GESTIONE CONTENZIOSO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GESTIONE CONTENZIOSO"

Transcript

1 GESTIONE CONTENZIOSO Azienda Ospedaliera - Università di Padova Clinical Risk Management PAOLO MORENI Incident Reporting IDENTIFICAZIONE RISCHIO Revisione cartelle cliniche SDO Reclami URP Gestione del contenzioso ANALISI RISCHIO FMEA - FMECA Root Cause Analysis 1

2 CLAIM (SINISTRO) Evento avverso verificatosi nel tempo e nelle condizioni previste dalla polizza che determina l obbligo dell Assicuratore di risarcire il danno secondo quanto pattuito contrattualmente con l Assicurato ISTITUZIONE OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO RESPONSABILITA PROFESSIONALE 3 2

3 Deliberazione n del 2 maggio 1991 Oggetto: Osservatorio epidemiologico sui casi di responsabilità professionale Il Presidente riferisce: II Servizio di Medicina Legale e delle Assicurazioni dell'università di Padova, convenzionato con l'u.l.s.s., ha fatto rilevare che negli ultimi anni si sta verificando un progressivo aumento delle denunce dei casi di ipotetica responsabilità professionale del personale sanitario operante presso la nostra U.L.S.S. ( ) Finalità dell'iniziativa Le più immediate finalità dell'iniziativa che si intende proporre sono quelle di razionalizzare e snellire la comunicazione tra personale sanitario, U.L.S.S., Compagnia di Assicurazione ed eventuali altri interessati (avvocati, altre Compagnie competenti, ecc.), di coordinare le procedure necessarie e di seguire l'evoluzione del caso per gli aspetti di interesse dell'u.l.s.s. Non vanno peraltro inoltre ignorate o sottovalutate altre finalità, addirittura prioritarie sotto il profilo istituzionale. In particolare: 1) la tutela del cittadino-utente dei servizi dell'u.l.s.s. attraverso un sollecito riscontro delle sue lamentele e un'adeguata risposta, anche in termini di correttezza e chiarezza di informazioni; 1. 2) acquisire conoscenze più precise sul numero, le caratteristiche e gli esiti delle contestazioni avanzate nei confronti dei sanitari (medici e non) operanti presso l'u.l.s.s., per una più documentata consapevolezza delle questioni attinenti la loro responsabilità, penale e civile, ma anche per eventuali provvedimenti di ordine disciplinare; 4 RICHIESTA EXTRA GIUDIZIALE GIUDICE PENALE GIUDICE CIVILE STAMPA U.R.P. ORDINE DEI MEDICI CENTRO PER I DIRITTI DEL MALATO PERSONALE SANITARIO IMPLICATO NELLA VICENDA AZIENDA OSPEDALIERA AVVOCATO POLIZZA ASSICURATIVA PERSONALE POLIZZA ASSICURATIVA AZIENDA OSPEDALIERA 5 3

4 3) la possibilità di trarre da ciascuna vicenda eventuali riscontri circa carenze dell'organizzazione sanitaria implicata o di proporre comunque suggerimenti al personale operante in situazioni analoghe; 4) poter disporre di tale documentazione anche per un più preciso rapporto contrattuale con la Compagnia di Assicurazione; 5) da ultimo, poter offrire un'immagine dell'u.l.s.s. più attenta a questi problemi e più adeguata alle esigenze degli utenti e dei suoi stessi dipendenti. Organizzazione dell'"osservatorio" A) Ricezione della contestazione. (omissis) B) Istruttoria della pratica e rapporti con la Compagnia di Assicurazione. (omissis) C) Trattative extragiudiziali ( ) Da parte dell'"osservatorio" sarebbe sufficiente mantenere i contatti e venire informati sull'eventuale definizione della pratica, tenendo presenti, comunque, gli aspetti di responsabilità che nel suo corso venissero evidenziati D) Vertenze giudiziarie ( ) La Compagnia o l'avvocato del sanitario potrebbe identificare il proprio fiduciario in un medico legale operante nell'ambito dello stesso Servizio ISTITUZIONE OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO RESP. PROFESSIONALE 1999 INIZIO GESTIONE SINISTRI AZIENDA OSPEDALIERA PADOVA 7 4

5 Novembre 1999 POLIZZA RC Art Gestione dei sinistri Si conviene fra le parti che, sia in sede extragiudiziale che in sede giudiziale, ai fini della valutazione medico-legale del sinistro, la Società si avvarrà del Servizio di Medicina Legale della Contraente.(...) FONDIARIA RAS GERLING CARNICA AOP ZURIGO OTT.97 LOSS OCCURRENCE CLAIMS MADE 9 5

6 ATTIVITA S.C. MEDICINA LEGALE ISTRUZIONE DELLA PRATICA RELAZIONE PERITALE CONSULENZA DI PARTE CIVILE o PENALE MONITORAGGIO SINISTRI 10 DATI Ufficio Assicurativo S.C. Medicina Legale INTRANET AZIENDALE 11 6

7 ATTIVITA S.C. MEDICINA LEGALE

8

9

10

11 RISK MAP Bassa frequenza & Alta Severità Alta Frequenza & Alta Severità Severità evento Bassa frequenza &Bassa Severità Alta Frquenza & Bassa Severità Legenda A-Documentaz. B-Supervis. C-Consenso D-Diagnosi E-Terapia F-Staffing G-Organizz. H-Strumentaz. (...) Frequenza evento 20 ANDAMENTO SINISTRI Az.Osp.PD N SINISTRI ANNO (30/09/06) (30/09/06) 21 11

12 N eventi/anno RESPONSABILITA SI resp. NO resp

13 CONFRONTO ADDEBITATO / ACCERTATO Addebitato Riconosciuto morte DBP DBT (solo) aborto danno a "cose" 24 TIPOLOGIA ERRORE Diagnosi Terapia 7% 6% 11% Esecuzione Car. Org. Staffing 36% 40% 25 13

14 CASI MORTALI Penale Civile Extragiudiziale 37% 42% 21% 26 ESITO PENALE Archiviazione PM Archiviazione GIP Assoluzione Non Definiti 27 14

15 ENTITA DANNO BIOLOGICO PERMANENTE 59% 29% 12% < 5% 6-10 % 11-20% % % % > 50 % 28 GESTIONE DEI SINISTRI Azienda Ospedaliera - Università di Padova Clinical Risk Management PAOLO MORENI 15

16 30 USA Claim Payments >$1 Million ( >800,000 ) 8.15 % 8 % of Paid Claims Year Source: PIAA Data Sharing Project

17 USA NATIONAL CLAIM DATA PIAA MALPRACTICE CLAIM PAYMENT ANALYSIS Indemnity Paid $ $ $ $ $ $ $ $0 OB/GYN Internal Medicine General & Family Practice General Surgery Orthopedics Radiology Indemnity Paid Speciality Group Plastic Surgery Anesthesia Pediatrics Opthalmology # of Closed Claims # Closed Claims 32 USA MALPRACTICE CLAIM PAYMENTS TRENDING ANALYSIS $ $ $ $ $ $ $ $ $ $ $ $ $ $ Average Indemnity Paid Average Expense Paid Source PIAA 33 17

18 Quality Management Databases & Applications Development Medical Records (transitioning to Verge) Behavioral Health TOM Acute Care TOM CareMaps (Evidence-based Medicine) Ad Hoc Excess Excess Days Days Case Case Mix Mix Index Index Length-of-Stay Core Measures (HQA,HQI,JCAHO) Sentinel Events (safety, malpractice) ICU TOM (APACHE) Developed Ongoing To Be Developed Bariatric Surgery TOM = Table of Measures On Healthport Denials Network Dashboard Standard Compliance (Verge) Premier Utilization Profile (Clin. Advisor Perspective OnLine (NS/LIJ) Discharge Planning Neurosurgery Ambulatory Services TOM Environment of Care Services TOM ED TOM AHA Stroke (Stroke Centers) Long Term Care TOM Infection Control TOM (IHI,JCAHO,CMS) Canopy Interface to Premier 34 New York State Top 10 Verdicts of Involved Medical Malpractice #1 Brain Damaged Newborn $ m. (168,000,000 ) #4 Failure to Diagnose Ovarian Cancer $ 20.0 m. (15,800,000 ) #10 Patient died of Heart Failure $ 13.9 m. while being treated for Pneumonia (11,000,000 ) 35 18

19 Risk Manager s s Role Patient Compensation $ - Loss Prevention - Claims Management - Insurance Services Balance Patient Compensation with Protecting Organization from Financial Ruin 36 RISK MANAGEMENT PHILOSOPHY No Error Medical Error Defend to the End Pay $ 37 19

20 Malpractice Claim Outcomes 25% WINNERS + Profit 50% X UNCERTAINITY?????????? ± 25% LOSERS - Length of Stay Quality Low Cost 38 OPEN RISK DATA ANALYSIS Safety/Environment of Care # Reported # Reported ## Not Reported Reported % % Reported TOTAL # Ind. Res. Total # Reserve Safety/Environment of Care OR Position/Nerve Damage 1 100% 1 $100,000 Falls % $898,333 OR Position % 8 1 $100,000 Safety (Burns, Suicide) % $611,000 Provision of Care, Tx & Falls Services % 2 13 $898,333 IV Infiltrate/Extravasation 2 100% $175,000 Instructions Discharge Safety (Burns, Suicide) Monitoring % 26 8 $611,000 & Assessment % $2,490,832 Decubitus Ulcer % 11 $960,000 Provision of Care, Tx & Services Wrong Site 1 100% 1 $1,500,000 Foreign Body % $475,000 Retained IV Infiltrate/Extravasation Erb's % 4 2 $175,000 Palsy 4 0% $1,700,000 Fluid Overload Discharge Instructions Communication 1 100% $50,000 Communication (Staff) Monitoring & Assessment Foreign Language % 26 $2,490,832 Sign Language Interpreter Decubitus Ulcer Improving Organizational Performance % 11 $960,000 Test Quality/Rep/Delay/Not % $268,334 Wrong Site Done/FU % 1 1 $1,500,000 Transfer (Delay, Monitoring) 1 100% $50,000 Equipment malfunction 1 100% $75,000 Retained Foreign BodyPreventation, Infection % 6 $475,000 Control of Infection % 9 $641,666 Hepatitis C 1 100% 1 $100,000 Disinfecting Ethics, Rights & Responsibilities Informed Consent 4 0% 4 $170,833 Confidentiality Management of Information Documentation % 3 $470,833 Missing MR/FMS Medication Management Medication Error 1 100% 1 $16,667 Monitoring Med Level 3 0% 3 $525,000 Med Rxing % 6 $750,000 DVT prophylaxis 1 0% 1 $300,000 Medical Staff Clinical Judgment % 18 $3,576,666 Resident Supervision % 5 $687,500 Tech Skills (Injury nerve/organ) % 58 $6,548,334 Fx/Delay/Improper Dx % 53 $9,549,999 Medical Clearance 1 100% 1 $125,000 Delay in Tx/Surg/Consult % 4 $300,000 Fx to Perform Rectal Exam TOTAL INDEMNITY RESERVE % 245 $33,115,

21 HOSPITAL CLOSED RISK DATA ANALYSIS Safety/Environment of Care Surg CV Surg Neuro Surg Ortho Urol OB/GYN Cardio Nursing Med Anesth. ED Rad. Rad/Onc Peds. Path No Risk/Quality Issues $850,000 $300,000 $100,000 $50,000 $750,000 $200,000 $725,000 $100,000 Safety/Environment of Care OR Damage $100,000 OR Position/Nerve Damage Falls $750,000 $865,000 $33,333 Falls Provision of Care, Tx & Services Safety (Burns, Suicide) Safety (Burns, Suicide) $85,000 $276,000 $150,000 IV Infiltrate/Extravasation $100,000 $75,000 Discharge Instructions ProvisionMonitoring of Care, & Assessment Tx & Services $708,332 $10,000 $525,000 $110,000 $600,000 $100,000 $112,500 $250,000 Decubitus Ulcer $960,000 IV Infiltrate/Extravasation Wrong Site $508,750 $625,000 Discharge Instructions Retained Foreign Body $175,000 $150,000 $150,000 Erb's Palsy $1,700,000 Fluid Overload Monitoring & Assessment Communication Decubitus Ulcer Foreign Language Wrong Site Communication $50,000 Sign Language Interpreter Improving Organizational Performance Retained Test Quality/Rep/Delay/Not Foreign Done/FU Body $563,000 $125,000 $75,000 $160,000 $33,334 Transfer (Delay, Monitoring) $25,000 $25,000 Erb's Palsy Preventation, Control of Infection Fluid Overload Improving Organizational Disinfecting Performance Ethics, Rights & Responsibilities Testing Equipment Malfunction $75,000 Infection $141,666 $25,000 $100,000 $25,000 $250,000 Hepatitis C $100,000 Surgery $1,087,500$2,608,333 Informed Consent $62,500 $33,333 $75,000 OB/GYN $2,400,000 Nursing $1,731,166 $900,000 $625,000 $2,172,000 Confidentiality Management of Information Transfer Documentation (Delay, Monitoring) $333,333 $100,000 $37,500 Missing MR/FMS Equipment Medication Management Malfunction Medication Error $16,667 Medicine $1,487,500 Anesthesia $23,500 $3,100,000 $1,918,333 Monitoring Med Level $200,000 $75,000 $250,000 Med Rxing $50,000 $100,000 $50,000 $50,000 $500,000 DVT Prophylaxis $300,000 Medical Staff Clinical Judgment $950,000 $125,000 $33,333 $2,008,333 $50,000 $335,000 $75,000 Resident Supervision $54,167 $433,333 $50,000 $150,000 Tech Skills (Injury nerve/organ) $2,810,000 $450,000 $33,334 $190,000 $150,000 $1,110,000 $160,000 $75,000 $550,000 $210,000 $500,000 $110,000 $200,000 Fx/Delay/Improper Dx $1,406,666 $300,000 $1,500,000 $25,000 $1,137,500 $1,365,833 $2,360,000 $820,000 $100,000 Medical Clearance $125,000 Delay in Tx/Surg/Consult $100,000 $50,000 $150,000 Fx to Perform Rectal Exam TOTAL INDEMNITY PAID $7,384,998 $560,000 $9,094,999 $2,536,000 $3,697,500 $2,657,500 $2,470,000 $2,595,000 $100,000 $1,000,000 $200,000 $540,000 $460,000 $360,000 $225,000 $4, SYSTEM CLOSED RISK DATA ANALYSIS Safety/Environment of Care HOSP 1 HOSP 2 HOSP 3 HOSP 4 HOSP 5 HOSP 6 HOSP 7 HOSP 8 HOSP 9 HOSP 10 HOSP 11 HOSP 12 HOSP 13 Total $ No Risk/Quality Issues $850,000 $300,000 $100,000 $50,000 $750,000 $200,000 $725,000 $100,000 $3,075,000 Safety/Environment of Care OR Damage $100,000 OR Position/Nerve Falls Damage $100,000 $898,333$223,500 $865,000 $33,333 Falls $1,731,166 $150,000 $1,500,000 $511,000 $3,231,166 Safety (Burns, Suicide) $85,000 $276,000 Provision of Care, Tx & Services IV Infiltrate/Extravasation Safety (Burns, Suicide) Discharge Instructions $100,000 $900,000 $100,000 $900,000 Provision of Care, Tx & Services Monitoring & Assessment $708,332 $10,000 $525,000 $110,000 $600,000 $100,000 $112,500 $2,165,832 Decubitus Ulcer $960,000 $960,000 Wrong Site IV Infiltrate/Extravasation Retained Foreign Body $175,000 $508,750 $508,750 $325,000 #REF! $150,000 Discharge Instructions Erb's Palsy $1,700,000 $1,700,000 Fluid Overload Communication Monitoring & Assessment Communication $3,866,500 $2,608,333 $50,000 $6,474,833 $50,000 Foreign Language Decubitus Ulcer Sign Language Interpreter $1,172,000 $1,172,000 Improving Organizational Performance Wrong Site $1,863,000 $160,000 $1,863,000 $33,334 Test Quality/Rep/Delay/Not Done/FU Transfer (Delay, Monitoring) Retained Foreign Body $75,000 $125,000 $268,334 $50,000$125,000 $25,000 $25,000 #REF! Equipment Malfunction Preventation, Control of Infection Erb's Palsy $400,000 $400,000 Infection $291,666 $141,666 $25,000 $100,000 $25,000 Fluid Overload Hepatitis C $100,000 $100,000 Disinfecting HOSPITAL1 HOSPITAL 2 HOSPITAL 3 HOSPITAL 4 TOTAL $ Ethics, Rights & Responsibilities Informed Consent $62,500 $33,333 $75,000 $170,833 Confidentiality Management of Information Documentation $333,333 $470,833 $100,000 $37,500 Missing MR/FMS Medication Management Medication Error $16,667 $16,667 Monitoring Med Level $525,000 $200,000 $75,000 $250,000 Med Rxing $50,000 $100,000 $250,000 $50,000 $50,000 DVT Prophylaxis $300,000 $300,000 Medical Staff Clinical Judgment $3,576,666 $950,000 $125,000 $33,333 $2,008,333 $50,000 $335,000 $75,000 Resident Supervision $54,167 $433,333 $50,000 $537,500 Tech Skills (Injury nerve/organ) $2,810,000 $450,000 $33,334 $1,110,000 $160,000 $550,000 $6,348,334 $190,000 $150,000 $75,000 $210,000 $500,000 $110,000 Fx/Delay/Improper Dx $1,406,666 $300,000 $1,500,000 $25,000 $1,137,500 $1,365,833 $2,360,000 $8,094,999 Medical Clearance #REF! Delay in Tx/Surg/Consult $100,000 $50,000 $150,000 $300,000 Fx to Perform Rectal Exam TOTAL INDEMNITY PAID $7,384,998 $560,000 $9,094,999 $2,536,000 $3,697,500 $2,657,500 $2,470,000 #REF! $1,000,000 $200,000 $540,000 $460,000 $360,000 $225,

22 RISK MAP Total Cost of Claims = Severity $ 1 Million Low Frequency & High Severity D A B C Low Frequency & Low Severity High Frequency & High Severity Number of Claims # = Frequency E F G High Frequency & Low Severity Map A-Burn B-IV Infiltrate C-Suicide D-Infections E-Decubitus Ulcer F-Medication Error G-Falls 42 22

MEDICINA LEGALE FORENSE MEDICINA LEGALE CLINICA

MEDICINA LEGALE FORENSE MEDICINA LEGALE CLINICA CONGRSSO NAZIONALE MALPRACTICE IN ANESTESIOLOGIA E RIANIMAZIONE: DALLA CLINICA ALLE AULE DI GIUSTIZIA Padova, 26 maggio 2006 DALL OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO AL CLINICAL RISK MANAGEMENT: L ESPERIENZA DI

Dettagli

5 Confere nfe nz re a Naz a io i nal na e l GIMBE Dall Da E ll vid v e id nce c -ba b s a e s d Prac a tic

5 Confere nfe nz re a Naz a io i nal na e l GIMBE Dall Da E ll vid v e id nce c -ba b s a e s d Prac a tic 5 Conferenza Nazionale GIMBE Dall Evidence-based Practice alla Clinical Governance CLINICAL GOVERNANCE: GESTIONE DEL RISCHIO E SICUREZZA DEI PAZIENTI Maurizia Rolli, Andrea Minarini Bologna, 5 febbraio

Dettagli

Anna Santa Guzzo Clinical Risk Manager A.U.Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma. La gestione del rischio al Triage

Anna Santa Guzzo Clinical Risk Manager A.U.Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma. La gestione del rischio al Triage Anna Santa Guzzo Clinical Risk Manager A.U.Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma La gestione del rischio al Triage Presented to Parliament by the Secretary of State for Health by Command of

Dettagli

GLI ASPETTI ASSICURATIVI

GLI ASPETTI ASSICURATIVI Pieve di Soligo 20 21 novembre 2003 4 Convegno annuale GIORNATE VITTORIESI DI MEDICINA LEGALE LA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE IN SANITA GLI ASPETTI ASSICURATIVI Dott. Attilio Steffano LE DIMENSIONI DEL

Dettagli

00 Risk romane 18-01-2006 16:38 Pagina V. Introduzione

00 Risk romane 18-01-2006 16:38 Pagina V. Introduzione 00 Risk romane 18-01-2006 16:38 Pagina V Indice Autori Introduzione XV XVII Capitolo 1 Il Sistema Qualità Aziendale e il miglioramento continuo della qualità dei servizi sanitari 1 Premessa 1 La Qualità

Dettagli

MEDICAL MALPRACTICE CLAIMS ANALYSIS QUINTA EDIZIONE

MEDICAL MALPRACTICE CLAIMS ANALYSIS QUINTA EDIZIONE MEDICAL MALPRACTICE CLAIMS ANALYSIS QUINTA EDIZIONE Medical malpractice claims analysis - 5 edizione 2013 Indice Dati di analisi Il campione Analisi RRD Analisi temporale Stato e tipologia delle pratiche

Dettagli

TECNICHE E STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO

TECNICHE E STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO TECNICHE E STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO EMOGLOBINE: DIAGNOSTICA, STANDARDIZZAZIONE PROSETTIVE DESENZANO 9 MAGGIO 009 EmmEffe S.r.l. Management & Formazione Via Fauchè, 0 Milano 0 Tel.

Dettagli

Risk Management Sanitario LO STATO DELL ARTE. AO Legnano - 14 aprile 2005. Dott. Lodovico Marazzi - Risk Manager

Risk Management Sanitario LO STATO DELL ARTE. AO Legnano - 14 aprile 2005. Dott. Lodovico Marazzi - Risk Manager Risk Management Sanitario LO STATO DELL ARTE AO Legnano - 14 aprile 2005 Introduzione: Willis Uno dei primi tre gruppi di Brokeraggio Assicurativo e Risk Management a livello mondiale. La migliore performance

Dettagli

SIMPOSIO Dalla qualità percepita alla percezione dell'errore medico Metodologia integrata per l'individuazione dell'errore medico

SIMPOSIO Dalla qualità percepita alla percezione dell'errore medico Metodologia integrata per l'individuazione dell'errore medico FONDAZIONE ARTURO PINNA PINTOR Creata nel 1977 Per la Verifica di Qualità delle cure - Per lo Studio della Medicina Interdisciplinare SIMPOSIO Dalla qualità percepita alla percezione dell'errore medico

Dettagli

Sistema Gestione dei Rischi

Sistema Gestione dei Rischi Sistema Gestione dei Rischi Applicazioni in Farmacovigilanza Annamaria Paparella Quality Assurance Manager General Management Takeda Italia Farmaceutici S.p.A Congresso GIQAR 4-5 Giugno 2009 Rischio e

Dettagli

U.O. di Medicina Legale. Direttore: Mauro Martini Coordinatore Progr. Risk Management e UGS

U.O. di Medicina Legale. Direttore: Mauro Martini Coordinatore Progr. Risk Management e UGS U.O. di Medicina Legale Direttore: Mauro Martini Coordinatore Progr. Risk Management e UGS Claim Management CLAIM ATTIVAZIONE Avvocati Direzioni Presidio Associazioni di Direzioni Distretto tutela cittadini

Dettagli

Quality e Risk Management

Quality e Risk Management Lo sviluppo della funzione di Quality e Risk Management nell ASL di Cagliari i Dott.ssa Rita Pilloni Cagliari i 18 marzo 09 La funzione di gestione dei rischi e patient safety nell Asl di Cagliari Direzione

Dettagli

Bur n. 66 del 12/08/2008

Bur n. 66 del 12/08/2008 Bur n. 66 del 12/08/2008 Sanità e igiene pubblica Deliberazioni della Giunta Regionale N. 1831 del 01 luglio 2008 Attuazione della D.G.R. n. 4445 del 28.12.2006. Adozione del modello organizzativo per

Dettagli

LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO: il consenso informato

LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO: il consenso informato LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO: il consenso informato LA HARVARD MEDICAL PRACTICE, ATTRAVERSO LA REVISIONE DELLE CARTELLE CLINICHE, HA STIMATO LA PERCENTUALE DI ERRORE NELL ORDINE DEL 3,7% DEI RICOVERI

Dettagli

La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza. Responsabilità e compiti dell AIFA. Laura Sottosanti. Roma, 13 settembre 2012

La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza. Responsabilità e compiti dell AIFA. Laura Sottosanti. Roma, 13 settembre 2012 La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza Responsabilità e compiti dell AIFA Laura Sottosanti Roma, 13 settembre 2012 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione

Dettagli

Firenze 27 Marzo 2015 Rischio Sanitario verso un nuovo modello di Sanità

Firenze 27 Marzo 2015 Rischio Sanitario verso un nuovo modello di Sanità Firenze 27 Marzo 2015 Rischio Sanitario verso un nuovo modello di Sanità Riccardo Tartaglia, MD, OM, Eur-Erg rischio.clinico@regione.toscana.it www.regione.toscana.it La sicurezza del paziente è la più

Dettagli

LA CASISTICA DI MILANESE (1996-2009) PRESUNTA MALPRACTICE DEL SETTORATO MEDICO LEGALE

LA CASISTICA DI MILANESE (1996-2009) PRESUNTA MALPRACTICE DEL SETTORATO MEDICO LEGALE SEZIONE DIPARTIMENTALE DI MEDICINA LEGALE E DELLE ASSICURAZIONI LABORATORIO DI RESPONSABILITÀ SANITARIA LA CASISTICA DI PRESUNTA MALPRACTICE DEL SETTORATO MEDICO LEGALE MILANESE (1996-2009) non emerge

Dettagli

SETTE FASI PER LA SICUREZZA DEL PAZIENTE NELL AMBITO DELLE CURE PRIMARIE. Pietro Ragni. Risk Manager, Direzione Sanitaria AUSL di Reggio Emilia

SETTE FASI PER LA SICUREZZA DEL PAZIENTE NELL AMBITO DELLE CURE PRIMARIE. Pietro Ragni. Risk Manager, Direzione Sanitaria AUSL di Reggio Emilia SETTE FASI PER LA SICUREZZA DEL PAZIENTE NELL AMBITO DELLE CURE PRIMARIE Pietro Ragni Risk Manager, Direzione Sanitaria AUSL di Reggio Emilia Libera traduzione da National Patient Safety Agency (NPSA),

Dettagli

Area Standard Buona pratica Ambito di applicazione

Area Standard Buona pratica Ambito di applicazione Area Standard Buona pratica Ambito di applicazione Sviluppo sistema di gestione del rischio clinico Prevenzione e gestione degli eventi avversi Gestione della relazione e della comunicazione interna e

Dettagli

Regione Marche. Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano

Regione Marche. Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano Regione Marche Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano Argomento: Qualità e sicurezza del sistema 1 Inquadramento realtà regionale: Qualità

Dettagli

Aphasia United www.aphasiaunited.org Raccomandazioni di Best Practice per l'afasia Introduzione

Aphasia United www.aphasiaunited.org Raccomandazioni di Best Practice per l'afasia Introduzione Aphasia United www.aphasiaunited.org Raccomandazioni di Best Practice per l'afasia Introduzione L'afasia è una disabilità acquisita della comunicazione dovuta ad un danno alle aree cerebrali del linguaggio,

Dettagli

Monitoring healthcare in Regione Liguria

Monitoring healthcare in Regione Liguria Regione Liguria Monitoring healthcare in Regione Liguria One Conference - Turin, may 30 th 2012 Piergiulio Maryni The strategy Three-year plan for the Ligurian Information Society Healthcare Section Defines

Dettagli

Una nuova era per il governo del rischio clinico

Una nuova era per il governo del rischio clinico Una nuova era per il governo del rischio clinico La soluzione Soarian per l'implementazione attiva e proattiva di linee guida e procedure D.ssa Sara Luisa Mintrone Soarian Solution Manager Siemens Medical

Dettagli

SICUREZZA DEL PAZIENTE E RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE

SICUREZZA DEL PAZIENTE E RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE SICUREZZA DEL PAZIENTE E RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE 26-27 Giugno 2015 Hotel 501 Vibo Valentia LA GESTIONE DEL CONFLITTO E DEL CONTENZIOSO NEI SISTEMI SANITARI Prof Pietrantonio Ricci MONITORAGGIO MEDICO-LEGALE

Dettagli

Introduzione al Risk Management nelle strutture sanitarie. Il punto di vista di un settore delle Assicurazioni

Introduzione al Risk Management nelle strutture sanitarie. Il punto di vista di un settore delle Assicurazioni Introduzione al Risk Management nelle strutture sanitarie Il punto di vista di un settore delle Assicurazioni Istituti di cura, posti letto, per tipo di istituto - Anno 1999 Istituti Posti letto TIPO DI

Dettagli

32 Congresso Nazionale FNCO: l Ostetrica/o professionista nell Unione Europa: valori, innovazioni e progettualità

32 Congresso Nazionale FNCO: l Ostetrica/o professionista nell Unione Europa: valori, innovazioni e progettualità Risk Management in ambito ostetrico Manuela Ghilardi A.O. Ospedali Riuniti di Bergamo 32 Congresso Nazionale FNCO: l Ostetrica/o professionista nell Unione Europa: valori, innovazioni e progettualità Contenuti

Dettagli

Il sistema di gestione del rischio clinico

Il sistema di gestione del rischio clinico Il sistema di gestione del rischio clinico Prevenzione dei rischi Riprogettazione organizzativa Valutazione e feedback Analisi dei rischi Audit M&M review RCA Identificazione dei rischi Incident reporting

Dettagli

Master Universitario di primo livello per le funzioni di coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario di primo livello per le funzioni di coordinamento delle Professioni Sanitarie DISPENSA 1/2 Master Universitario di primo livello per le funzioni di coordinamento delle Professioni Sanitarie TITOLO: RISK MANAGEMENT - La gestione del rischio in sanità 1. Il processo di gestione del

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - IV TRIMESTRE

RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - IV TRIMESTRE RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - IV TRIMESTRE ott - dic 2013 1 In linea con quanto indicato nel Piano di Previsione delle attività di Clinical Risk Management relative all anno

Dettagli

CIMO. Riunione OO.SS. in Venezia 24 febbraio 2015. Il nuovo modello regionale di gestione dei sinistri

CIMO. Riunione OO.SS. in Venezia 24 febbraio 2015. Il nuovo modello regionale di gestione dei sinistri Riunione OO.SS. in Venezia 24 febbraio 2015 Il nuovo modello regionale di gestione dei sinistri Giacomo Vigato Settore affari giuridico amministrativi della Regione del Veneto 1 Nuovo modello regionale

Dettagli

GESTIONE VISITE MEDICO LEGALI

GESTIONE VISITE MEDICO LEGALI GESTIONE VISITE MEDICO LEGALI SOCIETA PER LA GESTIONE IN OUTSOURCING DELLA CONSULENZA MEDICO LEGALE Presentazione Dopo 5 anni di collaborazione con fiduciari di diversi e prestigiosi Gruppi Assicurativi,

Dettagli

Assicurazione professionale

Assicurazione professionale Assicurazione professionale dei medici-chirurghi e odontoiatri Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Nell analisi delle

Dettagli

Convegno Nazionale GISMa 2009

Convegno Nazionale GISMa 2009 Convegno Nazionale GISMa 2009 Carcinomi intervallo: cambia il panorama medico-legale? Il parere del medico legale di Assicurazione Luigi Mastroroberto Peschiera del Garda, 12-13 marzo 2009 Ministero della

Dettagli

INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA GIUSEPPE CERASOLI, CIA RESPONSABILE COMITATO PA

INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA GIUSEPPE CERASOLI, CIA RESPONSABILE COMITATO PA INTERNAL AUDITING ROMA, 12 MAGGIO 2005 FORUM PA Fondato a New York nel 1941 Presente in 160 paesi, conta ora più di 110.000 membri Ha sede negli USA ma la sua Governance è Globale Globali sono pure il

Dettagli

37 CONGRESSO NAZIONALE ANMDO LA DOCUMENTAZIONE SANITARIA: QUALI FUTURI POSSIBILI. Dr. Leonardo la Pietra. Bologna, 10 giugno 2011

37 CONGRESSO NAZIONALE ANMDO LA DOCUMENTAZIONE SANITARIA: QUALI FUTURI POSSIBILI. Dr. Leonardo la Pietra. Bologna, 10 giugno 2011 37 CONGRESSO NAZIONALE ANMDO LA DOCUMENTAZIONE SANITARIA: QUALI FUTURI POSSIBILI Dr. Leonardo la Pietra Bologna, 10 giugno 2011 Associazione Italiana Documentazione Sanitaria www.aidosimera.it Healthcare

Dettagli

L Incident Reporting

L Incident Reporting ESPERIENZE IN TEMA DI RISK MANAGEMENT METODOLOGIA, STRUMENTI,, APPLICAZIONI L Incident Reporting Dott. Antonio Maria Pinna Clinical Risk Manager ASL 3 Nuoro Il sistema di incident reporting: cos è L incident

Dettagli

La gestione dei sinistri di RCT Sanità. 7 settembre 2012

La gestione dei sinistri di RCT Sanità. 7 settembre 2012 La centralità della Gestione Sinistri Corso di formazione La gestione dei sinistri di RCT Sanità 7 settembre 2012 Il cambiamento in atto Tradizionalmente la gestione del sinistro di Responsabilità Civile

Dettagli

Come trovare informazioni sanitarie affidabili su Internet

Come trovare informazioni sanitarie affidabili su Internet Come trovare informazioni sanitarie affidabili su Internet How to Find Good Quality Health Information on the Internet Italian Informazioni per i pazienti e per le famiglie Leggere questo opuscolo per

Dettagli

Il Risk Management in Ospedale. Dr. Marco Rapellino Direttore SC Qualità e Risk Management Ospedaliero ASO S.Giovanni Battista,Torino

Il Risk Management in Ospedale. Dr. Marco Rapellino Direttore SC Qualità e Risk Management Ospedaliero ASO S.Giovanni Battista,Torino Il Risk Management in Ospedale Dr. Marco Rapellino Direttore SC Qualità e Risk Management Ospedaliero ASO S.Giovanni Battista,Torino LA GESTIONE DEL RISCHIO: IL CONTESTO 2 Errare humanum est perseverare

Dettagli

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE Sviluppare competenze manageriali innovative per il mondo della Sanità Health Care Management School Il Sistema Sanitario rappresenta uno dei settori

Dettagli

Agenzia sanitaria e sociale regionale. Biblioteca. Periodici in abbonamento nel 2015

Agenzia sanitaria e sociale regionale. Biblioteca. Periodici in abbonamento nel 2015 Agenzia sanitaria e sociale regionale Biblioteca Periodici in nel 2015 PERIODICI ITALIANI Adverse drug reaction bullettin (ed. italiana) 1978 Carta e online Ambiente e sicurezza sul lavoro 1995 Carta e

Dettagli

HSE Manager. L Integrazione delle analisi di rischio tipiche del ruolo con i processi di risk management aziendali

HSE Manager. L Integrazione delle analisi di rischio tipiche del ruolo con i processi di risk management aziendali Data 21 settembre 2016 HSE Manager L Integrazione delle analisi di rischio tipiche del ruolo con i processi di risk management aziendali Agenda: La necessità di confronto ed integrazione dell analisi del

Dettagli

OFFERTA DI TIROCINIO (1)

OFFERTA DI TIROCINIO (1) OFFERTA DI TIROCINIO (1) All interno della Direzione Claims - Claims Centre La risorsa verrà inserita per il potenziamento della struttura Claims Centre direzione Sinistri. La risorsa dovrà supportare

Dettagli

Il Risk Management: risultati conoscitivi dell attività della ASSR

Il Risk Management: risultati conoscitivi dell attività della ASSR Il Risk Management: risultati conoscitivi dell attività della ASSR Sara Albolino sara.albolino@regione.toscana.it Centro Gestione Rischio Clinico Regione Toscana Organismi nazionali Commissione-gruppo

Dettagli

Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance. Bologna, 27 novembre 2009. Il Piano formativo a misura di ECM

Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance. Bologna, 27 novembre 2009. Il Piano formativo a misura di ECM Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance Bologna, 27 novembre 2009 GIMBEducation 2010 Il Piano formativo a misura di ECM Nino Cartabellotta GIMBEducation 1. Obiettivi

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO - PROGRAMMA CCM 2012 DATI GENERALI DEL PROGETTO

PROGETTO ESECUTIVO - PROGRAMMA CCM 2012 DATI GENERALI DEL PROGETTO PROGETTO ESECUTIVO - PROGRAMMA CCM 2012 DATI GENERALI DEL PROGETTO TITOLO: Proposta di un modello di risk analysis per la valutazione ed il controllo del rischio di infezioni nosocomiali nelle unità di

Dettagli

Value Proposition. Services Portfolio

Value Proposition. Services Portfolio Services Portfolio 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Il portafoglio servizi I consulenti Le esperienze e progetti dei nostri consulenti Partnership 2 Media Chi siamo (1/2)

Dettagli

Clinical Governance Medicina Patient Oriented

Clinical Governance Medicina Patient Oriented Clinical Governance Medicina Patient Oriented Dr. Mario Felici Resp. U.O. Medicina Interna e Geriatria Osp. S. Donato USL 8 Arezzo Perché parlare di Clinical Governance e Medicina Patient Oriented? In

Dettagli

Redazione e Presentazione di Progetti Informatici

Redazione e Presentazione di Progetti Informatici Redazione e Presentazione di Progetti Informatici Corso di Laurea in Informatica Massimo Ruffolo E-mail: ruffolo@icar.cnr.it Web: http://www.icar.cnr.it/ruffolo Istituto di CAlcolo e Reti ad alte prestazioni

Dettagli

Anziani e rischio nutrizionale

Anziani e rischio nutrizionale Firenze, 5 ottobre 2011 Anziani e rischio nutrizionale Fattori fisiologici Fattori patologici PREVALENZA MALNUTRIZIONE PROTEICO-ENERGETICA PER DIFETTO FINO A 85% Fattori socio-economici Fattori psicologici

Dettagli

STUDIO MEDMAL CLAIMS MEDICI E SPECIALITA CLINICHE Prima Edizione Marzo 2015

STUDIO MEDMAL CLAIMS MEDICI E SPECIALITA CLINICHE Prima Edizione Marzo 2015 STUDIO MEDMAL CLAIMS MEDICI E SPECIALITA CLINICHE Prima Edizione Marzo 2015 Dati di analisi Campione di riferimento 43.190 Medici 16 Unità Operative 89 Strutture 10 Anni 41.628 Richieste di Risarciment

Dettagli

Dott.ssa A.S.Guzzo Resp. UOS Gestione del rischio clinico in area critica DEA Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma

Dott.ssa A.S.Guzzo Resp. UOS Gestione del rischio clinico in area critica DEA Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma Dott.ssa A.S.Guzzo Resp. UOS Gestione del rischio clinico in area critica DEA Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma DEA sistema ad alto rischio 1 Elevatissimo numero di transazioni (relazionali,

Dettagli

Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico.

Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico. Allegato alla Delib.G.R. n. 46/17 del 22.9.2015 Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico. 1. Modello organizzativo 1.1 Introduzione Il presente documento fonda ogni azione prevista sull importanza

Dettagli

CONVEGNO LA GESTIONE DEL RISCHIO PER UNA SANITA SICURA IL MEDICO LEGALE ED IL CONTENZIOSO NELLA PROSPETTIVA DELLA GESTIONE DEL RISCHIO

CONVEGNO LA GESTIONE DEL RISCHIO PER UNA SANITA SICURA IL MEDICO LEGALE ED IL CONTENZIOSO NELLA PROSPETTIVA DELLA GESTIONE DEL RISCHIO CONVEGNO LA GESTIONE DEL RISCHIO PER UNA SANITA SICURA IL MEDICO LEGALE ED IL CONTENZIOSO NELLA PROSPETTIVA DELLA GESTIONE DEL RISCHIO Giuseppe Venturini Direttore Struttura Complessa Medicina Legale Ausl

Dettagli

Corso Qualità, Risk Management e Tecniche di audit. Servizio Risk Management e Qualità Direzione Sanitaria Dr. Dario Seghezzi

Corso Qualità, Risk Management e Tecniche di audit. Servizio Risk Management e Qualità Direzione Sanitaria Dr. Dario Seghezzi RISK MANAGEMENT IN OSPEDALE 1 La gestione del rischio nel Sistema Sanitario Regionale 2 La gestione del rischio nel Sistema Sanitario Regionale 3 Struttura aziendale di Risk Management DIREZIONE STRATEGICA

Dettagli

La gestione del rischio clinico in ambiente sanitario: linee di indirizzo della Regione Toscana

La gestione del rischio clinico in ambiente sanitario: linee di indirizzo della Regione Toscana La gestione del rischio clinico in ambiente sanitario: linee di indirizzo della Regione Toscana Alba, 17-19 Maggio 2006 Ing. Marco Masi Regione Toscana Direzione Generale del Diritto alla Salute Coordinamento

Dettagli

Semantica e tassonomia del risk management:

Semantica e tassonomia del risk management: Il risk management nelle attività del territorio Semantica e tassonomia del risk management: la gestione del rischio nei servizi sanitari di base Dott.ssa Simona Amato 22 maggio 2013 Errare humanum est,

Dettagli

Anita Andreano e Antonio Russo

Anita Andreano e Antonio Russo DEFINIZIONE DI UN SET DI INDICATORI DEL PROCESSO DI DIAGNOSI E CURA DEL TUMORE POLMONARE TRAMITE METODO DELPHI-MODIFICATO E PRESENTAZIONE DEGLI INDICATORI CALCOLATI SULLA POPOLAZIONE DI DUE ASL DELLA PROVINCIA

Dettagli

Il Risk assessment nei sistemi sanitari

Il Risk assessment nei sistemi sanitari Il Risk assessment nei sistemi sanitari Aula Magna Università degli Studi di Milano 20 Novembre 2007 Piano Sanitario Nazionale 2006-2008 www.ministerosalute.it Cap. 4.4 La promozione del Governo clinico

Dettagli

Assicurazione professionale

Assicurazione professionale Assicurazione professionale dei medici-chirurghi e odontoiatri Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Nell analisi delle

Dettagli

numero polizza data sinistro numero sinistro Stato riservato

numero polizza data sinistro numero sinistro Stato riservato numero polizza data sinistro numero sinistro Stato riservato 6329100022303 02/01/2010 2010632950003 LIQUIDATO 0,00 6329100022303 02/01/2010 2010632950005 SENZA SEGUITO 0,00 6329100022303 02/01/2010 2010632950015

Dettagli

Allegato B) PROCEDURA PER LA GESTIONE AZIENDALE DEI CASI DI EVENTI SENTINELLA 1. PREMESSA E INDICAZIONI GENERALI

Allegato B) PROCEDURA PER LA GESTIONE AZIENDALE DEI CASI DI EVENTI SENTINELLA 1. PREMESSA E INDICAZIONI GENERALI Allegato B) PROCEDURA PER LA GESTIONE AZIENDALE DEI CASI DI EVENTI SENTINELLA 1. PREMESSA E INDICAZIONI GENERALI In base alla delibera della Giunta Regionale N 225 del 3/4/2006, la direzione sanitaria

Dettagli

Convegno sul tema: La Gestione del Rischio Clinico: uno strumento fondamentale per la Sanità Valdostana

Convegno sul tema: La Gestione del Rischio Clinico: uno strumento fondamentale per la Sanità Valdostana PROGETTO ILLUSTRAZIONE ED APPLICAZIONE DELLA HEALTH FAILURE MODE END EFFECTS ANALYSIS -HFMEA, COME STRUMENTO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Convegno sul tema: La Gestione del Rischio Clinico: uno

Dettagli

Il sistema di Incident reporting

Il sistema di Incident reporting Il sistema di Incident reporting L esperienza della Regione Emilia-Romagna Elementi di scenario Forte interesse della letteratura agli errori in Medicina Attenzione dei mass media agli episodi di malasanità

Dettagli

n Organo ufficiale di informazione dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Latina

n Organo ufficiale di informazione dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Latina NEWS ANNO XXVIII - N.4 - OTTOBRE 2006 Medicina Bollettino dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Latina Pontina n Organo ufficiale di informazione dell Ordine dei Medici

Dettagli

Una piattaforma enterprise per gestire e migliorare le iniziative di Governance, Risk e Compliance

Una piattaforma enterprise per gestire e migliorare le iniziative di Governance, Risk e Compliance Una piattaforma enterprise per gestire e migliorare le iniziative di Governance, Risk e Compliance Maria-Cristina Pasqualetti - Deloitte Salvatore De Masi Deloitte Andrea Magnaguagno - IBM Scenario La

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - III TRIMESTRE

RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - III TRIMESTRE RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - III TRIMESTRE lug - set 2013 1 In linea con quanto indicato nel Piano di Previsione delle attività di Clinical Risk Management relative all

Dettagli

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Il rischio clinico rappresenta l eventualità di subire

Dettagli

Approccio Prospettico alla Sicurezza del Paziente in Radioterapia

Approccio Prospettico alla Sicurezza del Paziente in Radioterapia Sicurezza del paziente e rischio clinico in Radioterapia U.L.S.S. n. 9 TREVISO, 10 Dicembre 2014 Approccio Prospettico alla Sicurezza del Paziente in Radioterapia Marie Claire Cantone Universitàdegli Studi

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1994 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore SCALERA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 7 FEBBRAIO 2003 Disciplina dell assicurazione obbligatoria delle strutture

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

CRIMAS - Club Risk management nelle aziende sanitarie Sintesi dei contenuti dell incontro di avvio del network CRIMAS Milano, 11 giugno 2004

CRIMAS - Club Risk management nelle aziende sanitarie Sintesi dei contenuti dell incontro di avvio del network CRIMAS Milano, 11 giugno 2004 Contenuti per lo sviluppo del network CRIMAS CRIMAS - Club Risk management nelle aziende sanitarie Sintesi dei contenuti dell incontro di avvio del network CRIMAS Milano, 11 giugno 2004 Obiettivi e destinatari

Dettagli

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY.

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING PROCESS OPTIMIZATION Mappatura as is dei processi, definizione dello stato to be, gap analysis, definizione ed implementazione

Dettagli

RISK MANAGEMENT, gestire il rischio clinico assistenziale in ambito sanitario

RISK MANAGEMENT, gestire il rischio clinico assistenziale in ambito sanitario CORSO DI FORMAZIONE PROGETTO RISK MANAGEMENT RISK MANAGEMENT, gestire il rischio clinico assistenziale in ambito sanitario A cura di: D.D.S.I. Annita Caminati D.D.S.I Paola Ceccarelli Contenuti del corso

Dettagli

LA SOLUZIONE SAS PER LA GESTIONE DEL RISCHIO NELLE AZIENDE SANITARIE

LA SOLUZIONE SAS PER LA GESTIONE DEL RISCHIO NELLE AZIENDE SANITARIE LA SOLUZIONE SAS PER LA GESTIONE DEL RISCHIO NELLE AZIENDE SANITARIE Indice Premessa...1 Obiettivi della soluzione SAS per la gestione del Rischio... Valutazione dei Rischi... 1. La Gestione degli Eventi....

Dettagli

Azienda Ospedaliera San Camillo - Forlanini SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA MASTER DI I LIVELLO

Azienda Ospedaliera San Camillo - Forlanini SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA MASTER DI I LIVELLO Azienda Ospedaliera San Camillo - Forlanini SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA GESIRAD MASTER DI I LIVELLO Scienze tecniche applicate alla gestione dei servizi informativi in diagnostica per immagini dott.ssa

Dettagli

GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale

GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale Arezzo, Centro Affari e Convegni 28 novembre 1 dicembre 2007 II FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITÀ GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale C. Favaretti Presidente SIHTA Direttore Generale

Dettagli

Safe Surgery Saves Lives and Resourses. Dott. Francesco Venneri

Safe Surgery Saves Lives and Resourses. Dott. Francesco Venneri Safe Surgery Saves Lives and Resourses Dott. Francesco Venneri CLINICAL RISK MANAGEMENT Safe Surgery Saves Lives and Resourses Dott. Francesco Venneri Clinical Risk Manager Azienda Sanitaria Firenze Tutti

Dettagli

CLAIM INFORMATION FORM

CLAIM INFORMATION FORM CLAIM INFORMATION FORM Modulo Raccolta Informazioni Sinistro RC Professionale Personale Sanitario Gentile Assicurato, gli Assicuratori confermano ricezione della denuncia di Sinistro da Lei recentemente

Dettagli

Quale che sia il vostro specifico ambito, scegliere

Quale che sia il vostro specifico ambito, scegliere Consulting Line Quale che sia il vostro specifico ambito, scegliere le Persone, le Competenze e le Tecnologie più adatte si rivelerà sempre una decisione determinante. Scegliere fra le formule Body Rental

Dettagli

COMPANY PROFILE. La macchina perfetta per la gestione dei tuoi rischi

COMPANY PROFILE. La macchina perfetta per la gestione dei tuoi rischi COMPANY PROFILE La macchina perfetta per la gestione dei tuoi rischi La società contemporanea è alimentata dalle correnti della complessità, dove fattori macroeconomici si intersecano con scenari internazionali,

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

CV Elisabetta Flora Olga Trinchero (Aggiornato 4/12/2007)

CV Elisabetta Flora Olga Trinchero (Aggiornato 4/12/2007) CV Elisabetta Flora Olga Trinchero (Aggiornato 4/12/2007) DATI ANAGRAFICI Nome e Cognome Elisabetta Flora Olga Trinchero Data e luogo di nascita 20 Gennaio 1969, Genova Residenza Milano Nazionalità Italiana

Dettagli

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Contesto di riferimento Framework Lo standard

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

3. Utilizzo di dati amministrativi (SDO)

3. Utilizzo di dati amministrativi (SDO) 3. Utilizzo di dati amministrativi (SDO) Flussi informativi correnti SDO, prestazioni ambulatoriali, movimento degenti, flussi informativi ministeriali, certificati di assistenza al parto, interruzioni

Dettagli

Prevenzione e compensazione dei danni insorti. in corso di assistenza sanitaria. Francesco Taroni. Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica

Prevenzione e compensazione dei danni insorti. in corso di assistenza sanitaria. Francesco Taroni. Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica Prevenzione e compensazione dei danni insorti in corso di assistenza sanitaria Francesco Taroni Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica (francesco.taroni@unibo.it) (1) Il contesto Epidemiologia degli

Dettagli

COMUNE DI VALVERDE (Provincia di Catania)

COMUNE DI VALVERDE (Provincia di Catania) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMEN- TO DANNI DERIVANTI DA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI (Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 9 del 17/03/2014) Sommario

Dettagli

Lo stato dell arte del Risk Management in Italia

Lo stato dell arte del Risk Management in Italia Sicurezza del Paziente e degli Operatori Sanitari: obiettivo comune per un assistenza di qualità A.O. San Filippo Neri Roma, 14 Dicembre 2011 Lo stato dell arte del Risk Management in Italia Alessandro

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA INTELLETTUALE

CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA INTELLETTUALE CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA INTELLETTUALE TRA L Azienda Ospedaliera Istituti Clinici di Perfezionamento (di seguito A.O. I.C.P.), con sede in Milano, Via Daverio n. 6, codice fiscale n. 80031750153

Dettagli

Gli errori umani in Sanità. Prevenirli, gestirli e controllarli

Gli errori umani in Sanità. Prevenirli, gestirli e controllarli Gli errori umani in Sanità. Prevenirli, gestirli e controllarli Prevenzione e gestione del Rischio Clinico nella Sanità Marco Rapellino Direttore SCDO QRMA, AOU S.Giovanni Battista, Torino Coordinatore

Dettagli

correzione, verifica e validazione dei risultati

correzione, verifica e validazione dei risultati Università degli Studi di Padova Scuola di Specializzazione in Biochimica Clinica (A.A. 2005-2006) INDIRIZZI: DIAGNOSTICO E ANALITICO TECNOLOGICO Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica: automazione

Dettagli

quale progettazione organizzativa negli ospedali Massimiliano Raponi Direttore Sanitario

quale progettazione organizzativa negli ospedali Massimiliano Raponi Direttore Sanitario Sicurezza dei pazienti e qualità: quale progettazione organizzativa negli ospedali Massimiliano Raponi Direttore Sanitario La cornice per la Qualità Coinvolgimento dei pazienti e della popolazione avversi

Dettagli

PROGRAMMA DI GOVERNO CLINICO E SICUREZZA DEL PAZIENTE IN FRIULI VENEZIA GIULIA

PROGRAMMA DI GOVERNO CLINICO E SICUREZZA DEL PAZIENTE IN FRIULI VENEZIA GIULIA Direzione Centrale Salute, Integrazione Sociosanitaria e Politiche Sociali Direttore: Gianni Cortiula Area dei Servizi Sanitari Territoriali e Ospedalieri Direttore: Alessandrino Fanzutto PROGRAMMA DI

Dettagli

La qualità vista dal monitor

La qualità vista dal monitor La qualità vista dal monitor F. Paolo Alesi - V Corso di aggiornamento sui farmaci - Qualità e competenza Roma, 4 ottobre 2012 Monitoraggio La supervisione dell'andamento di uno studio clinico per garantire

Dettagli

AGENDA QUADRO NORMATIVO RISCHIO DI COMPLIANCE FUNZIONE DI COMPLIANCE NEL SCI COMPETENZE E METODOLOGIE REQUISITI RUOLO DEGLI ORGANI AZIENDALI

AGENDA QUADRO NORMATIVO RISCHIO DI COMPLIANCE FUNZIONE DI COMPLIANCE NEL SCI COMPETENZE E METODOLOGIE REQUISITI RUOLO DEGLI ORGANI AZIENDALI MASTER AMLP 1 AGENDA QUADRO NORMATIVO RISCHIO DI COMPLIANCE FUNZIONE DI COMPLIANCE NEL SCI COMPETENZE E METODOLOGIE REQUISITI RUOLO DEGLI ORGANI AZIENDALI 2 QUADRO NORMATIVO 3 QUADRO NORMATIVO 4 QUADRO

Dettagli

Audit SEA per l analisi delle criticità su eventi significativi

Audit SEA per l analisi delle criticità su eventi significativi Audit SEA per l analisi delle criticità su eventi significativi Giulio Toccafondi, Ph.D, CRM Centro Gestione Rischio Clinico e Sicurezza del Paziente Regione Toscana http://www.regione.toscana.it/centro-gestione-rischio-clinico

Dettagli

L ESPERIENZA DELLE REGIONE LAZIO NELLA GESTIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA. Antonio Silvestri Risk Manager

L ESPERIENZA DELLE REGIONE LAZIO NELLA GESTIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA. Antonio Silvestri Risk Manager L ESPERIENZA DELLE REGIONE LAZIO NELLA GESTIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA Antonio Silvestri Risk Manager 1982 I RAPPORTO ISTISAN 1982 Indagine conoscitiva sulle infezioni ospedaliere negli

Dettagli

How big is the problem?

How big is the problem? FRANCO PUGLIESE How big is the problem? USA errors by HCWs affect about 3-4% patients mean of 7% ADEs >7,000 ADE deaths / year 2 million nosocomial infections / year average ICU patient experiences almost

Dettagli

GIMBEducation 2010 Il Piano formativo a misura di ECM

GIMBEducation 2010 Il Piano formativo a misura di ECM Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance Bologna, 7 novembre 009 GIMBEducation GIMBEducation 010 Il Piano formativo a misura di ECM. Aree didattiche Nino Cartabellotta

Dettagli