primavera estate In questo numero Come rimediare ai danni dell inverno Fiori estivi? Date spazio al colore sul vostro balcone

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "primavera estate In questo numero Come rimediare ai danni dell inverno Fiori estivi? Date spazio al colore sul vostro balcone"

Transcript

1 Varese Green City Varese Green City Varese Green City Varese Green City Varese Green City primavera estate 2014 In questo numero Come rimediare ai danni dell inverno Fiori estivi? Date spazio al colore sul vostro balcone Il Parco Ponti e le sue Ville Orto sul balcone Dalie curiosità estive Il rinvaso delle Phalaenopsis Le principali malattie delle Phalaenopsis Cocktail analcolico a base di fiori di ibisco selvatico Tanto prezzemolo nell orto? Usatelo contro le contusioni Salsa piccante di peperoncino habanero orange Classifica dei peperoncini più piccanti Con la partecipazione di Aderente a: Uffici e laboratorio fitopatologico - Vicolo Torelli Varese Tel

2 Il tuo floricoltore di fiducia 2 Durante l inverno, sia per il peso della neve che a causa delle basse temperature e della disidratazione o, al contrario, dell eccesso di acqua meteorica, le piante subiscono molto facilmente dei danni. COME RIMEDIARE AI DANNI DELL INVERNO Tappeti erbosi. Se il tappeto erboso è stato seminato o trapiantato (da zolle) nei mesi autunnali, i danni da freddo sono più facili e intensi. Infatti, l apparato radicale da poco insediatosi e il tessuto del fusto ancora tenero e succulento, fanno sì che la tolleranza allo stress da basse temperature sia molto più bassa durante le fasi iniziali dell affermazione di un tappeto erboso. Inoltre l ombreggiamento, che è solitamente maggiore durante l inverno per la minor durata del giorno e la minore altezza del sole sull orizzonte può aumentare ulteriormente la sensibilità al freddo. Se si è avuta l accortezza di innalzare l altezza di taglio, si sarà aumentata la resistenza, stimolando una radicazione più profonda e inducendo la formazione di un microclima al di sotto del fogliame. Sui tappeti erbosi realizzati in autunno alla fine dell inverno, con terreno ormai sgelato completamente e non intriso d acqua, può essere utile una leggera rullatura, in modo da ricompattare le zollette sollevate dal gelo e rimettere a contatto del terreno le radici staccate da esso. Si può provvedere alla concimazione primaverile a partire dal mese di aprile, utilizzando prodotti a lenta cessione, contenenti azoto da metile-urea o urea- formaldeide (adatti a tappeti erbosi di pregio), o prodotti a cessione controllata, con rivestimento in resina o cere (più adatti a tappeti erbosi ad uso estensivo). Per chi desidera un tappeto erboso a crescita lenta, ma ben verde e resistente, il consiglio è quello di utilizzare solo fertilizzante organico (con materie prime quali cornunghia, pennone, pollina, pellicino, cuoio torrefatto e varie matrici compostabili) in grado di mantenere il tappeto senza che si manifesti crescita forte e conseguente alto numero di tagli. Se ancora le temperature non troppo elevate lo consentono, si può considerare l eventualità di ricorrere all arieggiatura per la rimozione del feltro e, successivamente, alla trasemina se il tappeto lo richiede. E importante traseminare con lo stesso miscuglio utilizzato per la semina oppure, in mancanza, con un miscuglio della stessa tonalità di verde, per evitare l effetto chiazzato. Aiuole con fioriture stagionali. Non appena le temperature e l andamento meteorico lo consentono, occorre programmare una fertirrigazione con una concentrazione di 2 g/l, in modo da contrastare l azione delle basse temperature e indurre le piante a vegetare. Prima di questa operazione può essere necessaria una zappettatura con rincalzatura delle piantine, se sono state smosse dal gelo. In seguito occorrerà una buona concimazione minerale od organica, in grado di supportare la crescita per almeno i primi mesi primaverili. Alberi e arbusti. Le piegature e le rotture causate dal carico da neve, soprattutto se bagnata dalla pioggia, possono essere anche molto rilevanti. Se ci accorgiamo della presenza di fusti o branche che sono stati piegati oltre il limite di elasticità e pertanto sono snervati o addirittura quando si sono spezzati, occorre rimuovere le parti strutturalmente compromesse con tagli mirati e studiati in modo da preservare il più possibile la pianta. Nel caso di scosciature di branche o fusti, se le rotture sono limitate e molto nette e si ha modo di intervenire subito, è possibile pensare di effettuare un consolidamento con legature al di sopra della scosciatura, riavvicinandone i lembi, ed in seguito riparare dagli agenti esterni le superfici di frattura con paste viniliche addizionate con fungicidi. Se si opera correttamente, la probabilità di successo è alta in quanto il cambio, nel giro di due-tre anni avrà riparato la frattura esternamente, dando solidità alla giunzione e, dopo cinque-sei anni sarà possibile anche rimuovere le legature di consolidamento, che saranno comunque da regolare annualmente assecondando lo sviluppo della pianta. I danni dovuti al freddo dell inverno consistono soprattutto in disseccamenti, poiché le piante non riescono ad assorbire umidità dal terreno gelato; le foglie dei sempreverdi dapprima si deformano, piegandosi per non perdere umidità, poi se il gelo persiste vengono danneggiati i tessuti che assumono colorazione scura e successivamente necrotizzano. Se, nonostante le precauzioni prese (utilizzo di antitraspiranti, tessuto non tessuto, ecc.) si verificano necrosi da gelo, occorrerà asportare tutti i tessuti danneggiati sino ad arrivare al tessuto sano. In seguito, potrà essere utile effettuare un trattamento fungicida (ad es. con rameici) in modo da preservare le superfici di taglio e contrastare l ingresso di patogeni da ferita. Inoltre, poiché con il freddo è meno probabile che le ferite vengano infettate da patogeni fungini agenti di carie del legno, è tempo di provvedere alla potatura di risanamento sugli alberi che presentano parti attaccate. Arredi Per quanto riguarda gli arredi e le attrezzature, possono verificarsi danni da gelo essenzialmente a causa di infiltrazioni di acqua al di sotto delle pavimentazioni o all interno delle strutture lignee. L acqua si dilata solidificandosi e induce rotture, rigonfiamenti o sollevamenti. L unica cosa da farsi è prevedere la sostituzione delle parti danneggiate e riposizionare le pavimentazioni sollevate, aumentando il drenaggio al di sotto di esse in modo da prevenire l accumulo di acqua. Dr. Agr. Valerio Pasi

3 Varese Green City Varese Green City Varese Green City Varese Green City Varese Green City Aderente a: E un iniziativa promossa e sostenuta da: fi ri estivi? Lavanda Pianta adatta sia a giardino che balcone, sebbene a crescita rapida. Formerà un cespuglio odoroso in poco tempo per cui considerate di metterla in un grosso vaso. Perfetta la varietà angustifolia, detta lavanda inglese. Geranio Non c è balcone senza geranio, soprattutto in estate. Nella versione ricadente dei parigini, colorerà il vostro balcone per tutta l estate. Facile da coltivare, regala una quantità incredibile di fiori ogni anno. Basta annaffiarlo il giusto. Nasturzio Sono considerati piante molto semplici da coltivare, di poche esigenze e molto facili da riprodurre da seme. I fiori hanno colori sgargianti e sono anche delicatamente profumati di miele. Petunie e surfinie Il periodo di fioritura delle petunie e delle surfinie va da maggio a settembre. La petunia, che in particolare nella varietà a fiore piccolo, la Million Bells, sarà un trionfo di colori per il vostro balcone. Se posizionata su vasi o ciotole appese ricade in grandi cascate fiorite. Attenzione: ha bisogno di un luogo molto luminoso, almeno sei ore al giorno; se è posta in un luogo ombreggiato può dare scarse fioriture. Impatiens Chiamate anche fiori di vetro sono piante perfette per chi ha poco tempo e un pollice verde un po sbiadito. Molto apprezzate per la bellezza e l abbondanza dei loro fiori ma anche perché sono di facile coltivazione, di rapido accrescimento e non soggette a malattie. Date spazio al colore sul vostro balcone Arriva il caldo e il sole splende implacabile sui terrazzi e nei giardini: quali sono le piante che non temono le alte temperature e non hanno bisogno di troppa ombra o acqua? Ecco quali sono le piante più resistenti per l estate. LAVANDA NASTURZIO Agastache E una perenne dal vivace colore blu ed ha le foglie commestibili, ottime in insalata e per le tisane; sopporta molto bene il grande caldo e in inverno va in stato vegetativo per riprendersi a primavera. Attenzione: tende ad allargarsi e a crescere molto. Bidens ferulifolia E ottima per il balcone in pieno sole; rallegrerà con una cascata di fiorellini di color giallo oro; attenzione: muore ai primi freddi. Lantana camara Ottimo arbusto che a primavera fiorisce di blu, giallo o rosso, e non resiste al freddo, per cui la potete spostare in casa durante l inverno; più sole riceve, più ricca sarà la sua fioritura. Ricordatevi anche che è velenosa, quindi non vanno ingeriti né i suoi semi né le sue foglie. Plumbago auricolata Conosciuto comunemente come piombaggine, fiorisce da giugno a ottobre inoltrato di un bellissimo color blu cobalto. Ha tendenza ad arrampicarsi quindi se ne possono realizzare anche dei festoni o appoggiarla ad un tralicciato. Portulaca Non ha bisogno di molte annaffiature perché è una succulenta. E perfetta per chi non è troppo capace con le piante. A primavera sbocceranno piccoli fiori a rosellina. E un ottima pianta tappezzante e molto resistente agli attacchi di parassiti. Thunbergia alata Varietà comunemente conosciuta GERANIO come Susanna dagli occhi neri per via del bottoncino scuro al centro della sua corolla; dalla primavera inoltrata fino ad ottobre produce trionfi di fiorellini gialli. Altre varietà interessanti per il vostro balcone al sole possono essere queste: Angelonia, Brachycome iberidifolia, Bocca di leone, Bracteantha, Convolvulus sabatius, Coreopsis, Cuphea hyssopifolia, Diascia, Dipladenia sanderi, Felicia amelloides, Margherita africana, Nicotiana, Pentas lanceolata, Sanvitalia, Scaevola, Tagete, Thymophylla tenuiloba, Verbena, Zinnia. Uffici e laboratorio fitopatologico - Vicolo Torelli Varese Tel

4 Il tuo floricoltore di fiducia Il Parco Ponti Wisteria floribunda Picea pungens Glauca columnaris Cedrus deodara Nella città giardino com era chiamata Varese nel secolo scorso, il Parco Ponti e le sue Ville rappresentano un esempio emblematico della cultura romantica, del pensiero filosofico e dello spirito rivoluzionario che ha caratterizzato l Ottocento italiano. La storia del Parco è complessa e articolata, parte da lontano con un impianto all italiana creato da Leopold Pollach, per essere poi trasformato nel corso dell Ottocento da Giuseppe Balzaretto, rinomato architetto di giardini, con la collaborazione di Isidoro Spinelli, coadiuvati da Rudolph Weinhold, esperto botanico tedesco e da una quantità di tecnici, artigiani e giardinieri. Oggi, il percorso nel Parco, mostra ancora tutte quelle peculiarità che appartenevano alla nuova concezione del giardino romantico: la negazione di rigide impostazioni schematiche, l abolizione di ogni simmetria e rigore nella distribuzione degli elementi ornamentali che lo arredano, la riproduzione del parco-paesaggio all inglese, il Landscape Gardening, fatto di ondulazioni, vialetti curvilinei e sinuosi, roccaglie e laghetti. Gli elementi vegetali, alberi, arbusti e piante erbacee, nelle loro varietà di forma, grandezza e colore portano a raggiungere particolari effetti emotivi: il piacere dell inaspettato, lo stupore di un angolo fiorito, l intimità di uno spazio nascosto e ombroso. Il Parco Storico è un opera d arte vivente e come tale ha bisogno di essere conosciuto e valorizzato per questo la creazione di un itinerario guidato che lo vede protagonista porta a una educazione al Bene Culturale, al concetto di bellezza e quindi al suo rispetto. A CURA DI IMMAGINA ARTE CULTURA EVENTI Thuja plicata Aurea Cedrus deodara Prunus laurocerasus Otto Luyken Rhododendron calophytum Viburnum x carlcephalum Camelia japonica 4 Kerria japonica Pleniflora Fagus sylvatica Purpureus

5 Varese Green City Varese Green City Varese Green City Varese Green City Varese Green City Aderente a: E un iniziativa promossa e sostenuta da: e le sue Ville Il Parco Ponti aderisce al progetto 100 Giardini per Expo 2015 promosso dalla società Grandi Giardini Italiani (www.grandigiardini.it) organizzando visite guidate su prenotazione per gruppi di persone. Segreteria Organizzativa: Associazione Florovivaisti Varesini. Per informazioni contattare: Chamaecyparis lawsoniana Nidiformis Cedrus atlantica Glauca pendula Weigelia florida Tamarix gallica Varese Città Giardino Potete inoltre visitare le fioriture di: Parco di Villa Augusta Parco di Villa Baragiola Giardini di Palazzo Estense e Parco di Villa Mirabello Parco Mantegazza e Castello di Masnago Parco di Villa Mylius Parco di Villa Toeplitz Parco di Villa Menafoglio Litta Panza Parco Villa Recalcati Uffici e laboratorio fitopatologico - Vicolo Torelli Varese Tel

6 Il tuo floricoltore di fiducia Orto sul balcone: come ottimizzare la scelta di posizione, di superfici, di dimensione e di coltivazione Coltivare ortaggi su davanzali, balconi e terrazzi, è la nuova moda di molti italiani complici la crisi e il desiderio di salubrità. Ma per avere successo nella coltivazione sul balcone bisogna utilizzare alcuni piccoli trucchi che assicurano il risultato. La giusta posizione Balconi e terrazzi baciati dal sole per gran parte della giornata sono i più adatti alla coltivazione: un esposizione sud, sud-est o sud-ovest, garantisce almeno 6 ore di sole giornaliere durante la bella stagione permettendo di coltivarci tutti gli ortaggi. Se invece si possiede esposizione est o ovest con sole solo per 4 ore, potete coltivare menta, prezzemolo, basilico, insalate da taglio, ravanelli e pomodori ciliegini. Con esposizione nord, nord-est, nord-ovest e con meno di 3 ore di sole, potete coltivare unicamente menta e prezzemolo. La giusta superficie Con solo uno o più davanzali, si consiglia unicamente l utilizzo di vasi con piante aromatiche di piccola taglia, come basilico, prezzemolo, timo, salvia, oppure cassette di insalatine da taglio, baby-carote o ravanelli. Il balcone può invece ospitare anche vasi con aromatiche esuberanti come il rosmarino, l aneto o il finocchio selvatico, e ortaggi come pomodori, lattughe, fagiolini, sedano, porri o fragole. Infine il terrazzo permette la coltivazione di quasi tutte le piante orticole, tra le quali ricordiamo: peperoni, melanzane, fagioli, zucchini, cetrioli, cavolfiori, cappucci, verze e perfino le patate. Praticamente gli unici ortaggi che assolutamente non possono essere coltivati in contenitore sono la zucca, il melone e l arancia. Per moltiplicare lo spazio a disposizione, è possibile realizzare, utilizzando appositi contenitori specifici in vendita presso i garden center dei nostri soci, orti verticali. Con sacche appese, cilindri multitasca, vasi a rettangolo impilabili con le tasche o contenitori monoblocco sempre tascati, in cui alloggia però poco terriccio è possibile coltivare insalatine, ravanelli e aromatiche annuali. La giusta coltivazione In assoluto, le più semplici da coltivare sono le aromatiche: facili da seguire, occupano poco spazio e garantiscono quasi sempre il risultato. Tra esse possiamo scegliere le perenni come menta, salvia, rosmarino, origano, santoreggia e timo. Le annuali come prezzemolo, basilico, aneto, finocchio selvatico, maggiorana, peperoncino, ecc. Le predette richiedono tutte molto sole, tranne menta e prezzemolo. Il diametro minimo del vaso deve essere di 18 cm per una annuale e 22 per una perenne: queste ultime devono vivere da single, mentre le annuali si possono consociare in una cassetta (min. 30 cm di lunghezza per 3 piante). Aneto e finocchio selvatico crescono molto in altezza (fino a 1,20 m) e sono inadatti al davanzale. Fra le orticole ricordiamo tra le più semplici da coltivare, le insalate da taglio, i ravanelli, le carote nane, le fragole, i pomodori ciliegini e i fagiolini nani. La giusta dimensione Per alcune orticole aromatiche annuali, le insalate da taglio, i ravanelli, le carote e i fagiolini, si suggerisce la semina diretta per la facilità e velocità di sviluppo di ogni singola piantina. Per tutte le altre specie, potete scegliere numerose varietà tra le piantine per il trapianto diretto: fatevi consigliare dal personale qualificato del vostro garden center di fiducia. Le dimensioni minime di un vaso che deve ospitare una singola pianta tra quelle elencate sono di 24 cm di diametro e altrettanti di profondità. Aromatiche annuali, insalate da taglio, ravanelli e carote nane sono coltivabili anche nelle normali cassette per fiori da cm di lunghezza. Tutte le altre orticole, se coltivate in più esemplari in un solo contenitore, devono avere almeno 60 x 20 x 20 cm oppure 60 x 60 x 40 (massimo 3 piante) di spazio. I vasconi con dimensioni di x x cm, simulano meglio la piena terra dell orto: a seconda della verdura coltivata, ci possono stare da 3 a 6 piante. Per le fragole si consiglia l utilizzo di contenitori cilindrici multitasca da appendere a un gancio, ad un muro o ad un graticcio. Per le patate e le rape è importante la profondità: almeno 45 cm, quindi in vasi di 60 cm e più di lato; l ideale sarebbe un tino, un mastello o una vecchia botte, dove porre al massimo 3 piante. Dr. Agr. Massimo Raimondi Il rinvaso delle Le Phalaenopsis si rinvasano in tre occasioni: 1. se il vaso è diventato eccessivamente piccolo rispetto alla pianta, 2. se la corteccia in cui è coltivata si è degradata (col tempo si decompone e ogni 3 o 4 anni va sostituita tenete presente che quando acquistate una pianta fiorita la corteccia ha almeno un anno e quindi dopo 2, massimo 3 anni va sostituita) 3. quando la pianta ha problemi, ad esempio quando le radici sono marce. Il periodo ideale per il rinvaso delle Phalaenopsis è la tarda primavera, da metà maggio a metà giugno, quando fa caldo e le giornate si allungano ancora. Può capitare che sullo stelo si formino delle piantine conosciute con il nome di keiki, significa bambini (molte specie di orchidee producono keiki, è un sistema di riproduzione): quando le radici del keiki saranno lunghe almeno 1 cm si potranno staccare e mettere in un piccolo vaso proporzionato alla piantina. 6

7 Varese Green City Varese Green City Varese Green City Varese Green City Varese Green City Aderente a: E un iniziativa promossa e sostenuta da: Le principali malattie delle Phalaenopsis Problemi più frequenti Come le altre piante, anche le orchidee possono ammalarsi, avere problemi di vario genere e purtroppo possono anche morire. Una buona regola è quella di osservare regolarmente ed accuratamente le piante ed isolare le piante con segni di sofferenza per evitare di diffondere problemi e contagiare le altre piante. Le foglie diventano flosce come le orecchie dei Cocker Le radici non pompano acqua, può essere per troppo asciutto o troppo bagnato; se è per troppo asciutto basta bagnarle e, se non è troppo tardi, il problema si risolve. Se è per il troppo bagnato, le radici saranno marce e la pianta compromessa. Cocciniglia La cocciniglia è uno dei problemi più frequenti nella coltivazione delle Phalaenopsis; è di due tipi, la cocciniglia cotonosa (sembra un batuffolino di cotone) e la cocciniglia mezzo grano di pepe. Le Phalaenopsis sono tra le piante predilette da questi parassiti, si può disinfettarle con prodotti specifici; in casa, e se le piante infette sono poche, è preferibile pulire accuratamente con un bastoncino cotonato imbevuto d alcool. Afidi Se gli steli delle Phalaenopsis sono colpiti dagli afidi è sufficiente spruzzare le parti colpite con un insetticida specifico. In casa si può lavarli con una soluzione di sapone di Marsiglia. Limacce Sono piccole lumache senza guscio che fanno scorpacciate soprattutto di fiori e boccioli, ma fanno anche artistici ricami sulle foglie. Per combatterle si possono usare esche limacide, ma in casa è preferibile porre alla sera un sottovaso riempito di birra vicino alla pianta: le limacce ne sono ghiotte e la mattina le troverete nel piattino. Batteriosi Le foglie marciscono rapidamente e l infezione si propaga a macchia d olio, si riconosce dal cattivo odore delle foglie. Togliete le foglie marce cercando di non far cadere gocce di marciume sulla pianta, cospargete con cannella in polvere il resto della pianta. Le piante non rifioriscono Le piante pur essendo in buona salute non ne vogliono sapere di rifiorire. Generalmente è dovuto a condizioni ambientali non adatte, ad esempio troppo caldo o eccessiva ombra possono inibire l induzione a fiore, anche concimi con molto azoto hanno questo effetto. Generalmente è sufficiente spostare le piante in posizione un po più luminosa e un po più fresca di notte per vederle rifiorire. Scarica lo speciale del nostro Laboratorio Fitopatologico sulle principali patologie e cure fitosanitarie delle orchidee nell area downloads al seguente link: Dalie curiosita estive Originarie del Messico e dell America centrale le dalie erano già ben note agli Aztechi che le coltivavano verosimilmente per la decorazione dei palazzi reali e dei luoghi sacri. Le predette venivano anche utilizzate anche come alimento, come medicinale contro l epilessia, come repellente contro le zanzare e inoltre i loro grossi fusti cavi servivano come recipienti per contenere l acqua durante le battute di caccia. Dai colori sgargianti e dalle forme sempre diverse ed esuberanti, i fiori delle dalie quando si schiudono sembrano come dei piccoli fuochi d artificio che illuminano le aiuole, creando un piacevole effetto cromatico che interrompe il verde continuo della vegetazione. I mesi primaverili sono quelli più indicati per posizionare dove più vi aggrada i tuberi delle nuove dalie. Questi daranno vita in poche settimane a delle piante ben sviluppate che sapranno allietarvi con la loro fioritura, che procederà senza sosta dai primi giorni dell estate fino ai freddi dell autunno successivo. Il genere Dahlia comprende piante perenni dal portamento cespuglioso, che presentano foglie di un bel colore verde scuro, di forma pennata, anche se l attrattiva principale è costituita dalle numerose infiorescenze. Spesso le dalie sono divise in base all altezza che raggiunge la pianta adulta: si distinguono quindi le dalie da bordura alta e quelle di piccole dimensioni; entrambe possono essere coltivate per adornare il giardino o come fiore da recidere. Le cultivar si distinguono anche dal fiore: gigante, medio, piccolo o molto piccolo. In giardino sono piante perfette per creare delle masse colorate, in aiuole miste o anche da sole, nella formazione di bordure o da coltivare semplicemente in vaso. Dr. Agr. Massimo Raimondi Uffici e laboratorio fitopatologico - Vicolo Torelli Varese Tel

8 Il tuo floricoltore di fiducia Vicolo Torelli Varese Tel Cocktail analcolico a base di fiori di ibisco selvatico Dissetante e dal gusto particolare, questo cocktail analcolico a base di fiori d ibisco selvatico è ottimo per le sere estive. Il suo sapore rinfrescante stupirà piacevolmente. Prepararlo è molto semplice, dal momento che servono soltanto alcuni fiori di ibisco selvatico, della menta fresca e dello zucchero di canna. Ingredienti: 80 grammi di fiori di ibisco selvatico 1 mazzetto di menta fresca zucchero di canna acqua ghiaccio Tanto prezzemolo nell orto? Usatelo contro le contusioni Per far guarire più rapidamente le piccole contusioni, oltre ad applicare immediatamente del ghiaccio, un aiuto arriva direttamente dall orto. Si tratta del prezzemolo, noto per le sue proprietà calmanti. Potete applicare delle foglie di prezzemolo tritate direttamente sulla parte interessata oppure realizzare un infuso che strofinerete sull ematoma con l aiuto di un batuffolo di cotone. Le nonne consigliavano di far cuocere nel vino le foglie di prezzemolo prima di applicarle direttamente sull ematoma. Shu = gradi Scoville* 8 Procedimento: Lavate i fiori di ibisco selvatico sotto l acqua corrente. Metteteli in una casseruola e fateli bollire con due tazze d acqua. Togliete la casseruola dal fuoco e aggiungete tre cucchiai di zucchero di canna, due terzi delle foglie di menta e poi mettete in frigo a raffreddare. In seguito aggiungete una tazza di acqua fredda, filtrate il tutto e servite in bicchieri alti con un po di ghiaccio e la menta fresca rimanente. Classifica dei peperoncini piu piccanti VARIETA' TIPO DI PEPERONCINO 1. TRINIDAD SCORPION ROSSO E GIALLO CLASSIFICAZIONE GRADI SCOVILLE PROVENIENZA SUPER-HOT Shu Trinidad & Tobago 2. NAGA MORICH SUPER-HOT Shu India 3. HABANERO CHOCOLATE, ORANGE, RED, WHITE VERY-HOT Shu Caraibi 4. FATALII VERY-HOT Shu India 5. HOT LEMON HOT Shu Thailandia 6. DIAVOLICCHIO CALA- BRESE, TABASCO E VIO- HOT Shu Italia LETTO O FUOCO NERO 7. CAYENNA CORTO, CHUPETINO, JALAPENO E HOT Shu Brasile FUOCO DELLA PRATERIA 8. CUORICINO, NASO DEL DIAVOLO E SI QUIERO HOT Shu Italia 9. STROMBOLI, ETNA HOT Shu Italia 10. TOPEPO, EUREKA, CHIARA, COCCINELLA E PICCANTE LUNGO HOT Shu Italia Come misurare la piccantezza *La scala Scoville è la scala che misura la piccantezza di un peperoncino. I frutti della piante di peperoncino contengono capsicina, un composto chimico che stimola i recettori del caldo situati sulla lingua e che provocano la sensazione di bruciore. Il numero di unità di Scoville indica la quantità di capsicina equivalente contenuta. Salsa piccante di peperoncino habanero orange Ingredienti: 1 cucchiaio di olio d oliva 2 carote grandi, tagliate a pezzi 2 pomodori rossi medi, tagliati a pezzi 1/4 di cipolla gialla, tagliata a strisce 3 peperoncini habanero orange, tagliati a metà 3 spicchi d aglio, tagliati a metà 1 lime spremuto e filtrato 2 cucchiai di aceto sale q.b. ProcEDIMENTO: Riscaldare l olio in un tegame su fuoco dolce. Aggiungere le carote e lasciarle cuocere per cinque minuti circa. Aggiungere nel tegame la cipolla, i pomodori, gli habaneros, l aglio, un po d acqua, il sale e cuocere per circa venti minuti. Togliere dal fuoco, lasciar raffreddare e mettere il composto nel frullatore. Aggiungere il succo di lime e l aceto, frullare. Si può aggiungere acqua un cucchiaio alla volta se il composto risulta troppo denso. Aggiungere sale e pepe se necessario. Visita la nostra nuova pagina Facebook: e condividi con noi i fiori più belli del tuo giardino HANNO COLLABORATO Coordinamento: Giancarlo Bernasconi Testi: Massimo Raimondi, Elisa Vanoni, Valerio Pasi Redazione: Carlo Galbiati, Luca Colombo, Elisa Vanoni Realizzazione grafica: Graffiti Comunicazione d Impresa Fotografie: Massimo Raimondi, Elisa Vanoni, Elena Mariani, Maddalena Bernasconi, Archivio Associazione Produttori Florovivaisti della Provincia di Varese, Mario Foto

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Assistenti Tecnici N14. x x x x. x x x. Trenti Bosi Lavori. Versa ri, 1 S E T T I M A N A 2 S E T T I M A N A

Assistenti Tecnici N14. x x x x. x x x. Trenti Bosi Lavori. Versa ri, 1 S E T T I M A N A 2 S E T T I M A N A PO PRVVO DLL COLVZO DLL V PRCH DLL O COLCO 2013/2014 Per la scelta delle varietà, quantità e modalità si rimanda alla programmazione settimanale. Va tenuto conto che le colture possono subire variazioni

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

IL GI RO DE L MO ND O IN 40 PE PE RO NC IN I HOT! HOT! HOT! HOT! www.ortomio.it IN OMAGGIO. Habanero. lemon. In Class. yellow.

IL GI RO DE L MO ND O IN 40 PE PE RO NC IN I HOT! HOT! HOT! HOT! www.ortomio.it IN OMAGGIO. Habanero. lemon. In Class. yellow. G U INDS AA B I L E INDISPE ONCINI AI PEPER TI PICC AN Beni Highlands Habanero rosso www.ortomio.it IN OMAGGIO Carolina Reaper Habanero chocolate IL GI RO DE L MO ND O IN 40 PE PE RO NC IN I Panameño Scorpion

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE Ernst Benary Samenzucht GmbH Postfach 11 27-34331 Hann. Münden - Germania Tel: +49 5541 70090, Fax: +49 5541 700920 info@benary.de - www.benary.de - www.benary.com L azienda Fondata a Erfurt nel 1843,

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

Innesti e Tecniche di Riproduzione

Innesti e Tecniche di Riproduzione Data inizio: 7-11-2011 Alberi da frutto Innesti e Tecniche di Riproduzione Sommario Perché innestiamo? 1 Innesto a Spacco 2 Innesto a Corona 3 Innesto a Triangolo 4 Innesti a Occhio 5 Innesto a Spacco

Dettagli

Gioco sensoriale stagionale

Gioco sensoriale stagionale Obiettivi Conoscere la frutta e la verdura di stagione grazie all aiuto dei cinque sensi. Allenare l utilizzo isolato dei sensi Età Da 7 anni Luogo In classe Timo Ullmann/WWF Svizzera Il gioco sensoriale

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Floating system per la produzione di mazzetti e il tappettino subirrigante per le piantine. Due innovazioni adottate dall azienda Ricci

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa?

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa? 1. Quando si devono potare le rose? a) I Rosai rampicanti e arbustivi: non si potano in quanto fioriscono sui rami (sarmenti) dell anno precedente; se potiamo, la produzione di fiori viene ridotta a circa

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Freschezza in Svizzera

Freschezza in Svizzera Freschezza in Svizzera Tutte le sedi nel mondo sono disponibili all indirizzo: marche-restaurants.com AIRPORT ZÜRICH Diventate fan di Marché! facebook.com/marcherestaurantsschweiz BELLINZONA Tempo di spezie

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

IL MONDO DELLE PIANTE

IL MONDO DELLE PIANTE PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute IL MONDO DELLE PIANTE 2010 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna 1 INDICE Classificazione delle piante pag. 3 Le parti della pianta

Dettagli

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Endivie 2013-2014 Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Tutto il meglio dell endivia Negli ultimi anni Rijk Zwaan ha realizzato un importante programma di ricerca dedicato all endivia. Si

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

GUIDA INDISPENSABILE AI PEPERONCINI PICCANTI COLORI & SAPORI DEL PICCANTE IL GIRO DEL MONDO IN 40 PEPERONCINI HOT! HOT! HOT! HOT! www.ortomio.

GUIDA INDISPENSABILE AI PEPERONCINI PICCANTI COLORI & SAPORI DEL PICCANTE IL GIRO DEL MONDO IN 40 PEPERONCINI HOT! HOT! HOT! HOT! www.ortomio. GUIDA INDISPENSABILE AI PEPERONCINI PICCANTI Habanero rosso Beni Highlands IN OMAGGIO Carolina Reaper IL GIRO DEL MONDO IN 40 PEPERONCINI www.ortomio.it Habanero chocolate 7 Pots Panameño Scorpion Chocolate

Dettagli

Miscele da Sovescio Agri.Bio

Miscele da Sovescio Agri.Bio Miscele da Sovescio Agri.Bio Il sovescio è una pratica agronomica consistente nell'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. I risultati che si possono

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi. Cod. Descrizione Rev.

Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi. Cod. Descrizione Rev. Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi Geom. Sara Moretti Progettazione; Elaborazioni grafiche. I INDICE INDICE... I

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4 Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura melo, pero, kiwi schede colturali - volume 4 I prodotti che AGM fabbrica con destinazione speciale per frutteti, sono stati testati

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Schede tecniche LA SOURCE

Schede tecniche LA SOURCE Schede tecniche LA SOURCE s.a.s di Celi Stefano & C. Società Agricola - C.F. e P. IVA 01054500077 Loc. Bussan Dessous, 1-11010 Saint-Pierre (AO) - Cell: 335.6613179 - info@lasource.it Documento scaricato

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa **

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** MELONE Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** * Tecnico CReSO ; Tecnici SATA / Cadir Lab. Elenco delle cultivar poste a confronto Varietà Ditta Tip. Agustino Rijk

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo CENTRO PO DI TRAMONTANA RISULTATI SPERIMENTALI 2014 nei settori orticolo e floricolo 23 SPERIMENTAZIONE E ORIENTAMENTI Per la ventitreesima stagione consecutiva Veneto Agricoltura presenta i risultati

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO IASMA Notizie OLIVICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige 24 giugno 2011 n. 2 IASMA Notizie n. 28 - Anno

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.vitaincampagna.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi da

Dettagli

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura.

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura. Nelle figure seguenti illustriamo la tecnica di applicazione dei nostri gel con l'uso della tip. Da questa dimostrazione si può apprezzare come il Gel System sia semplice e veloce da usare, in quanto non

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

A COSA SERVONO LE FOGLIE?

A COSA SERVONO LE FOGLIE? A COSA SERVONO LE FOGLIE? Le foglie fabbricano il cibo della pianta, trasformando aria e acqua in glucosio (zucchero). Una foglia è formata da: Di solito la foglia è formata LAMINA da una parte appiattita

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

TOASTER. Istruzioni per l uso

TOASTER. Istruzioni per l uso TOASTER Istruzioni per l uso 5 4 3 1 6 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO 1) Manopola temporizzatore 2) Tasto Stop 3) Leva di accensione 4) Bocche di caricamento 5) Pinze per toast 6) Raccoglibriciole estraibile

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente.

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente. Handöl 26 Magnifici focolari Handöl 26T e Handöl 26K sono le prime stufe di grandi dimensioni della serie Handöl 20. Un magnifico focolare di produzione svedese per tutti coloro che sono alla ricerca di

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL. Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze!

I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL. Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze! I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze! LA GAMMA VETRI DI FINSTRAL Plus-Valor La qualità è di serie Il vetro basso-emissivo Plus-Valor da noi è di serie. Questo

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t BOCCALE 4 STAGIONI Senza capsula 41,5 cl Quattro stagioni bottiglia 20 CL bottiglia 40 CL SAGITTA VINO BIANCO Calice 44 cl SWING Bottiglia 25 cl Bottiglia 50 cl OFFICINA 1825 Bicchiere 30 cl ROCKBAR Bicchiere

Dettagli