Senza autorizzazione dell'autore ogni riproduzione totale o parziale è vietata GIMPA PAROLINI MAURIZIO GIANNI CONFUSIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Senza autorizzazione dell'autore ogni riproduzione totale o parziale è vietata GIMPA PAROLINI MAURIZIO GIANNI CONFUSIONE"

Transcript

1 Senza autorizzazione dell'autore ogni riproduzione totale o parziale è vietata GIMPA PAROLINI MAURIZIO GIANNI CONFUSIONE

2 SPAZIO Sono o vorrei esserlo, esprimo senza condividere eppure dovrei esistere. Sono una scheggia, un granello di polvere, un piccolo nulla dal grande potere. Non conto e nessuno sembra contare su di me; mi muovo, urto e spintono regalandomi costernati sguardi altrui. Quindi ho una forma, un ingombro, anche un peso. Persino una veste, un immagine, un riflesso negli occhi di chi non crede di vedermi. Non lo crede e ne è convinto fino a superarmi, sfiorandomi, penetrandomi. Per voi non ho massa, mi girate attorno come fossi un semplice ostacolo, aiuola o sacco di spazzatura non importa. Se fosse possibile mi passereste attraverso, come una banco di nebbia o il lieve fumo di una sigaretta. Sono niente, un niente. Un individuo della massa, uno dei tanti o dei troppi. Spersonalizzato. Sono come voi ma non sapete di esserlo, e vi credete diversi fino a convincervi. Siete coloro che io non sono, e nemmeno potrei esserlo. Per voi. Ma il vento non ha padroni e quando vuole cambia, come i pensieri e le azioni. In genere le sopiamo, lasciandole decantare negli angoli della mente. Si accumulano come i ricordi ed insieme agli oggetti inutili si accatastano fino al culmine. Qui cominciano a stringersi, a riempire ogni piccolo spazio, ogni minima fessura. Il limite è però vicino, e se non lasciamo fuggire qualche nemico l affollamento innescherà una ribellione interna, insana e incontrollabile. Prima di rendersene conto siamo in balìa degli eventi, complici e fautori di mille battaglie. Ci combattiamo sapendo di non poter vincere ma nemmeno fuggire, e l indifferenza altrui ne è il naturale innesco. Guardandoci senza vederci, toccandoci senza accorgersi - senza mai chiamarci, senza segue

3 mai allungare una mano, senza un piccolo segno di comune appartenenza siamo senza esserlo. Allora tocca a noi lasciare una traccia, una scia, quell impronta che gli altri non vedono. Ma quale? Che simbolo possiamo mostrare alla società che ci ha sempre lasciato ai margini? Combattuti e confusi cerchiamo di rientrarvi, ma non vivendola non sappiamo muoverci. Non sappiamo se scegliere l arma o il fioretto, la parola o i fatti, il bene o il male. Nel dubbio e nella necessità di far rifiorire noi stessi al mondo, scegliamo la via più breve, più semplice, più efficace: il male. Perché il male l abbiamo già dentro ed è il primo a risvegliarsi, il più veloce a farsi trovare pronto, il più deciso nelle azioni da intraprendere. Nell attimo immisurabile, nel momento stesso dell azione la ragione si sveglia per riassopirsi subito. Ma ormai siamo vivi, siamo tornati vivi. Come zombie ci nutriamo degli altri per gli altri, cancellando una vita per riscrivere la nostra. Assorbiamo quella che gli non sanno di possedere perché è già nei nostri pensieri, nelle nostre mani, nelle nostre azioni. Diventiamo protagonisti nostro malgrado, vogliamo solo occupare uno spazio ma per farlo dobbiamo liberarne altro, prendendolo ad altri. Però non è ammesso e questo ci trascina nel vortice della comunicazione, additati e screditati. Togliere non si può e di conseguenza finiamo in prima pagina, nella gogna mediatica, sbattuti fra tristi mura intrise di sguardi persi. Reclusi e processati, soli fra lettere di inutili fans, fra commenti sadici e amori improbabili, ci sentiamo finalmente appartenenti, siamo qualcuno fra milioni di vagabondi. Siamo ma non possiamo, varcata la soglia del nulla siamo ora reclusi famosi, desiderabili senza poter ricambiare. Ci tocchiamo e sentiamo il nostro corpo rioccupare lo spazio vitale, ma quello cui l abbiamo tolto se lo è ripreso rinchiudendoci,

4 relegandoci, nascondendoci al mondo cui vorremmo appartenere. Siamo tornati vivi ma senza vita, abbiamo tolto una vita per non riuscire a riprendere la nostra. Due vite spezzate ma nessun piacere.

5 IL SENSO DI UNA VITA Con quale diritto ci avete fatto nascere senza chiederci il permesso, regalandoci un mondo allo sbando, con un presente difficile e un futuro terribilmente incerto. Se decidete di rifarlo fermatevi!!! Contate fino a mille e se non vi basta usate il preservativo o meglio ancora la pillola, dimenticate i dogmi religiosi e limitatevi a godere visto che il mondo che avete costruito fa schifo. Solo quando riuscirete a raddrizzare le sorti della vostra vita potrete crearne di nuove, altrimenti sopportate da soli le sofferenze che vi siete creati. Ci ritroviamo nostro malgrado in un mondo che altri hanno costruito pensando al proprio futuro, proprio e quindi non di tutti. Un futuro che ora rappresenta il nostro presente, inesorabilmente subìto finché non lo capiremo. E solo allora, forse, potremo intervenire modificandolo, raddrizzandolo. Ma il tempo scorre e noi, vittime di un triste copulare religioso, ci affacciamo alla vita degli altri, i quali, convinti di clonarsi, generano in realtà dei mostri. Che stupidi, creano e procreano vinti e convinti. Lo fanno perché devono credere di doverlo fare: i ricchi per dare seguito alla loro casta e i poveri per condividere le loro fatiche quotidiane. Ma non siamo cloni o semplici copie, abbiamo, purtroppo per loro, un cervello che sembra funzionare. Ci vogliono istruire per instradarci verso la vita ma poi ci pilotano, si impongono, cercano di fotocopiarsi sostenendo di pensare alla nostra autonomia. Generano la vita che nessuno ha chiesto loro e poi si incazzano se usciamo dal seminato, dal loro orticello, dalla loro guida, dalla strada che dovremmo percorrere e che loro ci hanno costruito davanti. E se sbandiamo o ne usciamo volontariamente non segue

6 ci soccorrono come dovrebbero fare, ma ci additano come ingrati. Eppure chi più genera nuove vite viene ammirato, portato ad esempio. Fieri in pubblico. Ma in fin dei conti chi mai vi ha chiesto di condividere ricchezze e povertà, di procreare senza chiedere permesso, di crearci sapendo che non strisceremo, ne mai ci prostreremo per ringraziarvi. Plasmate nuovi esseri per appagare le vostre volontà imposte, convinti di dare un senso alla vostra banale vita, alla vostra spesso inutile esistenza. Ma non solo: c'è chi lo fa per garantirsi la pensione che si è giocato, per avere un supporto per la vecchiaia, per continuare una stirpe, per accontentare i parenti oppure un inesistente dio, per tacere le chiacchiere altrui, per dovere coniugale, per salvare un matrimonio già morto, per avere un nuovo giocattolo, perché la maggioranza lo fa e quindi è giusto così, perché si deve. Se invece non ci riuscite non cadete in depressione, la scienza è a vostra totale disposizione con mille aiuti e mille risorse. Ma se nemmeno così il clone si sviluppa dentro di voi allora vi sentirete additati, sfregiati, chiacchierati, estromessi dalla casta. Vi sentirete ai margini della società, inutili perché impossibilitati a procreare. Se così fosse e così pensate potete tranquillamente deprimervi perché non meritate altro, siete veramente e terribilmente inutili.

7 IO BANDIERA DESTRA (individualisti): non sono di destra perché al mondo non esistono solo quelli che ce la fanno, se uno su mille ce la fa, gli altri che sono, pezze da piedi? Non siamo tutti uguali ed è giusto rispettare le singole predisposizioni, nonché le occasioni che la vita può offrire anche se spesso nel momento sbagliato. E tutto questo senza dividere il mondo in individui di serie A (pochi) e di serie B (massa). SINISTRA (parassiti): non sono di sinistra perché non si può solo chiedere e pretendere, dare ma soprattutto avere. Bisogna anche darsi da fare senza l inutile buonismo statale. Tutti devono avere una vita decente all interno di un corretto equilibrio fra diritti e doveri. Chi può e vuole deve poter fare, ma senza che ciò avvenga alle spalle di chi non può. CENTRO (compromessi): non sono di centro perché la mediocrità paga ma non appaga. L abilità nel compromesso ci annega nella bambagia ma è solo un ingannevole apparenza (effimera e fugace) tipicamente centrista. Amano trasmettere una finta sicurezza che non possono garantire a lungo, e per scoprirlo basta semplicemente uscire di casa e aprire bene sia gli occhi che il cervello. ESTREMI (idealisti): non sono estremista perché non si può raggiungere un fine con qualsiasi mezzo, schiacciando o eliminando gli ostacoli qualunque forma o colore essi abbiano. Perseguire ciecamente un ideale o combattere gli opposti non porta mai a nulla di concreto ed efficace, ma solo a forme di inutile e sterile violenza che ricadono solo su chi non ha alcuna colpa. Morale: non sono, quindi sono.

8 LA TELEFONATA Ne sento parlare da sempre e allora un bel giorno mi sono deciso, ho cercato il numero sulla guida telefonica ed ho chiamato il sig. Dio. Purtroppo non era in casa e mi ha risposto la solita segreteria telefonica, dove una voce dolce ma decisa spiegava che si era trasferito in India a meditare in assoluta solitudine, dove espiare la sua unica grande colpa di aver creato l uomo. Davvero un bel tipo

9 ANGOLI DI VITA Mi volto di scatto e vedo un cesso! Sì, proprio un cesso che si avvicina sospettoso con chiazze scure che ricoprono ovunque il suo abito incernierato. E' solo, si sente solo e abbandonato da tutti, nessuno lo copre più e nemmeno si ricordano dello sciacquone. Lo sento soffrire, stanco di una vita fatta di persone senza pietà e senza mira, inesorabilmente sporco e maleodorante. Una colpa che tutti gli imputano fino a renderlo schivo e schivato, vittima del tutto innocente. Ora è a due passi da me, il cigolìo delle cerniere rinsecchite mi appare un lamento, quasi uno sfogo. Eppure sa che non posso nulla, che non ho tempo da dedicargli non avendo ora alcuno stimolo. Lui però continua a lamentarsi ma è di origine turca e quindi non lo capisco, quindi faccio finta di nulla e cerco di allontanarmi dileguandomi nella folla. Il suo alito puzzolente continuo però a sentirlo anche se non lo vedo, ma passano le ore e le necessità s impongono fino a desiderarlo, facendomi raggiungere. Terminati i bisogni tiro la catenella ed una cascata frusciante porta via tutto il mio e parte dell'altrui, sentendomi finalmente leggero e libero. Che fatica fare lo stronzo tutti i giorni!

10 L UFFICIO IN CITTA Abito a Milano da tempo e mi sento attaccato alla mia città anche se fa di tutto per cacciarmi, per farmela odiare. Per i miei bisnonni era un grande paesone, per i miei nonni era una città da rifare, per i miei genitori era un opportunità di lavoro, per me è solo un gran casino dove tutti corrono non si sa dove. Ma soprattutto si sta trasformando, incrementando qualsiasi cosa: dal traffico allo smog, dalla grande scelta ai prezzi sempre più alti. Ma non posso andarmene, lavoro e affetti sono tutti qui; potrei cambiare il primo ma non posso certo abbandonare i secondi. Quindi cerco di resistere ai mille cambiamenti spesso incomprensibili, tutti a voler trasformare Milano quale rappresentante unica degli affari italiani; un enorme vetrina del business. Una grigia distesa di palazzi animati ma senza cuore. E così le persone che possono fuggono, vivendola solo di giorno. Casa in periferia ma lavoro in città. Avanti di questo passo vivremo immersi nel traffico di giorno e impauriti di notte, quando non ci sarà nessuno in giro tranne nelle aree dove si concentrano i rumorosi locali di tendenza o gli ipermercati. Per il resto buio e solitudine. Questa grande città sempre più dedita agli affari - non sempre puliti - sembra quindi destinata a trasformarsi in una sorta di immenso ufficio, e non mi stupirei se un bel giorno decidessero di installare i tornelli per l accesso e la timbratura direttamente in periferia oppure ai capolinea della metropolitana; e una volta entrati in città sembrerà di trovarsi in mezzo al lavoro, sempre al lavoro, un unica e immensa distesa di uffici chiamata Milano.

11 MONDI PARALLELI Sono al mondo e lo vivo, ne faccio parte e vi sopravvivo. Sono una molecola in movimento, un atomo impazzito. Mi muovo e con me si spostano milioni di anime disperse che fluttuano intorno a me senza fine, senza meta. Come me. Mi specchio nelle vetrine e mi sento da loro osservato, mi scrutano e mi circondano con pensieri vuoti. Nemmeno loro capiscono quello che io non riesco a comprendere. Mi faccio spazio tra le loro braccia tese per riguadagnare lo spazio che mi stanno togliendo, che mi sto togliendo. Nelle grandi città l aria non è inquinata dallo smog, ma da queste anime che saturano l aria con le loro vite spezzate, con le loro antiche emozioni, con il loro respiro affannoso. Il loro fiato riempie le metropoli, aleggia sulle strade e nelle case, ovunque si sparge e ci confonde. Si mescola coi nostri pensieri e con i nostri incostanti umori. Bisogna quindi evadere, raccogliersi e scegliere luoghi tranquilli dove l aria è solo nostra, riempita solo dai nostri pensieri. Dove ti puoi muovere senza sforzo, liberamente. Come liberi saranno i pensieri, liberi di uscire allo scoperto per poi rientrare senza confondersi con gli altri. E così potrai seguirli e loro ti aiuteranno quando ti servirà, senza farti sbandare, senza farti compiere gesti inutili e dannosi. Come accade invece ai pensieri di oggi i quali, respirando e inspirando, getti confusamente al mondo e dentro il mondo, nell aria di tutti e contro tutti. Soffocandoli e soffocandoti fino a confonderli. Confondendoti.

12 FUTURO? NO GRAZIE Il futuro è cambiato, evolvendosi fino a modificarsi radicalmente. Si è trasformato da lontana certezza su cui pianificare a puro miraggio, così incerto da scomparire alla nostra debole vista. Ha perso significato, sovrapponendosi al presente confondendolo e confondendoci, fino a pensarlo un infinito tutt uno. Così ci convincono e ci convinciamo, lasciamo nel cassetto i progetti e i sogni, vivendo alla giornata. I valori e gli ideali cambiano identità e noi con loro. Il futuro non è più lui, e noi pure.

13 DA ZERO A CENTO IN POCHE RIGHE Da piccoli si cresce guidati in tutto e per tutto per evitare sorprese amare, negli anni successivi prendiamo coscienza ma siamo sempre al guinzaglio. Crescendo il guinzaglio si allenta ma invece di liberarci chiediamo sempre di più, senza mai restituire. Da grandicelli, dopo aver superato l ostacolo diploma, ci sentiamo coscienti e padroni di noi stessi, vorremmo spaccare il mondo e invece spacchiamo solo i coglioni! Dopo anni di fancazzismo dove chiediamo senza ancora dare, veniamo trascinati nel girone dell inferno chiamato lavoro e con la disponibilità economica accresce anche la voglia di fare, e di disfare. E quando ci sentiamo all apice della forma il profumo della gnocca assorbe tutto e ci ritroviamo prima fidanzati e poi sposati, con il nostro potere che invece di raddoppiare viene risucchiato nel vortice della vita quotidiana. Ma appena si dirada la nebbia cominciamo a comprare tutto il superfluo, compreso quello che ci è sfuggito vent anni prima. E così, confusi tra quello che abbiamo e quello che il fisico ci permette, continuiamo a timbrare il cartellino trascinandoci verso il miraggio della pensione, dove ci immaginiamo abbastanza borghesi da fare quello che vogliamo per poi rinunciarvi su consiglio dei malanni. Così, in prossimità dei 100 anni ai quali presto arriveremo - e dopo una vita unica e uguale a tante altre - chiuderemo gli occhi per svegliarci in un mondo tutto nuovo. Forse.

14 L EVOLUZIONE TECNOLOGICA E ENTUSIASMANTE: INVENTA QUELLO CHE NON CI SERVE

15 PRIMA & DOPO Siamo giovani quando nulla ci può fermare e le conseguenze sono solo uno spiacevole imprevisto. Siamo anziani quando non ci sentiamo più in grado di fare quello che non siamo mai stati capaci di fare. Siamo vecchi quando al risveglio non sappiamo se esserne contenti.

16 TUTTI UGUALI? Perché incazzarsi delle frequenti cene nei ristoranti più rinomati e costosi, per i gioielli d ogni forma e design, per le auto di lusso, per tanti armadi quanti sono gli stilisti, per un attico in centro ed uno sul mare vietato della Sardegna, per i misteriosi conti nei paradisi fiscali ed un week-end in barca quando se ne ha voglia? Ragazzi miei, se non esistessero le cose costose, i ricchi come potrebbero distinguersi dalla massa? Il problema, casomai, è quando la massa si indebita per somigliare ai ricchi...

17 BEATA GIOVENTU Mi alzo la mattina e cerco di passarmi una mano fra i capelli, in bagno l immagine allo specchio mi appare confusa anche se lo pulisco, e non ho più bisogno di forzare il pisello in basso per centrare il water. Ho i brividi ovunque senza avere la febbre e il riscaldamento costa sempre di più. Prendo l ascensore per uscire di casa e raggiungo l auto già col fiatone, una volta giunto in ufficio saluto i colleghi tra uno starnuto e un colpo di tosse e a metà mattina sono già in compagnia del mal di testa. Dopo pranzo combatto con le acidità di stomaco e mi trascino fino alle 18 con sforzi sovrumani. Rientro collerico a casa per l immancabile coda e dopo essermi riassettato ceno con cibo di fortuna adagiandomi sul divano fra i telecomandi, ma dopo una breve noia televisiva sono già nel mondo dei sogni. Sul più bello vengo svegliato dalla solita pubblicità invadente e con la schiena dolorante mi trascino in bagno barcollando. Dopo la solita breve abluzione indosso il pigiama di flanella per poi infilarmi fra le gelide lenzuola. Terminati i consueti brividi comincio a rigirarmi nel letto in attesa che ritorni il sonno in parte già sprecato, e quando i sogni finalmente mi avvolgono devo forzatamente riprendermi con l odioso suono della sveglia. Altro giorno, stesse cose, stessi faticosi riti, nessuna novità. Ma un giorno in meno.

18 ANIME INUTILI Anime disperse: entità astratte in un corpo reale su cui non hanno potere. Tacciono e subiscono, ogni tanto sembrano reagire per poi tornare subito nell oblìo. Insieme alla coscienza sono ospiti di un corpo che si muove loro malgrado. Lo seguono ovunque come un peso morto, ma senza peso. Leggére quanto inutili, non occupano né lo spazio né la mente. Eppur ci sono, non le ascoltiamo ma esistono. Ci accompagnano silenziose in ogni nostra azione, ad ogni nostro passo. Agiamo senza rendere loro conto, evitando di coinvolgerle. Volontariamente o meno partecipano alla nostra vita ma raramente la influenzano, e se lo fanno l effetto dura poco, troppo poco, a volte solo un attimo. Forse dovremmo ascoltarle, prima di agire.

19 DOMANDEPICHE Una partita fra due cerniere può finire in patta? La polenta è l'unico contorno sempre in ritardo? Le penne al ragù sono delle biro con inchiostro di carne? La carne ai ferri la mangiano solo i carcerati? Una minestra abbondante diventa un minestrone? Se tagliamo un bricco di latte scremato è ancora intero? La pancetta è un salume per obesi? Gli equilibri sono libri che non cadono mai? La turca è il collegamento fra l'uomo e la terra? La bistecca è il doppio di una stecca? Il culturismo è il turismo anale? Se i gitanti sono solo in due, diventano gipochi? Gli afrocubani e gli afrodisiaci sono due gruppi etnici?

20 VERSO IL LAVORO Prendo il treno? No, troppo pesante e lontano. Prendo l auto? Nemmeno, devo prima scaldarla per poi impazzire alla ricerca di un parcheggio, quindi altrettanto inutile. Provo allora col caffè macchiato caldo ma nonostante il gusto pieno e cremoso sono ancora confuso tra le mura di casa; l unico prigioniero con le chiavi. Senza valide alternative mi butto in strada, ma ormai stanco di schivare auto in coda mi catapulto sul marciapiede schivando i pensionati coi loro piccoli cani, che cagano e pisciano forse per ricordare loro la strada di casa, come un puzzolente filo di Arianna per rimbambiti. Arrivo trafelato alla fermata del bus che immancabilmente è appena passato, quindi salgo sul prossimo per poi scenderne come fossi uscito dallo spogliatoio di una palestra gremita di assatanati, e dopo pochi ma sudati passi timbro il cartellino, cazzo, alle 8 e 31.!!!!

21 QUANDO USCITE LA MATTINA NON DIMENTICATE IL CERVELLO SUL COMODINO

22 AMARE IL CAPO FA BENE? Il capo ci guida, ci esorta, ci spinge e ci vuole pronti ed efficienti. Spalleggia le nostre scelte affidandoci precisi compiti di rara responsabilità. Si fa trovare sempre disponibile e non si nega a nessuno, corre al nostro fianco e ci allunga un'amichevole pacca quando, seduti, riprendiamo fiato. Riporta i nostri desideri e li assolve quando può, o quantomeno ci rende più dolci le lunghe ore lavorative lontane dalla famiglia. Ci riprende con sano vigore quando sbagliamo ma ci fornisce gli strumenti necessari quando occorrono. E' severo e deciso ma non ci nega il caffè del mattino o i commenti del lunedì, partecipandovi magari con veloci e dotti pareri. Sublima le direttive dell'azienda facendole proprie mentre i suoi desideri prendono forma. Sembra incredibile ma le giornate scorrono attive e ghiotte, senza mai amareggiarsi o cadere in depressione. Ma poi suonò la sveglia.

23 ETA' CORPOREA Da giovani si vuole far colpo sembrando più vecchi di un corpo che non lo è ancora. Da vecchi cerchiamo di sembrare più giovani nascondendo un corpo che non lo è più.

24 INDISPENSABILI Correte pure in ufficio; vi aspettano telefoni che squillano insieme al cellulare, pratiche da terminare e nuove da visionare, colleghi che chiedono e voi pure, lavori che si accavallano e sembrano non risolversi mai, cose semplici che si complicano e infine l immancabile urgenza. Vi prendete la giusta pausa caffè ma poi il pranzo lo dovete ingurgitare per non tardare troppo. Sembrate al centro del mondo fino a credervi il perno su cui ruota l azienda stessa, che senza di voi andrebbe allo sbando chissà dove. Ma poi improvvisamente vi ammalate di una banale influenza e al vostro rientro è tutto normale, è tutto come prima. L azienda ha retto tranquillamente la vostra assenza e non ci sono stati né crolli in borsa né licenziamenti. Insomma, non è successo assolutamente nulla anche senza di voi. A questo punto non rimane altro che riprendere il vostro solito ritmo continuando a pensare, sbagliando, di ritenervi indispensabili.

25 CALCIATORE Sinistro di dio Destro della madonna In testa. un cazzo!

26 ITALIANI MASSA L italiano è morboso e gossipparo, inneggia la pace ma è sempre in lotta con tutto e tutti. Lavora perché deve, ma appena può scansa. Piange miseria ma possiede tutto il superfluo. Fa l istruito leggendo solo i titoli dei giornali, e si crede sportivo solo perché sa tutto della sua squadra. Vuole la cultura in TV ma poi cambia canale. In politica si crede libero, libero di votare solo chi promette meglio. Non è razzista finché gli stanno lontani. Dice di amare il proprio paese ma poi basta guardarlo per capire quanto lo ama veramente. Adora le istituzioni ma non le rispetta.

27 IL LOSCO Affari Sporchi entrò in famiglia ed iniziò a promettere auto di lusso, oro, gioielli, fama, rispetto, denaro a volontà e volontà di farlo. E così iniziò un lavoro senza vincoli e senza orari; una carriera, un nuovo giro di amicizie diverso ogni giorno, anche multirazziale. Lavoro ovunque e dovunque: fabbriche, case, banche e negozi, ma anche le scuole dove un tempo faceva finta di studiare. E così smise di cazzeggiare nel bar in piazza, divenuto ora base per incontri di lavoro o di vanto. Fughe dalla noia e non solo da quella, notti brave e tante cattive. Incontri cattivi con i buoni che ogni tanto diventano per fortuna altrettanto cattivi. Giorno dopo giorno, anno dopo anno, fece qualunque cosa con chiunque, senza remore e senza scrupoli. Fughe, nascondigli, amicizie ambigue, azioni riprovevoli, abbandoni e vendette. E dopo una vita ai margini con un occhio sempre rivolto alle proprie spalle, per un breve attimo sembrò rendersi conto di quanto sarebbe stato piacevole un semplice e noioso lavoro in ufficio. Ma fu tardi, troppo tardi, una banale distrazione e non fu più lui. Disponibilità di denaro e di falsi amici ne aveva ormai in abbondanza; ma non fece in tempo a ritirare l'auto nuova, il collier per la donna ed il saluto in piazza. Il rispetto quello sì, ai morti è d'obbligo, chiunque essi fossero. Ma solo per un attimo.

28 CON LE MANI IN MANO NON CI SI MASTURBA NEMMENO

29 PIRLATE Solo un uomo demotivato può preparare l'abbacchio al forno? Un sollevatore di pesi usa solo camicie di forza? Il vento ricco forma l'aria viziata? L'esame del sangue di un alcolizzato lo fa il sommellier? L'unico pesce con la carie è il dentice? La cintura di sicurezza la usa chi porta i pantaloni senza mutande? Ventilare un ipotesi significa pensare sottovento? I lenti sono balli vegetariani? Cos'è il glande per un cinese? Il salmone affumicato rischia il cancro ai polmoni? L'albero maestro si trova solo nelle navi scuola? L'albero maestro può dare buoni frutti? La pesca d'alto mare è un frutto per soli navigatori?

30 DA GIOVANE GODEVO COME UN MAIALE, OGGI DEL MAIALE HO SOLO LA FORMA

31 NORMALITA' 1 Mi masturbo, si mi masturbo. E lo faccio con gusto e senza sensi di colpa. E godo perché lo faccio per i cazzi miei, quando voglio e quando posso. E se uso una videocassetta non devo nemmeno faticare in attesa dell'erezione, senza la quale non potrei arrivare a nessuna conclusione. Che poi è quello che uno cerca. Certo che campare di sole seghe diventerebbe monotono come del resto avviene a chi ciula tanto ed in continuazione, quindi cerco di resistere alla tentazione per poterlo fare all'infinito. Ma poi arriva l'estate e le ragazze escono quasi nude, ed è impossibile non guardarle pensando di possederle ovunque; a letto, sulle scale o nel mezzanino del metrò. E più scorre l'estate, più se ne vedono, più mi masturbo. Ma poi ritorna l'inverno e si spengono gli sguardi, ma i ricordi per un poco resistono e quindi continuo a masturbarmi. Sempre meno, ma sempre. Il pensiero dell'estate ormai latita e ogni tanto fa capolino fra la mente e la mano ormai callosa, quindi controvoglia mi masturbo ancora. Ma dopo una lunga e grigia attesa l'estate ritorna e a ogni sguardo io ricomincio quando posso, senza problemi ma anche con meno soddisfazione. E chi ciula tanto? Stessi problemi; esaurito il missionario si passa alla pecorina per poi terminare con un esaltante smorzacandela che prelude alla movimentata carriola. Il giorno dopo si bissa e i successivi ancora, ma a furia di ripetersi il missionario ritrova il piacere della preghiera, le pecorine diventano così tante che a contarle ci si addormenta e lo smorzacandela non serve più perché ci dimentichiamo persino di accenderla. E la carriola, compresa di cazzuola, se la riprendono giustamente i muratori! Stanchi ormai di tutto ecco allora rispolverare il mitico kamasutra; le posizioni sono davvero tante come i segue

32 giorni, tante ma non infinite e quindi prima o poi si ricomincia ancora e ancora fino a ripetersi, al punto da conoscere a memoria sia le posizioni che le pagine in cui si trovano. Via l ormai konsumato kamasutra ecco apparire affascinanti giocattoli di ogni forma e colore, mille funzioni da far invidia al robot da cucina di vostra madre. Ma dopo averli usati fino a consumarli li trasformate prima in soprammobili da vanto e poi in soprammobili da cantina. Nemmeno le prostitute fanno godere perché lo fanno solo per soldi e non per gioco, mentre i più affascinanti trans rappresentano una bella novità, ma dopo il primo sgomento la noia si riappropria del sesso. Che fare? Come uscire dalla routine? Me lo ripeto all infinito ma un bel giorno, uscendo stanco di noia e ubriaco dall ennesimo bar, non mi vado mica a trovare a tu per tu con una biondina niente male. Senza apparenti pensieri la seguo per qualche via fino a sentirmi spingere da un incontrollabile forza interiore, e nell angolo più buio e nascosto, complice il buio, l abbraccio con inaspettato vigore catapultandola a terra nell'angolo più nascosto e appartato. La cosa strana è che urla e si dimena come una bestia, ma invece di spaventarmi, la situazione mi eccita ancora di più e la blocco con forza tappandogli la bocca con una mano mentre con l altra le strappo i vestiti. Alla fine ho il totale sopravvento e me la faccio fino all'apice dei sensi (miei). La lascio lì a terra sconvolta a piangere chiedendomi il perché di tanto casino, in fondo ho anch'io diritto al sesso e poi, alla fine, si tratta solo di una sveltina. Va bene che non me l'hai chiesta e magari non sono il tuo tipo. Ma se è tutto qui, che vuoi che sia! E poi parlano di solidarietà e altruismo.

33 L'AMANTE Famosa chiesa decide di sostituire l'organo, si dà via al trapianto. Tutti i fedeli fuori e gli infedeli lontano, dentro solo la fede perché il matrimonio è una cosa seria. Decidere il luogo - la data - il ristorante - la chiesa è molto difficile perché devono piacere a tutti, siano comodi per tutti, non costino troppo e facciano fare bella figura. E io pago. E gli altri mi regalano, badando bene a farsi belli bilanciando i costi. Minima spesa massima resa. E io lavoro. Non so dirvi quanto però mi pagano e quindi qualcosa devo fare, bene o male non importa, siamo in tanti e tutti nel calderone. Ma poi arriva Natale e tutti devono essere per forza buoni. E se non c è buonismo sbattetelo in prima pagina urlandolo al mondo. E se non bastasse richiamate i cosiddetti valori della famiglia e della bontà: ovvero i regali incipienti, il cane con le pulci, l'auto che va a super, le rate del mutuo, l'affitto, il caviale finito, il figlio dal dentista e la moglie dall'amante. Perché l'amante è comodo; non sporca, non ruba, non puzza e non lascia il segno. Dice sempre di sì perché non fa quadrare i conti, non fa i mestieri, non ti riempie di lavoro ma di regali, arriva prima del marito stanco ma prima della stanchezza della moglie. Lavora in anticipo sui problemi e quindi li lascia agli altri i quali, presi a risolverli, non hanno tempo per gli altri e per se stessi. Comodo vero?

34 AL LAVORO Mi sveglio oltre l orario e quindi torno subito a letto perché ormai è tardi e domani devo andare al lavoro.

35 COSTRUITEVI UNA VITA FELICE E ANDATE AL LAVORO CONSAPEVOLI CHE IL BELLO VIENE DOPO

36 MEZZ ETA 50 anni sono un età critica per il maschio latino, lasciando tutti di stucco comincia a fare cose che trent anni prima era troppo intelligente per farle.

37 SE L UNICA SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE FOSSE L UOMO, IL MONDO INTERO RINGRAZIEREBBE

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute?

Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute? Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute? Succede spesso ed è un comportamento molto diffuso. Troviamo la motivazione per occuparci della nostra persona (fisico e mente) solo

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE CATERINA ROMANO 27/01/2012 Nonna, posso sedermi vicino a te? Ho paura. In televisione ci sono dei brutti film. Fanno vedere tante persone malate e dicono

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Dark alice in wonderland

Dark alice in wonderland Dark alice in wonderland Laura D Agostino DARK ALICE IN WONDERLAND racconto Ad Elisa, Ciasky, Ary e al mio Bianconiglio Per aver sempre creduto in me TUTTE LE CANZONI FINISCONO MA E UN BUON MOTIVO PER

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

Atto di fede, Luciano Ligabue

Atto di fede, Luciano Ligabue Atto di fede, Luciano Ligabue Ho visto belle donne spesso da lontano ognuno ha il proprio modo di tirarsele vicino e ho visto da vicino chi c'era da vedere e ho visto che l'amore cambia il modo di guardare

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

XXI Ciclo di incontri 2007-2008

XXI Ciclo di incontri 2007-2008 XXI Ciclo di incontri 2007-2008 LA PERSONA UMANA CUORE DELLA PACE X INCONTRO - DOMENICA 9-3-2008 ORE 15,00 Educazione: rispondere al bisogno di crescere.educare è possibile e si deve Relatore: Prof. Don

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Neretta e Bertola suonarono

Neretta e Bertola suonarono Neretta e Bertola suonarono il campanello di via dei Mirtilli n 15, alle ore 17. Era il primo venerdì del mese e loro erano puntualissime, come sempre. Aprì loro una vecchina piccola, piccola che con un

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

Tecniche di presenza Lightin. Tecniche di Presenza. Associazione Culturale Lightin

Tecniche di presenza Lightin. Tecniche di Presenza. Associazione Culturale Lightin Tecniche di Presenza Associazione Culturale Lightin 1 L energia della Natura Si dice che la Natura sia in perfetto equilibrio e di conseguenza anche noi che ne facciamo parte, dovremmo esserlo. L albero

Dettagli

31 GIORNI PER IMPARARE AD AMARTI

31 GIORNI PER IMPARARE AD AMARTI 31 GIORNI PER IMPARARE AD AMARTI Ciao e benvenuto, sono sicura che troverai questo piccolo ebook molto speciale e sai perché? Perché è dedicato alla persona più importante su questo pianeta.. quella persona

Dettagli

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO INTRODUZIONE Le attività proposte in preparazione all incontro con il Vescovo Gianni hanno il loro orizzonte più ampio nei contenuti della

Dettagli

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa.

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa. 1 22 febbraio 2013 Sesto incontro Introduzione Nella Teologia Spirituale troviamo tre tappe per la crescita dello spirito. Nella Religione Cattolica le tre dimensioni sono: la purificazione, l illuminazione,

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Titolo documento: IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Relatore/Autore: DON. DIEGO SEMENZIN Luogo e data: S. FLORIANO, 22 APR. 2001 Categoria Documento: Classificazione: Sintesi/Trasposizione di

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita INTRODUZIONE Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita Quando hai 27 anni un bimbo di 8 mesi, un buon lavoro, una casa un buon marito, cosa ti manca?

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE

ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE CAPITOLO II DON ABBONDIO NON RIUSCÌ AD ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE NON SI POTEVANO CELEBRARE

Dettagli

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 1. Io non so pregare! È una obiezione comune; tuttavia, se vuoi, puoi sempre imparare; la preghiera è un bene importante perché chi impara a pregare impara a

Dettagli

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook 1 Alla ricerca di se stessi Federica Cortina 2 Titolo Alla ricerca di se stessi Autore Federica Cortina Editore PNL e Coaching edizioni Sito internet www.pnlecoaching.it ATTENZIONE: Tutti i diritti sono

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook 1 Tra il dire e il fare PNL e Coaching 2 Titolo Tra il dire e il fare Editore PNL e Coaching edizioni Sito internet www.pnlecoaching.it ATTENZIONE: Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

PREGHIERE DELLO SPORTIVO

PREGHIERE DELLO SPORTIVO PREGHIERE DELLO SPORTIVO Presentiamo qui una selezione di alcune preghiere nate in e per il mondo sportivo. Esse testimoniano della profonda vita interiore di chi vive quotidianamente la sfida di superare

Dettagli

VINCITORI SEZIONE LETTERARIA

VINCITORI SEZIONE LETTERARIA VINCITORI SEZIONE LETTERARIA GIROTONDO DEI DIRITTI Questo è il girotondo dei diritti dei bambini per far conoscere a grandi e piccini che i bimbi, tutti quanti, hanno diritti come i grandi. Hanno diritto

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario MACARIOPOLI O POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario La Terra sembra essere divisa in due parti Una di queste

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE 1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE Si dicono un sacco di cose brutte sulle sigarette, ma la verità è che si fuma perché è piacevole. È piacevole aspirare il fumo con calma, è piacevole sentirlo impossessarsi dei

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli