IL DELIRIUM (STATO CONFUSIONALE ACUTO) Una condizione clinico-assistenziale spesso sottovalutata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL DELIRIUM (STATO CONFUSIONALE ACUTO) Una condizione clinico-assistenziale spesso sottovalutata"

Transcript

1 IL DELIRIUM (STATO CONFUSIONALE ACUTO) Una condizione clinico-assistenziale spesso sottovalutata Abstract / Sintesi dei contenuti Il delirium è una sindrome psicogeriatrica caratterizzata da una variazione acuta delle performances cognitive, disturbo dell attenzione, incoerenza/incongruenza del pensiero, e alterazioni dello stato di vigilanza che frequentemente colpisce le persone anziane, in special modo se fragili. In genere trattasi di un fenomeno transitorio, che tende a durare alcune ore o al massimo giorni, anche se studi recenti hanno dimostrato che può durare più a lungo. Il delirium impatta su molteplici outcomes clinici, tra cui un prolungamento della durata della degenza, un peggioramento delle funzioni cognitive, un incremento dei costi ed un maggior rischio di istituzionalizzazione e di mortalità. L effetto del delirium sulla mortalità non si esaurisce nel breve periodo ma può persistere per periodi superiori anche ai 12 mesi. Il delirium colpisce uno su 5 degenti ma sovente non viene riconosciuto o erroneamente attribuito ad altre condizioni (ad esempio è frequentemente scambiata per un disturbo comportamentale della demenza). Il mancato riconoscimento del delirium è stimabile nell ordine del 50-70% e riguarda non soltanto i medici, ma anche gli infermieri e il personale di assistenza. Il problema non è soltanto diagnostico, ma anche terapeutico e di gestione clinica. Infatti, un mancato riconoscimento si associa a un inadeguato management clinico che espone il paziente affetto da delirium ad un rischio aumentato di eventi clinici sfavorevoli. Inoltre tanto maggiore è la durata del delirium tanto maggiore è il rischio di complicanze e di ridotta sopravvivenza; ciò suggerirebbe in modo diretto l importanza di limitare il più possibile la durata del delirium. In questa prospettiva si colloca il presente congresso che è finalizzato ad inquadrare dal punto di vista clinico ed organizzativo le problematiche che il paziente anziano affetto da delirium pone nei vari contesti di cura ospedaliera in cui si trova ad essere ricoverato. In particolare, si analizzeranno i problemi del paziente anziano affetto da delirium nei reparti chirurgici e medici a elevata intensità di cura e nelle strutture post-ospedaliere e del territorio. MAGGIOLI FORMAZIONE E CONSULENZA (marchio di proprietà di Maggioli SpA) VIA DEL CARPINO SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN) TEL FAX

2 PROGRAMMA Ore Inizio dei lavori Presiede e introduce: Maria Lia Lunardelli Aspetti diagnostici nei vari ambiti di cura Giuseppe Bellelli La clinica e la terapia del delirium Alessandro Morandi Prevenzione e gestione del delirium nelle residenze per anziani Ermellina Zanetti Conclusioni operative Marco Trabucchi Ore Chiusura lavori DOCENTI Marco Trabucchi, Direttore Scientifico del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia Ermellina Zanetti, Direttore della Sezione Progetti del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia Alessandro Morandi, Dirigente medico Dipartimento di Riabilitazione Ancelle di Cremona Giuseppe Bellelli, Ricercatore Clinica Geriatrica, Dip.to Scienze della Salute Università degli Studi Milano-Bicocca MATERIALE DIDATTICO A fine lavori verranno messe a disposizione dei partecipanti in formato elettronico le slides presentate dai relatori. QUOTA DI ISCRIZIONE INDIVIDUALE iva 21%* * Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni). La quota di iscrizione dà diritto a partecipare a tutte le iniziative organizzate all interno del Forum sulla non autosufficienza, in programma a Bologna nei giorni 20 e 21 novembre MAGGIOLI FORMAZIONE E CONSULENZA (marchio di proprietà di Maggioli SpA) VIA DEL CARPINO SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN) TEL FAX

3 F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome TRABUCCHI MARCO MARIO Indirizzo Via Fratelli Lombardi, Brescia (BS) Telefono Fax Nazionalità italiana Luogo e data di nascita Verona, 23/6/1946 Codice fiscale TRBMCM46H23L781H Date (da a) Qualifica Specializzazione Incarichi professionali ATTUALMENTE (IN SINTESI) Medico chirurgo Psichiatria Dal 1987 Direttore Scientifico del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia Dal 1991 Professore ordinario Cattedra di Neuropsicofarmacolgia presso l Università di Roma Tor Vergata ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Dal 2008 Nome e indirizzo del datore Associazione Italiana di Psicogeriatria, Via Fratelli Lombardi n. 2, di Brescia Principali mansioni e Presidente responsabilità Date (da a) da gennaio 2004 a dicembre 2005 Nome e indirizzo del datore Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, Via Vanini n. 5, Firenze di Tipo di impiego Presidente Date (da a) Dal 1999 al 2003 Nome e indirizzo del datore Associazione Italiana di Psicogeriatria di Principali mansioni e Presidente responsabilità

4 Date (da a) Dal 1991 Nome e indirizzo del datore Università di Roma Tor Vergata, Via Montpellier n. 1, Roma di Tipo di impiego Professore ordinario Principali mansioni e responsabilità Cattedra di Neuropsicofarmacologia Dipartimento di Medicina dei Sistemi Date (da a) Dal 1987 Nome e indirizzo del datore Gruppo di Ricerca Geriatrica, Via Fratelli Lombardi n. 2, Brescia di Principali mansioni e Direttore scientifico responsabilità ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date (da a) Nel 1987 Nome e tipo di istituto di Gergetown Institute for Neuroscience, Washington DC, USA istruzione o formazione Principali materie / abilità Visiting professor professionali oggetto dello studio Date (da a) Dal 1972 al 1974 Nome e tipo di istituto di National Institute of Mental Health, Saint Elisabeth s Hospital, Washington DC, istruzione o formazione USA Principali materie / abilità Ricercatore professionali oggetto dello studio Date (da a) 1970 Nome e tipo di istituto di Università di Padova istruzione o formazione Qualifica conseguita Laureato con lode in Medicina e Chirurgia CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI MADRELINGUA ITALIANO ALTRA LINGUA Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI CAPACITÀ E COMPETENZE INGLESE Eccellente Eccellente Eccellente Ha presentato relazioni su invito a oltre 120 congressi internazionali. -Ha svolto un ampia attività consulenziale per enti pubblici, in particolare per il 2

5 ORGANIZZATIVE. Ministero della Sanità (ha diretto il gruppo di per la preparazione del Piano Sanitario Nazionale ), la Regione Lombardia (stesura del Piano Alzheimer), varie Aziende Sanitarie Locali. -E stato coordinatore delle direzioni mediche delle II.PP.A.B. di Milano. -Ha partecipato a numerosi gruppi di per l attribuzione di finanziamenti presso il CNR, i Ministeri della Sanità e dell Università e Fondazioni private. -Ha fatto parte del Consiglio Superiore di Sanità, della Commissione per la Ricerca Scientifica del Ministero della Sanità e della Commissione Unica del Farmaco. -E titolare di numerosi progetti di ricerca di istituzioni pubbliche e private a livello internazionale. -È membro di numerose società scientifiche nazionali ed internazionali. -E nell advisory board di numerose riviste nazionali ed internazionali in ambito geriatrico. -Ha pubblicato oltre 600 lavori su riviste recensite, prevalentemente su problematiche psicogeriatriche e di clinica geriatria. -E autore e/o coautore di 116 volumi a carattere medico-scientifico. -Da oltre 30 anni svolge intensa attività didattica e di informazione in ambito geriatrico e gerontologico, rivolta ai medici, agli infermieri, alle altre figure professionali dell'area socio-sanitaria ed al grande pubblico. -Dal 1970 al 1976 l'attività scientifica è stata rivolta alla ricerca clinica e sperimentale nell'ambito delle neuroscienze, con particolare attenzione ai meccanismi patogenetici delle principali malattie del sistema nervoso centrale. -Dal 1977 ad oggi l'attività scientifica è stata rivolta prevalentemente allo studio degli eventi biologici, clinici e sociali correlati all'invecchiamento normale e patologico, con particolare attenzione ai seguenti aspetti: a) meccanismi molecolari dell invecchiamento fisiologico b) meccanismi molecolari dell invecchiamento patologico, con attenzione specifica alla patogenesi della demenza di Alzheimer c) epidemiologia dell'invecchiamento normale e patologico, con particolare riguardo agli studi sul rapporto tra malattia e disabilità d) diagnosi di patologie correlate all'invecchiamento, utilizzando, oltre alle procedure tradizionali, le tecniche più avanzate di assessment, comprendenti imaging e aspetti neuropsicologici e) terapia delle malattie dell anziano, con attenzione alle problematiche poste nel paziente fragile dalla polipatologia e dalla perdita di autosufficienza f) organizzazione dei servizi di cura all'anziano, in ambito ospedaliero, negli Istituti di Riabilitazione Geriatrica, nelle Residenze Sociali e Sanitarie, nel territorio. Il sottoscritto è a conoscenza che, ai sensi dell art. art. 76 del DPR 445/2000, le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali. Inoltre, il sottoscritto autorizza al trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dalla Legge 196/03. Brescia, 3 ottobre

6 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome BELLELLI GIUSEPPE Indirizzo Via G. Corna Pellegrini, Brescia Telefono Fax Codice Fiscale BLLGPP63A29B157A Nazionalità Italiana Luogo e data di nascita Brescia, 29 gennaio 1963 Date (da a) Qualifica Specializzazione Incarichi professionali ATTUALMENTE (IN SINTESI) Medico Chirurgo Geriatria e gerontologia Ricercatore a tempo indeterminato Clinica Geriatrica, Dipartimento di Scienze della Salute Università degli Studi Milano-Bicocca Dall è dirigente medico I livello SCC Geriatria, Azienda Ospedaliera S Gerardo Monza Dall è consulente scientifico Dipartimento di Riabilitazione Clinica Ancelle della Carità di Cremona. Associate Editor della rivista BMC Geriatrics Dal 2007 è membro del consiglio direttivo della sez lombarda della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG). Per la SIGG è coordinatore nazionale del gruppo di studio sulle Ortogeriatrie. Dal 1992 è membro del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia e dal 2002 dell Associazione Italiana di Psicogeriatria (AIP). Dal 2012 è coordinatore nazionale del Gruppo Italiano di Ortogeriatria per conto di SIGG e AIP E membro dell European Delirium Association ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Nome e indirizzo del datore di Tipo di azienda o settore Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità Dal 23 dicembre 2010 a tutt oggi c/o Dipartimento di Scienze della Salute Università degli Studi Milano-Bicocca Dall a tutt oggi c/o SCC Geriatria, Azienda Ospedaliera S Gerardo Monza Università degli Studi Milano-Bicocca e SCC Geriatria AO S Gerardo Monza Ricercatore a tempo indeterminato e dirigente medico I livello Insegnamento corso di laurea in Medicina e Chirurgia, insegnamento scuole di specializzazione in gerontologia e Geriatria e Neurologia, ricerca scientifica Date (da a) Dal 2000 al 22 dicembre 2010 Nome e indirizzo del datore di Clinica Ancelle della Carità, Via Aselli, Cremona Tipo di azienda o settore Istituto Ospedaliero di Riabilitazione Tipo di impiego Medico geriatra Principali mansioni e responsabilità Responsabile Dipartimento Riabilitazione (UUOO Riabilitazione Specialistica, Generale Geriatrica e Mantenimento) Pagina 1 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

7 Date (da a) Dal febbraio 2002 al marzo 2004 Nome e indirizzo del datore di Clinica Ancelle della Carità Via Aselli, Cremona Tipo di azienda o settore Istituto Ospedaliero Tipo di impiego Medico geriatra Principali mansioni e responsabilità Responsabile f.f. dell UF Medicina, Clinica Ancelle della Carità, Cremona. Date (da a) Dal 1997 al 2000 Nome e indirizzo del datore di UO Geriatria Istituto Ospedaliero Fondazione Poliambulanza, Via Bissolati Brescia Tipo di azienda o settore Istituto Ospedaliero Tipo di impiego Medico geriatra Principali mansioni e responsabilità Assistente a tempo pieno Date (da a) Dal 1994 al 1997 Nome e indirizzo del datore di RSA Pia Opera S.Angela Merici, Via Gramsci, Desenzano d/g, Brescia Tipo di azienda o settore RSA Tipo di impiego medico geriatra e direzione sanitaria Principali mansioni e responsabilità Direttore sanitario. Date (da a) Dal 1995 al 1997 Nome e indirizzo del datore di RSA Pia Opera Milanesi e Frosio, Via Canevari, Trigolo, Cremona Tipo di azienda o settore RSA Tipo di impiego Medico geriatra Principali mansioni e responsabilità Consulenza geriatrica c/o la RSA Pia Opera Milanesi e Frosio, Trigolo, Cremona. Date (da a) Dal 1989 al 1997 Nome e indirizzo del datore di IIPPAB Centro di Servizi Socio-Sanitari Giroldi Forcella, Via Cavalieri di Vitt. Veneto 9/a, Pontevico (BS) Tipo di azienda o settore IIPPAB Tipo di impiego Medico geriatra Principali mansioni e responsabilità Medico geriatra c/o IIPPAB Centro di Servizi Socio-Sanitari Giroldi Forcella Pontevico, Brescia, presso cui, dal 1992 al 1997, ha svolto anche funzioni di direzione sanitaria. ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date (da a) 2005 Principali materie / abilità Certificato di Formazione Manageriale per Dirigente Sanitario di Struttura Complessa professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Formazione Manageriale per Dirigente Sanitario di Struttura Complessa Date (da a) 1992 Nome e tipo di istituto di istruzione Università degli Studi di Parma o formazione Principali materie / abilità Facoltà di Medicina e Chirurgia professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Specializzazione in Gerontologia e Geriatria Date (da a) 1989 Nome e tipo di istituto di istruzione Università degli Studi di Milano o formazione Principali materie / abilità Facoltà di Medicina e Chirurgia professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Abilitazione professionale Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) Pagina 2 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

8 Date (da a) 1988 Nome e tipo di istituto di istruzione Università degli Studi di Milano o formazione Principali materie / abilità Facoltà di Medicina e Chirurgia professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Laurea in Medicina e chirurgia Date (da a) 1981 Nome e tipo di istituto di istruzione Liceo Ginnasio Arnaldo di Brescia o formazione Qualifica conseguita Maturità classica CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI PRIMA LINGUA ALTRE LINGUE Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI CAPACITÀ E COMPETENZE ORGANIZZATIVE CAPACITÀ E COMPETENZE TECNICHE CAPACITÀ E COMPETENZE ARTISTICHE ITALIANO INGLESE OTTIMA OTTIMA BUONA Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in gruppo Capacità di comunicazione in gruppo di e in situazione pubblica quali convegno e corsi di formazione, capacità di analisi e intervento nell ambito della consulenza presso enti di formazione e organizzazioni lavorative Capacità di pianificazione dell attività lavorativa singola e di altri Abilità informatiche relative alla gestione dei più comuni software su base microsoft, word, excel, power point e SPSS ad un livello buono. Ama la musica ed ha suonato pianoforte per una decine d anni in età adolescenziale-giovanile ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE PATENTE O PATENTI AUTOMUNITO PATENTE B ULTERIORI INFORMAZIONI Pagina 3 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

9 PUBBLICAZIONI SU RIVISTE INDICIZZATE IN LINGUA INGLESE 1. Bellelli G, Frisoni GB, Bianchetti A, Trabucchi M. The Bedford Alzheimer Nursing Severity Scale for the Severely Demented: Validitation Study. Alzh Dis Assoc Dis 1997;11: Bellelli G, Frisoni GB, Bianchetti A, Boffelli S, Guerrini GB, Scotuzzi AM, Ranieri P, Ritondale G, Guglielmi L, Fusari A, Raggi GC, Gasparotti A, Gheza A, Nobili GL, Trabucchi M. Special Care Units for the Demented Patients: a Multicenter Study. Gerontologist, 1998 Aug;38(4): Bellelli G, Barbisoni P, Rozzini R, Trabucchi M. A rare case of successful antibiotic therapy in an elderly man with a retarded aorto-bifemoral graft infection. Aging. 1999;11: Bellelli G., Barbisoni P., Gusmeri A, Sabatini T, Rozzini R, Trabucchi M. Underuse of anticoagulation in older patients with chronic atrial fibrillation: malpractice or accuracy? J Am Geriatr Soc. 1999;47: Bellelli G, Bianchetti A, Trabucchi M. Comprehensive geriatric evaluation should be routine before treatment is started. BMJ. 2000;321: Sabatini T, Frisoni GB, Barbisoni P, Bellelli G, Rozzini R, Trabucchi M. Atrial fibrillation and cognitive disorders in older people. J Am Geriatr Soc. 2000; 48: Bellelli G, Rozzini R, Barbisoni P, Sabatini T, Trabucchi M. Geriatric assessment and anticoagulation in elderly patients with chronic atrial fibrillation. Arch Intern Med. 2000;160: Rozzini R, Sabatini T, Barbisoni P, Bellelli G, Trabucchi M. Dementia is a major predictor of death among the Italian elderly. Neurology. 2000;54: Bellelli G, Frisoni G, Barbisoni P, Boffelli S, Rozzini R, Trabucchi M. The management of the Adverse Clinical Events (ACEs) in NH: a 1-year survey study. J Am Geriatr Soc Jul;49(7): Bellelli G, Rozzini R, Frisoni GB, Trabucchi M. Is C-reactive protein an independent risk factor for essential hypertension? J Hypertens Nov;19(11): Bellelli G, Pezzini A, Bianchetti A, Trabucchi M. Increased blood pressure variability may be associated with cognitive decline in hypertensive elderly subjects with no dementia. Arch Intern Med Feb 25;162(4): Guerini F, Bellwald C, Metitieri T, Bellelli G An unusual case of spontaneous and remitting functional decline in an elderly man: is "functional delirium" a clinical entity? Aging Clin Exp Res 2002 Jun;14(3): Bellelli G, Guerini F, Bianchetti A, Trabucchi M Anticoagulation in disabled patients. Arch Intern Med Jan 14;162(1): Bellelli G, Bianchetti A, Trabucchi M. Let's strip the king: eligibility not safety is the problem of anticoagulation for stroke prevention in elderly patients with atrial fibrillation.. Arch Intern Med May 13;162(9): Bellelli G, Guerini F, Bianchetti A, De Palma D, Ther P, Trabucchi M. Medical comorbidity and complexity of the rehabilitative procedures for older patients with functional impairments. J Am Geriatr Soc Dec;50(12): Bellelli G, Lucchi E, Cipriani G, Frisoni GB, Trabucchi M. Executive dysfunction and depressive symptoms in cerebrovascular disease. J Neurol Neurosurg Psychiatry (4): Pezzini A, Bianchetti A, Bellelli G, Trabucchi M. Caregiving and age: the case of a very old sister of an Alzheimer s disease patient. J Am Geriatr Soc. J Am Geriatr Soc Dec;51: Guerini F, Frisoni GB, Bellwald C, Rossi R, Bellelli G, Trabucchi M. Subcortical Vascular Lesions Predict Pagina 4 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

10 Functional Recovery Following Rehabilitation in Patients with L-Dopa Refractory Parkinsonism. J Am Geriatr Soc. J Am Geriatr Soc Feb;52: Speciale S, Turco R, Magnifico F, Bellelli G, Trabucchi M. Frailty is the main predictor of falls in elderly patients undergoing rehabilitation training. Age Ageing Jan;33(1): Rozzini R, Bellelli G, Trabucchi M. High tech and high touch. J Gerontol A Biol Sci Med Sci Jan;59(1): Bellelli G, Trabucchi M. The specificity of prescription patterns in secondary stroke prevention. J Neurol Neurosurg Psychiatry Mar;75(3): Bellelli G, Frisoni GB, Lucchi E, Guerini F, Geroldi C, Magnifico F, Bianchetti A, Trabucchi M. Blunted reduction in night-time blood pressure is associated with cognitive deterioration in subjects with long-standing hypertension. Blood Press Monit Apr;9(2): Lucchi E, Minicuci N, Magnifico F, Mondini S, Calza A, Avanzi S, Villani D, Bellelli G, Trabucchi M. A qualitative analysis of the mini mental state examination on Alzheimer's disease patients treated with cholinesterase inhibitors. Arch Gerontol Geriatr Suppl. 2004(9): Lucchi E, Magnifico F, Bellelli G, Trabucchi M. Mood, behavior and memory. Arch Gerontol Geriatr Suppl. 2004(9): Bellelli G, Rozzini R, Trabucchi M. Establishing an optimal therapeutic range for coumarins. Arch Intern Med, 2004 Nov 8;164(20): Bellelli G, Lucchi E, Minicuci N, Rozzini L, Bianchetti A, Padovani A, Trabucchi M. Results of a multi-level therapeutic approach for Alzheimer s disease subjects in the real world (CRONOS project): a 36-weeks followup study. Aging Clin Exp Res, 2005 Feb;17(1): Bellelli G, Frisoni GB, Trabucchi M. Feeding tube use in Italian nursing homes: The role of cultural factors. J Am Med Dir Assoc Jan-Feb;6(1): Bellelli G, Guerini F, Trabucchi M. Geriatric pocket guide and geriatricians in the rehabilitation of older patients. Arch Phys Med Rehabil Apr;86(4): Rozzini L, Vicini Chilovi B, Bellelli G, Bertoletti E, Trabucchi M, Padovani A. Effects of cholinesterase inhibitors appear greater in patients on established antihypertensive therapy. Int J Geriatr Psychiatry Jun;20(6): Bellelli G, Lucchi E, Magnifico F, Trabucchi M. Rehospitalization and transfers to nursing facilities in elderly patients after hip fracture surgery. J Am Geriatr Soc Aug;53(8): Speciale S, Bellelli G, Trabucchi M. Staff training and use of specific protocols for delirium management. J Am Geriatr Soc Aug;53(8): Bellelli G, Speciale S, Trabucchi M. Predictors of delirium during in-hospital rehabilitation in elderly patients after hip arthroplasty. Age Ageing Sep;34(5): Bellelli G, Guerini F, Trabucchi M. Subcortical vascular disease detected with computed tomography and 1-year physical decline in high-functioning older adults. J Am Geriatr Soc Oct;53(10): Lucchi E, Bellelli G, Magnifico F, Guerini F, Trabucchi M. Cerebrovascular disease and executive dysfunction in geriatric depression. J Gerontol A Biol Sci Med Sci Dec;60(12): Bellelli G, Bianchetti A, Trabucchi M. Blood pressure and cognitive impairment in the elderly. Current Hypertension Reviews Feb, 2(1): 1-9 (review). 36. Padovani A, Borroni B, Brambati SM, Agosti C, Broli M, Alonso R, Scifo P, Bellelli G, Alberici A, Gasparotti R, Pagina 5 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

11 Perani D. Diffusion tensor imaging and voxel based morphometry study in early progressive supranuclear palsy. J Neurol Neurosurg Psychiatry Apr;77(4): Bellelli G, Trabucchi M. Outcomes of older people admitted to postacute facilities with delirium. J Am Geriatr Soc Feb;54(2): Bellelli G, Guerini F, Trabucchi M. Body weight supported treadmill in the rehabilitation of severely demented elderly subjects with hip fracture: a case report. J Am Geriatr Soc Apr;54(4): Borroni B, Perani D, Archetti S, Agosti C, Paghera B, Bellelli G, Di Luca M, Padovani A. Functional correlates of Apolipoprotein E genotype in Frontotemporal Lobar Degeneration. BMC Neurol Aug 24;6: Borroni B, Brambati SM, Agosti C, Gipponi S, Bellelli G, Gasparotti R, Garibotto V, Di Luca M, Scifo P, Perani D, Padovani A. Evidence of white matter changes on diffusion tensor imaging in frontotemporal dementia. Arch Neurol Feb;64(2): Speciale S, Bellelli G, Lucchi E, Trabucchi M. Delirium and functional recovery in elderly patients. J Gerontol A Biol Sci Med Sci Jan;62(1): Bellelli G, Frisoni GB, Pagani M, Magnifico F, Trabucchi M. Does cognitive performance affect physical therapy regimen after hip fracture surgery? Aging Clin Exp Res Apr;19(2): Padovani A, Agosti C, Premi E, Bellelli G, Borroni B. Extrapyramidal symptoms in Frontotemporal Dementia: prevalence and clinical correlations. Neurosci Lett Jul 5;422(1): Epub 2007 Jun Guerini F, Frisoni GB, Bellelli G, Trabucchi M. Subcortical vascular lesions and functional recovery in older patients with gait disorders. Arch Gerontol Geriatr 2007; 45(1): Bellelli G, Trabucchi M. The rehabilitation of patients with dementia after hip fracture. Annals Long Term Care 2007; 15(7): Bellelli G, Speciale S, Barisione E, Trabucchi M. Delirium Subtypes and 1-Year Mortality Among Elderly Patients Discharged from a Post-Acute Rehabilitation Facility [letter]. J Gerontol Medi Sci 2007; 62(10): Bellelli G, Frisoni GB, Turco R, Lucchi E, Magnifico F, Trabucchi M. Delirium Superimposed on Dementia Predicts 12-Month Survival in Elderly Patients Discharged From a Postacute Rehabilitation Facility. J Gerontol Med Sci 2007; 62A(11): Bellelli G, Magnifico F, Trabucchi M. Outcomes at 12 Months in a Population of Elderly Patients Discharged From a Rehabilitation Unit. J Am Med Dir Assoc 2008; 9: Speciale S, Bellelli G, Guerini F, Trabucchi M. C-Reactive Protein Levels and Delirium in a Rehabilitation Ward. [letter] Age Ageing 2008; 37(1): Bellelli G, Rozzini R, Trabucchi M. Composition of the rehabilitation team in postacute care. Arch Phys Med Rehabil Apr;89(4): Bellelli G, Morghen S, Turco R, Trabucchi M. Delirium in older people: an epiphenomenon of incipient death or a separate biological process? Age Ageing May;37(3):353-4; author reply 355. Epub 2008 Mar Borroni B, Archetti S, Alberici A, Agosti C, Gennarelli M, Bigni B, Bonvicini C, Ferrari M, Bellelli G, Galimberti D, Scarpini E, Di Lorenzo D, Caimi L, Caltagirone C, Di Luca M, Padovani A. Progranulin genetic variations in frontotemporal lobar degeneration: evidence for low mutation frequency in an Italian clinical series. Neurogenetics Jul;9(3): Epub 2008 Apr Bellelli G, Trabucchi M. Delirium as the sixth vital sign. J Am Med Dir Assoc May;9(4):279; author reply Pagina 6 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

12 54. Bellelli G, Frisoni GB, Turco R, Trabucchi M. Depressive symptoms combined with dementia affect 12-months survival in elderly patients after rehabilitation post-hip fracture surgery. Int J Geriatr Psychiatry Oct;23(10): Borroni B, Grassi M, Agosti C, Premi E, Archetti S, Alberici A, Bellelli G, Caimi L, Di Luca M, Padovani A. Establishing short-term prognosis in Frontotemporal Lobar Degeneration spectrum: Role of genetic background and clinical phenotype. Neurobiol Aging May 19. [Epub ahead of print] 56. Raglio A, Bellelli G, Traficante D, Gianotti M, Ubezio MC, Villani D, Trabucchi M. Efficacy of music therapy in the treatment of behavioral and psychiatric symptoms of dementia. Alzheimer Dis Assoc Disord Apr- Jun;22(2): Borroni B, Garibotto V, Agosti C, Brambati SM, Bellelli G, Gasparotti R, Padovani A, Perani D. White matter changes in corticobasal degeneration syndrome and correlation with limb apraxia. Arch Neurol Jun;65(6): Guerini F, Frisoni GB, Marrè A, Turco R, Bellelli G, Trabucchi M. Subcortical vascular lesions predict falls at 12 months in elderly patients discharged from a rehabilitation ward. Arch Phys Med Rehabil Aug;89(8): Bellelli G, Bianchetti A, Trabucchi M. Delirium and costs of informal home care. Arch Intern Med Aug 11;168(15): Bellelli G, Morghen S, Trabucchi M. Authors' response to letter from Laurila and colleagues. J Gerontol A Biol Sci Med Sci Oct;63(10): Borroni B, Agosti C, Bellelli G, Padovani A. Is early-onset clinically different from late-onset frontotemporal dementia? Eur J Neurol Dec;15(12): Bellelli G, Morghen S, Torpilliesi T, Trabucchi M. Dementia, delirium, and depression in patients with hip fracture: 1+1 doesn't always make 2. J Am Geriatr Soc Jan;57(1): Turco R, Torpilliesi T, Morghen S, Bellelli G, Trabucchi M. Clinical complexity and Occam's razor: navigating between Scylla and Charibdy of the geriatric practice. A case of secondary hypertension in a very old patient. J Am Med Dir Assoc May;10(4): Garibotto V, Borroni B, Agosti C, Premi E, Alberici A, Eickhoff SB, Brambati SM, Bellelli G, Gasparotti R, Perani D, Padovani A. Subcortical and deep cortical atrophy in Frontotemporal Lobar Degeneration. Neurobiol Aging Jun 4. [Epub ahead of print] 65. Bellelli G, Morghen S, Tirelli V, Trabucchi M. Motor recovery after rehabilitation and long-term clinical outcomes. J Am Geriatr Soc Jul;57(7): Borroni B, Premi E, Agosti C, Alberici A, Garibotto V, Bellelli G, Paghera B, Lucchini S, Giubbini R, Perani D, Padovani A. Revisiting brain reserve hypothesis in frontotemporal dementia: evidence from a brain perfusion study. Dement Geriatr Cogn Disord. 2009;28(2): Borroni B, Alberici A, Grassi M, Turla M, Zanetti O, Bianchetti A, Volta GD, Rozzini R, Gilberti N, Bellelli G, Padovani A. Is Frontotemporal Lobar Degeneration a Rare Disorder? Evidence from a Preliminary Study in Brescia County, Italy. J Alzheimers Dis Sep 11. [Epub ahead of print] 68. Borroni B, Agosti C, Premi E, Cerini C, Cosseddu M, Paghera B, Bellelli G, Padovani A. The FTLD-modified Clinical Dementia Rating scale is a reliable tool for defining disease severity in frontotemporal lobar degeneration: evidence from a brain SPECT study. Eur J Neurol May;17(5): Epub 2009 Dec Borroni B, Grassi M, Agosti C, Bellelli G, Padovani A. Understanding the underpinnings of the frontotemporal Pagina 7 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

13 lobar degeneration: evidence for benign and malignant forms. Am J Geriatr Psychiatry Sep;18(9): Torpilliesi T, Bellelli G, Trabucchi M. Delirium superimposed on dementia is more predictive of adverse outcomes than dementia alone. Int J Geriatr Psychiatry Apr;25(4): Guerini F, Frisoni GB, Morghen S, Speciale S, Bellelli G, Trabucchi M. Clinical Instability as a Predictor of Negative Outcomes among Elderly Patients Admitted to a Rehabilitation Ward. J Am Med Dir Assoc 2010 Jul;11(6): Epub 2010 Apr Turco R, Torpilliesi T, Bellelli G, Trabucchi M. The overlap syndrome of depression and delirium in elderly patients: a comment. J Am Geriatr Soc May;58(5): Padovani A, Cosseddu M, Premi E, Archetti S, Papetti A, Agosti C, Bigni B, Cerini C, Paghera B, Bellelli G, Borroni B. The Speech and Language FOXP2 Gene Modulates the Phenotype of Frontotemporal Lobar Degeneration. J Alzheimers Dis Sep 21. [Epub ahead of print] 74. Bellelli G, Buccino G, Bernardini B, Padovani A, Trabucchi M. Action observation treatment improves recovery of postsurgical orthopedic patients: evidence for a top-down effect? Arch Phys Med Rehabil Oct;91(10): Morghen S, Bellelli G, Manuele S, Guerini F, Frisoni GB, Trabucchi M. Moderate to severe depressive symptoms and rehabilitation outcome in older adults with hip fracture. Int J Geriatr Psychiatry Nov 9. [Epub ahead of print] 76. Raglio A, Bellelli G, Traficante D, Gianotti M, Ubezio MC, Gentile S, Villani D, Trabucchi M. Efficacy of music therapy treatment based on cycles of sessions: A randomised controlled trial. Aging Ment Health Nov;14(8): Bellelli G, Trabucchi M. Diagnosing delirium. JAMA Nov 17;304(19): Guerini F, Morghen S, Lucchi E, Bellelli G, Trabucchi M. Depressive symptoms and one year mortality among elderly patients discharged from a rehabilitation ward after orthopaedic surgery of the lower limbs. Behav Neurol. 2010;23(3): Borroni B, Cerini C, Archetti S, Premi E, Cosseddu M, Ferrari M, Bellelli G, Gasparotti R, Caimi L, Luca MD, Padovani A. Cerebrospinal Fluid Tau in Frontotemporal Lobar Degeneration: Clinical, Neuroimaging, and Prognostic Correlates. J Alzheimers Dis Nov 23. [Epub ahead of print] 80. Rozzini R, Bellelli G, Trabucchi M. Antibiotic treatment for patients affected by severe dementia and pneumonia. Arch Intern Med Jan 10;171(1): Borroni B, Grassi M, Archetti S, Papetti A, Del Bo R, Bonvicini C, Comi GP, Gennarelli M, Bellelli G, Di Luca M, Padovani A. Genetic Background Predicts Poor Prognosis in Frontotemporal Lobar Degeneration. Neurodegener Dis Feb 11. [Epub ahead of print] 82. Bellelli G, Speciale S, Morghen S, Torpilliesi T, Turco R, Trabucchi M. Are Fluctuations in Motor Performance a Diagnostic Sign of Delirium? J Am Med Dir Assoc Oct;12(8): Epub 2010 Oct Torpilliesi T, Bellelli G, Morghen S, Gentile S, Ricci E, Turco R, Trabucchi M. Outcomes of Nonagenarian Patients After Rehabilitation Following Hip Fracture Surgery. J Am Med Dir Assoc Mar 15. [Epub ahead of print] 84. Bellelli G, Trabucchi M. The Role of Physicians in Nursing Homes: A Comment. J Am Med Dir Assoc Mar 25. [Epub ahead of print] DOI: /j.jamda Turco R, Torpilliesi T, Bellelli G, Trabucchi M. Frequency of malnutrition in older adults: a comment. J Am Geriatr Soc Apr;59(4): doi: /j x. Pagina 8 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

14 86. Bossù P, Salani F, Alberici A, Archetti S, Bellelli G, Galimberti D, Scarpini E, Spalletta G, Caltagirone C, Padovani A, Borroni B. Loss of function mutations in the progranulin gene are related to pro-inflammatory cytokine dysregulation in frontotemporal lobar degeneration patients. J Neuroinflammation Jun 6;8: Morghen S, Gentile S, Ricci E, Guerini F, Bellelli G, Trabucchi M. Rehabilitation of older adults with hip fracture: cognitive function and walking abilities. J Am Geriatr Soc Aug;59(8): doi: /j x. Epub 2011 Jul Bellelli G, Bernardini B, Trabucchi M. The specificity of geriatric rehabilitation: myth or reality? A debate from an italian perspective. J Am Med Dir Assoc Feb;13(2):94-95.e Mazzola P, Bellelli G, Baccella P, Annoni G. Anticoagulation management in hip fracture patients: A clinical conundrum. njury Jul;43(7): Epub 2011 Sep Cerri AP, Teruzzi F, Gregorio M, Bellelli G, Annoni G. Takotsubo cardiomyopathy in an elderly patient with severe Alzheimer's disease: a case report. J Am Med Dir Assoc Mar;13(3): Epub 2011 Oct Bellelli G, Trabucchi M. Sharing transnational experiences of psychogeriatric units dedicated to the management of behavioral and psychological symptoms in demented patients. Alzheimer Dis Assoc Disord Oct;25(4): Bellelli G, Noale M, Guerini F, Turco R, Maggi S, Crepaldi G, Trabucchi M. A prognostic model predicting recovery of walking independence of elderly patients after hip-fracture surgery. An experiment in a rehabilitation unit in Northern Italy. Osteoporos Int Jan 6. [Epub ahead of print] 93. Raglio A, Bellelli G, Traficante D, Gianotti M, Ubezio MC, Gentile S, Bellandi D, Villani D, Trabucchi M. Addendum to 'Efficacy of music therapy treatment based on cycles of sessions: a randomised controlled trial' (Raglio et al., 2010). Aging Ment Health. 2012;16(2): Bellelli G, Raglio A, Trabucchi M. Music interventions against agitated behaviour in elderly persons with dementia: a cost-effective perspective. Int J Geriatr Psychiatry Mar;27(3):327; author reply 328. doi: /gps Raglio A, Bellelli G, Trabucchi M. Commentary on the editorial "Music therapy for dementia". Maturitas Apr;71(4):413. Epub 2012 Feb Bellelli G, Morandi A, Gentile S, Trabucchi M. Rehabilitation of elderly adults with severe cognitive impairment: it is time for evidence. Am Geriatr Soc May;60(5): doi: /j x. 97. Raglio A, Bellelli G, Mazzola P, Bellandi D, Giovagnoli AR, Farina E, Stramba-Badiale M, Gentile S, Gianelli MV, Ubezio MC, Zanetti O, Trabucchi M. Music, music therapy and dementia: A review of literature and the recommendations of the Italian Psychogeriatric Association. Maturitas Jun 26. [Epub ahead of print] 98. Bellelli G, Mazzola P, Corsi M, Zambon A, Corrao G, Castoldi G, Zatti G, Annoni G. The combined effect of ADL impairment and delay in time from fracture to surgery on 12-month mortality: an observational study in orthogeriatric patients. J Am Med Dir Assoc Sep;13(7):664.e9-664.e14. doi: /j.jamda Cummings J, Froelich L, Black SE, Bakchine S, Bellelli G, Molinuevo JL, Kressig RW, Downs P, Caputo A, Strohmaier C. Randomized, double-blind, parallel-group, 48-week study for efficacy and safety of a higher-dose rivastigmine patch (15 vs. 10 cm²) in Alzheimer's disease. Dement Geriatr Cogn Disord. 2012;33(5): doi: / Bellelli G, Bernardini B, Pievani M, Frisoni GB, Guaita A, Trabucchi M. A score to predict the development of adverse clinical events after transition from acute hospital wards to post-acute care settings. Rejuvenation Res Dec;15(6): doi: /rej Pagina 9 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

15 101. Rozzini R, Bellelli G, Trabucchi M. Hospital transfers of nursing home residents with dementia. J Am Geriatr Soc Sep;60(9): doi: /j x 102. Bellelli G, Bianchetti A, Trabucchi M. Future direction of geriatrics: "gerogeriatrics": a comment. J Am Geriatr Soc Sep;60(9): doi: /j x Bellelli G, Trabucchi M. Dialogue on geriatrics: how should we fix the problem? Ann Intern Med Sep 18;157(6):458; author reply doi: / Bellelli G, Gentile S, Trabucchi M. Antipsychotic prescription: the logic of medicine versus the logic of the patients. J Am Med Dir Assoc Nov;13(9):817. doi: /j.jamda Morandi A, McCurley J, Vasilevskis EE, Fick DM, Bellelli G, Lee P, Jackson JC, Shenkin SD, Tabucchi M, Schnelle J, Inouye SK, Ely EW, MacLullich A. Tools to detect delirium superimposed on dementia: a systematic review. J Am Geriatr Soc Nov;60(11): doi: /j x. Epub 2012 Oct Morandi A, Pandharipande PP, Jackson JC, Bellelli G, Trabucchi M, Ely EW. Understanding terminology of delirium and long-term cognitive impairment in critically ill patients. Best Pract Res Clin Anaesthesiol Sep;26(3): doi: /j.bpa Bellelli G, Guerini F, Cerri AP, Trabucchi M. A sudden decline in mobility status as an early sign of acute infection in elderly patients: evidence from three case reports. Aging Clin Exp Res Jun;24(3): Turco R, Bellelli G, Morandi A, Gentile S, Trabucchi M. The effect of poststroke delirium on short-term outcomes of elderly patients undergoing rehabilitation. J Geriatr Psychiatry Neurol Jun;26(2):63-8. doi: / Epub 2013 Mar Bellelli G, Morandi A, Trabucchi M. The meaning of delirium. JAMA Intern Med Apr 8;173(7): doi: /jamainternmed Mazzola P, Bellelli G, Perego S, Zambon A, Mazzone A, Bruni AA, Annoni G. The Sequential Organ Failure Assessment Score Predicts 30-Day Mortality in a Geriatric Acute Care Setting. J Gerontol A Biol Sci Med Sci Apr 11. [Epub ahead of print] 111. Morandi A, Bellelli G, Vasilevskis EE, Turco R, Guerini F, Torpilliesi T, Speciale S, Emiliani V, Gentile S, Schnelle J, Trabucchi M. Predictors of Rehospitalization Among Elderly Patients Admitted to a Rehabilitation Hospital: The Role of Polypharmacy, Functional Status, and Length of Stay. J Am Med Dir Assoc May 7. doi:pii: S (13) /j.jamda [Epub ahead of print] Pozzi C, Morandi A, Morghen S, Gentile S, Bellelli G, Trabucchi M. Assessing risk factors for unsafe driving in a group of elderly adults undergoing rehabilitation. J Am Geriatr Soc Jun;61(6): doi: /jgs PRINCIPALI PUBBLICAZIONI SU RIVISTE IN LINGUA ITALIANA 1. Bellelli G, Pagani M, Brunenghi AM, Bernardini B, De Micheli S, Trabucchi M. Carte di controllo. Come utilizzarle in ambito riabilitativo. Assistenza Anziani 2008; (1): Bellelli G. La riabilitazione nel decadimento cognitivo. Demenze 2007; (4): Bellelli G, Pagani M, Marrè Brunenghi A, De Micheli S, Bernardini B, Trabucchi M. Utilizzo delle carte di controllo in ambito riabilitativo. I luoghi della cura 2007; (2): Pagina 10 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

16 4. Pagani M, Speciale S, Dosi T, Guarreschi S, Antonini C, Bellelli G, Trabucchi M. La diarrea acuta nell anziano fragile: proposta di un protocollo di integrato medico-infermieristico. I Luoghi della Cura 2007; anno V(3): Lucchi E, Magnifico F, Bellelli G. Le funzioni esecutive. Demenze 2007; anno X (2-3): Magnifico F, Bellelli G, Trabucchi M. Quale destino dopo la riabilitazione per i pazienti anziani? Giornale di Gerontologia 2007; 55(2): Speciale S, Bellelli G, Turco R, Trabucchi M. Il delirium: marker dell evoluzione clinica di un anziano fragile affetto da patologia acuta? G Gerontol. 2006; 54: Raglio A, Ubezio MC, Puerari F, Gianotti M, Bellelli G, Trabucchi M, Villani D. L efficacia del trattamento musicoterapico in pazienti con demenza di grado moderato-severo. Giorn Gerontologia, 2006;54: Zanetti E, Bellelli G, Bianchetti A. Spazio protesico protetto. Obiettivi: sicurezza, autonomia e orientamento. Assistenza anziani 2006; 2: Lucchi E, Magnifico F, Bellelli G. Funzioni esecutive e riabilitazione: un doppio caso clinico. Demenze. 2006; 1: Bellelli G, Pagani M, De Marco V, Trabucchi M. La cura del delirium: un luogo per la collaborazione tra medico ed infermiere. I luoghi della cura. 2005; 4: Bellelli G, Speciale S, Trabucchi M. Psicosi senile e disturbi comportamentali della demenza: quale confine? Demenze. 2005; 3-4: Bellelli G, Pagani M, Bernardini B, Lucchi E, Trabucchi M. Intensività in riabilitazione geriatrica. G. Gerontol 2005; 53: Bellelli G, Trabucchi M. Problemi di farmacologia clinica in età geriatrica. G. Gerontol 2004; 52 (suppl 1): Bellelli G, Trabucchi M. Ipertensione arteriosa e decadimento cognitivo G. Gerontol 2004; 52: Bellelli G, Bianchetti A, Trabucchi M. La terapia della fibrillazione atriale nel paziente anziano. Geriatria & Pratica Medica. 2004;1: Bellelli G. La riabilitazione ospedaliera e la lungodegenza post-acuzie in Italia. Tendenze Nuove : Bellelli G Trabucchi M. I costi individuali e sociali delle demenze. G Gerontol 2003; 51: Bianchetti A, Bellelli G, Cipriani G, Guerini F, Trabucchi M. Fattori di rischio cardiovascolare e demenza. Demenze 2002; 1: Bianchetti A. Bellelli G. Le reti dei servizi per le demenze. Esperienze internazionali: il fenomeno dei panorama italiano. Famiglia Oggi 2000; 5: Bianchetti A, Bellelli G, Metitieri T, Trabucchi M. La cura della demenza in fase avanzata. Dementia Update 2000; 7: Ritondale G, Tosi L, Batoli B, Bellelli G. Analisi di un modello gestionale di Nucleo Alzheimer. IPAB oggi 1997; 2: Pagina 11 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

17 LIBRI Curatore ed autore: Bellelli G, Trabucchi M. Riabilitare l anziano: teoria e strumenti di. A cura di Giuseppe Bellelli e Marco Trabucchi. Carocci Faber editore 2009 Autore di capitoli: Bellelli G, Bianchetti A, Trabucchi M. La riabilitazione geriatrica nel paziente affetto da demenza. Psicogeriatria 2008; (3): Bellelli G. Malattia di Steele-Richardson Olszeweski. In: Bianchetti A, Trabucchi M. La demenza in Italia: 100 casi clinici UTET Torino Bellelli G. Il sistema a rete delle UVA: punto di riferimento per una care adeguata del paziente. Suardi C. (a cura di) In-formazione Alzheimer. Alla ricerca di nuove connessioni nella rete lombarda dei servizi alle demenze. Franco Angeli 2007: Bellelli G, Bianchetti A. I luoghi della cura per la depressione dell'anziano. In: Rozzini R, Bianchetti A, Trabucchi M. I vecchi e la depressione. Critical Medicine Publishing Roma 2007 Gruppo di Ricerca Geriatrica. Le decisioni di fine vita e il paziente anziano. Panorama della Sanità 2007 anno XX; (16):14-6. Bellelli G, Bernardini B. La prevenzione di eventi avversi in ospedale. In: Trabucchi M. La persona affetta da demenza in ospedale. Carocci Faber Editore, 2007: Bellelli G, Pagani M. La riabilitazione ospedaliera del paziente affetto da demenza. In: Trabucchi M. La persona affetta da demenza in ospedale. Carocci Faber Editore, 2007:71-86 Bellelli G. La rete dei servizi nell'assistenza all'anziano: quali prospettive per il futuro? In: Gensini GF, Rizzini P, Trabucchi M, Vanara F. Rapporto Sanità Invecchiamento della popolazione e servizi sanitari. Il Mulino Bologna. 2005: Frisoni GB, Franzoni S, Bellelli G, Morris J, Warden V. Overcoming Eating Difficulties in the Severely Demented. In: Volicer L, Hurley A. (eds). Hospice Care for Patients with Advanced Progressive Dementia. New York: Springer Publishing Company, 1998; Pagina 12 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

18 COMUNICAZIONI RELAZIONI A CONGRESSI / POSTER Bellelli G, Frisoni GB, Bianchetti A, Trabucchi M. Efficacy of Special Care Unit for the Behaviorally Disturbed Patient: a Research Project. Fifth International Conference on Alzheimer's Disease and Related Disorders (Osaka, Japan). Neurobiol Aging 1996;17(4 Supp):S34. Bellelli G, Trabucchi M. La contenzione farmaco-indotta nell'anziano. Atti incontro "La contenzione degli anziani: uso e abuso" (Bologna) 1996; Bellelli G, Trabucchi M. La contenzione fisica e farmacologica nel paziente anziano. Atti Convegno "La contenzione dell'anziano: tra pratica clinica e violenza" (Perugia) 1996; Bellelli G, Frisoni GB, Guerrini GB, Scotuzzi AM, Ranieri P, Boffelli S, Gheza A, Cotti Cometti W, Guglielmi L, Fusari A, Mezzetti E, Ritondale G, Gasparotti A, Raggi GC, Bianchetti A, Trabucchi M. Modificazioni dei disturbi comportamentali in 56 pazienti dementi ricoverati in sette Nuclei Alzheimer. Congresso Nazionale SIGG (Firenze) Giorn Gerontol 1997;45: Bellelli G, Barbisoni P, Sabatini T, Rozzini R, Trabucchi M. Correlazione tra proteina C-reattiva ed assenza di dipping pressorio in pazienti anziani. Congresso Nazionale SIGG (Firenze) Bellelli G, Rozzini R, Sabatini T, Barbisoni P, Bianchetti A, Trabucchi M. Apache II is a Good Predictor of Outcomes in Hospitalized ill Elderly Patients. AGS/AFAR Annual Scientific Meeting (Nashville), May Abstracts Book 2000;118. Bellelli G, Ritondale G, Fogliata M, Bianchetti A, Trabucchi M. Eating Difficulties and Survival in a Population of Nursing Home Demented Patients. 2 nd International Meeting on Cognitive Affective and Behavior Disorders in the Elderly (Bologna), June Abstract Book 2000;17. Bellelli G, Barbisoni P, Sabatini T, Rozzini R, Trabucchi M. The Conundrum of Anticoagulant Use in Elderly Patients with Chronic Atrial Fribrillation: It Is Time to Claim the Priority of Geriatric Factors in the Choce of Antithrombotic Prophylaxis. Annual Scientific Meeting GSA (Washington), November Bellelli G, Bianchetti A, Ponte M, Metitieri T, Bellwald C, Trabucchi M, Disturbi dell'alimentazione e sopravvivenza in una popolazione di soggetti dementi. Italian Interdisciplinary Network on Alzheimer Disease (Palermo), June Abstract Book 2000; Bellelli G, Bellwald C, Ponte M, Pezzini A, Metitieri T, Bianchetti A, Trabucchi M. Efficacia della riabilitazione motoria in pazienti affetti da malattia di Parkinson. Congresso Nazionale SIGG (Firenze) Novembre Giorn Gerontol 2000;48:810. Bellelli G, Lucchi E, Calza A, Baronio R, Villani D, Ubezio MC, Avanzi S, Galante E, Riccardi T, Groppelli L, Bianchetti A, Trabucchi M. Efficacia del trattamento con inibitori della colinesterasi a 9 mesi in una popolazione di pazienti affetti da AD: uno studio in real world [abstract]. 47 Congresso Nazionale SIGG (Montecatini Terme) Novembre Giorn Gerontol 2002;50(S-5):40. Bellelli G, Guerini F, Bellwald C, Comel A, Lucchi E, Frisoni GB, Trabucchi M. Cerebrovascular Disease and Functional Recovery After Rehabilitative Training in Elderly Patients with Gait Disturbances. 55 th Annual Scientific Meeting of the Gerontological Society of America (GSA) (Boston), November Gerontologist 2002;42 (special issue I): 172. Bianchetti A Marrè A, Bellelli G, Guerini F, Cipriani G, Trabucchi M. Clinical Characteristics of Delirium in Demented and not Demented Elderly. 55 th Annual Scientific Meeting of the Gerontological Society of America (GSA) (Boston), November Gerontologist 2002;42 (special issue I): 144. Bellelli G, Lucchi E, Marrè A, Guerini A, Bianchetti A, Trabucchi M. Efficacy of Acethylcholine-Inhibitors at 9 Months in Patients with Alzheimer s: A Study in The Real World. AGS/AFAR Annual Scientific Meeting (Baltimora), May JAGS 2003;51(suppl.4): S127. Bellelli G. Potere predittivo dei singoli items del MMSE sull efficacia cognitiva complessiva nel medio termine in soggetti affetti da demenza di Alzheimer reclutati nel progetto CRONOS. Convegno Il futuro delle unità di valutazione Alzheimer. Dai dati del Coordinamento della Lombardia orientale alla proposta di nuovi ruoli, January Raccolta Abstract, Bellelli G, Lucchi E, Guerini F, Magnifico F, Frisoni GB, Bianchetti A, Trabucchi M. Atrofia cerebrale e variabilità pressoria in soggetti ipertesi con lieve declino cognitivo. 3 Congresso Nazionale AIP Psicogeriatria: alla ricerca di un pensiero forte (Gardone Riviera), April Libro Abstract, pag Bellelli G, Lucchi E, Guerini F, Magnifico F, Frisoni GB, Bianchetti A, Trabucchi M. Atrofia cerebrale e variabilità pressoria in soggetti ipertesi con lieve declino cognitivo. Convegno annuale ITINAD (Sorrento), May Bellelli G, Lucchi E, Calza A, Baronio R, Villani D, Ubezio MC, Avanzi S, Galante E, Riccardi T, Groppelli L, Bianchetti A, Trabucchi M. Pagina 13 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

19 Efficacia del trattamento con inibitori della colinsterasi a 9 mesi in una popolazione di pazienti affetti da AD: uno studio in real world. Convegno annuale ITINAD (Sorrento), May Bellelli G, Speciale S, Marrè A, Magnifico F, Lucchi E, Trabucchi M. Clinical Barriers to Complex Rehabilitative Procedures in Elderly Patients Undergoing Subacute Rehabilitation. 56th Annual Scientific Meeting GSA (San Diego). Gerontologist 2003;43(special issue I):383. Bellelli G, Turco R, Lucchi E, Magnifico F, Guerini F, Marrè A, Speciale S, Frisoni GB, Trabucchi M. Recupero funzionale e fragilità in pazienti anziani sottoposti a training riabilitativo ospedaliero. 48 Congresso Nazionale SIGG (Firenze) Ottobre Giorn Gerontol 2003;51(S5):33. Bellelli G, Lucchi E, Calza A, Villani D, Avanzi S, Bianchetti A, Padovani A, Rozzini L, Boffelli S, Trabucchi M. Effect of acetylcholine inhibitors in previous treated (non-naïve) and untreated (naïve) Alzheimer disease patients of the real world. 2 nd Congress of the European Union Geriatric Medicine Society (Firenze), August J Nutr Health Aging 2003;7: Bellelli G, Lucchi E, Marrè A, Guerini F, Magnifico F, Speciale S, Turco R, Trabucchi M. Cognitive Impairment is an Independent Predictor of Functional Recovery After Hip Fracture Surgery but not After Elective Hip Arthroplasty. 9 th International Conference on Alzheimer s Disease and Related Disorders (Philadelphia), July Neurobiol Aging 2004;25(S2):S108. Bellelli G. Modalità di utilizzo degli AchEI nella realtà clinica italiana. 4 Congresso Nazionale AIP Medicina delle evidenze e mondo reale: il ponte della psicogeriatria (Gardone Riviera), April Libro Abstract, pag Bellelli G, Marrè A, Guerini F, Speciale S, Turco R, Lucchi E, Magnifico F, Trabucchi M. The Premorbid (One Month Before Admission) Barthel Index is the Main Predictor of Falls in Eldelry Patients Undergoing Rehabilitation Training. Annual Scientific Meeting American Geriatrics Society (Las Vegas), May JAGS 2004;52(suppl. 4):S143. Bellelli G, Guerini F, Speciale S, Turco R, Lucchi E, Magnifico F, Marrè A, Trabucchi M. Variabili cliniche associate ad intensità del trattamento riabilitativo in una popolazione di anziani ricoverati in un reparto riabilitativo a seguito di intervento chirurgico per frattura di femore. Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Firenze), novembre Giorn Gerontol 2004;52(S5):A8. Bellelli G, Marrè A, Guerini G, Speciale S, Turco E, Lucchi M, Trabucchi M. Predictors of institutionalization or death at 12 months in hip fracture elderly patients. 58 th Annual Scientific Meeting of the Gerontological Society of America GSA (Orlando), November Gerontologist 2005;45(special issueii): Bellelli G, Crescini M, Crescini D, Speciale S, Turco R, Marrè A, Trabucchi M. Valutazione clinica del movimento e della postura mediante analisi nel dominio del tempo e delle frequenze di segnali accellerometrici ed inclinometrici. Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Firenze), novembre Giornale di Gerontologia 2005;53(S2):A5. S. Speciale, E. Lucchi, E. Barisione,. F. Guerini, F. Magnifico, A. Marrè, M. Pagani, R Turco, G Bellelli, M. Trabucchi. Tipologie di delirium in un setting di riabilitazione. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Firenze), F. Guerini, F. Magnifico, E. Lucchi, A. Marrè, R. Turco, S. Speciale, E. Barisione, M. Pagani, G. Bellelli, M. Trabucchi. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Firenze) E. Lucchi, F. Magnifico, E. Barisione, F. Guerini, A. Marrè, S. Speciale, R. Turco, M. Pagani, G. Bellelli, Trabucchi. Depressione e mortalità ad 1 anno in pazienti anziani dimessi da un reparto di riabilitazione. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Firenze) M. Pagani, Tassi A., Sabotti M,.F. Guerini, F. Magnifico, E. Lucchi, A. Marrè, R. Turco, S. Speciale, E. Barisione, G. Bellelli, M. Trabucchi. Trial di fattibilità di un riabilitativo/ esercizio muscolare incentrato sullo sviluppo della potenza muscolare in pazienti anziani ricoverati in un reparto di riabilitazione specialistica/geriatrica. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Firenze) E. Barisione, F. Guerini, E. Lucchi, A. Marrè, F. Magnifico, M. Pagani, S. Speciale R. Turco G. Bellelli, M. Trabucchi. USO DI DEVICES INALATORI NEL PAZIENTE ANZIANO CON DEFICIT DELLE FUNZIONI ESECUTIVE : RISULTATI PRELIMINARI DI UNO STUDIO SU PAZIENTI ANZIANI CON PATOLGOIE RESPIRATORIE CRONICHE. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, 2006 Bellelli G. Novità terapeutiche e nuove vie di somministrazione dei farmaci per la demenza di Alzheimer. Relazione presentata al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, 2007 Turco R, Barisione E, Guerini F, Lucchi E, Magnifico M, Marrè A, Speciale S, Bellelli G, Trabucchi M. MALNUTRIZIONE COME PREDITTORE DI EVENTI CLINICI AVVERSI IN PAZIENTI ANZIANI RICOVERATI PRESSO UN REPARTO DI RIABILITAZIONE GERIATRICA. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, 2007 Guerini F, Turco R, Barisione E, Lucchi E, Magnifico M, Marrè A, Speciale S, Bellelli G, Trabucchi M. INSTABILITA CLINICA E DELIRIUM Pagina 14 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

20 COME PREDITTORI DI OUTCOME IN UNA POPOLAZIONE DI PAZIENTI ANZIANI RICOVERATI IN UN REPARTO RIABILITATIVO. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, 2007 Bellelli G. Quale intensività in riabilitazione? Relazione presentata al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, 2007 F. Magnifico, E. Barisione, F. Guerini, E. Lucchi, A. Marrè, S. Speciale, R. Turco, Giuseppe Bellelli, Marco Trabucchi. Fattori prognostici di cammino indipendente alla dimissione in soggetti ultranovantenni ricoverati in un reparto di riabilitazione geriatrica. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, Speciale S, Guerini F, Turco R, Barisione E, Lucchi E, Magnifico M, Marrè A, Bellelli G, Trabucchi M. Modificazioni funzionali in corso di delirium. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, Speciale S, Guerini F, Turco R, Barisione E, Lucchi E, Magnifico M, Marrè A, Bellelli G, Trabucchi M. fattori predittivi di durata di delirium in un setting di riabilitazione geriatrica. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, Guerini F, Speciale S, Turco R, Barisione E, Lucchi E, Magnifico M, Marrè A, Bellelli G, Trabucchi M. INSTABILITA CLINICA E DELIRIUM COME PREDITTORI DI OUTCOME IN UNA POPOLAZIONE DI PAZIENTI ANZIANI RICOVERATI IN UN REPARTO RIABILITATIVO. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, G. Bellelli, S. Speciale, E Barisione, A. Marrè, F Guerini, R. Turco, M. Pagani, E. Lucchi, F. Magnifico, M. Trabucchi. Depression and dementia in hip fractured subjects. Abstract presentato al Congresso della Gerontological Society of America, 2007 Bernardini B, Bellelli G, Cappadonia C, Pagani M, Corsini C, Zaccarini C, Gardella M, Ivaldi C, Baratto L, BenvenutiF, Bejor M, Trabucchi M. IL SETTING DI CURA INTENSIVO E IL FATTORE DETERMINANTE DEGLI ESITI FUNZIONALI DELL ANZIANO DOPO FRATTURA PROSSIMALE DEL FEMORE. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitazione, Torpilliesi T, Morghen S, Guerini F, Lucchi E, S. Manuele S, Marazzi M, Marrè A, Speciale S, Tirelli V, Turco R, Bellelli G, Trabucchi M. OUTCOMES FUNZIONALI AD UN ANNO IN UNA POPOLAZIONE DI PAZIENTI RICOVERATI IN UN REPARTO DI RIABILITAZIONE DOPO FRATTURA DI FEMORE. Abstract presentato al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, Bellelli G. Trabucchi M. L anziano fragile e vulnerabile: il significato delle sindromi geriatriche. Relazione presentata al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, Bellelli G. La riabilitazione e l anziano fragile. Relazione presentata al Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, 2008 Morghen S, Bellelli G, Torpilliesi T, Speciale S, Turco R, Marrè A, Guerini F, Barisione E, Lucchi E, Marazzi M, Trabucchi M. DEMENTI E NON DEMENTI HANNO LE STESSE COMORBILITA MA DIVERSO STATO FUNZIONALE E NUTRIZIONALE: OSSERVAZIONI. Abstract presentato al Congresso Nazionale Associazione Italiana di Psicogeriatria, Marrè A, Torpilliesi T, Lucchi E, Bellelli G, Trabucchi M. IL PROGETTO ASSISTENZIALE POST-DIMISSIONE DA UN REPARTO DI RIABILITAZIONE GERIATRICA. Abstract presentato al Congresso Nazionale Associazione Italiana di Psicogeriatria, ALLEGATI Il sottoscritto è a conoscenza che, ai sensi del DPR 445/00, le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali. Inoltre, il sottoscritto autorizza al trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dalla Legge 196/03. Monza, 26 luglio 2013 Pagina 15 - Curriculum vitae di Giuseppe Bellelli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

VALUTAZIONE BEDSIDE DEI DISTURBI COGNITIVI

VALUTAZIONE BEDSIDE DEI DISTURBI COGNITIVI VALUTAZIONE BEDSIDE DEI DISTURBI COGNITIVI 90 STRUMENTI DI VALUTAZIONE DEI DISTURBI COGNITIVI: UTILITÀ E LIMITI DI IMPIEGO Marianna Amboni CEMAND, Università di Salerno IDC Hermitage-Capodimonte, Napoli

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE. Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA

DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE. Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA 1984 I criteri NINCDS-ADRDA regole La diagnosi di AD è clinico-patologico:

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Brescia, 2/4 ottobre 2008

Brescia, 2/4 ottobre 2008 Brescia, 2/4 ottobre 2008 Celebrazione del ventennale del GRG Geriatrics: past, present and future Risposte moderne e razionali ai bisogni di salute dell anziano 20 presentazione GERIATRICS: PAST, PRESENT

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Applicazioni di Realtà

Applicazioni di Realtà Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occuapazionale Corso di Bioingegneria applicata alla Realtà Virtuale Anno Accademico 2009/2010 Applicazioni di Realtà Virtuale in Riabilitazione i Ing. Stefano

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già MASTER BIENNALE ECM NEUROSCIENZE PER LA CLINICA ESPERTA DELLE DISABILITA' COGNITIVE ASSOCIAZIONE PSIONLUS ROMA ANNO 2012-2014 L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Dal deterioramento psico-cognitivo alle demenze: www.demenzemedicinagenerale.net. Proposta per un modello operativo/formativo per la Medicina Generale

Dal deterioramento psico-cognitivo alle demenze: www.demenzemedicinagenerale.net. Proposta per un modello operativo/formativo per la Medicina Generale Alessandro Pirani 1, Lucia Benini 2, Rita Marchi 2, Bruno Franco Novelletto 3, Riccardo De Gobbi 3 1 MMG, AUSL FE, SIMG, Ferrara, Centro Delegato Disturbi Cognitivi, Distretto Ovest, AUSL Ferrara; 2 MMG

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Le valutazione neuropsicologica. Camillo Marra Clinica della Memoria

Le valutazione neuropsicologica. Camillo Marra Clinica della Memoria Le valutazione neuropsicologica Camillo Marra Clinica della Memoria Roma 19.3.2015 Affidabilità del test neuropsicologico nella diagnosi differenziale di demenza Lo studio dei profili quantitativi e qualitativi

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto Salvatore Silvano Lopez, nato a Milano, il 10 ottobre 1954, residente in

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Un po di terminologia

Un po di terminologia La classificazione dei pazienti: non solo DRGs Un po di terminologia Dati: simboli con cui si rappresenta la realtà (numeri, date, caratteri, intere parole). Codifica: è la rappresentazione sintetica del

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Qual è la prevalenza dell ADHD?

Qual è la prevalenza dell ADHD? Che cos'è l'adhd (Attention Deficit/Hyperactivity Disorder)? La Sindrome da Deficit di Attenzione ed Iperattività è una patologia neuropsichiatrica che insorge nei bambini in età evolutiva. L ADHD consiste

Dettagli

Brixia International Conference

Brixia International Conference Brixia International Conference OPEN ISSUES IN THE CLINICAL AND THERAPEUTIC MANAGEMENT OF MAJOR PSYCHIATRIC DISORDERS Brescia, June 11 th -13 th, 2015 Siamo lieti di invitarvi al congresso annuale Brixia

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

CHECKLIST PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI LINEE-GUIDA PER LA PRATICA CLINICA. AGREE Collaboration

CHECKLIST PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI LINEE-GUIDA PER LA PRATICA CLINICA. AGREE Collaboration APPRAISAL OF GUIDELINES for RESEARCH & EVALUATION (AGREE) CHECKLIST PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI LINEE-GUIDA PER LA PRATICA CLINICA AGREE Collaboration Settembre 2001 Versione italiana Tradotta

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70 Mediterranean Nutrition Group La nutrizione nei primi 1000 giorni Contributo n 70 MeNu GROUP MediterraneanNutrition LA NUTRIZIONE NEI PRIMI 1000 GIORNI UN OPPORTUNITÀ PER PREVENIRE SOVRAPPESO E OBESITÀ

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology QUEST Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology versione 2.0 L. Demers, R. Weiss-Lambrou & B. Ska, 2000 Traduzione italiana a cura di Fucelli P e Andrich R, 2004 Introduzione Il

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Il trattamento farmacologico nell anziano e Linee guida

Il trattamento farmacologico nell anziano e Linee guida 5 ottobre 2013 Il trattamento farmacologico nell anziano e Linee guida Simeone Liguori U.S.C. Cure Palliative Terapia del Dolore Az. Ospedaliera Papa Giovanni XXIII Il numero degli anziani sta crescendo

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli