Velocità nella circolazione stradale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Velocità nella circolazione stradale"

Transcript

1 Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 1 Velocità nella circolazione stradale anni upi Ufficio prevenzione infortuni

2 La velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Argomento L eccessiva velocità una causa frequente d incidente. Le statistiche internazionali sugli incidenti della circolazione mostrano che i giovani conducenti hanno un rischio d incidente da due a tre volte superiore rispetto ai conducenti più esperti. Considerando anche i dati non registrati, si constata con sconcerto che almeno una persona su due tra i 18 e i 24 anni resta coinvolta in un incidente stradale prima causa di decesso in questa fascia d età. Le donne sono più facilmente all origine di collisioni (ad esempio in situazioni complesse su strade comunali), mentre gli uomini causano piuttosto incidenti autoprovocati fuori località (di solito durante il fine settimana, di notte e a velocità non adeguate, in parte sotto l influsso di alcol). Per molti il fascino della guida risiede proprio nell ebbrezza della velocità. Fra i giovani conducenti maschi il connubio tra guida e velocità elevata è dovuto a molti fattori. Sopravvalutazione delle proprie capacità: un accresciuta propensione al rischio correlata alla scarsa esperienza di guida porta i giovani conducenti maschi a sopravvalutare eccessivamente le proprie capacità. Propensione al rischio: i giovani adulti sono più propensi ad assumere comportamenti azzardati rispetto agli adulti per motivi di autostima, di riconoscimento e per uno spirito di appartenenza al gruppo. Spavalderia: soprattutto per i giovani uomini è importante fare colpo attraverso lo stile di guida o imporsi sugli altri conducenti. Scoprire i propri limiti: per i giovani conducenti è importante mettere alla prova i propri limiti al volante di una vettura. Passeggeri: la presenza di passeggeri della stessa età influisce sullo stile di guida di un giovane conducente. Divertimento: la macchina riveste un ruolo centrale nella vita dei giovani conducenti. Dietro questo entusiasmo, però, si tende a dimenticare il rischio d incidente. Stile di guida: chi va piano, chi è prudente e non coglie al volo le opportunità che si presentano è considerato da molti giovani un pessimo conducente. Per molti uno stile di guida veloce sembra essere la norma. Sistemi tecnici: le cinture di sicurezza, gli airbag e gli ausili elettronici alla guida inducono molti conducenti a non rispettare i limiti di velocità. Questi sistemi, però, non possono impedire gli incidenti, ma al massimo ridurne le conseguenze. Trovate altre informazioni dettagliate nel nostro sito internet alla pagina Prevenzione degli infortuni Prevenzione strutturale e comportamentale Per ottimizzare la sicurezza occorre lavorare sulla struttura e sul comportamento. Nella circolazione stradale, per struttura s intende ciò che, di regola, resta inalterato per un lasso di tempo prolungato. Diverso, invece, è il discorso per quanto attiene al comportamento dei conducenti. La sicurezza dei futuri e dei nuovi conducenti può essere aumentata rafforzando quegli atteggiamenti utili ad assumere comportamenti sicuri ed esortando i giovani a tradurre in realtà le nozioni acquisite.

3 La velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Obiettivi didattici Le alunne e gli alunni attraverso la visione di alcuni cortometraggi sono sensibilizzati ai rischi correlati, in particolare, agli eccessi di velocità nella circolazione stradale, discutono le cause degli eccessi di velocità, riconoscono i nessi tra velocità inadeguata e rischio d incidente, cercano insieme possibili soluzioni per convivere in modo sicuro con la velocità. 1. Approccio didattico e metodologico La partecipazione degli alunni Questa unità didattica mette in primo piano l «apprendimento dai coetanei». Affinché ciò sia possibile, agli alunni bisogna offrire sufficiente spazio di partecipazione attiva. 2. La moderazione dell insegnante Il ruolo dell insegnante consiste nell accompagnare gli alunni e moderare le differenti situazioni didattiche. Si preoccupa di permettere ai ragazzi di confrontare le loro opinioni divergenti con i propri comportamenti, e non di veicolare il maggior numero possibile di contenuti sul tema della velocità. Tematizza in modo esemplare le difficoltà, piuttosto di puntare alla completezza dei contenuti. È il «coraggio di trascurare». La moderazione dell insegnante stimola gli allievi a tematizzare la velocità osservandola sotto differenti angolazioni. L insegnante guida la classe attraverso gli spunti non li giudica, né li interpreta, né li giustifica. 3. Offrire spazi di riflessione Occorre assolutamente prevedere tempo sufficiente per le riflessioni con i partecipanti (procedura orientata alle necessità). È una premessa indispensabile per consentire il lavoro su se stessi e le riflessioni personali. I tempi indicati sono puramente indicativi. 4. Attività di approfondimento Questa scheda didattica è una lezione «preconfezionata», ma singoli testi e attività si prestano anche per essere utilizzati in differenti materie d insegnamento. In sintesi Velocità e relative velocità di collisione A 30 km/h Mediamente il tempo di reazione è di 2 secondi. Distanza percorsa Velocità in 2 sec. 30 km/h 16 m 50 km/h 28 m A 50 km/h 16 m 5 m Spazio di reazione Spazio di frenata (su carreggiata asciutta) 28 m 13 m

4 La velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Struttura della lezione anni Materiale di lavoro 1 DVD upi Schede di lavoro n. 1.1 e cartoncini e 4 pennarelli 15 Gruppo Introduzione dell argomento Suddividere la classe in quattro gruppi. Ogni gruppo visiona una o due volte uno dei cortometraggi dell upi sul tema «Velocità nella circolazione stradale». Durante o subito dopo la visione del cortometraggio, gli allievi prendono nota di ogni idea, spunto od osservazione che sorge loro spontaneo. Ogni allievo legge al proprio gruppo la sua lista di osservazioni. Quali spunti si desidera discutere in classe? I concetti sono annotati sui cartoncini. 20 Classe Approfondimento L insegnante assume il ruolo di moderatore. I concetti sono brevemente presentati alla classe. Dapprima i cartoncini sono organizzati secondo il contenuto, poi si concorda l ordine in cui i temi saranno approfonditi. Segue la discussione in classe. Al termine del dibattito gli allievi rispondono alla rispettiva domanda sul cortometraggio visionato all inizio della lezione (attività 3a). Poi annotano le possibili ragioni all origine delle «formulazioni Lo sai che» (attività 3b). 10 Singolo Conclusione Ogni allievo/a annota nell attività 4 le sue proposte per ridurre i rischi nella circolazione stradale. Le risposte possono anche essere annotate su dei fogli da esporre in classe.

5 La velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Ogni anno la polizia revoca per eccesso di velocità oltre licenze di condurre (il 45% di tutte le patenti ritirate). Quasi 7000 di queste licenze appartengono a giovani tra i 18 e i 24 anni. L 85% delle revoche per grave eccesso di velocità concerne conducenti uomini.

6 Ulteriori informazioni Per la tua sicurezza. Il tuo upi. L upi è il centro svizzero di competenza per la prevenzione degli infortuni al servizio della popolazione. Conformemente al mandato federale, l upi persegue lo scopo di divulgare i risultati scientifici derivanti dalla propria attività di ricerca tramite le sue consulenze, le formazioni e le campagne destinate tanto agli specialisti quanto al vasto pubblico. Il sito offre maggiori informazioni. L upi consiglia i seguenti Safety Tool: dai 6 ai 12 anni Controllo della sicurezza in acqua Percorso casa-scuola Vedere ed essere visti Escursioni Cadute Calcio dai 9 ai 12 anni Sci e snowboard Escursioni Gite in bicicletta Cadute Calcio dai 13 ai 15 anni Tecnica e creatività Sci e snowboard Escursioni Gite in bicicletta Calcio dai 16 ai 18 anni La velocità nella circolazione stradale Alcol e droghe nella circolazione stradale Sci e snowboard Gite in bicicletta Calcio I Safety Tool possono essere ordinati gratis oppure scaricati in formato PDF: upi 2010, riproduzione gradita con indicazione della fonte upi Ufficio prevenzione infortuni, casella postale 8236, CH-3001 Berna Tel , fax ,

7 Scheda di lavoro per la promozione della sicurezza 1.1 Safety Tool n. 1 Velocità nella circolazione stradale anni Obiettivi attraverso alcuni cortometraggi, interrogativi e affermazioni sulla «velocità nella circolazione stradale» imparerai l importanza di un andatura adeguata; elaborerai in classe delle tattiche per ridurre i rischi sia come futuro/a conducente, sia come passeggero; sarai in grado di riconoscere i nessi tra velocità inadeguata e rischio d incidente. Sintesi dei cortometraggi Film 1 Strade e tecnica dei veicoli Durata: 3 minuti e 22 secondi Il cortometraggio mostra giovani adulti mentre percorrono a bordo dei loro veicoli una strada di montagna, un autostrada e le vie di una città. Rony è felice di smontare dal lavoro e sale su un auto sportiva. Affronta compiaciuto le numerose curve della strada di montagna, e alla fine della corsa si gusta il panorama. Maurizio chiede al padre di prestargli l auto nuova, nonostante il tempo piovoso. Sta percorrendo l autostrada in compagnia di un amico. Cécile ha un appuntamento con il suo ragazzo, e si spazientisce nel vederlo ancora in bagno a radersi. Infine, i due giovani si recano in centro con l automobile. Il cortometraggio rimanda alle tecniche sempre più raffinate di costruzione delle strade e di fabbricazione dei veicoli. Domande: una tecnica all avanguardia e il miglior comportamento su strada dei veicoli non inducono a sopravvalutare le proprie capacità? Airbag, sistemi elettronici di assistenza alla guida e protezioni antisfondamento possono annullare le leggi della fisica? Alla pagina è possibile scaricare le schede di lavoro Safety Tool nel formato di testo e adattarle alle proprie esigenze. upi Ufficio prevenzione infortuni

8 Scheda di lavoro 1.1 Velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Film 2 Propensione al rischio Durata: 3 minuti e 43 secondi Cécile non vede l ora delle vacanze, è proprio stufa di pensare solo a studiare! Ma ci sono ancora un paio di cosette da sistemare. Rony si trova nel garage in cui lavora e si guarda attorno annoiato. In un catalogo per accessori scova dei cerchi da corsa che pensa di acquistare con i suoi risparmi. Daniele sta cercando un impiego e non ne può più della madre che gli mostra annunci di lavoro e lo esorta a prendere una decisione. Domanda: l irritazione e lo stress possono influire sull attenzione e la concentrazione al volante? Film 3 Gruppo Pari Durata: 3 minuti e 32 secondi Maurizio si è fatto prestare dal padre la nuova auto e ne ammira con gli amici il motore. Poi decidono di andarsene con due veicoli. Durante il viaggio succedono diverse cose: manovre di sorpasso azzardate, e infine un incidente con una pattinatrice in-line. Rony è in auto con la sua ragazza e vuole impressionarla. A lei, però, il suo stile di guida non piace. Domanda: i passeggeri hanno un influsso sul tuo stile di guida? Film 4 Disco Durata: 3 minuti e 34 secondi Dopo una serata in discoteca, Daniele sta rincasando in auto con degli amici. Le condizioni del tempo e la visuale, la stanchezza ed infine una chiamata sul cellulare lo mettono a dura prova. La ragazza sul sedile posteriore si è addormentata e sogna la discoteca e il suo ragazzo Rony, che è rimasto a casa a giocare con la Playstation. Maurizio si sta divertendo in discoteca con gli amici, assaporando l ambiente rilassato. Ad ora tarda cerca di chiamare Daniele invano. Cosa sarà successo? Questo cortometraggio non pone nessuna domanda! Riesci a formulare tu una domanda adeguata? Pagina 2

9 Scheda di lavoro 1.1 Velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Attività 1a Cortometraggi Consegna: la classe è suddivisa in gruppi di 3 4 allievi. Ogni gruppo visiona una o due volte uno dei quattro cortometraggi. Durante o subito dopo la visione, prendi appunti su qualsiasi idea o spunto che ti sorge spontaneo! Attività 1b Cortometraggi Consegna: leggi nel gruppo la tua lista di spunti e osservazioni! Quali idee dovrebbero essere discusse in classe? Annota questi spunti sui cartoncini! Attività 2 Discussione Consegna: presentate brevemente alla classe i cartoncini allestiti nel gruppo! In classe, definite la sequenza dei temi da approfondire tutti insieme! Ecco alcuni esempi per il dibattito nel plenum: aquaplaning tuning mancato incidente manovre di sorpasso stress provocazione Pagina 3

10 Scheda di lavoro 1.1 Velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Attività 3a Domande sui cortometraggi Consegna: come risponderesti alle domande poste nei cortometraggi? Film 1 Strade e tecnica dei veicoli Una tecnica all avanguardia e il miglior comportamento su strada dei veicoli non inducono a sopravvalutare le proprie capacità? Airbag, sistemi elettronici di assistenza alla guida e protezioni antisfondamento possono annullare le leggi della fisica? Film 2 Propensione al rischio L irritazione e lo stress possono influire sull attenzione e la concentrazione al volante? Film 3 Gruppo Pari I passeggeri hanno un influsso sul tuo stile di guida? Film 4 Discoteca Questo cortometraggio non pone nessuna domanda. Riesci a formulare tu una domanda adeguata? Seguito scheda di lavoro 1.2 Pagina 4

11 Scheda di lavoro 1.2 Velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Attività 3b Lo sai che Consegna: riesci a motivare le seguenti affermazioni? Film 1 Strade e tecnica dei veicoli Lo sai che... la perfezione tecnica nella costruzione di strade e veicoli può indurre a una guida più veloce?... nemmeno le più sofisticate tecnologie nella costruzione delle carreggiate e nella tecnica dei veicoli potranno mai compensare le leggi della fisica nella circolazione stradale?... si guida più velocemente a bordo di macchine con più cavalli?... molti giovani conducenti hanno un legame affettivo molto forte con la propria vettura? Film 2 Propensione al rischio Lo sai che... la rabbia e lo stress possono influire sulla tua attenzione e concentrazione al volante?... gli uomini tendono ad acquistare veicoli più potenti rispetto alle donne?... i giovani uomini assumono maggiori rischi nella circolazione stradale rispetto alle donne?... problemi psichici (come la disoccupazione o i problemi di cuore) possono aumentare il rischio d incidente? Pagina 5

12 Scheda di lavoro 1.2 Velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Film 3 Gruppo Pari Lo sai che... i passeggeri possono influire negativamente sulla sicurezza dei giovani conducenti?... rimanere incollati alla vettura che precede o l inserirsi con forza davanti alle altre auto è considerato fra i comportamenti più irritanti nella circolazione stradale?... i comportamenti a rischio hanno sovente una funzione simbolica? In altre parole, con il suo stile di guida e l equipaggiamento della sua vettura il giovane conducente cerca di veicolare un messaggio di sé al mondo che lo circonda.... l eccessiva fiducia dei giovani nelle proprie capacità è un importante fattore di rischio?... gli eccessi di velocità rappresentano un infrazione molto frequente, e che i «colpevoli» sono soprattutto giovani uomini?... una velocità inadeguata è la principale causa d incidente fra i giovani conducenti?... che gli uomini causano oltre il doppio degli incidenti rispetto alle donne?... che il contesto sociale dei giovani influenza il loro comportamento nella circolazione stradale? Pagina 6

13 Scheda di lavoro 1.2 Velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Film 4 Discoteca Lo sai che... ascoltare in auto musica elettrizzante a tutto volume è considerato un rischio per la circolazione?... telefonare mentre si guida aumenta il rischio d incidente?... fra i giovani, il tipico infortunio mortale è un grave incidente della circolazione provocato da una perdita di controllo del proprio veicolo a velocità eccessiva, nel fine settimana, durante un uscita in compagnia di amici, di notte, su strade fuori località?... l acuità visiva notturna è pari al 10 % dell acuità visiva diurna?... lo spazio di frenata aumenta del 25 % su strada bagnata ed è addirittura otto volte maggiore su strada innevata o ghiacciata?... una maggiore propensione al rischio abbinata all inesperienza fa dei giovani adulti il primo gruppo a rischio nella circolazione stradale? Pagina 7

14 Scheda di lavoro 1.2 Velocità nella circolazione stradale Safety Tool n. 1 Attività 4 Discussione finale Consegna: come puoi contribuire a ridurre i rischi nella circolazione stradale? La seguente lista contiene già alcune proposte. Discutine coi compagni, motiva le tue affermazioni e completa l elenco! Ecco come evitare incidenti o mitigare le conseguenze di un incidente della circolazione Abbi il coraggio di non salire a bordo di una vettura guidata da un «pirata della strada»! Se un conducente non guida in modo adeguato, abbi il coraggio di farglielo notare! Adegua la velocità (non tentare di domare le leggi della fisica nemmeno Einstein c è riuscito!). Quando guidi, evita di essere di fretta (pianifica bene il tuo tempo!). Rispetta le distanze consigliate! Regola d oro: distanza dal veicolo che precede = metà della velocità indicata dal tachimetro, il che corrisponde all incirca a 2 secondi (conta «21 22»). In condizioni sfavorevoli, con visibilità ridotta, nebbia, ghiaccio ecc. aumenta la distanza: distanza di sicurezza = velocità indicata. Una distanza sufficiente è il freno più sicuro! Non permettere ai passeggeri di indurti ad una guida rischiosa! Sii sempre corretto nei confronti degli altri utenti della strada! Mentre guidi, evita di telefonare o scrivere SMS! Nel dubbio, non sorpassare! Allaccia sempre le cinture di sicurezza anche per tratte brevi! Osserva le prescrizioni di sicurezza sull equipaggiamento della vettura (per esempio, monta per tempo i pneumatici invernali)! Pagina 8

Alcol e droghe nella circolazione stradale

Alcol e droghe nella circolazione stradale Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 4 Alcol e droghe nella circolazione stradale 16 18 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Alcol e droghe nella circolazione stradale Safety

Dettagli

Fatti vedere! 6 8 anni

Fatti vedere! 6 8 anni Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 6 Fatti vedere! 6 8 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Fatti vedere! Safety Tool n. 6 Argomento Catarifrangenti: per le biciclette

Dettagli

Schede didattiche per incentivare la sicurezza Safety Tool n. 12. Slittino. 9 15 anni. upi Ufficio prevenzione infortuni

Schede didattiche per incentivare la sicurezza Safety Tool n. 12. Slittino. 9 15 anni. upi Ufficio prevenzione infortuni Schede didattiche per incentivare la sicurezza Safety Tool n. 12 Slittino 9 15 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Slittino Safety Tool n. 12 Buono a sapersi Ci sono regole da rispettare? In generale

Dettagli

Alcol al volante. Per una guida sicura verso il futuro. upi Ufficio prevenzione infortuni

Alcol al volante. Per una guida sicura verso il futuro. upi Ufficio prevenzione infortuni Alcol al volante Per una guida sicura verso il futuro upi Ufficio prevenzione infortuni Salute! Molti incidenti stradali sono causati da un conducente in stato di ebbrezza. Sotto l influenza dell alcol

Dettagli

I primi passi nella circolazione stradale

I primi passi nella circolazione stradale I primi passi nella circolazione stradale Sulla strada verso l indipendenza upi Ufficio prevenzione infortuni L esercizio è un buon maestro I bambini sono curiosi e vogliono scoprire il loro mondo, estendendo

Dettagli

Motocicletta. Il bello della strada, il piacere della sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni

Motocicletta. Il bello della strada, il piacere della sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni Motocicletta Il bello della strada, il piacere della sicurezza upi Ufficio prevenzione infortuni Fai una gita in moto e senti l'aria che ti accarezza la faccia, ti godi la libertà che solo una due ruote

Dettagli

Passeggiate Gite scolastiche Escursioni

Passeggiate Gite scolastiche Escursioni Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 7 Passeggiate Gite scolastiche Escursioni 6 15 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Passeggiate Gite scolastiche Escursioni Safety Tool

Dettagli

Biciclette elettriche. Comodi e sicuri alla meta

Biciclette elettriche. Comodi e sicuri alla meta Biciclette elettriche Comodi e sicuri alla meta Pedalare senza fatica, andare più veloci e superare le salite con uno sforzo moderato. L assistenza del motore elettrico offre molti vantaggi. L upi e l

Dettagli

Stanchezza al volante

Stanchezza al volante Stanchezza al volante Guida sveglio upi Ufficio prevenzione infortuni Dormi meglio, guida sveglio Si stima che il 10 20% degli incidenti stradali siano dovuti a sonnolenza. Ad essere pericoloso non è soltanto

Dettagli

Stanchezza al volante

Stanchezza al volante Stanchezza al volante Guida sveglio upi Ufficio prevenzione infortuni Ti bruciano gli occhi o sbadigli continuamente mentre sei al volante? Fermati e fai una turbosiesta di 15 minuti. Deve guidare solo

Dettagli

Bambini sul percorso casa-scuola

Bambini sul percorso casa-scuola Bambini sul percorso casa-scuola Sicuri e indipendenti upi Ufficio prevenzione infortuni Percorsi a misura di bambino, educazione stradale, pattugliatori scolastici, conducenti attenti e responsabili e

Dettagli

In viaggio per lavoro

In viaggio per lavoro In viaggio per lavoro Consigli per viaggiare sicuri upi Ufficio prevenzione infortuni In viaggio per lavoro In Svizzera, gli incidenti stradali continuano a causare numerosi feriti e vittime mortali: ogni

Dettagli

Bambini sul percorso casa-scuola

Bambini sul percorso casa-scuola Bambini sul percorso casa-scuola Sicuri e indipendenti upi Ufficio prevenzione infortuni Percorsi a misura di bambino, educazione stradale, pattugliatori scolastici, conducenti attenti e responsabili e

Dettagli

Slittino. Con regole comportamentali sulle ultime pagine. Discese bianche sicure. upi Ufficio prevenzione infortuni

Slittino. Con regole comportamentali sulle ultime pagine. Discese bianche sicure. upi Ufficio prevenzione infortuni Slittino Discese bianche sicure Con regole comportamentali sulle ultime pagine upi Ufficio prevenzione infortuni Il paesaggio corre via velocemente, la neve scende turbinosa, grida di gioia accompagnano

Dettagli

Fogli didattici per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 11. Calcio 9 15 anni. upi Ufficio prevenzione infortuni

Fogli didattici per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 11. Calcio 9 15 anni. upi Ufficio prevenzione infortuni Fogli didattici per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 11 Calcio 9 15 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Calcio Safety Tool n. 11 Argomento ti (vedi riquadro «In sintesi»). A differenza del

Dettagli

Pattugliatori scolastici

Pattugliatori scolastici Pattugliatori scolastici Scolari e adulti al servizio della sicurezza upi Ufficio prevenzione infortuni Il servizio dei pattugliatori scolastici fornisce un contributo es senziale alla sicurezza sulle

Dettagli

trekking Sicuri per monti e per valli upi Ufficio prevenzione infortuni

trekking Sicuri per monti e per valli upi Ufficio prevenzione infortuni trekking Sicuri per monti e per valli upi Ufficio prevenzione infortuni Frizzante aria di montagna, vista su panorami mozzafiato, del sano movimento Nel nostro paese il trekking è molto apprezzato: quasi

Dettagli

Percorso casa-scuola 6 8 anni

Percorso casa-scuola 6 8 anni Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 5 Percorso casa-scuola 6 8 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Percorso casa-scuola Safety Tool n. 5 Argomento percorsi casa-scuola

Dettagli

Identificazione di modulo B 1

Identificazione di modulo B 1 Identificazione di modulo B 1 Titolo Condizioni Competenza Certificato di competenza Livello Obiettivi Distinzione Durata Processi Attestato del livello secondario II o di una formazione equivalente Conoscenze

Dettagli

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni CADUTE In sicurezza ad ogni passo upi Ufficio prevenzione infortuni Andare a fare la spesa, montare una lampadina stando su una scala portatile, fare le scale: sono attività che svolgiamo comunemente ogni

Dettagli

Viaggiare in bicicletta 9 15 anni

Viaggiare in bicicletta 9 15 anni Fogli didattici per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 8 Viaggiare in bicicletta 9 15 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Viaggiare in bicicletta Safety Tool n. 8 Argomento Liste di controllo:

Dettagli

Progetto Guida Sicura per Neopatentati

Progetto Guida Sicura per Neopatentati Giovani e sicurezza stradale. Lo scenario. Oggi il tema della sicurezza stradale sta a cuore a tutti, sappiamo benissimo quali sono le tragiche cifre degli incidenti stradali che regolarmente vengono diffuse

Dettagli

Controllo della sicurezza in acqua (CSA) 9 12 anni

Controllo della sicurezza in acqua (CSA) 9 12 anni Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 3 Controllo della sicurezza in acqua (CSA) 9 12 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Controllo della sicurezza in acqua (CSA) Safety

Dettagli

Ordinanza che disciplina l esercizio della professione di maestro conducente

Ordinanza che disciplina l esercizio della professione di maestro conducente Ordinanza che disciplina l esercizio della professione di maestro conducente (Ordinanza sui maestri conducenti, OMaeC) 741.522 del 28 settembre 2007 (Stato 1 gennaio 2010) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

Divertimento in acqua

Divertimento in acqua aqua-school.ch Divertimento in acqua Guida all insegnamento del nuoto nelle scuole Nuoto scolastico: come, cosa, perché? La vostra lezione di nuoto soddisfa le vostre aspettative? Sapete quando i bambini

Dettagli

Videocorso Guida Sicura

Videocorso Guida Sicura GUIDA SICURA Le tecniche di guida per limitare i rischi di chi lavora al volante Slide n. 1 Indice del corso La sicurezza comincia da noi Il guidatore Il veicolo Tecniche di guida Come si affronta una

Dettagli

Siegfried Stohr Christian Sbocchi. della GUIDA SICURA

Siegfried Stohr Christian Sbocchi. della GUIDA SICURA Siegfried Stohr Christian Sbocchi della GUIDA SICURA Informazione ai lavoratori per la sicurezza nella guida dei veicoli aziendali ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e del Nuovo Codice della Strada della GUIDA

Dettagli

Gestione aziendale della salute

Gestione aziendale della salute business Gestione aziendale della salute Il nostro sostegno per la salute dei collaboratori Soluzioni assicurative adattate in base alle vostre specifiche esigenze www.visana-business.ch Con metodo verso

Dettagli

Via sicura Scheda informativa

Via sicura Scheda informativa Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Via sicura Scheda informativa 1. Misure da portare avanti 1.1 Modifica di legge necessaria Requisiti concernenti

Dettagli

Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 9. Cadute 6 12 anni. upi Ufficio prevenzione infortuni

Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 9. Cadute 6 12 anni. upi Ufficio prevenzione infortuni Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 9 Cadute 6 12 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Cadute Safety Tool n. 9 Argomento terrare anche su un fianco. Un buon allenamento

Dettagli

Città di Portogruaro MEGLIO IN RITARDO OGGI CHE IN OSPEDALE DOMANI. La sicurezza stradale è un dovere morale

Città di Portogruaro MEGLIO IN RITARDO OGGI CHE IN OSPEDALE DOMANI. La sicurezza stradale è un dovere morale Città di Portogruaro POLIZIA LOCALE MEGLIO IN RITARDO OGGI CHE IN OSPEDALE DOMANI La sicurezza stradale è un dovere morale PROGETTO GUIDA SICURA LO SAI CHI VUOI ESSERE? LO SAI COME VUOI GUIDARE? Quando

Dettagli

Sicurezza stradale: regole per i pullman

Sicurezza stradale: regole per i pullman Sicurezza stradale: regole per i pullman 1. Prescrizioni concernenti l ammissione dei conducenti di pullman alla circolazione Conformemente all ordinanza sull ammissione alla circolazione Categoria della

Dettagli

1. Presentazione del programma. 3. Metodologia didattica e contenuti. 4. L organizzazione della lezione in aula sincrona

1. Presentazione del programma. 3. Metodologia didattica e contenuti. 4. L organizzazione della lezione in aula sincrona Guida didattica Programma di. Epatente 1. Presentazione del programma 2. Struttura del programma 3. Metodologia didattica e contenuti 4. L organizzazione della lezione in aula sincrona 5. Raccomandazioni

Dettagli

Gli effetti ed i pericolo dell assunzione di alcol e droghe al volante www.fachstelle-asn.ch

Gli effetti ed i pericolo dell assunzione di alcol e droghe al volante www.fachstelle-asn.ch bere o guidare Gli effetti ed i pericolo dell assunzione di alcol e droghe al volante www.fachstelle-asn.ch Cosa succede quando si assumono bevande alcoliche? Cosa succede nel corpo? Una piccola percentuale

Dettagli

Corso di preparazione all esame professionale Maestro/a conducente con attestato professionale federale

Corso di preparazione all esame professionale Maestro/a conducente con attestato professionale federale Repubblica e Cantone Ticino Divisione della formazione professionale Ufficio della formazione continua e dell innovazione Corso di preparazione all esame professionale Maestro/a conducente con attestato

Dettagli

IL FUTURO DELL AMBIENTE È NELLE NOSTRE MANI. La campagna incontra la scuola.

IL FUTURO DELL AMBIENTE È NELLE NOSTRE MANI. La campagna incontra la scuola. IL FUTURO DELL AMBIENTE È NELLE NOSTRE MANI. La campagna incontra la scuola. LA CLASSE ALLE PRESE CON LA COMUNICAZIONE AMBIENTALE Per sviluppare a scuola la campagna Il futuro dell ambiente è nelle nostre

Dettagli

Allegato 3 QUESTIONARIO POST PER I PEER

Allegato 3 QUESTIONARIO POST PER I PEER Allegato 3 QUESTIONARIO POST PER I PEER Ti chiediamo di rispondere con la massima tranquillità e sincerità alle domande che troverai di seguito: tieni presente che il questionario è anonimo per ogni domanda,

Dettagli

Il pensiero positivo! www.skilla.com

Il pensiero positivo! www.skilla.com Il pensiero positivo! www. Come accrescere la propria autostima fronteggiando le situazioni difficili. Il pensiero positivo! L avvenire ci tormenta, il passato ci trattiene, il presente ci sfugge. Gustave

Dettagli

amplissima di motori diesel per veicoli industriali, applicazioni stazionarie, utilizzi marini.

amplissima di motori diesel per veicoli industriali, applicazioni stazionarie, utilizzi marini. Siamo tutti sulla stessa strada Conosco la strada e rispetto le regole Ogni anno in Italia perdono la vita sulla strada oltre 6.000 persone, in Europa 45.000. Di fronte ad un problema di tali dimensioni

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE Siamo alunni della classe III C della Scuola Secondaria Di Primo Grado. Questo progetto è stato realizzato al fine di arricchire le nostre competenze su alcuni ambiti riguardanti

Dettagli

L upi in breve. Centro svizzero di competenza e coordinazione per la prevenzione degli infortuni. upi Ufficio prevenzione infortuni

L upi in breve. Centro svizzero di competenza e coordinazione per la prevenzione degli infortuni. upi Ufficio prevenzione infortuni L upi in breve Centro svizzero di competenza e coordinazione per la prevenzione degli infortuni upi Ufficio prevenzione infortuni 1 Il nostro profilo. 2 L Ufficio prevenzione infortuni L upi, fondato nel

Dettagli

L assicurazione auto della Basilese In strada, la tranquillità di essere ben assicurati

L assicurazione auto della Basilese In strada, la tranquillità di essere ben assicurati L assicurazione auto della Basilese In strada, la tranquillità di essere ben assicurati L assicurazione auto della Basilese In strada, la tranquillità di essere ben assicurati Quando decidete di acquistare

Dettagli

SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE

SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE Documento di sintesi del Progetto Pilota AttivaMente Questo documento rappresenta un punto di arrivo di un progetto pilota interreg chiamato AttivaMente. AttivaMente è una delle

Dettagli

I VULNERABILI. di e con. Filippo Tognazzo

I VULNERABILI. di e con. Filippo Tognazzo I VULNERABILI di e con Filippo Tognazzo PER INFORMAZIONI Federica Bittante 340 936 28 03 spettacoli@zeldasrl.com NOTE Le informazioni e le statistiche riportate nel progetto sono tratte da studi pubblicati

Dettagli

I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA. Franco Taggi

I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA. Franco Taggi I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA Franco Taggi NORME DI COMPORTAMENTO GENERALE SULLA STRADA - I Tenete sempre in ordine il vostro mezzo (pneumatici, freni, luci, ecc.) Adeguate

Dettagli

Modulo 1. La Mia Storia/ Le Mie Domande

Modulo 1. La Mia Storia/ Le Mie Domande Modulo 1 La Mia Storia/ Le Mie Domande FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di stimolare gli studenti a ricostruire la propria storia formativa, individuandone gli aspetti più salienti e a riflettere

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE NELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE NELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CREMA POLIZIA LOCALE DI CREMA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE NELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 In collaborazione con AUTOMOBILE CLUB CREMONA Delegazione

Dettagli

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni Bicicletta Pedalare sicuri upi Ufficio prevenzione infortuni Brivido della velocità o confortevole rilassatezza, brevi tragitti o lunghe distanze, attrezzo sportivo o mezzo di spostamento: la bicicletta

Dettagli

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni Bicicletta Pedalare sicuri upi Ufficio prevenzione infortuni A tutta birra o in assoluto relax, per brevi tragitti o su lunghe distanze, per sport o nella vita quotidiana: la bicicletta diverte ed è sana.

Dettagli

Bambini sul percorso casa-scuola

Bambini sul percorso casa-scuola Bambini sul percorso casa-scuola Conducenti: occhio ai bambini! Guidare con particolare prudenza nei pressi di scuole, fermate di scuolabus o mezzi pubblici. Moderare la velocità e tenersi pronti a frenare

Dettagli

ARCAT Liguria Associazione Regionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento chiama lo: 010 2512125

ARCAT Liguria Associazione Regionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento chiama lo: 010 2512125 ARCAT Liguria Associazione Regionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento chiama lo: 010 2512125 Un uomo di 70kg può raggiungere il limite legale già con: oppure oppure Una donna di 55kg può raggiungere

Dettagli

Opto Drive. Informazioni e trattamenti specifici per la tua GUIDA IN SICUREZZA

Opto Drive. Informazioni e trattamenti specifici per la tua GUIDA IN SICUREZZA Opto Drive. Informazioni e trattamenti specifici per la tua GUIDA IN SICUREZZA L ESPERIENZA VISIVA DURANTE LA GUIDA Oggi la nostra vita è fortemente influenzata dall automobile, che ha trasformato il modo

Dettagli

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi Breve corso di educazione stradale per i ragazzi L importanza delle regole Perché esistono le regole? Perché se non esistessero regnerebbe il caos totale. Le regole sono necessarie perché senza esse nulla

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Controllo della sicurezza in acqua CSA

Controllo della sicurezza in acqua CSA Schede didattiche per la promozione della sicurezza Safety Tool n. 3 Controllo della sicurezza in acqua CSA 6 8 anni upi Ufficio prevenzione infortuni Controllo della sicurezza in acqua CSA Safety Tool

Dettagli

Identificazione di modulo C 3

Identificazione di modulo C 3 Identificazione di modulo C 3 Titolo Basi legali pianificare e organizzare dei corsi Condizioni Competenza Certificato di competenza Livello Obiettivi Competenza del modulo B 8 o possesso della licenza

Dettagli

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni Bicicletta Pedalare sicuri upi Ufficio prevenzione infortuni Brivido della velocità o confortevole rilassatezza, brevi tragitti o lunghe distanze, per sport o nella vita quotidiana: la bicicletta diverte

Dettagli

I VULNERABILI. a cura di Associazione PER NON DIMENTICARE

I VULNERABILI. a cura di Associazione PER NON DIMENTICARE I VULNERABILI a cura di Associazione PER NON DIMENTICARE Per informazioni: INDICE 1. SICUREZZA STRADALE: LE DIMENSIONI DEL PROBLEMA pag. 3 2. SICUREZZA: UN INVESTIMENTO SENZA RISCHI pag. 4 3. PREVENZIONE

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER STUDENTI STRANIERI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER STUDENTI STRANIERI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER STUDENTI STRANIERI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Formattato: Rientro: Sinistro: 0 cm, Prima riga: 0 cm CM n.24/2006; Direttiva MIUR del 27.12.2012; CM n.8/2013 Intestazione

Dettagli

Balneazione. Divertirsi nell'acqua. upi Ufficio prevenzione infortuni

Balneazione. Divertirsi nell'acqua. upi Ufficio prevenzione infortuni Balneazione Divertirsi nell'acqua upi Ufficio prevenzione infortuni La balneazione, il nuoto e il canotto fanno parte delle giornate calde come un gelato rinfrescante. Il periodo estivo è sinonimo di divertimento

Dettagli

LINGUE STRANIERE. Presentazione

LINGUE STRANIERE. Presentazione LINGUE STRANIERE Presentazione La conoscenza di almeno due lingue comunitarie oltre alla lingua materna è obiettivo strategico dell istruzione obbligatoria in ambito europeo. L esercizio della cittadinanza

Dettagli

la strada è sotto i nostri occhi, la sicurezza è nelle nostre teste

la strada è sotto i nostri occhi, la sicurezza è nelle nostre teste ASL CITTA DI MILA ASL CITTA DI MILA Dipartimento di Prevenzione STRADAIMPARANDO la strada è sotto i nostri occhi, la sicurezza è nelle nostre teste Progetto di educazione alla sicurezza stradale rivolto

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

Trekking. Vivere la montagna in sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni

Trekking. Vivere la montagna in sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni Trekking Vivere la montagna in sicurezza upi Ufficio prevenzione infortuni Respirare aria fresca e pura, ammirare la maestosità dei panorami, ritemprare il corpo e lo spirito. La Svizzera è un paese di

Dettagli

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici Dott.ssa Monica Dacomo Attività per la scuola secondaria di I grado Chi o cosa provoca le nostre emozioni? Molti pensano che siano le altre

Dettagli

COMUNE DI CARDANO AL CAMPO

COMUNE DI CARDANO AL CAMPO COMUNE DI CARDANO AL CAMPO Provincia di Varese COMANDO POLIZIA LOCALE Telefono: 0331-266244 / 348-2665961 - Fax: 0331-266252 e - mail: poliziam@comune.cardanoalcampo.va.it ARTICOLO INFRAZIONE PUNTI IMPORTO/SANZIONE

Dettagli

Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale

Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale SCUOLA PRIMARIA GIOTTO CARPI Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale Anno Scolastico 2011-2012 Insegnanti

Dettagli

Attenzione. Telefono: solo tenendo sempre le mani sul volante!

Attenzione. Telefono: solo tenendo sempre le mani sul volante! Attenzione Telefono: solo tenendo sempre le mani sul volante! Vi chiediamo un secondo di attenzione Un secondo di distrazione distratto dopo 0,5 secondi dopo 1,0 secondi 3 Winterthur, 20. November 2009

Dettagli

Premessa. Premessa. In auto. Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta!

Premessa. Premessa. In auto. Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta! Premessa Premessa In auto Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta! In bicicletta pag. 2 pag. 3 pag. 5 pag. 15 pag. 21 pag. 23 In Italia, ogni anno,

Dettagli

GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE

GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE Massimo Valentini GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE 9 a EDIZIONE - NOVEMBRE 2005 ISBN 88-8482-142-8 EGAF EDIZIONI SRL - 47100 FORLÌ - VIA F. GUARINI 2 - TEL. 0543/473347 - FAX 0543/474133 - WWW.EGAF.IT LA

Dettagli

Spirito in pista Siccurezza negli sport sulla neve per la scuola elementare

Spirito in pista Siccurezza negli sport sulla neve per la scuola elementare Supporto didattico Spirito in pista Siccurezza negli sport sulla neve per la scuola elementare Autore: Berna 2010 Giannina Bianchi 1 Hanno validità su tutte le piste da sci del mondo: sono le Regole di

Dettagli

Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario

Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario CORSO DI GUIDA SICURA AUTO E MOTO (BBCF_4_2012)... 1 29-10-2012 SCHEDA di presentazione progetti

Dettagli

Camp Fondazione Atm. L Orma Via De Rolandi, 12 20156 (MI) Tel: 02 33002932 Fax: 02 33000525 Iscritta al Registro Provinciale APS n 133

Camp Fondazione Atm. L Orma Via De Rolandi, 12 20156 (MI) Tel: 02 33002932 Fax: 02 33000525 Iscritta al Registro Provinciale APS n 133 PRESENTA Camp Fondazione Atm IL PROGETTO EDUCATIVO DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA Il soggiorno estivo rivolto ai bambini e ragazzi della Fondazione Atm è un percorso di azione formativa all interno del quale

Dettagli

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali Questionario sulle abilità comunicativo relazionali a cura di Fabio Navanteri per il tutor: da leggere ai corsisti Il questionario che vi proponiamo vi permetterà di individuare alcuni tratti del vostro

Dettagli

Venerdì Piano di lavoro dettagliato: situazione comunicativa - ricapitolazione delle competenze acquisite e transfer

Venerdì Piano di lavoro dettagliato: situazione comunicativa - ricapitolazione delle competenze acquisite e transfer Documentazione insegnante Venerdì Piano di lavoro dettagliato: situazione comunicativa - ricapitolazione delle competenze acquisite e transfer MATTINA In aula: banchi disposti a isole da 4 6 allievi (a

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria Settore Polizia Municipale Educazione stradale Introduzione L Educazione stradale o l educazione al rischio stradale ed alla mobilità sostenibile è disposta dall

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI GUARDIAGRELE Modesto Della Porta a.s. 2010-20112011 IN VIAGGIO VERSO L ALTRO Laboratorio di educazione emotivo-affettiva e relazionale. MOTIVAZIONE Il bullismo è un azione di prepotenza,

Dettagli

Catalogo di. Educazione Stradale

Catalogo di. Educazione Stradale 2015 2016 Catalogo di Educazione Stradale Il videogioco è diventato da tempo un fenomeno di massa e un medium i cui linguaggi fanno ormai parte della vita quotidiana. Ecco perché utilizziamo i videogiochi,

Dettagli

Linee guida per itunes U

Linee guida per itunes U Indice Panoramica 1 Per cominciare 2 Impostazioni del corso 3 Modificare e organizzare i contenuti 5 Aggiungere avvisi, compiti e materiali 6 Gestione e collaborazione 8 Gestire le iscrizioni 9 Best practice

Dettagli

APPRENDIMENTO ed EDUCAZIONE

APPRENDIMENTO ed EDUCAZIONE EDUCARE è COSTRUZIONE DI SENSO gruppo classe = gruppo di lavoro? ma si differenzia da questo, che è regolato da ruoli, norme e obiettivi precisi e condivisi, perché non è la norma nella sua interezza che

Dettagli

Scuolabus a piedi. Una proposta sicura e divertente per il percorso casa-scuola

Scuolabus a piedi. Una proposta sicura e divertente per il percorso casa-scuola Scuolabus a piedi Una proposta sicura e divertente per il percorso casa-scuola Gruppo per la moderazione del Traffico nella Svizzera italiana GMT-SI Progetto sostenuto da FONDS FÜR VERKEHRSSICHERHEIT FONDS

Dettagli

I love driving. asa ASSOCIATION DES SERVICES DES AUTOMOBILES VEREINIGUNG DER STRASSENVERKEHRSÄMTER ASSOCIAZIONE DEI SERVIZI DELLA CIRCOLAZIONE

I love driving. asa ASSOCIATION DES SERVICES DES AUTOMOBILES VEREINIGUNG DER STRASSENVERKEHRSÄMTER ASSOCIAZIONE DEI SERVIZI DELLA CIRCOLAZIONE VINCI REKA-CHECK PER FARE BENZINA I love driving Sicurezza fin dal periodo di prova asa ASSOCIATION DES SERVICES DES AUTOMOBILES VEREINIGUNG DER STRASSENVERKEHRSÄMTER ASSOCIAZIONE DEI SERVIZI DELLA CIRCOLAZIONE

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE 2 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari IL PROBLEMA

Dettagli

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta Fiab AdB Gruppo Cicloescursionistico Massa Lombarda Lugo - Ravenna INTRODUZIONE Questa piccola guida

Dettagli

www.professioni-costruzione.ch

www.professioni-costruzione.ch Diario di stage in impresa Seguendo uno stage in impresa, potrai informarti, in modo molto semplice, su una delle professioni della costruzione vivendone la pratica nel quotidiano. Ti poni delle domande,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

COMPRARE UN AUTO D OCCASIONE

COMPRARE UN AUTO D OCCASIONE Guidare la macchina significa indipendenza, andare comodamente dove si vuole con la propria famiglia, gli amici o il cane e, se vi va, arrivare fino al mare. Affinché la macchina non diventi una seccatura

Dettagli

Giornata sui diritti dell infanzia 2014

Giornata sui diritti dell infanzia 2014 Piste per l educazione allo sviluppo sostenibile (ESS) Manifesto «1024 sguardi» Giornata sui diritti dell infanzia 2014 Temi: Diritti dell'infanzia, scuola qui e altrove Media: Cortometraggio «Shodaï a

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

SECONDARIA DI PRIMO GRADO. SPUNTI PER UN LABORATORIO di ORIENTEERING URBANO

SECONDARIA DI PRIMO GRADO. SPUNTI PER UN LABORATORIO di ORIENTEERING URBANO RAGAZZI IN GAMBA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO +MOVIMENTO TV = OK! SPUNTI PER UN LABORATORIO di ORIENTEERING URBANO Laboratorio sperimentale per la ricerca di una maggiore consapevolezza e conoscenza

Dettagli

Un programma di prevenzione di AXA. Max il tasso/

Un programma di prevenzione di AXA. Max il tasso/ Un programma di prevenzione di AXA Max il tasso/ Editoriale/ Cari genitori Quotidianamente i vostri figli sono esposti ai molteplici pericoli della circolazione stradale, che spesso non sono neppure in

Dettagli

METTI IN MOTO LA PRUDENZA Anno scolastico 2012 2013.

METTI IN MOTO LA PRUDENZA Anno scolastico 2012 2013. METTI IN MOTO LA PRUDENZA Anno scolastico 202 203. Gruppo di lavoro: Mauro Brusa: Coordinatore PEAS Massimo Coppola: S.O.C. SISP Acqui Terme, Carlo Di Pietrantonj: Servizio Sovrazonale Epidemiologia ASL

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. 2012/2013 Nel corrente anno scolastico, la Scuola Media L. Pirandello ha organizzato,

Dettagli

VIVI LA NOTTE. Abstract Conferenza Dibattito VIVI LA NOTTE. 20 marzo 2008 AVIGLIANA. 22 aprile 2008 BEINASCO

VIVI LA NOTTE. Abstract Conferenza Dibattito VIVI LA NOTTE. 20 marzo 2008 AVIGLIANA. 22 aprile 2008 BEINASCO Abstract Conferenza Dibattito VIVI LA NOTTE 20 marzo 2008 AVIGLIANA 22 aprile 2008 BEINASCO VIVI LA NOTTE E un progetto attivo dal settembre 2006. Gestito dalla Cooperativa Sociale ESSERCI e finanziato

Dettagli

ELABORAZIONE DEI QUESTIONARI DI VALUTAZIONE

ELABORAZIONE DEI QUESTIONARI DI VALUTAZIONE Provincia di Padova Capofila Comune di Cittadella Comune di Piove di Sacco Comune di Limena ELABORAZIONE DEI QUESTIONARI DI VALUTAZIONE IL CONTESTO Nel 2012 si sono registrati in Italia 186.726 incidenti

Dettagli