Siamo lieti di inviare in allegato la newsletter "Dire Sanità, Salute, Professioni".

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Siamo lieti di inviare in allegato la newsletter "Dire Sanità, Salute, Professioni"."

Transcript

1 Siamo lieti di inviare in allegato la newsletter "Dire Sanità, Salute, Professioni". DIRE SANITÀ, Salute, Professioni Newsletter Questo notiziario è il nuovo prodotto informativo dell Agenzia Dire. Esce il pomeriggio, con notizie e aggiornamenti su politiche sanitarie, istituti di cura, centri di ricerca, associazioni, e con un focus sulle news normative dal Parlamento e dalla Gazzetta Ufficiale. Ricordiamo che agli indirizzi e saremo ben lieti di accogliere comunicati, contributi ed esperienze dei professionisti e di chiunque si occupi del settore. Buona lettura. Agenzia Dire Servizio Commerciale n.b. Questo invio è a scopo promozionale e non comporta alcun impegno nè per Dire nè per chi la riceve. GLI EVENTI Giovanni Stanghellini - Alessandra Ambrosini Raffaella Ciglia - Alessia Fusilli Atlante di fenomenologia dinamica DIRE SANITÀ, SALUTE PROFESSIONI IN QUESTI SPAZI È POSSIBILE INSERIRE I VOSTRI EVENTI Merete Amann Gainotti, Susanna Pallini (a cura di) La violenza domestica Testimonianze, interventi, riflessioni per maggiori informazioni powered by Hai ricevuto questa in quanto i Tuoi dati sono presenti nei nostri archivi o sono disponibili su archivi pubblici o in rete. Ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs n 196/2003, hai il diritto di conoscere, aggiornare, rettificare o cancellare i Tuoi dati ovvero opporti all'utilizzo degli stessi, se trattati in violazione della legge. Se non vuoi più ricevere le nostre comunicazioni è sufficiente rispondere a questa scrivendo nell'oggetto "Cancella".

2 Indice DIRES :30 **SANITÀ. FAZIO: PIANO PREVENZIONE ENTRO ESTATE,SARÀ PIÙ 'FACILE' 1 DIRES :30 **SALUTE. SIGLATO PATTO CONTRO 'DIABESITÀ' INFANTILE 2 DIRES :31 **SANITÀ. DENTISTA CON SCONTO PER BASSI REDDITI E DONNE INCINTA 3 DIRES :31 **UNIVERSITÀ. BANDI SCUOLE SPECIALIZZAZIONE MEDICINA AD APRILE 4 DIRES :31 **TESTAMENTO BIOLOGICO. TOMMASSINI CONVOCA CAPIGRUPPO PER MARTEDÌ 5 DIRES :31 **TESTAMENTO BIOLOGICO. MARTEDI' POMERIGGIO AL VIA VOTAZIONI 6 DIRES :31 **TESTAMENTO BIOLOGICO. PD-PDL VERSO INTESA SU CONSENSO INFORMATO 7 DIRES :31 **TESTAMENTO BIOLOGICO. NODO NUTRIZIONE, TOMASSINI VUOLE 'FOCUS' 9 DIRES :31 **TESTAMENTO BIOLOGICO. LE REAZIONI 10 DIRES :31 **DISABILI. OSSIGENOTERAPIA IPERBARICA: CURA MIRACOLOSA O BLUFF? 15 DIRES :32 **FARMACI. MSFI: L'ECONOMIA PREVALE SULLA SALUTE 17 DIRES :32 **DISABILI. IN POLITICA 'SENTINELLE' DELLE ISTITUZIONI 18 DIRES :32 **DROGA. TRIESTE, CNCA: SI PARLI ALMENO DI RISORSE 19 DIRES :32 **DROGA. DALLA REGIONE LAZIO 8 MILIONI PER I SERVIZI 20 DIRES :32 **SALUTE. "I DIRITTI DELLE DONNE", SEMINARIO DELL'INMP 21 DIRES :32 **DROGA. ADUC: SITO GOVERNO CATTIVO ESEMPIO USO DENARO PUBBLICO 22 DIRES :32 **DONNE. PRIMI 2 MESI 2009: 77 VIOLENZE, PIÙ DI UNA AL GIORNO 23 DIRES :33 **SALUTE. ANDROLOGI: LA DIETA MEDITERRANEA FA BENE AL SESSO 24 DIRES :33 **SALUTE. 'DISAGIO PSICHICO VITTIME TRATTA',INCONTRO GRUPPO ABELE 27 DIRES :33 **SALUTE. LA NEWSLETTER DEL NETWORK ITALIANO VACCINI 32 DIRES :33 **SALUTE. LE NOVITÀ DI 'EPICENTRO' DELL'ISS 33

3 DIRES :34 **SALUTE. ORDINE MEDICI ROMA: I CORTEI? FANNO MALE 36 DIRES :34 **SALUTE. SCOPERTO IL GENE CHE FA INVECCHIARE LE ARTERIE 37 DIRES :34 **SALUTE. TRE GEMELLI CON 'PIEDE TORTO' OPERATI AL BAMBIN GESÙ 38 DIRES :34 **SALUTE. 'VITE SPEZZATE', REPORT MSF SU VIOLENZA DONNE 39 DIRES :34 **SANITÀ. PROTESTA MEDICI ASPIRANTI SPECIALIZZANDI: BANDO SUBITO 41 DIRES :34 **TUMORI. SENO, INT: SCOPERTA MOLECOLA ASSOCIATA A METASTASI 43 DIRES :34 **RICERCA. RITARDO MENTALE, ATENEO BOLOGNA CERCA 1000 PAZIENTI 44 DIRES :35 **SALUTE. IN MOLISE ARRIVA L'ALZHEIMER CAFF 45 DIRES :35 **SANITÀ. PIEDE TORTO CONGENITO, IL PERCORSO DELL'AUSL DI FORLÌ 46 DIRES :35 **SANITÀ. ROMA, ASS. DOSSETTI: E' LO SFACELO TOTALE 48 DIRES :35 **SANITÀ.SAN MARINO,OPERAZIONE CHIRURGIA ADDOMINALE D'AVANGUARDIA 49

4 **SANITÀ. FAZIO: PIANO PREVENZIONE ENTRO ESTATE,SARÀ PIÙ 'FACILE' (DIRE-notiziarioSanita') Roma, 6 mar. - Il Piano nazionale di prevenzione "sara' approvato entro l'estate", e sara' un piano "molto innovativo". Lo ha detto ieri il sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio, a margine della presentazione di una campagna contro l'obesita' e il diabete infantili, al Senato. Sara' "diverso" dai precedenti, perche' "articolato in prevenzione primaria, secondaria e terziaria", e perche' pensato per essere "di piu' facile comprensione da parte della popolazione". (dal notiziario DIRE Welfare di ieri) Pag. 1

5 **SALUTE. SIGLATO PATTO CONTRO 'DIABESITÀ' INFANTILE SBARCA IN ITALIA IL CHANGING DIABETES BAROMETER (DIRE-notiziarioSAnita') Roma, 6 mar. - Un patto tra parlamentari, specialisti, associazioni di pazienti e aziende contro la 'diabesita'' infantile, il legame perverso tra diabete e obesita' che, dicono le previsioni, sara' uno dei problemi piu' urgenti per la salute dell'occidente nel prossimo futuro. E' stato firmato ieri al Senato (nel corso dell'incontro 'La prevenzione della diabesita' infantile') il protocollo d'intesa tra l'associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione, Diabete Italia (consorzio che riunisce tutte le societa' scientifiche, associazioni di pazienti e operatori professionali del mondo del diabete) e l'azienda danese Novo Nordisk: obiettivo "sostenere lo sviluppo in Italia del progetto 'Changing Diabetes Barometer'", un "quadro di riferimento per la misurazione dei progressi nella lotta contro il diabete". Secondo Antonio Tomassini, presidente dell'associazione di parlamentari impegnata nella prevenzione, "si crea oggi una sinergia contro uno dei mali piu' terribili che minacciano la nostra societa'". Proprio Tomassini, insieme a Adolfo Arcangeli, presidente di Diabete Italia, guidera' un tavolo di lavoro cui pateciperanno numerosi esperti "per definire indicatori, azioni e strumenti di verifica finalizzati ad accompagnare il Progetto Nazionale Barometer verso la sua realizzazione". Il progetto, "fornisce preziose informazioni agli operatori sanitari, alle associazioni dei pazienti, ai politici, alle Istituzioni e ai mezzi di comunicazione per poter migliorare la cura del diabete, la qualita' di vita delle persone con diabete, e contenere i costi della sanita' pubblica". Quanto sia essenziale un impegno nella comunicazione e formazione lo dicono le parole del sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio, intervenuto alla presentazione: "Perdere 10 chili ha effetti molto maggiori che non una terapia, produce miglioramenti impossibili con un farmaco". Il ministero del Welfare, sottolinea, "e' intensamente occupato nell'attivita' di contrasto con una serie di iniziative importanti". Non a caso, visto che in Italia "i bambini obesi o in sovrappeso sono oltre un milione". E che il "95% degli obesi ha il diabete". Quasi tutti i diabetici non insulino dipendenti, aggiunge inoltre Fazio, hanno anche problemi di obesita'. Nell'ambito delle attivita' della nuova allenza rientra la seconda edizione del 'Changing Diabetes Barometer Forum': a Roma il 2 e il 3 aprile, presso l'ara Pacis. (dal notiziario DIRE Welfare di ieri) Pag. 2

6 **SANITÀ. DENTISTA CON SCONTO PER BASSI REDDITI E DONNE INCINTA ACCORDO MINISTERO-ASSOCIAZIONE DENTISTI-ASSOCIAZIONE ODONTOIATRI (DIRE-notiziarioSanita') Roma, 6 mar. - Il ministero della Salute, l'associazione nazionale dentisti italiani (ANDI) e l'associazione odontoiatri cattolici italiani (Oci) hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per garantire cure odontoiatriche "a prezzi agevolati" a cittadini a basso reddito e alle donne in gravidanza. Lo ha reso noti ieri una nota del ministero. L'accordo, promosso dal sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio, e' volto soprattutto alla prevenzione di alcune patologie del cavo orale come la carie, la malattia parodontale e l'edentulismo. Le adesioni volontarie degli odontoiatri e dentisti associati ad Andi e Oci gia' pervenute sono "oltre mille". L'Accordo riguarda alcune prestazioni tra cui la visita odontoiatrica, l'ablazione del tartaro, la sigillatura dei solchi dei molari e premolari. Possono usufruire dell'agevolazione, le donne in gravidanza (indipendentemente dal reddito, ma solo per prestazioni di prevenzione come visita, ablazione tartaro, insegnamento igiene orale), i soggetti titolari di "social card", quelli (indipendentemente dall'eta') con Isee non superiore ad euro Ma anche soggetti con Isee non superiore a 10mila euro aventi diritto all'esenzione totale per ragioni di eta', per patologie croniche, per patologie invalidanti e inabili al lavoro con invalidita' 100% oppure con handicap gravi. Tutte le informazioni sono sul sito (dal notiziario DIRE Welfare di ieri) Pag. 3

7 **UNIVERSITÀ. BANDI SCUOLE SPECIALIZZAZIONE MEDICINA AD APRILE IL MINISTERO RASSICURA GLI ASPIRANTI SPECIALIZZANDI (DIRE-notiziarioSanita') Roma, 6 mar. - I rappresentanti del Miur (Ministero dell'universita') hanno ricevuto ieri mattina le associazioni dei futuri specializzandi delle facolta' di medicina che chiedevano garanzie sulle procedure dei concorsi per l'accesso alle scuole di area sanitaria e sugli accorpamenti delle stesse. Il ministero ha rassicurato gli studenti sulla pubblicazione dei bandi "entro la prima decade di aprile 2009" e ha confermato l'impegno del ministro Gelmini a perfezionare questo adempimento nella Conferenza Stato-Regioni del 19 marzo. Sul processo di riordino delle scuole di specializzazione, il ministero ha poi confermato "l'impegno a procedere alla razionalizzazione salvaguardando le eccellenze e considerando le esigenze territoriali". Il decreto ministeriale sull'assegnazione dei contratti sara' dunque tempestivamente firmato dal ministro Gelmini dopo l'acquisizione del decreto sui contingenti nazionali delle scuole da parte del ministero della Salute. "Perche' le legittime aspettative dei medici in formazione vengano garantite pienamente- hanno spiegato i rappresentanti del ministero- occorre ora che la Conferenza Stato-Regioni e i presidi delle facolta' di medicina adempiano alle loro funzioni". (dal notiziario DIRE Welfare di ieri) Pag. 4

8 **TESTAMENTO BIOLOGICO. TOMMASSINI CONVOCA CAPIGRUPPO PER MARTEDÌ 'COMITATO DI CONFRONTO' INFORMALE A PORTE CHIUSE PRIMA DEL VOTO (DIRE-notiziarioSanita') Roma, 6 mar. - Un ulteriore tentativo di mediazione per arrivare a un testo il piu' possibile condiviso. Il presidente della commissione Sanita' del Senato, Antonio Tomassini, ha convocato per martedi' mattina alle 9, prima che si aprano le operazioni di voto sugli emendamenti, i capigruppo di maggioranza e opposizione: "Una iniziativa personale- ha spiegato ieri- un invito a porte chiuse coi presidenti dei gruppi e col relatore", perche' "escludendo alcuni protagonismi e fondamentalismi, sono sicuro che potremo trovare una migliore coesione". Sara', aggiunge, "una sorta di comitato di confronto per vedere quanti possibili punti di intesa ci possono essere". La proposta, spiega, "e' stata gradita all'opposizione e accolta unanimemente". Se, conclude, "prima del voto si condividono soluzioni per rendere piu' ampia la base di condivisione, renderemo un servizio ai cittadini". (dal notiziario DIRE Welfare di ieri) Pag. 5

9 **TESTAMENTO BIOLOGICO. MARTEDI' POMERIGGIO AL VIA VOTAZIONI (DIRE-notiziarioSanita') Roma, 6 mar. - L'uffico di presidenza della commissione Sanita' ha approvato all'unanimita' il calendario dei lavori della prossima settimana, in cui avranno inizio le votazioni su emendamenti e sub-emendamenti. Dopo la riunione informale promossa dal presidente della commissione, Antonio Tomassini, che si terra' martedi' 10 marzo, alle 9, il via alle votazioni e' fissato per le e si andra' avanti fino alle 18. Poi nuova seduta alle 21 a oltranza. Il giorno dopo, mercoledi' 11 marzo, si comincia alle Si riprende alle e poi la notturna alle 21. Giovedi' 12 marzo, fissate due sedute: alle 8.30 e poi a oltranza dalla Infine, venerdi' 13 marzo, commissione riunita dalle 9. Un calendario che, in parte, non soddisfa Donatella Poretti (radicale) che si chiede come faranno a presentare "gli emendamenti per l'aula, visto che il termine e' fissato proprio nella stessa giornata di venerdi' alle ore 12". La capogruppo del Pd in commissione, Dorina Bianchi, spiega, pero', che dopo la riunione di martedi' mattina, anche alla luce di eventuali intese, "il calendario potrebbe subire delle modifiche". (dal notiziario DIRE Welfare di ieri) Pag. 6

10 **TESTAMENTO BIOLOGICO. PD-PDL VERSO INTESA SU CONSENSO INFORMATO MARTEDI' MAGGIORANZA CHIEDERA' RIFORMULAZIONE SUB-EMENDAMENTO PD (DIRE-notiziarioSanita') Roma, 6 mar. - Il comitato di confronto informale sul ddl sul testamento biologico, convocato martedi' mattina in commissione Sanita' del Senato dal presidente, Antonio Tomassini, con i capigruppo e il relatore, Raffaele Calabro', aprira' il primo spiraglio di intesa tra Pd e Pdl. Al centro della riunione (che si terra' alle 9, prima delle votazioni sugli emendamenti) ci sara' quello che il Partito democratico ritiene un punto dirimente: il consenso informato. Il sub-emendamento dei democratici presentato mercoledi' sera (alla scadenza dei termini) cosi' com'e' per la maggioranza non va bene. Ma i due schieramenti sono in contatto per trovare una soluzione. Il gruppo capitanato da Anna Finocchiaro e' infatti al lavoro in queste ore per trovare una formulazione sulla quale far convergere il Pdl. "L'idea- spiega la capogruppo Pd in commissione, Dorina Bianchi- e' che ci sia un riferimento al comma 2 dell'articolo 32 della Costituzione" quello che sancisce che nessuno puo' essere obbligato a un determinato trattamento contro la sua volonta'. "La nostra proposta- aggiunge Bianchi- e' che su quel principio non vi sia alcun dubbio, cioe' che sia chiaro che ogni atto medico abbia il consenso informato del paziente, fatta eccezione ovviamente per i casi di urgenza". Il problema pero' e' che il termine per la presentazione degli emendamenti e' gia' scaduto. Quindi la soluzione non arrivera' da un nuovo testo ma dalla riformulazione del sub-emendamento depositato dal Pd all'emendamento Calabro' che riscrive e accorpa i primi tre articoli del testo base. "Se riaprissimo i termini per gli emendamenti- dice Tomassinisi ricreerebbe un ingorgo che non ci possiamo permettere, quindi la vicenda potrebbe risolversi con un invito del relatore a una riformulazione che puo' avvenire in ogni momento in commissione. Questo naturalmente- aggiunge il presidente della commissione Sanita'- dipendera' dall'intesa tra governo, relatore e opposizione. Io che sono arbitro e non l'interlocutore in questa vicenda ho proposto l'appuntamento di martedi' mattina proprio per dare la possibilita' di trovare un'intesa sulla vicenda del consenso informato, e mi sembra che ci sia la buona volonta' da parte di tutti i gruppi". Il relatore Calabro' a questo proposito precisa: "Credo che il consenso informato sia normato molto bene nel testo di legge all'articolo 4. Inoltre, in testa all'articolo 1 da me riscritto c'e' un riferimento all'articolo 32 della Costituzione". Comunque, aggiunge il relatore, "se ci sono ulteriori precisazioni da fare per ribadire quel principio costituzionale nell'articolo 1, ben vengano, si puo' cercare di riformularlo in maniera migliore perche' tutti speriamo che la legge proceda il suo iter in maniera spedita". Il sub-emendamento presentato dal Pd per ora prevede: "L'attivita' medica e' esclusivamente finalizzata alla tutela della vita e della salute, nonche' all'alleviamento della sofferenza. Tale attivita' medica e' tuttavia sempre subordinata all'espressione del consenso informato di cui all'articolo 4, nel rispetto dell'articolo 5 della convenzione di Oviedo, ratificata dalla legge 28 marzo 2001, n. 145, nonche' dei limiti imposti dal rispetto della persona umana". Il senatore Pd, Daniele Bosone, spiega che un'ipotesi di riscrittura potrebbe essere innanzittutto l'eliminazione del Pag. 7

11 riferimento alla convenzione di Oviedo, visto che ancora, pur essendo stata ratificata nel nostro paese, mancano i decreti attuativi. "Inoltre- aggiunge Bosone, che e' anche vicepresidente della commissione Sanita'- si potrebbe precisare che l'attivita' medica non e' subordinata ma che si conforma al consenso informato. Questa sarebbe una formulazione piu' accettabile per la maggioranza". In ogni caso, aggiunge il senatore, "ribadendo la libera scelta dei pazienti si viene incontro anche ai rilievi della commissione Affari costituzionali" arrivati con il parere votato martedi' scorso. Che l'intesa sull'articolo 1 del ddl sul testamento biologico sia vicina e' dunque quasi certo. "Si', proprio per questo ho convocato i capigruppo martedi' mattina- spiega Tomassini- questi cinque giorni in piu', prima di iniziare le votazioni, serviranno al confronto". E non a caso ieri in serata la presidente dei senatori democratici, Anna Finocchiaro, intervistata dalle televisioni, anticipava che era quasi definita la riscrittura del sub-emendamento Pd con "la citazione testuale della seconda parte dell'articolo 32 della Costituzione". Le votazioni sugli emendamenti cominceranno nel pomeriggio di martedi' 10 alle ore Per arrivare all'altro 'nodo', la questione di alimentazione e idratazione, occorrera' pero' aspettare mercoledi'. "Se troveremo un accordo sul consenso informato- sottolinea Dorina Bianchi- si aprira' la possibilita' di dialogare con piu' serenita' con la maggioranza anche su altri punti sensibili del testo, come appunto idratazione e alimentazione". (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) Pag. 8

12 **TESTAMENTO BIOLOGICO. NODO NUTRIZIONE, TOMASSINI VUOLE 'FOCUS' "DISPONIBILI A TROVARE PUNTI DI INTESA, MA SO CHE E' DIFFICILE" (DIRE-notiziarioSanita') Roma, 6 mar. - Dopo il confronto (informale) di martedi' per verificare i margini di intesa sul consenso informato, il presidente della commissione Sanita', Antonio Tomassini (Pdl), proporra' ai capigruppo in commissione anche "un focus ad hoc" sull'altro nodo del testo Calabro': la questione dell'idratazione e alimentazione sulla quale ci sono divisioni trasversali in entrambi gli schieramenti. "Non si tratta di riunioni ufficiali- precisa Tomassini- ma di riunioni per cercare possibili intese. Anche sull'articolo 5, quello che include idratazione e alimentazione, diamo disponibilita' sia al Pd sia da altri settori dell'opposizione, e ovviamente alla maggioranza. Io lancio la proposta di rivederci anche su quel punto, di fare un focus 'ad hoc'. Poi non e' detto che tutti accettino come e' successo per il consenso informato". Tomassini rimane infatti realista e precisa: "Anche se io me lo auguro non credo che cia la possibilita' di trovare un accordo proprio su ogni punto. Mi sembra che non sia facile arrivare a proposte condivise su ogni parte del testo. Comunque- aggiungestiamo lavorando a un tentativo di mediazione anche su idratazione e alimentazione. Da lunedi' comincera' una 'full immersion' di contatti per vedere se c'e' la possibilita' di posizioni comuni". (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) Pag. 9

13 **TESTAMENTO BIOLOGICO. LE REAZIONI (DIRE-NotiziarioSanita') Roma, 6 mar. - Continuano i commenti all'iter del disegno di legge sul testamento biologico al Senato. MARINO: CHIARIRE CONSENSO O È OSTRUZIONISMO 'Non comprendo sinceramente questa variazione che sostituisce gli art. 1,2 e 3 con un solo articolo. E poi dite con chiarezza se voi accettate il mio emendamento 1/1000/19 che afferma il principio che la persona interessata puo' in qualsiasi momento e liberamente ritirare il proprio consenso da una terapia'. Ignazio Marino (Pd), al termine della seduta della commissione Sanita' in cui sono stati esaminati i sub emendamenti depositati ieri sera, racconta il suo intervento nel corso del quale ha chiesto 'chiarezza' alla maggioranza su un punto che, spiega, 'significa che in una situazione come quella di Piergiorgio Welby il medico puo' assistere il paziente nella fase terminale della vita attraverso tutte quelle procedure che sono necessarie e puo' sospendere delle terapie che lui ritiene sproporzionate sulla base delle proprie convinzioni, della propria cultura e della propria fede. Questo o e' possibile, o non e' possibile.voi dovete chiarire questo aspetto'. Certo, dice Marino, 'dal mio punto di vista le strade sono chiaramente diverse: se voi volete una legge che impedisca a chi puo' liberamente esprimersi di togliere il consenso o di dire no a una terapia, be' e' chiaro che per quanto mi riguarda ci sara' l'ostruzionismo piu' rigido, forte e secondo i regolamenti che io potro' fare, perche' e' contro la Costituzione della Repubblica italiana. Se invece voi volete una legge che regolamenti la fine della vita attraverso le dichiarazioni anticipate, quello su cui avevamo gia' pensato di lavorare dal 1 agosto quando il presidente Schifani disse che una legge su questi temi era urgente, allora collaboriamo su questa legge'. Ma questo, insiste Marino, 'deve essere chiarito dall'art. 1. Deve essere detto con chiarezza se una persona puo' dare il dissenso alle terapie e se il medico lo puo' assistere anche in quella circostanza'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) BIANCHI: INSERIRE CONSENSO O NO DIALOGO 'Si tratta di un punto dirimente. Il consenso informato non si puo' arrivare a negarlo e quindi aspettiamo di capire cosa decide la maggioranza'. E' evidente che se non c'e' un chiarimento 'non c'e' possibilita' di dialogo. Se questo punto diventera' legge avremo una legge di bandiera etica che non possiamo accettare in uno Stato laico come il nostro'. Cosi' Dorina Bianchi, capogruppo Pd in commissione Sanita', al termine della seduta nella quale sono esaminati i nuovi emendamenti del relatore che riscrivono i primi articoli della legge. Nel primo emendamento di Calabro', infatti, che riscrive i primi 3 articoli della legge non c'e' alcun riferimento al consenso informato del paziente e al diritto della persona, un diritto sancito dall'articolo 32 della Costituzione, che il Pd intende inserire attraverso un proprio sub emendamento prima firmataria la presidente del gruppo Anna Finocchiaro. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) TOMASSINI APRE SUL CONSENSO INFORMATO 'Abbiamo capito che ci sono uno o due emendamenti molto Pag. 10

14 importanti per l'opposizione. Per questo ho raccomandato al governo e al relatore Raffaele Calabro' di dare il massimo della loro disponibilita' per poterli accogliere. Tra questi mi riferisco al subemendamento che ha come prima firma quella di Anna Finocchiaro'. Il presidente della commissione Sanita' del Senato, Antonio Tomassini (Pdl), al termine della seduta mattutina, in cui l'opposizione ha illustrato i suoi 352 sub-emendamenti, fa un passo avanti sulla richiesta che l'opposizione considera dirimente: la garanzia del consenso informato nei confronti del paziente. Tomassini si dice 'molto soddisfatto, perche' l'illustrazione degli emendamenti e' stata conclusa in un'ora con grande senso di responsabilita' dei presentatori'. Nel pomeriggio, alle 14.30, si riunira' l'ufficio di presidenza per mettere a punto il nuovo calendario dei lavori e delle votazioni degli emendamenti. 'Nella prima seduta- spiega Tomassini- il governo esprimera' il suo parere e si iniziera' a votare'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) BOSSI: RAGIONARE E TROVARE UN ACCORDO 'Bisogna assolutamente trovare un accordo' sul testamento biologico. Cosi' Umberto Bossi, conversando con i giornalisti a Palazzo Madama, che all'obiezione, ma come se maggioranza e opposizione sono al 'muro contro muro'?, replica: 'Ragionando'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) BELISARIO: DEMOLIREMO LEGGE CON REFERENDUM 'Ormai e' evidente: il centrodestra vuole lo scontro ideologico sul testamento biologico'. Lo dice il presidente del gruppo Idv al Senato, Felice Belisario, sottolineando come 'i nuovi emendamenti Calabro' sono peggiorativi rispetto al gia' brutto testo all'esame in Commissione e sembra che la destra non voglia proprio alcun margine di intesa'. Quindi, prosegue Belisario, 'come Idv continueremo a presentare proposte emendative mirate ad una maggiore liberta' di scelta nel tentativo di arrivare a una norma piu' rispondente alle attese dei cittadini che vogliono una buona legge in linea con la Costituzione'. A questo punto, spiega l'esponente dell'idv, 'e' bene che si vada avanti senza tentennamenti e non si perda piu' tempo: si arrivi quanto prima al varo di una legge che poi sara' demolita dagli stessi cittadini con il referendum'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) BAIO-BINETTI: SI' ALLE CURE PALLIATIVE 'Sorprende la posizione assunta oggi dalla maggioranza in commissione Sanita' al Senato. Ha dichiarato inammissibile, per estraneita' di materia, la parte dell'emendamento del relatore che assumeva il principio delle cure palliative, quale diritto del paziente'. Lo affermano le parlamentari del Partito democratico Emanuela Baio e Paola Binetti che cosi' continuano: 'Proprio nella logica pro-life della legge andrebbe inserito con la massima evidenza, nell' articolo 1, il riferimento alle cure palliative, tanto piu' che alla Camera e' gia' stato approvato all'unanimita' dalla commissione Affari Sociali un progetto di legge sulle cure palliative e sulla terapia del dolore'. E aggiungono Baio e Binetti: 'Alla Camera, oltre al Ddl sulle cure palliative e' in discussione anche quello sulle unita' di risveglio per l'accompagnamento del paziente nelle situazioni di massima fragilita', con particolare riferimento al paziente in stato vegetativo. Si tratta- spiegano le due parlamentari Pag. 11

15 cattoliche- di dare risposta a una pluralita' di bisogni emergenti in ambito socio-sanitario ed e' essenziale che tutti questi disegni di legge siano ben articolati tra di loro, in modo da facilitare la vita dei pazienti e delle loro famiglie'. Il riferimento alle terapie palliative nel disegno di legge sulle Dat, aggiungono le due parlamentari, 'sia pure con un accenno rapido e come fatto di principio, puo' essere un anello di collegamento virtuoso tra i vari disegni di legge, senza reciproche interferenze, ma con una chiara e concreta convergenza di valori e di contenuti'. E concludono Baio e Binetti: 'Ci auguriamo che la maggioranza ci ripensi. E' una proposta che viene dall'opposizione a sostegno di un emendamento proposto dal relatore di maggioranza. Piu' buona volonta' di cosi'...'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) BOSONE A CALABRO': CONTINUIAMO CONFRONTO 'Chiediamo al relatore di maggioranza Raffaele Calabro' di non chiudersi e di valutare con senso di responsabilita' e maggiore apertura l'emendamento del Pd che non fa altro che riaffermare la necessita' che i trattamenti sanitari si attengano al consenso informato'. Lo dice Daniele Bosone (Pd), vice presidente della commissione Sanita' di Palazzo Madama. 'Ritengo fondamentale- prosegue il senatore- continuare il dialogo e non fermarci sulle barricate a difendere solo posizioni di parte. Oltre i radicalismi c'e' un'ampia parte del Paese che si attende una legge semplice, chiara e che serva nella vita pratica piu' che agli esercizi ideologici'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) D'ALEMA:NUTRIZIONE FORZATA SCELTA MOSTRUOSA 'Imporre la nutrizione forzata contro la volonta' individuale e' anticostituzionale': sancire questa norma nella legge sul testamento biologico sarebbe 'una scelta mostruosa che ci pone al di fuori dei paesi civili'. Lo dice Massimo D'Alema, nel corso della registrazione della trasmissione di La7 Istantanea, a proposito della legge in discussione al Senato. D'Alema osserva come 'la maggioranza si e' inventata che l'alimentazione forzata non e' un trattamento medico: una teoria scientifica che non ha alcun fondamento'. Che nel caso di Eluana Englaro, dice, ha portato 'a dire 'datele da mangiare' come se si trattasse di darle un panino al prosciutto...'. Per l'ex ministro degli Esteri sarebbe meglio 'se il governo non si occupasse di questi temi, lasciando a ciascuno la liberta' di scegliere se accettare o rifiutare l'accanimento terapeutico'. Poi, sulle diverse opposizioni interne al Pd in materia, D'Alema dice: 'E' del tutto naturale che ci sia liberta' di coscienza, ma non vuol dire che i partiti non devono avere una posizione'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) CALABRO': NUTRIZIONE? LAVORIAMO A INTESE 'Da tempo stiamo lavorando per trovare posizioni e logiche comuni per fare una buona legge. L'idratazione e la nutrizione sono uno dei punti e credo che arriveremo ad un accordo, se non su tutti, su quasi tutti i punti'. Lo dice Raffaele Calabro' (Pdl), relatore del ddl sul testamento biologico, al termine dell'ufficio di presidenza della commissione Sanita'. In ogni caso, aggiunge Calabro', per ora 'non ci sono ipotesi di emendamenti Pdl su questo tema', mentre 'il punto sul consenso informato si puo' chiarire meglio'. Ma che su idratazione e l'alimentazione il Pdl stia lavorando ad una mediazione con la proposta dell'opposizione, traspare Pag. 12

16 anche da quanto dice Michele Saccomanno, capogruppo Pdl in commissione Sanita': 'Stiamo valutando delle richieste che arrivano dall'opposizione, partendo comunque dalle indicazioni contenute nelle mozioni approvate dal Senato a larga maggioranza che definiscono idratazione e alimentazione non trattamenti ma forme di sostegno vitale'. In ogni caso, aggiunge, 'un percorso d'intesa e' possibile. Cerchiamo di trovare una formulazione che allarghi il consenso oltre la maggioranza'. Il capogruppo in commissione spiega anche che nell'ufficio di presidenza si e' stabilito di dividere i lavori in commissione per temi. Quindi, martedi' si partira' dai principi per arrivare mercoledi' sera ad affrontare il nodo dell'articolo 5 su alimentazione e idratazione'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) SCHIFANI:FIDUCIOSO SU CONFRONTO COSTRUTTIVO 'Io sono fiducioso perche' ritengo che in questa occasione la concessione di piu' tempi non sia volonta' dilatoria ma obbedisca all'esigenza di trovare momenti di confronto costruttivo'. E' quanto dice il presidente del Senato, Renato Schifani, arrivando a un convegno a Palazzo Giustiniani sul bullismo, a chi gli chiede dei lavori in commissione Sanita' di Palazzo Madama sul testamento biologico. Dopo la decisione di far slittare l'arrivo del provvedimento in aula al 18 marzo, come lui stesso aveva auspicato, Schifani sottolinea: 'I primi segnali sono positivi, mi auguro che si continui a lavorare, cosi' come si sta facendo, in chiave seria e responsabile perche'- sottolinea- dinanzi a temi di coscienza devono cadere le barriere ideologiche di schieramenti di partiti e confrontarsi con le liberta' di appartenenza'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) FINOCCHIARO: RISPETTARE VOLONTA' PERSONA 'Sarei felice se alla prossima convocazione della commissione il nostro emendamento sul consenso informato venisse votato da maggioranza e opposizione, perche' significherebbe che abbiamo messo la prima pietra miliare per poter descrivere una strada che ci porti poi alla stesura di un testo'. Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Pd, accoglie positivamente le aperture che arrivano dal centrodestra su questo punto che ritiene essenziale per il prosieguo dell'esame del ddl sul testamento biologico. Certo, non si nasconde che 'ci sono altri punti importanti', ma questo 'e' il momento di impostazione della futura legge. Se l'intento comune e' quello di avere una legge che possa dare attuazione a questa parte della Costituzione allora stiamo parlando la stessa lingua. Poi possiamo dire cose diverse, possono esserci sfumature, ma parliamo la stessa lingua'. Ecco perche', prosegue la capogruppo del Pd, 'questo testo deve essere affrontato senza furbizia perche' stiamo discutendo di una questione molto delicata'. Invece, sottolinea, 'il testo Calabro', cosi' com'e', non e' un testo che contempla la possibilita' di dare attuazione con la dichiarazione anticipata di trattamento al principio che nessuno puo' essere sottoposto contro la propria volonta' a un trattamento sanitario. Se questo principio diventa invece l'asse del provvedimento, di li' in poi su tutto il resto ragioniamo. Se si tenta di eludere questo principio, come fa il testo Calabro, allora non possiamo intenderci. Noi abbiamo un'altra concezione'. Concezione che Finocchiaro sintetizza cosi': il testamento biologico deve servire 'per consentire che quella volonta', anche Pag. 13

17 nel momento in cui un soggetto non sia piu' in grado di intendere e di volere, viva e determini, dunque, l'intervento sul corpo del paziente. Se non voglio che mi sia amputata una gamba, se non voglio entrare in dialisi, se non voglio il respiratore automatico, se non voglio essere fino alla fine oggetto di un accanimento, bene, questo deve valere e deve essere tale da conformare gli atti medici che si compiono sul mio corpo'. Come si vede, spiega la senatrice, 'e' proprio un cambiamento di filosofia. Noi partiamo da questa liberta'. Una liberta' che la Costituzione tiene in gran conto forse con una forza maggiore di quella che riconosce la liberta' personale. La liberta' di non avere interventi sanitari sul proprio corpo contro la propria volonta'. Noi vogliamo far vivere e attuare questo principio. Se anche la maggioranza su questo si ritrova, bene allora andiamo avanti, ragioniamo, troviamo punti d'intesa'. E' chiaro che poi 'partendo da questa liberta' e da questo rispetto della dignita' umana, deve esserci uno strumento per fare valere questa volonta' anche nel momento in cui la persona non sara' piu' capace di intendere e di volere'. Infine, il nodo dell'articolo 5 sulla nutrizione. 'E' un altro punto molto delicato, ma ci voglio arrivare quando, e senza equivoco, avro' capito dove stiamo andando. Francamente il testo Calabro' mi pare ispirato a un altra filosofia. Ad un primato dello Stato sul corpo, che credo sia anche antistorico perche' dall'habeas corpus in poi il 'noli me tangere' senza la mia volonta', 'non mi toccare, non compiere atti su di me' e' una espressione forse la piu' alta del diritto di liberta'. E infatti fu la prima individuata appunto con l'habeas corpus'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) CICCHITTO: SI TROVINO SOLUZIONI POSITIVE 'Dalla Camera seguiamo con grande attenzione i lavori della commissione Sanita' del Senato, per cui auspichiamo che, comunque, si trovi una soluzione positiva per quel che riguarda il consenso informato e il rispetto dell'articolo 32 della Costituzione'. Cosi' afferma Fabrizio Cicchitto, presidente dei deputati del Pdl, a proposito dei lavori della commissione Sanita' del Senato sul testamento biologico. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) BIANCHI (PD): SENZA MODIFICHE NON VOTO DDL 'Se la maggioranza non accoglie le nostre richieste di modifica sull'articolo uno, non saro' piu' disposta a votare questo testo'. E' quanto dice la capogruppo del Pd in commissione Sanita' del Senato, Dorina Bianchi, intervenendo a 'Titoli' su Red. 'Non c'e' stato fino ad ora- aggiunge- il cambiamento che a noi stava piu' a cuore, riconoscere l'atto medico conseguente al consenso informato. Il paziente prima di accettare un trattamento medico da' il consenso al medico, una volta informato riguardo a tutto quello a cui puo' andare incontro. Questa e' una parte determinante, perche' la commissione Affari costituzionali su questo punto esprime una forte perplessita''. Bianchi quindi invita il Pd a 'recuperare quella che era la sua missione iniziale ed essere un partito nuovo che rispecchi la societa' in cui oggi viviamo. Su argomenti importanti come questi- conclude- pensare che un partito nuovo possa proporre una posizione unitaria mi sembra anacronistico'. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) Pag. 14

18 **DISABILI. OSSIGENOTERAPIA IPERBARICA: CURA MIRACOLOSA O BLUFF? (DIRE-notiziarioSAnita') Roma, 6 mar. - Lunghi e costosi viaggi della speranza all'estero, con famiglie che danno fondo a tutti i risparmi o si indebitano e appelli pubblici per raccolte ad hoc pubblicizzate per la strada, nei negozi, sui giornali e su internet. Ma la ossigenoterapia in camera iperbarica funziona davvero anche nei casi gravi di cerebropatie infantili o si tratta di un grande bluff dai costi altissimi? Le famiglie che hanno scelto di viaggiare fino in Florida per un trattamento non precisamente low-cost (la stima e' di un costo di circa 300 mila euro l'anno, quasi sempre senza alcun rimborso da parte del Servizio sanitario nazionale) hanno fatto la scelta giusta o l'idea di un miglioramento delle condizioni di vita dei piccoli pazienti e' una pura illusione? Forse si e forse no, perche' sulla questione - sollevata tre mesi fa da "Genitori tosti", una piccola associazione di famiglie con figli con grave disabilita' - le certezze non sono molte: nessuna documentazione univoca a livello internazionale, una sperimentazione in corso all'ospedale Niguarda di Milano, centri privati in cui si pratica questa terapia diffusi non solo negli Usa e nel resto del mondo, ma anche in Toscana, dove l'ossigenoterapia in camera iperbarica come trattamento per le cerebropatie infantili si effettua (a pagamento) gia' da due anni. La vicenda prende avvio nel dicembre scorso quando "Genitori tosti" scrive al presidente della Repubblica, al presidente del Consiglio e al ministro del Welfare Maurizio Sacconi denunciando l'assenza di certezza scientifica nell'utilizzo dell'ossigenoterapia in camera iperbarica per quei bambini con gravi patologie congenite, genetiche, metaboliche o acquisiteß cheß ne limitano i movimenti, la parola, la vista e il livello cognitivo. L'associazione segnalava il fiorire sul web di richieste di donazioni in denaro per l'effettuazione di una terapia messa a punto in un "unico centro" della Florida (Usa) che prospetterebbe "la possibilita' di guarigione o di un importante miglioramento psicofisico, tale in alcuni casi da portare alla sospensione della terapia antiepilettica, alla possibilita' di alimentarsi per via orale, ad un miglior coordinamento dei movimenti, all'acquisto della parola e alla capacita' di camminare". Tutto questo grazie alla combinazione dell'ossigenoterapia con una riabilitazione motoria intensiva, un massaggio cranio sacrale, e l'appoggio di chiropratica, agopuntura e logopedia, il tutto per numerose ore al giorno e per un periodo totale di cura di parecchi anni. Secondo le informazioni raccolte dall'associazione, almeno 30 famiglie in Italia sono gia' state coinvolte in questi "viaggi della speranza" negli Stati Uniti per una somma minima di 300 mila euro annui di esborso, finanziati grazie a raccolte fondi pubbliche capaci in alcuni casi di arrivare a cifre pari al milione di euro. "Genitori tosti" segnalava inoltre che alcuni bambini avevano affrontato il viaggio usufruendo del trasporto aereo gratuito da parte dell'aeronautica Militare come "missione umanitaria" e che due regioni italiane (Calabria e Campania) avevano finanziato con denaro pubblico questi viaggi, appoggio negato invece da altre amministrazioni in ragione della mancanza di valutazione scientifica e studio sull'efficacia della stessa. A maggior ragione considerando il fatto che - scriveva l'associazione - "posti simili negli Stati Uniti ne sono stati Pag. 15

19 aperti a decine e le cifre richieste per le terapie sono di molto inferiori (fino ad un terzo!) rispetto al tanto declamato "unico" posto al mondo dove questa terapia si effettuerebbe". A distanza di tre mesi dalla prima lettera, mentre il Ministero della Salute promette che la questione sara' "tenuta in considerazione", "Genitori Tosti" fa il punto della situazione. "Al momento attuale - fanno sapere - a livello internazionale non ci sono documentazioni scientifiche che comprovino che l'ossigenoterapia dia risultati nelle cerebropatie infantili (PCI, danni post anossici, alterazioni mitocondriali, ecc)". L'ospedale Niguarda "e' stato autorizzato dal Ministero alla sperimentazione che terminera' a maggio 2009" mentre "contemporaneamente e parallelamente e' in corso negli Usa un'altra sperimentazione il cui termine, previsto per maggio 2009, e' stato posticipato ad agosto 2009". L'associazione ricorda che esistono "centri privati sparsi per il mondo che trattano le cerebropatie infantili senza protocolli terapeutici approvati e verificati e con personale che potrebbe non essere all'altezza della situazione clinica dei pazienti": inoltre - precisano - "non c'e' un protocollo di ammissione valido ai trattamenti (che talvolta sono effettuati da medici senza alcuna specializzazione in campo neurologico), non esistono controlli in serie prima, durante e dopo il trattamento" e "molti piccoli pazienti presentano serie complicazioni in corso di trattamento". C'e' da stare con gli occhi aperti, insomma, e diffidare dalle terapie miracolose. Allo stato attuale degli studi, secondo "Genitori tosti", il trattamento in questione "non cura nulla per quanto riguarda le patologie summenzionate" e comunque si effettua in Italia "gia' da due anni in Toscana, a pagamento". E per quanto riguarda i viaggi della speranza all'estero, "il nostro Servizio sanitario nazionale rimborsa le cure all'estero in Istituti di alta specializzazione se non disponibili in Italia o non adeguate al caso clinico, o non disponibili nei termini stabiliti espressamente dalla Legge (DM 3/11/1989ß e DM 1/12/2000): il che significa, per l'associazione, che "le raccolte fondi non hanno motivo di essere fatte". Anche se al riguardo - ammettono - "resta un punto interrogativo sulle autorizzazioni necessarie" e quindi, inevitabilmente, sugli stessi rimborsi. Ma al di la' del dato economico il messaggio e' chiaro: prestare attenzione a non inseguire cure tanto miracolose quanto dubbie. (dal notiziario DIRE Welfare di oggi) Pag. 16

20 **FARMACI. MSFI: L'ECONOMIA PREVALE SULLA SALUTE 'BALLARÒ ' DEL 3 MARZO UN ESEMPIO TANGIBILE (DIRE-notiziarioSanita') Roma, 6 mar. - Farmaci, "l'economia prevale sulla salute, ignorati forti rischi per i cittadini completamente ignorati". La critica e' del Movimento spontaneo farmacisti italiani (Msfi): "La puntata della trasmissione Ballaro' del 3 marzo, condotta dal noto giornalista Floris, ne e' stato un esempio tangibile". La nota. Non c'e' giorno che economisti, rappresentanti di grandi societa' economiche, liberisti, globalizzatori, finanzieri, filosofi, opinionisti, tuttologi ed associazioni di consumatori, si esprimano sui mass media trasformando la salute pubblica in ipotetici conti economici; dimenticando volutamente che molti di loro sono tra i principali artefici della gravissima crisi economica che imperversa nel mondo intero. Sono totalmente ignorati, invece, quei professionisti seri che si occupano di salute e hanno realmente la dovuta conoscenza della materia: Farmacisti, Medici, Associazioni per il diritto e la tutela della salute, ecc. Dimenticati sono quei cittadini che realmente UTILIZZANO i farmaci per bisogno. Si citano solo quei cittadini che, per loro fortuna, non devono ricorrere a cure farmacologiche serie per malattie di una certa gravita'. Essi sono paragonati a "consumatori" qualsiasi, come se i farmaci fossero privi di effetti collaterali. Strano che nessuno parli di quello che sta realmente accadendo da quando si evidenzia solo il mero aspetto economico/commerciale del pianeta salute. Mercati paralleli, contraffazione dei farmaci, difficolta' degli assistiti a ricevere cio' di cui hanno realmente bisogno, disagi per gli approvvigionamenti, sempre maggiore disorientamento verso chi rivolgersi, lunghi peregrinaggi alla ricerca del farmaco e della cura di cui si necessita, ecc. Pag. 17

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

del Senato Le funzioni

del Senato Le funzioni LA FUNZIONE LEGISLATIVA IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI ORDINARIE IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI COSTITUZIONALI LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO LA FUNZIONE DI CONTROLLO POLITICO

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it FRANCESCO DOMENICO CAPIZZI IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione medico-malato IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti di L.Va. pdf L indagine conoscitiva sulla sostenibilità del Ssn Questa

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

L a Camera dei Comuni

L a Camera dei Comuni L a Camera dei Comuni breve guida CONTATTI Ufficio informazioni della Camera dei Comuni Tel: +44 (0)20-7219 4272 London SW1A 2TT Fax: +44 (0)20-7219 5839 Email: hcinfo@parliament.uk Ufficio informazioni

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

A cura del Dott. Maurizio Santoloci e della Dott.ssa Valentina Vattani

A cura del Dott. Maurizio Santoloci e della Dott.ssa Valentina Vattani Un commento sugli effetti del decreto legge n. 138 del 2011 in antitesi alle teorie che vorrebbero una vacatio legis nel campo del trasporto dei rifiuti anche pericolosi L ABROGAZIONE DEL SISTRI NON CREA

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge

In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge Come nasce una legge: Dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 16-03-2015 (punto N 33 ) Delibera N 251 del 16-03-2015 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Varenna - 27.09.2014 a cura dr. S. Fucci - giurista e bioeticista - sefucci@tiscali.it La relazione

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Pagina 1 di 5 Giovedì, 8 Maggio 2008 Notizie Web Politica NOTIZIE Cronaca Economia Esteri Politica Scienze e Tech Spettacoli Sport Top New MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Presentata

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO PART TIME PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE QUESITO (posto in data 23 marzo 2014) Sono una dipendente a tempo indeterminato dal 2010, trasferita in mobilità nel luglio 2011 presso un Azienda Sanitaria

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P.

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Roma Via Luigi Pianciani, 32 00185 Roma sito: http:/www.lazio.istruzione.it/csa/csa_roma.shtml

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale 2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale a. Direttiva 2011/98/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2011, relativa a una procedura unica di domanda

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Allegato II L ONU e le persone con disabilità

Allegato II L ONU e le persone con disabilità Allegato II L ONU e le persone con disabilità L impegno delle Nazioni Unite sul miglioramento dello Stato delle persone con disabilità Oltre mezzo miliardo di persone sono disabili come risultato di una

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli