ESPONENTE PROPRIET PRODOTTO DI POTENZE DI UGULE SE 3 2 *3 7 =3 2+7 =3 9 QUOZIENTE DI POTENZE DI UGULE SE 3 12 :3 7 =3 12-7 =3 5 POTENZ DI POTENZ (3 2 ) 7 =3 2*7 =3

Dettagli

Equazioni di 2 grado. Definizioni Equazioni incomplete Equazione completa Relazioni tra i coefficienti della equazione e le sue soluzioni Esercizi

Equazioni di 2 grado. Definizioni Equazioni incomplete Equazione completa Relazioni tra i coefficienti della equazione e le sue soluzioni Esercizi Equzioni di grdo Definizioni Equzioni incomplete Equzione complet Relzioni tr i coefficienti dell equzione e le sue soluzioni Esercizi Mteri: Mtemtic Autore: Mrio De Leo Definizioni Un equzione è: Un uguglinz

Dettagli

PRODOTTI NOTEVOLI. Esempi

PRODOTTI NOTEVOLI. Esempi PRODOTTI NOTEVOLI In lger ci sono delle regole per eseguire in modo più reve e più veloce l moltipliczione tr prticolri polinomi. Queste regole (o meglio formule si chimno prodotti notevoli. Anlizzimo

Dettagli

( x) a) La simmetrica della parabola rispetto all origine è tale che: La parabola di equazione y = x + ax a ha vertice V = = mentre la parabola y S

( x) a) La simmetrica della parabola rispetto all origine è tale che: La parabola di equazione y = x + ax a ha vertice V = = mentre la parabola y S Sessione ordinri 996 Liceo di ordinmento Soluzione di De Ros Nicol ) In un pino, riferito d un sistem di ssi crtesini ortogonli (O), sono ssegnte le prbole di equzione:, dove è un numero rele positivo.

Dettagli

24 y. 6. ( 5 A. 1 B. 5 4 C D. 50 Applicando le proprietà delle potenze

24 y. 6. ( 5 A. 1 B. 5 4 C D. 50 Applicando le proprietà delle potenze Alunno/.. Alunno/ Pgin Esercitzione in preprzione ll PROVA d ESAME Buon Lvoro Prof.ss Elen Sper. Il piccolo fermcrte dell figur è relizzto nel seguente modo. Si prende un cubo di lto cm e su un fcci si

Dettagli

Introduzione alla Fisica. Ripasso di matematica Grandezze fisiche Vettori

Introduzione alla Fisica. Ripasso di matematica Grandezze fisiche Vettori Introduzione ll Fisic Ripsso di mtemtic Grndezze fisiche Vettori L fisic come scienz sperimentle Studio di un fenomeno OSSERVAZIONI SPERIMENTALI MISURA DI GRANDEZZE FISICHE IPOTESI VERIFICA LEGGI FISICHE

Dettagli

INTERVALLI NELL INSIEME R

INTERVALLI NELL INSIEME R INTEVALLI NELL INSIEME Lo studio dell topologi (1) (dl greco "nlysis situs" ossi "studio del luogo") dell'insieme è di fondmentle importnz per gli rgomenti e i prolemi di nlisi infinitesimle. Il "luogo"

Dettagli

ipotenusa cateto adiacente ad α cateto opposto ad α ipotenusa cateto adiacente ad α ipotenusa cateto adiacente ad α

ipotenusa cateto adiacente ad α cateto opposto ad α ipotenusa cateto adiacente ad α ipotenusa cateto adiacente ad α Trigonometri I In quest prim prte dell trigonometri denimo le funzioni trigonometriche seno, coseno e tngente e le loro funzioni inverse. Vedremo nche come utilizzrle nell risoluzione dei tringoli. Comincimo

Dettagli

Meccanica dei Solidi. Vettori

Meccanica dei Solidi. Vettori Meccnic dei Solidi Prof. Ing. Stefno Avers Università di Npoli Prthenope.. 2005-06 Lezione 2 Vettori Definizione: Un grndezz vettorile (o un vettore) è un grndezz fisic crtterizzt oltre che d un numero

Dettagli

Esponenziali e logaritmi

Esponenziali e logaritmi Esponenzili e ritmi ESPONENZIALI Potenze con esponente rele L potenz è definit: se > 0, per ogni R se 0, per tutti e soli gli R se < 0, per tutti e soli gli Z Sono definite: ( ) ( ) ( ) 7 7 Non sono definite:

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ ELEMENTI DI CALCOLO ALGEBRICO Test di utovlutzione 0 0 0 0 0 0 60 0 80 90 00 n Il mio punteggio, in entesimi, è n Rispondi ogni quesito segnndo un sol delle lterntive. n Confront le tue risposte

Dettagli

Lezione 1 Insiemi e numeri

Lezione 1 Insiemi e numeri Lezione Insiemi e numeri. Nozione di insieme, sottoinsieme, pprtenenz Con l prol insieme intendimo un collezione di oggetti detti suoi elementi. Ogni insieme è denotto con lettere miuscole e i suoi elementi

Dettagli

Nello studio della meccanica si incontrano due principali categorie di grandezze: scalari e vettori. Cosa distingue queste quantita?

Nello studio della meccanica si incontrano due principali categorie di grandezze: scalari e vettori. Cosa distingue queste quantita? Vettori e sclri Nello studio dell meccnic si incontrno due principli ctegorie di grndezze: sclri e vettori. Cos distingue queste quntit? Domenic sono ndto in iciclett per due ore L informzione sul tempo

Dettagli

RADICALI. Q (insieme dei razionali relativi) = numeri che possono essere messi sotto forma di frazioni es: 0,+3;

RADICALI. Q (insieme dei razionali relativi) = numeri che possono essere messi sotto forma di frazioni es: 0,+3; RADICALI In quest sched ti vengono riproposti lcuni concetti ed esercizi che ti dovreero essere fmiliri e che sono indispensili per ffrontre con successo gli studi futuri. INSIEMI NUMERICI Ripsso insiemi

Dettagli

Strumenti Matematici per la Fisica

Strumenti Matematici per la Fisica Strumenti Mtemtici per l Fisic Strumenti Mtemtici per l Fisic Approssimzioni Notzione scientific (o esponenzile) Ordine di Grndezz Sistem Metrico Decimle Equivlenze Proporzioni e Percentuli Relzioni fr

Dettagli

ESPONENZIALI E LOGARITMI

ESPONENZIALI E LOGARITMI Esponenzili e logritmi ESPONENZIALI E LOGARITMI Potenze Fino d or si sono definite le potenze d esponenete intero e rzionle (si positivi che negtivi). Ripssimo le definizioni e i concetti che li rigurdno:

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE DALLA SECONDA ALLA TERZA

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE DALLA SECONDA ALLA TERZA COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE DALLA SECONDA ALLA TERZA PROBLEMI DI APPLICAZIONE DELL'ALGEBRA ALLA GEOMETRIA ) Inscrivere in un semicirconferenz di dimetro r un rettngolo ABCD vente il lto AB sul dimetro

Dettagli

Problemi e rappresentazione di problemi di geometria dello spazio - Claudio Cereda febbraio 2001 pag. 1

Problemi e rappresentazione di problemi di geometria dello spazio - Claudio Cereda febbraio 2001 pag. 1 Prolemi e rppresentzione di prolemi di geometri dello spzio - ludio ered ferio 00 pg. onvenzioni di disegno e di rppresentzione Nel corso dell trttzione si dotternno le seguenti convenzioni simoliche:

Dettagli

Valore del parametro Tipo di Equazione Soluzioni Equazione di I grado x = 4. Equazione Spuria x 1 = 0 x 2 = 5 Equazione Completa con < 0

Valore del parametro Tipo di Equazione Soluzioni Equazione di I grado x = 4. Equazione Spuria x 1 = 0 x 2 = 5 Equazione Completa con < 0 Equzioni letterli di II grdo Un equzione letterle di II grdo è un equzione che contiene, oltre l letter che rppresent l incognit dell equzione, ltre lettere, dette prmetri, che rppresentno numeri ben determinti,

Dettagli

Unità 3 Metodi particolari per il calcolo di reti

Unità 3 Metodi particolari per il calcolo di reti Unità 3 Metodi prticolri per il clcolo di reti 1 Cos c è nell unità Metodi prticolri per il clcolo di reti con un solo genertore Prtitore di tensione Prtitore di corrente Metodi di clcolo di reti con più

Dettagli

Definiamo ora alcuni vettori particolarmente importanti detti versori.

Definiamo ora alcuni vettori particolarmente importanti detti versori. Prof. A. Di Mro I versori Definimo or lcni vettori prticolrmente importnti detti versori. Un versore è semplicemente n vettore di modlo nitrio. Normlmente gli ssi, e z vengono ssociti i versori i ˆ, ˆj,

Dettagli

COGNOME..NOME CLASSE.DATA

COGNOME..NOME CLASSE.DATA COGNOME..NOME CLASSE.DATA FUNZIONE ESPONENZIALE - VERIFICA OBIETTIVI Sper definire un funzione esponenzile. Sper rppresentre un funzione esponenzile. Sper individure le crtteristiche del grfico di un funzione

Dettagli

Area del Trapezoide. f(x) A f(a) f(b) f(x)

Area del Trapezoide. f(x) A f(a) f(b) f(x) Are del Trpezoide y o A f() trpezoide h B f() f() L're del trpezoide S puo' essere pprossimt dll're del trpezio AB. Per vere un migliore pprossimzione possimo suddividere il trpezio in trpezi piu' piccoli.

Dettagli

Il dominio della funzione, cioè l'insieme dei valori che si possono attribuire a x è tutto R ;

Il dominio della funzione, cioè l'insieme dei valori che si possono attribuire a x è tutto R ; CAPITOLO ESPONENZIALI E LOGARITMI ESPONENZIALI Teori in sintesi Potenze con esponente rele L potenz è definit: se > 0, per ogni R se 0, per tutti e soli gli R se < 0, per tutti e soli gli Z. + Sono definite:

Dettagli

Siano α(x), β(x) due funzioni continue in un intervallo [a, b] IR tali che. α(x) β(x).

Siano α(x), β(x) due funzioni continue in un intervallo [a, b] IR tali che. α(x) β(x). OMINI NORMALI. efinizione Sino α(), β() due funzioni continue in un intervllo [, b] IR tli che L insieme del pino (figur 5. pg. ) α() β(). = {(, ) [, b] IR : α() β()} si chim dominio normle rispetto ll

Dettagli

Classi IV C IV E ALUNNO CLASSE LEGGI UNO DEI SEGUENTI TESTI. Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Giancarlo Vallauri

Classi IV C IV E ALUNNO CLASSE LEGGI UNO DEI SEGUENTI TESTI. Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Giancarlo Vallauri Per informzioni, consigli, problemi robbypit@tin.it Istituto Professionle di Stto per l Industri e l Artiginto Gincrlo Vlluri Clssi IV C IV E.s. 0/0 ALUNNO CLASSE ESEGUI TUTTI GLI ESERCIZI SU UN FOGLIO

Dettagli

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI Sintesi di Mtemtic cur di Griell Grzino SCOMPOSIZIONE IN FATTORI ) Rccoglimento fttore comune ( Applicile d un polinomio di un numero qulunque di termini purchè i termini presentino lmeno un letter o un

Dettagli

Contenuti di matematica classe prima liceo scientifico di ordinamento e delle scienze applicate.

Contenuti di matematica classe prima liceo scientifico di ordinamento e delle scienze applicate. Contenuti di mtemtic clsse prim liceo scientifico di ordinmento e delle scienze pplicte. SAPERE Sper definire, rppresentre e operre con gli insiemi. Conoscere gli insiemi numerici N, Z, Q e sperci operre

Dettagli

Teoria in pillole: logaritmi

Teoria in pillole: logaritmi Teori in pillole: logritmi EQUAZIONI ESPONENZIALI Un'equzione si dice esponenzile qundo l'incognit compre soltnto nell'esponente di un o più potenze. L'equzione esponenzile più semplice (elementre) è del

Dettagli

ACCADEMIA NAVALE. Syllabus POLIGRAFICO ACCADEMIA NAVALE LIVORNO

ACCADEMIA NAVALE. Syllabus POLIGRAFICO ACCADEMIA NAVALE LIVORNO ACCADEMIA NAVALE Sllbus POLIGRAFICO ACCADEMIA NAVALE LIVORNO PREFAZIIONE È noto che in tluni ordini dell scuol medi superiore l'insegnmento dell mtemtic non giunge sino ll'ultimo nno, in ltri, lo svolgimento

Dettagli

Operazioni sulle Matrici

Operazioni sulle Matrici Corso di Lure in Disegno Industrile Corso di Metodi Numerici per il Design Lezione 9 Ottore Operzioni sulle Mtrici F. Cliò Addizione e Sottrzione Lezione 9 Ottore Operzioni sulle Mtrici Pgin Addizione

Dettagli

1 Equazioni e disequazioni di secondo grado

1 Equazioni e disequazioni di secondo grado UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA - Fcoltà di Frmci e Medicin - Corso di Lure in CTF 1 Equzioni e disequzioni di secondo grdo Sino 0, b e c tre numeri reli noti, risolvere un equzione di secondo

Dettagli

Unità Didattica N 11 Le equazioni di secondo grado ad una incognita Unità Didattica N 11 Le equazioni di secondo grado ad una incognita

Unità Didattica N 11 Le equazioni di secondo grado ad una incognita Unità Didattica N 11 Le equazioni di secondo grado ad una incognita 86 Unità Didtti N Le equzioni di seondo grdo d un inognit Unità Didtti N Le equzioni di seondo grdo d un inognit ) L definizione di equzione di seondo grdo d un inognit ) L risoluzione delle equzioni di

Dettagli

Funzioni razionali fratte

Funzioni razionali fratte Funzioni rzionli frtte Per illustrre l medizione che AlNuSet fornisce per lo studio delle funzioni rzionli frtte, inizimo con il considerre l funzione f ( ) l vrire del prmetro. L su rppresentzione nell

Dettagli

Elementi di Geometria. Lezione 02

Elementi di Geometria. Lezione 02 Elementi di Geometri Lezione 02 Angoli complementri e supplementri Due ngoli si dicono complementri qundo l loro somm è un ngolo retto. In Figur 15 i due ngoli e sono complementri perché, sommti come descritto

Dettagli

Scheda Sei ESPONENZIALI E LOGARITMI. 0,+. Inoltre valgono le

Scheda Sei ESPONENZIALI E LOGARITMI. 0,+. Inoltre valgono le Sched Sei ESPONENZIALI E LOGARITMI L funzione esponenzile Assegnto un numero rele >0, si dice funzione esponenzile in bse l funzione Grfici dell funzione esponenzile Se = l funzione esponenzile è costnte:

Dettagli

Vettori - Definizione

Vettori - Definizione Vettori - Definizione z Verso Origine Modulo Direzione V y Form geometri x Form nliti Un vettore è un ente geometrio definito d: - Direzione: rett sull qule gie il vettore, he ne indi l orientmento nello

Dettagli

ESERCIZI ESERCIZI. Test di autoverifica... 206 Prova strutturata conclusiva... 208 ESERCIZI

ESERCIZI ESERCIZI. Test di autoverifica... 206 Prova strutturata conclusiva... 208 ESERCIZI Indice cpitolo Insiemi ed elementi di logic... 7 8 Insiemi... Operzioni con gli insiemi... 8 Introduzione ll logic... 9 Connettivi e tvole di verità... Espressioni proposizionli... 0 Predicti e quntifictori...

Dettagli

Modulo o "valore assoluto" Proprietà del Valore Assoluto. Intervalli

Modulo o valore assoluto Proprietà del Valore Assoluto. Intervalli Modulo o "vlore ssoluto" Dto x definimo modulo o vlore ssoluto di x il numero rele positivo x se x 0 x = x se x < 0 Es. 5 è 5. 2.34 è 2.34 Dl punto di vist geometrico x rppresent l distnz di x d 0. x x

Dettagli

Differenziale. Consideriamo la variazione finita, x della variabile indipendente a cui corrisponde una variazione finita della funzione f x, f x y

Differenziale. Consideriamo la variazione finita, x della variabile indipendente a cui corrisponde una variazione finita della funzione f x, f x y Differenzile Considerimo l vrizione finit, dell vriile indipendente cui corrisponde un vrizione finit dell funzione f, f y Δf 1 Δ 2 L vrizione dell vriile dipendente puo' essere molto piccol, infinitesim

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe terza. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe terza. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse terz Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Anno 5. Applicazione del calcolo degli integrali definiti

Anno 5. Applicazione del calcolo degli integrali definiti Anno 5 Appliczione del clcolo degli integrli definiti 1 Introduzione In quest lezione vedremo come pplicre il clcolo dell integrle definito per determinre le ree di prticolri figure pine, i volumi dei

Dettagli

1 COORDINATE CARTESIANE

1 COORDINATE CARTESIANE 1 COORDINATE CARTESIANE In un sistem di ssi crtesini (,) un punto P è identificto dll su sciss e dll su ordint : Asciss : distnz di P dll sse delle ordinte Ordint :distnz di P dll sse delle scisse P(-4,4)

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2002 Sessione straordinaria

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2002 Sessione straordinaria ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS DI RDINAMENT 00 Sessione strordinri Il cndidto risolv uno dei due problemi e 5 dei 0 quesiti in cui si rticol il questionrio. PRBLEMA Con riferimento un sistem monometrico

Dettagli

APPUNTI DI GEOMETRIA ANALITICA

APPUNTI DI GEOMETRIA ANALITICA Prof. Luigi Ci 1 nno solstio 13-14 PPUNTI DI GEOMETRI NLITIC Rett orientt Un rett r si die orientt qundo: 1. È fissto un punto di riferimento, detto origine;. Dei due possiili versi in ui un punto si può

Dettagli

26/03/2012. Integrale Definito. Calcolo delle Aree. Appunti di analisi matematica: Il concetto d integrale nasce per risolvere due classi di problemi:

26/03/2012. Integrale Definito. Calcolo delle Aree. Appunti di analisi matematica: Il concetto d integrale nasce per risolvere due classi di problemi: ppunti di nlisi mtemtic: Integrle efinito Il concetto d integrle nsce per risolvere due clssi di prolemi: Integrle efinito lcolo delle ree di fig. delimitte d curve clcolo di volumi clcolo del lvoro di

Dettagli

triangolo equilatero di lato 9 cm. Quanto misura il lato del rombo?

triangolo equilatero di lato 9 cm. Quanto misura il lato del rombo? GB00001 Il perimetro di un rombo è triplo di quello di un ) 24 cm. b) 21 cm. c) 26,5 cm. d) 20,25 cm. d tringolo equiltero di lto 9 cm. Qunto misur il lto del rombo? GB00002 Due segmenti AB e CD sono tli

Dettagli

{ 3 x y=4. { x=2. Sistemi di equazioni

{ 3 x y=4. { x=2. Sistemi di equazioni Sistemi di equzioni Definizione Un sistem è un insieme di equzioni che devono essere verificte contempornemente, cioè devono vere contempornemente le stesse soluzioni. Definimo grdo di un sistem il prodotto

Dettagli

c a (seno di alfa); (coseno di alfa); (tangente di alfa).

c a (seno di alfa); (coseno di alfa); (tangente di alfa). Sito Personle di Ettore Limoli Lezioni di Mtemtic Prof. Ettore Limoli Sommrio Elementi di trigonometri... 1 Angoli e loro misur... Funzioni e loro grfici... 4 Usre i grfici... 5 Funzioni inverse delle

Dettagli

ESPONENZIALI E LOGARITMI

ESPONENZIALI E LOGARITMI ESPONENZIALI E LOGARITMI RICHIAMI DI TEORIA dom f Im f grfico Funzioni esponenzili y=^ con > Funzioni esponenzili y=^ con

Dettagli

5. Funzioni elementari trascendenti

5. Funzioni elementari trascendenti ISTITUZIONI DI MATEMATICHE E FONDAMENTI DI BIOSTATISTICA 5. Funzioni elementri trscendenti A. A. 2013-2014 1 FUNZIONI ESPONENZIALI Le più semplici funzioni esponenzili sono le funzioni f: R R definite

Dettagli