Sprachkurse corsi di lingua language courses SS14

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sprachkurse corsi di lingua language courses SS14"

Transcript

1 Projekte mit integrierten Fächern progetti con materie integrate projects with integrated subjects Vorlesungen und Fachkurse corsi teorici e pratici lectures and specialised subjects Sprachkurse corsi di lingua language courses SS14 Termine appuntamenti important dates SE14 Fakultät für Design und Künste Freie Universität Bozen Facoltà di Design e Arti Libera Università di Bolzano Faculty of Design and Art Free University of Bozen - Bolzano

2 Projekte mit integrierten Fächern progetti con materie integrate projects with integrated subjects Street food progetto A1 22 CP inizio: 26/02/14, 10:30 F1.01 Product Design Claudio Larcher, responsabile di progetto 90 h lingua d insegnamento: Italiano L appuntamento è tra un anno a Milano, dove arriveranno circa 25milioni di persone da tutto il mondo in occasione dell EXPO Il tema di quest edizione è Nutrire il pianeta, energia per la vita. Come ci prepariamo a questo appuntamento di scala mondiale? Forse è l occasione per fare delle riflessioni sul mondo del cibo e dell alimentazione in generale e capire cosa il design possa ancora raccontare in questo ambito. In particolar modo la nostra attenzione si concentrerà sullo street food : In America è un must, in Europa e in Italia si sta affermando sempre di più. Complici la crisi economica, la voglia di novità e forse anche la globalizzazione, lo street food, ovvero la vendita di cibo e bevande on the road, oggi è un business su cui puntare: può essere una start-up per i giovani, una via, che non richiede SS14 SE14

3 budget stellari, per uscire dalla disoccupazione, un modo per trasformarsi e svecchiare la propria attività diversificando la proposta Nato come umile cibo di strada, destinato ai lavoratori e agli studenti, lo "street food" diventa gourmet. Panini, arancini, focacce, panzerotti e piadine escono dalla clandestinità di chioschi o baracchini per entrare nelle guide internazionali. Il viaggiatore esperto si distingue dal turista anche perché bazzica i posticini dedicati al cibo di strada, snobbando i ristoranti più blasonati. Sono 2,5 miliardi le persone che, per la Fao, lo mangiano ogni giorno. E anche in Italia è boom: 35 milioni di appassionati si scambiano freneticamente informazioni tra blog, facebook e twitter. (da Repubblica) Cosa può fare un giovane designer in questo ambito? Come può prepararsi al prossimo Expo 2015? Il tema dello street food offre molte possibilità di progettazione: dalle nuove forme degli alimenti alle tipologie di cibo che possiamo immaginare per il futuro (es. il cibo stampato in 3d), fino ad arrivare al progetto di contenitori, strutture e veicoli che sono alla base della vendita del cibo in strada. Nella prima parte del corso è previsto un workshop internazionale con l Università Elisava di Barcellona per sviluppare idee per un istallazione urbana posta al centro della città in occasione dell Anniversario dei 300 anni della Catalunya. Altri incontri e seminari saranno poi legati al mondo del cibo al fine di creare una consapevolezza sui diversi aspetti dell alimentazione. Ps. forse non tutti sanno che maccheroni e pizza, simbolo della cucina italiana, sono nati come cibi di strada. Argomenti trattati: Food design; Il mestiere del designer; Sviluppo del progetto di prodotto; Come sviluppare un prototipo; Dal prototipo al progetto finale. Modalità della didattica: Lezioni frontali, esercitazioni pratiche, workshop. Bibliografia fondamentale: Food Mood, Stefano Maffei, 2011, Electa Progetto cibo, Beppe Finessi, 2013, Electa

4 materie integrate Digital Modelling Sebastian Camerer, assistente di progetto 60 h Unterrichtssprache: Deutsch Das Modul befasst sich mit Technologien, Verfahren und Werkzeugen rund um das Thema Essen. Herstellungswege der Nahrungsmittelindustrie und Landwirtschaft werden ebenso untersucht, wie Werkzeuge und Formen der Koch-, Tisch- und Esskultur. Wir betrachten das Essen im öffentlichen Raum und Instrumente die dabei zum Einsatz kommen; für die Zubereitung, Darreichung, den Transport und das Verspeisen. Beim Imbiß auf der Strasse, dem Picknick im Park, Pausenbrot auf dem Schulhof, Döner im Zug, einem Apfel im Büro, Kaffee an der Tankstelle, oder der Schokolade im Skilift. Essen unterwegs ist ebenso Genuss wie Herausforderung, auch für das unmittelbare Umfeld. Die Machart von Speisen und der damit verbundenen Gebrauchsgegenstände resultiert aus ganz praktischen Anforderungen, bedient aber vor allem auch sinnliche Erfahrungen. Gerade beim Essen wird deutlich wie sehr die Form der Dinge Handlungen vorgeben und Verhalten auslösen. Sie sind durchzogen von Ritualen und symbolischen Gesten. Wo, wie und was wir essen, sagt viel über unsere Persönlichkeit und die Gesellschaft aus. Wir kommunizieren mittels unseres Einkaufs, über den Ort, darüber, wie wir etwas zubereiten, kochen, anrichten und essen. Technologien, sich verändernde Umwelt, Kulturen und Lebensumstände haben die Art unserer Lebensmittel und die Form des Essens immer wieder verändert. Visionen aus dem Science-Fiction von gestern, wie das Essen von morgen aussehen könnte werden bereits Realität. Gleichzeitig erfüllen uralte Methoden und simple Werkzeuge weiterhin ihren Zweck und erinnern uns daran, wie wenig wir uns von unseren Ursprüngen entfernt haben. Die scheinbare Vielzahl von Nahrungsangeboten in unseren Städten entpuppt sich meist als globalisierter Einheitsbrei, bei der Werte, Rituale und Wissen einer Esskultur verloren gehen und keine Weitervermittlung finden. Wie kann oder soll in Zukunft gegessen werden, und welche Verfahren und Werkzeuge werden dazu genutzt? SS14 SE14

5 Behandelte Themen: Werkzeuge, Besteck / Geschirr, Lebensmittelherstellung / Landwirtschaft, Nahrungsmittel / Materialien, Verpackungsdesign, Herstellungsmethoden, Digitaler Modellbau, Digitale Fertigung. Unterrichtsform: Vorlesung, praktische Übungen, Workshop. Antropologia culturale Carmelo Marabello 30 h lingua d insegnamento: Italiano On the road, on the foodroots Che senso ha oggi il cibo in occidente? Che senso ha il cibarsi nelle società ricche? Che senso ha lo street food nel tempo in cui viviamo? Che senso ha il cibo nel mondo di oggi, nel mondo ricco, in quello povero, nei paesi emergenti? Quale ordine sociale riflette il cibo e la sua forma di consumo? Che cosa significa oggi diversità culturale, e in che modo la diversità culturale si riflette nei modi in cui consumiamo il cibo, tra necessità e scelta, tra obbligo biologico e gusto sociale? L antropologia attraverso alcuni dei più importanti antropologi del novecento Levi-Strauss, Goody, Mary Douglas- ha indagato gli orizzonti simbolici del cibo, il significato delle pratiche legate ad esso. Lo street food contemporaneo si presta a riflessioni ulteriori. Il design del cibo orienta il consumo stesso, le pratiche sociali ne reinventano l uso, le pratiche mediali costruiscono un nuovo media-food-scape, capace di influenzare la visione del cibo su scala planetaria. Attraverso alcune letture e seminari accompagneremo il corso universitario, interrogandoci sul cibo come simbolo, sul cibo come forma, sulle buone e cattive maniere di pensare il cibo oggi. Sui contenuti del cibo e sui contenitori del cibo. Sul packaging come forma del desiderio, e sul food design come desiderio della forma, oltre che del gusto. Del gusto sociale, beninteso. Obiettivi del corso: Acquisire la consapevolezza antropologica del mondo del cibo. Riflettere in termini storici sulla formazione sociale del gusto. Produrre micro-etnografie del consumo del cibo di strada. Confrontarsi con la diversità culturale che il cibo indica. Bibliografia: M.Douglas - Antropologia e simbolismo. Religione, cibo e denaro nella vita sociale C.Lévi Strauss - Il crudo e il cotto

6 J.Goody Cibo e Amore. Una storia culturale dell occidente M.Niola Non tutto fa brood You Are SomeWhere Progetti ad alto coefficiente geografico inizio: 26/02/14, 10:30 F1.06 progetto A2 22 CP Product Design Andrea Maragno, responsabile di progetto 90 h lingua d insegnamento: Italiano Essere da qualche parte, essere qui. Ho girato a lungo, 3 o 4 anni, per le montagne dei Pirenei: volevo impossessarmi di qualche piccolissimo pezzo di terra, quella piccolissima parte di terra del pianeta che sta sotto una tenda.. Speravo di poter affondare nell ignoto: l inconoscibile senso della mia presenza. In quel piccolissimo spazio del pianeta, sotto una tenda, forse avrei potuto smettere di pensarmi come speciale natura pensante che pensa alla natura. Forse potevo semplicemente sentirmi natura: natura che non ha pensiero ma è. (Ettore Sottsass, Foto dal finestrino, ed. Adelphi 2009) In Giappone viene usato il termine esho-funi per indicare l unicità tra la vita individuale e il suo ambiente. L entità della vita soggettiva e il suo ambiente sono mutuamente interrelate e operano insieme, creativamente. Essi sono un unità, o, come i caratteri originali giapponesi indicano, sono due ma non due. Il vasto continuum spazio-temporale della vita di ogni individuo corrisponde all universo esterno del mondo fenomenico. La nostra geografia, quella interiore, è strettamente connessa alla geografia esteriore, quella dell ambiente. Ma come il design può intervenire nel concetto di geografia? In questo corso di progettazione intenderemo la geografia da più punti di vista e come punto di partenza per affrontare svariate tematiche, considerando soprattutto che il design è esplorazione: Il luogo,e il non-luogo, inteso come territorio (quindi indicazione geografica/genius loci/materiali/colori/pattern di un area geografica) ma anche inteso come spazio. I confini e lo spostamento all interno di essi (movimento/ viaggio). Quali sono le coordinate di uno spazio/luogo? La mappatura di un luogo/spazio o la mappatura di un corpo (il SS14 SE14

7 corpo è esso stesso un luogo). Mappare presuppone orientarsi (quali sono le mappe convenzionali?). Si può guardare il globo/ universo/spazio da prospettive diverse Parliamo di universo, ma quali altri mondi, quali altre geografie possono esistere? Possiamo anche parlare di geografia di un oggetto: nuvole di punti, scansione, coordinate geometriche, geografia vs geometria; 2D/3D Oppure possiamo considerare i simboli geografici: segnali (stradali e non), bandiere. Nel corso di questo semestre si progetteranno oggetti, sistemi, servizi, ad alto coefficiente geografico, per andare oltre i limiti, per superarli, o per circoscriverli. Molti sono i prodotti correlati a questa tematica: mappamondo / mappe / binocoli -strumenti per l'osservazione-esplorazione / segnali-cartelli / zaini-strumenti-oggetti per viaggiare / solar cooking / crampled maps / mappe-strumenti militari da campo / bandiere / mezzi di trasporto / scarpe / attrezzature sportiva / oggetti interattivi. Cos altro si può esplorare attraverso il design? Bibliografia fondamentale: Renato De Fusco, Il design che prima non c era, Franco Angeli Bibliografia consigliata: Ettore Sottsass, Foto dal finestrino, Adelphi materie integrate Digital Modelling - Simone Simonelli, assistente di progetto teaching language: English The course will face the complexity of the digital fabrication field through lectures and exercises. Topics covered: product design / digital fabrication / direct manufacturing / social manufacturing / industrial design / craft / technology and crafts/rapid prototyping / rapid manufacturing / digital design/computational design / 3D modelling Teaching format: Lectures, short wokshops, exercises. Required readings: Additive Manufacturing and 3D Printing State of the Industry, 2011, Wohler, T., Wohler s report, (proposta d acquisto); Architettura parametrica Introduzione a Grasshopper, Arturo 60 h

8 Tedeschi 2010, ST 321 G80(2); AutoCad 2010; Ralph Grabowski 2009, ST 321 A92 G728; Business Models for Fab Labs, Menichinelli, M., openp2pdesign.org/2011/fabbing/business-models-for-fab-labs/ accessed 19 September 2011 (only digital); Digital by design crafting technology for products and environments, TROIKA, [edited by] Conny Freyer, Sebastien Noel, Eva Rucki 2008, LH F893; Fab the coming revolution on your desktop - from personal computers to personal fabrication, ST 690 G381(.05); Futuro artigiano l'innovazione nelle mani degli italiani, Stefano Micelli 2011, QP 300 M619; Il lavoro manuale come medicina dell anima, Crawford, M., Mondadori, 2010; La coda lunga, Da un mercato di massa a una massa di mercati, Anderson, C., New York, Hyperion, 2006; Limited edition prototypes, one-offs and design art furniture, Sophie Lovell 2009, ZH 8700 L911; L innovazione tecnologica. Le teorie dell innovazione di fronte alla rivoluzione digitale, Flichy, P., Feltrinelli, Milano, 1996; L'uomo artigiano, Sennett Richard ; traduzione di Adriana Bottini 2008, MS 5200 S478; Makers - Il ritorno dei produttori, Anderson C., Rizzoli Etas; Mass customization ein wettbewerbsstrategisches Konzept im Informationszeitalter, Frank Thomas Piller 2002, QP 345 P641(2); Personal fabrication. Open source 3D printers could herald the start of a new industrial revolution, Morlock, G., in Communications of the ACM, Oct., VOL. 53, n. 10, dl.acm.org/citation.cfm?id= ; Prototyping and low-volume production, LH T475 +2; Saper fare il modello artigiano e le radici dello stile italiano, Romano Benini 2010, QR 571 B467; Scienza del disegno manuale per le facoltà di architettura e di ingegneria, Mario Docci 2000, ZG 9140 D636; States of Design 03: Thinkering, in Domusweb, Antonelli, P., access 8 August 2011; The wealth of networks how social production transforms markets and freedom. Yochai Benkler 2006, QR 760 B468(.06); SS14 SE14

9 We-think [mass innovation, not mass production], Charles Leadbeater... [et al.] ; illustrations by Debbie Powell 2009, MS 7965 L434(2); Working with Rhinoceros 4.0, Michiel van der Kley 2010, ST 320 K64. Antropologia culturale Roberta Bonetti 30 h lingua d insegnamento: Italiano Invenzione e tradizione Il corso, con gli strumenti propri dell antropologia dei sensi e in prospettiva ecologica, indaga gli aspetti di relazionalità uomoambiente degli artefatti. In chiave interculturale, particolare attenzione è data agli artefatti incorporanti capacità cognitive dell uomo che rimandano alla percezione e organizzazione dello spazio/tempo. A scopo propedeutico, si analizza la nozione di cultura materiale e immateriale. Inoltre, facendo costante riferimento alle metodologie etnografiche, si esplorano i significati che assumono in diversi contesti culturali concetti come patrimonio, memoria culturale, appartenenza, identità. Una parte monografica del corso è dedicata al caso etnografico delle abebuu adekai del Ghana meridionale. Note a livello internazionale come fantasy coffins, sono bare-sarcofago utilizzate principalmente nelle cerimonie funerarie dei Ga. Questi artefatti, presentati come opere d arte nelle mostre internazionali, hanno raggiunto rapidamente popolarità sulla scena dell arte globale, catturando al contempo l interesse dei mass media. Di recente, i nuovi fenomeni comunicazionali della rete hanno dato ai costruttori di bare nuove visibilità, consentendo loro di sviluppare strategie lavorative più efficaci, permettendo al contempo agli artisti di partecipare a pieno titolo a varie biennali internazionali d arte. Il corso monografico intende esaminare l intersezione tra la contemporanea produzione delle bare e il mercato internazionale dei mass media, della moda, dell arredamento e del design. Argomenti trattati: patrimonio culturale, mappe, confini, identità, concetti di spazio/tempo; Modalità della didattica: lezioni frontali, seminari in forma partecipata, letture in aula, visione di filmati, visite a musei, esperienze con diversi artefatti; Bibliografia fondamentale: Letture reperibili nella reserve

10 collection: Bibliografia consigliata: Cardona P. G. I sei lati del mondo; Bateson G. Ecologia della mente; Ingold T. Making: anthropology, art and architecture. Das ist kein Logo Corporate Design und seine Variablen Projekt B1 22 CP Beginn: , 10:30 F4.06 Visuelle Kommunikation Christian Upmeier, Projektleiter 90 h Unterrichtssprache: Deutsch Das Projekt beschäftigt sich mit den Anforderungen und Erwartungen an grafische Erscheinungsbilder für Institutionen. Welche Merkmale prägen ein Corporate Design? Wie verhält es sich gegenüber Markenentwicklung und Branding? Was sind die visuellen Kriterien für die Entwicklung von Zeichen? Was bestimmt einen Bildstil? In der Visual Identity strebt das Design an, Bedeutung und Selbstverständnis einer Institution sichtbar, damit in verschiedenen Medien wiedererkennbar zu machen. Erforderlich dafür ist eine grafische Übersetzung, die immer vereinfachend aber auch wandelbar ist. Das Designergebnis ist überzeugend, wenn darin der Wandel trotz der Einheitlichkeit gelingt. Im Projekt bearbeiteten wir verschiedene Aspekte von Corporate Design an konkreten Aufgabenstellungen für eine Institution in Südtirol: das Statdmuseum Bozen. Begleitet von thematischen Einführungen und praktischen Übungen entwickelt jeder Studierende einen eignen Entwurf argumentativ und gestalterisch bis zur Präsentationsreife. Unterrichtsform: Workshops, Vorlesungen Vorgesehene Literaturliste: asp?lang=de integrierte Fächer SS14 SE14

11 Interactive & Motion Graphics Riccardo Mantelli, Projektmitarbeiter 60 h lingua d insegnamento: Italiano Il corso ha come obiettivo introdurre a tutte le fasi di progettazione e prototipazione di oggetti e installazioni interattive, fornendo le basi per lo sketching e la sperimentazione con sensori e piattaforme hardware open source. Verranno fornita una visione globale sul mondo dell'interaction design sperimentando e analizzando in dettaglio l'architettura dei sistemi e delle applicazioni interattive. Argomenti trattati: Interaction design, Physical computing, graphic design, sound design, Motion design, perception in video, programmazione e sketching. Modalità della didattica: Workshop. Teoria e linguaggi della comunicazione visiva - Valeria Burgio 30 h lingua d insegnamento: Italiano La marca non si esaurisce in un logo che si appone sui prodotti, sulle etichette o sulle insegne. La marca è, piuttosto, un insieme di valori, un progetto, che si esteriorizza attraverso diverse forme espressive: le sue manifestazioni. Il communication mix di un azienda o di un istituzione, costituito da nome, logo, packaging, pubblicità, uso della rete e dello spazio espositivo o punto vendita, deve riflettere questo progetto di fondo, in modo chiaro e riconoscibile. L identità, del resto, come insegna Paul Ricoeur, nasce per differenza la necessità di essere unici e distinguersi dagli altri ma si nutre anche di coerenza e continuità la necessità di mantenersi simile a se stessa. Per questo la corporate identity da una parte deve trovare i propri elementi di originalità rispetto ai concorrenti che coprono lo stesso settore merceologico o la stessa area tematica, dall altra deve essere riconoscibile da chi ha costruito nel tempo un rapporto di fiducia con essa. Il corso darà gli strumenti teorici per analizzare e verificare l adeguatezza di scelte di comunicazione realizzate finora da istituzioni museali o organizzazioni culturali. L invito prevalente, però, sarà a utilizzare l approccio semiotico non solo come insieme di strumenti analitici ex-post ma come attrezzi utili a concepire e realizzare un ìimmagine coordinata. Questo per dare al progetto maggiore intelligibilità (chiarezza),

12 pertinenza (rilevamento degli elementi invarianti sia al livello dell espressione che del contenuto) e differenziazione (coerenza e flessibilità nell utilizzare diverse piattaforme mediali). Argomenti trattati: Branding, progetto e manifestazioni, marketing, identità, valori, stabilità e cambiamento, stile. Modalità della didattica: lezione frontale Bibliografia fondamentale: E. Carmi, Branding. Una visione Design Oriented. Fausto Lupetti, Bologna, J.M. Floch, Identità visive, FrancoAngeli, Milano, J.M. Floch, Semiotica, marketing e comunicazione, FrancoAngeli, Milano W. Olins, On brand. Thames and Hudson, London V. Pasca e D. Russo, Corporate Image, un secolo d immagine coordinata dall AEG alla Nike, Lupetti, Milano Get the picture. Wissenschaft visuell verstehen. Projekt B2 22 CP Beginn: , 10:30 F3.05 Visuelle Kommunikation Kris Krois, Projektleiter 90 h Unterrichtssprache: Deutsch Wissenschaft ist eine Tätigkeit, die Wissen schafft sagte Heinz von Förster. Aber für wen? Wer soll das alles verstehen? Sollten nicht alle nachvollziehen können was die Wissenschaften beschäftigt? Möglichst vielen Menschen Erkenntnisse und Methoden aus den Wissenschaften näher zu bringen ist ein Anliegen der soggenannten Wissenschaftsvermittlung. Schwierige Themen können visuell oft leichter vermittelt werden als mit Texten und Formeln. Visualisierungen können komplexe Zusammenhänge klar und zugänglich darstellen. Visuelle Sprache kann leicht und locker erzählen ohne dabei übermäßig zu vereinfachen. Visuelle Geschichten wecken die Neugier der Betrachter, und bieten auf den ersten Blick einen Einstieg und Überblick. Auf den zweiten und dritten Blick ermöglichen Sie ein tieferes Verstehen. Informationsdesign, Mapping, Visual Story Telling, Visualisierung, Datenjournalismus, Illustration, etc. all diese Mittel des Visuellen Journalismus werden wir verwenden, SS14 SE14

13 um die Inhalte bestimmter wissenschaftlicher Bereiche einer breiten Öffentlichkeit zu zugänglich machen. Unsere Arbeiten sollen nicht nur verständlich sein, sondern auch motivierend. Wissenschaft darf Spaß machen. Wir werden mit Wissenschaftlern unserer Universität zusammen arbeiten, die mit uns ihre Arbeit so diskutieren, dass wir in die Lage versetzt werden diese im oben beschriebenen Sinne darzustellen. Wir werden Konzepte, Methoden und Techniken des Informationsdesign und des Visual Story Telling erkunden und erproben, um innovative Lösungen zu entwerfen. Behandelte Themen: Informationsdesign, Visualisierung, Visual Story Telling, Visual Journalism Unterrichtsform: Eine ausgewogene Mischung zwischen Vorlesungen, Seminaren, Workshops und Übungen Notwendige Literaturliste: see ng/?page_id=28 (to be updated) integrierte Fächer Interactive & Motion Graphics Gianluca Seta, Projektmitarbeiter lingua d insegnamento: Italiano Il mondo di oggi è un mondo di sovraffollamento di informazioni in cui bisogna quotidianamente districarsi. Questo overload porta paradossalmente alla diminuzione progressiva dell accesso ai dati. Oggi è necessario un approccio alle informazioni che sia chiaro, divulgativo ed efficiente. Il corso fornirà gli strumenti di base per lavorare sull analisi dei dati e sulla ricostruzione grafica in strutture informative divulgative. Gli strumenti saranno quelli della comunicazione visiva utilizzati secondo le necessità dei contenuti e del target. Argomenti trattati: Metodi e tecniche dell information design con un focus sulla visualizzazione dell informazione e il visual storytelling. Introduzione pratica nell infografica e nella data visualization, disegno su basi di tipografia, illustrazione e gli altri campi della comunicazione visiva. 60 h

14 Graphic Design Theory and Terminology - Hans Höger 30 h Teaching language: English "A picture shows me at a glance what it takes dozens of pages of a book to expound." (Ivan Turgenev in Fathers and Sons, 1862). Since the introduction of data graphics, visual representation of abstract information has been used to simplify data and reveal otherwise hidden patterns. In today s postindustrial societies, we have access to larger data amounts than ever. This overabundance makes the meaningful collection and understanding of data increasingly difficult and challenging. Visual translations of data into information, into stories and, ultimately, into knowledge has become a creative and intellectual force of its own. Particular attention in this context is related to science and its growing and pressing need to inform the public at large on issues, topics, tasks, the findings of research and the scenarios of application. As integral part of the project VC - B2 Get the Picture. Understanding Sciences Visually ( Get the picture. Wissenschaft visuell verstehen ), our course is dedicated to the exploration, analysis and interpretation of design approaches concerned with the visual communication of complex data and informations from historical examples and tendencies to modern and contemporary practice. The evolution of relationships between science and society will be among the key points of reference during the course. Topics covered: Information theory, communication theory, aesthetics, perception, information design, cross-pollination of ideas, science communication, storytelling, visual journalism, relationships between science and society Teaching format: A well mixed balance of lectures, discussions, exercises, presentations Required readings: page_id=28 Further key documents, points of view, notes from the field and other materials will be made available through the digital Reserve Collection. Further readings: Supplementary readings will be made available SS14 SE14

15 through the digital Reserve Collection.... From exposition to story building identities Projekt C1 22 CP Beginn: , 10:30 F3.01 Visuelle Kommunikation Antonino Benincasa, Projektleiter Unterrichtssprache: Deutsch 90 h Das Projekt "From exposition to story building identities" widmet sich den Thematiken des Kommunikationsdesigns. Das Projekt beschäftigt sich mit kritischen Reflexionen, Konzepten, Techniken und Prinzipien der Thematik "Identity". Das Oberthema "Identity" wird anhand von konkreten Fallstudien aus Südtirol EUREGIO, Barcelona und Kapstadt erarbeitet. Das Projekt ist in vier Module unterteilt: Projekt Modul 1: Milano Milano EXPO 2015 Auf der Weltausstellung Milano EXPO 2015 werden sich neben dem Gastland Italien auch einzelne Regionen des Landes präsentieren. Hierzu zählt auch Südtirol. Dieser Workshop beschäftigt sich mit der Frage, wie die Zentralen Themen des Südtiroler Expo-Auftritts: Ernährung, Energie, Umwelt und Leben, in visuelle Konzepte übersetzt und gestalterisch erzählt werden können. Projekt Modul 2: Tirol, Südtirol, Trentino Sportler EUREGIO-Fashion Dieses Projekt Modul beschäftigt sich mit Thematiken des Designprozesse im Spannungsfeld zwischen Produktgrafik und Fashion Design. Im Zentrum steht dabei die Frage wie die EUREGIO Region Tirol-Südtirol-Trentino, in eine visuelle Fashion Identity übertragen werden kann. Dabei geht es um eine gestalterische Umsetzung einer Konzeption (Formfindung), Definition der Produktgrafik, der Farben und Oberflächen, sowie das Anfertigen von Präsentationsdarstellungen mit Hilfe von digitalen Werkzeugen wie Adobe Illustrator und Photoshop. Projekt Modul 3: Barcelona 300 Jahre BCN Barcelona und Katalonien In diesem Projekt-Modul werden wir auf eine interdisziplinäre Ausstellung zum Jubiläum von Barcelona hinarbeiten. Das Oberthema der Ausstellung, welches von der

16 Stadtverwaltung von Barcelona vorgegeben wurde, heißt "Memory". Unser Projekt ist in das "Urban Museum- Projekt" eingebunden. Das "Urban Museum-Projekt" wird von GRAFTON ARCHITECTS kuratiert. Eine Exkursion nach Barcelona, zusammen mit dem Projekt der A1 (Larcher, Camerer, Marabello) ist ganz am Anfang des Semesters geplant. Projekt Modul 4: Kapstadt Südafrika World Capital Design 2014 In diesem Projekt-Modul werden wir uns auf das grafische "story telling" im urbanen Kontext konzentrieren. Vom "World Capital Design 2014" Organisations-Komitee wurden uns dabei bestimmte Stadträume zur Gestaltung vorgegeben. Die Studierenden bearbeiten bei diesem Projekt das Thema "story telling" anhand von "urban" Pattern, Ornamenten und Street-Style-Grafiken. Unsere Entwürfe werden nach Kapstadt gesendet und dort von künstlerischen Mitarbeitern und Einheimischen realisiert. In diesem Modul werden auch Software-Kenntnisse für Fortgeschrittene in Adobe Illustrator vermittelt. integrierte Fächer Graphic Design - Gianluca Camillini, Projektmitarbeiter 60 h Teaching language: English A series of lectures and workshops with themes and topics directly related to the project From exposition to story building identities, we will do research and critical investigations, develop concepts and discover the principles and elements of graphic design to serve the project results. Furthermore, the course will examine the correspondence between the importance of a graphic culture connected to contemporary graphic trends, with particular attention on design approach and to develop an own personal method. Topics covered: Together with an overall understanding of the history of graphic design and its development, lectures will focus on main topics such as: visual translations and methodology, basic design, typography and Avant-garde, designing books and editorial design. Teaching format: Lecture, workshop and individual tutoring Required readings: SS14 SE14

17 Lezioni Americane / Six memos for the next Millennium I., Calvino Library Further readings: Post-digital print - The mutation of publishing since 1894, Alessandro Ludovico Library. Gli elementi dello stile tipografico, Robert Bringhurst, Library. Abecedario, la grafica del Novecento. Sergio Polano, Pierpaolo Vetta, Library. Tipografia moderna, Robin Kinross, Library. The Art of Color, Johannes Itten. Visuelle Kultur Renato Troncon 30 h Unterrichtssprache: Deutsch Placemaking Jedes Design-Projekt braucht geeignete Methoden sowie eine klare Definition dessen, was ein Problem darstellt und was eine befriedigende Lösung dafür sein könnte, damit es die Probleme, mit denen es konfrontiert wird, lösen kann. Ein jedes Designprojekt sollte aber auch in einem besonderen Verhältnis mit der Kultur stehen, die es umgibt. Diese Anforderung ist heute besonders wichtig, weil die Auswirkungen von ICT und Globalisierung viel zu oft unmittelbar aufgenommen werden, wobei die Designer innerhalb von regionalen Kulturen arbeiten, und ihre Projekte in Zusammenarbeit mit öffentlichen Institutionen oder Unternehmen entwickeln müssen, die tief in ihrer jeweiligen Region verwurzelt sind. In Anbetracht dessen ist es angebracht, dass der Designer über Begriffe wie Kultur, Sinn und Materialität eines Ortes, Methoden der professionellen Kulturinterpretation und -analyse, Praktiken und Anwendungen innerhalb einer Kulturumwelt nachdenkt und vor allem dass er weiß, wie ein Designprojekt in ihr Wurzeln schlagen kann, ohne dabei vor Innovation und Branding die Tür zu verschließen. Der Kurs versteht sich als eine Einführung in die Fragen der Identität und Transformation einer Kultur, sowie in die Möglichkeiten, die sich dadurch für das Design zum Wohle der örtlichen Gemeinschaft und der Wirtschaft eröffnen. Ausgewählte Fallstudien, sowohl im regionalen und internationalen Kontext, werden zu diesem Zweck diskutiert. Behandelte Themen: Kultur, Kulturdefinitionen, Kulturanalyse, Kulturwandel, Design, angetriebene kulturelle Innovation, Kultur Mapping, global, lokal, glokal, Place Branding, Placemaking,

18 Gefühl für den Ort, soziale Konstruktion von Orten, Raum vs. Ort, Benutzungschnittstellen, Weltausstellung, Ortsverbundenheit, Authentizität, Sinn, Design und soziale Innovation Unterrichtsform: Der Kurs hat einen einführenden Charakter, erfolgt bis zu 70% in Seminarform und setzt die aktive Beteiligung der Studierenden an Projekten ihrer Wahl voraus.... Museo dei musei progetto C2 22 CP inizio: 26/02/14, 10:30 F2.06 Comunicazione visiva Giorgio Camuffo, responsabile di progetto lingua d insegnamento: Italiano 90 h Il progetto si concentra sull exhibit/esposizione come progetto di comunicazione visiva. Il corso ha un duplice obiettivo: da un lato, stimolare gli studenti a indagare e interpretare la storia, la tradizione e la società dell Alto Adige attraverso la cultura materiale e i documenti che ne sono testimonianza; dall altro impegnare gli studenti nella raccolta e produzione di materiali e documenti visivi e nella loro organizzazione in forma di exhibit e installazioni al fine di raccontare ed esporre al pubblico vicende e aspetti meno noti di tale regione. Gli studenti saranno invitati a visitare una serie di musei locali, depositari di memorie collettive e individuali, di storie e oggetti particolari da riscoprire. Lavorando in coppia e confrontandosi con operatori culturali attivi nei musei contattati e con altri esperti, gli studenti individueranno una serie di oggetti o di vicende e tradizioni della cultura locale da interpretare e raccontare. Gli studenti dovranno quindi raccogliere oggetti e documenti ovvero produrre nuovi materiali grafici e visivi, utilizzando media diversi, da integrare in un exhibit/allestimento. Il corso è articolato in tre fasi: 1. Una prima fase propedeutica e di preparazione, con un ciclo serrato di lezioni frontali, visite ed escursioni, conferenze, e brevi workshop, incentrati su temi quali: cultura materiale, storytelling, exhibit design. In questo periodo inoltre gli studenti dovranno iniziare a individuare e raccogliere informazioni su uno o più casi/oggetti/temi sui quali lavorare nelle fasi successive. 2. Una seconda fase di concept durante la quale gli studenti SS14 SE14

19 dovranno elaborare e presentare una serie di concept e proposte di progetti di interpretazione/narrazione e comunicazione/ esposizione relativi ai temi scelti. Confrontandosi con i docenti, ogni gruppo sceglierà infine un progetto da sviluppare, riflettendo sullo spazio e i modi dell installazione. 3. La terza fase di progetto e produzione durante la quale gli studenti svilupperanno il progetto e tutti i materiali necessari per la sua realizzazione. materie integrate Graphic Design Jonathan Pierini, assistente di progetto 60 h Teaching language: English During the semester we are going to consider and understand the basics of graphic design mainly by doing. According to the project theme we are going to explore the many ways for graphic design to be a valid instrument for both the analysis and production of visual communication materials and narrative strategies. Special attention will be paid to the understanding of graphic design as a translation process, which enables and affects storytelling. The relationship between bi-dimensional and three-dimensional graphics will be explored in order to address the role of the designer within the exhibition context. Works will always be a matter of discussion and in-depth examination. Sharing resources, processes and discourses is a must. Cultura visuale Emanuela De Cecco 30 h lingua d insegnamento: Italiano Il corso di cultura visuale si propone di fornire agli studenti alcuni strumenti di base per rafforzare la capacità di osservare, interrogare e progettare criticamente i testi visivi esistenti e quelli da loro prodotti durante lo svolgimento del semestre. Verrà esercitata particolare attenzione non solo ai singoli testi, ma anche a come si riarticola il senso della comunicazione visiva in relazione al mutare dei contesti nei quali essi vengono messi in circolazione e recepiti. Il corso sarà strutturato in una serie di lezioni di carattere seminariale, dove l incontro con aspetti teorici avverrà sempre a partire dal confronto e dall analisi di testi visivi esistenti. I materiali utilizzati possono provenire da qualunque ambito

20 (arte, pubblicità, comunicazione, cronaca ), e di volta in volta si cercherà di metterne a fuoco le istanze che li determinano e gli effetti. Aspetti relativi alle esercitazioni compiute dagli studenti nel corso del progetto costituiscono occasione di riflessione e confronto comune, così come possono avere luogo esercitazioni in aula, relative alle questioni affrontate nel corso e in relazione al progetto. Il corso di cultura visuale procederà in stretta relazione con le esigenze e gli sviluppi del progetto. Argomenti trattati: Elementi di semiotica dell immagine di base, concetti base di cultura visuale (presentazione/rappresentazione, denotazione/connotazione, costruzione del significato, costruzione dell identità, sguardo/relazioni di potere, mitologie contemporanee). Modalità della didattica: Il corso si svolge in una serie di incontri di carattere seminariale. Bibliografia fondamentale: Stuart Hall, The Work of Representation cap 1., pp 15/73, in Stuart Hall (ed. by), Representation. Cultural Representations and Signifyng Practices, Sage Publication, London, Il testo qui indicato è reperibile nella reserve collection: aws.unibz.it/rc/index.asp. Ulteriori letture verrano comunicate durante il corso Bibliografia consigliata: Lisa Cartwright, Marita Sturken Practices Of Looking: An Introduction To Visual Culture (Second Edition), (Oxford University Press, 2001, (Second Edition 2009). M. Joly, Introduzione all analisi dell immagine, Lindau, Torino. I testi qui indicati sono reperibili nella reserve collection: aws.unibz.it/rc/index.asp... Bellavista project D1 22 CP start: , 10:30 F2.01 Product Design Steffen Kaz, project leader Teaching language: English The mountains move. Bozen is surrounded by the most spectacular mountain landscape. Every year millions of visitors are attracted by the South Tyrolean mountains and spent their holidays or free time SS14 SE14 90 h

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

TAGESZEITUNG BOH. Ma. 24.06.2014 Di. ABO TAXI IST JETZT MÖGLICH - ORA È POSSIBILE FARE L ABO TAXI

TAGESZEITUNG BOH. Ma. 24.06.2014 Di. ABO TAXI IST JETZT MÖGLICH - ORA È POSSIBILE FARE L ABO TAXI TAGESZEITUNG BOH Ma. 24.06.2014 Di.!gelli 2,0- Nr. 06!ghelli 2,0- ABO TAXI IST JETZT MÖGLICH - ORA È POSSIBILE FARE L ABO TAXI Wir von del Gesunden Gemeinde haben uns gedacht, ein ABO für Taxi yu machen.

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

ITALIA IN MUSICA. Istituzioni:

ITALIA IN MUSICA. Istituzioni: Rassegna Stampa ITALIA IN MUSICA Il concerto Italia in Musica ha ottenuto un forte impatto mediatico. Gli articoli usciti sui vari giornali e le altre attività mediatiche hanno un valore complessivo di

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Thermo Shrinking Machines

Thermo Shrinking Machines Thermo Shrinking Machines EAGLE 100 Macchina confezionatrice manuale per film termoretraibile Manual heat-shrinking wrapping machine Soudouse manuel de thermo-retracion Schrumpfmaschine Màquina manual

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali

Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali Semplicemente in vantaggio con Credit Suisse 4 Esperienza e competenza 7 Consulenza personale e partnership 8 Offerta prestazioni

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Catturare una nuova realtà

Catturare una nuova realtà (Interviste "di LuNa" > di Nadia Andreini Strive - 2004 Catturare una nuova realtà L opera di Ansen Seale (www.ansenseale.com) di Nadia Andreini (www.nadia-andreini.com :: nadia@nadia-andreini.com) Da

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Master della Facoltà di scienze della comunicazione non più attivi

Master della Facoltà di scienze della comunicazione non più attivi Master della Facoltà di scienze della comunicazione non più attivi Master of Science in Formazione L ultima edizione del Master in Formazione è stata attivata nell anno accademico 2006/07. Descrizione

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA Alberto Betella, Marco Lazzari, "Un ambiente open source per la gestione del podcasting e una sua applicazione alla didattica", Didamatica 2007, Cesena, 10-12/5/2007 Abstract UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Il lavoro: garanzia del futuro

Il lavoro: garanzia del futuro Pubblicazione semestrale a cura della UIL-SGK - Unione Italiana del Lavoro Südtiroler Gewerkschaftskammer Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (convertito in Legge

Dettagli

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue Italian Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue The Italian translation of The right of the deaf child to grow up bilingual by François Grosjean University of Neuchâtel, Switzerland Translated

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli