COMUNICAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI FINANZIARI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI FINANZIARI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL"

Transcript

1 COMUNICAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI FINANZIARI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL 1. PREMESSA Nel crs degli ultimi anni si è registrata una prgressiva estensine alla clientela al dettagli di prdtti di investiment prima, di fatt, riservati a clienti istituzinali prfessinali (prcess c.d. di retailisatin ). L ingegneria finanziaria può frnire rispste a specifiche esigenze, cnsentend l access a classi d attività finanziarie, segmenti del mercat finanziari e strategie d investiment nrmalmente nn dispnibili agli investitri nn prfessinali. La distribuzine di prdtti finanziari cnntati da prfili di cmplessità rappresenta un area di particlare attenzine per la tutela degli investitri di tip retail. Livelli di cmplessità elevata accrescn le difficltà di cmprensine delle caratteristiche degli investimenti prpsti e sn dunque idnei a pregiudicare la capacità di assumere cnsapevli decisini di investiment. L investiment in prdtti cmplessi richiede inltre una capacità di mnitraggi nel temp e di gestine, attività queste che spess si dimstran prblematiche per gli investitri al dettagli. Gli bblighi di trasparenza hann limitati effetti nel mitigare il divari cgnitiv tra gli intermediari finanziari ed i lr clienti retail, in quant quest ultimi sn nrmalmente dtati di una bassa cultura finanziaria che nn cnsente lr di valutare la qualità dei prdtti d investiment fferti. D altra parte, le regle di crrettezza applicate alla sla fase di distribuzine dei prdtti (le c.d. selling rules) sn talvlta risultate nn sufficienti a prevenire eventi dannsi per gli investitri. In alcuni casi, esse nn sn state implementate in md rbust ed efficace dagli intermediari. In ragine delle asimmetrie infrmative e cgnitive aumenta il rischi per i clienti retail di incrrere incnsapevlmente in significative perdite, indeblendne la fiducia nel crrett funzinament dei mercati finanziari. E nt che tra struttura finanziaria e rischisità di un prdtt nn sussiste una crrispndenza biunivca: è pssibile riscntrare sul mercat prdtti cmplessi caratterizzati da livelli di rischisità cntenuti e prdtti semplici cn rischisità elevate. Tuttavia, si ritiene che l intelligibilità della struttura di un prdtt finanziari rappresenti il presuppst per la cmprensibilità del rischi d investiment sttes, ptendsi altrimenti determinare il fenmen di acquisti nn cnsapevli. 1

2 2. LE RECENTI OPINION DELL ESMA Al fine di innalzare i livelli di tutela sstanziale per i risparmiatri, l Autrità eurpea di vigilanza sui mercati finanziari (ESMA) ha richiamat, in due recenti Opinin 1, l attenzine delle Autrità nazinali sulle misure che gli intermediari devn adttare sin dalle fasi di design/svilupp selezine dei prdtti finanziari cnntati da prfili di cmplessità da destinare al pubblic per la tenuta di un crrett cmprtament cn i prpri clienti. Di seguit si riprta una breve sintesi dei cntenuti delle due Opinin, invitand ad un attenta lettura dei testi integrali reperibili sul sit dell ESMA 2. L Opinin recante MiFID practices fr firms selling cmplex prducts - pubblicata il 7 febbrai evidenzia le specifiche cautele ed i raffrzati presidi rganizzativi, anche di cntrll intern, vlti ad assicurare, nel cncret, la cura diligente e prfessinale dell interesse della clientela in sede di distribuzine di prdtti finanziari cmplessi. Nel dcument dell ESMA è specificamente indicat che se, alla luce della due diligence effettuata dall intermediari, risulta che un determinat prdtt cmpless nn ptrà mai sddisfare al megli gli interessi dei clienti vver che nn sn dispnibili infrmazini sufficienti a valutare le principali caratteristiche di un prdtt ed i relativi rischi, le Autrità Nazinali Cmpetenti dvrebber cntrllare che gli intermediari nn prestin cnsigli su quel prdtt vver si astengan dal venderl (cfr. paragraf n. 14 della citata Opinin) 3. Nel cas di raccmandazini persnalizzate (nell ambit del servizi di cnsulenza), è richiamata l imprtanza per gli intermediari di dtarsi di prcedure di adeguatezza pprtunamente raffrzate per cnsiderare i peculiari prfili dei prdtti cmplessi in rapprt alle caratteristiche della clientela. E pi sttlineata la rilevanza di un infrmativa cmpleta ed affidabile, in particlare sui csti e sulle pssibili difficltà di smbilizz. L Opinin avente ad ggett Structured Retail Prducts - Gd practices fr prduct gvernance arrangements - pubblicata in data 27 marz illustra le attività utili ad assicurare la cura dell interesse degli investitri e ad evitare prassi pregiudizievli nelle fasi di ideazine dei prdtti strutturati e di cmmercializzazine degli stessi. Nel richiamare l imprtanza di un prcess di design dei prdtti guidat dalla dmanda, il dcument evidenzia, fra l altr, la centralità della prduct gvernance e, in tale ambit, di un rbust prduct testing, di un apprfndit scambi infrmativ cn i distributri e di un mnitraggi durante il cicl di vita del prdtt. 1 Cfr. Opinin del 7 febbrai 2014 recante MiFID practices fr firms selling cmplex prducts ed Opinin del 27 marz 2014 recante Structured Retail Prducts - Gd practices fr prduct gvernance arrangements. 2 Rispettivamente agli indirizzi e 3 Traduzine nn ufficiale, il test riginale è il seguente 14. If, fllwing firms due diligence, it appears that a particular cmplex prduct will never meet the best interests f their clients, r there is a lack f sufficient infrmatin available t ascertain the main features and risks f a prduct, NCAs shuld mnitr that firms d nt ffer advice n that envisaged prduct, r sell it at all. 2

3 Sia nella fase di disegn di un prdtt finanziari sia nella fase di cmmercializzazine è richiest agli intermediari di tenere in piena cnsiderazine i bisgni, le caratteristiche sci-ecnmiche e la tlleranza al rischi dei prpri clienti. Ai fini della presente Cmunicazine, ve nn diversamente indicat, si fa riferiment alle definizini cntenute nelle menzinate Opinin. 3. LO STATEMENT DELL ESMA SUI CO.CO. Nell esercizi dei prpri pteri l ESMA ha di recente espress la prpria psizine circa la cmmercializzazine di una specifica categria di prdtti ad alta cmplessità cstituita dai c.d. Cntingent Cnvertible (anche C.C.). L Statement del 31 lugli 2014, recante Ptential Risks Assciated with Investing in Cntingent Cnvertible, è finalizzat ad evidenziare e chiarire agli investitri istituzinali i rischi derivanti da tali prdtti. In ess l Autrità eurpea ha, in prim lug, sttlineat l elevata cmplessità dei prdtti della specie. Viene pi rimarcat l innalzat cnflitt di interesse esistente fra l emittente dell strument, che spess l ffre per prprie necessità di patrimnializzazine, e l investitre, che si trva in presenza di un prdtt cn una struttura particlarmente difficile da valutare. Sn, quindi, richiamati i peculiari prfili di rischi sttesi all strument, cnnessi, fra l altr, al livell del trigger che determina la cnversine, alla inesistenza di una scadenza certa ed alla pssibilità di cancellazine delle cedle previste (sprattutt per i C.C. eleggibili, secnd la nuva disciplina prudenziale, cme additinal tier 1), all inversine della prirità nell assrbiment delle perdite rispett alle azini, alla nvità della struttura che determina cc.dd. rischi scnsciuti (unknwn risks). Sulla scrta di tali prfili di cmplessità e di rischi, l ESMA ritiene che un effettiva cmprensine dei prdtti della specie richieda l svlgiment di analisi che pssn avere lug esclusivamente nell ambit delle capacità e delle risrse prprie di investitri istituzinali esperti. 4. MISURE IN MATERIA DI PRODOTTI COMPLESSI 4.1 Le indicazini della CONSOB sulle Opinin dell ESMA Le Opinin dell ESMA si inseriscn nell attuale cntest nrmativ della Direttiva 2004/39/CE (c.d. MiFID ) che, disegnand un quadr perativ centrat sul cliente, esige dagli peratri una cstante valutazine dell interesse dell investitre in gni fase del prcess di intermediazine. Inltre, le stesse si pngn in linea di cerenza cn quant sarà dettagliatamente previst in tema di prduct gvernance dalla Direttiva 2014/65/UE (c.d. MiFID 2 ) e dalle relative misure di esecuzine. 3

4 La CONSOB, in linea di cntinuità cn gli apprcci di vigilanza maturati in ambit nazinale 4, intende cnfrmarsi alle indicazini frnite dall ESMA. Si richiede pertant agli intermediari che prestan servizi d investiment e svlgn le attività di cui all art. 25-bis, cmma 1, del d.lgs. n. 58/1998 (c.d. TUF ) di cnsiderare debitamente nella lr plicy aziendale gli rientamenti cntenuti nelle due citate Opinin. In particlare si evidenzia che gli intermediari hann il dvere di cndurre autnme valutazini per la delimitazine del perimetr dell fferta di prdtti finanziari, in cerenza cn le cnntazini del prpri target di clientela, anche individuand ex-ante i prdtti che, per caratteristiche intrinseche, nn si prestan alla realizzazine delle esigenze di investiment dei prpri clienti. Si raccmanda, infine, che le indicazini frnite nelle Opinin, in ragine della lr attinenza a temi di natura rganizzativ-prcedurale crrelate all stat di sggett abilitat ai sensi del TUF piuttst che alla cncreta prestazine di un servizi, sian seguite anche dai sggetti abilitati che emettn prdtti finanziari distribuiti pi alla clientela a mezz di altri intermediari. 4.2 Le raccmandazini della CONSOB Cme già evidenziat nel paragraf precedente, l intermediari è sempre tenut ad effettuare una adeguata due diligence su tutti i prdtti cmplessi che intende inserire nella gamma d fferta. Quand a seguit di tale verifica l intermediari accerti che in cncret il prdtt - sia ess inclus men nell elenc allegat alla presente Cmunicazine - nn pssa mai sddisfare al megli gli interessi dei prpri clienti che, rispett ad ess, manchin le infrmazini sufficienti a valutarne le principali caratteristiche ed i rischi, eviterà di prestare cnsigli su quel prdtt di venderl, in cnfrmità a quant previst dal citat paragraf n. 14 dell Opinin dell ESMA MiFID practices fr firms selling cmplex prduct Ferm restand il menzinat dvere dell intermediari di cmpiere valutazini finalizzate ad individuare prdtti cerenti cn il prpri target di clientela, anche per escludere quelli strutturalmente nn adatti, nell allegat elenc sn riprtate a titl esemplificativ alcune tiplgie di prdtti ritenute dalla CONSOB a cmplessità mlt elevata 5. 4 La centralità dei prfili legati alla cerenza tra i prcessi di ideazine e distribuzine dei prdtti e gli interessi della clientela target ha permeat l azine di vigilanza della CONSOB sin dal recepiment nell rdinament nazinale della disciplina MiFID (ttbre 2007), in particlare cn la Cmunicazine n del 2 marz 2009 in materia di prdtti illiquidi, e rappresenta un degli biettivi priritari dell attività di vigilanza indicati nel Pian Strategic d Istitut (cfr. 5 La lista nn è da intendersi cme esaustiva, ma, piuttst, esemplificativa: rimane a cura di gni intermediari, nell ambit della definizine della prpria gamma prdtti ed in relazine alla specifica e cncreta articlazine dei prpri servizi d investiment, individuare strumenti cn livelli di cmplessità analghi superiri, anche avut riguard al prcess cntinu di innvazine finanziaria. A tal fine, ptrann essere valutati gli elementi sistematici della nzine di cmplessità di un prdtt finanziari, cme estraplabili dalla lettura cngiunta dei suddetti dcumenti ESMA nnché dalla disciplina MiFID: 4

5 Qualra l intermediari abbia decis di inserire nella prpria gamma d fferta, sulla scrta delle menzinate valutazini, prdtti ricnducibili alle richiamate tiplgie, la CONSOB raccmanda di prestare un attenzine raffrzata, nel rispett cmunque di tutti i presidi indicati dall ESMA per i prdtti cmplessi e/ strutturati. Csì, in linea cn le previsini dell Opinin MiFID practices fr firms selling cmplex prducts (cfr. paragraf n. 19), gli accrdi cnclusi fra prduttre e distributre per la cnfigurazine della remunerazine dell attività distributiva sarann articlati in maniera tale da nn determinare un innalzament del cnflitt di interesse (ad esempi in ragine di più favrevli mdalità di remunerazine per il distributre 6 ). Nell specific cntest del sistema dell intermediazine nazinale, andrà gestit cn dedicata cura, evitand l esclusiv affidament a presidi di trasparenza, il peculiare cnflitt derivante dal pssibile dppi rul assunt dall intermediari, specie se bancari, di emittente e prestatre di servizi di investiment, in una fase cnntata da pssibili necessità di risrse patrimniali e per il funding (cfr. al riguard anche la psizine del Jint Cmmittee delle tre ESAs del 31 lugli 2014, recante Placement f financial instruments with depsitrs, retail investrs and plicy hlders - Self placement ). Cerentemente cn le indicazini della richiamata Opinin sulle selling practices (cfr. paragrafi da n. 20 a n. 27), nella mappatura dei prdtti si utilizzerann metdi e sistemi avanzati che cnsentan l effettiva cnsiderazine di gni pssibile prfil di cmplessità nnché dei csti, di nrma rilevanti per siffatti prdtti anche in mmenti successivi alla fase di distribuzine. In cnnessine cn i diversi aspetti di cmplessità dei prdtti, la prfilatura della clientela dvrà cnsiderare cn particlare cura e prfndità l esperienza e le cnscenze del cliente sulla scrta di infrmazini ggettive e dettagliate, nnché la sua prpensine al rischi. In una lgica di ulterire valrizzazine dei presidi richiamati nell Opinin, si ritiene che le infrmazini rilevanti andrann acquisite mediante tecniche indirette e nn immediatamente dichiarative, al fine di evitare l autvalutazine da parte del cliente. Alla luce delle evidenze sul mercat dmestic circa la limitata cnsapevlezza da parte dei clienti retail dell imprtanza della diversificazine, andrann impiegati stringenti limiti di cncentrazine in relazine alla dimensine del patrimni dell specific cliente ed alle sue caratteristiche ed biettivi. Sul pian dell infrmativa da frnire alla clientela, specie nella fase di mercat primari e per le perazini negziate in cnt prpri, le indicazini dell ESMA (cfr. paragrafi da n. 28 a n. 30 della menzinata Opinin del 7 febbrai 2014) andrann declinate cn l evidenziazine separata di gni cst, anche implicit (mark-up), del prdtt e del su (1) presenza di elementi pzinali (relativi ad un più fattri di rischi), cndizini e/ meccanismi di amplificazine dell andament del sttstante (effett leva) nella frmula di determinazine del pay-ff del prdtt finanziari, e/ (2) limitata sservabilità del sttstante (ad es. indici prprietari, prtafgli di crediti cartlarizzati, asset nn scambiati in mercati trasparenti) cn cnseguente difficltà di valrizzazine dell strument, e/ (3) illiquidità (ad es. strument nn negziat su alcuna trading venue) difficltà di liquidabilità dell investiment (ad es. assenza di cntrparti istituzinali di mercat, alti csti di smbilizz, barriere all uscita). In tale prspettiva, la negziazine in trading venues può risultare una mdalità di cnteniment dei fattri di cmplessità rappresentati dall illiquidità del prdtt. 6 Resta naturalmente ferm il rispett delle cndizini di percepibilità stabilite dalla disciplina sugli inducements. 5

6 fair value, nnché cn la puntuale rappresentazine del rischi di credit 7, del rischi di mercat e del rischi di liquidità 8 e di gni altra tiplgia di rischi rilevante per l specific investiment. Sulla scrta di quant previst dall Opinin Structured Retail Prducts - Gd practices fr prduct gvernance arrangements (cfr. paragrafi da n. 32 a n. 34 dell Annex 1), le metdlgie applicate per la determinazine delle richiamate infrmazini sarann cerenti cn i criteri ed i mdelli impiegati dagli intermediari a fini interni per la valutazine dei prdtti finanziari nel prtafgli di prprietà, per la redazine del bilanci per finalità di gestine del rischi, nnché per le analisi eventualmente cmpiute in fase di cstruzine della gamma dei prdtti da emettere d ffrire alla clientela. Anche la determinazine dei prezzi sul mercat primari e secndari scaturirà dall applicazine di slide metdlgie cerenti cn i richiamati metdi interni Alla luce delle esperienze di vigilanza maturate e degli indirizzi tratteggiati in sede cmunitaria, la CONSOB ritiene cmunque che, fra le tiplgie di prdtti a cmplessità mlt elevata incluse nel richiamat elenc, quelle di seguit riprtate nn sian nrmalmente adatte alla clientela al dettagli (c.d. retail): i. prdtti finanziari derivanti da perazini di cartlarizzazine di crediti di altre attività; ii. iii. iv. prdtti finanziari per i quali, al verificarsi di determinate cndizini su iniziativa dell emittente, sia prevista la cnversine in azini la decurtazine del valre nminale 9 ; prdtti finanziari credit linked; strumenti finanziari derivati di cui all art. 1, cmma 2, lettere da d) a j) del TUF nn negziati in trading venues, cn finalità diverse da quelle di cpertura; v. prdtti finanziari strutturati 10, nn negziati in trading venues, il cui pay-ff nn rende certa l integrale restituzine a scadenza del capitale investit dal cliente. La CONSOB raccmanda, pertant, che le tiplgie di prdtti di cui ai punti i, ii, iii, iv e v dell allegat elenc nn sian cnsigliate né distribuite in via diretta (nell ambit di servizi esecutivi, assistiti men da quell di cnsulenza 11 ) alla clientela retail Ptrann utilizzarsi, ve ritenuti significativi, parametri quali il livell assunt dal credit spread dell emittente su titli di debit cn scadenze analghe a quella del prdtt, il rating assegnat al medesim (, in mancanza, al su emittente) da agenzie specializzate e/ altri idnei indicatri. 8 In merit si richiaman le indicazini frnite dalla Cmunicazine CONSOB n del 2 marz In tale categria nn rientran le bbligazini cnvertibili ad iniziativa del prtatre. 10 Sn inclusi i prdtti cn leva maggire di 1 (la sglia è da intendersi in valre asslut). Sn cmunque inclusi i prdtti che cnsentn di assumere psizini crte anche se a replica perfetta. 11 Cnsulenza c.d. base. 12 Per le finalità prprie di questa Cmunicazine, si ritiene pprtun chiarire che i servizi di gestine (individuale cllettiv) mitigan la necessità di cmprensine da parte del cliente di tutte le caratteristiche dei singli prdtti inseriti nei prtafgli gestiti (sul punt cfr. anche gli Orientamenti su alcuni aspetti dei requisiti di adeguatezza della direttiva MiFID dell ESMA, punt n. 35 lett. b)). In tali casi le scelte di 6

7 Qualra l intermediari, stt la prpria respnsabilità, disattenda la predetta raccmandazine in quant ritenga, a seguit delle valutazini effettuate in cerenza cn quant previst al paragraf n. 14 dell Opinin dell ESMA MiFID practices fr firms selling cmplex prduct (cfr. precedente paragraf n ), che il prdtt in cncret si presti alla realizzazine degli interessi della prpria clientela e che sian dispnibili infrmazini sufficienti a valutarne le principali caratteristiche ed i relativi rischi, ess sarà cmunque chiamat ad adttare, ltre alle misure indicate nel precedente paragraf n , cautele in grad di cntenere in maniera sstanziale l innalzat rischi di nn cnfrmità. In tale cas, è raccmandata la previsine - nel prcess sttes alla definizine della strategia cmmerciale - di una frmale adzine - da parte dei vertici aziendali dell intermediari - di una specifica e mtivata decisine sulla cmmercializzazine di queste tiplgie di prdtti. A quest fine, a crred dell istruttria, l rgan deliberante acquisirà dedicati pareri da parte degli rgani e delle funzini di cntrll per i prfili di rispettiva cmpetenza. Per l assunzine della decisine di cui spra sarann definiti ex ante specifici limiti per l investiment per la clientela attuale e prspettica, cn riguard fra l altr a: caratteristiche sci-ecnmiche del ptenziale cliente, cnsiderand ad esempi: grad di cmpetenza, anche certificat da esperienze prfessinali di studi; età; patrimni minim detenut press l intermediari; sglie quantitative, cnsiderand ad esempi: sglie minime di investiment; sglie massime di cncentrazine nel prtafgli del cliente; mdalità di fferta del prdtt, cnsiderand ad esempi: abbinament sistematic cn un servizi di cnsulenza ad alt valre aggiunt (c.d. cnsulenza avanzata evluta) che preveda anche il mnitraggi peridic del prtafgli, il riesame dell adeguatezza, l interazine cn il cliente sulla scrta delle ridette analisi, la mtivazine dei cnsigli frniti; utilizz del sl canale n-line. investiment sn effettuate, per cnt del cliente, da un intermediari dtat di cmpetenze specifiche e chiamat ad assicurare una cmpiuta valutazine nel cntinu, nell interesse del cliente medesim, della cnfrmità degli investimenti al mandat ricevut. Peraltr, nell ambit delle gestini individuali i clienti ptrann essere pprtunamente infrmati, secnd le mdalità ritenute più efficienti, dell eventuale investiment in titli della specie. 7

8 La distribuzine delle menzinate tiplgie di prdtti nn ptrà cstituire, in via diretta indiretta, presuppst per l ergazine di incentivi al persnale. L intermediari infrmerà in gni cas il cliente, al mment della transazine, circa il fatt che l Autrità nn ritiene il prdtt adatt a clientela al dettagli. L infrmativa sarà assicurata anche nel cas di peratività n-line, cn le mdalità prprie del canale utilizzat. L fferta ai clienti sarà infine accmpagnata da specifici e sstanziali presidi di cntrll nel cntinu, ad gni livell. La funzine di cmpliance prrà attenzine sull effettiv rispett delle regle di cndtta da parte dell intermediari in gni fase del prcess cnness all investiment del cliente in tali tiplgie di titli. 5. DETERMINAZIONI DEGLI INTERMEDIARI ED INFORMATIVA ALLA CONSOB Gli intermediari assumerann le determinazini sulle aree trattate nella presente Cmunicazine nel più breve temp pssibile e, cmunque, entr il 30 giugn 2015, dandne infrmativa alla CONSOB, nell ambit delle cmunicazini peridiche, cn dedicati riferimenti in rdine alla plicy, ai presidi adttati e agli esiti delle attività di cntrll 13. Le decisini in merit assunte dagli intermediari cntribuirann ad rientare le azini di vigilanza dell Istitut. La CONSOB intende infatti valrizzare le infrmazini acquisite nell ambit della prpria attività di supervisine, imprntata a principi risk-based. Il Presidente firma 1 13 La CONSOB riceverà infrmazini in prpsit nell ambit delle cmunicazini peridiche dvute dagli intermediari, ai sensi della Delibera n del 28 aprile 2010, nel crs del 2015 (in particlare nelle relazini sulle mdalità di svlgiment dei servizi e delle attività ed in quelle delle funzini aziendali di cntrll). 8

9 Allegat ELENCO PRODOTTI FINANZIARI A COMPLESSITÀ MOLTO ELEVATA i. prdtti finanziari derivanti da perazini di cartlarizzazine di crediti di altre attività (ad esempi Asset Backed Securities) ii. iii. prdtti finanziari per i quali, al verificarsi di determinate cndizini su iniziativa dell emittente, sia prevista la cnversine in azini la decurtazine del valre nminale (ad esempi Cntingent Cnvertible Ntes, prdtti finanziari qualificabili cme additinal tier 1 ai sensi dell art. 52 del Reglament UE n. 575/2013 (c.d. CRR )) 14 prdtti finanziari credit linked (espsti ad un rischi di credit di sggetti terzi) iv. strumenti finanziari derivati di cui all art. 1, cmma 2, lettere da d) a j) del TUF, nn negziati in trading venues, cn finalità diverse da quelle di cpertura v. prdtti finanziari strutturati 15, nn negziati in trading venues, il cui pay-ff nn rende certa l integrale restituzine a scadenza del capitale investit dal cliente vi. strumenti finanziari derivati di cui all art. 1, cmma 2, lettere da d) a j) del TUF diversi da quelli di cui al punt iv vii. prdtti finanziari 16 cn pay-ff legati ad indici che nn rispettan gli Orientamenti ESMA del 18 dicembre 2012 relativi agli ETF viii. bbligazini perpetue ix. OICR c.d. alternative 14 In tale categria nn rientran le bbligazini cnvertibili ad iniziativa del prtatre. 15 Sn inclusi i prdtti cn leva maggire di 1 (la sglia è da intendersi in valre asslut). Sn cmunque inclusi i prdtti che cnsentn di assumere psizini crte anche se a replica perfetta. 16 Sn inclusi gli OICR e le plizze di ram III V. 9

10 x. prdtti finanziari strutturati, negziati in trading venues, il cui pay-ff nn rende certa l integrale restituzine a scadenza del capitale investit dal cliente xi. prdtti finanziari cn leva 17 maggire di 1 18 xii. UCITS di cui all art. 36 del Reglament UE n. 583/2010 nnché plizze di ram III V cn analghe caratteristiche 17 Sn inclusi gli OICR e le plizze di ram III V nnché quelle perazini su strumenti finanziari per le quali l intermediari presta al cliente il servizi accessri di cui all art. 1, cmma 6, lett. c) del TUF ( la cncessine di finanziamenti agli investitri per cnsentire lr di effettuare un'perazine relativa a strumenti finanziari, nella quale interviene il sggett che cncede il finanziament ). 18 La sglia è da intendersi in valre asslut. Sn cmunque inclusi i prdtti che cnsentn di assumere psizini crte anche se a replica perfetta. 10

OGGETTO: Comunicazione sulla distribuzione di prodotti finanziari complessi ai clienti retail

OGGETTO: Comunicazione sulla distribuzione di prodotti finanziari complessi ai clienti retail Comunicazione n. 0097996 del 22-12-2014 OGGETTO: Comunicazione sulla distribuzione di prodotti finanziari complessi ai clienti retail 1. PREMESSA Nel corso degli ultimi anni si è registrata una progressiva

Dettagli

SETTORE PRIVATI. Analisi & Mercati fee only dispone di sistemi informatici e tecnologici che consentono di monitorare e analizzare l intera offerta.

SETTORE PRIVATI. Analisi & Mercati fee only dispone di sistemi informatici e tecnologici che consentono di monitorare e analizzare l intera offerta. SETTORE PRIVATI Analisi & Mercati fee nly è leader a Rma nella cnsulenza finanziaria senza cnflitti di interesse ed pera cn ricnsciuta prfessinalità. Analisi & Mercati fee nly aderisce all unic cdice etic

Dettagli

Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Patrizia Tettamanzi

Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Patrizia Tettamanzi Amministrazine e Bilanci Dcente di riferiment: Patrizia Tettamanzi Il prim macr-mdul ha l biettiv di permettere ai partecipanti di apprfndire la cnscenza degli strumenti fndamentali per una crretta applicazine

Dettagli

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO La scelta strategica di un azienda di gestire cn una prpria rganizzazine la Supply Chain di affidarla,

Dettagli

Fondo di investimento nel capitale di rischio

Fondo di investimento nel capitale di rischio Fnd di investiment nel capitale di rischi Finalità e Obiettivi Supprtare gli investimenti delle Piccle e Medie Imprese (PMI), peranti nel settre agricl, agralimentare di prima trasfrmazine, della pesca

Dettagli

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista Il Business Plan, dcument essenziale per l svilupp e la crescita dell impresa Sintesi del nstr punt di vista Settembre 2014 Preparare il Business Plan Sintesi del nstr punt di vista La preparazine del

Dettagli

GLI AIUTI DI STATO DESTINATI A PROMUOVERE GLI

GLI AIUTI DI STATO DESTINATI A PROMUOVERE GLI GLI AIUTI DI STATO DESTINATI A PROMUOVERE GLI INVESTIMENTI PER IL FINANZIAMENTO DEL RISCHIO Milan, 31 Marz 2015 Vanessa Bruynghe COMP H2, Aiuti di Stat per R&S&I and risk capital 1 Disclaimer Le pinini

Dettagli

LE NUOVE REGOLE IN SINTESI

LE NUOVE REGOLE IN SINTESI INFORMAZIONE FISCALE OTTOBRE 2012 Ai Sig.ri Clienti Lr Sedi OGGETTO: In vigre le nuve regle sulle cessini di prdtti agralimentari Il 24 ttbre 2012 sn entrate in vigre le nuve regle sulla cmmercializzazine

Dettagli

Area Finanza di Assolombarda 0258370.309/704 e-mail fin@assolombarda.it 1

Area Finanza di Assolombarda 0258370.309/704 e-mail fin@assolombarda.it 1 Allegat 1 Indice Smbilizz crediti Pr Slvend pag. 1 Smbilizz crediti Pr Slut pag. 3 Maturity pag. 5 Tabella e cndizini di favre per gli assciati pag. 7 PRO SOLVENDO Caratteristiche del prdtt I servizi di

Dettagli

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA'

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' Allegat parte integrante Allegat n. 2 ALLEGATO N. 2 CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' La quta di risrse riservata alle Cmunità

Dettagli

Premessa Gli ISA (International Standard of Auditing)

Premessa Gli ISA (International Standard of Auditing) Revisine dei cnti apprcci al rischi. Di Angel Firi Premessa Gli ISA (Internatinal Standard f Auditing) Gli ISA (Internatinal Standard f Auditing) sn ggi un autrevle quadr di riferiment per l svlgiment

Dettagli

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT ALLEGATO B2 SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT Situazine di partenza Frnire infrmazini sulle strategie adttate le mdalità rganizzative cn le quali vengn attualmente serviti i mercati esteri cn l indicazine degli

Dettagli

ABI ASSONIME ASSOSIM

ABI ASSONIME ASSOSIM ABI ASSONIME ASSOSIM Linee guida per l invi delle cmunicazini assembleari ex art. 22 del Prvvediment cngiunt Banca d Italia/Cnsb del 22 febbrai 2008 recante la disciplina dei servizi di gestine accentrata,

Dettagli

DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PER GLI INTERMEDIARI FINANZIARI

DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PER GLI INTERMEDIARI FINANZIARI TITOLO IV Capitl 11 RISCHIO DI MERCATO E RISCHIO DI REGOLAMENTO Sezine I Prcedimenti amministrativi TITOLO IV- Capitl 11 RISCHIO DI MERCATO E RISCHIO DI REGOLAMENTO SEZIONE I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Dettagli

Postecert Postemail Certificata OFFERTA ECONOMICA Posta Elettronica Certificata per CONFAPI

Postecert Postemail Certificata OFFERTA ECONOMICA Posta Elettronica Certificata per CONFAPI Grupp Pste Italiane Pstecert- Psta Elettrnica Certificata Offerta Ecnmica Pstecert Pstemail Certificata OFFERTA ECONOMICA Psta Elettrnica Certificata per CONFAPI ver.: 1.0 del: 20/07/10 OE_PEC_Cnfapi01

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali Nazionale

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali Nazionale Scheda 1. Band per la cncessine di agevlazini alle imprese per favrire la registrazine di marchi cmunitari e internazinali Nazinale Tempistiche e scadenze del band Le dmande ptrann essere presentate dal

Dettagli

RICHIESTA DOMANDA DI AMMISSIONE

RICHIESTA DOMANDA DI AMMISSIONE RICHIESTA DOMANDA DI AMMISSIONE La... cn sede in rappresentata dal. chiede di essere ammessa a, cn sede a Milan, Piazza Sant Ambrgi 16. Cn l adesine si impegna a: - prendere visine dell Statut sciale e

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Relazini cn il Pubblic Servizi: Assistenza Dmiciliare INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO Unine Eurpea Repubblica Italiana Regine Sicilia Istitut Cmprensiv «Santi Bivna» REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N. 65 ISTITUTO COMPRENSIVO «SANTI BIVONA» Cntrada Sccrs s. n. c. - 92013 Menfi - (AG)

Dettagli

Griglia di valutazione della scuola secondaria

Griglia di valutazione della scuola secondaria Griglia di valutazine della scula secndaria Criteri CONOSCENZE COMPETENZE e indicatri desunti dal frmat SAPERE F. Cmunicare G. Individuare cllegamenti e relazini Cnsce i cntenuti in riferiment alle discipline

Dettagli

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv pubblicata sul sit www.autrita.energia.it in data 20 marz 2008 Delibera ARG/elt 33/08 Cndizini tecniche per la cnnessine alle reti di distribuzine dell energia elettrica a tensine nminale superire ad 1

Dettagli

1. PRINCIPI GENERALI DI TRASMISSIONE/ESECUZIONE DEGLI ORDINI/PRICING STRUMENTI FINANZIARI DI PROPRIA EMISSIONE

1. PRINCIPI GENERALI DI TRASMISSIONE/ESECUZIONE DEGLI ORDINI/PRICING STRUMENTI FINANZIARI DI PROPRIA EMISSIONE STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SUI MERCATI FINANZIARI PRICING STRUMENTI FINANZIARI DI PROPRIA EMISSIONE SEDI DI ESECUZIONE E INTERMEDIARI (Allegat D al Cntratt per la prestazine

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI della Banca S. Biagio del Veneto Orientale

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI della Banca S. Biagio del Veneto Orientale Data dcument 16 lugli 2010 Pagina 1/7 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI della Banca S. Biagi del Venet Orientale Data dcument 16 lugli 2010 Pagina 2/7 PREMESSA

Dettagli

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze Unine Amici del cane e del gatt ONLUS - Firenze Via Reginald Giuliani 130/r 50110 - Firenze - Tel. 3478345299 www.unineamicidelcaneedelgatt.it Reglament intern 2009 Reglament per la disciplina dell attività

Dettagli

Euro7 è una agenzia di consulenza con sede a Sofia, creata nel 2005, in grado di offrire alle società

Euro7 è una agenzia di consulenza con sede a Sofia, creata nel 2005, in grado di offrire alle società Eur7 Grup per essere cstantemente presenti sul territri PRESENTAZIONE Eur7 è una agenzia di cnsulenza cn sede a Sfia, creata nel 2005, in grad di ffrire alle scietà eurpee servizi di cnsulenza per la ricerca

Dettagli

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Regine del Venet AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Accrd Cntrattuale ex art. 17 l.r. 16.8.2002, n. 22 ed art. 8 quinquies d.lgs. 30.12.1992, n. 502 tra L Azienda Ulss e gli ergatri privati accreditati per

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Prvincia Uffici: Centri per l impieg Servizi: Supprt alla ricerca del lavr INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo.

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo. Cdice di autdisciplina e reglamentazine per l adesine al Prgett Qualità dei servizi turistici della Prvincia di Palerm Agriturism Premess Che l A.A.P.I.T di Palerm in cllabrazine cn l Università di Palerm,

Dettagli

POLITICHE DI INDIRIZZO IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA AI FINI MIFID

POLITICHE DI INDIRIZZO IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA AI FINI MIFID INDIRIZZO E CONTROLLO - GESTIONE DEL RISCHIO DI NON CONFORMITÀ POLITICHE DI INDIRIZZO IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE DELLA CLIENTELA AI FINI MIFID Destinatari: Banca Pplare di Milan, Banca Pplare di Mantva

Dettagli

Istruzione e formazione all imprenditorialità

Istruzione e formazione all imprenditorialità Istruzine e frmazine all imprenditrialità L istruzine e la frmazine all imprenditrialità è il punt di partenza per sviluppare ed espandere l attività dei prfessinisti, miglirand la lr cnscenza e le lr

Dettagli

-Documenti sanitari relativi alle vaccinazioni obbligatorie : - Antipoliomelitica - Antidiftatetanica - Antiepatite virale B

-Documenti sanitari relativi alle vaccinazioni obbligatorie : - Antipoliomelitica - Antidiftatetanica - Antiepatite virale B LICEO SCIENTIFICO L. DA VINCI TREVISO STUDENTI STRANIERI : INSERIMENTO NELLE SCUOLE ITALIANE IN ETA DI OBBLIGO SCOLASTICO ISCRITTI ALLA CLASSE CORRISP.te ALL ETA ANAGRAFICA salv che il C.D. deliberi diversamente

Dettagli

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE]

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE] DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE] DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. N. 445

Dettagli

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione Tip Ente: Trasversale Uffici: Servizi Bibliteca Servizi: Prestit/cnsultazine INDICE Smmari 1 Oggett e cntenuti... 3 1.1 Descrizine del servizi ggett di custmer satisfactin... 4 1.2 Descrizine del prcess

Dettagli

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema Cmune di Casavatre in cllabrazine cn Manuale di Gestine Dcumentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Prcedura Organizzativa Amministratri di Sistema Cd. MANGEDOC Rev. 1.0 Data: 06-11-2015 Smmari: Nel presente dcument

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE)

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) ANAGRAFICA (cme da art. 5, c. 1, lett. a), del D.P.R.

Dettagli

Comunicazione Organizzativa

Comunicazione Organizzativa N : 01/2013 Alert apprfndimenti cntrparti e beni (annulla e sstituisce la Oggett: Cmunicazine Organizzativa n. 22/2011) Firma: Amministratre Delegat Data di pubblicazine: 24/01/ 2013 Data di validità:

Dettagli

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web Nte Legali - Mdalità e cndizini di utilizz del sit web Chiunque acceda utilizzi quest sit web accetta senza restrizini di essere vinclat dalle cndizini qui specificate. Se nn le accetta nn intende essere

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Servizi sciali Servizi: Centr sciale terza età INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai Prcedura perativa per l'rganizzazine del servizi alternativ di frnitura gas mediante carri bmblai La presente prcedura descrive le mdalità di attivazine e di ergazine del servizi alternativ di frnitura

Dettagli

Bando della CCIAA di Roma

Bando della CCIAA di Roma LHYRA srl ROMA Band della CCIAA di Rma La Camera di Cmmerci di Rma al fine di cntribuire alle spese sstenute dalle imprese della Capitale clpite dall'alluvine del 20 ttbre scrs, che ha causat al sistema

Dettagli

ASSISTENTE FAMILIARE

ASSISTENTE FAMILIARE ALLEGATO 1 ASSISTENTE FAMILIARE DESCRIZIONE SINTETICA L Assistente familiare è una figura cn caratteristiche pratic-perative, la cui attività è rivlta a garantire assistenza a persne autsufficienti e nn,

Dettagli

SINTESI DEL PROGRAMMA

SINTESI DEL PROGRAMMA SINTESI DEL PROGRAMMA Qualra l Stat Membr interessat nn abbia ancra recepit le mdifiche intrdtte dalla Direttiva 2010/73/UE alle infrmazini richieste nella Sintesi (la Direttiva 2010 a mdifica della DP

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118 CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Asl Uffici: Assistenza 118 Servizi: Servizi 118 INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2

Dettagli

FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Logistica, Trasporti, Commercio Internazionale

FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Logistica, Trasporti, Commercio Internazionale FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Lgistica, Trasprti, Cmmerci Internazinale La frmazine rganizzata dal nstr netwrk mira a sddisfare la necessità d apprfndiment dei temi relativi ai temi di Acquisti,Lgistica

Dettagli

Orientamenti e raccomandazioni Orientamenti sulle informazioni periodiche da presentare all ESMA da parte delle agenzie di rating del credito

Orientamenti e raccomandazioni Orientamenti sulle informazioni periodiche da presentare all ESMA da parte delle agenzie di rating del credito Orientamenti e raccmandazini Orientamenti sulle infrmazini peridiche da presentare all ESMA da parte delle agenzie di rating del credit 23/06/15 / ESMA/2015/609 Indice 1 Finalità... 3 2 Definizini... 3

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PROGETTO FORMATIVO COMUNICAZIONE EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO NEL FRONT-OFFICE PREMESSA L rientament al cliente è una prergativa indispensabile per la crescita e la cmpetitività di un rganizzazine

Dettagli

MODULO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI RECESSO

MODULO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI RECESSO MODULO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI RECESSO Mittente Nme: Cgnme: Indirizz: CAP: Città: E-mail: Telefn: Numer d rdine: Data di cnsegna: Cp.va Venditrice: DESTINATARIO MERCE COOP ITALIA CONS.NAZ.NON ALIM.

Dettagli

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica Scietà Cnsrtile a Respnsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica è una

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA ann sclastic 2007-2008 PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA Scula Media classi Prime, Secnde e Terze (applicazine del Metd FEUERSTEIN) 1 MOTIVAZIONE E BISOGNI Il Cllegi dei Dcenti,

Dettagli

Un Buono Regalo, senza valore facciale che consente di pagare il prezzo di una o più prestazioni a scelta fra quelle presenti nella Guida.

Un Buono Regalo, senza valore facciale che consente di pagare il prezzo di una o più prestazioni a scelta fra quelle presenti nella Guida. PREMESSA Definizine Emzine3: designa un cfanett regal cmpst da: Una brchure illustrata ("Guida") che presenta l'insieme delle prestazini dei Partner/Frnitri selezinati da Wish Days s.r.l. e prpne i lr

Dettagli

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici.

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. 16 dicembre 2015 Cn l'appsizine della marcatura CE il "fabbricante"

Dettagli

RISULTATI DIRITTO DI RECESSO OFFERTA IN OPZIONE E PRELAZIONE DELLE AZIONI OGGETTO DI RECESSO

RISULTATI DIRITTO DI RECESSO OFFERTA IN OPZIONE E PRELAZIONE DELLE AZIONI OGGETTO DI RECESSO COMUNICATO STAMPA Milan, 28 gennai 2016 RISULTATI DIRITTO DI RECESSO OFFERTA IN OPZIONE E PRELAZIONE DELLE AZIONI OGGETTO DI RECESSO Alba S.p.A. (Alba, la Scietà) infrma che, in data 13 gennai 2016, si

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Cllegi Gemetri e Gemetri Laureati di Mnza e Brianza, nella persna di Cesare Galbiati, in qualità di Presidente del Cllegi e L Istitut di Istruzine Superire Ezi Vanni di Vimercate,

Dettagli

ICBPI S.P.A. Stipula contratto online con certificato qualificato e riconoscimento tramite bonifico bancario. ICBPI S.p.A.

ICBPI S.P.A. Stipula contratto online con certificato qualificato e riconoscimento tramite bonifico bancario. ICBPI S.p.A. ICBPI S.P.A. Stipula cntratt nline cn certificat qualificat e ricnsciment tramite bnific bancari Presentata da: ICBPI S.p.A. Stipula cntratt nline cn certificat qualificat e ricnsciment tramite bnific

Dettagli

LINEE GUIDA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI TRASPARENZA DEI TITOLARI DI CARICHE ELETTIVE E DI GOVERNO

LINEE GUIDA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI TRASPARENZA DEI TITOLARI DI CARICHE ELETTIVE E DI GOVERNO LINEE GUIDA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI TRASPARENZA DEI TITOLARI DI CARICHE ELETTIVE E DI GOVERNO Rma, gennai 2013 A cura dell Area del Vice Segretari Generale Vicari Premessa Le pubbliche amministrazini

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO

LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO DEFINIZIONE NORMATIVA OBIETTIVO STRUMENTI VALUTAZIONE ITER ORGANIZZATIVO DEFINIZIONE disturbi relativi alle abilità dell apprendiment

Dettagli

Accordo di Collaborazione per l Internazionalizzazione tra:

Accordo di Collaborazione per l Internazionalizzazione tra: Accrd di Cllabrazine per l Internazinalizzazine tra: Organizzazine Exprt Alt Adige - EOS, cn sede a Blzan, Via Alt Adige, -, rappresentata dal Direttre Generale Hansjerg Prast (di seguit "EOS"); Banca

Dettagli

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti PROMOZIONE E PROTEZIONE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Incntr cn il Garante dell Emilia-Rmagna Reggi Emilia e Mdena Mdena 11 giugn 2015 Gli interventi dell AUSL in integrazine cn i Servizi

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Anagrafe. Servizio: Rilascio certificati

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Anagrafe. Servizio: Rilascio certificati CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Anagrafe Servizi: Rilasci certificati INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Regine del Venet AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Accrd Cntrattuale ex art. 17 l.r. 16.8.2002, n. 22 ed art. 8 quinquies d.lgs. 30.12.1992, n. 502 tra L Azienda Ulss e gli ergatri privati accreditati per

Dettagli

ANG Agenzia Nazionale per i Giovani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

ANG Agenzia Nazionale per i Giovani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANG Agenzia Nazinale per i Givani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 1) DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI Il Pian Triennale per la trasparenza e l integrità per il perid 2013-2015

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA

PROVINCIA DI BOLOGNA 1 I.P. 3213/2009 Tit./Fasc./Ann 14.1.2.0.0.0/5/2009 PROVINCIA DI BOLOGNA Prt. n 245512/2009 del 03/07/2009 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA N. 17/2009

Dettagli

Regolamento 1907/2006 (conosciuto come regolamento REACH)

Regolamento 1907/2006 (conosciuto come regolamento REACH) 1 GUIDA MINI REACH 2 Reglament 1907/2006 (cnsciut cme reglament REACH) REACH è l acrnim di: Registratin, Evaluatin and Autrizatin f CHemicals. Il reglament è cmunitari ed è entrat in vigre a giugn 2006

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SISTEMA INFORMATIVI ASSOCIATI --- SIA Determinazine dirigenziale Registr Generale N. 170 del 11/03/2015 Registr del Settre N. 30 del 09/03/2015 Oggett: Acquist del servizi di access ai dati del

Dettagli

DOMANDA DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI PRODUZIONE

DOMANDA DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI PRODUZIONE DOMANDA DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI PRODUZIONE Dmanda di cnnessine/adeguament di cnnessine esistente alla rete della SEA Scietà Elettrica di Favignana S.p.A. (di seguit SEA) di: un impiant di prduzine

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sstenibilità 1. Oggett dell iniziativa La Cnvenzine prevede la frnitura del servizi di pulizia ed altri servizi tesi al manteniment del decr e della

Dettagli

La comunicazione obbligatoria

La comunicazione obbligatoria La cmunicazine bbligatria Crs di Piani di Cmunicazine Lezine n. 5 Iacp Cavallini Piani di Cmunicazine 1 Le infrmazini bbligatrie: pr e cntr Mtivazini esistenza bblighi infrmativi: Minri csti prduzine infrmazini

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-up.

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-up. Banca di Frlì Credit Cperativ S.C. in qualità di Emittente, Offerente e respnsabile del Cllcament Sede Legale: Crs della Repubblica, 2/4 Frlì Capitale Sciale e Riserve al 16 maggi 2010 Eur 100.235.754.54

Dettagli

CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO

CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO PROVINCIA DI ALESSANDRIA R EGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E L'ACCESSO AGLI INCENTIVI PER I LAVORI DI RIMOZIONE DEI MANUFATTI IN AMIANTO ANCORA PRESENTI NEL TERRITORIO DI

Dettagli

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A ALLEGATO 1 DICHIARAZIONE ED ISTANZA DI PARTECIPAZIONE PER CONCORRENTI SINGOLI, SOCIETA MANDATARIE (IN CASO DI R.T.I.) O SOCIETA RESPONSABILI DEL CONSORZIO resa ai sensi degli articli 38, 46 e 47 D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA "ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE" E D APPOLONIA s.p.a.

ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE E D APPOLONIA s.p.a. ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA "ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE" E D APPOLONIA s.p.a. PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA E PROGETTI PER LO SVILUPPO E LA DIFFUSIONE

Dettagli

Piano Didattico Personalizzato

Piano Didattico Personalizzato ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIO SANITARI GALVANI IODI Reggi Emilia Via Canalina, 21 tel. 0522 325711- fax 0522 294233 Internet: www.galvaniidi.it mail:reri090008@pec.istruzione.it - Cdice fiscale:

Dettagli

Banca Popolare FriulAdria Spa

Banca Popolare FriulAdria Spa INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Pplare FriulAdria S.p.A. Sede legale: Piazza XX settembre 2, 33170 Prdenne Iscritta all Alb delle Banche al n. 5391 - Scietà sggetta all attività di direzine e crdinament

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA ALLEGATO A) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA [ ] C.F. 80017210727, cn sede in [ ], Via [ ], in persna del legale rappresentante pr tempre dtt. [ ] (di seguit, anche sl Operatre) E L Istitut di Servizi

Dettagli

Soluzioni di supporto alla gestione e sviluppo di prodotto in ambito NPD e PLM

Soluzioni di supporto alla gestione e sviluppo di prodotto in ambito NPD e PLM Master in Alt Apprendistat Sluzini di supprt alla gestine e svilupp di prdtt in ambit NPD e Figura prfessinale e biettiv Gli apprendisti destinatari del prgett frmativ sn: laureati, di prim e secnd livell,

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative ALLEGATO 1

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative ALLEGATO 1 POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Cmpetitività BANDO PUBBLICO Vucher Startup Incentivi per la cmpetitività delle Startup innvative ALLEGATO 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE DATI IMPRESA TRATTAMENTO DEI DATI

Dettagli

QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE

QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE STRUMENTO N 5 QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE MigliraPA è un prgett del Dipartiment per la Funzine Pubblica realizzat da FORUM PA e Lattanzi E Assciati. 06.684251 inf@miglirapa.it http://www.qualitapa.gv.it/it/custmer-satisfactin/miglirapa/

Dettagli

Nuove Tecnologie per il Made in Italy nel settore dei servizi alle imprese. Tecnico superiore per il marketing, l internazionalizzazione delle imprese

Nuove Tecnologie per il Made in Italy nel settore dei servizi alle imprese. Tecnico superiore per il marketing, l internazionalizzazione delle imprese Allegat A Tecnic superire per il marketing, l internazinalizzazine delle imprese 2011 Prgett didattic frmativ Nuve Tecnlgie per il Made in Italy nel settre dei servizi alle imprese ITS SERVIZI ALLE IMPRESE

Dettagli

RIEPILOGO CALCOLO DI RISCHIO PER AREE DI ATTIVITÀ* SECONDO LE RETTIFICHE APPORTATE

RIEPILOGO CALCOLO DI RISCHIO PER AREE DI ATTIVITÀ* SECONDO LE RETTIFICHE APPORTATE RIEPILOGO CALCOLO DI RISCHIO PER AREE DI ATTIVITÀ* SECONDO LE RETTIFICHE APPORTATE DAL DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DA CUI SI EVINCE L'INVARIANZA DEL LIVELLO DI RISCHIO (bass- medi - alt) M0NITORAT0

Dettagli

Regolamento della negoziazione delle azioni, dei diritti d'opzione, delle obbligazioni convertibili e cum warrant di BPAA

Regolamento della negoziazione delle azioni, dei diritti d'opzione, delle obbligazioni convertibili e cum warrant di BPAA Reglament della negziazine delle azini, dei diritti d'pzine, delle bbligazini cnvertibili e cum warrant di BPAA Apprvat dal Cnsigli di amministrazine del 19 settembre 2014 1 Dcument apprvat, nella sua

Dettagli

Regole per ottenere il riconoscimento IATF, 2 edizione, Sanctioned Interpretations

Regole per ottenere il riconoscimento IATF, 2 edizione, Sanctioned Interpretations Regle per ttenere il ricnsciment IATF, 2 edizine, Sanctined Interpretatins Le Regle per ttenere il ricnsciment IATF, 2 edizine, sn state pubblicate nel 2004. Le seguenti Sanctined Interpretatins sn state

Dettagli

Manuale Utente. Data : 06/06/2012 Versione : 1.9

Manuale Utente. Data : 06/06/2012 Versione : 1.9 Sistema Infrmativ di EMITTENTI Data : 06/06/2012 Versine : 1.9 Stria delle mdifiche Data Versine Tip di mdifica 09/07/2006 1.0 Creazine del dcument 10/04/2007 1.1 Mdifica del dcument 24/04/2007 1.2 Mdificata

Dettagli

FRANCHISING. Il Franchising è la formula imprenditoriale che consente di realizzare accordi di collaborazione per la creazione di reti di imprese.

FRANCHISING. Il Franchising è la formula imprenditoriale che consente di realizzare accordi di collaborazione per la creazione di reti di imprese. AUTOIMPIEGO: decret legislativ n. 185/2000 Titl II FRANCHISING Il Franchising è misura prevista dal Titl II del Decret 185/2000 indicata per chi vule avviare una nuva impresa ma nn vule partire da zer,

Dettagli

Scuola secondaria di 1 grado F. Malaguti Valsamoggia Anno scolastico 2014/2015 Programmazione per competenze Curricolo classi prime -tecnologia

Scuola secondaria di 1 grado F. Malaguti Valsamoggia Anno scolastico 2014/2015 Programmazione per competenze Curricolo classi prime -tecnologia Scula secndaria di 1 grad F. Malaguti Valsamggia Ann sclastic 2014/2015 Prgrammazine per cmpetenze Curricl classi prime -tecnlgia Traguardi per l svilupp delle cmpetenze al termine della scula secndaria

Dettagli

QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET

QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET STRUMENTO N 7 QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET MigliraPA è un prgett del Dipartiment per la Funzine Pubblica realizzat da FORUM PA e Lattanzi E Assciati. 06.684251 inf@miglirapa.it http://www.qualitapa.gv.it/it/custmer-satisfactin/miglirapa/

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELL OPERAZIONE A PREMIO: Serie 9000 - PREMIUM SERVICE 2015

MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELL OPERAZIONE A PREMIO: Serie 9000 - PREMIUM SERVICE 2015 MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELL OPERAZIONE A PREMIO: Serie 9000 - PREMIUM SERVICE 2015 ll Sggett Prmtre, ai sensi e per gli effetti dell art. 10 cmma 4 del D.P.R. n. 430/2001 e dell art. XI del reglament

Dettagli

Studio sulla vendita diretta con il coinvolgimento delle imprese agricole delle Marche ed attraverso il monitoraggio del progetto pilota VDO

Studio sulla vendita diretta con il coinvolgimento delle imprese agricole delle Marche ed attraverso il monitoraggio del progetto pilota VDO REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE Studi sulla vendita diretta cn il cinvlgiment delle imprese agricle delle Marche ed attravers il mnitraggi del prgett pilta VDO Relazine di mnitraggi Rma, 31 gennai 2012

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Trasversale. Servizio: Valutazione Sito internet

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Trasversale. Servizio: Valutazione Sito internet CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Trasversale Servizi: Valutazine Sit internet INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2 DESCRIZIONE

Dettagli

e/fiscali - Rel. 04.01.01

e/fiscali - Rel. 04.01.01 e/fiscali - Rel. 04.01.01 Mntebelluna, 17 ttbre 2013 e/fiscali - Fix 04.01.01 Dcumentazine di rilasci 24 ORE Sftware S.p.A. 14/10/2013 Pag. 1 di 14 INDICE 1 FIX 04.01.01 DI E/FISCALI... 3 2 NOTE DI INSTALLAZIONE...

Dettagli