BANDO DEV REPORTER NETWORK

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO DEV REPORTER NETWORK"

Transcript

1 BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano congiuntamente il progetto europeo intitolato «DevReporter Network» (www.devreporternetwork.eu, ufficialmente «Comunicare in Rete per lo Sviluppo»). Il progetto mira a creare una rete interregionale tra giornalisti e attori della cooperazione e della solidarietà internazionale delle tre regioni europee coinvolte (Catalogna, Piemonte e Rhône-Alpes). Nel quadro di tale progetto, i partner hanno previsto il lancio di un Bando per favorire la produzione di informazioni sulle tematiche legate alla cooperazione e alla solidarietà internazionale e per rafforzare le collaborazioni tra attori del settore e i mezzi di informazione. L intero svolgimento del Bando si inserirà nel quadro delle iniziative europee previste per celebrare l Anno Europeo per lo Sviluppo (www.europa.eu/eyd2015) Il Bando si svilupperà in due fasi : 1- L erogazione di contributi per la realizzazione di un numero limitato di reportage 1 attorno ai temi legati alla cooperazione e alla solidarietà internazionale. Per questo scopo, tre fondi regionali sono messi a disposizione per finanziare proposte con contributi del valore massimo di euro ciascuno. 2- L assegnazione di un Premio «Dev Reporter Network» ideato per dare un riconoscimento simbolico ai migliori reportage. Il Premio sarà aperto non soltanto ai prodotti realizzati grazie ai contributi erogati tramite il presente Bando (di cui al punto 1), ma anche ad altri reportage centrati sulle tematiche legate alla cooperazione e alla solidarietà internazionale. Le modalità per la partecipazione a questa seconda fase saranno rese note nel corso del 2015, e in ogni caso i prodotti selezionati riceveranno un riconoscimento nel quadro del Forum Internazionale Finale del progetto Dev Reporter Network che sarà organizzato dai partner a Barcellona all inizio dell anno Prodotto giornalistico che privilegia la testimonianza diretta e che può essere realizzato in diverse forme : video, audio, scritti, web, ecc.

2 REGOLAMENTO per l attribuzione dei contributi 1. Finalità delle sovvenzioni Questo bando mira a sostenere la realizzazione di reportage su tematiche legate alla cooperazione allo sviluppo e alla solidarietà internazionale. La realizzazione di ogni reportage dovrà essere basata sulla cooperazione tra un organizzazione a scopo non lucrativo, attiva nel campo della cooperazione e della solidarietà internazionale, e uno o più giornalisti 2. In nessun caso i lavori giornalistici realizzati potranno avere come scopo la promozione e/o gli interessi delle organizzazioni associate alla realizzazione dei reportage. 2. Criteri di eleggibilità 2.1. Criteri di eleggibilità delle organizzazioni destinatarie dei contributi Le organizzazioni che si candideranno per la realizzazione dei reportage dovranno essere, da Statuto, a scopo non lucrativo. Le organizzazioni candidate per l ottenimento dei contributi disponibili in Piemonte dovranno avere la loro Sede Legale e operativa in Piemonte. Le organizzazioni dovranno altresì dichiarare e dimostrare una reale presenza sul territorio piemontese in termini di attività svolte regolarmente negli ultimi 5 anni: nel campo della cooperazione e della solidarietà internazionale (a partire, appunto, dalla Sede Legale e operativa basata in Piemonte) E nel campo della sensibilizzazione del territorio piemontese E dell educazione allo sviluppo / educazione alla cittadinanza mondiale in ambito formale e/o non formale. Le organizzazioni promotrici dovranno avere nei loro scopi statutari e in modo prevalente (non solo rilevante) lo svolgimento di attività di cooperazione e di solidarietà internazionale, nonché di sensibilizzazione e di educazione allo sviluppo / educazione alla cittadinanza mondiale. Una stessa organizzazione potrà candidarsi presentando al massimo 3 domande di contributo per reportage differenti (in termini di contenuto, di metodologia, di area geografica e/o di 2 Si intende più precisamente giornalisti professionisti, praticanti e pubblicisti

3 supporto informativo). Una stessa organizzazione, in ogni caso, non potrà ottenere che un solo contributo (per il progetto di reportage che avrà ottenuto il punteggio più alto in graduatoria). Le organizzazioni beneficiarie del contributo e il/i giornalista/i 2 dovranno realizzare il reportage in stretta collaborazione rispettando i contenuti del progetto approvato (pena la revoca della contributo). Un «Protocollo di Accordo e di collaborazione» dovrà essere firmato tra l organizzazione beneficiaria e il/i giornalista/i partner del progetto. Le organizzazioni beneficiarie del contributo dovranno garantire la totale autonomia e indipendenza del lavoro del/dei giornalista/i con cui collaboreranno, rispetto alle normali attività dell organizzazione. Le organizzazioni beneficiarie del contributo e responsabili per la realizzazione dei reportage avranno l obbligo di garantirne la massima diffusione e dovranno per questo motivo presentare in fase di candidatura un piano di diffusione che dettagli al meglio gli accordi di diffusione previsti o ottenuti con eventuali mezzi di informazione Criteri di eleggibilità dei reportage Per essere ammissibili, i progetti di reportage dovranno riguardare le tematiche legate alla cooperazione allo sviluppo e alla solidarietà internazionale, compresi eventualmente alcuni aspetti relativi alle attività di educazione allo sviluppo / educazione alla cittadinanza mondiale I reportage dovranno dimostrare di avere uno o più fra i seguenti approcci : dare risalto alle azioni dei partner in Africa, America Latina, Asia e Europa dell Est e alle azioni delle popolazioni dei territori coinvolti dalle azioni di cooperazione e di solidarietà internazionale delle organizzazioni promotrici. Contribuire alla comprensione delle culture, dei territori, delle dinamiche di sviluppo dei Paesi di intervento in Africa, America Latina, Asia e Europa dell Est. Contribuire alla spiegazione delle ineguaglianze Nord/Sud, delle loro cause e delle iniziative in atto finalizzate al loro superamento. Contribuire alla comprensione degli impatti sociali, ecologici, culturali, ecc. che i modelli di sviluppo attuali hanno presso le popolazioni del Sud e del Nord del mondo, e evidenziare le iniziative finalizzate ad attenuarli /modificarli.

4 Contribuire alla comprensione dell apporto che le azioni di cooperazione e solidarietà internazionale possono portare ai territori europei (in particolare italiani, francesi e spagnoli) Le proposte di reportage devono essere basate su approcci giornalistici professionali e di alta qualità : Presentazione delle cause e dei contesti rispetto alle tematiche affrontate Qualità e molteplicità di fonti di informazione, tenendo conto della loro trasparenza e di incrocio tra fonti di informazione diverse Accesso a informazioni e testimonianze dirette (fonti originali d informazione). Le informazioni e le testimonianze che verranno dai paesi del Sud saranno apprezzate, così come quelle provenienti da fonti del Piemonte, del Rhône-Alpes e della Catalogna (unicamente nel caso dove porteranno un valore aggiunto ai contenuti dei reportage) I reportage possono essere realizzati in vari formati: video, audio, scritti, web, multimedia, ecc. La Commissione valutatrice esaminerà le proposte e valuterà a suo insindacabile giudizio il rapporto costi/benefici delle stesse, in relazione alla diffusione e al pubblico raggiunto, e dedicando particolare attenzione alla molteplicità dei formati e alla auspicabile diversità dei progetti selezionati. Rispetto alla lunghezza dei reportage, non viene fissato alcun criterio di selezione Il limite massimo per l elaborazione e la consegna dei reportage è di 5 mesi a partire dalla comunicazione di attribuzione del contributo (che avverrà presumibilmente a fine aprile). La FCONGD, il COP et RESACOOP si riservano il diritto di non autorizzare la diffusione oltre che di non rimborsare una parte o la totalità della contributo se il limite stabilito verrà superato o se le pezze giustificative consegnate per ottenere il rimborso non saranno conformi ai criteri di eleggibilità fissati dall UE. Tutte le opere dovranno essere prodotte in triplice copia, debitamente firmate e contenenti la dicitura Iniziativa realizzata con il contributo finanziario dell Unione Europea. Progetto Dev Reporter Network n.dci-nsapvd/2012/ e dovranno essere consegnate su DVD Il limite massimo per relazionare sull avvenuta diffusione prevista per ogni reportage sarà di 2 mesi a partire dall approvazione del reportage stesso consegnato (presumibilmente entro fine settembre 2015) dall organizzazione beneficiaria alle organizzazioni promotrici del premio. Tutti i reportage (gli articoli, i servizi, le inchieste, ecc.) dovranno dunque risultare pubblicati, radiotrasmessi o teletrasmessi, messi on-line nel periodo compreso tra maggio 2015 e fine novembre NB Sarà cura delle organizzazioni promotrici del progetto Dev Reporter Network verificare che tra le versioni consegnate (vedi punto 2.2.4) a testimonianza dell effettiva realizzazione dei reportage, e le versioni effettivamente diffuse tramite i media (punto 2.2.5) non vi

5 siano sostanziali differenze, e soprattutto che resti l indicazione fondamentale che il lavoro è parte delle attività di un progetto europeo sostenuto dall UE: Iniziativa realizzata con il contributo finanziario dell Unione Europea. Progetto Dev Reporter Network n. DCI- NSAPVD/2012/ Il limite massimo per richiedere il rimborso delle spese sostenute per la realizzazione dei reportage è dunque di 7 mesi a partire dalla comunicazione di attribuzione (5 mesi per l elaborazione dei reportage + 2 mesi per la diffusione). Il rimborso delle spese sostenute sarà effettuato entro i 45 giorni dalla domanda di rimborso consegnata in originale e firmata dal rappresentante legale dell Organizzazione beneficiaria, accompagnata da un rapporto narrativo e finanziario relativo ai reportage realizzati e alla loro avvenuta diffusione. Il rimborso non potrà in ogni caso essere superiore alla cifra richiesta inizialmente nella domanda di contributo Il finanziamento per ogni organizzazione beneficiaria di contributo è fissato a un massimo di 5.000,00 Euro. Il contributo potrà coprire fino al 100% dei costi del reportage oppure una parte di questi (nel caso le iniziative proposte dispongano di cofinanziamento da parte dell organizzazione promotrice e/o di altri attori pubblici e privati) I tipi di costi che possono essere inclusi nelle domande di contributo sono i seguenti : risorse umane, spostamenti, prestazioni di servizi, materiali ed equipaggiamento, comunicazione/diffusione I reportage elaborati saranno diffusi tramite accordi di pubblicazione con i media, e/o con licenza di tipo «Creative Commons». Le organizzazioni beneficiarie, così come il/i giornalista/i con cui avranno collaborato per la realizzazione dei reportage, sollevano i promotori del Bando e la Commissione Valutatrice da qualsiasi responsabilità derivante dalle opere giornalistiche presentate, dalla loro originalità, dalla violazione dei diritti d autore e delle riproduzioni. Le opere consegnate potranno essere pubblicate anche su altri mezzi di informazione, nell ambito del Bando e del Progetto europeo Dev Reporter Network. Ai sensi del d.l. 196 del 30 giugno 2003 e successive modifiche, i dati degli autori potranno essere utilizzati ai soli fini del Bando e potranno essere resi noti nell ambito dell attività di promozione del Bando e del Progetto europeo stesso.

6 3. Ammontare delle sovvenzioni Il presente bando prevede un budget totale di euro. Il budget è ripartito in tre fondi regionali di euro l uno : 1) Catalogna, 2) Piemonte e 3) Rhône-Alpes. Il finanziamento per reportage e per organizzazione beneficiaria di contributo è fissato a un massimo di 5.000,00 euro. Nel caso che un fondo regionale non esaurisse il montante disponibile, sia perché il numero di proposte presentate risulti essere limitato, sia perché non vi siano abbastanza proposte che rispondano al livello di qualità prefissato, il saldo inutilizzato sarà trasferito alle altre regioni al fine di aumentare il numero di reportage sovvenzionati. 4. Criteri e processo di selezione Solo i reportage che prendano in conto le tematiche, gli approcci e i criteri di qualità presentati al punto 2 del presente bando saranno ammissibili. In più, l analisi delle proposte si baserà sui criteri di selezione seguenti : La proposta è di alta qualità e si basa su un approccio giornalistico professionale : 40/100 punti L organizzazione che presenta la domanda di contributo e il/i giornalista/i coinvolti hanno uno o più partenariati di pubblicazione con i media (giornali, TV, radio, web, ecc.) : 20/100 punti L iniziativa contribuisce a rafforzare la collaborazione e il lavoro in rete tra attori di cooperazione e solidarietà internazionale e i giornalisti. Le proposte che implicheranno più organizzazioni, reti, giornalisti, media, ecc. saranno apprezzate: 10/100 punti Il reportage contribuisce all innovazione delle strategie e dei modelli di informazione miranti a relazioni più eque tra i paesi del mondo : 10/100 punti Il reportage attribuisce importanza al ruolo degli attori dei paesi partner dell Africa, dell Asia, dell America Latina o dell Europa dell Est : 10/100 punti L organizzazione che presenta la domanda di contributo apporta risorse proprie o ha trovato sponsor per cofinanziare il reportage : 5/100 punti Il reportage prevede attenzione per la questione della parità di genere: 5/100 punti I dossier di candidatura che non raggiungeranno almeno 60/100 punti saranno respinti. L esame dei dossier di candidatura sarà effettuato da 3 Commissioni Valutatrici regionali, una per ogni regione partecipante. Le commissioni saranno composte da rappresentanti delle organizzazioni promotrici del progetto (FCONGD, COP e RESACOOP) oltre che da persone individuali rappresentanti di organizzazioni con una rilevante esperienza nei settori della comunicazione dello sviluppo,

7 dell educazione allo sviluppo e del giornalismo (stampa, audiovisivi, ecc.). La collaborazione preesistente con la rete Dev Reporter sarà uno degli elementi presi in considerazione per la selezione delle persone che faranno parte delle Commissioni. Il personale tecnico delle organizzazioni promotrici del progetto esaminerà e annoterà in fase preliminare se e quanto i dossier di candidatura presentati rispetteranno i criteri di selezione stabiliti. Le Commissioni Valutatrici si riuniranno per rivedere l insieme dei dossier e le annotazioni al fine di stabilire la lista definitiva e la graduatoria delle diverse proposte presentate. Le sovvenzioni saranno distribuite sulla base di tale graduatoria e fino all esaurimento delle risorse disponibili. Le decisioni delle Commissioni Valutatrici saranno inappellabili e insindacabili, e le organizzazioni candidate, partecipando, accettano integralmente bando-regolamento e prassi. Le organizzazioni beneficiarie delle sovvenzioni firmeranno quindi un Contratto con le organizzazioni promotrici del progetto europeo Dev Reporter Network (nel caso del Piemonte con il COP) il quale contratto regolerà esecuzione dei reportage e la gestione amministrativa delle sovvenzioni da erogare. 5. Contenuto del dossier di candidatura 5.1. Il dossier di candidatura dovrà contenere le seguenti tre componenti: Formulario di domanda (max 5 pagine, vedere modello allegato) che descriva in particolare i seguenti punti : 1 - Titolo del reportage 2 - Riferimenti dell organizzazione proponente 3 - Descrizione dell organizzazione 4 - Descrizione del progetto di reportage, in particolare: Obiettivi Giornalisti coinvolti e loro ruolo Descrizione dell Equipe di lavoro proposta Descrizione delle attività previste per la realizzazione del reportage, incluso un cronogramma di lavoro Conformità ai criteri di selezione descritti dal presente Bando Piano di diffusione del reportage Budget preventivo con evidenza delle spese da sostenere (vedere modello allegato, Foglio 1) Tabella con evidenza dell ammontare del contributo richiesto (max Euro) e di eventuali altre entrate previste (autofinanziamento, altri finanziamenti ottenuti). Vedere modello allegato (Foglio 2)

8 5.2. Per proporre una candidatura è richiesta la sola consegna del Dossier di Candidatura sopra descritto. Non è necessario includere annessi o altra documentazione complementare. La Commissione Valutatrice si riserva il diritto, in caso di dubbi o di necessità di informazioni addizionali, di richiedere documenti integrativi I dossier di candidatura devono essere presentanti nella lingua prevista dal progetto europeo, cioè in Francese (solamente in casi opportunamente giustificati i dossier potranno essere presentati in lingua italiana ed eventualmente accettati su insindacabile decisione della Commissione Valutatrice) 6. Calendario La data limite per presentare i dossier di candidatura è fissata per venerdì 13 marzo 2015 entro le ore La Commissione Valutatrice si riunirà prima della fine del mese di marzo 2015 e i risultati delle selezioni saranno comunicati prima della fine del mese di aprile Le decisioni delle Commissioni Valutatrici saranno inappellabili e insindacabili, e le organizzazioni candidate, partecipando, accettano integralmente bando-regolamento e prassi. I reportage dovranno essere realizzati e trasmessi alle organizzazioni partner del progetto (rispettivamente a FCONGD, COP e a RESACOOP) entro il 30 settembre Indirizzi e contatti Le proposte (sotto forma di tre file PDF opportunamente datati, timbrati e firmati dal Legale Rappresentante dell organizzazione proponente) saranno da indirizzare via mail PEC (Posta Elettronica Certificata) entro le ore del 13 marzo 2015 all indirizzo: Consorzio delle Ong Piemontesi : Eventuali richieste di chiarimento sul presente Bando potranno essere trasmesse allo stesso indirizzo di posta elettronica.

Invito alle scuole a partecipare alle attività del Progetto europeo REDDSO per l anno scolastico 2013-2014

Invito alle scuole a partecipare alle attività del Progetto europeo REDDSO per l anno scolastico 2013-2014 Invito alle scuole a partecipare alle attività del Progetto europeo REDDSO per l anno scolastico 2013-2014 Nell aprile 2013 ha avuto inizio il progetto europeo REDDSO Régions pour l Education au Développement

Dettagli

Il bando Nutrire il pianeta 2014 prevede una selezione dei progetti in due fasi.

Il bando Nutrire il pianeta 2014 prevede una selezione dei progetti in due fasi. GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DEL BANDO 1) Come presentare un progetto sul bando Nutrire il pianeta 2014 Il bando Nutrire il pianeta 2014 prevede una selezione dei progetti in due fasi. Fase 1 Nella prima fase

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. per la realizzazione di progetti a favore della Coesione Sociale

AVVISO PUBBLICO. per la realizzazione di progetti a favore della Coesione Sociale PROVINCIA DI PAVIA SETTORE SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO AVVISO PUBBLICO per la realizzazione di progetti a favore della Coesione Sociale Art. 1 Finalità Il presente Avviso intende sostenere progetti in

Dettagli

Foto di Luca Eula. Bando. Anno 2012

Foto di Luca Eula. Bando. Anno 2012 Foto di Luca Eula Bando A SOSTEGNO DI progetti e ATTIVITÁ IN mirafiori sud Anno 2012 2 Fondazione della Comunità di Mirafiori Onlus Bando - Anno 2012 Budget complessivo 40.000 euro Premessa La Fondazione

Dettagli

Avviso PUBBLICO Promosso dall'associazione Università per la pace finalizzato alla presentazione di proposte progettuali per la

Avviso PUBBLICO Promosso dall'associazione Università per la pace finalizzato alla presentazione di proposte progettuali per la LEGGE REGIONALE n. 9 del 18/06/2002 e successive modificazioni: Attività regionali per la promozione dei diritti umani, della cultura della pace, della cooperazione allo sviluppo e della solidarietà Art.

Dettagli

Avviso PUBBLICO Promosso dall'associazione Università per la pace finalizzato alla presentazione di proposte progettuali per la

Avviso PUBBLICO Promosso dall'associazione Università per la pace finalizzato alla presentazione di proposte progettuali per la LEGGE REGIONALE n. 9 del 18/06/2002 e successive modificazioni: Attività regionali per la promozione dei diritti umani, della cultura della pace, della cooperazione allo sviluppo e della solidarietà Art.

Dettagli

Gestione diretta: I programmi comunitari

Gestione diretta: I programmi comunitari Gestione diretta: I programmi comunitari Modalità Strumenti Gestione diretta Programmi UE a finanziamento diretto IPA ENI 4 Strumenti geografici PI DCI Assistenza esterna EIDHR 3 Strumenti tematici IfS

Dettagli

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato BANDO Progetti di formazione per il volontariato Anno 2016 1. Chi può presentare I progetti possono essere presentati da tutte le associazioni di volontariato con sede legale nel territorio della regione

Dettagli

Con il patrocinio del

Con il patrocinio del Iniziativa realizzata con il contributo della Commissione europea Bando per il sostegno a percorsi didattici in tema di educazione allo sviluppo sostenibile ed alla solidarietà internazionale per l anno

Dettagli

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE 1 MOTIVAZIONI E FINALITÀ Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (d ora in poi denominato CSVSN) nell ambito delle proprie attività intende completare il proprio piano

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Finanziamenti dell Unione europea: funzionamento e fonti di informazione on-line Perché una strategia per l Europa 2020? La crisi degli ultimi anni ha determinato

Dettagli

PREMIO NAZIONALE "Crescere cittadini"

PREMIO NAZIONALE Crescere cittadini PREMIO NAZIONALE "Crescere cittadini" L'Associazione Claudio Rinaldi giornalista onlus promuove, in collaborazione con la Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione e la Partecipazione del Ministero

Dettagli

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo Art.1 Oggetto del bando Il Bando 2013 del CSV Napoli Programm Azioni Sociali è volto al sostegno della progettazione sociale delle Organizzazioni di Volontariato, di seguito OdV, della provincia di Napoli.

Dettagli

WWW.CSVROVIGO.IT. Scadenze 15 ottobre e 31 dicembre 2015 CSV ROVIGO - BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI CSV

WWW.CSVROVIGO.IT. Scadenze 15 ottobre e 31 dicembre 2015 CSV ROVIGO - BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI CSV BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI Scadenze 15 ottobre e 31 dicembre 2015 WWW.CSVROVIGO.IT Centro di Servizio per il Volontariato di Rovigo CSV 2 CSV ROVIGO - BANDO 2015 PICCOLI PROGETTI 1. INTRODUZIONE Il Centro

Dettagli

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 BANDO per le associazioni socie del Cesvot per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 volontariato ANNO 2015 Pagina 1 1. Chi può presentare Hanno diritto a presentare

Dettagli

BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI November 4, 2015 Autore: Centro per le Famiglie (Allegato alla DD n. 2969 del 14/12/2015) SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...2 A. FINALITA...2

Dettagli

Come viene valutato un progetto nell ambito del programma Europe-Aid

Come viene valutato un progetto nell ambito del programma Europe-Aid Come viene valutato un progetto nell ambito del programma Europe-Aid Principi generali e metodologia M. Flavia Di Noto - 9 dicembre 2010 Venezia Fasi di una proposta di progetto presentata a Europe-Aid

Dettagli

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Settore Affari Internazionali e Comunitari Direzione Sanità Settore Programmazione Sanitaria BANDO Per il personale sanitario dipendente delle strutture

Dettagli

Ripartizione Politiche Educative Giovanili

Ripartizione Politiche Educative Giovanili AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA II^ EDIZIONE DEL CONCORSO SOFT ECONOMY START - UP DI MICROIMPRESA INNOVATIVA GIOVANILE NELL AMBITO DEL PIANO LOCALE GIOVANI DIFFERENZE GENERAZIONALI Art. 1 - Descrizione dell

Dettagli

POLIS. Laboratori di Innovazione. Avviso riguardante progetti di innovazione sociale proposti e realizzati da giovani con apposito finanziamento

POLIS. Laboratori di Innovazione. Avviso riguardante progetti di innovazione sociale proposti e realizzati da giovani con apposito finanziamento POLIS Piattaforma Operativa Laboratori di Innovazione Sociale Avviso riguardante progetti di innovazione sociale proposti e realizzati da giovani con apposito finanziamento Sommario: 1. Premessa 2. Obiettivi

Dettagli

BANDO AGENZIE DI CITTADINANZA 2015

BANDO AGENZIE DI CITTADINANZA 2015 BANDO AGENZIE DI CITTADINANZA 2015 Premessa Il Protocollo d Intesa tra Comune di Napoli e CSV Napoli approvato con Deliberazione di G.M. n.1278 del 01/03/12 ha dato vita alla prima sperimentazione delle

Dettagli

BANDO PER PROGETTI DI INNOVAZIONE, SOSTEGNO SERVIZI E FORMAZIONE

BANDO PER PROGETTI DI INNOVAZIONE, SOSTEGNO SERVIZI E FORMAZIONE BANDO PER PROGETTI DI INNOVAZIONE, SOSTEGNO SERVIZI E FORMAZIONE 1. MOTIVAZIONI E FINALITÀ A) Innovazione sociale Il bando privilegia attività innovative e di sperimentazione nel territorio. Si chiede

Dettagli

BANDO PROMOZIONE. Delegazione di Potenza: via Sicilia - 85100 Potenza tel/fax 0971 273152

BANDO PROMOZIONE. Delegazione di Potenza: via Sicilia - 85100 Potenza tel/fax 0971 273152 BANDO PROMOZIONE Programma operativo 2014 www.csvbasilicata.it p. 1 di 18 INDICE Art. 1 Finalità del Bando... 3 Art. 2 Oggetto delle proposte progettuali... 3 Art. 3 Destinatari e termini di presentazione

Dettagli

BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO

BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO 1 PREMESSA Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (di seguito indicato con CSVSN) prosegue le iniziative a sostegno delle Organizzazioni di Volontariato

Dettagli

SOMMARIO. Bando per il sostegno della progettazione e dell adozione di politiche in materia di energia. Anno 2004. pag. 1

SOMMARIO. Bando per il sostegno della progettazione e dell adozione di politiche in materia di energia. Anno 2004. pag. 1 SOSTEGNO ALLA PROGETTAZIONE E ALL ADOZIONE DI POLITICHE SUL RISPARMIO ENERGETICO E LE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA PER GLI ENTI PUBBLICI DELLA PROVINCIA DI TORINO SOMMARIO ART. 1 - FINALITÀ... 2 ART. 2

Dettagli

METTI IN CIRCOLO L ENERGIA

METTI IN CIRCOLO L ENERGIA BANDO 2015 METTI IN CIRCOLO L ENERGIA Diamo energia ai migliori progetti non profit per il sociale La Fondazione di Comunità ONLUS è un ente no profit che nasce per una scelta dei 28 Comuni e dell Azienda

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSOR PER IL PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PALINSESTO EXPO IN CITTA Premesso che

AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSOR PER IL PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PALINSESTO EXPO IN CITTA Premesso che AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSOR PER IL PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PALINSESTO EXPO IN CITTA Premesso che Te.M.A., Territori, Mercati e Ambiente scpa (di seguito Tema), con Sede legale in via Meravigli,

Dettagli

Progetto THE GREEN PATH - Il Cammino di Santiago

Progetto THE GREEN PATH - Il Cammino di Santiago PROGRAMMA GIOVENTU IN AZIONE Sotto-Azione 1.1 Scambio di giovani AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE nell ambito del Progetto THE GREEN PATH - Il Cammino di Santiago PARTENARIATO DI PROGETTO PROMOTORE PREMESSA

Dettagli

Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana

Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana Volontariato internazionale e sensibilizzazione della società civile nella Svizzera italiana Chi è Inter-Agire? Inter-Agire è un associazione di volontariato internazionale composta da candidati per una

Dettagli

Bando Patrocini 2015

Bando Patrocini 2015 Scadenza: 16/07 Premessa La missione della Fondazione della Comunità del Novarese onlus si articola in tre punti: 1. diffondere la cultura del dono, offrendo servizi che consentano di riconoscere e soddisfare

Dettagli

FINALITÀ E STRATEGIE 1

FINALITÀ E STRATEGIE 1 Associazione europea per la solidarietà e la cooperazione internazionale con il Sud del mondo FINALITÀ E STRATEGIE 1 PREMESSA L'approccio di Fratelli dell'uomo e delle organizzazioni sociali con cui l'associazione

Dettagli

BANDO DI ASSEGNAZIONE DEL

BANDO DI ASSEGNAZIONE DEL BANDO DI ASSEGNAZIONE DEL FONDO DI SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE DELL AATO VERONESE. Progetti svolti nell ambito della cooperazione internazionale per la risoluzione di problematiche legate all accesso all

Dettagli

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali Bando Volontariato 2015 Reti Nazionali SEZIONE 1. CARATTERISTICHE GENERALI DELL INIZIATIVA 1.1 Obiettivi Nell ambito delle numerose iniziative di sostegno al volontariato della Fondazione, il presente

Dettagli

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Art. 1 FINALITÀ E OGGETTO La Provincia di Milano intende

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014 Allegato alla determinazione dirigenziale n. del Settore Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295487 Fax 0341.295463 e-mail segreteria.cultura@provincia.lecco.it

Dettagli

MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006

MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006 MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006 Co-finanziamento per progetti imprenditoriali di co-sviluppo 1 presentati da immigrati senegalesi e ghanesi regolarmente residenti in Italia Codice di riferimento: MIDA- 02-

Dettagli

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali All. D REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali LEGGE REGIONALE 22 MAGGIO 2009 n. 26 PIANO REGIONALE PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE PERIODO 2007/2010

Dettagli

LIFE+ Caratteristiche. LIFE+ Il nuovo strumento finanziario dell Unione Europea per l ambiente. Obiettivi generali di LIFE+

LIFE+ Caratteristiche. LIFE+ Il nuovo strumento finanziario dell Unione Europea per l ambiente. Obiettivi generali di LIFE+ LIFE+ Il nuovo strumento finanziario dell Unione Europea per l ambiente Sportello LIFE+ I testi di questa presentazione sono integrati dai commenti a voce dei relatori aggiornati alla data indicata. Letti

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU11 13/03/2014

REGIONE PIEMONTE BU11 13/03/2014 REGIONE PIEMONTE BU11 13/03/2014 Codice SB0103 D.D. 26 novembre 2013, n. 76 Progetto europeo REDDSO. Affidamento del servizio di organizzazione di un seminario sulla valutazione di percorsi didattici in

Dettagli

Finanziamenti per i gemellaggi Lecce, 14 ottobre 2011. Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point

Finanziamenti per i gemellaggi Lecce, 14 ottobre 2011. Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Finanziamenti per i gemellaggi Lecce, 14 ottobre 2011 Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Come preparare un buon progetto Idoneità dell applicant e dei parnter Validità della rete di partenariato

Dettagli

Decreto Rettorale n. 1501

Decreto Rettorale n. 1501 Decreto Rettorale n. 1501 Programma LLP/ERASMUS Bando relativo alla mobilità del personale Erasmus per staff training (STT) per l a.a. 2013-2014, riservato al personale dipendente dell Università degli

Dettagli

MOBILITÁ PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO STT (Staff Mobility for Training Assignment) A.A. 2015/16

MOBILITÁ PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO STT (Staff Mobility for Training Assignment) A.A. 2015/16 Bando pubblicato ai sensi del D.R. n. 13 del 04/02/2016 MOBILITÁ PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO STT (Staff Mobility for Training Assignment) A.A. 2015/16 E indetta, per l anno accademico 2015/2016, una

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

Avviso pubblico. Progetti Strutturanti

Avviso pubblico. Progetti Strutturanti Regione Toscana Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Ricerca, Innovazione e Risorse Umane L.R. 26/2009 PIANO INTEGRATO DELLE ATTIVITA INTERNAZIONALI Avviso pubblico per

Dettagli

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina 5 Settore Sostenibilità Urbana ed Ambientale,Sviluppo Economico,Cultura Servizio Cultura Allegato alla determinazione n 77 del 30/04/2015 Bando per la concessione di

Dettagli

Regolamento per la presentazione ed il finanziamento di progetti di solidarieta internazionale e di cooperazione decentrata.

Regolamento per la presentazione ed il finanziamento di progetti di solidarieta internazionale e di cooperazione decentrata. Comune di Ornago Provincia di Milano Via Santuario 6 20060 ORNAGO c.f. 05827280156 p.iva 00806390969 tel. 039-628631 - fax 039-6011094 www.comuneornago.it Regolamento per la presentazione ed il finanziamento

Dettagli

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO. (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.)

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO. (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.) ALLEGATO A INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.) MODALITA E CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LE INIZIATIVE PER LA

Dettagli

BANDO DI CONTRIBUTO (ristretto) Preambolo

BANDO DI CONTRIBUTO (ristretto) Preambolo BANDO DI CONTRIBUTO (ristretto) Preambolo Il progetto DUE SPONDE. Sviluppo economico e promozione di imprese socialmente orientate nei dipartimenti d origine dell immigrazione peruviana in Italia, ha come

Dettagli

Bando per il finanziamento di progetti di comunicazione nell ambito di TERRA DI TUTTI ART FESTIVAL

Bando per il finanziamento di progetti di comunicazione nell ambito di TERRA DI TUTTI ART FESTIVAL Bando per il finanziamento di progetti di comunicazione nell ambito di TERRA DI TUTTI ART FESTIVAL Diritti, comunità e collaborazione tra cinema sociale e arti performative 9a edizione speciale per l Anno

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

BANDI 2015 CULTURA, FORMAZIONE, ARTE

BANDI 2015 CULTURA, FORMAZIONE, ARTE BANDI 2015 CULTURA, FORMAZIONE, ARTE Premessa La Fondazione Monte dei Paschi di Siena, soggetto giuridico di diritto privato senza fine di lucro e con piena autonomia statutaria e gestionale, in coerenza

Dettagli

BANDO PROGETTI STRATEGICI (ai sensi del Decreto n. 204/S IXD.R.P)

BANDO PROGETTI STRATEGICI (ai sensi del Decreto n. 204/S IXD.R.P) Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia Tunisia 2007-2013 BANDO PROGETTI STRATEGICI (ai sensi del Decreto n. 204/S IXD.R.P) 26 Maggio 2011 Bando_Progetti strategici_26 Maggio 2011 Pagina 1 INTRODUZIONE

Dettagli

BANDO Tecnologia e Cooperazione Internazionale

BANDO Tecnologia e Cooperazione Internazionale BANDO Tecnologia e Cooperazione Internazionale Il, nell ambito della linea progettuale specifica Tecnologia e cooperazione internazionale prevista dal Progetto Diderot della Fondazione CRT per l a.s. 2014-2015,

Dettagli

Programma VINCI. Bando 2008

Programma VINCI. Bando 2008 Programma VINCI Bando 2008 Il Consiglio Scientifico dell'università Italo Francese ha deciso di promuovere, per l'anno accademico 2007-2008, l ottavo bando volto a sostenere e co-finanziare iniziative

Dettagli

1) SOGGETTI AMMISSIBILI

1) SOGGETTI AMMISSIBILI BANDO PER L EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN EVENTO DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO GIOVANILE DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O GRUPPI INFORMALI GIOVANILI. Ciessevi, Centro

Dettagli

Progetto EPM - European Project Manager LLP-LdV-PLM-11-IT-209

Progetto EPM - European Project Manager LLP-LdV-PLM-11-IT-209 BANDO Per l assegnazione di 21 Borse di mobilità per Stage all estero Programma Lifelong Learning Subprogramma Leonardo Da Vinci Azione Mobilità PLM People in the Labour Market Progetto EPM - European

Dettagli

BANDO DIAMO CREDITO AI GIOVANI IMPRENDITORI

BANDO DIAMO CREDITO AI GIOVANI IMPRENDITORI Settore Comunicazione, Turismo, Spettacolo che Giovanili e pari opportunità BANDO DIAMO CREDITO AI GIOVANI IMPRENDITORI Scadenza 1^ fase: 30 agosto 2012 2^ fase: 30 dicembre 2012 1. Finalità e obiettivi

Dettagli

PROGRAMMA ITALIA -TUNISIA 2007-2013

PROGRAMMA ITALIA -TUNISIA 2007-2013 COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA NEL QUADRO DELLO STRUMENTO EUROPEO DI VICINATO E PARTENARIATO (SEVP) PROGRAMMA ITALIA -TUNISIA 2007-2013 PRIMO APPELLO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE PROGETTI STANDARD 17

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016)

PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016) PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità. PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016)

Dettagli

Regione Toscana Direzione Generale della Presidenza - Settore Attività Internazionali L.R. 26/2009 PIANO INTEGRATO DELLE ATTIVITA INTERNAZIONALI

Regione Toscana Direzione Generale della Presidenza - Settore Attività Internazionali L.R. 26/2009 PIANO INTEGRATO DELLE ATTIVITA INTERNAZIONALI Allegato A Regione Toscana Direzione Generale della Presidenza - Settore Attività Internazionali L.R. 26/2009 PIANO INTEGRATO DELLE ATTIVITA INTERNAZIONALI Avviso pubblico per la presentazione di proposte

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente

PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente BANDO PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE 1. Oggetto e finalità L Assessorato all Ambiente

Dettagli

Bando INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER PROGETTI DI RICERCA FONDAMENTALE O DI BASE ORIENTATA A SETTORI PRIORITARI

Bando INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER PROGETTI DI RICERCA FONDAMENTALE O DI BASE ORIENTATA A SETTORI PRIORITARI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA LEGGE REGIONALE 7 AGOSTO 2007, N. 7 PROMOZIONE DELLA RICERCA SCIENTIFICA E DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA IN SARDEGNA

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI CANDIDATURE DI PROGETTI STRATEGICI

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI CANDIDATURE DI PROGETTI STRATEGICI Allegato 1 AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI CANDIDATURE DI PROGETTI STRATEGICI I. Contenuto generale dell Avviso Il Programma europeo di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia Marittimo (di seguito

Dettagli

Decreto n. 136996 (5761) del 19/10/2015 Anno 2015

Decreto n. 136996 (5761) del 19/10/2015 Anno 2015 Decreto n. 136996 (5761) del 19/10/2015 Anno 2015 IL PRESIDENTE DEL CENTRO DI SERVIZI PER LA VALORIZZAZIONE DEI RISULTATI DELLA RICERCA E GESTIONE DELL INCUBATORE UNIVERSITARIO (CSAVRI) VISTA la missione

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO BANDO SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO ANNO 2009 42 1. I progetti 1. L idea nasce dalla consapevolezza che il Servizio Civile Nazionale rappresenta per molti giovani una significativa opportunità di crescita

Dettagli

1 - Promotore e finalità del bando

1 - Promotore e finalità del bando Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus BANDO 2016/1 SOSTEGNO ALLA FRAGILITA 1 - Promotore e finalità del bando La Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus (di seguito Fondazione) promuove un

Dettagli

Bando. Ambiente È Sviluppo

Bando. Ambiente È Sviluppo Bando Ambiente È Sviluppo Sommario SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREA DI INTERVENTO... 3 1.1 Premessa... 3 1.2 Obiettivi e Area di intervento... 3 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO...

Dettagli

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali All. D REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali LEGGE REGIONALE 22 MAGGIO 2009 n. 26 PIANO REGIONALE PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE PERIODO 2007/2010

Dettagli

BANDO I GO! Impresa, Giovani, Innovazione

BANDO I GO! Impresa, Giovani, Innovazione BANDO I GO! Impresa, Giovani, Innovazione 1. Descrizione e obiettivi del Bando Upi Toscana, nell ambito del progetto I GO! Impresa Giovani, Occupazione, finanziato da UPI Nazionale su bando Azione Province

Dettagli

Tali soggetti devono possedere, al momento della presentazione della domanda, i seguenti requisiti :

Tali soggetti devono possedere, al momento della presentazione della domanda, i seguenti requisiti : Art. 1. PREMESSA L Associazione delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Piemontesi e la Regione Piemonte sono dal 2006 impegnate congiuntamente in un programma di azione finalizzato alla lotta alla povertà

Dettagli

ALLEGATO 1 PREMIO ER.RSI:

ALLEGATO 1 PREMIO ER.RSI: ALLEGATO 1 PREMIO ER.RSI: Premio per la responsabilità sociale in Emilia Romagna (in attuazione dell'art 17 punto 4 della L.R. 14/2014 e del Programma Regionale Attività Produttive 2012-2015 di cui alla

Dettagli

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA IL COMUNE DI CREMONA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI PROMUOVE IL BANDO THINKTOWN per l assegnazione di contributi a gruppi ed associazioni giovanili per la realizzazione di progetti innovativi 1. DESCRIZIONE

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA FORMATIVO DEL PROGETTO EUROPEO IPARTICIPATE DI GIOVANI CON BACKGROUND MIGRATORIO

AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA FORMATIVO DEL PROGETTO EUROPEO IPARTICIPATE DI GIOVANI CON BACKGROUND MIGRATORIO AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA FORMATIVO DEL PROGETTO EUROPEO IPARTICIPATE DI GIOVANI CON BACKGROUND MIGRATORIO La partecipazione attiva degli immigrati e soprattutto dei giovani

Dettagli

Decreto Rettorale n. 1065

Decreto Rettorale n. 1065 Decreto Rettorale n. 1065 Programma ERASMUS+ Bando relativo alla mobilità dei docenti per attività didattica per l a.a. 2014-2015, riservato al personale dipendente dell Università degli Studi di Bari

Dettagli

Programma Cultura 2007-2013

Programma Cultura 2007-2013 Programma Cultura 2007-2013 Cultural Contact Point CCP Italy Roma 2012 MIBAC Segretariato Generale Servizio I Cultural Contact Point CCP ITALY Ministero per i Beni e le Attività Culturali Segretariato

Dettagli

Bando congiunto. Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara

Bando congiunto. Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara Bando congiunto Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara Premessa Allo scopo di ottimizzare le risorse a propria disposizione, di garantire un maggiore

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

Bando per l erogazione di contributi a sostegno di progetti imprenditoriali innovativi in ambito culturale e di industria creativa.

Bando per l erogazione di contributi a sostegno di progetti imprenditoriali innovativi in ambito culturale e di industria creativa. Bando per l erogazione di contributi a sostegno di progetti imprenditoriali innovativi in ambito culturale e di industria creativa. Art. 1 Obiettivi del Bando Promuovere l avvio di progetti imprenditoriali

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

Macrofase 5 Azioni di sostegno allo start up di imprese green

Macrofase 5 Azioni di sostegno allo start up di imprese green Bando di partecipazione al percorso di accompagnamento alla progettazione di idee imprenditoriali green Macrofase 5 Azioni di sostegno allo start up di imprese green 1 1. Il progetto Green Jobs Opportunities

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI AZIONI DI EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITÀ RIVOLTO ALLE SCUOLE PUBBLICHE

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI AZIONI DI EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITÀ RIVOLTO ALLE SCUOLE PUBBLICHE BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI AZIONI DI EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITÀ RIVOLTO ALLE SCUOLE PUBBLICHE ART. 1 - OGGETTO E FINALITÀ L Assessorato della Difesa dell Ambiente Servizio Sostenibilità

Dettagli

Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport

Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Allegato A Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico ai sensi della Legge Regionale n. 15/02 e s.m.i., articolo 33 comma 1 Contributi

Dettagli

TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO

TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO 1. PREMESSA Con il presente avviso il CESV Centro Servizi per il Volontariato -, di seguito Centro,

Dettagli

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO. (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.)

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO. (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.) ALLEGATO B/1 INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.) MODALITA E CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LE INIZIATIVE PER

Dettagli

Perché un Premio sul telegiornale o un inchiesta a scuola intitolato a Maria Rosaria Sessa

Perché un Premio sul telegiornale o un inchiesta a scuola intitolato a Maria Rosaria Sessa 1 Perché un Premio sul telegiornale o un inchiesta a scuola intitolato a Maria Rosaria Sessa I media sono il modo in cui vediamo la realtà, sono la nostra principale fonte di informazione; oltre a rilassarci

Dettagli

Linee guida per il bando: CITTA PER LA PACE E LA DEMOCRAZIA IN EUROPA

Linee guida per il bando: CITTA PER LA PACE E LA DEMOCRAZIA IN EUROPA Linee guida per il bando: CITTA PER LA PACE E LA DEMOCRAZIA IN EUROPA Introduzione: L Europa sta vivendo un periodo unico di stabilità e di pace. Sesant anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale,

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 6 del 16 01 2014

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 6 del 16 01 2014 1628 R E G I O N E P U G L I A Area Politiche per lo sviluppo economico, lavoro e l innovazione Servizio Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE PROGETTUALI

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

«EDU-care Esperienze di mobilità per educatori sociali e animatori socio-educativi» N o. 2013-1-IT1-LEO02-03894

«EDU-care Esperienze di mobilità per educatori sociali e animatori socio-educativi» N o. 2013-1-IT1-LEO02-03894 P r o g e t t o «EDU-care Esperienze di mobilità per educatori sociali e animatori socio-educativi» N o. 2013-1-IT1-LEO02-03894 Co-finanziato dalla Commissione Europea nell ambito del Programma di Apprendimento

Dettagli

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 IV (Atti adottati prima del 1 o dicembre 2009, in applicazione del trattato CE, del trattato UE e del trattato Euratom) DECISIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE Natale UCSI 2015

PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE Natale UCSI 2015 Con il sostegno di: PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE Natale UCSI 2015 Alla memoria di Giuseppe Faccincani, per un giornalismo solidale XXI EDIZIONE con il contributo di: Con l apporto di: e il patrocinio

Dettagli

Servizio Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità

Servizio Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità 25313 ALLEGATO A R E G I O N E P U G L I A AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA Servizio Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità Legge regionale

Dettagli

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Erasmus+: obiettivi generali Il programma Erasmus+ contribuisce

Dettagli

premesse generali bandi per progetti

premesse generali bandi per progetti premesse generali bandi per progetti 1 Indice premesse generali 5 5 6 6 8 8 10 11 13 14 15 16 16 20 20 20 21 21 formazione solidarieta locale ACQUISTO DI STRUMENTAZIONI ED ATTREZZATURE PROGETTI DI RETE

Dettagli

BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI PROGETTI DI EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA E PER IL PROSEGUIMENTO DEL PERCORSO DI AGENDA 21 LOCALE

BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI PROGETTI DI EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA E PER IL PROSEGUIMENTO DEL PERCORSO DI AGENDA 21 LOCALE ASSESSORATO ATO DELLA DIFESA DEL BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI PROGETTI DI EDUCAZIONE AL E ALLA SOSTENIBILITA E PER IL PROSEGUIMENTO DEL PERCORSO DI AGENDA 21 LOCALE ART. 1 - OGGETTO E FINALITÀ L Assessorato

Dettagli