Casa Marconi: una cucina di lotta... e di pensiero.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Casa Marconi: una cucina di lotta... e di pensiero."

Transcript

1 Casa Marconi: una cucina di lotta... e di pensiero. TESTO di RAFFAELLA PRANDI FOTO di SOFIE DELAUW Mia nonna viveva in un quartiere popolare di Bologna e la sua casa aveva un pezzetto di giardino. Da piccola mi sedevo sugli scalini del pianerottolo, raccoglievo le lumache nel giardino e le ordinavo in una scatola. La bimba si è fatta grande, si è trasformata in una chef di talento e le lumache le nasconde oggi in fagotti di crescentina sparsi su un Prato di acetosella ed erbe aromatiche. Il gioco è rimasto più o meno lo stesso. Anche Aurora è ancora avvolta in uno speciale candore. I suoi sogni ad occhi aperti sono diventati tante favole che prendono la forma della cucina. La casa delle fate è sull Appennino bolognese. Lasci l inferno dell A1, esci a Sasso Marconi, il paese che accoglie le spoglie di Guglielmo Marconi, e percorri la statale Porrettana. Non ci sono molti motivi per venire da queste parti se non il Mausoleo e la sosta gastronomica dai Mazzucchelli. In questo pezzo di territorio disegnato da costruzioni di incerta identità ma di certo cattivo gusto, hai l ennesima conferma di un Italietta che ha smarrito l intelligenza dello charme. Se Aurora la volessimo invece immaginare in un villaggio francese ne spunterebbe un sole. O la pensassimo in un arrondissement parigino, in uno di quei gastrobistrot che girano intorno a sofisticate personalissime ricerche, alla Iñaki, per intenderci, brillerebbe. Non che a Sasso non brilli. Solo che, chi percorre la Porrettana, a meno di non essere munito di guide e segnaletica gastronomica, è autorizzato ad aspettarsi altro. Un microcosmo di normalità e non certo dei fuori pista così visionari.

2 Rave cucina A pochi chilometri d auto dal ristorante incontri del resto angoli di natura selvaggia, posti così smarriti che i ragazzi si infilano per sentieri e radure a farci i rave party. È un Appennino da streghe, lugubre e melanconico, l ideale per sognare ad occhi aperti. Qui viene a ricaricarsi l Aurora, ogni tanto. A lei piace camminare nel bosco. In solitudine. Si toglie la divisa, infila gli scarponi e via, ad annusare umori, a raccogliere foglie e pensieri. Essere sola e pensare. Lo adoro. Ricordo un pomeriggio di tanti anni fa quando, tornata a casa da scuola, non trovai nessuno in cucina. I miei mi avevano lasciato per pranzo una sogliola ormai gelida. Me la mangiai con gusto pensando a quale universo di pace ci fosse in quella solitudine. Anche adesso, vedere la cucina deserta e a mia disposizione è pura felicità. Lì mi escono le idee. C è da capirla. Nella villetta, dove abitano insieme ristorante e famiglie, la promiscuità familiar gastronomica porta vantaggi e svantaggi. Le quattro mura racchiudono un percorso familiare italiano, italianissimo : Maria, la mamma, arriva a Bologna dalla Sicilia a otto anni. Dodicesima di tredici fratelli si porterà per sempre nel cuore lo struggente sole del sud e il ricordo della fame vera. Con Mario, il marito, si conoscono sui banchi di scuola. Con lui dividerà poi il percorso della cucina imparando, sin da ragazza, l arte della sfoglina. Lui, chef di lungo corso, scuola alberghiera a Bologna, uomo spigoloso e severo, è l interprete del più classico repertorio dei piatti cult bolognesi con anni di lavoro nei ristoranti della città e molte, troppe, stagioni sulla Riviera Romagnola: Noi figli, ricorda Aurora, seguivamo il babbo nelle sue trasferte stagionali, tra Lido del Savio e Milano Marittima. Ma ho sempre visto quel lavoro solo e soltanto come il mestiere del babbo. Ero una bambina che viveva di fantasie e le fantasie mi portavano altrove. Mia madre si scordava persino di darmi da mangiare tanto ero silenziosa e autonoma. Mi metteva in mano una pallina rossa e io ci giocavo per ore. Ho sempre galoppato con la testa. La ristorazione non mi riguardava. Era roba dei miei genitori. Mi tenevo ai margini, mi sentivo solo una spettatrice. Però mi è venuto naturale iscrivermi alla scuola alberghiera. È su questo abbrivio familiare che nell 83 entra nella cucina della trattoria di Sasso presa in affitto dai genitori. Una famiglia ingombrante Il cammino è solo apparentemente in discesa. Prima di trovare il suo centro Aurora consuma ribellioni e identificazioni: La mia è una famiglia ingombrante. Mia madre collega il cibo al voler dimostrare il suo bene. Il perno della sua cucina è la fame, quella sofferta da piccola. Il pranzo della domenica in famiglia è un affare di stato. Io sono l opposto. Per questo il lunedì digiuno, cerco di prendere le distanze da questo modo tutto meridionale e ossessivo di concepire il cibo. Ho la necessità di raffreddare la materia. Sento l esigenza, fisica, di una cucina leggera. Da piccola non mangiavo quasi nulla, ero totalmente disinteressata al cibo. Puré, puré, solo puré e qualche fettina di prosciutto cotto. Mi piaceva un gusto e mi innamoravo di quello. Se sentivo l ombra del pepe era un dramma. Ci ho messo molto tempo ad accostarmi alla cucina bolognese. Le polpette guai perché ci avevano messo il pepe. Poi, incredibilmente, mi sono innamorata delle spezie e ne avverto ogni impercettibile sfumatura. Sono la prima a stupirmi della mia crescita gustativa. Il gusto di Aurora cresce man mano che il suo distacco dalla cucina si colma. Un ruolo chiave lo gioca il feeling paterno. All inizio, racconta, facevo la spola tra la cucina e la sala. La mattina aiutavo i miei genitori in cucina e poi uscivo in sala a dare una mano a mio fratello. Massimo, per la sua esuberanza e facilità di comunicazione, aveva già trovato la sua naturale collocazione. Aurora soffre invece l arroganza e l aggressività dei clienti. Il mondo della sala ha a che fare con questi aspetti. Devi saperla reggere. Io purtroppo tendo a chiudermi come le lumache. Ero la più indifesa. Ma è un lavoro che mi è servito. Di fatto organizzavo le comande mentre Massimo prendeva le ordinazioni ai tavoli. Il mio compito era di seguire i piatti in cucina. Un lavoro che continuo a fare stando dall altra parte e si può dire che le comande camminino da sole. Se mai vi accorgerete del ritmo oliato e serratissimo con cui marciano i piatti, ne saprete la ragione. 103

3 corretto, pacato, profondo, mentre pesca qua e là in codici linguistici molto locali. Come nella Crema di pollo, un piatto dell attuale menu, che fruga nell abitudine tutta padana di litigarsi zampe e creste di gallina cotte nel brodo, un elegia di paesaggi nordici, di cascine padane, di pollai Zampe e creste sono la cosa che più adoro. Avevo pensato di servire la zampa intera, ma non era effettivamente un bel vedere, così l ho disossata a crudo con un bisturi e l ho cotta nel grasso d oca. Questo grumo calloso dalla texture irripetibile è immerso in una crema di pollo appena tiepida preparata con petti e cosce bollite per 40 minuti, setacciati e pacossati. Il tutto servito appena tiepido perché il caldo tirerebbe fuori quelle note di carne cotta che hai quando scaldi un arrosto. Le creste bollite sono invece essiccate e fritte. A stemperare le note grasse una salsa di ristretto di Milocca (un vino fortificato siciliano) appena dipinta sul piatto. Ai fornelli una lotta La responsabilità della divisa Alla fine degli anni Novanta, con l acquisto dell attuale ristorante, i genitori sentono l esigenza di definire i ruoli dei due figli. Aurora passa dunque stabilmente in cucina: È stata la svolta, quando ho iniziato a prendermi delle responsabilità, mi sono appassionata. Ho persino avvertito il cambiamento a livello gustativo. La crescita passa ovviamente attraverso l ennesima ribellione (ma meglio sarebbe dire resistenza) nei confronti dell incombente eredità culinaria paterna. Babbo cucinava ricco, grasso, rotondo? Bene, io dovevo fare l opposto. Via burro, panna, strutto (già, ma poi la povera piadina come la fai, senza il benedetto strutto? Per fortuna i genitori su questo non le hanno dato spazio ). Con il babbo c è in ballo il mestiere vero, la divisa. Esigente, severo, di poche parole, è però il primo a capire, da professionista, quando è il momento di cedere il passo alla figlia. Sa che il repertorio dei tortellini, di cui lui è maestro ( Sì, i tortellini del babbo si distinguono, beh, se non li fa bene lui è vissuto a Sant Agata Bolognese dove si impara a farne di perfetti, dei piccoli ombelichi ) non può essere il repertorio di Aurora. Tutti i miei piatti, riflette lei, devono sempre avere un loro perché, qualcosa che li giustifichi a miei occhi. Devono avere un senso. Se no non riesco a farli. Sì, certo, ammette a malincuore, ci possono essere anche piatti senza un perché. Magari il tortellino non mi rappresenta ma per chi viene da fuori ne fanno voglia ed è bene che ci siano. Lo slang di Aurora fa tutt uno con il suo linguaggio culinario, pertinente, La spontaneità e l improvvisazione mi piacciono ma non mi appartengono. Io trovo soddisfazione quando posso dare alle persone un pensiero in più. Non mi accontento del buono. Ho bisogno di aver prima affrontato un vissuto con il piatto altrimenti non mi sembra di aver dato il meglio di me. Questo lavoro di approfondimento passa all inizio attraverso la tentazione di levare tanto, troppo. Sentivo i gusti in maniera esasperata. Mi arrivavano chiari e forti, e quasi mai mi trovavo d accordo con i miei familiari. Non parliamo poi dei gusti mediterranei. Mi rimbombavano in testa. In un certo senso è stato più semplice sperimentare con i piatti del sud, fare una grande pulizia con quei sapori. A lungo ci sono state nel nostro ristorante come due linee non dichiarate. Si vedeva che io andavo decisamente per un altra strada ma questa schizofrenia per fortuna non è durata a lungo. La maturazione piena arriva a partire dal Quando farà definitivamente i conti con quel potere maschile che ha ancora in mano la cucina. C è il padre ma c è anche un fidanzato che da tanti anni lavora al suo fianco. Conosciuto nel materno e familiare sud delle vacanze estive a Scicli, fresco Il prato Lumaca, lumachina che esci dalla casina... Ricordo di un gioco, una filastrocca e una lumaca che non vuole uscire dal guscio e allora una foglia di acetosella del cortile per tentare la bestiolina a uscire. Dopo aver mondato le lumache metterle a cuocere con poca acqua fredda a fuoco basso e coperte. Una volta bollite condire con burro all aglio, Parmigiano e pane, avvolgere in un impasto di pane tipo crescentina e friggere in olio bollente. Concludere il piatto adagiando le lumache sulle erbe aromatiche di stagione e, naturalmente, non può mancate l acetosella. 105

4 AURORA MAZZUCCHELLI ragioniere, per amore si è trasferito a Sasso trovando impiego non tra le carte ma tra le pentole del ristorante. Un nucleo familiare strutturato professionalmente nel quale Aurora si saprà imporre. Mio padre, essendo un professionista, era in grado di capire lo scopo che volevo raggiungere. Rispettava le mie idee e il mio riflettere sulla cucina. Ogni piatto è un parto Pian piano dunque il gioco in cucina si capovolge e il babbo si trova a fare da aiuto alla figlia. Les jeux sono faits. Ora è giusto dare al babbo ciò che è del babbo. A un certo punto ho capito che ero andata troppo oltre, avevo eliminato per esempio troppe parti grasse. Il Raviolo di Parmigiano al profumo di lavanda e noce moscata e mandorle è il piatto simbolo di questo percorso e del buon compromesso raggiunto. Nel 2000 questi ravioli li avrei serviti semplicemente bolliti. Oggi li servo con una salsa di brodo montata a burro. Nella farcitura ci trovi il sapore di lavanda, la freschezza e l aromaticità tipica di Bologna con il sapore della noce moscata, il tutto avvolto dalla morbidezza della salsa. Anche il Tortello di maialino, alloro e mela è un simbolo della dialettica familiare. La mia idea era di farne un piatto strapulito, solo bollito, e ho girato molto intorno alla faccenda. Volevo arrivare a un concetto di purezza e pulizia quasi giapponese, evidentemente troppo difficile da tenere qui in Romagna. Avevo questo desiderio di servirlo semplicemente bollito, in un canovaccio intiepidito al vapore. I miei familiari non erano però d accordo, iniziarono a trovargli un sacco di difetti. Non è igienico, è insipido, non sa di nulla e così via. Allora pensai di mettere come condimento al tortello l alloro e la mela o del vin brulé con il pepe lungo del Bengala e, a parte, un infuso di limone, chiodi di garofano e alloro. A me piaceva però mancava sempre qualcosa. La sfoglia continuava ad avere un che di lesso. Un pomeriggio durante una lunga passeggiata con mia madre sono arrivata a trovare un compromesso. Al massimo potevo arrivare a saltarli con un po di guanciale di Mora Romagnola per togliere quella sensazione di sfoglia bollita. Quei tortelli sono stati un parto. Ogni piatto è un parto. Con la famiglia a fare da levatrice. Una brigata al minimo A un certo punto del mio percorso ho iniziato a far respirare il contesto, l ambiente. Decisivo nel 2002 lo stage da Herbert Hintner del ristorante Zur Rose di San Michele Appiano dove Aurora va per un mese. Una volta ingenuamente gli chiesi quale fosse la regola per abbinare i contorni. Mi rispose: pensa sempre all habitat degli animali che cucini, pensa sempre al contesto. Fu il mio faro. A quel punto il mio mondo fantastico è partito per la tangente. Dopo quel primo stage il mio modo di fare cucina è cambiato radicalmente. Mi sono messa in gioco. E lì sono saltati tutti gli equilibri. Purtroppo il mio ex compagno non era interessato quanto me al cambiamento. O forse invidiava la mia determinazione. Non lo so. Quando però a poco a poco ho avvertito di essere io la chef ho sentito una libertà immensa. Coscetta di rana Verde, verde, verde. Quando si disegna una rana ecco il primo colore che si usa. Disossare le rane, prelevare le cosce lasciando l ossicino che verrà usato come manico. Cuocere velocemente con del burro nocciola, sale e pepe, lasciare intiepidire. Nel frattempo preparare un impasto di pane, fare dei piccoli panini con all interno le coscette di rana e friggere in olio. Porre nel piatto, come base, una salsa verde con l aglio selvatico che si trova nelle nostre colline emiliane. Un altro stage, questa volta da Gaetano Trovato a Colle Val d Elsa, le regala un iniezione di fiducia: Mi ha dato l autostima di cui avevo bisogno. Io sono quella che si mette perennemente in discussione. È la mia seconda pelle. Figurarsi che non ho la patente perché mi domando che cosa possa pensare quello che guida dietro di me. Da Paolo Lopriore prende invece il senso dei pochi elementi essenziali. È il suo modo di esprimersi, lui è realmente così, non ci sono forzature. Tutto gli viene naturale. Da Martin Berasategui nel 2006 ha la visione di che cosa invece la sua cucina non sarebbe mai stata: una brigata di cinquanta persone, assurdo. Giornate intere senza servire a nulla, devastante. Dopo questo non ho più fatto stages. La mia cucina è l opposto. Noi siamo in cinque compresi i due stagisti. Faccio molta fatica a delegare, ad abituarmi alla presenza di una persona all interno del mio spazio. 107

5 Cremoso al limone e salsa alla salvia Il materno sud Il fratello complice Anche lo spazio della cucina è a misura strettamente familiare con il bel tavolone apparecchiato per il pasto della brigata. E con regole di ingaggio molto severe dettate da mamma Maria. Tutto è lindo e pulito, le padelle di alluminio brillano. Mia madre è maniaca del pulito. Ha codificato l iter da seguire per lustrare le padelle: paglietta saponata e olio di gomito. Se non fanno così, conferma Maria, me ne accorgo. Noi in Sicilia le pentole le lucidavamo al mare con la sabbia. Con l acqua di pomodoro ci sgrassavamo i tegami attorno ai manici. Già, l acqua di pomodoro. I raggi del materno sud filtrano anche attraverso la nebbia e l umidità. È un bel rito fare la passata. Sono belle usanze anche se ti stanchi da morire e l acidità ti si impregna nelle mani. Fai bollire i pomodori per un ora, separi l acqua che dovrebbe poi essere restituita alle bucce. In Sicilia ci fanno lo strattu che mettono a seccare al sole. Ma noi il sole non ce l abbiamo e l acqua la buttiamo. La polpa la facciamo di nuovo bollire tre ore e a fine cottura aggiungiamo aglio, basilico e sale. La scorsa estate abbiamo deciso di non fare la passata visto che l anno prima ne avevamo lavorato una tonnellata. Ma ora che i vasi si stanno esaurendo, ce la amministriamo come oro. Il gioco a rimpiattino con la cultura del sud è rintracciabile in ogni piatto. Nella passione per i piccoli fritti, per esempio: delle lumache si è detto, ma anche la coscetta di Rana viene avvolta nella pasta di pane, fritta e depositata su una salsa di aglietto fresco. Ma sono forse i dolci a far trasparire una valenza mediterranea con quella sapidità marina che costruisce la singolare coerenza del menu. Il Cremoso al limone con la salsa alla salvia e la meringa bianca è un esplosione di sud oggettivizzata nel limone siciliano. Il Cremoso al cioccolato è un alberello di Natale decorato con tutte le erbe aromatiche. Nasce dal pane e cioccolato della scuola elementare, dall idea della merenda ed è l esempio di una crescita gustativa improntata alla pulizia dei sapori che nei dolci ha il suo perfetto svolgimento. Come ne La Castagna con la sua purea, cioccolato bianco al rosmarino, miele al sesamo nero, croccante all arancio e spezie. Resta comunque l umida velatura dell Appennino a marcare stretta la cucina di Aurora. Il bosco lo scorgi anche dalle finestre del ristorante. Il Risotto d autunno nasce dal desiderio di restituire la sensazione delle foglie umide appena smosse che si respira in certi momenti dell anno. È preparato con un infuso di foglie (lavanda essiccata, acero, quercia, betulla, frassino), castagne affettate e mallo di noci (noci tenute a mollo per dieci giorni cambiando ripetutamente l acqua). Trattandosi di un decotto di foglie rimane di fondo una tonalità dolce e dunque c è stato molto da discutere tra noi su come equilibrare il sale. È stato molto faticoso metterlo in carreggiata. È infatti il suo piatto più estremo, dove sparisce qualsiasi collegamento con i sapori codificati, un gioco tra naso e bocca, tutto centrato sulle sapidità naturali. Se lo servi a scatola chiusa senza spiegazioni hai un 50 per cento di gradimento, spiega Massimo, cui spetta il compito di proporlo in sala. È un piatto difficilissimo e io tremo quando non viene scelto all interno di un percorso di degustazione ma come piatto principale. Per fortuna i piatti che sento io, li sente anche mio fratello. Massimo in sala è una spalla perfetta e non solo per le proposte di abbinamento con i vini (la cantina raccoglie tante etichette fuori dai soliti ranghi). Sa bene a quali azzardi arrivi la cucina della sorella. Come ne L Agnello in testa di cui però è stato un perfetto complice. Tutto è nato dal 6 aprile 2009, con il terremoto d Abruzzo. Un produttore 109

6 di Scanno aveva smesso di vendere i suoi agnelli ed era arrivato al nord per farsi conoscere. Con Gregorio Rotolo abbiamo fatto amicizia e così ho chiesto a mia sorella: Se mi faccio vendere le teste riesci a creare un piatto? Per la verità avevo in mente la testina gratinata. Ma lei è andata ben oltre. Quel piatto, riflette Aurora, è stata un autentica sfida. La nostra curiosità di chef ci porta a spostarci verso gusti meno consueti, verso tagli meno usati. C è tutto un mondo di gusti sconosciuti che ho voluto esplorare. Così il cervello crudo è stato pacossato e portato a crema, la lingua è diventata un semifreddo e la guancia uno stracotto. Il tutto spolverato da croccante pane gratinato al Pecorino Ragusano. Dice Massimo: Quando lo porto al tavolo, lo metto lì e me ne vado. Scappo. Mai spiegarlo prima!. Ristorante Marconi Via Porrettana 291, Sasso Marconi (BO), Italia Tel: Il pollo Un piatto antipasto che nasce dall irresistibile voglia di servire la zampa di pollo, il boccone riservato per me da mio padre ogni volta che si preparava il brodo. Il suo gusto pieno e grasso e la sua consistenza carnosa e tenace che poi si scioglie in bocca. Prima di tutto si deve disossare la zampa con l aiuto di un bisturi, dopo averla pelata, cucinarla in confit all interno del suo grasso ottenuto cuocendo le pelli. Questo il punto di partenza per raccontare il pollo e il suo razzolare nell aia. Zampa di pollo, creste soffiate, terra di cipolla bruciata, lumache, mostarda di mela, semente e ristretto di vino. 111

7 AURORA MAZZUCCHELLI Risotto d autunno Probabilmente la mia stagione preferita, umida, colorata, profumata. Tutto ha inizio da una passeggiata. Pioviggina e le foglie umide al di sotto degli alberi vengono mosse dai miei passi, l odore mi rapisce la mente e un solo pensiero tornando a casa: mettere questa sensazione nel piatto, in un mio piatto. Dopo aver raccolto foglie di acero, betulla, frassino e quercia, fare un decotto, usare il liquido così ottenuto per cuocere il riso, varietà Antica Rosa di Carnaroli. Mantecare con pochissimo burro e condire con salsa di mallo di noci e castagne crude. L autunno, con il suo sapore e colore. Agnello in testa 6 aprile 2009, trema la terra dell Abruzzo e piccoli artigiani con antichi mestieri si trovano in viaggio per l Italia con i loro prodotti da vendere. Così la conoscenza con Gregorio Rotolo di Scanno, un uomo della montagna, robusto e forte, dall aspetto simpatico con il maglione di lana e una berretta rossa sul capo. Ha portato dei formaggi e ci racconta di dove abita e del suo gregge di agnelli liberi sulle montagne. Ho immediatamente comprato i suoi agnelli e sentito la differenza, e tra lombi, carne e cosce mi sono chiesta: perché non usare la testa? Guance e lingue cotte a 80 C per 3 ore sottovuoto e il loro cervello bollito e frullato così da creare una crema. Dei dadi di pane conditi con il provolone cacio e dell origano selvatico.

8 AURORA MAZZUCCHELLI Capriolo, il bosco, le foglie e i frutti La collaborazione, lo scambio, la stima, il territorio, ecco cosa c è dentro questo piatto. Una filiera di caccia, nata da poco e Aldo Zivieri della macelleria Zivieri di Monzuno ne fa parte; capriolo, cervo, cinghiale, animali che sovrappopolano il nostro Appennino e pertanto destinati all abbattimento, ora vengono macellati e venduti nel rispetto delle regole. Prendere la coscia di capriolo lasciata frollare per sei settimane, ricavare dei pezzi, brasare in padella di ferro e lasciare riposare in modo che perda il sangue in eccesso. Fare il fondo di cottura con le sue ossa, con foglie e corteccia di alberi, così da ottenere un sapore di bosco, abbinare i frutti essiccati come castagne, mirtilli, ribes e fiori di ibiscus. Servire la carne al sangue con il suo fondo e i frutti; in bocca si sprigionerà tutta la succulenza fiabesca del bosco. Cioccolato, pane ed erbe Davanti a me una lavagna nera, il gessetto bianco e i banchi di legno, la scuola elementare a tempo pieno e la merenda più golosa per tutti i bambini: barretta di cioccolato e pane. Fare una mousse di cioccolato fondente, prendere della mollica di pane ed essiccarla in forno, frullare con del crumble alla nocciola così da ottenere un croccante sbricioloso. Condire il cioccolato con semi di cardamomo, il pane croccante, santonina, menta, origano e melissa. Le erbe negli anni 80 non c erano, ma ora sono cresciuta e si cambia... anche nel gusto

Alimentazione al Nido d Infanzia

Alimentazione al Nido d Infanzia L ALIMENTAZIONE AL NIDO D INFANZIA L alimentazione riveste un ruolo importante nella vita di ognuno e sicuramente deve essere particolarmente attenta quando si rivolge a bambini piccoli come gli ospiti

Dettagli

cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani!

cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani! cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani! Cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione Le Gusto ti permette di fare una scelta facile e veloce,

Dettagli

METTIAMO IN TAVOLA I PRIMI I SECONDI DI CARNE I SECONDI DI PESCE

METTIAMO IN TAVOLA I PRIMI I SECONDI DI CARNE I SECONDI DI PESCE INDICE PRESENTAZIONE 5 GLOSSARIO ESSENZIALE 6-9 Celti, greci, latini: la cucina racconta la storia 10-11 Comuni, signorie, regioni: le cento cucine d Italia 12-13 Le differenze regionali nel lessico della

Dettagli

Cracker di grano arso, caglio di capra, uova di trota e cardi al nero di seppia

Cracker di grano arso, caglio di capra, uova di trota e cardi al nero di seppia LE RICETTE DI CARLO CRACCO Cracker di grano arso, caglio di capra, uova di trota e cardi al nero di seppia Cracker di grano arso, caglio di capra, uova di trota e cardi al nero di seppia ingredienti pasta

Dettagli

ricette per cucinare le rane

ricette per cucinare le rane 2 Introduzione Come già detto, le rane sono una prelibatezza per palati fini e anche nel passato, quando era possibile catturarne, venivano cucinate in vari modi, in base anche alla quantità di cui si

Dettagli

Levi Gregoris affina i migliori prosciutti del territorio e ti offre uno speciale assaggio di polpa di prosciutto crudo macinata e conservata in

Levi Gregoris affina i migliori prosciutti del territorio e ti offre uno speciale assaggio di polpa di prosciutto crudo macinata e conservata in le ricette di Levi Gregoris affina i migliori prosciutti del territorio e ti offre uno speciale assaggio di polpa di prosciutto crudo macinata e conservata in atmosfera protettiva per poterla cucinare

Dettagli

sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA

sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA COZZE PASTELLATE - 2 Kg di cozze - 2 uova - 2 cucchiai di farina - ½ bicchiere di birra - sale - pepe Preparazione: Prendere le cozze, dopo averle

Dettagli

Piccolo ricettario della lumaca

Piccolo ricettario della lumaca Piccolo ricettario della lumaca Di me puoi gustare il meglio solo quando mi chiudo in casa Quando sono opercolate ed è autunno inoltrato, prendi delle belle e grosse lumache, immergile in acqua bollente

Dettagli

Simonetta Cosentino!!!!!!!!!!!!!!! MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI

Simonetta Cosentino!!!!!!!!!!!!!!! MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI Menu Scuole Don Luciano Sarti Simonetta Cosentino 2013-2014 MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI Imparare a mangiare bene per crescere bene La refezione scolastica ha un ruolo fondamentale nell alimentazione

Dettagli

Hanno scritto: «sono partito dal Ghana nel 2010, avevo 13 anni. Ero un po spaventato all idea di viaggiare in aereo da solo, in quanto i miei

Hanno scritto: «sono partito dal Ghana nel 2010, avevo 13 anni. Ero un po spaventato all idea di viaggiare in aereo da solo, in quanto i miei LABORATORIO Emigrare da un continente all altro è difficile, è complicato lasciarsi alle spalle una vita per cominciarne un altra in un luogo sconosciuto. I ragazzi provengono da diversi stati: India,

Dettagli

Per ricordare le origini a tavola

Per ricordare le origini a tavola Per ricordare le origini a tavola LA CUCINA CON AMORE... di Lucia Tardelli. ANTIPASTO : alici marinate ingredienti per 4 persone : 400gr alici fresche un po grosse 70gr farina olio per fritture 2 dl di

Dettagli

Sedano rapa: un regalo per tutte le stagioni!

Sedano rapa: un regalo per tutte le stagioni! Sedano rapa: un regalo per tutte le stagioni! Tutte le ricette di questo mese sono frutto di esperienza, creatività e. passaparola, e sono redatte da Eleonora Berto, presenza quotidiana al banchetto de

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

----------------------------------------------- ------------------------------------------------- --------------------------------------------------

----------------------------------------------- ------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ESERCITAZIONE PRATICA N 9 CARPACCIO DI CARCIOFI CON BRESAOLA DELLA VALTELLINA SU LETTO DI RUGHETTA CON MOUSSE DI FORMAGGIO ALLE ERBE ----------------------------------------------- CREMA PARMANTIER -------------------------------------------------

Dettagli

GIAPPONE. Dolce di carote (Gajar Halwa) dosi per 10 porzioni

GIAPPONE. Dolce di carote (Gajar Halwa) dosi per 10 porzioni GIAPPONE Dolce di carote (Gajar Halwa) 2 kg di carote 250 g di zucchero 80 g di mandorle pelate 120 g di burro chiarificato 80 g di pistacchi 2 l di latte cardamomo verde pelare e grattuggiare le carote

Dettagli

MATTONELLA DELLO CHEF di Sale dolce di Cervia

MATTONELLA DELLO CHEF di Sale dolce di Cervia MATTONELLA DELLO CHEF di Sale dolce di Cervia Mattonella di puro Sale dolce di Cervia ideale per la cottura a caldo o per preparazioni a freddo delle pietanze. Il sale della millenaria Salina di Cervia

Dettagli

SCHOLTÈS E MORENO CEDRONI CELEBRANO IL CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO DE LA DOLCE VITA A IDENTITA GOLOSE 2010.

SCHOLTÈS E MORENO CEDRONI CELEBRANO IL CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO DE LA DOLCE VITA A IDENTITA GOLOSE 2010. SCHOLTÈS E MORENO CEDRONI CELEBRANO IL CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO DE LA DOLCE VITA A IDENTITA GOLOSE 2010. L illustre chef della Madonnina del Pescatore e il marchio produttore di elettrodomestici alto

Dettagli

secondi piatti Spezzato di cervo al Teroldego, ginepro e verdure con le more Carrè d agnello in crosta d avocado e mandorle su dadolata di ciliegie

secondi piatti Spezzato di cervo al Teroldego, ginepro e verdure con le more Carrè d agnello in crosta d avocado e mandorle su dadolata di ciliegie C A S T E L P E R G I N E Quando i piccoli frutti Sant Orsola incontrano le sapienti mani dello chef del Castello di Pergine nasce un perfetto connubio di sapore e colori che siamo lieti ed orgogliosi

Dettagli

Menù AZZURRO. Prepasto Zanzarelli. Minestra Brodetto saracenico. Pasto Pollo al finocchio. Postpasto Budino di frutta secca

Menù AZZURRO. Prepasto Zanzarelli. Minestra Brodetto saracenico. Pasto Pollo al finocchio. Postpasto Budino di frutta secca Menù AZZURRO Prepasto Zanzarelli Minestra Brodetto saracenico Pasto Pollo al finocchio Postpasto Budino di frutta secca 1 Ricetta e preparazione menu azzurro (4) Zanzarelli (Libro de arte coquinaria, Maestro

Dettagli

Ricettario sui Funghi Porcini Porcini trifolati

Ricettario sui Funghi Porcini Porcini trifolati Ricettario sui Funghi Porcini Porcini trifolati 500 gr di porcini 3 agli prezzemolo olio evo mezzo bicchiere di vino bianco farina Procedimento Pulite i porcini, grattando il gambo e la cappella con un

Dettagli

Sommario. Introduzione... 5. Le mie ricette... 6 Antipasti... 9 Primi... 31 Secondi... 59 Piatti unici e contorni... 87 Dolci... 111. Indice...

Sommario. Introduzione... 5. Le mie ricette... 6 Antipasti... 9 Primi... 31 Secondi... 59 Piatti unici e contorni... 87 Dolci... 111. Indice... Antipasti Sommario Introduzione... 5 Le mie ricette... 6 Antipasti... 9 Primi... 31 Secondi... 59 Piatti unici e contorni... 87 Dolci... 111 Indice... 139 Benvenuti nel mio libro! Introduzione Antipasti

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli

CANNELLONI RICOTTA E SPINACI

CANNELLONI RICOTTA E SPINACI Ricettario Primi BRODO VEGETALE Preparare la verdura (sedano, carota, cipolla) e gli aromi (maggiorana, timo, alloro, basilico) e farli cuocere in acqua per un'ora a fuoco moderato. Colare il brodo ed

Dettagli

Identità di Pasta 2013: La cucina Melting Pot di Anthony Genovese

Identità di Pasta 2013: La cucina Melting Pot di Anthony Genovese Identità di Pasta 2013: La cucina Melting Pot di Anthony Genovese Articolo di Lorenzo Sandano Foto: Matteo Desiderio Siamo a Milano per Identità Golose 2013, l importante evento curato da Paolo Marchi

Dettagli

Le ricette. Minestra di ceci - Brodo di ciceri rossi. Per farne octo minestre: togli una libbra e mezza di ciceri et. Ingredienti:

Le ricette. Minestra di ceci - Brodo di ciceri rossi. Per farne octo minestre: togli una libbra e mezza di ciceri et. Ingredienti: Le ricette Minestra di ceci - Brodo di ciceri rossi Per farne octo minestre: togli una libbra e mezza di ciceri et 200 g di ceci 1 cucchiaio di farina 2 cucchiai d olio d oliva 10 grani di pepe macinati

Dettagli

MENU WARSTEINER. PRIMO PIATTO pagina 5. ANTIPASTO pagina 7. PRIMO PIATTO pagina 9. SECONDO PIATTO pagina 11 PARTNERSHIP

MENU WARSTEINER. PRIMO PIATTO pagina 5. ANTIPASTO pagina 7. PRIMO PIATTO pagina 9. SECONDO PIATTO pagina 11 PARTNERSHIP MENU WARSTEINER PRIMO PIATTO pagina 5 Brodo Alla Verdure e WARSTEINER ANTIPASTO pagina 7 Sciatt Frittelle della Valtellina PRIMO PIATTO pagina 9 Risotto con WARSTEINER barbabietola e spuma di gorgonzola

Dettagli

Ristorante. La Cassolette. La cucina di Fabio Barbaglini

Ristorante. La Cassolette. La cucina di Fabio Barbaglini Ristorante La Cassolette La cucina di Fabio Barbaglini Menu Composti liberamente scegliendo piatti dalla Carta Stagionale e dalla Carta del Territorio Minceur 45,00 Amuse-bouche Due portate (es. secondo

Dettagli

il Ricettario Primi Spaghetti al Guazzetto

il Ricettario Primi Spaghetti al Guazzetto Spaghetti al Guazzetto 4 cicale 4 scampi medi 4 pezzi di razza 4 piccole pescatrici calamaretti seppioline prezzemolo, aglio, olio d oliva pomodorini, sale peperoncino a discrezione. tempo di realizzazione

Dettagli

ZUPPA DI CEREALI E LEGUMI MISTI

ZUPPA DI CEREALI E LEGUMI MISTI E MIE R IC E T T E ZUPPA DI CEREALI E LEGUMI MISTI Ingredienti: Legumi secchi o freschi a scelta Cereali misti a scelta Carota, sedano, cipolla dorata, aglio Salvia, rosmarino Olio extravergine di oliva

Dettagli

PARROCCHIA DEI SANTI MARTINO E LAMBERT0

PARROCCHIA DEI SANTI MARTINO E LAMBERT0 PARROCCHIA DEI SANTI MARTINO E LAMBERT0 Scuola dell Infanzia SAN GIUSEPPE Nido integrato Via Roma 293 - ARSEGO 35010 SAN GIORGIO DELLE PERTICHE - PD Tel/fax. 049.5742061 E-mail:materna-arsego@libero.it

Dettagli

la Festa di FINE ANNO

la Festa di FINE ANNO Piatti golosi e simbolici celebrano con successo la Festa di FINE ANNO PER LA TUA FESTA DI FINE ANNO SULLA TAVOLA NON DEVE MANCARE: UVA: Perché porta soldi; MELAGRANA: Perché porta soldi e Amore; LENTICCHIE:

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Il piccolo ricettario della cucina di recupero

Il piccolo ricettario della cucina di recupero Il piccolo ricettario della cucina di recupero Il piccolo ricettario della cucina di recupero Il piccolo ricettario della cucina di recupero nasce nell ambito del progetto CiBiTe Cibo, Biodiversità e Territorio

Dettagli

Ricettario e consigli pratici per cucinare la Lumaca Helix

Ricettario e consigli pratici per cucinare la Lumaca Helix Ricettario e consigli pratici per cucinare la Lumaca Helix Consigli pratici per la preparazione delle Lumache vive Le nostre lumache Helix Aspersa Muller, sono allevate all aperto e seguono il ciclo biologico

Dettagli

Carta Fata. Una scoperta bella e buona.

Carta Fata. Una scoperta bella e buona. Carta Fata. Una scoperta bella e buona. Carta Fata è la nuova tecnologia di cottura che permette allo chef di esprimere tutta la propria creatività in cucina. Uno strumento che trasforma ogni gesto in

Dettagli

RICETTARIO Menù invernale

RICETTARIO Menù invernale RICETTARIO Menù invernale Condimenti Parmigiano Reggiano per insaporire i primi piatti Olio extravergine di oliva per la preparazione dei piatti e per il condimento a crudo Succo di limone, erbe aromatiche

Dettagli

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA PROGETTO SCUOLA MELAROSSA GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA con la supervisione del professor Pietro A. Migliaccio Presidente di SISA, Società Italiana di Scienza dell Alimentazione e la collaborazione

Dettagli

Festa dei nonni: Festa dei nonni

Festa dei nonni: Festa dei nonni Festa dei nonni: La tradizione non si può ereditare, chi la vuole deve conquistarla con grande fatica. (Thomas Steans Eliot) La Festa dei nonni è una ricorrenza giovane introdotta in Italia solo nel 2005,

Dettagli

Programmi a.s. 2014-15

Programmi a.s. 2014-15 Docente CORTESE PIETRO Classi 3 ENOGASTRONOMIA sezione/i Ae Ripasso e approfondimento dei seguenti blocchi tematici già avviato nel biennio: IGIENE PROFESSIONALE NOZIONI DI ANTINFORTUNISTICA IL REPARTO

Dettagli

www.ricettegustose.it Pagina 1

www.ricettegustose.it Pagina 1 www.ricettegustose.it Pagina 1 Indice primi piatti di pesce 1 Iscriviti alla NewsLetter per conoscere tutte le nuove ricette inserite Bucatini pesce spada e olive nere Farfalle patate e trota salmonata

Dettagli

IN CUCINA CON FANTASIA

IN CUCINA CON FANTASIA IN CUCINA CON FANTASIA CLASSI 2 A E 2 B SCUOLA PRIMARIA E. TOTI ISTITUTO COMPRENSIVO FERMI CAVARIA CON PREMEZZO PROGETTO IL VALORE DEL CIBO REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON LA DOTT. ZAMBELLI E INTERAMENTE

Dettagli

Le Marmellate autunnali

Le Marmellate autunnali con l'abbondanza di frutta ci offre la possibilità di preparare tante golose marmellate, a partire da quelle a base di mele, forse in assoluto i frutti L autunno, migliori per confezionare marmellate e

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

50 zucca candita 10 fichi secchi 1 mela 1 bicchierino anice 1 pizzico semi di anice 1 cucchiaino lievito

50 zucca candita 10 fichi secchi 1 mela 1 bicchierino anice 1 pizzico semi di anice 1 cucchiaino lievito DOLCE EPIFANIA Pinza de Marantega 300 gr. farina gialla 200 gr. farina bianca 200 gr. zucchero 200 gr. burro 50 gr. uvetta 50 gr. cedri canditi 50 zucca candita 10 fichi secchi 1 mela 1 bicchierino anice

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

since 1952... Ricettario Babbi Gourmet www.babbi.it

since 1952... Ricettario Babbi Gourmet www.babbi.it www.babbi.it Ricettario Babbi Gourmet Babbi s.r.l. Via Caduti di Via Fani, 80 47032 - Bertinoro (FC) - Italy Tel. +39 0543 448598 - Fax +39 0543 449010 - info@babbi.it Reg. Imprese di FC, C.F. e P.IVA

Dettagli

ILBLOGGATORE.COM 27 aprile 2013

ILBLOGGATORE.COM 27 aprile 2013 HOME PAGE Arriva dai Masterchef il decalogo del Barbecue Stellato Carne alla brace, verdure di stagione, spiedini misti, erbe aromatiche, pizze rustiche. Tornano finalmente le belle giornate, e con loro

Dettagli

Disciplinare per l offerta di piatti sani

Disciplinare per l offerta di piatti sani DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE MANGIAR SANO IN PAUSA PRANZO Disciplinare per l offerta di piatti sani Questo disciplinare predisposto dal Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta IL GUSTO DI CRESCERE INSIEME NELLA GIOIA. Per l anno educativo 2014/15 proponiamo ai bambini un viaggio nel mondo dell alimentazione: partendo dalla

Dettagli

ALLEGATO B (caratteristiche alimenti, grammature e menu)

ALLEGATO B (caratteristiche alimenti, grammature e menu) ALLEGATO B (caratteristiche alimenti, grammature e menu) Il presente allegato indica le caratteristiche nonché le qualità delle derrate alimentari che dovranno essere utilizzate per la preparazione di

Dettagli

Accoglierli al ristorante

Accoglierli al ristorante 8 Accoglierli al ristorante Osservando i comportamenti dei turisti cinesi in Italia negli ultimi dieci anni si vede chiaramente come la maggior parte di loro sia diventata disponibile, ed anzi interessata

Dettagli

Cuoco/Cuoca. Ordinamento formativo per la professione oggetto d apprendisto. Delibera n. 748 del 24.06.2014

Cuoco/Cuoca. Ordinamento formativo per la professione oggetto d apprendisto. Delibera n. 748 del 24.06.2014 Delibera n. 748 del 24.06.2014 Ordinamento formativo per la professione oggetto d apprendisto Cuoco/Cuoca 1. Il profilo professionale 2. Durata ed esame di fine apprendistato 3. Referenziazioni del profilo

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

- 1 reference coded [1,94% Coverage]

<Documents\bo_min_3_F_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,94% Coverage] - 1 reference coded [1,94% Coverage] Reference 1-1,94% Coverage Spesso andiamo al cinese, prendiamo il cibo da asporto, è raro che andiamo fuori a mangiare, anzi quando

Dettagli

Il Ristorante Coria. La gentile Clientela è pregata di abbassare la suoneria degli apparecchi telefonici

Il Ristorante Coria. La gentile Clientela è pregata di abbassare la suoneria degli apparecchi telefonici Il Ristorante Coria Il Ristorante Coria nasce da un idea degli Chef Domenico Colonnetta e Francesco Patti. È dedicato al Colonnello Giuseppe Coria, scrittore del volume per eccellenza della gastronomia

Dettagli

MENU ALLA CARTA. Antipasti. Triangoli di sfoglia di gambero rosso farciti di baccalà con crema di cipollotto fresco

MENU ALLA CARTA. Antipasti. Triangoli di sfoglia di gambero rosso farciti di baccalà con crema di cipollotto fresco MENU ALLA CARTA La nostra carta cambia al variare della stagione per garantire la freschezza della materia prima e per off rire p roposte sempre divers e. Antipasti Triangoli di sfoglia di gambero rosso

Dettagli

facciamo il nostro lavoro con passione RICETTE DAL CORSO DI CUCINA ALPEGGIATORI

facciamo il nostro lavoro con passione RICETTE DAL CORSO DI CUCINA ALPEGGIATORI facciamo il nostro lavoro con passione 2 bavarese al caffè - 250 ml di latte - 250 ml di caffè - 500 ml di panna montata - 120 g di zucchero - 8 gr di colla di pesce - 125 g di tuorli d uovo (ovvero 6

Dettagli

Ci sono. luoghi della memoria che ti riportano in. un mondo antico

Ci sono. luoghi della memoria che ti riportano in. un mondo antico Ci sono luoghi della memoria che ti riportano in un mondo antico Ortona è stata per secoli una delle più vaste aree di produzione vitivinicola del Centro Sud ed è per questo che la sua uva racconta sempre

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

Settore Politiche Educative e Giovanili Servizio Politiche Educative per l'infanzia

Settore Politiche Educative e Giovanili Servizio Politiche Educative per l'infanzia COMUNE DI SASSARI Settore Politiche Educative e Giovanili Servizio Politiche Educative per l'infanzia NIDI D'INFANZIA DI VIA SATTA, SEZIONE SPERIMENTALE DI VIA BARBAGIA E SEZIONE PRIMAVERA DI VIA BERLINGUER

Dettagli

DAL 1950, COLTIVIAMO LA PASSIONE PER LA QUALITÀ

DAL 1950, COLTIVIAMO LA PASSIONE PER LA QUALITÀ MERLOT COLORE: rubino molto intenso e profondo con sfumature violacee. PROFUMO: intenso, talvolta etereo con note di ciliegia e frutta di sottobosco, a volte si sentono delle leggere sfumature erbacee.

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 8

Esercitazione pratica di cucina N 8 Esercitazione pratica di cucina N 8 Cocktail di Gamberetti In Salsa Aurora ------------------------ Spaghetti di Mare Al Cartoccio ------------------------ Ravioli di Astice e pomodori Al burro Aromatizzato

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

Salmone in bella vista con salsa tartara

Salmone in bella vista con salsa tartara Lista Nozze con salatini assortiti Prosciutto crudo di Parma con melone Carpaccio di manzo marinato Terrina di carne salata con verdure Peperone arrostito Insalata di polipo con patate Cappe sante gratinate

Dettagli

Il Ristorante Coria. La gentile Clientela è pregata di abbassare la suoneria degli apparecchi telefonici

Il Ristorante Coria. La gentile Clientela è pregata di abbassare la suoneria degli apparecchi telefonici Il Ristorante Coria Il Ristorante Coria nasce da un idea degli Chef Domenico Colonnetta e Francesco Patti. È dedicato al Colonnello Giuseppe Coria, scrittore del volume per eccellenza della gastronomia

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Aperitivi per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Kathi Rüegger Tulipani

Aperitivi per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Kathi Rüegger Tulipani Corso Cucina Pag. 1 di 5 per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Obiettivi del corso: Conoscenza degli ingredienti (carne e verdure) Farcitura e preparazione dei vari stuzzichini Contenuto del corso

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

Menu Matrimoni 2015. Via Provinciale, 1 23832 Crandola Valsassina (LC) tel.+39 0341 840125 +39 0341 840583 http://www.sassirossi.

Menu Matrimoni 2015. Via Provinciale, 1 23832 Crandola Valsassina (LC) tel.+39 0341 840125 +39 0341 840583 http://www.sassirossi. Menu Matrimoni 2015 Informazioni generali La sala del nostro ristorante può ospitare fino a 220 persone, in un'unica sala, divisibile all occorrenza, la sala, così come il bar e la taverna sono sale non

Dettagli

Colorı, sapori e vitamıne dal nostro orto

Colorı, sapori e vitamıne dal nostro orto Colorı, sapori e vitamıne dal nostro orto Insalata Tonno Varietà di insalata, delicato tonno e condimento di erbe marinate con oliva verde e cipolla rosso 9,70 Il Favorito Insalata mista con striscioline

Dettagli

PROGRAMMA: Spaghetti con vongole veraci,astici,pomodorino,mandorle e pistacchi. Risotto alla Gualtiero Marchesi

PROGRAMMA: Spaghetti con vongole veraci,astici,pomodorino,mandorle e pistacchi. Risotto alla Gualtiero Marchesi CORSO DI CUCINA 4-5 DICEMBRE 2012 PRIMI PIATTI 1 PROGRAMMA: Spaghetti con vongole veraci,astici,pomodorino,mandorle e pistacchi Risotto alla Gualtiero Marchesi Agnolotti al burro,timo e salsa ai due peperoni

Dettagli

Autismo e DPS: attività a scuola

Autismo e DPS: attività a scuola Autismo e DPS: attività a scuola Seminario residenziale - Bellaria 28, 29, 30 marzo 2008 Questa attività può essere svolta molto bene da un gruppo di bambini a diversi livelli di autonomia e di competenza

Dettagli

i t M e n ù Sapori di casa

i t M e n ù Sapori di casa it Menù Piatti preferiti Serviti in un pentolino Gulasch di lombo di manzo con francesina fresca Spezzatino del Pohorje (manzo, ragù di maiale e di selvaggina con funghi e orzo) Spezzatino di vitello Serviti

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Istituto Comprensivo di Gavorrano Scuola dell Infanzia GIANNI RODARI Scarlino Scalo sez. C

Istituto Comprensivo di Gavorrano Scuola dell Infanzia GIANNI RODARI Scarlino Scalo sez. C Istituto Comprensivo di Gavorrano Scuola dell Infanzia GIANNI RODARI Scarlino Scalo sez. C L obiettivo generale del progetto è quello di potenziare la capacità di osservazione dei bambini per avvicinarli

Dettagli

Menù. chef Marco Martini. I prodotti biologici stagionali, forniti da Agricoltura Nuova, sono parte integrante della nostra proposta.

Menù. chef Marco Martini. I prodotti biologici stagionali, forniti da Agricoltura Nuova, sono parte integrante della nostra proposta. Menù chef Marco Martini I prodotti biologici stagionali, forniti da Agricoltura Nuova, sono parte integrante della nostra proposta. I piatti vegetariani, vegani e per celiaci sono sempre disponibili e

Dettagli

L Azienda. Gli ultimi riconoscimenti

L Azienda. Gli ultimi riconoscimenti L Azienda MALVIRÀ, vecchio nome piemontese della casa dove si trovava fino a qualche anno fa la cantina, deve la sua origine alla posizione del cortile che invece di trovarsi a sud come vuole la tradizione,

Dettagli

POMODORI RIPIENI DI CARNAROLI GRATINATI

POMODORI RIPIENI DI CARNAROLI GRATINATI Ricette POMODORI RIPIENI DI CARNAROLI GRATINATI 4 pomodori di media grandezza 100 gr di riso Naturalia Carnaroli cotto per 50 min sale e pepe 1 cipolla tritata finissima 1 spicchio d'aglio tritato finissimo

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Ristor Arte. Margutta. ristorante

Ristor Arte. Margutta. ristorante Ristor Arte il Margutta ristorante Menu Estate 2012 Gentile Cliente, La Direzione e lo Staff del Margutta RistorArte Le danno il più caloroso benvenuto e sono a sua disposizione per assisterla e indirizzarla

Dettagli

STORIA, MUSICA, CUCINA E VINO

STORIA, MUSICA, CUCINA E VINO 4 elementi 4 esperienze STORIA, MUSICA, CUCINA E VINO STORIA Gladiatore per un giorno In collaborazione con il Gruppo Storico Romano e la Scuola dei Gladiatori Roma proponiamo brevi corsi di gladiatura,

Dettagli

UNA CALDA GIORNATA DI AGOSTO

UNA CALDA GIORNATA DI AGOSTO Trova il tempo per riflettere, è la fonte della forza. Trova il tempo per giocare, è il segreto della giovinezza. Trova il tempo di leggere, è la base del sapere. Trova il tempo d essere gentile, è la

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

Ricette per una Dieta Mista con DietaVita

Ricette per una Dieta Mista con DietaVita Ricette per una Dieta Mista con DietaVita Le nostre ricette DietaVita sono studiate secondo i principi di una dieta equilibrata e varia, e ognuna fornisce circa 500-600 calorie. Snack e bevande contenenti

Dettagli

BATTUTA DI FASSONA PIEMONTESE, zucca all'agro e crumble di amaretti - 14,00

BATTUTA DI FASSONA PIEMONTESE, zucca all'agro e crumble di amaretti - 14,00 ANTIPASTI BATTUTA DI FASSONA PIEMONTESE, zucca all'agro e crumble di amaretti - 14,00 Lavarello croccante in panatura di nocciole e mandorle, crema d'aglio dolce e finocchietto, radice amara * - 13,00

Dettagli

L executive chef Matteo Riccitelli propone piatti di qualita. con una cucina giovane e passionale,

L executive chef Matteo Riccitelli propone piatti di qualita. con una cucina giovane e passionale, * PASTA FATTA IN CASA, PESCE E PRODOTTI LOCALI A KM ZERO * BUONA CUCINA + BUONI VINI = BUON UMORE L executive chef Matteo Riccitelli propone piatti di qualita con una cucina giovane e passionale, legata

Dettagli

Italiqa, pasta e affini.

Italiqa, pasta e affini. Italiqa, pasta e affini. La storia Italiqa è un progetto che nasce da due giovani imprenditori appassionati di cucina, di cultura enogastronomica italiana, di tradizioni e patrimonio Made in Italy. Insieme

Dettagli

Ricetta Spaghetti al Caffè

Ricetta Spaghetti al Caffè Ricetta Spaghetti al Caffè Per gli appassionati del caffè e della pasta, ecco un accoppiata vincente: gli spaghetti al caffè. Ingredienti per preparare gli spaghetti al caffè: DOSI PER 4/5 PERSONE 400

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

Chef: Paolo Brugiatelli

Chef: Paolo Brugiatelli Chef: Paolo Brugiatelli 1 PRODOTTI BIOLOGICI Programma del corso Code di gamberoni scottati ai semi di sesamo, tamponcino di lenticchie, insalata di carciofi, cipolla rossa, pecorino di fossa e riduzione

Dettagli

Le 4 fasi della dieta Dukan

Le 4 fasi della dieta Dukan Assistente Virtuale Le 4 fasi della dieta Dukan 1 L'introduzione alla Dieta Dukan: la Bibbia di chi vuole dimagrire Menu tipo della Dukan per la prima e la seconda settimana Fase 1 : Attacco La dieta Dukan

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

2013-2014 PROMOZIONE A.D.G. MENTA SRL

2013-2014 PROMOZIONE A.D.G. MENTA SRL 2013-2014 PROMOZIONE A.D.G. MENTA SRL APRO IL FRIGO E... CUCINO! CUCINA FACILE & VELOCE Grafica accattivante Ricette e ingredienti sempre semplici e di facile reperibilità Grande successo in libreria,

Dettagli

Il taccuino dell esploratore

Il taccuino dell esploratore Il taccuino dell esploratore a cura di ORESTE GALLO (per gli scout: Lupo Tenace) UNDICESIMA CHIACCHIERATA CUCINARE ALLA TRAPPER All inizio del 800 solo pochi bianchi percorrevano le grandi praterie e le

Dettagli

2009 Maria Mata Mouro Restaurante www.mariamatamouro.com.br Tel.: +55 71 3321.3929

2009 Maria Mata Mouro Restaurante www.mariamatamouro.com.br Tel.: +55 71 3321.3929 ANTIPASTI 100 CESTINO CON PANI DIVERSI, PATÉ E CAMPONATA (A TESTA) PRIMI PIATTI 101 AMBROSIA DI BACCALÀ Piatto di baccalà marinato con patate e olive, gratinato 102 ARPACCIO Filetto con salsa di capperi,

Dettagli

PRIMI PIATTI --------------------------------------------------------------------------------

PRIMI PIATTI -------------------------------------------------------------------------------- La Cucina In questo spazio vi indichiamo, con delle ricette molto semplici, come si fa ad avere al campo un menu completo di sali minerali e carboidrati PRIMI PIATTI Riso in brodo: fai cuocere 400 g di

Dettagli