ALIMENTAZIONE ED ALLERGIE: PREVENZIONE E RIMEDI.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALIMENTAZIONE ED ALLERGIE: PREVENZIONE E RIMEDI."

Transcript

1 ALIMENTAZIONE ED ALLERGIE: PREVENZIONE E RIMEDI. CONFERENZA DEL 29 MAGGIO 2012 ARCEA OASI DEL BENESSERE Via Cavour Torino

2 Tutti noi dobbiamo ricordarci che: NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO. Infatti il nostro corpo è formato da cellule e le cellule si nutrono di ciò che noi mangiamo. Di conseguenza se noi assumiamo un alimentazione errata, introduciamo un messaggio sbagliato nell alimentazione cellulare: da quel momento in poi il nostro organismo non potrà fare a meno di riprodurre cellule con messaggi sbagliati!

3 L accumulo nel nostro corpo di cellule sbagliate è la causa primaria e l origine del 90% delle malattie oggi conosciute... compreso il cancro! Oggi è scientificamente dimostrato che quasi tutte le malattie sono accompagnate da una forte acidità tessutale. PER VIVERE IN SALUTE NON OCCORRE ESSERE PERENNEMENTE A DIETA MA IMPARARE A SEGUIRE UN REGIME NUTRIZIONALE CORRETTO!

4 Già nel 460 a.c. Ippocrate affermava: Quando una persona desidera la salute, bisogna prima di tutto domandarle se è disposta a sopprimere le cause della sua malattia. Da un punto di vista fisico, la maggior parte delle malattie è il risultato dei tentativi del nostro corpo di eliminare materiali estranei all organismo, tossine accumulate durante la nostra vita.

5 Molte tossine possono avere un origine esterna, arrivare ad esempio dall inquinamento generato dalla chimica di sintesi, dall aria che respiriamo, ma soprattutto arrivano dagli alimenti che noi ingeriamo: i numerosi additivi usati per la conservazione, gli innumerevoli pesticidi usati, in modo indiscriminato, durante la produzione ecc.

6 La salute è un equilibrio instabile che deve essere riconquistato ogni volta. Essa si manifesta in molti modi: nell equilibrio tra l attività ed il riposo, tra i bisogni del corpo e gli alimenti realmente consumati, tra la produzione e l eliminazione delle tossine ma anche nel sottile equilibrio fra la presenza di sostanze acide e di sostanze basiche nel nostro organismo.

7 Nel nostro organismo l equilibrio fra gli acidi e le basi è molto instabile e variabile durante le ore della giornata: al mattino e nel primo pomeriggio il nostro corpo è in fase catabolica ( deve produrre energia ) per smaltire gli scarti metabolici acidi accumulati durante la notte. Nel pomeriggio e soprattutto alla sera il nostro organismo passa in una fase anabolica e i tessuti rilasciano gli acidi accumulati nella giornata, passando in uno stato di basicità tissutale.

8 E ormai assodato che l invecchiamento si associa ad una costante perdita di composti basici nel nostro corpo: questo causa un aumento di fenomeni di iperacidosi locali e conseguenti fenomeni di infiammazione e condizioni favorevoli alla degenerazione dei tessuti. Un altro aspetto subdolo dell eccessiva acidità nei tessuti del nostro organismo è che il nostro corpo, per contrastarla, deve usare le sostanze basiche che ha a disposizione: principalmente bicarbonati, calcio, sodio, potassio e magnesio. Se non ce ne sono abbastanza in circolo, l organismo mobilita quelli presenti nei tessuti. Ad esempio il calcio lo prende dalle ossa, causando, a lungo andare, problemi di osteoporosi.

9 E indispensabile una costante ingestione di cibi con attività alcalinizzante, capaci di neutralizzare la tensione acida dei tessuti che è il primo passo per rendere il terreno favorevole all instaurarsi delle disbiosi (squilibri) che sono il primo passo per l instaurarsi delle malattie. Infatti l eccesso di acidi nell organismo umano ha un azione aggressiva, abrasiva e corrosiva sui tessuti organici. Il sovraccarico o l accumulo degli acidi nel nostro corpo può essere il risultato di un errato processo metabolico di alcuni alimenti ingeriti.

10 OGGI NUMEROSI ONCOLOGI SONO CONCORDI NELL AFFERMARE CHE: Il cancro prolifera in un ambiente acido, mentre viene bloccato in un organismo alcalino. Questo trova conferma e riscontro negli ultimi ritrovati impiegati per far regredire il cancro, lavorando sul nostro ph tissutale!

11 E dimostrato che un uso eccessivo di proteine nella nostra dieta quotidiana provoca nel 25% dei casi: ACIDIFICAZIONE DEI LIQUIDI NEL NOSTRO CORPO DIMINUZIONE DI SODIO IMMUNODEFICENZA PATOLOGIE CRONICO - DEGENERATIVE

12 COSA SIGNIFICA CHE UNA SOSTANZA E ACIDA O BASICA? SOSTANZE ACIDE: sono quelle sostanze che quando reagiscono con acqua liberano lo ione H 3 O + e un anione con carica negativa. HCl + H 2 O H 3 O + + Cl - SOSTANZE BASICHE: sono quelle sostanze che quando reagiscono con l acqua liberano lo ione OH - e un catione con carica positiva. NH 3 +H 2 O OH - + NH 4 +

13 CHE COS E IL VALORE DI PH? le concentrazioni di ioni OH - e di ioni H 3 O + nelle reazioni sarebbero dei numeri molto piccoli ed esponenziali, poco pratici da usare. I chimici hanno scelto di rappresentarli tramite la funzione ph che permette di convertire questi numeri decimali in numeri interi compresi fra 1 e 14. In natura ogni sostanza, ogni composto ha un suo valore di ph.

14 Ad esempio l acqua pura ha ph 7. Per convenzione: i valori da 1 a 6 indicano ph ACIDO, quelli da 8 a 14 indicano ph BASICO, quando il ph è uguale a 7 si dice che la sostanza ha ph NEUTRO.

15

16 I VALORI DEL PH NEL NOSTRO ORGANISMO

17 QUANTO E IMPORTANTE L EQUILIBRIO ACIDO BASE NEL NOSTRO ORGANISMO? E uno dei più importanti sistemi di regolazione del nostro corpo. Il suo compito principale è quello di mantenere stabile il ph di un determinato ambiente corporeo, in modo tale da permettere il corretto funzionamento di tutte le operazioni biochimiche fondamentali per il buon funzionamento del nostro organismo. Ad esempio gli enzimi, indispensabili per tutte le operazioni metaboliche, svolgono il proprio lavoro solo in presenza di determinati valori di ph.

18 Per garantire tutto questo equilibrio, il nostro corpo utilizza diversi sistemi tampone che, legando a sé gli acidi o le basi, li neutralizzano. Gli organi che garantiscono un corretto equilibrio acido base sono fegato, reni, polmoni e tessuto connettivo. Quando il nostro organismo non riesce più a smaltire l accumulo di scorie acide in esso presenti, ci troviamo in uno stato chiamato Sindrome Metabolica in cui è presente una iperacidosi del tessuto connettivo che compromette la salute dell intero organismo. Infatti il tessuto connettivo rappresenta un percorso di trasporto per tutte le sostanze del nostro organismo, compresi gli ormoni. Un blocco al suo interno provoca: disturbi del metabolismo, squilibri ormonali, causa dolore, indebolisce il sistema immunitario ecc.

19 L assunzione di gran parte dei medicinali causa un alterazione dell equilibrio acido base nel nostro organismo. Lo stesso stress, liberando adrenalina e cortisone, aumenta il rilascio di acidi nel nostro corpo. Una prolungata mancanza di sonno, causa un ristagno di acidi nel nostro organismo, rallentandone, di conseguenza, il metabolismo.

20 Chi svolge un intensa attività sportiva (ciclismo, corsa ecc.) è sottoposto ad un elevato carico metabolico nei confronti delle ossa, dei muscoli e dei tendini. Tutti gli alimenti contenenti proteine sono acidificanti. La frutta e la verdura fresca sono quasi completamente basificanti. Gli zuccheri non influenzano direttamente l equilibrio acido base.

21

22

23

24

25 COSA INQUINA IL NOSTRO CORPO? I T.R.A.M. COSA SONO I T.R.A.M.? T = TOSSINE R = RADICALI A = AMMONIO M = METALLI PESANTI 1) TOSSINE: possiamo affermare che ogni tipo di alimento, se assunto in quantità e dosi sbagliate, può diventare un pericolo.

26 2) RADICALI: i radicali liberi sono presenti nel nostro organismo e vengono usati dalle cellule del sistema immunitario per eliminare gli agenti patogeni ma se sono presenti in quantità eccessive possono causare o aggravare molte patologie fra cu il diabete, il cancro, le patologie cardiovascolari ecc. Inoltre l azione dei radicali liberi è anche responsabile dei processi di invecchiamento. 3) AMMONIO: il nostro cervello non è in grado di trasformare l ammoniaca in urea per disattivarla in quanto non ha gli enzimi adatti. L ammoniaca nel nostro corpo viene prodotta costantemente attraverso il metabolismo di alcuni cibi (proteine) e tramite l assunzione di farmaci. L accumulo di ammoniaca a livello cerebrale modifica il flusso sanguigno nel cervello e inoltre lo ione ammonio danneggia il sistema di trasmissione dei segnali all interno del cervello ed al sistema nervoso.

27 4) METALLI PESANTI: i minerali tossici come Piombo, Cadmio, Mercurio, Alluminio, Arsenico, Berillio, Stibio ecc. vengono sostituiti ai minerali utili, aumentando moltissimo la produzione di radicali liberi. Molte ricerche scientifiche hanno dimostrato che i metalli tossici possono produrre un effetto antagonista sui minerali essenziali, portando molti disturbi nel metabolismo cellulare. Dobbiamo ricordarci che il nostro corpo è un raffinato laboratorio che produce energia: intossicandolo... lo roviniamo... rovinandolo... ci ammaliamo!

28 L ACQUA CHE BEVIAMO OGNI GIORNO: è piena di nitrati... Per quale motivo? L uso di concimi fornisce, normalmente, un apporto di nitrati al terreno, che viene assorbito dalle piante, per le quali i nitrati costituiscono un importante fonte nutritiva. Qualora l apporto di nitrati risulti troppo consistente, non viene più completamente assorbito dalle piante e finisce nella falda freatica.

29 La presenza di alte quantità di nitrati nel nostro corpo costituisce un serio problema: nel nostro organismo ci sono batteri in grado di trasformare i nitrati in nitriti i quali sono altamente tossici e dannosi al nostro metabolismo poiché ostacolano il trasporto di ossigeno alle cellule del nostro corpo attraverso il sangue e si combinano con le proteine presenti, formando le nitrosamine che sono ritenute un composto organico altamente cancerogeno.

30 LO ZUCCHERO CHE CONSUMIAMO: Già nel 1957 l immunologo dottor William Coda Martin, insegnante alla Facoltà di Medicina Berlinese, affermava: Qualsiasi sostanza che inibisce l attività di un catalizzatore cellulare è da considerarsi un veleno per il nostro organismo. Il Dottor Martin aveva classificato lo zucchero raffinato come veleno poiché è il prodotto di un lungo processo industriale in cui lo zucchero originario della barbabietola o della canna da zucchero viene privato delle sue vitamine e minerali, indispensabili al nostro organismo.

31 Ciò che resta nello zucchero raffinato è un insieme di carboidrati raffinati, al quanto dannosi, se ingeriti dall essere umano, poiché ricchi solo di calorie vuote che sono prive di nutrienti ed altamente tossiche al nostro organismo. Come se non bastasse, per essere digerito dal nostro organismo, ruba al nostro corpo Vitamine e Sali Minerali, soprattutto calcio e cromo, la cui carenza provoca nel nostro corpo la comparsa di molte malattie fra cui: artrite, artrosi, osteoporosi, carie dentarie ecc.

32 Per concludere, un eccesso di zucchero nel nostro corpo risulta dannoso a tutti i nostri organi. Infatti l assunzione quotidiana di zucchero raffinato sovraccarica il nostro fegato e di conseguenza il glicogeno, presente in quantità eccessive nel nostro corpo, torna nel sangue sottoforma di acidi grassi che vengono trasportati ed accumulati in ogni parte del nostro corpo. Quando anche in queste parti sono in eccesso, vengono distribuiti al cuore e ai reni, rallentandone la loro attività e creando degenerazioni funzionali.

33 Il primo riscontro di queste degenerazioni lo si avverte con una pressione sanguigna anormale. Infatti il sistema nervoso parasimpatico viene danneggiato e gli organi da esso governati vengono alterati: ad esempio si osserva uno squilibrio del cervelletto che causa una diminuzione di globuli rossi con un conseguente aumento di globuli bianchi che abbassano le difese immunitarie del nostro metabolismo. Se queste alterazioni metaboliche persistono, compare la fase patologica vera e propria con problemi di ipertensione, diabete, infarto ecc.

34 Le sostanze zuccherine sono alimenti indispensabili nella nostra dieta in quanto costituiscono la fonte primaria di energia indispensabile per il corretto funzionamento del nostro organismo. Però lo zucchero dovrebbe essere ingerito come ce lo fornisce la natura... invece il succo zuccherino bianco che ci propongono è una sostanza innaturale, ricca solo di componenti tossici e completamente priva di nutrienti.

35 ECCO COSA SUCCEDE ALLO ZUCCHERO DURANTE LE TRASFORMAZIONI INDUSTRIALI: 1) depurazione con latte di calce che lo priva di tutte le sostanze organiche utili al nostro organismo. 2) Trattamento con anidride carbonica, per togliere i residui di latte di calce, eventualmente presenti. 3) Immersione in acido solforico per rendere il colore chiaro. 4) Seguono le fasi di: Cottura Cristallizzazione Raffreddamento Filtrazione e Decolorazione con Carbone Animale e Idantene che è una sostanza proveniente dal catrame e quindi altamente cancerogena!

36 PRODOTTO FINALE: Splendida sostanza bianca cristallina, con cui ci avveleniamo ogni giorno zuccherando i nostri cibi!!! STUDIO A DOPPIO CECO SANITARIO MAGGIO 2008 GERMANIA E OLANDA: L uso eccessivo di zucchero bianco raffinato è il maggior responsabile di: PATOLOGIE PSICHICHE 11% CANCRO 18% ULCERA GASTRICA 22% ALLERGIE 39%

37 Esiste un alternativa naturale: la Stevia Rebaudiana, pianta dalle fortissime proprietà dolcificanti. La Stevia è una piccola pianta erbacea arbustiva con proprietà dolcificanti che sono 20 volte maggiori del normale zucchero da tavola e le cui caratteristiche NON causano diabete, NON alterano il livello di zucchero nel sangue, NON sono tossiche come i dolcificanti di sintesi, NON contengono ingredienti artificiali, può essere usata tranquillamente per cucinare senza alcun danno.

38 LA STEVIA VIENE NORMALMENTE COLTIVATA ED USATA IN GIAPPONE DOVE L ASPARTAME E FUORI LEGGE, IN ITALIA, DOVE I DOLCIFICANTI CHIMICI CANCEROGENI SONO PERFETTAMENTE LEGALI, SONO SCONSIGLIATI I DOLCIFICANTI NATURALI A BASE DI STEVIA...

39 Una valida alternativa alla Stevia è l uso dello zucchero nero di canna che conserva quasi completamente i suoi minerali come calcio, magnesio, potassio, fosforo, ferro. Anche in questo caso dobbiamo sperare nella professionalità delle ditte produttrici, poiché qui in Italia si è già visto più volte che lo zucchero di canna non è altro che quello tossico bianco raffinato, semplicemente non sbiancato e non decolorato quindi esattamente cancerogeno come quello di sintesi!!!

40 COME VENGONO PRODOTTI I CIBI CHE MANGIAMO? Non sono le diete a non funzionare più, non è il nostro organismo impazzito che risulta allergico a quasi tutto e ci rende difficile la digestione di molti alimenti, ma il vero problema è come vengono trattati e preparati gli alimenti che ci vengono dati da mangiare... 1) LA PASTORIZZAZIONE come metodo di cottura porta alla perdita del 60% delle sostanze primarie come vitamine e proteine, indispensabili per un corretto funzionamento delle nostre funzioni metaboliche.

41 2) LA COTTURA NEL FORNO A MICROONDE raggiunge temperature superiori a 350 C in meno di due secondi, questo comporta la distruzione totale di tutti gli alimenti: quindi noi ingeriamo cibi morti che non apportano il minimo nutrimento ed energia al nostro organismo, in compenso mangiamo cibo che è stato completamente devastato dal punto di vista di legami e strutture molecolari che, a contatto con i nostri sistemi cellulari non viene più riconosciuto come materiale utile ma come causa primaria di mutazioni cellulari... primo passo di tutte le degenerazioni cellulari!

42 3) COME VENGONO NUTRITI GLI ANIMALI DI CUI MANGIAMO LA BISTECCA? In Europa in un anno vengono somministrate 6500 tonnellate di antibiotici agli animali di allevamento intensivo, che costituiscono il 98% della fornitura ufficiale di carne nel nostro paese. Quest uso smodato di antibiotici sugli animali viene giustificato per prevenire l insorgenza di infezioni e malattie da stress negli animali.

43 RISULTATO: in Europa ogni anno persone che si nutrono normalmente di carne, uova, formaggi e latte rimangono vittime di ANTIBIOTICORESISTENZA!

44 L uomo non è un carnivoro, ma ha dovuto mangiare carne per sopravvivere nel periodo Neozoico delle grandi glaciazioni. Oggi sempre più Immunologi, Scienziati, Medici e Ricercatori Scientifici sono concordi nell affermare che un uso eccessivo di prodotti proteici sono la causa principale delle mutazioni cellulari, prime responsabili dell insorgenza di cancro nell uomo! L ennesima riprova del danno inconfutabile di un uso eccessivo di carne, arriva dalla popolazione eschimese, che, per problemi climatici, si nutre quasi esclusivamente di carne: muoiono vittime di arteriosclerosi e altre malattie con un età media di 50 anni di vita.

45 QUANTO CI INTOSSICHIAMO OGNI GIORNO? Se mangio... 1) PESCE: può contenere metalli pesanti (mercurio) e radioattivi (cesio). 2) FRUTTA E VERDURA: può contenere residui di sostanze chimiche usate in agricoltura (nitrati) che come ben noto producono nitrosamine che causano mutazione genetica. 3) CEREALI: possono contenere micotossine prodotte da muffe. 4) LATTE E FORMAGGIO: la pastorizzazione altera le strutture delle proteine del latte rendendole immunogene. 5) LEGUMI: possono contenere micotossine che se non vengono cotti bene diventano inibitori enzimatici e causano seri danni al metabolismo.

46 6) ALCOLICI: in elevate quantità alzo pericolosamente il carico glicemico, causando una forte tossicità epatica e pancreatica che generano molto ione ammonio che è tossico soprattutto a livello cerebrale. 7) FRUTTA SECCA: i loro semi oleosi possono contenere micotossine, funghi e muffe. 8) PASTA: se viene essiccata troppo in fretta diventa immunogena. 9) PANE: se cotto a temperatura troppo elevata produce Acrilamide, tossina esogena cancerogena. 10) ZUCCHERO E DOLCI: l eccessiva quantità di zuccheri, aumenta il carico glicemico e di conseguenza il rischio di malattie metaboliche e cronico - degenerative.

47 11) PIZZA: gli impasti di farine se cotti in forni refrattari ad elevate temperature producono Acrilamide, tossina esogena con proprietà cancerogene. 12) ACQUA: può contenere metalli pesanti, pesticidi da agricoltura (da falde inquinate), nitrati ed ormoni (soprattutto se in bottiglie PET, derivanti dagli sbiancanti per le plastiche). 13) CARNE: può contenere antibiotici, antiparassitari, micotossine, anabolizzanti che sono tossine di tipo esogeno. 14) IL CAFFE : può contenere cadmio e nichel insieme ad altri residui chimici derivanti dalla coltivazione. La caffeina, se assunta in quantità eccessive, può essere tossica per il sistema nervoso.

48 Se uso... 15) PENTOLE E POSATE: possono rilasciare metalli come nichel e alluminio. 16) IMBALLAGGI PER ALIMENTI: se sono in metallo possono essere fonti di alluminio e altri metalli pesanti, se sono in carta e cartone rilasciano collanti e coloranti, se sono in plastica rilasciano monomeri. 17) FARMACI: hanno una tossicità che è necessaria per il loro buon funzionamento ma che può causare molte patologie e nuocere gravemente alla salute.

49 EFFETTI DEL LATTE SULLA NOSTRA SALUTE! Documentazione fornita dal Ministero della Sanità Europea: Recenti ricerche hanno dimostrato che donne che consumano proteine animali presentano una perdita ossea del 65%, rispetto al 3% delle donne vegetariane. L osteoporosi ha un incidenza maggiore nei paesi dove si consuma una quantità maggiore di latte e formaggi. Non esistono assolutamente studi effettuati in doppio ceco, della durata minima di 10 anni, in cui venga dimostrato che il latte fornisca il calcio al nostro organismo.

50 Il fatto che il calcio sia presente nel latte non è condizione sufficiente perché esso venga assorbito dal nostro organismo. Infatti perché ciò avvenga deve essere presente in grande quantità del magnesio (di cui il latte ne è completamente privo) e in giusta quantità del fosforo, infatti il suo eccesso o la sua assenza limitano l assorbimento di calcio da parte del nostro intestino ( il latte contiene fosforo in eccesso). Come se non bastasse il latte tende ad acidificare i nostri tessuti! Questa costante acidificazione indebolisce il nostro sistema immunitario e favorisce l insorgere di molti disturbi come: colon irritabile, gastriti, emicranie, problemi al fegato ed al sistema linfatico, causando un terreno favorevole alla proliferazione di vari tipi di infiammazioni.

51 LATTE PASTORIZZATO Questo processo industriale è un vero e proprio bombardamento a microonde che colpisce le molecole di lattosio alzandone la temperatura da 7 C a 320 C in meno di 2 secondi. Questo brusco cambiamento di temperatura uccide completamente tutti i Lactobacillus Acidophilus che sono batteri lattici fondamentali per poter sintetizzare la vitamina B nel colon. La presenza dei Batteri Lattici serve a controllare la putrefazione del latte che, una volta pastorizzato, essendo privo di questa protezione, andrà ad alterare tutto il sistema digestivo!

52 Questo procedimento industriale di pastorizzazione distrugge tutti gli enzimi, indispensabili trasformatori biochimici per l assimilazione del calcio che, verrà ingerito ma non assorbito, creando accumuli di sostanza che intasano l organismo, come ad esempio gli ossalati di calcio ecc. RISULTATO DI TUTTO QUESTO: I danni maggiori della pastorizzazione per la nostra salute sono la distruzione totale delle vitamine liposolubili del gruppo A ed E con l 85% di perdita delle vitamine B e C e di Iodio. Questa grossa carenza vitaminica altera molti nostri processi metabolici cellulari aumentando in modo sconsiderevole l incidenza di trombosi.

53 I recenti studi di psiconeuroimmunologia affermano che i principali danni cellulari si evitano ripristinando il giusto equilibrio del metabolismo glucidico e disintossicando la matrice della membrana cellulare. DOBBIAMO IMPARARE AD INTERVENIRE PRIMA CHE SI DISTRUGGANO TROPPE CELLULE E SIA TROPPO TARDI PER RISOLVERE IL PROBLEMA! La disintossicazione della matrice e dei tessuti la otteniamo con un riequilibrio del sistema acido/base dei nostri tessuti cellulari. Con questo riequilibrio organico si sono ottenuti dei positivi riscontri nei malati di Alzheimer e nel Morbo di Parkinson.

54 Quello che oggi non funziona non sono gli alimenti ma come vengono trattati: 1) La trasformazione biogenetica degli alimenti 2) L uso indiscriminato di diserbanti chimici 3) L uso eccessivo di antibiotici negli animali 4) L uso inutile di concimi chimici, coloranti e conservanti 5) L uso eccessivo di insetticidi, pesticidi, veleni antiparassitari. TUTTO QUESTO COSA PROVOCA? Ipertensione - Disfunzioni tiroidee Intolleranze alimentari ed allergie ai prodotti Fenomeni di antibiotico resistenza Iperacidosi gastrica - Disbiosi intestinali Malattie degenerative ecc.

55 COLESTEROLO: Non è così importante la quantità di colesterolo presente nel nostro organismo, ma la quantità di colesterolo depositato nel nostro sistema cardiocircolatorio; importantissimo è il rapporto fra il colesterolo buono e quello cattivo. In due parole: più mangiamo carboidrati e più produciamo insulina, di conseguenza aumentano nel nostro organismo gli eicosanoidi e quindi aumentano sia le affezioni infiammatorie che quelle degenerative.

56 OSTEOPOROSI: Quando il sangue è troppo acido il nostro organismo cerca di riportare i valori in equilibrio prelevando minerali alcalinizzanti (calcio, potassio, sodio, magnesio) dai tessuti dove sono più presenti: ossa, denti ecc. Molti non sanno che la maggior parte di quello che mangiamo impedisce o diminuisce molto l assimilazione del calcio da parte del nostro organismo: zucchero bianco, miele, dolcificanti artificiali, fruttosio, il fumo, l alcol, il vino ecc. RIMEDI NATURALI PER L OSTEOPOROSI: Assunzione di oligoelementi al mattino a digiuno. Assunzione di composti naturali contenenti Equiseto, Silicio, Vitis Vinifera ecc.

57 DOVE TROVIAMO I PRINCIPALI NUTRIENTI? 1) PROTEINE: soia e suoi derivati le leguminose, lenticchie, piselli, noci, mandorle e frutta secca ecc. 2) CARBOIDRATI: frutta, cereali, leguminose, patate, carciofi, melone, zucca riso soffiato ecc. 3) CALCIO: (in forma assimilabile dal nostro organismo) spinaci, barbabietole, cavoli, ravanelli, fichi, cime di rapa, broccoli, fagioli, mandorle, nocciole ecc. 4) FERRO: tutte le verdure verdi, legumi, cereali, prezzemolo, spinaci, lenticchie, fichi, albicocche, anguria ecc.

58 DOVE TROVIAMO LE VITAMINE? 1) VITAMINA A: carote, pomodori, cavolo, verza, cime di rapa ecc. 2) VITAMINA B: cereali, leguminose, patate, germe di grano, ananas, kiwi ecc. 3) VITAMINA C: tutta la frutta, tutta la verdura, agrumi, ribes, prezzemolo, patate ecc. 4) VITAMINA E: piselli, fave, olii vegetali, cereali, mais ecc.

59 L essere umano ha bisogno di mangiare per nutrirsi ma soprattutto per introdurre nel suo organismo l energia necessaria a svolgere tutte le funzioni fisiologiche cellulari che sono alla base della nostra vita. Nell organismo umano tutti gli organi deputati all eliminazione degli eccessi di scorie dei diversi tessuti fegato, rene, polmoni, pelle agiscono continuamente per mantenere un ambiente ideale che minimizzi la cronicizzazione delle malattie. Gli esseri umani hanno il grande privilegio di poter stimolare la resistenza organica contro virus e batteri, attraverso l uso adeguato ed equilibrato degli alimenti e dei diversi tipi di piante medicinali.

60 ADDITIVI NATURALI ACETO: è il risultato della fermentazione del vino, conosciuto già all epoca dei Romani, veniva usata come bevanda dissetante. Oggi è impiegato per conservare tutte le verdure e nella loro fase di scottatura e bollitura per la loro successiva conservazione sott olio. ALCOOL: in concentrazioni superiori al 15% ha la grande proprietà di creare un ambiente sfavorevole allo sviluppo di microorganismi. Allo stato puro viene impiegato per la conservazione della frutta come prugne, amarene, ciliegie ecc.

61 LIMONE: il succo di limone è un ottimo antiossidante, viene usato per impedire che la verdura e la verdura, una volta tagliata, diventi nera. OLIO: ottenuto dalla spremitura delle olive o per estrazione dalle arachidi, mais, soia, girasole, permette di conservare gli alimenti isolandoli dall aria e di conseguenza dai germi.

62 SALE: è considerato uno dei metodi più antichi di conservazione dei cibi. Esistono due metodi di conservazione con il sale: 1) in Salamoia 2) in Salatura ZUCCHERO: in elevate concentrazioni impedisce la fermentazione. Con un 60 70% di zucchero le marmellate si conservano per lunghi periodi benissimo! Un 20-25% di soluzioni zuccherine è sufficente per la conservazione della frutta.

63 ALIMENTI CONSIGLIATI 1) FORMAGGI: prodotti non troppo fermentati e stagionati, come, ad esempio, la ricotta e lo yogurt magro. 2) CARNI: di certa provenienza, prodotti bio, non di allevamento intensivo, mai assumerne più di 150 grammi per settimana. Meglio mangiare la carne bianca e magra o la bresaola. 3) PESCE: tutto il pesce azzurro. 4) FARINACEI: pizza, grissini, farinata ecc. meglio se di farina integrale o di Kamut o di farro ecc.

64 5) FRUTTA VERDURA ORTAGGI: tutta se fresca e autoctona. 6) ZUCCHERO: solo quello naturale di canna. 7) SALE: poco quello iodato, maggiormente assumere quello rosa dell Himalaya. 8) OLIO: per cuocere sempre e solo quello extra vergine di oliva, tutti gli altri tipi di olio da spremitura a freddo usarli solo per condire insalate e mai per cuocere i cibi. 9) THE VERDE: ottima fonte di polifenoli, nostri alleati nella prevenzione anticancro.

65 ALIMENTI DA LIMITARE O EVITARE Formaggi e derivati del latte come burro, panna, gelati, strutto, margarina ecc. Carni rosse, frattaglie e carni in scatola. Tutti gli insaccati, eccetto la bresaola. Tutti i tipi di funghi. Tutta la frutta secca, con data superiore a 3 mesi dalla raccolta. Bevande gassate, alcolici e super alcolici. The, cappuccino e caffè.

66 ALCUNE REGOLE PER VIVERE IN SALUTE... NONOSTANTE TUTTO! 1) devo imparare a mangiare poco di tutto... La varietà dei cibi garantisce l apporto completo dei nutrienti indispensabili al buon funzionamento del nostro organismo e le quantità non eccessive permettono al nostro corpo di riuscire a difendersi dagli eventuali coloranti, additivi aggiunti per la loro conservazione. 2) mangiare il più possibile cibo di stagione e di provenienza autoctona. 3) posso mangiare di tutto ma devo imparare ad abbinarlo in modo corretto!

67 4) preferibilmente è consigliato assumere frutta e verdura fresca per conservare tutti i principi nutrizionali. 5) non eccedere nell assunzione di carne e, quando la mangiamo, è preferibile mangiarla ben cotta e sgrassata. 6) evitare i cibi in scatola che sono ricchi di additivi e conservanti: causa principale delle disbiosi intestinali. 7) scegliere la cottura a vapore o la bollitura e mai l uso del forno a microonde. 8) impariamo a nutrirci con ciò che la natura ci offre e diffidiamo dalle molte coltivazioni di cibo transgenico.

68 9) fritture a temperature troppo alte e ricche di condimento sono sconsigliate poiché liberano moltissime sostanze che, una volta introdotte nel nostro organismo, durante i processi metabolici digestivi, liberano o si trasformano in sostanze cancerogene. 10) come condimento base è preferibile usare olio extravergine di oliva. 11) Non dobbiamo adottare un alimentazione troppo ricca di grassi e povera di fibre, così facendo impoveriamo la nostra flora intestinale, dal cui buon funzionamento dipendono moltissime funzioni cellulari di fondamentale importanza.

69 PER CONCLUDERE: L alimentazione, unita al buon senso ed alla competenza di molti, è la chiave di tutto!!! Sta ad ognuno di noi documentarsi per conoscere la verità su tutte le false informazioni che ci pervengono e che minacciano la nostra salute. Non possiamo cambiare il mondo né competere con le grandi multinazionali che muovono l economia mondiale ma possiamo imparare ad assumere delle abitudini alimentari e degli stili di vita che ci permettano di contrastare tutte le cattive e dannose abitudini che la nostra società cerca di imporci!!!

70 GRAZIE A TUTTI PER LA CORTESE ATTENZIONE!!!

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

20/11/2009 ALIMENTI ACIDIFICANTI

20/11/2009 ALIMENTI ACIDIFICANTI ficanti I grassi La digestione dei grassi mette a disposizione dell organismo acidi grassi, saturi o insaturi. Gli acidi grassi saturi sono di difficile utilizzazione da parte dell organismo e di conseguenza

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

COSA SONO I NUTRIENTI?

COSA SONO I NUTRIENTI? 1. DAGLI ALIMENTI AI NUTRIENTI Gli alimenti che mangiamo vengono digeriti e scomposti in elementi più semplici, i nutrienti, che vengono riversati nel flusso sanguigno per essere distribuiti a tutte le

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

Alimentazione e Cancro: origini, cause e prevenzione

Alimentazione e Cancro: origini, cause e prevenzione Alimentazione e Cancro: origini, cause e prevenzione 4 dicembre 2014 Palazzo Reale, Milano Dottor Claudio Verusio - Dottor Maurizio Tomirotti CD CIPOMO Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

Una sostanza acida rilascia ioni idrogeno e una sostanza alcalina assorbe ioni idrogeno.

Una sostanza acida rilascia ioni idrogeno e una sostanza alcalina assorbe ioni idrogeno. Ph e salute Il termine Ph originariamente definito nel 1909 da un biochimico danese Soren Peter Lauritz chiamato Sorensen. Ph significa letteralmente potenziale (H)idrogeno, cioè, il ph serve a definire

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi.

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi. Gli oligoelementi (dal greco olos poco), sono dei composti infinitesimali delle piante, della frutta e degli ortaggi, indispensabili al buon funzionamento dei nostri organi, per un benessere fisico e mentale.

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

Informazioni sugli elementi nutritivi

Informazioni sugli elementi nutritivi Informazioni sugli elementi nutritivi Nella terra e nello spazio Gli zuccheri Gli zuccheri (detti anche glucidi o carboidrati)) sono i composti organici più comuni sulla Terra. Le piante li producono con

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI

ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI EDUCAZIONE ALIMENTARE PER TUTTA LA FAMIGLIA PRIMA PARTE ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI PRIMA PARTE IL PERCORSO DEGLI ALIMENTI Gli alimenti, dopo essere stati ingeriti, arrivano al tubo

Dettagli

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole ALIMENTAZIONE BENESSERE BELLESSERE Le proprietà farmacologiche, salutistiche, estetiche del cibo La mancanza di equilibrio tipica dell alimentazione moderna è spesso correlata al determinismo di molte

Dettagli

LE MUTAZIONI CELLULARI SI COMBATTONO PRIMA DI TUTTO A TAVOLA

LE MUTAZIONI CELLULARI SI COMBATTONO PRIMA DI TUTTO A TAVOLA LE MUTAZIONI CELLULARI SI COMBATTONO PRIMA DI TUTTO A TAVOLA CONFERENZA DEL 7 MAGGIO 2014 ARCEA OASI DEL BENESSERE Via Cavour 47 10123 Torino info@arceatorino.it www.arceapilloledisalute.com NON TUTTI

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Una notizia che ha dell incredibile: la causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta decenni

Dettagli

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT ACQUATICI (nuoto,tuffi,pallanuoto,immersione,, surf, windsurf,sci d acqua o VELA) Necessitano una DIETA EQUILIBRATA Ogni SPORT ha CARATTERISTICHE

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

Quindi è chiaro che. l uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: L ENERGIA E I PRINCIPI NUTRITIVI

Quindi è chiaro che. l uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: L ENERGIA E I PRINCIPI NUTRITIVI Le esigenze della incessante attività del corpo umano fanno si che le numerose sostanze che lo formano (le quali sono soggette ad usura e a perdite e vanno quindi via via ricostituite e/o sostituite) e

Dettagli

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze.

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze. I L I P I D I ASPETTI GENERALI I Lipidi o grassi sono la riserva energetica del nostro organismo; nel corpo umano costituiscono mediamente il 17% del peso corporeo dove formano il tessuto adiposo. In generale

Dettagli

GRASSI ANIMALI O VEGETALI?

GRASSI ANIMALI O VEGETALI? GRASSI ANIMALI O VEGETALI? I grassi industriali sono, da una parte, il burro e i grassi animali e, dall altra, gli oli vegetali (d oliva, di girasole, di sesamo, di mais, etc.). La scelta fra queste due

Dettagli

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it I macronutrienti 1 Ogni alimento può essere composto da: Carboidrati Proteine Grassi Questi sono conosciuti come macronutrienti 2 Il cibo va forse valutato solo in funzione del suo apporto calorico? ASSOLUTAMENTE

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

Migliora la tua alimentazione senza rinunciare al piacere di pane, pasta pizza e dolci

Migliora la tua alimentazione senza rinunciare al piacere di pane, pasta pizza e dolci Migliora la tua alimentazione senza rinunciare al piacere di pane, pasta pizza e dolci Da comfort food a safe comfort food. L alimentazione moderna è ricca di cibi acidificanti e ad alto tenore glicemico

Dettagli

DIABETE E ALIMENTI: I PRINCIPI NUTRITIVI FACCIAMO IL PUNTO

DIABETE E ALIMENTI: I PRINCIPI NUTRITIVI FACCIAMO IL PUNTO DIABETE E ALIMENTI: I PRINCIPI NUTRITIVI FACCIAMO IL PUNTO Dr.ssa SABRINA BUGOSSI DIETISTA L alimentazione rappresenta uno dei cardini fondamentali nella terapia del diabete mellito Più che parlare di

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

IL METODO NATURALE PER DISINTOSsICARE L ORGANISMO

IL METODO NATURALE PER DISINTOSsICARE L ORGANISMO IL METODO NATURALE PER DISINTOSsICARE L ORGANISMO Questo ebook è dedicato a tutti coloro che hanno voglia di conoscere il proprio corpo e vogliono sentirsi in forma. A tutti coloro che hanno voglia di

Dettagli

NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA. Speciale FARINE

NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA. Speciale FARINE NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA Speciale FARINE di Maurizio De Pasquale www.orlandipasticceria.com LA RICERCA DELLE PROTEINE N utrirsi bene è fondamentale

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI La prima colazione A tavola: La prima colazione permette di migliorare l attenzione e la concentrazione, quindi il rendimento scolastico. Inizia la tua giornata

Dettagli

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 IL SUCCO VIVO 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 Cos'è il succo vivo? Il concetto di succo vivo venne per la prima volta introdotto dal dottor Norman Walker (1886-1985). Walker è stato il pioniere del crudismo

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A.

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. Nutraceutica Nome dato a quella branca della ricerca scientifica, svolta in numerosi laboratori, sugli alimenti

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

ACQUA ALCALINA IONIZZATA

ACQUA ALCALINA IONIZZATA Dott.ssa M. Chiara Cuoghi ACQUA ALCALINA IONIZZATA... i benefici: IL CORPO UMANO ADULTO E COSTITUITO AL 70% D ACQUA QUANTA acqua si deve introdurre ogni giorno nel corpo per mantenere un adeguata idratazione?

Dettagli

Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010. I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti

Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010. I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010 I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti Per avere un alimentazione varia, senza assumere elevati quantitativi

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH L evoluzione della nutrizione negli ultimi decenni accompagna effetti nutrizionali positivi ma anche negativi! Gli scienziati hanno constatato una diminuzione della DENSITÁ delle vitamine e i minerali

Dettagli

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN)

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L intestino?il cervello della pancia. Come mantenere naturalmente

Dettagli

5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu'

5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu' 5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu' Spesso, a causa della nostra vita frenetica e degli impegni quotidiani, noi donne non abbiamo molto tempo da dedicare alla preparazione dei cibi, e

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO DETOX 7 7 GIORNI PER STARE MEGLIO Buongiorno!!! complimenti per aver scelto il nostro programma nutrizionale DETOX-7! Per dieta DETOX s intende un programma alimentare che ha lo scopo di eliminare le tossine

Dettagli

SE MANGIO COTOLETTA CADO SUI SASSI LA PANCIA M INGROSSA E CASCANO LE OSSA NON PRENDO MEDICINE. BEVIAMO L ARANCIATA

SE MANGIO COTOLETTA CADO SUI SASSI LA PANCIA M INGROSSA E CASCANO LE OSSA NON PRENDO MEDICINE. BEVIAMO L ARANCIATA RAP SANO ASCOLTA IL RAP SE MANGIO COTOLETTA DOPO UNA CORSETTA NELLA FRUTTA VITAMINE NON PRENDO MEDICINE. SE MANGIO CARBOIDRATI TRA DOLCI E SALATI IO ACCUMULO ENERGIA E POI VOLO VIA. MANGIO CEREALI E MI

Dettagli

L ETICHETTA ALIMENTARE. Carta d identità del prodotto

L ETICHETTA ALIMENTARE. Carta d identità del prodotto L ETICHETTA ALIMENTARE Carta d identità del prodotto Alcune informazioni sono obbligatorie e regolamentate per legge e sono molto utili per la sicurezza alimentare Altre sono facoltative o complementari

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa CLORELLA Contenuto 1 8 0 c o m p r e s s e d a 5 0 0 m g d i Chlorella Pyrenoidosa frantumata Clorella Bio con marchio di produzione Biologica della Comunità Europea Indicazioni Disintossicante, stai di

Dettagli

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA Un alimentazione equilibrata prevede l assunzione di tre pasti durante la giornata: colazione, pranzo e cena ed, eventualmente, due spuntini a metà mattina

Dettagli

1. VARIARE L ALIMENTAZIONE E IDRATARSI MOLTO

1. VARIARE L ALIMENTAZIONE E IDRATARSI MOLTO 1. VARIARE L ALIMENTAZIONE E IDRATARSI MOLTO Gli elementi affrontati nel primo modulo Variare l alimentazione e idratarsi molto sono fondamentali per comprendere i temi che saranno alla base degli argomenti

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

L educazione alimentare

L educazione alimentare L educazione alimentare Educazione alimentare: alimenti e nutrienti Sono ALIMENTI tutte le sostanze che l organismo può utilizzare per l accrescimento, il mantenimento e il funzionamento delle strutture

Dettagli

Che cos è l agricoltura?

Che cos è l agricoltura? L agricoltura Che cos è l agricoltura? L agricoltura è la coltivazione del terreno. L agricoltura produce gli alimenti necessari agli uomini. L agricoltore semina e lavora la terra. Le piante crescono

Dettagli

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS 4 Semplici passi per creare il tuo stile di vita 1. Decidi cosa vuoi e cosa credi = cosa vuoi ottenere e

Dettagli

La nutrizione e il metabolismo

La nutrizione e il metabolismo La nutrizione e il metabolismo 1. Le sostanze nutritive, o nutrienti 2. Definizione di metabolismo 3. Il metabolismo dei carboidrati 4. Il metabolismo dei lipidi 1 L apparato respiratorio 5. Il metabolismo

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

accettati maggiormente dalla comunità scientifica. I gruppi sanguigni, si sa, sono quattro e a ciascuno di loro corrisponde una tipologia metabolica.

accettati maggiormente dalla comunità scientifica. I gruppi sanguigni, si sa, sono quattro e a ciascuno di loro corrisponde una tipologia metabolica. I GRUPPI SANGUIGNI Il dottor Peter D Adamo, naturopata, nel corso degli anni ha sviluppato una teoria che lega gli alimenti ai gruppi sanguigni. I concetti essenziali di questa dieta si fondano sul presupposto

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA: Come alimentarsi per star bene? http://www.inran.it/inran_lineeguida.pdf La scelta degli alimenti e basata su molteplici fattori : storia, cultura, ambiente

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE Dott.ssa Luce Ghigo Medico Chirurgo Convenzionato S.S.N. Medicina di Gruppo - Medico di R.S.A. Piani Alimentari e Terapia del Sovrappeso 1 Se è vero che le esigenze nutrizionali

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

PERCHE MANGIAMO? Gli alimenti sono necessari per. .il FUNZIONAMENTO dell organismo. e per il suo ACCRESCIMENTO

PERCHE MANGIAMO? Gli alimenti sono necessari per. .il FUNZIONAMENTO dell organismo. e per il suo ACCRESCIMENTO PROGETTO ALIMENTAZIONE E CULTURA Impariamo a nutrirci per crescere meglio CIRCOLO DIDATTICO DI ARICCIA Centro Studi Regionale per l Analisi e la Valutazione del Rischio Alimentare (CSRA) - IZS Lazio e

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE Lo scopo di questa guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio stile di vita alimentare, modulando le scelte alimentari

Dettagli

RALLENTARE L INVECCHIAMENTO OSTEO-ARTICOLARE

RALLENTARE L INVECCHIAMENTO OSTEO-ARTICOLARE RALLENTARE L INVECCHIAMENTO OSTEO-ARTICOLARE Rotary Club - 16 marzo 2006 - Salerno Prof. Jean Verola Capo-Clinica della Facoltà di Ortopedia dell'università di Marsiglia (FR) Membro della Società Francese

Dettagli

Viaggio delle sostanze nutritive

Viaggio delle sostanze nutritive Viaggio delle sostanze nutritive Il cibo che assumiamo contiene sostanze nutritive per la produzione di nuove cellule Gli alimenti però devono essere ridotti in molecole Esistono 4 fasi fondamentali 1)

Dettagli

LE PROTEINE DELLA CARNE

LE PROTEINE DELLA CARNE LE PROTEINE DELLA CARNE Dott.sa Roberta Marcon Farmacia All Angelo Tutti gli organismi hanno bisogno di ricavare dall ambiente circostante l energia necessaria per mantenersi in vita,crescere e riprodursi.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD ASL LECCO - GRUPPI DI CAMMINO 2008 L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD Estratto dalle LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA predisposte dall Istituto

Dettagli

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Al fine di comporre correttamente la propria dieta è bene conoscere le qualità dei principali alimenti che in base alle loro principali caratteristiche nutrizionali

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

Istituto Comprensivo Castelverde - ROMA. Anno scolastico 2013/2014. Dott.sse Valeria Morena e patrizia leggeri

Istituto Comprensivo Castelverde - ROMA. Anno scolastico 2013/2014. Dott.sse Valeria Morena e patrizia leggeri PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Istituto Comprensivo Castelverde - ROMA Anno scolastico 2013/2014 DI UNA SANA E CORRETTA ALIMENTAZIONE Dott.sse Valeria Morena e patrizia leggeri Istituto Zooprofilattico

Dettagli