Dott. Gianni Nigita Dott. Sebastiano Di Bella. 8 aprile

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dott. Gianni Nigita Dott. Sebastiano Di Bella. 8 aprile 2012 1"

Transcript

1 Dott. Gianni Nigita Dott. Sebastiano Di Bella 8 aprile

2 Materiale didattico Libro di testo Paul DuBois, MySQL, Four Edition, Pearson Education, 2009 Documentazione on-line MySQL 8 aprile

3 Sommario Introduzione a MySQL Installazione MySQL Connessione/Disconnessione da un db MySQL Programmi Client Creazione Account e Privilegi Prompt MySQL Comandi MySQL (part I) Engine Tipi di dati Comandi MySQL (part II) Esempi Query NULL Funzioni & Operatori 8 aprile

4 MySQL: un po di storia Creato dalla società MySQL AB sin dal 1979 soltanto dal 1996 supporta anche SQL. Sun Microsystem nel 2008 acquista la società per 1 miliardo di dollari Nel 2010 Oracle acquista Sun per 7,5 miliardi di dollari possedendo così anche MySQL 8 aprile

5 MySQL è un RDBMS (I) Possiamo identificare 4 tipi di database in base alla loro struttura logica: Gerarchico: basato su una struttura ad albero in cui ogni dato che non sia a livello radice ha uno e un solo padre (anni 80) Reticolare: deriva da quello gerarchico, ne supera i limiti della struttura ad albero ma la sua complessità ne limita la diffusione Relazionale: organizza i dati in tabelle basandosi sulle relazione fra esse (MySQL) Ad oggetti: estende il concetto relazionale adattandolo alla programmazione ad oggetti 8 aprile

6 MySQL è un RDBMS (II) RDBMS (relational database management system) ovvero un DBMS basato sul modello relazione (Edgar F. Codd) Una Relazione è la struttura di una tabella (entità) definita da records (righe di dati) e da attributi (colonne della tabella di dati) Esempio: 8 aprile

7 MySQL Installation (I) Link: MySQL è disponibile per diverse piattaforme tra cui Linux e Windows; Altri Tool Utili MySQL Query Browser Tool grafico per l ottimizzazione delle query 8 aprile

8 MySQL Installation (II) MySQL Connector Per la connessione con altre piattaforme Java/.NET/ C++/ect.. MySQL Administrator Gestisce le operazioni (configuring, monitoring, start e stop) del server MySQL MySQL Migration Toolkit Tool per la migrazione di db da ORACLE/Access a MySQL 8 aprile

9 MySQL Installation (III) MySQL Workbench E un tool che fornisce la gestione grafica del server MySQL e dei database 8 aprile

10 Connect/Disconnect (I) Per connettersi al server è necessario fornire login e password localhost: hostname in cui risiede il MySQL root: username che possiede un account sul server -h indirizzo -u utente -P porta -p indica al server la richiesta della password all utente 8 aprile

11 Connect/Disconnect (II) Per uscire (quit o exit) 8 aprile

12 Per help Connect/Disconnect (III) 8 aprile

13 Connect/Disconnect (IV) Visualizzare alcune informazioni relative al server e alla connessione 8 aprile

14 Client (I) Login tramite QueryBrowser Nome Connessione 8 aprile

15 Client (II) 8 aprile

16 Client (III) XAMPP wnloads/workbench/5.2. html LAMP om/ WAMP com/en/ NOTA: Attenzione alla porta aprile

17 Client (IV) Download all indirizzo Oppure all interno dei pacchetti XAMPP LAMP WAMP 8 aprile

18 Client (V) 8 aprile

19 Client (VI) 8 aprile

20 Client (VII) 8 aprile

21 Client (VIII) 8 aprile

22 Client (IX) 8 aprile

23 Client (IX) 8 aprile

24 Client (X) 8 aprile

25 Client (XI) 8 aprile

26 Client (XII) 8 aprile

27 Client (XIII) 8 aprile

28 Client (XIV) 8 aprile

29 Client (XV) 8 aprile

30 Client (XVI) 8 aprile

31 Dentro il db world Client (XVII) tables funzioni db world 8 aprile

32 Client (XVIII) 8 aprile

33 Client (XIX) 8 aprile

34 Client (XX) 8 aprile

35 Client (XXI) svuota table cancella table 8 aprile

36 Client (XXII) 8 aprile

37 Creazione Account/Privilegi (I) Eseguito dall utente root mediante l uso del comando GRANT GRANT Tutte le operazioni: SELECT, INSERT... Nome db Nome tabella user password localhost, Indicando il nome di un server è possibile effettuare la connessione da un server specifico 8 aprile

38 Creazione Account/Privilegi (II) Mentre GRANT assegna i privilegi con REVOKE vengono ritirati: REVOKE (SELECT/ALL PRIVILEGES) on nome_db.( nome_tabella ;*) FROM 8 aprile

39 Prompt di MySQL mysql> Prompt Significato Pronto per ricevere un comando; -> In attesa della linea successiva per un comando multi-linea; > In attesa della linea successiva per un comando multi-linea, apice di apertura nella riga precedente; > In attesa della linea successiva per un comando multi-linea, doppio apice di apertura nella riga precedente; `> In attesa della linea successiva per un comando multi-linea, che fa riferimento ad un identificatore che inizia con backtick; 8 aprile

40 Esempi Ritorna utente e host con i quali si è fatto l accesso Ritorna la versione e la data corrente Ritorna l utente e la data corrente 8 aprile

41 Comandi (I) Mostra i db Scelgo il db 8 aprile

42 Comandi (II): show SHOW ha diverse forme che forniscono informazioni circa il db, le tables, le columns, o informazioni di status circa il server (help show) 8 aprile

43 Comandi (III): gestione db Creazione database: mysql> CREATE DATABASE world ; mysql> USE world ; Creazione con IF NOT EXISTS: mysql> CREATE DATABASE [IF NOT EXISTS] world ; Cancellazione database: mysql> DROP DATABASE [IF EXISTS] world ; 8 aprile

44 Comandi (IV): gestione table Creare una table: mysql> CREATE [TEMPORARY] TABLE [IF NOT EXISTS] nome_tabella [(definizione, )]; Temporary: la table è valida e visibile solo per la connessione corrente; If Not Exists: Per gestire gli errori in caso esista già la table; Definizione: Possono essere definizioni di una colonna oppure relative alla tabella 8 aprile

45 Comandi (V): gestione table mysql>create TABLE `City` (`ID` int(11) NOT NULL AUTO_INCREMENT, `Name` char(35) NOT NULL DEFAULT '', ` CountryCode` char(3) NOT NULL DEFAULT '', `District` char(20) NOT NULL DEFAULT '', `Population` int(11) NOT NULL DEFAULT '0', PRIMARY KEY (`ID`)) ENGINE=MyISAM AUTO_INCREMENT=4080 DEFAULT CHARSET=latin1; 8 aprile

46 Autoincrement Se NULL o NOT NULL non sono stati specificati il sistema per default associa il valore NULL Una colonna integer può avere l attributo addizionale AUTO_INCREMENT. Quando viene inserito un valore NULL (recommended) o zero (0) in una colonna AUTO_INCREMENT, alla colonna viene automaticamente inserito il successivo valore disponibile. Tipicamente il valore è value+1, dove value è il più grande valore presente nella tabella per quel campo. La sequenza AUTO_INCREMENT inizia con 1 8 aprile

47 Engine (I) MySQL mette a disposizione diversi tipi di tabelle, ovvero storage engine per la memorizzazione dei dati. Due sono i sistemi principali: 1. Transazionali: sono più sicuri, permettono di recuperare i dati anche in caso di crash, e consentono di effettuare modifiche tutte insieme 2. Non transazionali: sono più veloci, occupano meno spazio su disco e minor richiesta di memoria. Durante la creazione di una tabella si specifica il tipo tramite il comando ENGINE: mysql>create TABLE t (i INT) ENGINE=INNODB 8 aprile

48 Engine: MyISAM MyISAM è lo storage engine di default dal MySQL E basato sullo storage ISAM. Ogni tabella MyISAM è memorizzata all interno del disco con tre file: 1. un file.frm che contiene la definizione della tabella, 2. un file.myd per i dati 3. un file.myi per gli indici 8 aprile

49 Engine: InnoDB Foreign Key: Le tabelle InnoDB sono in grado di gestire l integrità referenziale tra le chiavi esterne del database, permettendo di specificare vari comportamenti a seconda della chiave esterna utilizzata Transizioni: Permette di eseguire le query che verranno validate o annullate mediante chiamate COMMIT o ROLLBACK 8 aprile

50 Engine (II) Alcuni storage consentono di specificare il tipo di indice (struttura dati) durante la creazione delle tabella Bisogna usare la parola chiave USING type_name. Engine MySIAM InnoDB MEMORY/HEAP Type BTREE BTREE HASH, BTREE mysql> CREATE TABLE lookup ( id INT, INDEX USING BTREE (id)) ENGINE= MEMORY; 8 aprile

51 Tipi di tabelle Storage Engine BDB HEAP ISAM InnoDB MEMORY MERGE MRG_MyISAM MyISAM Descrizione Tabelle transaction-safe con page locking I dati della seguente tabella sono solamente memorizzati nella memoria principale Primo storage engine di MySQL Tabella transaction-safe con lock di righe e chiavi esterne Un alias di HEAP Una collezione di tabelle MyISAM usate come se fossero una singola tabella Alias di MERGE Storage engine binario portabile, evoluzione di ISAM 8 aprile

52 Engine: MyISAM vs InnoDB b-vs-myisam-vs-falcon-benchmarks-part-1/ 8 aprile

53 Tipi di dati: Numerici (1/2) Tipo Byte Minimum Value Maximum Value (Signed/Unsigned) TINYINT[(M)] 1-128/0 127/255 (Signed/Unsigned) SMALLINT[(M)] / /65535 MEDIUMINT[(M)] / / INT[(M)] / / BIGINT[(M)] / / FLOAT[(M)] 4 +/ E-38 +/ E+38 DOUBLE[(M)] 8 +/ E / E aprile

54 Tipi di dati: Numerici (2/2) INTEGER equivale a INT DOUBLE PRECISION equivale a DOUBLE REAL equivale a DOUBLE DECIMAL con M cifre di cui D decimali, occupa M+2 byte NUMERIC equivale a DECIMAL 8 aprile

55 Tipi di dati: Data e Tempo Tipo Range Byte DATE DATETIME :00: :59:59 8 TIMESTAMP[(M)] Da ad una data nel TIME -838:59:59-838:59:59 3 YEAR[(M)] 1901 al 2144 per YEAR(4) 1 8 aprile

56 Tipi di dati: Testo Tipo Max size Byte CHAR[(M)] M M VARCHAR(M) M L+1 TINYBLOB/ TINYTEXT 28-1 L+1 BLOB/TEXT L+2 MEDIUMBLOB/MEDIU MTEXT L+3 LONGBLOB/LONGTEXT L+4 ENUM( value1, value2, ) elementi 1 o 2 byte SET ( value1, value2, ) 64 elementi 1,2,3,4 o 8 byte L rappresenta la lunghezza effettiva del testo 8 aprile

57 Comandi (VI): gestione table 8 aprile

58 Comandi (VII): gestione table 8 aprile

59 Comandi (VIII): gestione table LOW_PRIORITY: l'inserimento non viene effettuato fino a quando esistonoclient che leggono sulla tabella interessata; DELAYED: anche in questo caso l'inserimento viene ritardato fino a quando la tabella non è libera. La differenza rispetto al caso precedente è che al client viene dato immediatamente l'ok, e le righe da inserire vengono mantenute in un buffer gestito dal server fino al momento della effettiva scrittura HIGH PRIORITY: annulla l'effetto di una eventuale opzione -- low-priority- IGNORE: permette di gestire eventuali errori che si verificano in fase di inserimento (chiavi duplicate o valori non validi) ON DUPLICATE KEY UPDATE: nel caso in cui si verifichi una chiave doppia, l'istruzione specificata viene eseguita sulla riga preesistente. 8 aprile

60 Comandi (IX): gestione table INSERT INTO `City` VALUES (1,'Kabul','AFG','Kabol', ); INSERT INTO `City` VALUES (2,'Qandahar','AFG','Qandahar',237500); INSERT INTO `City` VALUES (3,'Herat','AFG','Herat',186800); INSERT INTO `City` VALUES (4,'Mazar- e - Sharif','AFG','Balkh',127800); INSERT INTO `City` VALUES (5,'Amsterdam','NLD','Noord- Holland',731200); 8 aprile

61 Comandi (X): gestione table E possibile inserire i dati in un tabella anche leggendo le righe da file di testo con LOAD DATA INFILE 8 aprile

62 Comandi (XI): gestione table Le opzioni LOW_PRIORITY e IGNORE funzionano come per una INSERT L'opzione LOCAL specifica che il file da leggere si trova sulla macchina del client. Se si usa FIELDS è obbligatorio indicare almeno una delle opzioni che la compongono: TERMINATED BY indica quale stringa separa i campi; ENCLOSED BY indica i caratteri usati per racchiudere i valori; ESCAPED BY specifica il carattere di escape usato per i caratteri speciali (cioè quelli utilizzati nelle altre opzioni di FIELDS e LINES) 8 aprile

63 Comandi (XII): gestione table LINES può indicare le opzioni per le righe: STARTING BY indica una stringa che sarà omessa in ogni riga (può anche non trovarsi all'inizio della riga, nel qual caso sarà omesso tutto ciò che si trova prima). TERMINATED BY indica il carattere di fine riga mysql>load DATA INFILE test.txt INTO TABLE test LINES STARTING BY yyy ; Text.txt: yyy ROW,1 Blablabla yyy ROW,2 Carica: ( ROW,1), ( ROW ;2) IGNORE n LINES si usa per saltare le prime n righe del file di input 8 aprile

64 Comandi (XIII): Select 8 aprile

65 Comandi (XIV): Select SELECT seguita da una o più espressioni che saranno le colonne della tabella risultato; FROM seguita dai nomi di una o più tabelle dalle quali devono essere estratti i dati, per ogni tabella si può specificare un alias WHERE che specifica le condizioni in base alle quali ogni riga sarà estrattaoppure nodalletabelle GROUP BY che specifica le colonne sui cui valori devono essere raggruppate le righe nel risultato: tutte le righe con valori uguali verranno ridotte a una HAVING che specifica ulteriori condizioni da applicare alle righe dopo il raggruppamento effettuato dalla GROUP BY ORDER BY che specifica in quale ordine figureranno le righe del resultset LIMIT che stabilisce il massimo numero di righe da estrarre 8 aprile

66 Esempi: Query (I) 8 aprile

67 Esempi: Query (II) Quali sono i paesi (continente, regione, area) con popolazione > , in ordine crescente? 8 aprile

68 Esempi: Query (III) Quali lingue vengono parlate in China, in che percentuale? Usiamo gli alias per le tabelle 8 aprile

69 Esempi: Query (IV) Quali nomi di paesi contengono una w? % Match con qualsiasi numero di caratteri, anche zero. 8 aprile

70 Esempi: Query (V) Quali nomi di paesi contengono 14 caratteri? _ Match esattamente un carattere 8 aprile

71 Esempi: Query (VI) Una espressione regolare è un modo molto potente per specificare un pattern per una ricerca complessa expr REGEX pat: Esegue un pattern match tra una stringa di espressione expr contro un pattern pat Operatori: ^: match l inizio di una stringa $: match la fine di una stringa.: match qualsiasi carattere a*=a{0,}: match qualsiasi sequenza di zero o più caratteri a a+=a{1,}: match una sequenza di una o più caratteri a de abc: match della sequenza de o della sequenza abc (abc)*: match zero o più istanze della sequenza abc 8 aprile

72 Esempi: Query (VII) ^ match l inizio di una stringa Quali nomi dei paesi del Nord America iniziano per C? 8 aprile

73 Esempi: Query (VIII) $ match la fine di una stringa Quali nomi dei paesi dell Europa finiscono con ia? 8 aprile

74 Esempi: Query (IX). match qualsiasi carattere Quali Continente iniziano per A e quali nomi di paesi hanno 6 caratteri? 8 aprile

75 Esempi: Query (X) de abc Match o della sequenza de o della sequenza abc Quali nomi di paesi contengono tal o y? 8 aprile

76 Il valore NULL (I) In quale anno è stata conquistata l indipendenza? 8 aprile

77 Il valore NULL (II) Il valore NULL per un campo assume il seguente significato: mancante, sconosciuto infatti è trattato diversamente dagli altri valori. Per testare il valore di NULL non si possono usare i consueti operatori di confronto =,<, o <> Esempio: 8 aprile

78 Il valore NULL (III) Con l uso di IS NULL e IS NOT NULL si ottiene: Quando si usa ORDER BY i valori NULL sono inseriti all inizio con ASC ed alla fine con ORDER BY DESC. 8 aprile

79 Comandi (XV): UPDATE SET: specifichiamo quali colonne modificare e quali valori assegnare WHERE: le condizioni che determinano quali righe saranno modificate ORDER BY: per decidere in che ordine effettuare gli aggiornamenti LIMIT: per indicare il numero massimo di righe da modificare 8 aprile

80 Comandi (XVI): DELETE LOW_PRIORITY e IGNORE hanno il significato già visto. ORDER BY e LIMIT funzionano come nella UPDATE WHERE stabiliamo le condizioni in base alle quali le righe verranno eliminate 8 aprile

81 Comandi (XVII): Funzioni Input arg 1 arg 2 arg n Funzioni Elaborazione Valori dei Risultati Output 8 aprile

82 Comandi (XVIII): Funzioni Funzioni Funzioni Single-row Funzioni Multiple-row 8 aprile

83 Comandi (XIX): Funzioni Stringhe Generali Funzioni (Single-Row) Numeri Conversione Date 8 aprile

84 Aritmetici: +" (addizione) Operatori (I) "-" (sottrazione) "*" (moltiplicazione) "/" (divisione) "%" (modulo) 8 aprile

85 Operatori (II) Matematici: ABS(X) FLOOR(X) CEILING(X) SIN(X) COS(X) LN(X) LOG(X) LOG(B,X) Ect 8 aprile

86 Operatori (III) Logici: NOT(!) AND(&&) 8 aprile

87 Operatori (IV) OR( ) XOR 8 aprile

88 Operatori (V) Confronto, da come risultati 1 oppure 0: =, <>!=, <= < >=, > <=> (NULL-safe), IS NULL, IS NOT NULL 8 aprile

89 Operatori (VI) Se expr è più grande o uguale a min e expr è minore o oguale a max allora ritorna 1 altrimenti ritorna 0. expr BETWEEN min AND max expr NOT BETWEEN min AND max Equivalente a NOT (expr BETWEEN min AND max). 8 aprile

90 Operatori (VII) Ritorna 1 se expr è uguale a qualsiasi altro valore nella lista di IN altrimenti ritorna 0. expr IN (value,...) expr NOT IN (value,...) Equivalente a NOT (expr IN (value,...)). 8 aprile

91 Operatori (VIII) ISNULL(expr) COALESCE(list) Ritorna il primo elemento non-null nella lista: INTERVAL(N,N1,N2,N3,...) Ritorna 0 se N < N1, 1 se N < N2 ecc.o -1 se N è NULL. N1 < N2 < N3 <... < Nn 8 aprile

92 Operatori (IX) Controllo di flusso: sono utili quando vogliamo eseguire dei test sui valori contenuti in una tabella e decidere cosa estrarre in base al risultato. CASE: la prima versione ritorna result quando value=compare_value; la seconda ritorna result quando la condizione è true; 8 aprile

93 Operatori (X) IF: se expr1 è true ritorna expr2 altrimenti expr3; 8 aprile

94 Operatori (XI) IFNULL: Se expr1 è not null ritorna expr1 altrimenti expr2; 8 aprile

95 Operatori (XII) Funzioni su stringhe Funzioni Conversioni Case LOWER UPPER INITCAP Funzioni di Manipolazione Stringhe CONCAT SUBSTR LENGTH INSTR LPAD TRIM RIGHT 8 aprile

96 Operatori (XIII) Funzione conversioni case: LOWER (str) LCASE(str) UPPER (str) UCASE(str) 8 aprile

97 Operatori (XIV) Funzioni manipolazione stringhe: ASCII (str) : Ritorna il valore numerico del carattere più a sinistra di str BIN(N): Ritorna una stringa che rappresenta il valore binario di N 8 aprile

98 Operatori (XV) BIT_LENGHT(str): Ritorna la lunghezza della stringa str in bit CHAR (N,...) : interpreta ogni argomento N come intero e ritorna una stringa consistente dei caratteri dati dal codice numerico degli interi 8 aprile

99 Operatori (XVI) CHAR_LENGTH (str): ritorna la lunghezza della stringa misurata in caratteri. CHARACTER_LENGTH (str): sinonimo di char_length. CONCAT(str1,str2,...): ritorna la stringa che si ottiene concatenando gli argomenti. Ritorna NULL se un argomento è NULL 8 aprile

100 Operatori (XVII) CONCAT_WS (separator,str1,str2, ): Il primo argomento è il separatore il resto gli argomenti CONV (N,from_base,to_base): converte i numeri tra differenti basi. 8 aprile

101 Operatori (XVIII) ELT (N,str1,str2,str3, ): Ritorna str1 se N=1, str2 se N=2 ect FIELD (str,str1,str2,str3, ): Ritorna la posizione di str in str1,str2,ect 8 aprile

102 Operatori (XIX) FIND_IN_SET (str,strlist): Ritorna un valore nel range tra 1 a N se la stringa str è nella lista delle stringhe strlist consistente di N sottostringhe, separate da,. HEX(N_o_S): ritorna il valore esadecimale della stringa 8 aprile

103 Operatori (XX) INSERT (str, pos,len,newstr): Ritorna la stringa str con la substring alla posizione pos e per len caratteri di newstr. INSTR(str,substr): Ritorna la posizione della prima occorrenza della substr in str. 8 aprile

104 Operatori (XXI) LEFT(str,len): Ritorna i len caratteri più a sinistra di str; LENGTH(str): Ritorna la lunghezza della stringa str in bytes; 8 aprile

105 Operatori (XXII) LOCATE (substr,str)/(substr,str,pos): La prima sintassi ritorna la posizione delle prima occorrenza di substr in str, la seconda inizia la ricerca dalla posizione pos: LTRIM(str): Ritorna str con gli spazi iniziali rimossi: 8 aprile

106 Operatori (XXIII) REPEAT(str,count): Ritorna una stringa consistente della stringa str, ripetuta countvolte: REPLACE(str,from_str,to_str):Ritorna la stringa str con tutte le occorrenze della stringa from_str sostituite con to_str: 8 aprile

107 Operatori (XXIV) REVERSE(str): Ritorna la stringa invertita RIGHT(str,len): Ritorna i len caratteri più a destra di str RTRIM(str): Ritorna la stringa str con gli spazi finali rimossi 8 aprile

108 Operatori (XXV) STRCMP(expr1,expr2): Ritorna 0 (zero) se le due stringhe sono uguali, -1 se il primo argomento è più piccolo del secondo, 1 altrimenti. expr LIKE pat [ESCAPE escape_char ]: Ritorna 1 oppure 0 8 aprile 2012 mysql> SELECT 'David!' LIKE 'David_'; -> 1 mysql> SELECT 'David!' LIKE '%D%v%'; -> 1 mysql> SELECT 'David!' LIKE 'David\_'; -> 0 mysql> SELECT 'David_' LIKE 'David\_'; -> 1 108

109 Operatori (XXVI) MATCH (col1,col2, ) AGAINST (expr[in BOOLENA MODE WITH QUERY EXPANSION]): MATCH... AGAINST() è utilizzata per ricerche full text, ritorna la rilevanza tra il testo che si trova nelle colonne (col1,col2,...) e la query expr. La similarità è un valore positivo in virgola mobile. La funzione match esegue una ricerca in linguaggio naturale per una stringa contro un text collection che è rappresentato da una o più colonne incluse in un indice FULL TEXT 8 aprile

110 Full-Text Search (I) 8 aprile

111 Full-Text Search (II) La ricerca di default è insensitive 8 aprile

112 Full-Text Search (III) Mostriamo come recuperare il valore della rilevanza esplicitamente 8 aprile

113 Full-Text Search (IV) Recuperiamo il valore della rilevanza e ordiniamo le righe in maniera decrescente per farlo usiamo MATCH sia nella SELECT che nel WHERE. 8 aprile

114 Full-Text Search (V) E possibile eseguire una ricerca full-text in boolean mode, i segni + e indicano le parole che devono essere presente o assenti, rispettivamente per un match che occorre. 8 aprile

115 Full-Text Search (VI) A volte la stringa di ricerca è troppo corta e potrebbe tralasciare dei risultati significativi, è possibile utilizzare query expansion che in genere implica che una ricerca è correlata con unaconoscenza sottintesa Attenzione perché può aumentare il rumore dei risultati. 8 aprile

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Dal modello concettuale al modello logico

Dal modello concettuale al modello logico Dal modello concettuale al modello logico Traduzione dal modello Entita - Associazione al modello Relazionale Ciclo di sviluppo di una base di dati (da parte dell utente) Analisi dello scenario Modello

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Il linguaggio SQL Basi di dati 1. Il linguaggio SQL. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine

Il linguaggio SQL Basi di dati 1. Il linguaggio SQL. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL Basi di dati 1 Il linguaggio SQL Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL Basi di dati 2 Introduzione SQL (Structured Query Language)

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Algebra Relazionale. algebra relazionale

Algebra Relazionale. algebra relazionale Algebra Relazionale algebra relazionale Linguaggi di Interrogazione linguaggi formali Algebra relazionale Calcolo relazionale Programmazione logica linguaggi programmativi SQL: Structured Query Language

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

Lab. 1 - Introduzione a Matlab

Lab. 1 - Introduzione a Matlab Lab. 1 - Introduzione a Matlab Alcune informazioni su Matlab Matlab è uno strumento per il calcolo scientifico utilizzabile a più livelli, dalla calcolatrice tascabile, alla simulazione ed analisi di sistemi

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice . Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice Ordinamento di osservazioni: PROC SORT PROC SORT DATA=fa il sort è numerico

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni Funzioni Le funzioni Con il termine funzione si intende, in generale, un operatore che, applicato a un insieme di operandi, consente di calcolare un risultato, come avviene anche per una funzione matematica

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori Gli array Array e puntatori Laboratorio di Informatica I un array è un insieme di elementi (valori) avente le seguenti caratteristiche: - un array è ordinato: agli elementi dell array è assegnato un ordine

Dettagli

Il linguaggio SQL: transazioni

Il linguaggio SQL: transazioni Il linguaggio SQL: transazioni Sistemi Informativi T Versione elettronica: 4.8.SQL.transazioni.pdf Cos è una transazione? Una transazione è un unità logica di elaborazione che corrisponde a una serie di

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica

Corso di Fondamenti di Informatica Corso di Fondamenti di Informatica L uso delle funzioni in C++ Claudio De Stefano - Corso di Fondamenti di Informatica 1 Funzioni Nel C++ è possibile scomporre problemi complessi in moduli più semplici

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED SED è un programma in grado di eseguire delle trasformazioni elementari in un flusso di dati di ingresso,

Dettagli

lavorare con dati tabellari in ArcGis

lavorare con dati tabellari in ArcGis lavorare con dati tabellari in ArcGis 1. gestione delle tabelle 2. aggregazione di dati tabellari 3. relazioni con tabelle esterne 4. modifica di dati tabellari (1) gestione delle tabelle Tipi di tabelle

Dettagli

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori.

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Felice Iavernaro Dipartimento di Matematica Università di Bari http://dm.uniba.it/ iavernaro felix@dm.uniba.it 13 Giugno 2007 Felice Iavernaro (Univ.

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

Codifica dei numeri negativi

Codifica dei numeri negativi E. Calabrese: Fondamenti di Informatica Rappresentazione numerica-1 Rappresentazione in complemento a 2 Codifica dei numeri negativi Per rappresentare numeri interi negativi si usa la cosiddetta rappresentazione

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

Funzioni. Corso di Fondamenti di Informatica

Funzioni. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Funzioni Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti e dei

Dettagli

Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica. Algoritmi e Strutture Dati. Rappresentazione concreta di insiemi e Hash table

Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica. Algoritmi e Strutture Dati. Rappresentazione concreta di insiemi e Hash table Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica Algoritmi e Strutture Dati Rappresentazione concreta di insiemi e Hash table Copyright 2006-2015 by Claudio Salati. Lez. 9a 1 Rappresentazione

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Sistemi di numerazione posizionali Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei numeri nei calcolatori rappresentazioni finalizzate ad algoritmi efficienti per le operazioni

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 1 RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 Numeri Binari 2 Sistemi di Numerazione Il valore di un numero può essere espresso con diverse rappresentazioni. non posizionali:

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

1) Le Espressioni regolari

1) Le Espressioni regolari ESPRESSIONI REGOLARI e FILTRI SED, GREP e AWK 1) Le Espressioni regolari Un'espressione regolare è un modello che descrive un insieme di stringhe. Le espressioni regolari sono costruite, in maniera analoga

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

Le Stringhe. Un introduzione operativa. Luigi Palopoli

Le Stringhe. Un introduzione operativa. Luigi Palopoli Le Stringhe p.1/19 Le Stringhe Un introduzione operativa Luigi Palopoli ReTiS Lab - Scuola Superiore S. Anna Viale Rinaldo Piaggio 34 Pontedera - Pisa Tel. 050-883444 Email: palopoli@sssup.it URL: http://feanor.sssup.it/

Dettagli

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Esempio sull'utilizzo dell'osservatorio Virtuale Gli asteroidi Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Distribuzione degli asteroidi Il Sistema Solare è composto

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA LA NOTAZIONE SCIENTIFICA Definizioni Ricordiamo, a proposito delle potenze del, che = =.000 =.000.000.000.000 ovvero n è uguale ad seguito da n zeri. Nel caso di potenze con esponente negativo ricordiamo

Dettagli

Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi

Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi TIPI DI DATO Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi numeri naturali, interi, reali caratteri e stringhe di caratteri e quasi sempre anche collezioni di oggetti,

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile Problemi connessi all utilizzo di un numero di bit limitato Abbiamo visto quali sono i vantaggi dell utilizzo della rappresentazione in complemento alla base: corrispondenza biunivoca fra rappresentazione

Dettagli

---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero

---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero ---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero delle variabili a cui possono essere assegnati gli indirizzi

Dettagli

Elementi di semantica denotazionale ed operazionale

Elementi di semantica denotazionale ed operazionale Elementi di semantica denotazionale ed operazionale 1 Contenuti! sintassi astratta e domini sintattici " un frammento di linguaggio imperativo! semantica denotazionale " domini semantici: valori e stato

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it SmsMobile.it Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it Istruzioni Backoffice Post get http VERSION 2.1 Smsmobile by Cinevision srl Via Paisiello 15/ a 70015 Noci ( Bari ) tel.080 497 30 66

Dettagli

Lezione n.19 Processori RISC e CISC

Lezione n.19 Processori RISC e CISC Lezione n.19 Processori RISC e CISC 1 Processori RISC e Superscalari Motivazioni che hanno portato alla realizzazione di queste architetture Sommario: Confronto tra le architetture CISC e RISC Prestazioni

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT Introduzione Un file batch è un file di testo di tipo ASCII che contiene una sequenza di comandi DOS. I file batch devono avere estensione.bat I comandi DOS all interno dei programmi batch sono eseguiti

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione Gli algoritmi Analisi e programmazione Gli algoritmi Proprietà ed esempi Costanti e variabili, assegnazione, istruzioni, proposizioni e predicati Vettori e matrici I diagrammi a blocchi Analisi strutturata

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici OWASP. The OWASP Foundation

SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici OWASP. The OWASP Foundation SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici SMAU E- Academy 2006 Antonio Parata collaboratore -Italy http://www.ictsc.it antonio.parata@ictsc.it http://www.owasp.org/index.php/italy Copyright

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Cos è una stringa (1) Stringhe. Leggere e scrivere stringhe (1) Cos è una stringa (2) DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247

Cos è una stringa (1) Stringhe. Leggere e scrivere stringhe (1) Cos è una stringa (2) DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247 Cos è una stringa (1) Stringhe DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247 Una stringa è una serie di caratteri trattati come una singola unità. Essa potrà includere lettere, cifre, simboli e caratteri

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli