Rassegna stampa Luglio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna stampa Luglio 2014"

Transcript

1 Rassegna stampa Luglio 2014

2 Rassegna stampa Luglio 2014

3 Sommario rassegna stampa Pagina Articolo Pagina Articolo 4 Corriere del Ticino, 1 luglio 2014 Cambio di presidenza, arriva Alberto Petruzzella 21 Giornale del Popolo, 18 luglio 2014 Smartphone per narrare il Festival del film Giornale de Popolo, 1 luglio 2014 SUSPI, Alberto Petruzzella ha iniziato la presidenza 22 laregioneticino, 19 luglio 2014 Ragazzi, cellulari e film 6 laregioneticino, 1 luglio 2014 SUPSI, Petruzzella da oggi presidente Claudio Boer vice 23 Rivista di Lugano, 25 luglio 2014 L informatica vien...giocando 7 Corriere del Ticino, 8 luglio 2014 Nuovi campus, un prestito dal Cantone 24 Rivista di Lugano, 25 luglio 2014 Docenti nelle scuole ticinesi 8 Giornale del Popolo, 8 luglio 2014 Tre case per USI e SUPSI 25 Rivista di Lugano, 25 luglio 2014 Certificate of Advanced studies 9 Giornale del Popolo, 8 luglio 2014 Un vestito nuovo per le idee 26 Corriere del Ticino, 26 luglio 2014 Quando si impara anche divertendosi 10 laregioneticino, 8 luglio 2014 Il Cantone si fa banca 27 laregioneticino, 26 luglio 2014 Non solo soldi 11 Corriere del Ticino, 10 luglio 2014 Il Festival visto con lo smartphone 28 Corriere del Ticino, 30 luglio 2014 SUPSI Start-up, per capire come crearla 12 laregioneticino, 10 luglio 2014 Centotrentasette nuovi docenti per la scuola ticinese 29 Corriere del Ticino, 31 luglio 2014 Club 74 un premio al miglior diploma in lavoro sociale 13 Rivista di Lugano, 11 luglio 2014 Petruzzella sale in cattedra alla SUPSI 30 Giornale del Popolo, 31 luglio 2014 Premio sociale dal Club Rivista di Lugano, 11 luglio 2014 Il Ticino scende in campus 15 Rivista di Lugano, 11 luglio 2014 Cultural management 16 laregioneticino, 12 luglio 2014 Alti 17 Corriere del Ticino, 16 luglio 2014 La Scuola Dimitri ad Avignone 18 Giornale del Popolo, 16 luglio 2016 Cultura, storia e chiese: mantenerle vive...costa 19 Giornale del Popolo, 17 luglio 2014 Il miglior design della SUPSI 20 Giornale del Popolo, 18 luglio 2014 Nove prototipi tecnologici esposti dai diplomati SUPSI

4 Corriere del Ticino, Martedì 1 luglio 2014

5 Giornale del Popolo, Martedì 1 luglio 2014 UNIVERSITÀ Ha iniziato anche il nuovo vice Boër SUPSI, Alberto Petruzzella ha iniziato la presidenza A seguito della nomina avvenuta il 13 dicembre scorso, è iniziata ieri la presidenza del Consiglio SUPSI da parte di Alberto Petruzzella. Responsabile Regione Ticino di Credit Suisse e già membro del Consiglio della Scuola dal 2011, subentra ad Alberto Cotti che - dopo 12 anni di attività nei quali ha contribuito in maniera considerevole alla crescita della SUPSI - è giunto al termine del suo mandato. Per i prossimi 4 anni - e con mandato rinnovabile fino ad un massimo di 12 anni - sarà quindi Petruzzella a guidare la SUPSI che, attualmente, impiega quasi 900 collaboratori, accoglie oltre 4mila studenti in formazione di base (bachelor e master), 6mila in formazione continua e investe 28 milioni nella ricerca applicata e nella consulenza al territorio. Tra le sfide future, oltre al progetto relativo alla costruzione dei 3 nuovi campus - previsti a Lugano Stazione, Lugano Viganello e Mendrisio - vi è anche la riorganizzazione strutturale della SUPSI che, a seguito dell unione di due Dipartimenti, darà vita dal 1. ottobre al nuovo Dipartimento di economia aziendale, sanità e sociale (DEASS). Designato dal Consiglio quale vice presidente, inizia oggi il suo incarico anche Claudio Boër, membro del Consiglio dal gennaio scorso dopo avervi fatto parte nei primi 8 anni di costituzione della Scuola. Membro della Commissione Federale delle scuole universitarie professionali, Claudio Boër è consulente del Governatore della provincia del Guangdong (Cina) e visiting professor presso la Guangdong University of Technology e la South China University of Technology.

6 laregioneticino, Martedì 1 luglio 2014 Supsi, Petruzzella da oggi presidente Claudio Boër vice La nomina è avvenuta lo scorso 13 dicembre, oggi entra in carica. È il nuovo presidente del Consiglio della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana, Alberto Petruzzella. Lo affiancherà, in qualità di vicepresidente, Claudio Boër, indica la Supsi in una nota. Responsabile Regione Ticino di Credit Suisse e già membro del Consiglio della Scuola dal 2011, Petruzzella subentra ad Alberto Cotti che, dopo dodici anni di attività nei quali ha contribuito in maniera considerevole alla crescita della Supsi, è giunto al termine del mandato. Per i prossimi quattro anni e con mandato rinnovabile fino a un massimo di dodici anni sarà dunque Petruzzella a guidare la Supsi: quasi 900 collaboratori, oltre studenti in formazione di base e in quella continua. Ed entra in carica oggi anche il neovicepresidente della Supsi Claudio Boër. Membro della Commissione federale delle scuole universitarie professionali, Boër è fra l altro consulente del Governatore della provincia del Guangdong (Cina).

7 Corriere del Ticino, Martedì 8 luglio 2014

8 Giornale del Popolo, Martedì 8 luglio 2014 CAMPUS Messaggio del Governo per un credito di 53,2 milioni Tre case adeguate ai bisogni di USI e SUPSI A Viganello, Massagno e Mendrisio si guarda al futuro. L investimento totale è di 265 milioni di franchi. E se tutto va secondo i piani, e senza intoppi, i nuovi edifici dovrebbero essere agibili per la fine del Palla ora al Gran Consiglio. PAGINA A CURA DI Nicola Mazzi Se tutto va bene, alla fine del 2018, la Svizzera italiana avrà a disposizione tre nuovi campus. Il primo a Viganello, il secondo a Mendrisio e il terzo a Massagno. Ieri a Bellinzona è stato presentato il messaggio del Consiglio di Stato con il quale chiede al Gran Consiglio un contributo (massimo) di 53,2 milioni di franchi quale partecipazione alla costruzione delle tre nuove strutture universitarie. Il responsabile del DECS (Dipartimento educazione, cultura e sport) Manuele Bertoli ha tenuto a evidenziare come negli ultimi anni il settore universitario si è sviluppato in modo importante. «E se all inizio, come è ovvio, ci si è concentrati sui contenuti, ora è il momento di pensare ai contenitori. E quindi alla sistemazione logistica delle varie facoltà». Il consigliere di Stato ha precisato che il Cantone non è un committente diretto, «dà un contributo alla realizzazione di questi tre campus. È un ente cofinanziatore. In un certo senso questa è una novità, diventiamo una sorta di banca (con un prestito di 140 milioni), ma il progetto è di sicuro interesse pubblico». Lo stesso Bertoli ha quindi detto che «in questo modo i due enti universitari entreranno nell età adulta». Un altro aspetto messo in evidenza riguarda il fatto che 2 progetti su 3 sono vicini alla ferrovia. E questo guardando al futuro e all apertura di AlpTransit è una scelta logica e che sottintende un maggiore potenziale di sviluppo. «Ora - ha concluso Bertoli - toccherà al Parlamento trattare in modo celere questo messaggio in modo da rispettare la tabella di marcia e quindi l inizio delle attività alla fine del 2018». I CAMPUS La riorganizzazione universitaria Contenitori pieni di contenuti L intenzione è quella di raggruppare facoltà e discipline simili. Importante anche la posizione geografica: due campus sono vicini alla stazione. Sugli obiettivi si è quindi soffermato Sandro Rusconi (responsabile della Divisione della cultura e degli studi universitari). «Prima di iniziare a elaborare questo messaggio ci siamo soffermati sulle necessità di USI e SUPSI. In particolare abbiamo voluto dimostrare il fabbisogno di costruire le tre strutture. Inoltre siamo giunti alla conclusione che la costruzione, sul medio termine, è più economica dell affitto. E ancora abbiamo cercato di sviluppare un metodo di finanzia- mento dal minor impatto economico possibile». E lo stesso Rusconi ha dato anche le cifre del finanziamento necessario. In totale, per i tre campus, sono previsti 265 milioni di investimento. Di cui il 27,5% (71,5 milioni) arrivano dalla Confederazione e altri 53,2 milioni (20%) dal Cantone. Il restante, e cioè 140,3 milioni sarà dato sottoforma di prestito (e quindi da restituire) dal Cantone. Inoltre vi sarà un prestito aggiuntivo di 10 milioni per l acquisto di un terreno ora di proprietà delle FFS. Tornando agli obiettivi Rusconi ha tenuto a sottolineare come l impatto finanziario nel 2019 sarà, al netto, di 1,2 milioni l anno. E anche sui rischi legati agli investimenti vi è stata una condivisione tra gli istituti universitari e il Cantone. Lo scopo di tutto ciò è quello di uno sviluppo organico del polo universitario cantonale per i prossimi anni. Con investimenti che a lungo termine possono anche far risparmiare. Il progetto del campus di Massagno degli architetti Cruz Y Ortiz, Radczuweit. Ma analizziamo un po più a fondo i tre progetti. E soprattutto che cosa si intende mettere in questi contenitori. Quali cioè le facoltà, i laboratori di ricerca e gli altri servizi messi a disposizione di studenti e ricercatori, finiranno nei tre campus. Campus di Mendrisio Situato vicino alla stazione di Mendrisio questo campus è destinato ad accogliere il Dipartimento ambiente, costruzione e design della SUPSI. Questo dipartimento, dal 2009 ha anche una sede distaccata a Lamone. La futura vicinanza con l Accademia di architettura è destinata a creare sinergie. Il progetto scelto (Ascensus), è stato elaborato dagli architetti Bassi e Carella di Ginevra. Per questo progetto si pensa di terminare i lavori alla fine del Il costo previsto è di 73 milioni di franchi. Campus di Viganello Il progetto prevede di riunire in una sola sede il Dipartimento tecnologie innovative (SUPSI) con la Facoltà d informatica dell USI e ciò al fine di migliorare ulteriormente le sinergie attorno all area informatica e tecnica. Il progetto Zenobia di Tocchettu-Pessina di Zurigo è stato scelto dopo un concorso svolto tra il Inizialmente il mandato fu assegnato al progetto Essentia di Arbnor Murati, ma a causa del mancato raggiungimento dei risultati attesi la committenza ha affidato il mandato al secondo classificato. In questo caso la fine dei lavori è prevista per settembre 2018 e il costo complessivo è di 124 milioni per una superficie totale di 30mila metri quadrati. Da notare che in questo campus dovrebbe essere ospitato anche il centro di promozione start up. Campus di Massagno L obiettivo di questo campus, situato vicino alla stazione di Lugano, è quello di trasferire le attuali sei sedi in affitto a Manno e la Direzione in un unico campus. Il concorso è stato vinto dagli architetti Cruz y Ortiz/Giraudi Radcuzweit di Lugano. In questo caso le superfici previste sono di metri quadrati e si prevede di terminare i lavori nell estate del Da segnalare che si propone anche l acquisto del terreno delle FFS per 10 milioni. Il campus a Mendrisio degli architetti Bassi Carella. Il Campus di Viganello degli architetti Tocchetti- Pessina. I PRESIDENTI Martinoli e Petruzzella puntano sulle sinergie «Istituti pensati per durare» Alla presentazione sono intervenuti anche i presidenti di USI e SUPSI Piero Martinoli e Alberto Petruzzella. Il secondo ha sottolineato il fatto che l obiettivo è «quello di consolidare la struttura lavorando sulla qualità della scuole e quindi anche sulle infrastrutture. Oggi, molte lezioni vengono date in edifici che non sono pensati per essere scuole». Lo stesso Petruzzella ha quindi rilevato come i progetti sono stati elaborati sulle necessità degli utenti. Si vuole investire anche sui bisogni e gli spazi. La flessibilità sarà fondamentale perché le esigenze, nel tempo, mutano. Per quanto riguarda la questione finanziaria Petruzzella ha anche evidenziato il fatto «che i rischi sono stati condivisi con il Cantone, per questo motivo i costi dovranno restare nei preventivi». Da parte sua il presidente dell USI Piero Martinoli si è detto soddisfatto di «questo passo importante nel progetto universitario Ticino. Sarà uno dei pilastri del nuovo Cantone che si baserà anche sulla conoscenza e la scienza». Lo stesso Martinoli ha messo in evidenza il fatto che l USI negli anni è cresciuta (più di 3mila studenti, oltre 100 professori e 500 collaboratori). Inoltre anche la ricerca si è sviluppata in modo importante. Senza scordare che sono nati due nuovi istituti (scienze computazionali e studi italiani). Dunque si fa sempre più urgente l aumento delle superfici e di spazi. Sia per sistemare il personale sia per implementare la ricerca. «E la vicinanza tra USI e SUPSI - ha concluso - favorirà molte collaborazioni».

9 Giornale del Popolo, Martedì 8 luglio 2014 UN VESTITO NUOVO PER LE IDEE di GIANMARIA PUSTERLA Che USI e SUPSI trovino presto le migliori condizioni di... abitabilità (il discorso vale più per la SUPSI, visto che l università può già vantare sedi adeguate a Lugano e a Mendrisio) è una buona cosa. Se studenti e professori hanno a disposizione una casa dignitosa potranno solo migliorare le loro prestazioni. L impegno finanziario previsto dal Governo e presentato ieri si inserisce dunque in un giusto lavoro di ottimizzazione di questi due centri per eccellenza nella formazione dei giovani ticinesi (e non solo). È uno sforzo necessario, indispensabile per far crescere il nostro Cantone. Perché ormai è ampiamente dimostrato che soprattutto dopo la nascita dell USI e successivamente della SUPSI il Ticino ha potuto svilupparsi, creare giovani professionisti, studiosi e ricercatori capaci di percorrere le strade dell innovazione, che portano solitamente al successo. In uno studio che mette a confronto le università di tutta Europa, l USI si piazza ai vertici per quantità di ricerca e presenza di studenti e professori stranieri, sinonimo di alta qualità. Ciò porta a sviluppare progetti che hanno poi un efficace ritorno economico (nascita di nuove aziende, sviluppo di progetti che hanno successo nel mondo, ecc.). In questo senso, quindi, i soldi che verranno spesi (in totale per i tre campus si parla di 265 milioni di franchi) sono un grosso investimento a beneficio di tutto il Cantone. Ma se la casa di studenti e professori deve essere adeguata, ancora più importante dovrà essere l impegno da profondere nel consolidare i processi di formazione dei futuri professionisti. La via sin qui seguita, come è dimostrato dal confronto internazionale appena citato, è quella giusta. Solo così i... cervelli che escono da USI e SUPSI sapranno distinguersi ed eccellere anche in un contesto ben più ampio rispetto ai ristretti confini del nostro Cantone.

10 laregioneticino, Martedì 8 luglio 2014 Per i campus di Supsi e Usi un contributo da 53 milioni e un prestito da 150 milioni di franchi Il Cantone si fa banca Questo tipo di partecipazione ai costi di costruzione è un novum. Bertoli: Vantaggi che ricadono sull ente parastatale. Obiettivo: a tetto per il di Chiara Scapozza Ticino terra di eccellenza universitaria. E quindi degno di ospitare campus all altezza. Dopo aver pensato al contenuto, grazie allo sviluppo dell Università della Svizzera italiana (Usi) e della Scuola universitaria professionale (Supsi) in termini di numeri e competenze, oggi è tempo di concentrarsi sul... contenitore. E il Consiglio di Stato lo fa con decisa convinzione, licenziando il messaggio che non solo propone un contributo (massimo) da 53,2 milioni di franchi quale partecipazione alla realizzazione di tre nuovi siti (costo delle opere: 265 milioni), ma facendosi banca e accordando un prestito da 140,3 milioni per la costruzione dei tre campus, più altri 10 milioni per l acquisto del terreno delle Ffs in stazione a Lugano, a cui si sommano 71,5 milioni in arrivo dalla Confederazione. «Si tratta di un novum ha commentato il consigliere di Stato Manuele Bertoli durante la presentazione del messaggio alla stampa. Il governo ha approvato questa impostazione perché lo Stato può prestare i soldi a prezzi più concorrenziali. Un aspetto rilevante nel finanziamento di opere per gli enti parapubblici». Nuovi spazi necessari vista la crescita delle due scuole. Costruire è meglio che affittare. Come riporta il messaggio governativo, uno dei vantaggi offerto da questo sistema risiede nella possibilità per il Cantone di fissare agli istituti universitari un tasso d interesse anche per un orizzonte temporale più lungo, da 20 sino a 30 anni, (...) garantendo una stabilità dei costi a Usi e Supsi per un lungo periodo. In alternativa il Cantone potrebbe concedere un prestito a tasso fisso sull intera durata di ammortamento prevista dei campus (50 anni). «Abbiamo individuato il sistema che potesse ridurre al massimo l impatto sulle finanze cantonali ha spiegato il direttore della Divisione della cultura Sandro Rusconi. In alto, il futuro campus di Lugano Stazione. Sotto, quello di Viganello L impatto netto stimato a carico dello Stato all anno sarà di 1,2 milioni di franchi. Oltre ad assumersi il rischio della variazione dei tassi d interesse, il Cantone garantisce la copertura del superamento dei costi fino a un massimo del 15%. Al di là della soglia dei 265 milioni, saranno però Usi e Supsi a dover intervenire». Una clausola di non poco conto: La ripartizione dei rischi tra Cantone e gli enti universitari evidenzia il messaggio governativo responsabilizza maggiormente questi ultimi sui costi di Bertoli con i presidenti Martinoli (Usi, davanti) e Petruzzella (Supsi) investimento e di gestione corrente. L esame dell impostazione ora spetta al Gran Consiglio. L apertura delle tre nuove sedi nelle stazioni di Lugano e Mendrisio (stabili Supsi) e a Viganello (stabile Usi/Supsi) è prevista per il Dal 2019 quindi il modello finanziario stima la diminuzione dei costi per effetto dell ammortamento dei prestiti e dal 2024/25 l investimento si dovrebbe tradurre in guadagno. Calcoli che dimostrano come la soluzione scelta ovvero quella di costruire risulti vantaggiosa sul medio-lungo termine rispetto alla locazione. Optare per una casa perennemente in affitto comporta valutazioni non solo economiche, ma anche qualitative. La Supsi lo sa bene. «Oggi siamo collocati in stabili che non sono stati concepiti per essere delle scuole ha osservato Alberto Petruzzella, neonominato presidente. Questo comporta non poche difficoltà. Ecco perché ci adopereremo per definire nei dettagli i tre nuovi progetti. Le esigenze di chi frequenta gli istituti della TI-PRESS Supsi sono molto variegate (studenti, docenti, ricercatori, professionisti in formazione continua) e sarà importante tenerne conto». I tre progetti saranno definitivi entro l anno prossimo, se tutto dovesse filare liscio (non è scontato) dal 2016 inizierà la fase di costruzione. «Un passo che consolida quello che ritengo un pilastro del nuovo Ticino ha aggiunto Piero Martinoli, presidente dell Usi. Un Ticino che non si basa più solo sui settori tradizionali, come turismo o banche, ma si apre alla scienza».

11 Corriere del Ticino, Giovedì 10 luglio 2014

12 laregioneticino, Giovedì 10 luglio 2014 Centotrentasette nuovi docenti per la scuola ticinese Elenco dei neodiplomati del Dipartimento formazione e apprendimento della Supsi: Bachelor in insegnamento nella scuola elementare: Akayoglu Begüm, Alfieri Mario, Altintop Sibel, Bagutti Michela, Ciocco Valentina, Crocetti Veronica, Di Domenico Davide, Fontana Filomena, Fornera Melody, Frontini Aline, Isolini Serena, Loda Sharon, Luzzi Arianna, Maggini Chiara, Marra Ilaria Simona, Meier Anna, Melek Sabrina, Merlo Francesca Sara, Minetti Matteo, Poma Evelyn, Pontarolo Claudia, Sartori Alessia, Sciaraffa Chiara, Sciarini Sharon, Sciarini Taryn, Serio Omar, Streit Claudia, Vannini Sara, Veglio Cesare, Visconti Carolina. Bachelor in insegnamento nella scuola dell infanzia: Barra Jessica, Bernasconi Nathalie, Bianchi Ilaria, Bignasca Laura, Boiani Simona, Bonetti Jasmine, Canello Chiara, Catenazzi Valentina Melody, De Nicola Sara, Del Notaro Viola, Ferrari Cristina, Giovanettina Patricia, Gustarini Simona, Joye Sandrine, Martignoni Melissa, Mazzoleni Carolina, Mikulic Ivana, Quadri Veronica, Ramelli Sandra, Richina Cornelia, Togni Lisa, Zgraggen Stefania. Master in insegnamento nella scuola media: Abate Luca Giuseppe, Educazione visiva e arti plastiche; Alessi Massimo, Scienze naturali; Antonini Gottardi Cristina, Educazione visiva e arti plastiche; Bariffi Luca, Educazione musicale; Basile Anita, Italiano; Bergamaschi Stefano, Geografia; Bernard Rebecca, Inglese e Tedesco; Bianchin Valeria, Italiano; Boggia Tania, Francese e Inglese; Broso Francesca, Inglese; Casson Marina, Matematica; Cefalù Valeria, Matematica; Ceresa Domenico, Educazione musicale; Chinotti Gea, Inglese e Tedesco; Comelli Anna, Italiano; Croce Simona, Scienze naturali; Croci Torti Elena, Francese; Dalmas Louise, Storia; Degli Innocenti Machi Paola, Educazione musicale; Falcade Pincolini Rossana, Matematica; Figini Eleonora, Inglese; Filimci Mahmut, Scienze naturali; Fontana Angela, Italiano; Garbelli Simone, Matematica; Genovesi Riccardo, Storia; Gianinazzi Lucia, Italiano; Hefti Francesco, Storia; Leidi Martino, Geografia; Leonard Christa, Scienze naturali; Maric Mirjana, Scienze naturali; Mazzi-Damotti Massimo, Educazione visiva e arti plastiche; Medici Elena, Italiano e Tedesco; Meisser Céline, Educazione visiva e arti plastiche; Meschini Giacomo, Educazione visiva e arti plastiche; Minervino Maura, Scienze naturali; Oleggini Francesco, Italiano; Orlandi Anna, Italiano; Petrova Daniela, Italiano e Storia; Piantini Andrea, Storia; Pierini Eleonora, Francese e Tedesco; Pina Lisa, Scienze naturali; Piscopiello Francesco, Geografia; Pontiggia Alice, Italiano; Prati Delia, Francese; Pron Sebastiano, Scienze naturali; Rossi Alessandro, Matematica; Schneider Michel, Matematica; Schwab Emanuelle Florence, Storia; Scolari Micol Francese e Tedesco; Spinedi Marco, Geografia e Storia; Tengattini Erica, Italiano; Trautmann Miftin Gabriella, Educazione visiva e arti plastiche; Triglione Mariana, Matematica; Tugcu Yüksel Ingle- se e Italiano; Vicari Sonia, Inglese e Italiano; Volger Anna, Scienze naturali; Zanetti Prisca, Geografia. Master in insegnamento nella scuola media superiore: Albertoni Federico, Inglese; Amsler Daniela, Inglese; Boldini Roberto, Matematica; Candolfi Francesco, Storia; Carugati Sabrina Sonia, Inglese; Castelletti Susanna, Storia; Castro Mallamaci Sonia, Storia; Colizzi Ernesto, Matematica; Cotta-Ramusino Ludovica, Matematica; Fornara Lisa, Storia; Frigeri Alessandro, Storia; Ghidotti Alice, Inglese; Gonzato Margherita, Matematica; Guglielmini Valentina Maria Antonietta, Matematica; Laake Lena, Inglese; Maddalena Fiorenza, Matematica; Martini Aureliano, Storia; Perri Gabriele Monica, Storia; Piffaretti Gabriele, Storia; Rathore-Nigsch Claudia, Inglese; Ricotti Stefania, Matematica; Rigato Alessandra, Matematica; Riva Andrea, Matematica; Romeo Nicola, Matematica; Rusconi Andrea, Storia; Shaukat Saffìa Elisa, Storia; Soldati Matteo, Inglese; Stasolla Paolo, Matematica.

13 Rivista di Lugano, Venerdì 11 luglio 2014 In carica il nuovo presidente del consiglio della scuola Petruzzella sale in cattedra alla Supsi È entrato in carica il nuovo presidente del Consiglio della scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (Supsi) Alberto Petruzzella. Ad affiancarlo, in qualità di vice presidente, Claudio Boër, membro del consiglio dal gennaio scorso dopo avervi fatto parte nei primi 8 anni di costituzione della scuola. Petruzzella, responsabile Regione Ticino di Credit Suisse e già membro del consiglio della Supsi dal 2011, subentra ad Alberto Cotti, che dopo 12 anni di attività è giunto al termine del suo mandato. Per i prossimi 4 anni e con mandato rinnovabile fino a un massimo di 12 sarà quindi Alberto Petruzzella a guidare la scuola universitaria che, attualmente, impiega Alberto Petruzella (sinistra) e Claudio Boër. quasi 900 collaboratori, accoglie oltre 4mila studenti in formazione di base (bachelor e master), 6mila in formazione continua e investe 28 milioni nella ricerca applicata e nella consulenza al territorio. Tra le sfide future del neo-presidente, oltre al progetto relativo alla costruzione dei tre nuovi campus previsti alla stazione di Lugano, a Viganello e Mendrisio vi è anche la riorganizzazione strutturale della Supsi che, a seguito dell unione del dipartimento sanità con quello delle scienze aziendali e sociali, darà vita dal 1 ottobre al nuovo dipartimento di economia aziendale, sanità e sociale.

14 Rivista di Lugano, Venerdì 11 luglio 2014 Contributo cantonale di 53 milioni per le strutture Supsi e Usi di Viganello, Massagno e Mendrisio Il Ticino scende in campus Il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio con cui propone al parlamento lo stanziamento di un credito di 53,2 milioni di franchi, su un costo totale di 265 milioni, per la realizzazione dei tre nuovi campus Usi e Supsi a Massagno, Viganello e Mendrisio; da Berna dovrebbero arrivare 71 milioni e i restanti 140 saranno a carico dei due istituti (che riceveranno un prestito dal cantone). Obiettivo: inaugurare gli spazi nella seconda metà del Manuele Bertoli, direttore del dipartimento dell educazione, presentando il messaggio ha evidenziato come negli ultimi anni il settore universitario si è sviluppato in modo importante, «e se all inizio, come è ovvio, ci si è concentrati sui contenuti, ora è il momento di pensare ai contenitori. Quindi alla sistemazione logistica delle varie facoltà». Vediamo i singoli progetti. Il campus di Viganello permetterà di riunire in una sola sede il dipartimento tecnologie innovative della Supsi e la facoltà d informatica dell Usi, al fine di migliorare ulteriormente le sinergie attorno all area informatica e tecnica. Il progetto «Zenobia» di Tocchettu-Pessina di Zurigo prevede un investimento di 124 milioni. A Massagno saranno trasferite le attuali sei sedi in affitto a Manno (dipartimento economia aziendale, sanità e sociale) nonché la direzione della Supsi. Il concorso è stato vinto dagli architetti Cruz y Ortiz/Giraudi Radcuzweit di Lugano. In questo caso la spesa è di 68 milioni, a cui se ne aggiungono 10 per l acquisto di un terreno delle Ffs. Infine, a Mendrisio, si intende insediare il dipartimento ambiente, costruzione e design della Supsi; il quale, dal 2009, ha una sede distaccata a Lamone. La futura vicinanza con l Accademia di architettura è destinata a creare sinergie. Il progetto scelto è stato elaborato dagli architetti Bassi e Carella di Ginevra. Il costo previsto ammonta a 73 milioni di franchi. Nella foto, da sinistra: Alberto Petruzella (presidente Supsi), Manuele Bertoli (direttore del dipartimento educazione, sport Foto Ti-Press e cultura) e Piero Martinoli (presidente Usi) davanti ai tre modellini dei campus di Viganello, Lugano e Mendrisio.

15 Rivista di Lugano, Venerdì 11 luglio 2014 Aperte le iscrizioni al Master Supsi Cultural management Sono aperte le iscrizioni al Master of advanced studies Supsi in cultural management 2014/2016, che prende avvio in ottobre a Lugano. La complessità e la rapidità dei cambiamenti in atto nel mondo culturale richiedono capacità crescenti di interpretazione del contesto, padronanza di metodi e strumenti per attivare strategie di gestione al fine di garantire la sostenibilità dei progetti e delle organizzazioni in ambito culturale. La formula su due anni a blocchi intensivi che si svolgono principalmente nei weekend permette di conciliare esigenze professionali o personali con quelle formative. Informazioni su o scrivendo a

16 laregioneticino, Sabato 12 luglio 2014 Un inizio di presidenza con i fiocchi per Alberto Petruzzella, alla testa della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana. Di recente il Consiglio di Stato ha infatti licenziato, all indirizzo del parlamento, il messaggio che assicura i mezzi finanziari necessari alla realizzazione dei tre campus: nelle stazioni di Lugano e Mendrisio (stabili Supsi) e a Viganello (stabile Usi/Supsi). La loro apertura è prevista per il All orizzonte si profila quindi un Ticino che si basa non più solo su turismo e banche, ma pure sulla scienza, ha osservato il presidente dell Usi Piero Martinoli. Speriamo sia così. Alti Alberto Petruzzella

17 Corriere del Ticino, Mercoledì 16 luglio 2014

18 Giornale del Popolo, Mercoledì 16 luglio 2014 MORCOTE L esemplare impegno dell Associazione Amici dei Restauri Cultura, storia e chiese: mantenerle vive... costa Una chiesa porta in sé una grande varietà di significati : luogo di culto (certamente!), ma pure testimonianza storica e culturale. Da preservare. Come? Una chiesa, oltre ben inteso a essere il punto di riferimento di una Parrocchia, è anche un monumento e come tale va trattato e conservato. Il tempo passa, tutto invecchia e anche una chiesa, per mantenere il suo valore storico e culturale, abbisogna di cure. Nel suo interno si nascondono spesso opere di grande valore artistico e spesso vere e proprie attrazioni, testimonianze di un passato ormai lontano. Una chiesa è anche un valore turistico. Per tutte queste ragioni è buona cosa salvaguardarne le caratteristiche. Ma per farlo occorrono a volte investimenti ingenti e trovare i soldi non è mai facile. Occorre ingegnarsi. La chiesa di Santa Maria del Sasso di Morcote - perché è di lei che oggi parliamo - la conoscono in tanti: è un gioiello che si affaccia fiero sul Ceresio. Come ogni gioiello ogni tanto va spolverato per ravvivarne l originale lucentezza. L intento dell Associazione Amici dei Restauri di Morcote, fondata nel 2007, è proprio quello di far conoscere, conservare e valorizzare il complesso monumentale di Morcote nel suo insieme, tutelando in particolare la salvaguardia e il restauro di questi beni culturali. Lo fa (anche) organizzando eventi attraverso i quali raccogliere preziosi fondi. Ne parliamo con la sua presidente, Elena Colombo. Una chiacchierata che fa emergere aspetti e riflessioni applicabili anche in altri contesti simili. Come opera la vostra associazione? Vogliamo divulgare la conoscenza storica e architettonica degli edifici sacri e civili. Raccogliamo quindi fondi per contribuire durevolmente ai costi di manutenzione e per sostenere attivamente i lavori di restauro degli edifici, statue, affreschi che compongono il patrimonio culturale di Morcote, collaborando con l autorità comunale, gli enti cantonali e federali per salvaguardare e mantenere il valore e il pregio di questi beni. Questo in generale. E nello specifico come fare per contribuire concretamente? Le nostre chiese in Ticino, oltre all innegabile valore storico e artistico, offrono un ottima acustica e quindi si prestano allo svolgimento di concerti, pertanto per raggiungere il nostro obiettivo organizziamo eventi nelle chiese di Morcote, come la 6. edizione degli Incontri musicali (24-27 luglio, nella chiesa di Sant Antonio Abate con inizio alle Alcune immagini dei lavori preliminari e di catalogazione compiuti all interno della chiesa di Santa Maria del Sasso. 19) e i Concerti di fine estate (5-7 settembre, nella chiesa di San Rocco alle 19, nonché domenica 7 settembre alle 11 nella chiesa di Santa Maria del Sasso). L organizzazione è interamente affidata ai membri dell associazione (10 persone), ad aiuti esterni e all ausilio organizzativo degli impiegati del Comune di Morcote. Quali risultati avete raggiunto e quale audience registrate? Gli incontri musicali sono ormai un appuntamento estivo atteso non solo dai morcotesi, ma pure da numerose persone residenti fuori Comune e dai turisti, alcuni dei quali prenotano le loro vacanze da noi in questo periodo proprio per assistervi. Questa manifestazione, grazie alla sempre alta qualità dei musicisti presenti e garantita dalla sua anima artistica (la pianista Bénédicte Haid, conosciuta a livello internazionale), è molto cresciuta negli anni a livello di affluenza. Speriamo che il trend si confermi anche quest anno. Da notare che l entrata a tutti i concerti è gratuita. Parliamo degli interventi fatti e ancora da fare nel complesso monumentale di Morcote. Lo abbiamo detto: il paziente che avete in cura attualmente è la chiesa di Santa Maria del Sasso. Con l inaugurazione nel giugno 2009 dell Oratorio di S. Antonio Abate, edificio risalente al tardo Medioevo, si è conclusa la prima tappa dei lavori di restauro sin qui intrapresi. Il prossimo intervento, complesso e oneroso, con il quale saremo confrontati, è la progettazione del restauro della chiesa di Santa Maria del Sasso, chiesa maggiore del complesso monumentale. Un intervento pienamente appoggiato dalla nostra associazione. A inizio luglio, con un interessante presentazione nella chiesa stessa, i docenti della SUPSI Giacinta Jean e Marco Somaini, unitamente agli studenti, hanno mostrato alle autorità, al Consiglio parrocchiale e al pubblico il rapporto sullo stato di conservazione delle pitture murali e degli apparati decorativi in stucco di questa chiesa, nell ambito del corso di laurea in Conservazione e Restauro. Quali i problemi riscontrati dallo studio? Lo studio iniziato nel febbraio di quest anno e terminato nella tarda primavera, ha focalizzato i maggiori problemi e interventi urgenti della chiesa e più precisamente nella navata ovest, sugli altari in stucco, ancora nelle navate est e ovest (stucchi nella cappella del Crocifisso) e sempre nella navata est (Miracolo di San Francesco). La SUPSI ha concluso affermando che le pitture della Cappella della Pesca miracolosa sono di altissimo valore e qualità e si presentano complessivamente in buono stato di conservazione. I maggiori problemi si hanno per contro in corrispondenza della Sibilla Persica dove efflorescenze saline e micro sollevamenti portano alla perdita rapida e continua di pellicola pittorica. Sulle stuccature della volta si hanno distacchi, efflorescenze saline, abrasione e sollevamento della pellicola pittorica. Le pitture esaminate presentano alterazioni e depositi superficiali che ne limitano la leggibilità. Molti dei problemi di conservazione riscontrati in entrambe le cappelle sono attivati dalle variazioni di temperatura e di relativa umidità presenti all interno della chiesa. Come si intende agire, allora? Su consiglio della stessa SUPSI, le autorità comunali stanno ora cercando degli esperti onde effettuare uno studio microclimatico della chiesa, così da verificare i problemi di umidità e condensa sulle superfici. Senza intervenire su questi fattori, ogni intervento di conservazione e restauro eseguito rischia di venire vanificato in pochi mesi. Questi importantissimi risultati e ulteriori passi che verranno intrapresi dal Comune di Morcote, sono stati comunicati per iscritto all Ufficio Beni Culturali di Bellinzona, che dovrà dal canto suo autorizzare qualsiasi futuro intervento alla chiesa. Il prossimo anno la SUPSI effettuerà un ulteriore studio che riguarderà la parte restante della chiesa di Santa Maria del Sasso. (RED)

19 Giornale del Popolo, Giovedì 17 luglio 2014 TESI IN MOSTRA A TREVANO Il miglior design della SUPSI In concomitanza con la consegna dei diplomi Master of Advanced Studies (MAS) in Interaction Design, giovedì 24 luglio alle 18 si inaugurerà la mostra dei progetti di tesi presso il Campus Trevano della SUPSI a Canobbio. Durante la mostra, che resterà aperta solo sino a fine serata, i diplomati saranno presenti per spiegare i loro progetti e rispondere alle domande dei visitatori. Il Master in Interaction Design è un programma che unisce design, nuovi media, programmazione e physical computing in un programma di studio che affronta la realizzazione di progetti in cui l interazione tra la cultura del progetto e lo sviluppo tecnologico permette di generare innovazioni nel campo del design. Nove studenti, in collaborazione con designer professionisti e aziende dell ambito tecnologico, medicale e culturale, hanno sviluppato nove prototipi funzionanti di prodotti, ambienti e servizi digitali innovativi che saranno esposti il prossimo 24 luglio. La mostra sarà inaugurata alle 18 presso l aula A005 del blocco A del Campus Trevano della SUPSI.

20 Giornale del Popolo, Venerdì 18 luglio 2014 MOSTRA Si potranno ammirare la sera del 24 luglio a Canobbio Nove prototipi tecnologici esposti dai diplomati SUPSI In concomitanza con la consegna dei diplomi Master of Advanced Studies (MAS) in Interaction Design, giovedì 24 luglio, alle ore 18, ci sarà la mostra dei progetti di tesi presso il Campus Trevano della SUPSI a Canobbio. Durante la mostra, che resterà aperta solo quella sera, i diplomati saranno presenti per spiegare i loro progetti e rispondere alle domande dei visitatori. Nove studenti, in collaborazione con designer professionisti e aziende dell ambito tecnologico, medicale e culturale, hanno sviluppato nove prototipi funzionanti di prodotti, ambienti e servizi digitali innovativi che saranno esposti. I progetti in mostra sono Titou, un dispositivo mobile per gli amanti della musica, di Laura Baggio, Open Data Installations, installazioni interattive per spazi pubblici per sensibilizzare sul tema degli OPEN DATA, di Mona Diab, Tell, applicazione mobile e indossabile per rilevare il livello di stress dei bambini autistici, di Orly Golan, TooT, un giocattolo interattivo e sonoro che aiuta i bambini ad acquisire conoscenze sulla musica e sul suo linguaggio, di Federico Lamer, ACVC, mostra interattiva per l Archivio Audiovisivo di Capriasca e Val Colla, di Marco Lurati, Telecom Data Visualization, sistema di visualizzazione dei dati di NOKIA Solutions and Networks, di Seena Peethambaran, Generative Art Machines, di Sandro Pianetti, LAUToM, sistema di gestione open source per i FabLab, laboratori di digital fabrication, di Lucia Rabago, Yokai, gioco digitale per connettere le persone attraverso esperienze interattive, di Sudarshan Raghunatan. Tra le aziende che hanno collaborato possiamo citare Frog Design Milano, DotDotDot, Empatica, TODO; hanno cooperato inoltre la NOKIA Solutions and Networks, Science and Technology Advisor del Cirque du Soleil e il FabLab di Berna.

ISCRIZIONE. PREMIOSWISSENGINEERINGTICINO edizione 2016. SUPSI Dipartimento ambiente costruzioni e design

ISCRIZIONE. PREMIOSWISSENGINEERINGTICINO edizione 2016. SUPSI Dipartimento ambiente costruzioni e design ISCRIZIONE PREMIOSWISSENGINEERINGTICINO edizione 2016 SUPSI Dipartimento ambiente costruzioni e design PRESENTAZIONE Il PREMIOSWISSENGINEERINGTICINO è nato per promuovere i/le giovani verso il mondo del

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA Quali sono gli obiettivi dell Unione nel realizzare i programmi per la mobilità? Questi programmi rientrano all interno della politica di istruzione, formazione

Dettagli

- Programmi per la scuola elementare. Divisione della scuola, Ufficio delle scuole comunali. Approvati il 22 maggio 1984 dal Consiglio di Stato

- Programmi per la scuola elementare. Divisione della scuola, Ufficio delle scuole comunali. Approvati il 22 maggio 1984 dal Consiglio di Stato 1. Elementi di contesto La revisione dei piani di studio svizzeri avviene all interno di un contesto ben definito che è quello legato all Accordo intercantonale sull armonizzazione della scuola obbligatoria

Dettagli

Il Canton Ticino a Expo 2015

Il Canton Ticino a Expo 2015 Il Canton Ticino a Expo 2015 Paolo Beltraminelli Presidente del Consiglio di Stato Luigi Pedrazzini Delegato cantonale Expo 2015 del Consiglio di Stato Giampiero Gianella Cancelliere dello Stato Il Canton

Dettagli

Offerta formativa 2015/16. Dipartimento formazione e apprendimento

Offerta formativa 2015/16. Dipartimento formazione e apprendimento Offerta formativa 2015/16 Dipartimento formazione e apprendimento Conferenza stampa congiunta Locarno, 16 gennaio 2015 Il ricambio dei docenti e la collaborazione DECS-DFA Manuele Bertoli Direttore Dipartimento

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Architettura

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Architettura Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Architettura Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento ambiente

Dettagli

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO ... Legge sull Università della Svizzera italiana, sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana e sugli Istituti di ricerca (del ottobre 99) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del 3 ottobre 1995)

Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del 3 ottobre 1995) Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del ottobre 995) IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE DEL TICINO visti il messaggio

Dettagli

Architettura Pianificazione Design

Architettura Pianificazione Design POLITECNICO DI TORINO 31 gennaio - 1 febbraio 2014 Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino ingresso libero Architettura Pianificazione Design Per riferimenti: tel. 011 090 6254 orienta@polito.it

Dettagli

Master of Advanced Studies in Tax Law

Master of Advanced Studies in Tax Law Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento scienze aziendali e sociali Centro di competenze tributarie Master of Advanced Studies in Tax Law Centro di competenze tributarie

Dettagli

presidente Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna

presidente Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna Daniel Zimmermann Ufficio federale della cultura Hallwylstrasse 15 3003 Berna daniel.zimmermann@bak.admin.ch

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Sommario rassegna stampa

Sommario rassegna stampa Sommario rassegna stampa Luglio/agosto 2013 Pagina Articolo 2 laregioneticino, 1. luglio 2013 Advanced Studies SUPSI 3 Giornale del popolo, 3 luglio 2013 Ditte dall Italia al Ticino: i retroscena del trasloco

Dettagli

Consultazione sul progetto di nuova Legge sulla pedagogia speciale

Consultazione sul progetto di nuova Legge sulla pedagogia speciale Consultazione sul progetto di nuova Legge sulla pedagogia speciale Il Partito Socialista prende posizione sul progetto di Legge sulla pedagogia speciale, elaborato dalla commissione ad hoc incaricata dal

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi conferenza stampa TORINO fa SCUOLA Urban Center Metropolitano, 27 maggio 2015 un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi Il rinnovamento della

Dettagli

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Pier Paolo Maggi, Gianmario Re Sarto AICA pierpaolomaggi@aicanet.it - g.resarto@aicanet.it

Dettagli

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 A cura di Associazione A.L.Y. e Associazione Teatro Riflesso Referenti Progetto : Ylenia Mazzoni

Dettagli

Programma Progetti urbani Integrazione sociale nelle zone abitative. Bando di concorso per la seconda fase (2012-2015)

Programma Progetti urbani Integrazione sociale nelle zone abitative. Bando di concorso per la seconda fase (2012-2015) 12 aprile 2011 Programma Progetti urbani Integrazione sociale nelle zone abitative Bando di concorso per la seconda fase (2012-2015) 1/10 Indice 1 Situazione iniziale...3 2 Retrospettiva e prospettive

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA La scuola Primaria si propone di introdurre i bambini nel mondo della conoscenza, maturando in ciascuno la capacità di esprimere le proprie esperienze attraverso la lettura, la scrittura,

Dettagli

Fa stato il discorso orale. Egregi signori, Gentili signore,

Fa stato il discorso orale. Egregi signori, Gentili signore, Discorso pronunciato dal Consigliere di Stato Michele Barra in occasione dell inaugurazione del Convegno Sfide e opportunità della grande mobilità organizzato da Lions Regio Insubrica Mendrisio, 5 ottobre

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Conservazione e restauro

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Conservazione e restauro Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Conservazione e restauro Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento

Dettagli

disegno di Simonetta Capecchi

disegno di Simonetta Capecchi disegno di Simonetta Capecchi ..Forum Tarsia, Mammamà, ScalzaBanda, Archintorno, AltraDefinizione, DuoMimatto, Ramblas e Medici Senza Frontiere sono la rete di associazioni che lavorano all interno

Dettagli

Relazione finale del progetto

Relazione finale del progetto Relazione finale del progetto Un percorso nella Cappella Palatina DOL 2009 classe E_13 tutor Domenico Franzetti Corsista: Vincenza Saia Il progetto Un percorso nella cappella Palatina nasce dall esperienza

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Fondazione per l Università a Brindisi

Fondazione per l Università a Brindisi Fondazione per l Università a Brindisi Una Fondazione gestita dagli Enti pubblici e privati del territorio brindisino per il coordinamento e la promozione dell offerta formativa universitaria che altre

Dettagli

Il primo fondo. di investimento immobiliare. della Svizzera Italiana

Il primo fondo. di investimento immobiliare. della Svizzera Italiana Il primo fondo di investimento immobiliare della Svizzera Italiana Affidabile. Solido. In crescita. Residentia Residentia è un fondo immobiliare nato nel 2009 che agisce nell ambito degli stabili residenziali

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Il Direttore Generale. Loredana Gulino

Il Direttore Generale. Loredana Gulino PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO: UN LUNGO VIAGGIO NELLE SCUOLE ITALIANE PER PROMUOVERE LA CULTURA BREVETTUALE PREMESSA Quando, nel 2008, ho assunto la direzione della Direzione Generale per la Lotta

Dettagli

le ragioni del progetto

le ragioni del progetto 1 2 le ragioni del progetto Il progetto mira a mettere in luce la complessità del mondo della cooperazione allo sviluppo, spesso confusa dall opinione pubblica con più superficiali atteggiamenti solidaristici

Dettagli

RACCOMANDAZIONI POLITICHE DELLA CFIG

RACCOMANDAZIONI POLITICHE DELLA CFIG Titel Raccomandazioni politiche della CFIG Estratto dal Rapporto della Commissione federale per l infanzia e la gioventù "CRITICI O MANIPOLATI? I giovani e il consumo consapevole", Berna, ottobre 2014

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

Concorso di idee #La Mia scuola sicura# Progetto: Promozione della cultura della sicurezza

Concorso di idee #La Mia scuola sicura# Progetto: Promozione della cultura della sicurezza Liceo Scientifico Statale Ernesto Basile Via San Ciro, 23-90124 Palermo Tel: 0916302800 - Fax: - 0916302180 Codice Fiscale: 80017840820 Internet : htpp://www.liceobasile.it email: paps060003@istruzione.it

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

RISULTATI del questionario d inchiesta sulla soddisfazione degli espositori ESPOPROFESSIONI 2012. agosto 2012. www.espoprofessioni.

RISULTATI del questionario d inchiesta sulla soddisfazione degli espositori ESPOPROFESSIONI 2012. agosto 2012. www.espoprofessioni. Comitato d organizzazione Espoprofessioni 2012 c/o Divisione della formazione professionale cp 367, 6932 Breganzona (Lugano) ESPOPROFESSIONI 2012 RISULTATI del questionario d inchiesta sulla soddisfazione

Dettagli

Classe liceale per sportivi Locarno Tenero

Classe liceale per sportivi Locarno Tenero Classe liceale per sportivi Locarno Tenero Modello scolastico Il Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport (DECS) prevede di dare avvio, con l anno scolastico 2014/15, a una classe per

Dettagli

PROGETTI della SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

PROGETTI della SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PROGETTI della SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PROGETTO EDUCAZIONE ALLA SOCIOAFFETTIVITA Il progetto sperimenta la tecnica del Circle Time, rispondendo al bisogno dei discenti di esplorarsi attraverso attività

Dettagli

Istituto Universitario Privato - PoliSI Politecnico degli Studi Internazionali

Istituto Universitario Privato - PoliSI Politecnico degli Studi Internazionali AI Sig. PRESIDENTE del Collegio dei GeGL di alla c.a del Responsabile alla Formazione Oggetto: Comunicazione Egr. Presidente, Egr. Responsabile alla Formazione, Riabitalia srl, Società di Formazione, ha

Dettagli

Esame lingua d interpretariato

Esame lingua d interpretariato Certificato INTERPRET d interprete interculturale: Test modello Gennaio 2014 Esame lingua d interpretariato Contenuto Introduzione pagina 2 Composizione dell esame pagina 3 Parte 1 dell esame: colloquio

Dettagli

1. Comitato consultivo del CSDU

1. Comitato consultivo del CSDU Centro svizzero di competenza per i diritti umani (CSDU) Fase pilota 2011 2015 Parere e raccomandazioni del Comitato consultivo del CSDU del 29 aprile 2015 Compendio La valutazione conferma quanto sostenuto

Dettagli

Evento: "REWIND - percorso espositivo multimediale sulle Migrazioni di Napoli", a Città della Scienza

Evento: REWIND - percorso espositivo multimediale sulle Migrazioni di Napoli, a Città della Scienza Evento: "REWIND - percorso espositivo multimediale sulle Migrazioni di Napoli", a Città della Scienza 03.06.2014 12:52 di Napoli Magazine Giovedi 5 giugno 2014 Inaugurazione di REWIND - percorso espositivo

Dettagli

Etica clinica e medical humanities

Etica clinica e medical humanities Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento sanità Etica clinica e medical humanities Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc Il Certificate of Advanced Studies (CAS)

Dettagli

VALE IL DISCORSO ORALE

VALE IL DISCORSO ORALE VALE IL DISCORSO ORALE Convegno SUPSI-SIA/TI-ATG-Rotary Club Mendrisiotto AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? «Una rivoluzione per la mobilità e un opportunità per il territorio»

Dettagli

Il «digiuno digitale» per riscoprire il gusto delle relazioni personali

Il «digiuno digitale» per riscoprire il gusto delle relazioni personali COS È Il tempo per noi nasce da una riflessione attorno alla crescente influenza che i nuovi strumenti di comunicazione hanno nella vita di ciascuno di noi, nel cambiamento di abitudini e comportamenti

Dettagli

sms museo d arte per bambini e servizi educativi

sms museo d arte per bambini e servizi educativi sms museo d arte per bambini e servizi educativi sms museo d arte per bambini Il Museo d arte per bambini apre l arte e la cultura artistica all infanzia facendo vivere sia lo spazio museale sia le opere

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

educazione alla legalità

educazione alla legalità Coordinamento LIBERA TOSCANA educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva Percorsi e Laboratori Per la scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado a.s. 2011-2012 In collaborazione con:

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo

Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo Lunedì 26 gennaio Incubatore d impresa Herion Venezia Santo Romano Direttore Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Programmazione

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE R. POLITI DI AGRIGENTO

LICEO SCIENTIFICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE R. POLITI DI AGRIGENTO LICEO SCIENTIFICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE R. POLITI DI AGRIGENTO COSA OFFRE IL LICEO R.POLITI di AGRIGENTO DUE INDIRIZZI LICEO SCIENTIFICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE PRESENTAZIONE DEL Liceo Scientifico

Dettagli

Piano Giovani di Zona di Valle di Cembra piano operativo giovani anno 2012 Sommario. Valorizzazione PGZ (CEM_1_2012)... 1

Piano Giovani di Zona di Valle di Cembra piano operativo giovani anno 2012 Sommario. Valorizzazione PGZ (CEM_1_2012)... 1 Piano Giovani di Zona di Valle di Cembra piano operativo giovani anno 2012 Sommario Valorizzazione PGZ (CEM_1_2012)... 1 13-11-2012 SCHEDA di presentazione progetti 1 Codice progetto 1 CEM_1_2012 2 Titolo

Dettagli

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità Implenia Real Estate In qualità di fornitore globale di servizi, vi affianchiamo durante l intero ciclo di vita del vostro bene immobiliare. Con costanza e vicinanza al cliente. 2 4 Implenia Development

Dettagli

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia gli alunni che i genitori apprezzano: - competenze e

Dettagli

Anno Scolastico 2012/2013 Scuola Primaria G. Lodi Crevalcore

Anno Scolastico 2012/2013 Scuola Primaria G. Lodi Crevalcore Anno Scolastico 2012/2013 Scuola Primaria G. Lodi Crevalcore Gemellaggio tra la Classe V B della Scuola Primaria G. Lodi e le Classi V A e V E della Scuola Primaria di Bollate Insegnante Carla Poppi La

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI

ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IT051PO003FSE ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI Anno scolastico 2012/2013 Pon Imprenditore DONNA Codice Progetto- C5 120h di Tirocinio e stage Simulazione aziendale, alternanza

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Bachelor of Science in Ingegneria informatica

Bachelor of Science in Ingegneria informatica Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Bachelor of Science in Ingegneria informatica www.supsi.ch/dti Obiettivi e competenze La formazione apre le

Dettagli

Bachelor of Science in Economia aziendale

Bachelor of Science in Economia aziendale Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale Bachelor of Science in Economia aziendale www.supsi.ch/deass Obiettivi e competenze Il Bachelor

Dettagli

corso triennale HABITAT DESIGN [HD]

corso triennale HABITAT DESIGN [HD] corso triennale HABITAT DESIGN [HD] Progetto: Valerio Calamari, Valentina Ciocci, Devil D Angelo, Giulia Lombardi, Jessica Pizzuto, Alessio Rubini L habitat è il complesso delle strutture fisiche, naturali

Dettagli

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico OPEN DAY Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it 1 Sede Operativa per la Formazione Continua e Superiore Attività conformi

Dettagli

Una storia, un nome e un logo per il Centro Socio Riabilitativo Diurno di Roveleto di Cadeo.

Una storia, un nome e un logo per il Centro Socio Riabilitativo Diurno di Roveleto di Cadeo. Con la collaborazione Con il patrocinio Una storia, un nome e un logo per il Centro Socio Riabilitativo Diurno di Roveleto di Cadeo. PRESENTAZIONE DEL CENTRO SOCIO RIABILITATIVO DIURNO DI CADEO - COOPSELIOS

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

Premio rina gatti 2013-2014. per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare

Premio rina gatti 2013-2014. per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare Premio rina gatti 2013-2014 per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VOLUMNIO PONTE SAN GIOVANNI A SPASSO NEL TEMPO Il premio è dedicato alla memoria

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Promuovere la formazione di capitale umano d eccellenza

Promuovere la formazione di capitale umano d eccellenza Promuovere Il problema In società sempre più basate sulla conoscenza, una delle condizioni necessarie ad affrontare con successo il processo di riqualificazione del sistema economico è la disponibilità

Dettagli

LA SCUOLA MONTESSORI NEI PRIMI PROGETTI DI HERMANN HERTZBERGER: I TEMI CHIAVE DELLO SPAZIO PER L APPRENDIMENTO

LA SCUOLA MONTESSORI NEI PRIMI PROGETTI DI HERMANN HERTZBERGER: I TEMI CHIAVE DELLO SPAZIO PER L APPRENDIMENTO LA SCUOLA MONTESSORI NEI PRIMI PROGETTI DI HERMANN HERTZBERGER: I TEMI CHIAVE DELLO SPAZIO PER L APPRENDIMENTO Arch. Simona Martino Urbino, 13 marzo 2014 1 Hermann Hertzberger, architetto, vive in Olanda

Dettagli

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE Proposta di azione sociale Breve descrizione dell Idea / Progetto /Proposta Il Centro Socio Culturale Il Palazzone nasce in una zona della città legata a doppio filo

Dettagli

PROGRAMMA 2010. Centri di Esercitazione ai Metodi dell Educazione Attiva CEMEA

PROGRAMMA 2010. Centri di Esercitazione ai Metodi dell Educazione Attiva CEMEA PROGRAMMA 2010 Gruppo 20 novembre per i diritti del bambino Centri di Esercitazione ai Metodi dell Educazione Attiva CEMEA Anna Maria Nava Via Agostino Maspoli 37, 6850 Mendrisio tel. 091 630 28 78 I diritti

Dettagli

o da potenziali Sponsor, con conseguente possibilità di attuare economie di scala e di esperienza e di diminuire i costi dei servizi offerti, pur

o da potenziali Sponsor, con conseguente possibilità di attuare economie di scala e di esperienza e di diminuire i costi dei servizi offerti, pur Accademia Perduta/Romagna Teatri è stata annoverata, nell ambito di una ricerca realizzata per conto della Fondazione Cariplo, fra i casi più significativi, a livello nazionale, di valorizzazione del patrimonio

Dettagli

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO OFFERTA FORMATIVA La Scuola Secondaria di 1 Grado - nel rispetto del Regolamento relativo all assetto ordinamentale, organizzativo e didattico art. 64 D.L. 25 giugno 2008 n. 112, convertito dalla Legge

Dettagli

Seminario europeo NON LASCIAMOLI INDIETRO! Abbandono scolastico povertà esclusione sociale

Seminario europeo NON LASCIAMOLI INDIETRO! Abbandono scolastico povertà esclusione sociale Seminario europeo NON LASCIAMOLI INDIETRO! Abbandono scolastico povertà esclusione sociale Cilap eapn Italia , 00185 Roma PRESENTAZIONE Nato da più di 20 anni il Collegamento italiano di lotta alla povertà,

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV)

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) 4.3.3.1.5. Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie d arti visive 1 e d arti applicate (SUAAV) rientrano nella

Dettagli

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa P.O.F. piano offerta formativa piano offerta formativa / LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO LICEO ARTISTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE ROSINA SALVO Trapani P.O.F

Dettagli

Bachelor of Science in Ingegneria elettronica

Bachelor of Science in Ingegneria elettronica Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Bachelor of Science in Ingegneria elettronica www.supsi.ch/dti Obiettivi e competenze Il corso di laurea in

Dettagli

LINEE GUIDA a.s. 2013/2014

LINEE GUIDA a.s. 2013/2014 LINEE GUIDA a.s. 2013/2014 L istituto Comprensivo 2 Anagni elabora percorsi formativi funzionali alla realizzazione del diritto ad apprendere che ogni alunno ha e alla crescita educativa di tutti gli alunni,

Dettagli

Stage professionale Leonardo da Vinci ESTATE per CSIA

Stage professionale Leonardo da Vinci ESTATE per CSIA Casella postale 70 6952 Canobbio telefono 091 815 10 71 fax 091 815 10 79 e-mail url decs-dfp.lingue-stage@ti.ch www.ti.ch/lingue-stage Divisione della formazione professionale Servizio Lingue e stage

Dettagli

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe)

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) Liceo linguistico REGINA MUNDI «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) OBIETTIVI DEL LICEO LINGUISTICO Il percorso del liceo linguistico è indirizzato

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione Le nostre proposte per un percorso educativo di qualità Roma, 10 Aprile 2015 sala Da Feltre Intervento Claudia Lichene, insegnante di scuola dell infanzia

Dettagli

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 I lavori svolti in questo laboratorio hanno messo in luce tre aspetti che definiremmo di carattere generale: In primo luogo

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Comunicazione visiva

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Comunicazione visiva Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Comunicazione visiva Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento

Dettagli

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie?

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? A cura dell I.I.S.S. di LERCARA FRIDDI A.S.2013-2014 Progetto P.O.F. UNA BUSSOLA PER ORIENTARSI! DOCENTE: Terrasi Francesca Nuovo impianto organizzativo

Dettagli

Investire nella formazione

Investire nella formazione Repubblica e Cantone Ticino Investire nella formazione Concetto 2006 per la formazione dei Segretari comunali, dei Quadri dirigenti e dei Funzionari amministrativi Dipartimento dell educazione, della cultura

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019 I.C. 6 QUASIMODO DICEARCHIA 80078 POZZUOLI (NA)-Via Caio Vestorio,3 Tel e Fax 081/8042620 Cod. Fisc. 96029330634 Cod.Mecc. NAIC8DY002 http://www.ic6quasimododicearchia.gov.it e-mail: NAIC8DY002@istruzione.it

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE

LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE L intervista LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE IL PRESIDENTE DELLA REGIONE, VITO DE FILIPPO, SPIEGA LE RAGIONI CHE HANNO SPINTO IL GOVERNO REGIONALE A PROMUOVERE UNA LEGGE PER IL SOSTEGNO

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Ingegneria civile

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Ingegneria civile Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Ingegneria civile Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento ambiente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

Renken, Chi siamo? migliorare la qualità di vita delle popolazioni Renken Senegal sull'ʹautofinanziamento

Renken, Chi siamo? migliorare la qualità di vita delle popolazioni Renken Senegal sull'ʹautofinanziamento ASSOCIAZIONE RENKEN Renken, Chi siamo? Renken nasce nell estate del 2006 quando Lara e Claudia, le due co- fondatrici, decisero di riunire in un progetto associativo le loro esperienze e relazioni costruite

Dettagli

Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola dell infanzia

Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola dell infanzia Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento formazione e apprendimento Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola

Dettagli