REGOLAMENTO PREMESSA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PREMESSA"

Transcript

1 REGOLAMENTO PREMESSA Il Laboratorio Informatico di Architettura è una risorsa preziosa per gli studenti, per tale ragione è opportuno che ognuno lo utilizzi con coscienza e responsabilità. Ogni danneggiamento provocato volontariamente o involontariamente alle strutture hardware e/o software costituisce un impoverimento delle risorse per l intera utenza. È quindi interesse collettivo comportarsi in modo dignitoso e responsabile sia nei confronti delle attrezzature, che dei colleghi che le utilizzano. Le attrezzature presenti nel laboratorio sono messe a disposizione unicamente agli utenti regolarmente autorizzati tramite assegnazione di un codice di accesso personale. L'utilizzo delle attrezzature informatiche è consentito solo a scopo didattico o scientifico e il presente regolamento estende quanto espresso dalla normativa italiana e dal regolamento della rete del consorzio GARR di cui l'università è membro. Il codice di accesso viene dato in uso all'utente che non può in alcun modo considerarlo come proprietà privata. I responsabili di sistema possono, in qualsiasi momento, in caso di sospetta attività o per esigenze di gestione, prendere visione e conoscenza dei dati legati ai singoli codici di accesso. A tali fini sono attivi meccanismi di traccia per tutte le attività svolte direttamente o dall'esterno. L'utente che ottiene il codice di accesso deve leggere e sottoscrivere quanto incluso in tale regolamento al momento della richiesta e prendere visione delle sue successive modifiche pubblicate nella pagina WEB del laboratorio (http://www.architettura.unina2.it/archisito/studenti/studenti07.html) e nelle bacheche. Sottoscrivendo il regolamento se ne accetta il contenuto in modo incondizionato. Moduli di richiesta privi delle autorizzazioni del richiedente o della firma dell'intestatario non verranno elaborati e la richiesta verrà respinta.

2 REGOLE GENERALI Il sistema operativo e tutti i moduli e programmi software messi a disposizione non possono essere copiati e distribuiti su installazioni esterne, eccezion fatta per quanto esplicitamente distribuito con licenza tipo Open Source, Free software, GPL,ecc.. E' vietato l'uso ed il possesso di programmi di hacking (anche se di pubblico dominio) e di software illegalmente copiato o altro materiale che violi le leggi italiane e internazionali sul copyright e sui diritti d'autore o che infranga le leggi in materia di tutela dei dati personali. Il codice di accesso è strettamente personale e può essere utilizzato unicamente dall'intestatario. Pertanto è vietato consentire ad altre persone l'uso del proprio account. Poiché ogni attività non regolare verrà imputata al titolare dell'account, egli deve mettere particolare cura nella scelta della password, nella garanzia della sua sicurezza e riservatezza, comprendendo con ciò il cambio periodico (almeno ogni 30 giorni). E' vietato ogni tentativo di accesso fraudolento a dati e programmi altrui ed ogni tentativo di utilizzo di codici di accesso diversi da quello di cui si è assegnatari. Sono vietati l'invio e la diffusione di catene di posta elettronica, di virus e di messaggi commerciali (spam). Ogni violazione delle regole di comportamento determina la sospensione dell accesso al laboratorio, su segnalazione del responsabile della struttura. Gli orari di funzionamento del laboratorio possono essere modificati dal Preside in funzione delle necessità didattiche e di ricerca. 2

3 REGOLE PERTINENTI L'USO DELL'ACCOUNT E DEL LABORATORIO INFORMATICO DA PARTE DEGLI STUDENTI Possono ottenere i codici di accesso tutti gli studenti della Facoltà di Architettura iscritti ai corsi di laurea in Scienze dell Architettura e Architettura U.E. (compreso V.O. e N.O.), che abbiano la necessità di svolgere le esercitazioni informatiche relative ai corsi gestiti dalla Facoltà. L'account, in qualità di studente, può essere assegnato e mantenuto solo se lo studente risulta essere in regola con il pagamento delle tasse universitarie. Possono ottenere un account anche gli studenti tesisti, in tal caso va indicata la data di scadenza dell'account sull apposito modulo. Il sistema operativo e tutti i moduli e programmi software messi a disposizione non possono essere utilizzati per attività personali o scopi di lucro. Pertanto è vietato: l'uso di software P2P (peer-to-peer) di file sharing quali Kazaa, WinMX, Emule, BitTorrent, Edonkey ecc.; utilizzare chat-lines e sistemi di instant messaging; inviare messaggi offensivi o utilizzare linguaggio scurrile, tramite posta elettronica o news; danneggiare in tutto o in parte, tramite alterazione o cancellazione, dati, programmi e documenti contenuti nei sistemi informatici del laboratorio o in sistemi informatici altrui; è vietato altresì impedire o turbare il funzionamento dei sistemi informatici del laboratorio o di sistemi informatici o telematici altrui; diffondere programmi virus o comunque idonei ad arrecare danno ai sistemi informatici del laboratorio o a sistemi informatici altrui; danneggiare o asportare le attrezzature e i dispositivi presenti nel laboratorio; intercettare comunicazioni informatiche altrui; inserire news a carattere commerciale in qualsiasi newsgroup nazionale e/o internazionale; ogni tipo di attività ludica/ricreativa; utilizzare e/o scaricare giochi, musiche (anche MP3); 3

4 guardare immagini o animazioni lesive della pubblica decenza ed in generale consultare materiale per scopi non legati alla ricerca o alla didattica. Inoltre: quanto memorizzato nell'area personale o nelle aree condivise deve essere conforme al decoro della struttura universitaria, non deve contenere riferimenti pubblicitari o violare le leggi vigenti sul copyright o sulla privacy; gli studenti sono tenuti a rispettare gli orari definiti ed affissi per lo svolgimento delle esercitazioni degli insegnamenti. Durante un turno riservato al laboratorio di un corso, hanno precedenza gli studenti che devono svolgere le relative esercitazioni; è consentito durante le esercitazioni di laboratorio ascoltare musica, ma solamente con l'ausilio di cuffiette personali e utilizzando esclusivamente supporti audio detenuti legalmente. 4

5 NORME DI COMPORTAMENTO Ogni utente è tenuto ad un comportamento corretto e di collaborazione nei confronti del personale e dei colleghi, delle strutture e dell ambiente e a segnalare al personale del laboratorio eventuali danni e/o malfunzionamenti delle apparecchiature. In particolare è vietato: intervenire personalmente in caso di guasto o ordinaria manutenzione delle risorse (es. inceppamento carta nelle stampanti ); consumare cibi e bevande all interno dei laboratori e di tenere comportamenti inadeguati ad un luogo pubblico; parlare ad alta voce; fumare; utilizzare i cellulari nell'aula informatica; scaricare suonerie ed inviare sms. Gli studenti sono tenuti a garantire il corretto utilizzo delle apparecchiature ed a usarle in modo da evitare qualsiasi danneggiamento hardware e software. Pertanto è vietato: alterare le apparecchiature e spostarle dalla loro posizione; l'uso di programmi che provocano sovraccarico di rete in orario intensivo, in particolare dalle 9 alle 17; collegare qualsiasi tipo di apparecchiatura esterna alle postazioni di lavoro, alle prese della rete elettrica e della rete dati, senza l'autorizzazione del personale di laboratorio, escluso l'utilizzo dei dispositivi removibili tipo FlashRAM (pendrive); agire sul pulsante di alimentazione delle apparecchiature senza l'autorizzazione del personale di laboratorio. bloccare la postazione di lavoro con software tipo lockscreen/salvaschermo con password. 5

6 QUOTE Quota stampa: Ogni utente ha a disposizione un numero massimo di 50 stampe settimanali, non cumulabili, utilizzando le stampanti monocromatiche appositamente dedicate. Le stampe posso essere eseguite solo su fogli di carta (70 o 80 gr/m 2 ) in formato A3 e A4. Per evitare danni alle stampanti È SEVERAMENTE VIETATO stampare su cartoncini o altri supporti non cartacei (acetati, lucidi, ecc.) o fogli spiegazzati. Il supporto cartaceo è a carico dell utente. Quota disco: ogni utente ha a disposizione 75Mb di spazio disco utilizzabile per lavorare, superato tale limite il sistema non permette più il salvataggio dei dati e quindi potrebbe bloccarsi. Pertanto, è cura dell utente non superare tale limite onde evitare la possibile perdita di dati. 6

7 SANZIONI Chiunque trasgredisce al presente regolamento può essere immediatamente allontanato dal laboratorio. Inoltre, ogni violazione al presente regolamento e le sue successive modifiche o alla normativa vigente comporterà una segnalazione ufficiale al Consiglio di Corso di Laurea e si provvederà a sospendere l account per un periodo di tempo dipendente dalla gravità dell infrazione. In caso di recidiva o di infrazioni particolarmente gravi il comportamento dell utente sarà segnalato agli organi accademici competenti per i conseguenti provvedimenti disciplinari. Quando ne ricorra la necessità, l eventuale infrazione di norme civili o penali sarà segnalata all autorità giudiziaria. 7

8 PROMEMORIA DI ALCUNE DISPOSIZIONI DI LEGGE L. 22 aprile 1941, n.633, modificata ed integrata dal decreto legislativo 29 dicembre 1992, n.518 (Legge sul diritto d autore) L art. 171 della legge dispone che: È punito con multa da L a L chiunque, senza averne diritto, a qualsiasi scopo e in qualsiasi forma: a) riproduce, ( ), diffonde, ( ) un opera altrui; ( ) d) riproduce un numero di esemplari ( ) maggiore di quello che aveva diritto di riprodurre Rientra in questa fattispecie il caso di colui che copia il software per uso personale. L art. 171 bis dispone che: Chiunque abusivamente duplica ai fini di lucro, programmi per elaboratore, o, ai medesimi fini e sapendo o avendo motivo di sapere che si tratta di copie non autorizzate, importa, distribuisce, vende, detiene a scopo commerciale, o concede in locazione i medesimi programmi, è soggetto alla pena della reclusione da tre mesi a tre anni e della multa da L a L Si applica la stessa pena se il fatto concerne qualsiasi mezzo inteso unicamente a consentire o facilitare la rimozione arbitraria o l elusione funzionale dei dispositivi applicati a protezione di un programma per elaboratore. La pena non è inferiore nel minimo a sei mesi di reclusione e la multa a L se il fatto è di rilevante gravità o se il programma oggetto dell abusiva duplicazione, importazione, distribuzione, vendita, detenzione, a scopo commerciale o locazione sia stato precedentemente distribuito, venduto o concesso in locazione su supporti contrassegnati dalla SIAE ( ). L. 23 dicembre 1993, n.547 La L. 23 dicembre 1993, n.547, punisce i seguenti crimini informatici: alterazione, modificazione e cancellazione di un programma informatico; impedimento e turbamento del funzionamento di un sistema informatico; falsificazione di un documento informatico; accesso abusivo ad un sistema informatico; detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici; diffusione di programmi diretti a danneggiare o interrompere un sistema informatico; intercettazione, impedimento o interruzione illecita di comunicazioni informatiche o telematiche; installazione di apparecchiature atte ad intercettare, impedire o interrompere comunicazioni informatiche o telematiche; falsificazione o soppressione del contenuto di comunicazioni informatiche o telematiche; danneggiamento di sistemi informatici e telematici; frode informatica. Le pene previste sono multa e reclusione, variamente disciplinate. La pena della reclusione può giungere fino ad otto anni. 8

R E G O L A M E N T O R I S O R S E I N F O R M A T I C H E L ' A C C E S S O

R E G O L A M E N T O R I S O R S E I N F O R M A T I C H E L ' A C C E S S O R E G O L A M E N T O P E R L ' A C C E S S O A L L E R I S O R S E I N F O R M A T I C H E (approvato dal Comitato Esecutivo della LUISS Guido Carli nella seduta del 4 novembre 2009) I N D I C E - S O

Dettagli

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Parte Speciale Sezione Delitti informatici e trattamento illecito di dati ELENCO DELLE REVISIONI REV. DATA NATURA DELLE MODIFICHE

Dettagli

Allegato delibera G.C. n. 52 del 29.5.2014

Allegato delibera G.C. n. 52 del 29.5.2014 BIBLIOTECA COMUNALE DI BUDONI Allegato delibera G.C. n. 52 del 29.5.2014 Informazioni e regole per l'utilizzo dei servizi multimediali e di Internet Art.1 Principi generali a) Il presente disciplinare

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo 1 1.7-Informatica e legislazione 1 Prerequisiti Utilizzo elementare del calcolatore 2 1 Introduzione Il calcolatore come strumento di lavoro o svago, può far nascere problemi

Dettagli

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI - PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI B.1. I reati di cui all art. 24 bis del D. Lgs. n. 231/2001 La legge 18 marzo 2008, n. 48, recante Ratifica ed esecuzione della Convenzione

Dettagli

Parte speciale Reati informatici

Parte speciale Reati informatici Parte speciale Reati informatici Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs 231/2001 L Amministratore delegato APPROVAZIONE Il Presidente del CdA STATO DEL DOCUMENTO Redazione Revisione Modifica

Dettagli

Regolamento del Centro di Ricerca ed Elaborazione Audiovisiva (CREA) del Conservatorio Statale di Musica Licinio Refice di Frosinone

Regolamento del Centro di Ricerca ed Elaborazione Audiovisiva (CREA) del Conservatorio Statale di Musica Licinio Refice di Frosinone Prot. n. 4668/A-2 Frosinone, 15 luglio 2015 Regolamento del Centro di Ricerca ed Elaborazione Audiovisiva (CREA) del Conservatorio Statale di Musica Licinio Refice di Frosinone Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE MARCO FANNO - CONEGLIANO (TV)

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE MARCO FANNO - CONEGLIANO (TV) APPENDICE II Regolamento laboratori informatici/linguistici SEZIONE I: Norme per l accesso ai laboratori informatici/linguistici Art.1 -Attività curriculare e di progetto L accesso ai laboratori è riservato,

Dettagli

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III LIBRO SECONDO Dei delitti in particolare TITOLO III Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III Della tutela arbitraria delle private ragioni Articolo 392 Esercizio arbitrario delle proprie

Dettagli

Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 09/07/2012 BIBLIOTECA CIVICA DI LATISANA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET

Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 09/07/2012 BIBLIOTECA CIVICA DI LATISANA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 09/07/2012 BIBLIOTECA CIVICA DI LATISANA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET Art. 1 OGGETTO 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO AULA INFORMATICA

REGOLAMENTO AULA INFORMATICA REGOLAMENTO AULA INFORMATICA Le strumentazioni informatiche, la rete internet e la posta elettronica devono essere utilizzati dai docenti e dagli studenti unicamente come strumenti di lavoro e studio.

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE rev.1 del 15.10.2014

REGOLAMENTO AZIENDALE rev.1 del 15.10.2014 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 REGOLAMENTO AZIENDALE

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Sommario 1.Le fattispecie dei Reati Presupposto (Art. 24 bis del D. Lgs. 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole generali...

Dettagli

CITTA di PONTIDA Regolamento per l utilizzo del Servizio Internet della Biblioteca comunale

CITTA di PONTIDA Regolamento per l utilizzo del Servizio Internet della Biblioteca comunale CITTA di PONTIDA Regolamento per l utilizzo del Servizio Internet della Biblioteca comunale Approvato con delibera consiliare n. 13 in data 13.02.07 1. Obiettivi del servizio 1.1 Il Sistema bibliotecario

Dettagli

l emanazione del Regolamento per l accesso alla Aule Multimediali dell Ateneo nel testo di seguito riportato:

l emanazione del Regolamento per l accesso alla Aule Multimediali dell Ateneo nel testo di seguito riportato: Decreto n. 401.09 Prot. 12305 IL RETTORE Viste le Leggi sull Istruzione Universitaria; Visto lo Statuto dell Università per Stranieri di Siena emanato con D.R. del 26.01.1995 e successive modificazioni

Dettagli

Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano

Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano 1. Finalità ed obiettivi generali La biblioteca del Centro Multilingue di Bolzano (CML) e la Mediateca Multilingue

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE ANTONIO TOLOMEI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI INFORMATICI

BIBLIOTECA COMUNALE ANTONIO TOLOMEI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI INFORMATICI BIBLIOTECA COMUNALE ANTONIO TOLOMEI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI INFORMATICI approvato con delibera di consiglio comunale n. 21 del 27/05/2013 Sommario SOMMARIO... 1 TITOLO 1 SALA MULTIMEDIALE...

Dettagli

Regolamento del servizio Internet della Biblioteca M. Leoni

Regolamento del servizio Internet della Biblioteca M. Leoni Regolamento del servizio Internet della Biblioteca M. Leoni 1. Obiettivi del servizio 1.1 Il Sistema bibliotecario riconosce l'utilità dell'informazione elettronica per il soddisfacimento delle esigenze

Dettagli

i) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell Associazione Forte di Bard

i) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell Associazione Forte di Bard Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01. PARTE SPECIALE D : I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI. La presente Parte Speciale, dedicata alla prevenzione dei reati

Dettagli

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 Modificazioni ed integrazioni delle norme del codice penale e del codice di procedura penale in tema di criminalità informatica. La Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica

Dettagli

COMUNE DI MONCHIO DELLE CORTI

COMUNE DI MONCHIO DELLE CORTI COMUNE DI MONCHIO DELLE CORTI Provincia di Parma Regolamento di gestione del Servizio Internet presso la sala informatica della Scuola del Comune di Monchio delle Corti approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

Linux e la sicurezza Computer crimes e tutela della privacy

Linux e la sicurezza Computer crimes e tutela della privacy 1 Linux e la sicurezza LL.M. Master of Laws Dottore di ricerca g.gallus@tiscali.it Principali computer crimes secondo il codice penale (introdotti dalla L. 547/1993) Accesso abusivo a un sistema informatico

Dettagli

TITOLO I PRINCIPI GENERALI

TITOLO I PRINCIPI GENERALI COMUNE DI ADRO - BIBLIOTECA DI ADRO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE MULTIMEDIALI E DI INTERNET DA PARTE DEI CITTADINI ISCRITTI ALLA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE MODALITÀ DI ACCESSO E DI USO DELLA RETE INFORMATICA DELL ITIS P. LEVI E ACCESSO E DI USO ALLA RETE INTERNET INDICE

REGOLAMENTO PER LE MODALITÀ DI ACCESSO E DI USO DELLA RETE INFORMATICA DELL ITIS P. LEVI E ACCESSO E DI USO ALLA RETE INTERNET INDICE Pagina 2 di 6 INDICE Articolo 1 - OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 Articolo 2- PRINCIPI GENERALI DIRITTI E RESPONSABILITÀ... 3 Articolo 3 - ABUSI E ATTIVITÀ VIETATE... 3 Articolo 4 - ATTIVITÀ CONSENTITE...

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA COMUNE DI BREMBATE Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA Regolamento del servizio Internet della Biblioteca di Brembate 1. Obiettivi del servizio 1.1 Il Comune di Brembate

Dettagli

COMUNE DI SPECCHIA. PROVI NCI A DI LECCE www.comune.specchia.lecce.it CAPSDA (CENTRO DI ACCESSO AI PUBBLICI SERVIZI DIGITALI AVANZATI)

COMUNE DI SPECCHIA. PROVI NCI A DI LECCE www.comune.specchia.lecce.it CAPSDA (CENTRO DI ACCESSO AI PUBBLICI SERVIZI DIGITALI AVANZATI) COMUNE DI SPECCHIA PROVI NCI A DI LECCE www.comune.specchia.lecce.it CAPSDA (CENTRO DI ACCESSO AI PUBBLICI SERVIZI DIGITALI AVANZATI) 1 COMUNE DI SPECCHIA PROVI NCI A DI LECCE www.comune.specchia.lecce.it

Dettagli

Comune di Cigole Regolamento generale e norme di accesso alla Biblioteca

Comune di Cigole Regolamento generale e norme di accesso alla Biblioteca Comune di Cigole Regolamento generale e norme di accesso alla Biblioteca 1. SEDE La Biblioteca del Comune di Cigole è sita in Via Castello, 5 Telefono 030 9959 862 e-mail: biblioteca@comune.cigole.brescia.it

Dettagli

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012 . PROT. 8 Pag 1/7 PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI E DEL TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI, PER LA PREVENZIONE DEI DELITTI IN MATERIA DI VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE E DEI DELITTI CONTRO

Dettagli

Regolamento interno sull'utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro

Regolamento interno sull'utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro Via Peruzzi, 9 Carpi (MO) Tel. +39 059 695241 Fax + 39 059 643028 Cod. Fisc. 81004250361 itivinci@itivinci.mo.it - motf030004@istruzione.it - motf030004@pec.istruzione.it - www.itivinci.mo.it - MIUR: MOTF030004

Dettagli

DISPOSIZIONI SULL ACCESSO AL LABORATORIO E UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE

DISPOSIZIONI SULL ACCESSO AL LABORATORIO E UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO Via Matteotti, 9 12084 MONDOVI (Cn) - Tel. 0174 43144 - Fax n.0174 553935e-mail: cnee03700g@istruzione.it Sito: www.2circolomondovi.it ALLEGATO n 3 DISPOSIZIONI SULL

Dettagli

Art. 3 - AMBITO ED APPLICABILITÀ DEL REGOLAMENTO

Art. 3 - AMBITO ED APPLICABILITÀ DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI COMPUTER E RETI DI TRASMISSIONE DATI Art. 1 OGGETTO E FINALITÀ 1. Il presente Regolamento fornisce le linee guida principali e le regole per un corretto uso delle infrastrutture

Dettagli

Regolamento relativo all uso della posta elettronica

Regolamento relativo all uso della posta elettronica Regolamento relativo all uso della posta elettronica Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina le modalità di utilizzo del servizio di posta elettronica fornito dall

Dettagli

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO BIBLIOTECA DI OGGIONO SERVIZI MULTIMEDIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale In data 27.09.2005 N 71 Approvazione tariffe

Dettagli

DISCIPLINARE sull'accesso a Internet e utilizzo delle postazioni del Centro CAPSDA

DISCIPLINARE sull'accesso a Internet e utilizzo delle postazioni del Centro CAPSDA CENTRO CAPSDA (CENTRI DI ACCESSO A SERVIZI DIGITALI AVANZATI) DISCIPLINARE sull'accesso a Internet e utilizzo delle postazioni del Centro CAPSDA 1 di 6 Il progetto CAPSDA ed il Centro CAPSDA Il progetto

Dettagli

(APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 23 DEL 21.07.2010) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI MORGANO

(APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 23 DEL 21.07.2010) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI MORGANO (APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 23 DEL 21.07.2010) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI MORGANO 1. Obiettivi del servizio 1.1 La Biblioteca comunale di Morgano riconosce l'utilità dell'informazione

Dettagli

Regolamento del servizio internet della Biblioteca di Pinzolo

Regolamento del servizio internet della Biblioteca di Pinzolo Regolamento del servizio internet della Biblioteca di Pinzolo 1. Obiettivi del servizio a) Il Sistema bibliotecario trentino riconosce l'utilità dell'informazione elettronica per il soddisfacimento delle

Dettagli

Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia

Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE MULTIMEDIALI E DI INTERNET DA PARTE DELL UTENZA DELLA BIBLIOTECA COMUNALE approvato con deliberazione G.C. n. 111 del

Dettagli

PARTE SPECIALE DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI

PARTE SPECIALE DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI PARTE SPECIALE DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI Energeko Gas Italia S.r.l. Versione 01 - Aggiornamento 01/2013 1 Sommario PARTE

Dettagli

Reati informatici. Elementi generali. Sentenza. Violenza sulle cose. Normativa di riferimento. Accesso abusivo a un sistema informatico 1/3

Reati informatici. Elementi generali. Sentenza. Violenza sulle cose. Normativa di riferimento. Accesso abusivo a un sistema informatico 1/3 Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Elementi generali Reato = illecito penale Può essere punito con pene pecuniarie (es. multa) e/o detentive (es. reclusione). Reati informatici

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI LABORATORI INFORMATICI

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI LABORATORI INFORMATICI ISTITUTO TECNICO STATALE " ATERNO - MANTHONE' " Pescara REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI LABORATORI INFORMATICI Regole generali 1. L'accesso ai Laboratorio Informatici è subordinato all'accettazione incondizionata

Dettagli

CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S.

CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S. ISTITUTO AGRARIO DI SAN MICHELE ALL ADIGE CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S.MICHELE ALL ADIGE INFORMATIVA

Dettagli

Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008

Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it Elementi generali Reato = illecito penale Può essere punito con pene pecuniarie (es. multa)

Dettagli

Consiglio Regionale dell Abruzzo

Consiglio Regionale dell Abruzzo Consiglio Regionale dell Abruzzo Regolamento sull utilizzo degli Strumenti e dei Servizi Informatici (D. Lgs. N. 196/2003) Anno di riferimento: 2011 Data di redazione: 30.11.2011 Il titolare del trattamento

Dettagli

I reati informatici. Note preliminari. Tipi di reati informatici. Norme penali e informatica. Violenza sulle cose. Legge sulla criminalità informatica

I reati informatici. Note preliminari. Tipi di reati informatici. Norme penali e informatica. Violenza sulle cose. Legge sulla criminalità informatica Note preliminari I reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto Lezione 7-8 giugno 2004 Claudia Cevenini Reato = illecito penale. Diritto penale = prevede la pena come conseguenza della violazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AD INTERNET

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AD INTERNET REGOLAMENTO PER L ACCESSO AD INTERNET della Biblioteca Comunale Approvato con delibera del Consiglio Comunale nr. 53 del 30/11/2006 REGOLAMENTO PER L ACCESSO AD INTERNET della biblioteca comunale INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO INTERNET PUNTO INFORMAGIOVANI

REGOLAMENTO SERVIZIO INTERNET PUNTO INFORMAGIOVANI Comune di Pastorano Provincia di Caserta REGOLAMENTO SERVIZIO INTERNET PUNTO INFORMAGIOVANI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 28/05/2011) Art.1 Principi e finalità Il Comune

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE MODALITÀ DI ACCESSO E DI USO DELLA RETE INFORMATICA DELL'ITIS A. ROSSI DI VICENZA E ALLA RETE INTERNET

REGOLAMENTO PER LE MODALITÀ DI ACCESSO E DI USO DELLA RETE INFORMATICA DELL'ITIS A. ROSSI DI VICENZA E ALLA RETE INTERNET REGOLAMENTO PER LE MODALITÀ DI ACCESSO E DI USO DELLA RETE INFORMATICA DELL'ITIS A. ROSSI DI VICENZA E ALLA RETE INTERNET INDICE INDICE...1 Art.1.OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE...2 Art.2.PRINCIPI GENERALI...2

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELL AULA INFORMATICA

REGOLAMENTO PER L USO DELL AULA INFORMATICA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONINO CAPONNETTO Via Socrate, 11 90147 PALERMO 091-533124 Fax 091-6914389 - c.f.: 97164800829 cod. Min.: PAIC847003 email: paic847003@istruzione.it

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DI MANIAGO Regolamento utilizzo servizio Internet

BIBLIOTECA CIVICA DI MANIAGO Regolamento utilizzo servizio Internet BIBLIOTECA CIVICA DI MANIAGO Regolamento utilizzo servizio Internet Art. 1 Obiettivi del servizio La Biblioteca Civica del Comune di Maniago riconosce l utilità dell informazione elettronica per il soddisfacimento

Dettagli

Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica

Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica 1. Norme generali 1.1. Il LADISPE è un laboratorio in cui l'attività didattica sperimentale è preminente.

Dettagli

Regolamento del servizio INTERNET in Biblioteca

Regolamento del servizio INTERNET in Biblioteca Comune di Nago - Torbole Regolamento del servizio INTERNET in Biblioteca Approvato con deliberazione consiliare n. 36 dd. 14.10.1999 ENTRATO IN VIGORE IL 18.12.1999 Regolamento del servizio Internet della

Dettagli

CAPO I PRINCIPI GENERALI

CAPO I PRINCIPI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DELLA RETE INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA Emanato con D.R. n. 1087 del 27 maggio 2010 Pubblicato all Albo Ufficiale d Ateneo al n. 379 il

Dettagli

SIA Area Sistemi Informativi Aziendali

SIA Area Sistemi Informativi Aziendali SIA Area Sistemi Informativi Aziendali PROGETTAZIONE E SVILUPPO REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELL'ESERCIZIO DELLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E DI UTILIZZO DEI DATI Ottobre 2014 (Ver.2.0) 1 Sommario 1.

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo della rete informatica

Regolamento per l'utilizzo della rete informatica Regolamento per l'utilizzo della rete informatica Articolo 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina le modalità di accesso e di uso della rete informatica dell Istituto, del

Dettagli

Informatica giuridica. Prof. Alessandro Bugatti

Informatica giuridica. Prof. Alessandro Bugatti Informatica giuridica Prof. Alessandro Bugatti Privacy e nuove tecnologie Dal 1 gennaio 2004 in Italia è in vigore un codice per la protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003). Il codice si apre con

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER UTILIZZO INTERNET DA PARTE DEGLI UTENTI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER UTILIZZO INTERNET DA PARTE DEGLI UTENTI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER UTILIZZO INTERNET DA PARTE DEGLI UTENTI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 Oggetto e principi generali Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO COMUNE DI MEZZOLOMBARDO PROVINCIA DI TRENTO * * * * * * * * * * * * * * REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO * * * * * * * * * * * * * Approvato con deliberazione

Dettagli

Disciplinare per l uso servizi di accesso ad internet P3@

Disciplinare per l uso servizi di accesso ad internet P3@ COMUNE DI RIESE PIO X (PROVINCIA DI TREVISO) AREA I^ - Amministrativa Culturale - Sociale settore segreteria, affari generali e contratti Disciplinare per l uso servizi di accesso ad internet P3@ Approvato

Dettagli

Direttiva 98/84/CE del 20 novembre 1998, sulla tutela dei servizi ad accesso condizionato e dei servizi di accesso condizionato.

Direttiva 98/84/CE del 20 novembre 1998, sulla tutela dei servizi ad accesso condizionato e dei servizi di accesso condizionato. Direttiva 98/84/CE del 20 novembre 1998, sulla tutela dei servizi ad accesso condizionato e dei servizi di accesso condizionato. Decreto legislativo 15 novembre 2000, n. 373 OBIETTIVO Armonizzazione delle

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI NIBIONNO

BIBLIOTECA COMUNALE DI NIBIONNO BIBLIOTECA COMUNALE DI NIBIONNO SERVIZIO INTERNET Regolamento per l accesso ART. 1 OBIETTIVI DEL SERVIZIO INTERNET 1.1 La Biblioteca Comunale di Nibionno desidera fornire agli utenti l accesso all'informazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA.

REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA. REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA. Approvato con Delibera di Consiglio Comunale nr. 46 2014 Pagina 1 di 9 Indice 1. OBIETTIVI DEL

Dettagli

Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola

Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola Il presente documento è stato redatto per consentire un uso sicuro della rete all interno della scuola. Nella compilazione del documento si

Dettagli

TERMINI DI USO DEL SITO

TERMINI DI USO DEL SITO TERMINI DI USO DEL SITO TERMINI DI USO DEL SITO Benvenuti sul sito internet di Loro Piana ( Sito ). Il Sito è di proprietà ed è gestito da Loro Piana S.p.A. Società soggetta a direzione e coordinamento

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione VIII. Reati in materia di violazione del diritto di autore

PARTE SPECIALE Sezione VIII. Reati in materia di violazione del diritto di autore PARTE SPECIALE Sezione VIII Reati in materia di violazione del diritto di autore PARTE SPECIALE Sezione VIII Sommario 1.Le fattispecie di Reati Presupposto (Artic. 25 novies D.Lgs. 231/01)... 3 2.Processi

Dettagli

REGOLAMENTO. Gestione dei dispositivi informatici dell Istituto e degli strumenti multimediali (dispositivi, rete, Internet, mail, ecc.

REGOLAMENTO. Gestione dei dispositivi informatici dell Istituto e degli strumenti multimediali (dispositivi, rete, Internet, mail, ecc. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

REGOLAMENTO LABORATORI AULA MAGNA INFORMATICA/MODA/FOTOGRAFIA/GRAFICA

REGOLAMENTO LABORATORI AULA MAGNA INFORMATICA/MODA/FOTOGRAFIA/GRAFICA REGOLAMENTO LABORATORI AULA MAGNA INFORMATICA/MODA/FOTOGRAFIA/GRAFICA SEZIONE I: Norme Generali All interno di ciascun laboratorio sono riconosciute le seguenti figure: a) Responsabile del Laboratorio,

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DEL SERVIZIO

TERMINI E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TERMINI E CONDIZIONI DEL SERVIZIO Free Rumble è una pubblicazione costante di contenuti testuali, software, script, elementi grafici, foto, contenuti sonori, musicali video, combinazioni audiovisive, funzionalità

Dettagli

CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO

CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA (approvate con D.D. 159 del 27.03.2008) L utente che intende usufruire del collegamento internet, sia attraverso i pc messi a disposizione

Dettagli

DELITTI IN VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE I

DELITTI IN VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE I MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001 DI CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE I DELITTI IN VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE 1 IL RISCHIO SPECIFICO DEI

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale di Bosisio Parini Via A. Appiani, 10-23842 BOSISIO PARINI (LC) Tel.: 031 865644 Fax: 031 865440 e-mail: lcic81000x@istruzione.it

Dettagli

I.S.I.S.S. G.B.CERLETTI CONEGLIANO

I.S.I.S.S. G.B.CERLETTI CONEGLIANO ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE "G.B. Cerletti" I.T.A. G.B. Cerletti - con ordinamento speciale per la viticoltura e l enologia di CONEGLIANO TV I.P.A.A. G. Corazzin di CONEGLIANO TV

Dettagli

Scritto da Super Administrator Lunedì 08 Ottobre 2012 15:55 - Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile 2013 08:27

Scritto da Super Administrator Lunedì 08 Ottobre 2012 15:55 - Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile 2013 08:27 Modalità e condizioni di utilizzo del sito web istituzionale Chiunque acceda o utilizzi questo sito web accetta senza restrizioni di essere vincolato dalle condizioni qui specificate. Se non le accetta

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA Oggetto: Informativa e autorizzazione all utilizzo della strumentazione elettronica; informazioni ed istruzioni

Dettagli

5 COMUNICAZIONE RELATIVA ALLA DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE NEI SITI WEB

5 COMUNICAZIONE RELATIVA ALLA DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE NEI SITI WEB Informazioni sulle condizioni per l'utilizzo dei siti web di proprietà SPS srl www.spssrl.com http://online.spssrl.com www.securitystore.it Tali condizioni si riterranno valide anche per qualsiasi altro

Dettagli

Università degli Studi di Messina

Università degli Studi di Messina Università degli Studi di Messina Regolamento relativo all uso della posta elettronica (Ultima modificazione: D.R. n. 2901 del 20 Dicembre 2013) Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento

Dettagli

Città di San Mauro Torinese

Città di San Mauro Torinese Città di San Mauro Torinese Regolamento per l utilizzo delle postazioni informatiche del Centro Informagiovani Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 4 del 26/01/2005 Art. 1 Istituzione

Dettagli

Condizioni generali di utilizzo App PhoneAll

Condizioni generali di utilizzo App PhoneAll Condizioni generali di utilizzo App PhoneAll 1 Premesse Intermatica S.p.A., con sede legale in 00195 Roma (RM) alla Via Montello n 30, Registro delle Imprese di Roma, codice fiscale e partita Iva n 05389281006,

Dettagli

ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO

ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO Regolamento di connessione pubblica nomadica alla rete Internet in modalità

Dettagli

CENTRO INFORMAGIOVANI REGOLAMENTO. Art.1 Principi e finalità

CENTRO INFORMAGIOVANI REGOLAMENTO. Art.1 Principi e finalità CITTÀ DI AFRAGOLA - Provincia di Napoli ISTITUZIONE DEI SERVIZI DI ISTRUZIONE, CULTURA, POLITICHE GIOVANILI E DEL TEMPO LIBERO DEL COMUNE DI AFRAGOLA Via Firenze, 33 80021 Afragola. Tel. 081-8529706 -0818529709

Dettagli

Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI)

Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI) Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI) 1 Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato nell ambito del programma

Dettagli

Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289

Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289 Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289. DISPOSIZIONI PER L ACCESSO AI SERVIZIO INTERNET - Approvato con delibera C.C. n. 294 del 25.11.1999 CO.RE.CO.

Dettagli

PARTE SPECIALE B DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI

PARTE SPECIALE B DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI PARTE SPECIALE B DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI INDICE B.1 DESTINATARI DELLA PARTE SPECIALE E PRINCIPI GENARALI DI COMPORTAMENTO... 3 B.2 AREE POTENZIALMENTE A RISCHIO E PRINCIPI DI

Dettagli

Per essere utente registrato al Club del Burraco, è vincolante avere compiuto 18 anni e compilare tutti i campi obbligatori dei moduli d'iscrizione.

Per essere utente registrato al Club del Burraco, è vincolante avere compiuto 18 anni e compilare tutti i campi obbligatori dei moduli d'iscrizione. Con la registrazione su www.clubdelburraco.it dichiari di accettare e di seguire le linee guida contenute in questo regolamento. La nostra comunità si basa su principi fondamentali quali il rispetto, la

Dettagli

Darwinbooks sistema integrato per la consultazione di libri on line

Darwinbooks sistema integrato per la consultazione di libri on line Darwinbooks sistema integrato per la consultazione di libri on line LICENZA DARWINBOOKS L accesso a Darwinbooks e ai suoi contenuti/materiali e servizi è soggetto alle condizioni e ai limiti di cui alla

Dettagli

È un sistema di condivisione di file mediante internet e tramite l utilizzo di software distribuiti gratuitamente come emule, kazaa, bearshare..

È un sistema di condivisione di file mediante internet e tramite l utilizzo di software distribuiti gratuitamente come emule, kazaa, bearshare.. Il File sharing È un sistema di condivisione di file mediante internet e tramite l utilizzo di software distribuiti gratuitamente come emule, kazaa, bearshare.. Il file sharing nasce come mezzo per favorire

Dettagli

Comune di Nola Provincia di Napoli. Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti

Comune di Nola Provincia di Napoli. Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti Comune di Nola Provincia di Napoli Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti Sommario 1. Oggetto... 2 2. Modalità di utilizzo delle postazioni di lavoro...

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. W i F i. Istruzioni per l accesso

Università per Stranieri di Siena. W i F i. Istruzioni per l accesso Università per Stranieri di Siena W i F i Area Istruzioni per l accesso INDICE 1. Informazioni generali p. 3 2. Aree wireless p. 3 3. Come accedere alla rete wireless Unistrasi p. 8 3.1. Configurazione

Dettagli

Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA. EMAK s.p.a.

Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA. EMAK s.p.a. Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA EMAK s.p.a. con delibera del Consiglio di Amministrazione del 31Gennaio 2014 Parte Speciale H 1. I reati

Dettagli

32 8.10.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41 DELIBERAZIONE 22 settembre 2008, n. 721

32 8.10.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41 DELIBERAZIONE 22 settembre 2008, n. 721 32 8.10.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41 DELIBERAZIONE 22 settembre 2008, n. 721 Disciplinare per l utilizzo della posta elettronica e di Internet. LA GIUNTA REGIONALE Visto l

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI LURATE CACCIVIO

REGOLAMENTO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI LURATE CACCIVIO REGOLAMENTO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI LURATE CACCIVIO INDICE DEI CONTENUTI: Regolamento del servizio internet della biblioteca Modulo per la richiesta di accesso alla rete internet Modulo di autorizzazione

Dettagli

CODICE ETICO INFORMATICO DI GEWISS S.P.A.

CODICE ETICO INFORMATICO DI GEWISS S.P.A. CODICE ETICO INFORMATICO DI GEWISS S.P.A. Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 25 luglio 2012 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. DEFINIZIONI... 3 2. I SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI NORME GENERALI...

Dettagli

Comune di Limana (BL) Delibera di Giunta n.83 del 15/06/2011

Comune di Limana (BL) Delibera di Giunta n.83 del 15/06/2011 Comune di Limana (BL) Delibera di Giunta n.83 del 15/06/2011 DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE E L'ACCESSO ALLA RETE LIMANA WI-FI DEL CENTRO DI PUBBLICO ACCESSO AD INTERNET

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACCESSO AI SERVIZI ON LINE OFFERTI DAL GRUPPO POSTE ITALIANE (REGISTRAZIONE) E DEL SERVIZIO BACHECA

CONDIZIONI GENERALI DI ACCESSO AI SERVIZI ON LINE OFFERTI DAL GRUPPO POSTE ITALIANE (REGISTRAZIONE) E DEL SERVIZIO BACHECA CONDIZIONI GENERALI DI ACCESSO AI SERVIZI ON LINE OFFERTI DAL GRUPPO POSTE ITALIANE (REGISTRAZIONE) E DEL SERVIZIO BACHECA Art. 1 Oggetto 1. Le presenti condizioni generali (di seguito Condizioni ), di

Dettagli

Regolamento relativo all'accesso e all'uso della Rete Informatica del Comune di AZZANO SAN PAOLO

Regolamento relativo all'accesso e all'uso della Rete Informatica del Comune di AZZANO SAN PAOLO Comune di Azzano San Paolo Provincia di Bergamo Piazza IV novembre Tel. 035/53.22.80 Fax 035/530073 C.F./IVA n. 00681530168 e-mail: servizio.urp@comune.azzano.bg.it SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE Regolamento

Dettagli

Richiesta di account e/o accesso alle risorse Informatiche della Sezione di Cagliari

Richiesta di account e/o accesso alle risorse Informatiche della Sezione di Cagliari Richiesta di account e/o accesso alle risorse Informatiche della Sezione di Cagliari Nome Cognome Nome del referente presso la Sezione di Cagliari Username Occupazione disco MB Password (min 6 car) Scadenza

Dettagli

I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO. Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it

I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO. Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it 15 Novembre 2006 INDICE 1 Indice 1 Il Computer Crime 2 1.1 Il Panorama Europeo....................... 2 1.2 Il Panorama

Dettagli

COMUNE di AFFILE REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET POINT. Provincia di Roma. Via L. Naddeo 1 Tel.:0774-804400 804401 Fax: 0774-808983

COMUNE di AFFILE REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET POINT. Provincia di Roma. Via L. Naddeo 1 Tel.:0774-804400 804401 Fax: 0774-808983 COMUNE di AFFILE Provincia di Roma Via L. Naddeo 1 Tel.:0774-804400 804401 Fax: 0774-808983 REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET POINT Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 28 aprile 2010

Dettagli

PARTE SPECIALE SEZIONE II I REATI INFORMATICI

PARTE SPECIALE SEZIONE II I REATI INFORMATICI PARTE SPECIALE SEZIONE II I REATI INFORMATICI INDICE 1. FATTISPECIE EX ART.24-BIS DLGS. 231/2001 2. PRINCIPI DI COMPORTAMENTO 3. PRINCIPI GENERALI DI CONTROLLO 4. AREE A RISCHIO E PRINCIPI DI CONTROLLO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Condizioni e norme di utilizzo del servizio di posta elettronica per gli utenti dell'ateneo (vers. 2.0) Indice 1. Oggetto...1 2. Condizioni d'uso...2 3. Riservatezza...2

Dettagli