VERSO UNA CULTURA PER L INFANZIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERSO UNA CULTURA PER L INFANZIA"

Transcript

1 N 9-10 Anno dicembre 2007 quadrimestrale - Registrazione tribunale di Trento n 1232 del contiene I.P. Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L.353\2003 (conv.in L.27\02\2004 n 46) art.1, comma 1, DCB Trento VERSO UNA CULTURA PER L INFANZIA - n PERIODICO Città Futura Coop. Sociale s.c.s. Via G. Romagnosi, Trento Tel Fax Città Futura è certificata Editore Città Futura, Via Romagnosi, Trento - Direttore responsabile: Renzo Grosselli - Redazione: Angela Ventin e Corrado Corradini, Via Romagnosi, Trento - Publistampa (TN) carta ecologica Garda Matt

2 Contratti di lavoro, più attenzione alle donne Flessibilità, valutazione e maternità. Sono queste le aree di criticità dei contratti collettivi dei lavoratori. In Trentino bisogna puntare su conciliazione e valorizzazione delle risorse. La soluzione ideale: una contrattazione individuale di Sara Perugini L orario di lavoro, la valorizzazione delle competenze e la gestione della maternità sono le aree normative dei contratti collettivi di lavoro da cui emerge maggiormente la discriminazione di genere. «Il contratto è un elemento fondamentale nel regolare i rapporti di lavoro, quindi inserendo l ottica di genere, cioè una lettura critica delle clausole contrattuali, è possibile trovare misure e pratiche organizzative concrete a sostegno delle pari opportunità effettive» ha spiegato Simonetta Fedrizzi in occasione del seminario Che genere di contrattazione organizzato dall Associazione Donne in Cooperazione per presentare il progetto ANCCORA, ovvero un analisi ragionata del contratto di lavoro in un ottica antidiscriminatoria, di cui la Fedrizzi è responsabile. «Analizzare i contratti in un ottica di genere ha aggiunto la sociologa Sigrid Marchiori è un processo di rinnovamento normativo e un fattore di cambiamento culturale. È un approccio che si contrappone al pensiero che i contratti di lavoro siano neutri e cerca di scardinare i meccanismi che generano, non solo in ambito lavorativo, l attribuzione di ruoli maschili e femminili». Le pari opportunità e la lotta alle discriminazioni di genere devono interessare tutta la società trentina, ha sottolineato l assessore alla cooperazione Franco Panizza nel suo intervento di saluto. «Spero si trovino presto strumenti efficaci per consentire alle donne di avere un ruolo attivo corrispondente alle loro effettive capacità ha detto In questo ambito la cooperazione ha una grande responsabilità perché tra i suoi scopi c è anche la valorizzazione della persona, di ogni genere». La situazione «In Italia il sistema delle organizzazioni è ancora molto disegnato sul maschio senza problemi di conciliazione ha affermato Paola Villa, docente dell Università di Trento Manca ancora la giusta attenzione alle esigenze di chi ha la responsabilità del lavoro di cura, che nella maggior parte dei casi è una donna». La cura della famiglia, intesa come educazione dei bambini ma anche come assistenza ad esempio ai genitori anziani, viene ancora lasciata spesso total- 2

3 mente nelle mani delle donne, con forti ripercussioni sulle loro reali possibilità di avere una vita professionale che rispetti le loro capacità e ambizioni. «In Trentino le donne che lavorano sono una componente importante, ma non hanno ancora il ruolo che spetta loro ha precisato Isabella Speziali, direttrice dell Osservatorio Agenzia del Lavoro I posti ci sono, ma sono ancora poche le donne, in termini relativi, che decidono di entrare nel mondo del lavoro». Secondo la Speziali le cause sono da ricercare proprio nell importante ruolo assegnato alle donne nella cura della famiglia. Anche se le cose pare stiano cambiando. «Le donne oggi studiano di più e quindi più che in passato entrano nel mondo del lavoro chiedendo la giusta valorizzazione ha raccontato la direttrice Dobbiamo iniziare a ragionare sulla conciliazione e, allo stesso tempo, sulla valorizzazione della componente femminile». Donne, non solo mamme Diversi gli strumenti a disposizione delle aziende: dall attivazione del part-time al sostegno delle donne in maternità alla valorizzazione delle competenze. In questo modo le aziende non rischiano di perdere l investimento fatto assumendo la lavoratrice. «Se un azienda ha assunto donne capaci deve poi utilizzare queste risorse al meglio ha esortato la Villa Penso sia importante andare nella direzione di una contrattazione per certi aspetti quasi individuale. Non dobbiamo dimenticare che le donne non sono tutte uguali». Un esortazione raccolta anche dall assessore alle pari opportunità Iva Berasi, che, pur sottolineando la necessità di pensare alle donne con famiglia, ha aggiunto che «bisogna cominciare a considerare anche le necessità delle donne che vivono da sole, anche loro troppo spesso vittime di discriminazione di genere». La Berasi ha poi affrontato l argomento del divario retributivo tra uomini e donne: in questo settore la situazione è talmente iniqua che se ne sta occupando perfino la Commissione Europea. Gli strumenti Rimangono da individuare gli strumenti più adatti per garantire le pari opportunità. Per farlo, il progetto ANCCORA parte dall analisi del contratto di lavoro in essere nella Federazione Trentina della Cooperazione. «In generale, sono state individuate le possibili aree di criticità ha detto ancora la Fedrizzi Spetta ora alle parti sociali decidere eventuali modifiche da inserire». E a livello di contrattazione, le parti coinvolte hanno già acquisito la consapevolezza dell importanza del proprio ruolo. «Il sindacato ha il compito fondamentale di recepire le esigenze dei lavoratori» ha spiegato Domenico Mazzucchi, sindacalista Fabi. «Va detto che a livello locale, ad esempio nelle Casse Rurali, siamo riusciti a ottenere risultati migliori rispetto al nazionale. E la situazione è ancora in evoluzione» ha specificato Mariano Perotti, sindacalista Fiba-Cisl. «Non solo è stata ampliata la possibilità di part-time e concessa l aspettativa sia alle madri che ai padri gli ha fatto eco Mazzucchi ma stiamo puntando alla ricostituzione di una Commissione pari opportunità in un ottica di conciliazione». Il punto di vista della Federazione è stato presentato da Adriano Orsi, delegato sindacale alla contrattazione: «È corretto che il movimento cooperativo si occupi della questione delle pari opportunità, ma non deve limitarsi all uguaglianza di genere. Al giorno d oggi la questione è molto più complessa per varie ragioni, dalla crescita del numero di immigrati con abitudini ed esigenze diverse all aumento di famiglie non tradizionali. Finora nelle contrattazioni locali siamo riusciti a migliorare gli istituti contrattuali previsti a livello nazionale anche per favorire le pari opportunità tra uomo e donna. Ora è importante trovare il modo per garantire pari opportunità a tutti e aiutare nella conciliazione dei tempi di vita e lavoro». In Federazione sono già stati attivati strumenti utili a garantire l equità di trattamento tra uomo e donna. «Abbiamo sperimentato il telelavoro, attivato il parttime e aderito al progetto Tempo, per favorire la conciliazione dei tempi casa-lavoro ha raccontato il direttore generale Carlo Dellasega e ora stiamo promuovendo queste opportunità anche presso le nostre cooperative. Speriamo di ottenere presto risultati importanti». La parità coinvolge anche gli uomini La parità di genere non è una questione femminile, ma un obiettivo che interessa tutti. Quanti uomini, ad esempio, vorrebbero poter passare più tempo con il proprio bambino appena nato? «La nascita di un figlio riguarda sia le madri che i padri ha sottolineato Andrea Bontempelli, responsabile marketing della Cassa Rurale di Aldeno e Cadine Le problematiche della conciliazione non riguardano solo le donne. Partendo da questa considerazione la nostra banca di credito cooperativo ha attivato, nell ambito del progetto Gelso, il congedo di paternità, grazie al quale al momento della nascita del figlio il padre ha tre giorni di congedo dal lavoro». 3

4 NEWS 1 PORTE APERTE AI SERVIZI PER L INFANZIA Una giornata da trascorrere insieme Per tutti i genitori desiderosi di conoscere gli ambienti e le attività del nido, di incontrare il personale educativo e di soddisfare alcune curiosità si sono aperte le porte del nido Europa il 5 aprile e del nido di Pergine il 12 aprile. Le educatrici del nido di Spiazzo saranno a vostra disposizione il 24 maggio dalle alle per accompagnarvi alla scoperta della struttura e per illustrare l organizzazione e le modalità di svolgimento del servizio. Non mancheranno laboratori e giochi per i bambini. COCCOLAMI 2008 Un corso per migliorare la comunicazione con il proprio bimbo, favorendo la relazione armoniosa tra genitori e figli 2 AMBARABACICICOCÒ Mi chiamo Marialucia Berto e insieme alla piccola Silvia desidero raccontarvi la nostra gioiosa esperienza dell Ambarabacicicocò presso il nido di Bosentino. Che cosa mi ha spinto a tuffarmi in questa avventura? Il desiderio di mia figlia (3 anni a settembre) di stare insieme ai bambini, l opportunità di incontro e di scambio di esperienze con altri genitori. Che cosa abbiamo trovato? Questo e molto di più! Un ambiente a misura di bambino dove riscoprire e approfondire l emozione del gioco con il proprio figlio. Io credo non ci sia occasione più bella del gioco, per conoscere meglio il nostro bambino, per instaurare con lui/lei un intensa condivisione affettiva. Ma soprattutto l Ambarabacicicocò si è rivelato per noi una bella sorpresa sotto il profilo umano. Un piccolo gruppo di mamme con i loro paperotti, Angela, Anna e Silvana (in ordine rigorosamente alfabetico!!!) con le loro diverse professionalità e tanta voglia di mettersi in gioco. Desidero esprimere a nome di tutte le mamme e i bimbi che insieme a noi hanno condiviso questa esperienza un affettuoso grazie a coloro che a diverso titolo hanno pensato, voluto e realizzato questa avventura regalandoci tanto entusiasmo e la capacità di stupirsi di fronte alle piccole grandi conquiste dei nostri pargoli. Naturalmente ci è voluto un po di tempo per rompere il ghiaccio, ma forse, chissà, abbiamo gettato il seme di nuove amicizie. Provare per credere!! Grazie di cuore Marialucia e Silvia 3 Si è concluso a fine aprile il corso Coccolami che ha visto la partecipazione di 5 coppie mamma /bambino. Le età dei bambini due femmine e tre maschi erano comprese, al momento dell avvio del corso, il 21 febbraio, tra i 2 e gli 8 mesi. Le famiglie che hanno partecipato all iniziativa erano residenti nei Comuni di Pergine (4) e di Caldonazzo (1). Il corso si è articolato in 8 incontri di due ore, una volta alla settimana. Quattro incontri sono stati dedicati al massaggio neonatale (con l insegnante Betty Libardi iscritta all Aimi, Associazione italiana per il massaggio infantile), due ad attività di gioco, due al confronto con la coordinatrice pedagogica. La sede del corso la Ludoteca di Pergine è stata allestita con cuscinoni per i bambini, teli e il materiale necessario per il massaggio. Negli incontri centrati sul gioco sono state proposte delle attività da svolgere a casa. Sono stati portati dal nido due cestini dei tesori, alcune bottigliette colorate, giochi tattili costruiti dalle educatrici, un po di materiale per il gioco euristico. Con la coordinatrice pedagogica sono stati affrontati temi di interesse comune partendo da spunti raccolti durante il corso e da richieste specifiche delle mamme. CAMBIO SEDE BOSENTINO Tra il 14 e il 17 marzo, causa lavori di rifacimento della canonica, il nido d infanzia di Bosentino è stato trasferito presso la struttura della Colonia Pia Unione Figlie del Santo Nome in via Castagnè, 3 - tel Si rientrerà, presumibilmente, in sede verso la fine di giugno

5 5 UN ASILO IN MEMORIA DI PADRE TONINI Il 30 marzo Vigolo Baselga ha reso omaggio a padre Vittorio Tonini con una targa affissa sull asilo nido a lui intitolato. Nato a Vigolo Baselga nel 1933, padre Tonini, cappuccino, è morto nel 1965 a soli 33 anni vittima della guerra civile che ha insanguinato in quegli anni il Mozambico. LUDOTECA LABORATORIO APERTO Dalle cannucce alla colla; dai colori alla carta; dal sughero alla corteccia un piccolo elenco di materiali per costruire ciò che più ti piace giugno 2008 dalle alle Per bambini 8-10 anni I corsi prevedono un limite massimo d iscrizione per 8 bambini Per partecipare ai laboratori non è necessaria l iscrizione alla Ludoteca La partecipazione è gratuita Per iscrizioni e informazioni: tel Compiuti gli studi filosofici a Rovereto e teologici a Trento, ordinato sacerdote nel 1958, partì missionario nel 1960 per il Mozambico. Con la sua moto Guzzi, sulla quale trasportava un altarino da campo, il necessario per dormire, medicinali, sfrecciava per la visita alle quarantacinque cappelle sparse a vasto raggio nel territorio, molte delle quali collegate solo da sentieri tracciati in mezzo alla savana. Nella targa ricordo collocata sull asilo è stata incisa la frase: «In memoria di Padre Vittorio Tonini, missionario cappuccino in Mozambico. La sua vita fu breve ma ricca di cose buone». INCONTRI In occasione del decennale dell apertura del nido d infanzia della Vigolana, la Cooperativa Città Futura in collaborazione con i Comuni di Bosentino, Vattaro e Vigolo Vattaro presenta: C ERA UNA VOLTA narrare 10 anni di nido d infanzia tra cura e cultura. Tre incontri a sostegno della genitorialità: 12 maggio Piccoli gesti quotidiani: l alleanza educativa tra nido e famiglia D.ssa Silvana Buono, coordinatrice pedagogica della Cooperativa Città Futura e il personale del Nido d infanzia. 19 maggio Trasmissione delle malattie infettive: criteri e buone prassi per il reinserimento all interno della comunità Dott. Carmelo Fanelli, pediatra di riferimento del territorio della Vigolana. 26 maggio Alimentazione sana del bambino: salute e stili di vita D.ssa Laura Cagol, tecnico igienista-nutrizionista della Cooperativa Città Futura. Gli incontri avranno luogo presso la sala consiliare del Comune di Bosentino alle ore

6 IL MIO CONSIGLIO a cura della dottoressa Laura Albertini, odontoiatra La salute orale del bambino da zero a tre anni Il sorriso di un neonato è la prima manifestazione di gioia e il gesto che tutti i genitori attendono. L eruzione del primo dentino evoca gioia e preoccupazione ma è anche un segnale che il nostro neonato sta crescendo. Ancor prima della comparsa del primo dente è bene essere informati su come mantenere la buona salute orale di nostro figlio. Già in gravidanza è possibile fare prevenzione informando le future mamme su quali sono le regole da seguire per mantenere sani i denti del loro piccolo. La carie è la malattia più diffusa al mondo e anche in Italia, pur essendoci stato negli ultimi anni un sensibile calo dell incidenza della patologia cariosa, ancora molti bambini sotto i quattro anni sono affetti da carie. La carie è una patologia facilmente prevedibile ed evitabile se si seguono regole ben precise e si è correttamente informati. I denti da latte iniziano la loro comparsa in bocca dai sei ai dodici mesi, ma ancora prima della loro eruzione è bene attuare alcuni accorgimenti per preservarne la salute. Alla nascita la bocca del neonato è sterile, non sono presenti batteri di nessun tipo, con l allattamento e la crescita il cavo orale comincia a popolarsi di specie batteriche patogene e non. Tra questi batteri anche lo streptococco mutans, il maggior responsabile della carie dentaria, inizia la sua colonizzazione del cavo orale del neonato. Questi batteri sono trasmessi dalla madre o da chi accudisce il bambino, durante tutte quelle azioni in cui si ha scambio di saliva: assaggiare la pappa, provare il biberon, baciarsi sulla bocca. Se una mamma ha avuto molte carie e continua ad averne anche in età adulta è molto probabile che abbia un alta conta batterica e dovrebbe quindi fare attenzione a non passare questa grande quantità di batteri al neonato. Un alta carica batterica predispone ad un alto rischio di carie per tutta la vita. Particolare attenzione va posta poi alle bevande che vengono somministrate ai bambini, tutte le preparazioni pronte di tè, tisane e camomille sono molto zuccherate, i succhi di frutta associano il dolce e l acido della frutta e sono altamente cariogeni. L utilizzo di queste bevande fin dai primi mesi di vita può dare origine a quella che viene definita Sindrome da Biberon, la presenza di più lesioni cariose molto destruenti e spesso dolorose. La progressione di queste carie è talmente veloce che spesso i genitori hanno l impressione che il dente erompa già affetto da carie, ma così non è. 6

7 Si consiglia di abituare i bambini a bere acqua, tenendo conto che durante l allattamento sia materno che artificiale non c è bisogno di integrare i liquidi; salvo stati patologici, durante lo svezzamento i bambini cominceranno naturalmente a gradire e bere l acqua. La dieta riveste una notevole importanza nell insorgenza della carie sia per quanto riguarda il contenuto che per la frequenza dei pasti. Tutti gli autori sono concordi nell affermare che una dieta ricca di carboidrati predispone fortemente alla carie e pasti frequenti aumentano il rischio. L educazione alimentare inizia fin dai primi anni di vita e l abitudine al dolce si mantiene fino all età adulta, aumentando il rischio di insorgenza di diabete. Una dieta amica dei denti è una dieta varia ricca di frutta e verdura, pasta, formaggi, carne, distribuiti in quattro pasti durante la giornata. La Società Italiana di Odontoiatria Infantile ha stilato nel 2007 le Linee Guida per la prevenzione della carie in età infantile (www.sioi.it). I denti vanno lavati con un dentifricio al fluoro due volte al giorno dall eruzione del primo dente, la quantità di dentifricio è una pea-size (la grandezza di un piccolo pisello). Fino a quattro anni è un adulto che spazzola i denti, dopo i quattro anni i bambini possono spazzolare da soli ma almeno una volta al giorno, preferibilmente la sera, è un genitore che pulisce i denti. La sera dopo aver lavato i denti è buona regola non dare da mangiare o da bere nulla al bambino anche latte non zuccherato, il lattosio contenuto nel latte è uno zucchero e come tale cibo per i batteri cariogeni. I denti decidui vanno assolutamente curati se cariati perché possono provocare forti dolori, paragonabili a quelli dei denti permanenti, ascessi con ripercussioni sui denti definitivi e se persi precocemente perdita di spazio con spostamento degli elementi vicini. Intorno ai tre anni è buona regola togliere il ciuccio ai bambini per evitare l instaurarsi di malocclusioni e di sporgenza degli incisivi superiori che predispongono ai traumi dentali. Molto frequenti sono i traumi dei denti decidui; nel caso in cui il bambino subisca un trauma agli elementi dentari anche se di lieve entità è bene portarlo il più presto possibile da un dentista pedodontista, specializzato nella cura dei piccoli pazienti. Dai tre anni si consiglia di portare il bambino alle visite di controllo periodiche dall odontoiatra di fiducia per verificare l assenza o meno di problemi e istituire un programma di prevenzione personalizzato. 7

8 I nidi di Città Futura Ala-Avio dal 1993 Viale 4 novembre Ala Tel Coordinatrice Interna: Rosanna Zanoni Lavis dal 1994 Via Clementi, 24 - Tel Via Garibaldi, 3 - Tel Via Cembra, 26 - Tel Lavis Coordinatrice Interna: Annuska Brugnara Rodari dal 1996 Via Giovanelli, Trento Tel Coordinatrice Interna: Elisabetta Pisoni Vigolo Baselga dal 1996 Via Don Luca Deflorian, Vigolo Baselga - Tel Coordinatrice Interna: Elisa Marcantoni Vigolana dal 1998 Piazza San Giuseppe, Bosentino Tel Coordinatrice Interna: Chiara Desimone Pergine dal 2002 Via Dolomiti, Pergine Tel Coordinatrice Interna: Elisabetta Libardi Tione dal 2003 Via Dante, Tione Tel Coordinatrice Interna: Romina Tomasini Clarina dal 2003 Via Einaudi, Trento Tel Coordinatrice Interna: Francesca Boratti Europa dal 2004 Via Fermi 23\A Trento Tel Coordinatrice Interna: Carla Ciotola Scarabocchio dal 2005 Corso Buonarroti, Trento Tel Coordinatrice Interna: Silvia Tomasi Spiazzo dal 2005 Via S. Vigilio, Spiazzo Tel Coordinatrice Interna: Romina Tomasini Giovo dal 2006 Via Devigili, Giovo Tel Coordinatrice Interna: Elena Di Cristina Gardolo dal 2007 Via 4 Novembre 98\B Gardolo Tel Coordinatrice Interna: Elena Di Cristina Ponte Arche dal 2007 Via Cesare Battisti, 40\Q Ponte Arche Tel Coordinatrici di riferimento: Rosanna Zanoni, Elisabetta Pisoni Oltrecastello dal 2004 Via Borino, Povo Tel Coordinatrice Interna: Silvia Tomasi Desideri ricevere a casa il tuo periodico Città Futura o desideri regalarlo ad una tua amica? Compila la scheda sottostante e consegnala ad uno dei nidi della Cooperativa a te più vicino o spediscila all indirizzo: Città Futura - Via Romagnosi, Trento o richiedilo via all indirizzo: Richiedo l invio per posta del periodico Città Futura Cognome Nome Via n Cap Città Pv

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

CONCILIAZIONE NELLA POLITICA DELE PARTI SOCIALI Roma, 2 ottobre 2012

CONCILIAZIONE NELLA POLITICA DELE PARTI SOCIALI Roma, 2 ottobre 2012 CONCILIAZIONE NELLA POLITICA DELE PARTI SOCIALI Roma, 2 ottobre 2012 ACCORDI SINDACALI BITRON SpA IL CONTESTO Il Gruppo Bitron è presente nella provincia di Cuneo con due unità produttive In provincia

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Introduzione ai Libri su misura

Introduzione ai Libri su misura COSTRUIAMO UN LIBRO PER TE Introduzione ai Libri su misura Antonella Costantino, Veruscha Ubbiali, Marisa Adobati, Nora Bergamaschi*, Laura Bernasconi, Daniela Biffi, Debora Bonacina *, Caterina dall Olmo*,

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel.

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel. Denominazione Anna Lapini - Povere glie dalle Sacre Stimmate Il Gignoro - C.S.D. Diaconia Valdese orentina L. F. Orvieto - Suore Passioniste Paolo VI - glie della carità di San Vincenzo de Paoli Santa

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit.

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. DIDATTICA ALLA PIOPPA Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. La nostra proposta dida,ca nasce dalla voglia di infondere passione e rispe3o verso la natura e gli animali,

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita

Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita La Bruciata adotta un filare per la vita L Azienda Vinicola La Bruciata, di Oscar Bosio, fatta da uomini e donne veri, gente della terra e venuta

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

La Banca del seme più grande del mondo

La Banca del seme più grande del mondo La Banca del seme più grande del mondo Un sogno che diventa realtà Tutto iniziò con uno strano sogno riguardante seme congelato. Oggi, la Cryos International - Danimarca è la più grande banca del seme

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli