Pillole di DPNSS. Sommario. 0 - Introduzione. bozza pubblica v.0.0 del 19 Ott 2009 autori: luciano de falco alfano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pillole di DPNSS. Sommario. 0 - Introduzione. bozza pubblica v.0.0 del 19 Ott 2009 autori: luciano de falco alfano"

Transcript

1 Pillole di DPNSS bozza pubblica v.0.0 del 19 Ott 2009 autori: luciano de falco alfano Sommario Sommario Introduzione Generalità e 2 Generalità, principi e campi di applicazione Funzionalità principali Struttura di rete DPNSS Glossario dei termini Servizi supplementari: route optimisation...5 Implementazione...5 Indice dello standard...6 Riferimenti...7 Questo documento sintetizza alcune parti dello standard del protocollo DPNSS. Viene rilasciato con licenza creative commons attribution (CC-by), senza garanzia di completezza, correttezza né assunzione di responsabilità dell'autore. I capitoli in cui il titolo è preceduto dai puntini di sospensione (...) sono mancanti o incompleti. Il numero che precede il capitolo, è lo stesso dello standard DPNSS. Si veda il paragrafo successivo. 0 - Introduzione DPNSS significa Digital Private Signalling System. E' un protocollo digitale telefonico sviluppato per veicolare i comandi e le informazioni che devono essere scambiati tra centrali. Tecnicamente, è definito come un sistema di segnalazione utilizzabile tra commutatori di reti digitali private. Lo standard è definito nel documento ND1301:2001/03; DPNSS [188], Digital Private Signalling System No 1 (DPNSS 1) emesso dal NICC (Network Interoperability Consultative Committee). La sua applicazione è possibile sia per il traffico voce (digitalizzato) che per il traffico dati. Mentre non riguarda l'interfacciamento tra il nodo di commutazione e la periferica finale (telefono o terminale dati). Nel seguito si userà la sigla PBX per indicare un generico commutatore di rete. Normalmente è l'acronimo di Private Branch Exchange, ma in questo contesto il termine è del tutto generale. Fname: dpnss summary-0.0

2 1 - Generalità 1 e 2 Generalità, principi e campi di applicazione Il DPNSS, confrontato con lo standard ISO-OSI, riguarda i primi tre livelli di comunicazione, con particolare attenzione al secondo (data link protocol == ISO-OSI link layer) e al terzo (call control == ISO-OSI network layer). 3 Funzionalità principali Il DPNSS fornisce le capacità per effettuare chiamate in fonia o dati, più una vasta quantità di Servizi Supplementari. Inoltre ha capacità di internetworking tramite Gateway PBX almeno con i seguenti sistemi di segnalazione: Private Network - SSAC15 - SSDC5 Decadic Signalling - Simple Call only - SSDC10 - SSMF5 - Supplementary Services to SSMF5 capability - QSIG - Basic Call to ETS (1992) Public Network - Loop Disconnect (PSTN) - DASS 2 (UK ISDN) - Public ISDN Access - Basic Call to ETS (1990) I segnali viaggiano tra PBX all'interno di messaggi. Il protocollo lavora facendo passare i messaggi tra PBX adiacenti. A seconda del tipo e del contenuto del messaggio, questo agisce nel PBX o viene ripetuto verso il PBX successivo. La connessione tra due PBX può avvenire per: stabilire una chiamata in fonia o dati; dare luogo a servizi supplementari; comunicare informazioni supplementari. In generale la procedura di scambio messaggi è sempre la stessa. Nel caso di Servizi supplementari si può avere la sola segnalazione. In tal caso si parla di Chiamata Virtuale. Una chiamata è richiesta dal PBS mittente inviando al PBX adiacente un messaggio con: il tipo di servizio richiesto (voce, dati); eventuale velocità e modalità di trasmissione; il CLC (Calling Line Category); se disponibile l'identificativo del chiamante (OLI: Originating Line Identity), ad esempio il suo numero telefonico; se appropriato il Servizio supplementare (o informazioni); Pag. 2 di 7

3 l'indirizzo di destinazione. Alla ricezione del messaggio il PBX ricevente: invia la chiamata ad un prorpio dispositivo; oppure inoltra la chiamata al prossimo PBX Alla ricezione di una chiamata, il PBX finale controlla compatibilità e stato dei terminali coinvolti. Se la chiamata entrante non può essere servita (terminali incompatibili, ricevente occupato, fuori servizio, ) la connessione viene rilasciata dal PBX finale inviando al mittente un segnale di disconnessione con la ragione del rifiuto. Se la chiamata entrante può essere accettata, il PBX finale invia un messaggio di conferma al PBX mittente. Dopo di che la connessione sarà tenuta in attesa di ulteriori segnalazioni. Quando il terminale chiamato risponde, il PBX finale invia un Call Connect Message al PBX mittente. Esiste un Recall Message per permettere servizi supplementari che richiedono una seconda chiamata attraverso il canale già esistente. Esiste Un End-to-End Message per permettere la segnalazione di servizi supplementari tra PBX mittente e destinatario. Alla fine della chiamata, la connessione viene rilasciata tramite uno scambio di messaggi di chiusura. 4 Struttura di rete DPNSS 1 Una rete DPNSS 1 è composta di nodi interconnessi da collegamenti di segnalazione DPNSS 1. Alcuni nodi danno accesso ad interfacce non DPNSS 1. Queste interfacce sono utenti della rete. Esempi di utenti possono essere: telefoni, operatori, PSTN. I nodi DPNSS 1 possono essere PBX in reti private o nodi di scambio pubblici ceh forniscono capacità di rete VPN e/o Centrex. 5 Glossario dei termini Il seguente glossario è incompleto. Vengono riportati solo alcuni dei termini presenti in questo documento di sintesi. ACK ACT ADPCM CC CC-AB CC-ACK CC-AI acknowledgment activate Adaptive Differential Pulse Code Modulation Clearing Cause -access barred -acknowledgement -address incomplete Pag. 3 di 7

4 CC-BY CC-CHOS CC-CNR CC-CON CC-CT CC-FNR CC-ICB CC-INC CC-MNU CC-NAE-E CC-NT CC-NU CC-PFR CC-REJ CC-ROS CC-SCT CC-SI CC-SNU CC-SNV CC-SOS CC-SSI CC-STU CC-SU CC-TRFD CC-UNR CIM CLC -busy -channel out of service -DTE controlled not ready -congestion -Call termination -facility not registered -incoming call barred -service incompatible -message not understood -NAE-Error -network termination -number unobtainable -priority force release reject -route out of service -subscriber call termination -subscriber incompatible -signal not understood -signal not valid -subscriber out of service -signalling system incompatible -service temporarily unavailable -service unavailable -transferred -DTE unconttrolled not ready Clear Indication Message Calling/Called Line Category CLC-DASS2 -Digital Access Signalling System No 2 (now renamed CLC-ISDN) CLC-DEC -decadic CLC-ISDN -public ISDN (including DASS 2) CLC-MF5 -signalling system multifrequency n.5 CLC-NET -network CLC-OP -operator CLC-ORD -ordinary extension CLC-PSTN -public switched telephon network CRM Clear Request Message CT Call termination Pag. 4 di 7

5 CLI EEM FNR ISRM(C) NAM NIM NT PBX REJ ROP ROP-CON ROP-CSU ROP-INV ROP.INVA ROP-R called line identity (network identity) End to End Message (Complete) Facility Not Registered (see CC) Initial Service Request Message (Complete Number Acknowledge Message Network Indication Message Network Termination Private Branch Exchange Reject route optimisation -connected -call set up -invite -invite with acknowledgement -request 19 - Servizi supplementari: route optimisation Una chiamata può seguire un percorso non ottimizzato. Il PBX chiamante, può richiedere un servizio di Route optimisation. In tal caso si effettua il tentativo di ottenere un nuovo cammino dal PBX finale al PBX mittente utilizzando un percorso ottimizzato. Il percorso ottimizzato può ricalcare parzialmente il cammino già esistente. Quando si è ottenuto il nuovo percorso, le parti non utilizzate del precedente vengono rilasciate. Se il percorso è già ottimizzato, o il percorso ottimo è congestionato, si usa il cammino già stabilito. Implementazione Il PBX mittente chiede il servizio inviando al PBX finale un EEM con ROP-R (route optimisation-request). ROP-R ha come parametri l'indirizzo destinazione della nuova chiamata instradata, usato dal PBX finale. Questo indirizzo destinazione deve contenere l'indirizzo di rete del PBX mittente e una serie di cifre per identificare univocamente la chiamata. Alla ricezione di ROP-R, il PBX finale tenta una nuova chiamata verso il mittente, utilizzando l'indirizzo destinazione della ROP-R. Pag. 5 di 7

6 Se il PBX finale non può effettuare la ROP-R risponde con un EEM con REJ. Se il PBX mittente non è il finale, questo invia un ISRM(C), con ROP-CSU, su un nuovo canale nel percorso ottimo verso il mittente. ISRM(C) ha l'indirizzo destinazione e il CLC del PBX finale. Se il PBX mittente coincide con il finale, la richiesta è sostituita da una connessione interna tra i due terminali, e i canali DPNSS vengono rilasciati tramite CRM con causa Network Termination (NT). Quando la ISRM(C) con ROP-CSU arriva al PBX mittente, questo controlla di essere l'origine della richiesta di ruote optimisation tramite l'uso dell'identificatore di chiamata. Se è così invia un AM contenente il CLS del mittente attraverso il nuovo canale di segnalazione e questo viene connesso in conferenza con il canale già esistente. Se il PBX mittente non si identifica come originatore della richiesta, chiude la conessione inviando CRM con causa Facility not egistered (FNR) Può accadere se è terminata la chiamata iniziale. Se il PBX mittente riceve EEM con REJ sul canale originale, può riprovare successivamente, ma deve attendere almeno 60 secondi. Alla ricezione di NAM sul nuovo canale il PBX finale vi connette il traffico, mentre il vecchi canale viene connesso a silenzio. Quindi invia un EEM con Route Optimisation-connected (ROP-CON) lungo il nuovo percorso. La chiamata continua e il canale originale viene chiuso (tramite CRM con causa NT). Se il PBX finale riceve un CRM sul nuovo canale, risponde con CIM e invia un EEM con REJ sul canale originale. Se il PBX finale riceve NIM sul nuovo canale (c'è un PBX che non supporta il servizio), su di esso invia CRM con causa NT, e aspetta CIM in risposta. Inoltre invia EEM con REJ sul canale di segnalazione originale. Se la chiamata originale termina prima della ricezione di un NAM o CRM sul nuovo canale, il PBX finale invia sul nuovo canale un CRM con causa Call Termination (CT) e attende un CIM in risposta. Ciò in aggiunta alla normale procedura di chiusura della chiamata sul canale originale. Se si riceve CRM sul nuovo canale, si risponde con CIM e si disconnette il traffico dalla chiamata. Si può attendere un EEM con REJ sul canale di segnalazione originale. Se la chiamata originale termina prima della ricezione di un EEM con ROP-CON, si invia un CRM con causa CT sul nuovo canale e si attende un CIM in risposta. Ciò in aggiunta alla normale procedura di chiusura della chiamata sul canale originale. Alla ricezione di un CRM dal vecchio canale di segnalazione, lo si libera. Indice dello standard Questo indice riporta la pagina del file in formato pdf dello standard in esampe Sezione Sottosez. Titolo Pagina 0 Foreword and table of contents 3 1 general 17 1 general 18 2 principles and field of application 22 Pag. 6 di 7

7 Sezione Sottosez. Titolo Pagina 3 outline of operation 22 4 DPNSS 1 network structure 25 5 glossary of terms 27 2 physical characteristics (level 1) 39 3 Data link layer (level 2) 63 4 Message types and formats 97 5 Level 3 signalling procedures Simple telephony call Circuit switched data calls Supplementary services: swap Supplementary services: call back when free Supplementary services: executive intrusion Supplementary services: diversion Supplementary services: hold Supplementary services: three-party Supplementary services: call offer Supplementary services: non-specified information Service indipendent strings Supplementary services: call waiting Supplementary services: bearer-service selection Supplementary services: route optimisation Riferimenti 1 ND1301:2001/03; DPNSS [188], Digital Private Signalling System No 1 (DPNSS 1) Definizione dello standard DPNSS 1. Documento emesso dal NICC (Network Interoperability Consultative Committee) Pag. 7 di 7

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA PORTABILITA DEI NUMERI PER I SERVIZI DI COMUNICAZIONI MOBILI E PERSONALI

REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA PORTABILITA DEI NUMERI PER I SERVIZI DI COMUNICAZIONI MOBILI E PERSONALI REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA PORTABILITA DEI NUMERI PER I SERVIZI DI COMUNICAZIONI MOBILI E PERSONALI Articolo 1 (Definizioni)... 2 Articolo 2 (Disposizioni Generali)... 3 Articolo 3 (Soluzioni tecniche

Dettagli

Voice Over IP NAT Traversal

Voice Over IP NAT Traversal Voice Over IP Traversal Giorgio Zoppi zoppi@cli.di.unipi.it Tecnologie di Convergenza su IP a.a.2005/2006 VoIP Traversal 1 57 Tecnologie di Convergenza su IP Che cosa è il (Network Address Translation?

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY GE IP-PBX per mobilità senza confini e connettività universale

SOHO IP-PBX - ETERNITY GE IP-PBX per mobilità senza confini e connettività universale SOHO IP-PBX - ETERNITY GE 1 ETERNITY GE è un sistema di comunicazione avanzato e flessibile, che offre servizi e funzionalità utili alle grandi imprese, in linea con le loro richieste. La sua affidabile

Dettagli

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 INDICE GENERALE 1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 4. COME DEVIARE LE CHIAMATE SU UN ALTRO APPARECCHIO...

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

ELENCO DELLE STRUTTURE DI ROUTING NUMBER ASSOCIATE AI SERVIZI

ELENCO DELLE STRUTTURE DI ROUTING NUMBER ASSOCIATE AI SERVIZI ALLEGATO NORMATIVO n. 1 ALLA SPECIFICA TECNICA 763-4 ELENCO DELLE STRUTTURE DI ROUTING NUMBER ASSOCIATE AI SERVIZI Versione 12 (giugno 2011) ST 763-4 Allegato 1 Versione 12 Giugno 2011 1/5 INTRODUZIONE

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese SOHO IP-PBX - NE 1 NE Oggi, per competere, anche le piccole imprese devono dotarsi di sistemi di telecomunicazione evoluti, che riducano i costi telefonici, accrescano produttività e qualità del servizio.

Dettagli

The Directed Closure Process in Hybrid Social-Information Networks

The Directed Closure Process in Hybrid Social-Information Networks The Directed Closure Process in Hybrid Social-Information Networks with an Analysis of Link Formation on Twitter Dario Nardi Seminario Sistemi Complessi 15 Aprile 2014 Dario Nardi (CAS) 15/4/14 1 / 20

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Capitolo 1. Voce su IP: i concetti fondamentali

Capitolo 1. Voce su IP: i concetti fondamentali Pag Capitolo 1. Voce su IP: i concetti fondamentali 1.1. Introduzione L'argomento Voce su IP è, sicuramente, uno dei più gettonati dell'intero mondo del networking. Tecnicamente, con questa tecnologia

Dettagli

Middleware Laboratory. Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti

Middleware Laboratory. Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti Problemi nei sistemi concorrenti e distribuiti I sistemi concorrenti e distribuiti hanno in comune l ovvio problema di coordinare le varie attività dei differenti

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

Il Concetto di Processo

Il Concetto di Processo Processi e Thread Il Concetto di Processo Il processo è un programma in esecuzione. È l unità di esecuzione all interno del S.O. Solitamente, l esecuzione di un processo è sequenziale (le istruzioni vengono

Dettagli

Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS

Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS Nonostante esistano già in rete diversi metodi di vendita, MetaQuotes il programmatore di MetaTrader 4, ha deciso di affidare

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Guida alla Convenzione Telefonia Mobile 4

Guida alla Convenzione Telefonia Mobile 4 1 INDICE Guida alla Convenzione... 1... 1 1 Premessa... 5 2 Oggetto della Convenzione... 6 2.1 Durata... 6 2.2 ervizi di fonia mobile e funzioni associate... 6 2.2.1 egreteria telefonica...6 2.2.2 Notifica

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

EVOLUZIONE DEI SERVIZI DI TELEFONIA SU RETE MOBILE

EVOLUZIONE DEI SERVIZI DI TELEFONIA SU RETE MOBILE 52 Usa il tuo smartphone per visualizzare approfondimenti multimediali EVOLUZIONE DEI SERVIZI DI TELEFONIA SU RETE MOBILE Fabio Mazzoli, Roberto Procopio, Alberto Zaccagnini 53 Le reti mobili evolveranno

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

ALLEGATO 1. Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione

ALLEGATO 1. Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione ALLEGATO 1 Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione SOMMARIO 1 PRODOTTI E SERVIZI PRESENTI IN CONVENZIONE...3 1.1 SERVIZI TEMPORANEI DI RETE E COPERTURE AD HOC...3 1.1.1 Servizi di copertura temporanei...

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR

Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR PIANO DI NUMERAZIONE NEL SETTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI E DISCIPLINA ATTUATIVA Articolo 1 (Definizioni) Articolo 2 (Piano di numerazione per servizi) Articolo 3 (Assegnazione

Dettagli