Indice analitico I-1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice analitico I-1"

Transcript

1 Indice analitico A Accanimento terapeutico 560 Acetilcolinesterasi, inibitori della 348 Acido ialuronico 78 Acqua corporea totale 445 Activities of Daily Living (ADL) 19, 579, 624 ADE, vedi Eventi avversi da farmaci ADR, vedi Reazioni avverse da farmaci Adrenopausa 87, 184 Afasia fluente 502 non fluente 502 progressiva non fluente 351 Age Related Cognitive Decline (ARCD) 335 Age-Associated Memory Impairment (AAMI) 334 Ageismo 26, 226, 571 Aldosterone 446 Algodistrofia simpatica riflessa 293 Alluce valgo 541 Allucinazioni visive 354 Alzheimer, malattia di, vedi Demenza Amiloide, beta 347 Amnesia Senile Benigna (Benign Senescent Forgetfulness, BSF) 334 Anamnesi 240 Andropausa 87 Anemia 401 da altre cause e da causa non nota 408 da carenza di ferro 486 da carenza di principi emoattivi 403 da disordine cronico 404 da insufficienza renale cronica 403 e cognitività 409 e malattie cardiovascolari 408 e mortalità 408 e stato funzionale 410 e tono dell umore 410 Angiotensina II 446 Anoressia sine causa 256 Antagonismo pleiotropico 71 Anterocollo 545 Anticoagulanti orali 52 Antidepressivi, farmaci NARI 385 NaSSA 385 SNRI 385 SSRI 385 triciclici (TCA) 230, 384 Antiossidanti 93 Antipsicotici, farmaci 332 Anziano fragile 15, 243, 245, 246, 434, 499 APO E 81 Apparato cardiocircolatorio 303 gastroenterico 305 locomotore 278 muscolare 304 osteoarticolare 304 respiratorio 304 uditivo 278 urinario 305 vestibolare 124 visivo 278 Artrite gottosa 540 reumatoide, 507, 540 Artrosi 246, 247, 505, 538, 540 coxartrosi 507 gonartrosi 507 Aspettativa di vita 1, 17 alla nascita 9 attiva 17 con disabilità 17 Asse ipotalamo-ipofisi-corticosurrene 88, 200, 257 ipotalamo-ipofisi-tiroide 256 Assideramento 435 Assistenza Continuativa (AC) 14, 625, 628 Assistenza Domiciliare (AD) 30, 516 Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) 519, 631 Aterosclerosi 97 Atipia di presentazione delle malattie 227 Atrofia cerebrale 192 del nervo ottico 534 Attività fisica 388 B BADL, vedi Activities of Daily Living Barriere architettoniche 240 Barocettori 446 Barthel Index 581 Basalioma 112, 533 Benzodiazepine (BDZ) 297 Biodisponibilità 471 Bioetica 553 Body Mass Index (BMI) 46 Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) 283, 504, 537 C Caduta 277 conseguenze 279 epidemiologia 277 fisiopatologia 277 prevenzione 294 valutazione 293 Camptocormia 546 Capogiro 272 Carcinoma squamo-cellulare 533 Cardiogeriatria Appendice 6 Case mix Appendici 3 e 5 Cataratta 97, 113, 115 Centenari 7, 81 Centro di Massa Corporea (CMC) 271 I-1

2 diurno Appendice 3 ipotalamico della sete 446 Cerebropatia multiinfartuale 247 CHADS 2 score (Congestive Heart Failure) 54 Chair stand 250 Cheratiti croniche 534 Cheratosi attinica 112, 532, 533 seborroica 112 Chinesiterapia 500 Cisti sebacee del cuoio capelluto 531 Citochine pirogene 426 Codice di Deontologia Medica della Federazione Italiana dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri 554 di Norimberga 553 Cognitive Impairment No Dementia (CIND) 335 Collagene, invecchiamento del 103 Collasso da calore 424 Colpo di calore 424, 427 fisiopatologia 425 Comitato Nazionale di Bioetica 562 Comorbilità 12, 57, 362 Complessità patogenetica 267 Complesso Maggiore di Istocompatibilità 81 Comprehensive geriatric assessment, vedi Valutazione multidimensionale geriatrica Compressione della morbilità Appendice 5 Confusion Assessment Method (CAM) 330 Contenzione chimica 556 fisica 555 Continuità assistenziale Appendice 6 Contusione cerebrale 280 Convenzione di Oviedo 554 Corea di Huntington 356 Corpi di Hirano 195 di Lewy 195 di Pick 350 Cortisolo 88 Costipazione 536 Crisi ipoglicemica 228 Criteri di Boston 397 DSM-IV 330 Cupololitiasi 274 Cure palliative 560, Appendice 6 D Degenerazione cortico-basale 356 maculare senile 113, 534 Delirio paranoideo 113 Delirium 323, 450, 609 cause 325 demenza 328 diagnosi 329 epidemiologia 323 eziopatogenesi 325 farmaci 325 fattori precipitanti 327 fattori predisponenti 327 iperattivo 323 ipoattivo 323 misto 323 prevenzione 331 significato prognostico 328 terapia 332 tremens 327, 332 Demenza 485 a corpi di Lewy 353 da patologia dei piccoli vasi 357 da singoli infarti strategici 357 di Alzheimer 246 familiare 348 sporadica 346 terapia farmacologica 348 fronto-temporale 350 mista 357 multi-infartuale 357 semantica 352 vascolare 355 Depressione 228, 369 ansia 380 broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) 378 demenza 380 disabilità 381 maggiore 370 malattie cardiovascolari 376 malattie cerebrovascolari 376 mascherata 228 minore 371 mortalità 381 osteoporosi 379 patologie otorinolaringoiatriche 378 post-stroke 376 psicotica 370 Dermatite seborroica 530 Desensibilizzazione vestibolare 273 Deterioramento cognitivo 113, 267 mentale 241, 333 Mentale Senile Compensato 334 DHEAS (deidroepiandrosterone solfato) 109, 184 Diabete mellito 182 Dichiarazione di Helsinki 553 Dimissioni difficili 517 Dimorfismo cerebrale 101 Disabilità 16, 22, 271, 299, 498 catastrofica 18 dinamica Appendice 5 grave 18, 234 lieve 234 moderata 234 progressiva 18 Disartria 502 Disfunzione diastolica 392 sistolica 392 Disidratazione 448 Dispnea 229 Disponibilità energetica 255 Distonie assiali 545 cervicali 545 del tronco 546 Disturbo bipolare 371 d ansia generalizzato 371 del comportamento 338 del linguaggio 502 depressivo minore 371 di adattamento 371 I-2 INDICE ANALITICO

3 distimico 370 somatoforme 371 Dizziness 269 DNA mitocondriale (mtdna) 96 Do Not-Resuscitate (DNR) 561 Donepezil 348 DRG (Diagnosis Related Groups) 27, 107, 390, 516, Appendici 4 e 5 Drug-Induced Parkinsonism (DIP) 544 E Eccitotossicità 98 Effetto(i) coorte 108 periodo 107 sopravvivenza 108 Elastosi solare 111 Elettroconvulsiva, terapia 387 Ematoma epidurale 280 subdurale 279 Emi-inattenzione spaziale 502 Emorragia intraparenchimale 280 Emotrasfusione 411 Epidemiologia dell invecchiamento 270 e costi sociali nell anziano 281 Epidemiologia geriatrica Appendice 6 Epigenetica 89 Equilibrio, disturbi dello 119 Eritropoietina 180 Esame obiettivo 240 Estrogeni 109 Età media 12 Età mediana 9 Etica 553 Etnogeriatria 562 Eutanasia attiva 561 Euthyroid sick syndrome, vedi Sindrome del malato eutiroideo Eventi Avversi da Farmaci (Adverse Drugs Events - ADE) 465 Evidence Based Medicine (EBM) 39, 41, 60 F Failure to thrive 37, 486, 493 Farmacocinetica 230, 471 Farmacodinamica 230, 471 Farmaco-epidemiologia geriatrica Appendice 6 Fecondità 8 Fibre collagene 105 Fibrillazione atriale 543 Fibroblasti 82 Fibrosi dell aponeurosi palmare (morbo di Dupuytren) 540 Filtrazione glomerulare 445, 452 Food and Drug Administration (FDA) 42 Fotoinvecchiamento 108 Fragilità 14, 243 biologia 239 come stato di vulnerabilità 257 conclamata 260 conseguenze cliniche Appendice 7 criteri 620 disabilità 250 indicatori 245, 256 latente 260 modelli di di Bortz 249 di Brocklehurst 249 di Rockwood 257 di tipo concentrico 267 di tipo lineare 267 multifattoriale 328 pauci-sintomatica 260, 261 sindrome clinica 250 spirale 253 stadi 252 Frail elderly, vedi Anziano fragile Frattura 280 di femore 287 di femore prossimale 292 di omero prossimale 293 di polso 292 vertebrale 282, 291 Fumo di sigaretta 160 Functional Activities Questionnaire 590 G Galantamina 348 Gene age-1 81 Indy 80 klotho 83 methuselah 80 sir-2 80 Geriatria 61, 63, 64, 67, 262, 529, Appendici 3 e 6 insegnamento 67 Geriatric Depression Scale (GDS) 633, 636 Gerontogeni 71 Gerontologia 61, 67 Gerontologia e Geriatria (MED9) Appendice 6 Gerontoxon 114 Glicazione 90 Glicemia 257 Grip strength 250 H Handicap 498 Herpes Zoster (HZ) 531 I IADL, vedi Instrumental Activities of Daily Living Ictus 54 Idrocefalo normoteso 359 Idrossiguanosina (8-OHdG) 94 I-MAO 385 Immobilità 299 complicanze 501 Incontinenza urinaria 311, 501 classificazione 315 con urgenza (urge incontinence) 316 da alterato svuotamento 316 da rigurgito 316 da sforzo 315 da stress 315 diagnosi 316 dispositivi 319 funzionale 316 invecchiamento 314 persistente 315 terapia 319 transitoria 315 Indicatori di qualità 475 Indice di appropriatezza 475 di Exton-Smith 601 di fragilità (I.F.) di Rockwood 259 Indice analitico I-3

4 di vecchiaia 9, 12 Infarto del miocardio 227, 235 Informant Questionnaire on Cognitive Decline in the Elderly (IQCODE) 589 Instabilità nella marcia 228 omeostatica 225, 563 posturale 270, 273 Instrumental Activities of Daily Living (IADL) 19, 624 Insulinemia 257 Integrine 305 Intelligenza cristallizzata 211 fluida 211 Interazione(i) farmacologiche 472 farmaco-nutrienti 471 Interdizione 555 Intertrigine 530 Invecchiamento 72 al femminile 23 apparato cardiovascolare 147 apparato digerente 165 apparato respiratorio 157 apparato tegumentario 108 apparato urinario 171 cartilagine articolare 144 cervello 190 della popolazione 1 delle funzioni cognitive 565 di successo 207 ematopoiesi 213 eterogeneità 72, 225 fattori ambientali 84 fattori genetici 75 intrinseco 108 muscolo scheletrico 124 sistema endocrino 181 tessuto osseo 135 Ipercalcemia 453 Ipercifosi 548 Ipercolesterolemia 42 Iperpotassiemia 451 Ipertensione arteriosa 47, 171 nel grande vecchio 51 Ipertermia 425 Ipomobilità 296 Iponatremia 384, 449 Ipopotassiemia 451 Ipotermia accidentale 431 grave 436 lieve 434 moderata 436 Ipotesi colinergica della demenza 346 glutammatergica della demenza 346 ormetica dell invecchiamento 88 Isola di calore urbana 419 L Laminina-A 78 Laterocollo 545 Lavoro in équipe Appendice 6 LDL ossidate 97 Lesioni cutanee da decubito 306 da grattamento 530 da pressione, vedi da decubito precancerose 532 Limited Dementia 334 Linee Guida 37, 55 della valutazione multidimensionale Appendice 3 Linfedema 541 Linfoma non Hodgkin a cellule B 534 Lipofuscine 90 Livelli essenziali di assistenza (LEA) Appendice 3 Living will 561 Long term care 518 Longevità 75, 77, 95, Appendice 3 Luoghi delle cure 66 M Malattia acuta 32 cronica 32 di Alzheimer, vedi Demenza di Alzheimer di Fahr 356 di Ménière 274 di Parkinson 99, 544 di Parkinson con demenza 353 Malnutrizione 129, 256, 486, Appendice 6 Malpractice 32 Manovre salvavita 561 Marasma senile, vedi Failure to thrive Medicina Basata sull Evidenza (EBM) 39, 41, 57, 572, Appendice 3 centrata sul malato 62 centrata sulla malattia 37, 61 del caos 38 della complessità 35, 37 della semplicità 37 difensiva 32 geriatrica, vedi Geriatria interna 66 narrativa 36, 57, 61 opinion based medicine 61 Medico di famiglia 516 Melanoma 533 Memantina 349 Memory training 513 Menomazione 498 Menopausa 87, 187 Metabolismo energetico basale 256 Metodologia assistenziale 520 Mild Cognitive Disorder 335 Mild Cognitive Impairment - MCI (Declino Cognitivo Lieve) 336 Mini Mental State Examination (MMSE) 634, 586, Appendice 3 Mini Nutritional Assessment 599 Minimal Dementia 334 Minzione 311 Mitocondri 89, 91 Mitormesi 97 Mixedema 431, 433 Mnemotecniche 513 Modello assistenziale geriatrico Appendice 6 di Assistenza Continuativa (AC) 518 Monoaminossidasi (MAO) 203, 373 Morbilità 22, 420 Morbo di Parkinson, vedi Malattia di Parkinson Mortalità 418, 420 intraospedaliera 236 I-4 INDICE ANALITICO

5 Multifattorialità 229, 567 Multipatologia 12, 567 Musicoterapia 560 N Naranjo, algoritmo di 470 Narrative Based Medicine, vedi Medicina narrativa Natalità 7 National Institute for Health and Clinical Excellence (NICE) 308 Non aderenza 469, 477 Non thyroidal illness, vedi Sindrome del malato eutiroideo Non-amnestic MCI-multiple domain 336 Non-amnestic MCI-single domain 336 Norma 107 Normalità 107, 226 Nursing home, vedi Residenza Sanitaria Assistenziale O Obesità di tipo centrale 257 sarcopenica 133 Oldest old 44, 260 Old-old 245 Omeostasi 69, 87, 264 idrosalina 445 nell invecchiamento 108 Omeostenosi 69, 108 Oncologia geriatrica Appendice 6 Ondate di calore 420 Opinion Based Medicine, vedi Medicina Orecchio interno 120 medio 120 Organi di senso 271 Ormone(i) anabolizzanti 257 antidiuretico (ADH) 446 natriuretico atriale (ANP) 446 Ortostatismo 296 Osmocettori 446 Ospedalizzazione da ADR 466 Ossido nitrico (NO) 97 Osteoartrosi, vedi Artrosi Osteopenia 186, 285 Osteoporosi 181, 247, 284, 285 conclamata 285 da disuso 305 Osteosintesi 508 P Paralisi sopranucleare progressiva 356 Parkinson-demenza (PDD) 355 Parkinson-plus 544 Patologie da calore 424 Paura di cadere 293 Paziente anziano 225 personalità tipo 231 Pet-therapy 560 Piano di assistenza individualizzata (PAI) 522, Appendici 3 e 4 Sanitario Nazionale Appendice 3 Piccoli guadagni, vedi Small gains Polifarmacoterapia 231, 470 Polmonite 415 Porpora da farmaci 531 senile di Bateman 112, 530 Predeath 493 Predisposizione genetica 171 Presbiacusia 119, 121 di conduzione o trasmissiva 120 metabolica o striale 121, 122 neuronale 121, 122 sensoriale 120, 122 trasmissiva o di conduzione 122 Prescrizione inappropriata 469 Pre-sincope 270 Pressure Ulcer Scale for Healing (PUSH) 308, 603 Prevenzione delle cadute a domicilio 294 delle cadute in residenza 296 delle ulcere da decubito 306 primaria 571 secondaria 571 terziaria 571 Procollagene 105 Progeria 78 Progetto Obiettivo Salute dell Anziano Appendici 3 e 6 Prospettiva dimensionale 370 Proteina della fase acuta 425 dello shock termico 425 precursore dell amiloide (APP) 346 Proteoglicani 104 Proteosoma 93 Protettori d anca 297 Prurito 530 Pseudoiponatremia 449 Psicoterapia 388, Appendice 6 Punti più deboli, vedi Weakest link Q Questionable Dementia 334 R Radicali liberi 91 Randomized Controlled Trial (RCT) 40, 46 Rasoio di Ockham 267 Reactive Oxygen Species (ROS) 91 Reality Orientation Therapy (ROT) 511 Reazione Avversa da Farmaci (Adverse Drugs Reaction -ADR) 230, 465 Reminescenza, terapia di 512 Resident Assessment Instrument - Minimum Data Set (RAI- MDS) 521 Residenza Protetta (RP) 29 Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) 15, 29, 67, 447, 519, 625, Appendice 5 Resistenza biologica 100 Resource Uniform Groups (RUG) 524 Restrizione calorica 84, 88, 95 Rete dei servizi di Assistenza Continuativa Appendice 3 Retinopatia diabetica 534 Riabilitazione aspecifica 499 geriatrica Appendici 5 e 6 preventiva 497 specifica 500 cardiologica 504 deterioramento cognitivo e demenza 510, 513 frattura di femore 507 ictus cerebrale 500 malattia di Parkinson 503 Indice analitico I-5

6 osteoartrosi 505 respiratoria 504 Ricatto affettivo 233 Riduzione della natalità 1 Rimodellamento eccentrico 136 Rimotivazione, terapia di 513 Risposta della fase acuta 425 Rivastigmina 348 RNS, vedi Specie reattive dell azoto RSA, vedi Residenza Sanitaria Assistenziale S Sarcopenia 124, 128, 296 e termoregolazione 133 e tessuto osseo 133 Scala(e) della Tinetti 293 di Guralnik 584 Scompenso a cascata 14, 563, Appendice 6 acuto 303 cardiaco 389 diastolico 394 fisiopatologia 392 refrattario 398 sistolico 394 congestizio 227 omeostatico 264 terminale, vedi Failure to thrive Screening delle tireopatie 438 Scuola di Specializzazione in Geriatria Appendice 6 ordinamento Appendice 6 Secrezione di aldosterone 446 di renina 446 Self-neglect syndrome 422, 483 Self-neglecter 488 Senescenza replicativa 82, 220 Senile breakdown 483 Senile squalor syndrome 483 Sensazione della sete 446 di instabilità 269 Sensibilità propriocettiva 271 visiva 272 Servizi riabilitativi 516 territoriali 516 Short Physical Performance Battery, vedi Scala di Guralnik Short Portable Mental Status Questionnaire 588 Sickness Impact Profile 636 Silenziamento genetico 100 Simple Senile Dementia (SSD) 334 Sinchisi 116 Sindrome(i) a basso T 3 327, 441 a basso T a basso TSH 443 da allettamento 299, 302, 563 da disfunzione multiorgano 425, 429 da frizione iliaco-costale 292, 548 da inappropriata secrezione di ormone antidiuretico (SIADH) 449 da prescrizione a cascata 468 del malato eutiroideo 184, 189, 437 delle gambe senza riposo 209 di Diogene 483 di Down 80 di Hutchinson-Gilford 78 di Pisa 547 di Werner 79 geriatriche 14, 228, 263, 486, 566, 628 menieriformi 274 metabolica 257 neurolettica maligna 429 parkinsoniane 503 progeroidi 76 serotoninergica 384, 429 tradizionale 263 Sintesi dell ormone antidiuretico (ADH) 446 dell ormone natriuretico atriale (ANP) 446 Sintomi somatici 374 Sirtuine (SIRT) 80 Sistema di assistenza socio-sanitaria integrata Appendice 3 di barriera 223 GABAergico 204 immunitario locale 163 mesocorticale 203 muscolo-scheletrico 272 nervoso 278 nervoso autonomo 151, 155 nervoso centrale 121, 271 Sanitario Pubblico statunitense (Medicare) 13 Small gains 63, 567 Social breakdown syndrome 483 Spasticità 502 Specialistiche trasversali 62 Specie reattive dell azoto 426 Spedalizzazione Domiciliare (SD) 520 Speranza di vita 75 Stabilità genomica 103 START (Screening Tool to Alert doctors to Right Treatment) 476 Static balance test 250 Statine 45 Stato cognitivo ed affettivo 240 confusionale acuto, vedi Delirium di disidratazione 447 fisico 239 funzionale 240 infiammatorio cronico 256 psico-affettivo e malattie cardiovascolari 235 socio-economico 240 Stipsi, vedi Costipazione STOPP (Screening Tool of Older Persons Prescriptions) 476 Stress 237 ossidativo 91, 93, 128, 160 e demenza di Alzheimer 99 e malattia di Parkinson 99 Stroke, vedi Ictus Strumenti di VMD Appendice 3 Struttura(e) demografica 1 post-acuzie Appendice 3 residenziali 516 Riabilitative (SR) 520 Studio(i) Longitudinale di Baltimora sull Invecchiamento 149, 180 longitudinali 107 I-6 INDICE ANALITICO

7 trasversali 107, 164 Superossido dismutasi (SOD) 80 T Tassi di mortalità 4, 6, 415 Team multidisciplinare 605, 623, Appendice 3 Tecniche comportamentali 318 di chinesiterapia passiva 500 di facilitazione od inibizione motoria 502 di fisiochinesiterapia attiva 500 Telomerasi 82 Telomeri 82, 90 Teoria(e) dell invecchiamento dei legami crociati 90 del collagene103 del declino della funzione mitocondriale 89 del declino della stabilità genica 89 del rate of living e della velocità metabolica 88 del soma usa e getta 72 dell accumulo di materiali di rifiuto 90 dell accumulo di mutazioni 71 dell antagonismo pleiotropico 71 dell espansione della morbilità 22 della compressione della morbilità 22 dello stress ossidativo 91, 142 evolutive adattative 69 evolutive non adattative 71 immunitaria 88 stocastiche 86 Terapia 3 R 511 aderenza alla 477 di Reminiscenza (Gruppi Remember) 512 di Rimotivazione 513 fisica 500 occupazionale 500 trombolitica Appendice 3 nell infarto miocardico acuto 41 Terminal drop 493 Termoregolazione 112 Tessuto connettivo, invecchiamento del 103 Test del Functional Reach 293 Testamento biologico 561 Testosterone 109 Tight junction 202 Timed Up and Go test (TUG) 596 Tireotossicosi 227 Transizione demografica 3 Traumi cranio-encefalici 279 Trichiasi 113, 114, 119 Trigger event 493 Tropocollagene 105 U Unità di Cura Intensiva 237 di Medicina Geriatrica per Acuti (UMG) 518 di post-acuzie 518, 620 di Valutazione ed Intervento Geriatrica (UVIG) Appendice 3 di Valutazione Geriatrica (UVG) 518, 629, Appendici 3 e 6 Geriatrica per Acuti (UGA) 612, 614, 618, Appendice 3 ortogeriatrica Appendice 3 Urge incontinence, vedi Incontinenza con urgenza Urine, concentrazione 446 Uveiti croniche 534 V Valutazione Multidimensionale Geriatrica (VMD) 61, 238, 239, 275, 495, 518, 520, 605, 622, Appendici 3, 5 e 6 VAOR-ADI (VAOR - Assistenza Domiciliare Integrata) 526, 631 Vasopressina, vedi Ormone antidiuretico Vertigine 269, 272 oggettiva 270 parossistica posizionale benigna 274 posizionale parossistica 273 soggettiva 270 da causa vascolare 274 Vescica instabile 314 Vie nervose afferenti 271 effettrici 271 Vitamine emoattive 486 Vulnerabilità 225 W Weakest link 228, 264, 271, 299, 312, 333, 391, 566 X Xeroderma pigmentoso 533 Z Zinco 97 Indice analitico I-7

8

Indice. Presentazione. Unità 1 Essere anziani oggi in Italia 1

Indice. Presentazione. Unità 1 Essere anziani oggi in Italia 1 Indice Presentazione xiii Unità 1 Essere anziani oggi in Italia 1 Capitolo 1 L anziano in Italia, diritti e questioni etiche 3 1.1 Essere anziani oggi in Italia 3 1.2 I diritti 6 1.3 Invecchiare bene 10

Dettagli

Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la popolazione e i pazienti con demenza Sintesi

Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la popolazione e i pazienti con demenza Sintesi e le Aziende Ospedaliere, IRCCS, ASP(Aziende di Servizi alla Persona), Università elencate nel Documento Integrale Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la

Dettagli

MCI CENNI DI ATTIVAZIONE COGNITIVA ABILITÀ COGNITIVE E INVECCHIAMENTO

MCI CENNI DI ATTIVAZIONE COGNITIVA ABILITÀ COGNITIVE E INVECCHIAMENTO MCI CENNI DI ATTIVAZIONE COGNITIVA ABILITÀ COGNITIVE E INVECCHIAMENTO MILD COGNITIVE IMPAIRMENT La patologia dementigena inizia molto prima delle manifestazioni cliniche della malattia. Esiste una fase

Dettagli

COS E LA MALATTIA DI ALZHEIMER?

COS E LA MALATTIA DI ALZHEIMER? COS E LA MALATTIA DI ALZHEIMER? E la forma più frequente di demenza. La DEMENZA è la perdita delle funzioni intellettive (il RICORDARE, il PENSARE, il RAGIONARE) di gravità tale da rendere la persona malata

Dettagli

MODELLO ARD Advanced Rehabilitation in Dementia Castellanza, 24 marzo 2015 a cura di DOTT. LIVIO DAL BOSCO DOTT. DAVIDE BARRA

MODELLO ARD Advanced Rehabilitation in Dementia Castellanza, 24 marzo 2015 a cura di DOTT. LIVIO DAL BOSCO DOTT. DAVIDE BARRA WORKSHOP BEST PRACTICE E INNOVAZIONE NELLE RSA: ESPERIENZE A CONFRONTO 3 Edizione MODELLO ARD Advanced Rehabilitation in Dementia Castellanza, 24 marzo 2015 a cura di DOTT. LIVIO DAL BOSCO DOTT. DAVIDE

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

LA DEMENZA SENILE: ORIGINE E DIAGNOSI PRECOCE

LA DEMENZA SENILE: ORIGINE E DIAGNOSI PRECOCE LA DEMENZA SENILE: ORIGINE E DIAGNOSI PRECOCE Filippo Bogetto Dipartimento di Neuroscienze, Università degli Studi di Torino Dipartimento Salute Mentale Interaziendale To 1 - Molinette MODIFICAZIONI COGNITIVE

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Progetto Memento. Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica

Progetto Memento. Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica Progetto Memento Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica Progetto Memento Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz

www.fisiokinesiterapia.biz Fragilità e autosufficienza Definizione di disabilità Prevalenza di disabilità Definizione di fragilità Fisiopatologia della fragilità Clinica della fragilità Interventi assistenziali www.fisiokinesiterapia.biz

Dettagli

LE FRAGILITA DELL ANZIANO FRAGILITA

LE FRAGILITA DELL ANZIANO FRAGILITA LE FRAGILITA DELL ANZIANO Motoria FRAGILITA Cerebro-vascolare Cognitiva Ambientale Metabolica STROKE 80 % ISCHEMICO EMORRAGICO 20 % CORTICALE A. cerebrale ant. A. cerebrale media A. cerebrale post. SOTTOCORTICALE

Dettagli

Franco Patrone DIMI, Università di Genova

Franco Patrone DIMI, Università di Genova PRINCIPI DI ONCOLOGIA GERIATRICA Franco Patrone DIMI, Università di Genova Genova, 16 Ottobre 2010 I Tumori nell Anziano: Dimensioni del Problema Più del 50 % dei tumori si manifestano tra i 65 e i 95

Dettagli

Demenze : La sfida del Territorio. Dott. Antonio Colin Responsabile Unità Valutativa Alzheimer ASL NA5 - Distretto 81 - Portici

Demenze : La sfida del Territorio. Dott. Antonio Colin Responsabile Unità Valutativa Alzheimer ASL NA5 - Distretto 81 - Portici Demenze : La sfida del Territorio Dott. Antonio Colin Responsabile Unità Valutativa Alzheimer ASL NA5 - Distretto 81 - Portici Evoluzione Popolazione Italiana - Lori et al. 1995 DEMENZA SENILE QUARTA CAUSA

Dettagli

Le demenze. Manuel Soldato Geriatra RSA S. F. Cabrini - Codogno

Le demenze. Manuel Soldato Geriatra RSA S. F. Cabrini - Codogno Le demenze Manuel Soldato Geriatra RSA S. F. Cabrini - Codogno LE DEMENZE DEFINIZIONE 1. La demenza definisce uno stato di progressivo decadimento delle funzioni cognitive prodotto da una patologia cerebrale

Dettagli

I PROBLEMI NELLE FASI INIZIALI DELLA DEMENZA E I MODI PER AFFRONTARLI

I PROBLEMI NELLE FASI INIZIALI DELLA DEMENZA E I MODI PER AFFRONTARLI I PROBLEMI NELLE FASI INIZIALI DELLA DEMENZA E I MODI PER AFFRONTARLI Dr. Emiliano Petrò Responsabile Unità Valutativa Alzheimer Policlinico San Marco, Zingonia Importanza della diagnosi precoce Esclude

Dettagli

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf. DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.it Popolazione anziana Distretto RMF1 Dati 2000 65-74 75-84 >85 M 3397

Dettagli

MILD COGNITIVE IMPAIRMENT

MILD COGNITIVE IMPAIRMENT MILD COGNITIVE IMPAIRMENT - Rapporto del Gruppo di Lavoro Internazionale sul - Winblad B et al. (2004). Mild Cognitive Impairment: beyond controversies, towards a consensus. Journal of Internal Medicine;

Dettagli

COSA VUOLE DIRE DEMENZA DEGENERATIVA PRIMARIA?

COSA VUOLE DIRE DEMENZA DEGENERATIVA PRIMARIA? CHE COSA È LA MALATTIA DI ALZHEIMER? La malattia di Alzheimer è una forma di demenza degenerativa primaria legata alla progressiva perdita di cellule nervose della corteccia cerebrale, dette neuroni. Essa

Dettagli

L Infermiere Specialist

L Infermiere Specialist COLLANA DI CORSI FAD - 30 crediti ECM Corsi formativi a distanza con libri professionalizzanti per l infermiere Undici corsi di formazione a distanza per l infermiere I bisogni di salute emergenti nella

Dettagli

La presa in carico integrata ospedale territorio: garanzia per la continuità di cura

La presa in carico integrata ospedale territorio: garanzia per la continuità di cura Un modello di governance sociosanitaria nel territorio: il Punto Unico d Accesso e la presa in carico della persona Cagliari 10 dicembre 2008 La presa in carico integrata ospedale territorio: garanzia

Dettagli

L Anziano fragile. Omeostenosi. Omeostenosi. Non a caso. Sebbene. Dopo i 75 anni incidenza esponenziale di Anziani Fragili (Studio ILSA)

L Anziano fragile. Omeostenosi. Omeostenosi. Non a caso. Sebbene. Dopo i 75 anni incidenza esponenziale di Anziani Fragili (Studio ILSA) Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione - Catania Unità Operativa Complessa di Geriatria Direttore: Marcello Romano L Anziano fragile Dopo i 75 anni incidenza esponenziale di

Dettagli

IL PERCORSO DEL PAZIENTE ONCOLOGICO ANZIANO

IL PERCORSO DEL PAZIENTE ONCOLOGICO ANZIANO IL PERCORSO DEL PAZIENTE ONCOLOGICO ANZIANO ALESSANDRIA 28 MARZO 2013 DOTT.SSA DEMICHELIS M ONCOLOGIA MEDICA TORINO L'infermiere e la VALUTAZIONE DELL ANZIANO L INVECCHIAMENTO E processo attraverso il

Dettagli

LA DEMENZA Dott.ssa Cristina Fonte Neuropsicologa

LA DEMENZA Dott.ssa Cristina Fonte Neuropsicologa LA DEMENZA Dott.ssa Cristina Fonte Neuropsicologa Centro di Ricerca in Riabilitazione Neuromotoria e Cognitiva Dipartimento di Scienze Neurologiche e del Movimento Università degli Studi di Verona DEMENZA

Dettagli

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 Dalla multidimensionalità al Riconoscimento di Interdipendenze.interconnessioni Nodi e non solo RISOLVERLI

Dettagli

dott. Luigi Abate Auditorium Ospedali Riuniti della Val di Chiana Montepulciano, 8/11/2008 dott. L. Abate

dott. Luigi Abate Auditorium Ospedali Riuniti della Val di Chiana Montepulciano, 8/11/2008 dott. L. Abate Diabete mellito e.oltre le consuete complicanze dott. Luigi Abate Auditorium Ospedali Riuniti della Val di Chiana Montepulciano, 8/11/2008 Il diabete mellito Diabete mellito: criteri diagnostici Prediabete

Dettagli

Università degli Studi di Trieste. Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia Direttore: Prof. Gabriele Toigo

Università degli Studi di Trieste. Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia Direttore: Prof. Gabriele Toigo Università degli Studi di Trieste Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia Direttore: Prof. Gabriele Toigo Prognostic value of multidimensional prognostic index on long term mortality, discharge

Dettagli

L anziano fragile nel modello organizzativo di un ospedale aperto al territorio in un grande contesto metropolitano

L anziano fragile nel modello organizzativo di un ospedale aperto al territorio in un grande contesto metropolitano L anziano fragile nel modello organizzativo di un ospedale aperto al territorio in un grande contesto metropolitano Ernesto Palummeri Dipartimento Interaziendale di Gerontologia e Geriatria ASL 3 Genovese

Dettagli

Metodi e strumenti per l assistenza alla continenza dipendente

Metodi e strumenti per l assistenza alla continenza dipendente SIGG 49 Congresso Nazionale Firenze 3-7 novembre 2004 Metodi e strumenti per l assistenza alla continenza dipendente Bruno Bernardini UO Riabilitazione 2 Dipartimento di Riabilitazione e Lungodegenza EPIDEMIOLOGIA

Dettagli

ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE

ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un progressivo allungamento della durata media della vita, e quindi ad un invecchiamento della popolazione, che determina l

Dettagli

Instabilità posturale dell anziano: l emergenza di un problema nascosto

Instabilità posturale dell anziano: l emergenza di un problema nascosto Instabilità posturale dell anziano: l emergenza di un problema nascosto Michele Zito Geriatra - Università G.D Annunzio - Chieti GESTIONE MULTIDISCIPLINARE DELL INSTABILITA DEL PAZIENTE ANZIANO Chieti

Dettagli

La medicina del buon senso. ADR (Adverse Drug Reactions) Prevalenza

La medicina del buon senso. ADR (Adverse Drug Reactions) Prevalenza L appropriatezza diagnostica tra evidenze e buon senso Savigliano, 11 Giugno 2011 Pazienti in trattamento cronico con farmaci: 60% ne assume due tipi La medicina del buon senso 25% assumono 4 o più tipi

Dettagli

I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente

I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente Dott.ssa Silvia Navarin Scuola di Specializzazione Medicina d Emergenza-Urgenza

Dettagli

ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza. O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia

ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza. O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia CONTESTO GENERALE In Italia l 80% circa dei pazienti affetti da demenza è assistita

Dettagli

Il Morbo di Alzheimer

Il Morbo di Alzheimer Il Morbo di Alzheimer Il morbo di Alzheimer, detta anche demenza senile di tipo Alzheimer, demenza degenerativa primaria di tipo Alzheimer o semplicemente di Alzheimer, è la forma più comune di demenza

Dettagli

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Distretto di Carpi Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011 Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Settore Area Fragili U. O. Cure Primarie Area Disabili Area

Dettagli

TRIAGE NEI PAZIENTI FRAGILI

TRIAGE NEI PAZIENTI FRAGILI TRIAGE NEI PAZIENTI Infermiere Az. Osp. Univ. Policlinico di Modena Consigliere Gruppo Formazione Triage TRIAGE: Definizione delle priorità di trattamento dei pazienti sulla base della loro gravità clinica,

Dettagli

I BISOGNI DI ASSISTENZA DELL ANZIANO FRAGILE

I BISOGNI DI ASSISTENZA DELL ANZIANO FRAGILE I BISOGNI DI ASSISTENZA DELL ANZIANO FRAGILE Rossana Pezzotta Lecco, 1 ottobre 2010 Anziani FRAGILI? ROSSANA PEZZOTTA FRAGILE che si rompe facilmente o cede alla minima sollecitazione; debole, gracile,

Dettagli

CEDEM. Dal CeDeM alla ReteDem. Stefano De Carolis. Centro della Memoria Ospedale «Infermi» Scala B Piano VI

CEDEM. Dal CeDeM alla ReteDem. Stefano De Carolis. Centro della Memoria Ospedale «Infermi» Scala B Piano VI Giovan Francesco Nagli detto il Centino (not. 1638-1675) Sant Ubaldo libera un ossessa Azienda USL Rimini Stefano De Carolis Dal CeDeM alla ReteDem Responsabile Aziendale del Progetto Demenze per il territorio

Dettagli

I Sessione ore 9,30. La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G.

I Sessione ore 9,30. La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G. I Sessione ore 9,30 La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G. Gabriele Carbone Responsabile medico Centro Demenze Unità

Dettagli

La palestra per la mente

La palestra per la mente La palestra per la mente Corso rivolto alla terza età Docenti: Dr.sse E. Pasquali, L. Cretella Associazione UmanaMente www.associazioneumanamente.org La palestra per la mente Corso rivolto alla terza età

Dettagli

INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO

INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO 100 uomo donna ANNI ANNI DI DI VITA VITA MEDIA MEDIA PREVISTI PREVISTI ALLA ALLA NASCITA NASCITA 80 60 40 DIFFUSIONE USO PENICILLINA VACCINAZIONE ANTIPOLIO

Dettagli

La valutazione multidimensionale

La valutazione multidimensionale La valutazione multidimensionale Lucia Pavignano Anno 2010 La valutazione multidimensionale geriatrica (VMD) (1) L assessment geriatrico viene definito come una valutazione multidimensionale-interdisciplinare

Dettagli

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa Red Alert for Women s Heart Compendio DONNE E RICERCA CARDIOVASCOLARE Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa

Dettagli

SARCOPENIA E MORTALITA IN UNA POPOLAZIONE DI ANZIANI FRAGILI >80enni: RISULTATI DELLO STUDIO ilsirente

SARCOPENIA E MORTALITA IN UNA POPOLAZIONE DI ANZIANI FRAGILI >80enni: RISULTATI DELLO STUDIO ilsirente SARCOPENIA E MORTALITA IN UNA POPOLAZIONE DI ANZIANI FRAGILI >80enni: RISULTATI DELLO STUDIO ilsirente Dott.ssa Oriana Fusco Centro Malattie dell Invecchiamento Università Cattolica del Sacro Cuore Policlinico

Dettagli

Archivio Corsi. Area clinica/medica/specialistica

Archivio Corsi. Area clinica/medica/specialistica Archivio Corsi Area clinica/medica/specialistica Pianeta anziano: la gestione della complessità Argomenti di geriatria L amore e la sessualità nell anziano Disturbi cognitivi nell anziano Vita dell anziano

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA Malattie renali PREMESSA: In tutti i casi di malattia a carico dell emuntorio renale deve essere richiesta la visita specialistica nefrologica con allegati esami ematochimici

Dettagli

MENOPAUSA. scomparsa delle mestruazioni per 12 mesi consecutivi.

MENOPAUSA. scomparsa delle mestruazioni per 12 mesi consecutivi. MENOPAUSA scomparsa delle mestruazioni per 12 mesi consecutivi. Nel climaterio le ovaie producono meno ESTROGENI L OVAIO MODIFICAZIONI NELLA VITA RIPRODUTTIVA FEMMINILE MENOPAUSA Inizio della menopausa

Dettagli

Fragilità e Valutazione Geriatrica Multidimemsionale: trattare o non trattare

Fragilità e Valutazione Geriatrica Multidimemsionale: trattare o non trattare Istituto Palazzolo - Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS Corso Introduttivo alla Oncologia Geriatrica Milano, 27-29 maggio 2010 Fragilità e Valutazione Geriatrica Multidimemsionale: trattare o non trattare

Dettagli

ANALISI RETROSPETTIVA DEI PAZIENTI PRESI IN CARICO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (A.D.I.) PER PERSONE CON DEMENZA (ADIDEM) E LORO CAREGIVER

ANALISI RETROSPETTIVA DEI PAZIENTI PRESI IN CARICO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (A.D.I.) PER PERSONE CON DEMENZA (ADIDEM) E LORO CAREGIVER VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA DI VALUTAZIONE ALZHEIMER (UVA)NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA Roma 7 novembre 2014 ANALISI RETROSPETTIVA DEI PAZIENTI PRESI IN CARICO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE

Dettagli

il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco

il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco Consensus Conference: il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco Alessandro Filippi, Pasqualino Sforza, Pier Claudio Barsesco Area Cardiovascolare, SIMG Le patologie croniche saranno

Dettagli

II sessione 15.00 17.00 Assistenza multidisciplinare dell anziano nel territorio. Moderatori Dott.ssa M. Loffredo, Dr. M. Parisi, Dott.ssa L.B.

II sessione 15.00 17.00 Assistenza multidisciplinare dell anziano nel territorio. Moderatori Dott.ssa M. Loffredo, Dr. M. Parisi, Dott.ssa L.B. II sessione 15.00 17.00 Assistenza multidisciplinare dell anziano nel territorio Moderatori Dott.ssa M. Loffredo, Dr. M. Parisi, Dott.ssa L.B. Salehi 16.30 La rete integrata socio-sanitaria per le demenze

Dettagli

Flow-chart: Percorso del paziente con sospetto diagnostico di demenza MMG. Visita neurologica per sospetta demenza presso CDC

Flow-chart: Percorso del paziente con sospetto diagnostico di demenza MMG. Visita neurologica per sospetta demenza presso CDC Flow-chart: Percorso del paziente con sospetto diagnostico di demenza MMG Esami ematochimici: emocromo, glicemia, creatinina, ALT, Colesterolo, Trigliceridi, Na, K, Cl, VES, TSH reflex, Dosaggio vit B12

Dettagli

Tipo esame: scritto Valutazione esame: Voto finale Coordinatore: Prof. Giorgio Annoni giorgio.annoni@unimib.it MEDICINA INTERNA 3 GERIATRIA CONTENUTI

Tipo esame: scritto Valutazione esame: Voto finale Coordinatore: Prof. Giorgio Annoni giorgio.annoni@unimib.it MEDICINA INTERNA 3 GERIATRIA CONTENUTI Insegnamento: MEDICINA CLINICA E DISABILITÀ Crediti Formativi (CFU) 4 moduli MEDICINA INTERNA 3_Geriatria e Malattie App, Locomotore (CFU 2) INFERMIERISTICA DELLA DISABILITA (CFU 2) Tipo esame: scritto

Dettagli

La Malattia di Alzheimer. Manuel Soldato

La Malattia di Alzheimer. Manuel Soldato La Malattia di Alzheimer Manuel Soldato Caratteristiche Più frequente forma di demenza Deterioramento ingravescente delle capacità cognitive Comparsa di disturbi comportamentali e dell affettività Progressiva

Dettagli

LA MEDICINA DI GENERE

LA MEDICINA DI GENERE 1 LA MEDICINA DI GENERE 2 Definizione MEDICINA di GENERE: branca innovativa della medicina che si occupa di diversità tra generi, non intesa come differenze relative ai caratteri sessuali, ma come differenze

Dettagli

VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE RETE DEI SERVIZI

VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE RETE DEI SERVIZI VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE RETE DEI SERVIZI CARATTERISTICHE DEL PAZIENTE GERIATRICO Come è già accennato nel paragrafo Situazione demografica, il paziente geriatrico presenta una particolare complessità.

Dettagli

Cosa cambia con i nuovi criteri diagnostici? Dr.ssa Laura Bracco

Cosa cambia con i nuovi criteri diagnostici? Dr.ssa Laura Bracco Cosa cambia con i nuovi criteri diagnostici? Dr.ssa Laura Bracco DEMENZA Sindrome clinica caratterizzata dal deterioramento della memoria e delle altre funzioni cognitive rispetto al livello di sviluppo

Dettagli

ROMA 27-28 marzo 2014

ROMA 27-28 marzo 2014 ROMA 27-28 marzo 2014 Fragilità, disfunzione muscolare e ruolo dell esercizio nella CKD come adiuvante al supporto nutrizionale Giuliano Brunori S.C. di Nefrologia e Dialisi, Ospedale Santa Chiara, Trento

Dettagli

Palliative Care in Older Patients

Palliative Care in Older Patients Palliative Care in Older Patients Perchèla cura palliativa degli anziani sta diventando una prioritàsanitaria mondiale? 1) Population Ageing Chi cura chi Proiezioni in % 2) Polipatologie croniche Cause

Dettagli

GLUCOSIO E INVECCHIAMENTO

GLUCOSIO E INVECCHIAMENTO GLUCOSIO E INVECCHIAMENTO Numerose sono le teorie per spiegare l eziopatogenesi dell invecchiamento La reazione di Maillard potrebbe contribuire al declino dei tessuti e delle cellule connesso all età

Dettagli

Terapie nel DM2 non. Reggio Emilia 2009

Terapie nel DM2 non. Reggio Emilia 2009 Terapie nel DM2 non Ipoglicemizzanti Reggio Emilia 2009 Ipertensione: obiettivi Il trattamento anti-ipertensivo nei pazienti con diabete ha come obiettivo il raggiungimento di valori di pressione sistolica

Dettagli

L innovazione dei servizi per la cura delle malattie croniche

L innovazione dei servizi per la cura delle malattie croniche Cooperativa Sociale Nòmos onlus Bagno a Ripoli, 2011 Convegno L evoluzione dei bisogni degli anziani: Le risposte dei servizi alle esigenze emergenti L innovazione dei servizi per la cura delle malattie

Dettagli

Attività fisica e stile di vita nella prevenzione e nel trattamento dell osteoporosi

Attività fisica e stile di vita nella prevenzione e nel trattamento dell osteoporosi Attività fisica e stile di vita nella prevenzione e nel trattamento dell osteoporosi Dr. Alessandro Valent Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione Membro International Society of Physical and Rehabilitation

Dettagli

SCHEDA SANITARIA (redatta da MMG)

SCHEDA SANITARIA (redatta da MMG) Cognome me Nata/o a prov. il Residente a prov. c.a.p. via n. Anamnesi patologica remota Anamnesi patologica prossima Barthel Index [A] [B] [C] [A] dipende [B] con aiuto o saltuariamente [C] indipendente

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

Ministero della salute

Ministero della salute Ministero della salute Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie Guida alla Redazione dei Progetti CCM 2010 Allegato 1 TITOLO: La definizione del case-mix nelle cure domiciliari:

Dettagli

Le CAdute non SPIegaTe nell Anziano

Le CAdute non SPIegaTe nell Anziano Le CAdute non SPIegaTe nell Anziano Linee Guida ESC Update 2004 Reale o apparente perdita di coscienza Anamnesi, esame obiettivo, PA clino e orto, ECG standard Sincope (ipoperfusione cerebrale globale)

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

Il paziente con problemi psichiatrici: ANSIA, DEPRESSIONE, SUICIDIO, PILLOLE DI PROBLEM SOLVING

Il paziente con problemi psichiatrici: ANSIA, DEPRESSIONE, SUICIDIO, PILLOLE DI PROBLEM SOLVING Il paziente con problemi psichiatrici: ANSIA, DEPRESSIONE, SUICIDIO, PILLOLE DI PROBLEM SOLVING Este, sala Fumanelli, sabato 14 settembre 2013 PRINCIPI DI TERAPIA PSICHIATRICA NELL ANZIANO Dott. Lino Pasqui

Dettagli

Corso La complessità in geriatria

Corso La complessità in geriatria Corso La complessità in geriatria Argomento La complessità dell assistenza domiciliare Materiale didattico Dott.ssa Fausta Podavitte Direttore del Dipartimento ASSI 11 marzo 2011 Dalle cure domiciliari

Dettagli

Riabilitazione Respiratoria. Linee guida American Thoracic Society Luglio 07

Riabilitazione Respiratoria. Linee guida American Thoracic Society Luglio 07 Riabilitazione Respiratoria Linee guida American Thoracic Society Luglio 07 Definizione (American Thoracic Society) La riabilitazione polmonare è attività terapeutica multidisciplinare basata EBM, rivolta

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Area etico-deontologica 125 (10,97%) Area della comunicazione 150 (13,16%) Area gestionale e di politica sanitaria 68 (5,97%)

Area etico-deontologica 125 (10,97%) Area della comunicazione 150 (13,16%) Area gestionale e di politica sanitaria 68 (5,97%) N 1139 schede Quali suggerimenti può dare rispetto ai suoi bisogni formativi per l organizzazione di eventi da inserire nel piano formativo del prossimo anno rispetto alle seguenti aree: Area clinica 376

Dettagli

La progressione clinica

La progressione clinica La progressione clinica I medici di fronte alla demenza nella donna e nell uomo Milano, 20 settembre 2014 Francesca Clerici Centro per il Trattamento e lo Studio dei Disturbi Cognitivi U.O. Neurologia

Dettagli

Meccanismi Biochimici delle Neurodegenerazioni

Meccanismi Biochimici delle Neurodegenerazioni Meccanismi Biochimici delle Neurodegenerazioni Lesson1 Lesson2 Lesson3 Lesson4 Lesson5 Lesson6 INDEX Intro Aggregazione proteica: ripiegamento delle proteine sistema di controllo qualità delle proteine

Dettagli

Partecipanti al gruppo di redazione: Giovanni Luigi Mancardi Ernesto Palummeri Guido Rodriguez Carlo Serrati

Partecipanti al gruppo di redazione: Giovanni Luigi Mancardi Ernesto Palummeri Guido Rodriguez Carlo Serrati 1 Rete: Le demenze Partecipanti al gruppo di redazione: Luigi Ferrannini Giovanni Luigi Mancardi Ernesto Palummeri Guido Rodriguez Carlo Serrati Coinvolgimento dei colleghi del SSR: Patrizo Odetti, AO

Dettagli

Casa di Cura "Villa delle Querce" di Nemi

Casa di Cura Villa delle Querce di Nemi Casa di Cura "Villa delle Querce" di Nemi Cognome...Nome...Data di nascita... PROGETTO RIABILITATIVO INDIVIDUALE Ordinario DH Riabilitazione Cardiologica Il paziente viene inserito in un percorso di recupero

Dettagli

PROCESSI REGRESSIVI DELLA MATRICE EXTRACELLULARE

PROCESSI REGRESSIVI DELLA MATRICE EXTRACELLULARE PROCESSI REGRESSIVI DELLA MATRICE EXTRACELLULARE Accumulo anomalo di molecole di varia natura nella matrice extracellulare Disorganizzazione del tessuto interstiziale Perdita di funzionalità dell interstizio

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE Mod. DISTRETTO SOCIOSANITARIO UNITÀ DI VALUTAZIONE TERRITORIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE PAZIENTE Cognome e Nome Sesso Luogo di nascita Data di nascita Residente a Via Telefono Codice Fiscale:

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

I DCA 429/12 e 431/12: l omogeneità delle funzioni valutative su tutto il territorio regionale e gli strumenti della valutazione

I DCA 429/12 e 431/12: l omogeneità delle funzioni valutative su tutto il territorio regionale e gli strumenti della valutazione I DCA 429/12 e 431/12: l omogeneità delle funzioni valutative su tutto il territorio regionale e gli strumenti della valutazione Dott. Gianni Vicario - Laziosanità ASP Contesto ELEVATA COMPLESSITA ASSISTENZIALE

Dettagli

LA VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE

LA VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE LA VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE Strumenti di valutazione utilizzati per gli anziani o per i soggetti affetti da patologia geriatrica. INFERMIERA Aurora Muraca 19 novembre 2014 LA VALUTAZIONE MULTIDIMENSIONALE

Dettagli

Un modello di assistenza domiciliare per i pazienti con Demenza di Alzheimer: esperienza in una ASL della Regione Lazio

Un modello di assistenza domiciliare per i pazienti con Demenza di Alzheimer: esperienza in una ASL della Regione Lazio Un modello di assistenza domiciliare per i pazienti con Demenza di Alzheimer: esperienza in una ASL della Regione Lazio Carbone G.*, Barreca F.*, Mancini G., Pauletti G., Salvi V., Vanacore N. ; Salvitti

Dettagli

DEMENZE Cenni epidemiologici

DEMENZE Cenni epidemiologici DEMENZE Cenni epidemiologici Le demenze, rappresentano la quarta causa di morte negli ultra65enni. La prevalenza aumenta con l età ed è maggiore nel sesso femminile (5,3% Uomini e 7,2% Donne >65aa), specie

Dettagli

in collaborazione con Keyword E U R O P A organizza il corso di aggiornamento scientifico OSTEOTEACH:

in collaborazione con Keyword E U R O P A organizza il corso di aggiornamento scientifico OSTEOTEACH: I t a l b i o f o r m a in collaborazione con Keyword E U R O P A organizza il corso di aggiornamento scientifico OSTEOTEACH: corso teorico-pratico sull osteoporosi postmenopausale Monza (MI) 26/05/2007

Dettagli

Importanza della Riabilitazione Cardiologica

Importanza della Riabilitazione Cardiologica Prevenire lo scompenso e le sue recidive Sessione II - Prevenzione, Terapia e Riabilitazione dello Scompenso Cardiaco Importanza della Riabilitazione Cardiologica Prevenire lo scompenso e le sue recidive

Dettagli

l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale

l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale Esperienze di cure primarie l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale Centrale operativa territoriale: strumento di integrazione della filiera assistenziale Bologna, 31 marzo - 1 aprile 2014 Maria

Dettagli

L Assistenza all Anziano Fragile

L Assistenza all Anziano Fragile Cambiamenti climatici, rischi per la salute e misure di prevenzione Roma 27-29 Maggio 2013 CNSPS Ist.. Sup. di Sanità DG Prevenzione Min. della Salute L Assistenza all Anziano Fragile Giovanni Capobianco

Dettagli

GNOCCHI» IL PROGETTO E LE MODALITÀ DI MISURAZIONE DEI

GNOCCHI» IL PROGETTO E LE MODALITÀ DI MISURAZIONE DEI EHEALTH 4 ALL «PREVENZIONE DELLA DISABILITÀ NELL ANZIANO: L APPROCCIO INNOVATIVO INTEGRATO DI FONDAZIONE DON GNOCCHI» IL PROGETTO E LE MODALITÀ DI MISURAZIONE DEI RISULTATI PROGETTUALI ING. G. POZZA DIRETTORE

Dettagli

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute Maria Grazia Proietti il campo di competenza dell infermiere è rappresentato dal complesso delle attività rivolte

Dettagli

Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via........... Altri problemi clinici ventilazione polmonare assistita coma o stato neuro vegetativo

Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via........... Altri problemi clinici ventilazione polmonare assistita coma o stato neuro vegetativo Data:1/11/2004 Pag. 1 di 7 Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via.. Anamnesi patologia remota Anamnesi patologia prossima Altri problemi clinici nessuno ventilazione polmonare assistita tracheostomia

Dettagli

Il futuro delle Residenze Sanitarie Assistenziali Protagonisti del cambiamento. Dal SOSIA al VAOR: cosa si nasconde dietro un acronimo

Il futuro delle Residenze Sanitarie Assistenziali Protagonisti del cambiamento. Dal SOSIA al VAOR: cosa si nasconde dietro un acronimo SPERIMENTAZIONE VAOR REGIONE LOMBARDIA Il futuro delle Residenze Sanitarie Assistenziali Protagonisti del cambiamento Brescia 1 giugno 2013 Dal SOSIA al VAOR: cosa si nasconde dietro un acronimo Stefano

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

La biostimolazione, alcuni passaggi obbligati. Durante l invecchiamento

La biostimolazione, alcuni passaggi obbligati. Durante l invecchiamento La biostimolazione, alcuni passaggi obbligati Durante l invecchiamento L invecchiamento è l incapacità di organi, tessuti, cellule e molecole a mantenere la propria integrità funzionale e strutturale perturbata

Dettagli

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA Anno accademico 2013/2014 FARMACOLOGIA GENERALE 1. Azione farmacologia 2. Meccanismo di azione dei farmaci 3. Vie di somministrazione 4. Assorbimento 5. Distribuzione, ripartizione,

Dettagli

RUOLO DELL AMBULATORIO GERIATRICO NELLA RETE DEI SERVIZI PER L ANZIANO: UN ESPERIENZA NELLA ASL 3 GENOVESE

RUOLO DELL AMBULATORIO GERIATRICO NELLA RETE DEI SERVIZI PER L ANZIANO: UN ESPERIENZA NELLA ASL 3 GENOVESE Torino 27 30 Novembre 2013 RUOLO DELL AMBULATORIO GERIATRICO NELLA RETE DEI SERVIZI PER L ANZIANO: UN ESPERIENZA NELLA ASL 3 GENOVESE C.Pizzorni, L.Sampietro, A.Bongiovanni, E.Bennati, A.Puma, C.Ivaldi

Dettagli

APPROCCIO RIABILITATIVO problemi correlati al movimento

APPROCCIO RIABILITATIVO problemi correlati al movimento INFERMIERISTICA CLINICA IN AREE SPECIALISTICHE - INTEGRATIVO INFERMIERISTICA IN AREA GERIATRICA A. A. 2009/2010 Dott. ssa Margherita Andrigo Portogruaro APPROCCIO RIABILITATIVO problemi correlati al movimento

Dettagli

La sincope: Modalità di codifica

La sincope: Modalità di codifica GIAC Volume 6 Numero 3 Settembre 2003 NOTE DI ECONOMIA SANITARIA La sincope: Modalità di codifica a cura di AIAC e Medtronic G Ital Aritmol Cardiostim 2003;3:152-157 S econdo il recente accordo Stato-Regioni,

Dettagli

La malnutrizione nell anziano: interventi di prevenzione e controllo

La malnutrizione nell anziano: interventi di prevenzione e controllo AZIENDA USL 2 LUCCA Corso di aggiornamento La malnutrizione nell anziano: interventi di prevenzione e controllo Capannori, 25 maggio 2013 I percorsi di valutazione dell anziano Dott. Marco Farnè Responsabile

Dettagli

LE CRONICITA IN MEDICINA GENERALE

LE CRONICITA IN MEDICINA GENERALE Università Vita-Salute San Raffaele Facoltà di Medicina e Chirurgia LE CRONICITA IN MEDICINA GENERALE Dott. Andrea Mangiagalli Medico di Famiglia Università Vita-Salute San Raffaele Facoltà di Medicina

Dettagli