Rassegna stampa Luglio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna stampa Luglio 2014"

Transcript

1 Rassegna stampa Luglio 2014

2 Rassegna stampa Luglio 2014

3 Sommario rassegna stampa Pagina Articolo Pagina Articolo 4 Corriere del Ticino, 1 luglio 2014 Cambio di presidenza, arriva Alberto Petruzzella 21 Giornale del Popolo, 18 luglio 2014 Smartphone per narrare il Festival del film Giornale de Popolo, 1 luglio 2014 SUSPI, Alberto Petruzzella ha iniziato la presidenza 22 laregioneticino, 19 luglio 2014 Ragazzi, cellulari e film 6 laregioneticino, 1 luglio 2014 SUPSI, Petruzzella da oggi presidente Claudio Boer vice 23 Rivista di Lugano, 25 luglio 2014 L informatica vien...giocando 7 Corriere del Ticino, 8 luglio 2014 Nuovi campus, un prestito dal Cantone 24 Rivista di Lugano, 25 luglio 2014 Docenti nelle scuole ticinesi 8 Giornale del Popolo, 8 luglio 2014 Tre case per USI e SUPSI 25 Rivista di Lugano, 25 luglio 2014 Certificate of Advanced studies 9 Giornale del Popolo, 8 luglio 2014 Un vestito nuovo per le idee 26 Corriere del Ticino, 26 luglio 2014 Quando si impara anche divertendosi 10 laregioneticino, 8 luglio 2014 Il Cantone si fa banca 27 laregioneticino, 26 luglio 2014 Non solo soldi 11 Corriere del Ticino, 10 luglio 2014 Il Festival visto con lo smartphone 28 Corriere del Ticino, 30 luglio 2014 SUPSI Start-up, per capire come crearla 12 laregioneticino, 10 luglio 2014 Centotrentasette nuovi docenti per la scuola ticinese 29 Corriere del Ticino, 31 luglio 2014 Club 74 un premio al miglior diploma in lavoro sociale 13 Rivista di Lugano, 11 luglio 2014 Petruzzella sale in cattedra alla SUPSI 30 Giornale del Popolo, 31 luglio 2014 Premio sociale dal Club Rivista di Lugano, 11 luglio 2014 Il Ticino scende in campus 15 Rivista di Lugano, 11 luglio 2014 Cultural management 16 laregioneticino, 12 luglio 2014 Alti 17 Corriere del Ticino, 16 luglio 2014 La Scuola Dimitri ad Avignone 18 Giornale del Popolo, 16 luglio 2016 Cultura, storia e chiese: mantenerle vive...costa 19 Giornale del Popolo, 17 luglio 2014 Il miglior design della SUPSI 20 Giornale del Popolo, 18 luglio 2014 Nove prototipi tecnologici esposti dai diplomati SUPSI

4 Corriere del Ticino, Martedì 1 luglio 2014

5 Giornale del Popolo, Martedì 1 luglio 2014 UNIVERSITÀ Ha iniziato anche il nuovo vice Boër SUPSI, Alberto Petruzzella ha iniziato la presidenza A seguito della nomina avvenuta il 13 dicembre scorso, è iniziata ieri la presidenza del Consiglio SUPSI da parte di Alberto Petruzzella. Responsabile Regione Ticino di Credit Suisse e già membro del Consiglio della Scuola dal 2011, subentra ad Alberto Cotti che - dopo 12 anni di attività nei quali ha contribuito in maniera considerevole alla crescita della SUPSI - è giunto al termine del suo mandato. Per i prossimi 4 anni - e con mandato rinnovabile fino ad un massimo di 12 anni - sarà quindi Petruzzella a guidare la SUPSI che, attualmente, impiega quasi 900 collaboratori, accoglie oltre 4mila studenti in formazione di base (bachelor e master), 6mila in formazione continua e investe 28 milioni nella ricerca applicata e nella consulenza al territorio. Tra le sfide future, oltre al progetto relativo alla costruzione dei 3 nuovi campus - previsti a Lugano Stazione, Lugano Viganello e Mendrisio - vi è anche la riorganizzazione strutturale della SUPSI che, a seguito dell unione di due Dipartimenti, darà vita dal 1. ottobre al nuovo Dipartimento di economia aziendale, sanità e sociale (DEASS). Designato dal Consiglio quale vice presidente, inizia oggi il suo incarico anche Claudio Boër, membro del Consiglio dal gennaio scorso dopo avervi fatto parte nei primi 8 anni di costituzione della Scuola. Membro della Commissione Federale delle scuole universitarie professionali, Claudio Boër è consulente del Governatore della provincia del Guangdong (Cina) e visiting professor presso la Guangdong University of Technology e la South China University of Technology.

6 laregioneticino, Martedì 1 luglio 2014 Supsi, Petruzzella da oggi presidente Claudio Boër vice La nomina è avvenuta lo scorso 13 dicembre, oggi entra in carica. È il nuovo presidente del Consiglio della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana, Alberto Petruzzella. Lo affiancherà, in qualità di vicepresidente, Claudio Boër, indica la Supsi in una nota. Responsabile Regione Ticino di Credit Suisse e già membro del Consiglio della Scuola dal 2011, Petruzzella subentra ad Alberto Cotti che, dopo dodici anni di attività nei quali ha contribuito in maniera considerevole alla crescita della Supsi, è giunto al termine del mandato. Per i prossimi quattro anni e con mandato rinnovabile fino a un massimo di dodici anni sarà dunque Petruzzella a guidare la Supsi: quasi 900 collaboratori, oltre studenti in formazione di base e in quella continua. Ed entra in carica oggi anche il neovicepresidente della Supsi Claudio Boër. Membro della Commissione federale delle scuole universitarie professionali, Boër è fra l altro consulente del Governatore della provincia del Guangdong (Cina).

7 Corriere del Ticino, Martedì 8 luglio 2014

8 Giornale del Popolo, Martedì 8 luglio 2014 CAMPUS Messaggio del Governo per un credito di 53,2 milioni Tre case adeguate ai bisogni di USI e SUPSI A Viganello, Massagno e Mendrisio si guarda al futuro. L investimento totale è di 265 milioni di franchi. E se tutto va secondo i piani, e senza intoppi, i nuovi edifici dovrebbero essere agibili per la fine del Palla ora al Gran Consiglio. PAGINA A CURA DI Nicola Mazzi Se tutto va bene, alla fine del 2018, la Svizzera italiana avrà a disposizione tre nuovi campus. Il primo a Viganello, il secondo a Mendrisio e il terzo a Massagno. Ieri a Bellinzona è stato presentato il messaggio del Consiglio di Stato con il quale chiede al Gran Consiglio un contributo (massimo) di 53,2 milioni di franchi quale partecipazione alla costruzione delle tre nuove strutture universitarie. Il responsabile del DECS (Dipartimento educazione, cultura e sport) Manuele Bertoli ha tenuto a evidenziare come negli ultimi anni il settore universitario si è sviluppato in modo importante. «E se all inizio, come è ovvio, ci si è concentrati sui contenuti, ora è il momento di pensare ai contenitori. E quindi alla sistemazione logistica delle varie facoltà». Il consigliere di Stato ha precisato che il Cantone non è un committente diretto, «dà un contributo alla realizzazione di questi tre campus. È un ente cofinanziatore. In un certo senso questa è una novità, diventiamo una sorta di banca (con un prestito di 140 milioni), ma il progetto è di sicuro interesse pubblico». Lo stesso Bertoli ha quindi detto che «in questo modo i due enti universitari entreranno nell età adulta». Un altro aspetto messo in evidenza riguarda il fatto che 2 progetti su 3 sono vicini alla ferrovia. E questo guardando al futuro e all apertura di AlpTransit è una scelta logica e che sottintende un maggiore potenziale di sviluppo. «Ora - ha concluso Bertoli - toccherà al Parlamento trattare in modo celere questo messaggio in modo da rispettare la tabella di marcia e quindi l inizio delle attività alla fine del 2018». I CAMPUS La riorganizzazione universitaria Contenitori pieni di contenuti L intenzione è quella di raggruppare facoltà e discipline simili. Importante anche la posizione geografica: due campus sono vicini alla stazione. Sugli obiettivi si è quindi soffermato Sandro Rusconi (responsabile della Divisione della cultura e degli studi universitari). «Prima di iniziare a elaborare questo messaggio ci siamo soffermati sulle necessità di USI e SUPSI. In particolare abbiamo voluto dimostrare il fabbisogno di costruire le tre strutture. Inoltre siamo giunti alla conclusione che la costruzione, sul medio termine, è più economica dell affitto. E ancora abbiamo cercato di sviluppare un metodo di finanzia- mento dal minor impatto economico possibile». E lo stesso Rusconi ha dato anche le cifre del finanziamento necessario. In totale, per i tre campus, sono previsti 265 milioni di investimento. Di cui il 27,5% (71,5 milioni) arrivano dalla Confederazione e altri 53,2 milioni (20%) dal Cantone. Il restante, e cioè 140,3 milioni sarà dato sottoforma di prestito (e quindi da restituire) dal Cantone. Inoltre vi sarà un prestito aggiuntivo di 10 milioni per l acquisto di un terreno ora di proprietà delle FFS. Tornando agli obiettivi Rusconi ha tenuto a sottolineare come l impatto finanziario nel 2019 sarà, al netto, di 1,2 milioni l anno. E anche sui rischi legati agli investimenti vi è stata una condivisione tra gli istituti universitari e il Cantone. Lo scopo di tutto ciò è quello di uno sviluppo organico del polo universitario cantonale per i prossimi anni. Con investimenti che a lungo termine possono anche far risparmiare. Il progetto del campus di Massagno degli architetti Cruz Y Ortiz, Radczuweit. Ma analizziamo un po più a fondo i tre progetti. E soprattutto che cosa si intende mettere in questi contenitori. Quali cioè le facoltà, i laboratori di ricerca e gli altri servizi messi a disposizione di studenti e ricercatori, finiranno nei tre campus. Campus di Mendrisio Situato vicino alla stazione di Mendrisio questo campus è destinato ad accogliere il Dipartimento ambiente, costruzione e design della SUPSI. Questo dipartimento, dal 2009 ha anche una sede distaccata a Lamone. La futura vicinanza con l Accademia di architettura è destinata a creare sinergie. Il progetto scelto (Ascensus), è stato elaborato dagli architetti Bassi e Carella di Ginevra. Per questo progetto si pensa di terminare i lavori alla fine del Il costo previsto è di 73 milioni di franchi. Campus di Viganello Il progetto prevede di riunire in una sola sede il Dipartimento tecnologie innovative (SUPSI) con la Facoltà d informatica dell USI e ciò al fine di migliorare ulteriormente le sinergie attorno all area informatica e tecnica. Il progetto Zenobia di Tocchettu-Pessina di Zurigo è stato scelto dopo un concorso svolto tra il Inizialmente il mandato fu assegnato al progetto Essentia di Arbnor Murati, ma a causa del mancato raggiungimento dei risultati attesi la committenza ha affidato il mandato al secondo classificato. In questo caso la fine dei lavori è prevista per settembre 2018 e il costo complessivo è di 124 milioni per una superficie totale di 30mila metri quadrati. Da notare che in questo campus dovrebbe essere ospitato anche il centro di promozione start up. Campus di Massagno L obiettivo di questo campus, situato vicino alla stazione di Lugano, è quello di trasferire le attuali sei sedi in affitto a Manno e la Direzione in un unico campus. Il concorso è stato vinto dagli architetti Cruz y Ortiz/Giraudi Radcuzweit di Lugano. In questo caso le superfici previste sono di metri quadrati e si prevede di terminare i lavori nell estate del Da segnalare che si propone anche l acquisto del terreno delle FFS per 10 milioni. Il campus a Mendrisio degli architetti Bassi Carella. Il Campus di Viganello degli architetti Tocchetti- Pessina. I PRESIDENTI Martinoli e Petruzzella puntano sulle sinergie «Istituti pensati per durare» Alla presentazione sono intervenuti anche i presidenti di USI e SUPSI Piero Martinoli e Alberto Petruzzella. Il secondo ha sottolineato il fatto che l obiettivo è «quello di consolidare la struttura lavorando sulla qualità della scuole e quindi anche sulle infrastrutture. Oggi, molte lezioni vengono date in edifici che non sono pensati per essere scuole». Lo stesso Petruzzella ha quindi rilevato come i progetti sono stati elaborati sulle necessità degli utenti. Si vuole investire anche sui bisogni e gli spazi. La flessibilità sarà fondamentale perché le esigenze, nel tempo, mutano. Per quanto riguarda la questione finanziaria Petruzzella ha anche evidenziato il fatto «che i rischi sono stati condivisi con il Cantone, per questo motivo i costi dovranno restare nei preventivi». Da parte sua il presidente dell USI Piero Martinoli si è detto soddisfatto di «questo passo importante nel progetto universitario Ticino. Sarà uno dei pilastri del nuovo Cantone che si baserà anche sulla conoscenza e la scienza». Lo stesso Martinoli ha messo in evidenza il fatto che l USI negli anni è cresciuta (più di 3mila studenti, oltre 100 professori e 500 collaboratori). Inoltre anche la ricerca si è sviluppata in modo importante. Senza scordare che sono nati due nuovi istituti (scienze computazionali e studi italiani). Dunque si fa sempre più urgente l aumento delle superfici e di spazi. Sia per sistemare il personale sia per implementare la ricerca. «E la vicinanza tra USI e SUPSI - ha concluso - favorirà molte collaborazioni».

9 Giornale del Popolo, Martedì 8 luglio 2014 UN VESTITO NUOVO PER LE IDEE di GIANMARIA PUSTERLA Che USI e SUPSI trovino presto le migliori condizioni di... abitabilità (il discorso vale più per la SUPSI, visto che l università può già vantare sedi adeguate a Lugano e a Mendrisio) è una buona cosa. Se studenti e professori hanno a disposizione una casa dignitosa potranno solo migliorare le loro prestazioni. L impegno finanziario previsto dal Governo e presentato ieri si inserisce dunque in un giusto lavoro di ottimizzazione di questi due centri per eccellenza nella formazione dei giovani ticinesi (e non solo). È uno sforzo necessario, indispensabile per far crescere il nostro Cantone. Perché ormai è ampiamente dimostrato che soprattutto dopo la nascita dell USI e successivamente della SUPSI il Ticino ha potuto svilupparsi, creare giovani professionisti, studiosi e ricercatori capaci di percorrere le strade dell innovazione, che portano solitamente al successo. In uno studio che mette a confronto le università di tutta Europa, l USI si piazza ai vertici per quantità di ricerca e presenza di studenti e professori stranieri, sinonimo di alta qualità. Ciò porta a sviluppare progetti che hanno poi un efficace ritorno economico (nascita di nuove aziende, sviluppo di progetti che hanno successo nel mondo, ecc.). In questo senso, quindi, i soldi che verranno spesi (in totale per i tre campus si parla di 265 milioni di franchi) sono un grosso investimento a beneficio di tutto il Cantone. Ma se la casa di studenti e professori deve essere adeguata, ancora più importante dovrà essere l impegno da profondere nel consolidare i processi di formazione dei futuri professionisti. La via sin qui seguita, come è dimostrato dal confronto internazionale appena citato, è quella giusta. Solo così i... cervelli che escono da USI e SUPSI sapranno distinguersi ed eccellere anche in un contesto ben più ampio rispetto ai ristretti confini del nostro Cantone.

10 laregioneticino, Martedì 8 luglio 2014 Per i campus di Supsi e Usi un contributo da 53 milioni e un prestito da 150 milioni di franchi Il Cantone si fa banca Questo tipo di partecipazione ai costi di costruzione è un novum. Bertoli: Vantaggi che ricadono sull ente parastatale. Obiettivo: a tetto per il di Chiara Scapozza Ticino terra di eccellenza universitaria. E quindi degno di ospitare campus all altezza. Dopo aver pensato al contenuto, grazie allo sviluppo dell Università della Svizzera italiana (Usi) e della Scuola universitaria professionale (Supsi) in termini di numeri e competenze, oggi è tempo di concentrarsi sul... contenitore. E il Consiglio di Stato lo fa con decisa convinzione, licenziando il messaggio che non solo propone un contributo (massimo) da 53,2 milioni di franchi quale partecipazione alla realizzazione di tre nuovi siti (costo delle opere: 265 milioni), ma facendosi banca e accordando un prestito da 140,3 milioni per la costruzione dei tre campus, più altri 10 milioni per l acquisto del terreno delle Ffs in stazione a Lugano, a cui si sommano 71,5 milioni in arrivo dalla Confederazione. «Si tratta di un novum ha commentato il consigliere di Stato Manuele Bertoli durante la presentazione del messaggio alla stampa. Il governo ha approvato questa impostazione perché lo Stato può prestare i soldi a prezzi più concorrenziali. Un aspetto rilevante nel finanziamento di opere per gli enti parapubblici». Nuovi spazi necessari vista la crescita delle due scuole. Costruire è meglio che affittare. Come riporta il messaggio governativo, uno dei vantaggi offerto da questo sistema risiede nella possibilità per il Cantone di fissare agli istituti universitari un tasso d interesse anche per un orizzonte temporale più lungo, da 20 sino a 30 anni, (...) garantendo una stabilità dei costi a Usi e Supsi per un lungo periodo. In alternativa il Cantone potrebbe concedere un prestito a tasso fisso sull intera durata di ammortamento prevista dei campus (50 anni). «Abbiamo individuato il sistema che potesse ridurre al massimo l impatto sulle finanze cantonali ha spiegato il direttore della Divisione della cultura Sandro Rusconi. In alto, il futuro campus di Lugano Stazione. Sotto, quello di Viganello L impatto netto stimato a carico dello Stato all anno sarà di 1,2 milioni di franchi. Oltre ad assumersi il rischio della variazione dei tassi d interesse, il Cantone garantisce la copertura del superamento dei costi fino a un massimo del 15%. Al di là della soglia dei 265 milioni, saranno però Usi e Supsi a dover intervenire». Una clausola di non poco conto: La ripartizione dei rischi tra Cantone e gli enti universitari evidenzia il messaggio governativo responsabilizza maggiormente questi ultimi sui costi di Bertoli con i presidenti Martinoli (Usi, davanti) e Petruzzella (Supsi) investimento e di gestione corrente. L esame dell impostazione ora spetta al Gran Consiglio. L apertura delle tre nuove sedi nelle stazioni di Lugano e Mendrisio (stabili Supsi) e a Viganello (stabile Usi/Supsi) è prevista per il Dal 2019 quindi il modello finanziario stima la diminuzione dei costi per effetto dell ammortamento dei prestiti e dal 2024/25 l investimento si dovrebbe tradurre in guadagno. Calcoli che dimostrano come la soluzione scelta ovvero quella di costruire risulti vantaggiosa sul medio-lungo termine rispetto alla locazione. Optare per una casa perennemente in affitto comporta valutazioni non solo economiche, ma anche qualitative. La Supsi lo sa bene. «Oggi siamo collocati in stabili che non sono stati concepiti per essere delle scuole ha osservato Alberto Petruzzella, neonominato presidente. Questo comporta non poche difficoltà. Ecco perché ci adopereremo per definire nei dettagli i tre nuovi progetti. Le esigenze di chi frequenta gli istituti della TI-PRESS Supsi sono molto variegate (studenti, docenti, ricercatori, professionisti in formazione continua) e sarà importante tenerne conto». I tre progetti saranno definitivi entro l anno prossimo, se tutto dovesse filare liscio (non è scontato) dal 2016 inizierà la fase di costruzione. «Un passo che consolida quello che ritengo un pilastro del nuovo Ticino ha aggiunto Piero Martinoli, presidente dell Usi. Un Ticino che non si basa più solo sui settori tradizionali, come turismo o banche, ma si apre alla scienza».

11 Corriere del Ticino, Giovedì 10 luglio 2014

12 laregioneticino, Giovedì 10 luglio 2014 Centotrentasette nuovi docenti per la scuola ticinese Elenco dei neodiplomati del Dipartimento formazione e apprendimento della Supsi: Bachelor in insegnamento nella scuola elementare: Akayoglu Begüm, Alfieri Mario, Altintop Sibel, Bagutti Michela, Ciocco Valentina, Crocetti Veronica, Di Domenico Davide, Fontana Filomena, Fornera Melody, Frontini Aline, Isolini Serena, Loda Sharon, Luzzi Arianna, Maggini Chiara, Marra Ilaria Simona, Meier Anna, Melek Sabrina, Merlo Francesca Sara, Minetti Matteo, Poma Evelyn, Pontarolo Claudia, Sartori Alessia, Sciaraffa Chiara, Sciarini Sharon, Sciarini Taryn, Serio Omar, Streit Claudia, Vannini Sara, Veglio Cesare, Visconti Carolina. Bachelor in insegnamento nella scuola dell infanzia: Barra Jessica, Bernasconi Nathalie, Bianchi Ilaria, Bignasca Laura, Boiani Simona, Bonetti Jasmine, Canello Chiara, Catenazzi Valentina Melody, De Nicola Sara, Del Notaro Viola, Ferrari Cristina, Giovanettina Patricia, Gustarini Simona, Joye Sandrine, Martignoni Melissa, Mazzoleni Carolina, Mikulic Ivana, Quadri Veronica, Ramelli Sandra, Richina Cornelia, Togni Lisa, Zgraggen Stefania. Master in insegnamento nella scuola media: Abate Luca Giuseppe, Educazione visiva e arti plastiche; Alessi Massimo, Scienze naturali; Antonini Gottardi Cristina, Educazione visiva e arti plastiche; Bariffi Luca, Educazione musicale; Basile Anita, Italiano; Bergamaschi Stefano, Geografia; Bernard Rebecca, Inglese e Tedesco; Bianchin Valeria, Italiano; Boggia Tania, Francese e Inglese; Broso Francesca, Inglese; Casson Marina, Matematica; Cefalù Valeria, Matematica; Ceresa Domenico, Educazione musicale; Chinotti Gea, Inglese e Tedesco; Comelli Anna, Italiano; Croce Simona, Scienze naturali; Croci Torti Elena, Francese; Dalmas Louise, Storia; Degli Innocenti Machi Paola, Educazione musicale; Falcade Pincolini Rossana, Matematica; Figini Eleonora, Inglese; Filimci Mahmut, Scienze naturali; Fontana Angela, Italiano; Garbelli Simone, Matematica; Genovesi Riccardo, Storia; Gianinazzi Lucia, Italiano; Hefti Francesco, Storia; Leidi Martino, Geografia; Leonard Christa, Scienze naturali; Maric Mirjana, Scienze naturali; Mazzi-Damotti Massimo, Educazione visiva e arti plastiche; Medici Elena, Italiano e Tedesco; Meisser Céline, Educazione visiva e arti plastiche; Meschini Giacomo, Educazione visiva e arti plastiche; Minervino Maura, Scienze naturali; Oleggini Francesco, Italiano; Orlandi Anna, Italiano; Petrova Daniela, Italiano e Storia; Piantini Andrea, Storia; Pierini Eleonora, Francese e Tedesco; Pina Lisa, Scienze naturali; Piscopiello Francesco, Geografia; Pontiggia Alice, Italiano; Prati Delia, Francese; Pron Sebastiano, Scienze naturali; Rossi Alessandro, Matematica; Schneider Michel, Matematica; Schwab Emanuelle Florence, Storia; Scolari Micol Francese e Tedesco; Spinedi Marco, Geografia e Storia; Tengattini Erica, Italiano; Trautmann Miftin Gabriella, Educazione visiva e arti plastiche; Triglione Mariana, Matematica; Tugcu Yüksel Ingle- se e Italiano; Vicari Sonia, Inglese e Italiano; Volger Anna, Scienze naturali; Zanetti Prisca, Geografia. Master in insegnamento nella scuola media superiore: Albertoni Federico, Inglese; Amsler Daniela, Inglese; Boldini Roberto, Matematica; Candolfi Francesco, Storia; Carugati Sabrina Sonia, Inglese; Castelletti Susanna, Storia; Castro Mallamaci Sonia, Storia; Colizzi Ernesto, Matematica; Cotta-Ramusino Ludovica, Matematica; Fornara Lisa, Storia; Frigeri Alessandro, Storia; Ghidotti Alice, Inglese; Gonzato Margherita, Matematica; Guglielmini Valentina Maria Antonietta, Matematica; Laake Lena, Inglese; Maddalena Fiorenza, Matematica; Martini Aureliano, Storia; Perri Gabriele Monica, Storia; Piffaretti Gabriele, Storia; Rathore-Nigsch Claudia, Inglese; Ricotti Stefania, Matematica; Rigato Alessandra, Matematica; Riva Andrea, Matematica; Romeo Nicola, Matematica; Rusconi Andrea, Storia; Shaukat Saffìa Elisa, Storia; Soldati Matteo, Inglese; Stasolla Paolo, Matematica.

13 Rivista di Lugano, Venerdì 11 luglio 2014 In carica il nuovo presidente del consiglio della scuola Petruzzella sale in cattedra alla Supsi È entrato in carica il nuovo presidente del Consiglio della scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (Supsi) Alberto Petruzzella. Ad affiancarlo, in qualità di vice presidente, Claudio Boër, membro del consiglio dal gennaio scorso dopo avervi fatto parte nei primi 8 anni di costituzione della scuola. Petruzzella, responsabile Regione Ticino di Credit Suisse e già membro del consiglio della Supsi dal 2011, subentra ad Alberto Cotti, che dopo 12 anni di attività è giunto al termine del suo mandato. Per i prossimi 4 anni e con mandato rinnovabile fino a un massimo di 12 sarà quindi Alberto Petruzzella a guidare la scuola universitaria che, attualmente, impiega Alberto Petruzella (sinistra) e Claudio Boër. quasi 900 collaboratori, accoglie oltre 4mila studenti in formazione di base (bachelor e master), 6mila in formazione continua e investe 28 milioni nella ricerca applicata e nella consulenza al territorio. Tra le sfide future del neo-presidente, oltre al progetto relativo alla costruzione dei tre nuovi campus previsti alla stazione di Lugano, a Viganello e Mendrisio vi è anche la riorganizzazione strutturale della Supsi che, a seguito dell unione del dipartimento sanità con quello delle scienze aziendali e sociali, darà vita dal 1 ottobre al nuovo dipartimento di economia aziendale, sanità e sociale.

14 Rivista di Lugano, Venerdì 11 luglio 2014 Contributo cantonale di 53 milioni per le strutture Supsi e Usi di Viganello, Massagno e Mendrisio Il Ticino scende in campus Il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio con cui propone al parlamento lo stanziamento di un credito di 53,2 milioni di franchi, su un costo totale di 265 milioni, per la realizzazione dei tre nuovi campus Usi e Supsi a Massagno, Viganello e Mendrisio; da Berna dovrebbero arrivare 71 milioni e i restanti 140 saranno a carico dei due istituti (che riceveranno un prestito dal cantone). Obiettivo: inaugurare gli spazi nella seconda metà del Manuele Bertoli, direttore del dipartimento dell educazione, presentando il messaggio ha evidenziato come negli ultimi anni il settore universitario si è sviluppato in modo importante, «e se all inizio, come è ovvio, ci si è concentrati sui contenuti, ora è il momento di pensare ai contenitori. Quindi alla sistemazione logistica delle varie facoltà». Vediamo i singoli progetti. Il campus di Viganello permetterà di riunire in una sola sede il dipartimento tecnologie innovative della Supsi e la facoltà d informatica dell Usi, al fine di migliorare ulteriormente le sinergie attorno all area informatica e tecnica. Il progetto «Zenobia» di Tocchettu-Pessina di Zurigo prevede un investimento di 124 milioni. A Massagno saranno trasferite le attuali sei sedi in affitto a Manno (dipartimento economia aziendale, sanità e sociale) nonché la direzione della Supsi. Il concorso è stato vinto dagli architetti Cruz y Ortiz/Giraudi Radcuzweit di Lugano. In questo caso la spesa è di 68 milioni, a cui se ne aggiungono 10 per l acquisto di un terreno delle Ffs. Infine, a Mendrisio, si intende insediare il dipartimento ambiente, costruzione e design della Supsi; il quale, dal 2009, ha una sede distaccata a Lamone. La futura vicinanza con l Accademia di architettura è destinata a creare sinergie. Il progetto scelto è stato elaborato dagli architetti Bassi e Carella di Ginevra. Il costo previsto ammonta a 73 milioni di franchi. Nella foto, da sinistra: Alberto Petruzella (presidente Supsi), Manuele Bertoli (direttore del dipartimento educazione, sport Foto Ti-Press e cultura) e Piero Martinoli (presidente Usi) davanti ai tre modellini dei campus di Viganello, Lugano e Mendrisio.

15 Rivista di Lugano, Venerdì 11 luglio 2014 Aperte le iscrizioni al Master Supsi Cultural management Sono aperte le iscrizioni al Master of advanced studies Supsi in cultural management 2014/2016, che prende avvio in ottobre a Lugano. La complessità e la rapidità dei cambiamenti in atto nel mondo culturale richiedono capacità crescenti di interpretazione del contesto, padronanza di metodi e strumenti per attivare strategie di gestione al fine di garantire la sostenibilità dei progetti e delle organizzazioni in ambito culturale. La formula su due anni a blocchi intensivi che si svolgono principalmente nei weekend permette di conciliare esigenze professionali o personali con quelle formative. Informazioni su o scrivendo a

16 laregioneticino, Sabato 12 luglio 2014 Un inizio di presidenza con i fiocchi per Alberto Petruzzella, alla testa della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana. Di recente il Consiglio di Stato ha infatti licenziato, all indirizzo del parlamento, il messaggio che assicura i mezzi finanziari necessari alla realizzazione dei tre campus: nelle stazioni di Lugano e Mendrisio (stabili Supsi) e a Viganello (stabile Usi/Supsi). La loro apertura è prevista per il All orizzonte si profila quindi un Ticino che si basa non più solo su turismo e banche, ma pure sulla scienza, ha osservato il presidente dell Usi Piero Martinoli. Speriamo sia così. Alti Alberto Petruzzella

17 Corriere del Ticino, Mercoledì 16 luglio 2014

18 Giornale del Popolo, Mercoledì 16 luglio 2014 MORCOTE L esemplare impegno dell Associazione Amici dei Restauri Cultura, storia e chiese: mantenerle vive... costa Una chiesa porta in sé una grande varietà di significati : luogo di culto (certamente!), ma pure testimonianza storica e culturale. Da preservare. Come? Una chiesa, oltre ben inteso a essere il punto di riferimento di una Parrocchia, è anche un monumento e come tale va trattato e conservato. Il tempo passa, tutto invecchia e anche una chiesa, per mantenere il suo valore storico e culturale, abbisogna di cure. Nel suo interno si nascondono spesso opere di grande valore artistico e spesso vere e proprie attrazioni, testimonianze di un passato ormai lontano. Una chiesa è anche un valore turistico. Per tutte queste ragioni è buona cosa salvaguardarne le caratteristiche. Ma per farlo occorrono a volte investimenti ingenti e trovare i soldi non è mai facile. Occorre ingegnarsi. La chiesa di Santa Maria del Sasso di Morcote - perché è di lei che oggi parliamo - la conoscono in tanti: è un gioiello che si affaccia fiero sul Ceresio. Come ogni gioiello ogni tanto va spolverato per ravvivarne l originale lucentezza. L intento dell Associazione Amici dei Restauri di Morcote, fondata nel 2007, è proprio quello di far conoscere, conservare e valorizzare il complesso monumentale di Morcote nel suo insieme, tutelando in particolare la salvaguardia e il restauro di questi beni culturali. Lo fa (anche) organizzando eventi attraverso i quali raccogliere preziosi fondi. Ne parliamo con la sua presidente, Elena Colombo. Una chiacchierata che fa emergere aspetti e riflessioni applicabili anche in altri contesti simili. Come opera la vostra associazione? Vogliamo divulgare la conoscenza storica e architettonica degli edifici sacri e civili. Raccogliamo quindi fondi per contribuire durevolmente ai costi di manutenzione e per sostenere attivamente i lavori di restauro degli edifici, statue, affreschi che compongono il patrimonio culturale di Morcote, collaborando con l autorità comunale, gli enti cantonali e federali per salvaguardare e mantenere il valore e il pregio di questi beni. Questo in generale. E nello specifico come fare per contribuire concretamente? Le nostre chiese in Ticino, oltre all innegabile valore storico e artistico, offrono un ottima acustica e quindi si prestano allo svolgimento di concerti, pertanto per raggiungere il nostro obiettivo organizziamo eventi nelle chiese di Morcote, come la 6. edizione degli Incontri musicali (24-27 luglio, nella chiesa di Sant Antonio Abate con inizio alle Alcune immagini dei lavori preliminari e di catalogazione compiuti all interno della chiesa di Santa Maria del Sasso. 19) e i Concerti di fine estate (5-7 settembre, nella chiesa di San Rocco alle 19, nonché domenica 7 settembre alle 11 nella chiesa di Santa Maria del Sasso). L organizzazione è interamente affidata ai membri dell associazione (10 persone), ad aiuti esterni e all ausilio organizzativo degli impiegati del Comune di Morcote. Quali risultati avete raggiunto e quale audience registrate? Gli incontri musicali sono ormai un appuntamento estivo atteso non solo dai morcotesi, ma pure da numerose persone residenti fuori Comune e dai turisti, alcuni dei quali prenotano le loro vacanze da noi in questo periodo proprio per assistervi. Questa manifestazione, grazie alla sempre alta qualità dei musicisti presenti e garantita dalla sua anima artistica (la pianista Bénédicte Haid, conosciuta a livello internazionale), è molto cresciuta negli anni a livello di affluenza. Speriamo che il trend si confermi anche quest anno. Da notare che l entrata a tutti i concerti è gratuita. Parliamo degli interventi fatti e ancora da fare nel complesso monumentale di Morcote. Lo abbiamo detto: il paziente che avete in cura attualmente è la chiesa di Santa Maria del Sasso. Con l inaugurazione nel giugno 2009 dell Oratorio di S. Antonio Abate, edificio risalente al tardo Medioevo, si è conclusa la prima tappa dei lavori di restauro sin qui intrapresi. Il prossimo intervento, complesso e oneroso, con il quale saremo confrontati, è la progettazione del restauro della chiesa di Santa Maria del Sasso, chiesa maggiore del complesso monumentale. Un intervento pienamente appoggiato dalla nostra associazione. A inizio luglio, con un interessante presentazione nella chiesa stessa, i docenti della SUPSI Giacinta Jean e Marco Somaini, unitamente agli studenti, hanno mostrato alle autorità, al Consiglio parrocchiale e al pubblico il rapporto sullo stato di conservazione delle pitture murali e degli apparati decorativi in stucco di questa chiesa, nell ambito del corso di laurea in Conservazione e Restauro. Quali i problemi riscontrati dallo studio? Lo studio iniziato nel febbraio di quest anno e terminato nella tarda primavera, ha focalizzato i maggiori problemi e interventi urgenti della chiesa e più precisamente nella navata ovest, sugli altari in stucco, ancora nelle navate est e ovest (stucchi nella cappella del Crocifisso) e sempre nella navata est (Miracolo di San Francesco). La SUPSI ha concluso affermando che le pitture della Cappella della Pesca miracolosa sono di altissimo valore e qualità e si presentano complessivamente in buono stato di conservazione. I maggiori problemi si hanno per contro in corrispondenza della Sibilla Persica dove efflorescenze saline e micro sollevamenti portano alla perdita rapida e continua di pellicola pittorica. Sulle stuccature della volta si hanno distacchi, efflorescenze saline, abrasione e sollevamento della pellicola pittorica. Le pitture esaminate presentano alterazioni e depositi superficiali che ne limitano la leggibilità. Molti dei problemi di conservazione riscontrati in entrambe le cappelle sono attivati dalle variazioni di temperatura e di relativa umidità presenti all interno della chiesa. Come si intende agire, allora? Su consiglio della stessa SUPSI, le autorità comunali stanno ora cercando degli esperti onde effettuare uno studio microclimatico della chiesa, così da verificare i problemi di umidità e condensa sulle superfici. Senza intervenire su questi fattori, ogni intervento di conservazione e restauro eseguito rischia di venire vanificato in pochi mesi. Questi importantissimi risultati e ulteriori passi che verranno intrapresi dal Comune di Morcote, sono stati comunicati per iscritto all Ufficio Beni Culturali di Bellinzona, che dovrà dal canto suo autorizzare qualsiasi futuro intervento alla chiesa. Il prossimo anno la SUPSI effettuerà un ulteriore studio che riguarderà la parte restante della chiesa di Santa Maria del Sasso. (RED)

19 Giornale del Popolo, Giovedì 17 luglio 2014 TESI IN MOSTRA A TREVANO Il miglior design della SUPSI In concomitanza con la consegna dei diplomi Master of Advanced Studies (MAS) in Interaction Design, giovedì 24 luglio alle 18 si inaugurerà la mostra dei progetti di tesi presso il Campus Trevano della SUPSI a Canobbio. Durante la mostra, che resterà aperta solo sino a fine serata, i diplomati saranno presenti per spiegare i loro progetti e rispondere alle domande dei visitatori. Il Master in Interaction Design è un programma che unisce design, nuovi media, programmazione e physical computing in un programma di studio che affronta la realizzazione di progetti in cui l interazione tra la cultura del progetto e lo sviluppo tecnologico permette di generare innovazioni nel campo del design. Nove studenti, in collaborazione con designer professionisti e aziende dell ambito tecnologico, medicale e culturale, hanno sviluppato nove prototipi funzionanti di prodotti, ambienti e servizi digitali innovativi che saranno esposti il prossimo 24 luglio. La mostra sarà inaugurata alle 18 presso l aula A005 del blocco A del Campus Trevano della SUPSI.

20 Giornale del Popolo, Venerdì 18 luglio 2014 MOSTRA Si potranno ammirare la sera del 24 luglio a Canobbio Nove prototipi tecnologici esposti dai diplomati SUPSI In concomitanza con la consegna dei diplomi Master of Advanced Studies (MAS) in Interaction Design, giovedì 24 luglio, alle ore 18, ci sarà la mostra dei progetti di tesi presso il Campus Trevano della SUPSI a Canobbio. Durante la mostra, che resterà aperta solo quella sera, i diplomati saranno presenti per spiegare i loro progetti e rispondere alle domande dei visitatori. Nove studenti, in collaborazione con designer professionisti e aziende dell ambito tecnologico, medicale e culturale, hanno sviluppato nove prototipi funzionanti di prodotti, ambienti e servizi digitali innovativi che saranno esposti. I progetti in mostra sono Titou, un dispositivo mobile per gli amanti della musica, di Laura Baggio, Open Data Installations, installazioni interattive per spazi pubblici per sensibilizzare sul tema degli OPEN DATA, di Mona Diab, Tell, applicazione mobile e indossabile per rilevare il livello di stress dei bambini autistici, di Orly Golan, TooT, un giocattolo interattivo e sonoro che aiuta i bambini ad acquisire conoscenze sulla musica e sul suo linguaggio, di Federico Lamer, ACVC, mostra interattiva per l Archivio Audiovisivo di Capriasca e Val Colla, di Marco Lurati, Telecom Data Visualization, sistema di visualizzazione dei dati di NOKIA Solutions and Networks, di Seena Peethambaran, Generative Art Machines, di Sandro Pianetti, LAUToM, sistema di gestione open source per i FabLab, laboratori di digital fabrication, di Lucia Rabago, Yokai, gioco digitale per connettere le persone attraverso esperienze interattive, di Sudarshan Raghunatan. Tra le aziende che hanno collaborato possiamo citare Frog Design Milano, DotDotDot, Empatica, TODO; hanno cooperato inoltre la NOKIA Solutions and Networks, Science and Technology Advisor del Cirque du Soleil e il FabLab di Berna.

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Comunicazioni ai genitori Indicazioni sul nuovo modello

Comunicazioni ai genitori Indicazioni sul nuovo modello Ufficio delle scuole comunali Collegio degli ispettori Comunicazioni ai genitori Indicazioni sul nuovo modello Bellinzona, dicembre 2010 Comunicazioni ai genitori Indicazioni sul nuovo modello Comunicazioni

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Ente: ALBANO SANT'ALESSANDRO Sede: 35975 ALBANO SAN ALESSANDRO Posti richiesti: 1. Cognome Nome Esito

Ente: ALBANO SANT'ALESSANDRO Sede: 35975 ALBANO SAN ALESSANDRO Posti richiesti: 1. Cognome Nome Esito ========================================================== Progetto: BERGAMO E IL SUO TERRITORIO: UN ANNO DI SERVIZIO CIVILE NELL'AREA CULTURALE 2012 Codice progetto: R03NZ0050413100748NR03 ==========================================================

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER C O N V E G N O N A Z I O N A L E 16_05_2012 Roma Sala della Comunicazione del MIUR Viale Trastevere 76/a QUANDO LO SPAZIO INSEGNA nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero

Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero 443.116 del 30 settembre 2004 (Stato 1 ottobre 2014) Il Dipartimento federale dell interno (DFI), visti gli articoli 8 e 26 capoverso 2 della

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Sviluppo sostenibile e gestione responsabile delle risorse

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIPARIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli