Speck, gusto e identità Incontro tra due culture

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Speck, gusto e identità Incontro tra due culture"

Transcript

1 Speck, gusto e identità Incontro tra due culture TERRITORIO e DIVERTIMENTO Culturonda, il tour dell Alto Adige BUON CIBO Sette semi da scoprire per ricette e spuntini salutari SALUTE e BENESSERE In forma all aria aperta: il divertimento sposa il benessere Anno 3 - Numero 2 Marzo 2015 Costo 1, una copia omaggio per i possessori di DupliCarD

2 2 PRIMO PIANO Lo speck, incontro tra due ( ) Dalla sintesi tra il metodo nordico dell affumicatura e quello mediterraneo dell essiccazione, nasce questo prosciutto unico, la cui produzione avviene secondo regole ben precise e che rappresenta l identità di un territorio. Correva l anno Sul Trentino, l Alto Adige e il Tirolo regnava il principe Mainardo II, feudatario del Sacro Romano Impero Germanico. Alcuni documenti descrivono le paghe che il principe, governante illuminato considerato il fondatore dell identità tirolese, destinava ai suoi funzionari altoatesini. Esse consistevano in alcune parti del maiale denominate «spalae porcinae», «bernae» o «baccones», utilizzate anche dai contadini durante la fienagione. Ma inizia a comparire anche la parola «pachen» o «bachen», che nel tedesco di allora significava «appeso». Solo nel Settecento arriva la parola che tutti noi conosciamo: speck. Basta questo a spiegare l importanza che questo prodotto ricopre nella cucina e nell identità gastronomica

3 3 culture altoatesina. Esso appartiene a questo territorio, distinguendosi nettamente dagli altri speck utilizzati oltreconfine. In Alto Adige, infatti, nel corso dei secoli, i contadini sono riusciti a fondere i due metodi allora conosciuti in Europa per la produzione del prosciutto: quello nordico, che utilizza sale, spezie e fumo; e quello mediterraneo, in cui la coscia del suino viene fatta asciugare con aria e sale. Una specificità premiata nel 1996, con il riconoscimento del marchio Igp (Indicazione geografica protetta). Le spezie Ma come nasce lo speck? Tutto inizia con la selezione della materia prima. Il disciplinare Igp impone solamente una «zona di elaborazione», la provincia di Bolzano. Se lo speck è stato prodotto con maiali allevati nei masi di montagna altoatesini, allora riporterà il marchio di qualità Alto Adige, nato nel 1976 proprio per proteggere e valorizzare le produzioni locali. Le cosce di suino, di medie dimensioni, vengono speziate con sale, pepe, alloro, rosmarino e ginepro. A volte vengono utilizzati anche l aglio rosso, il coriandolo o il cumino. È nella speziatura che ogni produttore aggiunge un tocco personale al suo prodotto. I pezzi vengono quindi lasciati in salmistratura per tre settimane e girati diverse volte, in modo da consentire la penetrazione uniforme delle spezie: anche la frequenza con la quale avviene questa operazione è uno dei segreti del produttore. Alcuni aggiungono ancora sale e spezie: il contenuto di sale nel prodotto finale non deve comunque superare il 5%. Il fumo Si passa quindi all affumicatura, che dura dalle 80 alle 170 ore. Nello speck è molto leggera: viene utilizzato un legno poco resinoso, solitamente il faggio, e la temperatura del fumo non deve superare i 20 C. La carne viene quindi esposta all aria fresca di montagna per la stagionatura. L operazione è effettuata in locali (un tempo le cantine) freschi, ben aerati, a temperatura costante e con umidità ottimale. La stagionatura dura in media 22 settimane: durante questa fase il prosciutto perde circa un terzo del suo peso iniziale e acquisisce consistenza. Durante la stagionatura si forma uno strato naturale di muffa aromatica, che viene rimosso alla fine del processo. È un buon segno. Significa che la stagionatura è avvenuta nelle condizioni ambientali ottimali: la muffa protegge lo speck evitando che si asciughi troppo; grazie a essa matura in maniera uniforme all interno, e anche il sapore ne beneficia, arrotondando e armonizzando il gusto forte delle spezie. Le varie tipologie Un tipo di speck particolarmente pregiato è il Bauernspeck, ottenuto da maiali allevati nei masi [ segue ]

4 4 PRIMO PIANO dell Alto Adige. Ha una quantità di grasso leggermente più elevata e può essere ottenuto anche dalla coppa, dalla spalla, dal carré o dalla pancia del maiale. Numerosi documenti, poi, testimoniano la produzione di speck in provincia di Trento fin dal XIV secolo e anche oggi l area tridentina si contraddistingue per ottimi prodotti, pur sprovvisti del marchio Igp. La produzione di speck ha raggiunto inoltre le aree venete confinanti e una particolare versione di speck è diffusa anche in Friuli, il prosciutto di Sauris Igp. Questo comune della Carnia, non a caso, è un isola di lingua tedesca in territorio friulano, fondata nel XIII secolo in seguito a una misteriosa migrazione dalla Val Pusteria e dalla Valle di Lessach, nel salisburghese. Diverso anche il prodotto austriaco, lo Speck del Tirolo Igp, dove prevale l affumicatura e si utilizzano anche altri tagli come lombo, spalla, pancia e collo. In Germania e in Austria, infine, con il termine «speck» viene spesso indicato il nostro lardo. Strudel salato di patate e speck Ricetta Preparate un impasto mettendo in una ciotola 250 g di farina 00 setacciata, sale, un uovo, acqua e olio e lavorate sulla spianatoia fino a ottenere una pallina. Fatela risposare in un luogo fresco per 30 minuti. Intanto preparate il ripieno: fate bollire due patate medie e schiacciatele. Aggiungete sale, pepe, un uovo e 100 g di speck tagliato a cubetti e mescolate. Prendete un canovaccio pulito e mettetelo sul piano. Cospargetelo di farina e stendete l impasto fino a ottenere un rettangolo. Adagiatevi il ripieno e, aiutandovi con il canovaccio, arrotolate l impasto. Mettetelo in una teglia con carta da forno e spennellate con olio extravergine d oliva. Fate cuocere in forno a 180 per 40 minuti. Un prodotto, tanti tagli Bontà delle Valli speck Igp È la qualità a garanzia Igp lo speck già affettato Bontà delle Valli, nella pratica busta da 100 grammi. Ottimo per antipasti e panini. Busta gr 100 Moser speck Per le vostre preparazioni in cucina, condimenti e sughi, l ideale è Moser speck a cubetti nella confezione da 120 grammi. Si prepara in un attimo e conferisce un gusto unico ai vostri piatti. Confezione gr 120 Primia speck Igp Se preferite tenere in casa un trancio di speck da affettare, scegliere l offerta Primia (peso 400 grammi). Buono e ideale sia per la merenda sia per l uso in cucina. Confezione gr 400 A marzo scelti per voi! Lo preferite in tranci, da affettare al momento o è più comodo già affettato? Meglio a cubetti da soffriggere in padella oppure con una buona stagionatura per assaporarlo in un gustoso antipasto? Al supermercato trovate lo speck in ogni forma, la più adatta per ogni esigenza. Eccone alcune che abbiamo scelto per voi. Recla speck riserva Ha una stagionatura di nove mesi lo speck Recla riserva. È realizzato solo con carni selezionate e dopo una lunga stagionatura, che conferisce al prodotto un profumo e un sapore ottimali e inconfondibili.

5 PRIMO PIANO 2 Lo speck, incontro tra due culture TERRITORIO e DIVERTIMENTO 7 Culturonda, il tour dell Alto Adige 12 Castello di Arco, la sentinella del lago di Garda 14 Gli eventi più belli: Scufoneda 2015, Moena 16 Nel cuore delle Langhe, tra Asti e la Barbera BUON CIBO 18 Sette semi da scoprire per ricette e spuntini salutari 22 Casoncelli alla bergamasca, una tradizione da provare 27 Polpa biologica Primia, finalmente la frutta al cucchiaio! 28 Schüttelbrot, il sapore croccante dell Alto Adige LE BUONE RICETTE 32 Panini morbidi, l idea perfetta per la merenda 33 Tagliatelle al pollo con uvetta e broccoli 34 Rösti di funghi con salsa di quark e ravanelli 35 Rotolini di coniglio allo speck e senape 36 Trota farcita alle erbe con formaggio e speck 38 Pudding con gelato alla vaniglia FALLI IN CASA E RISPARMIA 40 Una merenda... al bacio SALUTE, BENESSERE e FAMIGLIA 42 In forma all aria aperta: il divertimento sposa il benessere 46 Genitori e insegnanti, collaborare nel giusto modo 50 Studiare con la tecnologia? L esperto risponde AMBIENTE E COLLETTIVITÀ 53 Detersivi fai da te per l igiene domestica MONDO DUPLICARD 56 Momenti di benessere PRONTI A PARTIRE? 59 I Viaggi di Poli Sommario 5

6 PUZZONE di MOENA DOP

7 TERRITORIO e DIVERTIMENTO 7 Culturonda, il tour dell Alto Adige ( ) I percorsi turistici della provincia di Bolzano entrano in rete: dai castelli al vino, dai masi alle miniere fino ai sentieri delle Dolomiti. Il tutto a portata di app. Il turismo in Alto Adige? Diventa a portata di mano. Anzi, di app. Oggi è infatti disponibile Culturonda/ Alto Adige, dodici percorsi tematici per scoprire le bellezze della nostra terra. Dodici itinerari capaci di guidare il visitatore con spiegazioni storico-artistiche, orari di apertura dei monumenti o dei musei e informazioni turistiche di ogni tipo. Tutte le indicazioni sono disponibili al sito internet it, nel catalogo cartaceo Culturonda, oppure tramite l apposita app Culturonda-Alto Adige/Südtirol. Scopriamo ora i dodici percorsi. Foto: Glorenza - Val Venosta (BZ) I castelli La scoperta delle imponenti fortezze che costellano l Alto Adige non può che iniziare da Tirolo, dove svetta l omonimo castello risalente all XI secolo. La costruzione è dominata dal mastio fatto erigere da Mainardo II, conte del Tirolo, che costituì un principato semiindipendente, alle radici dell identità altoatesina e dello stesso termine Tirolo. La visita alla fortezza comprende anche il museo e la camera nuziale della duchessa Margherita. Il tour dei castelli comprende pure le roccaforti di Presule, Tures e Rodengo. [ segue ]

8 8 TERRITORIO e DIVERTIMENTO I giardini botanici Sulla collina a est di Merano sorgono i Giardini di Castel Trauttmasdorff dove, tra laghetti e sentieri, si possono ammirare piante e fiori provenienti da tutto il mondo. Tanti i divertimenti pensati per i più piccoli. C è anche una voliera con dei coloratissimi pappagalli di montagna, dalle piume blu e gialle! Dai giardini fino a Merano si possono inoltre ripercorre i sentieri amati dalla principessa Sissi. Le tre lingue Attraversare l Alto Adige significa anche scoprire una storia fatta di contrasti e convivenze tra parlanti italiani, tedeschi e ladini. L impronta più tipicamente italiana è quella visibile negli edifici costruiti negli anni 30 a Bolzano come il Monumento alla Vittoria, di Marcello Piacentini, e gli edifici di Piazza del Tribunale. La cultura degli abitanti madrelingua tedeschi si può invece scoprire maggiormente nelle valli e nei piccoli centri, dove si sono conservati dialetti molto particolari come in Val Sarentino e in Valle Aurina. Per accostarsi alla minoranza ladina occorre invece recarsi a San Martino in Badia, dove a Ciastel de Tor c è il Museum Ladin. Usanze e tradizioni Le bande musicali sono tra le più caratteristiche espressioni del folklore altoatesino, con costumi tipici diversi da vallata a vallata. In Val Sarentino, ad esempio, la banda rossa attorno al capello indica che il ragazzo è celibe, la verde che è sposato. Tra le occasioni più importanti segnalate da Culturonda per ammirare i costumi locali ci sono le Nozze del Contadino a Castelrotto, le sfilate di Carnevale di Termeno e Prato allo Stelvio, le Feste Musicali di Castel Roncolo e la sfilata dei Klosn a Stelvio. I principali musei etnografici segnalati da Culturonda si trovano a Teodone, Cortaccia, San Martino in Badia, Ortisei, e San Leonardo in Passiria. I masi d alta montagna L Alto Adige offre la possibilità di immergersi nella vita di campagna aiutando i contadini nei campi, nelle stalle o partecipando ai lavori domestici. Altrimenti è possibile vivere i masi con la classica vacanza agrituristica. Culturonda ha suddiviso le principali strutture agrituristiche a seconda del tipo di vacanza che stiamo cercando. Famiglie, escursionisti, ciclisti, amanti del biologico, dei cavalli, dei centri benessere, del vino, dell alta montagna: ce n è per tutti i gusti! Sono state selezionate anche le strutture adatte a ospitare disabili e allergici. Incantevoli, poi, le vacanze nei masi storici, come ad esempio il maso Oberniederhof in Val Senales, risalente al XIII secolo. Foto: Abbazia di Novacella - Varna BZ

9 9 La cucina altoatesina Tra le osterie contadine dell Alto Adige, Culturonda segnala quelle contrassegnate dal marchio Masi con gusto Gallo Rosso, e fornisce le istruzioni per il Törggelen della Val d Isarco, l antico scambio di prelibatezze tra contadini della valle e della montagna. Le miniere L Alto Adige, un tempo, era anche terra di minatori, e Culturonda propone una visita alla miniera di rame di Sant Ignazio, a Predoi, ancora parzialmente attiva. Dal 1 aprile al 31 ottobre si può salire a bordo del trenino dei minatori che rievoca l atmosfera di quel duro lavoro. C è anche un centro climatico di speleoterapia e un museo. Le altre miniere visitabili dell Alto Adige sono quelle di Monteneve Passiria (zinco e piombo), la più alta d Europa, con il villaggio dei minatori e il museo; e le cave di marmo di Lasa, in Val Venosta. I conventi L Abbazia agostiniana di Novacella, presso Bressanone, è la più grande dell Alto Adige. Fondata nel 1142, contiene il Pozzo delle Meraviglie, dove sono raffigurate le sette meraviglie del mondo antico, alle quali nel 1669 fu aggiunta l ottava: la stessa abbazia. Nel tour dei conventi proposto rientra anche il Convento Muri-Gries di Bolzano, quello di Sabiona a Chiusa e l Abbazia di Monte Maria. Le città medievali Protagonista assoluta di questo percorso è Glorenza, con le sue mura del XVI secolo dotate di grandi porte e torri di difesa. Nell itinerario c è anche Castel Coira a Sluderno, il Colle di Tarces in Val Venosta e la Via Romantica delle Alpi che conduce al Canton Grigioni. Il vino Da Salorno a Nalles, la Strada del Vino dell Alto Adige è un viaggio tra cantine e ripidi vigneti, alla scoperta dei vini prodotti con i tre vitigni autoctoni [ segue ]

10 10 TERRITORIO e DIVERTIMENTO altoatesini: Schiava, Lagrein e Gewürztraminer. Ötzi Al Museo archeologico dell Alto Adige di Bolzano è conservata la mummia del Similaun ritrovata nel 1991: occhi blu, capelli scuri, altezza 1 metro e 60, muscoloso. Così era Ötzi anni fa. Oggi riposa in una cella fatta di ghiaccio a -6 C e con il 98% di umidità relativa. Culturonda, però, ci porta anche all Archeopark di Senales, museo didattico dove venne ritrovato Ötzi, e ai siti archeologici di Ganglegg, in Val Venosta, e Velturno. Le Dolomiti Alghe e barriere pietrificate, emerse dai mari milioni di anni fa: queste sono le Dolomiti, miracolo della natura, riconosciute dall Unesco come patrimonio dell umanità. Attorno a esse sono proposti una serie di sentieri e di escursioni, dal Grande giro delle Dolomiti fino alle escursioni con le ciaspole, dalle trincee della Grande guerra fino alla Ciclabile delle Dolomiti. Oltre all imperdibile museo Messner. Ricetta tipica Tagliatelle di Schüttelbrot con finferli e salsiccia Hauswurst Prendete 100 g di Schüttelbrot, il pane di segale secco e duro, e grattugiatelo finemente. In una ciotola unitevi 200 g di farina, 6 tuorli d uovo, 80 ml di olio d oliva, un pizzico di sale e un po d acqua. Lasciate riposare per 30 minuti, stendete la pasta e preparate le tagliatelle. In una padella imburrata fate rosolare mezza cipolla e uno spicchio d aglio e poi gettatevi due salsicce Hauswurst senza pelle e spezzettate. Sfumate con vino rosso e fate cuocere per un paio di minuti. Dopodiché aggiungete una manciata di finferli, salvia e rosmarino. Fate cuocere per 7 minuti a fuoco basso. Aggiungete 200 ml di panna, regolate di sale e pepe e fate cuocere per altri 5 minuti. Fate bollire le tagliatelle, condite con il sugo e servite. Buon appetito! Viaggio nell artigianato della Val Gardena Una delle tradizioni più vive e famose dell Alto Adige è quella della lavorazione del legno, in particolare in Val Gardena. Una vocazione antica, nata dall estrema povertà della popolazione di quelle vallate, che per arrotondare i proventi dell agricoltura iniziarono a lavorare il legno per produrre dapprima utensili per la casa, poi oggetti da vendere nei mercati. Il salto di qualità avvenne nel XVII secolo, quando si cominciarono a produrre casse per orologi a pendolo e cornici, per poi passare all arte sacra, in particolare con statue e crocifissi. Da allora gli intagliatori della Val Gardena sono diventati famosi in tutto il mondo per la loro abilità e le loro sculture in legno dalla superficie liscia ed armoniosa. Al Museo della Val Gardena di Ortisei è possibile ammirare le opere di carattere religioso degli scultori barocchi Christian Trebinger e Martin Vinazer e realizzate per l antica chiesa di San Giacomo. Oltre ai soggetti sacri, l artigianato del legno della Val Gardena si è distinto fin dal 600 anche per curiose statuine dal carattere umoristico o ispirate al folklore e alle leggende locali. A Ortisei c è anche uno spazio espositivo gestito dall Unika, l associazione degli intagliatori locali: tutto questo fa parte, ovviamente, del circuito di Culturonda. Foto di valgardena.it

11

12 12 TERRITORIO e DIVERTIMENTO Castello di Arco, la sentinella del lago ( ) Saldo su una rupe, il Castello di Arco si regge fiero a memoria dell antica storia di queste terre. Della sua antica costruzione tante parti sono andate purtroppo perdute, ma questo non ne diminuisce il fascino e l imponenza. Il castello di Arco e le sue rovine continuano a essere un richiamo per turisti e amanti della storia. Le prime notizie della sua esistenza risalgono al XII secolo, anche se ci sono testimonianze di tribù che vi trovarono rifugio a partire già dal 300 a.c. L edificazione però si attesta attorno all anno Mille a opera dei nobili liberi della comunità, con scopo difensivo. Da allora tante cose sono cambiate. In che modo ce lo facciamo raccontare da qualcuno che la fortezza la conosce molto bene: Carmen Picciani, guida turistica che da anni opera nel territorio trentino. I fatti più salienti della sua storia «Dopo l acquisizione della fortezza da parte della famiglia D Arco, ci furono diversi tentativi di invasione del Castello, sempre respinte. Almeno fino all arrivo dell arciduca del Tirolo Ferdinando II nel 1579» spiega Picciani. «Nel Settecento la fortuna della fortificazione si arrese alla storia: nell agosto del 1703, nell ambito della guerra di successione al trono di Spagna, l armata francese capitanata dal generale Vendôme strinse d assedio Arco, conquistò la città e bombardò il castello, la cui guarnigione si arrese. Iniziò così la rovina della fortezza che venne sfruttata poi come cava di pietra dagli abitanti del borgo». Che cosa successe poi? «Nel frattempo la famiglia dei Conti D Arco si divise in due rami: uno dimorava ad Arco e a Mantova, il secondo in Baviera, a Monaco» continua la guida. «Il castello rimaneva tuttavia proprietà in parti eguali dei due rami. Nel 1927 la contessa Giovanna d Arco, marchesa di Bagno, acquistò il castello, divenendone unica proprietaria; cinquantacinque anni Con la collaborazione di: CARMEN PICCIANI dopo, nel 1982 il Comune di Arco acquistò il castello e diede successivamente il via all opera di restauro». Nomi importanti per la storia italiana La storia del castello è legata a nomi noti sul piano nazionale. «Primo tra tutti l artista tedesco Albrecht Dürer, che nel 1495 realizzò un acquerello del castello, anche se il titolo dell opera non richiama direttamente la città fortificata di Arco» dice l esperta. «Fenediger Klausen, questo il suo nome, che significa la chiusa di Fenediger, è una veduta della fortezza oggi conservata al museo del Louvre e realizzata dal vero nell olivaia a ovest del paese. Da citare anche il poeta Niccolò D Arco, attivo soprattutto alla corte di Mantova anche se nativo di queste terre, che difese la

13 13 di Garda La rimpatriata dei Conti d Arco I due rami della famiglia dei conti d Arco-Zinneberg e D Arco-Valley si sono incontrati di nuovo nella città di cui hanno fatto la storia. È successo nel maggio del 2012, con una festa speciale: prima la messa in Collegiata e poi una festa in città con tanto di banchetti di birra e Bretzel. Il ramo dei d Arco che vive in Germania, infatti, è proprietario dell antica birreria Arcobräu, nella contea bavarese di Moos. Per suggellare l evento, a palazzo Marcabruni-Giuliani, si è infine tenuta la cerimonia dello scambio dei doni e della firma del libro d oro del Comune. rocca nel 14esimo secolo dall assalto degli Scaligeri». Le opere da non perdere Quali sono le cose più importanti da vedere nel castello? «Già la passeggiata per salire dal paese di Arco vale la visita perché è molto suggestiva, soprattutto per osservare dal basso l imponenza della rocca che si erge a strapiombo sulla rupe» risponde Picciani. «Lo stesso si può dire del paesaggio che si domina dall alto, le valli sottostanti e soprattutto il lago, che si trova a soli quattro chilometri. Infine nella torre di Teodorico, la più antica, si possono visitare gli affreschi del 14esimo secolo raffiguranti scene di corte, l uccisione del drago da parte di San Giorgio, l investitura di un cavaliere e una dama che intreccia ghirlande di rose». Oltre il castello, chiesa e Arboreto Nella città di Arco ci sono diversi monumenti che meritano di allungare la vostra visita oltre al castello. Perdetevi nelle strade dell antico centro medievale e concedetevi una sosta al santuario di Santa Maria delle Grazie, edificato a partire dal 14esimo secolo. Non dimenticate la chiesa di Sant Anna e il Collegio dell Assunta che si trova nella piazza principale. Per chi ama la natura non può mancare infine una visita all Arboreto, già parco Arciducale voluto da Alberto d Asburgo che a fine 800 stabilì qui la sua residenza. Foto panoramica di Arco - trentinomarketing Foto Arboreto di Arco - trentinomarketing

14 14 TERRITORIO e DIVERTIMENTO Gli eventi più belli Scufoneda 2015, sugli sci alla scoperta della Grande Guerra Performance, adrenalina, divertimento, momenti di convivialità e lo scenario ineguagliabile delle Dolomiti. Scufoneda 2015 è tutto questo, ma soprattutto è l occasione di vivere in maniera totale la montagna nel cuore della Val di Fassa. L associazione Scufons del Cogo, nata dall iniziativa di cinque ragazzi di Moena con la passione per il telemark, propone per il 18esimo anno consecutivo la Scufoneda, ovvero il festival internazionale del tallone libero. Cinque giorni all insegna dello sport, del folklore, della gastronomia ( ) Sport, folklore, enogastronomia locale e storia. Il raduno internazionale di telemark a Moena è l occasione perfetta per vivere la montagna. locale e, quest anno, della storia. L evento rappresenta uno dei classici appuntamenti nel calendario nazionale e internazionale dei raduni di telemark, la tecnica sciistica detta appunto a tallone libero in cui solo la punta del piede è collega mediante attacco allo sci. Il programma per l edizione 2015 è molto ricco e non si limita al telemark. Dall 11 al 15 marzo sono previste anche escursioni per appassionati di sci alpinismo e snowboard con istruttori e guide alpine; ski tour di vari livelli; stage per la prevenzione valanghe; cene, Foto Scufoneda di Matteo Zanga

15 pranzi e serate speciali. E per i più giovani ogni giorno c è l appuntamento Teleboys & Girls, i corsi di avviamento per i ragazzi dai 10 ai 17 anni. Inoltre quest anno si ricorda un anniversario molto importante: il centenario della Grande Guerra, combattuta proprio in questi luoghi. Per ricordare quegli avvenimenti sono previste escursioni sul passo Pordoi, sulla Marmolada, al Passo San Pellegrino, ma anche una visita guidata alla mostra La Gran Vera La Grande Guerra. La manifestazione si aprirà mercoledì 11 marzo alle 21 con un cocktail di benvenuto Prosecco Party e si chiuderà con un pranzo domenica 15 marzo alle 13 presso lo Chalet Cima Uomo. 15 Dove, come e quando La Scufuneda 2015 si terrà da mercoledì 11 a domenica 15 marzo a Moena e dintorni. Si comincia mercoledì alle 21 presso il lounge bar Dolce Vita per l aperitivo di benvenuto e la presentazione di tutte le attività. Tutte le mattine escursioni (10 euro), tour in pista e snow yoga (15 euro). Il villaggio Scufons al Passo San Pellegrino aprirà sabato 14 alle 9. Ogni sera aperitivo alle 20 e giovedì 12 alle 21 buffet del Centenario al Teatro Navalge di Moena. Per il programma completo: Per informazioni 0462/ Gli altri eventi da non perdere Dal 7 al 14 marzo, Dolomiti Ski Jazz Val di Fiemme (TN) Sotto il sole primaverile, gli scorci più seducenti della valle fanno da cornice alla 18esima edizione di uno dei festival musicali più importanti dell arco alpino. In una formula collaudata vanno in scena, a ridosso delle stazioni sciistiche e lungo i tracciati delle piste, concerti all aperto e jam session. Di sera sono invece i teatri, i locali notturni e i pub fiemmesi ad animarsi al ritmo della musica nata a New Orleans. Per il programma completo Tutti i venerdì di marzo, Giro birra vip Fornace (TN) Nella suggestiva sala del Cinquecento dell Antica Casa Roccabruna, un percorso guidato alla ricerca della birra più buona del mondo. Partendo dalle 19 si potranno degustare da 15 a 72 birre diverse, accompagnate da gustosi stuzzichini. A tutti i partecipanti verrà rilasciato l attestato di Degustatore Echtes Bier. Quota di partecipazione: euro 8,50. Prenotazione obbligatoria al numero 347/ Per informazioni: oppure Domenica 22 marzo, giornata Fai di Primavera Dimaro (TN) La Val di Sole festeggia l inizio della bella stagione con il tradizionale appuntamento del Fondo Ambiente Italiano La giornata di Primavera, la più grande festa di piazza dedicata all ambiente a alla cultura arrivata alla 23esima edizione. In quest occasione verrà aperto al pubblico un bene Fai inedito. Per informazioni e per scoprire quale bene artistico sarà al centro dei festeggiamenti Fondo Ambiente Italiano 0463/ oppure Venerdì 13 marzo, Merano 2000 night Avelengo (BZ) Una serata dedicata alla buona cucina, un percorso gastronomico da un rifugio all altro che può essere eseguito a piedi o con gli sci. Si sale in funivia fino a 2mila metri d altezza e poi dalle 19 è possibile partecipare a una passeggiata (a piedi o sugli sci) di maso in maso dove fermarsi e degustare specialità locali. In tutti i rifugi si consiglia la prenotazione. Per maggiori informazioni: Associazione Turistica Avelengo 0473/ oppure Dal 21 al 29 marzo, Swing on Snow Castelrotto (BZ) Otto giorni, bande e concerti, 1800 metri di quota, mezzo metro di neve fresca: tutto questo è la decima edizione di Swing on Snow. I musicisti suoneranno nelle baite, sulle piste e nelle malghe dell Alpe di Siusi. Inoltre a partire dalle ore 21, nei locali di Castelrotto, Siusi, Fiè allo Sciliar e Tires al Catinaccio saranno in programma concerti afterhour. Quello di apertura si terrà presso la Casa della Cultura Waltherhaus a Bolzano. Per informazioni Domenica 29 marzo, Vino Sci Safari in Alta Badia Corvara (BZ) Un tour lungo quattro rifugi a 2mila metri di quota, raggiungibili sugli sci, nei quali degustare vini di qualità altoatesini come Lagrein, Pinot Bianco, Sauvignon, Gewürztraminer, Schiava e Pinot Nero accompagnati da speck, pane e formaggi del territorio. Al Vino Sci Safari in Alta Badia, chiamato anche Dé dl vin, partecipano i rifugi Club Moritzino, Bioch, I Tablà e Piz Arlara. Il biglietto per la degustazione itinerante costa 30 euro ed è acquistabile presso uno qualsiasi dei rifugi elencati. Per maggior info

16 16 TERRITORIO e DIVERTIMENTO Nel cuore delle Langhe, tra Asti e la ( ) Una terra unica, dove la storia che si respira negli antichi borghi fa da contraltare a una natura spettacolare. Nel cuore delle Langhe, un gioiello ricco di storia. Asti, città natale di Vittorio Alfieri, è famosa come centro di questo territorio ricco di bellezze naturali e tradizioni culinarie. Colonia romana e, prima ancora, centro dominato dai liguri, la città si affacciò all età medievale subendo ripetute invasioni dei popoli barbari fino a che, nell 11esimo secolo, ottenne l autonomia. Dopo diverse vicissitudini che la fecero passare nei domini dei Savoia prima e del regno di Sardegna poi, il centro piemontese acquisì il suo status attuale. Nel suo centro storico è possibile ripercorre l evoluzione di questa storia ricca di avvenimenti e suggestioni culturali differenti. In particolare attraverso i palazzi e i monumenti che la costellano. Strade lastricate di storia accolgono i visitatori di Asti Percorrete il corso intitolato all Alfieri e ve ne accorgerete immediatamente. Nella piazza omonima troverete la torre Comentina e il monumento all Unità d Italia. Senza andare molto lontano incontrerete poi la cattedrale di Santa Maria Assunta, considerata la più importante costruzione religiosa gotica del Piemonte, la collegiata di San Secondo, dove sono custodite le reliquie del patrono della città, la chiesa parrocchiale di Viatosto, la chiesa di Santa Maria Nuova e la chiesa della Madonna del Portone, che conserva al suo interno la porta medievale di San Marco. Tra i principali edifici medievali e case-forti medievali meritano quanto meno un passaggio palazzo Catena, palazzo Zoya e il palazzo del Podestà (o del Comune). Un capitolo a parte va dedicato alle torri, di cui la città è costellata, rendendo il suo paesaggio visto dalle colline prospicienti davvero unico. Da visitare, tenendo lo sguardo ben rivolto verso l alto, la torre Asinari, la torre e il palazzo Gazzelli, la torre De Regibus, la torre Guttuari, la torre e i palazzi Natta. Infine, nella zona nord occidentale della città, è possibile ammirare un tratto delle antiche mura utilizzate per la difesa in epoca medioevale. Le dolci colline paradiso del buon vino Colline disegnate con linee morbide e sinuose, castelli adagiati sulle loro cime e vigneti che ricoprono i pen- Pronti a partire ACQUI TERME (AL) HOTEL VALENTINO *** dal 04/03 al 08/09/2015 Pacchetto 2 notti in trattamento di mezza pensione comprensivo di ingresso presso l area wellness e sconto 10% per trattamenti benessere. Per scoprire i dettagli dell offerta e molte altre destinazioni, ti invitiamo a consultare a pagina 59 la sezione dedicata ai viaggi di Poli. a partire da 105 a persona Foto: Panoramica del Monferrato

17 17 Barbera dii. Questo sono, in poche parole, le Langhe: il triangolo di valli incastonato tra Cuneo, Asti e Alba. Per scoprirne tutta la bellezza è possibile fare una gita speciale, lungo la Strada romantica delle Langhe, nei pressi di Cuneo. Percorrendo questa rinomata via, che è molto suggestiva nella stagione autunnale e primaverile per i suoi colori struggenti, fra uliveti, noccioleti e vigneti, visiterete undici caratteristici paesini. L aria che si respira lungo la strada è quella mai mutata della natura che ha trovato un modo di convivere armoniosamente con l uomo. Lungo il percorso, si incontreranno osterie e ristoranti dove si potranno fare delle gustosissime pause. Un viaggio unico, per le coppie, per le famiglie e per gli appassionati di natura e buon cibo. Barbera, vino Doc dal carattere deciso Robusto e ricco di personalità, la Barbera (si indica al femminile) per decenni ha rappresentato il classico vino rosso da pasto, molto apprezzato in origine dai consumatori piemontesi e ora in gran parte del territorio italiano. Viene ricavato dall omonimo vitigno autoctono, ed è considerato un vino tradizionale della regione così come il moscato, il grignolino e il nebbiolo. La sua espansione è stata costante nei secoli ed oggi è il vitigno a bacca rossa più diffuso nella regione, principalmente nelle zone di Alba, di Asti, e dell oltrepò Pavese. La Barbera è da bere giovane nella sua versione senza invecchiamento, da lasciare riposare alcuni anni prima di degustarla nelle sue versioni superiori. Può essere commercializzata sotto diverse denominazioni di origine controllata, spesso con tipologie particolari, come la Barbera di Asti o d Alba, che è definita superiore dopo un anno di invecchiamento in botte di rovere se presenta lo 0,5% in più di alcool sviluppato. Tipico piemontese è anche la Barbera vivace, ovvero un vino giovane con leggera effervescenza. Come arrivare Per raggiungere Asti da Trento in auto percorrete l E45 fino all A4 poi proseguite fino allo svincolo per l A21 e seguite la strada fino all arrivo ad Asti. Il costo, incluso caselli e carburante è di circa 60 euro a tratta per tre ore e mezza di viaggio. In treno, invece, occorre cambiare a Bologna oppure a Verona e successivamente Torino (la seconda opzione è molto più scomoda). Il costo del viaggio è di circa 60 euro per cinque ore e mezza di viaggio.

18 18 BUON CIBO Sette semi da scop per ricette e spuntini ( ) Si consumano durante i pasti in ricette fantasiose oppure come snack croccanti. Ne abbiamo scelti sette: ecco perché sono così speciali. Si tratta, semplicemente, della base della vita vegetale: una piccola pianta in embrione ricca di preziosi elementi nutrienti. Un seme è un alimento prodigo di grandi qualità, tutte utili per migliorare il nostro benessere fisico. E questo succede grazie a proteine, fibre vegetali, acidi grassi essenziali, tutti contenuti nei semi. Ma a cosa servono? A fortificare l organismo nella prevenzione delle malattie. Ma per preservarne le caratteristiche bisogna assumere i semi vivi, cioè crudi: i migliori per il nostro organismo sono quelli di melograno, sesamo, zucca, canapa, chia, lino e girasole. Semi di melograno Le proprietà del melograno sono conosciute fin dall antichità: il frutto ha dei chicchi succosi che contengono poche calorie, ricchi di vitamina K, B, A e C. Il melograno contiene anche proteine, potassio, carboidrati, ferro, calcio, magnesio, fosforo. I chicchi hanno un azione antitumorale e il loro consumo regolare riduce la presenza di colesterolo, combatte l obesità e migliora in generale il nostro benessere complessivo. Semi di sesamo Nati lontano, nell India e in Africa, i semi di sesamo sono ricchissimi di calcio e magnesio e hanno dosi abbondanti di fosforo e acido folico. Ottima soluzione per aumentare il colesterolo buono (l HDL) e ridurre quello cattivo (LDL): pensate che 100 grammi di sesamo contengono un quarto della dose giornaliera suggerita di acido folico. In generale, i semi di sesamo regolano la pressione sanguigna, sono benefici per le ossa e migliorano le funzioni del fegato. Semi di zucca Ricchi di vitamina B, i semi di zucca hanno grandi quantità di magnesio, manganese e fosforo, oltre che di proteine, ferro, rame e zinco. Molto adatti per uno spuntino sano, grazie alla scarsezza di zucchero e grassi saturi e alla presenza di Omega 3: sgranocchiare

19 19 rire salutari Un menù ricco di chicchi Se pensiamo a un intera giornata, le occasioni per consumare i semi che vi abbiamo appena descritto sono molteplici. Iniziando con la colazione, dove potete cibarvi del pane con i semi di sesamo o di quello ai semi di zucca: allo yogurt si possono aggiungere semi di chia e di girasole. Questi ultimi, insieme a quelli di zucca, possono entrare anche nel nostro piatto di cereali o di muesli immersi nel latte. Inoltre, i semi di zucca diventano, insieme a noci, mandorle o arachidi, un ricco ingrediente da aggiungere ai frullati di frutta o verdura. A pranzo, se avete in mente un insalata ai legumi, arricchitela con i semi di girasole, chia e zucca. E i più intraprendenti potranno preparare come primo un hummus a base di sesamo. Altra variante per il pranzo è la pasta con il pesto dei semi di canapa o zucca. Per cena, una buona zuppa o minestra può essere arricchita da semi di lino (da aggiungere a fine cottura). E se si prepara qualcosa di proteico, come seitan o tofu saltati, i semi di zucca o di chia possono diventare un ottima aggiunta. semi di zucca potrà aiutare a contenere il colesterolo e a prevenire il cancro alla prostata attraverso le loro specifiche proprietà antinfiammatorie. Semi di canapa I semi di canapa sono un alimento completo dal punto di vista proteico, visto che contengono tutti gli aminoacidi essenziali. Questi semi sono utilissimi a rafforzare il nostro sistema immunitario e sono ricchi di vitamine: una combinazione di elementi che rende i chicchi di canapa utili alla prevenzione del colesterolo alto, della sinusite, dell asma, dell artrosi, della tracheite e di [ segue ]

20 20 BUON CIBO altre malattie legate all apparato cardiocircolatorio. Semi di chia Estratti da una pianta floreale ricca di proprietà nutritive, la Salvia hispanica, l uso dei semi di chia risale alle civiltà Azteche. Ricchissime di Omega 3 (anche più dei semi di lino), queste sementi sono eccellenti contenitori di carboidrati, proteine e lipidi, oltre che di fibre solubili e insolubili e, come nel caso della canapa, contengono tutti gli aminoacidi essenziali. Non solo: pensate che posseggono 7 volte la vitamina C presente nelle arance, 3 volte il ferro negli spinaci, più potassio delle banane e calcio del latte. Una delizia per il palato, un toccasana per l organismo. Semi di lino Noti già al fondatore della medicina Ippocrate per le loro proprietà curative, in generale i semi di lino stimolano il sistema immunitario, prevengono le intolleranze, favoriscono la depurazione dell organismo e dei tessuti cutanei e regolarizzano i processi intestinali. Le loro proprietà depuranti sono considerate come funzionali anti rughe e aiutano a mantenersi giovani anche grazie alla grande ricchezza di grassi buoni, come gli Omega 3. Semi di girasole Questi elementi hanno un elevato contenuto vitaminico e poche calorie: ricchi di ferro e magnesio, i semi di girasole sono noti per le loro proprietà antitumorali e per l utilità nella prevenzione di arteriosclerosi e diabete. Non solo: questi semi regolano le funzioni intestinali e il colesterolo, e si presentano come potenti antistress, utili a prevenire le malattie cardiovascolari. I semi che non ti aspetti... Come visto, la scelta di semi da inserire nella nostra dieta è ricca di possibilità: ecco ancora qualche variante da aggiungere al menù. Si tratta di chicchi che potrete trovare nella frutta. Si comincia con gli acini d uva che hanno semini ricchi di antiossidanti naturali, vitamina E e acido linolieco, utili per prevenire tumori, ipertensione, colesterolo alto. Tocca poi ai semi di mandarino, prodighi di vitamina C, e a quelli di albicocca (che si trovano all interno del nocciolo), che posseggono fibre alimentari e proteine....e quelli da evitare Alcuni semi possono essere dannosi per la nostra salute: per fortuna, spesso sono quelli più difficili da assaporare. Come i semi di ciliegia, sicuramente lontani dalla nostra alimentazione: questi embrioni vegetali sono ricchi di amigdalina, un composto tossico, e se il nocciolo è masticato libera piccole dosi di cianuro. Anche i semi di mela contengono amigdalina e quindi la loro ingestione può intossicarci. Sconsigliato è infine masticare i semini dell anguria: quando se ne mangiano parecchi si può incorrere in dolori addominali o problemi di digestione.

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

Livello intermedio DAL GRANO AL PANE

Livello intermedio DAL GRANO AL PANE Livello intermedio DAL GRANO AL PANE Indice Storia del pane 4 Selezione dei cereali 5 Cerealicoltura 6 Dal mugnaio 7 Dal panettiere 8 I tipi di pane 9 Il pane nell alimentazione 10/11 Il pane nelle usanze

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

OH CIELO...SIAMO FRITTI!!!

OH CIELO...SIAMO FRITTI!!! Kitchen Cri OH CIELO...SIAMO FRITTI!!! 10 Ricette per aumentare Grassi e Colesterolo Ecco l'indice delle ricette: 1. Cordonbleu di pollo e prosciutto 2. Gamberi in panatura di patate 3. Mozzarella in carrozza

Dettagli

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie!

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! Family Trancio di Prosciutto 2 kg Trancio di Pancetta Arrotolata 600 gr Zampone 1 kg Lenticchie 500 gr Trentingrana 500 gr Mortadella 500 gr Pasta

Dettagli

Freschezza in Svizzera

Freschezza in Svizzera Freschezza in Svizzera Tutte le sedi nel mondo sono disponibili all indirizzo: marche-restaurants.com AIRPORT ZÜRICH Diventate fan di Marché! facebook.com/marcherestaurantsschweiz BELLINZONA Tempo di spezie

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro!

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro! 1. A parte questo, possedevo un paio di altre caratteristiche che non facevano propriamente pensare a un cuoco in carriera. Ero soprattutto lento. Ero lento a muovermi, lento a pensare, lento di comprendonio,

Dettagli

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco Carta dei Vini 2015 Vini SPUMANTI Franciacorta Cuve Imperiale Brut Superiore Brut Berlucchi Regione LOMBARDIA Uve Chardonnay e Pinot Nero Vino Bouquet ricco e persistente,con note fruttate e floreali.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

DOLCETTO D ACQUI PIEMONTE GRIGNOLINO BARBERA MONFERRATO. Denominazione di Origine Controllata. Denominazione di Origine Controllata

DOLCETTO D ACQUI PIEMONTE GRIGNOLINO BARBERA MONFERRATO. Denominazione di Origine Controllata. Denominazione di Origine Controllata Piemonte Piemonte Piemonte DOLCETTO D ACQUI PIEMONTE GRIGNOLINO BARBERA MONFERRATO ZONA DI PRODUZIONE Colline del Monferrato, province di Alessandria e Asti ZONA DI PRODUZIONE Colline del Monferrato, nelle

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA I T A L I A N O EXPO 2015 I marchi DOP e IGP sono marchi di qualità che vengono assegnati dalla Commissione Europea. I requisiti per il riconoscimento

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso PINOT GRIGIO : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% : in bianco, solo acciaio NOTE GUSTATIVE : colore giallo paglierino con riflessi dorati. Profumo elegante di frutta matura, fiori di campo e fieno

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Manuale per la preparazione dei dolci in casa Nuova edizione

Manuale per la preparazione dei dolci in casa Nuova edizione Gentile Signora, con questo libro Le proponiamo, insieme alle più note ed apprezzate ricette delle precedenti edizioni, molte nuove idee di dolci da preparare in casa. L ampio ricettario è allo stesso

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Ogni giorno gettiamo il seme della qualità

Ogni giorno gettiamo il seme della qualità Ogni giorno gettiamo il seme della qualità La qualità scivola tra gesti semplici Una vocazione dalle radici profonde Ieri è già domani La molitura del grano è una preziosa tradizione che si tramanda di

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara Prologo Se vi domandate il perchè di questo mio curioso documento è presto detto: il 17 Gennaio è stato festeggiato il Carbonara Day. Quel giorno tutti i ristoranti

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

L INDICE LA PREMESSA. Testo: Agostino Macrì Disegni: Arianna Buzzi LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5

L INDICE LA PREMESSA. Testo: Agostino Macrì Disegni: Arianna Buzzi LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5 LA PREMESSA L INDICE LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5 INIZIATIVE DELL UNIONE EUROPEA 6 TUTELA DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI TRADIZIONALI 7 SITUAZIONE ITALIANA

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte

Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte Egregio Collega, Qual è la migliore copertura di cioccolato al latte? Quali sono le sue potenzialità? oppure Che sapore assume quando utilizzato in

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete

Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete Questo opuscolo è per chi vuole imparare a cucinare piatti vegan, vale a dire 100% vegetali: spiega in dettaglio quali sono gli

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Schede tecniche LA SOURCE

Schede tecniche LA SOURCE Schede tecniche LA SOURCE s.a.s di Celi Stefano & C. Società Agricola - C.F. e P. IVA 01054500077 Loc. Bussan Dessous, 1-11010 Saint-Pierre (AO) - Cell: 335.6613179 - info@lasource.it Documento scaricato

Dettagli

Gioco sensoriale stagionale

Gioco sensoriale stagionale Obiettivi Conoscere la frutta e la verdura di stagione grazie all aiuto dei cinque sensi. Allenare l utilizzo isolato dei sensi Età Da 7 anni Luogo In classe Timo Ullmann/WWF Svizzera Il gioco sensoriale

Dettagli

Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani. Progetto. Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare

Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani. Progetto. Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani Progetto Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare Come presa in carico di responsabilità, di tutoraggio Percorso1 dalla spiga al pane Percorso

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione SELEX ACETI AROMATIZZATI - BALSAMICI - CONDIMENTI Crema Classica all'aceto Balsamico

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario CUCINARE SUPERFACILE cucinaresuperfacile.com BioStory: Il mio nome è Antonella. Sono fatta di esperienza e buonsenso, voglia di vivere e tenacia, il buon cibo è la mia

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli IL COST CONTROL Il controllo dei Costi nella Ristorazione a cura di Marco Comensoli 1 La Ristorazione I Costi I Costi I principali costi delle attività di ristorazione sono: Le risorse umane; Gli alimenti;

Dettagli

o ami la carne o te ne innamorerai Menù

o ami la carne o te ne innamorerai Menù o ami la carne o te ne innamorerai Menù Hanno inventato il matrimonio perché non si può cucinare per una persona sola. Anche per questa ragione amiamo cucinare gli stessi piatti per più persone. Nel caso,

Dettagli

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG)

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) EMAA 13/14 XII / 1 DO e IG protette da cosa? Il Regolamento

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli