Compliance. Metodologia adottata in Banca Fideuram per le verifiche previste dalla Direttiva sul Market Abuse

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Compliance. Metodologia adottata in Banca Fideuram per le verifiche previste dalla Direttiva sul Market Abuse"

Transcript

1 Compliance Metodologia adottata in Banca Fideuram per le verifiche previste dalla Direttiva sul Market Abuse Roma, 26 giugno 2013

2 INDICE Introduzione... 3 Disegno della soluzione... 3 Diagnostici... 5 D01S Large Volume Instrument per Client... 5 D03S Cross Client Instrument Balance... 8 D04S Short Period Reverse Position D05S Short Time Span Orders and Trades D06S Short Life Orders D08 Significant Time Transactions D09 Front Running D13 Diffusione di Informazioni Privilegiate D15 Operazioni Fuori Mercato DP1 Andamento Anomalo di un Titolo... 28

3 Introduzione Il presente documento descrive le soluzioni e le metodologie adottate in Banca Fideuram (BF) per le verifiche previste dalla Market Abuse Directive, allo scopo di individuare e segnalare eventuali operazioni sospette di abuso di informazioni privilegiate o di manipolazione del mercato 1. A supporto delle attività quotidiane di controllo BF ha adottato l applicativo SIA-Eagle Intermediari (SIA-MAD) che consente il monitoraggio dell operatività (ordini/eseguiti acquisti/vendite) e delle eventuali pratiche in violazione alla normativa poste in essere dalla clientela. SIA-MAD è un sistema composto da diagnostici (algoritmi di calcolo) e parametri-soglia le cui definizioni e specializzazioni permettono il monitoraggio e l analisi delle operazioni potenzialmente sospette. I diagnostici rilevano gli ordini/eseguiti acquisti/vendite al giorno T-1 rispetto alla data di elaborazione. Le operazioni in evidenza non configurano necessariamente un abuso di mercato: al fine di valutare le singole circostanze si procederà con una serie di controlli (cd. test di ragionevole sospetto TRS) descritti all interno dei paragrafi relativi a ciascun diagnostico. Completano il quadro operativo e normativo di riferimento di BF i seguenti documenti: Condivisione Diagnostici 1-8 ; Condivisione Diagnostici 9-15 ; Realizzazione diagnostici DP1 e DP2 ; Sia-Eagle Intermediari Progetto supporto FineTuning del set di soglie Banca Fideuram ; Guida Operativa Market Abuse Individuazione e Segnalazione Operazioni Sospette BF ; Quadro normativo di riferimento sul Market Abuse. Disegno della soluzione L analisi dell operatività posta in essere dalla clientela BF è svolta in SIA-MAD 2 diagnostici: con l ausilio dei seguenti D01S D03S D04S D05S D06S D08 D09 D13 D15 DP1 Large Volume Instrument per client Cross Client Instrument Balance Short Period Reverse Position Short Time Span Orders and Trades Short Life Orders Significant Time Transactions Front Running Diffusione di Informazioni Privilegiate Operazioni Fuori Mercato Andamento Anomalo Titolo Per ciascun parametro di ciascun diagnostico sono stati impostati specifici valori che hanno tenuto conto di tre elementi (c.d. tripletta di specializzazione delle soglie ): Mercato (SIA-MAD Market ID) L insieme dei mercati regolamentati in conformità alla Direttiva Europea 2003/6/CE e al Regolamento Consob Soggetto (SIA-MAD Client Type ID) L insieme dei Clienti Retail e dei Clienti Istituzionali di BF. Con particolare riferimento all operatività posta in essere dai Clienti Istituzionali, i quali utilizzano BF quale broker per l esecuzione degli ordini (a mercato per l operatività in azioni, OTC per le obbligazioni), 1 Regolamento Consob n Mercati Titolo VII Integrità dei mercati, Capo III Manipolazione del mercato, Capo IV Operazioni sospette; Comunicazione Consob n.dme/ del 29/11/2005; Comunicazione Consob n.dme/ del 30/4/ L applicativo di controllo SIA-MAD è adottato anche dalla Capogruppo che, tramite le strutture IT della controllata Intesa Sanpaolo Group Services, presidia Il processo di acquisizione ed elaborazione dei flussi informativi di caricamento della base dati MAD BF.

4 si segnala come non risulti possibile riscostruire il saldo e l operatività storica di tale clientela in quanto non intestataria di un deposito amministrato presso BF. Nel merito dell operatività posta in essere per la proprietà di BF, le operazioni sono esaminate sulla base delle segnalazioni pervenute dalla struttura interna Portafoglio Titoli. Tipologia di Strumento Finanziario (SIA-MAD Instrument CLASS / Instrument ID) L insieme degli strumenti finanziari, individuabili sia per classe titoli sia per singolo titolo, emessi nei mercati regolamentati. Per il dettaglio delle logiche utilizzate per la determinazione e valorizzazione dei parametri si rimanda al documento Sia-Eagle Intermediari Progetto supporto FineTuning del set di soglie Banca Fideuram.

5 Diagnostici D01S Large Volume Instrument per Client Requisito Normativo Regolamento Consob Mercati Art 43 comma 1 lettera a) La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti o le operazioni eseguite rappresentano una quota significativa del volume giornaliero degli scambi dello strumento finanziario pertinente nel mercato regolamentato interessato, in particolare quando tali ordini o operazioni conducono ad una significativa variazione del prezzo dello strumento finanziario; Art 43 comma 1 lettera b) La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti o le operazioni eseguite da soggetti con una significativa posizione in acquisto o in vendita su uno strumento finanziario conducono a significative variazioni del prezzo dello strumento finanziario o dello strumento derivato collegato o dell attività sottostante ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato; Algoritmo Per ogni giornata operativa e strumento finanziario, per mercato, per ordini ed eseguiti separatamente, per acquisti e vendite separatamente: calcolo della concentrazione 3 di acquisto o vendita, per ordini o eseguiti, della Banca rispetto ai volumi di Mercato: o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle transazioni negoziate dalla Banca e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D01S- P3/P5/P7/P9]; calcolo della concentrazione di acquisto o vendita, per ordini o eseguiti, del cliente rispetto ai volumi di Mercato: o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle transazioni riferite ad ogni Cliente e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia stabilito [SIA-PARAM: D01S- P4/P6/P8/P10]; calcolo dello scostamento percentuale del prezzo dell operazione: o per gli ordini, per acquisiti o vendite, verifica che lo scostamento percentuale del Prezzo Massimo di mercato rispetto al Prezzo Minimo di mercato della stessa giornata operativa sia pari o superiore al valore di soglia stabilito [(Pz massimo Pz minimo)/pz minimo] [SIA-PARAM: D01S-P13]; o per gli eseguiti, per acquisiti o vendite, verifica che lo scostamento percentuale del prezzo dell eseguito rispetto al Prezzo Medio di mercato della stessa giornata operativa sia pari o superiore al valore di soglia stabilito[(pz eseguito Pz medio)/pz medio] [SIA-PARAM: D01S-P11]. Valutazione delle segnalazioni (TRS) Sono state individuate le seguenti soglie controvalore (espresse in Euro), per le operazioni relative a ordini/eseguiti acquisti/vendite, con riferimento a: OPERAZIONE CONTROVALORE Clientela Retail Clientela Istituzionale Diritti L intervallo di calcolo della concentrazione in termini di giorni è definito dal SIA-PARAM: D01S-P1, impostato a 1 giorno.

6 Attività di controllo: ORDINI (ACQUISTI/VENDITE) 1. valutare la quantità di titoli richiesti dal singolo cliente (SIA: Acc/Sbj Qty) rispetto all operato della Banca (SIA: Member Qty) e del mercato (SIA: Market Qty) su quel determinato strumento finanziario; 2. analizzare l operatività storica del cliente (SIA: Info Orders-Quotes) con particolare attenzione al singolo strumento finanziario (SIA: Instrument Class/Market ID) evidenziato dal diagnostico e, più in generale, alla tipologia cui lo stesso appartiene. Attraverso il processo sopra descritto verrà anche valutato il comportamento medio tenuto dal cliente sul mercato comparando il valore medio degli ordini impartiti nel periodo in esame 4 (SIA: Detection CTV); 3. analizzare le caratteristiche dell operazione: - fase di mercato (SIA: Order-Quote Detail Trading Session ID [001 apertura 005 chiusura]/time) - modalità di esecuzione: trading on line, canali tradizionali (SIA: Order-Quote Detail ID) - limite di prezzo (SIA: Order-Quote Detail Limit Price); 4. controllare se nell operazione si evidenzia un rilevante scostamento tra il prezzo indicato dal cliente rispetto al prezzo di riferimento dato dal mercato (SIA: Ord Delta Price (min vs Max)), tenendo conto del prezzo minimo (SIA: Price Min)e massimo (SIA: Price Max) fatto registrare nella giornata dal titolo in esame. ESEGUITI (ACQUISTI/VENDITE) 1. valutare la quantità di titoli scambiati dal singolo cliente (SIA: Acc/Sbj Qty) rispetto all operato della Banca (SIA: Member Qty) e del mercato (SIA: Market Qty) su quel determinato strumento finanziario; 2. analizzare l operatività storica del cliente (SIA: Info Trades) con particolare attenzione al singolo strumento finanziario (SIA: Instrument Class/Market ID) evidenziato dal diagnostico e, più in generale, alla tipologia cui lo stesso appartiene. Attraverso il processo sopra descritto verrà anche valutato il comportamento medio tenuto dal cliente sul mercato comparando il valore medio degli ordini impartiti nel periodo in esame 5 (SIA: Detection CTV); 3. analizzare le caratteristiche dell operazione: o fase di mercato (SIA: Trade Detail Trading Session ID [001 apertura 005 chiusura]/time) o modalità di esecuzione: trading on line, canali tradizionali (SIA: Trade Detail ID) o limite di prezzo (SIA: Trade Detail Price); 4. controllare se nell operazione si evidenzia un rilevante scostamento tra il prezzo indicato dal cliente rispetto al prezzo di riferimento dato dal mercato (SIA: Ord Delta Price (min vs Max)), tenendo conto del prezzo minimo (SIA: Price Min)e massimo (SIA: Price Max) fatto registrare nella giornata dal titolo in esame. Nell ipotesi in cui, dalle analisi sopra compiute, si evidenzino elementi di dubbio si procederà ad ulteriori approfondimenti: dopo aver appurato l eventuale pubblicazione di notizie price sensitive di dominio pubblico che possano aver influenzato l andamento del titolo 6, si passerà ad analizzare il portafoglio del cliente al fine di determinarne il profilo di investitore. Si prenderanno in considerazione i seguenti elementi con il supporto degli applicativi in evidenza: Portafoglio del cliente: o Piattaforma Bancaria CAD: saldo e movimentazione del deposito titoli; o Esposizione Contratti: ricchezza finanziaria e prodotti sottoscritti; o SIM PB WEB: operatività storica complessiva del cliente, con particolare attenzione alle minus/plusvalenze ottenute o in corso; Propensione al rischio del cliente: o Esposizione Contratti: profilatura MIFID. A tale riguardo si forniscono alcuni elementi di valutazione per individuare eventuali segnali di insider trading o di manipolazione del mercato: 4 SIA-MAD attualmente propone i movimenti degli ultimi otto mesi. 5 SIA-MAD attualmente propone i movimenti degli ultimi otto mesi. 6 L applicativo Sia-Eagle permette di visualizzare, direttamente sulle singole operazioni di ordine o eseguito, eventuali informazioni sul titolo in esame (SIA: News) fornite da info provider esterni. Per ulteriori ricerche si utilizzerà la piattaforma Bloomberg.

7 l operazione o la strategia di investimento richiesta dal cliente che sia sensibilmente diversa dalle precedenti strategie di investimento poste in essere dallo stesso cliente per tipologia di strumento finanziario o per controvalore investito o per dimensione dell operazione o per durata dell investimento, ecc.. Si indicano al riguardo alcuni esempi: - un cliente vende tutti i titoli che ha in portafoglio per investire la riveniente liquidità su uno specifico strumento finanziario; - un cliente che in passato ha investito solo in fondi comuni richiede all improvviso di acquistare strumenti finanziari emessi da una specifica società; - un cliente che in passato ha investito solo in blue chip sposta i suoi investimenti su un titolo illiquido a bassa capitalizzazione; - un cliente che in passato ha attuato strategie di investimento di lungo periodo (buy and hold) effettua all improvviso un acquisto di uno specifico strumento finanziario appena prima dell annuncio di un informazione price sensitive e, quindi, chiude la posizione. Nel caso risultino ulteriori segnalazioni dal Diagnostico sullo stesso strumento, si provvederà anche a: controllare l eventuale concentrazione di ordini impartiti dalla clientela sullo strumento finanziario in evidenza con particolare attenzione ai canali utilizzati per inserire l ordine (SIA: Info Trades filtri: ISIN/Intrument ID + Date From/Date To [data trade]); verificare l eventuale appartenenza dei clienti segnalati dai diagnostici al medesimo punto di erogazione (SIA: Branch id). Se, a valle delle precedenti analisi, dovessero permanere elementi di sospetto, si provvederà a controllare se il cliente in questione risulti iscritto negli appositi registri richiesti dalla Consob alle società emittenti con riferimento alle operazioni poste in essere dai soggetti rilevanti sugli strumenti finanziari emessi dalla società medesima. Al riguardo si possono utilizzare i seguenti strumenti internet per reperire informazioni utili:

8 D03S Cross Client Instrument Balance Requisito Normativo Regolamento Consob Mercati Art 43 comma 1 lettera c) Se le operazioni eseguite non determinano alcuna variazione nella proprietà ovvero non comportano alcun trasferimento effettivo della proprietà di uno strumento finanziario ammesso alla negoziazione in un mercato regolamentato Per operazioni che non comportano l effettivo trasferimento di proprietà (wash trades 7 ) si intendono quelle operazioni consistenti nell acquisto o nella vendita di uno strumento finanziario senza che si determini alcuna variazione negli interessi o nei diritti o nei rischi di mercato del beneficiario dell operazione o dei beneficiari che agiscono di concerto o in modo collusivo. Particolare attenzione deve essere prestata all analisi degli output del diagnostico D03S, al fine di non confondere la fattispecie di manipolazione del mercato di cui si sta trattando con operazioni di COMPRAVENDITA INTRADAY e di SCALPING. Algoritmo Per ogni giornata operativa e strumento finanziario, per mercato, per le operazioni relative a eseguiti, per acquisti e vendite insieme: calcolo della concentrazione della Banca rispetto al Mercato: o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle operazioni (sommatoria delle quantità di acquisiti e vendite) e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D03S-P3]; calcolo della concentrazione del singolo Cliente rispetto al Mercato o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle operazioni e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D01S-P5]; calcolo del rapporto dell operatività del Cliente rispetto al proprio comportamento medio: o verifica che lo scostamento del volume delle operazioni del singolo conto rispetto al comportamento medio [SIA-PARAM: D03S-P2], pari al volume medio giornaliero delle operazioni del conto stesso calcolato rispetto ad un arco temporale predefinito [SIA-PARAM: D03S-P1], è superiore alla deviazione standard; calcolo del saldo buy/sell per ogni conto (max balance): o si considerano solo le posizioni con saldo vicino a zero ovvero minore del valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D03S-P4]; o per ciascuna delle posizioni si prendono in considerazione le eventuali risultanze di altre operazioni effettuate sul altri conti (all interno del gruppo di posizioni con saldo vicino a zero) con volume simile ma di segno opposto negoziato nella giornata. Valutazione delle segnalazioni Sono state individuate le seguenti soglie controvalore 8 (espresse in Euro), per le operazioni relative ad eseguiti acquisti+vendite, con riferimento a: OPERAZIONE CONTROVALORE Clientela Retail Clientela Istituzionale Diritti WASH TRADE illegal form of stock manipulation in which an investor simultaneously sells and buys shares in order to artificially increase trading volume and thus the stock price. 8 I controvalori di riferimento si raddoppiano in quanto il diagnostico D03S opera accorpando le operazioni di acquisto e vendita.

9 Attività di controllo: ESEGUITI (ACQUISTI/VENDITE) 1. valutare la quantità di titoli scambiati dal singolo cliente (SIA: Acc/Sbj Qty) rispetto all operato della Banca (SIA: Member Qty) e del mercato (SIA: Market Qty) su quel determinato strumento finanziario; 2. controllare se nello stesso arco temporale uno o più clienti abbiano effettuato operazioni di segno opposto sul medesimo strumento finanziario; al riguardo si analizzeranno le seguenti informazioni: - volumi scambiati delle operazioni (SIA: Acc/Sbj Qty ; SIA: Trade Detail Filled Qty); - tempistiche delle operazioni (SIA: Trade Detail Time); - prezzo delle operazioni (SIA: Trade Detail Price Currency); - modalità di inserimento delle operazioni (SIA: Trade Detail ID); 3. controllare se nell operazione sia possibile riscontrare un rilevante scostamento del prezzo indicato dal cliente rispetto al prezzo di riferimento dato dal mercato (SIA: Trade Detail Trd Delta Price). Tale valutazione terrà conto del prezzo dell eseguito e del prezzo medio fatti registrare nella giornata dal titolo in esame. Inoltre verificare se altri clienti abbiano effettuato operazioni sul titolo in esame con analogo o maggiore scostamento percentuale del prezzo [(Pz eseguito Pz medio)/pz medio]. 4. analizzare l operatività storica del cliente (SIA: Info Orders-Quotes/Trades) con particolare attenzione al singolo strumento finanziario (SIA: Instrument Class/Market ID) evidenziato dal diagnostico e, più in generale, alla tipologia cui lo stesso appartiene. Attraverso il processo sopra descritto verrà anche valutato il comportamento medio tenuto dal cliente sul mercato comparando il valore medio degli ordini impartiti (SIA: Detection CTV); 5. analizzare le seguenti situazioni: a. STESSO CLIENTE (SIA: Client = Coupled Client) valutare se le operazioni derivano da ordini di acquisto e di vendita immessi quasi allo stesso momento, aventi gli stessi prezzi e gli stessi quantitativi, casistica che potrebbe essere ricondotta a normali attività di COMPRAVENDITA INTRADAY o SCALPING; b. CLIENTI DIFFERENTI (SIA: Client <> Coupled Client) valutare se le operazioni derivano da ordini di acquisto e di vendita immessi da soggetti che agiscono di concerto contemporaneamente ovvero quasi allo stesso momento, aventi gli stessi prezzi e gli stessi quantitativi. Nell ipotesi in cui, dalle analisi sopra compiute, si evidenzino elementi di dubbio si procederà ad ulteriori approfondimenti: dopo aver appurato l eventuale pubblicazione di notizie price sensitive di dominio pubblico che possano aver influenzato l andamento del titolo 9, si passerà ad analizzare il portafoglio del cliente al fine di determinarne il profilo di investitore. Si prenderanno in considerazione i seguenti elementi con il supporto degli applicativi in evidenza: Portafoglio del cliente: o Piattaforma Bancaria CAD: saldo e movimentazione del deposito titoli; o Esposizione Contratti: ricchezza finanziaria e prodotti sottoscritti; o SIM PB WEB: operatività storica complessiva del cliente, con particolare attenzione alle minus/plusvalenze ottenute o in corso; Propensione al rischio del cliente: o Esposizione Contratti: profilatura MIFID. A tale riguardo si forniscono alcuni elementi di valutazione per individuare eventuali segnali di insider trading o di manipolazione del mercato: l operazione o la strategia di investimento richiesta dal cliente che sia sensibilmente diversa dalle precedenti strategie di investimento poste in essere dallo stesso cliente per tipologia di strumento finanziario o per controvalore investito o per dimensione dell operazione o per durata dell investimento, ecc.. Si indicano al riguardo alcuni esempi: - un cliente vende tutti i titoli che ha in portafoglio per investire la riveniente liquidità su uno specifico strumento finanziario; 9 L applicativo Sia-Eagle permette di visualizzare, direttamente sulle singole operazioni di ordine o eseguito, eventuali informazioni sul titolo in esame (SIA: News) fornite da info provider esterni. Per ulteriori ricerche si utilizzerà la piattaforma Bloomberg.

10 - un cliente che in passato ha investito solo in fondi comuni richiede all improvviso di acquistare strumenti finanziari emessi da una specifica società; - un cliente che in passato ha investito solo in blue chip sposta i suoi investimenti su un titolo illiquido a bassa capitalizzazione; - un cliente che in passato ha attuato strategie di investimento di lungo periodo (buy and hold) effettua all improvviso un acquisto di uno specifico strumento finanziario appena prima dell annuncio di un informazione price sensitive e, quindi, chiude la posizione. Nel caso risultino ulteriori segnalazioni dal Diagnostico sullo stesso strumento, si provvederà anche a: controllare l eventuale concentrazione di ordini impartiti dalla clientela sullo strumento finanziario in evidenza con particolare attenzione ai canali utilizzati per inserire l ordine (SIA: Info Trades filtri: ISIN/Intrument ID + Date From/Date To [data trade]); verificare l eventuale appartenenza dei clienti segnalati dai diagnostici al medesimo punto di erogazione (SIA: Branch id). Se, a valle delle precedenti analisi, dovessero permanere elementi di sospetto, si provvederà a controllare se il cliente in questione risulti iscritto negli appositi registri richiesti dalla Consob alle società emittenti con riferimento alle operazioni poste in essere dai soggetti rilevanti sugli strumenti finanziari emessi dalla società medesima. Al riguardo si possono utilizzare i seguenti strumenti internet per reperire informazioni utili:

11 D04S Short Period Reverse Position Requisito Normativo Regolamento Consob Mercati Art 43 comma 1 lettera d) La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti o le operazioni eseguite prevedono inversioni di posizione in acquisto o in vendita nel breve periodo e rappresentano una quota significativa del volume giornaliero di scambi dello strumento finanziario pertinente nel mercato regolamentato interessato e possono associarsi a significative variazioni del prezzo di uno strumento finanziario ammesso alla negoziazione in un mercato regolamentato. L arco temporale in cui vengono effettuati i controlli sull inversione di posizione è suddiviso in 2 periodi contigui (P1\P2), attualmente ciascuno dei quali è stato stabilito essere pari a 2 giorni (come richiesto nell articolo di legge di riferimento nel breve periodo ). il diagnostico individua l eventuale verificarsi di una concentrazione significativa di transazioni in acquisto o in vendita nel primo periodo (P1) in relazione ad uno specifico cliente; successivamente controlla se nel secondo periodo (P2) si sia verificata una inversione di posizione e se l entità dell inversione (quantità strumenti finanziari scambiati) abbia superato la soglia parametrica prefissata per tipologia di mercato. Al riguardo è bene ricordare che la significatività delle operazioni in acquisto o in vendita deve essere calcolata sulla base dell aggregato delle suddette operazioni nel periodo di tempo in analisi (P1 o P2). Algoritmo All interno di un arco temporale stabilito [SIA-PARAM: D04S-P1] e diviso in due periodi contigui [SIA-PARAM: D04S-P2-P3], per strumento finanziario, per mercato, per ordini ed eseguiti separatamente, per acquisti e vendite separatamente: calcolo della concentrazione 10, per operazioni relative ad eseguiti, di acquisti o vendite verificatesi nel periodo di riferimento del cliente rispetto ai volumi di Mercato: o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle transazioni riferite ad ogni Cliente e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia stabilito [SIA-PARAM: D04S-P5-P6]; calcolo dell inversione di posizione: o verifica se, a seguito di un quantità complessiva significativa di transazioni verificatasi nel primo periodo P1, nell arco temporale del secondo periodo P2 si presenta una quantità complessiva significativa di transazioni di segno opposto [SIA-PARAM: D04S-P9-P15] e se l entità dell inversione (misurata come la minore tra le 2 quantità di transazioni di segno opposto) è pari o superiore al valore di soglia stabilito [SIA-PARAM: D04S-P7-P13]. o inversione intra-day 11 [SIA-PARAM: D04S-P10-P16]: i controlli di inversione sono effettuati anche sull ultimo giorno dell intero arco temporale preso in considerazione confrontando le quantità complessive delle transazioni di acquisto e vendita avvenute all interno della stessa giornata (intraday). Il controllo intra-day è effettuato solo sull ultimo giorno per evitare ridondanza delle segnalazioni. Valutazione delle segnalazioni Sono state individuate le seguenti soglie controvalore 12 ordini/eseguiti acquisti/vendite, con riferimento a: (espresse in Euro), per le operazioni relative a 10 L intervallo di calcolo della concentrazione in termini di giorni è definito dal SIA-PARAM: D04S-P4, impostato a 1 giorno. 11 Per una valutazione puntuale degli impatti sui prezzi e la loro inversione sono necessari i prezzi campionati. In assenza, i calcoli sullo scostamento di prezzo svolgono il ruolo di bollini informativi (informazioni aggiuntive che non sono frutto dell applicazione di un parametro soglia): 12 I controvalori di riferimento si raddoppiano in quanto il diagnostico D04S opera accorpando le operazioni di acquisto e vendita.

12 OPERAZIONE CONTROVALORE Clientela Retail Clientela Istituzionale Diritti Attività di controllo: 1. valutare la quantità di titoli scambiati dal singolo cliente (SIA: Acc/Sbj Qty) rispetto all operato della Banca (SIA: Member Qty) e del mercato (SIA: Market Qty) su quel determinato strumento finanziario; 2. analizzare l operatività storica del cliente (SIA: Info Orders-Quotes/Trades) con particolare attenzione al singolo strumento finanziario (SIA: Instrument Class/Market ID) evidenziato dal diagnostico e, più in generale, alla tipologia cui lo stesso appartiene. Attraverso il processo sopra descritto verrà anche valutato il comportamento medio tenuto dal cliente sul mercato comparando il valore medio degli ordini impartiti nel periodo in esame 13 (SIA: Detection CTV); 3. analizzare le caratteristiche dell operazione sia per la componente ordine sia per la componente eseguito: - fase di mercato (SIA: Order-Quote Detail/Trade Detail Trading Session ID [001 apertura 005 chiusura]/time) - modalità di esecuzione: trading on line, canali tradizionali (SIA: Order-Quote Detail/Trade Detail ID) - limite di prezzo (SIA: Order-Quote Detail Limit Price) (SIA: Trade Detail Price Currency); 4. particolare attenzione dovrà essere posta sull eventuale rilevanza dello scostamento del prezzo indicato dal cliente rispetto al prezzi di riferimento del mercato (SIA: Trade Detail Price Currency; SIA: Price [Min Max]), in quanto attualmente l applicativo SIA-MAD non dispone delle informazioni in merito al campionamento dei prezzi intra-day. Inoltre, occorre tenere conto di eventuali notizie di dominio pubblico, interne o esterne alla società emittente, che possono aver causato lo scostamento del prezzo. 5. qualora si riscontrano plusvalenze rilevanti ottenute dal cliente valutare la tempistica di inserimento degli ordini (SIA: Order-Quote Detail/Trade Detail Date/Time) rispetto ad eventuali notizie price sensitive. Nell ipotesi in cui, dalle analisi sopra compiute, si evidenzino elementi di dubbio si procederà ad ulteriori approfondimenti: dopo aver appurato l eventuale pubblicazione di notizie price sensitive di dominio pubblico che possano aver influenzato l andamento del titolo 14, si passerà ad analizzare il portafoglio del cliente al fine di determinarne il profilo di investitore. Si prenderanno in considerazione i seguenti elementi con il supporto degli applicativi in evidenza: Portafoglio del cliente: o Piattaforma Bancaria CAD: saldo e movimentazione del deposito titoli; o Esposizione Contratti: ricchezza finanziaria e prodotti sottoscritti; o SIM PB WEB: operatività storica complessiva del cliente, con particolare attenzione alle minus/plusvalenze ottenute o in corso; Propensione al rischio del cliente: o Esposizione Contratti: profilatura MIFID. A tale riguardo si forniscono alcuni elementi di valutazione per individuare eventuali segnali di insider trading o di manipolazione del mercato: l operazione o la strategia di investimento richiesta dal cliente che sia sensibilmente diversa dalle precedenti strategie di investimento poste in essere dallo stesso cliente per tipologia di strumento finanziario o per controvalore investito o per dimensione dell operazione o per durata dell investimento, ecc.. Si indicano al riguardo alcuni esempi: - un cliente vende tutti i titoli che ha in portafoglio per investire la riveniente liquidità su uno specifico strumento finanziario; - un cliente che in passato ha investito solo in fondi comuni richiede all improvviso di acquistare strumenti finanziari emessi da una specifica società; 13 SIA-MAD attualmente propone i movimenti degli ultimi otto mesi. 14 L applicativo Sia-Eagle permette di visualizzare, direttamente sulle singole operazioni di ordine o eseguito, eventuali informazioni sul titolo in esame (SIA: News) fornite da info provider esterni. Per ulteriori ricerche si utilizzerà la piattaforma Bloomberg.

13 - un cliente che in passato ha investito solo in blue chip sposta i suoi investimenti su un titolo illiquido a bassa capitalizzazione; - un cliente che in passato ha attuato strategie di investimento di lungo periodo (buy and hold) effettua all improvviso un acquisto di uno specifico strumento finanziario appena prima dell annuncio di un informazione price sensitive e, quindi, chiude la posizione. Se, a valle delle precedenti analisi, dovessero permanere elementi di sospetto, si provvederà a controllare se il cliente in questione risulti iscritto negli appositi registri richiesti dalla Consob alle società emittenti con riferimento alle operazioni poste in essere dai soggetti rilevanti sugli strumenti finanziari emessi dalla società medesima. Al riguardo si possono utilizzare i seguenti strumenti internet per reperire informazioni utili:

14 D05S Short Time Span Orders and Trades Requisito Normativo Regolamento Consob Mercati Art 43 comma 1 lettera e) La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti o le operazioni eseguite sono concentrati in un breve lasso di tempo nel corso della sessione di negoziazione e conducono a una variazione del prezzo che successivamente si inverte. Questo comportamento consiste nell effettuare un operazione o una serie di operazioni che vengono mostrate al pubblico, anche su strutture telematiche o elettroniche, per fornire l apparenza di una attività o di un movimento dei prezzi di uno strumento finanziario. Algoritmo All interno di un breve intervallo temporale durante la giornata operativa [SIA-PARAM: D05S-P1], per strumento finanziario, per mercato, per ordini ed eseguiti separatamente, per acquisti e vendite separatamente: calcolo della concentrazione di acquisto o vendita, per ordini o eseguiti, della Banca rispetto ai volumi di Mercato: o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle transazioni negoziate dalla Banca e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D05S- P2/P3/P4/P5]. Valutazione delle segnalazioni Sono state individuate le seguenti soglie controvalore (espresse in Euro), per le operazioni relative a ordini/eseguiti acquisti/vendite, con riferimento a: OPERAZIONE CONTROVALORE Clientela Retail Clientela Istituzionale Diritti Attività di controllo: 1. valutare la quantità di titoli scambiati dal singolo cliente (SIA: Acc/Sbj Qty) rispetto all operato del mercato (SIA: Market Qty) su quel determinato strumento finanziario; 2. analizzare l operatività storica del cliente (SIA: Info Orders-Quotes/Trades) con particolare attenzione al singolo strumento finanziario (SIA: Instrument Class/Market ID) evidenziato dal diagnostico e, più in generale, alla tipologia cui lo stesso appartiene. Attraverso il processo sopra descritto verrà anche valutato il comportamento medio tenuto dal cliente sul mercato comparando il valore medio degli ordini impartiti nel periodo in esame 15 (SIA: Detection CTV); 3. analizzare le caratteristiche dell operazione sia per la componente ordine sia per la componente eseguito: - fase di mercato (SIA: Order-Quote Detail/Trade Detail Trading Session ID [001 apertura 005 chiusura]/time) - modalità di esecuzione: trading on line, canali tradizionali (SIA: Order-Quote Detail/Trade Detail ID) - limite di prezzo (SIA: Order-Quote Detail Limit Price) (SIA: Trade Detail Price Currency); 4. particolare attenzione dovrà essere posta sull eventuale rilevanza dello scostamento del prezzo indicato dal cliente rispetto al prezzi di riferimento del mercato (SIA: Trade Detail Price Currency; SIA: Price [Min Max]), in quanto attualmente l applicativo SIA-MAD non dispone delle informazioni in merito al 15 SIA-MAD attualmente propone i movimenti degli ultimi otto mesi.

15 campionamento dei prezzi intra-day. Inoltre, occorre tenere conto di eventuali notizie di dominio pubblico, interne o esterne alla società emittente, che possono aver causato lo scostamento del prezzo. Nell ipotesi in cui, dalle analisi sopra compiute, si evidenzino elementi di dubbio si procederà ad ulteriori approfondimenti: dopo aver appurato l eventuale pubblicazione di notizie price sensitive di dominio pubblico che possano aver influenzato l andamento del titolo 16, si passerà ad analizzare il portafoglio del cliente al fine di determinarne il profilo di investitore. Si prenderanno in considerazione i seguenti elementi con il supporto degli applicativi in evidenza: Portafoglio del cliente: o Piattaforma Bancaria CAD: saldo e movimentazione del deposito titoli; o Esposizione Contratti: ricchezza finanziaria e prodotti sottoscritti; o SIM PB WEB: operatività storica complessiva del cliente, con particolare attenzione alle minus/plusvalenze ottenute o in corso; Propensione al rischio del cliente: o Esposizione Contratti: profilatura MIFID. A tale riguardo si forniscono alcuni elementi di valutazione per individuare eventuali segnali di insider trading o di manipolazione del mercato: l operazione o la strategia di investimento richiesta dal cliente che sia sensibilmente diversa dalle precedenti strategie di investimento poste in essere dallo stesso cliente per tipologia di strumento finanziario o per controvalore investito o per dimensione dell operazione o per durata dell investimento, ecc.. Si indicano al riguardo alcuni esempi: - un cliente vende tutti i titoli che ha in portafoglio per investire la riveniente liquidità su uno specifico strumento finanziario; - un cliente che in passato ha investito solo in fondi comuni richiede all improvviso di acquistare strumenti finanziari emessi da una specifica società; - un cliente che in passato ha investito solo in blue chip sposta i suoi investimenti su un titolo illiquido a bassa capitalizzazione; - un cliente che in passato ha attuato strategie di investimento di lungo periodo (buy and hold) effettua all improvviso un acquisto di uno specifico strumento finanziario appena prima dell annuncio di un informazione price sensitive e, quindi, chiude la posizione. Se, a valle delle precedenti analisi, dovessero permanere elementi di sospetto, si provvederà a controllare se il cliente in questione risulti iscritto negli appositi registri richiesti dalla Consob alle società emittenti con riferimento alle operazioni poste in essere dai soggetti rilevanti sugli strumenti finanziari emessi dalla società medesima. Al riguardo si possono utilizzare i seguenti strumenti internet per reperire informazioni utili: 16 L applicativo Sia-Eagle permette di visualizzare, direttamente sulle singole operazioni di ordine o eseguito, eventuali informazioni sul titolo in esame (SIA: News) fornite da info provider esterni. Per ulteriori ricerche si utilizzerà la piattaforma Bloomberg.

16 D06S Short Life Orders Requisito Normativo Regolamento Consob Mercati Art 43 comma 1 lettera f) La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti modificano la rappresentazione dei migliori prezzi delle proposte di acquisto o di vendita di uno strumento finanziario ammesso alla negoziazione in un mercato regolamentato o, più in generale, la misura in cui essi modificano la rappresentazione del book di negoziazione a disposizione dei partecipanti al mercato, e sono revocati prima della loro esecuzione. Questo comportamento implica l inserimento di ordini, specie nei mercati telematici, a prezzi più alti (bassi) di quelli delle proposte presenti dal lato degli acquisti (vendite). L intenzione sottostante agli ordini non è quella di eseguirli ma di fornire indicazioni fuorvianti dell esistenza di una domanda (offerta) sullo strumento finanziario a tali prezzi più elevati (bassi). Una variante di questo comportamento consiste nell inserimento di un ordine per quantitativi minimi in modo da muovere il prezzo delle migliori proposte in acquisto o in vendita sullo strumento finanziario con l intenzione di non eseguirlo, ma rimanendo eventualmente disponibili all esecuzione qualora non si riesca a ritirarlo in tempo. Algoritmo Per ogni giornata operativa e strumento finanziario, per mercato, per le operazioni relative a ordini, per acquisti e vendite insieme: calcolo della concentrazione per ordini di acquisto o vendita della Banca rispetto ai volumi di Mercato: o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle transazioni negoziate dalla Banca e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D06S-P1]; calcolo della concentrazione per ordini di acquisto o vendita del singolo Cliente rispetto ai volumi di Mercato: o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle operazioni e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D06S-P4]; calcolo della concentrazione degli ordini di acquisto o vendita cancellati della Banca rispetto ai volumi inviati al Mercato: o verifica se il rapporto tra il numero totale degli ordini cancellati a livello di Banca rispetto al totale degli ordini inviati dalla Banca al mercato sul titolo nella giornata è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D06S-P2]; calcolo della concentrazione degli ordini di acquisto o vendita cancellati del Cliente rispetto ai volumi inviati al Mercato: o verifica se il rapporto tra il numero totale degli ordini cancellati a livello di cliente rispetto al totale degli ordini inviati dalla cliente stesso al mercato sul titolo nella giornata è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D06S-P5]; calcolo della vita breve dell ordine: o verifica se la differenza fra il momento di invio al mercato e il momento della cancellazione è minore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D06S-P3]; Valutazione delle segnalazioni Sono state individuate le seguenti soglie controvalore 17 (espresse in Euro), per le operazioni relative a ordini acquisti+vendite, con riferimento a: OPERAZIONE CONTROVALORE Clientela Retail Clientela Istituzionale Diritti I controvalori di riferimento si raddoppiano in quanto il diagnostico D06S opera accorpando le operazioni di acquisto e vendita.

17 Attività di controllo: 1. valutare la quantità di titoli scambiati dal singolo cliente (SIA: Acc/Sbj Qty) rispetto all operato del mercato (SIA: Market Qty) su quel determinato strumento finanziario; 2. analizzare l operatività storica del cliente (SIA: Info Orders-Quotes/Trades) con particolare attenzione al singolo strumento finanziario (SIA: Instrument Class/Market ID) evidenziato dal diagnostico e, più in generale, alla tipologia cui lo stesso appartiene. Attraverso il processo sopra descritto verrà anche valutato il comportamento medio tenuto dal cliente sul mercato comparando il valore medio degli ordini impartiti nel periodo in esame 18 (SIA: Detection CTV); 3. analizzare le caratteristiche dell operazione: - fase di mercato (SIA: Order-Quote Detail/Trade Detail Trading Session ID [001 apertura 005 chiusura]/time) - modalità di esecuzione: trading on line, canali tradizionali (SIA: Order-Quote Detail/Trade Detail ID) - limite di prezzo (SIA: Order-Quote Detail Limit Price) (SIA: Trade Detail Price Currency); - natura e stato dell ordine (SIA: Order-Quote Detail Operation Nature/Status) in presenza di validità dell ordine (SIA: Validity) GTC good till cancelled (operazioni valide nella giornata di mercato) e non GTD good till date (indicata per gli ordini a revoca, non significativo per l obiettivo del controllo): in particolare approfondire le casistiche per le quali si evidenzia la cancellazione effettuata volutamente dal cliente (esempio sequenza Negotiation Revoke abbinata allo status Cancelled Filled ); 4. particolare attenzione dovrà essere posta sull eventuale rilevanza dello scostamento del prezzo indicato dal cliente rispetto al prezzi di riferimento del mercato (SIA: Order-Quote Detail Price Currency; SIA: Price [Min Max]), in quanto attualmente l applicativo SIA-MAD non dispone delle informazioni in merito al campionamento dei prezzi intra-day. Inoltre, occorre tenere conto di eventuali notizie di dominio pubblico, interne o esterne alla società emittente, che possono aver causato lo scostamento del prezzo. Nell ipotesi in cui, dalle analisi sopra compiute, si evidenzino elementi di dubbio si procederà ad ulteriori approfondimenti: dopo aver appurato l eventuale pubblicazione di notizie price sensitive di dominio pubblico che possano aver influenzato l andamento del titolo 19, si passerà ad analizzare il portafoglio del cliente al fine di determinarne il profilo di investitore. Si prenderanno in considerazione i seguenti elementi con il supporto degli applicativi in evidenza: Portafoglio del cliente: o Piattaforma Bancaria CAD: saldo e movimentazione del deposito titoli; o Esposizione Contratti: ricchezza finanziaria e prodotti sottoscritti; o SIM PB WEB: operatività storica complessiva del cliente, con particolare attenzione alle minus/plusvalenze ottenute o in corso; Propensione al rischio del cliente: o Esposizione Contratti: profilatura MIFID. A tale riguardo si forniscono alcuni elementi di valutazione per individuare eventuali segnali di insider trading o di manipolazione del mercato: l operazione o la strategia di investimento richiesta dal cliente che sia sensibilmente diversa dalle precedenti strategie di investimento poste in essere dallo stesso cliente per tipologia di strumento finanziario o per controvalore investito o per dimensione dell operazione o per durata dell investimento, ecc.. Si indicano al riguardo alcuni esempi: - un cliente vende tutti i titoli che ha in portafoglio per investire la riveniente liquidità su uno specifico strumento finanziario; - un cliente che in passato ha investito solo in fondi comuni richiede all improvviso di acquistare strumenti finanziari emessi da una specifica società; 18 SIA-MAD attualmente propone i movimenti degli ultimi otto mesi. 19 L applicativo Sia-Eagle permette di visualizzare, direttamente sulle singole operazioni di ordine o eseguito, eventuali informazioni sul titolo in esame (SIA: News) fornite da info provider esterni. Per ulteriori ricerche si utilizzerà la piattaforma Bloomberg.

18 - un cliente che in passato ha investito solo in blue chip sposta i suoi investimenti su un titolo illiquido a bassa capitalizzazione; - un cliente che in passato ha attuato strategie di investimento di lungo periodo (buy and hold) effettua all improvviso un acquisto di uno specifico strumento finanziario appena prima dell annuncio di un informazione price sensitive e, quindi, chiude la posizione. Se, a valle delle precedenti analisi, dovessero permanere elementi di sospetto, si provvederà a controllare se il cliente in questione risulti iscritto negli appositi registri richiesti dalla Consob alle società emittenti con riferimento alle operazioni poste in essere dai soggetti rilevanti sugli strumenti finanziari emessi dalla società medesima. Al riguardo si possono utilizzare i seguenti strumenti internet per reperire informazioni utili:

19 D08 Significant Time Transactions Requisito Normativo Regolamento Consob Mercati Art 43 comma 1 lettera g) La misura in cui gli ordini vengono impartiti e le operazioni eseguite nei momenti o intorno ai momenti utili per il calcolo dei prezzi delle aste di apertura o di chiusura, dei prezzi di controllo, dei prezzi di riferimento, dei prezzi di regolamento o di valutazione di strumenti finanziari, conducendo a variazioni di tali prezzi. Algoritmo Per ogni giornata operativa e strumento finanziario, nelle fasi d asta (apertura e chiusura) se previste dal mercato, per le operazioni relative a ordini ed eseguiti separatamente, per acquisti e vendite sommate fra loro: calcolo della concentrazione della Banca rispetto ai volumi di Mercato: o verifica se il rapporto tra i totali delle quantità delle transazioni della fase di mercato (apertura/chiusura) negoziate dalla Banca e la quantità totale negoziata sul mercato è pari o superiore al valore di soglia prestabilito [SIA-PARAM: D08-P3-P4-P7-P8]; per gli ordini: o verifica se lo scostamento percentuale fra il prezzo limite (ove presente) e il prezzo dell asta di riferimento (apertura/chiusura) è minore o uguale ad una soglia prestabilita [SIA-PARAM: D08-P6- P10], ovvero: PRZ LIMITE PRZ APERTURA / PRZ APERTURA <= P6 PRZ LIMITE PRZ CHIUSURA / PRZ CHIUSURA <= P10 per gli eseguiti: o verifica se lo scostamento percentuale fra il prezzo dell eseguito in fase di apertura rispetto al prezzo medio della giornata precedente e quello dell eseguito in fase di chiusura rispetto al prezzo medio del giorno stesso è maggiore o uguale ad una soglia prestabilita [SIA-PARAM: D08-P11-P12], ovvero: PRZ APERTURA PRZ MEDIO(IERI) / PRZ MEDIO(IERI) >= P11 PRZ CHIUSURA PRZ MEDIO / PRZ MEDIO >= P12 Valutazione delle segnalazioni Sono state individuate le seguenti soglie controvalore per le operazioni con riferimento a: OPERAZIONE CONTROVALORE Clientela Retail Clientela Istituzionale Diritti Attività di controllo: 1. comparare la quantità di strumenti finanziari dell operazione sospetta (SIA: Memeber Qty) con il totale dei volumi scambiati nella giornata sul mercato di riferimento (SIA: Market Qty) verificando, pertanto, se la significatività dell ordine o dell eseguito sia dovuta ad un anomala contrazione dei volumi nella giornata rispetto ai volumi normalmente trattati; 2. verificare l effettiva capacità manipolativa dell ordine/eseguito tenendo conto dello scostamento percentuale fra il prezzo limite ed il prezzo dell asta di riferimento (per gli ordini SIA: Order-Quote Detail Limit Price vs SIA: Open Price) e dello scostamento percentuale fra il prezzo dell operazione eseguita in fase di apertura rispetto al prezzo medio della giornata precedente o quello delle operazioni eseguite in fase di chiusura rispetto al prezzo medio del giorno stesso (per gli eseguiti SIA: Trade Detail Price vs SIA: Avg Price); 3. qualora si riscontri il pericolo di una manipolazione di mercato verificare l effettiva influenza che gli ordini segnalati dal diagnostico possono aver avuto nel far segnare i prezzi di riferimento della giornata in analisi.

20 Nell ipotesi in cui, dalle analisi sopra compiute, si evidenzino elementi di dubbio si procederà ad ulteriori approfondimenti: dopo aver appurato l eventuale pubblicazione di notizie price sensitive di dominio pubblico che possano aver influenzato l andamento del titolo 20, si passerà ad analizzare il portafoglio del cliente al fine di determinarne il profilo di investitore. Si prenderanno in considerazione i seguenti elementi con il supporto degli applicativi in evidenza: Portafoglio del cliente: o Piattaforma Bancaria CAD: saldo e movimentazione del deposito titoli; o Esposizione Contratti: ricchezza finanziaria e prodotti sottoscritti; o SIM PB WEB: operatività storica complessiva del cliente, con particolare attenzione alle minus/plusvalenze ottenute o in corso; Propensione al rischio del cliente: o Esposizione Contratti: profilatura MIFID. A tale riguardo si forniscono alcuni elementi di valutazione per individuare eventuali segnali di insider trading o di manipolazione del mercato: l operazione o la strategia di investimento richiesta dal cliente che sia sensibilmente diversa dalle precedenti strategie di investimento poste in essere dallo stesso cliente per tipologia di strumento finanziario o per controvalore investito o per dimensione dell operazione o per durata dell investimento, ecc.. Si indicano al riguardo alcuni esempi: - un cliente vende tutti i titoli che ha in portafoglio per investire la riveniente liquidità su uno specifico strumento finanziario; - un cliente che in passato ha investito solo in fondi comuni richiede all improvviso di acquistare strumenti finanziari emessi da una specifica società; - un cliente che in passato ha investito solo in blue chip sposta i suoi investimenti su un titolo illiquido a bassa capitalizzazione; - un cliente che in passato ha attuato strategie di investimento di lungo periodo (buy and hold) effettua all improvviso un acquisto di uno specifico strumento finanziario appena prima dell annuncio di un informazione price sensitive e, quindi, chiude la posizione. Se, a valle delle precedenti analisi, dovessero permanere elementi di sospetto, si provvederà a controllare se il cliente in questione risulti iscritto negli appositi registri richiesti dalla Consob alle società emittenti con riferimento alle operazioni poste in essere dai soggetti rilevanti sugli strumenti finanziari emessi dalla società medesima. Al riguardo si possono utilizzare i seguenti strumenti internet per reperire informazioni utili: Da verifiche effettuate in collaborazione con SIA sui dati esposti dal diagnostico, occorre tener presente che: o SIA: Market QTY: il dato riporta il doppio del volume del mercato per il titolo di riferimento; o SIA: Member QTY: il dato riporta la somma delle quantità delle operazioni fatte dalla Banca che ricadono temporalmente nella fase d asta di riferimento; o SIA: Detection CTV: il dato riporta la somma dei controvalori delle operazioni (buy+sell) fatte dalla Banca che ricadono temporalmente nella fase d asta di riferimento; o SIA: Order-Quote Detail Delta Price (O) Ord: la percentuale di scostamento del prezzo dell ordine rispetto al prezzo della fase d asta di riferimento è rappresentata sempre in valore assoluto ovvero non tiene conto del segno associabile all operazione : BUY -> segno - ; SELL -> segno L applicativo Sia-Eagle permette di visualizzare, direttamente sulle singole operazioni di ordine o eseguito, eventuali informazioni sul titolo in esame (SIA: News) fornite da info provider esterni. Per ulteriori ricerche si utilizzerà la piattaforma Bloomberg.

Compliance Execution Excellence Program

Compliance Execution Excellence Program Compliance Execution Excellence Program Condivisione Diagnostici 9-15 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE Agenda» Condivisione Diagnostici 9-15» Dettaglio trattamento Derivati 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 2 SIA-EAGLE

Dettagli

REGOLAMENTO MERCATO AZIONI BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE

REGOLAMENTO MERCATO AZIONI BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE REGOLAMENTO MERCATO AZIONI BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE Codici ISIN: IT0001040820, IT0004459241, IT0004734205, IT0004841349 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 23/02/2015 Data di entrata

Dettagli

1 P a g e. Versione 1.0 del 2 aprile 2010

1 P a g e. Versione 1.0 del 2 aprile 2010 Linee Guida per l applicazione agli strumenti finanziari negoziati su EuroTLX delle misure Consob di Livello 3 in tema di prodotti finanziari illiquidi Versione 1.0 del 2 aprile 2010 1 P a g e Premessa

Dettagli

DATA INIZIO OPERATIVITÀ 22 MAGGIO 2009 ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA

DATA INIZIO OPERATIVITÀ 22 MAGGIO 2009 ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI NEGOZIAZIONE PER CONTO PROPRIO SU TITOLI DI STATO ITALIANI E OBBLIGAZIONI DI PROPRIA EMISSIONE SVOLTA DALLA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA Soc.Cooperativa DATA INIZIO OPERATIVITÀ

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1. INTRODUZIONE Come previsto dalla disciplina in materia di best execution della direttiva MiFID 2004/39/CE e della direttiva 2010/43/UE (recante modalità

Dettagli

EXECUTION E TRASMISSION POLICY (STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI)

EXECUTION E TRASMISSION POLICY (STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI) EXECUTION E TRASMISSION POLICY (STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI) Tipo: Redazione: Approvazione: Data rilascio: Policy Revisione Data Tipologia di aggiornamento 1 17/12/2014 Revisione

Dettagli

Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a.

Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. Introduzione Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. offre diverse tipologie di servizi d investimento tra cui la ricezione e

Dettagli

Comunicazione n. DME/5078692 del 29-11-2005

Comunicazione n. DME/5078692 del 29-11-2005 Comunicazione n. DME/5078692 del 29-11-2005 Oggetto: Esempi di manipolazione del mercato e di operazioni sospette indicati dal Committee of European Securities Regulators (CESR) nel documento "Market Abuse

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA POPOLARE PUGLIESE - DOCUMENTO DI SINTESI -

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA POPOLARE PUGLIESE - DOCUMENTO DI SINTESI - Società Cooperativa per Azioni * Codice ABI 05262.1 Sede Legale: 73052 Parabita (Le) Via Provinciale Matino, 5 Sede Amministrativa e Direzione Generale: 73046 Matino (Le) Via Luigi Luzzatti, 8 Partita

Dettagli

POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Data documento 19/11/2012 Pagina 1/13 POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO SC Redatto da In collaborazione con Servizio Compliance e Antiriciclaggio

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI N B.4 Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 10/12/2015 Data di efficacia: 14/12/2015 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 BEST EXECUTION...

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA BORSA. VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni;

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA BORSA. VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni; Delibera n. 16839 Ammissione delle prassi di mercato previste dall art. 180, comma 1, lettera c), del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 inerenti: a) all attività di sostegno della liquidità del mercato,

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA BORSA. VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni;

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA BORSA. VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni; Delibera n. 16839 Ammissione delle prassi di mercato previste dall art. 180, comma 1, lettera c), del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 inerenti: a) all attività di sostegno della liquidità del mercato,

Dettagli

Policy di pricing dei Prestiti Obbligazionari

Policy di pricing dei Prestiti Obbligazionari Policy di pricing dei Prestiti Obbligazionari Versione settembre 2012 La Comunicazione Consob 9019104 del 2 marzo 2009 ha imposto la necessità per le banche di definire un approccio che consenta di individuare

Dettagli

Diritti di Opzione Aumento di Capitale Banca Prospetto Informativo Regolamento Biverbanca

Diritti di Opzione Aumento di Capitale Banca Prospetto Informativo Regolamento Biverbanca REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDIAZIONE DIRITTI DI OPZIONE DERIVANTI DALL AUMENTO DI CAPITALE DI BANCA C.R. ASTI SPA (art. 1 comma 5, lett. e) e comma 5 sexies del D.Lgs. n. 58/98) 1. Oggetto del Regolamento

Dettagli

MiFID POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

MiFID POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI MiFID POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento approvato dal C.d.A. del 19/12/2014 Sommario 1. PREMESSA...3 2. PRINCIPI GUIDA...3 3. STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI...4

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

GUIDA ALLA MARGINAZIONE SUI DERIVATI

GUIDA ALLA MARGINAZIONE SUI DERIVATI GUIDA ALLA MARGINAZIONE SUI DERIVATI LA MARGINAZIONE INTRADAY SUI DERIVATI 1. La marginazione long/short intraday sui derivati Con la marginazione intraday sui derivati, Webank offre l opportunità ai propri

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE FAQ (OPERAZIONI AD ALTA FREQUENZA)

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE FAQ (OPERAZIONI AD ALTA FREQUENZA) IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE FAQ (OPERAZIONI AD ALTA FREQUENZA) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e delle finanze

Dettagli

Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A.

Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. Versione del 27-10-2015 Azioni proprie Per la negoziazione di azioni proprie ci si avvale della

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo.

Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo. Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo. (adottata ai sensi delle Linee Guida interassociative per l applicazione delle misure CONSOB

Dettagli

SINTESI DELLA POLITICA DELLA CASSA DI RISPARMIO DI ASTI S.P.A.

SINTESI DELLA POLITICA DELLA CASSA DI RISPARMIO DI ASTI S.P.A. PAG. 1 SINTESI DELLA POLITICA DELLA CASSA DI RISPARMIO DI ASTI S.P.A. PER LA DETERMINAZIONE DEL GRADO DI LIQUIDITA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI DISTRIBUITI ALLA CLIENTELA AL VERSIONE N. 1/12 DEL 30/08/2012

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA SULLA PROPOSTA DI ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE CON FINALITA DI SOSTEGNO DELLA LIQUIDITA DEL TITOLO

Dettagli

Politica per la Negoziazione di prodotti finanziari

Politica per la Negoziazione di prodotti finanziari Politica per la Negoziazione di prodotti finanziari (Adottata ai sensi delle Linee guida interassociative per l applicazione delle misure Consob di livello 3 in tema di prodotti finanziari illiquidi del

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Deliberata nel CdA del 18/12/2007 Aggiornata nel CdA del 20/10/2011 Aggiornata nel CdA del 23/09/2015 1 INDICE 1. PREMESSA... 2 2. PRINCIPI GUIDA...

Dettagli

BCC BARLASSINA. Policy di Valutazione e Pricing delle obbligazioni emesse da

BCC BARLASSINA. Policy di Valutazione e Pricing delle obbligazioni emesse da Policy di Valutazione e Pricing delle obbligazioni emesse da BCC BARLASSINA (ai sensi delle Linee-Guida interassociative ABI-Assosim-Federcasse per l applicazione delle misure di attuazione della Direttiva

Dettagli

La regolamentazione del market abuse: il ruolo della CONSOB

La regolamentazione del market abuse: il ruolo della CONSOB La regolamentazione del market abuse: il ruolo della CONSOB 1 Schema della lezione 2 La continuità nell evoluzione del quadro normativo Gli scenari di mercato e dell innovazione finanziaria La rilevanza

Dettagli

Agenda di SIA-EAGLE Clients & Friends

Agenda di SIA-EAGLE Clients & Friends L offerta MiFID per la Compliance dei processi di negoziazione, gestione cliente, monitoraggio e controllo [D. Traversa, Responsabile Marketing Divisione Capital Markets] Milano, 20/09/2007 sia ssb 2007

Dettagli

Modalità operative di trasmissione degli ordini

Modalità operative di trasmissione degli ordini Modalità operative di trasmissione degli ordini 18/06/2012 INDICE 1. PREMESSA 3 1.1 Scopo 4 1.2 Riferimenti Normativi 4 1.3 Definizioni 4 2. QUALITÀ DELL ESECUZIONE 6 3. FATTORI DI ESECUZIONE 7 3.1 Eccezioni

Dettagli

GUIDA ALLA MARGINAZIONE OVERNIGHT SULLA PIATTAFORMA WEB

GUIDA ALLA MARGINAZIONE OVERNIGHT SULLA PIATTAFORMA WEB GUIDA ALLA MARGINAZIONE OVERNIGHT SULLA PIATTAFORMA WEB LA MARGINAZIONE OVERNIGHT SULLA PIATTAFORMA WEB 1. Cosa è la marginazione long/short overnight? Si tratta di una strategia di investimento che offre

Dettagli

MARKET ABUSE. Introduzione

MARKET ABUSE. Introduzione MARKET ABUSE Introduzione La disciplina del Market Abuse, entrata in vigore dal 1 Aprile 2006 a seguito del recepimento della direttiva 2003/6/CE GUCE L 096 del 12.4.2003 nasce con la finalità di contrastare

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO Collocatore Pagina 1 di 12 A) SCHEDA IDENTIFICATIVA funzionamento. Denominazione, tipologia e durata del

Dettagli

Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo

Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Letture obbligatorie: M. Anolli Elementi di Economia del Mercato Mobiliare. Il Mulino, Bologna, 2001 (solo Capitolo 1)

Letture obbligatorie: M. Anolli Elementi di Economia del Mercato Mobiliare. Il Mulino, Bologna, 2001 (solo Capitolo 1) Cenni sulle principali caratteristiche di funzionamento dei mercati secondari Cenni sulla struttura competitiva dell exchange industry Letture obbligatorie: M. Anolli Elementi di Economia del Mercato Mobiliare.

Dettagli

Estratto dell Informativa sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini.

Estratto dell Informativa sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini. Estratto dell Informativa sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini. 1. Introduzione - La Direttiva 2004/39/CE (MIFID) e le relative misure di attuazione emanate dalla Commissione europea

Dettagli

PANNELLO DI CONTROLLO

PANNELLO DI CONTROLLO Capitolo 9 PANNELLO DI CONTROLLO Sezioni della Finestra Principale SEZIONE SUPERIORE: INFORMATIVA SEZIONE CENTRALE: NEGOZIAZIONE ****** SEZIONE INFERIORE: GESTIONE DEL DEPOSITO La finestra principale è

Dettagli

Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Pinzolo

Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Pinzolo Metodologia di valutazione e di pricing per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Pinzolo 13 novembre 2014 PREMESSA Il presente documento definisce ed illustra

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Introduzione Lo scopo di questo documento è fornire informazioni sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini di Mediobanca - Banca di Credito

Dettagli

(D.M. Ministero economia e finanze 21/02/2013, G.U. 28/02/2013, n. 50)

(D.M. Ministero economia e finanze 21/02/2013, G.U. 28/02/2013, n. 50) Al via la Tobin tax sulle azioni Ipsoa.it Saverio Cinieri (D.M. Ministero economia e finanze 21/02/2013, G.U. 28/02/2013, n. 50) Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo del MEF,

Dettagli

MiFID LA BEST EXECUTION NELLA GESTIONE DEGLI ORDINI

MiFID LA BEST EXECUTION NELLA GESTIONE DEGLI ORDINI MiFID LA BEST EXECUTION NELLA GESTIONE DEGLI ORDINI Le soluzioni informative La direttiva MiFID ha segnato una svolta in tutti i mercati finanziari. Come rispettare gli adempimenti di legge previsti e

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Disposizione tecnica di funzionamento n. 01 rev. 02 MTEE

Disposizione tecnica di funzionamento n. 01 rev. 02 MTEE Pagina 1 Disposizione tecnica di funzionamento (ai sensi dell Articolo 4 delle regole di funzionamento del mercato dei titoli di efficienza energetica) Titolo Modalità di accesso al sistema informatico

Dettagli

Modalità di accesso al sistema informatico del Mercato dei certificati verdi e di immissione delle proposte

Modalità di accesso al sistema informatico del Mercato dei certificati verdi e di immissione delle proposte Pagina 1 di 21 Disposizione tecnica di funzionamento (ai sensi dell Articolo 3 della Disciplina del mercato elettrico, approvata con decreto del Ministro dell industria, del commercio e dell artigianato

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

consente di ricercare ed elencare le quotazioni dei singoli strumenti finanziari in tempo reale e differito. Figura 2: Pagina d apertura

consente di ricercare ed elencare le quotazioni dei singoli strumenti finanziari in tempo reale e differito. Figura 2: Pagina d apertura Manuale Utente 5 Quotazioni La sezione consente di ricercare ed elencare le quotazioni dei singoli strumenti finanziari in tempo reale e differito. Figura 2: Pagina d apertura Essa prevede alcune modalità

Dettagli

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONARI

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONARI POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONARI Delibera del Consiglio di Amministrazione del 20/12/2010 integrata con delibera del 18/11/2011 Redatto da: Direzione Operativa

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Agg. gennaio 2014. INDICE 1. PREMESSA... 3 2. PRINCIPI GUIDA... 4 3. STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI... 4 3.1. SERVIZIO DI RICEZIONE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio e Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio e Valle Agno LA NORMATIVA MIFID DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio e Valle Agno Delibera CdA del 29 Ottobre 2007 La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

La disciplina regolamentare della best execution nella MiFID

La disciplina regolamentare della best execution nella MiFID La disciplina regolamentare della best execution nella MiFID Simone D Ippolito Markets Regulation Borsa Italiana Milano, 15 aprile 2008 Contenuti Aspetti generali L obbligo di best execution La strategia

Dettagli

SIBIL. Stock Identify Board for Intraday Leveraging. Previsioni per Intraday Trading

SIBIL. Stock Identify Board for Intraday Leveraging. Previsioni per Intraday Trading SIBIL Stock Identify Board for Intraday Leveraging Previsioni per Intraday Trading 1 10 19 28 37 46 55 64 73 82 91 100 109 118 127 136 145 154 163 172 181 190 199 208 217 226 235 244 60,00 40,00 20,00

Dettagli

BANCA CREMASCA. Credito Cooperativo Soc. Coop.

BANCA CREMASCA. Credito Cooperativo Soc. Coop. BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Soc. Coop. POLICY DI PRICING E REGOLE INTERNE PER LA NEGOZIAZIONE/EMISSIONE DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DELLA BANCA (Adottata ai sensi delle Linee guida interassociative

Dettagli

Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c.

Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c. Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c. (Adottata ai sensi delle Linee guida interassociative per l applicazione delle

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Modalità di accesso al sistema informatico e di immissione delle proposte di negoziazione

Modalità di accesso al sistema informatico e di immissione delle proposte di negoziazione Pagina 1 Disposizione tecnica di funzionamento (ai sensi dell Articolo 4 delle regole di funzionamento del mercato dei titoli di efficienza energetica) Titolo Modalità di accesso al sistema informatico

Dettagli

Regolamento per la prevenzione e la gestione degli Abusi di Mercato

Regolamento per la prevenzione e la gestione degli Abusi di Mercato Regolamento per la prevenzione e la gestione degli Abusi di Mercato Processo Finanza Data approvazione Versione 16/09/2010 v.0.1 26/04/2012 v.0.2 INDICE 1. FINALITA DEL DOCUMENTO... 3 2. OGGETTO E FINALITA

Dettagli

POLICY PER LA NEGOZIAZIONE DI AZIONI EMESSE DALLA BANCA DI IMOLA S.P.A. Approvata dal CDA nella seduta del 30/07/2012

POLICY PER LA NEGOZIAZIONE DI AZIONI EMESSE DALLA BANCA DI IMOLA S.P.A. Approvata dal CDA nella seduta del 30/07/2012 POLICY PER LA NEGOZIAZIONE DI AZIONI EMESSE DALLA BANCA DI IMOLA S.P.A Approvata dal CDA nella seduta del 30/07/2012 INDICE PREMESSA...3 1.1. Fattori di Rischio...3 2.2. Funzionamento e formazione prezzi...4

Dettagli

Strategia. degli ordini

Strategia. degli ordini Strategia di Trasmissione degli ordini Edizione 05/2012 INDICE Premessa 2 Fattori e criteri di esecuzione 2 Strategia di trasmissione degli ordini 2 Trattamento di ordini disposti in particolari condizioni

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Sintesi della politica di prestazione dei servizi di investimento (Investment Policy)

Sintesi della politica di prestazione dei servizi di investimento (Investment Policy) Sintesi della politica di prestazione dei servizi di investimento (Investment Policy) La banca per un mondo che cambia Disposizioni generali La Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. ( BNL ), capitale sociale

Dettagli

Copia della presente Policy è a disposizione della clientela presso tutte le Filiali e nel sito della Banca www.bancadiimola.it

Copia della presente Policy è a disposizione della clientela presso tutte le Filiali e nel sito della Banca www.bancadiimola.it INFORMATIVA SULLA TRATTAZIONE DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA DI IMOLA S.P.A (Titolo illiquido ai sensi della Comunicazione Consob n. 9019104 del 2 marzo 2009) Copia della presente Policy è a disposizione

Dettagli

INFORMATIVA SULLA TRATTAZIONE DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA DI IMOLA S.P.A. Versione Aggiornata

INFORMATIVA SULLA TRATTAZIONE DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA DI IMOLA S.P.A. Versione Aggiornata INFORMATIVA SULLA TRATTAZIONE DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA DI IMOLA S.P.A Versione Aggiornata Copia della presente Policy è a disposizione della clientela presso tutte le Filiali e nel sito della Banca

Dettagli

Alcune tipologie di strumenti derivati. 1. Il future su Ftse Mib 1/6

Alcune tipologie di strumenti derivati. 1. Il future su Ftse Mib 1/6 focus modulo 3 lezione 45 Il mercato dei capitali e la Borsa valori Gli strumenti derivati: caratteristiche generali Alcune tipologie di strumenti derivati 1. Il future su Ftse Mib A seconda dello strumento

Dettagli

POLITICA PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI

POLITICA PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI POLITICA PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 01/08/2008 ai sensi dell art. 18 del Regolamento Congiunto Banca d Italia Consob

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI E DEI SISTEMI DI PRICING INTERNI

DOCUMENTO INFORMATIVO SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI E DEI SISTEMI DI PRICING INTERNI DOCUMENTO INFORMATIVO SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI E DEI SISTEMI DI PRICING INTERNI Edizione Luglio 2013 Il presente documento rappresenta la sintesi delle attività svolte

Dettagli

Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento

Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento 2014 PREMESSA Il presente documento definisce ed illustra

Dettagli

Relazione illustrativa

Relazione illustrativa Relazione illustrativa L articolo 1, commi da 491 a 500, della legge 24 dicembre 2012, n. 228, ha introdotto un imposta sulle transazioni finanziarie che si applica ai trasferimenti di proprietà di azioni

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE VAL DI FASSA E AGORDINO 21 dicembre 2012

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE VAL DI FASSA E AGORDINO 21 dicembre 2012 DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE VAL DI FASSA E AGORDINO 21 dicembre 2012 LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Politica di pricing e regole interne per la negoziazione/emissione dei prestiti obbligazionari della Banca

Politica di pricing e regole interne per la negoziazione/emissione dei prestiti obbligazionari della Banca Banca di Credito Cooperativo Dell Alta Brianza Alzate Brianza Società Cooperativa Politica di pricing e regole interne per la negoziazione/emissione dei prestiti obbligazionari della Banca (Adottata ai

Dettagli

Politica per la Negoziazione dei prodotti finanziari emessi dalla Banca della Bergamasca Credito Cooperativo S.c.

Politica per la Negoziazione dei prodotti finanziari emessi dalla Banca della Bergamasca Credito Cooperativo S.c. Politica per la Negoziazione dei prodotti finanziari emessi dalla Banca della Bergamasca Credito Cooperativo S.c. (Adottata ai sensi delle Linee guida interassociative per l applicazione delle misure Consob

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO. Regolamento interno di negoziazione

REGOLAMENTO OPERATIVO. Regolamento interno di negoziazione REGOLAMENTO OPERATIVO Regolamento interno di negoziazione Argomento: Area Finanziaria Responsabile: Capo Area Finanza Comitato competente: Compliance- und Gesamtbankrisiko-Komitee Autore: Gernot Häufler

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE DI MPS CAPITAL SERVICES BANCA PER LE IMPRESE S.P.A. INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE DI MPS CAPITAL SERVICES BANCA PER LE IMPRESE S.P.A. INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI 1. Definizioni Strategia di Esecuzione o anche semplicemente Strategia : le misure, i meccanismi e le procedure adottate da MPS Capital Services - Banca

Dettagli

INDICE I SINTESI... 2 II PREMESSA... 2 III DISPOSIZIONI GENERALI... 2

INDICE I SINTESI... 2 II PREMESSA... 2 III DISPOSIZIONI GENERALI... 2 STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A, GRUPPO BNP PARIBAS, DAI PROPRI CLIENTI AL DETTAGLIO E PROFESSIONALI INDICE I

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE 27 luglio 2006 Le osservazioni al presente documento di consultazione dovranno pervenire entro il 7 agosto 2006 al

Dettagli

Politica di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini

Politica di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini Politica di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini Consiglio di Amministrazione del 18 dicembre 2014 INDICE PREMESSA... 3 1 AMBITO DI RIFERIMENTO... 3 2 FATTORI DETERMINANTI PER L INDIVIDUAZIONE DEI NEGOZIATORI...

Dettagli

AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI

AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI VERSIONE 1.0 TITOLO 1 MERCATO TELEMATICO AIM Articolo 1 (Strumenti negoziabili) 1. Nel mercato AIM si negoziano, per qualunque quantitativo, strumenti finanziari.

Dettagli

Allianz Bank Financial Advisors S.p.A.

Allianz Bank Financial Advisors S.p.A. Allianz Bank Financial Advisors S.p.A. Meccanismi organizzativi e amministrativi posti in essere per prevenire ed evitare conflitti di interesse in rapporto alle raccomandazioni INDICE 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

FORTINVESTIMENTI SIM S.P.A. BASILEA 2 III PILASTRO - INFORMATIVA AL PUBBLICO. In ottemperanza al Regolamento Banca d Italia del 24 ottobre 2007

FORTINVESTIMENTI SIM S.P.A. BASILEA 2 III PILASTRO - INFORMATIVA AL PUBBLICO. In ottemperanza al Regolamento Banca d Italia del 24 ottobre 2007 FORTINVESTIMENTI SIM S.P.A. BASILEA 2 III PILASTRO - INFORMATIVA AL PUBBLICO In ottemperanza al Regolamento Banca d Italia del 24 ottobre 2007 Al 31 dicembre 2008 INTRODUZIONE 3 TAVOLA 1 - REQUISITO INFORMATIVO

Dettagli

Workshop sulle Misure di Livello

Workshop sulle Misure di Livello Workshop sulle Misure di Livello 2 della MiFID II/MiFIR La disciplina dei Mercati: Internalizzatori Sistematici Isadora Tarola Responsabile dell Ufficio Vigilanza Infrastrutture di Mercato CONSOB 22 luglio

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

POLICY PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI

POLICY PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI POLICY PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 26 dicembre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 26 aprile 2012 v.0.4 INDICE I. PREMESSA...

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

CASSA RURALE DI LEDRO. Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini. Data 29.10.2007

CASSA RURALE DI LEDRO. Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini. Data 29.10.2007 CASSA RURALE DI LEDRO Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Data 29.10.2007 Aggiornata in data 12/10/2012 Indice PREMESSA... 3 1. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI... 5 2. PRINCIPI GUIDA

Dettagli

REGOLAMENTO aprile 2014 1

REGOLAMENTO aprile 2014 1 REGOLAMENTO 1 Sommario 1. Strumenti negoziabili... 3 2. Struttura del Sistema... 3 3. Unità Operative e personale addetto... 3 4. Criteri di formazione dei prezzi... 4 5. Regime di trasparenza pre-negoziazione...

Dettagli

Politica di valutazione e Pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca di Credito Cooperativo Mediocrati

Politica di valutazione e Pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca di Credito Cooperativo Mediocrati Politica di valutazione e Pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca di Credito Cooperativo Mediocrati (adottata ai sensi delle Linee Guida interassociative per l applicazione delle misure CONSOB

Dettagli

Policy. Sulla distribuzione di prodotti finanziari illiquidi. 18/05/2015 Massimo Lazzarini Visto Luca M. Ercolessi Visto

Policy. Sulla distribuzione di prodotti finanziari illiquidi. 18/05/2015 Massimo Lazzarini Visto Luca M. Ercolessi Visto Policy Sulla distribuzione di prodotti finanziari illiquidi Data di emissione Compilato da : Banca Popolare Valconca Soc.Coop. per azioni 29/11/2010 La Direzione Visto Data ultima modifica Approvato da

Dettagli

1. Ambito di applicazione. pag. 1. 2. Qualificazione delle informazioni privilegiate. pag. 1. 3. Soggetti tenuti al rispetto della procedura. pag.

1. Ambito di applicazione. pag. 1. 2. Qualificazione delle informazioni privilegiate. pag. 1. 3. Soggetti tenuti al rispetto della procedura. pag. PROCEDURA IN I MATERIA DII MONITORAGGIO,, CIRCOLAZIONE INTERNA I E COMUNICAZIONE AL PUBBLICO DELLE INFORMAZII IONII PRIVILEGI IATE PREVISTE DALL ART.. 181 DEL DECRETO LEGISLATIVO 24 FEBBRAIO 1998 N.. 58

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI 1. Premessa Ai sensi della Direttiva 2004/39/CE (MiFID Markets in Financial Instruments Directive), nonché delle relative disposizioni comunitarie di secondo livello e nazionali di attuazione, la Banca

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI NEGOZIAZIONE INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI BARI S.C.P.A. E UTILIZZO DEL FONDO ACQUISTO AZIONI PROPRIE

REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI NEGOZIAZIONE INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI BARI S.C.P.A. E UTILIZZO DEL FONDO ACQUISTO AZIONI PROPRIE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI NEGOZIAZIONE INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI BARI S.C.P.A. E UTILIZZO DEL FONDO ACQUISTO AZIONI PROPRIE TITOLO I- DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Art. 1 - Oggetto

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options)

DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options) DIAMANTE software per la gestione dei prodotti derivati (Futures & Options). Brochure Info DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options) Premessa In risposta all evoluzione

Dettagli

Regole interne per la negoziazione delle obbligazioni di Banca Agricola Popolare di Ragusa S.c.p.a.

Regole interne per la negoziazione delle obbligazioni di Banca Agricola Popolare di Ragusa S.c.p.a. Regole interne per la negoziazione delle obbligazioni di Banca Agricola Popolare di Ragusa S.c.p.a. Approvata dal Consiglio di Amministrazione 31 maggio 2013 Revisionata: 27 maggio 2014 Bozza per discussione

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA

Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA Delibera C.d.A. del 23 dicembre 2010 LA NORMATIVA MIFID La Markets

Dettagli