N- /IVf Irti A DEL 15 MAR. 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N- /IVf Irti A DEL 15 MAR. 2012"

Transcript

1 OSPEDALI RIUNITI Numero Data ^1- T (L& ì 5 MAR DETERMINA DEL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE INTERAZIENDALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE N- /IVf Irti A DEL 15 MAR Oggetto: ESPLETAMENTO CORSO DI FORMAZIONE PERSONALE MEDICO ED INFERMIERISTICO DA ADIBIRE ALLA RACCOLTA DI SANGUE E PLASMA - ANNO ATTUAZIONE DGRM 389/2011. IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE INTERAZIENDALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE Normativa di riferimento Visto l'art. 25 della L.R. n. 13 che istituisce il Dipartimento Interaziendale Regionale di Medicina Trasfusionale; Vista la Determina n del 16 dicembre 2004 del Direttore Generale dell' Azienda ospedaliero - universitaria Ospedali riuniti Umberto I - G.M. Lancisi - G. Salesi di Ancona, relativa all'adozione di atti da parte del Direttore del dipartimento; Vista la DGRM 873 del 30 giugno 2008 concernente la revoca della DGRM 529/ Nuove disposizioni in ordine alla costituzione del Dipartimento Interaziendale Regionale di Medicina Trasfusionale (DIRMT); Vista la Legge n. 219/2005 concernente disposizioni in ordine alle attività trasfusionali e della produzione nazionale degli emoderivati; Visto il Decreto legislativo n. 261/2007 concernente norme di qualità e sicurezza per I raccolta, il controllo, la lavorazione, la conservazione e la distribuzione del sangue umano e dei suoi componenti; Vista la DGR n. 389/2011 "Linee Guida per la istituzione del Corso regionale di formazione per medici ed infermieri per la abilitazione alla raccolta sangue intero e plasma"; Vista la D.G.R. n. 462 del 04/04/2011 relativa alla nomina del sottoscritto quale Direttore del Dipartimento; Vista, infine, la Determina n. 459 del 16/12/2010, del Direttore Generale dell'azienda OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I - G.M. LANCISI - G. SALESI - relativa all'adozione di atti da parte del Direttore del Dipartimento Trasfusionale; Motivazione Impronta documento: 096A1C661DE2E887C472CD1D36BEC07B814790C1, 6/01 del 13/03/2012 TRAAFFG_D(_L)

2 I OSPEDALI ',. I R [ U N I T I Numero /f \ y h (Lfr Data 1 5 MAR La Regione Marche con L.R. n. 13/2003 ha previsto la istituzione di un Dipartimento Regionale Interaziendale di Medicina Trasfusionale (DIRMT) e con successivi atti sono stati individuate le modalità organizzative, è stato nominato il Direttore del Dipartimento, è stato approvato il regolamento interno. Con nota del , tenuto conto sia delle necessità del contenimento dei costi del personale alla luce dei tagli dei finanziamenti statali, ma anche e soprattutto per garantire, in attuazione e nel rispetto di quanto disposto dall'art. 7 del decreto legislativo n. 261/2007, un costante elevato livello qualitativo per affrontare anche qualsiasi possibile emergenza, il Direttore del DIRMT ha avanzato la ipotesi per la realizzazione di un progetto per la formazione ed accreditamento di personale sanitario medico ed infermieristico nella attività di raccolta sangue e plasma. Con la DGR N. 389 del 21 marzo 2011, la Giunta Regionale ha emanato le linee guida per l'istituzione del l Corso di Formazione per Medici ed Infermieri per la abilitazione alla raccolta di sangue intero e plasma. Con la stessa Delibera ha poi incaricato il Direttore del DIRMT di organizzare, avvalendosi della collaborazione della Commissione permanente "Formazione/aggiornamento" del DIRMT, di cui alla DGR N. 1731/2010, il suddetto corso, predisponendone il programma, individuando le strutture sedi di tirocinio, l'individuazione dei docenti e dei tutor, predisponendo le schede di valutazione, per la verifica del raggiungimento degli obiettivi didattici. La Commissione quindi ha predisposto il Regolamento che si allega alla presente determina. Il Corso è stato quindi suddiviso in una parte teorica e una parte pratica (tirocinio). Il corso teorico si è svolto nei modi e nei tempi previsti dal programma allegato. La valutazione finale di autoapprendimento, eseguita mediante compilazione dei questionari predisposti, è stata esaminata e corretta ed è risultata in tutti i casi idonea al superamento della fase teorica. I suddetti questionari di verifica, con la relativa valutazione di ogni singolo discente, non vengono allegati alla determina, ma rimangono agli atti e archiviati. L'attuazione della parte pratica del Corso è stata purtroppo più volte rinviata, a seguito delle difficoltà amministrative incontrate nella stipula della copertura assicurativa prevista dal regolamento. Una volta espletate tutte le procedure amministrative, necessarie alla stipula dei contratti assicurativi, questa si è svolta, come da programma, per un periodo di 150 ore distribuite su sei settimane, nell'arco di tempo che va dal 17/10/2011 al 28/11/2011 per gli infermieri e dal 31/10/2011 al 13/12/2011 per quanto riguarda i medici. Impronta documento: 096A1C661DE2E887C472CD1D36BEC07B814790C1, 6/01 del 13/03/2012 TRAAFFG_D(_L)

3 Numero ^ ^ y^fì OSPEDALI IUNITI Data \ 5 MAR Il personale, sia medico (8 discenti) che infermieristico (3 discenti), la cui esperienza nell'attività di raccolta sangue e plasma si sia rivelata riconosciuta e tracciabile, nonché comprovata da apposita dichiarazione del Responsabile di U.O. di Medicina Trasfusionale di riferimento, è stato esentato dalla esecuzione del tirocinio pratico. Tutti coloro che, viceversa, hanno dovuto espletare anche la parte pratica del Corso, sono stati suddivisi in gruppi e destinati alle diverse sedi trasfusionali di formazione in ambito regionale, in funzione della propria residenza e/o sede di attività lavorativa, così da poterne facilitare l'attuazione. Alcuni discenti, ritenuti idonei allo svolgimento del tirocinio pratico, si sono ritirati e non hanno neanche presentato la documentazione necessaria alla stipula della copertura assicurativa, altri, invece, pur presentando tale documentazione, non si sono poi presentati nelle sedi formative di riferimento all'inizio del percorso formativo pratico previsto. Globalmente hanno completato il percorso formativo pratico 11 medici e 16 infermieri. Ognuno di essi è stato seguito da almeno un tutor e da questo valutato, step by step, provvedendo a compilare e firmare la scheda personale. Ogni singola valutazione è stata successivamente approvata dal Responsabile di U.O. di Medicina Trasfusionale di riferimento e da ultimo supervisionata dal Direttore del DIRMT, Dr. Piani. Allo scopo di poter visionare l'intero percorso formativo attuato e i risultati conseguiti da ogni singolo discente, le ore di tirocinio eseguite e la valutazione finale conseguita è stata dettagliatamente riportata in appositi report, che rimangono agli atti e archiviati. Tutti i discenti hanno comunque ottenuto una valutazione finale globalmente positiva, per lo più con giudizi buoni e votazioni elevate, seppure diversificate, a dimostrazione dell'interesse e impegno dimostrato e dell'attenta e competente attività di tutoraggio svolta dal personale del DIRMT nelle singole sedi. L'intero percorso formativo è stato accreditato ecm: sono stati riconosciuti 17 crediti ECM alla parte teorica e 50 crediti ECM all'attività pratica; l'effettivo conseguimento dei crediti con consegna delle rispettive certificazioni è tuttora in corso. Dall'analisi di tutta la documentazione risulta che il Corso si è svolto nel rispetto di quanto disposto dalla Linee Guida di cui alla sunnominata DGR 389 del Per quanto precede, vista la regolarità della documentazione agli atti RITENUTO, per i motivi sopra riportati, di adottare il presente atto; -DETERMINA- 1. Approvare gli atti relativi all'espletamento del Corso di Formazione per la qualifica del personale Impronta documento: 096A1C661DE2E887C472CD1D36BEC07B814790C1, 6/01 del 13/03/2012 TRAAFFG_D(_L)

4 Numero ^ lj^ OSPEDALI RIUNITI Data 1 5 MAR addetto alla raccolta di sangue e plasma. 2. Dare atto che il Personale, incluso negli elenchi allegati, può essere adibito alla raccolta di sangue e di plasma ed è tenuto, a cadenza biennale, a frequentare i Corsi di aggiornamento appositamente organizzati per il mantenimento della qualifica posseduta. 3. Stabilire che gli elenchi del Personale idoneo, suddiviso per qualifica professionale, saranno pubblicati nel Portale del Dipartimento Regionale di Medicina Trasfusionale (www.trasfusionalemarche.org), nella sezione dedicata alla Formazione. 4. Dare atto che la presente determina non è sottoposta a controllo ai sensi dell'art. 4 della Legge 412/91 e dell'art. 28 della L.R. 26/96 e s.m.l 5. Trasmettere il presente atto al Collegio Sindacale a norma dell'art. 17 della L.R. 26/96 e s.m.l 6. Trasmettere il presente atto al Nucleo di Valutazione Regionale; 7. Dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo a norma dell'art.28, comma 6, della L.R. 26/96 e s.m.. // Direttore DIRMT attesta la regolarità del presente atto e ne certifica la conformità alle disposizioni vigenti. IL DIRETTORE - DOCUMENTO ISTRUTTORIO Privo di documento istruttorio - ALLEGATI - Scheda e Programma dello svolgimento del Corso - Parte teorica Regolamento per lo svolgimento del corso Elenco idonei (medici ed infermieri) Impronta documento: 096A1C661DE2E887C472CD1D36BEC07B814790C1, 6/01 del 13/03/2012 TRAAFFG_D(_L)

5 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA Azienda Ospedaliero Universitaria OSPEDALI RIUNITI ^ JÈmJS* V ( \I Ancona Dipartimento: DIRMT Direttore: Dr. Mario Piani CORSO DI FORMAZIONE PER LA QUALIFICA DEL PERSONALE ADDETTO ALLA RACCOLTA DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI Direttore del Corso: Dr. Mario Piani PRESENTAZIONE: In considerazione della carenza di personale sanitario strutturato nell'ambito del DIRMT, nella impossibilità di provvedere all'assunzione di nuovi medici ed infermieri a seguito della nuova finanziaria, al fine di garantire, in attuazione e nel rispetto di quanto disposto dall'art. 7 del decreto legislativo n. 261/2007, un costante elevato livello sia quantitativo che qualitativo per affrontare qualsiasi possibile emergenza, si profila la necessità di demandare parte della attivitàdi raccoltadegli emocomponenti a personale sanitario esterno. Questa strategia operativa, prevista dal citato DL 20 dicembre 2007, n. 261, già sposata ed in via di attuazione in altre Regioni quali Lazio, Liguria e Lombardia, consentirà di continuare a garantire l'autosufficienza regionale e quindi l'apporto degli emocomponenti necessari allo svolgimento della attività clinica quotidiana ed eventualmente eccezionale. Tali figure professionali potrebbero essere identificate nei giovani medici abilitati, nei medici di Medicina Generale o dei Distretti Territoriali e analogamente per quanto riguarda gli infermieri. In pratica, affinché l'attività sanitaria si possa svolgere in completa sicurezza e nel pieno rispetto delle normative, si impone la necessità di sottoporre tale personale sanitario, sia medico che infermieristico, ad un adeguato percorso formativo. OBIETTIVI GENERALI - FINALITÀ': La raccolta di sangue ed emocomponenti praticata nelle Unità di Raccolta Territoriali da parte di operatori esterni si svolgerà sotto una accurata supervisione da parte del DIRMT. Ciò non di meno, affinché l'attività sanitaria si svolga in piena sicurezza, in ottemperanza a tutte le norme di legge e nel rispetto delle procedure della qualità, è necessario sottoporre il personale sanitario disponibile all'attività di raccolta ad un adeguato percorso formativo. Questo in funzione delle peculiarità di un'attività sanitaria che si discosta nettamente dalla normale pratica clinica, e del ruolo del tutto singolare del donatore di sangue, soggetto sano che si appresta ad essere sottoposto ad una procedura clinica per lui non necessaria, con il quale quindi la costruzione e la conduzione di una relazione "terapeutica" presenta caratteristiche del tutto proprie, soprattutto nell'ottica di una accurata selezione di idoneità.

6 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA OBIETTIVI SPECIFICI: Il Corso Regionale è finalizzato alla acquisizione della abilitazione alla raccolta di sangue intero e alla esecuzione di procedure aferetiche. In questa ottica è necessario acquisire le competenze relative alla organizzazione e funzionamento del Sistema Sangue Nazionale e Regionale e alle norme che lo regolano, avere chiare le responsabilità medico-legali ed i compiti delle Associazioni di Volontariato Donatori di Sangue (AVIS), conoscere le linee di guida dettate dalla norma e gli standard nazionali per la selezione del donatore e per l'esecuzione della raccolta degli emocomponenti DESTINATARI (tipologia e numero per edizione): Al corso possono accedere i Laureati in Medicina e Chirurgia abilitati all'esercizio professionale in regola con l'iscrizione all'ordine Professionale, ed infermieri in regola con l'iscrizione al Collegio, provenienti dall'intera regione Marche. Sono consentiti un massimo di 50 partecipanti rappresentativi dell'intero territorio regionale, e quindi costituiti orientativamente di gruppi di 5 medici e 5 infermieri per ogni zona Il corso si svolgerà presso 1' Auditorium "Sandro Totti" - A.O.U. Ospedali Riuniti - Torrette di Ancona, con accesso pomeridiano, come da programma specificato. Informazioni: Tel Iscrizioni: Fax

7 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA PROGRAMMA GIORNATA ORARIO CONTENUTI 1 DOCENTI APERTURA DEILA VORIE PRESENTAZIONE DEL CORSO Dr. Mario Piani (Direttore DIRMT) IL DIRMT: STRUTTURA E FUNZIONE Organizzazione del Sistema Nazionale Dr. Francesco Picardi Sangue e Legislazione Nazionale 2 Maggio Il Sistema Trasfusionale Regionale: Organizzazione del DIRMT e Legislazione Regionale Discussione Dr. Riccardo Morganelli Intervallo Legislazione ed aspetti medico-legali delle Unità di Raccolta Sangue Dr. Gianluca Riganello Territoriali - URT L'AVIS: organizzazione, ruolo, attività e rapporto con il DIRMT Dr. Gianluca Riganello Discussione Chiusura Lavori

8 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA 3 Maggio IL PROCESSO TRASFUSIONALE DAL DONATORE AL PAZIENTE Attività di una Unità Operativa di Dr.ssa Rosella Bencivenga Medicina Trasfusionale e Processo Trasfusionale: dalla raccolta al follow-up del ricevente La gestione informatizzata dell'attività trasfusionale Dr. Gabriele Amadei Discussione Tutti i Relatori Intervallo Il Sistema Qualità e il Processo Dr.ssa Giuseppina Siracusa Trasfusionale dal donatore al paziente Discussione Tutti i Relatori Chiusura Lavori

9 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA 5 IL PROCESSO DI DONAZIONE Maggio Organizzazione della raccolta e processo di donazione: la visione d'insieme Dr.ssa Rosella Bencivenga Discussione Intervallo La selezione del donatore: la norma, le Dr. Gianluca Riganello raccomandazioni SIMTI, le linee di guida dipartimentali Dr.ssa Manola Trillini Dr.ssa Tiziana Stampatori Reazioni avverse in corso di donazione Dr.ssa Rosella Bencivenga Discussione Tutti i Relatori Chiusura Lavori

10 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA LA RACCOLTA DI EMOCOMPONENTI La raccolta di emocomponenti oggi: Dr.ssa M. Paola Corinaldesi Maggio salasso, aferesi produttiva e multicomponent Strumentazione e tecniche di donazione: I.P. Marco Pizzichini salasso, aferesi produttiva e multicomponent I.P. Tonino Marciano Discussione Tutti i Relatori Intervallo Il ruolo dell'infermiere professionale: Coord. Inf. Benedetta Lucidi gestione della sala prelievi e della I.P. Marco Pizzichini procedura di donazione Discussione Tutti i Relatori Chiusura Lavori

11 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA 9 Maggio PRODUZIONE E VALIDAZIONE EMOCOMPONENTI La produzione di emocomponenti: standard di prodotto e standard di processo I controlli immunoematologici sul donatore e sul prodotto Discussione Dr. Enrico Chiurazzi Dr.ssa Loredana Gobbi Tutti i Relatori Intervallo La gestione del rischio nel sistema trasfusionale e Temovigilanza Discussione Dr.ssa Rosella Bencivenga Dr. Remo Pandolfi Dr.ssa Isabella Cantori Tutti i Relatori Chiusura Lavori

12 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA L'IMPIEGO DEGLI EMOCOMPONENTI 10 Maggio Introduzione alle tematiche della giornata Dr.ssa Rosella Bencivenga e cenni di rischio clinico Indicazioni ed appropriatezza d'uso degli Dr. Gianluca Riganello emocomponenti Il sistema di sorveglianza trasfusionale Dr.ssa Rosella Bencivenga Dr.ssa Giovanna Salvoni Discussione Tutti i Relatori Intervallo Questionari ecm Correzione questionari ecm Chiusura Lavori Definitiva

13 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA SEDE DEL CORSO Auditorium "Sandro Totti" - AOU Ospedali Riuniti Ancona DIRETTORE DEL CORSO DIRETTORE SCIENTIFICO Dott. Mario Piani Direttore DIRMT Dott. Mario Piani Direttore DIRMT ELENCO DOCENTI: Dott.Mario Piani - U.O. Med. Trasf. Ancona, Direttore DIRMT Dr. Gabriele Amadei - U.O. Med. Trasf. Pesaro Dott.ssa Rosella Bencivenga - U.O. Med. Trasf. Ancona Dott.ssa Isabella Cantori - U.O. Med. Trasf. Macerata Dr. Enrico Chiurazzi - U.O. Med. Trasf. Ancona Dott.ssa Maria Paola Corinaldesi - U.O. Med. Trasf. Jesi Dott.ssa Loredana Gobbi - U.O. Med. Trasf. Ancona Coord. Inf. Benedetta Lucidi - U.O. Med. Trasf. Jesi DOCENTI I.P. Tonino Marciano - U.O. Med. Trasf. Ascoli Piceno Dr. Riccardo Morganelli - U.O. Med. Trasf. Ancona, Resp. Prof. Sanitarie Dott. Remo Pandolfi - U.O. Med. Trasf. Ancona Dott. Francesco Picardi - U.O. Med. Trasf. Pesaro I.P. Marco Pizzichini - U.O. Med. Trasf. Ancona Dr. Gianluca Riganello - U.O. Med. Trasf. Ancona Dott.ssa Giovanna Salvoni - U.O. Med. Trasf. Ancona Dr.ssa Giuseppina Siracusa - U.O. Med. Trasf. Ancona Dr.ssa Tiziana Stampatori - U.O. Med. Trasf. Fermo Dr.ssa Manola Trillini - U.O. Med. Trasf. Jesi Dott. Rosella Bencivenga SEGRETERIA DIDATTICA RECAPITO TELEFONICO: 071/

14 CENTRO DI FORMAZIONE A.O. OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA Formazione Residenziale Interattiva: METODOLOGIA DIDATTICA - Discussione casi clinici - Relazioni su temi preordinati MATERIALE DIDATTICO PROVA DI VERIFICA APPRENDIMENTO CREDITI FORMATIVI Dispense e Bibliografia ad hoc Valutazione finale di gradimento Valutazione docente Valutazione apprendimento consistente nell'elaborazione di un questionario Crediti Formativi n 17 1 Crediti verranno rilasciati solo a coloro che avranno garantito il 90% delle presenze previste alla Formazione Residenziale CURRICULA DOCENTI E, NEL CASO DI DOCENTI ESTERNI ALL'AZIENDA, DATA E LUOGO DI NASCITA TEST VERIFICA PROVA PRATICA (NEL CASO DI CORSO TEORICO-PRATICO) NEL CASO DI SPONSORIZZAZIONE, INDICARE LA DENOMINAZIONE GIURIDICA COMPLETA DI OGNI DITTA SPONSOR: l'evento viene realizzato attingendo ai fondi del DIRMT

15 DIPARTIMENTO REGIONALE INTERAZIENDALE di, vv >:&j ^ila O Regione Marche MEDICINA TRASFUSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PER MEDICI ED INFERMIERI PER L'ABILITAZIONE ALLA RACCOLTA DEL SANGUE INTERO E PLASMA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE MARCHE REGOLAMENTO Art.1 Organizzazione e periodo di svolgimento L'organizzazione del Corso è affidata al DIRMT che si farà carico di tutte le procedure necessarie allo svolgimento dell'iter formativo secondo criteri di efficienza ed efficacia didattica. Il Direttore del Corso è il Direttore del Dipartimento Interaziendale di Medicina Trasfusionale (DIRMT) e si avvarrà della collaborazione della Commissione permanente "Formazione & Aggiornamento" di cui alla DGR 1731 del Art.2 Durata Il Corso è articolato in 180 ore, comprensive di lezioni teoriche, tirocinio e affiancamento che sono svolte in successione temporale in maniera così articolata: 33 ore di parte teorica attuata mediante lezioni frontali; 97 ore di frequenza presso una struttura trasfusionale (tirocinio); 50 ore di tirocinio pratico in Unità di raccolta in affiancamento. Art.3 Requisiti di ammissione Possono accedere al Corso: a) Laureati in Medicina e Chirurgia abilitati all'esercizio della professione; b) Infermieri; in regola con l'iscrizione ai rispettivi Albi Professionali. Art.4 Termine e modalità per la presentazione delle domande Le domande di partecipazione al Corso, redatte su carta semplice, secondo lo schema allegato al presente regolamento (Allegato A) e corredate dal prescritto Curriculum Vitae vanno indirizzate al Direttore del Dipartimento Interaziendale Regionale di Medicina Trasfusionale (DIRMT) presso la SOD di Medicina Trasfusionale dell'azienda Ospedaliero - Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I - G.M. Lancisi - G. Salesi - Via Conca, 71, Torrette - ANCONA e debbono pervenire entro le ore 13 di mercoledì 20 aprile Pagina 1

16 DIPARTIMENTOREGIONALE INTERAZIENDALE di f '' KIN \ O Regione Marche MEDICINA TRASFUSIONALE Le domande possono essere presentate: a mezzo del servizio postale; direttamente alla Segreteria della Direzione del DIRMT, purché in busta chiusa e con la dicitura "Domanda di partecipazione al Corso di Formazione per Medici ed Infermieri" ed esclusivamente secondo il seguente calendario: dal lunedì al venerdì ore 11.00/ Non saranno comunque ammessi al concorso i candidati le cui domande perverranno alla Direzione del DIRMT oltre i termini previsti. DOMANDE DI AMMISSIONE Nella domanda di partecipazione al Corso (Allegato A) gli aspiranti devono indicare sotto la propria responsabilità: a) la data, il luogo di nascita e la residenza; b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; e) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; d) le eventuali condanne penali riportate (la dichiarazione è dovuta anche se negativa); e) il possesso dei requisiti specifici di ammissione di cui ai precedenti punti a) e b) dell'art.3; f) eventuali servizi prestati presso Strutture Trasfusionali, specificandone la durata e il periodo; g) il consenso al trattamento dei dati personali (D. Lgs. n. 196 del ); Gli aspiranti devono, inoltre, indicare il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione, ivi compreso, se possibile, il numero telefonico. In difetto le comunicazioni saranno inviate al luogo di residenza. La firma in calce alla domanda deve essere resa in forma leggibile e per esteso dall'interessato. DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA Alla domanda di ammissione gli aspiranti debbono allegare un Curriculum professionale e formativo redatto su carta semplice, datato e firmato. Le attività professionali e di studio, elencate nel curriculum formativo di cui sopra, formalmente documentate, costituiscono oggetto di valutazione ai fini dell'ammissione al Corso. Al Corso possono accedere fino ad un massimo di n. 50 unità complessive, che ricoprono, possibilmente, tutto il territorio regionale e, qualora il numero delle domande di ammissione fosse superiore ai posti disponibili, la Direzione del Corso, a suo insindacabile giudizio, deciderà i nominativi da ammettere al Corso, tenendo conto delle necessità territoriali, le esperienze professionali, le situazioni lavorative particolari, le necessità organizzative. La Direzione potrà prevedere la riduzione, parziale o totale, della parte pratica (tirocinio e affiancamento) per quei discenti che abbiano svolto la loro attività lavorativa, almeno due anni negli ultimi cinque, presso Strutture Trasfusionali accreditate. Pagina 2

17 pgrìf l 9 _Jl Regione Marche DIPARTIMENTOREGIONALE MEDICINA TRASFUSIONALE ' tso HIN\ 90P.1 2(1(1(1 O--^^ Art.5 Obiettivi del Corso La parte teorica del Corso sarà svolta nell'auditorium "Sandro Torti" dell'ospedale di Torrette in sei giornate di 5,5 ore ciascuna, dalle 14 alle e ha come obiettivi fornire un'adeguata formazione su: Organizzazione generale del Sistema Trasfusionale Italiano; 9 Organizzazione generale del Sistema Trasfusionale Regionale; Legislazione nazionale e regionale in materia trasfusionale; 8 Responsabilità medico-legali; Compiti delle Associazioni del Volontariato nell'organizzazione trasfusionale nazionale e regionale; Tecniche di prelievo; Selezione del donatore; e Assistenza al donatore; Principi di immunoematologia eritrocitaria; a Nozioni di medicina trasfusionale; Principi della donazione mediante aferesi; 9 Preparazione di emocomponenti; La gestione degli emoderivati. Al termine della parte teorica i corsisti saranno sottoposti ad una prova scritta vertente su n. 41 quesiti a risposta multipla. Per superare il test e accedere alla parte pratica (tirocinio e affiancamento) il Corsista dovrà rispondere in maniera corretta ad almeno 30 quesiti. Il tirocinio ha come obiettivo la frequenza in una Struttura Trasfusionale sotto la tutela di un Tutor finalizzata a fornire una adeguata formazione su: Visita di idoneità al dono del sangue; Utilizzo delle sacche da prelievo multiple; Disinfezione e asepsi applicate alla raccolta del sangue; Assistenza al donatore; Emergenza trasfusionale legata alla donazione; Aferesi produttiva; Le Strutture che ospiteranno i discenti sono tutte le Strutture trasfusionali del DIRMT, allocate all'interno delle strutture ospedaliere di Urbino, Pesaro, Fano, Senigallia, Jesi, Fabriano, Torrette di Ancona, Civitanova, Macerata, Fermo, San Benedetto del Tronto e Ascoli Piceno. Il discente deve essere certificato per aver eseguito direttamente almeno 100 donazioni di sangue intero. Pagina 3

18 DIPARTIMENTOREGIONALE INTERAZIENDALE di \ A Regione Marche MEDICINA TRASFUSIONALE Il periodo di affiancamento ha come obiettivo la frequenza in una Unità di Raccolta Territoriali autorizzati del DIRMT, sotto la guida di un Tutor del Servizio Trasfusionale - DIRMT di riferimento, finalizzata a fornire una adeguata formazione su: a) Specificità della raccolta del sangue nelle Unità di Raccolta; b) L'emergenza nelle Unità di Raccolta. Il discente deve essere certificato per aver eseguito direttamente almeno 50 donazioni di sangue intero. I Tutor per esprimere la loro valutazione sul raggiungimento degli obiettivi formativi attesi dei discenti, dovranno utilizzare l'apposita scheda allegata al presente Regolamento (Allegato B per i discenti Infermieri e Allegato C per i discenti medici) con la supervisione del Direttore dell'u.o. di appartenenza. Art.6 Polizza assicurativa E' in corso di definizione, per i discenti, la stipula di una polizza assicurativa per gli infortuni sul lavoro (INAIL) e per il Rischio verso Terzi, limitatamente al periodo previsto per il tirocinio e l'affiancamento nelle strutture del DIRMT. Art.7 Materiale didattico Dispense e Bibliografia ad hoc saranno fornite all'inizio del Corso e durante il periodo di tirocinio. Art.8 Docenti I Docenti che si alterneranno nelle lezioni frontali per la parte teorica sono: Docente U.O. Materia Dr. Mario Piani Ancona Organizzazione Sistema Trasfusionale Nazionale e Regionale Dr. Gabriele Amadei Pesaro La gestione informatizzata dell'attività di raccolta trasfusionale Dr.ssa Rosella Bencivenga Ancona Il Processo Trasfusionale; Organizzazione della raccolta e processo di donazione; Le reazioni avverse; La gestione del rischio; Il rischio clinico; Indicazioni d'uso Dr.ssa Isabella Cantori Macerata La gestione del rischio ed emovigilanza Dr. Enrico Chiurazzi Ancona La produzione di emocomponenti Pagina 4

19 DIPARTIMENTOREGIONALE INTERAZIENDALE di R\\\ cfi ormi -inni* v&rf' Regione Marche MEDICINA TRASFUSIONALE Dr.ssa Maria Paola Corinaldesi Jesi La raccolta di emocomponenti Dr.ssa Loredana Gobbi Ancona I controlli immunoematologici sul donatore e sul prodotto Coord. Inf. Benedetta Lucidi Jesi Il ruolo dell'infermiere Dr. Riccardo Morganelli Ancona Organizzazione DIRMT e legislazione regionale Dr. Remo Pandolfi Ancona L'emovigilanza Dr. Francesco Picardi Pesaro Organizzazione Sistema Trasfusionale Nazionale e Regionale Inf. Marco Pizzichini Ancona Strumentazione e tecniche di donazione; Gestione della sala prelievi e della procedura di donazione Dr. Gianluca Riganello Ancona Legislazione e aspetti medico-legali delle URT; AVIS: organizzazione, ruolo, attività e rapporti con il DIRMT; La selezione del donatore; L'appropriatezza d'uso degli emocomponenti Dr.ssa Giovanna Salvoni Ancona L'emovigilanza; Il sistema di sorveglianza trasfusionale Dr.ssa Giuseppina Siracusa Ancona Il Sistema Qualità e il processo trasfusionale dal donatore al paziente Dr.ssa Tiziana Stampatori Fermo La selezione del donatore Dr.ssa Manola Trillini Jesi La selezione del donatore Art.9 Tutor I Tutor incaricati di seguire e supportare i discenti durante il tirocinio nelle Strutture Trasfusionali e l'affiancamento nelle Unità di Raccolta sono: Area Medica: Tutor Dr. Amadei Gabriele Dr. Pazzaglia Carlo Dr.ssa Spadini Daniela Dr.ssa Regnery Christina Dr.ssa Orfini Liliana Graciela Dr.ssa Maiello Adriana Dr. Bonci Francesco Dr. Piccioni Marco Dr.ssa Corinaldesi Maria Paola Dr.ssa Trillini Manola Dr. Scotto Mario Dr. Gezzi Enrico Dr. Riganello Gianluca Dr.ssa Siracusa Giuseppina Dr. Bellini Gianfranco Pesaro Pesaro Fano Fano Urbino Urbino Senigallia Senigallia Jesi Jesi Fabriano Fabriano Ancona Ancona Civitanova U.O. Pagina 5

20 pini Regione Marche DIPARTIMENTOREGIONALE INTERAZIENDALE di MEDICINA TRASFUSIONALE \ A iso Dr.ssa Borri Paola Dr.ssa Domizi M. Ellida Dr. Tortelli Alessandro Dr.ssa Stampatori Tiziana Dr.ssa Piergallini Annita Dr. Zucca Giucca Gianfranco Macerata Macerata/Civitanova Fermo Fermo San Benedetto Ascoli Area Infermieristica: Inf. Gasparini Manuela Inf. Giorgini Simone Tutor Inf. Londei Orietta Inf. Ceccarini Marilena Inf. Mercanti Manuela Inf. Solini Marilena Inf. Giummulè Elisabetta Inf. Turchetti Patrizia Coord. Inf. Lucidi Benedetta Inf. Dellabella Anna Maria Inf. Tognoloni Giuseppina Inf. Pettinella Paola Inf. Pizzichini Marco Inf. Braccioni Elisabetta Inf. Soccionovo Lorella Inf. Romano Sara Inf. Sassano Antonella Palma Inf. Ruggieri Laura Patrizia Inf. Paccapelo Ania Inf. Mora Maria Inf. Straccia Patrizia Inf. Straccia Stefania Inf. Marciano Antonino Inf. Gigli Sabrina Pesaro Pesaro Urbino Urbino Fano Fano Senigallia Senigallia Jesi Jesi Fabriano Fabriano Ancona Ancona Civitanova Civitanova Macerata Macerata Fermo Fermo San Benedetto San Benedetto Ascoli Ascoli U.O. Art.10 Giudizio di idoneità Il giudizio favorevole per il superamento del Corso si basa su: Il risultato positivo del test a risposte multiple, previsto al termine della parte teorica; Aver svolto tutte le ore di tirocinio e affiancamento, con un numero di assenze non superiore al 10%, aver eseguito direttamente almeno 150 donazioni di sangue intero con valutazione Pagina 6

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE Deliberazione n. 529 del 13/05/2004. DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE PREMESSE La legge regionale 28 marzo 1995, n. 28, istituiva il servizio

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Documento Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Art.1 Scopo del Regolamento 1) Scopo di questo Regolamento e disciplinare l attivita di formazione

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261

Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261 Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261 "Revisione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 191, recante attuazione della direttiva 2002/98/CE che stabilisce norme di qualita' e di sicurezza per

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA: STRUTTURA SEMPLICE Gestione

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

E INDETTA. Art. 1. Articolo 2

E INDETTA. Art. 1. Articolo 2 Direttore: Prof. Filippo Rossi Fanelli SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA (CO.CO.CO.) PER LE ESIGENZE DEL CENTRO

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PREMESSE In considerazione del cospicuo numero di assunzioni di personale tecnicoamministrativo, recentemente inquadrato nelle diverse strutture di Ateneo, a far data dal 1 gennaio 2007, l Amministrazione

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli