SIRIA GUIDA PAESE. Your Partner in Trade Banking. TRADE FINANCE Finance and Guarantees for Export - Import Operations

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SIRIA GUIDA PAESE. Your Partner in Trade Banking. www.bancaubae.it. TRADE FINANCE Finance and Guarantees for Export - Import Operations"

Transcript

1 ASSAFRICA & MEDITERRANEO È l Associazione specializzata del Sistema Confindustria che rappresenta e supporta le imprese italiane operanti o interessate a svilupparsi nei 70 Paesi del Mediterraneo, Africa e Medio Oriente. Unica Associazione intersettoriale e specializzata per area geografica del Sistema Confindustria e suo principale centro specialistico per l internazionalizzazione delle imprese in tali mercati, Assafrica & Mediterraneo associa grandi gruppi industriali, banche e piccole e medie imprese. Queste due caratteristiche portano l Associazione ad effettuare un costante ed approfondito monitoraggio sull evoluzione economica ed industriale della regione e delle opportunità dei suoi mercati, per supportare adeguatamente l attività delle imprese italiane e soddisfarne la domanda di business e partenariato imprenditoriale in collegamento con le organizzazioni imprenditoriali degli altri Paesi dell area. Assafrica & Mediterraneo è anche l unica Antenna italiana per il settore privato del CDE, l Agenzia per lo Sviluppo delle PMI nei Paesi ACP (Africa, Carabi e Pacifico), affiancandosi all ICE per l area pubblica. ASSAFRICA & MEDITERRANEO svolge inoltre azione di orientamento e rappresentanza delle imprese operanti nell area verso il Ministero degli Esteri, le Ambasciate, il Ministero del Commercio Internazionale e le Istituzioni comunitarie ed internazionali. Svolge poi azione di coordinamento, cooperazione e supporto reciproco a livello mediterraneo attraverso BUSINESSMED, l Organizzazione con sede a Tunisi che raggruppa tutte le Organizzazioni imprenditoriali centrali dei Paesi Nord e Sud mediterranei, compresa la Siria. Your Partner in Trade Banking TRADE FINANCE Finance and Guarantees for Export - Import Operations SYNDICATIONS & ENERGY Managing Trade in the Energy and Infrastructure Sectors GUIDA PAESE Banca UBAE, nata nel 1972 come Unione delle Banche Arabe ed Europee, è un impresa bancaria a capitale italo-arabo. Gli azionisti di Banca UBAE includono importanti banche: Libyan Foreign Bank, National Société Générale Bank, Bank Al- Maghrib, Banque Marocaine du Commerce Extérieur, UniCredit, Monte dei Paschi di Siena (Sansedoni), Intesa Sanpaolo e grandi imprese italiane: Gruppo ENI (SOFID) e Telecom Italia. La missione che Banca UBAE si pone è quella di diventare il consulente di fiducia e il partner privilegiato per le aziende ed istituzioni finanziarie che vogliono introdurre o incrementare relazioni, commerciali, industriali, economiche e finanziarie tra l Europa ed i Paesi del Nord Africa e del Medio Oriente. Banca UBAE offre un ampia gamma di servizi e vanta una specializzazione unica in tutte le forme di assistenza creditizia verso i suoi paesi di riferimento: finanziamenti all esportazione, lettere di credito, documenti all incasso, finanza, sindacazione di finanziamenti e di rischi, assistenza professionale in loco. Con il supporto di 450 banche corrispondenti, Banca UBAE opera in oltre 30 paesi appartenenti all Africa settentrionale e Sub Sahariana, al Medio Oriente, al Subcontinente Indiano e ai principali Paesi CIS. Grazie ai suoi sforzi continui e i suoi 35 anni di esperienza, è diventata un ponte dinamico, un fattivo trait d union tra l Europa e questi territori occupando una posizione di riferimento e di affidabilità nel mercato del commercio estero. FINANCE Banking and Advisory Services to meet Customers Treasury and Forex Requirements Sede Legale e Direzione Generale ROMA Filiale MILANO Ufficio di Rappresentanza TRIPOLI Consulenti in Algeria, Iran, Paesi del Golfo, Yemen,Corea del Sud,Subcontinente Indiano GUIDA PAESE

2 GUIDA PAESE A cura di Vincenzo Palmieri Guida Paese: è edito da: Via Tagliamento, , Roma - tel fax edizione, ottobre 2008 copyright 2008 by Globe Research and Publishing S.r.l., Roma Tutti i diritti riservati ISBN In collaborazione con: Riproduzione vietata ai sensi della legge (art. 171 della legge 22 aprile 1941, n. 633) A norma della legge sul diritto d'autore e del codice civile è vietata la riproduzione del volume, anche parziale e con qualsiasi mezzo, elettronico, meccanico, per mezzo di fotocopie, microfilm, registrazioni o altro.

3 Prefazione Come sperimentato con successo nelle uscite precedenti della collana, anche questa Guida Paese dedicata alla Siria si propone di esporre in maniera sintetica innanzitutto i tratti salienti della geografia e delle risorse naturali; le più importanti caratteristiche sociali e giuridiche della Nazione; la struttura delle infrastrutture e delle reti di comunicazione; la forma adottata dalle istituzioni. Ciò per dare un quadro generale esaustivo e coerente, che permetta anche al neofita di avvicinarsi a questo Paese con le necessarie cognizioni di base. La Guida continua con l esamina delle dinamiche storiche e politiche più antiche, del cui fulgore la plurimillenaria storia siriana ancora risplende. Esse sono lo spunto per la narrazione dei secoli successivi, con la descrizione del lungo arco di tempo che giunge ai giorni nostri. La cesura storica evidente è costituita dalla nascita del partito Ba ath e dal raggiungimento dell indipendenza dopo il secondo conflitto mondiale. L analisi delle dinamiche contemporanee restituisce l immagine di un Paese chiave del Medio Oriente, pienamente in gioco nel teatro regionale e il cui ruolo di collegamento tra i Paesi del Levante Mediterraneo e quelli del Golfo Persico deve essere sottolineato con convinzione. La valutazione generale della sicurezza e delle Forze Armate chiude idealmente questa disamina, con indicazioni e suggerimenti utili per chi intende approfondire tali temi, relazionarsi con gli attori e le realtà locali o recarsi di persona nel Paese. La parte quarta è costituita invece dall insieme del profilo economico generale, dall analisi della congiuntura economica e dal quadro degli investimenti e delle relazioni commerciali tra la Siria e i suoi partner commerciali regionali e globali.è previsto inoltre qui un approfondimento specifico sulla legislazione nazionale sugli investimenti esteri. Esso testimonia la volontà di costruire con questa Guida uno strumento completo e flessibile a disposizione dei differenti fruitori finali del volume, siano essi desiderosi di approfondire le proprie conoscenze tecniche sul Paese o siano essi attori di quella realtà degli investimenti e delle relazioni commerciali internazionali che sempre più costituisce un mezzo di interazione e un efficace veicolo di interesse reciproco, stimolo alla mutua conoscenza. Questi ultimi troveranno perciò particolarmente utili le sezioni appositamente preparate dai ricercatori dell Istituto, che hanno dedicato una ampia parte del loro lavoro alla disamina di questi aspetti: possibilità di penetrazione per i prodotti del Made in Italy; attività di supporto in loco in termini di servizi bancari e alle imprese; trend degli scambi commerciali. Ciò per fornire un ventaglio quanto più ampio possibile di informazioni, a tutto vantaggio della completezza del volume e della soddisfazione dei nostri lettori. In questo testo sono stati adottati i criteri della traslitterazione scientifica semplificata; ciò non vale per le parole d uso ormai comune, che verranno scritte secondo consuetudine. 5

4 INDICE INFORMAZIONI GENERALI PARTE I p.11 Capitolo 1 TERRITORIO, POPOLAZIONE, 12 INFRASTRUTTURE Posizione geografica e morfologia 12 Clima e risorse naturali 14 Popolazione e lingua, minoranze e religione 16 Divisioni amministrative e città 20 Infrastrutture e reti di comunicazione 24 Sistema giuridico, sanitario e dell istruzione 27 Informazione 29 Ordinamento politico 29 Costituzione e istituzioni 29 SCHEDA 1: Siria in numeri (CIA WORLD FACTBOOK) 32 ECONOMIA, RELAZIONI COMMERCIALI E INVESTIMENTI PARTE IV p.83 Capitolo 4 QUADRO GENERALE DELL ECONOMIA 84 Struttura dell'economia 84 Agricoltura 87 Industria 88 Mercato energetico 90 Servizi 92 SCHEDA 3: Il settore bancario e finanziario in Siria 96 SCHEDA 4: Le maggiori banche operanti in Siria 98 Capitolo 5 CONGIUNTURA ECONOMICA 100 Politica economica 101 Trend dell economia 102 Indicatori macroeconomici 103 PROFILO STORICO E ASSETTO ISTITUZIONALE PARTE II p.39 Capitolo 2 STORIA, RELAZIONI INTERNAZIONALI 40 E GOVERNO Tracce storiche della civiltà siriana 41 La Siria in epoca islamica 42 Omayyadi, abbasidi e fatimidi 43 Le crociate e l epoca dei Mamelucchi 46 L impero ottomano 47 La prima guerra mondiale e il mandato francese 50 La seconda guerra mondiale e l indipendenza 54 Focolai interni: il Ba ath contro i Fratelli musulmani 58 La questione libanese 59 L era di Hafiz al-assad 60 La politica estera 61 La Siria contemporanea 62 Partiti politici [e leader] 65 Gruppi di pressione politica [e leader] 65 Partecipazione a Organizzazioni internazionali 65 Capitolo 6 COMMERCIO CON L ESTERO 108 Le relazioni economiche internazionali 108 Gli scambi commerciali globali 112 Le opportunità per il Made in Italy 115 La regolamentazione dell export 118 Il sistema daziario 121 Capitolo 7 INVESTIMENTI 124 Il quadro generale 124 Flussi e stock di IDE 126 Il Doing Business Report della Banca Mondiale 128 Il quadro normativo 130 SCHEDA 5: La legge sugli Investimenti Esteri 135 ANALISI DEL RISCHIO PAESE PARTE III p.69 SCHEDA 2: Forze politiche e Governo in carica 66 Capitolo 3 VALUTAZIONE GENERALE SICUREZZA 70 Relazioni regionali e internazionali 70 Valichi di frontiera 74 Avvisi sulla sicurezza e criminalità 76 Economia 77 Forze armate 78 L allocazione dell Investimento: aree di libero scambio e opportunità 150 Le forme societarie 152 La proprietà immobiliare 158 La risoluzione delle controversie 159 La Proprietà Intellettuale 159 Le imposte 161 Bibliografia, acronimi e siti web 164 Libri 164 Pubblicazioni 164 Siti web 164 Acronimi 164 Indice delle tabelle e delle figure 165

5 Mappa n 4204 Rev. 1 Nazioni Unite, gennaio 2004

6 INFORMAZIONI GENERALI PARTE PRIMA

7 PARTE I - Informazioni generali CAPITOLO 1- TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE (Vincenzo Palmieri) La Siria nome ufficiale Al Jumhuriyah al Arabiyah trova il sistema del Jabal an-nusayriyah, oltre il as Suriyah, Repubblica Araba siriana è uno Stato quale si stende un altipiano semiarido, nel quale del Medio Oriente con capitale Damasco scorre a nord-est l Eufrate. Le acque provenienti dalla Turchia continuano poi oltre confine, delimitato a nord dalla Turchia, a est dall Iraq, a sud dalla Giordania, a ovest da Israele e Libano e in territorio iracheno. Questo altopiano è contor- fiume Eufrate coincide con la regione conosciuta sin dall antichità come Mezzaluna Fertile, culla delle più antiche civiltà umane. Nelle regioni più meridionali vi è invece il deserto dell Hamad, chiuso a sud dal gebel ash-shaikh (monte Hermon) che raggiunge i m e a nord dal gebel ad-duruz Gebel Druso, m. Numerosi passi tra le montagne del gebel accordi in vigore: dei km di lunghezza, infatti, solo 680 sono in Siria, mentre le acque originano e continuano poi a scorrere oltreconfine. Stessa configurazione ha l Afrin e i tributari di sinistra dell Eufrate: il Balikh e il Khabur, mentre i tributari di destra hanno carattere stagionale e portata in ogni caso assai ridotta.tra gli altri corsi d acqua vi è il Barada, TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE che si affaccia sul quadrante sud-orientale del mar nato da monti anche a nord ed è caratterizzato da Zabadani e di Homs ad esempio hanno costi- che origina dall Antilibano e alimenta la capi- Mediterraneo per circa 200 km. numerose catene montuose: i gebel Saman, Hass, tuito antiche vie di comunicazione tra il tale (che sorge intorno all antica oasi di Al Posizione geografica e morfologia Zawiyah a nord; al centro i gebel Bishri e Shaar che sovrastano la piana di Palmira. La depressio- Mediterraneo, il golfo Persico e l Asia centrale e hanno fatto di Damasco e della Siria un croce- Ghutah) prima di disperdersi nel deserto. A nord-ovest vi è invece l Oronte (el-ass) che da La morfologia vede una pianura affacciarsi su ne centrale rappresenta il terzo tratto caratteri- via naturale durante tutte le diverse epoche sto- vita alla valle omonima, incastonata tra le cate- questa porzione di territorio marittimo dal confi- stico della regione siriana; essa è inserita nella riche della regione mediorientale. ne montuose che la dividono dal mare e l alto- ne con la Turchia sino al Libano, la prima delle fossa tettonica levantino-africana, il cui lembo Idrologia In Siria scorrono sedici fiumi mag- piano centrale siriano. Il fiume origina in Libano regioni fisiche di questa Nazione. Stretta a nord e siriano è costituito dalla valle dell Oronte giori, sei dei quali sono alimentati da bacini a e termina in Turchia, apportando 0,43 km 3 d ac- più ampia nel tratto di costa prospiciente Cipro, la (Ghab) in connessione geologica con la Bekaa, carattere internazionali. L Eufrate (al-furat) è il qua. Altri fiumi internazionali sono lo Yarmouk a pianura si restringe di nuovo più a sud, dove ini- la valle del Giordano e il mar Morto. fiume principale e fornisce alla Siria l ottanta sud, l El-Kebir a ovest e il Tigri a nord (18 km 3 in ziano a delinearsi con più decisione i monti del L altopiano continua nella Jazirah e oltre confine per cento delle sue risorse idriche. Esse totale). Questi ultimi formano parte delle frontiere Libano e dell Antilibano. A est della pianura si sino al Tigri e insieme all area che va dal mare al ammontano a 15,75 km 3 d acqua, secondo gli con Giordania, Libano e Turchia.Vi sono in Siria Figura 1: Le antiche rotte commerciali nel Medio Oriente / Fonte: Beaumont, 1976 Figura 2: La geomorfologia della Siria / Fonte: FAO,

8 PARTE I - Informazioni generali TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE Figura 3: Le precipitazioni in Siria / Fonte: FAO Figura 4: Precipitazioni e temperature medie a Damasco / Fonte: BBC 141 dighe, la cui capacità di stoccaggio è in media, ma superano i mm (su alcune vi sono variazioni di temperatura più marcate: abbiano origine oltre confine (in Turchia) e prossima a sedici km 3. la maggiore di queste vette raggiungono i mm) nelle catene da 4 C a 38 C. A Damasco si passa da tem- siano perciò soggetti all utilizzo a monte delle la diga di Al-Tabka è situata sull Eufrate e montuose a ridosso della costa. La zona step- perature nell ordine dei C ad ago- risorse. A loro volta, le opere di sbarramento forma il lago Assad, che da solo garantisce posa che occupa circa i tre quarti della sto, a -4 C 16 C a gennaio, e non è raro il implementate dalla Siria ne riducono la portata oltre 11 km 3 d acqua. Invasi minori sono quel- Nazione ha precipitazioni meno consisten- verificarsi di precipitazioni nevose. per gli utilizzatori a valle, in Iraq. li di Al-Rastan (225 milioni di m 3 ), Mouhardeh ti (tra 300 e 600 mm annui), concentrate Risorse naturali La Siria possiede depositi di L uso della terra è in funzione del tipo di (50 milioni di m 3 ) e Taldo (15,5 milioni di quasi esclusivamente nei mesi invernali e pri- idrocarburi (petrolio e gas naturale) e numerosi suolo: circa un terzo della superficie del pese è m 3 ), tutti situati nelle province di Homs e maverili; le temperature sono qui intorno ai giacimenti di fosfati, cromo, ferro e manganese. coltivabile e il 4,4 per cento effettivamente Hama. Una ventina di altre dighe sono consi- 21 C con frequenti periodi di gelo ed escur- La prima scoperta di giacimenti di idrocar- impiegata per l agricoltura, con la semina di derate minori. Due sono i maggiori laghi sioni termiche talora molto consistenti. Il buri è avvenuta nel 1956, nelle regioni al coltivazioni permanenti. I progetti per imple- naturali: lo Jabboul e il Qattineh. deserto occupa le regioni più orientali e confine con Turchia e Iraq. Oggi i campi mentare una agricoltura di tipo irriguo sono Clima e risorse naturali meridionali e presenta condizioni estremamente aride. Le temperature medie variano maggiori si trovano a Suwaydiyah, Qaratshui e Rumayian contigui perciò ai grandi gia- recenti e iniziano ora a mostrare i primi successi in termini di aumento delle superfici irrigate. La Siria è caratterizzata da tre distinte zone dai 5 C di gennaio ai 26 C di agosto. cimenti del nord dell Iraq. L obiettivo finale dichiarato è di fornire questo climatiche: l area costiera; quella interna, Eccezioni a queste delimitazioni sono costi- Questa abbondanza ha reso presto gli idrocar- supporto a un terzo della superficie coltivata, ciò composta dagli altopiani e dal deserto. tuite dalle catene montuose, che hanno tem- buri (il gas naturale è estratto dalla zona di Jbessa anche al fine di ridurre la deforestazione e l ec- La prima ha clima umido e temperato tipi- perature più basse in funzione dell altitudine sin dal 1940) la prima voce dell export siriano. cessivo sfruttamento dei pascoli e dei terreni camente mediterraneo con estati calde ma e inverni più rigidi. Sull Antilibano che Importanti sono le risorse idriche che forni- coltivati oggi esistenti e ridurre la desertificazio- temperate e inverni miti e piovosi; le precipi- sperimenta precipitazioni rare, di poco supe- scono anche il potenziale idroelettrico del Paese ne e l erosione del suolo. Il limite incontrato dal tazioni ammontano qui a circa 750 mm annui riori alla soglia dei 200 mm d acqua all anno sebbene quasi tutti i fiumi più importanti Governo è tuttavia rappresentato dalla scarsità 14 15

9 PARTE I - Informazioni generali in termini assoluti di risorse idriche, e dalla possibilità di un loro declino in futuro in ragione dell aumento della popolazione, che avviene in maniera non proporzionata rispetto agli sviluppi della tecnologia a disposizione. Popolazione e lingua, minoranze e religione raggiunto un valore medio superiore al 2,6% e addirittura prossimo al 3,8% negli anni Ottanta. Il raffronto tra popolazione rurale e popolazione urbana vede una leggera prevalenza di quest ultima. Le città manifestano inoltre una apprezzabile tendenza a crescere: nel 2002 il relativo tasso raggiungeva il 3,1% annuo. Le proiezioni future mostrano la tendenza a un presenza di estesi deserti e regioni semiaride e steppose la Nazione registri in alcune regioni un tasso di densità per chilometro quadrato pari a 363 abitanti: questo valore è il più alto fatto registrare nella regione mediorientale. Ai cittadini siriani vanno aggiunti un milione e ottocentomila rifugiati, in massima parte palestinesi e iracheni (rispettivamente circa Il Governo siriano, su richiesta della controparte irachena, ha imposto delle limitazioni ai flussi provenienti dall Iraq dall ottobre del 2007 e ne ha favorito invece il rientro: nel 2007 circa persone hanno fatto ritorno alle proprie abitazioni oltre confine. Il trattamento a essi riservato è in generale buono: i rifugiati godono di tutele costituzionali e i ministeri degli Esteri e dell Interno TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE La popolazione della Siria ammonta a circa rallentamento e a un invecchiamento della e ) ma anche interni persone fug- collaborano con le Nazioni Unite (tramite l Alto venti milioni di persone secondo le stime più popolazione, comunque destinata a essere com- gire dalle alture del Golan al tempo della guer- commissariato per i rifugiati UNHCR) per recenti, aggiornate a luglio Il tasso di cre- posta in maggioranza dalla fascia di popolazio- ra del 1967 e che non vi hanno ancora fatto l assistenza all interno dei campi. I palestinesi scita durante tutti gli ultimi cinque anni (2003- ne compresa tra quindici e trentaquattro anni. ritorno e somali. Ciò che è più allarmante è sono assimilati ai siriani sin dal 1956, tranne che 2008) è stato di poco superiore al 2%, positivo La popolazione tende a concentrarsi sempre che il rapporto numerico tra rifugiati e popola- per i diritti di voto o di naturalizzazione e per ma in flessione rispetto ai dati registrati nelle più nelle zone costiere del nord, nella valle zione residente è nel 2007 pari a uno ogni l accesso alla proprietà e alle cariche pubbliche. rilevazioni eseguite nel decennio precedente dell Eufrate, nelle grandi città dell interno e undici, un valore molto alto (il terzo al mondo È interessante rilevare che l età media della ( ), quando il tasso di crescita aveva nella capitale. Ciò spiega perché nonostante la dopo Striscia di Gaza/Cisgiordania e Giordania). popolazione supera di poco i venti anni, in Figura 5: Mappa dell evoluzione delle perturbazioni / Fonte: Beaumont, 1976 Figura 6: Risorse naturali e attività economiche in Siria / Fonte: University of Texas 16 17

10 PARTE I - Informazioni generali TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE Figura 7: La struttura della popolazione in Siria e le proiezioni al 2025 / Fonti: U.S. Census Bureau, International Data Base; le cifre sono espresse in milioni. leggero aumento rispetto alle più recenti verifiche, che restituivano valori inferiori. Ciò è conseguenza del sensibile calo del tasso di natalità (stimato a 26,57 nati vivi per persone nel 2008 contro il 28,9 registrato nel 2004) più che per effetto del tasso di mortalità che rimane sostanzialmente invariato (al 4,68% nel 2008, mentre era al 5% nel 2004). Leggermente migliore è l aspettativa di vita alla nascita (nel 2008 stimata a 70,9 anni, da 69,7 del 2004). Un dato in controtendenza è tuttavia rappresentato dal tasso di mortalità infantile: pari a 136 negli anni Sessanta, esso era disceso a 23 nel 2002, mentre nel 2008 è pari a 26,78 su nascite. Gruppi etnici e lingue Poco più del 90% della popolazione appartiene al gruppo arabo; il resto della popolazione è costituito da Curdi (9%); Armeni, Circassi e Turcomanni (1%). Di conseguenza, l arabo è la lingua ufficiale della Nazione e rappresenta la lingua madre per nove siriani su dieci. Le altre lingue parlate nello Stato su tutte, il curdo sono espressione delle minoranze etniche che insistono sul territorio nazionale; inglese e francese sono lingue straniere usate con una certa frequenza e parlate con particolare facilità tra gli esponenti delle elite urbane. Figura 8: Densità e distribuzione della popolazione / Fonte: Encyclopedia Britannica, FAO

11 PARTE I - Informazioni generali Tabella 1: Principali indicatori demografici e sociali VALORI ANNO Tasso d incremento demografico annuo (%) 3, , * Popolazione urbana (% pop.totale) 52,4 2015* Tasso di Natalità (per abitanti) 3, ci si riferisce come governatorati dal momento che sono rette da Governatori la cui nomina è proposta dal Ministro dell Interno, approvata dal Governo e formalizzata tramite un decreto ministeriale. I Governatori sono i funzionari amministrativi ai quali spetta di concerto con il Ministero delle amministrazioni locali assicurare le prestazioni Essi raggruppano i villaggi, che costituiscono l unità amministrativa di base. I funzionari amministrativi al vertice dei mintaqah e dei nahia se graditi al Ministro degli Interni sono confermati dai Governatori. Essi svolgono una funzione di compensazione e mediazione tra il livello locale e quello nazionale, applicando le direttive governative e riunendo al contempo TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE Tasso di Mortalità (per abitanti) 13, di sanità pubblica e i servizi sociali; l istruzione; i gli anziani e i capi dei villaggi e dei clan, dei Aspettativa di vita (anni) 73, lavori pubblici e i trasporti; l agricoltura, l indu- quali raccolgono le istanze. Popolazione al di sopra dei 65 anni (%) 2, ,6 2015* Tasso di scolarizzazione (%) Istruzione primaria (% iscritti) 124, Istruzione secondaria (% iscritti) 67, Istruzione superiore n. n (% iscritti scienze, matematica e ingegneria) Spesa pubblica per istruzione (% PNL) n. n Spesa pubblica per sanità (% PNL) 2, Indice di sviluppo umano** 0, stria, il turismo e i servizi; la sicurezza e l ordine pubblico e il buon funzionamento della giustizia. Nell assolvimento dei suoi compiti, il Governatore è coadiuvato da un Consiglio provinciale, i cui membri sono eletti per 3/4, mentre i restanti sono nominati dal Governatore e dal Ministero dell Interno. Ogni ufficio dispone di unità esecutive, nominati dal Ministero degli Interni e agli ordini del Governatore. Le province sono suddivise a loro volta in sessanta distretti (mintaqah, al singolare), i quali sono La capitale Damasco ha una popolazione di circa 6,5 milioni di abitanti nel 2007, inclusa l area metropolitana; le altre città maggiori sono Aleppo (4,5 milioni di abitanti); Homs (1,8 milioni); Hamah (1,6 milioni); Al Hasakah (1,3 milioni); Idlib (1,2 milioni) e Latakia (1 milione). Damasco spesso abbreviata e chiamata colloquialmente ash-sham è situata a 680 metri di altezza e a 80 km dal mare, oltre la catena dell Antilibano. Essa nasce sulle rive del Barada, ed ha a poco a poco inglobato gli insediamenti circo- *Previsioni **Esprime il grado di benessere degli abitanti di un Paese, misurato in base a tre criteri: aspettativa di vita in buona salute, grado di istruzione, standard di vita in relazione composti di 206 sub-distretti (nahia, al singolare). stanti: Midan, Sarouja e Imara. La crescita della città, Fonte: elaborazione ICE su dati Human Development Report UNDP Religione Il discorso è invece più articolato per quanto riguarda le confessioni religiose: la maggioranza assoluta dei siriani circa tre su quattro è musulmana di rito sunnita; ad essi vanno affiancati gli alawiti, musulmani di rito sciita (circa il 12%) e i cristiani (circa un siriano su dieci). Più piccole minoranze religiose sono invece rappresentate dai drusi che risiedono principalmente nella regione del gebel ad-duruz e praticano riti che mescolano elementi sciiti, cristiani e tradizionali ebrei (presenti in piccole comunità in particolare nelle città di Damasco, Al Qamishli e Aleppo) e yazidi. Divisioni amministrative e città La Siria è divisa in quattordici province (muhafazat vedi Figura 10): Halab, Dimashq, Dar a, Rif Dimashq, Dayr az Zawr, Hamah, Al Hasakah, Hims, Idlib, Al Ladhiqiyah, Al Qunaytirah (che include il territorio conteso delle alture del Golan), Ar Raqqah, As Suwayda e Tartus. A esse Figura 9: I trend della popolazione / Fonti: U.S. Census Bureau, International Data Base

12 PARTE I - Informazioni generali Figura 10: Le divisioni amministrative e i distretti in Siria / Fonte: University of Texas Libraries e Wikipedia. più evidente quando Damasco era sede imperiale ma rallentata durante il periodo ottomano, riprese nel diciannovesimo secolo, grazie all afflusso di immigrati dai Balcani e dal Caucaso. Essi resero di nuovo Damasco un centro amministrativo e commerciale di primo piano, in particolare intorno al quartiere di al-marjeh, a nord, verso il quale si insediarono sul finire dell Ottocento anche gli europei. Nel Ventesimo secolo si è assistito al progressivo ridimensionamento dell antica oasi di Ghouta e allo sviluppo di quartieri per i rifugiati palestinesi, come Yarmouk. Aleppo è la seconda città del Paese e una delle più antiche. Sede imperiale, essa deve il suo nome attuale all italianizzazione della forma locale: Alep, che rimandava a termini in uso durante il periodo turco e francese; il luogo dell insediamento sul fiume Quweiq costituiva un passaggio facilmente fortificabile sulla rotta commerciale dal Mediterraneo al medio Eufrate. La fortuna della città è stata legata alle alterne vicende di questi collegamenti con la Mesopotamia e il mondo orientale: Aleppo ha infatti prosperato finché non sono stati realizzati collegamenti diretti con quelle regioni, come il canale di Suez. Distrutta in epoca medievale (1138) da un violento terremoto e successivamente presa dai Mongoli, la città ha conosciuto un nuovo impulso alla sua crescita nel periodo ottomano e poi durante il mandato francese, ma la decisione di unire Alessandretta alla Turchia sul finire degli anni Trenta ha privato la città del suo milieu naturale. Oggi Aleppo è soprattutto città agricola e commerciale, con un centro storico ben conservato e quartieri residenziali più moderni, costruiti nel secondo dopoguerra. La città è abitata da comunità cristiane ancora molto numerose. Homs è la terza città per numero di abitanti del Paese; situata circa a metà strada tra Damasco e Aleppo, sulle rive del fiume Oronte, essa sorge in prossimità dell insediamento romano di Emesa, fondato su un sito già costruito dopo Alessandro Magno e prescelto per la prominenza sul passo che collega la costa con le città dell interno attraverso i monti dell Antilibano. La città fu luogo natale di un imperatore romano Marco Aurelio Antonino e acquartieramento per le conquiste successive, finché non divenne colonia romana. In declino dopo gli splendori delle prime dinastie arabe anche a causa di ripetuti terremoti, la rinascita è giunta con la fine della prima guerra mondiale, di nuovo grazie alla sua posizione centrale e parzialmente per il parallelo declino di Hama, città posta a valle lungo il fiume Oronte e che ne era la rivale. Oggi a Homs vi sono diverse Università e la città continua a essere un centro agricolo regionale, funzione alla quale si affiancano sempre più numerose attività industriali e terziarie, relative al settore della raffinazione del petrolio, dell agroalimentare, della chimica e al turismo. Quarta grande città siriana è Latakia, posta sul mar Mediterraneo. Porto principale del Paese, conta una popolazione di poco superiore al milione secondo le stime pubblicate nel 2007; la maggioranza dei suoi abitanti è alawita e la dinastia degli al-assad che ha dato gli ultimi due presidenti al Paese proviene da Qardaha, TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE 22 23

13 PARTE I - Informazioni generali cittadina della provincia di Latakia. La città fu descritta dai romani come un ottimo porto e un importante centro agricolo: sono i tratti che la città fondata dai Fenici e sviluppata già dai greci ha da sempre conservato. La sua esistenza è stata caratterizzata da alterne conquiste e riconquiste e funestata da diversi terremoti; nel periodo del mandato francese la città divenne tracciato, ed è stata di recente potenziata tra Latakia e Aleppo con l apporto di una società kuwaitiana. L espansione continua del sistema stradale i chilometri di tracciato asfaltato sono raddoppiati in un quinquennio, passando da diecimila nel 1999 a circa ventimila nel 2004 è giustificata dall aumento del numero di veicoli in circolazione e dal sempre più frequente ricorso ai dei prodotti siriani, in particolare dei fosfati (da Tartus). Entrambi avrebbero tuttavia bisogno di lavori di miglioramento e ingrandimento, per i quali si è mossa la European Investment Bank (EIB), finanziando interventi di dragaggio degli ingressi e di approfondimento delle banchine, in maniera da permettere l attracco di navi di maggiore pescaggio. Interventi sono necessa- In aggiunta al sistema portuale marittimo la Siria vanta circa 900 km di canali e fiumi navigabili in particolare intorno all asse del fiume Eufrate. Questo tipo di rete non rappresenta tuttavia una priorità per le istituzioni preposte. Aeroporti La Siria ha una complessa rete di aeroporti nelle maggiori città e nei piccoli centri: il totale delle strutture è infatti di 90 piste TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE capitale di un Sangiaccato amministrato dalla mezzi privati per gli spostamenti di persone e ri anche per quanto riguarda i servizi a terra nel 2007, con tre aeroporti internazionali Francia, abolito nel Il tessuto economico merci. Di questo trend, dovuto anche all esisten- per le navi e gli spedizionieri, oltre che rego- (Damasco, Aleppo e Latakia) dai quali si dipar- continua a costruirsi essenzialmente intorno al za di un sistema di incentivi fiscali, ne fa tuttavia lamenti doganali più snelli e un più efficace tono collegamenti con le principali destinazio- porto e all agricoltura. Latakia è il terminal di le spese il settore dei trasporti ferroviari. contrasto della corruzione. ni europee, africane e asiatiche. La flotta della riferimento per le esportazioni di asfalto e Ferrovie Il sistema ferroviario siriano cresce bitume, cereali, cotone, frutta, olio e tabacco. infatti con tassi molto più contenuti, nonostan- Alcune di queste materie prime in partico- te esso conti, al 2006, meno di km di lare quelle agricole sono lavorate nelle indu- estensione (cresciuto di poco più del 10% dai strie locali prima di essere esportate del 2005). Ciò è in parte dovuto alla presenza di binari a scartamento ridotto (1,050 m) Infrastrutture e reti di comunicazione che ancora collegano Damasco ad Amman e impediscono la ristrutturazione dell intero Lo sviluppo della rete di infrastrutture è stata sistema ferroviario. L esigenza di migliorare il una preoccupazione costante per tutti i servizio che è in molti casi lento, inefficien- Governi siriani sin dall indipendenza. Le zone te e costoso e mettere a frutto la posizione di economicamente più produttive e quelle più snodo tra Giordania Israele, Libano, Turchia e densamente popolate erano infatti distanti tra Iraq è tuttavia primaria. Ne è testimonianza la loro e ciò ha spinto sia in direzione dello svi- constatazione che nonostante le carenze il luppo delle reti di trasporto che di quelle di sistema continui oggi in effetti ad essere telecomunicazione. ampiamente utilizzato per il trasferimento Rete viaria Oggi il Governo è soprattutto cargo, con il transito di numerosi treni merci impegnato nel mantenimento delle strutture che trasportano petrolio e prodotti raffinati; esistenti, più che sufficienti a garantire la mobi- fosfati, cereali e cemento. lità di persone e merci nell ambito nazionale e Porti I maggiori porti siriani sono quelli di in connessione con i Paesi vicini. Strade asfalta- Baniyas, Jablah, Latakia e Tartus. Questi ultimi te e in buono stato collegano i principali cen- due da soli movimentano circa un milione e tri urbani e si dirigono verso i posti di frontie- mezzo di tonnellate merci/anno e rappresenta- ra; la rete di autostrade conta oltre mille km di no i terminal dai quali avviene l esportazione Figura 11: Il sistema stradale in Siria e le connessioni regionali / Fonte: Progetto Trasporti EUROMED, Commissione Europea

14 PARTE I - Informazioni generali compagnia di bandiera che risale ancora quasi interamente al periodo nel quale più forti erano i legami economici con l Unione Sovietica è stata recentemente parzialmente rimodernata, con l acquisto di sei nuovi Airbus A-320. Oleodotti e gasdotti La Siria è terminal degli oleodotti che provengono dall Iraq e che trasportano greggio sino agli impianti posti sulle Nel complesso, il Paese si avvale di circa km di condutture, dei quali dedicati al trasferimento del petrolio. Telecomunicazioni Il sistema delle telecomunicazioni quanto a infrastrutture e contenuti è gestito direttamente dal Ministero delle Comunicazioni. Questo sta impiegando i fondi che affluiscono nel Paese da finanziatori Le linee telefoniche in uso al 2006 assommavano infatti a oltre tre milioni di utenze, mentre non raggiungevano i due milioni nel 2004 ed erano appena nel 1991; questi risultati risultano ancora essere inferiori a quanto auspicato dal Governo, che intendeva aver installato almeno quattro milioni di utenze entro il 2004: vi sono in effetti alcune centinaia Assad, che ha inteso aumentare il numero di personal computer in uso nel Paese e rendere più economiche le tariffe di accesso. Sistema giuridico, sanitario e dell istruzione La Siria possiede un sistema giudiziario composto da elementi ottomani, islamici e francesi, TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE rive del Mediterraneo. Queste condutture del golfo Persico per ammodernare e digitaliz- di migliaia di utenti in attesa che le loro articolato su tre gradi: di prima istanza, di appel- sono tuttavia chiuse dal 2003 e sono in attesa zare la rete nazionale, con la posa di cavi in fibra domande vengano vagliate e che siano effet- lo e Cassazione, con sede nella capitale. Il siste- che l export dall Iraq riprenda a pieno ritmo. ottica e la diffusione dei ricevitori satellitari. tuati i necessari collegamenti. Le linee attive ma è basato sul modello francese ed è simile raggiungono oggi una percentuale di pene- strutturalmente ai sistemi di diritto civile euro- trazione del 25 per cento, in ascesa rispetto ai peo. La Corte Costituzionale svolge il suo ruolo dati del 2004 che registravano una penetra- classico di controllo di legittimità e costituzio- zione pari al 10 per cento. nalità delle leggi; essa assume anche la funzione Una crescita ancora più tumultuosa ha segnato di sciogliere i conflitti di competenza territoria- il settore delle telecomunicazioni cellulari, atti- le o di attribuzione che dovessero sorgere in vo in via sperimentale dal L assegnazione seno alla Magistratura. La Corte Suprema funge delle licenze è avvenuta con una asta pubblica anche da giunta per le elezioni. I magistrati sono nel 2001 e prevedeva circa utenti; il nominati dall Alto Consiglio Giudiziario; que- numero complessivo di linee attive per i due sto stesso organo ne può giudicare e censurare operatori al contrario ha superato quello la condotta, e comminare sanzioni che possono delle linee fisse e veleggiava al 2006 verso il giungere sino al licenziamento. superamento del traguardo dei cinque milioni. È previsto che tribunali speciali operino al di La Siria possiede numerose stazioni televisive fuori della struttura tripartita qui descritta: ci si e radiofoniche; l accesso ad internet limita- riferisce in particolare alle Corti per la to a determinate categorie professionali e Sicurezza dello Stato, che hanno competenza pubblici funzionari negli anni passati ha sui casi direttamente legati alla sicurezza nazio- conosciuto invece un repentino innalzamen- nale; in questi casi non si applicano gli stessi to degli utenti negli ultimi due anni (nel regolamenti procedurali in essere presso i tribu- biennio si è passati da poco più di nali ordinari, non è prevista la facoltà di ricor utenti a oltre un milione e mezzo); rere in appello e il verdetto è promulgato con molti si connettono in effetti attraverso indi- l avallo del Presidente della Repubblica. Dal rizzi internet messi a disposizione da Paesi momento che esse operano entro un quadro nor- vicini. Anche questo un risultato raggiunto mativo emergenziale, numerose tutele costituzio- Figura 12: Il sistema ferroviario in Siria e le connessioni regionali / Fonte: Progetto Trasporti EUROMED, Commissione Europea grazie alla spinta messa in atto dal Presidente nali sono sospese nel corso del dibattimento e per 26 27

15 PARTE I - Informazioni generali quanto riguarda il verdetto finale. Altro tipo di Tribunale speciale è costituito dai Tribunali militari, sotto la cui giurisdizione ricadono anche i civili; esistono infine Tribunali che certificano lo stato civile e divisi per confessioni religiose dirimono questioni legate ai matrimoni e ai divorzi. Sistema sanitario Il Partito Ba ath ha sempre tra realtà urbane e rurali. Le disfunzioni hanno portato inoltre a una crescita delle cliniche private, che avvantaggiano tuttavia solo quelle fasce della società siriana che hanno la facoltà economica di ricorrere a tale alternativa. Le cliniche private sono peraltro quasi tutte situate nei grandi centri: Damasco,Aleppo,Tartus e Latakia. Non si registrano tuttavia elevati tassi di inciden- divisa in quattro anni. Vi è poi un secondo grado, che dura cinque anni ed è seguito da un terzo grado, che può essere a indirizzo generale o tecnico (a indirizzo industriale, agricolo, domestico o informatico), della durata di tre anni. Chi ha seguito studi a indirizzo generale sostiene esami per l indirizzo classico o quello scientifico un anno, al termine del formalmente di proprietà statale sono in genere funzionari di partito; coloro che intendono avviare una iniziativa privata nel settore devono invece ottenere una licenza ministeriale e più in generale, l insieme degli operatori deve attenersi a una linea di condotta volta a evitare censure. Ciò non vale in effetti per i programmi stranieri ad esempio quel- TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE dedicato molta attenzione alla organizzazione za di malattie gravi o casi di epidemie e l acces- quale vi è l ammissione agli studi specialistici li trasmessi via satellite: le parabole sono perciò del sistema sanitario, una delle priorità del- so all acqua potabile è garantito oggi a circa il di livello universitario. diffuse, come lo è l accesso ai programmi l azione di governo. Ciò spiega le elevate per- 90% della popolazione siriana. Una particolarità è costituita dalla possibilità radiofonici esteri. centuali del Prodotto Interno Lordo destinate al settore della sanità 4,2% del PIL secondo i Istruzione Anche il sistema scolastico nazionale è stato al centro dell azione del partito al che gli studenti siriani hanno dal settembre 2002 di conseguire tramite corsi a distanza Ordinamento politico dati dell Organizzazione Mondiale della Sanità governo, il quale ha promosso l istruzione quale via internet una laurea presso un ateneo vir- La forma di governo attualmente in vigore in (OMS) dopo un calo registrato negli anni metodo per garantire lo sviluppo economico tuale, la Syrian Virtual University. Pur con gli Siria è quella di una Repubblica parlamentare, precedenti (nel 2001 pari al 2,5 per cento). Il nazionale: il tasso di alfabetizzazione medio è inevitabili inconvenienti tecnici parzialmente basata su una Costituzione che prevede in sistema è decentralizzato e strutturato su tre così giunto stando ai dati del 2006 alle superati con l adozione di collegamenti più maniera formale la tripartizione classica dei livelli: provinciale, distrettuale e dei villaggi. soglie dell ottanta per cento della popolazione, veloci l ateneo conta alcune migliaia di iscrit- poteri esecutivo, legislativo e giudiziario. Questo Sempre l OMS ci da la misura dell impegno sul in crescita netta rispetto agli ultimi dati prima ti e riesce a garantire la ulteriore diffusione tra scenario è fortemente influenzato dalla presenza territorio del Governo nell assicurare l assisten- disponibili, che la ponevano ancora poco al di gli studenti delle nuove tecnologie informati- di due grandi attori, che detengono sostanzial- za sanitaria di base: nel 1990 il Paese aveva 41 sopra del sessanta per cento e con punte che: l obiettivo è che l utilizzo di computer e mente il potere: il Presidente e il partito Ba ath, ospedali generali e 152 cliniche specializzate; dell 86% per gli uomini, un risultato di rilievo internet oltre che l uso delle lingue straniere, Partito della Rinascita Socialista Araba. La 391 centri di sanità nei distretti rurali e 151 in per una Nazione dal basso reddito pro-capite. i corsi sono anche in partnership con Università Costituzione affida a esso una funzione di indi- quelli urbani; 79 unità sanitarie rurali e 49 cen- Già quel dato aveva infatti rilievo particolare, estere che rilasciano proprie lauree agli iscritti rizzo all interno delle strutture statali e della tri specializzati. Il totale dei posti letto superava dal momento che metteva la Siria al di sopra di sia di stimolo alla crescita del Paese. società garantendo tuttavia al contempo l esi- la proporzione di 11 ogni abitanti, con un totale di , un quinto dei quali privato. Nel 2006 nonostante il contemporaneo numerosi sistemi scolastici dei Paesi della regione mediorientale, eccezion fatta per Giordania e Libano. Dal 2001 è possibile dar vita a scuole Informazione Il diritto di libera espressione sui mezzi di stenza di altri partiti e movimenti politici. Costituzione e istituzioni aumento della popolazione il numero dei e istituti superiori a carattere privato che stampa è custodito dalla Costituzione repub- La Costituzione siriana porta la data del 13 posti letto è aumentato sino a 14 ogni rimangono confinati alle città maggiori. Nel blicana, sebbene lo stato di emergenza ne marzo del 1973, ed è stata da allora modifica- abitanti. Stando agli ultimi dati disponibili, complesso, lo Stato spende l 8,6% del suo PIL restringa la libertà di applicazione. Lo Stato ta solo in alcune sue disposizioni minori. Essa pubblicati dall OMS e riferiti al , il per questo settore (dati 2003). può controllare e distruggere le pubblicazioni prevede una forma repubblicana, con un Governo spende nel sistema sanitario il 6,8% La struttura, ereditata dal periodo coloniale e o le trasmissioni che mettano in pericolo la Governo socialista e votato all ideale del del proprio PIL. Il vero punto debole perman- quindi simile ai sistemi francesi è articolata su tre sicurezza o gli interessi nazionali. Gli alti fun- nazionalismo panarabo. L Islam pur non gono tuttavia le disparità regionali, e in partico- livelli: scuola primaria gratuita ma obbligato- zionari delle emittenti e dei quotidiani essendo religione di stato fornisce la base lare le differenti prestazioni del sistema sanitario ria, frequentata dalla totalità degli aventi diritto generalmente a capitale pubblico e dal 2001 dottrinale e giurisprudenziale per la sua azione

16 PARTE I - Informazioni generali Il Partito Ba ath è avanguardia della società nello Stato. La Costituzione afferma altresì l unità e l indivisibilità della Nazione araba, della quale il territorio nazionale siriano non è che una parte e la cui unità è motore dell azione dello Stato, insieme alla realizzazione degli ideali socialisti. Entrambi questi principi hanno perso smalto con il trascorrere del tempo e loro importanza diminuisce tuttavia sensibilmente in questi anni più recenti, una volta raggiunta la stabilità interna. Il Presidente concentra in se anche la facoltà di emendare la Costituzione e concedere amnistie. La Costituzione prevede che egli sia un musulmano e affiancato da due vice Presidenti. Consiglio del Popolo Il Parlamento (Majlis questo organo 134 deputati del Ba ath, 35 di partiti minori raggruppati nell NPF e 81 di opposizione; queste dinamiche rendono evidente l apertura alla comunità d affari sunnita, soprattutto considerando che il Parlamento può criticare e censurare la politica governativa, facoltà esercitata in particolare nella sfera economica. La partecipazione al voto è stata TERRITORIO, POPOLAZIONE, INFRASTRUTTURE l evolvere della situazione internazionale, men- al-sha ab) è monocamerale ed è composto da pari al 56%. È il Parlamento a vagliare i candidati tre le identità etniche e religiose o le affinità 250 deputati, eletti in quindici collegi elettora- alla carica di Presidente, che sono poi votati con regionali interne giocano ora un ruolo molto li con suffragio universale (esteso a coloro che apposito referendum popolare. più importante. abbiano compiuto il diciottesimo anno d età) Governo È sottoposto all autorità del La forma presidenziale scelta per la repubblica per un periodo di quattro anni. Il Ba ath par- Presidente, che ne nomina i Ministri. e il notevole sbilanciamento a favore del tito di Stato cui la Costituzione attribuisce un Nell architettura costituzionale siriana, esso Presidente lo rendono il pilastro essenziale sul ruolo guida ricopre una posizione di domi- serve a fornire una più ampia gamma di stru- quale si regge l intera struttura dello Stato. nanza all interno di questo organo, dal momen- menti all istituzione presidenziale, che rimane Presidente L attuale Presidente siriano è Bashar to che almeno 167 (i due terzi) dei seggi sono in ogni caso l architrave su cui essa poggia. Il al-assad (el-asad), rieletto per un secondo setten- riservati all FNP. Creato nel 1972, l FNP Governo è guidato dal 10 settembre 2003 da nato con referendum popolare, nel Egli (Fronte Nazionale Progressista al-jabha al- Muhammad Naji al-otari, del Partito Ba ath; riveste le funzioni di Capo dello Stato, Capo del Wataniyyah at-taqaddumiyyah) è composto dal già Presidente del Parlamento, egli è stato sosti- Governo e Segretario del Ba ath. Con l aiuto di Ba ath e altri più piccoli partiti, che ne condi- tuito in questa carica da Mahmoud al-abrash. una serie di consiglieri militari e politici, il vidono la visione nazionale e socialista (la pre- Presidente riveste quindi una funzione essenziale senza del Syrian Social Nationalist Party contrad- e ultima per quanto concerne la maggior parte dice dal 2005 questa formulazione iniziale) e delle questioni politiche ed economiche che accettavano di subordinarsi ad esso: almeno la riguardano la vita della Nazione siriana. metà più uno dei suoi membri devono infatti Comandante in Capo dell Esercito, egli può essere assegnati agli iscritti al Ba ath. Il dichiarare lo stato di guerra e nel campo della Consiglio riveste la funzione di Parlamento, condotta della sicurezza nazionale si avvale della sebbene privo del potere di iniziativa legislati- fedeltà dei funzionari di stato e dei militari, in par- va: esso può infatti emendare i testi già in ticolare coloro che appartengono alle strutture di discussione e li ratifica, mentre l approvazione sicurezza i mukhabarat, da lui nominati che definitiva necessita della sanzione garantiscono unità di intenti ai differenti gradi dell Esecutivo. L FNP discute con il Presidente della burocrazia statale. Ciò è anche in funzione di temi di natura economica e di sicurezza dello stato di emergenza ulteriore strumento nazionale e autorizza i piani quinquennali di presidenziale decretato l otto marzo 1963; la sviluppo. Dopo le elezioni del 2007 siedono in 30 31

17 SCHEDA 1 LA IN NUMERI CIA WORLD FACTBOOK POSIZIONE: GEOGRAFIA Nel Medio Oriente: è situata sul mar Mediterraneo, tra il Libano e la Turchia. Nel Medio Oriente: è situata sul mar Mediterraneo, tra il Libano e la Turchia. AMBIENTE - ACCORDI INTERNAZIONALI: NOTE: Ha preso parte agli accordi su: biodiversità, cambiamenti climatici, Protocollo di Kyoto; desertificazione, estinzione specie animali, trattamento dei rifiuti pericolosi, inquinamento marino, protezione della fascia d ozono, aree umide, inquinamento da navi. Firmate ma non ratificate: modifiche all ambiente. Ad agosto 2005 si stimavano esservi 42 insediamenti israeliani nelle alture occupate del Golan. COORDINATE GEOGRAFICHE: SUPERFICIE: CONFINI TERRITORIALI: LINEA COSTIERA: ESTENZIONE MARE TERRITORIALE: CLIMA: MORFOLOGIA: PUNTI ESTREMI DI ALTITUDINE: RISORSE NATURALI: UTILIZZAZIONE DELLE TERRE: N, E Totale: km 2 ; Ter ra : km 2 ; Acqua: km 2 ; nota: km 2 sono occupati da Israele. Totali: km; Nazioni confinanti: Iraq, 605 km; Israele, 76 km; Giordania, 375 km; Libano, 375 km;turchia, 822 km. 193 km Mare territoriale: 12 miglia nautiche; Zona contigua: 24 miglia nautiche. Per gran parte desertico; estati (da giugno ad agosto) calde e secche e inverni (da dicembre a febbraio) piovosi sulla costa; a Damasco possibilità di neve o nevischio. Altopiano desertico e semiarido; strette pianure costiere; montagnoso a ovest. Punto più basso: area del lago Tiberiade, -200 m; Punto più alto: monte Hermon, m. Petrolio, fosfati, cromo, manganese, asfalto, ferro, sale, marmo, solfato di calcio, idroelettricità. Terra arabile: 24,8%; coltivazioni permanenti: 4,47%; altro: 70,73%; (2005). TERRA IRRIGATA: km 2 ; (2003). POPOLAZIONE: STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE IN BASE ALLE DIVERSE ETÀ: ETÀ MEDIA: TASSO DI CRESCITA DELLA POPOLAZIONE: POPOLAZIONE ; a essi vanno aggiunte circa persone ( drusi, alawiti, israeliani), che vivono nelle alture occupate del Golan. (stime luglio 2008) 0-14 anni: 36,2% (uomini /donne ); anni: 60,5% (uomini /donne ); 65 anni ed oltre: 3,3% (uomini /donne ); (stime 2008). Totale: 21,4 anni Uomini: 21,3 anni Donne: 21,5 anni; (stime 2008). 2,189%; (stime 2008). TASSO DI NATALITÀ: 26,57 nascite/1.000 persone; (stime 2008). TASSO DI MORTALITÀ: 4,68 decessi/1.000 persone; (stime 2008). TASSO NETTO DI EMIGRAZIONE: INDICI IN BASE AL SESSO: ND Alla nascita: 1,06 uomini/donne; fino a 15 anni: 1,06 uomini/donne; anni: 1,05 uomini/donne; 65 anni e oltre: 0,89 uomini/donne; totale: 1,05 uomini/donne; (stime 2008). RISORSE IDRICHE RINNOVABILI TOTALI: CONSUMI DI ACQUA DOLCE: RISCHI NATURALI: AMBIENTE - SITUAZIONE ATTUALE: 46,1 km 3 ; (1997). Totali: 19,95 km 3 /anno; per settore: usi domestici, 3%; industriali, 2%; agricoli, 95%; pro-capite: m 3 /anno; (2000). Tempeste di sabbia. Deforestazione; pascolo eccessivo; erosione del suolo; desertificazione; inquinamento delle falde acquifere da reflui non controllati e dai processi di raffinazione del petrolio; mancanza di adeguati volumi d acqua potabile. TASSO DI MORTALITÀ INFANTILE: ASPETTATIVA DI VITA ALLA NASCITA: Totale: 26,78 decessi/1,000 nascite; uomini: 27,04 decessi/1,000 nascite; donne: 26,52 decessi/1,000 nascite; (stime 2008). Totale popolazione: 70,9 anni; uomini: 69,53 anni donne: 72,35 anni; (stime 2008). TASSO DI FERTILITÀ TOTALE: 3,21 bambini nati per ogni donna; (stime 2008). HIV/AIDS TASSO PREDOMINANTE SU ADULTI: Inferiore allo 0,1%; (stime 2001).

18 SCHEDA 1 HIV/AIDS NUMERO DI PERSONE AFFETTE DALLA SINDROME: Inferiori a 500; (stime 2003). GRUPPI ETNICI: Arabi 90,3%, curdi, armeni e altri 9,7%. RELIGIONI: LINGUE: ALFABETIZZAZIONE: PIL (PARITÀ DI POTERE D ACQUISTO): PIL (TASSO DI CAMBIO UFFICIALE): PIL (TASSO DI CRESCITA REALE): Musulmani 90% (sunniti 74%, sciiti inclusi alawiti e drusi 16%); cristiani 10%; piccole comunità ebraiche a Damasco, Aleppo e Al Qamishli. Arabo (lingua ufficiale); curdo, armeno, aramaico, circassi ano, francese, inglese. Definizione: persone sopra i 15 anni che sappiano leggere e scrivere; totale della popolazione: 79,6%; uomini: 86%; donne: 73,6% (censimento 2004). ECONOMIA 90,37 miliardi USD; (stime 2007). 37,76 miliardi USD; (stime 2007). 3,3%; (stime 2007) PIL PRO CAPITE (PPP): USD; (stime 2007). PIL - COMPOSIZIONE PER SETTO- RI: Agricoltura: 24%; industria: 27,9%; servizi: 48,2%; (stime 2007). FORZA LAVORO: 5,462 milioni; (stime 2007). FORZA LAVORO IN BASE ALL OCCUPAZIONE: Agricoltura: 19,2%; industria: 14,5%; servizi: 66,3%; (stime 2006). TASSO DI DISOCCUPAZIONE: 9%; (stime 2007). POPOLAZIONE AL DI SOTTO DELL INDICE DI POVERTÀ: REDDITO FAMILIARE COME COMPOSIZIONE PERCENTUALE: 11,9%; (stime 2006). 10% più basso: ND; 10% più alto: ND. DEBITO PUBBLICO: 37,7% del PIL; (stime 2007). AGRICOLTURA PRODOTTI: INDUSTRIE: TASSO DI CRESCITA DELLA PRO- DUZIONE INDUSTRIALE (ESCLUSO IL SETTORE DEGLI IDROCARBURI): Grano; orzo; cotone; lenticchie; fagiolini; olive; barbabietola da zucchero; bovini; ovini; pollame e uova; prodotti lattiero-casearii. Petrolio, tessili; agro-alimentare e oli vegetali; tabacco; estrazione di fosfati; cemento e laterizi; autoveicoli. 2,5%; (stime 2007). ELETTRICITÀ - PRODUZIONE: 34,94 miliardi di kwh; (stime 2007). ELETTRICITÀ - CONSUMO: 34 miliardi di kwh; (stime 2007). ELETTRICITÀ - ESPORTAZIONI: 986 miliardi di kwh; (stime 2007). ELETTRICITÀ - IMPORTAZIONI: 0 miliardi di kwh; (stime 2007). PETROLIO - PRODUZIONE: barili al giorno; (stime 2006). PETROLIO - CONSUMO: barili al giorno; (stime 2007). PETROLIO - ESPORTAZIONI: barili al giorno; (stime 2007). PETROLIO - IMPORTAZIONI: barili al giorno; (stime 2007). PETROLIO - RISERVE ACCERTATE: 2,5 miliardi di barili al giorno; (stime 2007). GAS NATURALE - PRODUZIONE: 7,8 miliardi di m 3 ; (stime 2007). GAS NATURALE - CONSUMO: 4,4 miliardi di m 3 ; (stime 2007). GAS NATURALE - ESPORTAZIONI: ND GAS NATURALE - IMPORTAZIONI: 0 m 3 ; (stime 2007). GAS NATURALE - RISERVE ACCERTATE: BILANCIA DELLE PARTITE CORRENTI: 240 miliardi di m 3 ; (stime al 1 gennaio 2007). 980 milioni USD; (stime 2007). ESPORTAZIONI: 11,14% miliardi (f.o.b.) USD; (stime 2007). Petrolio greggio; minerali; derivati dagli idrocarburi; frutta e verdura; fibre di ESPORTAZIONI - BENI: cotone; tessile; carne e animali vivi; grano. ESPORTAZIONI - PARTNER: Iraq (27,3%); Germania (12,1%); Libano (9,5%); Italia (6,6%); Egitto (5,3%); Arabia Saudita (4,8%); (2006). IMPORTAZIONI: 12,38 miliardi (f.o.b.) USD; (stime 2007). IMPORTAZIONI - BENI: Macchinari e mezzi da trasporto; parti di impianti idroelettrici; frutta, verdura, carne e animali vivi; metalli e prodotti in metallo; prodotti chimici e petrolchimici; plastiche; filati; carta. TASSO DI INFLAZIONE (PREZZI AL CONSUMATORE): 12,2%; (stime 2007). IMPORTAZIONI - PARTNER: Arabia Saudita (12,1%); Cina (8,9%); Egitto (6,3%); Italia (6,1%); EAU (6%); Ucraina (4,9%); Germania (4,7%); Iran (4,4%); (2007). INVESTIMENTI (FISSO LORDO): 21,5% del PIL; (stime 2007). BUDGET: Entrate: 8,393 miliardi USD; uscite: 11,21 miliardi USD; (stime 2007). COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO TOTALE NETTO: RISERVE DI VALUTA ESTERA E ORO: 213 milioni USD; (stime 2008). 6,046 miliardi USD; (stime al 31 dicembre 2007).

19 SCHEDA 1 DEBITO ESTERO: 6,633 miliardi USD; (stime dicembre 2007). MERCATO AZIONARIO: MONETA (CODICE): ANNO FISCALE: TELEFONIA - LINEE TELEFONICHE IN USO TELEFONIA - TELEFONI CELLULARI RETE TELEFONICA: ND Sterlina siriana (SYP). Anno solare. MEZZI DI COMUNICAZIONE ; (2007) ; (2007). STAZIONI RADIOFONICHE: AM 14, FM 2, shortwave 1; (1998). STAZIONI TELEVISIVE: 44 (più 17 ripetitori); (1995). ESTENZIONE INTERNET: INTERNET HOSTS: 119; (2007). UTENTI INTERNET: ; (2007). Valutazione generale: sistema adeguato del quale è in corso un processo di significativo aggiornamento attraverso le tecnologie digitali. Rete nazionale: il numero di abbonati alla rete fissa è sensibilmente aumentato dal 2000; anche il settore della telefonia mobile ha conosciuto alte percentuali di sviluppo e conta oggi oltre 25 linee attive ogni 100 abitanti; rete a cavo coassiale e ponti radio a microonde. Internazionale: prefisso del Paese - 963; cavo sottomarino che collega il Paese con Cipro; 1 stazione a terra per satellite Intelsat (oceano Indiano) e 1 per satellite Intersputnik (oceano Atlantico); un cavo coassiale e ponti radio a microonde collegano il Paese con Iraq, Giordania, Libano e Turchia; la Siria partecipa al consorzio Medarabtel. sy CONDUTTURE: Gas km; petrolio km; (2007). FERROVIARIE: STRADE: Totale: km; scartamento ordinario (1,435 m): km, scartamento ridotto (1,050 m): 251 km; (2006). Totale: km; asfaltate: km; sterrate: km; (2004). VIE D ACQUA 900 km (economicamente non significativi); (2005). MARINA MERCANTILE PORTI: Totale: 87 navi (1000 GRT o oltre), per GRT/ DWT; per tipo: carico alla rinfusa: 6; cargo:74; container: 1; petroliere: 1; trasporto mezzi: 1; di proprietà estera: 9 (Giordania 2, Libano 4, Romania 3); registrate in altri Paesi: 170 (Barbados 1, Bolivia 2, Cambogia 33, Comore 5, Cipro 2, Corea del Nord 2, Dominica 2, Georgia 51, Hong Kong 1, Libano 2, Libia 2, Malta 5, Mongolia 1, Panama 25, Saint Kitts e Nevis 6, Saint Vincent/Grenadines 11, Sierra Leone 13, Slovacchia 2); sconosciuto: 4; (2008). Latakia,Tartus. AEROPORTI: 90; (2007). MEZZI DI TRASPORTO AEROPORTI CON PISTE LASTRICATE: AEROPORTI CON PISTE NON LASTRICATE: Totali: 26; Oltre i m: 6; Da a m: 15; da 914 a m: 3; sotto i 914 m: 2; (2007). Totali: 64 da a m: 1; da 914 a m: 11; sotto i 914 m: 52; (2007). ELIPORTI: 7; (2007).

20 PROFILO STORICO E ASSETTO ISTITUZIONALE PARTE SECONDA

A Ovest, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Golfo di Aden; A Est, le montagne sugli orli degli altipiani iranico e afgano.

A Ovest, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Golfo di Aden; A Est, le montagne sugli orli degli altipiani iranico e afgano. IL MEDIO ORIENTE Medio Oriente è una denominazione convenzionale, di origine francese, che viene data all Asia occidentale, a quella parte compresa tra l Africa e l India. I suoi confini sono: A Nord il

Dettagli

Laboratorio UniMondo - Simone Zocca

Laboratorio UniMondo - Simone Zocca Laboratorio UniMondo - Simone Zocca Classe 1 A Liceo Nazione: Romania La Romania è un paese dell est europeo, confinante con Bulgaria, Ucraina, Ungheria e Moldavia, ma anche con il Mar Nero. La sua capitale

Dettagli

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale Scheda paese Armenia Dati Geografici Collocazione Superficie Asia, Medio Oriente. L Armenia si trova nella parte meridionale dell altopiano caucasico, in posizione chiave tra l oriente e l occidente. Confina

Dettagli

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:...

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:... Unità 1 Nome... Classe... Data... Prima Osserva la carta dell Europa e prova a rispondere alle seguenti domande: perché appare strano definire l Europa come un continente a sé a differenza di quanto avviene,

Dettagli

OPPORTUNITÀ ECONOMICHE IN AZERBAIGIAN

OPPORTUNITÀ ECONOMICHE IN AZERBAIGIAN OPPORTUNITÀ ECONOMICHE IN AZERBAIGIAN Treviso, 7 giugno 2013 AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA DELL AZERBAIGIAN IN ITALIA FATTI SALIENTI Data di fondazione 28 maggio 1918 Indipendenza 18 ottobre 1991 Relazioni

Dettagli

I PAESI ALPINI (Noemy Seddone)

I PAESI ALPINI (Noemy Seddone) I PAESI ALPINI (Noemy Seddone) IL TERRITORIO I paesi alpini in Europa sono sette: Italia, Francia, Austria, Germania, Slovenia,Croazia. Completamente all interno delle Alpi troviamo la Svizzera, l Austria

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

L AFRICA SETTENTRIONALE. -Popolazione e principali stati -Storia -Attualità

L AFRICA SETTENTRIONALE. -Popolazione e principali stati -Storia -Attualità L AFRICA SETTENTRIONALE -Geografia fisica e risorse economiche -Popolazione e principali stati -Storia -Attualità 1 E affacciata a: -Nord: Mar mediterraneo -Est: Mar Rosso -Ovest: Oceano Atlantico 2 3

Dettagli

Storia d Israele in mappe

Storia d Israele in mappe Storia d Israele in mappe INDICE Introduzione............................................................. p. 1 MAPPE DEL PERIODO ANTICO ll regno di Davide e Salomone..........................................

Dettagli

Gruppo SACE - Country Risk Map

Gruppo SACE - Country Risk Map LIBANO Capitale Beirut Popolazione (milioni) 4,06 73/100 71/100 81/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 64,31 Mancato pagamento controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali Mancato pagamento

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

Nome ufficiale Superficie Capitale Lingue Sistema politico Indipendenza Capo dello stato Primo ministro Religioni Popolazione Abitanti Gruppi etnici

Nome ufficiale Superficie Capitale Lingue Sistema politico Indipendenza Capo dello stato Primo ministro Religioni Popolazione Abitanti Gruppi etnici Nome ufficiale: Repubblica araba d'egitto Superficie: 1.001.450 km 2 Capitale: Il Cairo Lingue: arabo (ufficiale); inglese e francese tra le classi educate Sistema politico: repubblica presidenziale Indipendenza:

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Focus Siria: i numeri dell emergenza

Focus Siria: i numeri dell emergenza Focus Siria: i numeri dell emergenza Overview* 3.984.393 RIFUGIATI numero totale individui registrati da UNHCR, è la popolazione di rifugiati più grande al mondo assistita delle Nazioni Unite 7,6 MILIONI

Dettagli

Gestione delle risorse idriche in aree rurali del Libano

Gestione delle risorse idriche in aree rurali del Libano Gestione delle risorse idriche in aree rurali del Libano Il caso della Piana di Marjayoun Khiam Arianna Facchi Unità di Ingegneria Agraria CICSAA INQUADRAMENTO GEOGRAFICO LIBANO SIRIA ISRAELE GIORDANIA

Dettagli

Italy-Qatar Development Of Trade And Culture Project

Italy-Qatar Development Of Trade And Culture Project Italy-Qatar Development Of Trade And Culture Project ITAQAM Associazione per lo Sviluppo dei Rapporti Economici e Culturali Italia - Qatar www.itaqam.com ITAQAM è un associazione senza fini di lucro che

Dettagli

Un progetto di rivitalizzazione

Un progetto di rivitalizzazione MARE MORTO Un progetto di rivitalizzazione Nel dicembre scorso, la Giordania e Israele hanno firmato una convenzione che riguarda la realizzazione di un progetto sponsorizzato dalla Banca Mondiale che

Dettagli

Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce

Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce EMERGENZA ACQUA Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce Le società umane si sono sviluppate laddove c era disponibilità d acqua. Le prime civiltà furono, infatti, civiltà fluviali. Il Nilo, il

Dettagli

II PARTE. Processi territoriali delle aree asiatiche e le nuove dinamiche della mondializzazione

II PARTE. Processi territoriali delle aree asiatiche e le nuove dinamiche della mondializzazione II PARTE Processi territoriali delle aree asiatiche e le nuove dinamiche della mondializzazione 2. Un Asia, tante Asie: Paesi, aree e regioni dell estremo Oriente Inizio II Millennio ASIA centro della

Dettagli

Densità della popolazione

Densità della popolazione http://digilander.libero.it/ilmiobrasile/mappe.htm MAPPE VARIE http://www.framor.info/viaggi/america/brasile.php BREVE DESCRIZIONE http://www.icponte.it/ipertesti/america_meridionale/index.htm IPERTESTO

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

Consulenza strategica all impresa

Consulenza strategica all impresa Libia : la nuova frontiera industriale La Libia si estende per un area di circa 1.775.000 kmq quadrati. Ha delle ricche riserve petrolifere e depositi di acqua e gas naturali. Ha una popolazione di poco

Dettagli

GEOGRAFIA della PALESTINA

GEOGRAFIA della PALESTINA UITÀ 3 Capitolo 2 GEOGRAFIA della PALESTIA I. I confini Il paese dove il popolo d Israele visse gran parte della sua storia è una fascia di territorio compresa fra (cartina a pag. 86): - il mar Mediterraneo

Dettagli

UCRAINA: ASPETTO FISICO Territorio:pianeggiante o con bassi rilevi Pianura:zona orientale e meridionale = bacino idrografico del Dneper Bassopiano

UCRAINA: ASPETTO FISICO Territorio:pianeggiante o con bassi rilevi Pianura:zona orientale e meridionale = bacino idrografico del Dneper Bassopiano UCRAINA: ASPETTO FISICO Territorio:pianeggiante o con bassi rilevi Pianura:zona orientale e meridionale = bacino idrografico del Dneper Bassopiano del Dneper Alture del Dneper (basse colline) Ripiano Podolico:

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

L Europa mediterranea

L Europa mediterranea L Europa mediterranea Nel bacino del mar Mediterraneo sono nate le grandi civiltà dell uomo: gli egiziano, i fenici, i greci e i romani. Si sono diffuse le grandi religioni monoteiste. Questa zona di frontiera

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

QUADRO MACROECONOMICO

QUADRO MACROECONOMICO IMPORTARE IN QATAR Forma istituzionale: Monarchia costituzionale Capo dello Stato: Emiro S.A. Sceicco Tamim bin Hamad Al Thani (dal 2013) Capitale : Doha Superficie : 11.521 km2 Popolazione : 300.000 popolazione

Dettagli

Come strutturare una Unità di Apprendimento di geografia regionale

Come strutturare una Unità di Apprendimento di geografia regionale Cristiano Giorda Università di Torino Facoltà di Scienze della Formazione Dipartimento Interateneo Territorio AIIG- Sezione Piemonte cristiano.giorda@unito.it Come strutturare una Unità di Apprendimento

Dettagli

Relazione di fine tirocinio

Relazione di fine tirocinio Laurea magistrale in Ingegneria Civile per la protezione dai rischi naturali Tirocinio per la tesi svolto presso l agenzia Conservatoria delle Coste, Regione Sardegna Relazione di fine tirocinio Studente:

Dettagli

2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione

2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione 2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione La creatività è uno dei principali driver della competitività del nostro sistema produttivo. Le imprese che investono in creatività e nelle capacità individuali

Dettagli

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO CELEBRAZIONI UFFICIALI ITALIANE PER LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE 2009 Conseguire la sicurezza alimentare in tempi di crisi PARTE III L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO L Italia con l ONU contro

Dettagli

Prospettive in breve

Prospettive in breve OECD-FAO Agricultural Outlook 2009 Summary in Italian Prospettive OCSE-FAO sull agricoltura 2009 Sintesi in italiano Prospettive in breve Il contesto macroeconomico che fa da sfondo alle presenti prospettive

Dettagli

Torino I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 872.367 2.247.780. Superficie (km 2 ) 130,2 6.830,3 Densità (ab. per km 2 ) 6.

Torino I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 872.367 2.247.780. Superficie (km 2 ) 130,2 6.830,3 Densità (ab. per km 2 ) 6. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 872.367 2.247.78 Superficie (km 2 ) 13,2 6.83,3 Densità (ab. per km 2 ) 6.71,8 329,1 a cura del Servizio Statistica e Toponomastica Città

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it SCHEDA PAESE BRASILE IL BRASILE IN BREVE Storia e geografia Ordinamento interno Economia Produzioni STORIA e GEOGRAFIA Storia Il Brasile è stato scoperto

Dettagli

LO STATO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli)

LO STATO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) LO STATO (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) DALLA SOCIETA' ALLO STATO La nascita di uno Stato è il risultato di un lungo processo storico; nel corso dei secoli la società si

Dettagli

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco Scheda Paese Marocco A cura di Nadia Harbouli Ufficio Marocco DESK ITALIA - MAROCCO MAROCCO MAROCCO Mercato prioritario per stabilità economica e politica Posizione geografica strategica Indicatori macro-economici

Dettagli

Lo Sviluppo delle PMI nel Bacino del Mediterraneo. Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Lo Sviluppo delle PMI nel Bacino del Mediterraneo. Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Lo Sviluppo delle PMI nel Bacino del Mediterraneo Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Antonio Ventresca a.ventresca@ice.it ICE - Agenzia per la promozione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

IL PROCESSO DI BARCELLONA E LA STRATEGIA DI LISBONA: UN BILANCIO A META DEL PERCORSO 1

IL PROCESSO DI BARCELLONA E LA STRATEGIA DI LISBONA: UN BILANCIO A META DEL PERCORSO 1 IL PROCESSO DI BARCELLONA E LA STRATEGIA DI LISBONA: UN BILANCIO A META DEL PERCORSO 1 1. Un bilancio del processo d integrazione alla luce dei dati La strategia di Lisbona e il processo di Barcellona

Dettagli

L ITALIA VISTA DALL EUROPA

L ITALIA VISTA DALL EUROPA L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell 2004 Sintesi L obiettivo strategico dell Unione europea per il decennio in corso, stabilito dai Capi di Stato e di Governo degli

Dettagli

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni ITALIA: suddivisione amministrativa 20 regioni di cui 5 a statuto speciale oltre 100 province oltre 8000 comuni informazioni turistiche musei, geografia, hotel ristoranti su tutte le province italiane

Dettagli

Riforme orientate allo sviluppo economico e opportunità di investimento in Tirana

Riforme orientate allo sviluppo economico e opportunità di investimento in Tirana Riforme orientate allo sviluppo economico e opportunità di investimento in Tirana Tirana, 03 Aprile 2012 1 Tirana dati generali, la posizione geografica e strategica Perfetta posizione geografica 17 km

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

7. Le infrastrutture

7. Le infrastrutture 77 le infrastrutture 7. Le infrastrutture 7.1 LA SPESA PUBBLICA NEL MEZZOGIORNO Alcune recenti analisi e valutazioni strutturali (1) hanno evidenziato che a partire dal 2000 gli investimenti fissi lordi

Dettagli

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE SCHEDA PAESE: BULGARIA Settembre 2009 INDICE Il bilancio energetico ed il ruolo delle

Dettagli

Rapporto sulle economie del Mediterraneo EDIZIONE 2006

Rapporto sulle economie del Mediterraneo EDIZIONE 2006 Rapporto sulle economie del Mediterraneo EDIZIONE 2006 a cura di Paolo Malanima 1 Rapporto sulle economie del Mediterraneo Edizione 2006 a cura di Paolo Malanima 2 Indice Introduzione, di Paolo Malanima

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

MEDEC CENTRO DEMOSCOPICO METROPOLITANO

MEDEC CENTRO DEMOSCOPICO METROPOLITANO MEDEC CENTRO DEMOSCOPICO METROPOLITANO Bologna City Marketing 1 Aumento della popolazione Invecchiamento della popolazione attiva Abbassamento dell indice di vecchiaia e incremento dell i.s.p.a. Dal si

Dettagli

Gruppo SACE - Country Risk Map

Gruppo SACE - Country Risk Map ALGERIA Capitale Algeri Popolazione (milioni) 38,06 41/100 70/100 50/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 284,68 Mancato pagamento controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali Mancato pagamento

Dettagli

FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea. Informazioni generali. Superficie: kmq 783.562. Popolazione: 74.8 milioni di abitanti

FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea. Informazioni generali. Superficie: kmq 783.562. Popolazione: 74.8 milioni di abitanti FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea Informazioni generali Superficie: kmq 783.562 Popolazione: 74.8 milioni di abitanti Maggiori città: Istanbul (10.4 milioni), Ankara -capitale (3.846 milioni),

Dettagli

Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea

Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea Il Ministero dell Agricoltura e dello Sviluppo Rurale (MADR) ha trasmesso il 21 marzo alla Commissione

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 999 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI POLIDORI, VIGNALI Disposizioni per la razionalizzazione della gestione delle acque e istituzione

Dettagli

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007 L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell 4a edizione - Marzo 2007 SINTESI Confindustria pubblica per la quarta volta L vista dall Europa, documento annuale che fa il punto

Dettagli

Lingua ufficiale. Shaykh Khalifa bin Zayed Al Nahayan Ingresso nell'onu 9 dicembre 1971. Popolazione totale 9.346.000. PIL pro capite 43 774 $

Lingua ufficiale. Shaykh Khalifa bin Zayed Al Nahayan Ingresso nell'onu 9 dicembre 1971. Popolazione totale 9.346.000. PIL pro capite 43 774 $ EMIRATI ARABI UNITI Lingua ufficiale Capitale Presidente Arabo Abu Dhabi Shaykh Khalifa bin Zayed Al Nahayan Ingresso nell'onu 9 dicembre 1971 Superficie totale 82.880 km² Popolazione totale 9.346.000

Dettagli

1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI 2.1. DATI STATISTICI

1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI 2.1. DATI STATISTICI 1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI. DATI STATISTICI N.d.R.: I dati qui di seguito riportati sono stati ricavati dal sito www.istat.it e sono aggiornati al: - 13/11/2013 (dati sui matrimoni) - 23/06/2014

Dettagli

Appendice XVI DECISIONE III/7 SECONDO EMENDAMENTO ALLA CONVENZIONE DI ESPOO

Appendice XVI DECISIONE III/7 SECONDO EMENDAMENTO ALLA CONVENZIONE DI ESPOO Appendice XVI DECISIONE III/7 SECONDO EMENDAMENTO ALLA CONVENZIONE DI ESPOO La Riunione delle Parti, riferendosi alla sua decisione II/10 sul riesame della Convenzione e al paragrafo 19 della Dichiarazione

Dettagli

CONFINI E TERRITORIO

CONFINI E TERRITORIO MAROCCO CONFINI E TERRITORIO u Confina con l Algeria a est e a sud-est; con il Sahara Occidentale a sud-ovest; u Si affaccia a nord-est sul mar Mediterraneo; a nord-ovest e ad ovest sull oceano Atlantico.

Dettagli

Ufficio E-Commerce e Commercio Estero Camera di Commercio di Genova

Ufficio E-Commerce e Commercio Estero Camera di Commercio di Genova SUPERFICIE POPOLAZIONE LINGUA RELIGIONE CAPITALE FORMA ISTITUZIONALE 581 726 km² 2,065,398 dopo il censimento del 2011, tasso di crescita 1,35% Inglese, Setswana Tradizionali (55%), Cristiani (17%), Musulmani

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones Forum d Area America Latina Dove siamo? Superficie: 756.626 km² (cui si aggiungono 1.250.000

Dettagli

MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO

MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO CLASSE: Prima C Unità 1 GLI STRUMENTI DI BASE Forma e misura della terra Le carte geografiche L informatica applicata

Dettagli

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale Forum Bologna. Città che cambia. I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale 6. L EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Bologna aprile 2005 Indice 1. LE ABITAZIONI IN COMPLESSO...1 2. LE

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

I Paesi del bacino del Mediterraneo

I Paesi del bacino del Mediterraneo I Paesi del bacino del Mediterraneo Presenta: Rodolfo Cortellini Istituto nazionale per il Commercio Estero 1 I Paesi del bacino del Mediterraneo Algeria Egitto Israele Giordania Libano Libia Marocco Siria

Dettagli

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia.

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia. Meno matrimoni In Italia ha sempre ricoperto un ruolo decisivo nel sistema di protezione sociale la rete di welfare familiare. Anche nell ambito della famiglia registriamo dinamiche demografiche, sociali

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

La prima mappa mondiale delle falde di acqua potabile

La prima mappa mondiale delle falde di acqua potabile ACQUA POTABILE La prima mappa mondiale delle falde di acqua potabile L acqua potabile è una risorsa molto preziosa e lo sarà sempre di più. Finora non esisteva nessun quadro complessivo circa le riserve

Dettagli

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE Beirut, dicembre 2013 Il mercato libanese dell IT sta ancora procedendo a piccoli passi verso la piena realizzazione di una tecnologia

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI Mercoledì 18 marzo 2015, ore 17.00 Camera di Commercio, Sala Arancio, Via Tonale 28/30 - Lecco Materiale a cura di: Direzione Studi e Ricerche,

Dettagli

L'Asia Il continente più vasto del mondo

L'Asia Il continente più vasto del mondo L'Asia Il continente più vasto del mondo Morfologia L Asia è il continente più vasto del mondo. Si estende dal Polo Nord all Equatore e dal Mediterraneo all oceano Pacifico. È separata dall Europa dai

Dettagli

I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007

I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007 I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007 Natalità in ripresa Mortalità stazionaria Immigrazione in aumento Giovani (0-14) in aumento Giovani (25-35) in diminuzione I giovani

Dettagli

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES 1 Asia Crescita: 2011: 7,8 % 2012: 7,7 % Entro 2050: Pil: $148.000 Miliardi (45% dell output globale) Reddito pro-capite: $38.000 (superiore

Dettagli

L Africa tra sviluppo e sottosviluppo Il ruolo dell acqua. ISPI, 25 Marzo 2009 Giorgio Cancelliere

L Africa tra sviluppo e sottosviluppo Il ruolo dell acqua. ISPI, 25 Marzo 2009 Giorgio Cancelliere L Africa tra sviluppo e sottosviluppo Il ruolo dell acqua ISPI, 25 Marzo 2009 Giorgio Cancelliere L accesso all acqua potabile in Africa Dei 1,2 miliardi di persone che nel mondo non hanno ancora accesso

Dettagli

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro LA GRECIA -Forma di governo: Repubblica -Capitale: Atene -Lingua: greco -Religione: ortodossa -Moneta: euro La Grecia si trova nel sud dei monti Balcani. La Grecia confina a nord con l Albania, la Macedonia

Dettagli

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico L analisi che il CRESME ha condotto, sulla base dell incarico ricevuto da ANCE COMO, con il contributo dalla CAMERA DI COMMERCIO DI COMO e sostenuto da Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri di

Dettagli

Africa subsahariana: verso un futuro di sviluppo?

Africa subsahariana: verso un futuro di sviluppo? Africa subsahariana: verso un futuro di sviluppo? intende realizzare una serie di analisi per il provvedono alla strutturazione all andamento e alle prospettive Nel decennio tra il 1995 e il 2004, la produzione

Dettagli

Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010)

Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010) 20 ottobre 2010 Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010) L Annuario statistico dell Umbria, giunto alla quattordicesima edizione, è il frutto della proficua collaborazione tra l Ufficio regionale

Dettagli

Roma I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 2.617.175 3.997.465. Superficie (km 2 ) 1.307,7 5.381,0 Densità (ab. per km 2 ) 2.

Roma I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 2.617.175 3.997.465. Superficie (km 2 ) 1.307,7 5.381,0 Densità (ab. per km 2 ) 2. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 2.617.175 3.997.465 Superficie (km 2 ) 1.37,7 5.381, Densità (ab. per km 2 ) 2.1,3 742,9 a cura dell Ufficio di Statistica e Censimento Marketing

Dettagli

COMUNICATO STAMPA del 19 settembre 2008

COMUNICATO STAMPA del 19 settembre 2008 La situazione dell'import/export della provincia di Ancona del 1 semestre 2008 fotografata dalla Camera di Commercio di Ancona IN FLESSIONE LE ESPORTAZIONI PROVINCIALI (-13,9%) IN DIFFICOLTA LA MECCANICA,

Dettagli

CONFINDUSTRIA BULGARIA

CONFINDUSTRIA BULGARIA CONFINDUSTRIA BULGARIA RISULTATI DEL RAPPORTO: GLI INVESTIMENTI ITALIANI IN BULGARIA GENNAIO 2013 CONFINDUSTRIA BULGARIA World Trade Center Interpred, Boulevard Dragan Tzankov 36, 1040 Sofia Tel. +359

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Un Paese su cui scommettere

Un Paese su cui scommettere Un Paese su cui scommettere La Polonia è un Paese in cui investire è una garanzia; da anni ormai attrae l interesse di un numero crescente di imprese (Europee e non), che operano nei settori più svariati,

Dettagli

Milano I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 1.242.123 3.038.420. Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1.

Milano I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 1.242.123 3.038.420. Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 1.242.123 3.38.42 Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1.924,4 a cura del Settore Statistica del Comune di Milano

Dettagli

Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico

Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico Strumenti della Geografia L orientamento Longitudine e Latitudine La cartografia Le proiezioni cartografiche Le rappresentazioni di dati (Areogrammi,

Dettagli

VERSIONE NON UFFICIALE

VERSIONE NON UFFICIALE VERSIONE NON UFFICIALE DICHIARAZIONE CONGIUNTA DEI MINISTRI DELL ENERGIA, DEL COMMISSARIO EUROPEO E DEI MINISTRI DELL ENERGIA DI ALGERIA, AUSTRALIA, BRASILE, CINA, EGITTO, INDIA, INDONESIA, COREA, LIBIA,

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

invenzionii i La 2^ Rivoluzione industriale scoperte

invenzionii i La 2^ Rivoluzione industriale scoperte telefono Telegrafo senza fili automobile invenzionii i 1800 Sviluppo Industriale elettricità aereo cinema La 2^ Rivoluzione industriale Italia e altri paesi medicina ferro scoperte progressi petrolio coloranti

Dettagli

Desertificazione: situazione attuale nelle maggiori aree del globo

Desertificazione: situazione attuale nelle maggiori aree del globo Desertificazione: situazione attuale nelle maggiori aree del globo Situazione mondiale Cause antropiche di degrado del suolo Estensione (milioni di ha) % sul totale Deforestazione Allevamento intensivo

Dettagli

PAESE: YEMEN. I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento. A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali

PAESE: YEMEN. I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento. A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali PAESE: YEMEN I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali Dati Generali: Superficie: 527,970 kmq Lingua ufficiale: arabo Religione:

Dettagli

Canada Energia 2014. ICE Canada Energia 1

Canada Energia 2014. ICE Canada Energia 1 Canada Energia 2014 Nell ultima relazione della Commissione Nazionale Energetica Canadese (NEB) sono stati evidenziati i trend più importanti relativi alla produzione, al consumo, e agli interscambi di

Dettagli

La Regione francese. Il territorio. La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco.

La Regione francese. Il territorio. La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco. La Regione francese BELGIO LUSSEMBURGO FRANCIA La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco. MONACO Il territorio Mare del Nord TERRITORIO

Dettagli

Report sul gas naturale

Report sul gas naturale Report sul gas naturale A) Focus Energia B) Produzione Gas Naturale C) Consumo Gas Naturale D) Riserve Gas Naturale E) Il Commercio Mondiale di Gas Naturale F) I prezzi G) Il Nord America H) L Europa I)

Dettagli

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital AUDIZIONE SUL DECRETO LEGGE 18 OTTOBRE 2012, N. 179 Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese 10ª Commissione Industria, commercio, turismo Senato della Repubblica Roma, 30 ottobre 2012 AUDIZIONE

Dettagli

Rapporto sulla Cooperazione allo Sviluppo dell OCSE 2014

Rapporto sulla Cooperazione allo Sviluppo dell OCSE 2014 Rapporto sulla Cooperazione allo Sviluppo dell OCSE 214 PROFILO DELL APS DELL ITALIA ESTRATTO DAL RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO DELL OCSE 214 Il presente studio è stato pubblicato sotto la

Dettagli