DA «FRUITORI» A «SCRITTORI» MEDIALI. NUOVI RUOLI DI GENERE VEICOLATI DAGLI ADOLESCENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DA «FRUITORI» A «SCRITTORI» MEDIALI. NUOVI RUOLI DI GENERE VEICOLATI DAGLI ADOLESCENTI"

Transcript

1 DA «FRUITORI» A «SCRITTORI» MEDIALI. NUOVI RUOLI DI GENERE VEICOLATI DAGLI ADOLESCENTI Daniela Robasto Dipartimento di Filosofia e Scienze dell Educazione Università degli Studi di Torino

2 D.Robasto - DFE- Univ. To 2 Le differenze di genere Numerosi ricercatori hanno studiato le differenze tra il genere maschile ed il genere femminile, mettendo in luce, di volta in volta, differenze emotive, sociali, o ancora differenze cognitive*. Tra questi, alcuni hanno segnalato una differenza reale, mentre altri una differenza «imposta-appresa» dagli stereotipi dominanti** *:Baron Cohen, 2003; Cadamuro, 2007 **: Gender studies; Teoria del glass ceiling etc.

3 D.Robasto - DFE- Univ. To 3 Differenze di genere? Una sintesi particolare. Un video realizzato durante un progetto con le scuole di Bergamo. (Bozzetto)

4 Differenze di genere? Un altra sintesi L analisi del Global Gender Gap (Report 2011) In Italia quasi una donna su due è fuori dal mercato del lavoro ad una grande distanza dai nostri vicini: Germania (11 ), Spagna (12 ), Regno Unito (16 ), Francia (48 ), e Grecia (56 ). Nella graduatoria siamo invece più affini a nazioni come il Bangladesh (69 ), Il Ghana (70 ) e Madagascar (71 ), che - seppur di poco - ci precedono. L Italia è al 74 posto su 134 paesi. L'indicatore multidimensionale costruito dal Forum Economico Mondiale cattura le differenze di genere su più livelli: partecipazione, avanzamento e remunerazione nel mercato del lavoro accesso all'istruzione partecipazione politica benessere e condizioni di salute D.Robasto - DFE- Univ. To 4

5 D.Robasto - DFE- Univ. To 5 Differenze di genere: partecipazione al mercato del lavoro La dimensione che pesa di più sul pessimo risultato italiano è, oltre alla scarsa partecipazione delle donne alla vita politica, quella relativa alle opportunità economiche (90esimi su 134 relativamente a tale aspetto), con particolare riferimento a: Differenze di accesso al mondo del lavoro Differenze di avanzamento e di remunerazione una volta dentro al mondo del lavoro.

6 D.Robasto - DFE- Univ. To 6 Il primo incontro: ruoli di genere nei messaggi mediali

7 D.Robasto - DFE- Univ. To 7 Quale ruolo «giochiamo» con i media? 1. LETTORI MEDIALI? 2. SCRITTORI MEDIALI? 3. FRUITORI MEDIALI? 4. CRITICI MEDIALI? 5. CITTADINI MEDIALI? (Ceretti, Felini, Giannatelli, 2006, p. 23 e seg.)

8 D.Robasto - DFE- Univ. To 8 Le 5 aree di competenza mediale Lettore mediale-> scomporre il messaggio mediale al fine di comprenderne il carattere «costruito» e le caratteristiche tecnico strumentali, assegnando un significato al prodotto mediale. Fruitore mediale - > conoscere le strategie che i media mettono in atto per catturare l attenzione e per dirigere il consumo mediale al fine di essere consapevoli delle proprie abitudini personali nell utilizzo dei media. Critico mediale -> andare a scoprire gli sfondi impliciti e le coordinate «di senso» che ispirano i testi mediali, attivando riflessioni sulla: dimensione etica, (valori) dimensione estetica (stili), dimensione socioculturale (cultura)

9 D.Robasto - DFE- Univ. To 9 Scrittore mediale -> mettere in campo un attività di costruzione del prodotto mediale non soltanto grazie ad una serie di abilità tecniche ma anche tramite un intenzionalità comunicativa che segua un preciso progetto di comunicazione. CONCORSO DONNA

10 D.Robasto - DFE- Univ. To 10 Lo studio di Taurino (2005) ha individuato delle categorie dicotomiche ricorrenti. 1. STRUMENTALITA VS EMOTIVITA 2. AGENCY VS COMMUNION 3. COMPETENZA VS CALORE 4. FORZA VS GRAZIA 5. ETICA DEI DIRITTI VS ETICA DELLA RESPONSABILITA 6. INDIPENDENZA VS INTERDIPENDENZA 7. DOMINIO SUL MONDO ESTERNO VS DOMINIO SUL MONDO INTERNO 8. TENDENZA ALLA RELAZIONE DI GRUPPO VS TENDENZA ALLA RELAZIONE DIADICA

11 D.Robasto - DFE- Univ. To 11 Laura Baratti Uomo Forte Donna debole

12 D.Robasto - DFE- Univ. To 12 Sergio Rabaglio «L'originalità forma, non omologarti agli altri» Solo un Uomo originale e competente

13 D.Robasto - DFE- Univ. To 13 Silvia Daria Bonini Solo un Uomo agency

14 D.Robasto - DFE- Univ. To 14 Jenny Tamara Rastelli «Un nuovo inizio» Solo una donna Communion

15 D.Robasto - DFE- Univ. To 15 Marco Sober Solo un uomo strumentale

16 D.Robasto - DFE- Univ. To 16 Velentina Russo «Sono coraggio le donne» Solo un uomo è competente ed indipendente

17 D.Robasto - DFE- Univ. To 17 Gloria Lanza «La donna non vuole la guerra» Una donna non può essere creativa (non oggetto bersaglio)

18 D.Robasto - DFE- Univ. To 18 Erica Gonano «Il valletto» Solo un uomo può avere il dominio sul mondo esterno

19 D.Robasto - DFE- Univ. To 19 Amanda Peraro «La donna vitruviana» Solo l uomo è al centro del mondo (dominio esterno)

20 D.Robasto - DFE- Univ. To 20 Umberto Mareschi «La realtà sei tu» La donna è interdipendente e non originale

21 D.Robasto - DFE- Univ. To 21 Allegra Cavalcabò «Don't be like the others... Be youself La donna non può essere diversa ed indipendente

22 D.Robasto - DFE- Univ. To 22 Laura Baratti Uomo forte vs una donna aggraziata

23 D.Robasto - DFE- Univ. To 23 Munari Un uomo indipendente una donna interdipendente

24 D.Robasto - DFE- Univ. To 24 Barbara Dafroso «Essere donna è forza e vita» Un uomo agency una donna communion

25 D.Robasto - DFE- Univ. To 25 Roxana Nechita «Ri-costruire» Una donna empatica non è una donna forte

26 D.Robasto - DFE- Univ. To 26 Angela Santamaria Uomo con dominio sul mondo esterno e donna con dominio sul mondo interno

27 D.Robasto - DFE- Univ. To 27 Isabella Cantarani «La donna pensa come ama» Un uomo competente vs una donna emotiva

28 D.Robasto - DFE- Univ. To 28 Bruno Clarafond «Inventare e gestire la pace» Una donna non può essere: Forte Competente Strumentale Attenta gli altri Indipendente ed inserita in relazioni non solo diadiche contemporaneamente

29 D.Robasto - DFE- Univ. To 29 Contro - tendenza (di 100 anni or sono)

30 D.Robasto - DFE- Univ. To 30.L ultima» competenza mediale Cittadino mediale -> Attiva tutte le precedenti competenze mediali (lettore, scrittore, fruitore, critico mediale) al fine «essere consapevoli che i media contribuiscono, in modo determinante, a costruire la società e la cultura, proponendosi come luogo di riflessione, elaborazione e diffusione di modelli, esperienze, narrazioni esemplari.

31 D.Robasto - DFE- Univ. To 31 Finalità della Cittadinanza mediale Saper usare i media come ambiente entro cui hanno luogo dinamiche sociali, agiscono modelli di comportamento, si aprono spazi di partecipazione per i singoli e le comunità. AD ESEMPIO APPIANARE DIFFERENZE DI GENERE ALIMENTARE DIFFERENZE DI GENERE

32 D.Robasto - DFE- Univ. To 32 Il «cambio» di prospettiva. Il vostro

33 D.Robasto - DFE- Univ. To 33 Buona festa della donna Siate VOI portatori del «cambio di prospettiva»

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014 S cuele A tive V ierte E ducative IMPARARE GIOCANDO PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA per l anno scolastico 2013/2014 IMPARARE GIOCANDO L U.O. Ludobus propone per l anno scolastico 2013-2014 percorsi

Dettagli

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE Progetto 1: Gestire il tempo Durata complessiva: 28 di cui 16 di aula (4 incontri da 4 ore), 6 di e-learning e 6 di project work Numero partecipanti previsto: 14 Quota iscrizione 30 Modulo 1 La gestione

Dettagli

I GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO

I GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO I GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO Origine Nel 1908 il filosofo, zoologo russo Kropotkin, diceva: esiste in natura la legge del mutuo aiuto, che, in un' ottica di lotta per la sopravvivenza e di evoluzione della

Dettagli

Introduzione alla Media Education

Introduzione alla Media Education Introduzione alla Media Education Maria Ranieri 18 febbraio 2014 LA MUSICA CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEL LAVORO MINORILE Media education Storia e definizioni Media education: di cosa si occupa Possiamo definire

Dettagli

COACHING. Scopri il tuo potenziale e diventa protagonista della tua vita. Socia ICF Italia (Federazione Italiana Coach)

COACHING. Scopri il tuo potenziale e diventa protagonista della tua vita. Socia ICF Italia (Federazione Italiana Coach) Coaching emotion di COACHING Non lasciare che i tuoi ricordi siano più grandi dei tuoi sogni Doug Ivester Scopri il tuo potenziale e diventa protagonista della tua vita Coachingemotion di Raffaella Rognoni

Dettagli

Percorsi di libertà come contrastare la violenza contro le donne

Percorsi di libertà come contrastare la violenza contro le donne Percorsi di libertà La formazione docenti: contenuti, attività e metodologia del processo formativo Mariella Pasinati Il percorso formativo PRIMO ANNO conoscenza del fenomeno e presa di coscienza, in un

Dettagli

20 ottobre 14 novembre 2011

20 ottobre 14 novembre 2011 20 ottobre 14 novembre 2011 Il progetto ha coinvolto la Rete in un'attività di storytelling per immaginare un nuovo spot istituzionale online di Telecom Italia FUTURAFRANCESCA è uno dei primi grandi esperimenti

Dettagli

CREATIVE. Newsletter Numero 04 HANDMADE THINKING. Contenuto:

CREATIVE. Newsletter Numero 04 HANDMADE THINKING. Contenuto: Newsletter Numero 04 Contenuto: È iniziata la fase di divulgazione finale Un frammento del nostro manuale L opinione degli esperti I Partner del Progetto È iniziata la fase di divulgazione finale Siamo

Dettagli

Nota dell Editore. Prefazione

Nota dell Editore. Prefazione Prefazione La vita umana viene studiata scientificamente da molte discipline e da molto tempo. Considerato che la psicologia sociale ha appena compiuto i suoi primi 100 anni ufficiali, pertanto è una disciplina

Dettagli

INSTAGRAM PER LA PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO. ORAZIO SPOTO @oraziospoto

INSTAGRAM PER LA PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO. ORAZIO SPOTO @oraziospoto INSTAGRAM PER LA PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO ORAZIO SPOTO @oraziospoto DOMANDE? TWITTER: @oraziospoto PREMESSA INSTAGRAM NEL 2015 I GRUPPI DI APPASSIONATI E LE ATTIVITA SUL SITO LA CRESCITA LO

Dettagli

Ricerca di psicologia sociale e della comunicazione: LA MINACCIA DELLO STEREOTIPO per le DONNE

Ricerca di psicologia sociale e della comunicazione: LA MINACCIA DELLO STEREOTIPO per le DONNE Ricerca di psicologia sociale e della comunicazione: LA MINACCIA DELLO STEREOTIPO per le DONNE Gli individui sono costantemente bombardati da informazioni provenienti dall ambiente esterno. Tali input,

Dettagli

Il now-for-next in psicoterapia La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna

Il now-for-next in psicoterapia La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna Il now-for-next in psicoterapia La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna Autore: Margherita Spagnuolo Lobb QUARTA DI COPERTINA La psicoterapia della Gestalt vede la relazione

Dettagli

SUMMER SCHOOL. Cibo: la vita condivisa. 15-19 settembre 2015. via Celoria, 10 - Milano

SUMMER SCHOOL. Cibo: la vita condivisa. 15-19 settembre 2015. via Celoria, 10 - Milano SUMMER SCHOOL Cibo: la vita condivisa 15-19 settembre 2015 via Celoria, 10 - Milano L elemento cibo è integrato in ogni cultura e integra, a sua volta, molti e diversi valori culturali, spesso ispirati

Dettagli

Donne e pubblicità: esempi e coordinate per capire il caso italiano. Annamaria Testa

Donne e pubblicità: esempi e coordinate per capire il caso italiano. Annamaria Testa Donne e pubblicità: esempi e coordinate per capire il caso italiano Annamaria Testa Consumers Forum - Roma, 4 aprile 2011 Questo è un percorso costruito, per semplicità, con esempi tratti dalla pubblicità

Dettagli

SCENARI PER LA VALUTAZIONE AUTENTICA: costruire rubriche con i bambini. di Riccarda Viglino

SCENARI PER LA VALUTAZIONE AUTENTICA: costruire rubriche con i bambini. di Riccarda Viglino SCENARI PER LA VALUTAZIONE AUTENTICA: costruire rubriche con i bambini di Riccarda Viglino L'insegnamento, secondo Bruner, dovrebbe avere l'obiettivo di condurre lo studente a scoprire ed imparare per

Dettagli

LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA

LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA ADEM LAB- UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA Silvia Bellini Università degli Studi di

Dettagli

CENTRO RIABILITATIVO PSICOPEDAGOGICO IL TIMONE

CENTRO RIABILITATIVO PSICOPEDAGOGICO IL TIMONE CENTRO RIABILITATIVO PSICOPEDAGOGICO IL TIMONE Centro Riabilitativo Psicopedagogico Il Timone Vico San Luca 4/3 scala sn. 16123 GENOVA tel. 0102467774 P.Iva 03399250103 email: iltimone@libero.it Il Centro

Dettagli

Processi di comunicazione scuola-famiglia

Processi di comunicazione scuola-famiglia Processi di comunicazione scuola-famiglia Appunti Comunicare a scuola è il cuore della relazione scuola-famiglia, parti alleate di un progetto che -in particolare nella realtà attualenon sopporta solitudine:

Dettagli

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione 16 DICEMBRE 2008 Sinergie per una corretta alimentazione Le competenze del Mipaaf Il Mipaaf ha tra le sue competenze la promozione e lo sviluppo delle politiche alimentari nazionali. In particolare il

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

EDUCAZIONE ALLA SALUTE ISTITUTO COMPRENSIVO GARIBALDI-LEONE TRINITAPOLI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Anno scolastico 2015/2016 La salute è creata e vissuta dalle persone all interno degli ambienti organizzati della vita quotidiana:

Dettagli

Laboratori creativi didattici a cura di CODEsign Proposte anno scolastico 2015-2016. Esiste un sapere profondo nella pratica del fare.

Laboratori creativi didattici a cura di CODEsign Proposte anno scolastico 2015-2016. Esiste un sapere profondo nella pratica del fare. Laboratori creativi didattici a cura di CODEsign Proposte anno scolastico 2015-2016 Esiste un sapere profondo nella pratica del fare. CODEsign è un laboratorio di design e re-design autoprodotto. Attraverso

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA

COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA OGGETTO: PERCORSI SULL USO RESPONSABILE DEI NUOVI MEDIA E LA CITTADINANZA DIGITALE PROPOSTA PER LE SCUOLE La Cooperativa

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

Responsabilità educativa a cura di Sabrina De Clemente e Iole Mattei

Responsabilità educativa a cura di Sabrina De Clemente e Iole Mattei Responsabilità educativa a cura di Sabrina De Clemente e Iole Mattei Se si riesce ad aiutare gli alunni a sviluppare il proprio senso di controllo personale, essi saranno portati ad assumersi autonomamente

Dettagli

Corporate governance e parità di genere. Prima applicazione e prospettive

Corporate governance e parità di genere. Prima applicazione e prospettive Corso Avanzato di Alta Formazione Corporate governance e parità di genere. Prima applicazione e prospettive Leadership e intelligenza emotiva 18 Giugno 2014 Prof. Silvia Profili Università Europea di Roma

Dettagli

Fonte bibliografica: G Perricone (a cura di), 2011, Una giostra per la formazione. Modelli e metodologie nei Piani Operativi Nazionali della Scuola,

Fonte bibliografica: G Perricone (a cura di), 2011, Una giostra per la formazione. Modelli e metodologie nei Piani Operativi Nazionali della Scuola, Fonte bibliografica: G Perricone (a cura di), 2011, Una giostra per la formazione. Modelli e metodologie nei Piani Operativi Nazionali della Scuola, Franco Angeli, Milano TEORIA GENERALE PER LA FORMAZIONE

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola

Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola Prof. Alessandro Vienna Roma, 20.02.13 La Scuola come volàno per l Educazione alla Salute e al Benessere La scorretta alimentazione è stata

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche Classe di appartenenza: LM - 85 Pedagogical Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1

Dettagli

PROGETTO GIORNALISMO PER BAMBINI E RAGAZZI Il progetto Giornalismo per bambini e ragazzi prevede l accostamento graduale dei bambini delle scuole

PROGETTO GIORNALISMO PER BAMBINI E RAGAZZI Il progetto Giornalismo per bambini e ragazzi prevede l accostamento graduale dei bambini delle scuole PROGETTO GIORNALISMO PER BAMBINI E RAGAZZI Il progetto Giornalismo per bambini e ragazzi prevede l accostamento graduale dei bambini delle scuole elementari e medie alla lettura e alla comprensione del

Dettagli

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado PREMESSE L educazione affettiva e relazionale dei giovani d oggi pone, a quanti

Dettagli

Psicologia dell orientamento scolastico e professionale. Indice

Psicologia dell orientamento scolastico e professionale. Indice INSEGNAMENTO DI PSICOLOGIA DELL ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE LEZIONE I ORIENTAMENTO E PSICOLOGIA PROF.SSA ANNAMARIA SCHIANO Indice 1 L orientamento: significato e tipologie ---------------------------------------------------------------

Dettagli

Ascolta e comprende testi orali "diretti" o "trasmessi" dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

Ascolta e comprende testi orali diretti o trasmessi dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo. Classe seconda scuola primaria G.Giacosa Caluso Insegnanti: Actis Oreglia Luigina, Praolini Cristiana Tematiche trasversali ( didattica per competenze-competenze digitali) Progetto didattico secondo il

Dettagli

Presentazione del Piano degli Studi del corso di diploma di primo e secondo livello in FASHION DESIGN nuovi ordinamenti

Presentazione del Piano degli Studi del corso di diploma di primo e secondo livello in FASHION DESIGN nuovi ordinamenti Presentazione del Piano degli Studi del corso di diploma di primo e secondo livello in FASHION DESIGN Accademia di Belle Arti di Frosinone a denominazione del Corso di studi Corso di diploma di primo e

Dettagli

CONCORSO NAZIONALE 'IL PAESAGGIO: LEGGI, GUARDA, PENSA, POSTA' - Alla scoperta del patrimonio culturale nascosto - Art.

CONCORSO NAZIONALE 'IL PAESAGGIO: LEGGI, GUARDA, PENSA, POSTA' - Alla scoperta del patrimonio culturale nascosto - Art. CONCORSO NAZIONALE 'IL PAESAGGIO: LEGGI, GUARDA, PENSA, POSTA' - Alla scoperta del patrimonio culturale nascosto - Art. 1 - Finalità L Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani

Dettagli

Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE

Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA CONTINUITA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE IMPARARE AD IMPARARE Acquisire un proprio metodo di studio e di lavoro. Scoperta e riconoscimento di regole generali per:

Dettagli

Salute e gusto in tavola

Salute e gusto in tavola Salute e gusto in tavola La rete delle istituzioni bolognesi per l educazione, la sicurezza alimentare e la tutela dei consumatori 3 DICEMBRE 2008 Educazione alimentare: le campagne nazionali di comunicazione

Dettagli

Rivoluzione HR. human resource revolution

Rivoluzione HR. human resource revolution Rivoluzione HR human resource revolution L a tecnologia sta modificando le abitudini e lo stile di vita delle persone ma, nel nuovo mondo che verrà sarà il loro modo di pensare che dovrà cambiare. Ogni

Dettagli

La buona scuola, musica e scuola dell infanzia

La buona scuola, musica e scuola dell infanzia AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA VII COMMISSIONE (Istruzione) SULL AFFARE ASSEGNATO SCUOLA Mercoledì 19 Novembre 2014 Documento a cura di Cecilia Pizzorno, Coordinamento Nazionale Nati per la Musica

Dettagli

LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori

LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori Giovedì 16 / Venerdì 17 Aprile 2015 Sede di Livigno, Via Freita 1660 Relatore : Roberto Bonacasa LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori 1 Link Utili www.bonacasa.net 2 Parte 1: Affrontare

Dettagli

Corsi di formazione per docenti delle scuole di ogni ordine e grado: Didattica orientativa e percorsi di orientamento con approccio narrativo

Corsi di formazione per docenti delle scuole di ogni ordine e grado: Didattica orientativa e percorsi di orientamento con approccio narrativo Corsi di formazione per docenti delle scuole di ogni ordine e grado: Didattica orientativa e percorsi di orientamento con approccio narrativo MICROPROGETTAZIONE DI UN PERCORSO DI DIDATTICA ORIENTATIVA

Dettagli

IL DIVERSITY MANAGEMENT COME GESTIONE INTEGRATA DELLE DIFFERENZE

IL DIVERSITY MANAGEMENT COME GESTIONE INTEGRATA DELLE DIFFERENZE Gestire le differenze generazionali in Azienda IL DIVERSITY MANAGEMENT COME GESTIONE INTEGRATA DELLE DIFFERENZE Attila Bruni Research Unit on Communication, Organizational Learning and Aesthetics (www.unitn.it/rucola)

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Servizi di psicologia per la famiglia, per i genitori e i figli

Servizi di psicologia per la famiglia, per i genitori e i figli www.centroap.it Servizi di psicologia per la famiglia, per i genitori e i figli TEST DI RIUSCITA SCOLASTICA PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO svolto sul sito del Centro AP www.orientastudenti.it

Dettagli

Formazione e-learning: uno stato dell Arte

Formazione e-learning: uno stato dell Arte Highlight Formazione e-learning: uno stato dell arte 189 Formazione e-learning: uno stato dell Arte Laura Nespeca L odierna evoluzione dei processi formativi indica una tendenza all individuazione e al

Dettagli

OPEREAPERTE. la sfida del recupero attraverso RETI e SINERGIE VIRTUOSE

OPEREAPERTE. la sfida del recupero attraverso RETI e SINERGIE VIRTUOSE OPEREAPERTE la sfida del recupero attraverso RETI e SINERGIE VIRTUOSE Per molto tempo la nostra società è stata abituata al consumo bulimico di beni e risorse rincorrendo feticci e stereotipi di benessere

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

[Digitare il testo] Pagina 1

[Digitare il testo] Pagina 1 [Digitare il testo] Pagina 1 Il concetto di gruppo si sviluppa a partire dal 1895 con Gustave Le Bon e la Psicologia delle folle, in cui i gruppi vengono considerati come forme pericolose ed irrazionali;

Dettagli

Il lavoro di rete e community care. I gruppi di auto mutuo aiuto nelle dipendenze : una riflessione teorica

Il lavoro di rete e community care. I gruppi di auto mutuo aiuto nelle dipendenze : una riflessione teorica Il lavoro di rete e community care. I gruppi di auto mutuo aiuto nelle dipendenze : una riflessione teorica Ferrara 24 settembre 2009 Andrea Noventa Responsabile Area-Prevenzione Ser.T1 Dipartimento delle

Dettagli

l'approccio transdisciplinare

l'approccio transdisciplinare l'approccio transdisciplinare le potenzialità socio-economiche della rivalutazione ambientale l'epoca contemporanea la scienza della sostenibilità la complessità l'economia ecologica i gas la comunicazione

Dettagli

THE FASHION ATLAS +LAB HOW TRENDS HAPPEN!

THE FASHION ATLAS +LAB HOW TRENDS HAPPEN! HOW TRENDS HAPPEN! L IDEA Realizzare l atlante della moda ricostruendo ogni Nazione del mondo attraverso i suoi colori, tessuti, patterns, young designers, persone, profumi, sapori, sensazioni, che scopriamo

Dettagli

European Payment Report 2015

European Payment Report 2015 European Payment Report 2015 Il Gruppo Intrum Justitia Leader europeo nel settore dei servizi di Credit Management con uffici in 20 paesi europei Fondato nel 1923 Quotato al mercato NASDAQ OMX Stockholm

Dettagli

Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero. a.s. 2013-14. Progetto A scuola di Guggenheim ARTE NATURA

Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero. a.s. 2013-14. Progetto A scuola di Guggenheim ARTE NATURA Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero a.s. 2013-14 Progetto A scuola di Guggenheim ARTE E NATURA L albero: forme e colori dell arte della natura Le contrade di

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015 Coordinatrice Luana Masci Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Relazioni fra istituzioni: famiglia, scuola e rischio in adolescenza

Relazioni fra istituzioni: famiglia, scuola e rischio in adolescenza Relazioni fra istituzioni: famiglia, scuola e rischio in adolescenza Dott.ssa Manuela Bina Ph.D.* ** in collaborazione con Elena Cattelino**, Silvia Bonino*, Emanuela Calandri* *Università degli Studi

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

NUOVE TECNOLOGIE DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano NUOVE TECNOLOGIE DELL ARTE Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Silvia Testa - Gabriele Perraro, Videodissey, installazione interattiva, 2013 La Scuola di Nuove Tecnologie dell Arte (corrispondente

Dettagli

FORMAZIONE DELL UOMO E EDUCAZIONE COSMICA (Dalle conferenze tenute da M.M. al congresso di San Remo del 1949 e da alcuni saggi pubblicati dal 1949 al 1951 e riportati nel quaderno del Consiglio Regionale

Dettagli

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI La progettazione formativa e didattica GLI STILI E LE MODALITA DI DI APPRENDIMENTO: dalle dalle conoscenze alla alla interiorizzazione dei dei comportamenti organizzativi 1 IL IL PERCORSO DELL APPRENDIMENTO

Dettagli

Carta etica del. Packaging. Principi condivisi per progettare, produrre, utilizzare gli imballaggi in modo consapevole

Carta etica del. Packaging. Principi condivisi per progettare, produrre, utilizzare gli imballaggi in modo consapevole Carta etica del Packaging Principi condivisi per progettare, produrre, utilizzare gli imballaggi in modo consapevole La Carta etica del Packaging è redatta da: Giovanni Baule Valeria Bucchetti È un progetto

Dettagli

La qualità nella gestione dei partenariati strategici. Monitoraggio e valutazione dei progetti. Firenze, 26 novembre 2014

La qualità nella gestione dei partenariati strategici. Monitoraggio e valutazione dei progetti. Firenze, 26 novembre 2014 La qualità nella gestione dei partenariati strategici Monitoraggio e valutazione dei progetti Firenze, 26 novembre 2014 Monitoraggio vs. Valutazione Monitoraggio Controllo degli aspetti salienti del progetto

Dettagli

Ed ecco il medagliere classico dei campionati europei di nuoto tra le corsie (prime 10 posizioni):

Ed ecco il medagliere classico dei campionati europei di nuoto tra le corsie (prime 10 posizioni): Qual è la nazione europea più forte di sempre nel nuoto in corsia? Analisi della storia del medagliere dei Campionati Europei di Nuoto in vasca lunga Di Luca Soligo La 32 esima edizione dei Campionati

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE -Anno scolastico 2013/2014 Educare, insegnare o lasciarsi andare alle proprie

Dettagli

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Affrontare l anno che verrà (e quelli successivi) responsabilmente

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

SCUOLA DEL PRIMO CICLO Il primo ciclo di istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado.

SCUOLA DEL PRIMO CICLO Il primo ciclo di istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. c) Compilazione del quadro sintetico riassuntivo d) Analisi dei dati a cura dei docenti e Funzione Strumentale e individuazione degli alunni a rischio e) Valutazione approfondita alunni a rischio entro

Dettagli

Fare insieme il Pianeta libro

Fare insieme il Pianeta libro Fare insieme il Pianeta libro Forum della Pubblica Amministrazione Roma, 11 maggio 2006 Dipartimento per i beni archivistici e librari Presentazione del sito www.ilpianetalibro.it A cura di Rosario Garra

Dettagli

Dal curricolo alle competenze Laboratorio verticale in rete realizzato dalla rete di scuole della Valle del Savuto

Dal curricolo alle competenze Laboratorio verticale in rete realizzato dalla rete di scuole della Valle del Savuto Dal curricolo alle competenze Laboratorio verticale in rete realizzato dalla rete di scuole della Valle del Savuto SCUOLA CAPOFILA: Istituto Omnicomprensivo Bianchi- Scigliano SCUOLE IN RETE: Istituto

Dettagli

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o VIA SPINELLI 84088 SIANO (SA)-. 081/5181021- Ê081/5181355 - C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT, SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT, www.istitutocomprensivosiano.gov.it

Dettagli

Che confusione!!!! Se solo sapessi che mestiere vorrei fare??

Che confusione!!!! Se solo sapessi che mestiere vorrei fare?? Che confusione!!!! Se solo sapessi che mestiere vorrei fare?? A.D.V.P. Activation du Développement Vocationnel et Personnel G. Cappuccio Università di Palermo L A.D.V.P è stato creato nel 1970 da Denis

Dettagli

Impresa Sociale e Innovazione Sociale

Impresa Sociale e Innovazione Sociale Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Scienze Politiche Agenzia per la promozione della cooperazione sociale BANDO DI CONCORSO PER ASSEGNAZIONI DI PREMI DI LAUREA Impresa Sociale

Dettagli

Provincia di ModenaProvincia. IL BILANCIO DI GENERE della Provincia di Modena

Provincia di ModenaProvincia. IL BILANCIO DI GENERE della Provincia di Modena Provincia IL BILANCIO DI GENERE della 1 Lo sviluppo delle capacità umane nell attività di Gender Auditing Il ruolo della società e delle istituzioni dovrebbe essere quello di stimolare e promuovere la

Dettagli

Noto Città Universitaria

Noto Città Universitaria Noto Città Universitaria Università di Messina - Sede di Noto Un occasione da non perdere Vademecum Offerta Formativa Lauree Triennali Scienze dell Educazione e della Formazione (classe L-19) Scienze della

Dettagli

LA FABBRICA DELLE PAROLE

LA FABBRICA DELLE PAROLE 74 Circolo didattico, Roma Plesso scolastico Via del Calice Classi seconda A e seconda B LA FABBRICA DELLE PAROLE Laboratori multiespressivi di creatività scolastica 1 PROGETTO La Fabbrica delle parole:

Dettagli

Relatore: Paula Eleta

Relatore: Paula Eleta A scuola nessuno è straniero Firenze, 30 settembre 2011 Sessione: L integrazione comincia dai più piccoli Una scuola aperta che guarda al futuro Percorsi interculturali e di integrazione presso le Scuole

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 ORGANIZZAZIONE La scuola accoglie i bambini da 3 a 6 anni. E aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30

Dettagli

POTERE D DONNE IN CARRIERA OLTRE GLI STEREOTIPI

POTERE D DONNE IN CARRIERA OLTRE GLI STEREOTIPI POTERE D DONNE IN CARRIERA OLTRE GLI STEREOTIPI il contesto GLI Un percorso formativo per esplorare alcuni aspetti della diversità di genere, come si configura oggi nelle organizzazioni di lavoro italiane.

Dettagli

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress Chi si Forma non si ferma! www.snapform.it info@snapform.it Corsi LIFE IN PROGRESS Il counseling per la vita di tutti i giorni

Dettagli

Le capacità chiave per affrontare i nuovi paradigmi della competizione MANAGERIALE

Le capacità chiave per affrontare i nuovi paradigmi della competizione MANAGERIALE Le capacità chiave per affrontare i nuovi paradigmi della competizione MANAGERIALE MANAGERIALE Le capacità chiave per affrontare i nuovi paradigmi della competizione L evoluzione della specie: passare

Dettagli

Modulo 3. Stili a confronto

Modulo 3. Stili a confronto Modulo 3 Stili a confronto FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di incrementare nei ragazzi la conoscenza di sé attraverso l auto-consapevolezza dei propri stili di apprendimento e di lavoro, e di

Dettagli

Il sistema delle discriminazioni di genere

Il sistema delle discriminazioni di genere Riequilibrare le opportunità: le donne all università e negli enti di ricerca Trieste, 15 maggio 2014 Il sistema delle discriminazioni di genere Chiara Volpato Università di Milano-Bicocca Discriminazioni

Dettagli

Andrea Crisanti scenografo

Andrea Crisanti scenografo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Lettere Andrea Crisanti scenografo RELATORE Prof. Paolo Bertetto CORRELATORE Prof. Andrea Minuz LAUREANDA Elisa

Dettagli

Crisi dell eurocentrismo e futuro dell umanesimo europeo: una prospettiva «economica» Michele Grillo Dipartimento di Economia e Finanza

Crisi dell eurocentrismo e futuro dell umanesimo europeo: una prospettiva «economica» Michele Grillo Dipartimento di Economia e Finanza Crisi dell eurocentrismo e futuro dell umanesimo europeo: una prospettiva «economica» Michele Grillo Dipartimento di Economia e Finanza 1 Una premessa Sono consapevole di accingermi a uno sforzo temerario:

Dettagli

ADOLESCENZA? Proviamo con un Brain Storming di immagini e idee?

ADOLESCENZA? Proviamo con un Brain Storming di immagini e idee? Università degli Studi di Torino Facoltà di Scienze Politiche Sede di Biella ADOLESCENZA - ADOLESCENZE 1 ADOLESCENZA? Proviamo con un Brain Storming di immagini e idee? 2 1 3 ADOLESCENZA Qual è il periodo

Dettagli

Ma che musica maestre 2!!!

Ma che musica maestre 2!!! Istituto Comprensivo Nicola D Apolito Cagnano Varano Scuola dell infanzia Progetto di educazione musicale Ma che musica maestre 2!!! Educare, insegnare o lasciarsi andare alle proprie sensazioni? Ognuno

Dettagli

SOCIOLOGIA. Il lavoro delle donne. Caratteristiche della partecipazione. Conciliazione tra lavoro e famiglia

SOCIOLOGIA. Il lavoro delle donne. Caratteristiche della partecipazione. Conciliazione tra lavoro e famiglia SOCIOLOGIA Il lavoro delle donne I nodi della partecipazione Il lavoro delle donne Caratteristiche della partecipazione Conciliazione tra lavoro e famiglia Caratteristiche dell occupazione femminile I

Dettagli

Ruolo ed attività previste per i giovani in servizio civile nell ambito del progetto.

Ruolo ed attività previste per i giovani in servizio civile nell ambito del progetto. Allegato B) CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: Mercurio Settore di intervento del progetto: n) educazione contro ogni forma di discriminazioni anche per orientamento sessuale Codice identificativo

Dettagli

Impresa Sociale e Innovazione Sociale

Impresa Sociale e Innovazione Sociale Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di SCIENZE POLITICHE Agenzia per la Promozione della Cooperazione Sociale BANDO DI CONCORSO PER ASSEGNAZIONI PREMI DI LAUREA Impresa Sociale e

Dettagli

Proposta operativa: Osservare per conoscere, comunicare per crescere: il bosco. Un possibile itinerario

Proposta operativa: Osservare per conoscere, comunicare per crescere: il bosco. Un possibile itinerario Proposta operativa: Osservare per conoscere, comunicare per crescere: il bosco. Un possibile itinerario Per infinite e complicate che possano essere le mosse di una partita di scacchi, persino il gioco

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELLA RICERCA NAZIONALE SULLA PROFESSIONE DI COUNSELOR

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELLA RICERCA NAZIONALE SULLA PROFESSIONE DI COUNSELOR FEDERAZIONE PREPOS FEDERAZIONE ASSOCIAZIONI ITALIANE PSICOTERAPIA NBCC ITALIA E INTERNATIONAL S.A. PREPOS PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELLA RICERCA NAZIONALE SULLA PROFESSIONE DI COUNSELOR Presentiamo

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

Crisi economica e suicidi in italia

Crisi economica e suicidi in italia a cura del dottor Roberto ciavoni Sociologo Crisi economica e suicidi in italia Crisi e suicidio nel mondo del lavoro Parlarne senza Tabù è la prima forma Di Prevenzione Crisi economica e suicidi in italia

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE ISTITUTO COMPRENSIVO PIETRO VANNUCCI SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 06062 Città della Pieve (PG) Via Marconi, 18 Tel. 0578/298018 Fax 0578/2987 E-mail: pgic82100x@istruzione.it

Dettagli

Scheda di documentazione delle ricerche prodotte dagli insegnanti dell Emilia Romagna: una prima analisi di alcuni elementi qualitativi

Scheda di documentazione delle ricerche prodotte dagli insegnanti dell Emilia Romagna: una prima analisi di alcuni elementi qualitativi Scheda di documentazione delle ricerche prodotte dagli insegnanti dell Emilia Romagna: una prima di Maria Cristina Gubellini L indagine sulle esperienze di Ricerca Metodologico Disciplinare realizzate

Dettagli

Le Giornate del lavoro culturale

Le Giornate del lavoro culturale www.viveredicultura.it Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica Le Giornate del lavoro culturale con l adesione di Progetto di Roma, Auditorium - Parco della Musica 24-25 giugno 2011 con

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE referente ins. MASCI LUANA 1 Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola

Dettagli