BAROMETRO EUROPEO CFO 2011 Studio internazionale sulle qualifiche, responsabilità professionali e opportunità di carriera dei CFO.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BAROMETRO EUROPEO CFO 2011 Studio internazionale sulle qualifiche, responsabilità professionali e opportunità di carriera dei CFO."

Transcript

1 BAROMETRO EUROPEO CFO 2011 Studio internazionale sulle qualifiche, responsabilità professionali e opportunità di carriera dei CFO.

2

3 Indice Editoriale 5 Riepilogo esecutivo 6 Metodologia e pool di dati 8 La retribuzioni dei CFO variano notevolmente in base al paese 10 I CFO hanno poca fiducia nell Euro 15 Gli uffici finanziari introducono nuove politiche 18 L immagine che il CFO ha di sé: senior manager con orientamento internazionale 23 I CFO mirano a migliorare le proprie capacità strategiche 28

4

5 Editoriale Egregio lettore, Sono lieto di presentare i risultati del Barometro Europeo CFO Desidero ringraziare tutti i direttori finanziari e amministrativi che hanno contribuito alla realizzazione di questa indagine. È stata una collaborazione alquanto gratificante, i cui risultati forniscono preziose indicazioni relativamente alla professione del CFO nell Europa continentale. Il Gruppo Michael Page è una realtà di primo piano a livello mondiale nella ricerca e selezione di personale qualificato, caratterizzata da un approfondita esperienza nel settore finanziario. Nell ambito della nostra attività ci confrontiamo quotidianamente con CFO, siano essi nostri clienti o candidati. L indagine da noi condotta mette in luce informazioni e dati estremamente interessanti sia per quanto riguarda i livelli retributivi, opportunità di carriera e caratteristiche peculiari delle funzioni CFO su scala europea. Oltre ai risultati quantitativi, lo studio fornisce informazioni di carattere soggettivo: è ad esempio emerso come i CFO condividano aspirazioni per il futuro e preoccupazioni relativamente alla percezione del loro ruolo in azienda. I CFO intervistati hanno inoltre fornito indicazioni sulle competenze che ritengono essenziali per il proseguimento del proprio sviluppo professionale, impressioni circa l attuale situazione economica dei rispettivi paesi ed altro ancora. I risultati del Barometro CFO 2011 ci aiuteranno a prevedere l evoluzione del ruolo del CFO nel futuro. Vi invito pertanto a leggere i risultati dello studio augurandovi grandi successi per il vostro futuro professionale! Distinti Saluti Charles-Henri Dumon Managing Director Continental Europe & Americas 5

6 Riepilogo esecutivo Oltre CFO hanno risposto ad un indagine internazionale condotta da Michael Page, fornendo informazioni sulle rispettive responsabilità professionali, qualifiche e opportunità di carriera. Ai CFO viene affidata un ampia gamma di responsabilità che, a loro volta, richiedono sempre maggiori capacità gestionali e strategiche. Il ruolo di primo piano ricoperto dal CFO all interno dell azienda si riflette sia nei rapporti di collaborazione che intrattiene con l amministratore delegato, sia nella sua retribuzione. I livelli di retribuzione dei CFO variano notevolmente in base al paese Nella maggior parte delle società, la funzione di controllo della finanza aziendale è affidata ad un numero limitato di esperti. Per questo motivo quasi la metà degli intervistati lavora in uffici finanziari con meno di 10 addetti, soprattutto nel caso di società di piccole dimensioni con meno di 100 dipendenti. Tuttavia neppure le grandi aziende, che occupano o più lavoratori, dispongono necessariamente di uffici finanziari di grandi dimensioni. Più le dimensioni dell ufficio finanziario sono limitate, tanto più è articolato l ambito di responsabilità del CFO. Molti degli interpellati si occupano di compiti amministrativi, in aggiunta alla loro competenza principale di controllo della finanza aziendale; quasi la metà dei CFO tratta anche questioni giuridiche. Molti CFO assumono inoltre responsabilità nell ambito dell information technology, delle risorse umane, dell approvvigionamento e della gestione della catena di fornitura. In molte aziende il CFO gode di una posizione di primo piano; ciò si riflette nei rapporti tra la posizione del CFO e quella dell amministratore delegato, nonché nella sua retribuzione. Due terzi degli intervistati descrivono il loro rapporto con l AD in termini collaborativi e di lavoro di squadra. In generale, i CFO guadagnano oltre euro l anno, premi e benefit inclusi. In totale il 41% degli intervistati guadagna almeno euro e il 13% più di euro. Mediamente, i CFO di sesso femminile guadagnano meno dei colleghi maschi. Il reddito aumenta anche in rapporto all esperienza professionale e alle dimensioni dell azienda. I CFO di Svizzera, Germania e Austria hanno gli stipendi più alti, mentre i livelli di retribuzione in Portogallo, Spagna, Svezia e Polonia sono relativamente bassi. Con l aumentare dello stipendio tende generalmente ad aumentare anche la componente della retribuzione basata sui risultati. I CFO hanno poca fiducia nell euro La maggioranza dei CFO intervistati è ottimista sul rendimento delle proprie società. Tale punto di vista tende a variare a seconda dell opinione che il CFO ha dell ambiente economico generale nel proprio Paese: le opinioni più positive vengono espresse nel caso di economie con forti tassi di crescita del PIL, tra cui Turchia, Russia, Germania e Svezia, mentre i CFO di Portogallo, Spagna e Italia hanno complessivamente un opinione negativa del rispettivo contesto economico. Dalle previsioni del Fondo Monetario Internazionale emerge che la crescita del PIL di questi Paesi sarà molto ridotta o addirittura negativa. La maggior parte dei CFO intervistati non ha opinioni positive dell euro: ben il 78% ha risposto di avere poca o nessuna fiducia in questa valuta. I CFO dei Paesi in cui l euro è stato introdotto il 1 gennaio 2002 sono particolarmente critici, mentre i CFO provenienti da Paesi esterni all eurozona, come ad esempio Russia, Svezia, Svizzera e Turchia, tendono ad avere maggiore fiducia. 1) In In questo studio l acronimo CFO viene impiegato per indicare sia il direttore finanziario che il direttore amministrativo 6

7 Gli uffici finanziari introducono nuove politiche I CFO mirano a migliorare le proprie capacità strategiche. I CFO si stanno preparando in vista dei cambiamenti che interesseranno le loro aziende e gli uffici finanziari nell anno in corso. Secondo gli intervistati, il 54% delle società intende migliorare i propri processi di approvvigionamento. I progetti in atto comprendono l introduzione di nuovi sistemi in ambito IT e ERP, la promozione dell internazionalizzazione e la ricerca di nuove fonti. In base all opinione dei CFO intervistati, nel 2011 verranno introdotte nuove politiche nel 37% degli uffici finanziari, mentre nel 26% dei casi sono previsti interventi di centralizzazione. Più di un quarto degli uffici finanziari hanno in programma di creare stabilmente posti di lavoro. Ciò avviene in aziende descritte come performanti dagli interpellati o che operano in economie sane. La situazione lavorativa negli uffici finanziari tende invece a rimanere incerta per l anno in corso in Spagna, Portogallo e Italia. L immagine che il CFO ha di sé: senior manager con orientamento internazionale Un esame dei singoli profili dei CFO intervistati rivela che la maggior parte vanta un esperienza pluriennale nello stesso ruolo. Solo un quinto circa indica di ricoprire questa posizione da meno di 5 anni. Molti dei CFO intervistati avevano un età compresa tra 30 e 40 anni nel momento in cui hanno assunto tale posizione. CFO di età inferiore a 30 anni hanno o hanno avuto opportunità rilevanti solamente in Russia, Polonia e Portogallo. In particolare, i CFO che lavorano in aziende con almeno dipendenti vantano generalmente un esperienza internazionale: tre quarti di loro hanno vissuto e lavorato all estero, il 17% per almeno 10 anni. Al contrario, il 56% dei CFO intervistati in aziende che occupano meno di 100 lavoratori non ha (ancora) avuto esperienze internazionali. I CFO che hanno lavorato all estero parlano quasi sempre un inglese fluente, mentre non conoscono necessariamente la lingua del paese in cui lavorano. Solamente il 60% dei CFO intervistati in Russia e in Italia parla la lingua nazionale. La maggior parte dei CFO crede che il proprio ruolo venga percepito a livello di senior manager o team leader. Solamente il 15% afferma che i propri colleghi lo descriverebbero come un imprenditore; questo è frequentemente il caso dei CFO tedeschi. Molti CFO hanno obiettivi di carriera ambiziosi che vorrebbero raggiungere entro i prossimi 2 anni; in tal senso, il 17% degli interpellati dichiara di voler diventare amministratore delegato o direttore esecutivo. Nel 46% dei casi prevede di assumere nuove responsabilità e compiti nell ambito della propria posizione attuale. Le posizioni di consulente aziendale o dirigente temporaneo sembrano essere meno allettanti. Il 54% dei CFO indica che un aumento di stipendio costituirebbe la ragione principale per accettare un nuovo lavoro, in particolar modo nel caso degli interpellati che sono ancora all inizio della carriera e il cui stipendio è relativamente ridotto. Tra i criteri che influiscono in misura considerevole sulle scelte di carriera vi sono le nuove prospettive, le possibili strategie del datore di lavoro e un eventuale maggiore ambito di responsabilità. Un ambiente internazionale è attraente per più di quattro CFO su dieci, soprattutto nel caso di chi già vanta un esperienza di lavoro all estero. Quasi la metà dei CFO sarebbe disposta a trasferirsi all estero per un offerta di lavoro allettante, molti si dicono disposti anche solo ad un trasferimento in una nuova città o regione. La disponibilità a lavorare all estero è particolarmente diffusa tra i CFO che aspirano a diventare amministratore delegato o direttore esecutivo e che hanno già lavorato all estero. Al fine di ulteriori avanzamenti di carriera, i CFO credono di dover migliorare le proprie capacità in termini strategici e gestionali in senso generale. Più di quattro CFO su dieci ritengono di aver necessità di incrementare le proprie capacità di presentazione e di comunicazione. Le capacità linguistiche svolgono un ruolo importante, soprattutto nei settori del tempo libero e dei servizi all industria. 7

8 Metodologia e pool di dati La base empirica del Barometro Europeo CFO 2011 è costituita da un sondaggio online realizzato da Michael Page nei mesi di febbraio e marzo Il processo consisteva nel contattare personalmente oltre direttori finanziari e amministrativi, principalmente in Europa, invitandoli a partecipare via . L invito è stato accettato in totale da CFO di 14 Paesi. Ogni partecipante ha ricevuto un questionario strutturato, composto esclusivamente da domande a risposta chiusa. Il questionario è stato tradotto in nove lingue al fine di rendere il sondaggio accessibile al maggiore numero di gruppi linguistici possibile. La maggior parte dei CFO intervistati è impiegata in Europa. Il gruppo più numeroso è situato in Francia, con il 15% degli interpellati (pari a 371 persone). Seguono Spagna con il 10%, Russia, Germania e Italia con l 8%. Il 7% (circa 160 persone), lavora in Belgio e Svizzera, mentre il 6% (pari a 139 persone) in Polonia e il 4% (105 intervistati) in Svezia. Poiché nei restanti Paesi sono stati intervistati meno di 100 CFO, i loro risultati devono essere analizzati con attenzione. Il 3% (80 interpellati circa), lavora in Portogallo e nei Paesi Bassi, mentre il 2% in Austria e Turchia. L 1% è infine occupato in Lussemburgo. Il 4% dei CFO lavora in paesi diversi da quelli sopra citati, incluse nazioni extraeuropee. Il 12%, pari a 300 persone circa, non ha indicato il Paese in cui lavora. Più di uno su sei lavora nel settore industriale e manifatturiero 8 Fig. A: Paesi in cui lavorano i partecipanti (in % di partecipanti) Francia Spagna Russia Germania Italia Belgio Svizzera Polonia Svezia 4 Portogallo 3 Paesi Bassi 3 Austria 2 Turchia 2 Lussemburgo 1 Altro 4 Nessuna risposta N = 2, Il gruppo più numeroso di CFO intervistati è impiegato nel settore industriale e manifatturiero (cfr. figura B), con 430 persone (pari al 18%). Seguono 300 interpellati circa (12%) in aziende del comparto dei servizi all industria, quindi il 10% attivo nel settore dei beni di consumo. Circa 200 persone (8%) lavorano in aziende del settore tecnologico. Ognuno dei restanti settori è rappresentato da meno di 200 interpellati. Circa 160 persone (6%) lavora nel settore dell Healthcare e della vendita al dettaglio, il 4% nel comparto energetico, il 3% nella logistica e il 2% nel settore tempo libero. L 1% degli interpellati lavora nel settore pubblico o in aziende no-profit. Il 13% è impiegato in settori diversi da quelli sopra menzionati e il 10% non ha fornito alcuna informazione circa il settore di appartenenza. 2) In questo studio l acronimo CFO viene impiegato per indicare sia il direttore finanziario che il direttore amministrativo

9 Fig. B: Settori nei quali lavorano i partecipanti (in % di partecipanti) Settore industriale e manifatturiero Servizi all industria Beni di consumo Information Technology 8 Servizi finanziari 7 Healthcare 6 Vendita al dettaglio 6 Energia 4 Logistica 3 Tempo Libero 2 Settore pubblico / no-profit 1 Altro Nessuna risposta N = 2,407 La maggior parte delle aziende occupa meno di 500 lavoratori Fig. D: Natura giuridica delle società nelle quali lavorano i partecipanti (in % di partecipanti) A capitale pubblico Quotate in borsa N = No-profit 29 Nessuna risposta società quotate in borsa, mentre l 1% è impiegato in aziende a capitale pubblico e no-profit. Un decimo degli interpellati non ha fornito informazioni sulla natura giuridica della società in cui opera. Quasi tre quarti dei CFO intervistati sono di sesso maschile Nel mondo lavorativo, il ruolo di CFO è dominato dagli uomini, come testimoniato dai risultati dell indagine: su intervistati, pari al 73%, sono uomini (cfr. figura E), mentre solo 350 partecipanti (15%) sono di sesso femminile. Il 12% degli interpellati non ha fornito informazioni sul proprio sesso. 59 A capitale privato All interno del campione dello studio emerge una netta ripartizione per quanto riguarda le dimensioni dell azienda misurate sulla base del numero di dipendenti. Circa 670 interpellati, pari al 28%, lavorano in società che occupano rispettivamente meno di 100 o da 100 a 199 dipendenti (cfr. figura C). L 8% lavora in aziende da 500 a 999 lavoratori e il 13% in società rispettivamente da a e o più dipendenti. Un partecipante su dieci non ha fornito informazioni sulle dimensioni dell azienda di appartenenza. Le aziende nelle quali lavorano i CFO intervistati sono in gran parte a capitale privato (59%, cfr. figura D). Meno di un terzo (29%) degli interpellati lavora in Fig. C: Dimensioni delle aziende nelle quali lavorano i partecipanti (n. di lavoratori; in % di partecipanti) Fig. E: Sesso dei partecipanti (in % di partecipanti) o più Nessuna risposta Da 1 a 99 Donne 15 Nessuna risposta 12 Da a Da 500 a Da 100 a Uomini N = N =

10 I livelli di retribuzione dei CFO variano notevolmente in base al paese Il presente capitolo prende in esame le condizioni e l ambiente lavorativo dei CFO. In generale, ai CFO è affidata una vasta gamma di responsabilità che va ben oltre la loro principale area di competenza. La maggior parte dei CFO intervistati descrive il proprio rapporto con l amministratore delegato della società in termini collaborativi. Più di quattro CFO intervistati su dieci guadagnano almeno euro all anno. Il loro stipendio aumenta non solo in base all esperienza professionale, ma anche in relazione alle dimensioni dell azienda. Il lavoro quotidiano di un CFO è soggetto a notevoli variazioni all interno della professione; questo è il risultato di diversi fattori che determinano le condizioni e l ambiente lavorativo di un CFO, tra cui le dimensioni dell ufficio finanziario, le responsabilità del CFO e il rapporto del CFO con l AD. Il presente capitolo analizza questi fattori, esaminando in particolare il livello di retribuzione dei CFO. team di lavoro. Le dimensioni degli uffici finanziari dipendono da diversi fattori, come ad esempio la posizione del ufficio stesso all interno dell impresa. Quasi un terzo dei CFO intervistati lavora in un ufficio finanziario dislocato in una sede secondaria (cfr. figura 2). In più di sei casi su dieci questi uffici finanziari dispongono di uno staff di meno di 10 addetti. La maggior parte degli uffici finanziari tendono a essere di piccole dimensioni Il controllo della finanza aziendale è un compito molto delicato che, nella maggior parte dei casi, ricade su un numero limitato di professionisti, per cui gli uffici finanziari tendono a essere di piccole dimensioni. Quasi la metà dei partecipanti (46%) lavora in un ufficio finanziario con meno di 10 addetti (cfr. figura 1), mentre il 21% in uffici da 10 a 19 persone. Per i CFO ciò significa dover svolgere compiti vitali per la sopravvivenza dell impresa senza poter godere del sostegno diretto di un ampio Fig. 1: La maggior parte degli uffici tendono ad essere di ridotte dimensioni (numero di addetti all ufficio finanziario; in % di partecipanti) Fig. 2: CFO che lavorano in sedi principali o filiali locali (situazione attuale; in % di partecipanti) Da 100 in su Da 50 a Da 20 a 49 Nessuna risposta Da 1 a Sede principale Nessuna risposta Filiale locale Da 10 a 19 Sede regionale 10

11 Le grandi imprese non dispongono necessariamente di uffici finanziari di grandi dimensioni Fig. 3: CFO che svolgono anche mansioni amministrative o trattano questioni legali (funzioni1 svolte anche dai CFO; in % di partecipanti) Le dimensioni degli uffici finanziari dipendono anche dalle dimensioni dell azienda in sé. In società che impiegano un numero ridotto di lavoratori, anche l ufficio finanziario tende a disporre di pochi addetti. Ad esempio, il 90% delle imprese con meno di 100 lavoratori si avvale di meno di 10 addetti per il proprio dipartimento finanziario. Amministrative Legali 48 IT 41 Risorse Umane 37 Approvvigionamento e catena di fornitura 26 Altro Le aziende di grandi dimensioni non dispongono necessariamente di grandi uffici finanziari. Alcune aziende di grandi dimensioni hanno preferito affidare le responsabilità finanziarie ad un ridotto gruppo di persone, tuttavia esistono grandi aziende con uffici finanziari composti da 100 o più addetti. Dei CFO intervistati che lavorano in grandi aziende, il 22% lavora in uffici finanziari di queste dimensioni. I CFO svolgono un ampia gamma di compiti Il CFO occupa una posizione chiave all interno dell azienda: la sua funzione principale consiste nell assicurare continuità finanziaria alle attività aziendali. Ciò non significa solamente ottenere capitali e gestire la liquidità, ma anche ottimizzare la creazione di valore nell ambito delle operazioni finanziarie. Il CFO ricopre anche il ruolo di stratega e ambasciatore presso la comunità degli investitori, due ruoli sempre più essenziali per la salute e la stabilità di un azienda. Accanto a queste responsabilità prioritarie, a molti CFO vengono assegnate altre mansioni. Il sondaggio mostra che oltre due terzi degli intervistati svolgono mansioni amministrative come parte della loro area di responsabilità (cfr. figura 3). Quasi la metà dei CFO tratta anche questioni legali, il 41% ha mansioni nell ambito dell IT e il 37% nell area delle risorse umane. Un quarto degli interpellati ricopre mansioni che generalmente sono di responsabilità della gestione degli approvvigionamenti e della catena di fornitura. I risultati del sondaggio mostrano che i CFO, oltre a svolgere una vasta gamma di mansioni, devono apportare anche ampie competenze (cfr. anche le pagine 22 e 31). 1) Possibilità di risposte multiple Diversi fattori determinano l esatto ambito di responsabilità dei CFO. Questa indagine mostra che viene applicata la seguente regola: il grado in cui il carico di lavoro viene distribuito all interno del ufficio finanziario aumenta con l incremento delle dimensioni dell ufficio stesso. In altre parole, tanto minori sono le dimensioni degli uffici finanziari, quante più sfaccettature presenta l ambito di responsabilità dei CFO. Riguardo a ciò, il 78% dei CFO in uffici finanziari con meno di 10 addetti dichiara di svolgere anche mansioni amministrative, mentre solo il 59% dei CFO in uffici finanziari con 100 o più addetti ricoprono tali funzioni. Inoltre, le questioni afferenti all ambito legale, le attività di IT e le responsabilità relative all area delle risorse umane vengono affrontate più comunemente dai CFO di uffici finanziari di dimensioni ridotte rispetto ai loro colleghi che operano in uffici grandi. Il sondaggio non mostra invece alcuna correlazione fra l ambito di responsabilità del CFO e il luogo in cui questi svolge la propria attività, ovvero presso una sede secondaria locale o una sede regionale o principale. Vi è una probabilità leggermente maggiore che coloro che prestano servizio presso sedi locali abbiano responsabilità in ambito legale o relative all approvvigionamento e alla catena di fornitura. I CFO che operano in uffici finanziari di piccole dimensioni hanno una maggiore varietà di responsabilità L ambito di responsabilità dei CFO cresce con l aumentare dell esperienza professionale 11

12 Il rapporto fra il CFO e l AD è prevalentemente di tipo collaborativo Oltre alle dimensioni dell ufficio, anche l esperienza professionale del CFO riveste un ruolo nella definizione del suo ambito di responsabilità: solo il 45% dei CFO con meno di 5 anni di esperienza tratta questioni legali, rispetto al 61% dei CFO con 15 o più anni di esperienza. Inoltre l IT e le aree risorse umane, approvvigionamento e catena di fornitura ricadono frequentemente tra le competenze del CFO, qualora quest ultimo vanti un ampia esperienza lavorativa. Il CFO gode di una posizione importante all interno dell azienda L importante posizione che il CFO riveste all interno dell azienda si riflette, oltre che nel suo ambito di responsabilità, anche nei suoi rapporti con la più importante figura societaria, l AD. Per descrivere i rapporti con l AD o il direttore esecutivo, il 38% degli intervistati usa il termine collaborativo (cfr. figura 4), mentre il 36% dichiara che si tratta di un lavoro di squadra. Pochi tra i CFO intervistati ritengono di avere un rapporto gerarchico con l AD: poco più di uno su dieci descrive tale rapporto come dall alto verso il basso, soprattutto nel caso dei CFO di Russia e Spagna. Nonostante l importante posizione ricoperta all interno dell azienda, una totale indipendenza è piuttosto inusuale: solo il 7% degli intervistati dichiara di potere agire in modo indipendente rispetto all AD, principalmente nel caso dei CFO italiani e, con un valore superiore alla media, di Paesi Bassi, Germania e Svezia. L indagine mostra inoltre che i CFO che vantano un ampia esperienza professionale tendono a percepire la loro posizione in modo indipendente da quella dell AD. La dimensione dell azienda non ha invece un influenza determinante sul tipo di rapporto fra CFO e AD. Più di quattro CFO su dieci guadagnano almeno euro La particolare posizione dei CFO all interno dell azienda porta conseguenze anche sui livelli retributivi: in totale il 42% dei CFO intervistati guadagna uno stipendio annuo non inferiore a euro, inclusi premi e benefit (cfr. figura 5). Il 13% (pari al 16% degli uomini che hanno partecipato al sondaggio e al 5% delle donne) guadagna addirittura oltre euro. Il fatto che i CFO di sesso femminile guadagnino in media notevolmente meno rispetto ai loro colleghi maschi è evidente anche nei gruppi a più basso reddito: il 19% di tutte le donne intervistate guadagna meno di euro, una cifra che si colloca ben al di sopra della media globale di tutti i CFO. Un numero superiore alla media di donne (29% contro il 17% dei CFO maschi) è rappresentato anche nel seguente scaglione di reddito, tra euro a euro. Un esame più accurato delle caratteristiche personali dei CFO intervistati rivela che il livello di remunerazione non è collegato solo al sesso degli intervistati, ma anche alla loro esperienza professionale. Ad esempio, il 63% dei CFO intervistati con meno di 5 anni di esperienza nella stessa posizione guadagna meno di euro all anno (cfr. figura 6), mentre tra gli intervistati con 15 o più anni di esperienza come CFO, solamente il 40% rientra in questo scaglione di reddito. Più di un quinto dei CFO che vantano una lunga esperienza dichiara di guadagnare almeno euro all anno. Fig. 4: Il rapporto fra l AD e il CFO è normalmente di tipo collaborativo (descrizione dei rapporti con l AD; in % di partecipanti) Fig. 5: Diversi livelli di retribuzione dei CFO (livelli di retribuzione annua, premi e benefit inclusi; in % di partecipanti) Completa indipendenza Dall alto verso il basso 11 Nessuna risposta 8 7 Collaboratività e oltre Nessuna risposta Meno di Da a Lavoro di squadra Da a Da a Da a Fonte: Michael Page Internacional 12

13 Più grande è l azienda, più elevata è la retribuzione del CFO Accanto alle caratteristiche personali esaminate, come il sesso e l esperienza professionale, le dimensioni dell azienda costituiscono un altro fattore che influenza notevolmente la retribuzione del CFO. Vale la seguente regola generale: quanti più dipendenti occupa l azienda, tanto più elevato sarà lo stipendio del CFO. Più di due terzi dei CFO di aziende con meno di 100 dipendenti dichiara di guadagnare meno di euro, mentre solamente il 6% di loro si inquadra nello scaglione di reddito più elevato, con oltre euro. Uno stipendio di euro o più non è invece inusuale per i CFO di aziende con o più lavoratori, in cui il 29% guadagna gli stipendi più elevati. I CFO di grandi aziende che guadagnano meno di euro rappresentano il 25% circa. I livelli di retribuzione variano in base al Paese I CFO di Svizzera, Germania e Austria guadagnano in media gli stipendi più alti: oltre l 80% dei CFO intervistati in questi Paesi ha una retribuzione annua non inferiore a euro (cfr. figura 7), mentre lo stesso scaglione di reddito è raggiunto solo da un terzo dei CFO intervistati in Spagna, Svezia, Francia e Polonia. Quasi un quinto dei CFO in Polonia e Portogallo dichiara di guadagnare addirittura meno di euro all anno, anche se in media vantano all incirca lo stesso livello di esperienza rispetto ai loro colleghi di Germania, Svizzera e Austria. Fig. 6: Gli stipendi aumentano con il livello di esperienza (livelli di retribuzione annua dei CFO, premi e benefit inclusi; in %1 di partecipanti per anni di esperienza come CFO) Meno di 5 anni 2 Da 5 a 10 anni Da 10 a 15 anni Da 10 a 15 anni 45 ear 15 anni e oltre 5 40 Meno di e oltre 1) Meno di 100% = risposte mancanti 2) N = 502; 3) N = 777; 4) N = 517; 5) N = A livello generale è necessario tuttavia considerare il confronto internazionale degli stipendi con molta attenzione. I livelli di retribuzione dovrebbero sempre essere esaminati alla luce di diversi criteri, come il sistema fiscale nazionale e soprattutto il costo della vita. La tabella 1 a pagina 14 fornisce una panoramica del livello dei prezzi in Europa. Ciò rivela come gli stipendi del CFO siano, in molti casi, in linea con il costo della vita nei rispettivi Paesi. È possibile tuttavia osservare variazioni significative in Francia e in Svezia: in entrambi i casi il costo della vita è relativamente alto per gli standard europei, ma gli stipendi dei CFO tendono ad essere inferiori alla media. La quota della retribuzione basata sui risultati è generalmente superiore al 10% Come accade per molte posizioni dirigenziali, lo stipendio dei CFO è generalmente costituito da una componente fissa e da una variabile, basata Fig. 7: I CFO guadagnano di più in Svizzera, Germania e Austria (livelli di retribuzione annua dei 1 CFO, premi e benefit inclusi; in % di partecipanti per Paese) Svizzera 2 7 Germania 3 15 Austria 4 18 Paesi Bassi 5 26 Lussemburgo 6 Turchia 7 Belgio 8 Italia 9 Russia 10 Polonia 11 Francia 12 Svezia 13 Spagna 14 Portogallo Meno di e oltre 1) Meno di 100% = risposte mancanti 2) N = 156; 3) N = 185; 4) N = 40; 5) N = 81; 6) N = 30; 7) N = 36; 8) N = 167; 9) N = 181; 10) N = 197; 11) N = 139; 12) N = 371; 13) N = 105; 14) N = 249; 15) N = I CFO dei Paesi germanofoni guadagnano gli stipendi più alti 13

14 Nelle grandi aziende è comune una quota elevata di retribuzione basata sui risultati sui risultati e che può essere soggetta a notevoli varianti. Il 30% dei CFO intervistati ha contratti in cui la componente variabile ammonta a meno del 10% (cfr. figura 8). Quasi un terzo degli intervistati dichiara di percepire una componente variabile pari al 20% o più. Una quota elevata di retribuzione basata sui risultati è particolarmente comune nelle grandi aziende (cfr. figura 9), mentre in società con meno di 10 lavoratori le componenti variabili del reddito sono relativamente ridotte. Il livello della componente variabile dipende inoltre dal livello complessivo di retribuzione: maggiore è lo stipendio, più elevata tende ad essere la quota di compenso basata sui risultati. Ad esempio, la componente variabile per i CFO con uno stipendio inferiore a euro ammonta al 20% o più solo nel 9% dei casi, mentre tra i CFO intervistati compresi nello scaglione di reddito di almeno euro, oltre l 80% dichiara di avere un contratto che prevede componenti variabili pari al 20% della retribuzione. Interessanti differenze tra le componenti variabili delle retribuzioni del CFO emergono anche dal confronto dei risultati nei diversi Paesi: oltre la metà dei CFO intervistati che lavorano in Germania, Svizzera e Austria ha contratti che prevedono una notevole componente variabile, almeno del 20%, mentre un terzo dei CFO che lavorano in Germania ha addirittura una componente variabile minima del 30%. La retribuzione basata sul risultato è invece meno comune nei paesi dell Europa meridionale, come Francia, Italia, Portogallo e Spagna, in cui il numero di CFO intervistati la cui retribuzione è soggetta ad una componente variabile almeno del 20% è inferiore a un terzo. Tabella 1: Livelli dei prezzi in Europa Livelli comparativi dei prezzi finali al consumo per le famiglie private, imposte indirette incluse (EU 27 = 100) Svizzera 138 Lussemburgo 121 Francia 114 Belgio 113 Paesi Bassi 109 Austria 108 Svezia 108 Germania 106 Italia 105 Spagna 98 Portogallo 89 Turchia 64 Polonia 58 Source: Eurostat 2011 Fig. 8: Molti CFO hanno un contratto con una quota elevata di retribuzione basata sui risultati (percentuale della componente variabile dello stipendio dei CFO; in % di partecipanti) 30% o più 13 Nessuna risposta Meno del 5 % 12 Dal 5% al 10 % Fig. 9: La quota della retribuzione basata sui risultati è maggiore nelle grandi aziende (percentuale della componente variabile dello stipendio dei CFO; in % di partecipanti per dimensione dell organizzazione) Dal 20% al 30% 23 Dal 10% al 20% Meno del 5% Dal 5% al 10% 1-9 dipendenti (N = 676) Dal 10% al 20% Dal 20% al 30% 30% o più dipendenti e oltre (N = 305) 14

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012 BENESSERE CASA BELLEZZA RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012 Il potenziale imprenditoriale in Italia in tempo di crisi RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ IN EUROPA E IN ITALIA ANNO 2012 CASA

Dettagli

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q4 26 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q4/6 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Il differenziale retributivo in Europa

Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo di genere gender pay gap, misura la differenza relativa alle retribuzioni delle donne e degli uomini, ovvero il risultato delle discriminazioni

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO Meno disoccupati tra i laureati oltre i 35 anni La formazione universitaria resta un buon investimento e riduce il rischio di disoccupazione: la percentuale

Dettagli

Estratto dal Rapporto ABI 2013 sul Mercato del Lavoro nell Industria Finanziaria

Estratto dal Rapporto ABI 2013 sul Mercato del Lavoro nell Industria Finanziaria Estratto dal Rapporto ABI 2013 sul Mercato del Lavoro nell Industria Finanziaria Lavoro e competitività esterna: retribuzioni e costo del lavoro per posizioni lavorative Pagina 1 di 17 Capitolo 10 LAVORO

Dettagli

L inserimento professionale dei dottori di ricerca

L inserimento professionale dei dottori di ricerca 14 dicembre 2010 L inserimento professionale dei dottori di ricerca Anno 2009-2010 Tra dicembre 2009 e febbraio 2010 l Istat ha svolto per la prima volta l indagine sull inserimento professionale dei dottori

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Tax & Legal. Specialists in tax & legal recruitment www.michaelpage.it

SALARY SURVEY 2015. Tax & Legal. Specialists in tax & legal recruitment www.michaelpage.it SALARY SURVEY 2015 Tax & Legal Specialists in tax & legal recruitment www.michaelpage.it Tax & Legal Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione

Dettagli

Estratto dal Rapporto ABI 2014 sul Mercato del Lavoro nell Industria Finanziaria

Estratto dal Rapporto ABI 2014 sul Mercato del Lavoro nell Industria Finanziaria Estratto dal Rapporto ABI 2014 sul Mercato del Lavoro nell Industria Finanziaria Lavoro e competitività esterna: retribuzioni e costo del lavoro per posizioni lavorative Pagina 1 di 17 Capitolo 10 LAVORO

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013. Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013. Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013 Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire 1 Anche nel 2013, per il quarto anno consecutivo, Amway l azienda pioniere

Dettagli

I DOTTORI DI RICERCA: UNA RISORSA DA NON SPRECARE

I DOTTORI DI RICERCA: UNA RISORSA DA NON SPRECARE I DOTTORI DI RICERCA: UNA RISORSA DA NON SPRECARE di Liana Verzicco IL CAPITALE UMANO DI LIVELLO TERZIARIO Il solo obiettivo della strategia di Lisbona che l Unione Europea ha pienamente raggiunto prima

Dettagli

L indagine di Michael Page. Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro

L indagine di Michael Page. Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro L indagine di Michael Page Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro Come sta cambiando il ruolo del Direttore Risorse Umane

Dettagli

STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA

STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA Page Personnel, agenzia per il lavoro, è specializzata nella selezione di personale qualificato da inserire sia con la somministrazione di lavoro temporaneo sia mediante assunzioni

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition Summary in Italian Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Riassunto in italiano L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco

Dettagli

Il questionario è stato preparato

Il questionario è stato preparato PRIMO CONFRONTO DEGLI INDICATORI DEMOGRAFICI, FINANZIARI E DEL MERCATO DEL LAVORO DELLA PROFESSIONE Indagine Fve sulla professione medico veterinaria in Europa Le opinioni di oltre 13.000 veterinari provenienti

Dettagli

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag.

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag. Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Le retribuzioni dei e i gap retributivi con gli italiani Anno 2011 Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2 L appartenenza di genere pag.

Dettagli

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice ACCORDO in materia di ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM Stipulato da: ALSTOM, rappresentata da Patrick Dubert, E: la FEM (Federazione Europea Metalmeccanici), rappresentata da Bart

Dettagli

LA PERFORMANCE SUL LAVORO

LA PERFORMANCE SUL LAVORO kelly Global workforce index LA PERFORMANCE SUL LAVORO 120.000 PERSONE EDIZIONE: GIUGNO 2013 3 1 I P A E S PENSI DI ESSERE PAGATO/A A SUFFICIENZA? (PER COMPETENZE) SÌ 26% Scienze 24% Finanza/ Contabilità

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

Estratto dal Capitolo 11 del Rapporto 2007 sul mercato del lavoro nell industria finanziaria

Estratto dal Capitolo 11 del Rapporto 2007 sul mercato del lavoro nell industria finanziaria Estratto dal Capitolo 11 del Rapporto 2007 sul mercato del lavoro nell industria finanziaria LAVORO E COMPETITIVITA ESTERNA: RETRIBUZIONI E COSTO DEL LAVORO PER POSIZIONI LAVORATIVE 11.1 Premessa Facendo

Dettagli

Insight. Chief Financial Officer. Una professione in continua evoluzione (Survey) N. 27 Ottobre 2009

Insight. Chief Financial Officer. Una professione in continua evoluzione (Survey) N. 27 Ottobre 2009 Insight N. 27 Ottobre 2009 Chief Financial Officer. Una professione in continua evoluzione (Survey) In uno scenario di business e finanziario sempre più volatile, il Chief Financial Officer (CFO) si trova

Dettagli

Gentili Clienti, Abbiamo il piacere di presentarvi gli studi di retribuzione di Michael Page Italia per l anno 2011.

Gentili Clienti, Abbiamo il piacere di presentarvi gli studi di retribuzione di Michael Page Italia per l anno 2011. 3 Michael Page Salary Survey 2011 - Tax & Legal 4 Gentili Clienti, Abbiamo il piacere di presentarvi gli studi di retribuzione di Michael Page Italia per l anno 2011. L obiettivo delle nostre Salary Survey

Dettagli

Cambiare mentalità. Il lavoro come vocazione

Cambiare mentalità. Il lavoro come vocazione Cambiare mentalità. di Jaime Ortega Professore ordinario di Organizzazione aziendale, Dipartimento di Economia aziendale, Università Carlos III di Madrid Negli ultimi vent anni (1991-2011) in Europa e

Dettagli

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in Italian. Sintesi in italiano

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in Italian. Sintesi in italiano Education at a Glance 2010: OECD Indicators Summary in Italian Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE Sintesi in italiano Nell area OCSE, i governi stanno cercando di rendere più efficace il sistema

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca

Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca L inchiesta sui salari viene condotta dall ASIB ogni due anni. Il salario è una parte essenziale del contratto di lavoro. Nelle banche, gli stipendi vengono

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione III trimestre 214 Rapporto in sintesi Secondo l ultimo Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione, in diversi Paesi l inflazione attesa dai

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente

La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente le prospettive lavorative dei laureati Laureati in corsi lunghi e di durata triennale: quanti trovano lavoro? Nel 2007 il 73,2% dei laureati

Dettagli

6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO

6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO 6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO Nel comprendere le strategie formative adottate dalle grandi imprese assume una particolare rilevanza esaminare come si distribuiscano le spese complessivamente sostenute

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

Performance-related Pay Policies for Government Employees. Politiche sugli Incentivi Retributivi Correlati ai Risultati per i Dipendenti Statali

Performance-related Pay Policies for Government Employees. Politiche sugli Incentivi Retributivi Correlati ai Risultati per i Dipendenti Statali Performance-related Pay Policies for Government Employees Summary in Italian Politiche sugli Incentivi Retributivi Correlati ai Risultati per i Dipendenti Statali Riassunto in italiano Introduzione Vent

Dettagli

INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI. RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI e COOPERATIVE SOCIALI

INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI. RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI e COOPERATIVE SOCIALI INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI e COOPERATIVE SOCIALI PROVINCIA DI PRATO Campi Bisenzio - FIRENZE 16 Dicembre 2013 Pagina 1 di 25 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. INTRODUZIONE...

Dettagli

INQUADRIAMO I QUADRI

INQUADRIAMO I QUADRI INQUADRIAMO I QUADRI QUADRI DI VALORE, la più grande indagine sui quadri aziendali italiani lanciata a luglio da Manageritalia in collaborazione con LinkedIn, OD&M, Praxi, AstraRicerche, ci mostra uno

Dettagli

OCCUPAZIONE E RETRIBUZIONE: EVIDENZE DALL INDAGINE ISFOL SULLA MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI DOTTORI DI RICERCA

OCCUPAZIONE E RETRIBUZIONE: EVIDENZE DALL INDAGINE ISFOL SULLA MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI DOTTORI DI RICERCA OCCUPAZIONE E RETRIBUZIONE: EVIDENZE DALL INDAGINE ISFOL SULLA MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI DOTTORI DI RICERCA Investire in istruzione In letteratura è stato ampiamente dimostrato che le persone che effettuano

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Retribuzioni, produttività e distribuzione del reddito un confronto internazionale

Retribuzioni, produttività e distribuzione del reddito un confronto internazionale Retribuzioni, produttività e distribuzione del reddito un confronto internazionale di Giuseppe D Aloia 1 L inflazione Negli anni scorsi tutto il dibattito sul potere d acquisto delle retribuzioni si è

Dettagli

LA SPESA PER REDDITI DA LAVORO DIPENDENTE: CONFRONTO TRA GERMANIA, FRANCIA, ITALIA, REGNO UNITO E SPAGNA.

LA SPESA PER REDDITI DA LAVORO DIPENDENTE: CONFRONTO TRA GERMANIA, FRANCIA, ITALIA, REGNO UNITO E SPAGNA. LA SPESA PER REDDITI DA LAVORO DIPENDENTE: CONFRONTO TRA GERMANIA, FRANCIA, ITALIA, REGNO UNITO E SPAGNA. La spesa per redditi da lavoro dipendente rappresenta la remunerazione complessiva erogata ai propri

Dettagli

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005 Summary in Italian Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005 Riassunto in italiano Sommario Esecutivo Prosegue la tendenza

Dettagli

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in English. Sintesi in italiano

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in English. Sintesi in italiano Education at a Glance 2010: OECD Indicators Summary in English Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE Sintesi in italiano Nell area OCSE, i governi stanno cercando di rendere più efficace il sistema

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2006 Edition. Uno sguardo sull Educazione: Gli indicatori dell OCSE Edizione 2006

Education at a Glance: OECD Indicators - 2006 Edition. Uno sguardo sull Educazione: Gli indicatori dell OCSE Edizione 2006 Education at a Glance: OECD Indicators - 2006 Edition Summary in Italian Uno sguardo sull Educazione: Gli indicatori dell OCSE Edizione 2006 Riassunto in italiano Uno sguardo sull educazione fornisce agli

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN UE

MODELLI DI VALUTAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN UE MODELLI DI VALUTAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN UE Unità italiana di Eurydice, novembre 2009 Gli ultimi due decenni sono stati caratterizzati da un aumento progressivo della valutazione dell operato degli insegnanti.

Dettagli

CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI

CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI

Dettagli

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA Sulle retribuzioni più basse meno tasse fino a 1.700 euro all anno ================================================= Il cuneo fiscale in Italia è in discesa.

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE. Overview. Education Policy Analysis. Analisi delle politiche educative

Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE. Overview. Education Policy Analysis. Analisi delle politiche educative Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE Overview Education Policy Analysis Analisi delle politiche educative Le note di sintesi sono degli stralci di pubblicazioni dell OCSE. Sono disponibili

Dettagli

LE DONNE TRA LAVORO FAMIGLIA E WELFARE

LE DONNE TRA LAVORO FAMIGLIA E WELFARE LE DONNE TRA LAVORO FAMIGLIA E WELFARE Vicenza, 16 aprile 2013 Local Area Network s.r.l. p.tta Gasparotto, 8 35131 Padova tel. 049.80.46.411 fax 049.80.46.444 www.lanservizi.com info@lanservizi.com LA

Dettagli

Commissione Europea Eurobarometro DONAZIONI E TRASFUSIONI DI SANGUE

Commissione Europea Eurobarometro DONAZIONI E TRASFUSIONI DI SANGUE Commissione Europea Eurobarometro DONAZIONI E TRASFUSIONI DI SANGUE L'obiettivo di questa ricerca speciale sugli atteggiamenti degli europei nei confronti della donazione e della trasfusione di sangue

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

Lavoro, flessibilità e precarietà:valutazioni ed esperienze dei giovani

Lavoro, flessibilità e precarietà:valutazioni ed esperienze dei giovani 1 Lavoro, flessibilità e precarietà:valutazioni ed esperienze dei giovani La situazione dei giovani lavoratori italiani risulta a noi particolarmente svantaggiata. La società di oggi richiede ai giovani

Dettagli

Mercato lavoro, orari, produttività, salari

Mercato lavoro, orari, produttività, salari Mercato lavoro, orari, produttività, salari Roberto Romano 22 marzo 2012 Sommario Premessa... 2 Rigidità della protezione dell'occupazione... 2 Italia, paese dai bassi salari... 4 Ore lavorate... 5 Costo

Dettagli

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Presentazione della metodologia volta a graduare le particolari posizioni organizzative ai fini della corresponsione della retribuzione di posizione

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

PARTE I IL FENOMENO DELL INVECCHIAMENTO NELLA CONDUZIONE AZIENDALE

PARTE I IL FENOMENO DELL INVECCHIAMENTO NELLA CONDUZIONE AZIENDALE PARTE I IL FENOMENO DELL INVECCHIAMENTO NELLA CONDUZIONE AZIENDALE Il fenomeno dell invecchiamento nella conduzione aziendale 1. I CONDUTTORI AGRICOLI NELL UNIONE EUROPEA Secondo i più recenti dati disponibili

Dettagli

Comunicazioni e informazioni

Comunicazioni e informazioni Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 218 A Edizione in lingua italiana Comunicazioni e informazioni 58 o anno 3 luglio 2015 Sommario V Avvisi PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI Commissione europea 2015/C

Dettagli

Fabbisogni formativi delle Aziende aderenti ad Asstra, Federambiente e FederUtility

Fabbisogni formativi delle Aziende aderenti ad Asstra, Federambiente e FederUtility Fabbisogni formativi delle Aziende aderenti ad Asstra, Federambiente e FederUtility 31 Ottobre 2014 Indice Indice... 2 Indice delle Tabelle Sezione I Trasporto Pubblico Locale... 5 Indice delle Tabelle

Dettagli

Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi

Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi Tre cifre sintetizzano eloquentemente la situazione delle retribuzioni dei docenti della scuola statale negli ultimi 13 anni

Dettagli

Valori di riferimento e indicatori strategici per la gestione del personale Strategia per il personale dell Amministrazione federale 2011-2015

Valori di riferimento e indicatori strategici per la gestione del personale Strategia per il personale dell Amministrazione federale 2011-2015 Valori di riferimento e indicatori strategici per la gestione del personale Strategia per il personale dell Amministrazione federale 2011-2015 Dipartimento federale delle finanze DFF Ufficio federale del

Dettagli

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave MEMO/08/XXX Bruxelles, 16 ottobre 2008 La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave La Commissione europea pubblica oggi il resoconto annuale delle tendenze sociali negli Stati

Dettagli

Eurobarometro n. 57-Rapporto Italia

Eurobarometro n. 57-Rapporto Italia Eurobarometro n. 57-Rapporto Italia In occasione dell uscita del Rapporto Eurobarometro n. 57, di seguito riportiamo la sintesi e le conclusioni della parte relativa all Italia. Il documento completo è

Dettagli

IL TECNICO DELL'AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

IL TECNICO DELL'AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE G L O S S A R I O JOB PROFILE IL TECNICO DELL'AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE tratto da www.isfol.it/orientaonline IL TECNICO DELL'AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE DEFINIZIONE Il Tecnico dell Amministrazione

Dettagli

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori.

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013 1 La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. A luglio 2013 gli occupati sono il 55,9% ossia 22 milioni 509 mila, mentre i disoccupati sono 3 milioni

Dettagli

IL SOSTEGNO IN ETA PRESCOLARE MESSAGGI POLITICI

IL SOSTEGNO IN ETA PRESCOLARE MESSAGGI POLITICI IL SOSTEGNO IN ETA PRESCOLARE MESSAGGI POLITICI Introduzione Questo documento propone una panoramica delle principali conclusioni e raccomandazioni indicate dall Agenzia Europea per lo Sviluppo dell Istruzione

Dettagli

Comparazione dei Risultati dell Indagine

Comparazione dei Risultati dell Indagine Comparazione dei Risultati dell Indagine DOCTAE (Agr. nr. 2007-1983 001/001) Questo progetto è stato finanziato con il supporto della Commissione Europea. Questo documento riflette unicamente il punto

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

NIL GRUPPO ASSITECA MISURA

NIL GRUPPO ASSITECA MISURA ewsletter ANNO VIII - NUMERO 33 NIL GRUPPO MISURA L INDICE DI FIDUCIA DELLE IMPRESE ITALIANE NELLE ASSICURAZIONI Il broker di assicurazioni è per definizione un professionista al servizio del Cliente,

Dettagli

AlmaLaurea: i laureati in Ingegneria alla prova del lavoro

AlmaLaurea: i laureati in Ingegneria alla prova del lavoro AlmaLaurea: i laureati in Ingegneria alla prova del lavoro Ingegneria è tradizionalmente considerata una laurea forte, un percorso di studi severo che apre al mondo del lavoro, forma professionisti in

Dettagli

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Premessa La crisi economica è ancora argomento d attualità. Lungi dal perdersi nell analisi approfondita di indici economici e nella ricerca di una verità nei

Dettagli

LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 2002

LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 2002 Azienda Speciale Camera di Commercio di Lecco LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 22 UNA SINTESI DEI RISULTATI In collaborazione con Versione st/15 aprile 25 Progetto Laboratorio

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

CONIUGARE FAMIGLIA E LAVORO: LE SOLUZIONI LAVORATIVE DI DONNE E UOMINI

CONIUGARE FAMIGLIA E LAVORO: LE SOLUZIONI LAVORATIVE DI DONNE E UOMINI CONIUGARE FAMIGLIA E LAVORO: LE SOLUZIONI LAVORATIVE DI DONNE E UOMINI Opzioni di lavoro nel futuro Durante l estate e l autunno del 1998, la Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012.

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. 3 Michael Page Page Salary Survey Salary 2009 - Survey Human 2012 Resources - Retail 4 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. Michael Page,

Dettagli

RELAZIONE DEL GRUPPO AD ALTO LIVELLO SULLO SVILUPPO DI UNO SPAZIOUNICO EUROPEO DEI TRASPORTI SINTESI DELLE RACCOMANDAZIONI

RELAZIONE DEL GRUPPO AD ALTO LIVELLO SULLO SVILUPPO DI UNO SPAZIOUNICO EUROPEO DEI TRASPORTI SINTESI DELLE RACCOMANDAZIONI RELAZIONE DEL GRUPPO AD ALTO LIVELLO SULLO SVILUPPO DI UNO SPAZIOUNICO EUROPEO DEI TRASPORTI Giugno 2012 Gruppo ad alto livello presieduto dal professor B. T. Bayliss SINTESI DELLE RACCOMANDAZIONI Il gruppo

Dettagli

Gli europei e le lingue

Gli europei e le lingue Speciale Eurobarometro 386 Gli europei e le lingue SINTESI Rispetto alla popolazione dell'ue, la lingua più parlata come lingua madre è il tedesco (16%), seguita da italiano e inglese (13% ciascuna), francese

Dettagli

PMO: così fanno le grandi aziende

PMO: così fanno le grandi aziende PMO: così fanno le grandi aziende Tutte le grandi aziende hanno al loro interno un PMO - Project Management Office che si occupa di coordinare tutti i progetti e i programmi aziendali. In Italia il project

Dettagli

Schede Paese. La Slovacchia di fronte alla crisi

Schede Paese. La Slovacchia di fronte alla crisi Osservatorio Economie reali e politiche per le imprese nei Paesi dell Europa centrale e sud-orientale Schede Paese La Slovacchia di fronte alla crisi 2 aggiornamento: Ottobre 2009 Contenuto La Slovacchia

Dettagli

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici:

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Barometro Ipsos / Europ Assistance Intenzioni e preoccupazioni degli europei per le vacanze estive Sintesi Ipsos per il Gruppo Europ Assistance Giugno 2015 Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Fabienne

Dettagli

Andamento delle retribuzioni del personale insegnante

Andamento delle retribuzioni del personale insegnante Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN Andamento delle retribuzioni del personale insegnante Anni 1993-2000 N o v e m b r e 2000

Dettagli

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 (art. 14 comma 5 - d.lgs 150/2009) sintesi dati Generali, per Area e tipologia di dipendente Le Amministrazioni pubbliche, nella prospettiva di

Dettagli

REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE

REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE Sono fermamente convinto che nel nostro nuovo Gruppo Monier la performance del nostro staff sarà più importante che mai. I nostri ambiziosi obiettivi aziendali

Dettagli

EMBARGO. Da non pubblicare prima di Giovedì 4 dicembre 2014, ore 23:01 GMT (5 dicembre, ore 00:01 CET)

EMBARGO. Da non pubblicare prima di Giovedì 4 dicembre 2014, ore 23:01 GMT (5 dicembre, ore 00:01 CET) Sintesi del rapporto EMBARGO Da non pubblicare prima di Giovedì 4 dicembre 2014, ore 23:01 GMT (5 dicembre, ore 00:01 CET) Rapporto globale sui salari 2014/15 Disparità di salario e di reddito Rapporto

Dettagli

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1. Sesso maschile femminile 2. Età anni 14-17 18-25 26-35 36-60 più di 60 3. In quale settore/i svolgi prioritariamente la tua attività? Ricerca Pubblica

Dettagli

EDGAR, DUNN & COMPANY

EDGAR, DUNN & COMPANY PATRICK DESMARES - Vice Direttore 1 Schema della presentazione Il piano della ricerca I risultati della ricerca u Gestione della redditività cliente - Il contesto strategico u Misurazione della redditività

Dettagli

Communication on. Progress 2011

Communication on. Progress 2011 Sommario PARTE PRIMA Dichiarazione Aziendale PARTE SECONDA Applicazione principi PARTE TERZA Set di Indicatori 3 Dichiarazione Aziendale L adesione al Global Compact della Neatec, e l applicazione dei

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN COS È IL BUSINESS PLAN E QUAL È LA SUA UTILITÀ? Il business plan è un documento scritto che descrive la vostra azienda, i suoi obiettivi e le sue strategie, i

Dettagli

Giornata di studio su W orkfare e W elfare

Giornata di studio su W orkfare e W elfare Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale Pensare Fare Partecipare Giornata di studio su W orkfare e W elfare Pordenone 03 febbraio 2009 Sala Consiliare della Provincia

Dettagli

Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO

Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO Tendenze e percezioni della consumerizzazione mobile Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO RAPPORTO FINALE CONFRONTI: BATTERIE 1 E 2 REDATTO PER: TREND MICRO, INC. DA: DECISIVE ANALYTICS, LLC Cheryl Harris,

Dettagli

Informazioni generali/metodologia. Analisi del profilo. Aspettative degli studenti e valutazione dell'università

Informazioni generali/metodologia. Analisi del profilo. Aspettative degli studenti e valutazione dell'università Italian Edition Informazioni generali/metodologia Analisi del profilo Aspettative degli studenti e valutazione dell'università Formazione universitaria e carriera lavorativa trendence radius of action

Dettagli

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT Ercole Colonese RUBIERRE srl Consulenti di Direzione ercole@colonese.it www.colonese.it Roma, 2008 Occupazione e professioni nell ICT Rapporto 2006 L evoluzione

Dettagli

PMI: il punto sull attività negli ultimi 12 mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 2014

PMI: il punto sull attività negli ultimi 12 mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 2014 PMI: il punto sull attività negli ultimi mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 20 1 settembre 20 Indice Introduzione Metodologia pag. 3 Struttura del campione pag. Risultati Sintesi pag. Risultati per regione

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo

IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo di Riccardo Barni PARTE I SCOPO DEL BUSINESS PLAN 1. A COSA SERVE IL B. P. A determinare i progetti futuri A verificare il raggiungimento degli obiettivi A reperire

Dettagli

Ampliamento e riforma dei Fondi strutturali: prospettive di policy e implicazioni di bilancio

Ampliamento e riforma dei Fondi strutturali: prospettive di policy e implicazioni di bilancio Ampliamento e riforma dei Fondi strutturali: prospettive di policy e implicazioni di bilancio Sintesi 1. INTRODUZIONE In un contesto caratterizzato da una fase di ampliamento, l Unione Europea sta per

Dettagli

ELABORAZIONE QUESTIONARIO STUDENTI

ELABORAZIONE QUESTIONARIO STUDENTI ANALISI DI FABBISOGNI DI INNOVAZIONE E FORMAZIONE 1. Le Figure Professionali IFTS Il Tecnico superiore per l organizzazione ed il marketing del turismo integrato gestisce i rapporti con soggetti pubblici

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie

Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano. Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie Università Commerciale Luigi Bocconi, Milano Progetto Orientamento scolastico e percorsi di studio al termine delle scuole medie SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ANGELO CANOSSI, GARDONE VAL TROMPIA La scelta

Dettagli